Page 88

gestione

Wine Amore Carta dei VINI addio? nuove tecnologie e ci siamo messi subito al lavoro per individuare la soluzione migliore da proporre al mercato”. Qual è la grande differenza con una normale carta dei vini? S.C: “Il criterio fondamentale con cui abbiamo realizzato l’applicazione è stato quello di trovare il giusto compromesso tra le esigenze professionali e commerciali dei ristoranti e quelle del cliente del ristorante. È un prodotto tecnologico di grande effetto per i clienti dei ristoranti che, oltretutto, non mette in difficoltà l’utilizzatore perché è semplicissimo da usare, intuitivo e divertente. WineAmore guida i clienti dei ristoranti di Theo Smith a scegliere il vino in maniera nuova ed Ancora una volta possiamo dichiararci interattiva; non ci sono solo pagine da precursori delle tendenze e delle nuove sfogliare, ma una serie di modalità per idee. Dopo la pubblicazione dell’articolo ricercare facilmente il vino che si vuole sul numero 43 di Artù sulle liste dei bere e per ottenere maggiori informazioni vini su iPad, a Vinitaly abbiamo scovato che permettano una scelta consapevole. una nuova realtà italiana che ha ap- Quindi cambia l’esperienza della scelta pena lanciato la propria applicazione del vino al tavolo. È il cliente che – WineAmore (www.wineamore.com) – decide se vuole guardare i vini rossi o proprio per la creazione delle liste solo quelli del Piemonte, piuttosto che vini dei ristoranti su iPad. Che ci cercare la bottiglia preferita senza sfoabbiano letto nel pensiero, prima gliare tutte le pagine della lista. Così il che uscisse l’articolo? O, più pro- ristorante non impone il proprio modo babile, hanno fatto qualche ricerca di intendere la lista dei vini, e si avvicina di mercato e sono solo stati più sempre di più ai clienti che possono decidere autonomamente come fare veloci di altri? la propria scelta. “In realtà – ci dice Sergio Cocco, In più, il cliente non trova più solo il uno dei soci fondatori di Wine nome del vino, il produttore e l’annata; Amore – lo scorso autunno ci può leggere informazioni aggiuntive siamo trovati con amici in un ri- come, per esempio, il vitigno, il metodo storante, di quelli con una di vinificazione, gli abbinamenti, il numero carta dei vini importante, e di bottiglie prodotte ecc.” per ben tre volte abbiamo scelto un vino e per altret- E in che modo avete fatto vostre le tante volte il cameriere è esigenze dei ristoratori? tornato scusandosi per il S.C: “I ristoranti, prima di tutto, sono in fatto che fosse finito. Ed grado di presentarsi ai loro clienti in modo diverso, adeguato ai tempi e deciecco l’idea!” samente up to date; nel frattempo posMa l’idea da sola non sono proporre la loro lista dei vini è sempre sufficiente! sempre aggiornata con una evidente riS.C: “Vero! Ma i miei duzione dei costi di gestione. soci ed io abbiamo Un altro dato importante è che, con molti anni di esperien- l’applicazione WineAmore, basta solo za nel mondo delle sfiorare l’iPad e cambia la lingua (ad

86

Artù n°45

Profile for Edifis

Artù 2011 07/08  

Artù luglio/agosto 2011

Artù 2011 07/08  

Artù luglio/agosto 2011

Profile for edifis