Page 65

talia. Le due ricorrenze mettono al centro della Festa la cucina nazionale senza dimenticare però che le vere protagoniste dell’Artusiana sono le buone ricette di casa, quelle della cucina domestica di Artusi. Così le strade di Forlimpopoli diventano veri e propri percorsi in cui oltre trenta ristoranti, allestiti per l’occasione, propongono menù gustosi e ispirati alle ricette del maestro. Tanti gli eventi in programma e la gastronomia, protagonista indiscussa, lascia spazio anche alle mostre, all’arte e all’artigianato, ad incontri culturali, spettacoli e concerti. Sul camminamento della Rocca trecentesca troviamo così “Artusi 100 x 100”, mostra iconografica che attraverso cento pannelli rappresenta la fotografia a tema alimentare in cento anni di cultura gastronomica italiana, dal 1911 al 2011. Spazio anche per la musica con ArtusiJazz, festival organizzato dall’associazione culturale “DaideJazz”, con grandi nomi del jazz italiano ospitati nella splendida scenografia della corte della Rocca. Il vero fulcro della Festa è però Casa Artusi, il primo centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana, dove troviamo gli incontri più importanti in programma, come quello con Luigi Bellerani, professore emerito all’UCLA, sulla Cucina d’Italia. Sempre Casa Artusi ospita la consegna del Premio Marietta ad Honorem, assegnato quest’anno a Michele Serra e Paola Gho, per il loro contributo alla diffusione della conoscenza della cultura del cibo. Immancabili anche il Premio Artusi, consegnato ad un personaggio che abbia dato un contributo alla riflessione sui rapporti fra uomo e cibo, e il Premio Marietta, concorso nazionale per cuochi dilettanti intitolato alla governante di Artusi. IN

Condotta Slow Food Partecipa alla Festa Artusiana anche la Condotta Slow Food Forlì con uno spazio proprio, dedicato al cibo e alla gastronomia intesi come piacere e responsabilità, attraverso la promozione della cultura del cibo in tutti i suoi aspetti. Durante la Festa i volontari di Slow Food saranno presenti, in via Sendi, per promuovere l’associazione con la proposta di cibi di strada e cene-laboratorio dedicate alla Valtellina e alla Puglia, e con la proiezione del viaggio nelle Valle del Po di Mario Soldato. Tutti il ricavato andrà al progetto “Mille Orti in Africa”, che sostiene le comunità africane di Terra Madre.

Profile for Edizioni IN Magazine srl

Forlì IN Magazine 3/2011  

Forlì IN Magazine 3/2011

Forlì IN Magazine 3/2011  

Forlì IN Magazine 3/2011

Advertisement