Issuu on Google+

EDILIZIA PIACENTINA

1


2

EDILIZIA PIACENTINA


Cantierare il cantierabile, defiscalizzare la prima casa

pagina 5

i nostri servizi

La copertina è dedicata ai ragazzi francesi che sono venuti in Italia a studiare i nostri cantieri stradali, ospitati dall’Ente Scuola Edile di Piacenza. Una bella esperienza di studio e di lavoro... e di svago! Grande spazio allo sviluppo del Piano Casa che, a causa dell’emergenza Abruzzo, ha comunque rallentato i lavori del Consiglio dei ministri. L’area dei progetti è stata dedicata al nuovo Palazzo Uffici che ha finalmente svelato il progetto vincitore: ha prevalso la semplicità di materiali, quali vetro e ceramica, e l’armonia ambientale, è previsto, infatti un bel prato verde sopra al tetto. Non mancano le solite rubriche e i servizi sulla sicurezza.

Direttore responsabile Giuseppe De Petro Direzione e Redazione Via XXIV Maggio, 4 - Piacenza Tel. 0523.458174 - Fax 0523.754369 E-mail: info@ediliziapiacentina.it Pubblicità Via XXIV Maggio, 4 - Piacenza Tel. 0523.457421 Fax 0523.754369 E-mail:pubblicita@corrierepadano.it

Da un Piano casa all’altro Il Piano Casa slitta ancora Nel 2010, 174 alloggi Erp riqualificati Dalla Francia all’Italia per studiare i nostri cantieri La carica del 200mila al MADE Il low-cost è diventato di moda nelle costruzioni A Firenze il primo condominio di legno Palazzo Uffici: ceramica, vetro e un prato sul tetto Il CPT? Fuori di qui! Anticrisi, più flessibilità con la formazione Inail e scadenze: attenzione al 16 maggio! Casa Siulp in corsa per il bando regionale Erp L’Ordine corre sul web: info, news e anticipazioni Felicita Forte: “Sarebbe bello un sistema del verde”

pagina 11 pagina 14 pagina 19 pagina 19 pagina 23 pagina 25 pagina 28 pagina 29 pagina 32 pagina 34 pagina 37 pagina 36 pagina 39 pagina 38

lo speciale di edilizia piacentina pagina 40 pagina 46

Crisi di settore: le proposte CECE News dal mondo del ‘movimento terra’

i servizi esterni pagina 16 pagina 21 pagina 22 pagina 24 pagina 27 pagina 43

Il nodo del credito Edilizia scolastica, fondi in diminuzione EcoDesign, districarsi nel dedalo di proposte Produzione da standardizzare La casa “2 litri” va forte in risparmio Festival Architettura, apre la V edizione

rubriche pagina 7 pagina 44 pagina 46

Agenda Block Notes Le scadenze di Confedilizia

Stampa La Grafica - Piacenza Registrazione Tribunale di Piacenza n. 545 del 31/07/2000

Ai sensi e per gli effetti della legge 675/96 l’Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l’invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti, documenti concoscibili a chiunque e che il trattamento dei dati non necessita del consenso dell’interessato. Ciò nonostante in base all’art. 13 dell’informativa il tirolare del trattamento ha diritto di opporsi all’utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di CPA

EDILIZIA PIACENTINA

3

sommario

focus


4

EDILIZIA PIACENTINA


Cantierare il cantierabile, defiscalizzare la prima casa

focus

Le proposte dell'ANCE per uscire dall'emergenza

L’associazione dei Costruttori ha trasmesso al Governo un elenco di opere medio-piccole che, con importi contenuti, possono garantire occupazione e sviluppo urbano

P

er garantire un effetto reale e positivo sull'economia nazionale e

500 milioni di euro. A prescindere da come si delineerà il Piano Casa an-

sulla tenuta del sistema industriale delle costruzioni, che è forma-

nunciato dal presidente del Consiglio per stimolare la ristrutturazione

to essenzialmente di imprese di dimensioni medie e piccole, è ne-

e l'ampliamento delle abitazioni indipendenti di proprietà, L'Ance ri-

cessaria una rapida trasformazione delle risorse in cantieri. Lo ha soste-

tiene quanto mai opportuno un provvedimento che offra sostegno

nuto Paolo Bozzetti in qualità di Presidente dell'ANCE chiedendo con

della domanda di edilizia residenziale attraverso il concorso dello Sta-

forza che una quota rilevante di risorse venga destinata alla realizzazio-

to nella copertura di una parte degli interessi derivanti dall'accensio-

ne di opere medio-piccole, diffuse sul territorio e immediatamente can-

ne dei mutui bancari contratti dalle famiglie per l'acquisto dell'abita-

tierabili, che di fatto rappresentano i veri progetti "anticrisi" per le op-

zione principale. L'intervento pubblico potrebbe avvenire sotto due

portunità di ulteriore sviluppo che offrono alle comunità in cui sono pro-

diverse forme: l'agevolazione in conto interessi o la garanzia da parte

grammati. Un primo passo concreto da fare secondo l'ANCE è quindi

dello Stato a fronte dei mutui contratti per l'acquisto di abitazioni e-

quello che il Governo attribuisca ad opere medio-piccole, diffuse sul ter-

cosostenibili di nuova costruzione. In questo caso la garanzia prestata

ritorio e immediatamente cantierabili, una quota rilevante dei 3,7 miliar-

dallo Stato potrebbe arrivare al 50% dell'importo finanziato. In un'ot-

di resi disponibili dal Cipe nell'ambito della riprogrammazione del FAS.

tica anticongiunturale, ha spiegato Bozzetti, vanno considerate come

(Fondi Aree Sottosviluppate). Per supportare questa richiesta l'Ance, ha

prioritarie ed urgenti anche misure fiscali di carattere straordinario,

trasmesso al Governo un elenco dettagliato di opere mature per la can-

che possono stimolare la domanda nel settore. Per esempio con la ?de-

tierizzazione e, soprattutto, in grado di sostenere occupazione, qualità

trazione Irpef per l'acquisto della prima casa.

della vita e crescita economica sull'intero territorio nazionale. L'idea è

"In tale ottica, ha affermato il presidente, sarebbe auspicabile una de-

quella di fare come in Spagna, dove è stato approvato ed attivato un Pia-

trazione Irpef commisurata al 50% dell'IVA dovuta sull'acquisto di a-

no di rilancio dell'economia e dell'occupazione, cosiddetto "Plan E", la

bitazioni di nuova costruzione, effettuatto entro il 31 dicembre 2010,

cui principale misura consiste nel finanziamento di un programma di o-

e destinate ad abitazione principale dell'acquirente. La temporaneità

pere medio-piccole, promosse dai comuni, per un importo complessivo

dell'iniziativa sarebbe in grado di incidere positivamente sulle scelte

pari a 8 miliardi di euro. Con procedure snelle di presentazione e selezio-

di investimento, anticipandone la decisione".

ne dei progetti, l'Esecutivo spagnolo è riuscito a predisporre un program-

Tra le misure a sostegno dell'attività delle imprese, si propone anche di

ma che interessa tutti i comuni spagnoli e prevede in particolare l'attiva-

sospendere, in via transitoria, l'attuale disciplina IVA delle operazioni

zione di 31.000 progetti medio-piccoli e la creazione di circa 280.000 posti

immobiliari, prevedendo l'assoggettamento ad IVA delle cessioni di

di lavoro. Il 28 gennaio, esattamente due mesi dopo l'approvazione e

fabbricati abitativi effettuate dalle imprese "costruttrici" o "ristruttu-

l'avvio del Piano, erano già stati finanziati 15.000 progetti, in 3.500 comu-

ratici", se il termine dei quattro anni dall'ultimazione dei lavori scade

ni, per un importo pari a 5,1 miliardi di euro. ?

entro il 31 dicembre 2010. In tal modo, verrebbe comunque stimolata

Accelerare il varo del Piano Casa e destinare risorse FAS regionali ag-

la costruzione di abitazioni, anche durante gli anni nei quali l'anda-

giuntive all'housing sociale è l'altra misura anticrisi che l'ANCE recla-

mento del mercato si stima particolarmente negativo, in quanto le im-

ma a gran voce. Destinando almeno il 10% delle risorse per le infra-

prese vedrebbero comunque scongiurata l'ipotesi di dover restituire

strutture dei programmi FAS regionali al finanziamento del Piano Ca-

l'IVA già detratta in fase di realizzazione dei fabbricati, a prescindere

sa si potrebbe contare su un'ulteriore disponibilità di risorse, per circa

da quando riusciranno a cedere definitivamente gli immobili stessi.

EDILIZIA PIACENTINA

5


6

EDILIZIA PIACENTINA


Corsi sul Bambù 2009 Lequio Berria (CN), maggio settembre 2009 L'Azienda agricola biologica e Fattoria Didattica Terra di Langa, in collaborazione con l'Associazione Italiana Bambù e l'azienda agricola-vivaio Moso organizzano: Corsi di teoria e pratica di progettazione di edifici, giardini, oggetti con bambu' ed altri materiali naturali (pietra, legno, paglia, terra...). I corsi sono rivolti a tutti coloro che condividono un'attenzione per una progettazione ed una pratica di vita eco-logica e vogliono conoscere queste piante nella loro enorme e disparata potenzialità di utilizzo come tali in campo botanico, agricolturale, vivaistico, paesaggistico e di giardini... e/o come materiale per l'architettura, l'arredo, l'oggettistica. I

Guido Guidi. Sul campo Milano, 23 - 27 maggio 2009 Workshop di fotografia con Guido Guidi che fa parte del programma di Master in Architettura del Paesaggio e di Formazione Permanente della UPC di Barcellona/ACMA Milano. Nell'ultimo quarto di secolo il salto tecnologico verificatosi nella strumentazione di rilevamento, dall'impiego del satellite all'elaborazione digitale dei dati, ha permesso di reperire una tale quantità di informazioni sul territorio da poter avviare indagini quantitative e qualitative sull'ambiente senza precedenti. Ma la rappresentazione oggettiva di tali dati, per quanto precisa, non permette di restituire l'intera realtà, la permanenza dei fenomeni nelle dinamiche sociali, la stratificazione storica dei segni che connotano il paesaggio. A torto o a

EDILIZIA PIACENTINA

7

agenda

Formazione

corsi saranno tenuti da specialisti e tecnici che da anni operano nel settore. Info: www.terradilanga.com www.moso.it, www.bambuitalia.it

ragione si è ritenuto che uno strumento anacronistico come la fotografia permettesse la lettura e l'interpretazione di tali segni, l'organizzazione di uno sguardo consapevole sulla realtà, costituendo un potente mezzo della sua trasformazione grazie alla possibilità di agire in modo diretto sulla cultura del progetto. Per informazioni: ACMA - via Antonio Grossich, 16 - Milano - Tel 02.70639293 Fax: 02.70639761 - www.acmaweb.com acma@acmaweb.com


Concorsi Europa Food Design Entro 22 maggio 2009 DiSegno srl bandisce la prima edizione del concorso "Europa Food Design". Lo scopo

del concorso è quello di rendere "attraenti", attraverso confezioni ed immagini fotografiche, i prodotti di qualità legati alla frutta per ragazzi dai 6 ai 13 anni (la popolazione delle scuole elementari e medie). Il concorso è aperto a

giovani fotografi (architetti, designers, grafici, artisti …) di età non superiore a 40 anni. I concorrenti possono partecipare singolarmente, in gruppo ed anche con più progetti. Il concorso è articolato in due sezioni: 1 – design. È richiesta la progettazione e la realizzazione di un modello al vero per una confezione/contenitore di una porzione di frutta o derivati (macedonia, marmellate, composte …) con grafica personalizzata contenente il titolo dell'iniziativa e la descrizione del contenuto. 2 – fotografia. È richiesta la rappresentazione di frutta, intera o a pezzi, e dei suoi derivati con il genere fotografico dello still life (e l'uso della macrofotografia): sono possibili elaborazioni artistiche manuale e/o virtuali. Info: www.disegnosrl.com info@disegnosrl.com

Premio Europeo di Architettura Ugo Rivolta Entro 19 maggio 2009 Seconda edizione del Premio Europeo di

8

EDILIZIA PIACENTINA

Architettura Ugo Rivolta, promosso dall'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano, per divulgare i migliori progetti di edilizia sociale realizzati in ambito europeo negli ultimi cinque anni, e candidarsi come riferimento internazionale per la ricerca ed il dibattito, focalizzando l’attenzione verso la qualità complessiva dell’ambiente costruito e la sostenibilità del progetto architettonico. I progetti ammessi sono quelli costruiti e consegnati tra il gennaio 2003 e il dicembre 2008 sul territorio dei 27 paesi della Comunità Europea e della Svizzera. Per opere di edilizia sociale si intendono le residenze realizzate per iniziativa di operatori sia pubblici che privati, vincolate da regole di assegnazione, rivolte aduna domanda di abitazione che non trova risposte nel libero mercato. La giuria è composta da cinque membri effettivi e due membri supplenti. Membri effettivi: 1 Guillermo Vasquez Consuegra (Espana) vincitore prima edizione 2 Pierre Alain Croset (Italia) 3 Christian Devillers (France) 4 Theo Brenner (Germany) 5 Gyorgy Kerekes (Hungary) Membri supplenti: 6 Giulio Barazzetta (Italia) 7 Nicola Braghieri (Italia). La giuria è affiancata dalla Direzione scientifica: Anna Maria Pozzo (Direttore tecnico di Federcasa, Relatore del Gruppo di Lavoro Sviluppo Urbano sostenibile del CECODHAS) e Mauro Galantino Architetto e Professore associato di Composizione architettonica e urbana Università IUAV di Venezia) e dalla Segreteria scientifica composta dagli architetti: Maria Chiara Casolo e Paolo Mazzoleni. Info: premiougorivolta@ordinearchitetti.mi.it http://ordinearchitetti.mi.it


Contech Award 2009 Entro 29 maggio 2009 BTicino, con il patrocinio dell'Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Torino, annuncia la seconda edizione del premio "Contech Award 2009" destinato a un architetto iscritto all'Ordine e autore del miglior progetto di domotica, realizzato con l'utilizzo dei componenti e dei sistemi a catalogo BTicino. BTicino assegna un riconoscimento alla realizzazione di una tipologia di struttura a scelta, dall’abitazione, al luogo di lavoro e agli hotel, fino agli spazi espositivi e ai luoghi di culto, caratterizzata da evidenti elementi di creatività ed innovazione impiantistica. I partecipanti al concorso dovranno far pervenire i propri elaborati su supporto cartaceo e digitale presso la sede dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Torino. Il progettista vincitore, informato entro il 12 giugno 2009, sarà premiato in occasione della manifestazione "Architetture Rivelate 2009", in programma nel luglio 2009, con un buono acquisto del

valore di 3.000,00 euro da usufruire su tutto il circuito MasterCard. www.professionisti.bticino.it Il bando: www.to.archiworld.it

Nuova materna a Silandro Entro 15 maggio 2009 Il Comune di Silandro (BZ) indice un concorso di progettazione a procedura ristretta per l'elaborazione di un progetto preliminare per la nuova edificazione della scuola materna e l’elaborazione di una proposta per la nuova disposizione delle superfici libere. La gara si svolge in due fasi. Nella prima fase vengono selezionati 10 concorrenti che saranno ammessi alla seconda fase per la selezione dei 10 (dieci) partecipanti ammessi alla seconda fase, la Giuria si orienterà verso idee innovative e valuterà le capacità di dare soluzione a problemi complessi. In particolare sul progetto presentato saranno considerate: la qualità architettonica, il concetto planivolumetrico, la qualità delle aree interne ed esterne, la scelta dei materiali.

EDILIZIA PIACENTINA

9

Info: www.silandro.it

Schiavina 2009 Entro 10 maggio 2009 L'azienda Schiavina promuove la prima edizione del concorso di idee, dedicato a studenti e neolaureati, per premiare le proposte più significative che nei vari ambiti dell'edilizia sapranno meglio interpretare e valorizzare le caratteristiche tecniche e le potenzialità espressive dei propri progetti; materiali evoluti, caratterizzati da elevati livelli prestazionali e/o apprezzabili qualità estetiche non tralasciando l'aspetto dell'impatto ambientale e della fattibilità/credibilità economica realizzativa. Si intende premiare quelle idee capaci di interpretare al meglio le forme e le esigenze del mercato attraverso l'impiego di materiali evoluti ed ecocompatibili, dall'altro si evolve il legame tra domanda ed offerta in modo da innescare un circolo virtuoso capace di generare progetti orientati all'innovazione. Info: www.impresaschiavina.it


Curiosità Premio Internazionale “Carlo Scarpa per il Giardino” La ventesima edizione del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino è stata assegnata alla Cappella di Otaniemi: un piccolo edificio degli architetti Kaija (1920- 2001) e Heikki

(1918-) Siren, realizzato nella metà del Novecento in una radura del campus universitario del Politecnico di Helsinki. Le magistrali essenzialità e trasparenze dell’architettura restituiscono alla natura il compito di mostrare il sacro, danno senso e misura a uno spazio di esperienza educativa, spirituale e sociale, culturale e musicale per l’intera comunità di famiglie e di studenti. Natura, architettura e società si incontrano così in crogiuolo di forma e vita. Intitolato a Carlo Scarpa (1906-1978), uno dei maestri del Novecento nell’arte del paesaggio, il Premio è stato istituito dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche con l’intento di diffondere le scienze e le arti del “governo del paesaggio”. Coordinato da Domenico Luciani, direttore della Fondazione Benetton Studi Ricerche, con una giuria internazionale, presieduta da Lionello Puppi, promuove ogni anno una campagna di attenzioni verso un luogo particolarmente denso di valori di na-

tura e di memoria. Il Premio consiste anche nella raccolta dei relativi materiali bibliografici e cartografici, messi a disposizione per la consultazione pubblica nella biblioteca/centro documentazione della Fondazione, e nella pubblicazione di un dossier curato e realizzato dalla Fondazione, che annualmente testimonia la storia, la geografia, le condizioni del luogo premiato.

Un vivaio in carcere Un vero e proprio vivaio, 10.000 metri quadri di terra e due grandi serre coperte dispersi tra le palazzine che ospitano i detenuti del carcere di Bollate, alle porte di Milano. Fiore all’occhiello per la situazione italiana, la Seconda Casa di Reclusione di Milano – Bollate è nata nel 2000 e dal 2002 è diretta da Lucia Castellano che, muovendosi all’interno dell’ordinamento penitenziario, l’ha aperta alla custodia attenuata che consente ai detenuti libertà di movimento e di organizzazione della propria giornata all'interno del carcere. “Orto in Piedi” e “Orto Seduto”, sono i due dispositivi che consentono di coltivare in pochis-

10

EDILIZIA PIACENTINA

simo spazio fiori e verdure. Il primo è un pannello verticale di substrato fertile rivestito con fibra di cocco, alto 2 metri e largo 1,20 cm in cui insalata, pomodori ciliegini, basilico e prezzemolo crescono in una piccola tasca di terra. Con lo stesso principio è fatto anche Orto Seduto, un cubo di rete metallica di 50x50x50 cm che si può utilizzare come un posto in cui sedersi oppure si può riempire completamente di piante. Il negozio del carcere è aperto al pubblico il mercoledì e venerdì dalle 14,30 alle 18,00 e il sabato dalle 10 alle 12,30.

Stazione Maiolica Mecanoo ha vinto il concorso indetto dalla Municipalità di Delft (loro città natale), per realizzare la nuova stazione e gli uffici municipali. Il grande

edificio ad alta efficienza energetica sarà completato entro il 2014 e accoglierà i viaggiatori modificando profondamente l'impatto con la città, nota per il suo antico centro e per le maioliche bianche e azzurre. Queste ultime sono il tema decorativo che avvolge tutta la struttura voltata del foyer della stazione. La grande dimensione della superficie, trattata con una scacchiera di piastrelle dipinte in azzurro, riscatta la prevedibilità della scelta, in un interessante contrasto con il nastro digitale delle notizie, che scorrono attorno alle quattro facciate del grande volume. L'intero edificio è rivestito con vetrate rettangolari: alcune sono incise con un pattern ispirato alla mappa delle strade della città vecchia, a confermare la volontà dei progettisti di "intrecciare la storia con il futuro".


Governo

re promulgato il decreto attuativo

"Si aprirà un tavolo per definire un vero e

per il varo del Piano Casa è scaduto il

proprio piano casa", sottolineando come

21 ottobre scorso ma finalmente, lo scorso

su questo vi sia stato anche il consenso da

12 marzo, la Conferenza Unificata Stato

parte del presidente del Consiglio e come

Regioni Province e Comuni si è espressa

la base di partenza siano i fondi già stan-

in favore del suo contenuto. Il DPCM do-

ziati. "C'é bisogno - dice Errani - di un vero

vrà passare ora al vaglio del CIPE prima

piano casa, per quella che è una vera e-

di essere promulgato definitivamente.

mergenza nel Paese. Ci sono famiglie - ag-

Nel frattempo i mezzi di comunicazione

giunge - con redditi bassi e molto bassi che

di massa hanno diffuso la promessa del

non sono in grado di permettersi niente se

Presidente Berlusconi di un decreto con

non un affitto calmierato". I primi a parti-

cui facilitare la ristrutturazione e l'am-

re dopo il via libera del Cipe saranno 5 o 6

pliamento delle ville di proprietà. In tanti

mila alloggi (considerando anche gli in-

però aspettano una conclusione dell' iter

terventi di ricostruzione) di edilizia resi-

del vero "social housing" all'italiana. Le

denziale pubblica sovvenzionata (case po-

misure di cui tanto si discute in questi

polari) , cioè nuovi alloggi da 60-80 metri

giorni sull'edilizia privata, ha dichiarato

quadri a basso costo, ha spiegato qualche

I

lo stesso premier, non sono il piano casa, ma "riguardano un settore in particolare". Invece, ha chiarito il presidente del consiglio in un intervista riportata dai media il 25 di marzo, "noi siamo consapevoli dell'esigenza di tante famiglie e di

Pochi finanziamenti in arrivo per il social housing ma si parla di un new deal per l'edilizia residenziale

Da un Piano Casa all'altro

tanti giovani che si sposano e che non sono in grado di avere una casa. Come abbiamo promesso in campagna elettorale, d'accordo con le Regioni, noi abbiamo immaginato un progetto per la costruzione di abitazioni in tutti i capoluoghi di provincia". Secondo Berlusconi, si tratterà di un progetto "sul quale verranno mobilitate le Regioni, i Comuni, il sistema bancario italiano e tutte le industrie delle costruzioni". Il decreto di agosto, insomma non è stato dimenticato. La novità di queste ultime settimane è che è stato superato il blocco istituzionale costituito dal disaccordo delle regioni. Queste chiedevano di conservare tutti i 550 milioni assegnati dal Governo Prodi, mentre il Governo ha

giorno fa il ministro delle Infrastrutture,

voluto ridimensionare a 200 milioni di eu-

Altiero Matteoli, da realizzare su terreni

ro il finanziamento nel fondo unico per in-

di proprietà comunale e destinati a fami-

terventi immediatamente cantierabili

glie non abbienti, giovani coppie, anziani,

(perché progettati e approvati da anni) a

studenti universitari. "Tali soggetti sta-

tamponare l'emergenza abitativa e ha

ranno in affitto per 12 anni in queste case,

promesso in seguito la reintegrazione dei

che potranno poi essere riscattate attra-

550 milioni di euro destinati alle regioni

verso un mutuo pari più o meno all'impor-

per il finanziamento del Piano straordi-

to dell'affitto". Matteoli ha spiegato anco-

nario di edilizia residenziale di cui al DM

ra che il costo degli alloggi può diminuire

28/12/2007. il presidente della Conferen-

notevolmente, in quanto verranno realiz-

za delle Regioni, Vasco Errani, ha rispo-

zati su terreni di proprietà comunale. U-

sto indirettamente a Berlusconi, con tono

n'abitazione di 80 metri quadri potrebbe

conciliante (su questo punto), preveden-

essere poi così ceduta agli inquilini a un

do un esito positivo del confronto con il

prezzo non superiore a 140 mila euro. In efEDILIZIA PIACENTINA

11

piano casa

ludovico antiochia

l termine in cui avrebbe dovuto esse-


fetti nel governo c'è chi pensa all'intera dismissione del patrimonio ex-IACP "che

La lettura dell’Ance

potrebbe essere riscattato dagli inquilini

Obbiettivi e criteri del “Social Housing” all’italiana

creando un milione di nuovi proprieta-

L'ANCE, intervenuta più volte, sottolinea l'importanza dell'articolo 11 del decreto legge 112/08 per comprendere i criteri con cui saranno presi in considerazioni gli interventi per il "vero" Piano casa - "social housing". Questi sono: - migliorare e diversificare (anche tramite demolizioni / ricostruzioni) l'abitabilità nelle zone caratterizzate da diffuso degrado delle costruzioni e dell'ambiente urbano - integrazione tipologica, elevati livelli di qualità in termini di vivibilità, salubrità, sicurezza, sostenibilità ambientale ed energetica; risoluzione dei problemi di mobilità - incremento del patrimonio abitativo destinato prioritariamente a prima casa. In particolare l'associazione dei costruttori menziona il comma 5 dell'articolo 11, come quello che apre le maggiori prospettive: a) trasferimento di diritti edificatori in favore dei promotori degli interventi di incremento del patrimonio abitativo destinato alla locazione a canone agevolato, con la possibilità di prevedere come corrispettivo della cessione dei diritti edificatori in tutto o in parte la realizzazione di unità abitative di proprietà pubblica da destinare alla locazione a canone agevolato, ovvero da destinare alla alienazione in favore di categorie sociali svantaggiate, di cui al comma 2;

ri". Nei mesi scorsi il testo di decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri è stata ulteriormente elaborata ed ora è maggiormente in rilievo il ruolo dei privati nel piano di edilizia pubblica: a tutti i livelli, anche come finanziatori (e qui la novità dovrebbe essere l'entrata in campo fondi etici), anche senza fini di lucro come le Fondazioni. In pratica si è cercato di ottimizzare l'effetto leva dei soldi dello stato che interviene per lo più nelle vesti della Cassa Depositi e Prestiti. E intanto ha visto la società di gestione del risparmio immobiliare costituita dalla Cassa Depositi e Prestiti per il lancio del Piano Casa del Governo. Si chiama "Cdp Investimenti Sgr spa" e dovrà finanziare housing sociale propriamente detto. Insieme alla Cdp saranno della partita anche l' Abi (Banche) e l' Acri (Fondazioni), che entreranno nel capitale della Sgr. dotata di un capita-

12

EDILIZIA PIACENTINA


le di un miliardo di euro; La Cdp ne avrà il 70%, mentre Abi e l' associazione delle casse di risparmio e delle fondazioni si spartiranno il restante del capitale con il 15% ciascuna. La Cdp si occuperà di gestire il fondo nazionale che funzionerà come un fondo di fondi, nel senso che parteciperà dei fondi locali (con una quota che potrà arrivare al massimo al 40%) che sul territorio realizzeranno le nuove abitazioni, alloggi in affitto per fasce sociali con redditi insufficienti per gli attuali valori del mercato libero, ma pur sempre superiori a quelli che danno diritto a un alloggio ex IACP il cui patrimonio abitativo potrebbe, in gran parte, essere dismesso a causa di un'altra iniziativa del governo. La Sgr "Cdp Investimenti", ha spiegato il presidente della Cdp, Franco Bassanini, promuoverà fondi locali e regionali nei quali potranno entrare anche altri investitori, come i comuni. La vera scommessa degli addetti ai lavori sta proprio nella nascita di numerosi fondi locali e territoriali, promossi e partecipati in prima battuta da Fondazioni e

b) incrementi premiali di diritti edificatori finalizzati alla dotazione di servizi, spazi pubblici e di miglioramento della qualità urbana; c) provvedimenti mirati alla riduzione del prelievo fiscale di pertinenza comunale o degli oneri di costruzione e strumenti di incentivazione del mercato della locazione; d) costituzione di fondi immobiliari di cui al comma 3, lettera a), con la possibilità di prevedere altresì il conferimento al fondo dei canoni di locazione, al netto delle spese di gestione degli immobili. Comunque ai fini dell'ammissione al contributo statale, gli elementi che, secondo l'ANCE, renderanno preferibili le proposte, saranno: - incidenza investimento privato su quello pubblico - coinvolgimento cooperative edilizie - incidenza alloggi a canone sostenibile sul totale alloggi - fattibilità urbanistica e tempi necessari per l'eventuale modifica di piano - efficienza energetica - salubrità, vivibilità e sicurezza alloggio - dimensione demografica del comune e rapporto con procedure esecutive di rilascio - provvedimenti mirati alla riduzione del prelievo fiscale e degli oneri di costruzione Ulteriori elementi migliorativi saranno sicuramente la dimensione economica dell'intervento in relazione al numero complessivo di alloggi realizzati, gli alloggi a canone sostenibile (anche con patto di riscatto) rispetto al numero complessivo degli alloggi e naturalmente i tempi di realizzazione.

Comuni ma anche da privati.

EDILIZIA PIACENTINA

13


piano casa

ludovico antiochia

ncora nulla di fatto per il piano

innanzitutto (articolo 1) che lavori di

casa. Il decreto legge conte-

manutenzione ordinaria e straordina-

nente misure urgenti in mate-

ria la costruzione e demolizione di pare-

ria di edilizia, urbanistica e opere pub-

ti interne; i lavori necessari per l'abbat-

bliche, rafforzato dalle normative anti-

timento delle barriere architettoniche;

sismiche, dovrebbe essere approvato al

l'installazione di ascensori, solo se in-

prossimo Consiglio dei Ministri che si

terni agli edifici; i mutamenti di desti-

terra' il 30 aprile. Lo stesso giorno do-

nazione d'uso, che non necessitano di

vrebbe riunirsi la Conferenza dei presi-

lavori; le aree di sosta e di parcheggio;

denti delle Regioni e poi la Conferenza

l'installazione dei pannelli solari, foto-

unificata per valutare il testo. Intanto

voltaici e termici, purché siano senza

ne è stata diffusa una bozza intitolata

serbatoio di accumulo ed al di fuori di

A

appunto "Misure urgenti in materia e-

alcune zone

dilizia urbanistica ed opere pubbliche"

potranno essere eseguiti senza la neces-

che è incentrata sul concetto di libera

sità di richiedere alcun titolo abilitati-

attività edilizia (ovviamente fatte salve

vo.

le norme regionali e comunali). Essa

L'articolo 2 del introduce le norme che il

che si compone di sei articoli e prevede

governo ha annunciato dopo il terremoto in Abruzzo. In particolare la norma pre-

Il Decreto Legge per l’edilizia rallenta a causa dell’emergenza Abruzzo

Il Piano Casa slitta ancora

vede che, per gli interventi ''di ampliamento nonché di demolizione e ricostruzione di immobili e gli interventi che comunque riguardino parti strutturali di edifici'' non potranno essere realizzati e non potrà essere concesso alcun premio

Piano Casa 2, "la villetta" La dialettica Governo-Regioni. In Emilia Romagna è l’occasione per rivedere la legge 20/2000 Il decreto legge sulle semplificazioni burocratiche, che costituisce una delle misure attuative del Protocollo d'Intesa Piano Casa 2 ("di edilizia residenziale", perché capannoni industriali e piccole strutture commerciali sono state escluse), è slittato a dopo Pasqua. In pochi però avevano previsto che si dovesse attendere fino alla fine del mese di aprile: una conseguenza del terremoto in Abruzzo che ha imposto una pausa di riflessione, che gli

14

EDILIZIA PIACENTINA


di cubatura ''ove il progettista non abbia

operatori della filiera sperano abbia giocato a favore di una maggiore collaborazione tra l'autorità di governo e autonomie regionali. Sulla base del Protocollo, che porta la data del primo aprile, entro 90 giorni, cioè prima dell'estate, le Regioni sono attese alla prova legislativa: sapranno dare concretezza al Piano del Governo sfruttandolo per riqualificare le città ? L`accordo tra Stato e Regioni su possibili ampliamenti e premi volumetrici per la demolizione e ricostruzione prevede: 1. per gli edifici residenziali uni-bifamiliari o comunque di cubatura non superiore a 1000 metri possibilità di ampliamento entro il limite del venti per cento della volumetria esistente; 2. demolizione e ricostruzione possibilità di ampliamento per edifici a destinazione residenziale entro il limite del 35 per cento della volumetria esistente, al fine di migliorarne qualità architettonica ed efficienza energetica, nonché di utilizzare fonti di energie rinnovabili. Le Regioni emaneranno una propria legge regionale stabilendo le modalità operative degli ampliamenti e delle demolizioni e ricostruzioni con eventuale premio volumetrico. Le Regioni possono stabilire ulteriori tipologie di interventi ed individuare ambiti territoriali nei quali si può ricorrere ad ulteriori meccanismi di premialità volumetrica ai fini di riqualificare aree degradate, ampliando quindi il campo di operatività degli interventi di aumento delle volumetrie sia per quanto riguarda le tipologie di edifici sia la destinazione d'uso degli immobili. L' incremento massimo di 200 metri cubi non sarebbe quindi una barriera infrangibile, piuttosto un minimo comune denominatore. Gli ulteriori premi volumetrici, suggerisce l'ANCE, potranno essere assegnati per interventi da effettuare sulle zone individuate dalla legge regionale. Secondo l'ANCE, ma anche i sindacati, fondamentale in questo frangente l`impegno al rispetto delle norme sui rapporti di lavoro e sulla sicurezza nei cantieri per i quali si ipotizza possa essere adottata una procedura di trasparenza analoga a quella utilizzata quando fu introdotto lo sgravio Irpef del 36%. Anche per gli interventi di riqualificazione energetica le Regioni possono ampliare il campo di operativita` della norma. Tutte le Regioni si dicono pronte a intervenire, per dare concreta attuazione al Piano casa per l'edilizia residenziale. L'Emilia-Romagna, intende tener conto di strumenti normativi già in discussione (la revisione della legge 20/2000 è in commissione consiliare dal 2007). Il governatore Vasco Errani ha promesso attenzione alle aree sotto tutela e l'assenza di eccessive deregolamentazioni.Le linee guida regionali prospettano ampio spazio per l'"housing sociale" (sul territorio si fonderebbero quindi "i Piani Casa"), viste le 30 mila famiglie in attesa di un alloggio pubblico e le oltre 52 mila che durante l'anno passato hanno usufruito di un sostegno

documentalmente provato il rispetto della vigente normativa'', che introduce appunto le nuove misure. Sempre con lo stesso articolo viene anticipata di un anno, al 30 giugno 2009, l'introduzione delle nuove norme antisismiche, norme finora rinviate, l'ultima volta con il decreto legge Mille-proroghe, al 30 giugno 2010. Il provvedimento prevede semplificazioni in tema di Conferenza di servizi, relative al Codice dei beni culturali e del paesaggio, in tema di Valutazione ambientale strategica. Nel pacchetto c'è anche un disegno di legge delega per aggiornare la normativa urbanistico-edilizia e del paesaggio.

Intanto gli analisti stimano la "portata" dell'operazione Piano Casa edilizia residenziale: chi dice che il Piano casa vale un tesoro, chi invita alla prudenza, per esempio il presidente ANCE Emilia Romagna Gabriele Buia ("gli effetti del Piano, ha dichiarato, non si vedranno prima del 2010"). Un calcolo è forse possibile incrociando dati del Cresme e dell'Istat, che parlano solo nella nostra regione di 577.158 abitazioni mono e bifamiliari potenzialmente ampliabili. Se il 10 per cento dei proprietari (una quota definita "realistica") decidesse di approfittare del bonus per l'aumento delle cubature fino al 20 per cento, si metterebbe in moto un business di alcuni miliardi di euro, ipotizzando un costo anche solo di 1000 euro al metro quadro.

EDILIZIA PIACENTINA

15


news

Complessivamente nel biennio 2008-2009 il calo degli investimenti in costruzioni e` stimabile nell`8,9%.

Il nodo del credito Il IV rapporto congiunturale dell’Emilia Romagna, denuncia che la restrizione al credito ha forme diverse: allungamento dei temidi istruttoria, diminuzione delle quote di finanziamento sull’importo totale dell’intervento, aumento degli spread e anche la richiesta di maggiorni garanzie

S

e ogni giorno decine di aziende edili so-

pessimismo? Sul banco degli imputati è so-

presidente Paolo Buzzetti in una recente in-

no costrette a ricorrere alla cassa inte-

prattutto il sistema finanziario. Sia per la stret-

tervista : si tratta di un atteggiamento grave e

grazione per i dipendenti ormai c'è da

ta che le banche starebbero effettuando sui

inatteso, specie dopo che gli interventi della

meravigliarsi che quando si stima il trend del

crediti erogati alle imprese, sia per il più diffi-

Bce e il sistema di garanzie messo in campo nel

settore delle costruzioni il segno meno non sia

cile finanziamento della domanda. "Molte

Paese da governo e Banca d`Italia hanno ri-

seguito da una doppia cifra. Ma tutti i compar-

nostre imprese denunciano che negli ultimi

portato fiducia nel mercato interbancario".

ti sono effettivamente in forte discesa tanto.

tre mesi gli istituti bancari hanno richiesto il

Contro questa pericolosa tendenza, che ri-

La riduzione occupazionale è stimata solo nel-

rientro anticipato dei fidi accordati, aumen-

schia di soffocare le imprese, soprattutto pic-

l'anno in corso di 130mila posti nel settore e di

tato gli "spread" sui finanziamenti, allungato

cole e medie, impedendo all`edilizia di conti-

200mila posti con l'indotto. Come mai tanto

i tempi di risposta sui mutui, ha dichiarato il

nuare a svolgere la sua funzione antirecessiva fondamentale soprattutto in questa difficile fase, l`Ance sta intervenendo anche diffondendo dati che, se confermati, dimostrano un netto peggioramento delle condizioni di accesso al credito già alla fine del 2008: tra i costruttori intervistati a campione il 46,6 per cento ha ricevuto richieste di maggiori garanzie, il 56 per cento parla di allungamento dei tempi di istruttoria, al 21,7 per cento è stata avanzata richiesta di rientro, più della metà (54,8 %) segnala aumento dello "spread", cioè dei margini a vantaggio delle banche. Di fronte all`emergenza l`Ance ha deciso di convocare per aprile gli Stati Generali delle costruzioni per valutare congiuntamente con tutte le Organizzazioni imprenditoriali e sindacali del settore le azioni necessarie da intraprendere per evitare la perdita di migliaia di posti di lavoro e lo stallo di un settore chiave per la ripresa economica del Paese. "Abbiamo deciso di chiamare a raccolta, con gli Stati Generali, tutto il mondo delle costruzioni - ha dichiarato il presidente dell`Ance Paolo Buzzetti - in un momento particolarmente grave per il nostro settore, che impone la scelta di interventi urgenti ed efficaci a sostegno di migliaia di imprese e milioni di lavoratori".

16

EDILIZIA PIACENTINA


terventi complessivamente entro la fine del

to, con delibera dell'Assemblea legisla-

2010. Nel 2010 i 174 alloggi Erp saranno,

tiva n.5486 del 25 febbraio scorso, la

quindi, riportati a dimora: una volta termina-

programmazione dei fondi per la realizzazione

ti i lavori, verranno assegnati dal comune di

del programma di manutenzione di alloggi di e-

riferimento che procederà secondo il proprio

dilizia residenziale pubblica denominato "Nes-

regolamento comunale.

sun alloggio pubblico sfitto", su proposta della

In realtà la programmazione di fondi per la

giunta regionale in data 2 febbraio 2009. Tale

realizzazione di un programma per la manu-

programma comprende tutti gli alloggi di Erp

tenzione degli alloggi di edilizia residenziale

sfitti che non possono essere assegnati ai sog-

pubblica sfitti, nasce sotto il governo Prodi al

getti che hanno concorso ai bandi di assegnazio-

fine di azzerare gli alloggi sfitti di proprietà

ne promossi dai Comuni poichè gli enti proprie-

comunale, in gestione alle Acer territoriali.

tari non dispongono delle risorse necessarie

Ad ottobre 2007 venne realizzato il censi-

per realizzare gli interventi di ripristino indi-

mento degli alloggi da includere nel pro-

L

spensabili perché diventino abitabili.

gramma "Nessun alloggio pubblico sfitto",

La delibera prevede di assegnare, in analogia

sulla base del quale "ogni provincia italiana

con le disposizioni e prescrizioni indicate a li-

conteggiò il numero di alloggi sfitti di pro-

vello ministeriale, direttamente alle Acer

prietà comunale per i quali il precedente go-

francesca gazzola

territorialmente competenti in ambito regionale, la somma di 35 milioni di euro destinati ad interventi di manutenzione, per il recupero di quegli alloggi che non potevano essere dati in locazione Erp fin quando non fossero stati risistemati perché in condizioni impiantistiche e di igiene precarie. La Regione Emilia Romagna mette a disposizione dell'Acer piacentina 4.898.285 euro per recupe-

Da maggio pubblicazione bandi e affidamento lavori di manutenzione

Nel 2010, 174 alloggi Erp riqualificati

rare 174 alloggi di proprietà comunale sfitti,

verno aveva previsto lo stanziamento di 550

così suddivisi: 142 nel comune di Piacenza, 16

milioni di euro" , spiega il presidente Acer,

a Fiorenzuola, 4 a Rottofreno, 3 a Sarmato, 4 a

Flavio Antelmi. "Fondi che poi sono stati

Morfasso, 2 a Gragnano, uno nei comuni di A-

bloccati, con il governo Berlusconi, e dirotta-

gazzano, Carpaneto e Gropparello.

ti verso altre direzioni", prosegue Antelmi, il

Il direttore di Acer Piacenza, Alfonso Gaglia-

quale ricorda che con l'entrata in vigore del

no, spiega che "si tratta di alloggi per i quali

Piano casa, il governo ha destinato tali risor-

sussiste un rapporto di convenzione o di con-

se alla realizzazione di altri interventi com-

cessione della gestione degli stessi tra il Co-

presi nel Piano nazionale di edilizia abitati-

mune proprietario e l'Acer che si occuperà

va, facendo in tal modo venir meno la possibi-

della progettazione, dell'affidamento dei la-

lità diretta del finanziamento statale al pro-

vori, del collaudo e del rilascio dell'abilità

gramma. Conseguentemente la regione Emi-

dell'alloggio che entrerà a far parte del patri-

lia Romagna decise di concorrere con pro-

monio Erp". Acer prevede la pubblicazione

prie e specifiche risorse al progetto "Nessun

dei bandi e l'affidamento dei lavori di risiste-

alloggio pubblico sfitto", anche in una logica

mazione a partire dal mese di maggio, con ini-

di intervento finanziario adottato in via di an-

zio lavori per ciascun comune interessato, en-

ticipazione delle risorse statali che dovreb-

tro la fine del 2009 e la conclusione degli in-

bero essere allocate sul territorio regionale. EDILIZIA PIACENTINA

17

finanziamenti pubblici

a regione Emilia Romagna ha approva-


18

EDILIZIA PIACENTINA


Ad esempio nei cantieri italiani i materiali

lier, precisamente) compresi dai 17

vengono recapitati già divisi per tipologia,

ai 19 anni, quelli che incontriamo al-

al contrario di quelli francesi che prevedo-

l'Ente Scuola Edile di Piacenza e che fanno

no figure professionali proprio addette allo

parte di un progetto chiamato Leonardo Da

smistamento delle materie prime. Però la

Vinci, che si occupa dello scambio formati-

differenza più grande è che in Italia si lavo-

vo di giovani apprendisti nel settore delle

ra molto "a mano" mentre da noi in Francia

costruzioni.

molti dei lavori sono fatti utilizzando mac-

La peculiarità di questi giovani lavoratori è

chinari. Questo non incide sulla resa quali-

che sono già tutti assunti in imprese (fran-

tativa, però: le opere pubbliche italiane so-

cesi, ovviamente), provengono da un cen-

no di ottima qualità! In Francia il costo del

tro formativo specializzato in opere pubbli-

lavoro è più alto.".

che e sono qui per ampliare le loro cono-

Italia-Francia una differenza sostanziale

scenze nel settore specifico.

dell'apprendistato formativo e della sua

"La nostra Scuola Edile - ci spiega l'archi-

concezione

tetto Cristina Bianchi direttore della scuo-

"In Italia l'apprendistato consta di 120 ore

la - è altamente specializzata in opere che

di formazione, in un ente formativo deputa-

concernano i lavori pubblici e, ci tengo a

to, da svolgere nell'arco di due anni (perio-

S

sara marenghi

formazione

ono 11 ragazzi francesi (da Montpel-

precisare, che è una delle poche in Italia. I ragazzi qui sono seguiti, oltre che dai tutor francesi, da un nostro docente Sebastiano Mogavero che spiega loro come si lavora in un cantiere italiano. Abbiamo diviso in due gruppi di lavoro gli undici studenti: una parte è qui alla Scuola Edile, l'altra è sul cantiere stradale messo gentilmente a di-

11 apprendisti francesi ospiti all’Ente Scuola Edile

Dalla Francia all’Italia per studiare i nostri cantieri

sposizione dall'Amministrazione Provin-

ciale nel tratto di strada che collega Corte-

do che, purtroppo spesso poi non viene

maggiore a Fiorenzuola".

nemmeno assolto) mentre in Francia per

Cantiere italiano e cantiere francese: quali

due anni i ragazzi alternano studio e lavoro

le differenze più evidenti che i ragazzi han-

in modo equo: una settimana a scuola e una

Il gruppo di studenti francesi ospiti

no notato? (a rispondere è il tutor francese dei

settimana al lavoro. Non da ultimo, gli enti

della Scuola Edile di Piacenza per un

ragazzi)

formativi sono scuole statali parificate.

gemellaggio di studio-lavoro, in

"Ci sono delle differenze che non sono mol-

Questo la dice lunga sulla considerazione

compagnia del docente italiano

to importanti, notate soprattutto nelle abi-

che lo Stato attribuisce all'educazione del-

Sebastiano Mogavero (a destra con

tudini di lavoro.

la manodopera: la formazione di operai non

il giubbotto chiaro)

EDILIZIA PIACENTINA

19


nascono dalla diversità oggettiva delle persone, delle tradizioni… nel costruire". Non solo lavoro ma anche svago per questi ragazzi? "Scambio culturale e non solo di lavoro per i ragazzi: il calendario è già stabilito in partenza. Il periodo minimo di permanenza è di tre settimane e prevede visite culturali e momenti di svago vero e proprio…. Un marketing territoriale se vogliamo essere precisi! Hanno visitato Parma e il cantiere della Bonatti della Stazione di Parma, inoltre hanno visitato l'Authority Alimentare e fatto shopping di leccornie tipiche italiane. E' prevista una gita a Genova al Porto Antico riprogettato da Renzo Piano e all'acquasignifica solo formazione di braccia, ma an-

prio l'ignoranza la prima causa di morte di

rio, hanno visto il cantiere del Mo.s.e. a Ve-

che e soprattutto, una formazione di testa.

lavoratori edili. Inoltre bisogna pure dire

nezia (acronimo di MOdulo Sperimentale

".

che la maggior parte della manodopera

Elettromeccanico - ndr) e insieme alla

E questo aiuterebbe anche nella lotta per

francese è … francese, appunto. Qui da noi,

Scuola Edile locale hanno visitato la cit-

la sicurezza sul lavoro, immagino. Quale al-

invece, la stragrande maggioranza dei lavo-

tà… e alcuni di loro sono andati pure alla

tra differenza tra la nostra manodopera e

ratori edili è di origine extracomunitaria.

partita Milan-Lecce a San Siro!

quella francese?

Non è una questione di razzismo, ma una

Abbiamo chiesto ai ragazzi di definire l'Ita-

"Sicuramente una formazione professio-

questione di cultura: non ci sono difficoltà

lia di questa esperienza in tre parole…

nale adeguata è di grande aiuto nella lotta

con la lingua, con i permessi di soggiorno…

"Pasta, pizza e belle ragazze!!".

per la sicurezza nei cantieri, spesso è pro-

e tanti altri piccoli e grandi problemi che

…ogni mondo è paese, n'est pas?

20

EDILIZIA PIACENTINA


Edilizia scolastica, fondi in diminuzione L’assessore Patrizia Calza

B

rutte notizie per gli enti locali piacentini

24 ore, sono tra le più sicure d'Italia). Sarebbero di gran lunga più opportuni, per le nostre e-

sul fronte dell'edilizia scolastica: i soldi

sigenze, finanziamenti per nuove scuole, o per ampliare quelle esistenti, per dar spazio ad una

che arriveranno quest'anno dallo Stato

utenza scolastica in aumento esponenziale. Ma per questo secondo tipo di interventi, come si

saranno ancora meno dei già pochi assegnati

è detto, sono a disposizione, per tutto il territorio, solo gli 88 mila euro della Regione (che, con-

l'anno scorso. In tutto 900.598 euro, tutti da im-

trariamente a quanto ha fatto lo Stato, non ha ridotto la sua quota di finanziamento rispetto

pegnare nella messa in sicurezza degli edifici

all'anno scorso), per interventi però di costo non superiore ai 176 mila euro.

scolastici, ovvero in opere quali adeguamento

La Provincia stilerà una graduatoria delle domande pervenute e la invierà in Regione, che deve

degli impianti, bonifica ambientale (amianto),

definire il suo piano di interventi ed inviarlo al Ministero entro l'8 maggio. Dopo due mesi, se

superamento delle barriere architettoniche e

tutto fila liscio, il piano verrà pubblicato sulla gazzetta ufficiale e gli enti locali interessati a-

così via. A questi fondi vanno aggiunti 88.394 eu-

vranno sei mesi di tempo per redigere i progetti esecutivi degli interventi. Altra notizia fornita

ro messi a disposizione dalla Regione utilizzabili

dall'assessore e dai suoi tecnici all'incontro di oggi: si definirà domani il calendario dei sopral-

per interventi anche di altro genere, ma il cui co-

luoghi per verificare la sicurezza delle parti non strutturali dei nostri edifici scolastici. I sopral-

sto complessivo non superi l'importo di 176 mila

luoghi verranno effettuati da una équipe composta da un rappresentante del Ministero, da un

euro (il resto della somma è a carico degli enti lo-

rappresentante dell'ente locale proprietario e dall'insegnante della scuola responsabile per la

cali interessati). La non lieta novella è stata data

sicurezza.

ai Comuni dall'assessore provinciale ai lavori pubblici Patrizia Calza, in Provincia, all'incontro convocato appunto per informare sui fondi 2009 del piano triennale 2007 - 2009, messi a disposizione in base alla legge 23 del 1996. Ad informare i rappresentati dei comuni (numerosi) c'erano, al fianco dell'assessore, l'ing. Stefano Pozzoli, dirigente del servizio Edilizia e Coordinamento grandi opere della Provincia, e l'ing. Davide Marchi, dello stesso servizio. I fondi, ha ricordato l'assessore, vengono assegnati in base ad una legge, la 23 del 1996, che nel decennio trascorso è stata soggetta ad alterne vicende (finanziata in certi anni, non finanziata in altri). Nel 2008 alla nostra Regione toccarono 5 milioni e 200 mila euro, cifra già scarsa. Quest'anno, il finanziamento si è ulteriormente ridotto: 4 milioni di euro circa, con una riduzione del 20% e con conseguente taglio di finanziamenti anche per gli enti locali del territorio. Come è intuibile, le informazioni dell'assessore Calza non sono state accolte di buon grado dagli amministratori presenti. Le risorse assegnate, in effetti, aprono ben scarse possibilità di intervento. Tra l'altro, consentono il finanziamento di progetti per un obiettivo, la messa in sicurezza degli edifici, che per la nostra provincia non è una priorità (le nostre scuole, come dimostra una recente indagine del Sole EDILIZIA PIACENTINA

21

lavori pubblici

Presentato dalla Provincia ai Comuni il budget di spesa


ecologia

Materiali rinnovabili, riciclabili, ecologici: come scegliere?

EcoDesign, districarsi nel dedalo di proposte Una mini guida per conoscere i principi fondamentali dell’ecodesign, e non farsi cogliere impreparati quando si tratta di scegliere un prodotto attento all’ambiente 4 - Il riciclo La libreria Traffic di Kubedesign, in cartone riciclato

Con 67 bottiglie di plastica si fa l'imbottitura di un piumino matrimoniale, quattro pallet di legno bastano per costruire una scrivania, con 11 contenitori del latte si costruisce un annaffiatoio. Sono alcuni esempi

O

gni giorno si sentono nominare sostenibilità, risparmio energe-

concreti di riciclo. Il riciclo e il riutilizzo di alcuni materiali chiave, come

tico, prodotti ecologici. Ma quali caratteristiche deve avere un

alluminio, vetro, acciaio e cartone, porta alla creazione di prodotti d'ar-

oggetto per essere realmente rispettoso dell'ambiente? Faccia-

redo e di complementi sempre più innovativi ed ecologici. Il vetro e l'al-

mo chiarezza, almeno per quanto riguarda il settore della casa e dell'abi-

luminio riciclato sono spesso usati per i pavimenti. Tavoli, sedie e poltro-

tare in generale.

ne possono essere fatti in cartone, acciaio o alluminio riciclato.

1 - Le materie prime

5 - Il riuso

Un mobile eco è costruito con materiali rinnovabili, riciclabili e abbon-

Diverso dal riciclo, che prevede la trasformazione dei materiali recupe-

danti sul territorio. Inoltre, è importante che sia breve la distanza tra la

rati, è il riuso, cioè il riutilizzo di un prodotto obsoleto, spesso in chiave

fonte delle materie prime e il luogo di lavorazione, per limitare le emis-

diversa. Per questo è possibile incontrare gli ecodesigner nelle discari-

sioni di CO2 nel trasporto. La quantità di prodotto riciclabile è alta ri-

che: dove noi vediamo solo spazzatura, loro cercano ispirazione per

spetto agli scarti prodotti nella lavorazione. È auspicabile che i materiali

nuovi usi degli oggetti.

siano facilmente riciclabili a fine ciclo vita.

6 - L'innovazione

2 - La produzione L'ecodesign comprende anche gli elementi tecnologici della casa, come Un oggetto a basso impatto ambientale, oltre a consumare poco e ad

gli elettrodomestici e l'illuminazione. Oggi, la stragrande maggioranza

essere riciclato o riciclabile, ha alle spalle un processo produttivo atten-

dei prodotti elettronici è di plastica, alluminio e carbonio. Ma il futuro

to all'impatto ambientale. La sua produzione riduce al minimo gli scarti

sembra essere altrove: per esempio nei computer di bambù, come l' ECO

e non disperde sostanze tossiche o nocive. Infine, richiede un dispendio

book della Asus. Lavatrici, lavastoviglie e frigoriferi di ultima generazio-

energetico contenuto in tutta la fase di produzione, anche per limitare

ne (classe A+ o AAA) riducono i consumi energetici e di acqua. Per l'illu-

l'emissione di gas serra.

minazione, invece, una soluzione sono le lampade a led: sebbene non siano ancora competitive sul prezzo iniziale, permettono di ottimizzare

3 - L'estetica

i costi elettrici e la frequenza di acquisto.

7 - I costi

Il discorso ambientale, specialmente in tema arredamento, non può prescindere soluzioni nate per soddisfare le esigenze dell'ambiente dall'estetica. Nasce così il concetto di ecodesign, seguito da molte a-

Il fattore design incide sul costo dei prodotti eco, così come per i mobili

ziende del settore. Un libro pubblicato dal Ministero dell'Ambiente,

tradizionale; i prezzi variano da poche decine di euro per semplici com-

Design italiano per la sostenibilità, curato dall'architetto e designer

plementi di cartone, a cifre più impegnative per elementi in metallo.

Marco Capellini, descrive molti prodotti di ecodesign, esclusivamente

L'acquisto di questi ultimi è una piccola forma di investimento. L'acciaio

made in Italy. Lo stesso Capellini, inoltre, è l'ideatore di Matrec

e l'alluminio sono beni quotati in borsa, e perciò alcuni produttori, come

(www.matrec.it), la prima banca dati italiana di ecodesign dedicata ai

Alulife, applicano il concetto di riacquisto del bene: il cliente che vuole

materiali riciclati e al loro impiego nel mondo della produzione.

disfarsene può rivenderlo al fornitore alla quotazione del momento.

22

EDILIZIA PIACENTINA


chitettura, Design, Tecnologia per il futu-

la seconda edizione del principale

ro della città" e la due giorni omonima.

appuntamento espositivo dedica-

Importanti e caratterizzanti l'identità di

to all'edilizia e all'architettura nel nostro

MADE expo sono stati i molti momenti di

Paese. Successo indiscutibile, solo la cri-

cultura come l'installazione Toy Building

si ha impedito di registrare a Milano un

n. 1, dedicata al futurismo da Italo Rota,

vero e proprio boom di espositori e so-

allestita in Piazzetta Reale.

prattutto visitatori, anche stranieri ( ma

Interesse anche per il quotidiano appun-

l'incremento è stato comunque di quasi il

tamento con i progetti di INSTANTHOU-

10 per cento, provenienti da 118, paesi

SE, il concorso promosso da Federle-

con un aumento del 19,8% rispetto all'e-

gno-Arredo in collaborazione con la Re-

dizione 2008). Significativo il dato dei

gione Lombardia e il Politecnico di Mila-

giornalisti aumentati del 14,8% con un

no, che ha visto la partecipazione di 72 gio-

totale di 1309 presenze, tra stampa spe-

vani progettisti alle prese con unità abita-

cializzata e rivolta al grande pubblico che

tive singole e componibili, per l'acco-

evidentemente chiede di essere sempre

glienza dei giovani ospiti della città di Mi-

più aggiornato sulle novità del settore.

lano in occasione dell'Expo 2015 e che al-

"La soddisfazione per il risultato com-

la fine ha premiato un giovane team bolo-

S

ludovico antiochia

plessivo - spiegano gli organizzatori- è ul-

200.126 presenze (+17,1%) per la seconda edizione del salone milanese delle costruzioni

teriormente valorizzata dall'entusiasmo e dal clima positivo che si è registrato in questi quattro giorni negli stand dei 1739 espositori sugli oltre 100.000 mq. netti espositivi". Innovazione tecnologica, desi-

La carica dei 200mila al MADE

gn, sostenibilità e risparmio energetico, sicurezza e protezione e recupero: sono

stati questi i 5 percorsi trasversali dell' e-

gnese di studenti che con cartone trattato

dizione di quest'anno. Il format espositivo

e legno ha proposto un prototipo abitativo

della Federazione di Saloni, che consente

temporaneo dal suggestivo impatto visi-

di rappresentare l'edilizia "pesante" ac-

vo.

canto al mondo delle finiture e delle su-

La manifestazione organizzata da MADE

perfici, del progetto e dell'architettura è

eventi srl e promossa da Federlegno-Arre-

apparso funzionale, ben integrato con un

do e Uncsaal dà quindi un significativo se-

ricco palinsesto di convegni e iniziative

gnale di fiducia per il settore, che rappre-

speciali, tra cui il grande convegno di a-

senta il miglior auspicio per la prossima e-

pertura intitolato "CITYFUTURES. Ar-

dizione del 2010. EDILIZIA PIACENTINA

23

fiere

i riassume con un chiaro segno "+"


novità

Assimpredil Ance al MADE expo: innovazione di processo per un prodotto che incontri la domanda

Produzione da standardizzare Nella terza rivoluzione industriale della "green economy", le costruzioni, concepite come un prodotto industriale sostenibile, sono uno dei pilastri per riscrivere il futuro

G

etting Better: conferenza sull’industria delle costruzioni" è stato uno degli incontri

di cui non hanno fiducia nonostante storici

più seguiti di quelli svoltisi a MADE EXPO. "Diventare migliori per uscire dalla crisi",

e positivi rapporti con le piccole e medie im-

così lo stesso Caludio De Albertis presidente di Assoimpredil, l'associazione degli

prese di costruzione e un rapporto risibile

imprenditori dell'edilizia della provincia di Milano, ha tradotto il titolo del simposio fornen-

tra insolvenze e impieghi, occorre venire in-

do una ipotesi, ben fondata, per raggiungere l'obiettivo agognato: tagliare i costi del 30 per

contro alla domanda tagliando i prezzi de-

cento con nuove modalità di gestione del cantiere. Tra le proposte, più spazio alla ripeti-

gli alloggi proposti sul mercato: "Si è parla-

tività fino quasi a rendere le costruzioni un specie di meccano. "L`industria delle costruzioni

to molto di social housing, ma il vero nodo,

- ha affermato il presidente - deve compiere una vera rivoluzione partendo dalla centralità

sostiene de Albertis, sono le case low cost".

del suo prodotto mettendo in gioco modelli organizzativi aziendali, ricerca e innovazio-

Un parallelo chiarisce il concetto." Il conte-

ne". Se gli istituti di credito hanno chiuso gran parte dei rubinetti nei confronti del settore

sto di crisi che oggi viviamo e` analogo, dice de Albertis a quello affrontato negli anni passati da altri settori, dal tessile alla meccanica. Dobbiamo imparare da quello già fatto, cioè rifocalizzarci sul prodotto". Ma anche sul processo. E qui occorre un know how aggiornato, non vale l'improvvisazione. "A tale proposito, precisa de Albertis, è necessario qualificare il mercato, introducendo un sistema che tuteli le imprese migliori e regolamenti l`accesso al mestiere di imprenditore edile". "Il manufatto edilizio - conclude il presidente di Assimpredil Ance - deve essere concepito e progettato come un prodotto industriale a 360 gradi, ossia con una data di fabbricazione, una data di scadenza, un costo esplicito di gestione, utilizzo e manutenzione, un`attenzione al ciclo di vita, vero perno della sostenibilità, una trasparente esplicitazione dei componenti, un`estrema chiarezza sulle prestazioni e un`offerta di adeguate garanzie. In questo modo l`industria delle costruzioni potrà realizzare un prodotto diverso, molto meno costoso ed estremamente più funzionale." L'espressione "Getting Better" ha chiarito il convegno vuol dire ricercare nuove vie, nella consapevolezza che l`innovazione è un sapiente cocktail tra tecnologia e tradizione.

24

EDILIZIA PIACENTINA


costo di costruzione, anche i costi di ge-

una formula ricorrente, impre-

stione, di manutenzione e di consumo e-

scindibile anche in architettura.

nergetico. Rimane certamente, come si

Nel clima odierno, il "basso costo", con-

è visto al MADE, uno spazio per il "Ma-

siderato fino a ieri un fattore negativo,

de in Italy", che è fatto di intelligenza,

ha assunto un nuovo ruolo nelle strate-

come le tante soluzioni originali nei ser-

gie di produzione e di comunicazione,

ramenti o, per esempio, i moduli in po-

diventando assumendo spesso una va-

lietilene (non tossico e rigenerabile)

lenza "etica" in grado di suggerire le

per la costruzione di rampe di qualsiasi

scelte da operare in funzione del merca-

forma e dimensione per il superamento

to, sinonimo di sobrietà, rinuncia allo

dei piccoli dislivelli, proposti da una a-

spreco pur in un contesto di sostanziale

zienda di Pero (Mi) che opera nel setto-

qualità, "politically correct". L'impie-

re dell'abbattimento delle barriere ar-

go di materiali "poveri" naturali o "di

chitettoniche. Sul lato progettazione,

recupero" di provenienza industriale, è

impossibile non fare riferimento alla

solo un punto di partenza: oggi si discu-

casa da 100.000 ? di Mario Cucinella, in

te di nuove modalità di utilizzo e di as-

cantiere a Settimo Torinese. Lo studio

semblaggio di prodotti e sistemi tecno-

prevede l'utilizzo di prefabbricazione

L

ludovico antiochia

logici (preponderante il tema della prefabbricazione) e sulla messa a punto di dispositivi in grado di ridurre i consumi energetici e di ottimizzare lo sfruttamento delle forme di energia rinnovabile (il fotovoltaico, in primis). Nella prospettiva del contenimento del costo complessivo dell'abitare, si considerano come fattori determinanti, oltre al

Il "made in Italy" strizza l'occhio alla qualità a portata di tasca

Il low-cost è diventato di moda nelle costruzioni

Aumenta la tentazione del "fai-da-te" Diretta ed assistita da professionisti, l'auto costruzione è una pratica edilizia con precise modalità e tecnologie. Anche a materiali ha le sue preferenze. Capofila nel promuovere questa modalità di taglio dei costi produttivi, il comune di Bologna. Per lo più si affida a una cooperativa il lavoro di auto recupero di alloggi dismessi di proprietà dell'ente locale; i soci prestano la loro opera in cantiere mettendo a disposizione un monte ore lavorativo; e alla fine saranno loro stessi gli utilizzatori finali degli appartamenti recuperati.il Comune di Bologna si impegna ad adempiere alle procedure necessarie per garantire la fattibilità urbanistica ed edilizia degli in-

leggera e flessibile in grado di assicurare elasticità degli spazi in funzione degli usi e delle abitudini di chi la vive: l'edificio diventa quasi una macchina bioclimatica (pannelli fotovoltaici, superfici captanti, circolazione interna dell'aria per immaginare una casa a basso EDILIZIA PIACENTINA

25

costruire etico

ow-cost sembra essere diventata


costo acquistabile grazie a un prestito che possa essere coperto in parte attra-

terventi: un "aiuto" non da poco. In Italia non abbiamo ancora "numi tutelari" di questa pratica come l'architetto cileno Alejandro Aravena antistar dell'architettura pur essendone uno dei punti di riferimento a livello mondiale, ma la recente pubblicazione di "Auto costruzione Associata ed Assistita in Italia" a cura di Massimiliano Bertoni e Andrea Cantini mostra il meglio delle esperienze già realizzate con la documentazione grafica e fotografica di 36 interventi di auto costruzione associata realizzati in Italia dai primi anni '80 ad oggi. Vi sono esperienze di auto coibentazione con materiali di recupero organici (come la paglia compressa) mutuate dagli States ed esattamente dal Nebraska. L'architetto Alessandro Fassi ha realizzato la costruzione di un "cappotto" esterno di un abitazione civile per ridurne quindi i costi d'esercizio: si è passati dai 280 kWh per metro quadrato all'anno, agli attuali 40. Parametri che inquadrano la casa ristrutturata nella categoria B di Casaclima. Sul fronte impiantistico esiste la rete per l'auto costruzione del solare termico con sede operativa a PARMA. Propone gruppo di acquisto per la fornitura dei materiali, consulenza su come integrare i pannelli nel proprio edificio, corsi di auto costruzione e assistenza per l'installazione.

verso l'energia che è in grado di produrre. Sul lato materiali, il trend low cost si esprime con la preferenza per il legno, il ritorno, nelle pavimentazioni di certi ambienti, del cemento spazzolato, pannelli di fibrocemento anche nell'edilizia residenziale.

26

EDILIZIA PIACENTINA


La casa “2 litri” va forte in risparmio

"

eco-costruzioni

Consegnati gli alloggi prototipi di Ozzano Emilia

Quanto consuma la tua auto?" "E casa

consente di ottenere consumi energetici e-

quinamento e sul comfort", dove saranno

tua?" Di recente la FIAT propone una

stremamente contenuti, livelli di comfort

tenuti corsi di formazione, conferenze, con-

Bravo dotata di un motore più moder-

molto elevati e nessuna emissione di sostan-

vegni, mostre temporanee e un'esposizione

no ed efficiente 4 cilindri, 2 litri da 165 CV, oggi

ze volatili nocive. La previsione è che questo

permanente su materiali e tecnologie biocli-

però si cominciano ad abitare anche "case due

tipo di edificio consumerà solamente 16 kW

matiche.

litri", cioè che hanno un fabbisogno energeti-

per metro quadrato all'anno, mentre il con-

co annuo (per riscaldamento e raffrescamen-

sumo medio di quelle costruite fino ad oggi

to e illuminazione) di solo 2 litri di gasolio per

in Italia raggiunge i 200 kW per metro qua-

ogni metro quadrato. Vale a dire una spesa e-

drato. Al termine della costruzione verranno

quivalente a 200 litri di gasolio per un alloggio

effettuati controlli tramite termografie e

di 100 metri quadri: bazzecole. Il corrispon-

monitoraggi dei consumi e degli agenti in-

dente consumo energetico è pari a circa 20

quinanti per un periodo tra i tre e i cinque an-

Kwh/m2, 10 volte inferiore rispetto a quello

ni".

medio dell'attuale parco edilizio italiano.

Oltre ai due litri di combustibile, gli ulteriori

Il progetto "Casa 2 Litri", promosso congiun-

apporti energetici deriveranno dall'installa-

tamente da Aipe e Centro di Informazione

zione di pannelli solari. Inoltre, gli edifici sa-

sul PVC, ha avuto applicazione in alcuni al-

ranno dotati di un sistema di recupero delle

loggi a schiera realizzati a Ozzano Emilia, in

acque piovane e delle acque grigie, quelle

provincia di Bologna e consegnati alla fine di

provenienti da docce e vasche da bagno, che

febbraio. Festeggia la cooperativa edificatri-

verranno riutilizzate, dopo un apposito trat-

ce "La certezza" e i progettisti dello studio

tamento, negli impianti di irrigazione e nelle

"Arkit & Partners" che ha sede nella città fel-

cassette del water. Naturalmente la scelta

sinea. Questo nuovo modello dimostra come

dei materiali sarà fondamentale per ottene-

l'utilizzo di PVC, nei serramenti, pavimenti e

re un isolamento termico efficiente, così co-

scarichi, e di EPS, per le sue capacità termiche

me l'adozione di altri sistemi tecnologici: ser-

ed acustiche, permette di costruire con idee

re solari, pareti termodinamiche, serramenti

nuove e nel completo rispetto dell'ambien-

e vetrate ad alte prestazioni, elettrodome-

te.

stici a basso consumo. Accanto alle cinque u-

"L'intervento che verrà realizzato ad Ozza-

nità abitative, di circa 80 metri quadrati cia-

no entro la fine del 2007 - spiega l'architetto

scuna, sarà realizzato con gli stessi criteri eco-

Alessandro Marata di "Arkit & Partners" - è

compatibili anche un centro didattico speri-

un'esperienza pilota, il prototipo di uno

mentale di almeno 80 metri quadrati, che sa-

standard di costruzione. La "casa due litri"

rà di proprietà comunale. Una sorta di "labo-

ha un elevato contenuto tecnologico che

ratorio e osservatorio sull'energia, sull'inEDILIZIA PIACENTINA

27


nuove frontiere

a cura della redazione

entre il mercato flette,(negli ulti-

stema di costruzione sarà a "setti portan-

mi mesi del 2008, in modo davve-

ti": tutta la struttura contribuisce alla sta-

ro marcato), continua l'innova-

bilità della costruzione, al contrario del si-

zione tecnologica del settore: travi, pavi-

stema oggi generalmente usato in cui i solai

menti (si pensi ai prodotti del Gruppo Berti

sono sorretti da uno scheletro di colonne e

al Made o al TIS di Bolzano dove sono stati

travi orizzontali. Secondo i progettisti il le-

presentati ben 200 prototipi innovativi:

gno assicura una migliore qualità del co-

www.tis.bz.it) ma anche ambiziose proget-

struito: rispetto agli edifici costruiti in ce-

tazioni. Quella di Firenze sarà una "prima"

mento e/o laterizi risente meno degli sbalzi

mondiale: il primo edificio con struttura in-

di temperatura giornalieri, rimanendo più

teramente in legno a 6 piani in zona sismica.

facilmente caldo d'inverno e più fresco d'e-

La costruzione sarà nelle previsioni molto

state. Attualmente le costruzioni in legno si

veloce. Si prevede il completamento del

limitano in genere a piccoli edifici pubblici

cantiere in poco più di un anno. L'edificio

o civili e a qualche capannone industriale.

sarà realizzato a "compensato di tavole":

Solo a Londra è stato costruito un palazzo di

strati di tavole in legno (generalmente di co-

9 piani ma non si tratta di zona sismica co-

nifere) piallate e incollate o collegate tra lo-

me Firenze. Da un punto di vista sismico le

ro con degli spinotti. Necessitando all'incir-

garanzie di un edificio in legno sono ottime.

M

La normativa sismica per il comune di Fi-

Un bell’esempio di edilizia residenziale pubblica innovativa e risparmiosa

A Firenze il primo condominio di legno

renze prevede una zona "3S", quindi non ci sono valori particolari di accelerazione del suolo. E in caso di incendio? I committenti sanno che i vigili del fuoco preferiscono le strutture in legno a quelle in cemento armato: il legno è uno dei materiali più sicuri e prevedibili: non emette fumi opachi o tossici, che sono il rischio più significativo per gli occupanti in caso d'incendio e un solaio

ca della metà del tempo che sarebbe neces-

con luce di oltre 5 metri è garantito per un

sario per la stessa costruzione con metodi

carico di 2 tonnellate dopo un'ora di fuoco.

tradizionali. L'intervento consta di tre co-

Anche che la costruzione di un edificio in le-

struzioni: due a destinazione residenziale (6

gno è più ecologica di quella di un edificio

piani e 4 piani) con una superficie calpesta-

in cemento armato. Per esempio nel caso di

bile complessiva di circa 4.400 metri quadri

un centro sociale di circa 360 metri quadri,

e un terzo a destinazione pubblica (ludote-

considerando solo la produzione e la posa

ca) su 2 piani per circa 600 metri quadri.

dei materiali, si sono risparmiati 544 ton-

L'intervento sarà realizzato da "Casa

nellate di materie prime, 40 megawatt di e-

Nella foto piccola il disegno del

SPA", la società partecipata dai 33 Comuni

nergia e 91 tonnellate di CO2, con un mini-

condominio progettato utilizzando il

dell'area Fiorentina, che effettua progetta-

mo consumo di acqua, che sarebbe stata im-

legno come materiale principale che

zione, realizzazione e gestione del patrimo-

piegata in quantità invece in caso di edifi-

verrà realizzato a Firenze

nio di edilizia residenziale pubblica. Il si-

cio tradizionale.

28

EDILIZIA PIACENTINA


nezia, unitamente agli ingegneri Mario

vincitori, quindi) al concorso lancia-

Gallinaro di Padova, Luigi Muffato di

to dal Comune per la progettazione

Maerne di Martellago e Luca Rota di Moz-

del nuovo palazzo uffici. La Commissione e-

zo. E' stato l'architetto Aldo Cibic di Mila-

saminatrice e giudicatrice del Concorso di

no a illustrare le caratteristiche che hanno

progettazione relativo alla nuova Delega-

indotto la Commissione tecnica a preferire

zione degli uffici comunali si è riunita a fine

il primo progetto, "di semplicità estrema e

marzo per l'apertura delle buste, conte-

con la peculiarità di non creare un effetto

nenti i nominativi e i documenti dei concor-

monumentale imponente sull'area. A pre-

renti. Nella stessa seduta, si è proceduto al-

valere sono state la funzionalità e l'armo-

l'abbinamento dei codici alfanumerici at-

nia, l'essere una struttura adatta a soddi-

tribuiti ai plichi e alla documentazione già

sfare i bisogni della città, privilegiando al

esaminata nelle precedenti sedute, ai no-

tempo stesso, un progetto a "misura uma-

minativi dei partecipanti, proclamando la

na". Entrando nello specifico delle carat-

seguente graduatoria provvisoria dei pri-

teristiche, la proposta vincitrice presenta

mi tre classificati.

un corpo di ceramica e vetro che offre u-

Il vincitore del bando per il nuovo Palazzo

n'immagine luminosa che riflette l'ampia

degli Uffici comunali è il progetto presen-

piazza sulla quale si affaccia, circondata da

S

a cura della redazione

edilzia pubblica

velati finalmente i partecipanti (e i

tato dal raggruppamento temporaneo di professionisti formato da Studio & Partners di Milano, Architektengruppe di Offenbach, Bertonazzi Associati di Piacenza, Hl-Pp Ingenieure International di Monaco e Land Milano. Una proposta che si è imposta sulle altre 15 presentate, anche se con uno scarto non rilevante rispetto al secondo classificato, la proposta del Mythos - Con-

A prevalere sulle altre proposte, la funzionalità e l'armonia del progetto. L’appalto in autunno

Palazzo Uffici: ceramica, vetro e un prato sul tetto

sorzio Stabile di Aosta (formato da Proget-

tisti Associati Tecnarc Srl di Milano, Studio

ampie aree verdi. Privilegiata anche

Vitali & Solmona Srl di Sassari e Tecnicaer

la scelta di separare la sede degli Uffici co-

Engineering Srl di Aosta) e architetto Pa-

munali dalle palazzine commerciali e la

trizio Losi di Piacenza, che fino all'ultimo si

mancanza di "barriere" di forte impatto vi-

è contesa la vittoria. Terzo gradino del po-

sivo. Altro elemento discriminante che ha

dio per il progetto dal raggruppamento

permesso al progetto di prevalere, la collo-

temporaneo di professionisti formato da-

cazione dei parcheggi distribuiti in manie-

Il rendering e la piantina

gli architetti Giorgio Macola, Adolfo Za-

ra più omogenea, rispetto al secondo clas-

del progetto primo classificato,

netti, Manolo Lazzaro, Elisa Florian da Ve-

sificato che concentrava i posteggi su un u-

dove è ben visibile il prato sul tetto

EDILIZIA PIACENTINA

29


Progetto 2° classificato

Progetto 3° classificato

nico lato dell'area, comportando una per-

International GmbH di Munich e LAND

mato dagli architetti Giorgio Macola (man-

correnza più lunga per raggiungere gli edi-

Milano.

datario), Adolfo Zanetti, Manolo Lazzaro,

fici a destinazione commerciale.

- 2° classificato è il progetto presentato dal

Elisa Florian (tutti da Venezia), unitamen-

raggruppamento temporaneo di professio-

te agli ingegneri Mario Gallinaro di Pado-

nisti formato da Mythos - Consorzio Stabile

va, Luigi Muffato di Maerne di Martellago

s.c.a.r.l. (mandatario) di Aosta (formato da

(Ve) e Luca Rota di Mozzo (Bg).

I vincitori - 1° è risultato il progetto presentato dal

Progettisti Associati Tecnarc Srl di Milano,

raggruppamento temporaneo di professio-

Studio Vitali & Solmona Srl di Sassari e

nisti formato da Studio & Partners Srl di

Tecnicaer Engineering Srl di Aosta) e ar-

Milano (mandatario), Architektengruppe

chitetto Patrizio Losi di Piacenza.

Gli altri progetti partecipanti sono elenca-

N + M GmbH di Offenbach, Bertonazzi As-

- 3° è il progetto presentato dal raggruppa-

ti di seguito e devono essere considerati

sociati Srl di Piacenza, HL-PP Ingenieure

mento temporaneo di professionisti for-

non in graduatoria tra loro, ma tutti a pari

Gli altri partecipanti

merito: - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da MORENARCHITECTS di Francesco Morena (mandatario) di Monfalcone (Go) e PRISMA ENGINEERING SRL di Villatora di Saonara (Pd). - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato dall'arch. Leonardo Maria Proli (mandatario), dall'associazione di professionisti denominata Mimesi 62 Architetti Associati di Firenze, dall'arch. Pietro Mastino di Sassari, dall'arch.Giuseppe Russo di Cosenza e dall'ing. Cesare Costantino di Catania. - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da A.M. Architetti Srl di Roma (mandatario), Studio ing. Remo Massacesi Srl di Pescara, Studio Associato ing. C. Nuzzi di Roma, Studio ing. Giorgio Alberti di Piacenza e ing. Paolo Giuliani. - Raggruppamento temporaneo formato da Ausglobe Formula Spa di Milano (mandatario), Studio Associato Crespi e Pogliani di Limbiate (Mi), arch. Dario Eliano Adolfo Sironi di Milano e arch. Simone Proverbio di Milano. - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da arch. Joseph Di Pasquale, Milano (mandatario), Siggma Srl di Mi-

30

EDILIZIA PIACENTINA


lano, Corbellini Srl di Segrate (Mi), ing. Giuseppe Muciaccia di Foggia, Arch. Fausto Cesena di Piacenza, arch. Alessandro Tonassi di Milano. - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da prof. ing. Paolo

In alto una vista prospettica del progetto 1°

Spinelli della Società di In-

classificato da Corso Europa.

gegneria GPA Ingegneria

A sinistra una vista dal lato Nord e sopra vista

Srl di S. Giovanni Valdarno

dell’ingresso dal lato est

(mandatario), prof. arch. Paolo Zermani di Parma, dott. arch. Eugenio Tessoni di Parma e dott. ing. Antonio Asquino di Prato. - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da Arup Italia Srl di Milano (mandatario) e arch. Luisa Fontana di Schio (Vicenza). - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da Red Scarl di Milano (mandatario), arch. Enzo Ferrara di Milano; arch. Roberto Perego di Pavia, Technion Srl di Milano. - ing. Marco Ferrario, della Società Progetto CMR Engineering Integrated Services Srl di Milano. - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da General Planning Srl di Milano, nella persona del dott. ing. Loris Colombo (mandatario) e Park Associati Srl di Milano. - Raggruppamento temporaneo di professionisti formato da Politecnica Ingegneria e Architettura Società Cooperativa di Modena, nella persona dell'ing. Gabriele Giacobazzi (mandatario), Frigerio Design Group Srl di Genova, Studio di Ingegneria e Architettura Milani - Rossetti - Cantoni di Piacenza. EDILIZIA PIACENTINA

31


in cantiere

luigi galeazzi

orte di circa 1000 iscritti, la Filca

ni si è costruito senza badare alla do-

Cisl di Piacenza ha svolto vener-

manda esistente: così, mentre la richie-

dì 20 febbraio 2009 presso l'Ho-

sta era di abitazioni a prezzo contenuto,

tel ristorante Villa Giarona di Pontenu-

si è costruito invece in maniera diffusa e

re, il suo VIII congresso, riconfermando

costante con tipologie di livello medio

Mario Paolo Carrera segretario genera-

alto. Il risultato è sotto gli occhi di tutti:

le della categoria degli edili della Cisl.

notevoli quantità di invenduto e man-

Nella sua relazione Carrera ha parlato

canza di risposte per la domanda reale".

della situazione di crisi che il settore sta

Sul dramma degli infortuni, sul lavoro

attraversando. Sempre più numerose

nero e sulla evasione contributiva che

sono le realtà di lavoro in cui si deve far

segnano i diversi settori in cui si articola

ricorso alla cassa integrazione, alla mo-

l'attività sindacale della Filca Cisl, Ma-

bilità o alla disoccupazione. "Se il 2008

rio Paolo Carrera ribadisce che sono fac-

è stato un anno non del tutto positivo il

ce di una stessa medaglia, "Quella di un

2009 è iniziato peggio - ha ammesso il

mercato che premia in base alla quanti-

sindacalista durante i lavori congres-

tà di lavoro; una condizione cha va di pa-

suali: a Piacenza la crisi economica ha

ri passo con ritmi incalzanti, stress, ri-

portato allo stop delle ore di straordina-

schi e pressioni sugli anelli più deboli

F

del lavoro di cantiere". Che spesso sono

Paolo Carrera, Filca (CISL): “Ci sono imprese che non permettono al comitato di visionare il cantiere”

Il CPT? Fuori di qui!

manovali extracomunitari. "Il settore dell'edilizia, spiega Carrera, negli ultimi 10 anni, si è fortemente evoluto sia per numero di addetti sia per numero di imprese, ed è cambiata l'organizzazione del lavoro. Si osserva infatti la diminuzione di imprese cosiddette "struttura-

rio negli stabilimenti di tutto il gruppo

te" a favore di imprese individuali, la

RDB, alla richiesta di mobilità per 14 di-

maggior parte delle quali avviate da cit-

pendenti alla Driade, alla cassa integra-

tadini extracomunitari. A nostro pare-

zione negli stabilimenti di Paver, Cano-

re, questo fenomeno deve essere tenuto

va, RDB Strutture, Fornaci Danesi, Pre-

in forte considerazione a partire dall'i-

compressi SCAC, nonché alla perdita di

scrizione alla Camera di Commercio,

270 addetti in cassa edile rispetto all'an-

poiché, la mancanza di controlli sulle a-

no precedente". Oltre alle negatività

bilità e sulle conoscenze specifiche del-

dovute all'inversione di ciclo c'è da no-

l'ambito operativo edile e l'assenza di

tare una scarsa preveggenza negli inve-

verifiche sulle competenze normative e

Paolo Carrera, segretario provinciale

stimenti immobiliari. "Nel privato im-

tecniche possono generare situazioni al

FILCA (CISL)

mobiliare, spiega Carrera, in questi an-

limite della conformità e della regolare

32

EDILIZIA PIACENTINA


applicazione della legislazione vigente.

ristiche perché siano previsti interventi

anche perché il D.lgs.81/08 ne prevede e-

Si tratta di falsi lavoratori autonomi pri-

particolari ed adeguati". Altre notazioni

splicitamente la possibilità), le 16 ore di

vi di diritti e di tutele e sottoretribuiti,

positive sono state pronunciate in merito

formazione, così ora stanno nascendo la

nella maggior parte dei casi".

alla capacità di "fare squadra" del sitema

congruità, la gestione del mercato del la-

Ma nella relazione del sindacalista ci so-

delle costruzioni locale. "In edilizia, dice

voro ed altre innovazioni sia contrattuali

no anche motivi di ottimismo, su questo

Carrera, la bilateralità è una realtà. Va

sia legislative. Va garantita l'attività dei

fronte. A tal proposito cita l'importante

potenziata e salvaguardata. Vi è la neces-

C.P.T. soprattutto con la presenza delle

"Protocollo d'intesa" (firmato il 20 feb-

sità di fare sistema a livello locale fra Cas-

visite di cantiere che nel 2008 sono state

braio 2008 tra la Cassa edile, la Provincia

se Edili, Centri di Formazione Professio-

50. I cantieri sono stati visitati due volte,

di Piacenza, il Ministero del Lavoro e del-

nale dell'Edilizia e C.P.T., che devono col-

sia per verificare la capacità e la volontà

la Previdenza Sociale e l'Inail regionale)

laborare maggiormente tra loro, così co-

delle imprese di ottemperare alle man-

finalizzato all'incrocio tra banche dati

me bisogna consolidare e rafforzare gli

canze rilevate nella prima, sia per consta-

dei Centri per l'impiego, della Cassa Edi-

Enti Nazionali (C.N.C.E., FORMEDIL e

tare come le imprese facciano poco in ma-

le e dell'Inail, allo scopo di contrastare il

C.N.C.P.T.) per fare più sistema. Nel set-

teria di sicurezza all'interno dei cantie-

lavoro irregolare nella nostra provincia".

tore del legno e dei materiali per le co-

ri". Dalla relazione annuale, citata dal se-

Sulla specificità del lavoro in edilizia, il

struzioni gli Enti Bilaterali, che stanno

gretario, spiccano due dati preoccupanti:

segretario generale della Filca sottolinea

nascendo, vanno rafforzati e indirizzati

il 50% dei cantieri non raggiungeva le

la necessità di una corsia preferenziale

per la gestione dei rapporti di lavoro pre-

condizioni minime di sicurezza e tra que-

per l'uscita verso la pensione dei lavora-

cari, per la formazione, per la sicurezza,

sti il 10 % era in condizioni pessime (i can-

tori: "Il sistema pensionistico non può

per l'innovazione di processo e di prodot-

tieri si presentavano senza documenta-

continuare a considerare uguali tutti i la-

to, per il marketing". Non è però tempo di

zione, con pessime condizioni igieni-

vori a prescindere dalla fatica e dall'usu-

accontentarsi, di dormire sugli allori

co-sanitarie e con pericoli gravi ed imme-

ra fisica conseguente, dai rischi, dalla

"Dobbiamo perseguire l'obiettivo di

diati). "Esistono ancora imprese, denun-

precarietà, dalla stagionalità e dalla di-

creare nuovi strumenti e soluzioni: così

cia Carrera, che non consentono ai tecni-

scontinuità che caratterizzano i nostri

come sono nati il DURC, i R.L.S.T., la pa-

ci del CPT di entrare fisicamente nel can-

settori. Il lavoro edile ha tutte le caratte-

tente a punti (va ripreso questo progetto

tiere".

EDILIZIA PIACENTINA

33


formazione

luigi galeazzi

e cooperative sono apripista nella ge-

viduata nella formazione professionale. Nel-

stione della crisi e dei suoi pesanti ef-

l'accordo c'è l'impegno a far convergere ri-

fetti occupazionali. Per dare una tem-

sorse suppletive nel sistema formativo bila-

pestiva risposta alle difficoltà che investono il

terale (scuole edili) attingendo in primo luo-

settore delle costruzioni, tutte le Centrali Coo-

go al Fondo Interprofessionale cooperativo

perative (Agci, Confcooperative e Legacoop)

e, in secondo luogo, impegnando le rispetti-

hanno firmato un accordo quadro con i sinda-

ve rappresentanze locali a verificare, nella

cati (Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil), un

compatibilità dei bilanci delle Casse Edili

piano per la riconversione dei dipendenti in e-

cooperative, la possibilità di reperire ulte-

subero che ha caratteristiche innovative. L'in-

riori fondi. Tali risorse serviranno per corsi di

tesa nasce dalla premessa dalla valutazione

formazione e di riconversione professionale

che la crisi possa estendere i suoi effetti met-

per quegli addetti che, esperite tutte le mo-

tendo a rischio, solo nel sistema cooperativo,

dalità di flessibilità organizzativa (compresi

quasi 3.000 posti di lavoro nell'anno 2009.

i percorsi di mobilità interna tra comparti o il

Nasce così l'esigenza di attualizzare la stori-

reimpiego presso aziende vicine), siano inve-

ca determinazione delle imprese cooperati-

stiti da provvedimenti di cassa integrazione

ve di preservare, al più alto livello possibile,

ordinaria e straordinaria, non solo: tale assi-

il loro capitale umano. La risposta viene indi-

stenza formativa proseguirà, per un tempo

L

definito, anche per quei lavoratori che non

Intesa fra sindacati e cooperative per salvaguardare il futuro di quasi 3 mila posti di lavoro a rischio nel 2009

Anticrisi, più flessibilità con la formazione

dovessero trovare reimpiego. In pratica la percentuale che le cooperative già versano al fondo interprofessionale Foncoop verrà utilizzata per formare i lavoratori in esubero in funzione di loro nuovo collocamento. Obiettivo dei firmatari dell'accordo è dunque "preservare, al più alto livello possibile in questa fase così critica, un patrimonio di professionalità che, una volta disperso, sarebbe molto lungo e impegnativo ricostituire". E soprattutto l'intesa "offre testimonianza della volontà di reazione delle parti sociali alle difficoltà su cui è avviato il mondo produttivo e costituisce un primo importante tassello della complessiva piattaforma di dialogo che le organizzazioni imprenditoriali edili e le rispettive categorie sindacali intendono sottoporre al Governo per concertare un complesso di interventi per sostenere l'economia del settore e del Paese".

Porcari (Ceap): “Il capitale umano va preservato” Giuseppe Porcari, presidente di Ceap, guarda con interesse all'accordo quadro. "Anche se - spiega con un pizzico di ironia - ci terremmo tanto a non doverlo conoscere nei dettagli per applicarlo ai nostri collaboratori". In effetti, continua il presidente, “mi risulta che in provincia siano due le cooperative edilizie che potrebbero essere interessate: noi e cooperativa Val d'Arda, per il momento però il lavoro non manca e così sarà per i prossimi sei mesi, poi fare delle previsioni a più lungo termine, con la crisi di oggi, diventa difficile. Si tratta comunque di un buon accordo. Il capitale umano va preservato pervicacemente, certo un elemento di perplessità è costituito dal fatto che è difficile formare del personale quando il lavoro manca davvero. In fondo lo formi per il futuro, si può approfittare dei fondi a disposizione per corsi come quelli per la sicurezza, ma un po' è quello che già avviene. I corsi per la sicurezza, giustamente, non mancano".

34

EDILIZIA PIACENTINA


comunicazione effettuata, anche ai fini

carico del Datore di Lavoro di comuni-

dell'esibizione in caso di richiesta da parte

care annualmente all'INAIL il nomi-

dell'organo di vigilanza.

nativo del proprio Rappresentante dei La-

I consulenti del lavoro potranno sostituirsi

voratori per la Sicurezza. La comunicazio-

ai Datori di Lavoro nell'effettuazione del-

ne, da inviare entro il 16 maggio 2009, deve

la comunicazione, secondo una procedura

essere effettuata per ogni singola azienda

definita dall'INAIL stesso e reperibile

ovvero per ciascuna unità produttiva in cui

sempre all'interno del sito. I dati richiesti

si articola l'Azienda nella quale opera/no

permetteranno così di individuare l'unità

il/i Rappresentante/i dei Lavoratori per la

produttiva interessata, il nome del RLS e

Sicurezza e deve riferirsi alla situazione in

la data dalla quale è operativo l'incarico.

essere al 31 dicembre dell'anno 2008.

INAIL fornisce disponibilità, in caso di in-

Con Circolare n° 11 del 12 marzo 2009, I-

convenienti a fornire il modello in forma

NAIL ha definito le modalità per effettua-

cartacea e all'invio tramite fax.

re tale comunicazione, privilegiando l'ef-

Ricordiamo le ulteriori scadenze già pre-

fettuazione della stessa on line. La manca-

cedentemente fissate al 16 maggio:

ta effettuazione della comunicazione com-

- obbligo di effettuare la specifica valuta-

porta una sanzione amministrativa di 500

zione del rischio stress lavoro-correlato

a cura di TECO teco@tecoservizi.it

euro. Qualora la comunicazione sia già stata precedentemente effettuata, occorre inoltrarla nuovamente seguendo la procedura indicata. TERMINI

PER

L'EFFETTUAZIONE

DELLE SUCCESSIVE COMUNICAZIONI La comunicazione dovrà essere effettuata

Memo degli adempimenti di legge in materia di sicurezza

Inail e scadenze: attenzione al 16 maggio!

entro il 31 marzo successivo all'anno di riferimento, e deve riferirsi alla situazione in essere al 31 dicembre. Negli anni successivi si potrà confermare a INAIL la situazione precedentemente dichiarata o, in caso di avvenute modifiche, procedere ad una nuova segnalazione. MODALITA' PER L'EFFETTUAZIONE DELLA COMUNICAZIONE Per effettuare la comunicazione, occorre compilare un apposito modulo tramite internet, al sito www.inail.it - effettuare la registrazione al sito qualora non già effettuata (selezionando "Registrazione" inserendo i dati richiesti e rimanendo in attesa delle password che INAIL invierà tramite posta o e-mail); le modalità

- obbligo di effettuare la comunicazione al-

per effettuare la registrazione sono diffe-

l'INAIL degli infortuni di durata superiore

renziate a seconda che si tratti di azienda

a 1 giorno

assicurata INAIL o azienda non assicurata

- divieto di effettuare le visite mediche

INAIL

preassuntive

- accedere all'area "Punto Cliente", e

mentre è già in vigore l'obbligo di aggior-

quindi all'applicazione "Dichiarazione R-

nare il documento di valutazione dei ri-

LS". Occorre quindi completare la dichia-

schi, ai sensi del D.Lgs. 81/08, contemplan-

razione inserendo dati relativi a: unità pro-

do tutti i rischi (es. meccanici, fisici, campi

duttiva, dati anagrafici RLS e data di inizio

elettromagnetici, radiazioni ionizzanti, at-

dell'incarico.

mosfere esplosive…). Non possono quindi

- Terminato l'inserimento dei dati, vi è la

essere considerate valide le valutazioni e-

possibilità di effettuare una stampa della

messe secondo le normative precedenti. EDILIZIA PIACENTINA

35

sicurezza

I

l D.Lgs. 81/08 ha introdotto l'obbligo a


edilizia sociale

a cura della redazione

l progetto della cooperativa di abitazio-

quali da assegnare in locazione permanen-

ne Casa Siulp, associata al Consorzio

te, mentre l'altra metà sarà concessa in loca-

Con.cop.ar. ha vinto il bando di gara del

zione a termine per 25 anni, al piano terra sa-

Comune di Piacenza, che mirava a trovare un

ranno anche realizzati quattro locali per uso

partner privato per partecipare al bando re-

commerciale e terziario, complessivamente

gionale "Programma di Riqualificazione

l'edificio avrà a disposizione 31 autorimesse

Urbana per alloggi a canone sostenibile", al-

interrate. La particolarità dell'intervento, i

trimenti noto come "Contratto di Quartiere

cui canoni di affitto saranno agevolati, sarà

III". Il piano di riqualificazione urbana com-

nei requisiti prestazionali di efficienza ener-

plessivamente consta di un investimento di

getica, in un'ottica di sostenibilità ecologi-

10.686.664 euro, di cui 5.000.000 richiesti co-

ca, nello specifico è previsto un migliora-

me finanziamento alla regione Emilia-Ro-

mento del comportamento prestazionale

magna, 2.980.000 stanziati dal comune di

degli alloggi, in termini di rendimento ener-

Piacenza, mentre i restanti 2.706.664 saran-

getico di almeno il 30% rispetto a quanto

no di competenza della cooperativa Casa-

previsto dalla normativa statale vigente,

Siulp. Nel caso in cui l'esito del bando di gara

mediante l'adozione di soluzioni progettuali

dovesse andare a buon fine, verrebbero at-

di tipo passivo bioclimatico, sia a scala edili-

tuati alcuni obiettivi specifici come recupe-

zia che a scala insediativa. L'edificio avrà un

I

isolamento a cappotto con muri di alto spes-

Alloggi e negozi per il “Contratto di Quartiere III”

Casa Siulp in corsa per il bando regionale Erp

sore per l'eliminazione completa di ponti termici e sul fronte della ventilazione ogni singolo alloggio avrà a disposizione un sistema di trattamento aria con recuperatori di calore. E' sul fronte delle energie rinnovabili che il progetto si distingue, sul tetto dell'edificio sono infatti previsti circa 240 mq di pannelli fotovoltaici, in grado di produrre e-

ro e riabilitazione energetica per 216 edifici

nergia elettrica pari a 29,5 KW e circa 30 mq

ERP, un miglioramento della compatibilità

di pannelli per il solare termico. A carico del-

ambientale ed ecologica del sistema infra-

la coop Casa Siulp, anche il completamento

strutturale tramite il completamento di Cor-

di alcune opere viabilistiche: la rotatoria al-

so Europa, la riqualificazione di via Negri, la

l'incrocio tra via Boselli e via Martiri della

realizzazione della pista ciclabile Viale Mar-

Resistenza con completamento della cicla-

tiri- via Damiani - via Nasolini e la realizza-

bile verso corso Europa, la rotatoria tra via

zione di 24 alloggi di Edilizia Residenziale

Damiani - via Leonardo e la riqualificazione

Sociale in Via Martiri della Resistenza. È

dell'area sotto le mura attigua al palazzetto

Il rendering del progetto che

nella realizzazione di questo intervento che

dello sport di via Alberici, per il cui progetto

prevede la riqualificazione della zona

si compierà la partnership tra Comune e

l'amministrazione comunale, di concerto

in via Martiri della Resistenza a

Coop CasaSiulp, il progetto prevede la co-

con la cooperativa ha intenzione di promuo-

Piacenza

struzione di ventiquattro alloggi, dodici dei

vere un concorso pubblico di idee.

36

EDILIZIA PIACENTINA


non architetti.

dominio del nuovo portale del-

Al fine di garantire un migliore servizio,

l'Ordine degli Architetti di Pia-

nell’interesse di tutti, sarebbe auspicabi-

cenza presentato nella sede all'Urban

le, per il Consiglio dell’Ordine, una mag-

Center dal presidente Benito Dodi e da

giore collaborazione da parte degli iscritti

Giovanni Battista Menzani, che ha seguito

– in particolare, coloro che insegnano nel-

- in collaborazione con Filippo Armani - il

le Università, che lavorano in aziende pri-

restyling grafico e funzionale del sito web

vate o in Enti pubblici - al fine di incentiva-

curato da Gedinfo.

re un più proficuo scambio di notizie e di

Nel sito, assai più dinamico e completo ri-

creare una vera e propria rete di notizie

spetto al passato, sono presenti molte nuo-

(bandi, concorsi, chiarimenti normativi,

ve funzioni e servizi per tutti gli iscritti. In

mostre, convegni, corsi d’aggiornamento,

particolare, è stata inserita una bacheca

master

per l'offerta e la richiesta di collaborazioni

ecc…).

- assai utile soprattutto a neolaureati o lau-

In conclusione il Presidente Dodi ha spie-

reandi – strumento che si rivolge non solo

gato che si tratta di "uno strumento in più

agli studi professionali ma anche alle a-

per mettere qualità nella trasformazione

ziende operatrici del settore edile, alle

del territorio". "Abbiamo bisogno del sito

w

universitari,

tirocini,

web

a cura della redazione

w.ordinearchitetti.piacenza.it é il

stage,

scuole, alle università, alle altre professioni. E' poi previsto uno spazio per la proposta o la stipula di convenzioni speciali (polizze assicurative, bancarie, acquisto software e cancelleria, editoria, viaggi di studio, ecc…) destinate agli iscritti, spazio recentemente inaugurato da TEP – EDIZIONI D’ARTE che offre agli architetti alcune sue pubblicazioni a condizioni economi-

Presentato il nuovo sito internet dell’Ordine degli Architetti di Piacenza

L’Ordine corre sul web: info, news e anticipazioni

che davvero speciali. Infine, il portale è stato reso più interattivo – allo scopo di favorire la partecipazione attiva degli utenti - con la proposta, che sarà attivata in futuro in via sperimentale, di sondaggi e forum dedicati ai temi di più stretta attualità relativi alla professione (oltre al fatto che sin da ora è possibile commentare i fatti e le notizie principali). Ma la priorità assoluta, ha spiegato Menzani, è stata data all’aggiornamento costante, quasi in tempo reale, della sezione delle News – opportunamente suddivise nelle categorie NOTIZIE DAL CONSIGLIO, BANDI & CONCORSI, CULTURA,

- ha aggiunto - anche per essere presenti

UNIVERSITA’,

AGGIORNAMENTO

nel dibattito sull'architettura della nostra

PROFESSIONALE, NORMATIVA, ENTI

città, sarà un mezzo di documentazione

PUBBLICI – servizio questo reso possibile

pubblica importante e per promuovere

dalla collaborazione instaurata tra l’Ordi-

l'aggiornamento della nostra professione.

ne e Codex10, cooperativa piacentina che

Inoltre sul sito saranno presentati pun-

si occupa di grafica e comunicazione.

tualmente gli incontri promossi dall'ordi-

La comunicazione sarà resa più chiara e

ne degli archittetti, il prossimo in ordine di

immediata grazie alla creazione di un’uti-

tempo riguarderà il piano strutturale co-

le agenda che riassume tutti gli impegni

munale e il regolamento edilizio".

delle settimane a venire e, soprattutto,

Saranno infine assai graditi contributi

Da sinistra Benito Dodi, presidente

grazie al frequente invio di newsletter alla

scritti, da parte dei colleghi, sulle più sva-

dell’Ordine degli Architetti di Piacenza,

mailing-list del portale, alla quale è possi-

riate tematiche inerenti al mestiere del-

e Giovanni Battista Menzani,

bile iscriversi da parte di tutti, anche se

l’architetto. EDILIZIA PIACENTINA

curatore del nuovo sito

37


l’architetto del mese

luigi galeazzi

videntemente c'è chi ancora si ostina a

paesaggio è come relazione intelligente tra

porre al centro il delicatissimo rappor-

uomo ed elementi naturali nel territorio.

to tra cemento e ambiente e paesag-

"I paesaggisti invece in Italia, ammette Feli-

gio, risorse straordinarie - ma anche fragili e de-

cita Forte, sono chiamati a fare i giardinet-

pauperabili - per un possibile sviluppo econo-

ti.". Però l'esperienza con i "giardinetti" può

mico e sociale fondato sul benessere dell'abita-

dare anche qualche soddisfazione professio-

E re.

nale. Nel caso, si tratta dello spazio recupera-

"Il 23 maggio 2007 sulla Terra gli abitanti

to nell'ex Cinema Giardino, del parco giochi

delle città hanno superato in numero quelli

sul Faxall in corrispondenza di via Santa

delle aree non urbanizzate. Se più della metà

Franca e della riqualificazione dello spazio

della popolazione mondiale ha il paesaggio

antistante il liceo scientifico. All'architetto

urbano come scenario principale del conte-

paesaggista chiediamo in primo luogo qual'è

sto di vita, l'attenzione non può più limitarsi

il principio guida del suo fare.

ai centri storici o a lembi di aree protette o da

"Penso che come ci si prende cura degli inter-

proteggere, dando per perse le vecchie e nuo-

ni, privati, delle nostre abitazioni, si dovreb-

ve periferie o limitandosi a prevederne sem-

be prestare uguale cura al paesaggio della

plici embellissement. Occorre uno sguardo

città, comunque pubblico anche quando le

che coniughi funzionalità ecologica, dispie-

sue componenti sono di proprietà privata. Cura continua, perché il paesaggio non è mai

Per la paesaggista un punto di partenza c’è: Galleana e Po

Felicita Forte: "Sarebbe bello un sistema del verde”

concluso, ma è risorsa da rigenerare. Il tema della manutenzione non mi sembra affatto da dimenticare. Pensiamo anche solo ai parchi gioco, banalmente ricordiamoci che un prato calpestato va curato ". Come ha tradotto questi principi nel parco giochi dell'area "Ex Cinema Giardino" in Piacenza?

gamento di valori culturali e possibilità di a-

"E' un piccolo parco giochi con visuali e pun-

bitare in modo sostenibile il territorio, uno

ti di interesse diversificati ma non dissemi-

sguardo che è connaturato nella disciplina

nati a caso, bensì inseriti in un tracciato che

dell'architettura del paesaggio" scrive Feli-

facilita la comprensione dello spazio. L'ico-

cita Forte, architetto (classe 1971) e paesag-

nografia storica mostrava che quest'area

gista AIAPP. In Italia il ruolo dell'architetto

non ebbe mai un disegno leggibile e preciso:

del paesaggio è molto secondario, rispetto a-

si è progettato quindi un "giardino di fonda-

gli altri paesi europei dove si fa ricorso alle

zione", ricordando le origini di Piacenza. Il

Nelle foto da sinistra: l’architetto Felicita

competenze del paesaggista in ogni opera e-

percorso pavimentato del parco giochi è una

Forte; una sua realizzazione di giardino

dile o infrastrutturale che richieda uno

sorta di tappeto che collega alcuni elementi

privato (2007); un progetto di

sguardo di insieme, di integrazione nell'am-

dichiaratamente moderni, ma che rievocano

valorizzazione ambientale (2008).

biente circostante: non con un'idea di pae-

l'architettura greca e romana: il teatro, il po-

Nella pagina seguente una tavola per il

saggio estetizzante o l'illusione di riserve di

dium, le mura, il labirinto, i colonnati delle

concorso degli Ex Magazzini Generali (2008)

natura, ma semplicemente intendendo il

stoà, la vasca-fontana…".

38

EDILIZIA PIACENTINA


Allargando la prospettiva alla Città e dintor-

"Ci sono barrie-

ni, quali sono le tendenza che le appaiono e-

re fisiche da su-

mergenti?

perare con mi-

"Nella città degli ultimi trent'anni lo spazio

gliori accessi ci-

pubblico è spesso il sottoprodotto accidenta-

clopedonali, in

le di politiche economiche, di logiche di ren-

direzione di u-

dita fondiaria, di genericità negli strumenti

n'area che è già

pianificatori: un lembo di risulta sul retro di

utilizzata in mo-

un supermercato, un giardinetto o una piaz-

do notevole. Ma più che di singoli episodi, mi

to, fonoassorbente), però non credo che si

za importante di quartiere disegnati dalle

piacerebbe che a Piacenza si pensasse il ver-

tratti di realizzare nuove piste ciclabili asfal-

curve dell'ingegneria viabilistica. Alla con-

de a sistema, che si arricchisce aggiungendo

tate, piuttosto di valorizzare una rete rurale

tinuità spaziale e all'uso misto tradizionali, si

elementi ma anche collegandoli ed integran-

già esistente".

contrappongono la settorializzazione e la se-

done le funzioni."

Ultimamente ci sono state polemiche sulle

paratezza, e lo spazio pubblico si smembra:

La relazione del centro storico con le vallate

pietre di Piazza Cavalli, Palazzo Uffici e al-

di qua il giardinetto di là il parcheggio, qui la

andrebbe migliorata?

tro: l'urbanistica è diventata di moda? "Non

hall del centro commerciale. Ma il panorama

"E' vero che la città ha un po' perso il rappor-

amo entrare in polemica. Per Piazza Cavalli

internazionale è pieno di esempi recenti riu-

to con la campagna, nonostante questo ci so-

mi sono domandata se l'intervento sia cata-

sciti di spazi pubblici, costruiti con un lin-

no delle iniziative per una nuova integrazio-

logabile nell'ambito disciplinare del restau-

guaggio contemporaneo ma sempre con una

ne. In quest'ottica un auspicabile sistema

ro scientifico-critico. Per quanto riguarda

sintassi non casuale, che comunque richie-

del verde potrebbe sviluppare funzioni di-

l'accentramento degli uffici comunali, pen-

dono il riconoscimento collettivo di alcuni

verse, non solo quella ricreativa, ma anche

so che potrebbe essere positivo mantenere

valori (socialità, rispetto della cosa pubbli-

quella produttiva incentrata sugli orti urba-

più sedi nel territorio, distanti 20 minuti a

ca, pedonalità) e di alcune regole d'uso....".

ni e quella ecologica, di rigenerazione am-

piedi: va posta attenzione alla costituzione di

Si parla spesso del confine urbano con il

bientale. Certo la tangenziale costituisce u-

forti polarità, in una città come la nostra già

Grande Fiume delle barriere che impedisco-

na barriera non da poco perché è stata realiz-

dipendente dall'auto privata si rischia di

no la fruizione della città.

zata con scarse difese (visiva, anti particola-

creare potenti attrattori di traffico".

FRATELLI CREMONA & C Importazione diretta a vasto assortimento di: PAVIMENTI IN LEGNO DI QUALSIASI ESSENZA E DIMENSIONE

TRAVI E TRAVETTI IN ABETE E ROVERE • LEGNO LAMELLARE IN ABETE E LARICE • LEGNAMI RESINOSI • ESOTICI • PREGIATI

MOBILI IN TEAK E COMPLEMENTI D’ARREDO PER GIARDINO • PORTE TAGLIAFUOCO BASCULANTI IN FERRO E IN LEGNO PER GARAGE • PERLINE E TAVOLATI PER SOLAI

BUSSETO (PR) - Via Monteverdi, 2 - Tel. 0524.930030 - Fax 0524.930020 EDILIZIA PIACENTINA

39


speciale movimento terra

F

La recessione colpisce anche il “movimento terra”

Crisi di settore: le proposte CECE Il Comitato europeo Costruttori Macchine da cantiere auspica il sostegno della Commissione Europea. Proposto all'UE un piano di intervento in quattro punti

orte preoccupazione per il peggioramento degli ultimi trend di

miliardi di euro e oltre 140mila lavoratori. Tim Leverton di JCB, Presiden-

vendita è stata espressa durante i lavori del Convegno ufficiale del

te di turno del Cece, ha rivolto quindi un appello alla Commissione Eu-

Cece, il Comitato europeo Costruttori Macchine da cantiere, svol-

ropea perchè siano salvaguardati gli interessi e i posti di lavoro dell'in-

tosi nel Regno Unito lo scorso ottobre. Nel corso dell'evento a cui hanno

dustria. Secondo Leverton, un piano di intervento strutturato in quattro

partecipato i 250 rappresentanti dei costruttori di 16 paesi europei, è

punti potrebbe costituire un fondamentale aiuto per superare la crisi.

stato sottolineato come nei prossimi anni sia attesa un'ulteriore contra-

Intervento istituzionale

zione di mercato. La causa della crisi è imputabile al rallentamento dell'industria delle costruzioni globale e ai problemi legati al finanziamento di nuovi progetti edili nei paesi del mondo. A Settembre 2008, riporta

Ha confermato Leverton di essersi già mosso in sede istituzionale:

il Cece, si è registrata una drastica riduzione della domanda, con dati di

"Sto scrivendo al vice presidente Verheugen della Commissione per

vendita per l'Europa Occidentale scesi fino al 45%. Per questo, secondo

sottolineare la necessità di un intervento a salvaguardia dei posti di la-

il Comitato, è necessaria un'azione urgente a sostegno dell'importante

voro. Un'instabilità di mercato senza precedenti sta comportando in-

industria di settore, capace di contribuire all'economia europea con 31

certezza occupazionale e potrebbe essere dannosa per molte delle

40

EDILIZIA PIACENTINA


piccole medie imprese di settore. Suggerirò un piano di intervento in

di euro. Tale fondo potrebbe essere utilizzato per lo sviluppo di tec-

quattro punti che, se applicato immediatamente, potrebbe garantire

nologie "ecologiche", atte a migliorare l'efficienza dei mezzi e a ri-

al comparto un futuro più certo. La salvaguardia dei posti di lavoro co-

durre i consumi. Secondo Leverton, per sostenere i progetti di Ricer-

stituisce per la Commissione Europea un primario obiettivo; per que-

ca&Sviluppo potrebbe essere sufficiente un fondo di 1,5 miliardi.

sto siamo certi di un suo interessamento."

Rispetto delle regole per tutti

Flessibilità su emissioni e nuovi motori Più controlli e più rispetto delle regole sono alla base del terzo punto Il primo punto del piano proposto da Leverton auspica uno sforzo

del piano. Si auspica, in questo senso, un sostegno all'iniziativa pan-europea che punta ad escludere

coordinato da parte delle istituzioni europee per consentire una flessibili-

CECE

dal mercato europeo le macchine che

tà maggiore nel recepimento da par-

CECE è il Comitato europeo dei Costruttori di Macchine da

non rispettano le normative comuni-

te dei singoli Stati della normativa eu-

cantiere con sede a Bruxelles, in Belgio. Rappresenta e pro-

tarie. CECE crede che un'eccedenza di

ropea sulle emissioni dei motori: l'in-

muove gli interessi del settore a livello europeo e inter-

macchine e attrezzature nel mercato

dustria potrebbe contenere così i co-

nazionale in stretta cooperazione con le omologhe associazioni

globale potrebbe comportare una

sti connessi ai nuovi limiti imposti dal-

in Nord America, Giappone, Corea e nel resto del mondo. Opera

concorrenza sleale anche in Europa,

le normative; d'altro canto l'influen-

coordinando le associazioni nazionali di categoria e colla-

con ulteriore danno per il settore. Pa-

za sull'ambiente sarebbe minima.

borando con le istituzioni per raggiungere un'armonizzazione

rallelamente, deve proseguire il lavo-

di standard e regole. Il Comitato è partner e consulente dei

ro coordinato tra istituzioni UE, rap-

governi su questioni relative alle macchine per l'edilizia e

presentanti dei Governi nazionali e

Un fondo da 1.5 miliardi

all'industria di settore. Tra le attività, anche l'organizzazione di

gruppi di interesse per far compren-

1.5 miliardi di euro in tre anni: questo

fiere, nonchè la raccolta di dati e l'elaborazione di statistiche

dere l'importanza degli investimenti

il secondo punto del piano di inter-

che fotografano periodicamente il mercato europeo.

in costruzioni e infrastrutture: essi sono uno stimolo alla crescita economi-

vento proposto dal CECE. Il Comitato

ca e uno strumento di salvaguardia

chiede alla Commissione Europea che il settore possa ottenere l'accesso a linee di credito a tassi agevolati,

dei posti di lavoro. Secondo Leverton, ne trarrà vantaggio l'intera e-

come nel settore automobilistico per cui sono stati previsti 40 miliardi

conomia UE.

Dati Comamoter: tutto come da programma... Non si salva nessuno: come ampiamente previsto i dati Comamoter, un calo complessivo del settore di oltre 30 punti percentuali. Calo generalizzato su tutte le macchine movimento terra e stradali e esteso anche al segmento delle attrezzature come ad esempio i martelli demolitori che scontano un -30% su base annua. Se si considera che la crisi si è fatta sentire soprattutto nell'ultimo trimestre 2008, non si è molto lontani dal vero quando si ipotizzano valori di -40 e -50% su alcune tipologie di macchine in quest'ultimo lasso di tempo. Si salvano solo i dumper (+14%), ma qui i numeri sono talmente risicati (si parla di poche unità anno) da risultare non significativi.... Un preoccupato Giuseppe Fano, presidente Comamoter ha dichiarato "Il nostro settore è sano e competitivo; dopo un periodo di record, abbiamo risentito, e con effetto amplificato, della crisi economica generale e delle sue ripercussioni specificatamente sul settore immobiliare, creditizio e finanziario: una situazione d'emergenza che richiede urgenti misure coerenti di sostegno." 2009? I primi sentori fanno temere, ulteriori, pesanti riduzioni.... Speriamo bene.

EDILIZIA PIACENTINA

41


speciale movimento terra

Un “gazzettino” di settore

News dal mondo del movimento terra Aiuti pubblici? Si, grazie! Spunta qualche segnale positivo dal mercato mmt americano; Jim Owens, Presidente e CEO di Caterpillar ha recentemente affermato: "Il Presidente e io siamo fondamentalmente concordi sul fatto che il pacchetto di incentivi statunitensi porterà benefici per l'economia degli Stati Uniti e dovrebbe stimolare la domanda dei prodotti fabbricati da Caterpillar. L'approvazione di pacchetti di incentivi significativi negli Stati Uniti e all'estero dovrebbe contribuire al risanamento dell'economia globale e, se tale politica di incentivi verrà messa in atto rapidamente, potrebbe stimolare la domanda dei nostri prodotti, fornendo a Caterpillar l'opportunità di riassumere nel tempo i dipendenti che sono stati licenziati durante la recente flessione del mercato. Sappiamo che ciò non avverrà immediatamente, ma sono sicuro che la rapida approvazione degli incentivi getterà le basi per la riassunzione dei nostri dipendenti". Owens ha aggiunto, "I trattori e i posatubi prodotti a East Peoria vengono usati per progetti nei settori minerario e delle infrastrutture negli Stati Uniti e in tutto il mondo; in effetti, oltre il 55% dei prodotti fabbricati a East Peoria vengono esportati dagli Stati Uniti. Come azienda leader dell'economia

globale, stiamo sperimentando la gravità senza precedenti di questa recessione globale non ancora terminata e siamo convinti che investimenti nell'infrastruttura fiscale creeranno posti di lavoro nel settore edile nel breve periodo, migliorando la competitività degli Stati Uniti nell'economia globale." Magra consolazione per i dipendenti, che negli Stati Uniti non hanno i paracadute sociali di cui possiamo godere in europa. Ricordiamocelo la prossima volta che sentiremo discorsi sulla superiorità dell'economia USA...

Il Futuro di Palermo 623 milioni di euro: questo l'importo complessivo per i lavori del raddoppio del Passante di Palermo, che dovrebbe essere pronto, secondo il consorzio appaltante, in 1400 giorni. Il progetto prevede il ridisegno completo del nodo ferroviario (che oggi corre completamente in superficie), con il raddoppio totale della tratta e l'interramento di una sostanziale quota di essa (70% per oltre 9 km). Sono anche previste 9 nuove fermate, che si aggiungeranno a quelle esistenti, tutte da rimodernare. Il passante attraverserà completamente la città per ricongiungersi alla rete ordinaria nel tratto Carini-Punta Raisi, già oggi a doppio binario. Notevoli i vantaggi per la cittadinanza: molti più treni in servizio (da 91 a 270 al giorno), una frequenza decisamente più alta (dai 25 attuali a 10 minuti) e soprattutto una capacità veramente migliorata, che raggiungerà i 36.000 passeggeri l'ora nella tratta urbana. Infine la città sarà collegata all'aeroporto di Punta Raisi in soli 25 minuti di treno (oggi sono 60). Al lavoro molte macchine Case, scelte dalla società appaltatrice.

42

EDILIZIA PIACENTINA


Festival Architettura, apre la V edizione

news

Parma, Modena, Reggio Emilia 2009/2010

IL PROGRAMMA 2009 Giugno 2009

I

l Festival dell'architettura, diretto da Carlo Quintelli, presenta la

Il Festival apre ufficialmente con il lancio di un International call for

sua quinta edizione, confermandosi nel tempo come luogo di di-

papers intitolato Community - Architecture: a new deal. Rivolto al

battito sui temi della città e dell'architettura a livello internazio-

mondo scientifico internazionale ha l'intento di raccogliere contri-

nale. Segnalato tra una selezione di eventi d'architettura nel The

buti tematici e di ricerca da discutere nell'ambito dello sviluppo del-

Skira Yearbook of World Architecture 2007-2008 è stato recente-

la manifestazione.

mente oggetto di analisi e descrizione nel libro-censimento sui festi-

Settembre/ottobre 2009

val di approfondimento culturale "Effetto festival" di Guido Guer-

Il calendario degli eventi si apre con un ciclo di CONFERENZE/INCON-

zoni. Il Festival vuole continuare a creare le condizioni per un luogo

TRI con funzione introduttiva sugli aspetti letterari, sociologi e filo-

aperto dove favorire ricerca, approfondimento, confronto e divul-

sofici del tema.

gazione sui temi della cultura architettonica italiana ed internazio-

28 - 29 Settembre 2009

nale. La formula biennale (09-10), già sperimentata nel corso della

A seguire ci sarà il 1° Forum CITTAEMILIA - Luoghi comunitari: archi-

passata edizione, consente un maggiore approfondimento delle ri-

tettura, società, territorio, un confronto territoriale su problemati-

cerche presupposte agli eventi (quali mostre ma anche convegni, se-

che, progettualità e indirizzi a partire dal tema generale.

minari, concorsi, ecc.) e una più forte ed allargata partecipazione (in

23-28 novembre 2009

termini di collaborazione alle ricerche e di fruizione delle stesse). Il

Il clou della manifestazione sarà costituito dai SEMINARI DI APPRO-

2009 sarà l'anno dei processi di avanzamento delle ricerche, il 2010

FONDIMENTO. In ognuna delle città del Festival, Parma, Reggio E-

della traduzione espositiva e della presentazione degli esiti finali.

milia e Modena, verranno proposti 5 momenti suddivisi per specifi-

IL TEMA: COMUNITÀ/ARCHITETTURA

che tematiche: 1) Architettura e tradizione comunitaria in cui architetti italiani esporranno, attraverso le loro opere, l'interpretazione di un'idea di

Affrontare questo tema significa percorrere trasversalmente la sto-

comunità riferita ad un contesto definito;

ria dell'architettura dalla sua nascita alla contemporaneità: dal mo-

2) Arte/Comunità consistente in tre diversi momenti su come l'arte

dello comunitario per eccellenza, quello della civitas, sino agli esiti

ha tradotto temi e problemi della comunità;

tipologicamente specializzati della modernità sociale quali il quar-

3) Architetture raccontate: appuntamento già sperimentato all'in-

tiere ma anche la città-fabbrica, l'ospedale, il campus universitario

terno del Festival in cui 3 giovani architetti italiani ed altrettanti stra-

ed oggi la gate community residenziale, il polo della ricerca, l'inse-

nieri espongono progetti di valenza comunitaria;

diamento per le vacanze ecc. ecc.

4) Laboratorio della critica che toccherà tre diverse tematiche, l'e-

Rispetto alla rinnovata attualità di questo tema in relazione a nuove

sperienza storica e la contemporaneità del rapporto comunità-ar-

emergenze dell'abitare, l'azione di ricerca derivabile cercherà di mi-

chitettura, l'osservatorio sociologico sui nuovi induttori comunitari

surare il gradiente comunitario dell'esperienza architettonica qua-

e le comunità eco-virtuose;

le contributo costitutivo della città contemporanea. Si tratta di ri-

5) Work in progress - sperimentare modelli insediativi comunitari in

considerare le forme e i congegni tipologici dell'architettura, coniu-

cui 10 Facoltà di Architettura di diversa provenienza nazionale ed

ganti funzionalità e valenza rappresentativa, per una relazione po-

internazionale esporranno i temi della ricerca interna ai corsi e labo-

sitiva e significante tra fare architettura e fare società.

ratori universitari inerenti il tema. EDILIZIA PIACENTINA

43


block notes Expo 2015, al Governo il reperimento delle risorse

la totalità delle risorse richieste per il completamento degli in-

Approvata dalla Camera una mozione su Expo 2015 in cui si chiede

delle iniziative connesse all`evento;

al Governo di reperire tutte le risorse per costruire le infrastrutture

- a supportare e sostenere la società Expo 2015 spa e il tavolo

connesse con l'evento. Necessario inoltre, si legge in una nota Ance,

Lombardia nella realizzazione delle attività, delle infrastrutture e

garantire trasparenza negli appalti e sicurezza nei cantieri. Il

delle iniziative legate allo sviluppo e alla realizzazione dell`evento;

Governo si impegna a:

- a promuovere azioni di raccordo e collaborazione con tutti i livelli

- reperire, previa definizione di un ordine di priorità, con riferimento

territoriali coinvolti, locali, regionali e nazionali;

ai tempi di realizzazione, all’acquisizione e disponibilità dei soggetti

- a sviluppare, in un`ottica di proficua collaborazione, iniziative e

coinvolti ed alla diretta connessione con la realizzazione dell`evento,

progettualità volte al coinvolgimento di attori e soggetti privati.

44

vestimenti infrastrutturali previsti: opere essenziali e connesse; - a riferire periodicamente al Parlamento sull`avanzamento delle attività della società di gestione e della realizzazione delle opere e

EDILIZIA PIACENTINA


Gare, sĂŹ al ricorso delle associazioni imprenditoriali

l`Associazione non era legittimata a ricorrere contro le clausole

Un`associazione di imprenditori e` legittimata a impugnare le

si riferiscono all`intera categoria. La legittimazione non e`

clausole di un bando di gara affinche` gli appalti si svolgano in

esclusa da un ipotetico conflitto di interessi tra l`Associazione e

regime di effettiva concorrenza. Cosi` ha deciso il Tar Calabria -

gli iscritti che intendano partecipare a questa gara, e neppure

del bando. Il Tar non ha accolto la tesi, perche` le associazioni e gli enti rappresentativi di interessi organizzati sono legittimati a proporre ricorso, anche quando intendono tutelare interessi che

Reggio Calabria, nella sentenza

dal fatto che l`Asso-

131/2009. Il caso riguardava una

ciazione non aveva

gara comunale per la demoli-

presentato domanda

zione di alcuni rioni e la rico-

di partecipare alla ga-

struzione di nuovi alloggi. Il ban-

ra. Infatti l`interesse

do e` stato impugnato dall`Ance

dell`Associazione era

provinciale con l`argomento che

rivolto allo svolgimen-

il prezzo di base dell`asta era

to della gara in un re-

anormalmente basso (circa del

gime

40%) rispetto a quello di un

effettivo. La sentenza

valido ``prezzario``. Cio` avrebbe

conferma i cambia-

comportato un esclusivo vantag-

menti intervenuti sul-

gio per gli operatori economici

la legittimazione ad a-

che - per il mancato rispetto delle

gire in giudizio. Un

garanzie sul prodotto e sull`or-

tempo poteva agire

ganizzazione del lavoro - po-

solo il soggetto con un

concorrenziale

tevano produrre sottocosto. Gli argomenti proposti dall`As-

interesse personale, diretto, immediato e attuale: oggi, in

sociazione sono stati accolti dal Tar, che ha preliminarmente

armonia con l`articolo 24 della Costituzione, possono ricorrere

esaminato un problema sollevato dal Comune, e cioe` che

anche i soggetti che rappresentano interessi collettivi e diffusi.

EDILIZIA PIACENTINA

45


Le prossime scadenze fiscali 18 Maggio 2009 - Lunedì Imposte e contributi Ultimo giorno per il versamento da parte del condominio delle ritenute fiscali e dei contributi previdenziali e assistenziali relativi a dipendenti, lavoratori autonomi nonché a contratti di appalto, con riferimento al mese di aprile 2009.

Addizionali Irpef Ultimo giorno per il versamento da parte del condominio della rata delle addizionali regionale e comunale all’Irpef trattenute ai dipendenti sulle competenze di aprile 2009 a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno nonché per il versamento in unica soluzione delle predette addizionali trattenute, sempre sulle competenze di aprile 2009, a seguito di cessazione del rapporto di lavoro

IMPOSTA DI REGISTRO I nuovi contratti di locazione e di affitto di beni immobili devono essere registrati entro 30 giorni dalla stipula, presentando all’ufficio delle entrate (o del registro, dove sussista ancora quest’ufficio), oltre all’atto, l’attestato di versamento dell’imposta, ovvero avvalendosi della registrazione telematica, direttamente o

46

EDILIZIA PIACENTINA

tramite soggetti delegati. Per le cessioni, risoluzioni e proroghe di contratti, il versamento deve essere effettuato entro 30 giorni dal giorno in cui le stesse hanno effetto, presentando entro i 20 giorni successivi l’attestato di versamento. Per le annualità successive alla prima di contratti pluriennali, deve essere versata l’imposta entro 30 giorni dall’inizio della nuova annualità, salvo che non si sia optato per il versamento unico per l’intera durata del contratto. Anche per il versamento può essere utilizzato il metodo telematico. N.B. In tutti i casi in cui viene citato il condominio quale destinatario di un obbligo si intende che al relativo adempimento provveda, quando esistente, l’amministratore o, altrimenti, un soggetto designato dall’assemblea condominiale


EDILIZIA PIACENTINA

47


48

EDILIZIA PIACENTINA


Edilizia 3-2009