Page 21

HOT TOPICS location del mese

Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel Napoli

artigianato e commercio, e la popolazione aumentò a dismisura. Napoli divenne la prima metropoli d’Italia, probabilmente seconda solo a Parigi in Europa. TRA DAME E CAVALIERI In un contesto di grande effervescenza artistica e culturale, Palazzo Caracciolo a Carbonara divenne punto di riferimento per i tornei e le giostre che, importati dalla cultura cortese d’Oltralpe, richiamavano in città cavalieri provenienti da tutto il Regno. Una tradizione consolidata vuole che il torneo sia stato “inventato” da un cavaliere vissuto proprio alla corte angioina, Geoffrey II, signore di Prouilly, nella prima metà del secolo XI: ma le prime fonti letterarie e iconiche certe risalgono solo intorno alla metà del XII secolo. Fino a tutto il Duecento, i tornei erano piccole battaglie “in campo chiuso”: vi si combatteva in squadre che si scontravano alla rinfusa a cavallo ma anche a piedi e, secondo alcuni storici, vi si sperimentavano anche nuovi sistemi tatticostrategici. Nel gioco s’incanalavano forse, e avevano modo di sfogarsi, rivalità, animosità e rancori: la guerra “in campo chiuso” divenne insomma un espediente socio-rituale per impedire che il meccanismo dei contrasti e magari la spirale della vendetta dilagassero nella società napoletana del tempo, compromettendone ordine, equilibrio e serenità. Durante questi scontri si accendeva anche, fra i combattenti, un altro tipo di gara: quella tesa a superare gli avversari non solo nel valore, nel coraggio e nella forza, ma anche nel fasto delle armi, delle insegne e dei corredi, nel lusso degli abiti e dei premi posti in palio. Ottocento anni dopo questi avvenimenti, il suggestivo Castello urbano voluto da Carlo I d’Angiò per ospitare i cavalieri partecipanti alle giostre e le loro dame, ha recuperato l’antica vocazione all’ospitalità ed è diventato un albergo, peraltro ricercatissimo per la sua invidiabile posizione, a pochissima distanza

dal Duomo di San Gennaro, dal Museo di Arte Contemporanea Madre, dai borbonici Orto Botanico e Real Albergo dei Poveri, dal Museo Archeologico Nazionale e dal centro storico, patrimonio dell’Umanità sotto la tutela Unesco. Recuperato e restaurato secondo i dettami architettonici originari, Palazzo Caracciolo, che ha vinto anche quest’anno il World Luxury Hotel Award, può contare sulla professionale e appassionata guida del direttore Armando Salvemini: «Palazzo Caracciolo è sempre più struttura di qualità; essere entrati nell’universo Sofitel ci ha dato nuova spinta a crescere e migliorare. Aver ridato vita a una struttura che ha attraversato la storia di Napoli negli ultimi otto secoli ci inorgoglisce; ma continuiamo a guardare al futuro e a voler costruire sempre qualcosa di originale ed emozionante, in una città unica nel panorama turistico italiano. È ancora presto per parlarne ma una nuova stella presto brillerà nel panorama dell’hotellerie partenopea…al prossimo incontro quindi». Di grande livello è l’offerta enogastronomica, concentrata nel caratteristico ristorante La Cucina, disegnata in maniera da far sentire l’ospite come a casa propria, e regno incontrastato dello chef Daniele Riccardi, come l’altro, raffinatissimo ristorante, Nel Chiostro, ideale per le grandi occasioni. Il longue bar La Cantina, con ampia scelta di cocktail e vini di pregio della migliore tradizione campana, è anche perfetto per la pasticceria napoletana e l’immancabile caffè espresso. Le particolarità dell’albergo sono diverse: il cortile delle carrozze, 15 vani a testimonianza dell’importanza della famiglia ex proprietaria del palazzo, due soffitti a cassettoni con ornamenti in oro zecchino completamente restaurati, due scale in pietra lavica che s’arrampicano in verticale per l’intera struttura e che sono state riportate a vista.

Palazzo Caracciolo ospita la meeting industry in 138 camere tra superior, deluxe, junior suite e suite, tutte caratterizzate da tecnologia all’avanguardia, design unico ed eleganza raffinata

indirizzi a fine rivista

MC | 05 2016 | 21

016-021 Loc del Mese Palazzo Caracciolo.indd 21

09/11/16 15.01

Meeting e Congressi - Nov Dic 2016  

Meeting e Congressi è la prima rivista nel settore congressuale e incentive in Italia. Da 40 anni si prefigge lo scopo di informare e aggior...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you