Page 1

Sanremo 2017 Conti-De Filippi

ANNO III | NUMERO 03 | FEBBRAIO 2017 | www.fsitaliane.it

Cioccolato Mon amour

UN PAPÀ IN FUGA TRENITALIA REGIONALE Rock, il più bel treno per i pendolari IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE


sommario//3 in copertina Antonio Albanese

IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO III | NUMERO 03 | FEBBRAIO 2017 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 126/2015 DEL 09/07/2015

Photo Antonello&Montesi

EDIZIONI

Sanremo 2017 Conti-De Filippi

IN REGIONE

Cioccolato Mon amour

©

b Fa

io B

e r n a rd i n i ANNO III | NUMERO 03 | FEBBRAIO 2017 | www.fsitaliane.it

© Ferrovie dello Stato Italiane SpA Tutti i diritti riservati. Se non diversamente indicato, nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza il consenso espresso dell’editore. Alcuni contenuti della rivista sono resi disponibili mediante licenza Creative Commons BY-NC-ND 3.0 IT Info su creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it

Rock, il più bel treno per i pendolari IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

ANNO III | NUMERO 01 | GENNAIO 2017 | www.fsitaliane.it

Cerca la tua copia di Note alle 8 e alle 17 nelle stazioni di Bari C.le, Bologna C.le, Firenze S.M.N., Genova Brignole e P. Principe, Milano C.le, Napoli C.le, Palermo C.le, Roma Termini, Torino P. Susa e Venezia Mestre. Note esce il giovedì. Si può sfogliare su ISSUU e nella sezione Media ed Eventi del sito www.fsitaliane.it

UN PAPÀ IN FUGA TRENITALIA REGIONALE

15

EDITORE

agenda

7

gourmet 15 innovation 25

EDITORIALE

corner 27

Nuove Note

laudio Iannone

10

18

FOCUS Firmato De Filippi-Conti il Sanremo 2017

PROTAGONISTI Antonio Albanese al cinema con Paola Cortellesi

©p

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 | info@emotionalsrl.com Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Gestione Materiali Selene Merati | smerati@emotionalsrl.com

ZOOM I live poetici di Guido Catalano

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

eshkov/AdobeStoc

k

22

Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com

©D igital Media - FS Italiane

STAMPA

5

tendenze 21

©C

Direzione Centrale Brand Strategy e Comunicazione Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma www.fsitaliane.it | e-mail note@fsitaliane.it Contatti di Redazione tel. 0644103161 | 0644103383 Direttore Responsabile Marco Mancini Progetto Editoriale Claudia Frattini Caporedattore Claudia Frattini Coordinamento Editoriale Sandra Gesualdi Assistente Editoriale Luca Mattei Caposervizio Michela Gentili Assistente di Redazione Gaspare Baglio In Redazione Serena Berardi, Silvia Del Vecchio, Cecilia Morrico, Francesca Ventre Realizzazione e progetto grafico Giovanna Di Napoli Coordinamento creativo Giovanna Di Napoli Grafico Michele Pittalis Ricerca immagini e photo editing Vincenzo Tafuri Hanno collaborato a questo numero Laura D'Alessandro, Ilaria Perrotta

29

TRENITALIA REGIONALE Rock, il treno più bello per i pendolari

//FEB2017


editoriale//5

NUOVE di Marco Mancini Photo Edoardo Cortesi/Digital Media - FS Italiane

Lo avevamo promesso, protagonista di questo numero di Note è il treno Rock. A Pistoia, nello stabilimento Hitachi Rail Italy, dove si costruiscono anche i Frecciarossa 1000, si è infatti avviata lo scorso 20 gennaio la produzione del nuovissimo convoglio a due piani destinato a elevare qualità e comfort di viaggio per centinaia di migliaia di pendolari. Si è trattato di un vero e proprio evento che ha coinvolto tutte le maestranze dell’azienda pistoiese, capeggiate dal Ceo Bruno Manfellotto, al quale hanno partecipato per Trenitalia sia il presidente, Tiziano Onesti, sia Barbara Morgante, amministratore delegato. Insieme a loro l’Ad di FS Italiane, Renato Mazzoncini, a testimoniare l’attenzione che tutto il Gruppo FS dedica al settore del trasporto ferroviario regionale, anello fondamentale di quel sistema di mobilità integrata che è uno dei cardini e degli obiettivi del suo Piano Industriale. A parlarci del Rock, che Mazzoncini ha definito un treno “figo”, tale da accaparrarsi il gradimento della gente e indurla a rinunciare alla macchina, è Orazio Iacono, il direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, anche lui presente a Pistoia. Iacono è impegnato in prima linea nella quotidiana gestione della delicata e complessa macchina industriale che muove circa 6.500 treni e assicura la mobilità

Note

Da sinistra a destra, insieme ai tecnici di Hitachi Rail, Tiziano Onesti (presidente Trenitalia), Barbara Morgante (amministratore delegato Trenitalia), Renato Mazzoncini (amministratore delegato FS Italiane) e Bruno Manfellotto (Ceo Hitachi Rail Italy)

di un milione e mezzo di passeggeri al giorno. Lo fa monitorando con i singoli direttori regionali tutti gli ingranaggi di questa macchina e intervenendo tempestivamente per rimuovere ogni piccolo granello che ne rallenti il funzionamento. È una tensione positiva che si sta trasferendo, a cascata, su ogni operatore front line. Ed è un lavoro che si accompagna alla pianificazione di medio e lungo periodo, necessaria a consolidare i risultati ottenuti e, con l’arrivo di nuovi e più performanti treni, a offrire migliori esperienze di viaggio. Un viaggio da serie A. //FEB2017


agenda//7

a cura di Laura D'Alessandro

Rosso Anish Kapoor di Sandra Gesualdi

Indaga la materia in profondità, la scava, la intacca, la svuota fino a creare voragini e vuoti misteriosi ricavati dal gioco di specchi concavi-convessi. Anish Kapoor analizza, altera e trasforma la realtà attraverso l’arte. La mostra al Macro di Roma, a cura di Mario Codognato, presenta, fino al 17 aprile, una selezione di 30 lavori recenti, di cui 24 inediti dell’artista anglo-indiano. Dipinti assemblati con strati di silicone e pittura, sculture, rilievi e allestimenti architettonici monumentali in cui il colore rosso fa da filo conduttore e sgorga dalle opere tingendo la superficie. I pertugi macroscopici di Sectional Body Preparing for Monadic Singularity ingoiano lo guardo del visitatore oltre le cavità sculturee e richiamano una poetica che corre sul doppio binario di vuoto e pieno, di luce e ombra, di negativo e positivo. Metafore del dualismo sempre presente nel mondo sensibile, in continua tensione tra vita e morte, concretezza e astrazione. www.museomacro.org Sectional Body Preparing for Monadic Singularity (2015) PVC e acciaio

Fabio Mauri A NAPOLI Con più di 100 opere, azioni e documenti, Retrospettiva a luce solida, al Madre di Napoli, è l’omaggio più completo dell’ultimo ventennio all'artista romano scomparso nel 2009. Esponente delle neo-avanguardie del Secondo dopoguerra, Mauri ha indagato i conflitti e le contraddizioni della storia europea, puntando l’attenzione sui linguaggi dell'ideologia e della propaganda, sulle forme dell'immaginario collettivo e le strutture delle narrazioni mediatiche, prima fra tutte il cinema. www.madrenapoli.it

Senza Titolo (1975) Performance con Mariangela Zugaro De Matteis Studio Casoli, Milano © Antonio Maniscalco Courtesy Estate Fabio Mauri, Hauser & Wirth

//FEB2017


8//agenda Un regista, un’aspirante attrice e un provino per uno spettacolo che si trasforma in un inaspettato gioco di seduzione tra finzione e realtà, ironia e mistero. La celebre dark comedy ispirata all’omonimo romanzo di Leopold von Sacher-Masoch arriva per la prima volta in Italia, con Sabrina Impacciatore nei panni della protagonista, Vanda Jordan. Insieme a lei sul palco c’è Valter Malosti, che cura anche la regia del testo divenuto famoso grazie all’adattamento cinematografico di Roman Polanski. Al Teatro Ambra Jovinelli di Roma fino al 5 febbraio, venerdì 10 al Comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno (BO), al Fraschini di Pavia l’11 e allo Stabile di Torino dal 13 al 19. www.ambrajovinelli.org

© Riccardo Piccirillo

VENERE IN PELLICCIA

FOJA Parte il 9 febbraio dalla Capitale il live ’O treno che va della band napoletana. Tappe anche a Bologna il 4 marzo, a Milano il 16, a Torino il 17, a Napoli il 24. www.fojaofficial.it

© Andrea Simeone

MARLENE KUNTZ Lo storico gruppo cuneese in concerto a Bologna il 3 febbraio e a Roma il 9 col tour celebrativo per i 20 anni dalla pubblicazione dell’album Il vile. www.marlenekuntz.com

© Fabio Lovino

SMETTO QUANDO VOGLIO - MASTERCLASS Torna in azione la banda di ricercatori universitari prestati al crimine. Stavolta collaborano con la Polizia per fermare il traffico delle smart drugs. Dal 2 febbraio. www.01distribution.it NOTE


MESSAGGIO PUBBLICITARIO

E QUATTRO! PER IL QUARTO ANNO CONSECUTIVO CHEBANCA! È ELETTA LA MIGLIORE BANCA DIGITALE PER SODDISFAZIONE DEI CLIENTI. Anche quest’anno l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza ci ha premiato come miglior banca digitale per soddisfazione dei clienti. Per noi il riconoscimento più importante!

848.44.44.88 | chebanca.it | filiale

Indagine condotta nel periodo Agosto - Ottobre 2016 su un campione di 1.623 clienti di 17 banche di cui 7 digitali/dirette.


10//protagonisti

GENITORE IMPERFETTO, ALBANESE TORNA AL CINEMA CON L’IRONIA DI SEMPRE di Francesca Ventre Photo Claudio Iannone

NOTE

Una situazione paradossale, dai risvolti comici inaspettati. È quella che vive Antonio Albanese, per la prima volta in coppia con Paola Cortellesi, nel film Mamma o papà?, in sala dal 14 febbraio. L’attore è Nicola, sposato con Valeria, un padre in via di separazione che fa di tutto per non avere i figli in affidamento. Sembra assurdo. Può succedere nella realtà? Io non sono un sociologo, però mi piace l’idea che al pubblico sia offerta una visione diversa dal pensare comune. La storia è ambientata in un’Italia


//11

normale: lui è un medico e lei un ingegnere ma entrambi, per motivi personali e di affermazione nel lavoro, non vorrebbero i ragazzi a carico. La lotta tra i due per farsi odiare è continua e le esagerazioni portano a situazioni esilaranti. È una trama forzata, però la forma di commedia fa emergere il senso di umanità. Il tema famiglia è nuovo per lei? Mi piace variare per non annoiarmi. In questo caso ho provato gioia nel cercare di sviluppare le sorprese che proponeva la trama.

Come si è trovato a lavorare con Paola Cortellesi? Bene, come prevedibile. Sa gestire comicità e fisicità e le piace far stare bene gli altri. Inoltre è una professionista seria, per me una cosa importante. Nel caso di questo film, poi, non si deve dimenticare che il regista, Riccardo Milani, è anche suo marito. È stato divertente girare le scene da innamorati, con lui distaccato, ma non troppo. E il pubblico? Le piace ripetere che «è sacro», cosa vuol dire? Lo è perché dà un giudizio vero. Quando ho iniziato

//FEB2017


12//protagonisti

Antonio Albanese e Paola Cortellesi in una scena del film Mamma o papà?

a recitare, il primo segnale positivo lo percepivo dagli spettatori di cui sentivo l'abbraccio ogni volta che interpretavo un nuovo personaggio. Nel tempo il rispetto verso di loro ha dato frutti, perché ho dimostrato affidabilità e coerenza. Anche se piacere a tutti rimane un’utopia. Da attento osservatore, che cosa pensa dell’attuale situazione politica italiana? Capto una labirintite generale. Sono scioccato da un egocentrismo inutile, non credo che questo Paese meraviglioso meriti di essere trattato così. In poche parole, si sta confondendo la tristezza con la serietà. E il panorama internazionale come lo vede? La mia sensazione è che i problemi dell’Italia siano uguali a quelli dell’Inghilterra o della Francia. Il disagio si ritrova ovunque in molteplici combinazioni. Viaggia spesso in treno: qualche episodio comico? Una volta mi ha fatto ridere una signora distinta, vestita a modo, che cambiava le suonerie del NOTE

Antonio Albanese, Luca Marino (davanti a sinistra), Marianna Cogo e Alvise Marascalchi (dietro) in una scena del film

cellulare di continuo e a volume altissimo. Mi chiedevo: «Si sta divertendo, è molto ignorante oppure completamente sorda?». L’ironia aiuta nella vita? È una grande fortuna averne. Ma anche usarla è segno di libertà e benessere. Scorretta per definizione, non a caso nelle nazioni governate da regimi non è consentita. www.medusa.it


gourmet//15

di Silvia Del Vecchio

Milano Salon du Chocolat Firenze Fiera del cioccolato Terni Cioccolentino

Napoli Choco Amore

e

Design al cioccolato, dal 9 al 12 febbraio, negli spazi di MiCo - Milano Congressi. Il cacao assume infinite forme, ispirandosi all’arte e agli oggetti di uso quotidiano. Il Salon du Chocolat accoglie i visitatori con una statua realizzata dal mastro pasticciere Ernst Knam e altre sculture a grandezza naturale. In programma anche una sfilata, con due creazioni da Parigi firmate da Patrice Chapon e dalla Maison Boissier, mentre acquistando l’esclusivo Cuore di San Valentino, una pralina d’autore progettata dal vincitore dei World Chocolate Masters 2013, Davide Comaschi, si sostiene la Lega italiana lotta ai tumori. La Fiera del Cioccolato, invece, rende ancora più dolce la visita di Firenze. Da venerdì 10 a domenica 19, in piazza Santissima Annunziata, espositori provenienti da tutta Italia deliziano i palati di grandi e piccini. Ma anche laboratori didattici, cooking show e degustazioni, con uno spazio dedicato alla cucina vegana dove assaggiare specialità di maestri e noti food blogger, come la Vegan Sacher di Martinaverde ad alto tasso di golosità.

Da Milano a Napoli le fiere più dolci del Belpaese

Fave di cacao Salon du Chocolat, Milano

//FEB2017


16//gourmet

© Fabio Bernardini

Per i più romantici è d’obbligo un salto a Terni durante Cioccolentino. Dal 10 al 14 febbraio la città di cui San Valentino è patrono accoglie il meglio del settore. Sfida a coppie con il concorso Love Cake, per realizzare torte ispirate ai luoghi dell'amore, tour fra cioccolati internazionali, tasting al buio e laboratori per bambini. Dulcis in fundo, il 14 va in scena il divertente flashmob #Amoriincorso, che saluterà tutti gli innamorati di questo 2017. Negli stessi giorni della kermesse umbra, il cibo degli dèi travolge anche piazza Carità a Napoli, per un viaggio alla scoperta di prodotti artigianali quali croccanti, tartufi, barrette, praline, spalmabili e opere di 50 kg di cacao come quella dell’artista friulano Stefano Comelli. L’associazione Choco Amore organizza feste come questa in tutta Italia, con tappe a Velletri (RM), Matera, Latina, Piacenza, L’Aquila, Formia (LT), Rieti, Avellino. Un vero e proprio circo del cioccolato. salonduchocolat.it | fieradelcioccolato.it cioccolentino.com | festedelcioccolato.it

Fiera del cioccolato 2016 Firenze

Love Cake Cioccolentino, Terni

NOTE

VADEMECUM DEL GUSTO di Laura D'Alessandro

Carni di qualità a Roma? Il posto giusto dove trovarla è la Bottega Liberati, a Cinecittà. Specialità di mare a Milano? Alla Pescheria Spadari, vicino al Duomo, c’è l’imbarazzo della scelta.

E per bere qualcosa di tipico a Torino, imperdibile lo storico Al Bicerin, dove è servita la miscela a base di caffè, cioccolata e crema di latte che dà il nome al locale.

L’artista Stefano Comelli Choco Amore, Napoli

Abito del pastry chef Rinaldini Salon du Chocolat 2016, Milano

Conoscere gli indirizzi giusti per una spesa di qualità è facile con le Guide per il Goloso (La Pecora Nera € 9,90). I negozi sono suddivisi in 15 categorie e le recensioni includono informazioni su consegne a domicilio e prezzi medi dei prodotti. www.lapecoranera.net


Tancredi Parmeggiani, Diario paesano, 1961. Courtesy Galleria Milano (particolare) © Eredi Tancredi Parmeggiani

a cura di Luca Massimo Barbero

12.11.2016 – 13.03.2017 Orario 10-18, chiuso il martedì www.guggenheim-venice.it


18// focus

NOTE


//19

Dal 7 all’11 febbraio torna il Festival della canzone italiana. Presentano Carlo Conti e Maria De Filippi

© Julian Hargreaves

Tris all’Ariston per Carlo Conti, che ha fatto le cose davvero in grande con una co-conduzione sbalorditiva. «Ho voluto il top. E il top è Maria», conferma il presentatore fiorentino. Proprio lei, la regina della televisione italiana, Maria De Filippi, sarà protagonista sul palco di Sanremo, la kermesse canora più popolare dello Stivale. Durante la conferenza stampa dell’evento, l’asso pigliatutto di Mediaset, forte di successi come C’è posta per te e Amici, ha ammesso: «Quando Carlo me lo ha proposto, mi è preso un colpo. Abbiamo iniziato a parlare fino al punto in cui ho detto sì. Sono abituata a occuparmi dei contenuti dei miei programmi, qui mi sono dovuta affidare. E mi fido». C’è molta attesa per la competizione tra i 22 Big della musica nostrana: da Al Bano a Michele

© Simone Ferraro/LaPresse

di Gaspare Baglio

Zarrillo passando per Elodie, Paola Turci, Samuel, Fiorella Mannoia, Nesli e Alice Paba, Michele Bravi, Fabrizio Moro, Giusy Ferreri, Gigi D’Alessio, Clementino, Alessio Bernabei, Chiara, Francesco Gabbani, Bianca Atzei, Marco Masini, Raige e Giulia Luzi, Ron, Ermal Meta, Sergio Sylvestre e Lodovica Comello. Tra gli ospiti, invece, sono stati confermati Tiziano Ferro, Giorgia, Mika, Ricky Martin e Rag’n’Bone Man. Torna anche il Dopofestival, che durerà un giorno in più così da poter commentare con i giornalisti anche il podio della 67esima edizione. Al timone sono confermati Nicola Savino e la Gialappa’s Band con la new entry Ubaldo Pantani. E allora buon Sanremo a tutti. www.sanremo.rai.it Carlo Conti (in alto) e Maria De Filippi (a sinistra), conduttori del 67esimo Festival di Sanremo

//FEB2017


tendenze//21

a cura di Ilaria Perrotta

STARDUST MANIA © Yuriy Mazur/AdobeStock

Un’invasione di film ambientati nell’universo atterrerà nel corso del 2017 sul grande schermo: da Battlestar Galactica, tratto dall’omonima serie tv, al remake di Explorers, pellicola del 1985, fino al sequel dei Guardiani della galassia. Stelle, satelliti e pianeti, dunque, sono più cool che mai tanto da irrompere su capi, accessori e collezioni make up, illuminando gli outfit di stagione. Pronti ad andare in orbita con stile?

[1]

[2]

[3] [6] [4]

[7] Elie Saab Spring/Summer 2017

[8]

[5]

[1] Clutch, Benedetta Bruzziches [2] Portamonete, Accessorize [3] Star Trek make up collection, MAC [4] Sandali silver, Paula Cademartori [5] Orecchini, Diva Gioielli [6] Pull, 20.52 [7] Le Prisme Superstellar, pigmenti puri, Givenchy [8] Zaino, Charlotte Olympia //FEB2017


22//zoom ene?» «Mi vuoi b » «Da ferire nso?» «In che se da morire e r i d o v e l «Vo troppo» ma forse è

FEBBRAIO IN TOUR 04 Torino Teatro Colosseo 08 Milano Alcatraz 09 Pavia Spazio musica 10 Genova La claque

© peshkov/AdobeStock

15 Firenze Spazio Alfieri 16 Napoli Cellar Theory 17 San Costanzo (PU) Teatro della Concordia 18 Cesenatico Teatro Comunale

NOTE

«C’er av «Hai amo tu, il «Sei fatto bene sole ed io stata brava a cercarm » i a fart i trov » are» ai m i d ie mi ch n o n «Tu mo» se ti a ntirmelo co se » s i r e f «Pre re a gratis di


//23

GUIDO CATALANO, IL Poeta dall’anima rock, torna con una nuova raccolta di versi di Michela Gentili Photo Francesco Ronchi

Un anno fa, davanti a una birra, ci aveva parlato del suo primo romanzo, D’amore si muore ma io no. Ora Guido Catalano torna con la raccolta di versi Ogni volta che mi baci muore un nazista: 144 poesie («Sono di più, ma ci piaceva il numero») pronte per irrompere sul web e risuonare live nel nuovo tour del primo «poeta professionista vivente». Non è morto d’amore, dunque. Mi pare una buona notizia… Ottima. Sono ancora vivo e in buona salute. Ha dato molti baci in questi mesi? Sì, abbastanza. E a una ragazza sola. Parla di Enrica, a cui ha dedicato il libro? Brava. E poi? Ho girato molto. E scritto poesie, soprattutto in albergo e in treno. A che servono le rime d’amore? Per corteggiare. Ma anche per esorcizzare una sofferenza. Io le uso per scaricare tensioni emotive.

Nel libro ci sono 14 ritratti di donne. Tutte ex? Non credo di averne avute così tante. Sono diverse ragazze in una o la stessa declinata in vari volti. Le piacciono comunque molto… Sono una felice ossessione, visto che la mia carriera sessuale è cominciata tardi. Anche la morte, a guardare i titoli dei suoi libri… La temo. Ne parlo per esorcizzarla. Non aspira alla fama eterna? Combatto da sempre questo pregiudizio. Un poeta dovrebbe godere in vita della propria arte e farne godere gli altri. A questo servono i reading. Ne ha già 1.000 all’attivo. Come si prepara al nuovo tour? Finora ho avuto una scaletta fissa. Ma stavolta sto facendo delle prove: ci saranno una scenografia e una specie di posta del cuore. Le tocca l’Alcatraz a Milano e poi l’Auditorium a Roma. Ansia da prestazione? Ho già comprato i fiori di Bach. www.guidocatalano.it //FEB2017


Terre des hommes

Proteggiamo i bambini insieme

in difesa delle bambine, perchĂŠ nessuna di loro sia piĂš indifesa Nel mondo, milioni di bambine non hanno diritti. Sono vittime di abuso, vendute a uomini adulti come spose o muoiono mentre mettono al mondo un figlio. Aiuta Terre des Hommes a proteggerle.

SOSTIENI A DISTANZA UNA BAMBINA NUMERO VERDE

800.130.130

WWW.TERREDESHOMMES.IT


innovation//25

fashion in Orbit © Matteo Bergamini/Lab Immagine

A Milano un corso che unisce moda, tecnologia e ricerca spaziale

Materiali termoregolanti, prototipi in grafene, tessuti multistrato utilizzati per i satelliti. La tecnologia spaziale entra nel mondo della moda grazie al corso di alta formazione Fashion in Orbit, lanciato dal Politecnico di Milano e dall’Agenzia spaziale europea (Esa). «Un percorso per unire scienza e bellezza, tradurre le invenzioni che non hanno ancora applicazione nel quotidiano in prodotti performanti con una forte valenza estetica», spiega la docente Annalisa Dominoni, che coordina il progetto insieme con Benedetto Quaquaro. Tre settimane riservate a professionisti e talenti emergenti che culminano con la creazione di abiti all’avanguardia. Come la capsule collection Couture in Orbit, presentata a Londra nel maggio 2016, che ha inaugurato la collaborazione tra l’istituto meneghino e l’Esa. «Abbiamo sfruttato la cooling technology, che mantiene costante la temperatura nelle tute degli astronauti, e i multiplayer di alluminio con cui si realizzano i satelliti. Ora stiamo lavorando sulle sperimentazioni in grafene, un materiale davvero promettente», continua Dominoni. Ma se l’ispirazione arriva dal cosmo l’obiettivo è sempre molto terreno: migliorare il confort quotidiano. M. G. www.polidesign.net //FEB2017


corner//27

GIOVANNI SIMEONE GOL E IMPRESE STORICHE PER L'ATTACCANTE DEL GENOA DAL COGNOME INGOMBRANTE di Luca Mattei

NOME: GIOVANNI SIMEONE DATA DI NASCITA: 05/07/1995

@simeonegiovanni

© Valerio Andreani/La Presse

PESO: 81 Kg ALTEZZA: 181 cm

«Il ferro per indurirsi deve prima passare attraverso il fuoco. Quando nessuno crede in te, tu sei l’unico in grado di dimostrare il contrario». Sul suo profilo Twitter si descrive così l’attaccante 21enne del Genoa, Giovanni Simeone. Una determinazione necessaria per sostenere il peso di un cognome ingombrante. Non è facile ritagliarsi uno spazio in campo senza pregiudizi se si è figli di Diego Pablo Simeone, forte centrocampista della Serie A negli anni ’90 e Duemila e tra i più apprezzati allenatori in Spagna oggi. Oppure se ti affibbiano il soprannome El Cholito solo perché tuo padre era chiamato El Cholo. L’impresa è ardua: servono coraggio e talento. Ma il ragazzo è cresciuto con la convinzione che il duro sacrificio può portare a brillare in alto. Come le stelle simbolo della Champions League che si è tatuato sul braccio: «Un giorno so che ci arriverò!», scrive nella foto ricordo su Instagram. Se l’obiettivo futuro è ben chiaro, l’attenzione è al presente. Dopo i calci iniziali in Argentina, l’arrivo in Liguria ad agosto 2016, l’esordio in campionato contro il Sassuolo e il primo gol ai SQUADRA: GENOA danni del Pescara. Il 26 novembre, nel match contro la Juventus, compie l’impresa storica: è RUOLO: ATTACCANTE l'unico dal 20 ottobre 1967 che riesce a segnare una doppietta ai bianconeri nei primi 13 minuti di gioco. Sembra l’inizio di una carriera vincente e fulminea. Come potrebbe essere quella dei fratelli minori, Gianluca e Giuliano, che si stanno già facendo notare nelle giovanili del River Plate. A casa Simeone, insomma, il calcio è una questione di famiglia. simeonegiovanni

//FEB2017


© Digital Media - FS Italiane

SEMPRE CONNESSI

SU

EW

S _IT

AP

S .I T

SR A DI O

N

EW

W

FS

FR

E C C I A .T

V

www.trenitalia.com

I

E

IS

P TREN

FS N

U

S

N

TA

@F

news 30 flotta 34

LI A

con i digital media

L

A

//FEB2017


30//trenitalia news

ROCK IL PIÙ BEL TRENO DEI PENDOLARI

PRESE Usb e WiFi di bordo. PIÙ AREE BAGAGLI E POSTAZIONI BICI. ACCELERAZIONE DA RECORD. GREEN DRIVE E CLIMATIZZATORE SMART ENERGY PER MINIMIZZARE I CONSUMI. ecco l’ultimo nato della flotta regionale

© Giuseppe Senese/Digital Media - FS Itaiane

di Orazio Iacono

La svolta del trasporto ferroviario regionale si chiama Rock. Il mockup in scala 1:1 del nuovo treno, realizzato da Hitachi Rail Italy per Trenitalia, è stato svelato il 20 gennaio presso lo stabilimento Orazio Iacono di Pistoia. Già avviata Direttore Divisione Passeggeri Regionale Trenitalia la realizzazione, che sarà completata entro il 2019. A due piani, dotato delle tecnologie più avanzate, sarà il treno più bello per i pendolari. © Hitachi Rail

NOTE

Con interni pensati seguendo un unico target: garantire la massima vivibilità degli spazi e trasformare il tempo del viaggio in opportunità di socializzazione e momento di relax. Sono stati eliminati tutti gli elementi di separazione tra gli ambienti per sfruttare il più possibile la luce naturale alla quale si affianca l’illuminazione a LED. Ridotti al minimo gli spazi non destinati ai viaggiatori, così da poter ospitare un massimo di 656 persone sedute su comodi sedili dotati di presa elettrica e porta Usb per la ricarica di smartphone e tablet. Spostarsi con passeggino al seguito sarà più semplice grazie a un’area appositamente stu-


//31

© Edoardo Cortesi/Digital Media - FS Italiane

esterna e dell’affollamento dei convogli. A bordo del nuovo Rock un moderno sistema d’informazione è progettato per comunicare con i clienti e farli viaggiare in tranquillità: 40 monitor, rete WiFi e telecamere interne per una maggiore sicurezza, sempre nel rispetto della privacy. In più due toilette, di cui una ideata per passeggeri a ridotta mobilità. Un’accelerazione di 1,1 m/sec² e una velocità massima di 160 km/h assicureranno un servizio veloce ed efficiente all’interno delle aree urbane e nei nodi delle principali città ad alta domanda. Un viaggio all’insegna del massimo confort e dell’alta tecnologia.

© Hitachi Rail

diata. Per il traporto bagagli, oltre alle consuete cappelliere sopra la testa, vi saranno ampie aree dedicate sotto le sedute. E per le valigie più ingombranti saranno installate apposite bagagliere non distanti dalle porte d’accesso. Inoltre, le migliaia di persone che al tragitto in treno abbinano lo spostamento su due ruote potranno contare su portabici con prese per l’alimentazione elettrica, così i ciclisti più tecnologici potranno ricaricare il proprio mezzo direttamente a bordo. Viaggiare in inverno e in estate sarà confortevole grazie a un moderno sistema di climatizzazione in grado di tararsi in funzione della temperatura

//FEB2017


32//trenitalia news

© Hitachi Rail

SCHEDA TECNICA • • • •

CARRELLI MOTORE 4 VELOCITÀ RAGGIUNGIBILE 160 km/h ACCELERAZIONE 1,1 m/sec2 MONITOR 7

CARROZZE 5 LUNGHEZZA 136 mt LARGHEZZA 2,8 mt CAPACITÀ COMPLESSIVA 656 passeggeri (top di gamma del settore) Kabakou/Fotolia.com sim ak

ABBONAMENTO ANNUALE IN VENDITA ONLINE Un nuovo passo verso l’evoluzione digitale di Trenitalia. L’abbonamento regionale della durata di 12 mesi può essere acquistato anche dal sito trenitalia.com, in modo intuitivo e veloce: basta indicare nome e cognome, data di nascita, percorso di viaggio, data di inizio validità e classe del treno. È nominativo, personale e incedibile. Durante i controlli può essere esibito al personale di bordo tramite smartphone, pc o tablet insieme a un documento valido di riconoscimento o, in alternativa, in formato cartaceo.

NOTE

NOVITÀ IN VENETO, TRENTINO E VALLE D’AOSTA Il Veneto ha ora un nuovo Vivalto, il secondo di un lotto di cinque treni a due piani di ultima generazione che saranno consegnati entro l’estate, per un totale di 23 convogli in regione. In Trentino sono arrivati i primi tre dei sette nuovi treni Flirt acquistati da Trenitalia e Provincia di Bolzano. Hanno 350 posti (di cui 260 a sedere), un’area per 45 biciclette, WiFi, prese di corrente e display informativi. In Valle d’Aosta, intanto, è Luca Zuccalà a guidare la nuova Direzione Regionale di Trenitalia, precedentemente accorpata al Piemonte.

© Dig ital Media - FS Italiane

©

M

• • • •

a cura di Luca Mattei


34//flotta Composizione 2 Piani - 4/7 carrozze Configurazioni Regionale Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto Velocità Massima 160 Km/h (3kV) Passeggeri Seduti: da 504 a 846 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: da 344 a 609

Composizione 4/5/6 carrozze Multipla: fino a 2 unità Configurazioni Base - Metropolitana Aeroportuale Regioni Abruzzo, Campania, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria Velocità Massima 160 Km/h (3kV) - 125 km/h (1,5kv) Passeggeri Seduti: da 200 a 288 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: da 145 a 215

Composizione Monopiano - 3 carrozze Configurazioni Regionale Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche, Toscana, Veneto Velocità Massima 130Km/h Passeggeri Seduti: da 152 a 159 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: 153

NOTE


CAFFO.COM

Conserva il Vecchio Amaro Del Capo in freezer. La sua gradazione alcolica è di 35° non congela!

3

Per apprezzarlo in tutto il suo aroma deve raggiungere una temperatura di almeno -20°c Versalo solo negli appositi bicchierini da freezer Vecchio Amaro del Capo Per ottenere un sapore ottimale anche i bicchierini devono essere ghiacciati.

FREEZE YOUR MOMENT Bevi responsabilmente.

2

-20°C


Note - febbraio 2017 - numero 3  

In copertina: Antonio Albanese

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you