Page 12

Progettare scuole sostenibili

implicazioni, spesso indotto a farlo dalla favorevole compresenza di progettisti sensibili, committenti motivati e utenti attivamente partecipi, più che dalla regolamentazione edilizia o dai frammentari e spesso confusi indirizzi di politica tecnica nazionale. Questo libro nasce dalla convinzione che il ritardo vada al più presto colmato, riportando anche in Italia all’attenzione del dibattito architettonico la progettazione delle scuole, e contribuendo a formare una nuova generazione di progettisti, più aggiornati e meglio attrezzati per affrontare i molteplici risvolti del tema, senza eluderne gli aspetti cruciali, legati alla necessità di trovare un’indispensabile sintesi – al più alto livello possibile – fra le ragioni della forma e quelle dell’efficienza dei processi e della sostenibilità. Luoghi in cui avviene l’educazione delle future generazioni di cittadini, soggetti a intensa fruizione collettiva e segnati da importanti valenze simboliche, le scuole non possono certamente essere progettate come neutri contenitori funzionali. Ma neppure essere considerate solo occasioni per stanchi esercizi stilistici, che spesso giustificano con specificità disciplinari artificiose la loro scarsa attenzione per gli aspetti costruttivi e prestazionali, di compatibilità economica ed ambientale dell’opera. Per la rilevanza sociale delle funzioni che ospitano e la pluralità di valenze che implicano, oggi ancor più che in passato le scuole impongono invece l’applicazione di raffinate strategie progettuali, capaci di combinare funzionalità e adeguatezza ambientale, tecnica e morfologica degli spazi con minimi livelli di consumo di risorse, criteri costruttivi coerenti e caratteri architettonici in grado di comunicare i valori di qualità sostenibile che ne ispirano la progettazione, la realizzazione e l’utilizzo nel tempo. Senza alcuna concessione alla “sostenibilità di tendenza”, quel diffuso greenwashing a fini promozionali, ma privo di contenuti di ricerca, che grazie a qualche dispositivo tecnico, per lo più impiantistico, pretende di ottenere il riconoscimento della presunta sostenibilità di costruzioni nate già obsolete, concettualmente energivore e costruttivamente banali.

Introduzione

fissando per tutti gli interventi, sia di nuove costruzione che di recupero, il traguardo ambizioso del raggiungimento della Classe energetica A, attestata dalla certificazione tramite strumenti di calcolo validati. Standard energetici molto severi hanno imposto ai progetti di identificare ed ottimizzare tutti i parametri in gioco. Li hanno indotti a sfruttare al massimo le risorse disponibili: esposizione, orientamento, illuminazione naturale, conformazione architettonica e collegamenti con gli spazi esterni, scelta dei materiali, efficace controllo del funzionamento del sistema di involucro. A riflettere sulle specifiche esigenze funzionali di scuole di diverso ordine e grado, corrispondenti a differenti età dei fruitori, in rapporto alle potenzialità di integrazione degli spazi didattici nel processo formativo dei giovani utenti. A valutare le implicazioni delle diverse opzioni tecniche, confrontando sistemi costruttivi pesanti e leggeri, realizzati in opera o prevalentemente prefabbricati, rispetto alle loro prestazioni funzionali e potenzialità espressive. In sintesi, il libro si propone di incentivare la progettazione di scuole nelle quali sia data una risposta convincente alla domanda di sostenibilità e alle esigenze degli utenti, integrandole con l’elevata qualità ambientale degli spazi, intesi come aspetti complementari e interagenti. Edifici con queste prestazioni non nascono dal gesto di architetti demiurghi, né dalla schematica sovrapposizione di aspetti specialistici: sono il risultato di un processo sistematico di analisi delle esigenze, che si arricchisce delle competenze tecniche provenienti da molti settori e definisce un progetto che è sintesi consapevole di soluzioni coerenti con la domanda.

Questo libro raccoglie materiali, riflessioni e documenti nati dall’attività di ricerca, alimentata anche dall’esperienza didattica condotta nel Laboratorio di Sintesi Finale “Architettura Ecoefficiente” presso la Facoltà di Architettura “A.Rossi” dell’Università di Bologna. nel quale il tema “scuole sostenibili” è stato trattato sistematicamente dal 2009, progettando una serie di interventi, sia di nuova costruzione che di riqualificazione e retrofitting di edifici scolastici ad elevata sostenibilità, in diversi contesti. Un’esperienza sviluppata a partire da casi concreti assunti con il massimo realismo, coinvolgendo le Amministrazioni proprietarie prima nella definizione degli obiettivi e poi nella valutazione delle diverse strategie progettuali, e quindi dei loro esiti. E

10

11

Progettare scuole sostenibili  

Criteri, esempi e soluzioni per l'efficienza energetica e la qualità ambientale

Progettare scuole sostenibili  

Criteri, esempi e soluzioni per l'efficienza energetica e la qualità ambientale