Page 24

TRIESTE 8 2 A DAY

FERMATA DEL MESE A cura di Serena Berardi

LEGACY FOR Photo Vincenzo Tafuri/La Freccia

SULLE TRACCE DI UNA TRIESTE SOSPESA TRA EREDITÀ DEL PASSATO E PROGETTI FUTURI

S

uperba con i suoi palazzi Li-

liminare le ha fatto assorbire la vitalità

agli inizi del ‘900», racconta Paolo

berty. Elegante con i suoi teatri

di culture diverse e allo stesso tempo

Rumiz, giornalista e scrittore, figlio di

e i suoi caffè. Legata al mare e

vivere una storia dolorosa. « Era un

Trieste e suo profondo conoscitore.

ai suoi umori che la penetrano fin den-

borgo di pescatori e di raccoglitori di

«Cade nella marginalità con l’occupa-

tro le viscere. Trieste è una terrazza

sale che all’improvviso si ritrova pro-

zione italiana e molta della sua pecu-

sull’Adriatico che conserva le vestigia

iettato in una dimensione europea e

liare identità viene portata via a partire

dello splendore imperiale, ma mostra

internazionale, unico sbocco al mare

dal 1918. Il Fascismo poi ci ha imposto

in alcuni angoli i segni della decadenza

dell’impero austro-ungarico che rag-

l’italianizzazione, molti hanno dovuto

di un ruolo perduto. La sua posizione

giunge il culmine della sua importanza

cambiare cognome. La lingua slovena è

Piazza Unità d'Italia

22

LF

OTT2017

La Freccia - ottobre 2017  
La Freccia - ottobre 2017  

In copertina: Trieste, tra passato e futuro