Issuu on Google+

EDILIZIA PIACENTINA

1


2

EDILIZIA PIACENTINA


ultime notizie pagina 5

Ance news

i nostri servizi

Edilizia n.7 L’articolo di apertura di questo numero di Edilizia Piacentina è dedicato alla Piacenza di domani. Con la recente presentazione - da parte della Giunta Dosi - dei documenti relativi a Psc, Rue e zonizzazione acustica, infatti, inizia la fase finale - comprensiva del confronto con i cittadini - del lungo iter per definire quali saranno le linee lungo le quali potrà (o non potrà) muoversi lo sviluppo della nostra città, che affronta la sfida decisiva della sua storia recente.

Ance: le potenzialità “green” del settore delle costruzioni Psc, Rue, limiti acustici: ecco la Piacenza in arrivo EdilShow Piacenza, per adesso è stand-by Raffi: “Tre grandi progetti per rilanciare l’edilizia” “Ordine di Piacenza, architetto parte attiva della società” Opera Pia: “Valorizzare il patrimonio immobiliare” Saie, tornano cemento e legno. Focus sul riuso Future Build a Parma: focus sulla riqualificazione

pagina 9 pagina 11 pagina 14 pagina 15 pagina 18 pagina 21 pagina 23 pagina 25

A Milano il mini quartiere con case in legno low cost

pagina 27

Scuola Edile, la spinta per costruire nel mondo

pagina 28

Confedilizia, boom di iscritti al corso sul condominio

pagina 29

dall’esterno pagina 31

Un alleato in ufficio semplifica la vita Direttore responsabile Giuseppe De Petro Direzione e Redazione Via XXIV Maggio, 4 - Piacenza Tel. 0523.458174 - Fax 0523.754369 E-mail: info@ediliziapiacentina.it

rubriche pagina 4 pagina 32 pagina 34

Agenda Block Notes Le scadenze di Confedilizia

Pubblicità Via XXIV Maggio, 4 - Piacenza Tel. 0523.457421 Fax 0523.754369 E-mail: info@sumartepubblicita.it Stampa CSQ - Brescia Registrazione Tribunale di Piacenza n. 545 del 31/07/2000

Ai sensi e per gli effetti della legge 675/96 l’Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l’invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti, documenti concoscibili a chiunque e che il trattamento dei dati non necessita del consenso dell’interessato. Ciò nonostante in base all’art. 13 dell’informativa il tirolare del trattamento ha diritto di opporsi all’utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di CPA

EDILIZIA PIACENTINA

3


Concorsi Al via il concorso di idee La casa di domani

Il bando aperto a studenti e giovani progettisti under 30 Società Umanitaria e Leroy Merlin lanciano il premio di idee “La casa di domani”, per la raccolta di progetti con oggetto lo studio e la proposta di riconversione di uno spazio abbandonato da destinare a cohousing. L'edificio oggetto della riconversione, di proprietà di Società Umanitaria, è situato in Via Paullo 3 a Milano. Si tratta di una struttura di oltre 1000 mq originariamente adibito a scuola, attualmente in disuso. Attraverso la riqualificazione di questo immobile si ipotizza la realizzazione di nuovi alloggi per residenze temporanee, per studenti o per persone in

visita a Milano, e di aree di condivisione ed incontro. Il bando prevede due categorie Studenti dei Corsi di Laurea magistrali in Architettura e Ingegneria e studenti di corsi biennali specialistici di Istituti o Accademie di design e Giovani architetti e liberi professionisti che risultino

4

EDILIZIA PIACENTINA

iscritti all'ordine a partire dal 1 gennaio 2011. Le proposte progettuali dovranno essere consegnate entro il 30 Aprile 2014. Per le due categorie sarà selezionato un vincitore al quale verrà assegnato un premio di 5.000 euro. Info: http://www.osservatoriosullacasa.it


La base imponibile è quella prevista per l’applicazione dell’imposta municipale propria. L’aliquota di base della TASI è pari all’1 per mille

costruzioni in Italia”, che rispecchia il momento di estrema difficoltà

che il comune, con propria delibera può ridurre fino all’azzeramento,

che il mondo delle costruzioni sta affrontando. Dal 2008, anno in cui

ovvero può aumentare con il vincolo che la somma delle aliquote IMU

è iniziata la crisi, al 2012 il valore della produzione del settore si è ri-

e TASI non può superare l’aliquota massima IMU consentita per il

dotto di un quarto, causando una perdita di 80 miliardi di euro. Ne-

2013. Per il 2014 l’aliquota massima TASI non può superare il 2,5 per

gativa anche la stima per il 2013 che ha fatto registrare un calo del 4%,

mille.

e nel 2014, anche se la contrazione sarà più contenuta, il settore re-

-Fondo di garanzia per PMI, mutui prima casa e progetti di ricerca e

sterà in recessione, con un calo del valore della produzione del 2,9%.

innovazione

E la situazione poteva essere ben peggiore se a limitare il crollo non

Viene istituito il Sistema nazionale di garanzia nel quale sono ricom-

ci fosse stata la forte domanda estera. Il presidente di Ance e Feder-

presi tre fondi che godono della garanzia dello Stato: il Fondo per le

costruzioni Paolo Buzzetti ha esortato le istituzioni a prendere imme-

Pmi (già esistente), la sezione speciale “Progetti di ricerca e innova-

diate contromisure per affrontare questa drammatica situazione,

zione” e il Fondo per la prima casa, per la concessione di garanzie, a

“L’aggancio della ripresa internazionale non è scontato – ha com-

prima richiesta, su mutui ipotecari nonché sui finanziamenti connessi

mentato – è indispensabile rilanciare l’edilizia e allentare i parametri

ad interventi di ristrutturazione ed efficienza energetica, con priori-

europei per far respirare l’economia”. Tra le principali cause che stan-

tà per le giovani coppie e nuclei familiari monogenitoriali. Viene, i-

no mettendo in ginocchio la filiera il credit crunch è sicuramente

noltre, prevista la garanzia dello Stato sull'acquisto da parte della

quella più preoccupante. “La mancanza di liquidità e la chiusura del

Cassa depositi e prestiti Spa di titoli emessi nell’ambito di operazioni

sistema bancario verso il nostro set-

di cartolarizzazione aventi ad ogget-

tore - ha detto Buzzetti - costituisco-

to crediti verso le PMI.

no i fattori che maggiormente inci-

-Cuneo fiscale

dono sulle possibilità di una ripresa

Vengono ulteriormente rimodulate

produttiva”. Positiva invece la forte

le detrazioni IRPEF spettanti quando

predisposizione delle imprese ad u-

nel reddito complessivo concorrono

na sempre maggiore innovazione,

redditi di lavoro dipendente e assimi-

che per il presidente dell’Ance “di-

lati previsti dall’art. 13 del DPR

mostra il grande interesse per un di-

917/1986 (TUIR). Le detrazioni ven-

verso modo di produrre e di costrui-

gono previste per le fasce di reddito

re, dove la sostenibilità, l’efficienta-

comunque non superiore a 55.000

mento energetico, l’attenzione a

euro. -Rivalutazione beni d’impresa

soluzioni costruttive di tipo nuovo

Viene modificato l’art. 2, c. 2, DL. 282/2002 (Riapertura dei termini in

sono i fattori decisivi della competitività”.

Stabilità: i contenuti del provvedimento approvato dal Senato

materia di rideterminazione dei valori di acquisto) prevedendo, in particolare, la possibilità di rideterminare il valore di acquisto delle partecipazioni non negoziate e dei terreni edificabili da parte dei

L’Aula del Senato ha licenziato, in prima lettura, il disegno di legge

soggetti persone fisiche, società semplici ed enti non commerciali

recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e plu-

posseduti alla data del 1° gennaio 2014, dietro pagamento di una im-

riennale dello Stato (Legge di Stabilità 2014)”.

posta sostitutiva, che può essere rateizzata fino ad un massimo di tre

Tra le principali novità introdotte si segnalano le seguenti:

rate annuali di pari importo con pagamento a decorrere dalla data

-Imposta Unica Comunale

del 30 giugno 2014.

Viene ulteriormente rivista la disciplina sulla tassazione immobiliare

- Interventi a favore dei territori colpiti dal sisma e dagli eventi

con l’istituzione dell’Imposta Unica Comunale (IUC) che si compone

alluvionali

dell’imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale dovu-

Viene prevista l'istituzione di un Fondo con una dotazione pari a 26,5

ta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, del tri-

milioni di euro per l'anno 2014 finalizzato ad interventi in conto ca-

buto sui servizi indivisibili (TASI), destinato a finanziare i servizi indi-

pitale per la ricostruzione e messa in sicurezza del territorio nelle zo-

visibili, a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile

ne interessate da eventi emergenziali pregressi nonchè per danni alle

e della tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio

scorte e ai beni mobili strumentali all'attività produttiva purché ac-

di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

clarati con perizia giurata risalente al periodo dell’evento.

EDILIZIA PIACENTINA

5

ultime notizie

Federcostruzioni: la ripresa è ancora lontana Presentato da Federcostruzioni il rapporto 2013 su “Il sistema delle


Concorsi Crema, concorso di idee per l'arredo urbano Nuove proposte di allestimento per la Piazza del Duomo

Il Comune di Crema bandisce il concorso per la realizzazione di uno studio dell’arredo urbano di piazza del Duomo nel suo intero ambito. Il bando è finalizzato alla realizzazione di proposte di arredo urbano che valorizzino la piazza e i suoi ambiti, con particolare riguardo a fornire indicazioni circa il confinamento e l’allestimento dei plateatici, nel rispetto e tutela dei luoghi, tenuto conto che, nel sottosuolo sussistono sottoservizi, c’è la necessità di attingere a forniture di energia elettrica essendo predisposti punti allaccio e che avvengono nel corso

dell’anno manifestazioni di vario genere (mercatini natalizi, manifestazioni con stand anche di grandi dimensioni). La partecipazione è aperta a tutti i progettisti che dovranno consegnare il materiale entro il 15 gennaio 2014. Il premio alla soluzione vincitrice consisterà in un assegno di 1.500 euro e per

6

EDILIZIA PIACENTINA

il secondo e terzo classificato rispettivamente 1.000 euro e 500 euro. Richiesti elaborati grafici in formato 70x100 cm (in numero massimo di 3) con disegni in scala e rappresentativi di quanto proposto con esaustive ambientazioni, foto realistiche o tradizionali. Info: www.comunecrema.it


Eventi Klimahouse 2014 a Bolzano

Fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia Nove anni di impegno nell’anticipare le nuove influenze internazionali l’hanno resa il punto di riferimento nel panorama fieristico italiano sulle tematiche dell’edilizia sostenibile. Klimahouse, fiera internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, torna a Fiera Bolzano dal 23 al 26 gennaio 2014 con un programma sempre più ricco di novità ed iniziative esclusive come il “GO TO KLIMAHOUSE 2014…!” La ricerca di soluzioni innovative per il risanamento energetico degli edifici e la riqualificazione dell’immenso patrimonio del costruito sono le principali sfide che il mondo dell’edilizia dovrà affrontare nei prossimi anni. In questo contesto articolato si inserisce la nona edizione di Klimahouse che si propone di evidenziare e valorizzare nuove risposte al problema della riduzione del consumo di energia degli edifici, al fine di migliorarne la qualità abitativa e di aumentarne il valore immobiliare. Il concept fieristico di Klimahouse, sempre più dinamico, prende forma anche grazie al ricco programma di eventi formativi e informativi che si affiancano all’offerta di un ampio spazio espositivo, allestito con le ultime novità di oltre 400 aziende. Dal 24 al 25 gennaio si svolge il tradizionale appuntamento con Il Congresso Internazionale organizzato da Fiera Bolzano in collaborazione con l’Agenzia CasaClima. Dal Titolo “Costruire con Intelligenza”, l’evento propone numerosi approfondimenti sui temi più attuali e discussi nell’ambito della bioedilizia grazie alla partecipazione di illustri ospiti di fama internazionale. Venerdì 24 gennaio il Prof. Werner Sobek, Studio di architettura Werner Sobek di Stoccarda, focalizza il suo in-

tervento su “Il concetto delle Case Attive” mentre l’Arch. Martin Rauch, Lehm Ton Erde Baukunst di Schlins, si concentra sul “Costruire in terra cruda: tra innovazione e tradizione”. A seguire lo speech dell’Arch. Gaetano Fasano, Enea, analizza le prospettive future dell’efficienza energetica nell’edilizia orientate verso la realizzazione di edifici a consumo quasi zero. La giornata di sabato 25 è dedicata al risanamento energetico: l’Univ. Prof. Mag. Arch. Boris Podrecca, Studio di architettura Boris Podrecca di Vienna, ne illustra le sfide e le opportunità mentre il Prof. Giovanni Caudo, Assessore alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale, propone una case history sul “Protocollo della qualità urbana di Roma Capitale”. Info: www.fierabolzano.it

EDILIZIA PIACENTINA

7


Curiosità Aeroporto Bao’an di Shenzen, taglio del nastro per il Terminal 3 Inaugurato l'ultimo progetto internazionale di Massimiliano Fuksas

E’ stato inaugurato il 28 novembre scorso il Terminal 3 dell’aeroporto internazionale Bao’an di Shenzen, uno dei tre hub più grandi nella Cina meridionale. A firmare il progetto, frutto di un concorso internazionale del 2008, lo studio italiano di Massimiliano Fuksas. Il concept del progetto di ampliamento rimanda all'immagine di una scultura dalla forma organica. La struttura dell'edificio è in acciaio con sottostruttura in cemento armato. La ''pelle'' che avvolge la struttura, sia all'interno che

all'esterno, riporta il motivo del ''nido d'ape''. La facciata di 300,000 mq è composta da pannelli in metallo e pannelli in vetro di diversa dimensione, parzial-

8

EDILIZIA PIACENTINA

mente apribili, che seguono il motivo del ''nido d'ape''. La copertura, che raggiunge gli 80 m di altezza, attraverso il suo doppio strato di ''pelle'', permette alla luce naturale di filtrare e creare giochi di luce. Il terminal e il concourse costituiscono per la maggior parte dei viaggiatori ''la percezione dell'aeroporto''. Il concourse è una zona chiave dell'aeroporto ed è composta da tre livelli, ognuno dedicato a tre funzioni indipendenti: partenze, arrivi e servizi. Al piano terra la piazza, è il luogo di accesso alle partenze, agli arrivi, ai caffe', ai ristoranti, agli uffici e alle strutture per le riunioni d'affari. I viaggiatori arrivano al terminal ad un livello di 14,40 metri. Il design d'interni risponde a un concetto di ''fluidità''. L'’intento e' quello di unire due diverse idee: l'idea del movimento e l'idea della pausa. Il nido d'ape, sviluppato nella struttura sospesa, viene tradotto negli interni e citato in differenti scale attraverso l' edificio. Box di negozi introducono il motivo alveolare in una scala più grande, che sarà ripetuta in differenti articolazioni nel concourse. Nella maggior parte degli spazi pubblici, il nido d'ape può essere trovato come una traccia in 3D nella copertura delle pareti o nel soffitto.


re muoversi nella direzione degli “edifici a e-

riunite Ambiente e Attività produtti-

nergia quasi zero”, dall’altra è necessario fa-

ve della Camera dei Deputati, nel no-

vorire l’utilizzo di materiali costruttivi il cui

vembre scorso, l’Ance ha riferito nell’ambito

impatto sull’ambiente sia sempre più ridot-

dell’Indagine conoscitiva sulla Green Econo-

to, anche attraverso la pratica del riciclo dei

my.

materiali da costruzione e demolizione.

La delegazione associativa ha evidenziato,

Al riguardo, ha espresso la necessità di:

in premessa, che oggi il modello di sviluppo

-Incentivare l’utilizzo di materiali prove-

basato sulle fonti energetiche di origine fos-

nienti da recupero di rifiuti da costruzione e

sile e sul consumo di materie prime non rin-

demolizione, prevedendo l’istituzione di si-

novabili è divenuto una via insostenibile alla

stemi incentivanti già nel disegno di legge

crescita. Per tale finalità serve un cambio di

collegato alla Legge di Stabilità recante di-

paradigma al fine di favorire la transizione

sposizioni in materia ambientale.

verso un modello di sviluppo sostenibile, che

-Dare impulso all’implementazione naziona-

sia cioè in grado di conciliare la soddisfazio-

le del Green Public Procurement, comple-

ne dei bisogni delle presenti generazioni con

tando il quadro regolamentare con riferi-

quelli delle generazioni future. In questa sfi-

mento al settore delle costruzioni.

da, il settore edile ha un’importante voce in

-Favorire la formazione e l’aggiornamento

capitolo, dal momento che può significativamente contribuire al risparmio di energia e di risorse naturali. Ha, quindi, sottolineato che la Green Economy ha bisogno di politiche di sostegno efficaci e di un quadro regolamentare certo e chiaro. Ha ricordato poi la centralità della Green E-

Per crescere servono norme chiare ed efficaci

Ance: le potenzialità “green” del settore delle costruzioni

conomy nell’ambito della strategia europea. La nuova sfida dell’Unione Europea è il Pacchetto Clima-Energia 20-20-20, che stabilisce i seguenti target al 2020: - un aumento del 20% dell’efficienza energetica rispetto ai livelli previsti; - una riduzione del 20% delle emissioni di gas serra rispetto al 1990; - una quota pari al 20% di energie rinnovabili sul totale. Tali obiettivi richiedono uno sforzo congiunto di tutti i settori economici, a partire da quelli più energivori, tra cui si colloca il settore edile. Anche per questo, la Commissione Europea ha destinato all’edilizia un ruolo centrale, individuando l’edilizia sostenibile come uno dei sei “lead market” del futuro,

professionale degli operatori del settore edi-

cioè i mercati con grandi potenzialità di svi-

le, per facilitare la transizione verso i cosid-

luppo anche in termini di occupazione e nuo-

detti “green jobs”.

ve figure professionali, insieme alle energie

Altro ambito di intervento è costituito dal pa-

rinnovabili e al riutilizzo dei materiali.

trimonio edilizio esistente, cui sono imputa-

E’ passata poi ad illustrare le potenzialità

bili la gran parte dei consumi di energia, ol-

“green” del settore delle costruzioni. Al ri-

tre a carenze funzionali come le barriere ar-

guardo, ha precisato che sono tre gli ambiti

chitettoniche e l'inadeguatezza alla norma-

su cui intervenire specificando per ciascuno

tiva sismica. Si tratta di edifici il cui fabbiso-

mirate proposte.

gno medio è pari a 180 kWh/mq all’anno, un

Il primo ambito di intervento riguarda le

valore circa quattro volte superiore alla me-

nuove costruzioni, in cui da una parte occor-

dia degli edifici costruiti secondo le vigenti EDILIZIA PIACENTINA

9

costruire

D

urante l’audizione alle Commissioni


norme.

sere affrontata con una visione d’insieme,

smesse che necessitano di interventi di boni-

Al riguardo, ha espresso la necessità di:

mirando ad efficientare non solo le case ma

fica, senza comunque mettere in secondo

-Rendere stabile la detrazione fiscale del

anche i centri urbani nel loro complesso, con

piano gli aspetti della salute e della sicurez-

65% per le riqualificazioni energetiche, ri-

una particolare attenzione al recupero delle

za.

modulandone l’entità in funzione della mag-

aree industriali dismesse.

Infine si è soffermata sull’utilizzo dei fondi

gior efficacia dell’intervento.

Al riguardo, ha espresso la necessità di:

strutturali europei e FSC. La programmazio-

-Prevedere nuove misure di sostegno alle at-

-Definire una legge quadro per il governo del

ne dei fondi europei e nazionali (Fondo per lo

tività di efficientamento energetico degli e-

territorio che consenta di avviare un'effica-

Sviluppo e la Coesione, ex-FAS) del periodo

difici esistenti, indirizzate a risolvere in par-

ce azione per la riqualificazione urbana.

2014-2020 rappresenta, infatti, una straordi-

ticolar modo le situazioni “critiche” come

-Incentivare fiscalmente i processi di riqua-

naria occasione per dare impulso alla green

quelle degli immobili in affitto o dei condo-

lificazione urbana, favorendo la “rottama-

economy.

minii.

zione dei vecchi fabbricati” e la loro sostitu-

Il rispetto dei vincoli regolamentari europei

-Avviare il terzo ciclo del Fondo rotativo Kyo-

zione con edifici di “nuova generazione”.

ci impone di destinare almeno 5,2 miliardi di

to, tornando all’impostazione originaria del

-Riqualificare il patrimonio scolastico. E’

euro dei circa 39 miliardi del Fondo Europeo

primo ciclo, ovvero a una procedura di acces-

prioritario avviare un grande programma

per lo Sviluppo Regionale (FESR) alla tran-

so più semplice e a una concentrazione dei

per l'efficientamento e la messa in sicurezza

sizione verso un’economia a basse emissioni

fondi sugli interventi prettamente energeti-

dell'edilizia scolastica che privilegi la colla-

di carbonio ed in particolare all’efficienza e-

ci.

borazione pubblico-privata, prevedendo al-

nergetica degli edifici. Più in generale, nella

-Promuovere campagne di informazione e

lo stesso tempo l’esclusione dal Patto di sta-

nuova programmazione, le istituzioni euro-

sensibilizzazione sui benefici derivanti dal

bilità interno dei fondi pubblici destinati al

pee attribuiscono carattere prioritario al te-

miglioramento dell’efficienza energetica

programma.

ma delle politiche urbane ed in particolare al

degli edifici, indirizzate al pubblico, alle a-

-Rimuovere le barriere che ostacolano l’uso

tema della rigenerazione urbana ai quali po-

ziende e alla Pubblica Amministrazione.

di capitali privati nella realizzazione di ope-

trebbero essere destinati più di 20 miliardi di

Il terzo ambito di intervento è rappresentato

re al servizio della collettività.

euro (3 miliardi l’anno per 7 anni).

dalle città in senso lato, perché la sfida della

-Dare certezza e velocizzare i processi di ri-

A queste risorse, si aggiungono poi quelle del

sostenibilità e dell’economia verde deve es-

funzionalizzazione delle aree industriali di-

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione che possono essere destinate a misure complementari, non comprese nella gamma di misure previste dai programmi dei fondi strutturali, come ad esempio incentivi fiscali per la riqualificazione urbana. In tale contesto, ha, quindi, sottolineato la necessità di affrontare in modo organico il tema delle città, definendo visioni e strategie unitarie di intervento a livello territoriale e ragionando in termini di fabbisogni e progetti di riqualificazione urbana sui quali fare confluire i finanziamenti disponibili. Ha, pertanto, espresso l’opportunità di: -Fare della green economy un elemento centrale dell’intervento sulle città nell’ambito della programmazione unitaria dei fondi strutturali europei e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020. -Finanziare le misure proposte (efficientamento energetico degli edifici, incentivi fiscali per la riqualificazione urbana, riqualificazione delle scuole, ecc…) con le risorse della programmazione unitaria. -Nell’Accordo di Partenariato Italia-Europa sull’utilizzo ambito dei programmi dei fondi europei 2014-2020, prevedere la possibilità di finanziare interventi di efficientamento energetico non solo degli edifici pubblici ma anche di quelli privati.

10

EDILIZIA PIACENTINA


dia dell'ambiente nel suo complesso, ma disegnano anche una città che dovrà co-

della Giunta dei documenti rela-

struire il suo sviluppo come territorio-sno-

tivi al PSC (Piano Strutturale Comunale),

do, come terra di tradizioni, sapori e saperi

al RUE (Regolamento Urbanistico Edili-

e come comunità che favorisce la coesione

zio) e alla Classificazione acustica: è stato

sociale.

l’ingresso nella fase finale del lungo percorso al cui traguardo si avranno le li-

Dal Rue novità per l’edilizia

nee-guida per la Piacenza dei prossimi de-

Il RUE - regolamento urbanistico edilizio -

cenni, compreso il settore delle costruzio-

raggruppa il “vecchio” regolamento edili-

ni e tutto quanto ruota intorno ad esso.

zio e una parte delle norme tecniche di at-

Psc, il quadro strategico per la città che verrà

tuazione del PRG: contiene quindi regole e norme che sovrintendono all’attività edilizia di tutto il territorio comunale per in-

Il PSC può essere definito come lo stru-

terventi ordinari, non programmabili, che

mento che traduce in termini territoriali il

comportano trasformazioni limitate al pa-

progetto strategico di città, di definizione

trimonio edilizio esistente (uso, conserva-

del ruolo di città e gli obiettivi e le azioni

zione e sostituzione). Ad esempio, ci si tro-

per conseguirli. “Fotografa”, attraverso il Quadro conoscitivo, lo stato di fatto del territorio e su questa base propone linee di azione e macro obiettivi. A differenza del “vecchio” PRG, il PSC è uno strumento programmatico, non impone vincoli espropriativi e non attribuisce edificabilità, è valido a tempo indeterminato e ri-

andrea dossena

Al via la fase finale di un lungo iter

Psc, Rue, limiti acustici: ecco la Piacenza in arrivo

guarda l’intero territorio comunale.

Ad esempio, nel PSC si trovano le previsio-

vano le norme che servono a stabilire i pa-

ni di nuove infrastrutture, le parti di città

rametri edilizi attuativi del POC e le nor-

che necessitano di riqualificazioni, le parti

me che servono a stabilire i parametri ur-

di città costruita da sostituire e le eventua-

banistici ed edilizi e le caratteristiche tipo-

li nuove espansioni.

logiche, igieniche e ambientali di tutti gli

Le linee guida del nuovo PSC vanno verso

interventi edilizi diretti.

la Ri-generazione urbana e lo stop al con-

Uno dei più significativi aspetti è rappre-

sumo di suolo per una maggior salvaguar-

sentato dal cambiamento delle modalità EDILIZIA PIACENTINA

11

prospettive

G

rande interesse, a Piacenza, per la recente presentazione da parte


dio-piccole (da 251 a 1.500 mq) e medio–grandi (da 1.501 a 2.500 mq). In ottemperanza alle disposizioni della L.R. 30 luglio 2013, n.15, la definizione di ristrutturazione edilizia è stata fortemente modificata, ammettendo ora anche aumento di unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti e delle superfici, nonché, in alcuni casi, il mutamento della destinazione d’uso. Per quanto riguarda gli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, gli impianti fotovoltaici, eolici, e per il solare termico, con potenza limitata, potranno essere realizzati sulle coperture delle costruzioni in tutto il di misura della superficie edificata o edifi-

le in modo da ottenere un parametro che

territorio senza particolari prescrizioni,

cabile nei diversi ambiti: viene infatti pre-

fosse il più simile possibile a quello previ-

visto il loro ridotto impatto. Fanno natu-

vista l’utilizzazione della Superficie Edili-

sto dal vigente PRG. Per quanto invece at-

ralmente eccezione il centro storico, nel

zia S.ED. al posto della Superficie utile Su

tiene alle Definizioni specifiche relative

quale sarà necessario rispettare alcune in-

come definita e applicata nel PRG 2001.

alle attività commerciali, viene eliminata

dicazioni di carattere estetico o dove gli

Per quanto riguarda la Superficie Edilizia

la distinzione tra alimentari e non alimen-

impianti eolici non sono ammessi, e gli im-

(S.ED.), attraverso l’introduzione di que-

tari, condizionandola esclusivamente alla

mobili vincolati, sui quali è vietata l’instal-

sta nuova modalità di calcolo della super-

dimostrazione del soddisfacimento degli

lazione. Gli impianti a biomasse, idroelet-

ficie edificata o edificabile nei diversi am-

standards dovuti e viene ridotta la suddi-

trici ed i fotovoltaici di potenza superiore a

biti e per le diverse funzioni, si sono tradot-

visione delle medie strutture di vendita ri-

20 kW sono ammessi nelle zone agricole,

te le disposizioni della normativa regiona-

manendo esclusivamente le tipologie me-

nelle zone produttive, nelle zone per im-

12

EDILIZIA PIACENTINA


pianti tecnologici e nelle zone per impianti tecnologici ed ecologici, ad esclusione delle zone individuate come incompatibili. Alcune specifiche indicazioni e distanze minime di rispetto dalle zone residenziali o potenzialmente edificabili, nonché da altri impianti della medesima natura sono prescritte per la realizzazione degli impianti, specialmente a biomassa e biogas, con riferimento alla loro diversa capacità di generazione. Nelle zone agricole, inoltre gli impianti fotovoltaici potranno essere installati solo sulle coperture degli edifici compatibilmente con il rispetto dei valori morfologici e tipologici degli stessi.Oltre a fornire una serie di prescrizioni per incentivare la salvaguardia e lo sviluppo del verde e della qualità ambientale nelle diverse zone, in questa sezione sono riportate le indicazioni operative per gli inter-

me suddivisione del territorio comunale

tieri e altre fonti sonore, i comuni predi-

venti nei diversi ambiti nei quali è suddivi-

in sei classi alle quali devono corrisponde-

spongano piani di risanamento secondo

so il territorio. Una delle novità più signi-

re sei diverse coppie di livelli acustici (o-

criteri fissati dalle Regioni: su questo a-

ficative in questo contesto è rappresenta-

gni coppia è formata dal livello riferito al

spetto, dopo la polemica aperta e subito

ta dagli incentivi premiali. Per favorire la

periodo diurno, 6-22, e dal livello riferito al

chiusa per la ventilata ipotesi di estensio-

demolizione e ricostruzione del patrimo-

periodo notturno, 22-6): Si prevede che,

ne della Ztl a via Taverna, serviranno però

nio edilizio obsoleto privo di interesse sto-

per conseguire il rispetto dei livelli acusti-

indicazioni più precise per evitare ulterio-

rico-testimoniale o la ristrutturazione con

ci stabiliti per concerti, eventi, feste, can-

ri equivoci e ben altri scontri.

requisiti di alta efficienza energetica, vengono previsti incentivi economici (saranno concessi sconti sugli oneri di urbanizzazione secondaria fino ad un massimo del 70%, a seconda del grado di qualità dell’involucro edilizio proposto in sostituzione di quello esistente) e volumetrici (in caso di demolizione e ricostruzione, sarà concesso un aumento della capacità edificatoria pari al 20% al raggiungimento della classe energetica A. Nei tessuti a bassa densità l’incremento volumetrico verrà recuperato nell’area oggetto di intervento a fronte del recupero del 20% di spazi liberi sul lotto, in aggiunta agli spazi liberi esistenti; negli edifici a media e alta densità l’incremento volumetrico verrà recuperato nei PUA residui previsti dal PSC secondo le modalità previste nei successivi POC; negli insediamenti non agricoli l’incremento volumetrico verrà recuperato nell’area oggetto di intervento).

Zonizzazione acustica: il silenzio è d’oro? Per quanto riguarda infine la zonizzazione acustica della città, sarà basata sul concetto di “classificazione acustica” intesa coEDILIZIA PIACENTINA

13


expo

costanza alberici

I

l 2014 non vedrà riproporre Edilshow,

una mostra convegno itinerante che ha con-

il salone dell’edilizia e delle costruzio-

tato, da sola, la partecipazione di oltre 900

ni, da parte di Piacenza Expo. La mani-

aziende. Tuttavia quest’anno nessun “sup-

festazione, che in otto edizioni ha saputo rac-

porto” a Edilshow ne ha resa fattibile l’or-

cogliere migliaia di visitatori, salta l’appun-

ganizzazione. Del resto, la situazione di

tamento annuale sulla scia di un mercato –

questo salone riflette quella generale ita-

quello edile – non ancora in ripresa. Lo fa sa-

liana: come sottolinea la segreteria di Pia-

pere la segreteria di Piacenza Expo, che sot-

cenza Expo, anche altre fiere dedicate al

tolinea la possibilità che la manifestazione

mondo delle costruzioni, a livello nazionale

torni nel 2015, qualora i presupposti del

e pur collaudate e “blasonate”, hanno que-

mercato e la volontà delle categorie econo-

st’anno conosciuto un declino non indiffe-

miche ne diano le opportune premesse.

rente.

La scorsa edizione, che si è svolta dal 15 al

Ma quali sono le condizioni del settore edi-

17 febbraio 2013 in contemporanea con Fo-

le? L’Istat ha appena pubblicato i dati, con-

restalia, ha accolto ben ottomila visitatori:

fermando l’andamento negativo dell’anno

un risultato notevole considerando il con-

scorso. Nessuna ripresa, tanto che settem-

testo del settore, che indubbiamente ha co-

bre 2013 ha registrato persino un calo ri-

nosciuto momenti migliori. Di sicuro l’abbi-

spetto allo stesso mese del 2012 (-2,8%), se-

Salta l’edizione 2014, per il 2015 si vedrà

EdilShow Piacenza, per adesso è stand-by

gno che l’attività edilizia non è tornata ad essere un pilastro dell’economia italiana. Da gennaio a settembre 2013 la produzione edilizia è scesa dell’11,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre è calata dell’1,8% su base congiunturale, a settembre rispetto al precedente agosto, facendo segnare una flessione su base annua del 6,1%. Un piccolo dato incoraggiante

namento di Forestalia (il salone agrofore-

tuttavia c’è: tra luglio e settembre i cantieri

stale italiano, proposto nelle due ultime e-

sono aumentati dell’1,6% rispetto al trime-

dizioni) a Edilshow aveva contribuito a con-

stre precedente. Questo dato, infatti, pre-

servare il successo della manifestazione:

suppone l’esistenza di un giro d’affari cer-

temi come sviluppo del territorio, gestione

tamente di aiuto per operai ed imprendito-

forestale sostenibile, tutela ambientale,

ri. Si attende quindi la ripresa - che secondo

gestione dei patrimoni forestali, corrette

alcune ricerche, come quella dell’istituto

prassi operative avevano generato un buon

Scenari immobiliari, avverrà proprio nel

afflusso di pubblico. Anche l’iniziativa “E-

2014 - per poter riproporre Edilshow: non

nergy Days”, proposta nel corso dell’ultima

un addio, quindi, ma per il momento un “ar-

edizione, era stata una novità importante:

rivederci”.

14

EDILIZIA PIACENTINA


aggiunge un terzo progetto che prevede

tore delle costruzioni e nuovi

la realizzazione della ‘Cittadella dello

servizi alla città. E’ la risposta

Sport’ di Piacenza ‘al fine di offrire spazi

di Ance Piacenza alla crisi che colpisce

dedicati alle attività sportive minori che

le aziende del territorio e che si com-

ad oggi purtroppo non dispongono di

batte con una strategia chiara: ‘In un

strutture adeguate’, afferma Raffi che a

periodo in cui appalti ed investimenti

tale proposito interviene sulla querelle

in grandi opere sono ridotti al lumici-

della piscina olimpionica: ‘Spiace vede-

no, la strada da percorrere è quella del

re che infrastrutture sportive promesse

recupero e della riqualificazione e-

ai cittadini, già assegnate ed in fase di

nergetica dell’esistente’, afferma il

appalto non vengano poi realizzate’.

nuovo caposezione Ance, Matteo Raffi che aggiunge: ‘Proprio in quest’otti-

francesca gazzola

Psc e Rue

ca Ance si è battuta - a livello nazionale e locale - per ottenere incentivi e nor-

Ance Piacenza ha partecipato in prima

me premiali per chi costruisce edifici

linea alla discussione del nuovo Psc (Pia-

efficienti dal punto di vista energetico

no strutturale comunale) di Piacenza

e sismico’.

che non prevede nuove aree edificabili

L’Associazione dei Costruttori edili piacentini sta lavorando a due progetti pilota che si concretizzeranno nei primi mesi del prossimo anno e che mirano alla riqualificazione energetica di scuole e condomini obsoleti della città di Piacenza: ‘Stiamo definendo insieme all’amministrazione comunale le possibili aree di

Il nuovo caposezione Ance annuncia importanti novità

Raffi: “Tre grandi progetti per rilanciare l’edilizia”

intervento per poter approvare i proget-

ti entro primavera 2014’, spiega Raffi,

ma si concentra sulla rigenerazione

dallo scorso giugno ai vertici di Ance. A

dell’esistente: ‘Tale strategia ci trova

Il nuovo caposezione Ance di

tali interventi di recupero energetico si

pienamente d’accodo ma impone norme

Piacenza Matteo Raffi

EDILIZIA PIACENTINA

15

ripartire

T

re progetti per dare linfa al set-


mi a fronte di requisiti di alta efficienza energetica) a quelli economici (riduzione degli oneri di costruzione per interventi realizzati con criteri di sostenibilità). ‘Siamo stati protagonisti del dibatto sulla pianificazione urbanistica della città ed abbiamo introdotto importanti novità che hanno dato valore aggiunto a Psc e Rue: per la prima volta si è creata una forte sinergia pubblico-privato che speriamo sia di buon auspicio per il futuro’.

Riqualificazione edifici pubblici Alla luce di queste sinergie e dell’importanza riconosciuta della riqualificazione energetica, assume ancora maggior premiali per la rigenerazione. Abbiamo

ambito locale, il caposezione Ance Pia-

interesse uno studio recente promosso

portato avanti una lunga battaglia per

cenza esprime poi soddisfazione ‘per

da ANCE nazionale, Ispredil ed Anci

ottenere il mantenimento dell’ecobo-

l’avvenuto recepimento nel Rue (Rego-

nell’ambito del quale veniva auspicata

nus del 65% anche per l’intero 2014.

lamento urbanistico edilizio) di tutte le

la diffusione di progetti di riqualifica-

L’auspicio – aggiunge Raffi - è giungere

modifiche avanzate da Ance ed indiriz-

zione energetica di edifici pubblici ed in

alla stabilizzazione della detrazione fi-

zate ad incentivare l’efficientamento e-

particolar modo degli edifici scolastici

scale per la riqualificazione energetica

nergetico degli edifici: dagli incentivi

che in Emilia Romagna e nella nostra cit-

degli edifici anche per gli anni futuri’. In

volumetrici (disporre di maggiori volu-

tà e provincia sono ormai obsoleti e non

16

EDILIZIA PIACENTINA


rispondono ai requisiti antisismici at-

cazione di condomini inadeguati dal

tuali. ‘I vecchi edifici scolastici – sottoli-

punto di vista energetico e che intendia-

nea Raffi – presentano costi di manuten-

mo efficientare offrendo ai cittadini no-

zione e gestione molto elevati senza con-

tevoli risparmi sui consumi.

tare la non adeguatezza alle normative

Cittadella dello Sport

energetiche e antisismiche vigenti. Come Ance Piacenza intendiamo quindi lavorare, così come è già avvenuto in altre

Accanto agli interventi di riqualificazio-

città, insieme al Comune di Piacenza ad

ne energetica, Ance Piacenza sta lavo-

un progetto che consenta la rigenerazio-

rando anche ad un terzo progetto che in-

ne degli edifici medesimi, i quali potreb-

teressa lo sport piacentino. ‘Stiamo ra-

bero anche essere “affidati” ad una ge-

gionando – in collaborazione con il Coni

stione privata, ottenendone in cambio

e il Comune di Piacenza – sulla possibili-

immobili rigenerati o nuovi con un’ele-

tà di creare una ‘Cittadella dello Sport’

vata efficienza energetica e sismica-

che possa offrire strutture idonee agli

mente adeguati.”

sport minori. Al momento – aggiunge Raffi - stiamo valutando insieme al Co-

Quartieri rigenerati

mune tre possibili aree di intervento, tra le quali l’area dello stadio e delle strut-

Dalla riqualificazione di edifici pubblici

ture ad esso adiacenti. L’intenzione è

all'efficientamento energetico di interi

quella di creare aree nuove dedicate a

quartieri cittadini: ‘A Piacenza – ricorda

quegli sport - come la pallavolo e la pallacanestro - che pur avendo molto segui-

Raffi - esistono parti di città costituite da edifici costruiti negli anni Cinquanta e

novativo – giudicato molto interessante

to in città, ad oggi non dispongono di spa-

che necessitano di essere rigenerati.

anche dagli istituti di credito e che parti-

zi adeguati e spesso devono recarsi fuori

Stiamo portando avanti un progetto in-

rà a inizio 2014 - che prevede la riqualifi-

città per gli allenamenti’.

EDILIZIA PIACENTINA

17


periscopio

andrea dossena

I

l momento di svolta per gli architetti, con

forte sull’iniziativa denominata RI.U.SO, a-

la riforma della professione, coincide con

cronimo di ‘RIqualificazione Urbana SOste-

l’aria nuova che ha appena rinfrescato

nibile’. CNAPPC, Ance e Legambiente - i

l’Ordine piacentino, che ha eletto al vertice

principali attori della filiera edilizia ed am-

Giuseppe Baracchi: “L’obiettivo principale -

bientale - hanno sottoscritto questo accordo

spiega il neopresidente - è lavorare insieme ai

nella certezza che siamo tutti di fronte ad

colleghi architetti e a tutte le istituzioni del ter-

un’irripetibile ed improrogabile occasione

ritorio per cercare di far conoscere Piacenza

per stimolare concretamente la riqualifica-

più di quanto già è conosciuta, soprattutto per-

zione architettonica, ambientale, energeti-

ché questo è un tempo di grandi cambiamenti

ca e sociale delle città italiane e andare oltre

che vanno afferrati al volo e su cui intendiamo

la crisi. Dobbiamo essere consapevoli che il

essere presenti su più tavoli di lavoro, relazio-

territorio non costituisce una risorsa infinita

nando e coinvolgendo il numero più alto possi-

e che le città devono essere capaci di rico-

bile di colleghi dell'Ordine piacentino. Proget-

struirsi e rigenerarsi al proprio interno, an-

to utopico ed ambizioso, ma che con l’aiuto del

che al fine di garantire la massima qualità di

valido consiglio si cercherà di realizzare”.

vita ai propri cittadini”.

Molti i fronti importanti per la professione:

Il cammino aperto da RI.U.SO, che da intesa

partiamo dal grande tema della riqualifica-

sui principi si sta via via riempiendo di con-

A tu per tu con il presidente Baracchi e il segretario Faroldi

“Ordine di Piacenza, architetto parte attiva della società”

tenuti, è composto anche da altri passaggi. “CNAPPC, Ance, Confcommercio e Unioncamere hanno sottoscritto un accordo che vuol rispondere alla necessità di avviare un percorso di collaborazione che aiuti a superare i guai della questione urbana italiana. In senso positivo, infatti, proprio la degenerazione urbana può trasformarsi paradossalmente in risorsa se si pensa alla “rigene-

Nella foto il nuovo presidente

zione urbana.

razione urbana” come elemento strategico

dell’Ordine degli Architetti di Piacenza,

“Il Consiglio Nazionale Architetti, Pianifi-

per la crescita del Paese: a questo obiettivo

Giuseppe Baracchi. A pagina 20 il

catori, Paesaggisti e Conservatori (CNAP-

guarda “URBANPRO”, un incubatore di fa-

segretario dell’Ordine, Matteo Faroldi

PC) - spiega Baracchi - ha deciso di puntare

cilitazione delle trasformazioni urbane che

18

EDILIZIA PIACENTINA


ha lo scopo di assistere le organizzazioni

concrete per attrarre investitori. In che mo-

condivisi e coordinati di rinnovamento e di

coinvolte nelle rigenerazioni urbane delle

do? Attraverso la maggior semplificazione

messa in sicurezza dei manufatti urbani nel

città italiane e di interagire con il Governo,

possibile: dai tempi certi all'individuazione

segno della collaborazione tra pubblico e

in particolare con il Ministero delle Infra-

sicura dei fori competenti, dalle leggi urba-

privato: nostro obiettivo – per i prossimi

strutture e dei Trasporti e il Ministero dello

nistiche fino agli accordi con la P.A. per le o-

quattro anni – sarà soprattutto portare la no-

Sviluppo Economico, nella definizione di re-

pere di urbanizzazione secondaria, deve es-

stra città a operare concretamente lungo

gole, modelli e strumenti che aiutino i pro-

serci il massimo di chiarezza possibile su tut-

questa via.

cessi di trasformazione e l’ottimizzazione

ti i fronti. Sicuramente - aggiunge Faroldi - è

Naturalmente le aree di Piacenza (pensiamo

delle risorse. In sostanza, URBANPRO è l'in-

questa la strada giusta, anche per motivi eti-

alla “città consolidata” anni ‘60/’70 extra

dispensabile step necessario a recuperare

ci: in Francia si è osservato che i progetti a-

mura, alle aree militari e demaniali) che più

finanza, per dar corpo ai singoli progetti”.

naloghi a RI.U.SO. (pensiamo a Grand Lyon,

si presterebbero a iniziative di riqualifica-

Il terzo “step” può essere individuato nelle

in fase di realizzazione) hanno creato un pro-

zione

STP, ossia le società tra professionisti.

fitto tra il 3 ed il 5%, percentuali che riduco-

(dall’estremo frazionamento della proprie-

“E' vero. Proprio intorno ad un progetto po-

no al minimo i rischi di interessamento da

tà a regolamenti di condominio obsoleti, a

tranno consociarsi professionisti di prove-

parte di meri speculatori e che possono al

proprietà pubblica/privata, ad aree in di-

nienze ed esperienze diverse: in questo mo-

contrario attrarre investitori medi, legati

smissione/valorizzazione/affitto ecc), ma la

do architetti, ingegneri, geologi, agronomi e

magari ad affidabili fondi di investimento

strada da seguire è quella”.

geometri avranno modo di sommare e me-

ad hoc”.

A mettersi in gioco saranno architetti la cui

scolare le rispettive competenze. Se svilup-

Come si inserisce Piacenza in questo qua-

professione è e sarà in grande trasformazio-

pate bene, le STP saranno uno strumento u-

dro?

ne.

tile non solo per giungere ad una maggiore

“In occasione del recente Consiglio naziona-

“Il modello di architetto a cui guardiamo - os-

integrazione multidisciplinare e territoria-

le, l'Ordine di Piacenza - spiega Baracchi –ha

serva Faroldi - dovrà essere molto diverso

le, ma anche per affrontare meglio il merca-

chiesto di entrare a far parte del tavolo dedi-

dalla cosiddetta ‘archistar’: dovrà essere pri-

to e avere così più occasioni di lavoro.

cato proprio al tema della riqualificazione.

ma di tutto consulente globale e alleato del

Meglio dei concorsi di architettura, che spes-

In molte città si sono già stesi accordi per ri-

committente, perché per troppo tempo la

so per gli studi stessi si rivelano molto di-

qualificare l'esistente, avviando processi

progettazione non è stata al passo con le esi-

spendiosi, vedo una proposta legata alla cosiddetta “manifestazione d'interesse” che già è stata sperimentata in altri contesti come quello di Milano. L’amministrazione pubblica individua una o più aree su cui, nei tempi di bando, si possono presentare manifestazioni di interesse da parte di ATS o ATI, Enti, Associazioni ecc.: si tratta di progetti che devono mostrare sostenibilità economica ed in cui le ditte costruttrici associate coprono in quota parte le spese vive dello studio professionale. Così facendo lo studio almeno copre le spese ed il rischio d’impresa rimane quello intellettivo, il Comune ha più proposte su varie aree e le ditte, che non spendono più dei costi che solitamente devono sostenere per partecipare a gare pubbliche, possono avere il vantaggio che se la loro proposta viene accettata e messa a bando sono i primi interlocutori in sede di PF”. Quali sono le pre-condizioni per trasformare ottimi progetti in realtà concrete? “Prima di tutto è necessario – spiega Matteo Faroldi, segretario del Consiglio dell'Ordine di Piacenza – che i progetti su un'area siano sviluppati in toto fin dall'inizio, dato che è una condizione necessaria perchè l'area stessa sia dichiarata di pubblica utilità. La seconda condizione è che si creino le basi EDILIZIA PIACENTINA

19

presentano

problematiche

note


genze delle persone”.

detto, di Filippo Armani che, più che un vice-

“Il lavoro delle sette commissioni di archi-

presidente, è un co-presidente vista la sua at-

tetti sui vari temi - Com. Parcelle coordinata

tiva ed attenta partecipazione nel vagliare

da Loredana Mazzocchi, Com. Formazione

le continue richieste di iniziative, collabora-

continua da Adriana Fantini, Com. Tutela

zioni e proposte.

professione da Silvia Cipelli, Bandi, concor-

Stiamo offrendo la nostra competenza di ar-

si, urbanistica da Laura Gazzola (tesoriere

chitetti a tutti gli enti ed associazioni del ter-

dell’Ordine) ed Enrico De Benedetti, Attivi-

ritorio: il Consiglio rappresenta 570 colleghi

tà culturali da Filippo Armani (che è anche

e per loro ci stiamo impegnando con idee,

vicepresidente dell’Ordine), Comunicazio-

presenza ed entusiasmo. Entusiasmo che de-

ne da Matteo Faroldi (che è anche segretario

ve mantenersi, per i prossimi 4 anni. La vita

dell’Ordine), Architetto iunior dall���archi-

quotidiana dell’architetto – dalla formazio-

tetto junior Francesco Ravera - sarà molto

ne continua obbligatoria, al nuovo codice

intenso, e le iniziative di formazione e di ag-

deontologico, dalle future modalità per il ti-

giornamento tecnico che l’Ordine proporrà -

rocinio dei giovani laureati, all’operatività

spiega Baracchi - dovranno focalizzarsi so-

del Consiglio di Disciplina di Piacenza,

prattutto sul RIUSO: questo è il contenitore

dall’assicurazione per RC obbligatoria, alle

in cui trovare nuove vie e cercare di aprire

STP, dalla CNS (Carta Nazionale dei Servizi)

tetto come coordinatore di idee per progetti

spazi a nuove professionalità. Ma il Consi-

al nuovo software per i preventivi per le pre-

da rendere concreti.

glio ha la fortuna di avvalersi di un valido

stazioni che verrà fornito dal CNAPPC a li-

Inoltre l’Ordine di Piacenza lancerà anche

gruppo di componenti (i coordinatori dei

vello nazionale, sino a RI.U.SO., URBAN-

nuove iniziative rivolte a tutta la cittadinan-

gruppi di lavoro), di una presenza femminile

PRO - vedrà molte importanti novità. Sono

za e, con la struttura culturale-ludico-sporti-

ben rappresentata (circa il 48% dei colleghi

tutti servizi che il Consiglio dell’Ordine sta

vo ‘A..r..chiPiace’ in via di costituzione, e-

sono donne), dell’esperienza dell’ex presi-

coordinando e si può dire che, chiusa una

venti-spot con l’obiettivo di aprire l’Ordine e

dente Dodi e del consigliere Curtoni oltre

lunga fase di riforme, ora è il tempo di peda-

di porre l’architetto come parte attiva nella

all’altro consigliere Roberto Pagani e, come

lare forte, proponendo la figura dell’archi-

società”.

20

EDILIZIA PIACENTINA


terriero dell’Ente, che in questi anni ha garantito una buona redditività e conse-

dell'Opera Pia Alberoni sarà tra le

guentemente una stabilità economica, e

priorità del nuovo presidente dell'Ente,

delineare progetti di valorizzazione dei

Giorgio Braghieri, nominato a inizio no-

fabbricati attualmente non produttivi di

vembre.

reddito’, afferma il neopresidente Giorgio

Braghieri - che vanta una lunga carriera

Braghieri che è stato dirigente dell’ufficio

amministrativa come dirigente dell'Am-

personale del Comune di Piacenza e suc-

ministrazione comunale di Piacenza – su-

cessivamente dirigente dei settori Servizi

bentra ad Anna Braghieri che lascia i ver-

sociali e Affari Generali. 'Il tema della ri-

tici del prestigioso ente piacentino dopo

conversione e della razionalizzazione del

sedici anni.

patrimonio dell’Opera Pia Alberoni resta

L’Opera Pia Alberoni è una realtà di gran-

prioritario così come lo è stato negli anni

de rilevanza per la città di Piacenza dato il

scorsi', aggiunge Braghieri che dal 1984 al

consistente patrimonio immobiliare che

1987 è stato segretario provinciale della

possiede e le attività che porta avanti per

Democrazia Cristiana e prima sindaco di

la comunità.

Cortemaggiore (dal 1979 al 1983). Duran-

Nei quattro mandati di presidenza, Anna

te la lunga presidenza di Anna Braghieri

Braghieri si è contraddistinta per l’appassionata dedizione e l’impegno continuo nel recupero e nella valorizzazione ed ammodernamento del considerevole patrimonio immobiliare dell'Ente; impegno che anche il neopresidente Giorgio Braghieri intende rinnovare. 'L’Opera Pia Alberoni possiede un rilevante patrimonio

francesca gazzola

Giorgio Braghieri nuovo presidente

Opera Pia: “Valorizzare il patrimonio immobiliare”

immobiliare i cui profitti sono dedicati al-

la realizzazione degli scopi statutari. Sarà

sono state numerose le realizzazioni e ri-

Il nuovo presidente dell’Opera Pia

compito mio, e del Consiglio di ammini-

strutturazioni portate a compimento

Alberoni Giorgio Braghieri. Nella

strazione che si è appena insediato, prose-

dall’Opera Pia Alberoni: dalla continua

pagina successiva con la presidente

guire nella valorizzazione del patrimonio

valorizzazione e conservazione del Colle-

uscente Anna Braghieri

EDILIZIA PIACENTINA

21

enti

I

l tema del recupero e della riconversione del patrimonio immobiliare


gio Alberoni (anche attraverso diversi interventi di ristrutturazione, manutenzione e ammodernamento), alla totale ristrutturazione e riapertura della Galleria Alberoni e Sala Arazzi e –precedentemente - al restyling del prezioso appartamento del cardinale che custodisce, tra gli altri tesori, l’Ecce Homo di Antonello da Messina. Nel suo mandato, Anna Braghieri ha provveduto alla razionalizzazione del patrimonio immobiliare e terriero con revisioni, accorpamenti di fondi agrari e ammodernamento delle strutture a servizio degli stessi: tale impegno sarà portato avanti anche dal neopresidente Giorgio Braghieri. Nel corso della gestione amministrativa di Anna Braghieri ricordiamo inoltre che sono stati recuperati (con restauro conservativo) il Mastio del Castello di Cadeo (di proprietà dell’Ente) e una importante area della Villa Alberoni di Veano; e recentemente anche un fabbricato rustico in località Ancarano di Rivergaro.

Il nuovo consiglio Agli inizi di novembre – accanto al nuovo presidente dell’Opera Pia Alberoni – sono stati nominati il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Ente e il Collegio dei Revisori dei Conti che resteranno in carica per il quadriennio 2013-2017. Accanto a Giorgio Braghieri siederanno in Consiglio: Fabrizio Tei (ex responsabile amministrativo del Presidio ospedaliero di Piacenza, oggi componente del Collegio sindacale della Banca di Piacenza) con il ruolo di vicepresidente e i consiglieri: Padre Nicola Albanesi (attuale Visitatore della Provincia Romana della Congregazione della Missione e docente di teologia presso il Collegio Alberoni e l’Università Cattolica), Padre Giancarlo Passerini (direttore delle Figlie della Carità della Provincia San Vincenzo Italia) e l’avvocato Gianguido Guidotti (sindaco di Piacenza dal 1998 al 2002). Presiede il Collegio dei Revisori dei Conti il commercialista e revisore contabile/legale Giorgio Croci (fino al 2011 ai vertici dirigenziali dell’amministrazione dell’Ausl di Piacenza che lo ha nominato Direttore amministrativo emerito). Insieme a Croci sono stati confermati Elfo Butti (revisore contabile/legale) e Carla Marelli (ragioniera e revisore contabile/legale).

22

EDILIZIA PIACENTINA


moniato inoltre dal ritorno delle grandi

mine dei quattro giorni sono ar-

aziende leader del settore come le impre-

rivati a BolognaFiere dal 16 al 19

se cementiere associate a Federbeton,

ottobre, per visitare la 49ma edizione

quella realizzata dal consorzio Lignius

del SAIE che, con la nuova formula

(con la più grande esposizione di soluzio-

2013, ha riunito assieme in un’unica

ni per case in legno mai realizzata in Ita-

grande piattaforma quattro Saloni:

lia), l’area dei laterizi organizzata da An-

Smart City Exhibition, organizzato as-

dil e delle pavimentazioni continue orga-

sieme a Forum PA, Ambiente Lavoro

nizzata da Conpaviper.

dedicato alla salute e alla sicurezza sui

Sergio Crippa, presidente di Federbe-

luoghi di lavoro, e Expo Tunnel rivolto

ton, ha salutato così la manifestazione:

alle tecnologie per il sottosuolo.

"Siamo soddisfatti della nostra parteci-

“Per il prossimo SAIE –sottolinea Duccio

pazione a SAIE. È stata l'occasione per

Campagnoli, presidente di BolognaFie-

confrontarci con il mercato e per riporta-

re – c’è già un accordo ancor più forte di

re la filiera del cemento al centro del

partenariato con ANCE, le altre associa-

mondo delle costruzioni, come è sempre

zioni del mondo delle costruzioni e gli Or-

stato nella storia di questo Paese". Il con-

dini professionali.

fronto sul ‘Better Building’ che si è svolto

SAIE è ridiventato e sarà ancor più nel prossimo anno e nelle edizioni future la fiera di riferimento dell’industria delle Costruzioni e della cultura di un “new building”, ovvero del nuovo costruire. Nel 2014 celebreremo tradizione e innovazione per un nuovo ciclo di sviluppo all’insegna della sostenibilità. Il nostro

Il ritorno delle grandi aziende leader del settore

SAIE, tornano cemento e legno. Attenzione al riuso

tema sarà cosa fare nei prossimi 50 anni,

quindi un “better future”.

a SAIE 2013, ha detto Harris B. McDo-

Ora SAIE dà appuntamento all’edizione

well, “ha dato un ricco contributo alle po-

del 2014 che sarà l’edizione speciale dei

litiche di efficienza energetica e svilup-

50 anni”.

po dell’edilizia in Italia Come gli Stati U-

Il successo del nuovo SAIE è stato testi-

niti, l’Italia dimostra di avere gli struEDILIZIA PIACENTINA

23

tendenze

S

ono 84.370 i visitatori che al ter-


consumi energetici, all’ecosistema e al risparmio energetico: “Qui al SAIE abbiamo portato la novità: la struttura in bioedilizia, sicura ed ecoefficiente – ha raccontato Johann Waldner, Amministratore Delegato di Lignius- tutto quello che si vede qui si può anche ritrovare nella propria casa: prodotti di qualità ed eccellenze dei singoli settori che dimostrano i vantaggi che attendono chi sceglie di costruire con questo tipo di tecnologia”. SAIE 2013 ha ospitato anche la seconda edizione del Premio Ri.u.so., promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e da SAIE, Salone Internazionale dell'Innovazione. “Ospitare al SAIE la seconda edizione di Ri.u.so. – ha detto il Presidente di BolognaFiere – conferma la nostra convinzione che la soluzione alla crisi nasce da una rivoluzione sociale e tecnolomenti adatti per intraprendere la strada

All’insegna dell’innovazione e della so-

gica”. Scelti dalla giuria tra le oltre quat-

della riqualificazione urbana, punto di

stenibilità, il consorzio Lignius ha propo-

trocento proposte pervenute, i tre pro-

partenza per la ripresa di tutto il compar-

sto al SAIE le soluzioni più moderne per

getti vincitori rappresentano esempi di

to delle costruzioni».

un’edilizia ecosostenibile e attenta ai

come si possa intervenire in modo efficace in uno spazio pubblico degradato, riqualificandolo; del valore sociale della buona architettura; di come possa essere affrontato, in modo originale, il problema della densificazione della città, dei nuovi modi dell'abitare, del miglioramento dell'efficienza energetica e della sicurezza. Il Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori Leopoldo Freyrie ha ricordato che “L’identificazione delle politiche di rigenerazione urbana sostenibile rappresenta, per gli architetti italiani, un’irripetibile ed ormai imperdibile occasione per stimolare concretamente la riqualificazione - architettonica, ambientale, energetica e sociale - delle città italiane». Non solo per consentire ai cittadini una migliore qualità dell’habitat, ma anche per agganciare lo sviluppo in questo momento di crisi. “Il Riuso, ovvero la rigenerazione sostenibile dei territori e delle città – ha continuato Freyrie - deve senza indugio alcuno diventare un Programma Nazionale che Governo e Parlamento devono fare propri affinché rappresenti una delle scelte politiche fondamentali del Paese”.

24

EDILIZIA PIACENTINA


nici, amministratori locali consente nasco-

stazione che si tiene a Fiere di Par-

no e si espongono le idee ed i progetti per le

ma dal 13 al 16 febbraio 2014, ha le

città del futuro.

carte in regola per essere il punto di riferi-

Forte della positiva esperienza della pri-

mento in Italia dei nuovi attori del mercato

ma edizione, “Future Build – Salone della

ovvero la filiera di imprese produttive e di

Sostenibilità” si ripresenterà nel 2014

servizi che sta emergendo dall’evoluzione

puntando ad un deciso consolidamento e

in atto del settore delle costruzioni.

presentando molteplici nuove iniziative.

Siamo infatti in presenza in Italia di una

Obiettivo della manifestazione è creare

svolta epocale del mercato che si caratte-

opportunità di lavoro. Riqualificazione e-

rizza per i seguenti aspetti:

nergetica degli edifici e “Smart City”sono

- Forte limitazione nella costruzione di

i temi in primo piano. La manifestazione

nuovi quartierima focus e sviluppo sulla

vuole essere una vetrina per presentare

riqualificazione. Tale cambiamento modi-

nuovi prodotti e sistemi costruttivi: saran-

ficherà fortemente il mercato penalizzan-

no 4 giorni di particolare intensità dove gli

do da un lato le imprese abituate ad i gran-

attori di tutta la filiera del sistema delle co-

di numeri ed alla “standardizzazione dei

struzioni avranno l’opportunità di con-

prodotti” e premiando dall’altro gli attori

frontarsi e creare opportunità di collabo-

con servizi e prodotti indirizzati all’esi-

A Fiere di Parma dal 13 al 16 febbraio 2014

stente. Future Build mette al centro dell’attenzione la riqualificazione di quartieri, condomini ed edifici in genere. - Non solo risparmio energetico: la sola attenzione ai sistemi di Energy Performance Control rischia di premiare una riqualifi-

Future Build a Parma: focus sulla riqualificazione

cazione prettamente indirizzata all' impiantistica a discapito dell’involucro e degli aspetti architettonici. Non si può assistere al degrado di edifici ed occuparsi solo dell’energia per quanto sia importante. Future Build, a differenza di altre manifestazioni, presta attenzione alla riqualificazione nel suo complesso con sistemi e prodotti innovativi. Attenzione è quindi dedicata all’involucro, ai temi della sicurezza (antisismica) e del benessere che non è solo a livello di climatizzazione. - Sviluppo dei servizi per città intelligenti (Smart City). L’edificio si inserisce in un quartiere/area, il quartiere/area si inserisce a sua volta in un contesto più ampio (città, zone ecc.) e la necessità di un organizzazione (pianificazione e servizi) ed uno sviluppo intelligente e sostenibile è og-

razione. Tra le novità, la creazione in Fiera

gi una priorità.

di due aree:

Future Build è un punto di riferimento

- Smart Business: per incontri programma-

preciso per Ricerca & Innovazione in tale

ti (su appuntamento) tra progettisti ed im-

ambito.

prese

A Future Build Smart Forum, un program-

- Riqualifica la Tua casa: per una consulen-

ma di convegni e seminari che vede la par-

za gratuita ai privati.

tecipazione dei massimi esperti e la pre-

Con “Future Build Europe” si vuole poi

senza di un folto numero di progettisti, tec-

creare collegamenti con altri paesi euroEDILIZIA PIACENTINA

25

anteprima

F

uture Build Expo 2014, la manife-


pei per verificare le possibilità di operare oltre i confini nazionali. Durante la manifestazione, inoltre, un gruppo di progettisti affermati sarà a disposizione del pubblico, in particolare privati ed amministratori condominiali, per offrire loro una consulenza gratuita su possibili interventi/soluzioni per riqualificare e migliorare l’efficienza energetica di abitazioni ed edifici in genere. Grazie agli incentivi fiscali riqualificare abitazioni singole e condomini è oggi una grande opportunità per valorizzare l’immobile e ridurre i costi di gestione. Dal 2014 si è infatti deciso di stabilizzare le agevolazioni fiscali per la casa. In particolare le detrazioni fiscali saranno strutturali dal prossimo anno sugli interventi di efficienza energetica degli edifici, sull’adeguamento sismico degli edifici e sugli interventi per migliorare e depurare gli impianti idrici nelle zone contaminate da arsenico. Con "Riqualifica la Tua casa" sarà possibile avere suggerimenti tecnici e consigli su tecnolgie, prodotti e materiali. Info: www.futurebuild.it

26

EDILIZIA PIACENTINA


cate dell'Austria, che vengono gestite in modo da assicurare una costante crescita del

legno ha trovato casa a Milano, in via

patrimonio boschivo. Le pareti in Xlam, i-

Cenni, zona San Siro. Inaugurato il 16 novem-

noltre, abbattono la dispersione di calore

bre scorso, il complesso residenziale “Cenni di

d'inverno e proteggono dal caldo in estate,

Cambiamento”potrebbe –e dovrebbe - diven-

consentendo così notevoli risparmi energe-

tare un modello da imitare per fronteggiare la

tici.

crisi dell'edilizia e rilanciare il mercato immo-

L'obiettivo del progetto era ambizioso: dare

biliare italiano. Il progetto - firmato dall'archi-

in affitto a prezzi calmierati abitazioni in e-

tetto fiorentino Fabrizio Rossi Prodi, gestito

dilizia convenzionata abbattendo i costi di e-

da Fondazione Housing Sociale e di proprietà

dificazione e, nello stesso tempo, ottenere

di Polaris Investment Italia – è formato da

un prodotto di qualità in classe energetica A

quattro torri di nove piani, per un totale di 123

garantendo comunque un profitto alla so-

alloggi in classe A, realizzati in legno e carton-

cietà che ha curato l'operazione. Risultato

gesso, con l'obiettivo di favorire l'integrazio-

possibile, evidentemente, grazie a un vir-

ne e la condivisione. Circa il 40% degli alloggi

tuoso connubio pubblico-privato. Il proget-

sono stati assegnati ad affitto calmierato (il ca-

to è stato realizzato con un finanziamento

none di un appartamento di circa 70 mq è di

del Fondo Immobiliare di Lombardia, pro-

450 euro); il 10% a canone sociale; il 40% in affitto con patto di futuro acquisto; una quindicina di alloggi concessi a realtà del terzo settore o messi a bando dalla Fondazione Cariplo (che partecipa in Fhs); e i restanti 5 sono stati riservati a un progetto dedicato alla promozione dell'autonomia abitativa dei giovani. Gli inquilini saranno infatti affiancati da un

Grande progetto di housing sociale, modello da imitare

A Milano il mini quartiere con case in legno low cost

"gestore sociale", che li aiuterà a imparare come governare i progetti per gli spazi comuni, piuttosto ampi. La peculiarità di via Cenni non riguarda solo l'innovazione del progetto architettonico, ma anche la filosofia che lo ispira, molto vicina a quella co-abitare. Oltre ad una piazza di raccordo (che ricorda una scacchiera), che potrà essere utilizzata per varie iniziative, compresi concerti, anche perché vi confluisce una grande scalinata che può fungere da “spalto”, trovano spazio un campo di mini basket, un parco giochi per bambini e, al secondo piano, sui terrazzi, alcuni orti condominiali. Ma gli spazi in comune non si limitano a quelli esterni. All'interno del complesso sono stati riservati dei locali da condividere e che, oltre alla zona lavanderia, non hanno una precisa destinazione, perché saranno gli stessi condomini a scegliere come usarli di volta in vol-

mosso da Fondazione Cariplo e Regione, i

ta.

cui sottoscrittori sono banche come Intesa e

La struttura degli edifici, da un punto di vi-

Bpm, assicurazioni come Generali, la Cassa

sta tecnico, è formata da pannelli massicci di

Italiana geometri e la Cassa Depositi Presti-

legno incollato a strati incrociati, detti

ti. E il Comune di Milano ha contribuito ce-

Xlam. Pareti e solette in Xlam formano una

dendo il terreno a costi agevolati e occupan-

struttura scatolare molto robusta, che per-

dosi dei bandi per l'assegnazione degli allog-

mette di rinunciare all'impiego di pilastri di

gi. Non è stato difficile, è bastato copiare

cemento armato. I pannelli, riferiscono i

quello che da tempo accade nel resto d'Euro-

progettisti, provengono dalle foreste certifi-

pa. EDILIZIA PIACENTINA

27

innovazione

I

l primo progetto di social housing, realizzato in Europa, con strutture portanti in


formazione

costanza alberici

I

nteressanti novità quelle proposte dal-

prestazioni energetiche, analisi del proget-

la Scuola Edile di Piacenza: con il mese

to edile, appalti pubblici e privati, organiz-

di novembre sono partiti alcuni corsi

zazione, avvio, gestione e controllo dei la-

dedicati a varie figure professionali del

vori, contabilità di cantiere; sicurezza, qua-

mondo delle costruzioni. L’offerta va dal

lità tutela ambientale, sviluppo professio-

percorso “Italiani costruttori nel mondo”,

nale, rapporto di lavoro.

rivolto ad imprenditori che intendono valo-

Contestualmente ci sarà il corso per opera-

rizzare la propria impresa e renderla compe-

tore edile alle infrastrutture, finanziato

titiva sul mercato, conoscendo sempre nuo-

dalla Provincia, con modulo macchine: al-

vi processi di internazionalizzazione e op-

l'interno di questo percorso la Scuola Edile

portunità di crescita attraverso Expo 2015,

riprenderà e rinnoverà la collaborazione

al corso per i datori di lavoro, conformemen-

con il Tribunale di Piacenza, dove opererà

te all'Accordo Stato-Regioni del 21 dicem-

in situazione di cantiere-scuola con l'obiet-

bre 2011 (atto n.223). Non manca un Corso

tivo di contribuire alla riqualificazione di

sull’uso corretto e l’utilizzo pratico dei DPI e

porzioni di fabbricati pubblici, comunican-

della Linea Vita per la prevenzione delle ca-

do così ancora una volta la priorità del recu-

dute dall’alto, rivolto a lavoratori operanti

pero del patrimonio esistente, anche attra-

in quota che necessitano della formazione

verso forme di sinergia pubblico-privato.

Nuovi corsi partiti a novembre

Scuola Edile, la spinta per costruire nel mondo

Affiancano questi percorsi i consueti corsi standard: corsi macchine, per addetti tecnici alle bonifiche di amianto, addetti al montaggio, smontaggio ed utilizzo del ponteggio con rilascio di abilitazione, coordinatori alla sicurezza, addetti alle emergente, RLS (rappresentante lavoratori per la sicurezza), tecnico in acustica ambientale (valido per l’iscrizione all’Albo regiona-

obbligatoria.

le).

L’offerta continua nel 2014: tra i corsi piani-

Continuano poi le visite del Comitato Pari-

ficati è previsto quello dedicato alla forma-

tetico Territoriale per la prevenzione sui

zione tecnica superiore sull’organizzazione

cantieri edili, in particolare in quelli ACER

e la gestione del cantiere edile, patrimonio

con cui la Scuola Edile ha recentemente

nuovo ed esistente, finanziato dalla Regio-

sottoscritto un protocollo relativo proprio a

ne Emilia Romagna. Si tratta di un percorso

tale attività; il Comitato Paritetico Territo-

di 800 ore di cui 240 di stage in aziende, ri-

riale (CPT) compie infatti visite ai cantieri

volto a giovani diplomati e laureati nel set-

a scopo di consulenza sulle misure di pre-

tore edile, inoccupati o disoccupati; i conte-

venzione inerenti ai Piani di Sicurezza (P-

nuti? Sostenibilità ambientale in edilizia,

SC) e Piani Operativi di Sicurezza (POS).

28

EDILIZIA PIACENTINA


sercizio della prostituzione nei condomi-

per il Corso di formazione ed

nii, la privacy in condominio, il risparmio

aggiornamento per gli Ammi-

energetico, la sicurezza degli impianti,

nistratori di condominii ed immobili e

la sicurezza nel condominio in relazione

per i Proprietari di casa, organizzato

a furti e intrusioni di terzi estranei, le im-

dall’Associazione

Ca-

palcature anti ladro e le responsabilità

sa-Confedilizia di Piacenza in collabo-

connesse, il fumo in condominio, le im-

razione con la Commissione per la te-

missioni di materiale pubblicitario nelle

nuta del Registro degli Amministrato-

cassette postali dei condominii, l’anten-

ri condominiali, con Gesticond ed il pa-

na satellitare e le ultime disposizioni in

trocinio della Banca di Piacenza, che

materia di compravendite immobiliari e

ha avuto inizio martedì 12 novembre.

si terranno altresì due particolari lezio-

Grazie anche alle novità introdotte dalla

ni, una dedicata alla conduzione dell’as-

legge di riforma (entrata in vigore il 18

semblea dal punto di vista psicologico e

giugno scorso), quest’anno l’attività for-

l’altra improntata su una esercitazione

mativa – giunta alla 31esima edizione –

pratica consistente nella simulazione di

ha avuto un grandissimo riscontro di i-

una assemblea condominiale.

scritti, ancor più che negli anni scorsi: il

Gli esperti che svolgono le relazioni di

Proprietari

Corso, articolato in 19 lezioni che si tengono presso la Sala Convegni della Banca di Piacenza in via I° Maggio n° 37, terminerà il 23 dicembre. I contenuti del Corso – aperto con una lezione dell’avvocato Corrado Sforza Fogliani – vertono su argomenti di ordine giuridico, tecnico, fiscale e contabile, la

andrea dossena

Amministratori e proprietari, oltre cento partecipanti

Confedilizia, boom di iscritti al corso sul condominio

cui conoscenza è indispensabile per e-

sercitare professionalmente la gestione

aggiornamento sulle diverse materie so-

di condominii e di immobili in genere ed

no: avv. Giuseppe Accordino, dott. Gian-

è altresì utile e interessante per tutti i

ni Bernardini, dott. Daniele Bisagni, rag.

proprietari di casa; verranno trattati an-

Ermanno Braghi, avv. Renato Caminati,

che argomenti di attualità quali la cedo-

avv. Maria Cristina Capra, avv. Paola Ca-

lare secca sugli affitti, la riforma del ca-

stellazzi, dott.ssa Giuliana Ciotti, dott.

Nella foto a lato, i partecipanti

tasto, lo stalking condominiale, l’abuso

Vittorio Colombani, dott. Pietro Coppel-

al corso. A pagina 30, il presidente

di diritto nel condominio, la mediazione

li, ing. Claudio Guagnini, dott. Luca La-

di Confedilizia, Corrado Sforza

obbligatoria, l’Imu e la Service tax, l’e-

brini, dott. Ferdinando Laurenza, avv.

Fogliani, durante una sua lezione

EDILIZIA PIACENTINA

29

normative

R

ecord di iscritti – circa 110 –


Fabio Leggi, avv. Giacinto Marchesi, dott. Giuseppe Mischi, dott. Luigi Pallavicini, avv. Giorgio Parmeggiani, avv. Flavio Saltarelli, ing. Francesco Scrima, avv. Ascanio Sforza Fogliani, avv. Corrado Sforza Fogliani, dott. Filippo Sordi Arcelli Fontana, dott. Nazario Trabucchi, geom. Paolo Ultori, avv. Angelo Vola. Al termine delle lezioni, in seguito ad un colloquio di verifica, sarà consegnato un attestato della Confedilizia a quanti avranno frequentato con profitto il Corso; gli stessi potranno usufruire della consulenza legale, tecnica, amministrativa e fiscale fornita dai consulenti dell’Associazione Proprietari Casa-Confedilizia di Piacenza anche per l’anno successivo alla tenuta del Corso ed altresì iscriversi al “Registro degli Amministratori di

amministratori immobiliari” della Con-

Sant’Antonino n° 7 – Piacenza, nei se-

Confedilizia”. Il Registro è lo strumento

fedilizia centrale ed usufruire gratuita-

guenti orari: dal lunedì al sabato dalle o-

che consente ai soci dell’Associazione di

mente di tutti i numerosi servizi nell’am-

re 9.00 alle ore 12.00, il lunedì, mercoledì

individuare il nominativo dell’ammini-

bito dello stesso forniti (fra cui una con-

e venerdì anche dalle ore 16.00 alle ore

stratore per il proprio condominio o pro-

sulenza via e-mail o per posta).

18.00 (tel. 0523.327273 –email info@con-

prietà. Su domanda, potranno essere

Per informazioni rivolgersi all’Associa-

fediliziapiacenza.it – sito www.confedi-

ammessi anche al “Registro nazionale

zione Proprietari Casa-Confedilizia, Via

liziapiacenza.it).

30

EDILIZIA PIACENTINA


dalle aziende

Ditta Franzini Angelo, servizi e assistenza

Un alleato in ufficio semplifica la vita

V

erifica annuale obbligatoria, sostitu-

mirata a seconda della specifica esigenza. E’ nel

zione del giornale di fondo, manuten-

1972 che il signor Angelo inizia la propria inizia-

zione periodica: sono solo alcuni degli

tiva imprenditoriale con due tecnici e un’impie-

obblighi da ottemperare quando si parla di mi-

gata; un’avventura durata fino ad oggi, che ha

suratori fiscali. Per questo tipo di servizi a Pia-

visto

cenza è attiva da oltre quarant’anni la ditta

dell’impresa. Punti di forza della ditta sono sicu-

ampliare

notevolmente

l’organico

Franzini Angelo srl che, oltre all’assistenza, offre la fornitura di misura-

ramente i misuratori fiscali venduti ed assistiti nel piacentino, nel pavese

tori fiscali, fotocopiatori digitali, stampanti, fax e multifunzione, non-

e nel lodigiano, dove collabora anche con rivenditori locali. La ditta

ché arredamenti per ufficio, distruggi documenti, rilevatori di bancono-

Franzini Angelo srl vanta il primato, a Piacenza, nell’abilitazione per

te, computer e bilance per negozi. La Ditta è disponibile a fornire pre-

l’assistenza e la verifica fiscale su tutti i misuratori. Ecco alcuni dei marchi

ventivi per la vendita o il noleggio di ogni prodotto: come suggerisce il

trattati: Olivetti, Royal, Underwood, Ditron, Sweda, Sico, Vis, Elsi, Sare-

titolare e fondatore, Angelo Franzini, informarsi non costa nulla prima

ma, RCH, MCT, Italiana Macchi, Sharp, SID, Micrelec, Emotic.

di effettuare un acquisto, e certamente sarà utile per evitarne uno cat-

La ditta Franzini Angelo si trova a Piacenza in via Bessone 7/9 (tel. 0523

tivo. La sorpresa non sarà solo nel prezzo, ma il cliente avrà una risposta

593122)

EDILIZIA PIACENTINA

31


Abi e Cdp firmano la convenzione “Plafond Casa”

Antincendio, gli ingegneri possono formare gli addetti

Firmato l’accordo tra Abi e Cdp che rende operativo il “Plafond

emergenze e alla prevenzione degli incendi. Lo ha chiarito la

Casa”, la convenzione mette a disposizione delle fasce più deboli

Commissione Interpelli del Ministero del Lavoro, che ha risposto a

5 miliardi stanziati da Cdp, 2 miliardi di euro per l’erogazione di

una serie di quesiti sottopostigli dal Cni, Consiglio nazionale degli

mutui per l’acquisto di case e ristrutturazione edilizia e 3 miliardi

ingegneri. Come spiegato dal Ministero, il DM 10 marzo 1998

di euro di bond bancari garantiti per mutui residenziali.

contenente i criteri generali di sicurezza antincendio e la gestione

A beneficiare dell’iniziativa saranno principalmente giovani cop-

dell’emergenza nei luoghi di lavoro, non prevede particolari

pie, famiglie di cui fa parte un soggetto disabile e famiglie

requisiti di idoneità del soggetto che forma gli addetti all’e-

numerose.

mergenza.

Il presidente dell’Ance Paolo Buzzetti ha espresso soddisfazione

Anche se non sono previsti requisiti particolari, il Ministero del

per l’accordo ricordando che “ora è necessario che i 5 miliardi

Lavoro ha sottolineato però che i formatori devono possedere

messi a disposizione si trasformino velocemente in nuove di-

delle specifiche competenze in materia antincendio.

sponibilità finanziarie per le famiglie.

A detta del Ministero, possono essere considerati in possesso di

Per fare ciò è importante riportare il valore del mutuo concesso

queste competenze gli ingegneri abilitati ai sensi della Legge

attorno al 70% del prezzo dell’immobile”.

818/1984.

Positivo anche il commento del Ministro delle Infrastrutture

Dal momento che la norma regola il rilascio del nulla osta

Maurizio Lupi:

provvisorio per le attività soggette ai controlli di prevenzione

“un segnale importante della possibilità di lavorare insieme per

incendi e le norme integrative dell'ordinamento del corpo

affrontare le emergenze del Paese, ora – ha aggiunto – il governo

nazionale dei vigili del fuoco, i professionisti abilitati ai sensi di

si impegna ad adottare urgentemente anche misure per l'e-

questa normativa possono svolgere i corsi per formare gli addetti

mergenza affitti”.

alle emergenze, rilasciando loro i dovuti attestati.

Gli ingegneri possono formare gli addetti alla gestione delle

32

EDILIZIA PIACENTINA


EDILIZIA PIACENTINA

33


Le prossime scadenze fiscali Ultimo giorno per il versamento da parte del condominio dell’imposta sostitutiva, a titolo di acconto, sulla rivalutazione del fondo per il trattamento di fine rapporto maturato nell’anno 2013.

16 Dicembre 2013 Imposte e contributi Ultimo giorno per il versamento da parte del condominio delle ritenute fiscali e dei contributi previdenziali e assistenziali relativi a dipendenti, lavoratori autonomi nonché a contratti di appalto, con riferimento al mese di novembre 2013.

Addizionali Irpef Ultimo giorno per il versamento da parte del condominio della rata delle addizionali regionale e comunale all’Irpef trattenute ai dipendenti sulle competenze di novembre 2013 a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno nonché per il versamento della rata dell’acconto dell’addizionale comunale all’Irpef 2013 trattenuta ai dipendenti sulle competenze di novembre 2013; ultimo giorno, inoltre, per il versamento in unica soluzione delle predette addizionali trattenute, sempre sulle competenze di novembre 2013, a seguito di cessazione del rapporto di lavoro.

Versamento acconto imposta sostitutiva Tfr 34

EDILIZIA PIACENTINA

Imu - Versamento saldo Ultimo giorno – salvo diversi termini stabiliti dal Comune – per il versamento della seconda rata dell’imposta municipale propria per il 2013, pari al 50% dell’imposta dovuta.


block notes

Piani attuativi: per la Consulta c’è l’obbligo di trasmissione alla Regione

- il parere negativo della Soprintendenza reso quando risultava

A seguito dell’approvazione dei piani attuativi, sia quelli conformi

termine perentorio dettato dalla legge, non poteva più esercitare

sia quelli in variante al Piano urbanistico generale, il comune ha

il relativo potere attribuitole;

l’obbligo di trasmetterne copia alla Regione. È quanto ha stabilito

- in questo caso scatta l’obbligo per il Comune di concludere il

la Corte Costituzionale con la sentenza 14 novembre 2013, n. 272

procedimento, come previsto in via generale dall’art. 146, comma

dichiarando l’illegittimità dell’art. 1, comma 1 della Legge Re-

9 del Codice in base al quale “In ogni caso decorsi 60 giorni dalla

gionale del Molise 18/2012.

ricezione degli atti da parte del Soprintendente, l’ammini-

La norma regionale, in attesa di dare attuazione alle disposizioni

strazione competente provvede sulla domanda di autorizza-

statali con l’emanazione di una apposita legge volta allo snel-

zione”.

limento delle procedure urbanistiche ed edilizie, rimetteva alla

In virtù di questi principi sono stati dichiarati illegittimi ed

Giunta comunale l’approvazione dei piani attuativi conformi agli

annullati:

strumenti urbanistici generali, senza però prevedere l’obbligo di

- il parere negativo tardivo della Soprintendenza;

trasmissione alla Regione come sancito dall’art. 24 della Legge

- la comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento della

47/1985 che, secondo la Consulta, rappresenta un principio

domanda di autorizzazione paesaggistica;

fondamentale della materia del governo del territorio.

- l’atto con cui il Comune ha trasmesso agli interessati il parere

La norma regionale pertanto è stata dichiarata incostituzionale

della soprintendenza senza però adottare il provvedimento

nella parte in cui non prevede l’obbligo per i comuni di tra-

conclusivo.

ormai superato il termine di 45 giorni previsto dall’art. 146, comma 8 del Codice è nullo e privo di ogni effetto e non è in grado in alcun modo di condizionare l’azione del Comune. Il parere tardivamente emesso, infatti, equivale ad un parere inesistente in quanto manifestato da un’autorità che, per inosservanza del

smettere copia dei piani attuativi approvati alla Regione competente.

Paesaggio: nullo il parere della Soprintendenza reso fuori termine Con la sentenza della sez. II, 14 novembre 2013, n. 1295 il TAR Veneto ha fornito importanti indicazioni sull’applicazione dell’art. 146 del D.lgs.42/2004 “Codice dei beni culturali e del paesaggio” in tema di rilascio dell’autorizzazione paesaggistica. In particolare, il TAR ha stabilito che: EDILIZIA PIACENTINA

35


36

EDILIZIA PIACENTINA


Edilizia 7 2013