Page 1

ANNO VII NUMERO 12 DICEMBRE 2015

www.fsitaliane.it RIVISTA MENSILE A DISTRIBUZIONE GRATUITA

Sviluppo e futuro Secondo Paolo Gentiloni

Pitti Immagine Trendy men

Astroviaggio Le stelle del 2016

Checco, quo vadis? Offerta AV | Promozioni | Flotta |

| La Freccia.TV | Menu Frecce | Portale di bordo | News

Nuovo orario invernale Trenitalia: 86 Frecciarossa al giorno tra Roma e Milano Speciale Alta VelocitĂ , storia di un successo italiano Programma CartaFRECCIA, un mondo di vantaggi


L’ITALIA È U N A MERRY CHRISTMAS AND HAPPY NEW YEAR

www.unahotels.it Numero verde 800 60 61 62


COSÌ BELLO CHE NON VORRESTI SCENDERE MAI


www.trenitalia.com


LINEA DIRETTA

Io mangio giusto (2014) I bambini della Scuola Giovanni Cena di Cerveteri (RM) nella mensa gestita da ActionAid © Maria Laura Antonelli

IO MANGIO, TU MANGI

LA REDAZIONE

In viaggio con il diritto al cibo nel Belpaese, tra le principali stazioni italiane, è stata una preziosa occasione per raccontare l’universo alimentare e il problema della fame nel mondo. L’iniziativa di ActionAid, realizzata durante Expo Milano 2015 grazie alla collaborazione di FS Italiane e Grandi Stazioni, ha portato da giugno a settembre i volontari e gli ambasciatori della onlus a contatto con i viaggiatori delle Frecce, per riflettere con loro sugli sprechi alimentari. Protagonista del tour un gioco dell’oca a grandezza umana che ha coinvolto giovani e adulti per un weekend al mese. Un modo divertente per affrontare questioni di assoluta importanza. Non sono mancati i sorrisi, gli sguardi stupiti e le domande difficili dei più piccoli, alcuni dei quali frequentano anche le mense scolastiche dove ActionAid offre a 15mila bimbi il progetto di ristorazione Io mangio giusto, al fianco delle comunità più povere. Perché ancora oggi, nel mondo, 842 milioni di persone soffrono di fame cronica e tra loro ci sono 171 milioni di bambini malnutriti.

Il contributo del Gruppo FS Italiane per la buona riuscita dell’Esposizione Universale non si è limitato all’offerta speciale di trasporto. L’iniziativa di ActionAid dimostra l’impegno profuso a 360 gradi durante il semestre meneghino, dalla mobilità all’informazione nelle stazioni, dall’assistenza ai passeggeri alle attività di security. I numeri dell’evento parlano chiaro: 14 milioni i viaggiatori per Milano, di cui sei sulle Frecce Trenitalia. Un milione i clienti che hanno raggiunto direttamente la stazione Rho Fiera Expo Milano 2015, che ha affrontato quotidianamente un incremento di traffico del 67% per i collegamenti metropolitani e oltre duemila interventi di assistenza a persone con disabilità o mobilità ridotta nella Sala Blu di Rfi. Le ultime settimane di ottobre i Frecciarossa da e per la Città del Duomo hanno registrato il tutto esaurito, così come i regionali TorinoMilano. In un periodo denso e fruttuoso che ha portato, in diversi ambiti e luoghi, a riflettere sul diritto al cibo e sulla corretta alimentazione.

Isabella Nicoli [High Value Partnerships di ActionAid - www.actionaid.it]

DIC2015

LF

15


IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

SOMMARIO

ANNO VII NUMERO 12 DICEMBRE 2015

Scarica l’App gratuita LA FRECCIA MAGAZINE Download the free LA FRECCIA MAGAZINE App

B

25 acheca

31 hi 41 35 autore conomia 44 49 55 ashion usto i-Tech 22 genda

A C D’ E F G H

ANNO VII NUMERO 12 DICEMBRE 2015

www.fsitaliane.it RIVISTA MENSILE A DISTRIBUZIONE GRATUITA

IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

This is an interactive magazine

Rubriche

DICEMBRE 2015

Questa rivista è interattiva

Sviluppo e futuro Secondo Paolo Gentiloni

Pitti Immagine Trendy men

Astroviaggio Le stelle del 2016

Checco, quo vadis? Offerta AV | Promozioni | Flotta |

| La Freccia.TV | Menu Frecce | Portale di bordo | News

Nuovo orario invernale Trenitalia: 86 Frecciarossa al giorno tra Roma e Milano Speciale Alta Velocità, storia di un successo italiano

35

Programma CartaFRECCIA, un mondo di vantaggi

86 L’ironica verità di Checco Zalone Quo vado, un film per ridere su lavoro e mobilità

133 Pitti Uomo 89

58 La terapia dei binari Cerca il simbolo e scansiona la pagina con l’App Search the symbol and scan pages with the App

I treni della vita nel nuovo libro di Beppe Severgnini

67

Appuntamento a Firenze con la moda al maschile

124

42 77 CityFRECCE

Scopri i contenuti interattivi Discover interactive content

Le pagine con questo simbolo sono in Realtà Aumentata The pages with this symbol are in Augmented Reality

115 Emergenza Sorrisi 137 Astroviaggio 149 Lego® Serious Play® 137

Powered by ivisionmade.it

Offerta AV | Promozioni | Flotta |

| La Freccia.TV | Menu Frecce | Portale di bordo | News

153 LE FRECCE 2016

È partito l’orario invernale 2016 di Trenitalia. Tra le principali novità quelle relative alla tratta Roma-Milano: con 4 treni in più al giorno, diventano 86 i Frecciarossa disponibili. Mentre l’aumento dei Frecciarossa 1000 da 22 a 28 interessa le stazioni dei capoluoghi di Lazio, Lombardia, Campania, Emilia-Romagna e Piemonte. E sul versante nord-orientale passano da 8 a 14 al giorno i Frecciarossa che collegano la Capitale a Padova e Venezia. DIC2015

LF

17


SOMMARIO

IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO VII - NUMERO 12 - DICEMBRE 2015 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 284/97 DEL 16/5/97

I numeri di questo numero

12 i minuti necessari per addormentarsi grazie

Foto e illustrazioni Archivio Fotografico FS Italiane Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane Vincenzo Tafuri/La Freccia Foto di copertina Angelo Di Pietro Ferrovie dello Stato Italiane SpA

ANNO III NUMERO 04 INVERNO DICEMBRE 2015 www.fsitaliane.it

Tutti i diritti riservati. Se non diversamente indicato, nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza il consenso espresso dell’editore.

al libro del professor Ehrlin [pag. 60]

1.000 i chilometri dell’Alta Velocità ferroviaria italiana

[pag. 73]

ALCUNI CONTENUTI DELLA RIVISTA SONO RESI DISPONIBILI MEDIANTE LICENZA CREATIVE COMMONS BY-NC-ND 3.0 IT

L’ottava meraviglia

Info su creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it

EDITORE

Direzione Centrale Comunicazione Esterna e Media Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma www.fsitaliane.it Contatti di Redazione Tel. 06 44105298 e-mail lafreccia@fsitaliane.it Direttore Responsabile Orazio Carabini Caporedattore Claudia Frattini In Redazione Gaspare Baglio, Michela Gentili, Sandra Gesualdi, Cecilia Morrico Caposervizio Silvia Del Vecchio Assistente Editoriale Serena Berardi Segreteria di Redazione Francesca Ventre Ricerca immagini e photo editing Giovanna Di Napoli, Michele Pittalis, Vincenzo Tafuri Coordinamento Creativo Giulio Lippi Grafico Manuela Nobile Traduzioni Eurostreet Fumetto Lorenzo Terranera (disegni) Stefano Ebner (sceneggiatura)

2 su 5 i teenagerdicheingrassare temono [pag. 108]

72 su 129 i Paesi che in 15 anni hanno dimezzato i livelli di denutrizione [pag. 111]

225 i treni, di cui 165 Frecce, al servizio della Capitale per il

WEEKEND

TOP 10

POSTCARD

AGENZIE FRECCIAVIAGGI

Salerno

Trentino

Cuba

Treno+Hotel

IL TRIMESTRALE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

Su

Hanno collaborato a questo numero Alessandra Calise, Antonella Caporaso, Luigi Cipriani, Salvatore Coccoluto, Dario Colombo, Massimo Consalvi, Carlo Cracco, DCCEM/Creatività e Broadcasting (Riccardo Battisti, Lucia D’Alessio, Giuseppe Malventano, Pasquale Montesano), DCCEM/ FSNews Radio/LaFreccia.TV, Dalila Ferreri, Paolo Gentiloni, Federico Geremei, Daniele Grassucci, Itinere, LUpupa, Mago Silvan, Luca Mattei, Cristiana Meo Bizzari, Isabella Nicoli, Padosé, Veronica Paolillo, Giuliano Papalini, Ilaria Perrotta, Ernesto Petrucci, Protezione Aziendale Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Betti Puoti, Flavio Scheggi, Mario Tozzi, Carlo Valentino, Adua Villa

Inverno ad alta quota. Mille idee soggiorno tra sport, tappe gourmet e capolavori di cultura e natura. Aspettando Babbo Natale.

Giubileo [pag. 130]

On Web

La Freccia si può sfogliare su ISSUU e nella sezione Media ed Eventi del sito fsitaliane.it

ERRATA CORRIGE NOVEMBRE 2015 Pag. 20: la mostra De Chirico a Ferrara 1915-1918. Pittura metafisica e avanguardie europee è a Palazzo dei Diamanti di Ferrara fino al 28 febbraio 2016.

18

LF

DIC2015

© Cataldo Vena

REALIZZAZIONE E PROGETTO GRAFICO

Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com Coordinamento Tecnico Antonio Nappa Coordinamento Organizzativo Massimiliano Santoli

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 info@emotionalsrl.com Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Gestione Materiali Selene Merati smerati@emotionalsrl.com


cover

FUORI DAL CORO

A cura di Cristiana Meo Bizzari

GIOVANE CASORATI

IL

OLTRE 100 OPERE AGLI EREMITANI DI PADOVA RACCONTANO LE PRIME PENNELLATE DELL’ECLETTICO ARTISTA DEL ’900

I

l periodo giovanile di Felice Casorati e il fervore culturale di Padova nel primo ’900 in un inedito percorso allestito ai Musei Civici agli Eremitani fino al 10 gennaio. Oltre 100 opere provenienti da raccolte pubbliche e private, tra i lavori dell’eclettico artista e quelli di Mario Cavaglieri, Ugo Valeri e Umberto Boccioni, del quale sono esposti il Ritratto del dottore Achille Tian e Donna che cuce. Allievo di Giovanni Vianello, Casorati ne ereditò le pennellate corte, la centralità del colore giallo e il soggetto ricorrente dell’anziana signora. Degni di nota i primi dipinti Dei domestici segreti custoditi e Ritratto di signora (la sorella Elvira) che, nel 1907, gli valse l’esordio alla Biennale di Venezia. Tra gli inediti, il portrait dell’amica-confidente Tersilla Guadagnini, esponente dell’alta borghesia torinese che lo seguiva e incoraggiava, tanto che il loro carteggio è considerato dagli studiosi un vero e proprio diario di quegli anni. Il periodo partenopeo del pittore piemontese è invece rappresentato da tele come Vecchie comari e Le bambine. Infine, l’enigmatico Persone introduce alla maturità del momento veronese. La mostra, a cura di Virginia Baradel e Davide Banzato, mira alla scoperta di un artista capace di porsi fuori dal coro, mantenendo una forte componente di autonomia. More than 100 works at Musei Civici agli Eremitani in Padova tell the early period of Felice Casorati, artist of the 20th century.

Felice Casorati Ritratto di signora (la sorella Elvira, 1907) Olio su tela 135x72 cm Collezione privata

DIC2015

LF

21


AGENDA PRIMO PIANO//

SAVE THE DATE//

Felice Casorati, Susanna (1929) Galleria d’Arte Moderna, Roma

Francesco Hayez, Il bacio (1861) Collezione privata

NOVECENTO A CONFRONTO ROMA//FINO AL 13 MAR

BACI ROMANTICI MILANO//FINO AL 21 FEB

© Roma Capitale

Un nuovo dialogo tra i pittori italiani del ’900. È questo lo scopo di Affinità elettive, alla Galleria d’Arte Moderna fino a marzo. La mostra nasce dalla volontà di accostare, sulla base di pure consonanze di temi e ambiti figurativi, i capolavori della collezione parmense della Fondazione Magnani Rocca a quelli del museo capitolino. L’identità degli autori presenti, nonché il periodo della loro attività dagli anni ’20 ai ’60, offrono un approfondimento diverso e stimolante sul panorama culturale del XX secolo. Un confronto tra oltre 100 dipinti che corre sull’asse Parma-Roma: al capolavoro di Giorgio de Chirico, L’enigma della partenza, vengono affiancate, ad esempio, alcune opere di provenienza romana che della speculazione metafisica presentano spunti e rimandi. Al nucleo emiliano delle nature morte di Giorgio Morandi e Filippo De Pisis viene giustapposto uno scenario di creazioni che negli stessi anni testimonia la ricerca formale svolta da molti artisti italiani sul tema dell’oggetto sul piano. I numerosi rimandi interessano nomi di primo piano come Alberto Burri, Toti Scialoja, Felice Casorati, Carlo Carrà, Mario Mafai e Renato Guttuso. [www.galleriaartemodernaroma.it] 22

LF

DIC2015

A new debate among Italian painters of the twentieth century. This is the aim of Affinità elettive, to Galleria d’Arte Moderna until 13 March. The exhibition comes from the will to combine, on the basis of pure affinities of figurative subjects, masterpieces from the collection of Fondazione Magnani Rocca to those of the museum of the Capital City.

Le Gallerie d’Italia-Piazza Scala, polo museale della Banca Intesa Sanpaolo, ospitano una personale su Hayez, maggiore interprete del Romanticismo in pittura. Per la prima volta si possono confrontare le tre versioni del dipintoicona Il bacio, tra i più riprodotti dell’intera storia dell'arte. The Italian Galleries-Piazza Scala, museum centre of Banca Intesa Sanpaolo, host a solo show on Hayez, one of the best painters of Romanticism.

[www.gallerieditalia.com]

FLASH// Battistello Caracciolo Noli me tangere (1618-1620)

Salvator Rosa, Paesaggio con derelitti (1636-1637) Collezione privata

ARTE NEL TEMPO PRATO//FINO AL 10 GEN

PITTURA DI VEDUTA SORRENTO (NA)//FINO AL 31 GEN

Opere significative del XIX e XX secolo accanto ad altre tardogotiche e rinascimentali. Questo l’esperimento del Museo di Palazzo Pretorio con la mostra Synchronicity. Contemporanei, da Lippi a Warhol. [www.palazzopretorio.prato.it]

Il giovane Salvator Rosa. Gli inizi di un grande maestro del ’600 europeo è la rassegna con cui il Museo Correale celebra i 400 anni dalla nascita dell’eclettico artista, pittore, poeta e incisore. [www.con-fine.com]


A cura di Luca Mattei

Concerto di Gino Paoli nella Cava delle Grotte di Castellana (2014)

Madonna, NYC (1982)

© 2015 Peter Cunningham

Boris Mikhailov, Yesterday Sandwich (1972 -1975) Courtesy dell’artista

CHRISTMAS CAVE CASTELLANA GROTTE (BA)// FINO AL 12 GEN

LADY CICCONE BOLOGNA//FINO AL 10 GEN

CATACLISMI DELL’EST NAPOLI//FINO AL 1° FEB

Nello spettacolare contesto delle cavità sotterranee di Castellana prende vita la terza edizione di Natale nelle Grotte. Per oltre un mese si susseguono sia eventi musicali, con un cast di tutto rispetto nella scena italiana, che artistici e religiosi, sotto la direzione rispettivamente di Eugenio Finardi e Pino Savino. In the spectacular site of Castellana underground caves, the third edition of Natale nelle Grotte comes to life. For over a month musical, artistic and religious events.

Alla galleria ONO Arte Contemporanea Madonna: The Rise of a Star, collettiva dei fotografi Peter Cunningham, George DuBose e Deborah Feingold sulla carriera della cantante. Circa 60 scatti, tra cui alcuni inediti, documentano i cambi di stile che l’hanno resa la più longeva icona della musica pop. To the gallery ONO Arte Contemporanea Madonna: The Rise of a Star, 60 shots by photographers as Peter Cunningham, George DuBose and Deborah Feingold with subject the singer career.

Con io non sono io, il Museo Madre è la prima istituzione pubblica italiana a dedicare una personale a Boris Mikhailov, uno dei più autorevoli fotografi contemporanei. La sua ricerca indaga i profondi, radicali e spesso traumatici cambiamenti che ancora oggi coinvolgono l’Ucraina, il suo Paese natale.

[www.grottedicastellana.it]

[www.onoarte.com]

[www.madrenapoli.it]

Lo spettacolo Cie Nientedimeno (2015)

Metropoliz (2015)

© Mimmo Frassineti

La piazza del Municipio a Vienna © swiss-image

TUTTI AL CIRCO GENOVA//DAL 26 DIC AL 10 GEN

STREET ART ROMA//FINO AL 17 GEN

VIENNA ON ICE AUSTRIA//DAL 21 GEN AL 6 MAR

Circumnavigando, il festival internazionale di teatro e circo contemporaneo, anima strade, teatri e palazzi. Molteplici show riuniscono le migliori discipline circensi con una commistione di generi e stili. [www.sarabanda-associazione.it]

L’arte urbana è protagonista al Museo Carlo Bilotti in Urbs Picta, reportage di Mimmo Frassineti sulla street art capitolina. Le pareti anonime di molti edifici diventano capolavori a misura di strada. [www.museocarlobilotti.it]

La fiabesca piazza del Municipio si trasforma in una grandiosa pista di pattinaggio sul ghiaccio. Ogni notte treni da Roma, Firenze, Bologna, Milano e Verona con offerte Smart da ¤ 39 o ¤ 59 in cuccetta. [www.trenitalia.com]

© Mariagrazia Proietto

© Marco Pezzati

By io non sono io, the Museo Madre is the first Italian public institution to host a solo show dedicated to Boris Mikhailov, one of the most renowned contemporary photographers.

EuroCity

DIC2015

LF

23


Bacheca

A cura di Gaspare Baglio

CINEMA//1

CINEMA//FOCUS

CINEMA//2

Il professor Cenerentolo Regia: Leonardo Pieraccioni

Il Piccolo Principe

Alvin superstar Regia: Walt Becker

Regia: Mark Osborne

Umberto è un detenuto con un permesso di lavoro alla biblioteca dell’isola di Ventotene. Per conquistare la bella Morgana non le svela la sua vera identità, ma tutti i loro appuntamenti terminano allo scoccare della mezzanotte, quando deve fare ritorno in prigione.

I mitici chipmunks Alvin, Simon e Theodore sono convinti che Dave, il loro papà adottivo, sia sul punto di chiedere la mano della sua fidanzata per poi piantarli in asso. Corrono così a New York per cercare di impedire la proposta di matrimonio. Risate assicurate.

DVD//1

DVD//2

Outlander La prima stagione

Will & Grace Boxset

Umberto is a prisoner with a work permit to the library of Ventotene island. To make Morgana fall in love for him, he doesn't tell her about his true identity.

Fantasy drama tratto dai romanzi di Diana Gabaldon. La serie racconta il viaggio nel tempo dell’infermiera Claire Randall dal 1945 al 1743. Fantasy drama with the nurse Claire Randall as main character.

New stories for the legendary chipmunks Alvin, Simon and Theodore. This time they must avoid that the adoptive father Dave asks the hand of his girlfriend.

Tutte le stagioni dell’epocale sitcom che ha per protagonisti l’avvocato gay Will Truman e la sua migliore amica Grace Adler, arredatrice d’interni.

All the seasons of the historic sitcom licensed by NBC Studios.

Finalmente sul grande schermo la pellicola ispirata al libro di Antoine De Saint-Exupéry. Un vecchio ed eccentrico aviatore ha come nuova vicina di casa una bambina molto matura, trasferitasi nel quartiere insieme alla madre. La piccola, attraverso il diario del pilota, scopre come tempo prima l'uomo sia precipitato in un deserto e abbia incontrato un enigmatico ragazzino giunto da un altro pianeta: il Piccolo Principe. Le esperienze di viaggio raccontate dal biondino extraterrestre contribuiscono a creare un legame tra l'aviatore e la bambina, che insieme affronteranno una straordinaria avventura alla fine della quale la piccola avrà imparato a usare l’immaginazione per vivere pienamente la sua infanzia. Al doppiaggio del cartoon un cast stellare: da Toni Servillo a Stefano Accorsi, passando per Micaela Ramazzotti, Pif, Paola Cortellesi, Giuseppe Battiston, Angelo Pintus e Alessandro Gassman. Finally on the big screen the movie inspired by the book of Antoine De SaintExupéry. A poetic cartoon for young and adults.

DIC2015

LF

25


bacheca LIBRI//FOCUS

Woody

Federico Baccomo Giunti, pp. 96 ¤ 14,50

Woody è un cane di razza basenji, ha quasi tre anni e due occhi curiosi che guardano il mondo con stupore. La sua ragione di vita è la giovane e allegra padrona. Ma un giorno il quadrupede scopre che tutto è cambiato: la dimensione gioiosa e amorevole che conosceva è stata sostituita dal buio e dalla sporcizia di una gabbia. Come e perché è finito lì dentro? C’è un modo per tornare indietro? Da queste domande comincia una storia in cui, a poco a poco, si affacciano i segni di un evento drammatico di cui Woody è l’unico testimone. Il piccolo basenji è costretto a confrontarsi con domande che pesano sulla sua innocenza. Un racconto pieno di sorprese che passa dal registro comico a quello drammatico e commovente. Una testimonianza del fatto che la differenza tra umani e animali sta nel modo di intendere la vita e il rapporto con gli altri. The adventures of Woody, a purebred basenji dog that wakes up in a cage, far away from his owner. To understand the animal humanity.

26

LF

DIC2015

LIBRI//1

LIBRI//2

Viaggiare con i bambini

Il cuore girevole

AA. VV. EDT, pp. 224 ¤ 23,50

Donal Ryan Minimum Fax, pp. 169 ¤ 14

Dalla casa lappone di Babbo Natale ai pinguini della Patagonia, ogni meta è un sogno. Un team di autori-genitori ha raccolto idee, consigli e informazioni per far sì che grandi e piccini possano assaporare ogni viaggio in tranquillità e sicurezza.

Romanzo corale e polifonico in 21 capitoli, ciascuno raccontato dal punto di vista di un personaggio diverso. In un paesino irlandese fallisce un’impresa edile ed emergono incomprensioni familiari, tradimenti, amori, rapimenti e omicidi.

A team of authors and parents has collected ideas to allow that young and adults can enjoy safely and peacefully every journey.

A collective and many-voiced novel in 21 chapters, each told from the point of view of a different character. Betrayals, loves and murders.

LIBRI//3

LIBRI//4

Interviste con il morto Dan Crowe 66thand2nd, pp. 208 ¤ 18

Gli scrittori contemporanei si confrontano con i loro miti in 13 esilaranti interviste impossibili, da Nietzsche a Jimi Hendrix.

The writers of today do impossible interviews to their myths.

I fratelli Kristmas

Giacomo Papi Einaudi, pp. 250 ¤ 17,50

Romanzo per ragazzi tenero e visionario come un film di Tim Burton. Un’opera talmente riuscita che vorranno leggerla anche gli adulti.

A soft and visionary teen novel, as a Tim Burton movie.


bacheca MUSICA//FOCUS

MUSICA//1

MUSICA//2

Cattedrali

Jazzy Christmas

Antonella Ruggiero

Dark Sky Island Enya «Questo album parla di viaggi. Viaggi verso l’isola (forse proprio quella del titolo? ndr), lunghi tutta una vita, attraverso la storia e le emozioni, e viaggi tra i grandi oceani. Benché non sia un vero e proprio album tematico, questa sorta di filo conduttore attraversa tutte le canzoni». Con queste parole l’irlandese Enya porta sulla scena musicale Dark Sky Island, oasi di sonorità eteree marchio di fabbrica dell’artista da 75 milioni di album venduti. Il primo singolo estratto è Echoes in rain, brano pervaso da un’irrefrenabile euforia. La canzone, pur condividendo con la storica hit Orinoco flow il tema legato ai tragitti avventurosi, celebra a ritmo di marcia l’aspettativa della fine di un percorso. In generale, il progetto colleziona composizioni molto diverse unite da una decisa impronta stilistica. Enya ha il pregio di far entrare l’ascoltatore in una dimensione magica. Non a caso continua a mietere successi senza mai essersi esibita live. The new album of Enya has for subject the travel. The project collects different compositions combined together by an ethereal style, trademark of the Irish artist. 28

LF

DIC2015

Paolo Fresu Quintet

La splendida voce di Antonella Ruggiero si fonde con la ritrovata passione per il potente e maestoso suono dell’organo. Il restauro dello strumento nella cattedrale di Cremona è coinciso con l’inizio della collaborazione col maestro Fausto Caporali. Il risultato è evocativo e ricco di fascino, le sonorità vocali s’intrecciano con la musica in modo indissolubile. Da non perdere la cover dell’Ave Maria di De André.

Il Quintetto di Paolo Fresu, featuring Daniele di Bonaventura, dedica questo lavoro all’Avvento. Scaletta variegata, dai brani dei classici songbook americani a quelli della tradizione popolare. Meritano evidenza le composizioni della raccolta Cantones de Nadale create nel dicembre 1927 da Pietro Casu, parroco e letterato di Berchidda (paese d’origine del trombettista in provincia di Olbia), assieme al Canonico Agostino Sanna di Ozieri.

The wonderful voice of Antonella Ruggiero blends with her renewed passion: the powerful and impressive sound of the organ.

The Paolo Fresu Quintet, dedicates this work to the Advent period. There are classical and popular tradition songs.

MUSICA//3

MUSICA//4

Adesso Emma Ritorno in grande stile per la cantautrice salentina. Strada spianata dalle hit apripista Occhi profondi e Arriverà l’amore.

A great return for the impressive singer from Salento.

le nostre anime Franco Battiato La multiforme discografia di Battiato riletta filologicamente. Spiccano due inediti e la cover di Centro di gravità permanente con Mika.

The varied discography of Battiato revisited from a philological point of view.


samsonite.it

© Samsonite 2015

ROMA - House of Samsonite via del Tritone 149 MILANO - Samsonite Store via San Pietro all’Orto 11 - Samsonite Store via Belfiore 6 Samsonite Store C.C. Fiordaliso - la Rinascente Piazza Duomo


A cura di Francesca Ventre - Photo Musacchio & Ianniello

Anche su FSNews Radio

Chi

Una dolce matrigna L

Lorella Cuccarini is the bad Gothel in Rapunzel, the musical that tells the story of Grimm brothers. Reintroduced in Italian theatres with new characters that join the protagonist, held in captivity by her stepmother that wants, in this way, to keep the secret of youth.

LORELLA CUCCARINI

In Rapunzel, di nuovo sui palchi italiani, Lorella è la cattiva Gothel che alla fine, però, si fa vincere dall’amore

orella Cuccarini, mamma bionda e rassicurante, è Gothel solo sul palco. Il ruolo di cattiva non le si addice affatto, ma proprio per questo l’interprete la considera una prova di professionalità. Ballerina e conduttrice, torna in molte città italiane con il family show Rapunzel, una favola tradizionale arricchita con nuovi personaggi che si affiancano alla piccola e giovane protagonista tenuta prigioniera dalla matrigna. Per Lorella è di nuovo una soddisfazione, si diverte molto e confessa di aver «provato le grandi emozioni dei tempi di Grease». In più, questo spettacolo porta a teatro tutta la famiglia, tanto che i genitori che accompagnano i figli s’intrattengono con piacere. La tournée parte il 18 dicembre dal Teatro degli Arcimboldi di Milano e arriva al Brancaccio di Roma dal 6 aprile. Non c’è occasione migliore per un viaggio ad Alta Velocità con l’incoraggiamento della famosa showgirl, che promette: «Frecciarossa forever!».

Il primo pensiero quando sali in treno? Di sicuro sarà un viaggio puntuale. Il treno della vita? Un Roma-Milano, la tratta che ho percorso più e più volte e che credo continuerò a frequentare. Frecciarossa è? Assolutamente comodo e insostituibile. Non viaggi mai senza? Il mio iPad. Prossima fermata? Milano, per la tournée di Rapunzel. L’ultimo pensiero prima di scendere? Spero di ritrovare la macchina al parcheggio. DIC2015

LF

31


ChI Una scena del family show Rapunzel

La sua immagine è molto solare: come ha fatto a interpretare una matrigna? Mi ha convinto il regista Maurizio Colombi. Non avrei mai pensato di interpretare un ruolo da dark lady. Solo alla fine Gothel ha un risvolto addirittura comico, che cattura l’attenzione di tutti. Come mamma, in qualcosa è uguale a lei? In nulla. Gothel è presa dal rag-

giungimento del suo bene e sfrutta la piccola Rapunzel, che rapisce per mantenere vicino a sé il segreto della bellezza. Quale brano preferisce? Il quadro Go to hell: dal punto di vista vocale ha un’estensione ampia e richiede molto studio. È un momento clou, con ballerini ed effetti speciali, che ogni volta mi dà una carica di adrenalina. Rosa e Spina sono dei personaggi nuovi. Ce li descrive? È vero che lo spettacolo è ripreso dalla favola originale dei fratelli Grimm, ma il regista si è divertito a in-

Musicalmania

Inverno di musical per tutti i fan scatenati del genere. Dal 10 dicembre, per la prima volta al Teatro Brancaccio di Roma, il travolgente Sister act. Aria anni ’50 per Grease, che torna sulla scena milanese, al Teatro della Luna dal 21 gennaio, e in tour fino a maggio. Si presenta in versione originale Cats, tra febbraio e marzo, con tappe a Genova, Torino, Milano, Bari e Bologna. E invece fa sognare i più piccoli, fino al 13 marzo in tutta Italia, Il principe ranocchio. Una scena del musical Il principe ranocchio

32

LF

DIC2015

ventare altre figure. Rosa e Spina sono gli unici compagni del cuore di Rapunzel, due fiori che vivono all’interno della torre dove lei è rinchiusa. La morale di Lorella? La bellezza non è tutto, anche se certo mi ha aiutato nella carriera. Il vero lieto fine è l’amore che prevale. Madre Gothel esce trasfigurata da questa storia e inondata da una valanga di affetto.


PROMOTIONAL FEATURE

AUSTRIA SWITZERLAND SLOVENIA

MILAN FRANCE

NOVENTA DI PIAVE VENICE

CROATIA

SERRAVALLE BARBERINO FLORENCE

ROME

CASTEL ROMANO LA REGGIA NAPLES


D’AUTORE

Piacentino corre veloce

di Giuliano Papalini

[PAePA arte e comunicazione - paepa2010@libero.it]

To Fondazione Prada of Milan until 10 January an amazing anthological exhibition dedicated to Gianni Piacentino, curated by Germano Celant. On the other side, the Macro in Rome hosts until 30 March the exhibition Gillo Dorfles. Essere nel tempo, curated by Achille Bonito Oliva.

A

lla Fondazione Prada di Milano fino al 10 gennaio una straordinaria antologica dedicata a Gianni Piacentino, a cura di Germano Celant. La mostra riunisce più di 100 lavori ed esplora la carriera dell’artista partendo dalle opere più recenti, realizzate nel 2015, fino ai lavori storici datati 1965. La ricerca di Piacentino si avvia in un contesto caratterizzato da un crescente distacco dalla dimensione soggettiva che aveva animato l’Action Painting e l’Informale e dallo sviluppo di un nuovo linguaggio visivo tra attenzione all’immaginario popolare e consumistico e apprezzamento per le forme geometriche primarie. Il suo fare non s’inscrive però in nessuna

delle tendenze allora dominanti – Pop Art e Minimal Art – ma opera, secondo la lettura inedita di questa rassegna, un’osmosi tra le due. E trova una risposta nel mondo della velocità e dei mezzi di trasporto come l’automobile, la moto e l’aereo, prodotti della cultura popolare che, pur non appartenendo all’arte pura, sono la testimonianza di un’estetica industriale. La sua avventura artistica ed estetica – spiega Celant – rappresenta «un’uscita assoluta dall’imperfezione, dall’istantaneità e dalla casualità del fare arte, per accedere a un universo di perfezione, calcolo e concentrazione, così da poter competere, sul piano del sublime e dell’assoluto, con un veicolo da corsa o da volo».

Gianni Piacentino S.M. 55 - G.P.: front image on vertical rectangle with upper wing (1981) Acrilico su tela 325x192 cm Courtesy dell’artista

Gianni Piacentino Amaranthine frame vehicle with nickel signed plates (1971) Tubo di ferro e gomma verniciati, ottone nichelato, cavalletto in mogano 62x299,5x30 cm (assemblato in cinque pezzi, ruote Ø 16”) Courtesy dell’artista e Michael Werner Gallery

DIC2015

LF

35


D’AUTORE

I Dorfles

campo

a tutto

Gillo Dorfles Composizione con cresta (1949) Olio su tavola 50x33 cm Courtesy CSAC, Università di Parma

36

LF

DIC2015

l Macro - Museo d’Arte Contemporanea di Roma ospita fino al 30 marzo la mostra Gillo Dorfles. Essere nel tempo, a cura di Achille Bonito Oliva. La prima antologica che rende omaggio all’opera totale di un padre storico della cultura visiva italiana, tra produzione artistica, pensiero critico e teorie estetiche. Oltre 100 opere, alcune delle quali esposte per la prima volta: dipinti, disegni e grafiche, ma anche ceramiche e gioielli. Un inedito percorso attraverso il tempo, dalle creazioni più recenti (inclusi tre dipinti inediti realizzati nell’estate 2015) alla fondazione del movimento di Arte Concreta, fino agli esordi giovanili degli anni ’30. L’esposizione è arricchita da due sezioni, complici e complementari, che diventano occasione per ripercorrere oltre un secolo di storia, tra parola e immagine. Istantanee raccoglie un ampio repertorio fotografico e il corpo inedito dei carteggi che testimoniano il dialogo, l’amicizia e le affinità elettive di Dorfles con alcuni dei nomi più significativi del ’900. Previsioni del tempo, invece, documenta lo sguardo lungimirante del maestro, che ha sempre saputo avvistare il domani. L’artista e il critico d’arte: due anime distinte, due modi di vivere la relazione con il tempo. «Da un lato – spiega Bonito Oliva – i tempi del mondo interiore: la sua vivacità espressiva autarchica e personalissima, imperturbabile di fronte all’avvicendarsi di avanguardie e correnti artistiche. Dall’altro, i tempi del mondo esteriore, l’orizzonte mobile della storia: il suo sguardo che indaga le oscillazioni del gusto, le evoluzioni estetiche e comportamentali del presente che caratterizza ogni epoca».

Gillo Dorfles Lotta intestina (1991) Acrilico su carta 40x49,7 cm Courtesy CSAC, Università di Parma


D’AUTORE Davide Monaldi Trecentosessantacinque (2015) Installazione dimensioni variabili, 365 figurine di ceramica smaltata 18x6,5x3 cm l’una Courtesy Collezione Iannaccone, Milano

La passione dell’avvocato

Con una personale di Davide Monaldi, aperta al pubblico fino al 30 aprile, Giuseppe Iannaccone, noto avvocato e appassionato collezionista milanese, ha inaugurato il progetto In pratica: un ciclo di mostre a cura di Rischa Paterlini ospitate negli spazi del suo studio legale, dove è conservata parte della sua importante raccolta di arte contemporanea. Di Monaldi, giovane scultore specializzato nell’uso della ceramica, sono esposte opere recenti realizzate tra il 2012 e il 2015. «È nostra intenzione – spiega Iannaccone – proporre attraverso il susseguirsi di piccole mostre un continuo confronto fra artisti già consacrati nel panorama internazionale presenti in collezione e giovani di talento ancora poco conosciuti al grande pubblico, invitati per l’occasione a concepire progetti site-specific. John Armleder Untitled (2008) Corona di plastica e legno 47x62,5x74 cm

Photo Alessandro Zambianchi

Courtesy Massimo De Carlo, Milan/London

Natale a regola d’arte

La creatività visionaria contemporanea entra alla Rinascente celebrando il Natale con una spettacolare installazione che anima le storiche vetrine affacciate su piazza Duomo a Milano. A realizzare un progetto ad hoc dal forte impatto visivo e concettuale è stato chiamato l’artista svizzero John Armleder, con la supervisione di Cloe Piccoli. Celebrato internazionalmente con mostre personali in importanti musei e gallerie, l’artista si è confrontato più volte con il tema del Natale. Sono noti i suoi Christmas Parties, favolosi happening che da anni radunano a Ginevra celebri personalità del mondo dell’arte. Altrettanto famose le sue opere – tra figurazione e concetto – ispirate alla Natività, celebrazione e rito collettivo per eccellenza, in cui ogni percezione viene amplificata in un vertiginoso diapason emotivo e rituale. È qui, in un contesto che slitta sul confine tra arte e vita, realtà e finzione, decorazione e citazioni colte, kitsch e storia dell’arte, che si colloca il cuore creativo del lavoro di Armleder: colto, lucido, ironico.

38

LF

DIC2015


89째 PITTI IMMAGINE UOMO Firenze 12/15 Gennaio 2016 Padiglione Centrale Piano Terra Stand A5-B9


EConomia

A cura di Serena Berardi

NUOVI VERTICI PER © Creatività e Broadcasting - FS Italiane

FS ITALIANE I

Renato Mazzoncini [Amministratore delegato FS Italiane]

l 27 novembre il Consiglio di amministrazione FS ha nominato Renato Mazzoncini, ex numero uno di Busitalia, amministratore delegato e direttore generale della società. Nel nuovo board siedono la presidente Gioia Ghezzi e i consiglieri Daniela Carosio, Giuliano Frosini, Simonetta Giordani, Federico Lovadina e Wanda Ternau. Al management appena formato spetta il compito di portare avanti il processo di privatizzazione di FS. «Qualunque gruppo industriale in grado di reggere la quotazione deve essere davvero forte – ha spiegato Mazzoncini nella sua prima conferenza stampa – perché la Borsa è uno stimolo importante, ma non perdona». Il nuovo Ad ha sottolineato che per questa sfida

occorre solidità e non ha fissato scadenze perentorie: «L’appuntamento con Piazza Affari avverrà solo quando il Gruppo FS sarà pronto, l’azionista vuole un’operazione di successo. Siamo a buon punto». Il 1° dicembre, a Parigi, Mazzoncini è stato eletto anche vicepresidente dell’International Union of Railways dall’Assemblea generale UIC e membro dell’European Committee di UIC Europa. La quinta vicepresidenza consecutiva dell’organizzazione che promuove la sinergia tra imprese ferroviarie assegnata a un amministratore delegato di FS Italiane testimonia l’impegno profuso dal Gruppo e le sue capacità di rappresentare al meglio gli interessi del settore.

FLASH FS

ITALFERR IN ALGERIA Firmato l’accordo tra Italferr, società del Gruppo FS, e Anesrif, agenzia del governo dell’Algeria. L’intesa ha per oggetto la creazione di una nuova società di diritto algerino specializzata in ingegneria ferroviaria, che dovrà sviluppare lavori per circa 50 milioni di euro tra attività di progettazione, direzione, formazione e assistenza tecnica. FS, LOAN AGREEMENT FS Italiane, Bnl Gruppo Bnp Paribas, Banca Carige e Ubi Banca hanno sottoscritto un loan agreement della durata di quattro anni per 300 milioni di euro. L’operazione di finanziamento è stata strutturata dal Gruppo FS in modo da cogliere le opportunità create dalle manovre di stimolo all’economia promosse dalla Bce. RFI E BARI FONDERIE MERIDIONALI Rfi ha acquisito la società Bari Fonderie Meridionali, fabbrica specializzata nella produzione di componenti per infrastrutture ferroviarie. Scopo dell’operazione è internalizzare la produzione di componenti per il trasporto su ferro e ampliare la filiera produttiva interna. L’investimento complessivo è di circa 6,5 milioni di euro.

DIC2015

LF

41


Tempo scaduto

Pechino © Jan Becke/Fotolia.com

di Luigi Cipriani

Sfondo grafica © Tomislav/Fotolia.com

ECONOMIA

42

LF

DIC2015

© wusuowei/Fotolia.com

U

n appuntamento quasi da ultima spiaggia quello affrontato dai leader mondiali alla United Nations Climate Change Conference di Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre. L’obiettivo è evitare il surriscaldamento del pianeta e le sue conseguenze catastrofiche. Bisogna agire in fretta: quest’anno sarà il più caldo dal 1880, cioè da quando i rilevamenti della NASA sono iniziati. Lo spiega alla Freccia Alessandro Lanza, economista esperto in questioni energetiche e ambientali, autore di libri e articoli sul tema. «Grazie alla paleoclimatologia e allo studio degli strati di ghiaccio antartico gli scienziati ritengono che negli ultimi 800mila anni la quantità di anidride carbonica nell’aria abbia oscillato tra le 180 parti per milione, durante le ere glaciali, e le 280 nei periodi più caldi. Secondo alcune stime è

da almeno tre milioni di anni che la concentrazione non superava le 400 ppm. Dalla rivoluzione industriale in poi l’uso dei combustibili fossili ha spinto la CO2 a raggiungere livelli mai sperimentati prima». L’accordo di Parigi ha l’obiettivo di limitare le emissioni con un approccio bottom-up: «Le diverse proposte di riduzione dell’inquinamento hanno un termine, a differenza di Kyoto nel 1997, il cui protocollo fu imposto dalle Nazioni Unite. Allora non aderirono i cosiddetti Pae-

si in via di sviluppo, Cina e India in primis, mentre oggi ci sono», spiega Lanza. È fondamentale che partecipino perché le loro economie si sono sviluppate in maniera esponenziale bruciando carbone, il combustile fossile più inquinante, i cieli di Pechino oscurati dallo smog lo dimostrano. «La situazione è molto seria, anche se lo scenario è diverso da quello apocalittico alla The day after tomorrow. Chi teme che l’acqua invada improvvisamente Manhattan si sbaglia». Dunque, cosa risponde ai negazionisti come Donald Trump, miliardario americano residente proprio a Manhattan e in corsa per la presidenza, che dichiara siano solo scherzi del tempo? «La climatologia è una scienza solida. Sappiamo che non si può tornare indietro da questa situazione, però possiamo fermarla».


Fashion

by day Chi lo ha detto che lustrini, glitter e tessuti gold&silver vanno bene solo dopo il tramonto? Basta dosare sapientemente gli ingredienti della moda.

Arlettis Smart è la borsa metal di Coccinelle che accende l’outfit di un semplice minidress monocolore. The metal bag of Coccinelle with a single-colored dress.

[www.coccinelle.com]

Il chiodo in pelle di Twin-Set by Simona Barbieri ha le maniche con disegni di strass ed è perfetto con jeans skinny e ballerine.

The studded jacket of Twin-set by Simona Barbieri can be dressed with jeans and ballet flats.

[www.twinset.com]

saldi

% 44

LF

DIC2015

La gonna plissé metal di Silvian Heach è very cool abbinata a una felpa dal mood sporty.

The golden skirt of Silvian Heach can be combined with a sweatshirt.

[www.silvianheach.com]

BLING BLING È TEMPO DI BRILLARE, NON SOLO A CAPODANNO. PERCHÉ LE DONNE FANNO SEMPRE SCINTILLE, SIA DI GIORNO CHE DI SERA

Le Mary Jane in vernice griffate Miu Miu con tacco prezioso si portano con culotte pants e maglioncino dolcevita.

The patent leather shoes of Miu Miu with precious heel can be worn with culotte pants and sweater.

[www.miumiu.com]

In primavera si punta ancora su… x lei Le frange, come quelle dell’abito di Caban Romantic. [www.cabanromantic.it] L’animalier, anche negli accessori e nelle sneakers di Cinti. [www.cinti.it]


A cura di Ilaria Perrotta

T U T TO L'A N N O

by night L’oscurità s’illumina d’immenso: lampi di luce su giacche, gonne e accessori promettono una notte di faville.

Paillettes e maglia metallica per la borsa con catena di Via delle Perle che definisce un easy look coi fiocchi. A sparkling bag of Via delle Perle to be combined with an easy outfit.

[www.viadelleperle.com]

Il chiodo totally silver by Leitmotiv ha un taglio biker, ma si può rendere sexy con un abito in pizzo nero effetto vedo non vedo.

La minigonna in brillantini dorati di H&M è perfetta con una camicetta scura di velo. The mini with paillettes by H&M to be combined with a veil blouse.

The ballet flat by Anna Baiguera add style to a little black dress.

[www.leit-motiv.com]

[www.hm.com]

[www.annabaiguera.com]

A silver leather jacket by Leitmotiv to be combined with a lace dress.

x lui

La ballerina a punta di Anna Baiguera è ricoperta di jewels. Completa con stile un little black dress.

saldi

Le righe, come quelle sul maglione girocollo by Gallo. [www.gallospa.it] Lo smanicato evergreen proposto da Zerosettanta. [www.zerosettanta.it]

% DIC2015

LF

45


Fashion

PARIGINA A ROMA UNA

Chanel in Rome. The maison founded by mademoiselle Coco models on its first catwalk in the Eternal City.

C

di Cecilia Morrico

ammina con il broncio uscendo dalla stazione della metro, nella Parigi anni ’30 tra viali alberati e una fine nebbia grigia. Indossa tweed, mohair o lana bouclé, cachemire, pelle, jersey, velluto, pizzo, crêpe di seta, mussola e georgette. L’eleganza tipica della Ville Lumière con un tocco di glamour all’italiana. Un sogno tra la dolce vita e le scenografie di Alexandre Trauner, la prima sfilata romana della maison più desiderata: Chanel. All’interno del Teatro 5 di Cinecittà, lo studio preferito di Federico Fellini, il 1° dicembre Karl Lagerfeld ha por-

tato in scena la collezione Métiers d’Art. Come sempre torna lo spirito di Mademoiselle Coco e la sua donna emancipata, rivoluzionaria e all’avanguardia. Una filosofia capace di dare voce al gentil sesso, che non voleva più vedersi costretto in un corsetto, ma libero in un raffinato comfort che miscela sapientemente mascolinità e femminilità. Oggi l’iconico tailleur si riveste di una galon pellicule e si declina come abito trompe-l’œil o in versione tre pezzi: giacca, gonna dritta e pantalone a sigaretta. E mentre sfila il guardaroba italofrancese, composto da camicette e cappotti

Kristen Stewart © Aldo Castoldi

Sfilata Métiers d’Art, Chanel

46

LF

DIC2015

© Olivier Saillant

con motivi simili ai marmi romani, uno sguardo va anche al front row guarnito di dive. Le attrici Rooney Mara, Clotilde Hesme, Kasia Smutniak, Alessandra Mastronardi e le ambasciatrici Chanel, prima fra tutte Kristen Stewart nei panni della fondatrice della maison nel nuovo cortometraggio di Lagerfeld, Once and forever, presentato sempre a Cinecittà. Sullo schermo la storia della nascita di un film sulla regina della moda, tra ciak e backstage: insieme alla giovane protagonista di Twilight anche Geraldine Chaplin nella versione âgée della famosa stilista.


Gusto

© Stefano Scata

© Rossella Venezia

Hamburger Tricolore

Lista della spesa (per 4 persone) 4 panini morbidi con semi di sesamo, 600 g di controfiletto di fassona piemontese pulito, 2 uova di Paolo Parisi, 80 ml di olio di semi di girasole, 40 ml di extravergine d’oliva, mezzo limone, sale grigio di Bretagna, insalata provenzale biologica

Christmas in sandwich di Veronica Paolillo

D

[Chef]

opo aver lavorato per anni come stylist nel mondo della moda, ho deciso di seguire la mia passione più grande, la cucina. Il diploma conseguito al Gambero Rosso mi ha permesso di entrare a pieno titolo nel mondo del food, riscuotendo, fortunatamente da subito, grande interesse con un progetto originale, il Tricolore Panini Gourmet. Il mio è un format gastronomico che ha l’ambizione di portare l’alta cucina in un panino: il bello e il buono valorizzano l’estetica del cibo e la ricer-

ca dell’equilibrio nell’abbinamento dei sapori. Il punto focale è la qualità dei prodotti, selezionati ed elaborati con estrema cura, il pane in primis. Lo sforno in loco e cerco di metterci maestria e creatività, per rendere gli hamburger dei veri e propri capolavori. In poco tempo il mio “posticino” è diventato il primo esempio italiano di street food d’autore, precursore del sandwich gourmet. Per Natale, alla Freccia regalo il mio cavallo di battaglia: un piatto divertente per i bambini e gustoso per gli adulti. Buon appetito.

Preparazione Battere al coltello il controfiletto di fassona piemontese riducendolo a una tartare e, con un coppa pasta, formare quattro hamburger da 150 g l’uno. Montare i tuorli delle uova con un pizzico di sale e una spruzzata di limone, facendo scendere a filo prima l’olio di semi poi quello extravergine d’oliva, fino a che la maionese non risulterà ben ferma. Tagliare i panini a metà e passarli su una piastra di ghisa precedentemente scaldata, poi metterli da parte tenendoli in caldo. Ungere con poco olio la piastra e cuocere l’hamburger medio sangue. Spalmare uno strato di maionese sul pane, posizionare la carne, avendola salata con sale grigio di Bretagna, aggiungere l’insalata e servire.

TRICOLORE PANINI GOURMET

Fast food etico da degustare a Roma in via Urbana 126, a Courmayeur direttamente sulle piste da sci nell’esclusivo Skibox e, dopo il successo milanese del Mercato metropolitano di Porta Genova, in primavera anche all’ombra della Madonnina. [www.tricolorepanini.com]

DIC2015

LF

49


VIAGGIARE IN INVERNO? Facile con Maggiore e Trenitalia!

Il modo più comodo di viaggiare, al miglior prezzo. Anche in inverno, riaccendi la tua voglia di viaggiare e scoprire le località più suggestive del nostro Paese. Ovunque tu decida di andare, con Trenitalia arrivi comodamente nelle principali stazioni italiane a bordo delle Frecce e da lì noleggi un’auto Maggiore a prezzi scontati fino al 50% con Noleggio Facile, il servizio riservato in esclusiva ai passeggeri Trenitalia. Avrai anche le catene da neve, il navigatore satellitare gratuiti ed il 50% di sconto sul portasci per un equipaggiamento a prova di vacanze sulla neve. In più, per tutto il mese di dicembre, tripli punti per i titolari CartaFRECCIA. Enjoy travelling and discovering the most suggestive places in our country even in the winter. Wherever you decide to go, Trenitalia will take you to the main Italian stations in comfort on board the Freccia high speed trains, where you can rent a Maggiore car at special discounts of up to 50% with Easy Rent, reserved exclusively for Trenitalia customers. You’ll also get free snow chains, a sat nav and a 50% discount on a ski rack so you’re all kitted out to face the snow. What’s more, CartaFRECCIA clubcard holders will get triple points for the whole of december. Servizio soggetto a restrizioni. Informazioni e prenotazioni: trenitalia.com (Offerte e Servizi) - maggiore.it (Partner) - Call Center Maggiore 800 867 196. Offerta tripli punti CartaFRECCIA applicabile per noleggi auto effettuati in Italia con i codici convenzione Noleggio Facile e CartaFRECCIA, presentando la carta fedeltà del programma all’atto del noleggio. The service is subject to limitations. For information and bookings: trenitalia.com (Offers and Services section) - maggiore.com (Partners section) - Call Center Maggiore 800 867 196. The triple CartaFRECCIA points offer is valid for rentals in Italy made using Easy Rent and CartaFRECCIA offer codes and presenting your loyalty card when you pick up your rental.


Gusto

FRECCIAROSSA Trancio di salmone

di Carlo Cracco

[Chef Frecciarossa]

© Maria Teresa Furnari

EASY GOURMET al timo e lenticchie brasate

Menù Frecciarossa Executive - Le Festività

Lista della spesa (per 4 persone)

OLIO OFFICINA FESTIVAL Dal 21 al 23 gennaio al Palazzo delle Stelline di Milano la quinta edizione della manifestazione ideata e diretta da Luigi Caricato, oleologo e giornalista. Un percorso di degustazioni, conferenze e installazioni innovative per guardare all’olio del futuro. [www.olioofficina.com]

Preparazione

Lavare le lenticchie sotto l’acqua, scolarle e tenerle da parte. Affettare le verdure e soffriggerle in una padella. Poi unire le lenticchie e lasciarle brasare per un’ora circa, aggiungendo il brodo vegetale un po’ alla volta e aggiustando di sale e pepe. Pulire i tranci di salmone dalle squame, lavarli sotto l’acqua corrente e tamponare con carta da cucina. Adagiarli nel cestello della vaporiera, insaporirli con il timo e un pizzico di sale. Cuocere per dieci minuti circa. Disporre il salmone sul piatto con le lenticchie e condire con olio extravergine.

Vino in abbinamento

Greco di Tufo Doc, Campania. Profumo intenso e persistente, con nette sensazioni di frutta. Ottimo con piatti a base di pesce e verdure.

CENE GALEOTTE Decimo appuntamento presso la casa di reclusione di Volterra (PI), che apre le porte a un ciclo di serate benefiche: menù preparati dai carcerati con l’aiuto, totalmente gratuito, di chef professionisti. L’iniziativa è promossa dalla onlus Il cuore si scioglie e Unicoop Firenze. [www.cenegaleotte.it]

DIMMI COME MANGI

[Paolo Corvo, Stefano Femminis, Terre di mezzo editore, pp. 174 ¤ 13,50]

Quattordici protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo riflettono sul rapporto con la buona tavola. Un perfetto storytelling che indaga la relazione tra vita, cibo e abitudini della società contemporanea.

DIC2015

LF

Flash

I

l viaggio sul Frecciarossa 1000 si arricchisce di gusto con l’originale menù del servizio Easy Gourmet firmato Carlo Cracco: club sandwich e dessert stellati da assaporare direttamente al posto. Lo chef è autore anche delle ricette internazionali proposte ai clienti Frecciarossa Executive. A dicembre un piatto che unisce due protagonisti assoluti delle Feste, salmone e lenticchie, ingredienti che si abbinano bene tra loro e rappresentano un classico della tradizione. Tutte le novità sull’eccellenza gastronomica riservata da Itinere agli ospiti delle Frecce Trenitalia a pag. 164. Un viaggio nel viaggio.

Per il salmone 4 tranci di salmone da 150 g l’uno, 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai di foglioline di timo fresco, sale q.b. Per le lenticchie 400 g di lenticchie, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 1 carota, 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 5 mestolini di brodo vegetale, 1 litro d’acqua, sale e pepe nero q.b.

51


Gusto

CREATIVITÀ ITALIANA

Cin Cin 2016 RELAX CON GUSTO Viaggio multisensoriale nell’incantevole cornice umbra. Dal 28 dicembre al 3 gennaio al Country Chic Resort Roccafiore di Todi (PG) si coniuga il relax al gusto, fra degustazioni di vini e prodotti biologici esclusivi e trattamenti benessere della spa. [www.roccafiore.it] VINO & VENETO Vinetia è la guida virtuale 2016 di Ais Veneto. Tradotta in quattro lingue e valorizzata da sette premi speciali, illustra la produzione enologica regionale: 377 aziende e 1.780 vini per conquistare il palato dei commensali internazionali. Vincitore dell’edizione 2016 il Valpolicella Superiore - Vigneto Monte Lodoleta 2010. [www.vinetia.it] ARTE DA BERE Un brindisi inaugura la collaborazione fra la Global Art Gallery di Acqui Terme (AL) e la cantina Cuvage, per una mostra dedicata all’iconografia pop: da Marylin Monroe ad Andy Warhol e Mimmo Rotella attraversando il panorama artistico italiano degli anni ’70 e ’80. Fino al 10 gennaio. [www.globartgallery.it] Marilyn Monroe alla Globart Art Gallery

di Adua Villa [Sommelier]

G

iro del mondo con il Birrificio Angelo Poretti, che firma una nuova specialità, la 10 Luppoli Le Bollicine, una chiara dal perlage fine ed elegante, grado alcolico moderato (6% vol.) e bouquet variegato. Al suo interno dieci luppoli diversi provenienti da tutto il mondo: Citra (Usa), Hallertau Mittelfruh, Tradition e Saphir (Germania), Aramis (Francia), East Kent Golding (Inghilterra), Summer ed Ella (Australia), Sorachi Ace (Giappone) e Saaz (Repubblica Ceca). Ma per non far mancare il tocco italiano, per la seconda fermentazione realizzata attraverso l’introduzione di zuccheri e lieviti, ha aggiunto il lievito Saccharomyces Bayanus, lo stesso utilizzato nella spumantizzazione. Una birra unica nel suo genere, da apprezzare con il palato e con gli occhi. Un progetto rivolto ai giovani, che hanno tra l’altro deciso la sua veste attraverso un concorso rivolto a studenti universitari. A vincere è stato il Politecnico di Milano con Aves, packaging innovativo per festeggiare il 2016 con l’italian genius che ci contraddistingue. 52

LF

DIC2015

Si presenta in un'elegante confezione regalo la 10 Luppoli Le Bollicine del Birrificio Angelo Poretti. Perfetta per celebrare i momenti che contano, è limpida, ha colore paglierino e una schiuma fine e aderente. Prodotta con acqua, malto d’orzo, zucchero e luppoli selezionati in tutto il mondo, presenta aromi eclettici ed emozionanti. Il perlage fine ed elegante è ideale per accompagnare piatti di pesce e crostacei, patè o aperitivi speciali. O per brindare al nuovo anno. Servire a una temperatura di 5-7°C.

BUONE FESTE Adua Villa consiglia


A cura di Vincenzo Tafuri

HI-TECH

Natale in un click From Amazon to vico42.it, from mami.it to asos.com, through smartbox.com, loveitfood.com and thinkgeek.com, a lot of suitable ideas for all targets, in order to be on time with Christmas gifts.

© olly/Fotolia.com

L

a tradizione del Natale è vecchia quasi quanto quella di fare i regali all’ultimo minuto. Per qualcuno è proprio impossibile organizzarsi prima. E pensare che ormai basterebbero pochi minuti su internet e una carta di credito per risolvere il problema. Amazon, per esempio, ha una sezione dedicata proprio alle idee regalo divise per profilo e anche alcune offerte speciali a tempo, da cogliere al volo, perfette per i tipi hi-tech. Per l’uomo classico c’è invece vico42.it, un e-commerce con molti spunti interessanti, soprattutto la sezione Vizi&Passioni. Le donne alla moda possono navigare fra gli 850 brand di asos.com. Il sito mami.it è dedicato alle mamme e ai loro bambini, con proposte mirate rivolte a tre fasce d’età: baby, da 0 a 2 anni, kid, da 3 a 7, e junior da 8 a 14. Per gli amanti dei viaggi c’è smartbox.com, con suggerimenti anche per le coppie che vogliono concedersi una romantica fuga d’amore a Capodanno. Ma Natale è pure sinonimo di cibo e chi preferisce prendere tutti per la gola clicca su loveitfood.com. Un portale nato con Expo 2015 dove piccoli produttori promuovono il made in Italy. Infine, nerd in visibilio su thinkgeek.com, che offre chicche come l’orologio flussocanalizzatore di Ritorno al Futuro. Chissà che non riesca a portarci anche indietro di qualche giorno per riuscire a fare i regali in tempo.

JUST CAUSE 3

Terzo capitolo dell’action free-roaming più folle, spettacolare e distruttivo di sempre. Rico dovrà rovesciare il regime dittatoriale di un’isola dell’area mediterranea, facendo saltare come sempre tutto quello che gli capita a tiro. Disponibile per pc, Xbox One e PS4. [A partire da ¤ 49,99]

DIC2015

LF

55


hi-tech

...Natale

«È arrivato il momento di scegliere il negozio dove mia moglie cambierà il regalo di Natale che le farò» [Swanito75, Twitter]

in tema di

Travis

Minidrone della Parrot per chi vuole provare l’esperienza di volo senza spendere una fortuna. Grazie all’app FreeFight 3, disponibile per iOS e Android, si potranno fare flip e rotazioni con un semplice touch. Parrot Minidrone for those who want to try the flight experience without spending a fortune. Thanks to the app FreeFight 3, available for iOS and Android, flips and spins will be possible with a simple touch.

[www.parrot.com]

The Avengers pendrive

Simpatiche chiavette usb da 16Gb con la forma dei supereroi Marvel: Captain America, Hulk, Thor, Spiderman e Ironman. Per proteggere dal male i dati più importanti.

Funny 16 GB USB flash drives shaped as Marvel superheroes: Captain America, Hulk, Thor, Spiderman and Ironman.

[www.mainworld.com]

Zoomer

Cucciolo interattivo di dalmata che risponde a 54 comandi vocali, riconosce ed evita gli ostacoli e, soprattutto, non sporca. Si ricarica con cavo USB. Per i più piccini. Interactive Dalmatian puppy that reacts to 54 voice commands, identifies and avoids obstacles. Rechargable with USB cable. For young children.

[www.zoomerpup.com]

PER IL PROSSIMO VIAGGIO IN TRENO

FLUSSO-CANALIZZATORE DA POLSO

Direttamente dal film cult Ritorno al Futuro la copia fedele di quello montato nell’abitacolo della DeLorean, che permette i viaggi nel tempo. Attenzione, però, perché questo modello indica solo data e ora: occorre essere puntuali se non si vuole perdere il Frecciarossa.

56

LF

DIC2015


FERMATA DEL MESE LIBRI

terapia binari

La dei

DAGLI STATI UNITI ALL’EUROPA FINO ALL’ITALIA, I VIAGGI DI BEPPE SEVERGNINI

BEPPE SEVERGNINI

di Flavio Scheggi

[Rizzoli, pp. 224 ¤ 18] From USA to Europe and then Italy. The travels of Beppe Severgnini told in the book Signori, si cambia.

58

LF

DIC2015


[Rizzoli, pp. 240 ¤ 24,90] Dalla Crimea al Tibet, dall’Isola di Man a Rapa Nui, passando per l’ultima colonia africana e la repubblica europea che ha goduto di un solo giorno di indipendenza. Nick Middleton esplora 50 nazioni che non hanno confini. Paesi con una bandiera e un territorio, ma privi di riconoscimento diplomatico o di un seggio alle Nazioni Unite. L’autore, professore di geografia a Oxford, illumina questo mondo nascosto con cartografie, storie e numeri che danno vita a un testo unico.

I

l treno ti esenta da responsabilità di manovra. Hai tempo per pensare, scrivere, parlare, ascoltare la musica… È bellissimo. Tu non devi fare niente. Ti cambia il mondo davanti, la trama, i personaggi. E qualcun altro se ne occupa per te». A parlare è Beppe Severgnini, raggiunto telefonicamente durante le prove della sua trasmissione televisiva L’erba dei vicini. L’occasione della conversazione è l’uscita del suo ultimo libro, Signori, si cambia. In viaggio sui treni della vita. L’autore, editorialista del Corriere della Sera, racconta sei grandi viaggi ferroviari attraverso gli Stati Uniti, dall’Atlantico al Pacifico per due volte. Da Mosca a Lisbona, poi l’Europa in verticale, da Berlino a Palermo e l’Australia in orizzontale, da Sydney a Perth. Senza dimenticare l’Italia, percorsa da Trieste a Trapani. Per un totale di oltre 24mila chilometri.

«

Posso definirla lupo di rotaia? Ma sì! A 29 anni in viaggio di nozze ho percorso la Transiberiana da Mosca a Pechino. Poi da Pechino a Hong Kong. Ho attraversato il Vietnam. Nel 1989 ho visto l’Europa del comunismo da Leningrado a Istanbul. Descrive il treno come mezzo per conoscere le curve del mondo. Per scoprire il nostro continente bisogna muoversi in treno. In aereo da Mosca a Lisbona si visitano Russia e Portogallo, senza sapere cosa c’è in mezzo. Il treno fa vivere il cambiamento: le architetture, gli occhi, le lingue. Cosa ricorda del viaggio con suo figlio negli Stati Uniti? Un ragazzo di 20 anni, fidanzato e pieno di amici, che accetta l’invito di suo padre per attraversare l’America, un regalo fantastico. Sul libro ho messo un epigrafe che dice: “Non sono io che lo porto in giro. È lui che porta in giro me”. Il prossimo grande viaggio in treno?

Ne ho due in programma. Il primo in India, un Paese che mi attira molto. Il secondo è un desiderio: andare da Crema, la mia città, a Milano in 30 minuti. Sarei l’uomo più felice del mondo, l’Alta Velocità è uno dei maggiori passi avanti fatti in Italia. Dobbiamo avviare lo stesso scatto nel trasporto locale. Com’è andato il format tv L’erba dei vicini? Raccontare gli altri Paesi con affetto e passione è stato bellissimo. Ho restituito al pubblico un po’ delle grandi possibilità che ho avuto girando l’Europa. A breve ripartirà anche un altro suo viaggio, a teatro... A gennaio saremo al Franco Parenti di Milano, poi al Vittoria di Roma. Anche sul palcoscenico raccontiamo un viaggio: con me una ragazza (Marta Isabella Rizi), a cui faccio un sacco di prediche mentre siamo bloccati all’aeroporto di Lisbona. Ma alla fine sarà lei ad aiutare me.

DIC2015

LF

59


FERMATA DEL MESE

© famveldman/Fotolia.com

LIBRI

Il coniglio che vuole dormire

È IL BEST SELLER DELLA NANNA. UN LIBRO SCRITTO DA UNO PSICOLOGO SVEDESE AIUTA I GENITORi NELL’IMPRESA SPESSO IMPOSSIBILE DI FAR ADDORMENTARE IL PROPRIO BAMBINO di Ilaria Perrotta

The rabbit who wants to fall asleep is the bestseller for the sleepy-bye that is climbing the ranks of sales in the real and virtual world. The author is a psychologist and professor at Jonkoping University in Sweden, Mr. Carl-Johan Forssén Ehrlin.

T

utto è iniziato così: il professor Carl-Johan Forssén Ehrlin, psicologo dell’università Jonkoping in Svezia, stava viaggiando in auto quando la madre, che accanto a lui lo ascoltava parlare, si addormentò quasi all’istante. La cosa potrebbe non sembrare lusinghiera, ma è stato in quel preciso momento che al luminare è arrivata l’idea. Dopo aver riflettuto su ciò che aveva detto e sul modo in cui lo aveva fatto, ha deciso di scrivere la storia del coniglio Camillo che voleva dormire. Lo scopo? Aiutare i genitori di tutto il mondo

60

LF

DIC2015

[Mondadori, pp. 32 ¤ 14,90]

a far chiudere gli occhi dei loro bimbi in tempi rapidi. Nessun autore si augurerebbe mai che il proprio lavoro porti a sbadigliare, ma questa piccola opera è balzata subito, proprio per questo motivo, ai primissimi posti nella classifica di vendita su Amazon. Un caso, tra l’altro, assolutamente eccezionale per un self publishing. Nella favola vengono applicate alcune tecniche di rilassamento per indurre i piccini a lasciarsi andare tra le braccia di Morfeo. Il volumetto è ora un successo planetario tradotto in diverse lingue, tra cui l’italiano,

ed è consigliato anche dai terapeuti. Mamme e papà ringraziano e in molti confermano: basta leggere solo poche pagine prima che i pargoli si lascino andare alla quiete. Ma bisogna seguire le regole raccomandate all’inizio del racconto: parlare con un certo tono e lentamente, sbadigliare nei punti giusti, creare l’atmosfera. Lo stesso professor Ehrlin ne ha sperimentato gli effetti sul figlio Leon, con grande soddisfazione. La buonanotte arriva in 12 minuti, così almeno pare. Sperando che ad addormentarsi prima sia il bambino.


12 PIANI DI CONTAMINAZIONI FRA STILI, TENDENZE, SAPORI.

MILANO - VIA DURINI, 28 • OPEN 7/7 10am-8pm • food till 11pm www.thebrianebarrybuilding.it


FERMATA DEL MESE

A cura di Luca Mattei

LIBRI

Drinking game I dati sul consumo di alcol tra i giovani sono eclatanti, eppure non sempre fanno presa sulle coscienze. Poi succede che siano i propri figli a trovarsi coinvolti in brutte vicende e allora non si tratta più di numeri ma di esperienze vissute. La giornalista Alessandra Di Pietro ha scritto Il gioco della bottiglia, un libro-inchiesta su alcolismo e teenager. Oltre ai diversi esperti interpellati, un gastroenterologo, una sociologa e anche la sovrintendente capo della Polizia di Stato, ampio spazio è dedicato alle voci e alle storie dei diretti interessati. «Non ci sono ricette precotte buone per tutti, né prescrizioni definitive: ogni genitore e ciascun adolescente sono una storia a sé», spiega l’autrice. La realtà di uso e abuso di alcolici è complicata, anche perché in costante trasformazione. E il titolo scelto è indicativo dei tempi che cambiano. L’aspetto ludico è lo stesso: i ragazzi continuano a divertirsi e a scoprirsi con i primi baci. È la bottiglia a essere diversa: non più con bevande zuccherate, ma con alte gradazioni. Alessandra Di Pietro aiuta a monitorare il fenomeno in modo consapevole, ma invita anche a non considerarlo una piaga sociale. Il rischio è di creare uno stereotipo che riduce la complessità della giovinezza. Il gioco della bottiglia is an investigative report book by the journalist Alessandra Di Pietro, on alcoholism and teenager. It helps to check consciously the situation, but wants also to not think of it as a social plague. The risk is to create a stereotype that limits the complexity of youth.

[Add editore, pp. 192 ¤ 14]

Illustrazione di copertina © Luca Cristiano

L’incanto della nascita «C’è uno zingaro felice dentro il cuore di ogni donna, quando la natura esplode e ti chiameranno mamma». In una delle sue canzoni Alex Britti descrive così il momento più importante nella vita di una futura madre. Il miracolo dell’esistenza è al centro del libro Non di solo pane. Il riferimento del titolo ai Vangeli di Matteo e Luca ricorda quanto gli uomini abbiano bisogno di soddisfazioni, non solo materiali. Una donna incinta necessita di benessere fisico e psichico per sé e per il bambino che porta in grembo. L’opera vuole dare un aiuto concreto in questo cammino, soffermandosi principalmente sull’alimentazione. A colpire è soprattutto il taglio scientifico, descritto con piglio divulgativo. E non poteva essere altrimenti, considerati i due autori: Piero Antonio Angelucci, ginecologo ostetrico, ed Elvira Frojo, vicepresidente di una onlus che opera anche nel settore dell’infanzia. Entrambi genitori. L’assunto di base è semplice e rivoluzionario allo stesso tempo: mangiare sano, fare attività fisica, avere cura di sé, rilassarsi e allontanare lo stress sono il regalo più grande che una donna possa fare non solo a se stessa, ma anche al suo bambino, alla sua famiglia e alla società. [Le Lettere, pp. 156 ¤ 19]

Non di solo pane tells about the miracle of life. A pregnant woman needs physical and mental health for herself and the baby in her womb. The two authors, Piero Antonio Angelucci and Elvira Frojo, want to provide practical help in this process, by focusing mainly on food.

DIC2015

LF

63


FERMATA DEL MESE LIBRI

PAROLE MALE

LE DEL

L’

importanza del linguaggio parlato è nota fin dai tempi dei latini, che individuavano nell’elocutio la terza parte della retorica. Per secoli grandi leader hanno fatto della capacità di gestire le parole il loro punto forte, ma spesso non è stato un bene per l’umanità. Lo sa bene Fabrizio Dragosei, autore del libro Così parlò Hitler. Il giornalista, che dal 1995 scrive per il Corriere della Sera da Mosca, ha realizzato uno studio approfondito sui discorsi privati e pubblici del Führer, oltre che sui documenti degli archivi sovietici, rimasti off limits fino allo scioglimento dell’Urss. Attraverso numerosi virgolettati prende vita un racconto di facile e coinvolgente lettura. Ne esce un’immagine variegata del despota, sedicente genio, vegetariano

64

LF

DIC2015

[Mursia, pp. 352 ¤ 18]

For centuries, great leaders made their strong point by the ability to manage the words, but often it has not been the best for mankind. Fabrizio Dragosei, author of the book Così parlò Hitler, realized a thorough study on private and public Führer speeches and on documents from Soviet archives.

e amante della natura. «C’è sicuramente il personaggio banale e misogino», spiega Dragosei, contrario alle donne che fanno politica, di cui diceva: «Aspettano solo un uomo che le plasmi e le comandi». Ma anche un divoratore di libri, convinto di sapere tutto di tutto. Sul capo nazista si è scritto molto, ma il saggio è ricco di resoconti inediti, «a cominciare dal grande disegno di conquista dell’Est, con russi e ucraini ridotti in schiavitù. “Che idea ridicola vaccinarli… e niente sapone per loro”, diceva il dittatore». Hitler era solito delirare e insultare. Parlava per diverse ore costringendo i suoi interlocutori a esperienze estenuanti. Se i tedeschi non lo avessero ascoltato, forse la storia avrebbe avuto tutto un altro corso.  L.M.


Alta Velocità Storia di un

ANDATA E RITORNO AV

© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

successo italiano

DAGLI ANNI ’90 AD OGGI LE TAPPE PRINCIPALI DELL’IMPEGNO DI FS ITALIANE CHE HANNO PORTATO ALLA REALIZZAZIONE DELLA RETE AV, ECCELLENZA INGEGNERISTICA DEL NOSTRO PAESE di Alessandra Calise

I

l treno dei desideri non esiste solo nelle canzoni. Oggi si chiama Frecciarossa 1000, viaggia a una velocità commerciale di 300 km/h, potrà impiegare 2 ore e 20 minuti per raggiungere Milano da Roma ed è la punta di diamante della flotta Alta Velocità Trenitalia. Un concentrato di tecnologia, altissima ingegneria, ecosostenibilità e design, che nei test di prova ha già raggiunto i 390km/h. Per arrivare a questo risultato il percorso non è stato breve, e neanche agevole. Negli anni ’90 non era ancora così chiaro l’obiettivo dell’Alta Velocità italiana. Certamente, già nel 1986 le pagine del Piano dei Trasporti e, successivamente, nel 1991 il commissario di FS Italiane (all’epoca ancora Ente FS), Lorenzo Necci, delineavano un progetto ambizioso, tanto nell’ingegneria quanto nel tessuto sociale, che consisteva principalmente nel voler a tutti i costi snellire il Paese. Alla base del Piano c’era uno studio che stimava la domanda di trasporto interna, tra il 1986 e il 2000, in crescita del 45% per le merci e del 50% per le persone. Gli italiani iniziavano a viaggiare di più e a muoversi in massa, utilizzando i treni che correvano su una rete omogenea e ricostruita. Il Paese progrediva insieme alla mobilità di giovani, famiglie e lavoratori, in un periodo caratterizzato da grandi cambiamenti sociali, DIC2015

LF

67


ANDATA E RITORNO AV

economici e culturali. Poco dopo, infatti, sarebbero stati i tempi del primo sito sul world wide web, dei primi telefoni cellulari. Simboli e sintomi di una società che stava cambiando vertiginosamente, che accelerava e cercava di tenersi in contatto attraverso sistemi sempre più veloci ed efficienti. In questo quadro era necessario che le FS Italiane partecipassero fattivamente al progresso, puntando al quadruplicamento delle due direttrici più trafficate e sature del Paese: la famosa T costituita dalla Milano-Napoli e dalla Torino-Venezia. Più linee ferroviarie, qualitativamente competitive con il trasporto su strada e con quelle delle migliori reti europee, un nuovo ruolo delle ferrovie sul territorio nazionale, riequilibrio dei flussi modali e maggiore integrazione europea. Il progetto AV italiano fu innovativo 68

LF

DIC2015

fin dal principio, per natura e scopo, rispetto a quelli di altri Paesi che seguirono. Il modello di utilizzo della nuova infrastruttura si configurò da subito come Alta Velocità/Alta Capacità, attraverso azioni orientate al riequilibrio modale. Contemporaneamente, la nuova tecnologia non doveva esaurirsi nel quadruplicamento veloce degli assi Nord-Sud ed Est-Ovest. Si trattava di un’azione più articolata e coerentemente organizzata, finalizzata a incrementare significativamente la quota del traffico ferroviario (locale, Intercity e merci), cerniera di un sistema intermodale nazionale che andava dal rafforzamento della rete storica agli investimenti sui nodi e sui valichi alpini. Un’idea che portava benefici anche al sistema produttivo nazionale, contribuendo all’efficienza del trasporto, riducendone i costi e accrescendo i livelli occupazionali. Oltreoceano, il Giappone aveva fatto da apripista in tema di AV negli anni ’60, con i treni Shinkansen che viaggiavano a 210 km/h tra Tokyo e Osaka. Nel 1983 si muoveva anche la Francia, con il TGV Sud-Est a 270 km/h. Nel nostro Paese si parlava di un primo servizio Alta Velocità già nel 1976, con l’apertura del tratto iniziale della Direttissima Roma-Firenze, sul quale si viaggiava a 250 km/h. Tra il 1988 e l’89 arrivò il Pendolino (ETR 450) sulla Roma-Milano: 3 ore e 58 minuti

a 250 km/h, contro le 4 ore e 55 degli Intercity. Tuttavia, la vera e propria AV si avrà nel 1992, con il completamento e l’entrata in funzione della linea Roma-Firenze. Ma il 1988 non segnò solo un bel record di velocità. Fu anche l’anno in cui si dimise il consiglio d’amministrazione dell’Ente FS e, dunque, l’intero vertice a partire dal suo presidente: il governo nominò subito Mario Schimberni, proveniente dalla società Montedison, come amministratore straordinario di FS, il quale fu immediatamente assillato da problemi organizzativi e finanziari. Di conseguenza, lo studio sul sistema AV venne temporaneamente congelato. Schimberni rimase alla guida delle Ferrovie fino a giugno 1990, rallentando ogni processo decisionale riguardo l’AV. Era nettamente contrario e non ne faceva mistero: «Sarebbe come il fiore all’occhiello d’un


Ponte strallato sul Po. Linea AV/AC Milano-Bologna

© Roberto Caccuri

frac sbrindellato», si narra ancora oggi che tuonasse nei corridoi di FS Italiane. Fu con il Piano Necci, dal nome del nuovo amministratore delegato, Lorenzo Necci, che nel 1991 ripartì il progetto. Nacque così la Tav Spa (Treni Alta Velocità), che aveva come obiettivo la realizzazione della linea AV del Paese. Tra i protagonisti dell’avventura Tav spiccavano Ercole Incalza, che ne fu l’amministratore delegato, e lo stesso Necci, che ne divenne il presidente. Pochi, invece, sanno che il Comitato tecnico esecutivo del Piano dei Trasporti, recepito da Necci, fu presieduto dal premio Nobel per l’Economia, Wassily Leontief. Quest’ultimo applicò il modello di input-output da lui teorizzato: per la prima volta si considerò l’Italia non come insieme unico, ma come un’unione di macroterritori da mettere in collega-

mento. Il Paese fu diviso, perciò, in dieci macroregioni e si iniziò a immaginare come si sarebbero mosse le merci e le persone nell’orizzonte di 25-30 anni. La sensazione diffusa allora era che l’AV potesse segnare un profondo cambiamento nel Paese. Si racconta che, in una cena a casa di Lorenzo Necci, l’allora primo ministro francese, Edouard Balladur, e molti personaggi politici e istituzionali dell’epoca brindarono al lancio di quest’opera rivoluzionaria nel panorama non solo italiano, ma internazionale. Per il raggiungimento dell’obiettivo serviva il contributo di tanti protagonisti. Individuare le zone da connettere, garantire l’integrazione dei servizi ferroviari Alta Velocità con quelli regionali e locali, identificare gli interventi di attenuazione dell’impatto socio-ambientale generato dalla fase di costruzione ed esercizio delle linee AV. Tutte operazioni che non potevano esaurirsi tra ministero e FS. In gioco c’erano i territori, le regioni, i comuni, gli enti locali. Si susseguirono, perciò, anni caratterizzati dalla definizione di accordi quadro tra ministero dei Trasporti, FS Italiane, Tav e regioni. Accordi difficili da raggiungere in un territorio politicamente e socialmente eterogeneo: nei primi anni ’90 si scontravano sulla realizzazione della Torino-Lione – ancora oggi oggetto di discussioni accese – il Co-

mitato promotore per l’Alta Velocità, presieduto da Umberto Agnelli (successivamente da Sergio Pininfarina) e dall’allora presidente della regione Piemonte, Vittorio Beltrami, con le associazioni locali, i Verdi in Parlamento e i neonati gruppi, poi consolidatisi negli anni, dei No Tav. In particolare, la Fiat si mostrò da subito favorevole e disponibile a partecipare alla spesa per l’AV, considerandolo un nuovo e vincente business capace di portare nuova linfa all’impresa di automobili che dall’84 al ’90 visse un periodo di crisi a causa di due novità: l’obbligo della cintura di sicurezza a bordo auto e del casco sullo scooter. Due deterrenti all’acquisto e all’utilizzo di questi mezzi, che causarono una flessione negativa nelle vendite di Fiat e Piaggio (che pure faceva capo alla famiglia Agnelli). Fatica e piccoli passi sono serviti DIC2015

LF

69


ANDATA E RITORNO AV

© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

per guadagnare e stimolare consenso attorno alla costruzione della più grande opera ingegneristica italiana. Nel 1995, Pier Luigi Bersani, presidente della regione Emilia Romagna, fu collaborativo nel partecipare alla Conferenza dei Servizi a Roma sul progetto di fattibilità del tratto ferroviario Bologna-Firenze ad Alta Velocità ed esprimendo il suo consenso all’opera. Tav Spa rappresentò lo sviluppo di un progetto iniziale che prevedeva la costituzione di tre società: Sistav (Sistema Alta Velocità), Finav (Finanziaria Alta Velocità) e Comav (Commerciale Alta Velocità). Con questo tipo di articolazione, il progetto AV avrebbe visto FS al centro come unica concessionaria delle linee Alta Velocità. Tuttavia la configurazione apparve a Necci

Frecciarossa 1000 a Reggio Emilia AV

70

LF

DIC2015

troppo articolata, poco capace di attrarre, nell’immediato, il 60% di capitali privati. Ecco perché quella che inizialmente era Finav divenne Tav SpA e Comav non fu costituita poiché, con le successive deliberazioni comunitarie, nacquero Rfi, e Trenitalia. Quest’ultima avrebbe assunto la gestione commerciale dei treni AV, mentre l’infrastruttura, con la chiusura di Tav, sarebbe tornata in FS Italiane (o meglio, in Rfi, la società che gestisce la rete ferroviaria) come nel progetto iniziale. Anche Sistav non fu costituita, poiché la società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, Italferr, che aveva operato sempre all’estero, fu utilizzata per l’Alta Velocità nazionale. Tav Spa puntava al coinvolgimento di capitali privati. In veste di responsabile della gestione finanziaria del progetto e dei rapporti con le istituzioni centrali e locali in tutte le fasi progettuali, autorizzative ed esecutive, intendeva qualificarsi come più efficiente e flessibile rispetto al settore pubblico che in passato aveva ritardato l’avvio dei lavori. Una società che, a volerla riassumere, costituiva il perno attorno al quale rivoluzionare l’intera rete ferroviaria. Ci si preparava a un cambiamento molto più che economico: nuove dina-

miche sociali, spostamenti verso le grandi città sempre più intensi, un mercato più flessibile e meno ingessato. Il rapporto pubblicoprivato sembrava che si potesse rendere più fluido con un ruolo dei grandi imprenditori privati nella progettazione e nella gestione delle infrastrutture. Tav aveva la concessione per la progettazione esecutiva, la costruzione e lo sfruttamento economico delle linee ad Alta Velocità Milano-Napoli e Torino-Venezia, azioni che furono avviate attraverso una convenzione con Italferr e i general contractor Eni, Iri e Fiat. La posta in gioco era enorme: un capitale sociale di 100 miliardi, costituito al 40% da fondo pubblico FS e al 60% dal settore privato, proveniente da istituti bancari, società finanziarie e compa-


gnie d’assicurazione nazionali ed estere, attraverso un sistema di project financing. La realizzazione dell’intero progetto prevedeva in origine un costo complessivo di 26.180 miliardi di lire (13,5 miliardi di euro). Cifra che diverrà di 32 miliardi nel 2006 per via dei cambiamenti in corso d’opera del progetto iniziale con conseguenti ritardi nella fase realizzativa. Costi alti e ritardi nella consegna sono stati al centro di numerosi dibattiti in questi anni. In realtà, pochi sottolineano che l’AV italiana si è da subito configurata non come una rete veloce isolata dal resto del sistema, ma come fortemente integrata sia nelle tratte, sia nei nodi con il sistema convenzionale, anche al fine di sfruttare la capacità liberata per il traffico regionale, metropolitano e merci.

È stato proprio questo scenario a determinare costi elevati e, in alcuni casi, superiori a quelli di infrastrutture simili negli altri Paesi europei. Inoltre, attività relative a contenziosi e propedeutiche dei decreti di occupazione temporanea dei suoli, bonifiche per l’eventuale presenza di ordigni bellici e monitoraggi archeologici hanno richiesto interventi molto più estesi del previsto. Altro elemento fondamentale per spiegare la spesa è dato dalla complessa orografia del territorio italiano che non ha eguali in Europa, fattore che pesa fortemente su un’opera (gallerie e viadotti) in proporzione ai km di linea da realizzare. Infatti, se in Francia e Spagna queste incidenze rappresentano all’incirca il 5%-6% della lunghezza delle linee AV, in Italia si supera il 30%. Così come

uniche sono la sismicità di gran parte delle zone interessate e la densità della popolazione di alcuni territori. Solo per fare un esempio, l’area tra Napoli e Roma e quella della Val Padana sono tra le più densamente abitate in Europa (tabella 1): fattori che hanno comportato la necessità di espropri con il conseguente incremento di costi. Inoltre, in Italia la presenza di un patrimonio artistico e archeologico senza eguali al mondo ha comportato rilevanti oneri aggiuntivi e ritardi, altrove pressoché inesistenti. Tabella 1

PAESE

AREA

ABITANTI PER KM2

Francia

Borgogna

52

Auvergne

52

Spagna

Italia

Poitou-Charentes

69

Rodano-Alpi

142

Aragona

28

Castilla-La Mancia

25

Catalogna

234

Andalusia

96

Lombardia

418

Campania

429

Frecciarossa 1000 è il simbolo per eccellenza dell’Italia che cresce DIC2015

LF

71


ANDATA E RITORNO AV

Va rilevato, inoltre, che la spesa per km di alcuni progetti, quali ad esempio le gallerie di valico della nuova Torino-Lione e del Brennero (costo di 83,7 ml¤/km), è del tutto omogenea, se non inferiore a quella delle gallerie realizzate in altri Paesi (tabella 2), quali Gottardo (96,2 ml¤/km), Ceneri e Loetschberg. Analoga considerazione vale in riferimento al Terzo Valico dei Giovi (87 ml¤/km) e alla tratta Bologna-Firenze (66 ml¤/km). Tabella 2 GALLERIA

LUNGHEZZA (KM) COSTO (ML¤/KM)

Brennero

55

83,7

Ceneri

15,4

83,8

Moncenisio

57

86

Loetschberg

35

87

Gottardo

57

96,2

Bologna-Firenze

78

66

Terzo valico dei Giovi

53

87

TRATTA

72

LF

DIC2015

Interferenze viarie, nuova viabilità, adeguamenti autostradali, mitigazioni socio-ambientali, protezioni acustiche, siti inquinati, archeologia, interventi sulla rete ferroviaria convenzionale: fattori che hanno inciso per circa il 20% sul costo totale dell’AV. Sui ritardi, infine, non poco hanno pesato i dibattiti mediatici e le argomentazioni contrapposte di associazioni ambientaliste e comitati locali pregiudizialmente ostili al progetto. Il primo cantiere Alta Velocità/Alta Capacità venne aperto nell’aprile 1994 sulla Roma-Napoli, seguito da quello Carlone-Vaglia sulla Bologna-Firenze, attivato nel luglio 1996.

Intense furono le attività dei primi anni ’90, durante i quali vennero progettati e prodotti treni Pendolino ed ETR 500 di nuova e più avanzata concezione, l’ETR 460 (conosciuto come Frecciabianca) e l’ETR Y 500 (prototipo dell’ETR 500 o Frecciarossa). Il lungo lavoro di sperimentazione, realizzato per anni sui prototipi, consentì ai costruttori di acquisire gli elementi necessari per realizzare quella che poi è diventata la prima flotta di treni italiani ad Alta Velocità. Un’opera immensa, inaugurata il 24 marzo del 2009 dall’allora amministratore delegato di FS Italiane, Mauro Moretti, che dichiarava: «Nasce la metropolitana d’Italia»,


© Davide Bocchialini - CESI

Stazione AV di Torino Porta Susa

con il completamento della rotta Bologna-Firenze. Il tappo dello champagne era finalmente saltato. Un’infrastruttura di lunghissima gestazione (la prima pietra era stata posata nel luglio ’96) ma anche di grande rilevanza tecnica, con 73,8 km in galleria, 1,1 tra ponti e viadotti, 3,6 in trincea e rilevato. Due regioni attraversate, due provincie, 16 comuni, otto km di barriere anti rumore, 140 di nuova viabilità accessoria, 130 ettari da destinare a interventi a verde. Numeri entusiasmanti da subito: «Dal 12 gennaio a oggi – scriveva nel febbraio 2009 Ettore Livini su La Repubblica – sui voli da Fiumicino a Linate si sono imbarcati in

media 2.000 passeggeri in meno al giorno, mentre sui treni veloci ne sono saliti 2.300 in più». I dati attuali fanno ancora più impressione. In un anno, nel 2014, circa 42 milioni sono state le persone che hanno viaggiato con le Frecce Trenitalia sulla rete ferroviaria ad Alta Velocità; dal dicembre 2005 – inaugurazione della prima linea AV/AC fra Roma e Napoli – a oggi, oltre 150 milioni di viaggiatori hanno utilizzato le Frecce, mentre fra Roma e Milano 65 viaggiatori su 100 scelgono il treno. Solo sei anni fa la Roma-Milano era la rotta aerea più redditizia d’Europa. I prezzi dei biglietti, causa monopolio Alitalia, erano alle stelle. Con le Frecce, nel 2014, i passeggeri del volo Linate-Fiumicino nei due sensi si sono dimezzati a 1,4 milioni l’anno. Nel 2008, il 51% delle persone che viaggiava tra le due città si imbarcava su un aereo, il 36% saliva in treno mentre il 13% sceglieva l’auto affrontando l’A1. Ma i numeri si sono ribaltati. A marzo del 2014 l’Alta Velocità ha conqui-

stato il 70% del traffico, mentre ai check-in di Linate e Fiumicino è transitato solo il 23% dei pendolari tra Duomo e Colosseo. Attualmente, il sistema ferroviario italiano Alta Velocità/Alta Capacità si sviluppa per circa 1.000 km attraverso buona parte del territorio nazionale: la rete collega Torino a Salerno passando per Milano e si amplierà ulteriormente con i due assi trasversali Genova-Milano e Milano-Trieste. Le caratteristiche progettuali e funzionali delle nuove linee veloci, che hanno adottato il sistema ERTMS/ETCS (European Railway Traffic Management System/European Train Control System) di liDIC2015

LF

73


ANDATA E RITORNO AV

vello 2, sono state definite in modo da rendere possibile la circolazione, in condizioni di massima sicurezza, di un numero di treni quasi doppio rispetto a quello precedente. Le linee preesistenti potranno così essere dedicate al traffico locale e regionale dei passeggeri e delle merci, con conseguente aumento dell’offerta complessiva di trasporto e un miglioramento della mobilità nei nodi urbani. Ulteriori tratti AV/AC sono attivi tra Milano e Treviglio e tra Padova e Mestre lungo la direttrice trasversale alla quale si connettono la Padova-Bologna e la VeronaBologna, quest’ultima già potenziata per l’integrazione nella rete Alta Velocità/Alta Capacità italiana. Completano la trama circa 300 km di nuove linee tra Milano-VeronaVenezia e il Terzo Valico tra Milano e Genova, nonché ulteriori tratte

– in parte nuove, in parte esistenti e in progressivo potenziamento per l’integrazione con il resto del sistema AV/AC – lungo le direttrici dei valichi alpini di collegamento con il resto d’Europa verso il Mezzogiorno italiano, in particolare tra Napoli e Bari, Salerno e Reggio Calabria, Palermo, Catania e Messina. Il servizio AV/AC viene effettuato dal Frecciarossa (ETR 500) e, recentemente, dall’ultima eccellenza ingegneristica di FS Italiane, il Frecciarossa 1000. Il primo è un treno ad Alta Velocità a cassa non oscillante, costruito in Italia da Ansaldo Breda, Fiat Ferroviaria, ABB Tecnomasio e Firema Trasporti, con design firmato Pininfarina. Il suo progetto partì negli anni ’80 per vedere la luce, con alcuni cambiamenti, nel decennio successivo con la produzione in serie e l’utilizzo da parte di Trenitalia. Viene classificato spesso come elettrotreno – da qui la sigla ETR – ma non lo è in senso proprio poiché non è a potenza distribuita, ma composto da due locomotive E.404 in doppia trazione simmetrica e un numero variabile di carrozze intermedie non motrici (fino a 14 elementi, composizione comunque mai utilizzata in servizio) tra le due motrici. Il Frecciarossa 1000, inaugurato lo scorso aprile dall’al-

lora amministratore delegato di FS Italiane, Michele Mario Elia, «è il simbolo per eccellenza dell’Italia che cresce». Può raggiungere una velocità massima di 400 km/h ed è predisposto anche per la rete europea. È la punta di diamante della flotta del Gruppo FS Italiane. Disegno aerodinamico e soluzioni d’avanguardia per il risparmio energetico, oltre a essere il treno più veloce mai prodotto in serie in Europa, ha anche la migliore accelerazione ed è il più silenzioso, quello con le minori vibrazioni e il minor impatto ambientale. Dai primi anni ’90 a oggi di strada ne è stata fatta. Uno scenario all’epoca difficilmente immaginabile. Ma se è vero, come scriveva Franz Kafka, che «i sentieri si costruiscono viaggiando», il Gruppo FS Italiane costruirà ancora e ancora.

PCS - Posto Centrale Satellite delle tratte AV/AC FI-BO e MI-BO, contenente le postazioni di gestione della circolazione treni e di monitoraggio dell’infrastruttura

74

LF

DIC2015


citYfrecce cover

MERRY KIDS

A cura di Dalila Ferreri

CHRISTMAS FOR FAMILY NATALE NELLE GROTTE

A Ornavasso, sul Lago Maggiore, una grotta naturale di marmo rosa con una galleria di accesso in pietra lunga 200 metri diventa il luogo simbolo delle festività. Ai visitatori dà la possibilità di rivivere l’atmosfera biblica della nascita di Gesù. Proprio al freddo e al gelo, come recita il noto motivetto natalizio che anima il luccicante salone dove Babbo Natale incontra i più piccoli, mentre chi si inoltra sottoterra riceve dai twergi (gli gnomi dei boschi) il diploma di bravo bambino. C’è tempo fino al 6 gennaio. Consigliata la prenotazione online. [www.grottadibabbonatale.it]

SULLE DOLOMITI

© massimo_g/Fotolia.com

Una gigantesca montagna di zucchero filato fra pan di zenzero e vin brulé. Le luci dei mercatini esplodono come lucciole nel freddo di dicembre nella valle tra Ortisei, Santa Cristina e Selva. Il tutto deliziato da concerti e cori tradizionali, renne, scoiattoli, stelle di Natale e bambole gardenesi. Ad alta quota fino al 16 gennaio c’è anche il Christmas for family del Paganella Festival. Nel magico scenario delle Dolomiti di Brenta i bambini possono consegnare le loro letterine a Babbo Natale in persona, entrando nella sua casa che profuma di biscotti. [www.valgardena.it] [www.visitdolomitipaganella.it]

EPIFANIA & SCIENZA

Una dolce Befana quella attesa alla Città della Scienza di Napoli con golosissime sorprese per i visitatori junior: oltre all’animazione con eventi a tema e ai laboratori scientifici, fra le mostre visitabili all’Officina dei Piccoli c’è quella dedicata al Frecciarossa 1000, Il treno della scienza. Ingresso gratuito per i bambini fino a 12 anni dalle 10 alle 14. [www.cittadellascienza.it]

BABY ITALIA

A Rimini i desideri diventano realtà nel parco tematico Italia in Miniatura. Un micromondo per grandi e piccini fatto di 270 modellini di famosi monumenti, palazzi e siti storici europei riprodotti in scala. Family day il lunedì con tariffe agevolate. A Riccione, invece, Christmas Village fino al 24 gennaio: in programma il concerto dei Tiromancino il 3 gennaio, gli show comici Colorado e Zelig off, il falò della Befana e gli eventi Circus e Cartoonia. [www.italiainminiatura.com] [www.riccionechristmasvillage.it]

CITY GUIDES AD ALTA VELOCITÀ

//MILANO

pag. 79 //ROMA pag. 80 //BOLZANO pag. 82 DIC2015

LF

77


QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

CITYFRECCE //MILANO

Terminal Frecce: Centrale © Tomas Sereda/Fotolia.com

Collegamenti diretti da/per Milano. Network Le Frecce pag. 162

SLEEP

Grand Visconti Palace and Sanpi Milano offers on trenitaliahotels.com.

Grand Visconti Palace Viale Isonzo, 14 Camere arredate con gusto, alcune in stile Impero.

Sanpi Milano Via Lazzaro Palazzi, 18 Atmosfera accogliente, con giardino e palestra.

Prenota su trenitaliahotels.com

Prenota su trenitaliahotels.com

Fino al 10 gennaio singola a ¤ 119 e doppia a ¤ 121. Guadagni 1 punto CartaFRECCIA per ogni ¤ 10 di spesa.

Osteria dell’Acquabella Via San Rocco, 11 A true Milan tradition in tel. 02 58309653 Osteria dell’Acquabella Ottima e gustosa cucina tipica at Ronchi 78. milanese. EAT

Grande Museo del Duomo di Milano The Museo del Piazza del Duomo, 12 Duomo and the Esposte centinaia di opere d’arte patron saint Basilica, fra sculture, dipinti e arazzi. CULTURE

Collegamenti Frecciarossa Frecciabianca

158 94 64

Fino al 10 gennaio singola a ¤ 59,50 e doppia a ¤ 68. Guadagni 1 punto CartaRECCIA per ogni ¤ 10 di spesa. Ronchi 78 Via San Maurilio, 7 tel. 02 867295 Specialità di carne nel cuore antico della città. Basilica di Sant’Ambrogio Piazza Sant’Ambrogio, 15 Di età romanica, conserva le spoglie del patrono.

symbols of Milan.

EXHIBIT

Dal 3 dicembre a Milano Frankie hi-nrg mc, in collaborazione con Fujifilm Italia, presenta una personale su New York dal titolo METRAPOLIS: immagini che raccontano il carattere controverso di una città in equilibrio tra libertà e controllo. [www.frankie.tv]

COME ARRIVARE

CON LE FRECCE Durata minima del viaggio Milano C.le-Roma T.ni in 2h e 55 Milano C.le-Napoli C.le in 4h e 15 Milano C.le-Venezia M. in 2h e 10

OFFERTE Puoi arrivare risparmiando con A/R in giornata e Weekend, CartaFRECCIA Special, Young e Senior, Speciale 2x1, Bimbi Gratis Info e dettagli pag. 163 e trenitalia.com SERVIZI In stazione biglietteria e selfservice, assistenza clienti, FRECCIAClub, FRECCIADesk al binario, Sala Blu Milano C.le. You can travel and save with A/R In giornata and Weekend, CartaFRECCIA Special, Young and Senior, Speciale 2x1, Bimbi Gratis. In the station ticket office and self-service, customer care, FRECCIAClub, FRECCIADesk on the track, Sala Blu for people with disabilities or reduced mobility.

DIC2015

LF

79


QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

CITYFRECCE //ROMA

Terminal Frecce: Termini, Tiburtina

© Emi Cristea/Fotolia.com

COME ARRIVARE

CON LE FRECCE Durata minima del viaggio Roma T.ni-Torino P.S. in 3h e 52 Firenze S.M.N.-Roma Tib. in 1h e 19 Roma T.ni-Venezia S.L. in 3h e 24

OFFERTE Puoi arrivare risparmiando con A/R in giornata e Weekend, CartaFRECCIA Special, Young e Senior, Speciale 2x1, Bimbi Gratis Info e dettagli pag. 163 e trenitalia.com SERVIZI In stazione biglietteria e selfservice, assistenza clienti, FRECCIAClub, FRECCIADesk al binario, Sala Blu Roma Termini. You can travel and save with A/R in giornata and Weekend, CartaFRECCIA Special, Young and Senior, Speciale 2x1, Bimbi Gratis. In the station ticket office and self service, customer care, FRECCIAClub, FRECCIADesk on the track, Sala Blu Roma Termini for people with disabilities or reduced mobility.

80

LF

DIC2015

Collegamenti Frecciarossa Frecciargento Frecciabianca SLEEP

165 103 44 18

Collegamenti diretti da/per Roma Network Le Frecce pag. 162

Hotel Genova Via Cavour, 25 Centralissimo, con stanze eleganti e accoglienti. Prenota su trenitaliahotels.com

Hotel Genova and Hotel Gioberti offers on trenitaliahotels.com.

Fino al 10 gennaio singola a ¤ 72,25 e doppia a ¤ 79,05. Guadagni 1 punto CartaFRECCIA per ogni ¤ 10 di spesa.

Gelateria Pasticceria Ornelli Via Merulana, 232 Ornelli and tel. 06 48913066 Pasticcio, sweets Dolcezze artigianali con le and savoury for the migliori materie prime. EAT

best foodies.

Basilica di San Clemente Via Labicana, 95 Christianity at Basilica Una delle più significative di San Clemente, testimonianze della storia cristiana. CULTURE

Roman tradition at Terme di Caracalla.

EXHIBIT

Hotel Gioberti Via Gioberti, 20 La scelta ideale per viaggi d’affari e privati. Prenota su trenitaliahotels.com

Fino al 10 gennaio singola a ¤ 79,90 e doppia a ¤ 84,15. Guadagni 1 punto CartaFRECCIA per ogni ¤ 10 di spesa. Pasticcio Lungotevere Portuense, 200 tel. 06 5813605 Speciali i pasticci di verdure, pesce e carne. Terme di Caracalla Via delle Terme di Caracalla, 52 Complessi termali del 216 d.C. nel cuore del Circo Massimo.

Dal 25 dicembre al 10 gennaio presso il Teatro Tendastrisce di Roma la 33esima edizione del festival internazionale Golden Circus. Spettacolari performance di artisti provenienti da tutto il mondo sono pronte a incantare grandi e piccini per far vivere le feste all’insegna dell’allegria.


QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

CITYFRECCE //BOLZANO

BOLZANO

Terminal Frecce: Centrale © Antonio Gravante/Fotolia.com

Verona

Bologna Firenze

Roma

COME ARRIVARE

CON LE FRECCE Durata minima del viaggio Bolzano C.le-Roma T.ni in 4h e 29 Bolzano C.le –Firenze C.M. in 3h e 09 Bolzano C.le-Bologna C.le in 2h e 26

OFFERTE Puoi arrivare risparmiando con A/R in giornata e Weekend, CartaFRECCIA Special, Young e Senior, Speciale 2x1, Bimbi Gratis Info e dettagli pag. 163 e trenitalia.com SERVIZI In stazione biglietteria e self-service, assistenza clienti. You can travel and save with A/R in giornata and Weekend, CartaFRECCIA Special, Young and Senior, Speciale 2x1, Bimbi Gratis. In the station ticket office and self service, customer care.

82

LF

DIC2015

Collegamenti Frecciargento SLEEP

10 10

Collegamenti diretti da/per Bolzano. Network Le Frecce pag. 162

Scala-Stiegl Via Brennero, 11 Hotel del 1898 con camere confortevoli. Prenota su trenitaliahotels.com

Fino al 10 gennaio singola Scala-Stiegl and Stadt a ¤ 97,50 e doppia a ¤ 146. Hotel Città offers on Guadagni 1 punto CartaFRECCIA trenitaliahotels.com. per ogni ¤ 10 di spesa. Castel Flavon Via Castel Flavon, 48 Castel Flavon for tel. 0471 402130 amazing dinners, and Ristorante da favola in aperitif time to the un castello medievale. EAT

Carrettai.

CULTURE From the findings of Museo Archeologico to the magnificence of Castel Roncolo.

EXHIBIT

Museo Archeologico dell’Alto Adige Via Museo, 43 Oltre alla mummia di Similaun, reperti dai ghiacci alpini.

Stadt Hotel Città Piazza Walther, 21 Il curato ambiente austriaco si unisce a quello italiano. Prenota su trenitaliahotels.com

Fino al 10 gennaio singola a ¤ 95 e doppia a ¤ 140. Guadagni 1 punto CartaFRECCIA per ogni ¤ 10 di spesa. Osteria dai Carrettai Via Dr. Streiter, 20/b tel. 0471 970558 Ottime tartare e bruschette, aperitivi per tutti i gusti. Castel Roncolo Via S. Antonio, 15 Sulla rupe altoatesina la magnificenza di una fortezza medievale.

In occasione del 50esimo anniversario dalla morte di Alois Kuperion, lo spazio espositivo Merano Arte dedica un’ampia retrospettiva alla vita e all’opera dell’artista venostano che negli anni ’50 riuscì a elaborare una pittura astratta di grande qualità.


MATTIA PRETI A ROMA A cura di Sandra Gesualdi

VIAGGIARE COVER

DOPO

CARAVAGGIO Mattia Preti Fuga da Troia Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Barberini, Roma Olio su tela 182x149 cm

The exhibition on Mattia Preti, at Palazzo Corsini in Rome until 18 January, allows to go depth in the years of formation of the so called Cavaliere Calabrese, in the cultural environment of the 17th century.

C

olori lunari e atmosfere notturne squarciate da fasci di luce fredda. È l’estetica di Mattia Preti, uno dei maggiori esponenti dell’arte italiana del XVII secolo, definito l’ultimo grande seguace di Caravaggio, di cui ha diffuso tecniche e metodo. Giunto intorno al 1630 nella città dei papi, appena ventenne, scopre in questa fase la rivoluzionaria composizione pittorica del Merisi, dal quale rimane profondamente colpito. Un periodo poco conosciuto quello legato alla formazione, rispetto ai successivi momenti napoletani e maltesi, oggi ricostruito grazie a una monografica di 22 dipinti, anche inediti. La mostra ideata da Vittorio Sgarbi e curata da Giorgio Leone, fino al 18 gennaio alla Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Corsini, testimonia il modo in cui il Cavaliere Calabrese teatralizzava i grandi personaggi caravaggeschi addolcendone meraviglia e stupore e togliendoli dall’urgenza del realismo per inserirli nella narrazione del quadro, grazie all’uso cospicuo del chiaroscuro e alla luce rarefatta. Tuttavia l’ambiente romano gli permise di conoscere lo spagnolo Jusepe de Ribera e di entrare in contatto con pittori emiliani come Lanfranco o il francese Valentin de Boulogne, da cui trasse stimolo per evolvere il proprio stile. Il progetto espositivo ricrea quell’ambiente culturale e pone a paragone le opere del giovane con le maggiori espressioni artistiche che in quegli anni si concentrarono nella Capitale, compresa la scultura. Nella Fuga da Troia la torsione dei corpi e le masse definite dal bagliore sono chiari riferimenti alla statuaria del Bernini. [galleriacorsini.beniculturali.it] DIC2015

LF

85


VIAGGIARE INCONTRO

IL NUOVO FILM DEL COMICO PUGLIESE TRAE SPUNTO DALL’ATTUALITÀ PER RIDERE SU LAVORO E MOBILITÀ. DAL 1° GENNAIO NELLE SALE di Serena Berardi

Q

uando mi hanno parlato di quest’intervista per La Freccia mi sono tornati in mente tutti i ricordi dell’adolescenza. Durante i cinque anni delle scuole superiori, percorrevo tutti i giorni 30 km in treno, da Capurso a Conversano. Mi sono formato viaggiando sui binari, facevo il comico nei vagoni. Aspettavano tutti la mia performance». Da allora Luca Medici, noto al grande pubblico come Checco Zalone, di strada ne ha fatta parecchia, lasciando i palchi improvvisati negli scompartimenti per conquistare la scena nazionale. I primi passi li muove nella sua Puglia, raggiunge

«

86

LF

DIC2015

la notorietà con il programma Zelig fino ad approdare sul grande schermo con Cado dalle nubi. Il suo Sole a catinelle, uscito nel 2013, ha registrato il record d’incassi. Ora il comico torna al cinema con Quo vado, in cui interpreta un impiegato dell’ufficio provinciale Caccia e pesca che ha sempre scansato ogni sforzo e responsabilità nella vita lavorativa e in quella privata. Ma quando è costretto a scegliere se lasciare il posto fisso o trasferirsi lontano da casa, inizia la sua odissea in Italia e all’estero. E mentre Checco è costretto a emigrare in Norvegia, Luca invece sogna l’America. Il protagonista di Quo vado, per mantenere il posto di lavoro, si ritrova tra i profughi di Lampedusa e i no tav in Val di Susa. Il comico quali strumenti usa per rendere divertente l’attualità? Deve cercare il lato ironico anche delle vicende più drammatiche. È complicato, perché si può sfociare

facilmente nell’irrisione o nell’irriverenza. Penso di non varcare mai la soglia oltre la quale si passa all’offesa gratuita. Io e il regista, Gennaro Nunziante, ce lo imponiamo fin dalla scrittura. Parte del film si svolge in Norvegia. Era la prima volta che girava all’estero, com’è andata? È un bagno d’umiltà, perché non ti si fila nessuno e cominci a comprendere che, in fondo, il tuo mondo è abbastanza piccolo. Poi i nordici, per loro natura, non sono molto calorosi e non gliene frega niente se vedono una macchina da presa. Questo ti facilita, non hai gente in auto che ti fissa,


Checco, quo vadis? per cui sei costretto a buttare la scena. Altri aspetti positivi sono l’efficienza e il rigore, che abbiamo preso in giro anche nel film. Il lato negativo è stata la pioggia incessante, Bergen è la città con più precipitazioni d’Europa. Abbiamo beccato sette ore di sole in un mese e mezzo e concentrato tutte le riprese in quel momento. Anche per me, come per il protagonista, era la prima volta in Norvegia. In Quo vado vengo spedito vicino al Polo Nord a difendere un gruppo di ricercatori dagli orsi polari. Così mi ritrovo realmente alle isole Svalbard, dove una base del Cnr ci ha gentilmente ospitati. Ab-

biamo girato sulla calotta polare e non è stata proprio una passeggiata di piacere: ci si muoveva solo in motoslitta, accompagnati da una persona dotata di fucile per gli orsi bianchi. Ce n’è uno anche nel film, ammaestrato, ma mi sarebbe piaciuto incontrare quello vero. Un episodio divertente avvenuto sul set? Per realizzare una scena sono dovuto stare fermo con la macchina in strada, creando una coda di quattro chilometri. Sono rimasto lì per un quarto d’ora e nessuno ha suonato il clacson. Nemmeno un insulto in norvegese. Il suo successo è straordinario e Sole a catinelle è il film italiano che ha incassato di più. C’è qualcosa che ritiene di fare meglio rispetto ai suoi colleghi? Devo riconoscermi il fatto di stare parecchio lontano dalle scene, non faccio pubblicità, non appaio nei talk show a parlare di questioni che non mi competono.

CHECCO ZALONE

In January to the cinema Quo vado, the new movie of Checco Zalone. The comic actor from Puglia takes inspiration from actual events and gives a laugh on work and mobility.

Nella sua carriera quanto ha pesato il talento e quanto la fortuna? Ottanta e 20%. Quindi è super talentuoso? No, 80 era la percentuale della fortuna! (ride, ndr) In un’intervista alla Repubblica ha detto di piacere sia agli italiani terra terra che agli intellettuali. Si è chiesto perché? Più che altro a storcere il naso è la categoria dei commentatori seriali, quelli che scrivono post e commentano su blog altrui. Si alzano la mattina, accendono il pc e iniziano. Secondo me bisognerebbe vietare loro di esistere. DIC2015

LF

87


VIAGGIARE INCONTRO

Le critiche che le danno più fastidio? Quelle vere, quando devo ammettere l’evidenza. Secondo molti dico tante parolacce ed è vero, ma mi sto curando. Mi dispiace quando leggo recensioni negative di critici che stimo. Ha dichiarato che le piacerebbe realizzare un film in inglese per raggiungere un pubblico più vasto. In che Paese vorrebbe diventare famoso? Negli Stati Uniti. Sarebbe bello andare agli Oscar senza giacca né cravatta. A parte tutto, vorrei allargare i miei orizzonti, al di là di uno Stato in

particolare. Qui in Italia mi hanno visto otto milioni di persone. L’ambizione è realizzare una pellicola che possa essere apprezzata anche all’estero. Ma so di colleghi che non ci sono riusciti, è un lavoro delicato. Il comico è un mestiere totalizzante e che, spesso, annulla la persona. Avverte mai la fatica di dover far ridere a ogni costo e in qualsiasi situazione? Quando mi fermano per strada e mi chiedono battute come se fossi un jukebox. Soffro tanto, poi però penso a quelli che vanno a zappare la terra o a scavare in miniera e decido: «Ma sì, ora gliela dico una cretinata». Quindi quattro o cinque pronte ce l’ho sempre. Per esempio, quando mi dicono che hanno visto dieci volte il mio film, io rispondo: «Ma l’hai capito almeno una?». Un’altra cosa che non dovrebbe esistere sono i telefonini con le videocamere. Mi chiedono di fare un video per la cugina che si laurea. Avrà

Checco Zalone in una scena del film Quo vado

88

LF

DIC2015

studiato pure sodo ma, con tutto il rispetto, non troverà mai un lavoro! Poi, se sto andando a pagare le bollette e mi fermano, lo faccio pure, ma si può immaginare la mia faccia: sono contenuti drammatici. Si dice che i comici siano malinconici. Lei com’è nella vita privata? Ozioso.  Checco Zalone come chiuderebbe quest’intervista? In cambio del diritto di pubblicarla chiederebbe di viaggiare gratis sui treni per il resto della vita. Luca Medici, invece, l’abbonamento almeno per un anno.


VIAGGIARE CINEMA

[Panini comics, pp. 1.904 ¤ 199]

[Editoriale Scienza, pp. 30 ¤ 19,90]

SUPER BOOKS

[24Ore Cultura, pp. 128 ¤ 16]

Appassionati di fumetti, e non solo, unitevi! Arriva il cofanetto Secret wars omnibus: tutte le guerre segrete Marvel con protagonisti i più grandi eroi della Terra. Per i piccoli c’è Il super-libro dei super-eroi, con nuovi personaggi pronti a combattere irriducibili nemici. Gli scienziati in miniatura si divertiranno con la guida interattiva Costruisci il tuo razzo, alla scoperta dei veicoli spaziali, modellini inclusi. I protagonisti del nuovo episodio di Star Wars

90

LF

DIC2015


QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

Il settimo episodio dell’epopea spaziale ideata da George Lucas arriva nei cinema il 16 dicembre e si porta dietro una serie di uscite natalizie a prova di geek: dai comics agli imperdibili serial di Gaspare Baglio

The seventh episode of the epic space saga created by George Lucas comes on the big screen on 16 December and brings with it a lot of geekproof Christmas releases: from comics to unmissable serials.

L

a galassia lontana lontana non è mai stata così vicina. Per lo meno nei cuori dei tantissimi fan di Star Wars, la saga stellare di George Lucas. Sei pellicole che hanno generato un indotto di spin-off e merchandising da far impallidire il maghetto Harry Potter. C’è poco da fare: quando si parla di C-3PO, Dart Fener e Chewbecca il pubblico si mobilita in massa. Così è stato anche per il settimo capitolo Il risveglio della

forza, diretto da J.J. Abrahams. Il film è la prima tessera di una trilogia-sequel. La trama è (quasi) top secret anche se qualcosa è trapelato, come la presenza degli storici Harrison Ford, Mark Hamill e Carrie Fisher che diedero inizio al mito nei panni di Ian Solo, Luke Skywalker e la principessa Leila. Proprio quest’ultima ha rivelato che non la rivedremo con la sua iconica capigliatura. Ambientato trent’anni dopo Il ri-

torno dello Jedi, il blockbuster ha per protagonisti la solitaria Rey del pianeta Jakku, lo stormtrooper pentito Finn e Poe, pilota di caccia X-Ming e membro della Resistenza. Fiato sospeso anche per il cattivone: nelle intenzioni della produzione pare ci sia la volontà di non far rimpiangere i villain del passato. La missione sembra riuscita: a impersonare il lato oscuro della forza c’è Adam Driver, sex symbol lanciato dal serial Girls.

NERD ON SCREEN

JESSICA JONES

Su Netflix è disponibile Jessica Jones, la crime adventure series che racconta la vita di una supereroina, ora investigatrice privata, nella sua continua lotta contro i demoni che la circondano perseguitando la sua anima. La serie è uno dei quattro tasselli che – insieme a Daredevil, Luke Cage e Iron Fist – compongono il nuovo team del serial The Defenders. [www.netflix.com]

Se avete un amico che sembra Sheldon Cooper della sitcom The Big Bang Theory e non sapete cosa regalargli, quale idea migliore dell’ottava stagione dell’omonima serie? Per chi pensa, invece, che da un grande potere derivino grandi responsabilità, c’è il film Fantastici 4. E le prime stagioni del velocissimo The Flash e di Gotham, sulle origini di Batman. Last but not least il cofanetto con tutte le avventure di 007 e quello del telefilm horror The Strain. Christmas on screen. Ready? Go! DIC2015

LF

91


QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

VIAGGIARE CINEMA Una scena del film Belle e Sebastien – L’avventura continua

THIERRY NEUVIC

L’amicizia continua

Thierry Neuvic is the grumpy tender-hearted pilot that drives the new unforgettable adventure of Belle and Sebastien, from 17 December to the cinema.

l’aviatore burbero dal cuore tenero anima la nuova indimenticabile avventura di Belle e Sebastien

P

iù grandi, più maturi, più uniti che mai. Nelle sale italiane dal 17 dicembre c’è il secondo capitolo della storia d’avventura e amicizia tra il piccolo orfano Sebastien e la sua inseparabile cagnolona Belle. Il regista questa volta è Christian Duguay, prende il posto di Nicolas Vanier che ha diretto il primo film. E se la pellicola d’esordio ha superato i 7,5 milioni di euro di incassi, anche il sequel promette bene. Belle e Sebastien – L’avventura continua è ambientato nel settembre 1945: la Seconda guerra mondiale finalmente è finita, Sebastien ha dieci anni e, con la sua amica a quattro zampe, attende impaziente il ritorno di Angelina, la cugina scomparsa misteriosamente in un incidente aereo nella foresta tran-

92

LF

DIC2015

di Dalila Ferreri - Photo Eric Travers

salpina. Thierry Neuvic, che nel film interpreta la parte di un aviatore burbero ma dal cuore tenero, anticipa alla Freccia alcuni retroscena. «Il percorso che compie il mio personaggio è molto interessante: un cammino evolutivo assolutamente verosimile. Parte per mettere mano su una discreta sommetta e porta con sé un ragazzino che lo fa ritornare con la memoria ai suoi vecchi affetti. Si scopre una persona diversa da quella che credeva di essere: meno solitaria, più dolce e responsabile, generosa e anche amorevole». Insomma, il tipico duro dal cuore tenero che «si è chiuso in se stesso e ha sviluppato un grande senso del pudore». Sorvolando la foresta in fiamme assieme al piccolo Sebastien, l’uomo vive un’esperienza completamente nuova: «Senza dubbio è la prima volta che si sente responsabile per qualcuno», racconta Neuvic. «Ci accorgeremo alla fine della storia che ancora una volta l’amore permette di aprire porte e rompere il ghiaccio». Grazie a questo film, tra l’altro, l’attore francese ha messo in gioco anche le proprie paure: «Mi sono costruito una corazza con il tempo per fuggire dai traumi della mia infanzia. Proprio come il mio personaggio,

nascondo emozioni ed episodi passati abbastanza dolorosi». Il rapporto che si è creato sul set tra lui e Félix Bossuet – che veste i panni di Sebastien – è stato vincente anche per la costruzione dei ruoli: «Il mio lato più ragazzino è tornato a galla istintivamente per creare un contatto con Félix, ci siamo divertiti da matti», assicura Neuvic, diventato papà durante le riprese. «La produzione era felicissima perché proiettavo la mia nuova paternità su di lui, ero coinvolto dal profondo». Ne sarebbe stata contenta anche Cécile Aubry, ex ballerina e autrice del romanzo da cui la pellicola ha preso vita. Una storia intensa e avventurosa, ovviamente a lieto fine, perfetta per Natale.


L’ O M B R E L L O

art director barbara veronesi

O L T R E

hdueo.com


Con l’offerta CartaFRECCIA Special viaggiare costa la metà Un motivo in più per iscriversi a CartaFRECCIA

Per i soci CartaFRECCIA risparmio del 50% per partenze dalle 11 alle 14, martedì, mercoledì e giovedì.

Trenitalia. Chi ti dà di più? Offerta a posti limitati. Lo sconto del 50% si applica rispetto al prezzo del biglietto Base. L’offerta, riservata ai titolari di una CartaFRECCIA, è valida per viaggiare su tutti i treni Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca e sugli Intercity, in 1a e in 2a classe e nei livelli di servizio Business, Premium e Standard. Sono esclusi i treni e servizi Notte e il livello di servizio Executive. Il biglietto può essere acquistato fino alle ore 24 del giorno precedente alla partenza del treno.


CartaFRECCIA Special

Informazioni e acquisti su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita.

www.trenitalia.com Il cambio del biglietto e della prenotazione, il rimborso e l’accesso ad altro treno non sono consentiti. Info su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita.


VIAGGIARE TEATRO

L’armonia del futuro Intervista a Sabina Guzzanti, in tournée nei teatri italiani per raccontare, tra un’imitazione e una risata, il modo in cui ci siamo salvati da questo secolo triste e feroce

di Silvia Del Vecchio - Photo Lucrezia Testa Iannilli

S

abnaQf2 sale sul palco tremolante, emozionata perché quest’anno tocca a lei il discorso celebrativo sulla fine del periodo storico più buio che l’umanità abbia mai conosciuto, gli anni Duemila. «Come ne venimmo fuori nasce da uno studio che sto portando avanti da anni sul neoliberismo, perché non avendo mai capito nulla o quasi di economia volevo trovare delle risposte. Così, cominciando a fare domande in giro, a parlare con le persone e a documentarmi, ho scoperto un libro che spiega il pensiero politico alla base delle attuali scelte economiche: La nuova ragione del mondo, scritto da due giornalisti francesi, Pierre Dardot e Christian Laval». È questo volume, insieme al saggio di Naomi Klein, Shock economy, ad aver dato forma al

Interview to Sabina Guzzanti. On tour in Italian theatres, she tells, through an impersonification and a laugh, the way by which we saved from this painful and merciless century.

96

LF

DIC2015


pensiero che man mano è confluita in una visione complessa e che si è tradotta in regole da applicare per il bene dell’economia». Regole che diventano scelte politiche atte a modificare la struttura stessa dei Paesi in cui si vive, la Costituzione, la cultura, le relazioni. Oggi un cittadino è costretto a comportarsi come se fosse un’impresa. A investire su di sé, a vedere intorno solo concorrenti e minacce, a massimizzare i propri interessi. Il legame con l’attualità più recente purtroppo non manca durante lo show: «Il neoliberismo e gli attentati dell’Isis in Europa danno la misura della difficilissima situazione in cui ci troviamo. Potrebbe scoppiare la terza guerra globale con scenari da incubo, perché questo sistema economico porta al conflitto e al tempo stesso non ci permette di smettere di finanziare i terroristi», detto senza peli sulla lingua. Concetti chiari che, analizzando tv e giornali, sembrano partire soltanto dalla bocca di artisti, comici e qualche forza politica all’opposizione. «Ma a sopperire questo silenzio c’è anche il Tg porco», progetto di giornalismo satirico autofinanziato. Online su YouTube e Facebook, è un prodotto realizzato in crowdfunding, chiunque può dare un contributo. Le parole, di cui oggi si abusa o ci si dimentica, hanno un preciso si-

gnificato, condizionano e orientano verso una certa direzione. Lo spiega bene l’inviata “aggratis” di questo innovativo tg, che ricorda quanto sia sempre più frequente oggi la scelta di informarsi da soli. Per questo i lavori di Sabina, sia per il teatro che per il cinema o il web, sono realizzati in autofinanziamento. «È stato un necessario esperimento di indipendenza il mio, a causa della devastazione culturale italiana. La satira non può salvare il mondo, ma renderlo più digeribile sì. Riduce la solitudine, le persone si riconoscono e ridono insieme. E mi sembra una cosa buona, non andrebbe combattuta e censurata». Tornando al futuro, i cittadini del Tremila non hanno una grande opinione di noi, non capiscono come siano potuti diventare forti i nostri politici. Ci ricordano anche che, a un certo punto, non si votava nemmeno più e la riforma della scuola aveva assegnato ai presidi ogni potere. Però SabnaQf2 esclama: «Ora la democrazia è tornata e siamo di nuovo umani!». Possiamo dormire sereni, dunque, perché ne verremo fuori. Ma come? «Beh no, questo non lo posso proprio dire, è una sorpresa riservata agli spettatori», tuona imitando Maria De Filippi. «Vi aspetto a teatro, l’importante è sapere che ce la facciamo».

SABINA GUZZANTI

nuovo spettacolo teatrale di Sabina Guzzanti. «Ora, però, mi chiederai come possa nascere uno show comico da due simili saggi. In effetti è stata un’operazione molto originale e complessa, ma alla fine il risultato è quello che conta: i concetti sono stati tradotti con ironia, riescono a far ridere e soprattutto sono fruibili da tutti». La trovata è raccontare il nostro periodo storico dal futuro, mostrando la realtà con un sano e liberatorio distacco. «Di questo secolo triste e feroce la generazione successiva non ricorda tutto per fortuna; cerca di capire cos’era Facebook, chi erano Renzi e la Merkel, com’era diventato il lavoro, ma lo fa in modo rilassato, perché tutto questo nel futuro è superato. È un toccasana, un punto di vista rigenerante: molti oggi sono convinti che una società diversa non sia possibile, che tutto debba restare così, immobile. Fatto che per fortuna le leggi della natura smentiscono!». Vivere senza speranza non è una bella condizione, spiega l’attrice, che di gente ne incontra tanta e tocca con mano lo sconforto. L’intento è proprio restituire la speranza. «Certo, si potrebbe peggiorare ancora, ma prima o poi il cambiamento è inevitabile». Il pubblico finora ha risposto benissimo, con entusiasmo e con lunghissimi applausi finali, confessa soddisfatta. È uno show pensato apposta per dare un’idea enciclopedica del periodo che stiamo vivendo, e questo colpisce gli spettatori: «È come vedersi da fuori, e riderne, finalmente!». Quindi, tra un’imitazione e un fatto di cronaca, la Guzzanti racconta com’erano diventate le persone e i rapporti umani, sui social network, a scuola e nel lavoro. «Traccio la storia di quello che oggi è il pensiero dominante, secondo cui il denaro, il profitto e la competizione sono i valori più importanti in assoluto. Questo, invece, non è affatto l’unico modo di stare al mondo, ma semplicemente il frutto di un’idea politica elaborata negli anni da tanti studiosi. Non credo nella tesi complottista di un piccolo gruppo di persone che ha stabilito le sorti per tutti. C’è invece una corrente ampia di

SAVE THE DATE//COME NE VENIMMO FUORI///////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////// DICEMBRE 19 MESTRE (VE) TEATRO TONIOLO | 28 TITO (PZ) TEATRO CECILIA GENNAIO 21 BARCELLONA (ME) TEATRO PLACIDO MANDANICI | 22 PALERMO TEATRO GOLDEN | 23 CATANIA TEATRO METROPOLITAN | 29 E 30 GENOVA TEATRO ARCHIVOLTO FEBBRAIO 11 PARMA AUDITORIUM PAGANINI | 16 FERRARA TEATRO COMUNALE | 19 BAGNACAVALLO (RA) TEATRO GOLDONI 20 BOLOGNA TEATRO DELLE CELEBRAZIONI | 25 LERICI (SP) TEATRO ASTORIA MARZO 3 CAVRIGLIA (AR) TEATRO COMUNALE | 4 ORVIETO (TR) TEATRO MANCINELLI | 5 CIVITAVECCHIA (RM) TEATRO COMUNALE TRAIANO | 8 ROMA AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA | 11 TORINO TEATRO COLOSSEO | 18 BASSANO DEL GRAPPA (VI) TEATRO JACOPO DA PONTE | 19 NOVENTA DI PIAVE (VE) PALAZZETTO FONTEBASSO APRILE 1 FIRENZE OBIHALL | 5 BORGO SAN LORENZO (FI) TEATRO GIOTTO | 6 ROCCASTRADA (GR) TEATRO DEI CONCORDI [www.sabinaguzzanti.it] DIC2015

LF

97


VIAGGIARE TEATRO

TIMI WORK IN

In 2016, Timi has his new start from Casa di bambola, the work of Henrik Ibsen that comes back on the scene in Saronno, from 22 to 24 January, and then in Milano until 24 February and in Firenze until 6 March.

PROGRESS di Dario Colombo

Photo Fabio Artese

FILIPPO TIMI

È

stato Amleto, Odino, Danton e Parsifal. Ma anche Satana. Lui, però, del diavolo ha ben poco. Se a guardarlo dalla platea incute un certo timore, da vicino è del tutto differente: più don Giovanni che Woyzeck, il soldato tradito che finisce ostaggio della sua stessa follia. Filippo Timi, come il libertino che seduce le donne, ha un ego che lui stesso definisce «immenso», anche se, a 41 anni, sembra aver archiviato «la fase di eccessi alla Kurt Cobain. È stata importante per trovare la mia strada ed emanciparmi dai progetti di famiglia», confessa l’attore perugino. «Se hai il fuoco artistico dentro, è difficile convivere con l’idea di mamma e papà: “Seppur faticoso, è un lavoro che non porta i soldi a casa”». Un grande salto che ha richiesto tanta forza e che, agli occhi di molti, lo ha fatto apparire un provocatore. Panni in cui, comunque, si sente a suo agio. Nel 2016 Timi riparte da Casa di bambola, l’opera di Henrik Ibsen che torna in scena con una tournée: Saronno dal 22 al 24 gennaio, poi Milano fino al 24 febbraio e Firenze fino al 6 marzo. Diretto da Andrée Ruth Shammah e al fianco di Marina Rocco, Elena Lietti e Andrea Soffiantini, è il protagonista assoluto: interpreta tutti i ruoli maschili, Helmer, Rank e Krogstad. Difficile riuscire a essere ipocrita e conformista allo stesso tempo, ma pure capro espiatorio e perfido ricattatore? «Basta studiare. Anche se sono così differenti tra loro, in qualche modo i tre uomini si assomigliano», spiega, «in fin dei conti siamo tutti lo stesso uomo. Che buttandola in filosofia suona più o meno così: la ferita da cui scappiamo e quella da cui nasciamo è sempre la stessa». Tra i tanti impegni, c’è sempre spazio per il viaggio, condizione permanente per un artista del suo calibro che non nasconde di «dormire bene in treno». E chissà quante volte, comodamente seduto mentre fuori il paesaggio scorre veloce, ha sognato di vincere l’Oscar, che per Timi significherebbe «avere la possibilità di incontrare persone che ti ricoprono di soldi per fare quello che più ti piace». Eppure, poi, ammette che il suo Academy Award l’ha già trovato con il Teatro Franco Parenti. Sua mamma, invece, si accontenterebbe che vincesse il Telegatto. Con buona pace dell’attore, che ha già pensato a dove piazzarlo. «In bagno, così non passerebbe inosservato». Incorreggibile Timi.

DIC2015

LF

99


VIAGGIARE TEATRO

Lo

Schiaccianoci 2.0 di Salvatore Coccoluto Photo Isabella Zezima

Giuliano Peparini, a star in France with his musical La légende du Roi Arthur, is choreographer of the ballet Lo Schiaccianoci at Teatro dell’Opera in Rome from 20 December to 8 January.

G

GIULIANO PEPARINI

iuliano Peparini è nato a Roma, ma la Francia l’ha adottato regalandogli il successo mondiale, prima come ballerino e poi come regista e coreografo. Da tre mesi il suo musical La légende du Roi Arthur, fino al 3 gennaio al Palais des Congrés di Parigi, sta riscuotendo ampi consensi al punto che nel 2016 verrà proposto anche in Belgio e in Svizzera. Negli ultimi anni monsieur Peparini ha conquistato anche il pubblico televisivo, sia transalpino che italiano, grazie alla partecipazione come giudice a France’s got talent e nelle vesti di direttore artistico di Amici. A Natale, dopo il successo registrato nel Belpaese con l’opera moderna Romeo e Giulietta, si lancia in una nuova sfida teatrale firmando le coreografie del balletto Lo Schiaccianoci e danzando sulle immortali note di Cajkovskij. Appuntamento al Teatro dell’Opera di Roma dal 20 dicembre all’8 gennaio.

100

Quali sono le peculiarità del suo Schiaccianoci? È uno spettacolo un po’ pazzo, con grande contaminazione fra classico e moderno. Prima di tutto LF

DIC2015

ho riadattato il libretto: per avvicinare la storia ai giovani ho portato i protagonisti della versione originale a un’età adolescenziale. Poi ho impostato una scenografia metaforica, in continua evoluzione e con tante videoproiezioni. Dopo il successo di Romeo e Giulietta, che effetto le fa tornare in Italia con questo balletto? Sono andato via 20 anni fa: ero un ragazzino dotato che non sarebbe riuscito a emergere nel nostro Paese. Così, per realizzare il mio sogno, mi sono trasferito in Francia. Ci sono riuscito, ma tornare a casa è sempre un piacere e una bellissima vittoria. Qual è invece il segreto del successo dello spettacolo parigino? Ho lavorato molto sul lato visuale della scena, sugli effetti. Il budget ce l'ha consentito, abbiamo 40 ballerini e 450 costumi. In tv si divide tra France’s got talent e Amici… Con Amici, che curo secondo il mio gusto e la mia preparazione, investo sui giovani e sul loro talento, quindi è un’esperienza molto seria. Il format di France’s got talent è diverso: ha uno spirito giocoso e anche i concorrenti possiedono quest’approccio.


VIAGGIARE

Singing

MUSIC

Christmas IL FRONTMAN DEGLI SPANDAU BALLET PROTAGONISTA DI UN ALBUM SUI GENERIS DA METTERE SOTTO L’ALBERO di Gaspare Baglio

Photo Max & Douglas

C

he Feste sarebbero senza la star di turno che intona canzoni come White Christmas, Let it snow e Have yourself a merry little Christmas? Quest’anno tocca a Tony Hadley, frontman degli Spandau Ballet, con il suo The Christmas album. Il progetto solista del cantante britannico ha, però, un sapore tutto suo: ai grandi classici aggiunge brani nuovi portati al successo da star come i Train, gli N’sync e Chris

TONY HADLEY

Tony Hadley, the frontman of Spandau Ballet, is the main character of The Christmas album, an album that combines the great classics of the holidays with contemporary songs of the world music stars.

DIC2015

LF

103


VIAGGIARE MUSIC

Rea. «Avevo una lista con tantissimi pezzi, ma non volevo fare un cd swing tipo Tony Bennett o Michael Bublé. L’idea era mettere in piedi qualcosa che unisse i gusti della gente con qualche novità. Così ho inserito canzoni contemporanee e non propriamente natalizie come, ad esempio, Stay another day degli East 17. Non so se ve le ricordate, ma in Inghilterra sono state davvero famosissime. In generale, per tutte le composizioni inserite, ho posto molta attenzione anche ai testi e alle parole». Tra le track spicca Fairy tale of New York dei Pogues in duetto con Nina Zilli. «È una ragazza adorabile e ha fatto un gran bel lavoro con l’inglese. Ha reso al massimo quella che è risultata essere la canzone di Natale più amata in UK. Io, invece, quando mi sono cimentato con l’italiano, ho avuto grandi difficoltà con le vocali aperte». L’album è stato interamente registrato e prodotto nel Belpaese, con il quale Hadley ha sempre avuto un bel feeling: «In questa occasione grandi musicisti e arrangiatori hanno dato il loro apporto. E poi sono un fan del produttore Claudio Guidetti, è stato bello lavorare con lui, con risultati molto soddisfacenti». Nel disco figurano gli inediti Every seconds I’m away e Snowing all over the world. «Danno un’idea di comunità, del resto il senso dell’Avvento è proprio quello di stare vicino ai propri cari». Dopo il ritorno alle hit storiche nel tour con gli Spandau Ballet, Tony si sta concentrando su un nuovo progetto solista: «Con la band farò sicuramente altre cose. Al momento, però, voglio pensare a me stesso. Amo essere libero». Non sarebbero male una serie di concerti sotto l’albero. «Magari il prossimo anno. Del resto sono un bambinone e mi piace credere a Babbo Natale».

A TUTTO GOSPEL [Imprimatur, pp. 224 ¤ 16]

[Azzurra publishing, pp. 150 ¤ 7,90]

MUSICA DA LEGGERE

La storia del leader del Naples power attraverso le testimonianze di chi lo ha conosciuto e ha lavorato con lui. Pino Daniele è la biografia curata dal giornalista Salvatore Coccoluto che ripercorre le tappe dell’artista scomparso un anno fa. Per i fan di Claudio e Gianni c’è Baglioni-Morandi: due capitani coraggiosi, di Paolo Jachia e Francesco Paracchini, in cui le canzoni sono inserite nel contesto storico dell’epoca.

104

LF

DIC2015

L’Auditorium Parco della Musica di Roma diventa il tempio del gospel. Il 21 dicembre, direttamente da Washington, tornano Nate Brown & One Voice, selezione dei migliori elementi dal coro Nate Brown & Wilderness. Il giorno seguente impazzano le sonorità vocali del sestetto Emma Lamadji & Heavenly Praise, che ripropone la formula vincente del soul accarezzato da funk e blues. Il 23 si apprezza l’Harlem Gospel Choir, mentre mercoledì 30 ci si scatena con l’energia del prete Pastor Ron e il suo adrenalinico show. [www.auditorium.com]


arteďŹ era.it


VIAGGIARE FOOD

L’Albero della vita. Insieme a Palazzo Italia e al Padiglione Zero, resterà nell'ex area di Expo Milano 2015. © Media Centre Release

SULLE TRACCE DI EXPO 2015 COMMUNITIES, ECOLOGIA E RIUSO: PERCHÉ L’ESPOSIZIONE UNIVERSALE È STATA IL TRAMPOLINO DI LANCIO PER TANTE BUONE IDEE di Dario Colombo

I

fuochi d’artificio dell’Open Air Theatre: è questa l’ultima immagine di Expo, impressa negli occhi degli ospiti della giornata finale. Era il 31 ottobre e, dopo sei mesi dall’esordio e 20 milioni di visitatori, l’Esposizione Universale si preparava a chiudere i battenti. Ma cosa è rimasto del grande evento ospitato da Milano? Al di là dei piani per creare un polo universitario e la silicon valley italiana, il dismantling delle strutture procede spedito: uno dei primi padiglioni a lasciare il sito è quel106

LF

DIC2015

lo di Slow Food, che presidiava il Decumano. Ma se questo rientrava nel programma fin dall’inizio, quello che non si poteva immaginare è la miriade di nuovi progetti generati. Come expoi.org, ideato dal blogger Antonio Piemontese proprio allo scopo di non disperdere il capitale umano aggregato nella Città del Duomo. Il 34enne ha creato una community online e in pochi giorni ha raccolto su Facebook quasi un migliaio di iscritti che non vogliono piangersi addosso, ma che preferiscono dare

Communities, ecology and reuse: why Expo 2015, the big event hosted in Milan, was a springboard for many good ideas.

vita a nuove imprese e startup rimboccandosi le maniche. Come Elena Galimberti, ex impiegata a Palazzo Italia, già ideatrice e organizzatrice del Mondiale di calcio di Expo, che dal 1° novembre ha creato un gruppo sul social network di Mark Zuckerberg per salvare il "verde" dell’Esposizione Universale. Con altri giovani si è presentata sul sito e, armata degli strumenti di lavoro necessari, ha iniziato a prelevare le piante per trasferirle in vari Comuni d’Italia. Tra questi anche Rho, che ha


ospitato il semestre meneghino. Sempre sui social network sono rimasti attivi gruppi di lavoratori della kermesse – come Insider Expo – che, oltre a darsi reciproco sostegno per combattere la malinconia di fine evento, si scambiano consigli per trovare un nuovo impiego e pubblicano annunci di lavoro. In via di definizione l’agenzia per il riuso dei beni che verranno recuperati dal disallestimento delle varie strutture e il progetto Musexpo, che sta per prendere il via: una raccolta di testimonianze, documenti e materiali digitali provenienti dai

diversi padiglioni che serviranno per continuare a lavorare sui contenuti di Expo 2015. Cascina Triulza rimane aperta anche per accogliere eventi e iniziative di organizzazioni, istituzioni e imprese che vogliono contribuire ad arricchire il programma. Infine, c’è Expo People, un racconto attraverso i ritratti e le testimonianze di chi ha vissuto la manifestazione. Un’idea per lasciare traccia, in futuro, di questa preziosa partecipazione. Per ora è un portale ma chissà che, grazie al crowdfunding, non possa essere presto pubblicato.

Il Padiglione Monaco

© Media Centre Release

RECYCLING EXPO di Carlo Valentino

Terminata il 31 ottobre, ma non del tutto. L’Esposizione Universale continua a vivere grazie al riutilizzo dei padiglioni. Già dal 1° novembre i progetti – alcuni definiti, altri meno – sono entrati nella fase operativa. Il riuso è vario: chi si è dedicato a iniziative sociali, chi ha basato tutto sulla cultura e chi ha puntato su una ricollocazione in natura. Ne è un esempio il padiglione degli Emirati Arabi Uniti, che sarà smontato e ricostruito ad Abu Dhabi, dove diventerà un centro per la produzione di energia da fonti rinnovabili, una sorta di hub per aziende che operano con tecnologie green. Ma anche Milano, che nel semestre ha accolto oltre 21 milioni di turisti, riceverà il suo regalo da Expo: saltato lo spostamento dell’Albero della vita in piazzale Loreto per questioni logistiche, il Comune meneghino si è assicurato insieme alla Regione le Case dell’acqua, redistribuite sul territorio milanese, ed è ormai certa la costruzione di un grande centro per la ricerca a Rho Fiera. Inoltre, Coca-Cola ha offerto il suo padiglione per creare un campo di basket in uno dei quartieri difficili tra Milano e provincia. Un importante gesto di solidarietà arriva dal Principato di Monaco. I container del padiglione arriveranno in Burkina Faso e qui daranno vita a una postazione della Croce Rossa. Il colosso immobiliare Vanke, invece, venderà le piastrelle rosse della facciata per ristrutturare l’area attorno all’antico tempio cinese Guangrenwang, costruito più di mille anni fa. Dulcis in fundo, le radici della vegetazione del bosco austriaco continueranno a crescere in un parco di Bolzano. Il team di Expoi al lavoro/www.expoi.org

DIC2015

LF

107


FOOD

Una

Quella tra giovani e cibo è una storia di amore e odio, perennemente in bilico tra golosità e desiderio di una linea perfetta di Daniele Grassucci [Direttore di Skuola.net]

D

ue ragazzi su cinque hanno tanta, troppa, paura di ingrassare. È quanto emerge da una ricerca del portale Skuola.net su un campione di 3.500 giovani. Se poi il dato si scompone per genere, si scopre che per il 75% delle teenager cibo vuol dire sovrappeso e problemi di linea: il sogno di tutte, invece, è esibire la taglia 38, o al massimo una 40. Quel che resta dell’Expo, dunque, è un infinito senso di colpa. Perché “nutrire il pianeta” passa prima attraverso il “nutrire se stessi”, e chi si nutre ingrassa. In Italia, in Europa e nel mondo occidentale mangiare è quasi sempre sinonimo di esagerare. Ma quali sono i rimedi se, per caso, si diventa preda dell’intemperanza alimentare e si cede al richiamo di un pezzo di pizza con mozzarella? Nel 23% dei casi la si ritiene una sconfitta ma senza farne un dramma. Il 17% del campione, invece, è più rigido e disposto a sottoporsi a digiuni forzati saltando i pasti, mentre un pragmatico 10% sostiene di ricorrere ad allenamenti extra in palestra. Ma quanti giovani scelgono di praticare sport solo ed esclusivamente perché fa bene? Solo l’8% degli intervistati. Parecchi ammettono di farlo per la linea da recuperare o da mantenere (il 25%), e se i più considerano l’attività fisica una passione (il 60%), è probabile che sotto sotto anche per loro l’ambizione sia un corpo perfetto. Soprattutto perché tre ragazzi su cinque sono oggetto di bullismo verbale da parte dei compagni e, in rari casi, addirittura dei professori. L’estetica è dunque una religione. Tant’è che tra i giovani si diffondono rigide scuole di pensiero: il 3% del campione dichiara di attenersi a regole alimentari conformi al proprio credo (musulmani che non mangiano il maiale, cristiani che si astengono dalla carne il venerdì), e un 9% segue altre convinzioni. I vegetariani, per esempio, sono un po’ più del 2% del totale, ma non mancano vegani, crudisti, macrobiotici e ipocalorici. Sarà pure importante nutrire il pianeta, ad oggi però, presi individualmente, i ragazzi preferiscono denutrire se stessi. O almeno andarci piano con il cibo.

108

LF

DIC2015

Young people and food have a story of love and hate. They constantly look for a balance between temptation and desire and a perfect shape.

relazione complicata

© Africa Studio/Fotolia.com

VIAGGIARE


OGNI POMODORO CHE SI RISPETTI VORREBBE DIVENTARE PETTI. Perché lo lavora a bassa temperatura per conservare la fragranza, la consistenza e il colore rosso vivo del pomodoro fresco appena raccolto. Perché tutta la gamma Petti - Il pomodoro al centro è certificata VeganOK e Kosher.

La Spezia Firenze Campagne pisane

Livorno

Siena

Stabilimento Petti

Grosseto

L’incontro unico tra il pomodoro a pezzetti e la salsa più delicata, amato anche dai palati più sofisticati.

Densa e vellutata, senza bucce né semi, con la sua intensa dolcezza esalta anche le ricette più semplici.

* www.ilpomodoropetti.com www.pettirossoblog.com

Scopri ricette e consigli su:

*Ricerca GPMI©/IRI 01/2015 su 12.000 consumatori italiani, su selezione di prodotti venduti in Italia. www.prodottodellanno.it cat. Conserve di Pomodoro.

Perché per offrire il massimo di qualità e gusto, Petti sceglie solo pomodoro toscano.

Corposa e gustosa perché ottenuta utilizzando un setaccio a trama grossa, rende unici anche i piatti più elaborati.


VIAGGIARE SOCIETÀ

COOPERAZIONE E SVILUPPO UN INVESTIMENTO PER IL FUTURO di Paolo Gentiloni

[Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale]

Guatemala, Huehuetenango, Todos Santos Un coltivatore di caffè, socio di una cooperativa agricola, con il raccolto del giorno

© Maeci/Magnum photos - Jerome Sessini

International cooperation is an investment for the future. Helping the poorest countries to grow in a sustainable way is necessary also to ensure our prosperity and security, to reduce and handle the large migratory flows coming from the South of the world, to promote stable and peaceful societies, to provide our children with a future in a more livable planet.

I

l 2015 è un anno speciale per la cooperazione allo sviluppo. È l’anno di Expo, il più grande evento mai realizzato su alimentazione e nutrizione, cui hanno partecipato circa 140 Paesi e oltre 21 milioni di visitatori. Coincide con l’Anno europeo per lo sviluppo, proclamato dall’Ue per promuovere fra i cittadini europei la conoscenza delle attività di cooperazione e la consapevolezza che anche i singoli individui possono avere un ruolo nell’influenzare i processi globali. È l’anno in cui è stata adottata l’Agenda 2030, che il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha definito la road map verso uno sviluppo integrato, sostenibile e universale. Lo sviluppo ci riguarda tutti personalmente. Pace, sicurezza e stabilità a livello internazionale non sono

concepibili senza sviluppo. Sradicare la povertà in tutte le sue forme e dimensioni, combattere la fame, garantire il diritto alla salute ponendo fine alle epidemie e riducendo la mortalità infantile e prematura, riconoscere un’educazione inclusiva e paritaria per tutti, assicurare il raggiungimento della parità di genere e promuovere il ruolo delle donne sono alla base dello sviluppo. Nell’attuazione della cosiddetta Agenda del Millennio, approvata dalle Nazioni Unite nel 2000, tanti grandi progressi sono stati realizzati. Solo per fare un esempio, limitato alla fame nel mondo, secondo fonti Onu, oggi il numero complessivo delle persone che soffrono la fame è sceso da oltre un miliardo a 795 milioni, 216 in meno rispetto al 1992. Settantadue Paesi su 129 sono riusciti addirittura a dimezza-

re in questi ultimi 15 anni i livelli di denutrizione. Molto però resta da fare: 795 milioni di persone soffrono ancora la fame. Di questi, 160 milioni sono bambini. Non stiamo parlando di numeri, ma di persone. Ed è di queste persone che si occupa, fra l’altro, l’Agenda 2030 adottata a settembre scorso dalle Nazioni Unite. Essa indica 17 nuovi obiettivi, definiti come sostenibili, perché essi integrano lo sviluppo economico a quello sociale e ambientale. L’Agenda 2030 introduce una ulteriore innovazione, perché riconosce che la sostenibilità dello sviluppo supera gli ambiti nazionali e necessita di una coerenza di politiche e di comportamenti, statali e individuali, a livello globale: Paesi in via di sviluppo e Paesi sviluppati sono chiamati a raggiungere insieme gli stessi obiettivi. DIC2015

LF

111


VIAGGIARE SOCIETÀ

Investire in questo processo è tanto più importante se guardiamo anche alle grandi sfide del mondo contemporaneo: violenza, terrorismo, cambiamenti climatici, flussi migratori. Garantire lo sviluppo non è solo un imperativo etico, ma anche una sfida che riguarda il nostro futuro, perché se non riusciamo a garantire il cibo a centinaia di milioni di persone non potranno che derivarne tensioni, difficoltà, guerre e fenomeni migratori incontrollabili. Le componenti dello sviluppo che dobbiamo perseguire possono quindi sintetizzarsi in cinque “p”: persone, prosperità, pianeta, partenariato, pace. Cinque perché l’Agenda 2030 aggiunge alle dimensioni economica, sociale e ambientale quelle del partenariato e della pace: la sostenibilità non può che fondarsi su società stabili e pacifiche, a loro volta basate sul rispetto della legalità, della non discriminazione e dei diritti umani. È per questo che la cooperazione riveste un ruolo essenziale nella politica estera del nostro Paese. È per questo che il disegno di legge di stabilità prevede un significativo aumento delle risorse che l’Italia intende destinare alle attività di cooperazione internazionale, in modo da allinearci con i partner del G7 e da superare i ritardi accumulati soprattutto negli ultimi anni. Si tratta di uno sforzo a lungo Senegal, Guinguieo Lotto di terra gestito da donne per la coltivazione di peperoni e altri ortaggi © Maeci/Magnum photos Stuart Franklin

112

LF

DIC2015

Senegal, Guinguieo Il lavoro di una delle socie di una cooperativa agricola femminile © Maeci/Magnum photos - Stuart Franklin

termine, di un vero e proprio investimento sul futuro. Aiutare i Paesi più poveri a svilupparsi e a crescere in maniera sostenibile serve anche a garantire la nostra prosperità e la nostra sicurezza, a ridurre e a rendere gestibili i grandi flussi migratori dal Sud del mondo, ad assicurare ai nostri figli un futuro in un pianeta ancora vivibile. È per far conoscere il ruolo fondamentale della cooperazione che, nel quadro dell’Anno europeo per lo sviluppo, abbiamo puntato soprattutto a informare ed educare i nostri ragazzi nelle scuole e nelle università con programmi di formazione alla cittadinanza globale. Abbiamo organizzato due summer camp a Expo per sottolineare l’importanza dello sviluppo agricolo sostenibile e della lotta agli sprechi; in oltre 60 scuole, diffuse su tutto il territorio nazionale, si è svolta la Settimana della Cooperazione italiana (un’altra edizione si terrà a febbraio prossimo) per insegnare agli studenti dalle elementari ai licei l’importanza, appunto, della cooperazione, mentre con gli atenei stiamo realizzando un ciclo di seminari dedicati agli studenti universitari. Il sostegno e la partecipazione non

solo dei giovani, ma di tutti i cittadini italiani ed europei, è essenziale per il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Non è un caso che l’eredità di Expo sia stata affidata alla Carta di Milano, un documento aperto alla firma di tutti: istituzioni, organizzazioni della società civile, imprese e cittadini che si impegnano a garantire alle prossime generazioni il diritto di accesso al cibo e a un futuro sostenibile, proprio attraverso la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030, diventando così la generazione “Fame Zero”. Come ha sottolineato il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, la nuova Agenda 2030 e la realizzazione dei suoi obiettivi, attraverso attività di cooperazione, costituiscono «la migliore occasione per trasformare la paura in speranza». Per sconfiggere fame e povertà e assicurare lo sviluppo è necessario quindi che ciascuno di noi si senta un cittadino globale: che ci impegniamo cioè, con i nostri comportamenti quotidiani – per esempio evitando lo spreco di cibo e i comportamenti che aggravano l’emergenza ambientale – a fare la differenza e influenzare così le scelte globali.


VIAGGIARE SOLIDARIETÀ

© Elettra Gallone

Gli artigiani del sorriso

Reportage da Nassiriya tra chirurghi, anestesisti e infermieri volontari per la ong romana Emergenza Sorrisi. La missione è curare malformazioni del volto causate da incidenti o esplosioni di ordigni, soprattutto in Africa e Medio Oriente Reportage from Nassiriya among surgeons, anesthetists and volunteer nurses for the Roman NGO Emergenza Sorrisi. The mission is to take care of face malformations caused by accidents or bomb explosions, particularly in Africa and in the Middle East.

P

er quelli di Emergenza Sorrisi il precetto medico “primum non nocere” (prima di tutto non recare danno) è sacrosanto ma non basta, perché un secondo principio pare ispirarli: “primum non cunctare” (prima di tutto non temporeggiare). Slogan e latinorum a parte, di tempo non ne perdono. Da otto anni la scena si ripete ad ogni missione, sempre diversa, ogni volta più affinata: varcata la soglia della sala operatoria una squadra di specialisti è al lavoro dalla mattina alla sera in un valzer incessante di sedazio-

di Federico Geremei

ni, interventi e risvegli. Sono professionisti cui basta un cenno per intendersi, coi pensieri di ognuno che anticipano le manovre di tutti. Chirurghi, anestesisti, infermieri e volontari prendono giorni di ferie, si congedano da colleghi e famiglie e ripiegano il camice in valigia. Africa, Medio Oriente, altre latitudini: il totale delle destinazioni è a due cifre ma non c’è tempo per tramonti esotici a fine giornata, le luci sono quelle sui bisturi. Smorziamo l’epos e torniamo all’ospedale. Fuori dall’area sterile ci sono i pazienti che aspettano

di essere operati e altri per cui si spera in un intervento. I primi sono tanti, i secondi sono troppi, ma si fa il possibile. Dipende dallo screening: all’arrivo nel Paese è l’attività zero, precede tutte le successive e identifica i casi cui dare priorità. Come? Mediando tra urgenza, fattibilità e benefici di ogni possibile intervento (ovvio ma non semplice) e ottimizzazione nell’eseguirne un numero elevato in poco tempo (meno ovvio e altrettanto difficile). Idem per le visite nei brevi intervalli di ogni giorno: tutti ricevono una diagnosi – in collaborazione DIC2015

LF

115


VIAGGIARE così per ricostruire e migliorare la vita nel senso più profondo, nelle strutture sanitarie locali nella maggior parte dei casi, in quelle italiane per quelli più complessi. La continuità temporale e territoriale sublima così l’occasionale e apre la strada a una crescita continua che si rinnova di missione in missione. L’anno è iniziato con quella in Iraq e si conclude in Georgia, per un totale di otto azioni in altrettanti contesti. A sfogliare l’album delle cartelle cliniche di Emergenza Sorrisi (e delle polaroid che le corredano) dal primo viaggio in Mozambico nel 2007 a oggi il conto delle attività parla da sé: 3.300 operati, centinaia di medici coinvolti. E quello dei sorrisi restituiti? È indefinito ma va ritoccato al rialzo. Si propaga e non si dimentica.

© Agnese Moroni

col personale locale che dovrà seguire ogni paziente (anche in futuro) – e qualcuno allunga la lista di coloro da operare. L’aritmetica dell’emergenza ha formule complicate e delicate, buon senso ed esperienza però le risolvono. Fabio Massimo Abenavoli è il presidente di Emergenza Sorrisi. Cinquantatré anni, specialista in chirurgia plastica e maxillo-facciale, la sfilza di timbri sul passaporto insegue quella di pubblicazioni scientifiche. «A un occhio distratto e non esperto forse sembriamo veloci, ma seguiamo solo protocolli professionali riconosciuti di alto livello». E collaudati. «Infatti, oltre i migliori standard, sui libri e sul campo. Ci sono urgenze straordinarie e croniche, tutte meritano il massimo impegno». E i sorrisi? Sono figurati e anatomici, partiamo dai secondi. Campeggiano nel nome di questa ong romana (che è anche onlus e associazione) e rappresentano l’obiettivo degli interventi per curare malformazioni del volto. La più importante è la labio-palatoschisi che comporta disagi nel nutrirsi e nel parlare, causando uno stigma sociale. Nel “primo mondo” l’aggettivo estetico rimanda alla vanità – col corredo d’ordinanza tutto gossip e glam – o a digressioni di filosofia da manuale, impermeabili alla patina di superficie. Altrove le cose vanno diversamente: ustioni da incidenti domestici o da esplosioni di ordigni non lasciano solo segni sulla pelle e incubi, compromettono la funzionalità degli arti. Si opera

Per sostenere le missioni mediche di Emergenza Sorrisi si può fare una donazione online tramite PayPal oppure con bonifico bancario intestato a Emergenza Sorrisi (Iban IT91J0538703203000001616000) o versamento sul conto corrente postale 1005824634 (Iban IT58J0760103200001005824634). [www.emergenzasorrisi.it] 116

LF

DIC2015

© Federico Geremei

SOLIDARIETÀ


2X1 SABATO TRENITALIA Anche a Roma

Viaggiare il sabato con Trenitalia è ancora più conveniente. Viaggi in due al prezzo di uno.

Trenitalia. Chi ti dà di più? L’offerta è a posti limitati e consente di viaggiare, ogni sabato in due pagando un solo biglietto Base, sulle Frecce e sui treni Intercity nazionali, in 1a e 2a classe e nei livelli di servizio Business, Premium e Standard. Sono esclusi i treni Regionali, il livello di servizio Executive e i servizi cuccette, VL ed Excelsior. Le operazioni di cambio prenotazione/biglietto,


Foto: Fotolia.com © detailblick - © sborisov - Creatività: © FS Italiane | DCCEM

Informazioni e acquisti su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita.

www.trenitalia.com di rimborso e di accesso ad altro treno non sono consentite. Il biglietto è acquistabile fino alle ore 24 del giorno precedente la partenza del treno. Per ulteriori dettagli sull’offerta, visita il sito www.trenitalia.com.


VIAGGIARE

© Donato Fasano/LaPresse

VISIONI

1 120

LF

DIC2015


© Ian Langsdon/Ansa

2

2015: anno difficile Eight shots for 2015 main events, a tough year. From the attack in January at the headquarters of the French satirical newspaper Charlie Hebdo to the beginning of the Jubilee of Mercy of Pope Francis.

I

l 2 gennaio il traghetto Norman Atlantic, danneggiato gravemente da un incendio ( 1), rientra nel porto di Brindisi. Grazie anche all’impegno del comandante Argilio Giacomazzi, eroe anti-Schettino, è la fine di un incubo iniziato il 28 dicembre nel Mar Adriatico. L’episodio è come

di Francesca Ventre

una premonizione in un anno in cui il fuoco, in senso metaforico, e il mare sono protagonisti. L’11 gennaio Parigi piange a testa alta e con una matita in mano per l’assassinio dei giornalisti di Charlie Hebdo ( 2), morti in nome di una libertà di stampa a volte dissacrante. Il terrorismo dell’Isis, che domina in Siria

e Iraq, è arrivato così in Occidente e pochi mesi dopo si fa sentire anche in Tunisia. Il 18 marzo i meravigliosi mosaici romani del Museo del Bardo ( 3) assistono attoniti a una strage di turisti, tra cui quattro italiani, mentre il 26 giugno un uomo spara su vacanzieri innocenti in costume da bagno a Sousse.

3 © Ufficio stampa Quirinale Paolo Giandotti/LaPresse

DIC2015

LF

121


Ambrogio LORENZETTI Dentro il restauro Siena, SANTA MARIA DELLA SCALA Dal 5 dicembre 2015

Alla scoperta dell’opera d’arte

InformazIonI e prenotazIonI vIsIte guIdate Call center 0577 286300 ambrogiolorenzettisms@operalaboratori.com - www.santamariadellascala.com media partner


VIAGGIARE

© Tolga Bozoglu/Ansa

VISIONI

© Creatività e Broadcasting – FS Italiane

4

Intanto a poca distanza, dalla Libia e da est, per mare e via terra, continuano ad arrivare ai confini dell'Europa uomini, don4). Il 2015 è ne e bambini ( fatto di immagini bibliche: siriani, africani e afghani incamminati a piedi da giorni, inzeppati su bus o barconi con fagotti che condensano le loro vite. Forse poco cambia rispetto alle icone degli esodi ebraici di millenni fa o alle deportazioni del secolo scorso dietro i fili spinati. Ad aprile un terremoto scuote la terra in Nepal e per tutto l’anno l’Italia è colpita da catastrofi naturali fomentate dalle dissennatezze umane.

5 Ma la speranza nel futuro, tenace, non muore e alimenta il mondo. A maggio, tra tanti scetticismi, parte Expo 2015 con il monito di Nutrire il pianeta. Scommessa vinta, almeno sui numeri, per gli organizzatori che vantano oltre 21 milioni di visitatori, dal 1° maggio al 31 ottobre in fila per ore davanti al Padiglione del

Giappone o a Palazzo Italia, all’ombra dell’Albero della vita ( 5). E per Trenitalia, vettore ufficiale della kermesse, è il momento per sfoggiare l’avveniristico Frecciarossa 1000, che il 24 no-

vembre raggiunge i 385,5 km/h. Record anche per l’astronauta Samantha Cristoforetti, che detiene il tempo massimo di permanenza nello Spazio per una donna. Sulla terra la bandiera DIC2015

LF

123


VIAGGIARE

6

© Ian Langsdon/Ansa

© Osservatore Romano/LaPresse

tricolore sventola sempre più in alto in onore di due racchette pugliesi, Flavia Pennetta ( 6) e Roberta Vinci, che a settembre si affrontano agli Us Open in un derby tutto italiano, vinto dalla prima. A grandi passi tra eventi e crisi economica globale, una vasta distesa di scarpe ( 7) invade Parigi: è il 30 novembre quando calzature di ogni genere e piccole luci ricordano le vittime di quel buio venerdì 13 nella Ville Lumière, al centro di un assedio terroristico suicida con epicen-

© Xinhua/LaPresse

VISIONI

7 tro il Bataclan, i tavolini dei bar e lo stadio. E l’Europa canta la marsigliese guardando con paura all’Islam. Pace è l’invocazione che Papa Francesco innalza senza arrendersi, nella Repubblica Centrafricana il 28 novembre, in occasione della storica apertura di una Porta Santa ( 8) al di fuori di Roma. L’8 dicembre dalla Capitale parte il Giubileo della Misericordia in piazza San Pietro, tra pellegrini di ogni dove e un imponente dispiegamento di forze dell’ordine. La sfida per il 2016 è di approdare in un porto sicuro, libero da conflitti e portatore di una ripresa economica non più timida. 124

LF

DIC2015

8


VIAGGIARE VISIONI

PONTEFICI IN VIAGGIO

Papa Francesco riceve i piccoli del Treno dei bambini. Città del Vaticano (30 maggio 2015) © Osservatore Romano/LaPresse

IN OCCASIONE DEL GIUBILEO UN NUMERO SPECIALE DELL’ITALIA DEL TRENO DEDICATO AI PAPI di Ernesto Petrucci

I

l Giubileo della Misericordia ispira il percorso nella nostra memoria collettiva attraverso i viaggi dei pontefici. Uno spaccato che dalla seconda metà del ’900 arriva fino ai giorni nostri. Era il 1962 quando l’Italia e il mondo vivevano i primi annunci di quel Concilio Vaticano II che cambiò in profondità la vita spirituale di milioni di credenti. In treno, attraverso la provincia italiana, circondato da due ali di popolo, Giovanni XXIII volle essere pellegri-

Giovanni Paolo II all’interno dell’officina di Roma Smistamento tra i saluti dei presenti (8 novembre 1979)

126

LF

DIC2015

© Archivio Fondazione FS Italiane

no e messaggero di quel nuovo corso della Chiesa raggiungendo Loreto e Assisi per chiedere la protezione della Madonna e di San Francesco per la grande impresa che si accingeva a iniziare. Il treno come legame profondo con quel popolo di fedeli e credenti, compagni di un viaggio comune e di una condizione umana fatta di cambiamenti, a volte di incertezze, ma ancorata in profondità al messaggio cristiano. Il lavoro dei ferrovieri è esaltato e valorizzato nelle parole di Paolo VI e Giovanni Paolo II; lavoro che emancipa, che è servizio verso la collettività, atto di amore verso il prossimo. Le immagini, infine, si colorano, diventano cronaca: è il 2010 e Benedetto XVI inaugura l’Ostello della Caritas alla stazione Roma Termini. Scorre il 2015 e il Frecciargento porta tanti bambini da Papa Francesco in Vaticano, un grande abbraccio d’amore e solidarietà cui, ancora una volta, fa da sfondo il treno.


un Italiano Vero

www.colavita.com


A cura di Silvia Del Vecchio

VIAGGIARE

Cultura VISIONI

in viaggio

ITINERARIO PER NON PERDERE GRANDI MOSTRE ED EVENTI NELLE METROPOLI D’ITALIA. IL BIGLIETTO DELLE FRECCE NON SCADE A VIAGGIO CONCLUSO, ANZI DÀ DIRITTO A SCONTI E AGEVOLAZIONI. INFO SU TRENITALIA.COM, SEZIONE OFFERTE E SERVIZI - IDEE DI VIAGGIO MILANO Frecciarossa 1000 – Prossima fermata MUBA al Museo dei bambini di Milano [www.muba.it] Gauguin. Racconti dal paradiso fino al 21 febbraio e Barbie. The Icon fino al 13 marzo al Museo delle Culture [www.mudec.it] TORINO Matisse e il suo tempo a Palazzo Chiablese fino al 15 maggio [www.mostramatisse.it] VENEZIA Palazzo Grassi e Punta della Dogana, mostre e laboratori ST_ART per bambini [www.palazzograssi.it] MUVE – Fondazione Musei Civici di Venezia, … Ma un’estensione. Gastini, Icaro, Mattiacci, Spagnulo a Ca’ Pesaro fino al 28 febbraio [www.visitmuve.it] VERONA Tamara de Lempicka all’Arena Museo Opera fino al 31 gennaio [www.arenamuseopera.com] Seurat, Van Gogh, Mondrian a Palazzo della Gran Guardia fino al 13 marzo [www.arthemisia.it] BOLOGNA Egitto. Splendore millenario al Museo Civico Archeologico fino al 17 luglio [www.museibologna.it] Brueghel Capolavori dell’arte fiamminga a Palazzo Albergati fino al 28 febbraio [www.palazzoalbergati.com] 128

LF

DIC2015

FIRENZE Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana a Palazzo Strozzi fino al 24 gennaio [www.palazzostrozzi.org] Musei Civici Fiorentini e Il principe dei sogni a Palazzo Vecchio fino al 15 febbraio [www.musefirenze.it] Fondazione Maggio Musicale Fiorentino: cartellone opere, concerti e balletti fino a dicembre 2016 [www.operadifirenze.it] ROMA Frecciarossa 1000 – Prossima fermata Explora al Museo dei bambini di Roma [www.mdbr.it] James Tissot al Chiostro del Bramante fino al 21 febbraio ( 2) [www.chiostrodelbramante.it] Balthus alle Scuderie del Quirinale fino al 24 gennaio [www.scuderiequirinale.it] Russia on the road fino al 15 dicembre, Una dolce vita? fino al 17 gennaio e Impressionisti e moderni fino al 14 febbraio a Palazzo delle Esposizioni [www.palazzoesposizioni.it] NAPOLI Frecciarossa 1000 – Scienza in treno all’Officina dei piccoli della Città della Scienza [www.cittadellascienza.it]

1

FERRARA

De Chirico a Ferrara 1915-1918. Pittura metafisica e avanguardie europee a Palazzo dei Diamanti fino al 28 febbraio: ingresso 2x1 per i soci CartaFRECCIA ( 1) [www.palazzodiamanti.it] 1 Giorgio de Chirico Particolare di Il Trovatore (1917) Collezione privata

2 James Tissot The Gallery of HSM Calcutta (1876 circa)

© Tate, London 2015

2


lightcommunication.it

ica men BACOA o d La l BAR a usta

si g

Da Barbacoa la carne non ha segreti Lasciatevi conquistare dal Barbacoa, ristorante specializzato nella preparazione della carne da oltre vent’anni e affermato in tutto il mondo. Assaporate i migliori tagli di carne, serviti secondo il tradizionale metodo Rodizio, assaggiate l’ottimo buffet di antipasti e scegliete il vostro vino tra le 140 etichette italiane selezionate. Inoltre Barbacoa si è arricchito del Dehors, l’accogliente e ricercato spazio esterno coperto.

Barbacoa, momenti unici raffinati ed eleganti!

São Paulo Campinas Salvador Brasilia Tokyo Osaka Milano Lunedì - sabato: 19.30/24.00 Domenica: 12.30/16.00 - 19.30/22.30

Via delle Abbadesse, 30 / 20124 - Milano Tel. 02 688 3883 - barbacoa.milano@barbacoa.it www.barbacoa.it - www.barbacoa.com.br

Barbacoa è presente nella Guida Rossa MICHELIN 2015


VIAGGIARE

GIUBILEO BY TRAIN ANNO SANTO

di Francesca Ventre

A

l Giubileo con il treno. È imponente il piano elaborato dal Gruppo FS Italiane per i pellegrini in arrivo nella Capitale: in totale 225 treni, di cui 165 Frecce. Tiburtina, Aurelia, La Storta, Fiumicino e Ciampino sono le principali stazioni di interscambio dotate di parcheggi e servizi per i viaggiatori, che possono contare su oltre 1.000 treni a disposizione. La stazione AV di Roma Tiburtina è la principale porta di accesso alla Città Eterna, servita ogni giorno da 64 Frecciarossa, 22 Frecciargento, 10 treni Intercity e Intercity Notte e da 307 collegamenti regionali. Potenziati anche i servizi ferroviari urbani con gli scali di Ostiense e San Pietro. Qui confluiscono 2 Frecciabianca da/per Genova, 2 Intercity Sestri Levante-Napoli e 2 Notte da/per Torino. Aumenteranno fino a 120 le corse dei Leonardo Express che ogni 15 minuti collegano Roma all’aeroporto di Fiumicino, con un incremento dei posti a sedere da 22mila a 34mila, per arrivare a 40mila a pieno regime. Questo collegamento ogni quarto d’ora si va ad aggiungere alle 124 corse regionali quotidiane verso Tiburtina, con fermate a Trastevere, Ostiense e Tuscolana: ciò significa un treno ogni 7 minuti e 30 secondi, oltre ai 181 convogli tra Ciampino e Termini, con una per-

130

LF

DIC2015

A Jubilee by train. The Gruppo FS Italiane drew up a huge plan for incoming pilgrims in the Capital City: a total of 225 trains, of which 165 Frecce. Tiburtina, Aurelia, La Storta, Fiumicino and Ciampino are the main hub stations with car parking and services for travellers, who can count on over 1,000 available trains. The High Speed station of Roma Tiburtina is the main gateway to the Eternal City, served daily by 64 Frecciarossa, 22 Frecciargento, 10 Intercity and Intercity Notte trains and with 307 regional connections.

correnza di soli 15 minuti. L’offerta Trenitalia si estende poi verso altri luoghi di culto. Per Padova i collegamenti giornalieri sono 94, di cui 82 Frecce, e per Foggia, da dove è semplice raggiungere S. Giovanni Rotondo, 44 di cui 26 Frecce. E ancora 50, di cui 28 Frecce, per Ancona verso Loreto, dove sono previste anche 6 nuove

fermate Intercity. Infine, ad Assisi arrivano 49 treni (4 di lunga percorrenza) e a Pompei 65 regionali. A disposizione dei fedeli e dei viaggiatori Lazio Unica Pass-Speciale Giubileo, la carta ricaricabile per treni regionali e Metrebus della durata di 24, 48, 72 ore o di una settimana. Non mancano servizi di customer care nelle stazioni di


© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane © Creatività e Broadcasting - FS Italiane

Roma Termini, Tiburtina, San Pietro, Aurelia, Ostiense e Fiumicino. Utili gli orari tascabili per la lunga percorrenza e i regionali, come pure gli impianti di security e le telecamere posti nei punti nevralgici per innalzare i livelli di sicurezza. Inoltre, tutte le informazioni su servizi e mobilità, call center e numeri per le emergenze sono in onda dal lunedì al sabato su InfoGiubileo, il giornale radio dedicato a romani e pellegrini realizzato da Radio Vaticana, Ferrovie dello Stato Italiane, Agenzia per la Mobilità e Luceverde Aci. DIC2015

LF

131


132

LF

DIC2015


VIAGGIARE MODA

GENERAZIONE PITTI

RITORNA L’APPUNTAMENTO CON IL SALONE FIORENTINO DEDICATO ALLA MODA UOMO. QUEST’ANNO RECORD DI PRESENZE CON 1.205 MARCHI IN ESPOSIZIONE di Antonella Caporaso

P

er la prima volta superiamo i 1.200 marchi, di cui 220 new entry. Un numero che ci ha portati a recuperare nuovi spazi all’interno della location espositiva.

« Another date with Pitti Uomo 89, the Florence show dedicated to men's fashion that this year has a record attendance of 1,205 brands on view.

DIC2015

LF

133


VIAGGIARE MODA

scouting di nuovi talenti, la kermesse fiorentina offre il proprio palcoscenico di Menswear Guest Designer allo stilista coreano Juun.J che debutta alla stazione Leopolda con la sua collezione in 3D. Mentre il Teatro Niccolini, riaperto per l’occasione dopo 20 anni, accoglie tra le sue quinte lo stile unico dell’italiano Marco De Vincenzo, ospite speciale per il women style. A chiudere il cerchio c’è l’approccio fortemente innovativo, che coniuga tradizione e materiali tecnici, design e funzionalità, di Adidas Originals by White Mountaneering, design project di Pitti. Un ritorno nel capoluogo toscano per lo stilista del Sol Levante Yosuke Aizawa, anima del brand giapponese che per l’occasione reinventa i codici della griffe contraddistinta dalle strisce. Non resta che attendere l’invasione della Città del Giglio da parte di questi trendy men, portatori sani della moda del momento.

Juun.J

Il 44% delle etichette presenti, all’incirca 520, viene da fuori Italia». A parlare è Raffaello Napoleone, Ceo di Pitti Immagine, che utilizza le cifre per sottolineare l’eco internazionale che, di anno in anno, ha conquistato la manifestazione dedicata al menswear. Sessantamila m2 e un percorso che si snoda attraverso 15 tappe: Pitti Uomo, Make, Pop Up Stores, The Latest Fashion Buzz, Eye Pop, Fashion at Work, Futuro Maschile, Touch!, l’Altro Uomo, Born in the Usa, Unconventional, Open, I Play, Urban Panorama e My Factory. Questi i numeri della 89esima edizione in programma dal 12 al 15 gennaio alla Fortezza da Basso. Fil rouge della manifestazione è Generation(s), omaggio a quelle categorie di uomini 134

LF

DIC2015

che non condizionano il modo di vestire in base all’età, considerata ormai più uno stato mentale che anagrafico. Un progetto, a cura di Oliviero Baldini, in cui le diverse generazioni possono dialogare tra loro attraverso il linguaggio universale della moda. In strada si vedono infatti signori maturi in jeans e t-shirt e giovani dalle barbe vittoriane, appassionati di vintage. Per celebrare il temaguida del salone, il design brand italiano Seletti, in collaborazione con Toiletpaper, magazine di culto di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari, ha realizzato una speciale collection di oggetti iconici evergreen acquistabili nel temporary shop allestito nella Sala della Ronda. Sempre più attenta agli orientamenti di stile e allo

Marco De Vincenzo


DIC2015

LF

135


Astroviaggio 2016

[Twitter @antoniocapitani www.capitanimiocapitani.com]

L’ASTROLOGO, GIORNALISTA E SCRITTORE ANTONIO CAPITANI RACCONTA A CHE VELOCITÀ VIAGGIARE NEL NUOVO ANNO. SEGNO PER SEGNO A cura di Ilaria Perrotta

ARIETE Tra marzo e maggio Marte conferisce vigore e velocizza nel lavoro, mentre dal 9 settembre meglio non fare il passo più lungo della gamba, specie nelle spese. Sì, viaggiare: ben vengano gli spostamenti. LEONE Grazie a Saturno, Urano e, dal 9 settembre, Giove a favore, l’amore e i progetti privati trovano una corsia preferenziale e si sfreccia in lovely class. Maggiore stabilità dal punto di vista finanziario. SAGITTARIO Salutando il mondo delle meraviglie in cui ha sempre vissuto, va alla scoperta della realtà. Il suo 2016 inizia a velocità di crociera, ma poi dal 9 settembre acquisisce brio e la fortuna l’accompagna.

TORO Con Giove, Nettuno e Plutone a favore corre a 300 all’ora. Sarà un anno di grande arricchimento sotto tutti i punti di vista: conto corrente più cospicuo, avanzamenti di carriera e cicogna in arrivo. VERGINE Se le cose non sono state fatte a dovere, Giove nel segno le mette a posto. Bisogna chiarirsi le idee e restare coi piedi per terra. Plutone aiuta a realizzare un progetto rimasto nel fondo del cassetto. CAPRICORNO Uno dei viaggiatori dello zodiaco. Il successo può arrivare nel corso di uno spostamento o da qualcosa che viene da lontano. I nati tra il 5 e il 16 gennaio facciano attenzione a non deragliare perdendo il controllo.

GEMELLI Le cose procedono sul binario giusto ma non devono scalpitare. Bisogna avere un po' di pazienza e impegnarsi fino al 9 settembre, poi tutto andrà decisamente meglio. BILANCIA Viaggia in una comoda 2^ classe con Saturno a favore, che rende più solido ciò che si è già concretizzato. Per i nati dal 7 al 17 ottobre attenzione alle piccole truffe e a non fidarsi di chiunque. ACQUARIO Nel corso del 2016 attraversa una fase di innovazione e consolidamento al tempo stesso. Marte a favore velocizza il conseguimento degli obiettivi: dal 9 settembre il treno su cui viaggia mette le ali.

2016

CANCRO A lui l’Oscar per il miglior viaggiatore dell’anno. I problemi? Alle spalle, via libera alla spensieratezza. Il Cancro è nella 1^ classe della serenità. Ai nati dal 6 al 17 luglio verrà richiesto più impegno. SCORPIONE Chi trova un amico trova un tesoro: gli Scorpione possono contare su compagni di viaggio positivi, sotto tutti i punti di vista. I nati nella terza decade facciano attenzione, tra giugno e luglio, a non arrabbiarsi. PESCI Può darsi che la fortuna non li aiuti, ma con il loro impegno passo dopo passo arriveranno alla stazione del successo lavorativo, amoroso e finanziario. Per la terza decade un surplus di energia tra maggio e agosto. DIC2015

ANTONIO CAPITANI

© Officina B5, Scuola d’illustrazione - Francesca Longo [francescalongo@outlook.it]

VIAGGIARE

LF

137


VIAGGIARE

STRESS VADE RETRO

© mariesacha/Fotolia.com

2016

ANSIA, DEPRESSIONE, PALPITAZIONI, AFFANNO: TUTTI NEMICI CHE SI COMBATTONO CON ARMI DIVERTENTI ALLA PORTATA DI OGNUNO. PER INIZIARE IL NUOVO ANNO SOTTO IL SEGNO DEL RELAX

138

LF

DIC2015

Fight the stress and spend a 2016 under the sign of relax thanks to art therapy, knitting and forest bathing, the new tendencies coming from Overseas and East.

e recuperare la manualità». Per dire addio agli affanni è in voga pure il knitting, l’arte di lavorare a maglia, e non solo per le signore di una certa età. Tra le celebrità hollywoodiane addicted dell’uncinetto si contano anche uomini, come Ryan Gosling e Russell Crowe. Diversi studi hanno dimostrato che i movimenti ripetitivi dello sferruzzare contribuiscono a rallentare il battito cardiaco in-

ducendo il rilassamento. Per chi ama invece trascorrere del tempo all’aria aperta c’è il forest bathing: passeggiare tra gli alberi è una pratica di matrice orientale e un toccasana per la pressione alta. Non si dispone di ore per aggirarsi nel verde? Niente panico: lo stress si combatte anche in un minuto, basta un chewing gum. Effetto camomilla assicurato, masticare per credere.  I.P.

[Rizzoli, pp. 40 ¤ 14,90]

© savoieleysse/Fotolia.com

D

agli Stati Uniti alla Francia, dall’Inghilterra alla Germania è art therapy mania: una vera e propria cura che passando attraverso il colore conduce al benessere psicofisico. Tant’è che gli album da dipingere per adulti sono il fenomeno su carta del momento. Molte le case editrici che li propongono, anche in Italia, in quanto considerati un modo semplice e divertente per favorire la meditazione e dar sfogo alla creatività. Anche in edicola, nei negozi di art & craft e online, di questo genere di libri se ne trovano per tutti i gusti. Persino i vip sono contagiati dal fenomeno: Alessia Marcuzzi è nei bookshop con La Pinella a colori e nel suo fashion blog racconta: «Ho cominciato ad armarmi di matite e pennarelli circa un anno fa. Volevo trovare un modo per staccare la spina dalla tecnologia, rilassarmi


VIAGGIA CON L’OFFERTA A/R IN GIORNATA A PARTIRE DA

69

Trenitalia. Chi ti dà di più? L’offerta, a posti limitati, è valida per treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca e permette di viaggiare, a seconda delle tratte prescelte, a 69 € o a 109 € nel livello standard/2a classe, a 79 € o a 129 € nel livello Premium, a 89 € o a 149 € nel livello business/1a classe e a159 € o a 259 € nel livello Executive. Per usufruire dell’offerta, i viaggi a/r devono essere effettuati nei medesimi livelli o classi di servizio. È ammesso il cambio dell’orario sia per il treno di andata che


© goodluz - © Fotolia - © FS Italiane | DCCEM

Un motivo in più per tornare in giornata www.trenitalia.com per quello di ritorno, una sola volta fino alla partenza degli stessi. Il cambio delle date dei viaggi, il rimborso e l’accesso ad altro treno non sono consentiti. L’offerta è acquistabile fino alle ore 24 del giorno precedente la partenza del treno. Per i dettagli sull’offerta e le tratte interessate vai su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita.


VIAGGIARE FUORI LUOGO

Ficus e bronzi di Mario Tozzi

© Adriana Sapone/LaPresse

[Geologo Cnr, conduttore tv e saggista]

Passeggiando a Reggio Calabria, tra gli alberi giganteschi del lungomare fino al Museo Nazionale, per ammirare le due statue arcaiche ritrovate a largo di Riace

Fuori luogo every month with geologist and researcher Mario Tozzi, who invites readers and Frecce train passengers to visit less-famous Italian locations or less-known places in more popular destinations. This month we’re going to Reggio Calabria: to enjoy at Museo Nazionale the two ancient bronze statues found off the coast of Riace.

A

lla fine della lunga strada ferrata che congiunge il Nord con il Sud, Reggio Calabria vi coglierà al cuore. Vi verranno alla mente Scilla e Cariddi e percepirete subito l’importanza ambientale dello stretto. Prestate la dovuta attenzione agli alberi del lungomare, giganteschi ficus che qui raggiungono dimensioni tropicali. Apprezzatene le radici esposte come serpenti aggrovigliati e l’aspetto esotico e godetevi la passeggiata verso il Museo Nazionale, al cui

interno stanno in piedi due statue arcaiche in bronzo fra le più affascinanti del mondo. Alte quasi due metri, furono ritrovate nel 1972 al largo di Riace, semisommerse dalla sabbia. Al momento dell’esposizione a Roma, richiamarono folle oceaniche: file di ore, svenimenti e sindrome di Stendhal diffusa ne hanno accresciuto la fama, che si aggiungeva a una particolare predilezione del pubblico femminile per la perfezione dei pettorali e dei glutei alti e stretti. Per gli uomini: non è davanti a loro che dovete pensare alle lunghe ore trascorse inutilmente in palestra. I capelli finemente fusi catturano la luce e restituiscono un aspetto regale ai due guerrieri, antichi di duemila anni e naufragati a largo delle coste calabresi. DIC2015

LF

143


VIAGGIARE FUORI LUOGO/STORIE

N A Z A R E T H U N A

G R O T T A

D A

S A LVA R E

© Consorzio Kyotohaus

di Francesca Ventre

S

ono due anni che un team di specialisti lavora per salvare la Grotta di Nazareth. In questo paese, secondo la tradizione, viveva la Madonna e Gesù vi passò infanzia e giovinezza. Proprio qui, un giorno di poco più di 2.000 anni fa, arrivò l’arcangelo Gabriele per annunciare a un’adolescente, di nome Maria, che sarebbe stata madre del Figlio di Dio. Nel calendario della fede tutto è successo nove mesi prima del Natale, il 25 marzo. E la speranza per il 2016 è di poter inaugurare, proprio quel giorno, l’area finalmente restaurata. 144

LF

DIC2015

Since two years a specialist team works to save the Cave of Nazareth. The millenary place, where the Annunciation to the Virgin Mary occurred, has already been improved with the installation of an electrical system to stop water infiltration. To complete the restoration new funding is needed.

L’ingegner Enrico Pedri, direttore dei lavori e presidente del consorzio Kyotohaus, spiega alla Freccia in cosa consiste il progetto, prima di partire nuovamente per Israele. Con la sua impresa è stato coinvolto da padre Pietro Kaswalder, scomparso a giugno 2014, ed è sempre più convinto di portare avanti questo obiettivo. Il sacerdote, rappresentante della Custodia di Terra Santa, era infatti originario di Trento, la stessa città del consorzio “mecenate”. Il luogo millenario, quotidianamente visitato da 5.000 persone, si trova sotto la basilica costruita negli anni ’50 del secolo scorso. «L’in-

tervento di conservazione – spiega Pedri – è diviso in tre fasi. Per prima cosa è stato inserito un sistema elettrico per bloccare le infiltrazioni d’acqua che provocavano lo sfarinamento della roccia. La seconda fase, che inizia adesso, serve per attirare in superficie i sali. L’ultima, urgente per non vanificare quanto fatto finora, è il restauro». E a questo punto, poiché i fondi sono esauriti, dovrebbero arrivare altri finanziamenti. Si spera che con il Natale qualcuno si voglia proporre per quella che una volta si chiamava buona azione. [www.kyotohaus.it] [www.proterrasancta.org]


DIC2015

LF

145


VIAGGIARE FUORI LUOGO//STORIE

Natale in famiglia di Massimo Consalvi

[Redattore di Shaker, Pensieri senza dimora]

© Antonio Amendola

CENTRO POLIVALENTE

Natale 2013 nei locali di Binario 95

M

i ricordo che il Natale era bello quando sentivo il calore di una famiglia più unita che mai. Io sono nato il 10 novembre 1956 nella Capitale, da madre e padre romani. Sono stato battezzato a San Cosimato: so’ trasteverino, però poi dopo ci siamo trasferiti a Primavalle, dove è stata la mia prima abitazione vera. Mio padre, giacca e cravatta, un uomo di cultura varia, aveva un negozio; mia madre lavorava tanto, era una persona sveglia e istintiva, un pepe come donna: era lei il capo, il punto fermo della famiglia. Poi c’era mio fratello. Certo, con il tempo sono cresciuto e quelle usanze non ho avuto più occasione di festeggiarle. Il fatto è che ho abbandonato tutto e me ne sono andato per strada, a causa di una crisi. Poi sono stato malato, per anni dentro e fuori dagli ospedali. Ho avuto una moglie, che ora 146

LF

DIC2015

non c'è più, e dei figli, ma nella loro vita non mi intrometto. Ho lavorato a Cinecittà come doppiatore, comparsa, stuntman. Poi le cose sono andate male: mi ero dato pure all’alcool, ma non ero mai né violento né fastidioso. Ho anche giocato ai cavalli. Avevo 47 anni quando ho iniziato a vivere per strada e so’ arrivato a Roma Termini. Me ne dormivo, mogio mogio, girovagando per le stazioni di Roma, sempre in balia dei problemi sulla mia persona. Adesso i tempi brutti sono passati. Dopo tante notti insonni, sono arrivato a Binario 95, il centro di accoglienza alla stazione Termini, che per me rappresenta un luogo dove stare insieme e socializzare. Qui ho anche trovato un lavoro che mi tiene occupato nel giornale di strada Shaker, Pensieri senza dimora, e non frequento più campi con, diciamo, turbolenze negative. Tutti mi vogliono bene e, anche se i miei sono andati tempo fa, non ne sento eccessivamente la mancanza. Festeggiamo il Natale anche qui, come in famiglia, e sono sicuro che le Vigilie che verranno mi daranno quell’amore e amicizia che ho perduto tanto tempo fa. Buon Natale di cuore a tutti da me e da Binario 95! [www.binario95.it] [www.shaker.roma.it]


VIAGGIARE FOCUS Nathan Sawaya Cracking Up In mostra nello Spazio Eventi Set di Roma

Risolvere problemi complessi attraverso il gioco. Così l’azienda danese ha creato un metodo per agevolare i processi decisionali di Michela Gentili

M

igliaia di mattoncini colorati da montare e rimontare all’infinito. Non più sul tappeto del salotto ma davanti alla scrivania dell’ufficio, magari in giacca e cravatta. Il gioco più creativo del mondo diventa grande e, oltre a stimolare la fantasia dei bambini, ora punta a risolvere i problemi degli adulti. È questo l’obiettivo del Lego® Serious Play®, una tecnica creata dall’azienda danese negli anni ’90 per agevolare i processi decisionali e che si è codificata nel tempo come una metodologia innovativa capace di governare sistemi

The Danish toy company has designed the Lego® Serious Play®, a method to assist the decision processes by using the brick constructions.

complessi. «Utilizzando elementi ludici si può liberare il potenziale di un gruppo, individuando soluzioni rapide, risolvendo criticità e comprendendo meglio se stessi e il proprio modo di relazionarsi», spiega Fabrizio Faraco, facilitatore certificato del metodo. Un workshop di poche ore consente di raggiungere una soluzione condivisa al 100% in modo semplice, ma soprattutto senza sbadigli. «Tendiamo a prestare poca attenzione alle questioni noiose e a scoraggiarci se diventano troppo complesse. Mentre il Lego è uno strumento divertente e de-

mocratico, che tutti sono in grado di utilizzare indipendentemente da educazione, cultura e posizione sociale», chiarisce l’esperto. Rispetto alla formazione tradizionale o al coaching, chi utilizza questo metodo sa che «le risposte sono già nella stanza e si limita a farle emergere». Ogni sessione parte da una sfida, che può essere una domanda aperta o un progetto specifico. Per affrontarla, i partecipanti sono invitati a realizzare un modello con vari kit di pezzi a disposizione. «Bastano sei mattoncini per ottenere oltre 100 milioni di combinazioni. Ma più che DIC2015

LF

149


VIAGGIARE FOCUS Una sessione del Lego® Serious Play® presso la digital company Iquii

concentrarsi sulla progettazione, bisogna fidarsi di ciò che scelgono le mani: sanno molte più cose di quello che pensiamo», chiarisce Faraco. Ogni creazione diventa una metafora del problema e lo rende visibile nel dettaglio su tre dimensioni. Starà poi al proprietario raccontare ciò che rappresenta lasciando scorrere pensieri, sensazioni e associazioni nate durante il lavoro. «Ascoltando con gli occhi, oltre che con le orecchie, la storia si forma da sola, con spontaneità. Focalizzandosi sui mattoncini e non sulle persone, inoltre, si facilita la discussione riducendo il peso dei conflitti personali», continua il facilitatore. Ogni membro del gruppo partecipa ponendo dubbi o domande sulle varie costruzioni, 150

LF

DIC2015

non sui suoi ideatori. Fino a realizzare un modello comune che appartiene a tutti. «Da ciò che si realizza singolarmente si passa così a un’azione collettiva che esplora nuove possibilità e conoscenze. Il risultato non è pianificabile, ma nasce attraverso una negoziazione che spesso risulta molto difficile utilizzando solo le parole». E in ogni caso, specifica Faraco, «non ci sono mai risposte giuste o sbagliate. Ognuno è padrone di muoversi liberamente dando agli elementi il significato che preferisce». Con una certezza: «I mattoncini non hanno memoria. Una volta smontati tornano quelli di prima, pronti per assumere una forma diversa». E risolvere la prossima sfida. [www.lego.com/it-it/seriousplay]

Nathan Sawaya Red

L’ARTE DEI MATTONCINI

Dal David di Michelangelo all’Urlo di Munch, dalla Gioconda di Leonardo al Bacio di Klimt. Ottanta opere d’arte, realizzate con oltre un milione di pezzi Lego dall’artista statunitense Nathan Sawaya, sono esposte nella mostra The art of the brick allestita a Roma nello Spazio Eventi Set di via Tirso 14, vicino a Villa Borghese. Sawaya ha lasciato nel 2004 il mestiere di avvocato per dedicarsi alla sua passione e negli art studio di New York e Los Angeles ha accumulato oltre quattro milioni di mattoncini creati dall’azienda danese. La rassegna, visitabile fino al 14 febbraio, presenta ricostruzioni in 3D di capolavori universali, ma anche figure umane a grandezza naturale e prototipi di grandi dimensioni come lo scheletro di un dinosauro T-Rex lungo sette metri. [www.theartofthebrick.it]


DIC2015

LF

151


@fotolia - © FS Italiane | DCCEM

TRENO UFFICIALE

Il calcio viaggia ad alta velocità Viaggia con Frecciarossa per seguire le partite della tua squadra del cuore. Scopri le nostre offerte: Bimbi Gratis, CartaFRECCIA Young, Sabato 2X1, A/R in giornata, A/R weekend, CartaFRECCIA Special -50%. Frecciarossa, scelta vincente

www.trenitalia.com

Offerte soggette a restrizioni e a posti limitati e variabili in base al giorno, al treno e alla classe/livello di servizio. Le offerte CartaFRECCIA Young e CartaFRECCIA Special – 50% sono riservate ai titolari CartaFRECCIA. Maggiori informazioni sulle limitazioni e condizioni di utilizzo delle offerte indicate su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita.


© Creatività e Broadcasting – FS Italiane

Offerta AV | Promozioni | Flotta | La Freccia.TV | Menu Frecce | Portale di bordo | News FOCUS ON

LE FRECCE 2016 On 13 December, the 2016 winter timetable of Trenitalia has started. New changes for the Rome-Milan line: with 4 trains more every day, the available Frecciarossa are now 86. Of these 86 trains, 42 connect directly the two cities in less than 3 hours. From 22 to 28 the connections made with the new Frecciarossa 1000. In the NorthEast: from 8 to 14 per day, the Frecciarossa that connects Rome with Padova and Venice. On this line run also 22 Frecciargento that reach, in some time slots, Udine and Trieste and 4 direct connections from/to Fiumicino Airport. Two more Frecciargento on the line Bolzano-Trento-Roma, for a total of 8, and 10 trains from Friday to Sunday, on the other side, the 14 trains that connect Rome and Verona are confirmed. For what concern the South, 6 more Frecciarossa on the line NapoliVenezia and the Frecciargento that start from Rome are confirmed, 6 to arrive in Puglia and 2 in Calabria. Last but not least, for Holidays, the promotion 2x1 for Christmas, Boxing Day and 1 January 2016 is back. You can travel in two and pay only one ticket.

È

partito il 13 dicembre l’orario invernale 2016 di Trenitalia. Tra le principali novità quelle relative alla tratta Roma-Milano: con 4 treni in più al giorno, diventano 86 i Frecciarossa disponibili. Di questi, 42 uniscono direttamente le due città in meno di 3 ore. In particolare, 28 non effettuano stop intermedi, 12 fermano solo a Bologna, 2 a Reggio Emilia AV e 44 anche a Firenze e Bologna. Aumentano da 22 a 28 i collegamenti realizzati con il nuovo Frecciarossa 1000 che interessano le stazioni dei capoluoghi di Lazio, Lombardia, Campania, Emilia-Romagna e Piemonte. Cambiamenti anche sul versante nord-orientale: passano da 8 a 14 al giorno i Frecciarossa che collegano la Capitale con Padova e Venezia. Su questa tratta corrono anche 22 Frecciargento con proseguimento in alcune fasce orarie verso Udine e Trieste e 4 collegamenti diretti da e per Fiumicino Aeroporto. I Frecciargento salgono di 2 unità

sulla linea Bolzano-Trento-Roma, per un totale di 8 che arrivano a 10 dal venerdì alla domenica, mentre sono confermati i 14 che uniscono Roma e Verona a partire da 2 ore e 52 minuti, di cui 4 proseguono fino a Brescia. Per quanto riguarda il Sud si aggiungono 6 nuovi collegamenti diretti Frecciarossa Napoli-Padova-Venezia e si confermano i Frecciargento che partono da Roma, 6 per giungere in Puglia e 2 in Calabria. Inoltre nuovi orari per i Frecciabianca tra Roma e Reggio Calabria, con un’offerta sempre più tarata sulla domanda dei viaggiatori. Per le Feste, infine, torna la promozione 2x1: per i viaggi di Natale, Santo Stefano e 1° gennaio si parte in due al prezzo di un solo biglietto. DIC2015

LF

153


CARATTERISTICHE TECNICHE

Velocità max: 360 km/h Composizione: 10 carrozze 5 Standard, 1 Premium, 3 Business e 1 Executive più una dedicata al servizio di ristorazione Trasporto disabili: previsto

L’ALTA VELOCITÀ LOW COST OPEN

APERTURA PORTA

OPEN

APERTURA PORTA

5 carriages with 340 fabric armchairs, on board information monitors, Frecciarossa WiFi, La Freccia magazine. On board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions.

Cinque carrozze con 340 poltrone reclinabili in tessuto (4 per fila) Monitor di bordo con informazioni e news di viaggio Portale Frecciarossa accessibile tramite rete WiFi Rivista di bordo La Freccia Servizio bar ristorante in carrozza 5 Fasciatoio in carrozza 3 Spazio per bagagli di grandi dimensioni SPAZIO TRA POLTRONE 106 CM

Servizio di pulizia in corso di viaggio

Larghezza poltrone 55,5 cm

8 2 1

Regolazione inclinazione

Tavolo reclinabile

Tavolo pieghevole

2 7

0 6

° 0 9

9 3

max 112°

Presa di corrente

OPEN

2 1

APERTURA PORTA

OPEN

APERTURA PORTA

8 7

Presa di corrente 6 0 1

Schienale reclinabile fino a 112°

APERTURA PORTA

OPEN

Uscita di emergenza Emergency exit

154

LF

DIC2015

Pulsante apertura porta Door release button

Apertura di emergenza porta Emergency door opening system

Finestrino uscita di emergenza Emergency window exit

Estintore Fire extinguisher

Sistema allarme passeggeri Passenger alarm system


SCHEMA DISPOSITIVI E SEGNALAZIONE DI SICUREZZA PRESENTI A BORDO DELLA CARROZZA PREMIUM

OPEN

APERTURA PORTA

OPEN

APERTURA PORTA

Una carrozza con 67 poltrone reclinabili in pelle (4 per fila) Monitor di bordo con informazioni e news di viaggio Portale Frecciarossa accessibile tramite rete WiFi Servizio di benvenuto al posto con snack e bevande Quotidiani al mattino e rivista di bordo La Freccia Servizio bar ristorante in carrozza 5

ETR 500

ON-BOARD LOCATION OF SAFETY DEVICES AND WARNING SIGNS PREMIUM COACH

UN VIAGGIO AL CENTRO DEL COMFORT

Fasciatoio in carrozza 3

Spazio per bagagli di grandi dimensioni

1 carriage with 67 leather armchairs, on board information monitors, Frecciarossa WiFi, welcome service, newspapers in the morning and La Freccia magazine. On board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions.

SPAZIO TRA POLTRONE 106 CM Larghezza poltrone 55,5 cm

Divisori in cristallo

8 2 1

Tavolo reclinabile

Tavolo pieghevole

2 7

9 3

max 112째

Presa di corrente 0 6

째 0 9

OPEN

APERTURA PORTA

OPEN

APERTURA PORTA

2 1 8 7

Presa di corrente 6 0 1

Schienale reclinabile fino a 112째

Regolazione inclinazione

DIC2015

LF

155


IL VIAGGIO IDEALE PER LAVORO O PER PIACERE IL VIAGGIO IDEALE PER LAVORO O PER PIACERE OPEN

APERTURA PORTA

APERTURA PORTA

OPEN

Salottini Business

Tre carrozze con 159 poltrone reclinabili in pelle (3 per fila) dotate di poggiatesta regolabile e separé in cristallo, 2 salottini di 4 posti in carrozza 3 Tre carrozze con 159 poltrone reclinabili in pelle (3 per fila) dotate di poggiatesta regolabile e séparé cristallo, 2 salottini di 4 posti in carrozza 3 Area del silenzioinnella carrozza 1

AreaMonitor del silenzio nella 1 e news di viaggio di bordo concarrozza informazioni Portale Frecciarossa accessibilee tramite WiFi di treno con servizi Monitor di bordo con informazioni news direte viaggio di intrattenimento, connessione Internet 3G e info viaggio Portale Frecciarossa accessibile tramite rete WiFi Servizio di benvenuto al posto con snack e bevande. Caffè Illy iperespresso su Frecciarossa no stop Roma-Milano Servizio di benvenuto al posto con snack e bevande. Caffè Illy iperespresso su Frecciarossa no stop Roma-Milano Quotidiani al mattino e rivista di bordo La Freccia

Quotidiani al mattino e rivista di bordo La Freccia Servizio bar ristorante in carrozza 5 Servizio bar ristorante in carrozza 5 Fasciatoio in carrozza 3 disponibile per tutti i clienti Fasciatoio in carrozza 3 Posti disabili attrezzati in carrozza 3 Spazio per bagagli di grandi dimensioni Capotreno in carrozza 3

Posto disabili

Servizio di pulizia in corso di viaggio

SPAZIO TRA POLTRONE 106 CM

OPEN

APERTURA PORTA

OPEN

APERTURA PORTA

SPAZIO TRAPoggiatesta POLTRONE 106 CM regolabile Poggiatesta regolabile 8 2 1

° 0 Tavolo 9 reclinabile

Presa di corrente

2 7

Presa di corrente

2 7

0 6

9 3

max 115°

Tavolo pieghevole 9 3

max 115° ° 0 9

Tavolo pieghevole

0 6

Regolazione inclinazione

Tavolo reclinabile

8 2 1

Regolazione inclinazione

2 1

156

LF

LF

DIC2013

DIC2015

8 7

6 0 1

134

6 0 1

Presa di corrente

8 7

2 1

Presa di corrente

Schienale Larghezza reclinabile poltrone fino a 115° 64 cm Schienale Larghezza reclinabile poltrone fino a 115° 64 cm

3 carriages with 159 leather 3 carriages with 159 leather armchairs, 2 armchairs, 2 4-seat lounges, silence 4-seat area lounges, silence1 area in on-board carriage in carriage and 2, 1 and 2, on board monitors, information monitors, information Frecciarossa Frecciarossa WiFi, welcome service, WiFi, welcome service, newspapers newspapers in the morning, La Freccia in the morning, La Freccia magazine, magazine, baby-changing baby-changingtable tableininwagon wagon 3. 3. On board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions.


UN’ESPERIENZA DI VIAGGIO ESCLUSIVA OPEN

APERTURA PORTA

OPEN

APERTURA PORTA

Area dedicata in carrozza 1: 8 poltrone singole in pelle (2 per fila) con esteso reclining e poggiagambe. Sala meeting con tavolo, 6 sedie e monitor HD 32" Monitor di bordo con informazioni e news di viaggio sala meeting

Portale Frecciarossa accessibile tramite rete WiFi Pasto gourmet al posto, open bar con bevande selezionate e caffè Illy Quotidiani, magazine e rivista di bordo La Freccia Servizio bar ristorante in carrozza 5 Fasciatoio in carrozza 3 Spazio per bagagli di grandi dimensioni Accesso ai FRECCIAClub e accoglienza dedicata al binario Servizio di pulizia in corso di viaggio SPAZIO TRA POLTRONE 150 CM

OPEN

APERTURA PORTA

OPEN

APERTURA PORTA

Poggiagambe estendibile fino a 45°

Luce individuale

Poggiatesta 8 2 1 2 7

Tavolo pieghevole 2 3

max 122°

Regolazione inclinazione schienale Regolazione inclinazione poggiagambe

° 5 4

Larghezza poltrone 69 cm

Schienale reclinabile fino a 122°

0 5 1

1 carriage with single leather armchairs, a meeting room, 6 chairs and a HD 32’’ monitor, on board information monitors, Frecciarossa WiFi, drinks and meals served at seat, newspapers in the morning, La Freccia magazine, access to FRECCIAClub, welcome at the departure platform. On board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions.

Presa di corrente Comando luce individuale

DIC2015

LF

157


CARATTERISTICHE TECNICHE

ETR 600 Velocità max: 280 km/h Composizione: 7 carrozze, 2 di 1ˆ classe, 5 di 2ˆ classe Trasporto disabili: previsto

PRIMA CLASSE | FIRST CLASS Welcome service, free newspapers in the morning. Wagon cafe, LCD touchscreen monitor in every carriage, babychanging table in wagon 3, wide luggage space, La Freccia magazine. On board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions.

Due carrozze con 100 poltrone reclinabili in pelle (3 per fila) Servizio di benvenuto al posto con snack e bevande Quotidiano al mattino e rivista di bordo La Freccia Monitor di bordo con informazioni e news di viaggio Portale Frecciargento accessibile tramite rete WiFi Servizio bar in carrozza 3 Fasciatoio in carrozza 3 Spazio per bagagli di grandi dimensioni

SPAZIO TRA POLTRONE 95 CM

Servizio di pulizia in corso di viaggio

Larghezza sedile 64 cm

8 2 1

Luce individuale

5 5

Tavolo pieghevole

° 0 9

Tavolo reclinabile

2 7

° 7 1 1

6 , 0 1

0 3 Presa di corrente

158

LF

DIC2015

Pulsante apertura porta Door release button

Apertura di emergenza porta Emergency door opening system

Schienale reclinabile fino a 117°

3 8

5 9

Uscita di emergenza Emergency exit

Regolazione inclinazione

Finestrino uscita di emergenza Emergency window exit

Martello frangivetro Emergency hammer

Estintore Fire extinguisher

Sistema allarme passeggeri Passenger alarm system


SECONDA CLASSE | SECOND CLASS Cinque carrozze con 332 poltrone reclinabili in tessuto (4 per fila) Wagon cafe, LCD touchscreen monitor in every carriage, baby-changing table in wagon 3, wide luggage space, La Freccia magazine. On board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions.

Monitor di bordo con informazioni e news di viaggio Portale Frecciargento accessibile tramite rete WiFi Rivista di bordo La Freccia Servizio bar in carrozza 3 Fasciatoio in carrozza 3 Spazio per bagagli di grandi dimensioni Servizio di pulizia in corso di viaggio SPAZIO TRA POLTRONE 90 CM Larghezza sedile 52,5 cm

8 2 1

Luce individuale 2 7

5 5

Tavolo pieghevole

째 0 9

째 7 1 1

Tavolo reclinabile

6 , 0 1

0 3 Presa di corrente

3 8

0 9

AL POSTO

Schienale reclinabile fino a 117째

Regolazione inclinazione

Spingere la leva accanto al sedile e contemporaneamente reclinare la poltrona nella posizione desiderata. Riportare la leva nello stato di partenza per bloccare lo schienale. Presa elettrica al posto. DIC2015

LF

159


CARATTERISTICHE TECNICHE

Velocità max: 200 km/h Composizione: 9 carrozze, 2 di 1ˆ classe, 7 di 2ˆ classe Trasporto disabili: previsto

PRIMA CLASSE | FIRST CLASS Due carrozze con 104 ampie poltrone in tessuto (3 per fila) Servizio di benvenuto al posto con snack e bevande e quotidiano al mattino* Rivista di bordo La Freccia Servizio bar in carrozza 3 Fasciatoio in carrozza 3 Spazio per bagagli di grandi dimensioni Servizio di pulizia in corso di viaggio *Disponibile solo sui collegamenti Torino/Milano/Venezia/Udine/Trieste

Welcome service and free newspaper in the morning*. Bar, wide luggage space, large and comfortable chairs, baby-changing table in wagon 3, La Freccia magazine, on board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions. *Only on the trains connecting Turin/ Milan with Venezia/Udine/Trieste

Luce individuale

SPAZIO TRA POLTRONE 103 CM 88

Larghezza sedile 63 cm

147 55 Tavolo reclinabile

Presa di corrente

Tavolo pieghevole

110°

33

Presa di corrente

Regolazione sedile

78 103

APERTURA PORTA

OPEN

Uscita di emergenza Emergency exit

160

LF

DIC2015

Pulsante apertura porta Door release button

Apertura di emergenza porta Emergency door opening system

Tutti i finestrini della carrozza costituiscno uscite di emergenza All windows coach constitute emergency exit

Estintore Fire extinguisher

Sistema allarme passeggeri Passenger alarm system

Martello frangivetro Emergency hammer


SECONDA CLASSE | SECOND CLASS Sette carrozze con 501 ampie poltrone in tessuto (4 per fila) Rivista di bordo La Freccia Servizio bar in carrozza 3 Fasciatoio in carrozza 3

Bar, wide luggage space, large and comfortable chairs, baby-changing table in wagon 3, La Freccia magazine, on board cleaning service to respect hygienic and decorum conditions.

Spazio per bagagli di grandi dimensioni Servizio di pulizia in corso di viaggio

Luce individuale

SPAZIO TRA POLTRONE 95 CM 88

Larghezza sedile 51 cm

147 55 Tavolo reclinabile

Tavolo pieghevole

Presa di corrente

105°

33

5

Presa di corrente

Regolazione sedile

72,5 95

AL POSTO Per passare dalla posizione normale a quella relax o viceversa, tirare verso l’alto la leva posta sotto la poltrona e contemporaneamente spingere il sedile in avanti o indietro. Presa elettrica al posto. DIC2015

LF

161


COLLEGAMENTI

162

LF

DIC2015

QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

NETWORK


GAMMA PREZZI

QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

Super Economy il massimo risparmio Offerta a posti limitati e soggetta a restrizioni. Il biglietto può essere acquistato entro la mezzanotte del giorno precedente il viaggio. Il cambio prenotazione, l’accesso ad altro treno e il rimborso non sono consentiti.

OFFERTE

Economy convenienza e flessibilità

Base libertà di viaggio e cambi illimitati

Offerta a posti limitati e soggetta a restrizioni. Il biglietto può essere acquistato entro la mezzanotte del giorno precedente il viaggio. Il rimborso e l’accesso ad altro treno non sono consentiti. È possibile fino alla partenza del treno esclusivamente il cambio della data e dell’ora per lo stesso tipo di treno, livello o classe, effettuando il cambio rispetto al corrispondente biglietto Base e pagando la relativa differenza di prezzo. Il nuovo ticket segue le regole del biglietto Base.

Il rimborso è ammesso fino alla partenza del treno. Fino a un’ora successiva a tale limite, il cambio della prenotazione è consentito gratuitamente una sola volta.

A/R IN GIORNATA E A/R WEEKEND

Con l’offerta A/R in giornata si parte e si torna nello stesso giorno a prezzi fissi. Oppure si può scegliere di viaggiare, con partenza il sabato e ritorno la domenica, a partire da ¤ 69 con l’offerta A/R weekend1. © Martin M303/Fotolia.com

CARNET AV 3X2

I titolari CartaFRECCIA con l’offerta Carnet AV 3x2 possono acquistare tre viaggi pagandone soltanto due. Fino al 31 dicembre, acquistando due biglietti per Frecciarossa o Frecciargento sulla stessa relazione il terzo viaggio è gratis2.

CARTAFRECCIA SPECIAL, YOUNG E SENIOR

Con CartaFRECCIA Special, i soci che viaggiano dal martedì al giovedì dalle 11 alle 14 spendono il 50% in meno sul biglietto Base. In Frecciarossa nei livelli Standard, Business e Premium; in Frecciargento, Frecciabianca e Intercity in 1^ e 2^ classe. Se si è titolari di CartaFRECCIA Trenitalia, risparmio del 20% tutti i giorni sul prezzo Base per gli under 26 con l'offerta Young e per gli over 60 con la Senior. E fino al 30 novembre acquistando Young e Senior su trenitalia.com lo sconto è del 50%3.

SPECIALE 2X1

Offerta dedicata a chi prende il treno di sabato. Si viaggia in due pagando un biglietto al prezzo Base nei livelli Frecciarossa Business, Premium e Standard e sui treni del servizio nazionale in 1^ e 2^ classe4. © goodluz/Fotolia.com

BIMBI GRATIS

© goodluz/Fotolia.com

Con Trenitalia i bambini viaggiano gratis in Frecciarossa, livelli Business, Premium e Standard; in Frecciargento, Frecciabianca e Intercity in 1^ e 2^ classe. Gratuità prevista per i minori di 15 anni accompagnati almeno da un maggiorenne, in gruppi composti da 2 a 5 persone5.

1. Offerte a posti limitati valide su Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca. Il cambio dell’orario sia per il treno di andata che per quello di ritorno è ammesso una sola volta fino alla partenza degli stessi. Il cambio delle date dei viaggi, il rimborso e l’accesso ad altro treno non sono consentiti. Le offerte sono acquistabili fino alle ore 24 del giorno precedente la partenza. Per maggiori dettagli sulle condizioni di utilizzo delle offerte si può visitare il sito trenitalia.com nella sezione Offerte e Servizi. 2. Offerta riservata ai titolari di CartaFRECCIA, acquistabile entro il 31/12/2015 su tutti i canali di vendita Trenitalia. Disponibile per tutte le classi e livelli di servizio. Il Carnet è nominativo e utilizzabile per prenotazioni entro 60 giorni dalla data di emissione e per partenze entro i limiti di orario in cui si possono prenotare i treni. Il rimborso dell’intero Carnet è consentito con la trattenuta del 20% prima dell’inizio dell’utilizzazione dello stesso. Non è consentito il rimborso del singolo viaggio. 3. La Special non è valida sui treni notte e si può acquistare entro la mezzanotte del giorno precedente la partenza. Young e Senior sono valide su tutti i treni nazionali e sono acquistabili fino alla partenza del treno. Il numero di posti è limitato e variabile in base al giorno, al treno e alla classe/livello di servizio. Cambio prenotazione e biglietto, rimborso e accesso ad altro treno non ammessi. 4. L’offerta è a posti limitati e soggetta a restrizioni. Acquistabile entro la mezzanotte del giorno precedente la partenza. Cambio prenotazione e biglietto, rimborso e accesso ad altro treno non ammessi. 5. Il numero di posti è limitato e variabile in base al giorno, ai treni e alla classe o livello di servizio. Cambio biglietto e prenotazione e rimborso soggetti a restrizione.

Maggiori informazioni sulle condizioni delle offerte sono disponibili nella sezione Offerte e servizi del sito www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita

DIC2015

LF

163


RISTORAZIONE

SEMPRE PIÙ PRODOTTI GLUTEN FREE SULLE FRECCE Itinere e Trenitalia sono estremamente sensibili alle esigenze dei propri passeggeri e s’impegnano quotidianamente per cercare di soddisfarle al meglio. Proprio in virtù della puntuale attenzione al cliente, la massima considerazione è riservata ai bisogni di chi deve seguire un regime alimentare speciale per motivi di salute o di altra natura. A partire dai celiaci, la cui dieta prevede solo prodotti senza glutine. Per permettere loro di viaggiare con la massima tranquillità, i menù di bordo includono da tempo prodotti gluten free, la cui gamma di recente si è ampliata ulteriormente. Introdotti quattro nuovi snack a marchio Schär, brand specializzato in cibi per celiaci: cracker pocket e muffin choco single offerti con il welcome drink; snack Salinis e wafer pocket in vendita presso bar e minibar. Così tutti i viaggiatori possono godere di una pausa gustosa e sicura.

164

LF

DIC2015

A dicembre welcome drink al gusto caldo e deciso dell’Umbria. Un calice di Montefalco Rosso Doc Arnaldo Caprai, raffinato uvaggio di Sangiovese e Sagrantino con profumi di ciliegia marasca, fiori scuri e un tocco di noce moscata. Un vino morbido e avvolgente, indicato per accompagnare antipasti di salumi e formaggi, grigliate e arrosti di carni bianche e rosse. [www.arnaldocaprai.it]


PORTALE DIBORDO

NUOVO PORTALE FRECCE, INTRATTENIMENTO FREE AD ALTA VELOCITÀ Disponibile sui treni Frecciarossa e Frecciargento, il portale Frecce rende più piacevole il viaggio grazie ai numerosi servizi pensati per soddisfare ogni esigenza. The new Frecce portal, available on Frecciarossa and Frecciargento trains, provides a pleasant journey thanks to many services designed to meet every need.

ISTRUZIONI PER L’ACCESSO

ACCESS INSTRUCTIONS

Collegarsi alla rete WiFi di bordo (WiFi Frecciarossa o Frecciargento) Lanciare il browser internet. Digitando un qualsiasi indirizzo si aprirà l’home page del portale (se non viene visualizzata digitare direttamente l’url www.portalefrecce.it) Per accedere a internet o fruire dei contenuti Cinema e Musica è necessario autenticarsi con credenziali personali da creare attraverso una veloce registrazione La registrazione è unica e va effettuata una sola volta. Le credenziali generate (numero di cellulare e password) possono essere utilizzate per entrare nel portale in tutti i viaggi successivi sui treni Frecciarossa e Frecciargento.

Connect to the WiFi network on board (WiFi Frecciarossa or Frecciargento) Run the Internet browser. By typing any address you will be redirected to the portal home page (if not displayed, type directly the url www.portalefrecce.it) To access Internet or use the content of Cinema and Music, is necessary to authenticate with a personal identification, to be created through a quick registration There is one registration and it must be made only once. The generated identification data (mobile number and password) can be used, for all next travels, to enter the portal on Frecciarossa and Frecciargento trains.

UN’AMPIA SCELTA DI SERVIZI COMPLETAMENTE GRATUITI/A WIDE RANGE OF COMPLETELY FREE SERVICES CINEMA

Il principe abusivo

Latin lover

Rush Disponibile anche in lingua inglese Movie available also in English

Mai Stati Uniti

Palinsesto valido fino al 31 dicembre 2015/Valid schedule - until 31 December 2015

NEWS ANSA

MUSICA

INFOVIAGGIO

INTERNET WIFI

Notizie sui principali fatti del giorno aggiornate ogni ora Hourly updated Ansa news on the main events of the day

Il meglio della musica contemporanea italiana e straniera The best of Italian and foreign contemporary music

Informazioni in tempo reale su puntualità, fermate, coincidenze Real-time information on punctuality, stops, connections

Connessione alla rete tramite WiFi di bordo Connection to the network via WiFi on board

Il nuovo portale è disponibile a partire dal 16 dicembre 2015/The new portal is available starting from 16 December 2015 * Ulteriori dettagli, info e condizioni su www.trenitalia.com/Further details, info and conditions on www.trenitalia.com ** Il servizio di connessione internet WiFi è offerto da Telecom Italia/The WiFi Internet connection service is offered by Telecom Italia

DIC2015

LF

165


Soci CartaFRECCIA

QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

CARTAFRECCIA

Iscrivendosi gratuitamente su trenitalia.com si riceve la nuova CartaFRECCIA con funzioni di card prepagata ricaricabile. Un’opportunità unica per un mondo di vantaggi in più

Un mondo di vantaggi RACCOLTA PUNTI

FANTASTICI PREMI

PROMOZIONI ESCLUSIVE

I PREMI DEL MESE

SCONTI SPECIALI

AREA WEB RISERVATA

Macchina caffè

Antipioggia con cappuccio e ombrello dall’impugnatura gommata, entrambi rosso scozzese.

PU

PARTNER

PUNTI VERDI

CARTAFRECCIA ORO CARTAFRECCIA PLATINO FRECCIACLUB

Il catalogo CartaFRECCIA è ricco di premi e novità. Tante proposte e idee per il tempo libero, la casa e i viaggi

Set mantella con ombrello

0 6.40 NTI

CARNET 10 VIAGGI

Lampada Amanita

Modello Iperespresso X7.1 con volume in tazza programmabile e arresto automatico.

16.7N0T0I PU

Gli intrecci del materiale creano una miriade di passaggi di luce.

21.9N0T0I PU

BUONI SCONTO CON LA NUOVA CARTAFRECCIA PREPAGATA

Abilitando la nuova CartaFRECCIA prepagata anche alle funzioni di pagamento entro il 31 dicembre 2016, si ottiene un buono sconto da ¤ 10* per gli acquisti su trenitalia.com. In più, al superamento di ¤ 200 di spesa in un anno solare, si ricevono ulteriori ¤ 10* per l’acquisto di biglietti sullo stesso sito. Per accelerare la raccolta punti usando la CartaFRECCIA come card prepagata, basta visitare il sito trenitalia.com *Il buono sconto potrà essere utilizzato per l’acquisto di un qualunque titolo di viaggio effettuato su trenitalia.com di importo pari o superiore a ¤ 20 (esclusi i treni del trasporto regionale, abbonamenti, carnet 10 viaggi e carnet di prenotazione abbonati) per tutte le classi e livelli di servizio. Per maggiori informazioni visitare la sezione buoni sconto su trenitalia.com. Si assegna un solo buono sconto per ciascun titolare indipendentemente dalla spesa complessiva effettuata oltre la soglia minima richiesta.

166

LF

DIC2015


QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

FRECCIACLUB

ua, t a s a c i d a z n e li io L’accog ic f f u o u t l e d a z l 'e fficien © Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

I FRECCIAClub garantiscono l’attesa in un’atmosfera esclusiva con arredi eleganti e accoglienti in stile italiano, ideali per chi sceglie di lavorare, leggere, connettersi a internet, chiacchierare e riposare nel massimo comfort. Nelle quattro ore precedenti la partenza del treno prenotato, l’ingresso è riservato ai soci CartaFRECCIA ORO e PLATINO già in possesso o che intendano acquistare un ticket Trenitalia* con relativa prenotazione (compresi biglietto Executive, AV Salottino e Carnet 10 viaggi 1^classe/Business). I titolari di CartaFRECCIA Base possono accedere comprando un abbonamento annuale o semestrale oppure un carnet di 10 ingressi valido sei mesi dalla data di emissione. Inoltre, chi possiede o acquista contestualmente un ticket* o un abbonamento di 1^ classe/Business può comprare un singolo ingresso al FRECCIAClub. *Esclusi i biglietti del trasporto regionale, Smart Card/CLC FS e diritti di ammissione personale FS. Regolamento su trenitalia.com

SERVIZI ESCLUSIVI GRATUITI Snack bar self-service con caffè, bevande calde e fredde Area relax con ampia scelta di stampa nazionale ed estera WiFi gratuito Biglietteria dedicata, anche telefonica Prenotazione taxi Servizio fax in arrivo [www.trenitalia.com]

15 FRECCIAClub aperti tutti i giorni dell’anno nelle stazioni di: Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Milano Centrale, Milano Rogoredo, Milano Porta Garibaldi, Napoli Centrale, Padova Centrale, Roma Termini, Roma Tiburtina, Salerno, Torino Porta Nuova, Torino Porta Susa, Venezia Santa Lucia, Verona Porta Nuova. 

PUNTI CARTAFRECCIA CON EMOZIONE3

I titolari CartaFRECCIA che acquistano prodotti su emozione3.it possono guadagnare tantissimi punti extra. L’azienda 100% italiana è protagonista del mondo del tempo libero e delle esperienze regalo. Gli oltre 40 cofanetti offrono la possibilità di scegliere tra più di 35mila attività indimenticabili, disponibili in Italia ed Europa. Grazie alla collaborazione con Trenitalia si può accumulare 1 punto CartaFRECCIA per ogni euro speso sul sito emozione3.it. Inoltre, se si acquista un cofanetto delle linee Soggiorni, Soggiorni con cena e Soggiorni benessere, si può aggiungere l’esclusivo Pass Emozione3, valido per l'acquisto di un biglietto A/R per due persone*, e viaggiare su tutti i treni* al prezzo speciale di ¤ 100. *Valido per le sole tratte nazionali. Sono esclusi i treni regionali e internazionali sulle tratte interne. Il Pass Emozione3 dà diritto a effettuare un viaggio di andata e ritorno per due persone (¤ 25 a tratta in 2^ classe o nel livello Standard) sui treni Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity e ICN (solo posti a sedere). I viaggi devono essere effettuati entro il 31/12/2016. Il Pass Emozione3 è acquistabile fino al 31/12/2015 attraverso il sito di Emozione3 o presso le agenzie di viaggio Trenitalia, comunicando il codice di prenotazione del buono presente all’interno del cofanetto. Il Pass Emozione3 non è modificabile, né rimborsabile. Al momento della prenotazione dei viaggi il cliente dovrà pagare un supplemento di ¤ 10 a persona per tratta sulle Frecce e di ¤ 3 a persona per tratta sugli Intercity. I titoli di viaggio legati all’offerta sono soggetti alle condizioni di utilizzo dei biglietti Base.

DIC2015

LF

167


AGENDA

A partire da gennaio per i clienti Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca e Intercity sarà necessaria la prenotazione del posto singolo o multiplo: è gratuita e potrà essere fatta comodamente sul sito trenitalia.com, tramite call center 89.20.21 oppure presso le biglietterie Trenitalia, le self-service e le agenzie di viaggio convenzionate. In caso di mancata prenotazione è previsto il pagamento di una penale di 8 euro direttamente a bordo. Ai clienti che entro 30 minuti dalla partenza del treno non siano riusciti a riservare il posto, FS Italiane offre la possibilità di utilizzare gratuitamente l’upgrade di servizio last minute in Premium o Business, nel limite dei posti disponibili.

la posta

ABBONAMENTI AV: NUOVE REGOLE DAL 1° GENNAIO

Novità interessanti per i viaggiatori di Frecce e Intercity: è possibile ottenere l’indennità di ritardo già dopo 24 ore. Per quelli compresi tra i 60 e i 119 minuti, su tutti i treni a percorrenza nazionale, il cliente può richiedere un corrispettivo in denaro pari al 25% del prezzo del biglietto, percentuale che sale al 50% in caso di ritardi pari o superiori ai 120 minuti. Il bonus è garantito anche agli abbonati AV ed è valido in caso di “ticket globale” o “globale misto” per tratte combinate. Il passeggero può farne richiesta dopo 24 ore dal viaggio e fino a 12 mesi successivi, rivolgendosi a qualsiasi biglietteria Trenitalia, all’agenzia che ha emesso il biglietto o compilando l’apposito modulo online su trenitalia.com. IN TRENO COL BIGLIETTO Trenitalia raccomanda ai clienti di portare sempre con sé il titolo di viaggio. Anche attraverso l’iniziativa In treno col biglietto. Si tratta di un'operazione di controllo delle stazioni, da parte di un pool di agenti Trenitalia ben identificabili, per ridurre l’evasione fiscale e migliorare le prestazioni e i servizi ferroviari.

Gentile Redazione, sono una viaggiatrice con una grande passione per i treni. Per il compleanno del Frecciarossa 1000 mi sono dilettata nella creazione di alcune sfere natalizie contenenti le immagini del supertreno, non dimenticando però anche le fantastiche locomotive a vapore. Oltre ad abbellire il mio albero di Natale, avrò piacere di regalarle a parenti, amici e a voi della Freccia. Buon lavoro e buone feste Ornella

WIFI FREE IN TUTTE LE STAZIONI Grandi Stazioni lancia il WiFi gratuito nelle aree commerciali dei principali terminal ferroviari italiani. Realizzato da Fastweb, garantisce ai passeggeri l’accesso a internet e ai servizi digitali di proximity e geolocalizzazione. Scaricabile dal portale web o tramite l’app Around Station, è utile a chiunque necessiti di informazioni su servizi, eventi, spostamenti e viaggi. Già disponibile presso le stazioni di Roma Termini e Tiburtina, Milano Centrale, Napoli Centrale e Torino Porta Nuova. Informativa privacy Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A., titolare del trattamento, invita i lettori che inviano lettere e foto per l’eventuale pubblicazione sulla rivista La Freccia a prendere visione del testo completo dell’informativa, resa ai sensi dell’art. 13 del D.lgs. 196/2003, nella sezione Media ed Eventi del sito fsitaliane.it. Qualora vengano inviate e-mail, lettere o foto di minorenni, le stesse dovranno essere corredate di apposita autorizzazione di entrambi i genitori, il cui testo è scaricabile dalla predetta sezione Media ed Eventi del sito fsitaliane.it. Le richieste di cui all’art.7 del D.lgs.196/2003 potranno essere rivolte al Responsabile della Direzione Centrale Comunicazione Esterna e Media - Edizioni La Freccia e In Regione, piazza della Croce Rossa 1 - 00161 Roma.

168

LF

DIC2015

Cara Ornella, il suo pensiero originale e l’estro creativo ci hanno commosso. La Redazione ricambia gli auguri di buon Natale e felice anno nuovo e li estende a tutti i viaggiatori che, durante le Feste, troveranno a bordo La Freccia, Frecciaviaggi, La Freccia Gourmet. Buona lettura!

© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

INDENNITÀ DI RITARDO DOPO 24 ORE


QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

RADIO/TV

FSNEWS RADIO E LA FRECCIA.TV L’INFORMAZIONE IN VIAGGIO Ascolta FSNews Radio, l’emittente radiofonica di FS Italiane. In diretta dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 con news real time sulla circolazione ferroviaria, musica e rubriche su novità ed eventi del Gruppo.

La diretta. Dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20, informazioni in tempo reale sulla circolazione ferroviaria, approfondimenti, curiosità e interviste Che treno fa. Aggiornamenti sulla circolazione ferroviaria tutti i giorni durante la diretta. Sabato, domenica e festivi dalle 14.30 alle 20.50 FS Flash. Notizie sul mondo ferroviario

Segui La Freccia.TV, la web tv di Ferrovie dello Stato Italiane. Notizie, aggiornamenti quotidiani, approfondimenti e dirette streaming, per rimanere sempre informati sulle novità del mondo FS.

Diretta streaming e ospiti live TG FS. In onda dal lunedì al venerdì alle 16. News, eventi in anteprima, curiosità dal mondo ferroviario di ieri e di oggi Approfondimenti. Focus settimanali sulle Società del Gruppo FS Italiane

GR Ansa Live. Notizie dall’Italia e dal mondo

Appuntamento mensile con la storia delle Ferrovie raccontata attraverso la Fondazione FS Italiane

Infomobilità. Curiosità da FS e non solo

Videonews. Interviste al management di FS Italiane

La piazzetta della Fondazione. La storia delle Ferrovie ogni giovedì alle 18, in replica il sabato alle 9 e la domenica alle 18

Gli speciali di FS Italiane

TOP 5

a cura di Renato Piccini [fsnewsradio@fsitaliane.it]

Slideshow. Le più belle immagini di Ferrovie dello Stato Italiane

Il VIDEO PIù CLICCATO DEL MESE

1 MARCO MENGONI - Ti ho voluto bene veramente 2 JUSTIN BIEBER - What do you mean 3 ALESSANDRA AMOROSO - Stupendo fino a qui

Buon viaggio con Frecciarossa

4 SKUNK ANANSIE - Love someone else 5 CLAUDIO BAGLIONI & GIANNI MORANDI - Se perdo anche te FS NEWS RADIO PREMIA ZAMPAGLIONE E MOU Tutto il mese di dicembre si viaggia on air su FSNews Radio con Federico Zampaglione, premiato per il suo ultimo videoclip Ci stai, ed Erica Mou che ha ricevuto una targa per la sua musica d’avanguardia. FSNews Radio è in oltre 400 stazioni, nei FRECCIAClub, online su pc, tablet e smartphone, all’aeroporto di Roma Fiumicino e al Museo ferroviario nazionale di Pietrarsa.

HIGHLIGHT A dicembre appuntamento su La Freccia.TV con le info sulla mobilità, gli eventi legati al Giubileo e le dirette di FSNews Radio dalla stazione Roma Termini per i sette anni della web radio FS, con artisti e ospiti famosi.

La Freccia.TV è sul web da pc, tablet e smartphone. In Realtà Aumentata sul magazine La Freccia. DIC2015

LF

169


SECURITY A cura di Protezione Aziendale Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane

UN VIAGGIO SICURO

COSA PUOI FARE TU IN STAZIONE Non perdere mai di vista il bagaglio (se incustodito viene sottoposto a controlli di polizia) Chiudi le borse tenendo separati denaro e documenti Non accettare biglietti dagli sconosciuti: acquistali solo utilizzando i canali di vendita ufficiali Presta attenzione nei luoghi della stazione in cui potrebbero crearsi occasioni favorevoli ai borseggiatori (atri, biglietterie e aree self-service) Non acquistare servizi e merci da persone prive di regolare licenza IN TRENO

Le stazioni sono più di un luogo di passaggio, così come i treni sono più di un semplice mezzo di trasporto. La sicurezza non è un pro-

Per qualsiasi problema rivolgiti al personale in servizio

COSA FACCIAMO NOI Abbiamo installato nelle principali stazioni sistemi di videosorveglianza e colonnine SOS Presenziamo stazioni e treni con personale specializzato Abbiamo istituito un canale telefonico diretto tra treno e Polizia Ferroviaria per rapidi interventi delle forze dell’ordine su tutto il territorio a contrasto degli illeciti Monitoriamo le transazioni on line per impedire acquisti con carte di credito frodate

Non lasciare incustoditi gli oggetti di valore e tieni con te il biglietto

Lavoriamo h24 insieme alla Polizia Postale per prevenire gli

© alexlmx/Fotolia.com

COME CANCELLARE DA REMOTO I DATI PERSONALI IN CASO DI FURTO DELLO SMARTPHONE Chi utilizza il cellulare solo per telefonare e mandare sms? Oggi quasi più nessuno. Infatti il vecchio telefonino ora si chiama smartphone e consente di navigare in internet, eseguire operazioni bancarie, comunicare con i social network, scattare foto, archiviare immagini, documenti e informazioni di ogni genere. È diventato così un indispensabile compagno di vita quotidiana.

170

dotto, ma un valore sociale: è impegno quotidiano di tutti gli operatori della Polizia Ferroviaria e del Gruppo FS Italiane, oltre che comportamento attento da parte dei passeggeri.

Non acquistare merci da venditori abusivi e non accettare cibi o bevande da persone occasionalmente conosciute in viaggio

Posiziona i bagagli sulla cappelliera sopra il tuo posto

LF

DIC2015

QUESTA PAGINA È IN REALTÀ AUMENTATA SCOPRI I CONTENUTI INTERATTIVI THIS IS AN AUGMENTED REALITY PAGE DISCOVER INTERACTIVE CONTENT

attacchi informatici Abbiamo intensificato il controllo dei biglietti (No ticket, no parti) Collaboriamo con Protezione Civile e Ministero dell’Interno nelle situazioni di emergenza

ATTENZIONE AI TRUCCHI PIÙ USATI PER DERUBARE Urtare la vittima Utilizzare cartoni, giornali o indumenti per coprire il movimento delle mani durante il borseggio Provocare assembramento durante la salita e la discesa dai treni Sporcare di proposito la vittima per poi offrirle aiuto Chiedere informazioni per distrarre la vittima

Security is a commitment of all the staff of Gruppo FS and Polizia Ferroviaria, the railway police. The main stations, supervised by specialized staff, are fitted with surveillance systems and SOS columns. On-line ticket purchases are monitored in order to prevent IT fraud. Ferrovie dello Stato Italiane recommends paying attention when purchasing tickets and looking after luggage for the possible presence of unlicensed sellers and bag snatchers.

Raccontare storie commoventi per elemosinare denaro

Ma cosa succederebbe se quel dispositivo pieno di informazioni sensibili finisse nelle mani di qualche sconosciuto, peggio ancora se malintenzionato? Essere vittima di un furto o dello smarrimento del cellulare espone, oltre che al danno economico, anche al rischio di utilizzo illecito dei dati personali. Quindi è utile ricordare che i principali produttori di sistemi operativi per smartphone dispongono di applicazioni per la cancellazione remota dei dati. Per usufruire di questa funzionalità occorre scaricare e installare una delle diverse app disponibili negli store e configurarla in modo da rendere riconoscibile il proprietario. L’operazione è semplice da eseguire e consente di ridurre il rischio che i propri contenuti finiscano in mani sbagliate.


SAFETY

COME COMPORTARSI IN CASO DI EMERGENZA A BORDO DEI TRENI AV E DI ESODO DALLE GALLERIE A cura di Trenitalia, Divisione Passeggeri Long Haul

CARTELLI SEGNALETICI UTILI PER L’ESODO

PORTE ESTERNE DEL TRENO

Indicazione della distanza delle uscite di emergenza dalla galleria in entrambe le direzioni (cartelli sulla parete della galleria) Rappresentazione dei percorsi per raggiungere l’uscita di emergenza nei posti di esodo (cartelli sulla parete della galleria) Individuazione degli attraversamenti pedonali (cartelli sulla parete della galleria) Indicazione delle uscite di emergenza (cartelli sulla porta e sulla parete della galleria) Indicazione della distanza per raggiungere il piazzale di emergenza (cartelli all’esterno della galleria)

MASCHERINE FILTER MASKS

Ruotare verso il basso la maniglia

Indicazione del telefono di emergenza vivavoce (cartelli sulla parete della galleria)

Spingere con forza

Indicazione del pulsante per l’accensione delle luci di emergenza (cartelli sulla parete della galleria)

Tirare

BYPASS FRA I DUE TUBI DELLA GALLERIA Tunnel by-passes

OPEN

Per aprire le porte in emergenza, a treno fermo, seguire le istruzioni sottoriportate

Indicazione delle mascherine antifumo a protezione delle vie respiratorie (cartelli sulla parete della galleria)

TRENO Train TRENO Train

Open doors by pushing on the button when the green lamp is on

Per utilizzare i finestrini come uscita di emergenza seguire le istruzioni sottoriportate

ETR 500

Aprire le porte premendo il pulsante con spia verde accesa

Aprire lo sportello rompendo il filo piombato

SCHEMA PERCORSO DI ESODO

APERTURA PORTA

Opening door button

Indicazione della direzione e della relativa distanza per raggiungere l’esterno (cartelli all’interno delle finestre)

ESODO DALLE GALLERIE DELLA LINEA ALTA VELOCITÀ/ ALTA CAPACITÀ FIRENZE-BOLOGNA GALLERIA DI LINEA FINESTRA Main rail tunnel Emergency exit

Pulsante apertura porta

FINESTRINI USCITE DI EMERGENZA

Alzare la tendina Rompere la protezione Tirare la maniglia Ruotare le leve Spingere il vetro

ETR 600/485 Prelevare il martello frangivetro Alzare la tendina Colpire nel punto rosso Colpire ripetutamente il vetro

Per un ordinato e rapido esodo dalla galleria è necessario attenersi alle istruzioni fornite dal personale ferroviario direttamente o mediante gli impianti di diffusione sonora, prestando comunque osservanza alle seguenti indicazioni di carattere generale: 1. una volta discesi dal treno occorre dirigersi verso la direzione più opportuna per l’esodo seguendo i cartelli segnaletici affissi sulla parete della galleria e/o le indicazioni fornite dal personale ferroviario; 2. la galleria dovrà essere percorsa camminando esclusivamente sul marciapiede laterale della stessa evitando di invadere i binari; 3. l’attraversamento dei binari, se necessario per raggiungere l’uscita, deve

essere preventivamente autorizzato dal personale ferroviario; 4. durante l’esodo occorre mantenere la calma, non spingere o accalcarsi con le persone che precedono, non creare allarmismo; 5. aiutare, per quanto possibile, le persone a mobilità ridotta; 6. una volta raggiunta l’uscita occorre non disperdersi e seguire le istruzioni impartite dalle squadre di soccorso.

DIC2015

LF

171


LA CUCINA ITALIANA PIĂ™ ACQUISTATA NEL MONDO

LA CUCINA CON INFINITE SOLUZIONI Stampa delle nuove grafiche e cambia volto alla tua cucina ogni volta che vuoi!

Inquadra il QR Code guarda il video e scopri come cambiare il volto della tua cucina

GRANDE FRATELLO HA SCELTO ARAN CUCINE

Aran World S.r.l. Unipersonale Z. I. Frazione Casoli - 64032 Atri (TE) Italia T. +39 085 87941 F. +39 085 8794223 Numero Verde 800 500 100 info@aran.it

WWW.ARANCUCINE.IT


Photo Silvan © Alessandro Canestrelli Reporters Associati&Archivi-Roma

PRIMADISCENDERE

Sim sala bim

GIOCHI E SPIGOLATURE

Già si sente lo scricchiolio di una porta magica che si apre... Natale sta arrivando e l’anno nuovo farà capolino dopo qualche giorno. L’augurio, e credo di essere legittimato a farlo, è di trascorrere delle magiche Feste insieme ai vostri cari. Per il 2016 vorrei farvi dono di poteri meravigliosi che, come nell’Orlando furioso, permettano di cavalcare un cavallo fatato bianco catturando tutta l’energia positiva delle persone, facendo invece scomparire quelle prive di buonsenso e insensibili alle sofferenze altrui. Buon viaggio e buon anno a tutti! FRECCIA rossa 41-42_FRECCIA 16/10/15 11:44 Pagina 1

Un buon vino rosso

LO STUZZICADENTI INDISTRUTTIBILE Poggiate uno stuzzicadenti al centro di un tovagliolo sul tavolo. Dopodiché piegate gli angoli al centro e porgetelo a qualcuno, invitandolo a rompere il bastoncino. Tuttavia, una volta riaperto lo stuzzicadenti rotto riapparirà intatto. Come? Semplice: avrete precedentemente infilato nell’orlo del tovagliolo un altro stecchino. Dopo aver piegato gli angoli, in realtà avete porto per farlo spezzare quello nascosto nell’orlo, mentre la vostra mano tratteneva quello al centro, che resta intero. A cura del mensile

CRUCIFRECCIA Manuela attrice Vocali di rame

IL GRANDE SILVAN INSEGNA LA MAGIA

AUTODEFINITI PER TUTTI Dario tra i Nobel Coda di dromedari

Stella di Hollywwod Città toscana

Scansati Gestiscono trattorie

n. 41

Marilyn del cinema Si fa tentando

Portato alla collera Ciò che resta Fatto senza sbagli Chiedere venia

I limiti di Fulton Verme parassita È... di Quinto a Roma Stringhe

Lo Stato con Linz Piccoli complessi musicali

Isola greca Intonano salmi

Genere di carnivori asiatici Se ne fanno al mare Li ha pieni il tiranno

Ortaggio ricco di ferro Uncini Scontenta il richiedente

Mobile che si offre

Mucca... in erba Capo malavitoso

Il Law nel cast di Spy

Ante di porte Lo tiene l’orchestra

Le prime di Jerome Meridione Eccellenza Vostra

Fluire come fiumi Distinta, insigne

© libyphhoto/Fotolia.com

Divertente serie per la tv

Dentro il catino

Breve giorno Grosso centro del Canavese

DIC2015

LF

173


PRIMADISCENDERE SPIGOLATURE

L’ALMANACCO DI BARBANERA

© almaje/Fotolia.com

[www.barbanera.it]

A LUME DI CANDELA Profumate, assorbi odori o semplicemente belle da vedere, le candele rallegrano i giorni delle Feste e donano una calda atmosfera alla casa. Unico, piccolo inconveniente, qualche goccia di cera che si ritrova sulla tovaglia delle grandi occasioni. In realtà è un falso problema. Dalla tovaglia la cera si toglie con estrema facilità, se ben fredda e solidificata. Il processo si può accelerare tenendola per dieci minuti nel surgelatore. Se poi dovessero rimanere macchie di colore, basterà strofinarle con un batuffolo imbevuto d’alcol. Un altro consiglio: se vogliamo che le nostre candele si consumino piano, mettiamo un pizzico di sale vicino allo stoppino.

LE FREDDURE DI PADOSÉ [Twitter @padose68]

A cura di

I

C O N C E R T O Ante di porte Lo tiene l’orchestra Scontenta il richiedente

B A T T E N T Mucca... in erba Capo malavitoso

N O

G Ortaggio ricco di ferro Uncini

I

I

S P Se ne fanno al mare Li ha pieni il tiranno

I

T R

Piccoli complessi musicali

A U S T R

Lo Stato con Linz

S C U S A R S

Fatto senza sbagli Chiedere venia

I

I

A E

Scansati Gestiscono trattorie

D

I

S U D Le prime di Jerome

J E Il Law nel cast di Spy

O

S Mobile che si offre

V A C A N Z E Genere di carnivori asiatici

M E R L O T Manuela attrice Vocali di rame

I

Breve giorno

N A C I

T

Divertente serie per la tv

Meridione Eccellenza Vostra

O V E N C A

Dentro il catino Un buon vino rosso

V R E A

S

M I Portato alla collera Ciò che resta Stella di Hollywwod Città toscana

FRECCIA rossa 41-42_FRECCIA 16/10/15 11:44 Pagina 2

Isola greca Intonano salmi

A I P

L E R O È... di Quinto a Roma Stringhe

I

T O R I limiti di Fulton Verme parassita

F N

R O S O Dario tra i Nobel Coda di dromedari

F

Marilyn del cinema Si fa tentando

M

DIC2015

Grosso centro del Canavese

LF

A

Buon compleanno il 1° gennaio a Remo Girone, il 2 a Cesara Bonamici, il 3 a Mel Gibson, il 4 a Paolo Rossi, il 5 a Monica Guerritore, il 6 ad Adriano Celentano, il 7 a Nicolas Cage, l’8 a David Bowie, il 9 ad Anna Tatangelo, il 10 a Paolo Conticini, l’11 a Massimo Lopez, il 12 a Maddalena Corvaglia, il 13 a Orlando Bloom, il 14 a Giancarlo Fisichella, il 15 a Margherita Buy, il 16 a Kate Moss, il 17 a Jim Carrey, il 18 ad Anna Pettinelli, il 19 ad Alessandro Haber, il 20 a Gianni Amelio, il 21 a Max Tortora, il 22 a Diane Lane, il 23 ad Anna Maria Barbera, il 24 a Michelle Hunziker, il 25 a Toni Servillo, il 26 a Corrado Augias, il 27 a Vincenzo Mollica, il 28 a Anna Bonaiuto, il 29 a Dalila Di Lazzaro, il 30 ad Antonio Caprarica, il 31 ad Alessandro Benvenuti.

Scoperto il circuito nervoso che alimenta il prurito: è il clamoroso annuncio di un gruppo di scienziati dell’isola di Rodi

I M I

GE NN AI O

A un convegno di informatica un nostalgico di sinistra mi ha confidato di essere privo di pc

S C O R R E R E

BIRTHDAY MEMO

174

Questa notte ho sognato che Sergei Bubka veniva accusato di turbativa d’asta

IL VISCHIO Quell’ombra misteriosa e tondeggiante sospesa tra terra e cielo e visibile fra i rami di conifere e latifoglie sembra, di primo acchito, il nido di un volatile. Saldamente e tenacemente ancorato come pianta aerea semiparassita, il vischio si nutre della linfa degli alberi che lo ospitano. All’interno delle sue bacche sferiche, di notte luminescenti, che ricordano gocce di madreperla dal colore lunare, c’è un unico piccolo seme che la magia del vento e l’impercepibile lavoro degli uccelli propaga affinché, disdegnando la vita terrena, germogli insinuandosi esclusivamente sotto la corteccia di pini, meli, pioppi, tigli e querce. Raccolto con devozione, durante le feste natalizie diventa un amuleto contro gli influssi negativi e la malasorte. E guai a non baciarsi sotto un cespo di vischio! Colei che non riceverà il bacio rituale, non vedrà suggellato l’agognato amore eterno. #happychristmashappykiss

E S

TRENIFOLIUM

Fluire come fiumi Distinta, insigne

© Africa Studio/Fotolia.com

LA MEMORIA DEL MONDO «La Collezione di Almanacchi Barbanera, costituita da 356 esemplari datati dal 1762 al 1962, è la più completa al mondo. Il suo valore è universale e deriva dal suo essere simbolo di un genere letterario che ha contributo a creare la cultura e l'identità di intere nazioni fino all'avvento delle più moderne forme di comunicazione di massa». Così l’Unesco ha sancito l’ingresso dei prodotti Barbanera nel Memory of the World Register. [www.bibliotecabarbanera.it]


PRIMADISCENDERE

A cura di

OROSCOPO E FUMETTO

ARIETE State vivendo un periodo di grande vivacità: siete così presi che sembra non ci sia tempo per nulla, ma il cuore vi sorprenderà facendosi spazio.

LEONE Chiudete l’anno in bellezza arricchendo la vostra armonia familiare con l’entusiasmo degli ottimi risultati lavorativi raggiunti.

SAGITTARIO La distrazione è la chiave della vostra felicità, non lasciate che gli eventi vi rabbuino, ma affrontateli con razionalità.

176

LF

DIC2015

TORO Non lasciatevi travolgere dalla routine, a volte un sí detto a cuor leggero porta nuova luce in un panorama un po’ grigio. Sorridete.

VERGINE A volte è utile tenere a freno i propri entusiasmi e, nei rapporti, restare un po’ più coperti. Potrebbe aiutare a schivare qualche colpo.

CAPRICORNO Quello che possedete lo avete conquistato con grande caparbietà, ora non lasciate che sia l’orgoglio a farvi dilapidare tanto valore.

GEMELLI La fase interlocutoria che state vivendo richiede il conforto di persone care e fidate. Vi aiuteranno a capire cosa fare.

BILANCIA Approfittate del periodo natalizio per riprendere fiato. Continuare a insistere spesso peggiora le cose e vi mette di cattivo umore.

ACQUARIO Un sole splendente riscalda il vostro inverno. Approfittatene per condurre in porto progetti importanti e consolidare le vostre relazioni.

CANCRO Il vostro fascino unito all’ottimismo dell’aria natalizia facilita le relazioni e vi aiuterà anche a risolvere qualche grana lavorativa.

SCORPIONE Gli ultimi quattro mesi dell’anno hanno dato frutti inattesi, avete avuto il sostegno di chi vi sta accanto. Sappiate ricambiare tanta generosità.

PESCI Il periodo non è dei migliori, ma il vostro proverbiale entusiasmo e chi vi è vicino vi terranno a galla. Non abbiate remore nel chiedere aiuto.


La Freccia - Dicembre 2015  

In copertina: Checco, quo vadis?

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you