Issuu on Google+

SPAZI E STRUTTURE

NON TRADIZIONALI nel tessuto urbano è un altro aspetto da tenere in considerazione. Sia che si tratti di spazi ampi come di piccole location, tutti vengono trasformati in base alle esigenze dell’evento grazie ad allestimenti più o meno invasivi, all’utilizzo di tecnologie evolute, alla possibilità di vivere in autonomia o contestualmente con altre funzioni previste nello spazio. MILANO, TRA MEMORIA INDUSTRIALE E NEW BUSINESS In questo senso Milano è sicuramente un grande “serbatoio” di nuove location per eventi, di grande impatto ed estrema originalità. Soprattutto quando sono frutto di lungimiranti scelte urbanistiche di riqualificazione o veri e propri recuperi di manufatti definiti archeologia industriale, luoghi di grande appeal che hanno saputo dare nuovo lustro ad alcuni “monumenti” della storia e della cultura cittadina. Le proposte nella città non si contano e quotidianamente sorgono in ogni angolo di una metropoli che da sempre è un incubatore di nuovi trend. Partiamo da zona Tortona, uno dei punti di riferimento per chi vuole organizzare un corporate event di stile. In questo distretto le parole d’ordine sono design e grandi spazi post industriali che si combinano per dar luogo a contesti originali nei quali gli ambienti vengono progettati secondo uno standard di qualità estetica molto elevata ma anche con una flessibilità di gestione che tenga conto delle diverse potenzialità e possibilità d’utilizzo. Ne è un esempio il Mudec, il Museo delle Culture che sorge sugli spazi dell’ex Ansaldo e che grazie al progetto dell’inglese David Chipperfield ha restituito l’anno scorso alla città un luogo di interesse internazionale. In poco tempo è diventato un vero e proprio polo di attrazione culturale in città (alcune delle mostre d’arte più visitate della stagione si sono tenute qui) e uno degli indirizzi preferiti da chi si occupa di organizzare business event di grande respiro. Un ampio spazio multifunzionale, 17mila metri quadrati distribuiti tra sale espositive, auditorium, aule didattiche, spazi per i più piccoli, ristorante e store per lo shopping, nei quali appare evidente il carattere post industriale attraverso particolari scelte architettoniche contemporanee ma che rimandano alla storia del luogo. Gli eventi corporate vengono allestiti nei diversi spazi del museo come l’auditorium, il ristorante e la Nuvola, nella quale la mostra in corso si trasforma in uno scenario che fa da sfondo all’evento, costituendo così un’opportunità per instaurare un rapporto di qualità con i propri stakeholder e top client. Sempre in via Tortona è di recentissima inaugurazione lo Spazio Base, un nuovo polo per la cultura e la creatività che amplia l’offerta di spazi del capoluogo lombardo. Oltre seimila metri quadrati destinati a co-working, laboratori, una foresteria-residenza, una caffetteria, una lounge e grandi spazi – fino a 1.200 metri

HOT TOPICS cover story

LE “INSOLITE” TERRAZZE MILANESI

Ospitate all’ultimo piano degli hotel più belli della città o sui roof-top dei palazzi storici, le terrazze di Milano diventano la scelta ideale per chi vuole organizzare eventi esclusivi, lontani dalla frenesia della città ma a stretto contatto con la vitalità della metropoli. E la vista della Milano che cresce, con le sue “nuove torri”, con i quartieri che ne stanno cambiando rapidamente il volto, costituisce una cornice perfetta per sorprendere gli ospiti. Tra le terrazze più belle di Milano per organizzare un corporate event c’è la nuova Terrazza 12, un lounge bar al decimo piano dello splendido Brian&Barry Building in piazza San Babila. Affacciata a 360 gradi sulla Madonnina, la location si ispira alle eleganti atmosfere degli Anni 50, mentre le pareti in vetro e una copertura orientabile rendono possibile l’utilizzo della terrazza 365

giorni l’anno. Un concept simile è stato utilizzato dai progettisti del ristorante Terrazza Triennale, già diventato punto di riferimento per cocktail e pranzi di lavoro. Salendo sulla terrazza panoramica del Palazzo dell’Arte si viene accolti all’interno di una serra trasparente immersa nel verde e sospesa sul Parco Sempione, con una vista spettacolare del Castello Sforzesco e dell’intero skyline di Milano. Un luogo unico per gustare i grandi piatti dello chef stellato Stefano Cerveni, per esempio. Infine, non si può dimenticare Ceresio 7, il ristorante con piscina che sorge sullo storico palazzo dell’Enel, oggi sede della griffe Disquared. Un luogo da vivere tutta la giornata, perfetto per godersi un tramonto sulla città o per eventi serali all’insegna dell’eleganza e della mondanità internazionale.

quadrati – che si possono affittare per organizzare eventi aziendali e privati. Modulabili e di diverse dimensioni, questi ambienti sono perfetti per accogliere differenti tipologie di eventi: cene aziendali, conferenze, workshop, fiere, mostre, sfilate, shooting e produzioni televisive. Cinque le sale a disposizione, attrezzate e altamente personalizzabili, appena ristrutturate mantenendo la suggestiva atmosfera post-industriale del complesso originale.

Nella pagina accanto il Mudec, il Museo delle Culture; qui sotto lo Spazio Base. Entrambe le location sono in zona Tortona, il design district di Milano

MC | 05 2016 | 57

056-062 Cover Story_LocNonTrad.indd 57

09/11/16 15.12


Meeting e Congressi - Nov Dic 2016