__MAIN_TEXT__

Page 1

MARKETING PER LA MECCANICA

Casa Editrice

Supplemento a: “A.A.A-Il Giornale della Meccanica & Subfornitura” n° 561 Agosto 2020 In caso di mancato recapito restituire a CMP Bologna - Il Mittente si impegna a pagare la tassa dovuta

SPECIALE

135

www.meccatronica.biz - info@meccatronica.biz


4

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicitĂ telefona al numero 051 606 10 70


6

FANUC riparte con BIE 2020: una fiera e una nuova area più digitale che mai

NUOVA DATA 17-18-19 SETTEMBRE 2020

CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BRESCIA) - ITALIA FIERA DELLE LAVORAZIONI E TECNOLOGIE DEI METALLI

Il nuovo concept di fiera: BIE dall’esposizione al virtuale. BIE si evolve e, in linea con le attuali di esigenze di sicurezza e di sviluppo per i propri espositori, introduce in fiera il digitale, facendo del virtuale un vero punto di forza e opportunità per le aziende. È il caso ad esempio dell’Incoming Buyer esteri, che per la sesta edizione della manifestazione verrà realizzato completamente on-line, a distanza, collegando i buyer dalle loro aziende direttamente agli espositori presenti in fiera presso i propri stand, moltiplicando così le opportunità di contatto. Ma il digitale sta si sta affermando come chiave di partecipazione anche per gli espositori e i partner della manifestazione, come l’innovativo stand di FANUC, colosso mondiale di soluzioni integrate per automazione di macchine utensili con sedi in 263 Paesi in tutto il mondo, che ha scelto proprio BIE come prima fiera per tornare ad esporre.

SETTORI MERCEOLOGICI DELL’EVENTO - Macchine utensili - Metrologia - Utensili - Presse - Automazione e robot industriali - Impianti ausiliari - Macchine e impianti per fusione e pressofusione - Sistemi CAD, CAM, CAE e PLM - Macchine e impianti per trattamenti e finiture - Lavorazioni meccaniche - Materiali - Trattamenti e finiture

Tecnologie abilitanti Strumenti - Piattaforme Formazione Consulenza Servizi

- Stampi ed attrezzature - Assemblaggio e montaggio - Prototipazione - Servizi per l’azienda - Automotive - Area 4.0 servizi

Area Microimprese Incoming Buyer Esteri Business Lounge Area Convegni Concorso IIR

BIE 2020 si tinge di giallo con la nuova area FANUC. Forte la volontà di essere presenti in fiera, FANUC ridisegna la sua partecipazione a BIE 2020 creando uno straordinario spazio espositivo più digitale che mai, dedicato alla presentazione virtuale di tutti i suoi prodotti e con il suo fiore all’occhiello “il servizio Post-Vendita”. FANUC mostrerà la gamma con una nuova formula digitale, il personale raccoglierà le richieste dei visitatori per prendere appuntamento e vedere dal vivo i prodotti direttamente nello showroom FANUC. Cosa vedrai nello spazio digitale FANUC: • l’efficiente gruppo di tecnici SERVICE FIRST che sia direttamente sul campo che telefonicamente sono sempre pronti ad intervenire per ottimizzare la vostra macchina e estensione del suo ciclo vita. • più che parti di ricambio – una promessa per tutto il ciclo di vita! Infatti per soddisfare in modo preciso le singole esigenze, FANUC offre un’ampia gamma di soluzioni per componenti. L’elevata disponibilità dei componenti abbinata all’eccellente rete logistica assicurano inoltre che gli articoli raggiungano la destinazione velocemente sia di giorno che di notte. • FANUC ACADEMY offre tutto quello che serve per migliorare le competenze e aumentare la produttività. FANUC è appassionata di automazione e non desidera altro che trasmettere questa passione. A studenti, operatori di macchine, programmatori, specialisti della manutenzione, costruttori di macchine utensili, integratori di sistemi, costruttori di linee o progettisti. L‘obiettivo dei corsi non è solo trasferire la conoscenza dei prodotti FANUC ai partecipanti, ma anche quello di affrontare le problematiche e recepire le esigenze dei clienti per la realizzazione ed il miglioramento di prodotti sempre più all’avanguardia, ponendo qualità ed esperienza al primo posto. FANUC: un portafoglio di servizi post vendita completo. Contratti di manutenzione preventiva e predittiva, calibrazione delle macchine ad opera di personale qualificato, disponibilità

TOP

immediata dei ricambi, assistenza tempestiva in caso di guasti e formazione mirata per approfondire il funzionamento delle soluzioni adottate. L’interesse principale del servizio di assistenza e supporto FANUC è sempre il cliente e il suo scenario di produzione specifico, un vero e proprio after-sales su misura con pacchetti di servizi di assistenza altamente personalizzabili. Chi è FANUC. FANUC propone soluzioni integrate per automazione di macchine utensili, che consentono alle imprese non solo di ridurre il costo del lavoro, ma anche di migliorare la qualità e diminuire i tempi di inattività. Soluzioni create per garantire un funzionamento semplice ed efficiente e offrire le più alte prestazioni. Con tre divisioni di prodotti, FANUC è la sola società in questosettore a sviluppare e produrre internamente tutti i componenti principali. Ogni dettaglio, sia hardware che software, è sottoposto a stringenti controlli qualità. La nuova generazione di sistemi IIoT permetterà alle soluzioni di automazione FANUC di scambiare un’enorme mole di dati in tempo reale così da migliorare il processo attraverso autoapprendimento. Alla base di questa nuova possibilità figurano sensori intelligenti, motori e robot ad avanzata tecnologia che costituiscono il network digitale. La tecnologia lean e la riduzione della componentistica al minimo indispensabile rendono le soluzioni FANUC affidabili, prevedibili e semplici da riparare. Il servizio di assistenza globale e tempestivo, con sedi in 263 Paesi in tutto il mondo, il magazzino centrale in Lussemburgo e il centro di customizzazione nel territorio europeo, forniscono poi il miglior supporto allo sviluppo di soluzioni personalizzate e alla manutenzione dei macchinari.

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità telefona al numero 051 606 10 70


10

Berardi Bullonerie Il nuovo catalogo Extracomponents

È uscito il nuovo catalogo

Extracomponents dell’azienda Berardi Bullonerie, leader nel settore del fissaggio industriale, che presenta l’ampliamento di gamma, disponibile a stock, di oltre 25 mila prodotti e 112 famiglie di articoli, dal settore meccanica di precisione al settore agricolo, dal set-tore elettronico alle automazioni industriali.

La passione, l’entusiasmo e la voglia di venire incontro a una esigenza concreta della cliente-la, hanno portato a investire risorse ed energie per sviluppare e implementare questo progetto. Oggi in magazzino pronte a stock tante nuove famiglie, gestite dalla divisione Extracomponents: raccorderia, articoli per il sollevamento, antivibranti, guarnizioni, pressacavi, distanziatori, elementi di manovra.” Questi – continua Falà - sono solo alcuni degli articoli che siamo in grado di fornire ai clienti. Un nuovo patrimonio in magazzino per incrementare l’ottimizzazione dei nostri servizi logistici.” Tutti i prodotti infatti sono stati inseriti a supporto dei servizi logistici Kanban, Kanban Up e S-BBK, che caratterizzano il dinamismo della azienda Berardi, sul mercato da oltre un secolo. Tra le offerte più innovative anche il sistema EasySelf 24, in ottica Industria 4.0, consente l’auto-matismo dell’intero flow di gestione per diversi articoli, tra cui: DPI, utensili, accessori, oggetti per il primo soccorso e attrezzature varie. Elimina gli sprechi derivanti da attività ripetitive e a basso valore aggiunto, dallo stoccaggio dei materiali, dalla loro movimentazione e dalla gestione dell’inventario. Aver sviluppato e investito in quella intuizione di ormai 10 anni fa, ha permesso di accrescere il business e di conseguenza il fatturato del gruppo Berardi Bullonerie che oggi con 13 filiali e 4 consociate arriva ai 77 milioni di euro.

“Circa 10 anni fa - racconta Simone Falà, responsabile del progetto - abbiamo avuto l’intuizione che bisognava aiutare la nostra clientela a ridurre la gestione di troppi fornitori. Abbiamo capito che sarebbe stato fondamentale per i clienti avere un unico interlocutore per acquistare prodotti diversi.” Abbiamo iniziato scegliendo una tipologia di prodotto: le molle. E così dal 2011 Berardi Bullonerie ha avviato una collaborazione importante con l’azienda americana Lee Spring, leader nella fornitu-ra di molle a disegno e molle a catalogo con elevate caratteristiche tecniche”.

Facciamo parte di un’economia molto dinamica e flessibile, proprio per questo motivo Berardi ha adeguato la propria distribuzione alle necessità di una clientela sempre più esigente arricchendo la propria gamma prodotti con numerosissime famiglie tramite il progetto Extracomponents. Questa strategia ci ha portato ad offrire un servizio sempre più ampio e completo. Per comprendere quali possono essere le strategie per traghettarci in una nuova era, fondamentale è il rapporto con la tecnologia, una vera e propria opportunità di sviluppo. Questo senza però ledere l’aspetto “umano“. Visite virtuali, social, innovazioni tecnologiche sui processi tecnici, smart wor-king, non tolgono valore all’empatia che nasce da una stretta di mano che auspichiamo possa di nuovo essere parte del quotidiano.

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità telefona al numero 051 606 10 70


12

CONTROLRIV4.0: pianifica, controlla e analizza il tuo lavoro

CONTROLRIV4.0 di Rivit s.r.l.

di Bologna è il sistema di controllo per rivetti e inserti che ti permette di pianificare diverse tipologie di pose, ne monitorizza il processo e ti permette di analizzarne i dati con grande semplicità e sicurezza. Il sistema viene collegato alle rivettatrici, si impostano i metodi di lavoro e gli standard di lavorazione e si tiene monitorato in tempo reale il lavoro di una o più macchine, in modo da evitare errori e disattenzioni, ottenendo sull’intero processo un miglioramento della produttività e della qualità del lavoro con conseguente riduzione degli scarti. Il sistema è progettato a moduli, con un Master e 11 Slave per ottenere fino a 12 postazioni di lavoro gestite contemporaneamente. Il Master con un display touch screen e software basato su logica user friendly può facilmente

interagire con un PC, un PLC e scaricare tutti i dati del lavoro in modo semplicissimo su un supporto di archiviazione portatile. Lo Slave, più compatto rispetto al Master gestisce solamente il funzionamento della rivettatrice indicandone lo stato su led integrati. Nonostante tutta la gestione del lavoro sia affidata la Master anche lo Slave, in determinate configurazioni può comunicare con il PLC in modo indipendente. La verifica della posa è sviluppata dallo studio delle curve, dalle funzioni di contapezzi, contalotti e dalle liste di lavoro. La monitorizzazione del lavoro è supportata da un archivio dei lotti impostati, di tutte le attività di verifica, delle liste di lavoro implementate e delle curve registrate. Per l’operatività sono stati progettati allarmi visivi e sonori che permettono di evidenziare le applicazioni corrette, sbagliate e

la mancata presenza di aria nel caso di quest’ultime. Inoltre per poter avere un riferimento più chiaro e visibile da lontano è disponibile anche un KIT a torretta luminosa tre colori con sirena Ogni singola unità dispone di una valvola pneumatica che attiva e disattiva l’aria compressa per mettere in sicurezza l’impianto, distinguere al meglio le fasi di lavoro da quelle di configurazione e impedire ulteriori errori nel caso di risultato di posa negativo. CONTROLRIV4.0 è stato applicato alle rivettatrici per inserti RIV938, RIV939, RIV941, RIV949 e RIV916B, alle rivettatrici per rivetti RIV503, RIV504, RIV505, RIV508, RIV511B e RIV300. CONTROLRIV4.0 verrà presentato in occasione della fiera Samumetal, saremo al pad. 9 stand I10.

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità telefona al numero 051 606 10 70


14

NUOVA DATA per Lamiera 2021: appuntamento dal 26 al 29 maggio 2021 a fieramilano Rho per la mostra dedicata alle tecnologie per il taglio e la deformazione della lamiera

Il calendario fieristico internazionale è

sottoposto ad una continua rivoluzione e così anche LAMIERA, il cui appuntamento era stato anticipato di qualche mese rispetto al periodo tradizionalmente occupato, è costretta a riprogrammare il suo periodo di svolgimento che è definitivamente fissato dal 26 al 29 maggio 2021. Per la biennale dedicata alle macchine utensili e alle tecnologie per la deformazione e la lavorazione della lamiera si tratta di un ritorno alle origini visto che, da sempre, la manifestazione era posizionata in maggio. “La scelta di anticipare l’evento - ha affermato Massimo Carboniero presidente di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE - come abbiamo ampiamente comunicato, era dettata dall’esigenza di offrire il massimo delle opportunità di visibilità alle imprese, specialmente a quelle italiane, che nel 2021 hanno due eventi di assoluto interesse a cui partecipare: LAMIERA, appunto, e EMO MILANO 2021, la mondiale della lavorazione dei metalli alternativamente ospitata da Hannover e Milano”. “Purtroppo la schizofrenia con cui sono gestite le scelte di alcuni organizzatori fieristici rende davvero difficile la gestione della partecipazione agli eventi espositivi da parte delle imprese che rischiano di vedere sovrapposte le date delle manifestazioni cui abitualmente prendono parte. Per questo, per rispondere al meglio alle esigenze delle aziende espositrici - ha dichiarato Alfredo Mariotti, direttore generale di UCIMU - abbiamo deciso di spostare LAMIERA alla fine di maggio, certi di agevolare le aziende nella loro attività di promozione e marketing che resta strettamente ancorata alla partecipazione alle fiere di settore, anche in periodi complicati come l’attuale”. “D’altra parte i dati elaborati dal Centro Studi UCIMU a partire dalle rilevazioni di Oxford Economics - ha concluso Massimo Carboniero - ci dicono che dopo la frenata dell’anno in corso, nel 2021, gli investimenti in nuove tecnologie di produzione dovrebbero tornare a salire. Si prevede quindi che la domanda di nuo-

ve macchine utensili in Italia dovrebbe crescere, del 31,5% rispetto al 2020, andando oltre i 3,5 miliardi di euro. Anche l’Europa dovrebbe mostrare vivacità, incrementando del 19,5% il consumo, che sfiorerà i 18 miliardi di euro. L’Asia, con la Cina in testa, dovrebbe ritrovare lo slancio perduto, segnando una crescita della domanda del 35,3% arrivando a 34 miliardi, così come l’America che si prevede farà investimenti in nuovi sistemi di produzione per 11 miliardi di euro, il 31% in più rispetto al 2020”. L’appuntamento con LAMIERA e con il meglio della produzione internazionale dedicata a macchine e tecnologie per il taglio, la lavorazione e la deformazione della lamiera oltre che alle soluzioni di automazione, robotica e connettività per l’industria è dunque dal 26 al 29 maggio 2021 a fieramilano Rho. Promossa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, e organizzata da CEU-CENTRO ESPOSIZIONI UCIMU, LAMIERA 2021 punta a riconfermare il successo e i grandi risultati degli anni passati, allungando la serie positiva che registra ormai dal 2016. Dopo l’ultima edizione bolognese (2016) che già registrava un incremento di tutti i principali indicatori, con lo spostamento a Milano, la manifestazione ha dimostrato le sue grandi potenzialità, mettendo a segno nel 2017, prima, e nel 2019, poi, risultati sempre più soddisfacenti. In particolare, con 518 espositori, il 6% in più rispetto al 2017, ed una superficie espositiva cresciuta, del 25%, a 50.000 metri quadrati, l’edizione 2019 di LAMIERA ha registrato un incremento sostanziale, pari all’11%, anche nel numero di ingressi dei visitatori, risultati 26.197. Nuova location e nuovi servizi oltre che incremento dei contenuti proposti e dell’offerta tecnologica presente in mostra sono i fattori che hanno permesso a LAMIERA in questi ultimi anni di consolidare la sua posizione nel panorama internazionale. Macchine, impianti, attrezzature per la lavorazione e il taglio di lamiere, tubi, profilati, fili, carpenteria metallica,

presse, stampi, saldatura, trattamenti e finitura delle superfici, robot, automazione, parti, componenti, accessori, utensileria, materiali fastener, subfornitura tecnica e per l’industria, sistemi di controllo e qualità, metrologia, software, microlavorazioni, tecnologie additive e soluzioni per la fabbrica digitale e l’efficientamento energetico e produttivo rappresentano il cuore dell’esposizione. L’edizione 2021 della manifestazione sarà organizzata secondo il modello ormai consolidato: intorno all’offerta di macchine e alle tecnologie per deformazione saranno le Aree di Innovazione dedicate. Robot Planet, incentrata su robot industriali, integratori e sistemi di asservimento; Fabbricafutura, dedicata a software e tecnologie per la connettività e la gestione dei dati; Box Consulting, spazio per consulenti e formatori, Saldatech, con focus sul comparto della saldatura; Fastener Industry, dedicata a viti, bulloni e sistemi di serraggio e fissaggio; EcoCoatech, destinata ai processi di verniciatura della lamiera e Blech Italy, riservata alla subfornitura e ai servizi per l’industria. A completare l’offerta espositiva sarà LAMIALAMIERA che proporrà convegni che ospiteranno confronti tra opinion leader ed esperti su temi specifici oltre a presentazioni di tecnologie innovative a cura degli espositori. Per sfruttare appieno la ripresa che si attende a partire dall’inizio del 2021 e che dovrebbe prendere vigore nel corso dell’anno, le imprese del mondo della deformazione hanno quindi una doppia opportunità: la partecipazione a LAMIERA, in maggio, e a EMO MILANO 2021, in ottobre, entrambe ospitate a fieramilano Rho. Per stimolare le imprese del comparto a partecipare anche a EMO MILANO 2021, che torna in Italia dopo sei anni e dopo il successo dell’edizione 2015, è stato ideato “il ticket LAMIERA-EMO MILANO 2021”: una formula che prevede uno sconto sulla partecipazione a LAMIERA per quanti avranno già inviato la domanda di adesione a EMO MILANO 2021 entro il 17 marzo 2021 (dettagli sono disponibili sul sito lamiera.net).

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità telefona al numero 051 606 10 70


16

Build your ideas Rendiamo reale ciò che è solo immaginato

S

iamo una società di consulenza e progettazione: ascoltiamo la tua idea, comprendiamo le tue esigenze e ti affianchiamo nel definire la soluzione migliore, selezioniamo e coordiniamo un team di aziende e professionisti con le competenze necessarie allo sviluppo del progetto, grazie alla nostra rete di aziende selezionate siamo in grado di realizzare il prototipo della tua idea e ti affianchiamo nell’industrializzazione del prototipo per giungere ad un prodotto ottimizzato nei costi e nelle performance. I servizi che offriamo: • Progettazione elettronica • Sviluppo software • Progettazione meccanica • Industrializzazione • Certificazioni Progettazione Elettronica Qualunque sia la tua tipologia di prodotto possiamo progettare l’elettronica necessaria. Insieme al team di professionisti che collabora con noi sviluppiamo soluzioni dedicate alla tua applicazione. BMate lavora insieme a Te per definire l’architettura di sistema migliore per l’applicazione, ne individuiamo i componenti fondamentali e li realizziamo. Sviluppo Software Utilizziamo e interagiamo con un dispositivo grazie alle funzionalità che il software ci mette a disposizione. Il nostro team di professionisti garantisce la capacità di dominare il più

ampio spettro di conoscenze tecnologiche e di proporre per la tua applicazione il giusto mix di tecnologie. La progettazione del software è studiata tenendo in considerazione che questa è parte di un sistema più ampio, dove produzione e scambio dati sono in alcuni casi importanti quanto le funzionalità stesse. Progettazione Meccanica Integrare competenze meccaniche e dei materiali alla progettazione elettronica e software è una chiave fondamentale per la riuscita di un prodotto. Lavoriamo per la progettazione di macchine complete, componenti o assiemi complessi. Finalizziamo i nostri progetti con la realizzazione dei disegni esecutivi scegliendo la tecnologia costruttiva più adatta per costi e prestazioni. Utilizziamo molteplici CAD 3D per adattarci alle esigenze del tuo progetto. • Automazione • Cinematismi • Stampaggio plastico • Manifattura additiva • Componenti automotive • Trasmissioni fluidodinamica • Carpenteria • Modellazione 3D • Reverse engineering • Modellazione superfici • Product design

Industrializzazione L’industrializzazione è una fase cruciale per determinare il successo economico di un’idea. Gli obiettivi da raggiungere per fare del tuo prototipo un prodotto sono: • Riduzione dei costi di produzione e manutenzione • Ottimizzazione delle performance • Raggiungimento del livello di affidabilità desiderato • Sostenibilità ambientale/Gestione del fine vita • Design-ergonomia. Ti aiutiamo in questa fase gestendo in modo completo l’intero processo. La rete dei nostri partner e collaboratori è in grado di analizzare ogni aspetto del prototipo e restituirti un prodotto ingegnerizzato sotto tutti i punti di vista. Ogni prodotto complesso dove elettronica, meccanica e software sono collegati e interfunzionali, è esaminato in base a questi principi: • Semplificazione: solo componenti e funzioni necessari • Standardizzazione: minimizzazione dei codici di magazzino • Integrazione: per ottenere il miglior risultato funzionale • Razionalizzazione: massima efficienza nell’impiego delle risorse. Fonte: www.bmate.it

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità telefona al numero 051 606 10 70


18

COMAU MATE è il primo esoscheletro certificato EAWS (ergonomic assessment work-sheet) Valutate con successo l’ergonomia e la capacità di ridurre l’affaticamento muscolo-scheletrico dei lavoratori che utilizzano il dispositivo di wearable robotics sviluppato da Comau insieme a IUVO

C

omau MATE è il primo esoscheletro sul mercato ad aver ottenuto la certificazione EAWS (Ergonomic Assessment Work-Sheet), che attesta la sua efficacia d’uso nella riduzione del “rischio di sovraccarico biomeccanico” degli arti superiori dei lavoratori che lo utilizzano per lo svolgimento dei propri compiti quotidiani, che richiedono la flesso-estensione delle braccia. Un riconoscimento assegnato secondo il sistema di valutazione promosso dalla Fondazione Ergo, ente di riferimento in Italia in materia di organizzazione e misurazione del lavoro ed ergonomia. Questo risultato si traduce in un abbassamento medio del 30% del punteggio ergonomico della spalla in posture statiche e del 25% per i movimenti dinamici della spalla stessa, anche considerando lo spostamento di piccoli carichi. Questo traguardo permette a Comau di andare incontro a tutte quelle aziende che hanno la necessità di capire concretamente come l’utilizzo di un esoscheletro industriale come MATE possa avere un impatto sui loro metodi, diminuendo lo stress fisico dei propri addetti, aiutandoli a portare a termine i propri incarichi in modo più confortevole, il tutto con lo scopo di ridurre la possibilità che nel tempo sviluppino patologie muscolo-scheletriche. «Comau è orgogliosa che l’esoscheletro MATE abbia ottenuto la certificazione EAWS della Fondazione Ergo.

I risultati ottenuti sono un’ulteriore conferma dell’importanza di investire nello sviluppo di dispositivi innovativi, anche nel campo della wearable robotics, che consentano di migliorare le modalità di lavoro degli operatori, rendendo più sostenibili e sicuri i processi produttivi», spiega Duilio Amico, Marketing and Network Development Director di Comau Robotics & Automation Products di Comau. Sviluppato da Comau in partnership con IUVO, spin-off dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, e con ÖSSUR, azienda islandese leader nel settore dei dispositivi ortopedici non invasivi, MATE è un esoscheletro meccanico passivo che si distingue per la capacità di supportare spalle e braccia, assecondando il loro movimento naturale. Il suo utilizzo consente ai lavoratori di percepire un minor affaticamento fisico, migliorando la qualità globale delle loro attività.

Comau Comau, società del gruppo FCA, è leader mondiale nello sviluppo di sistemi e prodotti avanzati per l’automazione industriale. La sua offerta include tecnologie e sistemi per la produzione di veicoli elettrici, ibridi e tradizionali, robot industriali, soluzioni di robotica indossabile e collaborativa, strumenti per la logistica a guida autonoma, centri di lavorazione meccanica dedicati, servizi digitali interconnessi e sistemi in grado di trasmettere, elaborare e analizzare dati macchina e di processo. Con oltre 45 anni di esperienza sul campo e una forte presenza nei maggiori Paesi industrializzati, Comau aiuta le aziende costruttrici, di tutte le dimensioni e di qualunque settore, a migliorare qualità e produttività, riducendo time-to-market e costi complessivi. La sua offerta si estende al project management e alla consulenza, nonché ai servizi di manutenzione e training, per una vasta gamma di segmenti industriali. Comau ha il suo centro direzionale a Torino e opera attraverso una rete internazionale di 7 centri di innovazione, 5 digital hub, 8 stabilimenti di produzione, in cui lavorano oltre 9.000 persone, presenti in 14 Paesi. Una rete globale di distributori e partner consente di rispondere velocemente alle esigenze dei clienti, ovunque si trovino nel mondo. Attraverso le attività di formazione curate dalla sua Academy, Comau si impegna inoltre a sviluppare le conoscenze tecniche e manageriali necessarie alle aziende per affrontare le sfide e le opportunità dell’Industria 4.0 www.comau.com

: Supplemento a: A.A.A. Giornale della Meccanica & Subfornitura N° 561 Agosto 2020 Direttore Responsabile: Massimo Fortuzzi - Direttore Editoriale: Silvano Ventura

MeccatronicA good news

EDIBIT s.r.l. Via F. Santi, 4 - 40055 CASTENASO (BO) - Tel. 051/6061070 r.a. - Fax 051/6061111

associato a:

CONFINDUSTRIA EMILIA

AREA CENTRO: le imprese di Bologna, Ferrara e Modena

Edibit s.r.l. è inscritta al registro degli Operatori della Comunicazione al n. 2289 del 28/09/2001. Ex RNS n. 4123 del 23/03/1993 - Registrazione Tribunale di Bologna n. 5797 del 26/10/89 Stampa: Tipografia Menini Zona Industriale 51-33097 Spilimbergo PN - Grafica e impaginazione: Nanni Morena - Budrio (BO) - Edibit: Via F. Santi, 4 - Castenaso (BO) Redazione: Via F. Santi, 4 - 40055 CASTENASO (BO) - Tel. 051/6061070 r.a. - Fax-051/6061111 - www.edibit.com - mail: info@edibit.com Informativa ai sensi dell’Art. 13 del D.lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali: EDIBIT S.r.l. – Titolare del trattamento – ha estratto i Suoi dati personali dall’archivio abbonati elenchi telefonici e da altre banche dati proprie e acquistate da terzi. I dati, di cui non è prevista la diffusione, sono trattati con procedure automatizzate e manuali solo dai dipendenti incaricati del trattamento, per fini promozionali e commerciali. Tali dati possono essere comunicati, in Italia e all’estero, ad aziende o professionisti che li richiedono a EDIBIT S.r.l. per le stesse finalità. Potrà rivolgersi a EDIBIT S.r.l. Via F. Santi, 4 – 40055 Castenaso – BO per avere piena informazione di quanto dichiarato, per esercitare diritti dell’Art. 7 del D.lgs. 196/2003, e perciò consultare, modificare e cancellare i dati od opporsi al loro utilizzo nonché per conoscere l’elenco dei Responsabili del trattamento. Tutti i marchi sono registrati dai rispettivi proprietari MeccatronicA good news offre esclusivamente un servizio, non riceve tangenti nelle contrattazioni, non effettua commerci, non é responsabile della qualità, veridicità, provenienza delle inserzioni. La redazione si riserva, a suo insindacabile giudizio di rifiutare un’inserzione. L’editore non risponde di perdite causate dalla non pubblicazione dell’inserzione. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto da essi dichiarato nelle inserzioni. MeccatronicA good news si riserva il diritto di rimandare all’uscita successiva gli annunci per mancanza di spazi e declina ogni responsabilità sulla provenienza e la veridicità degli annunci stessi.Prezzo copia € 0,20 - CHIUSO IN TIPOGRAFIA IL 20/06/2020


20

ISTech si espande all’estero con Klaeger

I

l marchio Klaeger è molto conosciuto nel settore del taglio metalli, in Germania e non solo: l’azienda, fondata nel 1928, si è conquistata un’ottima reputazione per la solidità delle proprie segatrici.

Recentemente Klaeger è entrata a far parte del gruppo ISTech. Abbiamo parlato dell’acquisizione con l’Amministratore Delelgato dell’azienda, Alessandro Rescaldani.

Com’è nata la decisione di acquisire Klaeger? Da tempo pensavamo ad un accordo commerciale con Klaeger. Siamo venuti a sapere che la proprietà era intenzionata a vendere l’azienda: abbiamo così formulato un’offerta che è stata accettata, aprendoci possibilità di accesso a nuovi mercati. Quali cambiamenti ha portato l’acquisizione di Klaeger all’attività di ISTech? La produzione è cessata in Germania per riprendere nel nostro stabilimento qui a Vanzago. I progetti sviluppati da Klaeger sono stati ingegnerizzati per consentire la produzione usando i nostri impianti. I semilavorati provengono ancora da aziende tedesche; assemblaggio e integrazione dei sistemi avvengono da noi, mentre il collaudo si svolge in Germania.

L’aspirazione di incrementare la vostra presenza all’estero grazie all’acquisizione di Klaeger si sta verificando? Pare proprio di sì: il fatturato di ISTech è tradizionalmente stato generato prevalentemente dal mercato italiano, con un 20% di export, mentre alla fine del 2019 il fatturato all’estero ha superato il 30% del totale. Questo riequilibrio è dovuto alle prestazioni dei prodotti Klaeger sui mercati esteri, dove ci sono ancora notevoli margini. Klaeger si sta rivelando un ottimo acquisto e le prospettive di sviluppo lasciano ben sperare. www.istech-segatrici.com

Quali sono i mercati dove i prodotti Klaeger hanno più successo? Il marchio è conosciuto soprattutto in Germania, nei mercati germanofoni e in Paesi affezionati alla tecnologia tedesca come Ungheria e Slovenia, ma abbiamo acquisito clienti anche Turchia, Corea, Stati Uniti e Cina: l’accoglienza finora riservata ai prodotti è di ottimo auspicio. Fra i prodotti Klaeger ci sono due segatrici verticali studiate per il segmento dell’additive manufacturing: come sono state accolte dai diversi mercati? Le segatrici a nastro VBS 3D Cut di Klager sono state progettate per le operazioni di distacco dei manufatti metallici in 3D dalla piastra e per la loro rifinitura. Anche queste soluzioni sono ora realizzate in Italia; i risultati sui mercati dove questa tecnologia è più diffusa sono incoraggianti. Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità telefona al numero 051 606 10 70


LEADER NELLA FORNITURA DI APPARECCHIATURE CNC E ROBOTICA

I N N OVA Z I O N E , M OT I VA Z I O N E , S V I LU P P O CONTINUO

La CNC Macchine e Robotica è una della aziende leader nella fornitura di apparecchiature CNC con più di 20 anni d’esperienza nel settore delle macchine utensili e può vantare un network di distributori qualificati in tutta Italia. La CNC Macchine e Robotica è oggi costituita da un gruppo di persone e tecnici di grande esperienza che nel corso degli anni hanno saputo garantire una continuità gestionale tale da guidare l’impresa lungo un percorso di sviluppo e crescita costante. L’attività si fonda sui principi dell’innovazione, della motivazione, dello sviluppo continuo e del soddisfacimento delle specifiche richieste della clientela.

CNC Service S.r.l. info@cncservice.it - www.cncservice.it

CNC Macchine e Robotica S.r.l. Via Pedemontana, 4 36070 Castelgomberto (VI) Tel +39 0445 780909 Fax +39 0445 792042 info@cnc-mr.it www.cnc-mr.it


26

WINTRADE confermala fiducia a ISTech

W

intrade è un’azienda bolognese che opera nel segmento della fornitura di acciai speciali, barre cromate e tubi per l’industria oleodinamica e pneumatica. L’offerta Wintrade comprende prodotti brevettati come i tubi per oleodinamica NZT e le barre cromate HSW in acciaio ad alta lavorabilità, un’innovazione che fa la differenza per le lavorazioni gravose. Per Wintrade la qualità del taglio è importante: per questo aspetto il partner di riferimento dell’azienda è ISTech. Ne abbiamo parlato con Gabriele Guizzardi, uno dei soci fondatori dell’azienda. Come avete conosciuto ISTech? Il nostro primo impianto è stato progettato e realizzato da ISTech, e si è trattato di uno dei primi impianti nel settore veramente “4.0”: l’integrazione con i gestionali aziendali è perfetta, il controllo da remoto e la qualità del taglio sono eccellenti. La segatrice Power 350 XL al cuore dell’impianto taglia con precisone anche barre in materiali difficili. I tagli sono eseguiti in base alle impostazioni predefinite e i pezzi tagliati vengono scaricati ordinatamente, il tutto senza che sia necessaria la presenza di un operatore; il lavoro può essere quindi programmato anche oltre l’orario di apertura. Come è proseguita la collaborazione con ISTech dopo questa prima installazione?

Nel migliore dei modi: quando si è trattato di dotarci di una postazione di taglio per la produzione di piccole serie, non abbiamo avuto dubbi e ci siamo nuovamente affidati a ISTech, scegliendo la segatrice automatica Power 360 NC. Anche questa volta ci siamo trovati molto bene: la segatrice è compatta e potente, facile da usare e ci permette di gestire le piccole serie con efficienza. A questo punto avevate due soluzioni di taglio evolute e complementari; cosa vi ha portato all’acquisto della nuova Power 290 GO! ? Questa nuova segatrice automatica compatta ci ha permesso di attribuire l‘importanza che meritano alle campionature.

Gabriele Guizzardi, uno dei soci fondatori di Wintrade

La nuova Power 290 GO! è decisamente versatile e si adatta a una vasta gamma di materiali. La lavorazione è rapida e la qualità del taglio è ottima. La produttività è elevata in rapporto alle dimensioni; è semplice da usare grazie al pannello touch-screen, le esigenze di manutenzione sono minime e il cambio lama è facile e veloce. Con la Power 290 GO! abbiamo aumentato la nostra capacità di far fronte rapidamente a ogni richiesta dei clienti: la scelta di ISTech come partner per le attività di taglio si è confermata valida. www.istech-segatrici.com

Notizie Flash

Convegno STRADA DEL FERRO. Palazzo Loup Hotel, 21 luglio 2020.

L ’Associazione “Ilva-Isola d’Elba Via Etrusca del Ferro”, in collaborazione con

Rete ESA (Excellentia Superior Animus), ABC (Appennino Bene Culturale), Appennino Slow e Palazzo Loup spa e il patrocinio di CNA, ha presentato ad un pubblico attento gli studi recenti e le importanti novità sul piano scientifico relative alla grande arteria stradale transappenninica, costruita per il transito su carri del prezioso metallo proveniente dall’Elba e di altre merci (da e per gli

empori marittimi di Pisa e di Spina) che gli Etruschi realizzarono tra il VI e il IV sec. a.C. al fine di collegare l’insediamento di Gonfienti (Prato) in Val di Marina con Kainua (Marzabotto) nella valle del Reno, oltrepassando le valli del fiume Bisenzio  e quella del torrente Setta. Gli studi hanno evidenziato i tratti essenziali e l’importanza di questa grande via di comunicazione che ha rappresentato anche la riunificazione delle due dodecapoli etrusche,

tirreniche ed adriatiche, saldando i territori di qua e di là dall’Appennino. Le relazioni sono state tenute dai proff. Carlo Alberto Garzonio, Giuseppe Alberto Centauro e Mario Preti dell’Università degli Studi di Firenze Nell’occasione di questo incontro è stato suggellato un patto di condivisione tra le associazioni presenti per tutte le future ricerche che riguarderanno le valli appenniniche e i territori attraversati della Strada del Ferro. 

Per la tua pubblicità su MeccatronicA good news telefona al numero 051 606 10 70


28

Toyota Motor Italia realizza il nuovo impianto di climatizzazione, grazie al supporto di Mitsubishi Electric e Sodexo

I

l tema della sostenibilità ambientale è oggi uno degli obiettivi primari delle aziende più evolute. Quando le strade di queste aziende si incontrano nascono grandi progetti congiunti, che fanno bene all’economia, alla società e all’ambiente. È il caso virtuoso di Toyota Motor Italia che, insieme a Mitsubishi Electric e a Sodexo Italia, ha avviato un importante processo di efficientamento energetico presso la propria sede, a Roma, in linea con il piano strategico globale denominato Toyota Environmental Challenge 2050. “Si tratta di un piano olistico di Toyota a livello globale – dichiara Giuseppe de Nichilo, HR, Corporate Planning & Facilities General Manager, di Toyota Motor Italia – che ha l’ambizione di azzerare gli impatti ambientali nella gestione del nostro business entro il 2050. Dalla produzione all’utilizzo, fino alla dismissione delle automobili, l’obiettivo è la totale sostenibilità del ciclo di vita delle stesse. In quest’ottica, negli ultimi anni abbiamo lavorato intensamente per minimizzare l’impatto ambientale della nostra sede attraverso un piano di investimenti rilevante e mirato all’efficientamento energetico degli edifici (18.000 mq), che ha consentito a Toyota Motor Italia di consolidare nel 2019 una riduzione dei consumi di energia del 16%, grazie per esempio alla introduzione della tecnologia a LED per il 100% dei corpi illuminanti della nostra sede e al rinnovamento degli impianti di condizionamento dell’aria.”

Questo piano di efficientamento rappresenta solo una delle tante attività che il Gruppo Toyota in Italia porta avanti da anni per rendere la propria sede sempre più sostenibile, come per esempio l’utilizzo di energia al 100% da fonti rinnovabili e altri progetti che sono in corso di realizzazione, come l’installazione di pannelli fotovoltaici su tutta la copertura del magazzino ricambi e accessori (1137 pannelli per una potenza di picco pari a 443 kW). A testimonianza del proprio impegno costante sui temi della sostenibilità ambientale Toyota Motor Italia lo scorso anno ha ottenuto il rinnovo della certificazione sul Sistema di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2015, che possiede dal 2003 e che è stata estesa alla Rete delle Concessionarie Toyota e Lexus nel 2008. Relativamente all’efficientamento energetico, Toyota Motor Italia ha affidato a Sodexo, leader mondiale dei servizi per la qualità della vita, la gestione dei servizi di Facility Management e il revamping del nuovo impianto di climatizzazione da circa 1.000kW potenza frigorifera, a servizio dell’edificio Office e Multipurpose. Con il duplice obiettivo di aumentare l’efficienza e ridurre l’impatto ambientale, Sodexo ha selezionato e acquistato le nuove macchine e ne ha realizzato la messa in opera. Andrea Biagiotti, Direttore della Regione Centro Sud del Segmento Corporate, Sodexo Italia ha dichiarato: “questo proget-

to conferma il nostro impegno nella sostenibilità ambientale ed è in linea con il nostro Better Tomorrow 2025 in cui individuiamo, sosteniamo e diffondiamo azioni e miglioramenti volti alla riduzione dell’impatto ambientale.” Grazie a un’attenta analisi energetica si è optato per la sostituzione del vecchio impianto basato su gruppi frigoriferi e caldaia a metano, con due nuove unità polivalenti condensate ad aria, fornite da Mitsubishi Electric. Le unità polivalenti, a marchio Climaveneta, sono in grado di produrre simultaneamente caldo e freddo durante tutto l’anno, garantendo la massima efficienza energetica e minimizzando le emissioni locali di CO2. Nel primo anno di esercizio il nuovo impianto di climatizzazione ha consentito un risparmio di energia primaria del 10%-15% e di gas metano del 57%, riducendo significativamente le emissioni inquinanti in loco (pari a 60 ton CO2 equivalenti). Fabrizio Maja, Division Manager di Mitsubishi Electric Divisione Climatizzazione, si è espresso così sul progetto: “l’installazione realizzata con Toyota Motor Italia è in linea con la Visione 2050 sull’Ambiente e sulla Sostenibilità di Mitsubishi Electric. Per la nostra azienda garantire il massimo comfort in ogni ambiente riducendo allo stesso tempo i consumi energetici, i costi di gestione e le emissioni di anidride carbonica è il focus della strategia di business”.


®

SUL ME RCAT DA OLTR O E

SPA

4 0 ANN I

CREMAGLIERE

Oltre 40 anni di esperienza

Know-how e tecnologie d’avanguardia

Standard qualitativi al top nel settore

Produzione dal pezzo singolo alla grande serie con cura artigianale

GFM MECCANICA spa - Via dell’Industria, 36/A - 42025 - Corte Tegge - Cavriago (RE) - Italy Tel. +39 0522 941497 - Fax +39 0522 941598 - info@gfmmeccanica.it

www.gfmmeccanica.it


L’evoluzione della maschiatura elettronica

MECCANICA ARNES s.r.l

Via Prati Vecchi 21 / H - 42025 CAVRIAGO (RE) ITALIA - Tel: +39 0522370945 - Fax: +39 0522374886 info@meccanicarnes.com www.meccanicarnes.com


3a Fiera Internazionale della Viteria, Bulloneria e Sistemi di Fissaggio 11-12 novembre 2020 | Fiera Milano City

L’unica vetrina in Italia dedicata a fornitori di viteria, bulloneria e sistemi di fissaggio

Un’opportunità unica e un business forum in una delle principali economie industriali d’Europa. Prodotti e servizi rappresentati: > Viteria, bulloneria e fissaggi industriali > Fissaggi per costruzioni > Sistemi di assemblaggio e installazione > Tecnologia per produzione di viteria e bulloneria > Stoccaggio, distribuzione, attrezzature di fabbrica > Informazione, comunicazione e servizi

www.fastenerfairitalia.com


Stai pensando a come raggiungere i Tuoi Clienti ? LA SOLUZIONE ESISTE GIÀ!!! È l’unione tra

Innovazione e Tradizione ONLINE

OFFLINE A.A.A.

®

Giornale della

www.expomec.it

La prima Fiera della Meccanica Online Puoi aprire uno stand con foto e video della tua attività Oltre 1.000 visitatori professionali al giorno

Le riviste più lette nel settore distribuite gratuitamente agli uffici Acquisti, uffici Tecnici e nelle principali Fiere della Meccanica

Non aspettare agisci subito! prima della tua concorrenza!

BONUS Approfitta PUBBLICITÀ 2020 di Questa Opportunità

con credito d’imposta al 50% sugli investimenti

Il Decreto Rilancio fissa al 50% la somma spettante sul totale dell’importo investito e non solo sulla quota incrementale.

Chiamami al 335 7187596 o scrivimi edibitmf@gmail.com

Massimo Fortuzzi


Profile for Arianna Ceccaroni

Meccatronica 135  

Meccatronica è la rivista cartacea che segue le fiere del settore meccanico più importanti d'Europa trattando di meccatronica, meccanica e m...

Meccatronica 135  

Meccatronica è la rivista cartacea che segue le fiere del settore meccanico più importanti d'Europa trattando di meccatronica, meccanica e m...

Profile for edibitsrl
Advertisement