Issuu on Google+


ISBN 978-88-6332-140-1


Laura Montanari & Valter Giraudo

Saggezza Orientale Illustrazioni di Laura Montanari

Edizioni Miele


“I tipi da spiaggia”


A mio marito, che mi stimola sempre a manifestare il mio valore. Al mio maestro Daisaku Ikeda, che mi incoraggia a credere nelle mie capacità e a lottare sempre con coraggio e determinazione. Ai miei genitori, che hanno fatto sì che io sia la donna che sono oggi. A mia sorella che ha il coraggio di vivere la vita. A Giorgia e Nicolò, due bambini speciali che la vita mi ha fatto incontrare. Laura Una dedica e un ringraziamento particolare a mia moglie Laura e ai miei figli Giorgia e Nicolò, che amo e che mi hanno sempre sostenuto. Un ringraziamento speciale va rivolto a persone importanti e uniche: i miei genitori, Andy, Stefy, Alex e Sergio, che mi hanno incoraggiato a più non posso a fare questa esperienza straordinaria. Un grazie speciale va agli amici speciali: Tony, Mauro e Adriano. Valter


Testi originali orientali riveduti e corretti da Laura Montanari & Valter Giraudo Illustrazioni di Laura Montanari

Qualsiasi riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale. La riproduzione, modifica, vendita o altra distribuzione, con qualunque mezzo, anche digitale, non previamente concordata con l’autore, è vietata e sarà perseguita per violazione dei diritti di copyright secondo le norme vigenti in Italia e a livello internazionale.


L’impermanenza Una volta il Budda incontrò una madre profondamente afflitta che teneva fra le braccia il figlioletto morto. Quando ella pregò Shakyamuni di farlo tornare in vita, lui rispose: «Se andrai in città e mi porterai un seme di senape, preparerò una medicina per tuo figlio. Ma il seme deve provenire da una casa in cui non è mai morto nessuno.» Così la madre andò di casa in casa e comprese che ogni famiglia aveva subìto la perdita di un parente stretto o di una persona cara. Spinta dal desiderio di venire a patti con l'impermanenza della vita, alla fine divenne discepola di Shakyamuni. Il vero nemico Sulla riva del torrente meditavo aspettando di veder passare il cadavere del mio nemico, e poiché dopo molta attesa non passava, mi chinai sull’acqua per guardare meglio ed in profondità. Fu così che vidi riflessa la mia 7


immagine!!! In un attimo l’illuminazione: ecco chi era il mio vero nemico... ora non dovevo aspettare più!!! Niente acqua, niente luna Quando la monaca Chiyono studiava lo Zen con Bukko di Engaku, per molto tempo non riuscì a raggiungere i frutti della meditazione. Finalmente, in una notte di luna piena, stava portando dell'acqua in un vecchio secchio tenuto insieme con una cordicella di bambù. Il bambù si ruppe e il fondo del secchio cadde, e in quel momento Chiyono fu liberata. Per commemorare l'evento, scrisse una poesia: In questo modo e in quello cercai di salvare il vecchio secchio poiché la corda di bambù era logora e stava per rompersi. E poi tutto a un tratto il fondo si staccò e cadde. Niente più acqua nel secchio! Niente più luna nell'acqua!”

8



Saggezza orientale