Page 1

COLLANA LUOGHI VERTICALI

COLLANA LUOGHI VERTICALI

Massimo Cappuccio Chiara Cianciolo Giuseppe Gallo

CLIMBING TECHNOLOG Logo CT per risvolto di c

DI ROCCIA DI SOLE Arrampicate in Sicilia

EDIZIONI VERSANTE SUD

EDIZIONI VERSANTE SUD


Quarta edizione Ottobe 2015 ISBN 978-88-98609-35-2 Copyright © 2015 VERSANTE SUD S.r.l. Milano via Longhi, 10, tel. 027490163 www.versantesud.it I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento, totale o parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi.

Copertina

Bunker, Daila Ojeda, Il ritorno dei Nomadi 6c+ (Ph. R. Zampino)

Testi

Massimo Cappuccio, Chiara Cianciolo, Giuseppe Gallo

Disegni

Chiara Benedetto

Simbologia

Ilaria Niccoli

Layout

Bruno Quaresima

Stampa

Tipografia Pagani, Lumezzane (BS)

Ringraziamenti Gli autori desiderano ringraziare Davide Gallo, Tommaso Tamagnini ed Emanuele Andreozzi per averli aiutati personalmente nell’aggiornamento della guida. Hanno collaborato: Stefano Anile per la sezione boulder, Roberto Zampino e Johnny Bonaventura per la sezione DWS. Si ringrazia: Ivan Savoi, Daniele Arena, Salvatore Poma, Mauro Calibani, Berni Rivadossi, Christian Leube, Dario di Gabriele e Sebastian Schwertner per l’aggiornamento di San Vito lo Capo, Luigi Cutietta per l’aggiornamento di Valdesi e Fabrice Calabrese per le vie lunghe nella Sicilia occidentale, Ignazio Mannarano, Pep Puig, Rosario Cammara e Mirko Cangiamila per i settori di Palermo, Sergio Soraci, Marco Puleo e Nikos Lo Giudice per le falesie di Catania e Messina. E inoltre tutti i chiodatori per le info sui nuovi settori inseriti in ques’ultimo aggiornamento, Regan McCaffrey per le foto gentilmente donate, e infine Gabriella Cianciolo, Antonella Cusimano e Isabella Anastasi per i preziosi consigli. Nota L’arrampicata è uno sport potenzialmente pericoloso, chi lo pratica lo fa a suo rischio e pericolo. Tutte le notizie riportate in quest’opera sono state aggiornate in base alle informazioni disponibili al momento, ma vanno verificate e valutate sul posto e di volta in volta, da persone esperte prima di intraprendere qualsiasi scalata.

Km ZERO

Guida fatta da autori che vivono e sviluppano l’arrampicata sul territorio

È una guida a KM ZERO!

Che significa? Che è più sana e ha più sapore, perché fatta da climber locali. Come i pomodori a Km 0? Certo! E la genuinità non è un’opinione. Gli autori locali fanno bene a chi scala: - hanno le notizie aggiornate; - non rifilano solo gli spot più commerciali; - reinvestono il ricavato in nuove falesie gli autori locali fanno bene al territorio: - pubblicano solo ciò che si può pubblicare; - sono attenti a promuovere tutte le località; - sono in rete con la realtà locale e infine la cosa più importante: sulle loro rocce c’è anche un pezzetto del loro cuore


Km ZERO

Guida fatta da autori che vivono e sviluppano l’arrampicata sul territorio

Massimo Cappuccio Chiara Cianciolo Giuseppe Gallo

DI ROCCIA DI SOLE Arrampicate in Sicilia

EDIZIONI VERSANTE SUD


Indice

Mappa 6 Introduzione tecnica 8 I tiri più duri 14 Legenda 15 Messina 1 San Fratello

16

Rocche del Crasto 2 Nebrodi 3 Rocca Calanna

20 22 24

4 Artino’s Wall 5 Capo Calavà 6 Castelmola 7 Stockholm 8 Cesarò-Rocca Giannina

30 34 46 54 58

Altre falesie di Messina Mazzarò Molino

61

Catania 9 Acqua Rocca 10 Bronte 11 Sarbaggio

62 64 66

Siracusa 12 Brucoli

4

70

Monti Climiti 13 Panettone 14 Bunker 15 Ziroman 16 Canalone Sud 17 Curvone 18 Sortino 19 Pantalica 20 Cassaro 21 Anapo

72 74 80 84 86 92 96 98 108 110

Contrada Alfano 22 Antro dell’Eco 23 Nome e Cognome 24 Paradox Wall 25 Pisciotta 26 Contralfano 27 Grotta Re Lucertola

114 116 122 126 128 130 132

28 Arance Rosse 29 Arena

134 136

30 Cavadonna 31 Cugno Lupo 32 Cava della Contessa 33 Cava Grande 34 Sant’Andrea 35 Gole della Stretta 36 Timpa Rossa 37 Secret Garden

138 146 150 154 168 172 176 180

Altre falesie di Siracusa 184 New School – Canicattini La Pagoda Bellavista Ragusa 38 Cava d’Ispica 39 Iaddinara 40 Cimitero 41 Ambiguità 42 Pandora 43 Umpa Lumpa 44 The Wall

186 192 196 200 204 208 210

Altre falesie di Ragusa 214 Castelluccio Settore Ibleo Cava d’Ispica Settore Ascensore Cava d’Ispica Settore Catacombe Cava d’Ispica Settore Il Balcone Trapani San Vito Lo Capo Monte Monaco 45 Nuova Ossessione 46 Sperone Est 47 Cattedrale nel Deserto 48 Parete Nord Monte Monaco 49 Pizzo Monaco

216 220 222 226 234 242 254

Scogliera di Salinella 50 Calamancina 51 Campo Base 52 Grotta del Cavallo e Grotta dei Santi 53 Bunker + Two Caves 54 Portella delle vacche 55 Campeggio 56 Sinistra Pietraia 57 Pineta + Pineta Grotta 58 Scomparto Rifiuti

262 264 272 276 282 292 298 304 308 314


59 Torre Isulidda 60 Far Side + Salinella Sud

318 314

Macari 61 Lost World 62 Castelluzzo outdoor 63 Crown of Aragon 64 Nuovo Cinema Paradiso

328 330 332 338

Custonaci-Cornino 65 Parco Cerriolo + Grotta Cerriolo 66 Never Sleeping Wall Altre falesie di Trapani Cala Firriato Fakiro’s beach Valanga Torre Radio Nord Fiamme Gialle

342 348 352

Palermo Monte Pellegrino 67 Lo Schiavo 68 Discesa Valdesi 69 Spigolo Valdesi 70 Pablo 71 Valdesi

354 356 366 368 370 372

Addaura 72 Mariella Crack’n Up 73 Preistoria 74 Antro della Perciata 75 Parete Nord 76 Parete dei Rotoli 77 Paretone

388 392 396 398 402 404

Monte Gallo 78 Bauso Rosso

406 408

Capo Gallo 79 Grotta degli Svizzeri 80 Capo Gallo vie 81 Monte Santa Margherita 82 Quota 280 83 Punta Baloo 84 Pizzo della Sella

418 420 422 434 440 442 444

85 Pizzo Impastato 86 Uqbar 87 Terrasini

456 458 460

Rocca Busambra 88 Rocca Busambra Parete Nord

462 466

89 Parete Nord Quota 1245m 90 Rocca Ramusa 91 Pizzo Nicolosi 92 Pizzo Lungo

468 470 474 478

Madonie Caltavuturo 93 Cabeci 94 Gazzara 95 Rocca di Sciara 2 96 Rocca di Sciara 1080m 97 Monte d’Oro 98 Contrada Croce

482 484 486 490 500 502 506 518

Altre falesie di Palermo Anfiteatro Kemonia Passo Scuro

520

Boulder in Sicilia

522

DWS in Sicilia

524

Protagonisti e chiodatori Sergio Soraci (San Fratello) Massimo Flaccavento (Artino’s Wall) BoBo’s Team (Stockholm) David Gallo (Anapo) Christian Leube (Cugno Lupo) Dario Di Gabriele (Secret Garden) Giorgio Iurato (Ambiguità) Alessandro Garetto (The Wall) Tommaso Tamagnini (N. Ossessione) Daniele Arena (Portella delle vacche) Manfred Neumayr (Crown of Aragon) Roby Manfrè Scuderi (Schiavo) Antonio Nastri (Bauso Rosso) Ignazio Mannarano (Bauso Rosso) Maurizio Oviglia (Capo Gallo) Rosario Cammara (Caltavuturo)

19 33 55 112 147 181 201 211 223 293 335 357 415 415 423 487

5


6

Marsala

Trapani

Castelvetrano

45-66

85-87

Sciacca

Partanna

Scopello Castellamare

San Vito Lo Capo

Corleone

88-91

S. Giuseppe Iato

92 93-96

Agrigento

Caltavuturo

67-84 Palermo

Capo Gallo Mondello

Madonie

97-98

Enna

Gela

Caltanissetta

Castelbuono Collesano

CefalĂš

9

13-18

22-27 28-30 Canicattini 31-33

Monti Iblei

19

36-37 39-40 Rosolini Scicli 38

Siracusa

Zafferana

Brucoli

12

6 7 Taormina

Catania

Sortino Floridia

Modica

41-44

Etna

11

Nicolosi

20-21

Buccheri

34-35

10

Bronte

8

2-3-4 Nebrodi

Ragusa

1

5

Capo CalavĂ Gioiosa S. Agata

Messina


MY PASSION MY CLIMB MY MATIK Cambia la tua scalata, scopri il nuovo Matik: il rivoluzionario assicuratore-discensore a frenata assistita che con la sua bassa forza d’arresto e il sistema antipanico si prende cura di te e della tua corda. Alza il livello: da oggi, col nuovo Matik, la tua scalata non sarà più la stessa.

www.camp.it


I tiri più duri 14

9a 8c 8b/c 8b+ 8b 8a+/8b 8a+/b 8a+ 8a/+

Climb for Life Grotta Cerriolo Pazza Idea Cassaro La Spada Di Damocle Cava Donna Siamo casi difficili Pandora Superfly Cugno Lupo Mr. Mean Re Lucertola The Fan The Wall King Line Sinistra Pietraia Custonaci Parco Cerriolo Shemale’n Da Hood Cava Donna Mio Cugino L’esorcista Bauso This City Killing Me Pandora Anchor Punch Cugno Lupo Dragon Trainer Pandora Torello Ambiguità Batman Cala Mancina Tsingy rouge Grotta dei Santi Sanvito Festival Sinistra Pietraia Articiok Grotta Cerriolo Mava Cala Mancina Buffalo Soldiers Parco Cerriolo Il mio nome è nessuno Grotta Cerriolo Jonny dalla bocca larga Campo Base Fred Düber Cattedrale nel Deserto Ice and rest Lo Schiavo Mancano solo 100 metri Cugno Lupo Hell in a Bucket Cugno Lupo Lochness Nessie Cavadonna Gangnam Style Cugno Lupo Speedline Cugno Lupo Jumangji Gole della Stretta New Technology Arena Naturalmente Natural Arena Miei sogni e i miei perché Nome E Cognome Nero D’avola Arance Rosse Finocchi Compiaciuti Re Lucertola Variante Robin Cala Mancina Solid As A Rock Cassaro Produci Consuma Crepa Pandora Nuova Vita Umpa Lumpa Niente Torna Mai Umpa Lumpa Luna Piena L2 Ambiguità 99 Guerre Pandora Teoria del suono Ambiguità 2 Anni Per Convincersi Nuova Ossessione Minor S’appiglia Bauso Just A Moment Cala Mancina Jonas Winter Cala Mancina E sopra ti bagni Pandora Sea Simphony Cala Mancina Mi può fare accendere (dopo rottura della canna) Crown of Aragon Dreamworld Sinistra Pietraia Sound Garden L2 Pineta Grotta

Adam Ondra

Christian Leube Dario di Gabriele Mauro Calibani Christian Leube Vincent Degirolamo Christian Leube Dario di Gabriele

Mauro Calibani Berni Rivadossi Christian Leube Stefano Ghisolfi Daniel Jung Valerio Casari Christian Leube Christian Leube Christian Leube Christian Leube Christian Leube Dario di Gabriele Ian Smolen Ian Smolen Giorgio Iurato Luca Passini Dario di Gabriele Giorgio Iurato Arthur Kubista Berni Rivadossi Arthur Kubista Dario di Gabriele Christian Leube Neil Gresham


Legenda Quota

600m

S

Esposizione

Bellezza Splendido

Bello

Discreto Aiuto! Occhio! Buona Ottima

Chiodatura

Non esaltante

!

Chiodatura in ambiente marino

30’

Avvicinamento

Affollamento

Basso Medio Alto Ressa

ComoditĂ alla base

Scomoda Sconnessa Comoda

Parcheggio

Difficile Discreto Buono Ottimo

Principianti

Si scala con pioggia

Per famiglie Pericolo caduta sassi

QR Code Parcheggio falesia

Vie lunghe ? 8b 8a 7c 7b 7a 6c 6b 6a 5c <5c

19 9

18

25 25

20

Numero dei tiri per grado

33 41 39 38

311 44

15


06 Messina

Messina

Castelmola 500m

Rocche del Crasto – Castelmola

S

20’

06

Castelmola è un caratteristico paesino arroccato a più di cinquecento metri di quota, con una splendida vista sul mare e sull’Etna al tempo stesso. Sorge pochi chilometri oltre la più famosa Taormina e beneficia del grande flusso turistico presente tutto l’anno. La falesia è costituita da una bella fascia rocciosa calcarea lunga diverse centinaia di metri, posta sulla parete meridionale del monte Ziretto. Il luogo è molto tranquillo e gode di un ottimo panorama sulle colline che degradano al mare. La falesia è divisa in due settori, uno basso, denominato il Masso e l’altro Settore

Superiore. Il terreno sul quale ricadono le pareti del settore superiore è privato, ma questo non ha impedito di fare di questa falesia una delle più frequentate della Sicilia orientale. Chiedete eventualmente informazioni ai climber locali sulla situazione del momento, e in ogni caso usate buonsenso e diplomazia se invitati dal proprietario a lasciare il posto. Comunque le vie del Masso non ricadono nella stessa proprietà e qui si può rimanere tranquillamente ad arrampicare. Le prime vie furono attrezzate negli anni ottanta da S. Soraci, G. Sturniolo e

campo da calcio

cancello Ristorante Chicchirichì

Ogliastrello

rudere 15

Monte Ziretto

min

.

IlIlMasso SettoreSuperiore Superiore Masso Settore

Castelmola

Taormina

7c 7b 7a 6c 6b 6a <6

46

5 12 14 12 7

10

17

79


L. Catalfamo. Grazie anche al contributo di altri giovani e forti climber della Sicilia orientale, la falesia è in continua espansione e le vie continuano a crescere sia come numero che come difficoltà. Data l’esposizione nei mesi estivi è preferibile frequentare la falesia solo nel tardo pomeriggio, durante il resto dell’anno il posto è molto piacevole, a parte qualche ventosa mattina invernale. Le vie sono tutte molto belle, con un’arrampicata tecnica e per dita forti sul Masso, un po’ più atletiche nel Settore Superiore.

Punti d’appoggio Taormina e Castelmola sono forse tra i maggiori centri turistici dell’isola e offrono di tutto per turisti e viaggiatori, hanno sicuramente uno standard medio-alto e per chi viaggia a budget e forse meglio indirizzarsi altrove. Comunque tante sono anche le trattorie economiche, ma per dormire a buon prezzo si deve andare sulla costa da Giardini Naxos verso Letojanni dove numerosi sono i campeggi e gli affitta camere.

Accesso Da Taormina proseguire per Castelmola, dopo circa tre chilometri su un tornante svoltare per una stradina a destra in discesa, seguire le indicazioni per il ristorante Chicchirichì“, posto a qualche chilometro dall’incrocio. Posteggiare lungo la stradina giusto sul retro del ristorante dove, nei pressi di un gruppo di case, una stradella sterrata sale il pendio fino a un rudere. Da qui, seguire a destra una traccia fin sotto le pareti.

SETTORE SUPERIORE

IL MASSO

47


06 Messina Rocche del Crasto – Castelmola

62 BABY BUMBLE BEE 7b 25m Muro tecnico finale che richiede buona resistenza 63 MERCI’ AUGUSTO 6c 28m Placca poi strapiombo dicontinuità su buone prese. Molto bella 64 MACONDO 6c 25m Placca iniziale poi strapiombo di continuità 65 OMINICCHI 6c+ 27m Muro verticale con finale strapiombante 66 PAZZA FIX 7a+ 27m Blocco centrale su prese sfuggenti 67 PER UN PUGNO DI DOLLARI L1 6b+ 15m Verticale su buchi L2 7a 15m Parete articolata 68 VARIANTE DEI TRAVERSI L1 5b 12m Facile traverso L2 6b+ 15m Aerea fessura diagonale e uscita di forza 69 ALBA CHIARA 7b+ 32m Arrampicata di continuità su muro aggettante 70 MISTER PONZARELLI 7c+ 32m Aggettante su prese piccole 71 SOL LEVANTE L1 6c+ 20m Muro verticale con difficoltà continue L2 7a 15m Muro verticale con piccole prese 72 STROPPONI L1 6b+ 27m Muro verticale con allunghi L2 6c+ 15m Muro verticale 73 LADRI D’ARANCE 7b 35m Partenza su spigolo e finale molto tecnico su placca 74 LINGUA DI FUOCO 7b 37m Boulder finale 75 GANGIA LOVE 7c 37m Muro aggettante, passo dinamico e difficile uscita CASTELMOLA SETTORE SUPERIORE

6b+ 7a+ 7a

7a

66

6c+

5b

6c+ 6c

68 6c

7b

7b

7c+

6b+ 7c

6b+ 7b

6c+ 7b+

62

63

64

65 67

69

52

70

71 72

Castelmola, J. Bonaventura, Macondo (Ph. R. Zampino) g

73 74 75


53


22 Siracusa

Siracusa

Antro dell’Eco La contrada Alfano si arricchisce di un nuovo settore, confermando le grandi potenzialità del comprensorio di Canicattini Bagni, che ancora ad oggi sono state scoperte ed attrezzate solo in minima parte. Il settore è caratterizzato da un bel muro verticale di ottima roccia grigia che risale fino ad un antro strapiombante. Sui muri verticali, salgono delle belle ed interessanti vie di placca dall’arrampicata tecnica e mai banale. Nell’antro superiore, la roccia grigia lascia il posto a canne e concrezioni giallo ocra, qui gli strapiombi richiedono un arrampicata atletica e di resistenza. Urla di gioia per una libera o imprecazioni per un volo inaspettato riecheggiano nella valle sottostante, da qui il nome del settore. L’esposizione del settore lo rende ideale nelle giornate estive, quando la maggior parte dei settori è già sotto la canicola, ma anche in inverno per chi cerca l’aderenza ideale o aspetta un timido raggio di sole nel pomeriggio. Il posto è molto tranquillo e la vista spazia

340m

Antro dell’Eco

W/NW

15’

22 sulla campagna circostante ed altri canyon con pareti di roccia ancora da esplorare. Sicuramente una falesia molto apprezzata per la varietà e bellezza delle vie. Il settore è stato attrezzato da Massimo Flaccavento e Antonio Tidona. Accesso Da Canicattini Bagni come per gli altri settori di Contrada Alfano e parcheggiare circa 50 metri prima della masseria Case Timpa Rossa, su di uno slargo sulla destra. Avvicinamento: Dal parcheggio andare verso la masseria, poco prima delle case superare il passo sulla sinistra e attraversare il campo in direzione nord, superare un varco in un muro a secco e proseguire avanti costeggiando un muretto alla vostra destra, fino alla fine del campo delimitato da una recinzione, quindi scavalcare il muretto a destra e poco dopo scendere a sinistra su pietre e breve traccia, poco oltre scavalcare un muretto a sinistra, e seguire la traccia in un boschetto di lecci, che in breve conduce al settore. muretto muretto

muretto

Antro dell’Eco

700 m.

8a 7c 7b 7a 6c 6b 6a <6a

116

1 2 2

4 5 4 6 5

grande albero

Rosolini

29 Antro dell’eco, Mirto Monaco, Fantasia al potere 7c+ (Ph. R. Zampino) g


117


43

Umpa Lumpa

43

Questo settore sorge sulle pareti, destra idrografica, della Cava della Gisana, poco più a valle del settore Pandora. Il muro di questa falesia prevalentemente aggettante e su piccole prese, riserva un’arrampicata sempre sostenuta, anche sui gradi facili, spesso con passaggi boulderosi che richiedono una buona tecnica e forza di dita. Il posto è molto tranquillo e molto suggestivo, la valle in questo punto si presenta in tutta la sua selvaggia bellezza. Il settore è stato attrezzato dai climber modicani e ragusani in ricordo del loro amico Calogero Gambino, i nomi di ogni singola via sono un pensiero personale degli amici.

190m

Umpa Lumpa

Ragusa

Ragusa

10’

Accesso Sulla SS 115, lungo la strada a doppia corsia che attraversa il polo commerciale di Modica, giunti ad una grande rotatoria, svoltare a sinistra sulla via Sorda

- Sampieri in direzione Marina di Modica (SP 43). Dopo circa 8,5 km svoltare a sinistra su una strada sterrata, di fronte alla strada “VANELLA 108”, proseguite in discesa per circa 400 metri, e parcheggiate lungo la strada poco prima di un capannone agricolo. Attenzione a lasciare libero il transito sulla stradina. Scavalcare il muretto a sinistra e seguire una traccia in direzione nord, dopo un centinaio di metri aggirare un cumulo di pietre e dirigersi verso il bordo della cava. Iniziare a scendere per facili placche rocciose, tratto di corda fissa, fino ad un boschetto che con un ripido tratto porta fino al letto del torrente. Passando sotto gli strapiombi gialli, risalire il torrente per un centinaio di metri, poi poco prima di una voragine sul greto, imboccare a sinistra una traccia in mezzo alla vegetazione che in breve conduce alla base del settore. (10 minuti dal parcheggio).

rip

ida

fiss a

Umpa Lumpa

cor da

dis ces a

letto del torrente

cumulo di pietre

capannone agricolo palo luce

? 8a 7b 7a 6c 6b 6a 5c 5a

208

1

1 1

Marina di Modica

Modica

3 3

strada Vanella 108

5 6

4 4

28


1 L’ALPINISTA 5a 10m Placca verticale 2 FLY SWEET FLY 6a 10m Muro verticale 3 COME TE NESSUNO MAI 6a 10m Placca verticale 4 NOI TUTTI INSIEME... 5c+ 10m Placca 5 SPIRALE 6a+ 10m Placca 6 23 5c+ 10m Muro verticale 7 FM 5c 10m Muro verticale 8 AKA 5c+ 10m Muro verticale 9 BALOO 6a+ 10m Diedro aperto 10 AMORE FRATERNO 6c 10m Muro verticale tecnico 11 BIG FOOT 6b+ 12m Muro verticale tecnico 12 I MIEI COMPLIMENTI COMPAGNO DI CORDATA 6c 12m Muro tecnico aggettante 13 A TRATTI 7b 12m Parete aggettante 14 CATARTICA 7a 12m Parete aggettante 15 SOGNI E SINTOMI 7b+ 14m Boulderino e continuità 16 NON CI SONO LIMITI 8a 14m Boulderino e continuità 17 1 SU UN MILIONE 7b+ 14m Arrampicata tecnica su parete aggettante 18 CRODINO E VODKA SECCA 7a 14m Parete aggettante 19 BULMA ? 12m Progetto 20 OUR PROJECT CONTINUES 7a 12m Parete aggettante 21 NUOVA VITA 8a+ 12m Boulderosa su piccoli appigli 22 MINKIUNARIA TIME 7a+ 12m Fessura poi muro aggettante 23 UMPA LUMPA 6c 12m Muro tecnico aggettante 24 CUORE IMPAVIDO 7a 12m Muro tecnico aggettante 25 PICCIRIDDU SQUETU 7b 12m Boulder iniziale 26 SEI TUTTI NOI 7a+ 16m Muro tecnico 27 GIOVANE GUERRIERO 7b+ 16m Parete a piccoli buchi 28 NIENTE TORNA MAI 8a+ 16m Strapiombante boulderoso

UMPA LUMPA

22 20 7a+

7b

8a+ 7b+ 28 27 26

25

7a

6c 7a 7b+ 7b 5c 6c 8a 6c 7a+ 7a 5c+ 5c+ 5c+ 6b+ 6a+ 8a+ ? 7b+ 7a 6a+

24 23 21

191817 16 15 14 13 12 11 10 9 8

7

6 54

6a 5a 6a 32 1

209


Scogliera di Salinella 1 Calamancina 2 Campo Base 3 Grotta del Cavallo 4 Fakiroâ&#x20AC;&#x2122;s Beach 5 Bunker 6 Portella delle Vacche

Scogli

era di

Saline

lla

1

tonnara

San Vito Lo Capo

2

7 Camping 8 Sinistra Pietraia 9 Pineta 10 Scomparto Rifiuti 11 Torre Isulidda 12 Salinella Sud

3 4 5 6

Camping La Pineta

7 8 9 10 11

12

A 29 Palermo-Trapani

262

Riserva dello Zingaro

Scogliera di Salinella (Ph. G. Gallo) g


La scogliera di Salinella è una fascia rocciosa lunga oltre quattro chilometri e alta mediamente cinquanta metri. Protesa lungo la costa di ponente della penisola di San Vito Lo Capo, si affaccia sull’ampio e suggestivo Golfo del Cofano, uno dei tratti di costa più incantevoli di questo angolo di Sicilia, dal quale ammirare splendidi tramonti. Quasi 650 vie, suddivise in diversi settori, questo è il sito più grande di tutta la zona di San Vito Lo Capo, inoltre rappresenta l’area con il maggior potenziale, perché tra le pieghe della roccia di questa infinita falesia si possono individuare almeno un migliaio di possibili vie di salita. Si può camminare per ore e rimanere catturati dalla bellezza di questa sterminata parete. Sono stati attrezzati dodici settori e data l’ampiezza di questa scogliera alcuni hanno accessi diversi. Sulle pareti di questa scogliera, prima dell’avvento

dell’arrampicata sportiva, sono stati saliti diversi itinerari in stile trad, ma in seguito al lavoro sistematico di chiodatura è probabile che alcuni di quei vecchi itinerari siano stati trasformati in vie sportive e nominate ex novo. La maggior parte delle vie chiodate nei settori meridionali della scogliera sono state realizzate da Joseph Gstottenmair, Kastern Oelze e dai fratelli Titt, titolari della BOLT-PRODUCT, che hanno utilizzato dei chiodi di loro produzione, originale anche il tipo di ancoraggio finale presente su alcune vie, che necessita di un particolare attenzione per poter essere utilizzato correttamente. I settori sono indicati da Nord verso Sud.

263


50 Trapani

Trapani

Calamancina

!

non è molto compatta e a tratti pericolosa. Il settore 3 si sviluppa sopra una cengia appena a monte della caletta e offre vie corte ed atletiche. Il settore 4 è invece indicato per principianti e bambini, grazie alle presenza di vie di bassa difficoltà e su buona roccia. L’ultimo settore, la grotta di Calamancina, è il settore più bello e anche il più affollato nel periodo fra Natale e Capodanno: un concentrato di vie molto estetiche su roccia compattissima. È qui che si è svolta la top marathon del San Vito Climbing festival edizione 2010.

Sicuramente fra i settori più affollati di San Vito, Calamancina offre ogni stile di arrampicata e difficoltà, con avvicinamento comodo e in un bel contesto naturale, con il mare a due passi e tramonti bellissimi. La zona è suddivisa in 5 settori, ubicati attorno alla baia di Calamancina, l’unico comodo accesso al mare di questo tratto di costa. I settori sono distanti fra loro solo poche centinaia di metri. Il settore 1 è un po’ scomodo alla base ma rimane in ombra per gran parte della giornata. Il settore 2 è caratterizzato da un alto sperone roccioso, la roccia però

10m

Calamancina

N/W

5’

Faro

cimitero

ta rra

via

Cala ma

ncin

a

ste

lla

re atta

.M le P

via

San Vito Lo Capo

insenatura di Calamancina

? 8b 8a 7c 7b 7a 6c 6b 6a 5 4

264

2 1 4

Calamancina

6 7

2

8 8

5

15 13

50

71

Calamancina, Silvio Reffo, Batman, 8b (Ph. R. Zampino) g


Accesso Dal centro di San Vito, lungo il viale P. Mattarella (parallela a sinistra del corso principale), immettersi in via Faro in direzione del porto. Dopo circa 200 metri imboccare sulla sinistra la via Calamancina, percorrerla per 600 metri, quindi svoltare a destra per una sterrata. Dopo pochi metri girare a sinistra. Seguire la sterrata per 1,3 chilometri fino ad una caletta. La strada sterrata può risultare molto fangosa, specialmente dopo lunghe piogge. Per chi non volesse inoltrarsi fino alla cala con la macchina, è possibile parcheggiare dopo circa 400 metri dall’inizio della sterrata (38.181981, 12.721927).

Il settore 1 è posto un centinaio di metri prima di arrivare alla caletta. Il settore 2 è giusto di fronte allo scivolo a mare. Per i settori 3 ed il 4, camminare poco oltre la cala. Il settore Grotta è ben evidente oltre uno sperone.

265


50 Trapani Calamancina

CALAMANCINA 1 1 SALTO NEL BUIO 5a 15m Facile parete articolata 2 FELICE 6a 15m 3 LA CADUTA DEGLI DEI 5a 15m Facile parete articolata 4 MELODICO 5b 15m 5 OGGI BENTALAN ? 25m Muro aggettante con due sezioni molto boulderose 6 ATTENZIONE 6b 25m Placca 7 GIORNATA ECOLOGICA 6b 25m Placca 8 TOPI SFRATTATI 6a 25m Placca 9 LIQUIRIZIA E MENTINE 6a+ 23m Parete articolata 10 OLTRE MANICA 6a 25m Muro verticale 11 GRATICULA 6b+/c 25m 12 SLAY BACK 6a 25m Muro aggettante 13 SUPER SANTOS 7c 25m Un boulder di dita 14 STOLEN GLORY 6a 20m Muro compatto con buone prese. Bella 15 BEAN ME UP SCOTTIE 6c+ 18m Arrampicata tecnica su ottima roccia, bella 16 TU SEI BEA 5c+ 25m Muro lungo e articolato

CALAMANCINA 1

6b ?

5a 6a

266

6a+

6 5

6c+

6a

6a 6b+

6b

5a 5b

1 2 34

6a

7c

15 14

6a

7 8 9

10

11

5c+

12 13

16


CALAMANCINA 2 7a

4

6a+

6a+ 21

6a

5a

20 17

18

CALAMANCINA 2 17 NO POSTCARD HOME L1 5a L2 4 18 BAD SEIS L1 6a L2 7a 19 ROAD TO NOWHERE 6a 20 JAMMIN’ IN THE NAME OF THE LORD 6a+ 21 FEARLESS BOOGIE 6a+

19

25m Parete articolata 10m Sconsigliato 20m Parete articolata 20m Parete aggettante 25m Schiodata per la sua pericolosità 30m Parete articolata e muro verticale 30m Parete articolata e muro verticale

CALAMANCINA 3 22 SILLY GAMES 7c+/8a 12m 23 RITTER SPORT 6a+ 12m 24 FORGEFIX 6b+ 10m 25 ALFA ROMEO 7a+ 15m 26 I 30 SECONDI DI VERONICA 7a+ 15m 27 APRIL SKIES 5c+ 10m 28 WALK THE DINOSAUR 5a 10m 29 JOHNNIE WALKER 7a+ 15m 30 THE RIDDLE 7a 14m 31 JAM OR JUMP 7b/+ 10m 32 IF COWS HAD WINGS 4b 10m 33 TU MIO 5b 18m 34 STRANI SONO…SENZA PANCIA 5b+ 18m 35 DONATO A GIANNI 5a 18m

Arrampicata di precisione su muro verticale Muro verticale Muro verticale, più difficile di quel che sembra Bella e varia salita su canne e concrezioni Difficoltà continue con allunghi Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Muro verticale tecnico Passo chiave di difficile lettura Breve e intenso strapiombo Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Partenza appoggiata poi muro articolato 267


50 Trapani

CALAMANCINA 3

Calamancina

7a+ 7b+

7a+

7c+/8a 22

6a+

5c+

6b+

23 24

7a+

5a

7a 33-35

29 30 31 27 28

4b 12m 4c 12m 4a 12m 4c 12m 5b 12m 5b 12m 5a 12m 6a+ 20m

Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta Facile salita su roccia compatta

CALAMANCINA 4

5b

4a 4c

4b

5a 5b

4b

268

37

32

26

25

CALAMANCINA 4 36 MARMOT 37 PERFORMING SEALS 38 RABBIT 39 MY LITTLE PONY 40 LIONS, TIGERS AND BEARS 41 SHEEP 42 BEAUTIFUL HAMSTER 43 NATHALIE

36

4b

38

39 40 41

42

Calamancina, Chiara Cianciolo, CHR.IS.TO. 7c+ (Ph. R. Zampino) g


269


50 Trapani Calamancina 270

44 PATRIK 6b+ 20m 45 SERGIO 6c 20m Primi metri non bellissimi, poi un passo su svasi 46 ALICIA 6a+ 20m GROTTA CALAMANCINA 47 LADRO DI PANDA 6b+ 25m Roccia tagliente, uscita su buchetti 48 CALDO UMIDO 6b 25m Roccia tagliente, buona per riscaldarsi 49 ACQUA PANNA 7c 25m Arrampicata tecnica, più dura per i bassi 50 40 OUT 80 IN 7c+ 25m Diedro tecnico e pancia finale 51 VARIANTE ROBIN 8a+ 15m Strapiombante con dinamico 52 BATMAN 8b 15m Passaggio chiave in uscita su microtacche 53 FRIDA IN THE WATER 7c+ 25m Partenza strapiombante con passaggio lungo, poi traversa nel diedro sotto il tetto 54 CANNA BIOLOGICA 6a+ 22m Da non credere sia solo 6a+ 55 LA NNICCHIA 6a+ 20m Divertente e inusuale 56 CHR.IS.TO 7c+ 25m Traverso tecnico poi arrampicata atletica su roccia fantastica 57 MAL DI SCHIENA 7b/+ 25m Segue una serie di buchi, molto bella 58 MAL DI SCHIENA NATURAL 7c/+ 25m Sale la fessura a destra senza usare gli scavati. Servono dita forti e buona tecnica di piedi 59 BANANA BIOLOGICA 7a 25m Arrampicata atletica con passaggio obbligato e uscita tecnica, bella 60 RED NECKS 6b+ 25m Arrampicata su buchi e fessure 61 COAST TO COAST 7a+ 25m Passo chiave in alto su prese piccole 62 FIGLIA DI NESSUNO 7b 25m Muro compatto aggettante 63 TOYO 17 6c 25m Arrampicata in diedro con strapiombo finale, bella 64 JUST A MOMENT 8a+ 25m Muro verticale di precisione e strapiombo finale 65 JONAS WINTER 8a+ 25m Muro compatto fessurato 66 SEA SIMPHONY 8a/+ 26m Un po’ morfologico sul passo d’uscita ma molto bella 67 VAMA ? 25m 68 MAVA 8a+/b 25m Placca su piccole prese lontane sotto e traverso violento alla fine della canna su piccole prese 69 I MIEI PRIMI 40 ANNI 7b+ 25m Muro aggettante a buchi e diagonale tecnica


271

43-46

6a+ 6c

6b+

6a

47 48 49

6b+ 6b

7c

50

7c+

50

7c+ 52

7c/+ 7b+

57

7c+

54 55 53 56

6a+ 6a+

52 8a+ 8b

51

7a

6b+

7c/+ 55 56 57 58 59 60

6a+

7c+

7b+

63

6c

?

64 65 66

8a/+

8a+ 67

GROTTA CALAMANCINA

61 62

7a+ 7b

8a+

68

8a+/8b

69

7b+


71 Palermo

Palermo

Valdesi Questa lunga fascia di roccia del versante Ovest di M. Pellegrino è stata ed è ancora oggi uno dei settori più importanti di Palermo. La facilità di accesso, l’elevato numero di vie, la buona qualità della roccia, la presenza di numerose vie lunghe, la vicinanza della spiaggia di Mondello e l’ombra al mattino in estate... tutto questo rende Valdesi uno dei settori più frequentati dai palermitani. Dato l’elevato numero di vie facili, la falesia è spesso utilizzata dalle locali scuole di arrampicata per i corsi. Valdesi conta più di 100 monotiri, più numerose vie che arrivano in cima alla parete, alta fino a novanta metri. La roccia, come sul resto di M. Pellegrino, è eccezionale, dalle tonalità di grigio sulle placche, rossa e gialla invece sui muri aggettanti. Numerose le fessure, ma anche buchi e clessidre. Recentemente, alcuni assidui frequentatori della falesia hanno iniziato un lavoro

30m

SW

Monte Pellegrino - Valdesi

71

5’

di richiodatura inox che oltre ai monotiri si è esteso anche ad alcune belle vie che arrivano in cima, da troppo tempo abbandonate. Diversamente dalla Roccia dello Schiavo, qui le vie lunghe sia di stile tradizionale che sportivo sono state risparmiate da complicati intrecci. Alcune di esse, malgrado siano lunghe solo 3 tiri, conservano un aspetto “d’avventura” per cui abbiamo mantenuto la decisione di descriverle minuziosamente onde evitare spiacevoli sorprese. Per quelle chiodate in maniera prettamente sportiva e di facile individuazione, ci limitiamo a indicare le difficoltà delle singole lunghezze. Dal pianoro sommitale, oltre che da alcune vie con calata attrezzata, è anche possibile scendere a piedi dall’evidente canalone posto tra la parete Ovest e la parete Nord. Per facilitare l’individuazione delle vie, abbiamo preferito suddividere la falesia in vari settori. Santuario Santa Rosalia Valdesi

cabina ENEL

Viale Regina Margherita

? 7c 7a 6c 6b 6a 5c 5b 5a <5

372

1 2

Mondello 8 9

5

7 7

19 11

26

95+

Livia Guarino, Cinematografo azzurro, 6c (Ph. M. Spataro) g

Palermo Parco della Favorita


Accesso Dal centro di Palermo attraversare il Parco della Favorita in direzione Mondello. Proseguire in discesa per viale Regina Margherita e all’incrocio con semaforo girare a destra per la strada (via Monte Ercta) che sale a verso il Santuario di S. Rosalia. La parete è già ben visibile dopo l’incrocio. Parcheggiare sulla destra in prossimità dell’evidente cabina ENEL per il settore Pablo, proseguire qualche centinaio di metri oltre la curva per i restanti settori.

Punti d’appoggio Nella vicina Mondello o nella borgata di Partanna troverete tutto ciò di cui avrete bisogno sia per mangiare che per dormire.

373


71 Palermo Monte Pellegrino - Valdesi

VALDESI ZONA RETI

5a 5a

4c 5a

4a+

4a 4a

5c+ 5a 5a+

1 2 3

4

5

6 7

5c

6b+

5b+

8 910 11

12

13

ZONA RETI Perfetta per i principianti offre tiri fino al grado 5c 1 EN TEO AGAFA L’AVIO 4c 17m 2 CAVALL FORT 5a 17m 3 JEEP I FIDEL 5a 17m 4 MICKEY MOUSE 4a+ 18m 5 DRAGON BALL 4a 18m 6 TOBY 4a 17m Primo tiro di una via lunga 7 SCUOLA ROCCIA 5a 20m Parete articolata 7a RITORNO AL FUTURO 5b 20m Trad. Placca, poi parete articolata 8 TRAGEDIA GRECA 5a+ 20m Parete articolata 9 SIMONA 5a 20m Primo tiro di una via lunga 10 SCARABEO 5c+ 20m Muretto, pancia fessurata, placca 11 ESTEROFILIA 5b+ 20m Parete articolata 12 ZITTO E MOSCA 5c 20m Strapiombetto atletico iniziale poi placca 13 AVEC LES TEMPS 6b+ 15m Passaggio iniziale duro su placca ZONA DIEDRO BIANCO 14 LE UOVA SODE 15 LE UOVA 16 SCALPELLINI 17 COLELLA 18 FANTOZZI 18a ABBIAMO FATTO 13 19 VIA DEL TRENTINO 20 DIEDRO BIANCO + MANCANZA (Trad) 21 PALERMO ROCCIA 86 22 CATTIVO PRESAGIO 23 STAIRWAY TO HEAVEN 374

V+ 70m Trad. L1 35m IV+, L2 35m V+ V+ 80m Trad. L1 40m IV, L2 40mV 6a+ 70m Vedi descrizione a fine capitolo 5a 80m Trad. Vedi descrizione a fine capitolo 5b 25m Muro sotto la grotta della Colella. 6a 15m Muro sotto la grotta della Colella 6a 25m Placca e tettino, sosta su cordone 6a+ 80m Vedi descrizione a fine capitolo 6c 25m Dalla S1 della 20, placca tecnica VI 85m L1 40m VI, L2 30m V+, L3 15m IV+ 6a+ 85m Vedi descriz. a fine capitolo


5b

VALDESI ZONA DIEDRO BIANCO

6a 5a

6a

V+

6a+ 24

4c

5c+

21

6a 6c 6a+

6a 6a

5b

14

15 1617 18

19 20

22

23

25

26

27

28

24 VARIANTE DEL CIPOLLINO 6a 40m Parte a sx della S1 di Stairway to Heaven oppure 5m a dx della S2 del Diedro Bianco risalendo un evidente intaglio nel tetto. Splendida arrampicata su placca. 25 FACONDIA VI+ 80m Trad. Vedi descrizione a fine capitolo 26 AFAFA VI 80m Trad. Calata da 60m su cavo d’acciaio. L1 20m IV, L2 20m VI, L3 15m V+, L4 25m V+ 27 LOVIGGI V+ 33m Trad. Pilastrino articolato, placca, strapiombino. Calata su cavo d’acciaio 28 STRETCHING VI 85m Trad. Vedi descrizione a fine capitolo ZONA CENTRALE 29 APE MAIA 6a+ 25m 30 MIELE 6a+ 25m 31 LEGA LOMBARDA 5c 25m 32 VISO PALLIDO 6a+ 25m 33 BUFFALO BILL 6a+ 25m 34 JO-JO 6a+ 25m 35 VARIANTE HI HI 6a 10m

Monotiro di una via lunga. Vedi descrizione a fine capitolo Muro con piccolo tetto Parete articolata Muro con piccolo tetto Muro con piccolo tetto. Prosegue con la Via delle Nocche fino in cima Piccoli buchi e tettino Muro a buchi. Parte a dx di Jo-Jo 375


78 Palermo

Palermo

Bauso Rosso Questa bellissima falesia, posta sul versante meridionale di Monte Gallo, è costituita da una fascia rocciosa strapiombante lunga diverse centinaia di metri e alta circa cinquanta metri. La roccia è un ottimo calcare arancione ricco di buchi e concrezioni. L’arrampicata strapiombante richiede una buona dose di resistenza di base, ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze: la maggior parte delle vie è caratterizzata da singoli passaggi duri che si alternano a sezioni più facili su canne. Considerata da molti la più bella falesia siciliana, Bauso Rosso merita assolutamente una visita. La realizzazione dei primi itinerari risale ai primi anni novanta, principalmente ad opera dei ragazzi del CMAS (Centro Mediterraneo Arrampicata Sportiva), Antonio Nastri, Ignazio Mannarano e Fabio Valentino, che furono tra i primi a chiodare vie fra il 7 e l’8a in Sicilia. Erano anni di grande cambiamento nel mondo dell’arrampicata in Sicilia e la scoperta di questa splendida falesia segnò la nascita dell’arrampicata sportiva a Palermo. Negli anni successivi sono state aggiunte numerose vie, molte chiodate da Rosario Cammara, Maurizio Oviglia, Pep Puig e da altri arrampicatori sia locali che stranieri.

100m

Monte Gallo - Bauso Rosso

S

20’

? 8b 8a 7c 7b 7a 6c 6b 6a

408

78

1

10 5

6 6

11 13

22 21

95

Bauso Rosso g

Bauso Rosso è suddivisa in quattro settori, i primi tre ispirati alla Divina Commedia di Dante Alighieri, pertanto molti nomi delle vie rievocano personaggi del poema dantesco. Ad oggi si contano quasi cento monotiri, alcuni dei quali chiodati recentemente e ancora da liberare. Il luogo è molto tranquillo e isolato, malgrado la vicinanza di una lottizzazione abusiva in gran parte disabitata, uno dei maggiori scempi urbanistici e ambientali di Palermo noto come “la collina del disonore”. A parte questa spiacevole visione, si gode di un bel panorama della città e dei monti che circondano la Conca d’Oro. Nonostante la bellezza del posto e la qualità delle vie, la falesia è poco frequentata in quanto fuori mano per i climbers stranieri, che normalmente risiedono a San Vito Lo Capo. Può rappresentare, quindi, un’ottima alternativa per sfuggire all’affollamento delle falesie Sanvitesi durante il periodo fra Natale e Capodanno, e per visitare con l’occasione la meravigliosa città di Palermo. Essendo esposta a sud, le condizioni migliori per arrampicare sono in inverno. Nei mesi caldi, invece, meglio optare per falesie ombreggiate.


Accesso Da Palermo andare in direzione Mondello attraversando il Parco della Favorita e percorrendo il viale Regina Margherita. Raggiunta la spiaggia di Mondello, proseguire sul lungomare verso il centro della cittadina fino a un incrocio con delle giostre: qui svoltare a sinistra come per tornare a Palermo e dopo 100 metri girare a destra e imboccare la via Tolomea, strada tortuosa e in salita. Finita la salita svoltare a sinistra seguendo sempre via Tolomea per circa 500 metri e, pri-

ma del residence Poggio Mondello, imboccare una strada in salita delimitata da un cancello. Superare la curva e salire fino ad uno spiazzo sulla sinistra di fronte al viale di entrata di unâ&#x20AC;&#x2122;abitazione privata. Parcheggiare e proseguire a piedi per la strada prima asfaltata poi a fondo naturale. Subito prima del ponticello vicino al cancello forestale scendere nella valletta e risalire seguendo la recinzione per comodo sentiero in direzione della parete (20 minuti a piedi).

cancello

cancello forestale forestale ponte ponte

Bauso Inferno Purgatorio Paradiso Artica

cancello

Via

incrocio con giostre

Tolo m

ea

Lido Charleston

llo nde

Mo

409


410

Chiara Cianciolo, Cacciaguida 7b+ (Ph. R. McCaffery)


411


DWS

DWS in Sicilia

di Roberto Zampino

La Sicilia con oltre mille chilometri di costa, racchiude alcune delle spiagge più belle del mediterraneo, ma anche lunghi tratti rocciosi che ben si prestano al Deep Watering Soloing. Con questo termine si indica l’arrampicare su delle falesie a strapiombo sul mare. Nonostante le grandi potenzialità della Sicilia e il clima favorevole che consente quest’attività per oltre sei mesi l’anno non sono ancora molti gli spot esplorati dell’isola. Al momento le aree più frequentate, dove sono state individuate il maggior numero di vie sono essenzialmente tre; Siracusa, Giardini Naxos e San Vito Lo Capo. Ma aree vicino Palermo e Cefalù promettono un grande potenziale. Questa specialità dell’arrampicata viene svolta in quante tale solo da pochi anni. Oggi ci sono gruppi di climbers siciliani che praticano regolarmente Il DWS (acronimo di Deep Water Soloing). Ogni estate, organizzati con gommoni e barche esplorano le coste siciliane alla ricerca delle linee più belle. Prima che il DWS si diffondesse come specialità dell’arrampicata, era solo un modo per conciliare quest’attività con il mare durante la bella e calda stagione. Inconsapevolmente nelle varie zone della Sicilia si praticava del DWS sulle scogliere senza sapere che si stava sviluppando una vera e propria disciplina. A partire negli anni novanta nel palermitano Antonio Nastri, già precursore del boulder, tracciava le prime linee sulle scogliere di Monte Gallo. Qualche anno più tardi a Siracusa i ragazzi del Gruppo Roccia, Riccardo Lentini e Roberto Galiffi, esploravano le grotte marine vicino la città. Marco Nescatelli da Roma, diede un grande impulso, tracciando alcune delle linee più dure sulle alte scogliere del siracusano e della riserva del Plemmirio, facendo conoscere le nostre coste a tanti dei suoi allievi. A Taormina un gruppo di climbers inglesi capitanati da Neil Gresham salivano le 524

strapiombanti pareti di Mazzarò. Negli anni i praticanti sono aumentati, a Taormina e Siracusa ci sono adesso i gruppi più numerosi e attivi. Johnny Bonaventura è il punto di riferimento per Taormina e dintorni. Siracusa invece portata alla ribalta del grande pubblico dei climbers grazie agli spettacolari filmati di epic-tv, è il posto con maggiori spot e maggior numero di praticanti. Il nucleo centrale del DWS team di Siracusa è composto da Simon Piera, Roberto Zampino e Cristian Leube. Contattare Pio Simon Piera 3381465507 per il gruppo dws su wa. Gli spot più interessanti: Siracusa (Plemmirio e Scogliera Nord) Plemmirio, con i settori Geronimo ed Arco. Bellissima scogliera circa venti chilometri a sud di Siracusa, oltre il capo Murro di Porco. Accesso da Via degli zaffiri , parcheggio (gps 37.003037, 15.323128)vicino il civico 75. Due settori, Geronimo e Arco. Settore Geronimo nei pressi del golfetto naturale, per il settore Arco continuare sulla destra costeggiando il muretto abusivo fino a giungere ad un Arco sul mare. Roccia ottima e compatta che offre una varietà di scalata divertente e atletica. La bellezza naturale del golfo, acqua cristallina e facilità di raggiungimento ne fanno uno spot familiare perfetto. L’altezza massima delle vie è 9 metri Settore Geronimo Prende il nome dalla piattaforma creata appositamente per i tuffi. Si possono fare traversi a tutte le altezze. Le partenze sono dalla base della baia o da un piccolo terrazzino raggiungibile a nuoto o traversando. Tre traversi principali vanno dal 6a al 7c con innumerevoli varianti e 7 le linee che partono

Cristian Leube, Arco, Siracusa (Ph. Zampino) g


525


DWS

dall’acqua o dai traversi e vanno dal 5c al 7b. Nessun pericolo di rocce affioranti. Settore Arco Sulla destra del golfo una bellissima insenatura fa da cornice naturale ad alcune delle linee più belle della zona. Si traversa fino alla base dell’arco e da li partono le vie. Sulla destra dell’arco due varianti 7c+ sulla sinistra 2 placche da 5c e 7a. Scogliera nord Siracusa (Grotta Tunisi, Scogghiu ru frati, Arco e Cannone) La città di Siracusa a nord si estende sopra un tavolato che precipita al mare con una lunga scogliera verticale, dove si trovano alcune grotte molto belle ed interessanti. Su questa scogliera sono molte le possibilità per il dws, qui saranno elencati i quattro principali spot da sud verso nord. Grotta Tunisi 37.081617, 15.301032 Viale Tunisi è una delle grotte più belle. Ricercata anche dal turista in barca per le bellezze che ne riserva, lo scalatore troverà la roccia compatta e brivido dell’altezza, un connubio che rende questo spot imperdibile. Le vie partono dall’acqua ( o dalla parca) e dal comodo terrazzino raggiungibile a nuoto. La terrazza principale è una piattaforma ideale per rilassarsi, lasciare attrezzatura, zaini e non scalatori.  La roccia a canne permette varianti atletiche e muretti aggettanti. 10 vie che vanno dal 6a al 7c+ .

526

Accesso: imboccare via Corsica, la traversa del Bar Tunisi (ottime colazioni) e proseguire fino al mare. Parcheggiare la macchina e attraversare la pista ciclabile. La grotta è sulla destra a 200 metri. Per scendere alla base è necessario scendere sulla sinistra della grotta a circa 50 metri, un muretto facile e appoggiato ma sprotetto e potenzialmente letale. Le altre alternative sono la barca, una nuotata scendendo alla destra della grotta o un tuffo. In questo spot ci sono due delle vie più belle del siracusano. Un 7b+ e un 7c+/8a che figurano del film di Neil Gresham e Epic TV. Lui stesso racconta il brivido di essere completamente esposto in un tetto di 20m. Il 7c+  che sale sul tetto ( come punto di riferimento cercare un grosso bucone in uscita e due spit. ) e protagonista del film non è stata più ripetuta dopo la rottura di un pomello sul tetto. Al momento è quindi N.L. L’altezza media delle vie è di 17 metri Scoglio “Ru Frati” 37.085586, 15.301703 Caratteristici scogli di questa zona della città, I ru frati (i due fratelli) noti da sempre ai siracusani come luogo ideale dove effettuare i tuffi. Divertenti, atletici e semplici ma abbastanza friabili. Lo spigolo nord del masso più grande ha una bella via di 6b ottima per riscaldare le dita e l’approccio al tuffo, quasi obbligatorio dopo la scalata. 4 vie dal 6a al 6b Sono raggiungibili in barca: o a nuoto dal solarium di Via Sicilia.


Arco 37.109750, 15.283713 Caratteristico arco, molto esposto e suggestivo, dove tra l’altro è possibile effettuare un lungo e vertiginoso pendolo. Accesso: da Viale Santa Panagia in fondo fino alla strada per la Tonnara, poi dirigersi verso il condominio a villette “Il gabbiano”.Parcheggiare 300 metri prima delle villette. 37.102535, 15.279911 . Imboccare sulla sinistra uno sterrato, che oltrepassato il ponte sulla pista ciclabile conduce fino al mare. Un centinaio prima di arrivare sulla costa, andare verso sud, e dopo qualche centinaio di metri individuare la parte alta della grotta. Attenzione a controllare bene le rocce che affiorano. Alcune delle linee più belle purtroppo non sono fattibili a causa del basso fondale. 2 linee di 7a e 7b sono ai bordi della grotta. 2 linee dal 6c e 7b su uno dei piedi dell’arco Traversi semplici di riscaldamento. Cannone 37.109600, 15.280838 Bella grotta posta all’interno di un golfetto, poco oltre una piattaforma che al tempo della seconda guerra era base dell’artiglieria, da qui il nome. Per l’accesso come per l’arco, lo sterrato che oltrepassa il ponte sulla pista ciclabile, conduce direttamente alla piattaforma del cannone, la grotta si trova poco oltre a nord. Un facile e basso muretto a nord della grotta, consente un traverso di riscaldamento e alcuni semplici vie. Nella volta della grotta corrono invece due belle linee strapiobanti. 7 vie dal 5b al 7c. Roccia ottima, atletica e compatta. Taormina (Baia di Mazzarò, Grotta Azzurra, Il Villaggio e Isola bella) Nel turistico e suggestivo comprensorio marino di Taormina, sono stati individuati alcuni interessanti spot di dws. Sulla scogliera compresa tra le spiagge di Spisone e Mazzarò si trovano alcune linee a sinistra del settore “Mazarò” attrezzato a fix e con ferrata di calata, un paio di vie di questo settore possono essere fatte anche senza corda. Altri spot sono la grotta azzurra e le pareti sull’Isola bella.

L’accesso più comodo è dal mare, o facendosi accompagnare in barca o noleggiando un pedalò, nel vicino lido di mazzarò. Referente per il dws in zona Jonathan Bonaventura 377 1311453 Baia di Mazzarò 8 vie dal grado al grado 5c+ al 6c Grotta Azzurra 15 vie dal grado al grado 6b al 8A? Il Villaggio 10 vie dal grado al grado 6a+ al 8A/+ con una qualità di roccia e di scalata su alcune linee davvero incredidile! Una su tutte: La leggenda di Barba Nera 7B?? Vi sono anche altri piccoli settori o muri che sono stati sfruttati per il DWS come La Grotta dell’amore, la parte più interna della baia sud dell’isola bella dove un forte strapiombo a 1 mt dall’acqua rende coraggiosi anche i principianti. Anche intorno all’isola stessa vi è qualche parete già salita, facili linee che non vanno oltre i 6/8 mt d’altezza. San Vito Lo Capo (Cala Firriato) San Vito Lo Capo è di certo la località d’arrampicata più conosciuta della Sicilia, con oltre mille monotiri e decine di multipitchs alti fino a 400 metri. Ma offre anche un interessante spot per il dws, reso popolare grazie ai contest organizzati in seno al SanVito Climbing Festival. La scogliera non eccessivamente alta e l’acqua ben profonda rendono questo sito appetibile anche per i principianti. Nella caletta di Cala Firriato ci sono una decina di vie dal 6a al 7b oltre a due lunghi traversi. Invece su una rossa parete verticale, posta un centinaio di metri più a ovest corrono un paio di vie più difficili salite la prima volta dal fortissimo Mauro Calibani, in questa zona prestare attenzione agli scogli affioranti. Da San Vito Lo Capo seguire la strada per la Riserva dello Zingaro, dopo cinque chilometri imboccare sulla sinistra una ripida sterrata in discesa che conduce a Cala Firriato. Referente per il dws a San Vito Lo Capo. YMCA Daniele Arena 333 7075707.

fDaniel Jung, Cannone, Siracusa (Ph. R. Zampino)

527


camera A. Orlandi _Climbing Technology E. Chiappa, Bob (7b), Albenga

# CLICK UP Innovativo assicuratore, compatto e leggero, dedicato allâ&#x20AC;&#x2122;arrampicata in falesia. Facile da usare: permette di dare corda velocemente e senza intoppi e consente di arrestare una caduta semplicemente trattenendo il lato libero della corda. Intuitivo: si usa senza agire su leve o parti meccaniche. Sicuro: anche in caso di inserimento della corda al contrario permette di calare a terra il compagno in sicurezza. Si utilizza con corde singole Ă&#x2DC; 8.6á10.5 mm. BREVETTATO / MADE IN ITALY / EN 15151-2 / UIAA / 115 g

Scopri i nostri prodotti per alpinismo e arrampicata su www.climbingtechnology.com

Di roccia di sole - Arrampicare in Sicilia  
Di roccia di sole - Arrampicare in Sicilia  

Falesie e vie lunghe moderne e sportive

Advertisement