Page 40

In alto, il dottor Marco Ricci. In basso, il dottor Antonio Gentile.

procedimento prevede la pressione di ossigeno e sieri ad alta concentrazione di principi attivi. “Passiamo sul viso un rullo di microaghi che producono microiniezioni. Questo stimola la produzione di collagene naturale e i tessuti si rigenerano grazie ad una penetrazione in profondità dell’ossigeno”. Agire in maniera mirata e non chirurgica contro le cellule grasse.

“Oggi, grazie all’uso di manipoli non dolorosi siamo riusciti a fare in modo che l’onda d’urto si applichi alla cellulite, anche in soluzione combinata alla mesoterapia. Nel campo delle onde sonore, in fisica, i suoni sono amplificati nei liquidi, e la stessa cosa avviene con le onde d’urto. Lo scopo non è soltanto sciogliere i grassi, ma diminuire la buccia d’arancia in maniera molto efficace”.

40 | IN Magazine

Altro trattamento esteso dalla medicina classica all’estetica è la carbossiterapia. “Tuttora in uso per l’insufficienza venosa - continua Ricci - oggi, l’anidride carbonica che ha proprietà vasodilatatorie è somministrata su adiposità localizzate e zone di rilassamento cutaneo ma è efficace anche in caso di occhiaie e di edemi in generale”. Sul fronte dell’antiage, l’ultima frontiera è il trattamento di ossigeno iperbarico con needling. Il

Lo propone l’Intralipoterapia con Aqualyx, come spiega il dottor Antonio Gentile del centro Medical Age a Gualdicciolo di San Marino. “Il trattamento con Aqualyx è indicato nel trattamento di pazienti che presentano adiposità localizzate in sedi come la regione trocanterica delle cosce, interno cosce, interno delle ginocchia, nei fianchi e nella regione addominale”. Aqualix è iniettato nel tessuto adiposo tramite una tecnica denominata “intralipoterapia”, con un apposito ago che permette un migliore posizionamento del prodotto nelle sedi desiderate, un minore trauma dei tessuti e un dolore assolutamente contenuto. Le sedute vanno eseguite a intervalli di due o più settimane, in base alla risposta clinica del paziente. “Il principio attivo dell’Aqualyx continua Gentile - è l’acido desossicolico in soluzione acquosa micro gelatinosa. Tale sostanza è in grado di lesionare la membrana della cellula adiposa con rottura della stessa e successivo riassorbimento. Si ottiene quindi una riduzione del patrimonio cellulare e non soltanto una riduzione volumetrica, pertanto si potrebbe confrontare con una micro liposuzione”. IN

Profile for Edizioni IN Magazine srl

Rimini IN Magazine – 01/2013  

Rimini IN Magazine – 01/2013

Rimini IN Magazine – 01/2013  

Rimini IN Magazine – 01/2013

Advertisement