Page 26

A fianco, un tiro a canestro dell’atleta durante il match Crabs Riviera Solare contro Aget, nella stagione 2009-2010.

C

M

Y

CM

MY

Ph. Riccardo Gallini CY

CMY

e ti ritrovi certe cifre per le mani”.

te’. Che ne ricorda un’altra, molto

Quegli investimenti li ha fatti so-

simile: anche Le Bron James, uno

prattutto a Rimini, a cui lei è sempre

dei migliori giocatori Nba di sem-

rimasto legato.

pre, ha portato questa croce, fino a

“Lo dice la mia storia: ho giocato tanti anni a Bologna e a Pesaro, quindi a due passi da qui. Non è stato casuale. Solo dopo i 30 anni ho iniziato ad accettare ingaggi per squadre più ‘lontane’, a Roma, Siena, perfino in Spagna per un breve periodo. Rimini è la mia città, qui ho deciso di far crescere i miei figli Joel e Naigel. Un legame così forte, che mi ha spinto a dire no anche all’Nba, quando mi invitò per un camp. Se ho rinunciato a giocare oltre oceano l’ho fatto per questo attaccamento a Rimini, e perché volevo prima vincere a tutti i costi uno scudetto”.

quando non ha vinto l’anno scorso il

Ancora la storia del Myers ‘perden-

26 | IN Magazine

suo primo anello con Miami.

“Mi sono identificato molto con quanto è accaduto a Le Bron, nel mio piccolo. Ero il più forte in quegli anni, eppure se non avessi vinto quello scudetto con la Fortitudo la mia carriera sarebbe stata un calvario. La verità è che io non ho mai temuto nessuno in campo, tranne me”. Come, non temeva nemmeno Sasha Danilovic, il suo grande avversario ai tempi delle sfide Virtus-Fortitudo?

“L’unico avversario contro cui ho dovuto lottare, in campo e nella vita, ero io. Alla fine, il Signore ha vinto la battaglia per Carlton e le vittorie sono arrivate”. Amen. IN

K

In campo con Sanpa La festa d’addio a San Patrignano, nel 2011. E poi quell’ultima partita, nel 2012, proprio con la squadra della comunità, la Cimberio, nel campionato di serie C. Tra Myers e Sanpa il legame è diventato sempre più forte, negli anni. “Ho conosciuto questa realtà grazie ad Andrea Muccioli, che mi ha avvicinato e coinvolto nell’attività della comunità. A San Patrignano ho incontrato persone con cui mi sono trovato da subito a mio agio e da allora sono sempre rimasto a disposizione, anche dopo l’addio di Muccioli. Mi è capitato anche di incontrare la famiglia Moratti, ho parlato a lungo con loro, e finché ci sarà bisogno di me o della mia immagine a Sanpa mi presterò volentieri”.

Profile for Edizioni IN Magazine srl

Rimini IN Magazine – 01/2013  

Rimini IN Magazine – 01/2013

Rimini IN Magazine – 01/2013  

Rimini IN Magazine – 01/2013

Advertisement