Page 1



      1-3 Febbraio 2018 - PORDENONE

Pad. 10 Stand 55 15 - 17 Febbraio 2018 - Lariofiere ERBA

CC 610

115

www.meccatronica.biz

info@meccatronica.biz LE NEWS DI QUESTO NUMERO MACCHINE UTENSILI PAGINA 4, 5 e 6

PROFILO D’AZIENDA PAGINA 5

SOFTWARE HARDWARE

PRESENTI A

PAGINA 8 e 10

PAD. 5, Hall 5 - STAND 11

FIERE, OPEN HOUSE, INAGURAZIONI, EVENTI PAGINA 9, 18 e 19

PARTI, COMPONENTI, ATTREZZATURE, STAMPI PAGINA 12

METROLOGIA E CONTROLLO QUALITÀ PAGINA 13

LOGISTICA, TRASPORTI MAGAZZINO, MANUTENZIONE PAGINA 13, 14 e 15

UTENSILI PAGINA 16

FORMAZIONE PAGINA 16

PREMIAZIONI PAGINA 17

SCUOLE, CORSI, CONVEGNI EDITORIA SPECIALIZZATA PAGINA 20

ECOINDUSTRIA PAGINA 22

www.expomec.it Supplemento a: “A.A.A- Il Giornale della Meccanica & Subfornitura” n° 530 Gennaio 2018




0

&

ecoindustria

IMPIANTI DI LAVAGGIO IMPIANTI DI SBAVATURA IMPIANTI DI TRATTAMENTO SUPERFICIALE SABBIATRICI

sales@ceever.com

CEEVER SRL VIA C.BATTISTI 2 - SETTALA - MI TEL 02.95.77.00.24 #84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

www.ceever.com $' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %




&

ecoindustria

PRESENTI A

Pad 9 - Stand 11A PRESENTI A

Pad. C Stand 536-537-538-539

# 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (

'




!

&

ecoindustria MACCHINE UTENSILI - MARCATORI

MACCHINE UTENSILI

PROFLEX PRF Transfer a tamburo

MIKRO marcatrice laser da banco BERMA è presente sul mercato della marcatura industriale da oltre 40 anni. La gamma di prodotti dell’azienda bolognese spazia dalle marcatrici a micropercussione fino ai più complessi sistemi laser in fibra. Il know-how acquisito nel tempo, il management giovane e dinamico ed il team altamente qualificato portano BERMA ad essere in continuo rinnovamento. Recentemente BERMA ha presentato la nuova versione della sua marcatrice laser da banco MIKRO, indicata per lavorazioni di particolari piccole dimensioni in piccoli lotti. Con la stessa si possono facilmente realizzare testi alfanumerici lineari e circolari, loghi, barcode e codici 2D (Data Matrix) su differenti materiali. Il design rinnovato e le dimensioni contenute (500x745x687 mm) rendono la MIKRO una marcatrice

compatta e versatile, la nuova porta scorrevole garantisce un pratico ed agevole accesso all’area di lavoro. Sono presenti di serie in questa marcatrice laser la movimentazione automatica dell’asse Z in funzione dell’altezza del pezzo, l’illuminazione interna del piano di lavoro e la predisposizione per l’aspirazione dei fumi. A differenza della precedente versione, nella nuova marcatrice laser MIKRO è possibile installare anche il dispositivo opzionale asse rotante AR1 per la marcatura di pezzi cilindrici.

VIENI A PROVARLA PRESSO IL NOSTRO STAND a SAMUMETAL (Padiglione 10, Stand 41) Pordenone 1 - 3 febbraio e a MECSPE (Padiglione 4.1, Stand A17) Parma 23 - 24 marzo.

PRESENTI A

Pad 10 - Stand 41

PROFLEX, transfer a tamburo con alimentazione da barra a fantina mobile, unisce i vantaggi e le peculiarità dei transfer a quelle dei centri di tornitura. Con una flessibilità dosata alle specifiche esigenze, viene proposto in molteplici configurazioni, comunque sempre riconvertibili e personalizzabili. Il PROFLEX è un transfer a tamburo modulare e configurabile direttamente dal cliente in funzione del ciclo di lavoro del pezzo da eseguire. Di facile e comoda manutenibilità è realizzato nella unica versione ergonomica a 5 stazioni, che consente all'operatore la massima accessibilità e di avere a portata di braccia tutti i dispositivi e le unità. Conserva inoltre la prerogativa classica dei transfer a tamburo di una migliore pulizia interna, dovuta alla rapida evacuazione del truciolo, quale garanzia di precisione e ripetibilità nei pezzi in lavoro. Il PROFLEX trova la massima espressione nella lavorazione di pezzi ricavati da barra, ma la sua modularità lo rende adatto alla lavorazione di pezzi sfusi, pre-troncati o di pressofusione di piccola e media dimensione. All'elevata flessibilità, tutte le unità sono a CNC, abbina l'alta capacità produttiva e la precisione di esecuzione propria dei transfer, il tutto a costi competitivi rispetto ai centri di lavoro e tornitura. Possibili configurazioni A - PROFLEX a fantina mobile con alimentazione da barra rotante Adatto alla TORNITURA di pezzi di piccole e medie dimensioni (barre fino a Ø 36 mm) ha 27 assi controllati CNC e può essere attrezzato: • nel caso di lavorazione di un pezzo a ciclo con un numero massimo di 26 elettromandrini ad utensile rotante e da un carro con 4 utensili non rotanti • nel caso di lavorazione di due pezzi a ciclo da 24 elettromandrini ad utensile rotante e da un carro con un totale di 6 utensili non rotanti B - PROFLEX con alimentazione da barra non rotante o da matassa Alimentazione della barra direttamente in morsa e taglio dello spezzone con controllo CNC della lunghezza. La macchina ha 23 assi controllati CNC e può essere attrezzata sia nel caso di lavorazione di un pezzo a ciclo che di due con un numero massimo di 28 elettromandrini e di un mandrino con disco di troncatura. Possibilità di marcatura dei pezzi direttamente in macchina (unità mod. UM). C - PROFLEX per pezzi sfusi (pressofusione o pre-lavorati) Il carico del pezzo in morsa e lo scarico avviene in staz 5 con robot antropomorfo a 6 assi di piccole dimensioni ed integrato nella struttura della macchina. La macchina ha 25 assi controllati CNC e può essere attrezzata sia nel caso di lavorazione di un pezzo a ciclo che di due, con un numero massimo di 32 elettromandrini. Modulo di lavoro Il modulo di lavoro consiste in tre assi comandati da motore brushless e vite a ricircolo di sfere. Gli assi x, y, z hanno corsa rispettivamente di 220/100/100. L'asse z di lavoro può ospitare gli elettromandrini sia in posizione orizzontale sia verticale.

# 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (


ď€?ď€‘ď€Žď€ ď€„ď€„ď€ˆď€ ď€…ď€ƒď€„ď€‹ď€?ď€?ď€‘ď€Žď€€ď€€ď€„ď€Œď€‚ď€ƒď€„ď€‚ď€„ď€‹ď€€ď€€ď€„ď€ˆď€?ď€ƒď€ˆď€€ď€€ď€?ď€’ď€“ď€”ď€•ď€’ď€€ď€ˆ

$

&

ecoindustria La scelta univoca di equipaggiare la macchina unicamente con elettromandrini ad alta velocità , ha permesso di unificare la tipologia del modulo di lavoro, rendendo assai piÚ flessibile l'architettura stessa del transfer. La velocità di avanzamento rapido degli assi arriva a 30m/min e l'accelerazione a 5 m/s². Modularità nei componenti Modularità nell'investimento Consente al cliente di partire con una configurazione di macchina minima e di aggiungere nel tempo i moduli necessari alle future lavorazioni.

per altre informazioni vedi a pag. 23

Un'innovativa rettificatrice per utensili e affilatura a 5 assi impiega il sistema CNC FLEXIUM+ DI NUM per massimizzare la produttivitĂ

PROFILO D’AZIENDA

Documentazione tecnica, Medhiartis punta sul digitale e sull'innovazione tecnologica Un assaggio di Medhiartis, agenzia diventata, negli ultimi anni, il fornitore d'eccellenza della documentazione tecnica in grado di svolgere tutte le fasi del processo produttivo: redazione, cura della grafica e successive traduzioni multilingua. Le diverse competenze coinvolte formano un vero e proprio “concentratoâ€? di professionalitĂ , garantendo qualitĂ  elevata e tempi di consegna del lavoro molto ridotti. La realizzazione e la redazione dei manuali di uso e manutenzione avvengono in un'ottica di sostegno all'inno-

vazione tecnologica rivolta al vasto panorama dell'industria 4.0. La cura scrupolosa del linguaggio utilizzato nel redigere i testi permette un'efficacia comunicativa decisiva sulla qualitĂ , soprattutto se si tratta di tecnologie da esportare. L'adeguata terminologia tecnica, e l'elaborazione di contenuti strutturali, agevolano anche l'assistenza postvendita soddisfacendo sia l'acquirente che il produttore. Oltre a svolgere servizi relativi alla documentazione tecnica, la societĂ  offre anche soluzioni software che otti-

mizzano notevolmente il lavoro supportando la gestione, la compilazione e la condivisione di tutta la documentazione tecnica, con una modalitĂ dedicata al cliente specifico. I due applicativi web innovativi (TdEditor e MemoryCase) sostengono la gestione e la compilazione di tutta la documentazione tecnica, senza tralasciare in alcun modo la condivisione di un glossario terminologico dedicato al cliente, con l'aiuto di memorie implementate e separate per settori. “Il prossimo step – commentano i soci fondatori Gianluca Ranieri e Nicola

Ognibene – è il potenziamento della documentazione digitale, attraverso l'evoluzione delle tecnologie di trattamento dei documenti in ambito tecnologico. Queste conoscenze, unite alla disamina delle principali questioni giuridiche legate a questa realtà , conferiscono alla nostra agenzia un'abilità specifica nella gestione di documentazione in formato digitale�.

Ufficio stampa Medhiartis per altre informazioni vedi a pag. 23

Il sistema CNC estremamente preciso è in grado di garantire un processo di rettifica efficiente anche su piccole macchine utensili Collaborando con NUM Star Cutter, a partire dalla serie di rettificatrici PTG ed ETG, con un parco installato di oltre 200 unità , ha portato progressivamente quasi tutte le sue macchine CNC verso l'hardware CNC e il software NUMROTOplus di NUM. L'evoluta macchina rettificatrice lineare per utensili e taglio a 5 assi NTG-6RL di Star Cutter è in grado di gestire le scanalature, la rettifica terziaria, a spoglia e il cambio automatico della mola. La macchina è basata interamente sulla potente piattaforma CNC Flexium+ di NUM. I moduli NUMDrive X che fanno parte di questa soluzione CNC di fascia alta forniscono la flessibilità dell'azionamento necessaria per alloggiare una varietà di motori di coppia con azionamento diretto e lineari, oltre che motori di mandrini per rettifica ad alta frequenza. Di conseguenza, le macchine sono capaci di precisioni di finitura di superficie e di rettifica molto elevate, combinate con velocità di rettifica senza precedenti, e la promessa di essere le piÚ produttive che Star Cutter abbia mai realizzato. Un attributo fondamentale della piattaforma Flexium+ è la possibilità di eseguire programmi di rettifica da 40 MB direttamente dalla memoria NCK. E per cicli di rettifica molto complessi, il sistema CNC può eseguire i cicli direttamente dal disco rigido del sistema, tramite un protocollo di trasferimento dati ad alta velocità. Questa maggiore capacità e velocità aiuta i clienti di Star Cutter a espandere le loro attività di rettifica CAD/CAM. Le aree applicative includono la lavorazione di materiali avanzati e componenti aerospaziali, oltre ai dispositivi e agli strumenti medicali. La nuova macchina rettificatrice di Star Cutter ha anche un nuovo supporto meccanico pop-up servoassistito. Questo sfrutta la funzione "assi removibili" dei sistemi Flexium+ attrezzati con i moduli NUMDrive X. Consente agli utenti finali di posizionare il supporto nella macchina per la produzione di parti piÚ lunghe e di rimuovere velocemente il gruppo meccanico/motore quando non necessario. segue a pag 6 < #84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;



&

ecoindustria ÂŻ segue da pag 5

Ponendo l'attenzione su un'interfaccia utente intuitiva, la postazione operatore è stata completamente riprogettata in modo da ridurre i pulsanti a pressione, semplificando cosÏ la configurazione della macchina e le operazioni quotidiane. Il caricatore di pezzi robotizzato a 6 assi opzionale essenzialmente si programma in modo autonomo dai file del tool software di NUMroto, richiedendo impostazioni minime da parte dell'utente. Si possono impostare notifiche di segnalazione del completamento della lavorazione o di problemi riscontrati durante la produzione senza presidio, da inviare al personale di officina. La nuova macchina è anche progettata per facilitare l'integrazione con altre forme di automazione industriale e

robot di movimentazione. La piattaforma Flexium+ di NUM offre un'ampia varietĂ di protocolli di comunicazione del sistema, tra cui EtherCAT, CAN ed EtherNet IP.

I dati di lavorazione o post-lavorazione misurati possono essere inviati al software NUMroto del sistema CNC per fornire correzioni al volo, facilitando il controllo adattativo in tempo reale dell'intero processo di rettifica. I dati dell'officina possono anche essere condivisi facilmente con il resto della fabbrica e in cloud con l'interfaccia integrata MTConnect di NUM.

DOLLMAR GROUP a Samumetal 2018

per altre informazioni vedi a pag. 23

Per lâ&#x20AC;&#x2122;edizione 2018 della fiera dedicata allâ&#x20AC;&#x2122;eccellenza italiana nella lavorazione dei metalli e nelle tecnologie di finitura, Dollmar è pronta per presentare tutta la gamma di prodotti e sistemi di lavaggio dedicati agli operatori della general industry. Dollmar, attraverso la propria divisione meccanica produce impianti per il lavaggio e la finitura di manufatti metallici funzionanti con soluzioni acquose. L'impianto che verrĂ presentato in fiera è fornito di una tecnologia di lavaggio ad immersione con ultrasuoni, con un cesto porta pezzi e 5 fasi di lavaggio contemplate nel ciclo automatico di trattamento. Lâ&#x20AC;&#x2122;impianto pluristadio cosĂŹ progettato ha una produttivitĂ  di un cesto ogni 6 minuti circa. Gli impianti Dollmar Meccanica sono tutti studiati, progettati e realizzati sulla base delle specifiche necessitĂ  del singolo Cliente e in linea con i processi di trasformazione tecnologica e digitale. Per conoscere lâ&#x20AC;&#x2122;unico interlocutore sul mercato in grado di offrire prodotti, impianti e tutti i servizi correlati vieni a trovarci al padiglione 8 stand 06. www.dollmarmeccanica.com per altre informazioni vedi a pag. 23

ÂŽ

www.expomec.it /GH8FH1BGD=EHFEBGH =EAAGH9ECGA9E>>GDF>GH@DHAFDE

EDITORIA & MARKETING

ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x201E; cell. +39 335 718 7596 edibitmf@gmail.com

Per la tua pubblicità chiama il n°

051.6061070 # 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (




&

ecoindustria

PRESENTI A

Pad 2 - Stand 41 PRESENTI A

Pad A - Stand 140

#84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %








&

ecoindustria SOFTWARE - HARDWARE

CNC Z32 Unico – Geniale - Italiano Il Controllo italiano, progettato per lo stampista Il valore di un controllo numerico per la fresatura di stampi si basa su molti fattori, tra i tanti certamente hanno molta importanza la capacità di realizzare un corretto movimento degli assi, con alte velocità e bassi errori di profilo, l’affidabilità, per minimizzare i fermi macchina e la flessibilità, per garantire agli stampisti velocità di riposta alle richieste dei propri clienti. D.Electron, azienda italiana di Firenze, risponde a queste necessità progettando interamente il proprio controllo numerico Z32, in tutti i sui componenti: dall’unità centrale, al sistema di azionamenti digitali a 400Vac, alle interfacce utente. Il dominio tecnologico di tutte le parti che costituiscono il CNC Z32, è un fattore fondamentale che permette ai prodotti D.Electron di collocarsi nel panorama dei controlli numerici di alta fascia, creando una cultura aziendale che permette di rispondere nel migliore dei modi alla richieste degli stampisti. La qualità tecnica del controllo numerico Z32 e la sua affidabilità sono un aspetto fondamentale per il suo successo; l’esperienza accumulata e il continuo sviluppo di nuove prestazioni ci permette di offrire un prodotto dotato di tecnologie all’avanguardia. Il nostro valore aggiunto è però la vicinanza agli utenti finali e alle officine italiane e che ci permette di offrire un prodotto pensato e sviluppato per i nostri stampisti italiani. In quest’ottica abbiamo sviluppato con successo, la funzione “Stampi”, che rende il controllo Z32 compatibile con il sistema Selca, permettendo l’esecuzione, la simulazione e la programmazione di part-program scritti nel linguaggio del controllo Selca, direttamente sul controllo Z32 senza alcuna operazione di conversione. Ciò significa che chi lavora sul controllo Z32 equipaggiato con questa opzione, è come se lavorasse direttamente sul controllo Selca, cioè con lo stesso linguaggio di part-program, uguali comandi, e medesima semplicità di utilizzo.

E’ proprio l’attenzione ai nostri clienti che ci ha permesso di sviluppare prestazioni, che oggi verrebbero chiamate “Industria 4.0”, più di 15 anni fa, come ad esempio la teleassistenza, presente come standard su tutti i controlli numerici D.Electron, la capacità di operare tramite rete, l’invio di notifiche attraverso email da parte del controllo numerico, la simulazione del CNC da poter effettuare in ufficio, con il calcolo esatto del tempo che la macchina impiegherà ad eseguire una lavorazione. Di questo dobbiamo ringraziare tutti i nostri utilizzatori, che ci hanno fornito indicazioni utili per implementare prestazioni e funzionalità che guardavano avanti negli anni. E’ la nostra storia ed il nostro futuro: far crescere il nostro prodotto insieme ai nostri stampisti, per poter fornire alle aziende italiane un controllo numerico progettato e realizzato per le esigenze dello stampista italiano.

per altre informazioni vedi a pag. 23

Qwyddy Technologies, soluzioni IoT e di Industria 4.0

Qwyddy Technologies è una società Estone con sede in Italia, che si occupa di supportare le aziende manifatturiere per rendere i loro prodotti e le loro infrastrutture connesse ed intelligenti. Grazie all'esperienza dei suoi tecnici, e al continuo impegno in ricerca e sviluppo, è oggi una delle poche realtà capaci di sviluppare soluzioni IoT affidabili e integrate. Il suo modello di Business, infatti, è quello di “importare” tecnologie che in altri Paesi hanno già dato un riscontro sia dal punto di vista dell'affidabilità che della risposta da parte del mercato, garantendo al cliente la possibilità di innovare con rischi molto contenuti. La sua differenziazione nei confronti dei maggiori competitor italiani sta nel fatto di utilizzare tecnologie professionali (escludendo pertanto tutte le piattaforme “educational”, come ad esempio Raspberry e Arduino) e focalizzandosi su hardware industriale, con alta affidabilità e a costi molto inferiori. Un'altra caratteristica peculiare dell'azienda è quella di fornire al cliente un servizio completo, che parte dalla consulenza – per identificare le necessità aziendali dal punto di vista del prodotto o dell'ottimizzazione della produzione - e arriva all'Analisi dei Dati raccolti, utilizzando se necessario le moderne tecniche di Intelligenza Artificiale.

Alcune delle applicazioni più importanti, infatti, riguardano la possibilità di analizzare i dati forniti dai vari dispositivi connessi. Dati che possono servire a identificare anomalie di funzionamento di macchinari, a monitorare l'utilizzo dei prodotti per il loro miglioramento e a molti altri scopi. Una delle caratteristiche importanti dei progetti che le vengono affidati, infatti, è quello che ogni progetto è diverso dall'altro: sia dal punto di vista del prodotto, che da quello della necessità o del problema specifico. Che a volte può anche essere risolto addirittura in maniera più semplice e con costi accessibili, grazie anche agevolazioni per la ricerca, anche alle piccole imprese.

per altre informazioni vedi a pag. 23

La nuova Digital Enterprise Industry Solution di Siemens per il settore machinery semplifica la costruzione di macchinari industriali complessi Siemens ha annunciato la nuova soluzione per il settore machinery, Advanced Machine Engineering, rivolta ai costruttori che devono fronteggiare le sfide della crescente complessità dei prodotti abbinata alla richiesta di tempi di consegna rapidi. # 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

La soluzione Advanced Machine Engineering fornisce una piattaforma che collega tutti i dati di ingegneria meccanica, elettrica e software, offrendo a tecnici e progettisti l’accesso a un

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (

segue a pag 10 <


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x152;



&

ecoindustria FIERE, OPEN HOUSE, INAUGURAZIONI, EVENTI

MECSPE rilancia la sfida sul binomio Industria 4.0 e formazione: non solo tecnologie, ma investimenti nelle persone per le competenze digitali Dai Laboratori di Fabbrica Digitale allâ&#x20AC;&#x2122;appuntamento a Fiere di Parma, dal 22 al 24 marzo 2018, prosegue lâ&#x20AC;&#x2122;impegno di MECSPE nellâ&#x20AC;&#x2122; accompagnare e supportare le imprese nella trasformazione 4.0 Milano, novembre 2017 â&#x20AC;&#x201C; La Legge di bilancio 2018 si appresta a varare il secondo capitolo del Piano Industria 4.0. Oltre alla riconferma dei bonus per i super-ammortamenti dei macchinari, seppur piĂš bassi (dal 140% al 130%), ma soprattutto dell'iper-ammortamento, mantenuto al 250%, gli stimoli fiscali agli investimenti prevedranno il potenziamento degli Istituti tecnici superiori e un supersconto per i costi sostenuti dalle imprese per la formazione 4.0: si tratta di un credito di imposta triennale (2018-2020), che vale il 50% per le spese fino a 1 milione di euro e riguarda solo il costo aziendale del personale per il periodo in cui viene occupato in attivitĂ di formazione. Un segnale, dunque, che la fiducia nella quarta rivoluzione industriale sta proseguendo nella direzione finora intrapresa e che, oltre allâ&#x20AC;&#x2122;introduzione delle tecnologie abilitanti, si sta puntando sugli elementi che possono metterla in moto e garantirne nel modo piĂš duraturo la crescita: le competenze del capitale umano. Prerogative che iniziano ad essere centrali anche per gli imprenditori, stando ai dati dellâ&#x20AC;&#x2122;Osservatorio MECSPE, da cui emerge che il 62,8% ha adottato attivitĂ  di formazione del personale per le competenze digitali o prevede di farlo prossimamente, e che da sempre ruotano al centro della manifestazione di riferimento del manifatturiero 4.0 promossa da Senaf (MECSPE, Fiere di Parma, dal 22 al 24 marzo 2018), impegnata nellâ&#x20AC;&#x2122;obiettivo di accompagnare e supportare le imprese nella trasformazione 4.0, mostrando sinergie e contaminazioni tra componenti fisiche e digitali. Un percorso possibile anche grazie alla presenza e al sostegno delle associazioni, che non sono solo semplice espressione delle realtĂ  che rappresentano, ma forze attive e diretti protagonisti del processo di cambiamento in corso. Come CNA, parte attiva del network nazionale Industria 4.0, che con i Punti dâ&#x20AC;&#x2122;impresa digitale e i Digital Innovation Hub offre sia formazione avanzata su tecnologie e soluzioni specifiche per i settori di competenza sia il coordinamento delle strutture di trasformazione digitale e dei centri di trasferimento tecnologico. â&#x20AC;&#x153;Industria 4.0, senza fare demagogia o lanciare slogan predittivi, credo rappresenti oggi per poche imprese, ma nel prossimo futuro spero per moltissime di esse, una profonda e necessaria trasformazione â&#x20AC;&#x201C; dichiara Ivano Parmigiani, Presidente GMP, Gruppo Gomma Materie Plastiche Unindustria Reggio Emilia â&#x20AC;&#x201C; Ma le imprese dei nostri territori, soprattutto le PMI, sono in grado di cogliere la portata ed il valore di questa metamorfosi? Sapranno fare lobby, ovvero concentrare gli sforzi comuni per investire in percorsi formativi specialistici, cultura dâ&#x20AC;&#x2DC;impresa, organizzazione del lavoro e, ovviamente, in risorse umane 4.0 oriented? In secondo luogo, la scuola, saprĂ  aprirsi al mondo dellâ&#x20AC;&#x2122;impresa per favorirne le sinergie? SarĂ  in grado di aggiornare i propri docenti, ammodernare e adeguare i laboratori, aprire un dialogo, in termini di confronto con i ragazzi e con le famiglie su questi temi per rafforzare le opportunitĂ  di carriera di giovani 4.0? Occorre, credo, una diversa prospettiva, una visione comune di tutti gli attori chiamati alla salvaguardia e al rafforzamento del tessuto industriale e del livello occupazionale dei nostri territori.â&#x20AC;? A MECSPE non mancheranno momenti di approfondimento e confronto con le imprese della meccanica sui temi piĂš caldi, come quelli organizzati da Confartigianato presente per il terzo anno consecutivo in fiera con il Villaggio

Confartigianato, unâ&#x20AC;&#x2122;area istituzionale con decine di piccole realtĂ produttive dâ&#x20AC;&#x2122;eccellenza, che espongono le novitĂ  e le piĂš recenti proposte del settore. Oltre alle numerose opportunitĂ  offerte dalla manifestazione di Parma il prossimo marzo, che anche questâ&#x20AC;&#x2122;anno ospiterĂ  i â&#x20AC;&#x153;LABORATORI MECSPE FAB-

BRICA DIGITALE, La via italiana per lâ&#x20AC;&#x2122;industria 4.0â&#x20AC;?, con un talk incentrato sui temi della formazione e delle nuove figure professionali allâ&#x20AC;&#x2122;interno della fabbrica 4.0, gli appuntamenti itineranti di Senaf prevedranno una serie di focus, divisi per settori industriali di riferimento, allâ&#x20AC;&#x2122;interno dei quali far dialogare i princi-

IVANO PARMIGIANI

ROBERTO ZANI

pali attori dei comparti che fanno del nostro Paese unâ&#x20AC;&#x2122;eccellenza a livello globale, coinvolgendo imprenditori di primo piano, associazioni di categoria e Istituzioni. Dopo le tappe di Vicenza, Bari, Parma, e dei recenti appuntamenti di Modena e Brescia, dedicati rispettivamente a â&#x20AC;&#x153;Plastica e automotiveâ&#x20AC;? e ad

#84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

PAOLO ROLANDI

â&#x20AC;&#x153;Alluminio, leghe leggere e Meccanica generaleâ&#x20AC;?, sarĂ la volta di Napoli, il 5 febbraio, con un dibattito su â&#x20AC;&#x153;Materiali, Compositi e Aerospazioâ&#x20AC;?.

per altre informazioni vedi a pag. 23

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x192;

;

&

ecoindustria ÂŻ segue da pag 8

prototipo completamente digitale, o gemello digitale, che può essere collaudato virtualmente lungo tutto il processo di sviluppo. Una piattaforma cosĂŹ concepita favorisce la collaborazione e contribuisce a ridurre i tempi di sviluppo, i rischi e i costi di fornitura, aumentando il grado di soddisfazione del cliente in fase di implementazione e installazione. La soluzione adotta una strategia di sviluppo modulare, che individua parti e processi comuni allâ&#x20AC;&#x2122;interno di una famiglia di prodotti, definendo al tempo stesso moduli funzionali che possono essere modificati facilmente per soddisfare i requisiti specifici di ogni cliente e le richieste di modifiche. Lâ&#x20AC;&#x2122;utilizzo di tecniche multidisciplinari avanzate consente di passare da un processo di sviluppo seria-

le a un processo piĂš parallelo, per gestire efficacemente i requisiti dei macchinari con lâ&#x20AC;&#x2122;obiettivo di soddisfare o superare le aspettative del cliente. La nuova soluzione Advanced Machine Engineering di Siemens consente di sviluppare i prodotti con processi paralleli e gestire la supply chain in modo da migliorare la qualitĂ dellâ&#x20AC;&#x2122;assemblaggio fin dal primo montaggio. Questo approccio si traduce in una riduzione dei tempi di sviluppo e degli inventari di componenti, oltre che nella capacitĂ  di integrare una gamma piĂš ampia di funzionalitĂ  delle macchine. La soluzione Advanced Machine Engineering sfrutta la progettazione meccatronica, mettendo a disposizione un'infrastruttura comune nella quale le attivitĂ  di progettazione meccanica, elettrica e software procedono in parallelo.

elettrici possono usare i dati del modello per scegliere i sensori e gli attuatori piĂš adatti a ogni macchina; e i tecnici dellâ&#x20AC;&#x2122;automazione possono sfruttare i dati delle camme e delle sequenze operative ricavati dal modello per sviluppare il software. La soluzione consente di ridurre il numero di prototipi fisici necessari lungo il ciclo di sviluppo, accorciando i tempi di sviluppo del prodotto e il time-to-market.

per altre informazioni vedi a pag. 23

Definendo un linguaggio comune a tutte le discipline, denominato â&#x20AC;&#x153;digital threadâ&#x20AC;?, è possibile realizzare una collaborazione parallela fin dalle primissime fasi di sviluppo di un prodotto, favorendo anche il riu-

tilizzo di progetti esistenti. Ad esempio, i progettisti meccanici possono utilizzare i modelli concettuali per la progettazione dettagliata; i progettisti

Lâ&#x20AC;&#x2122;innovativo display PanelPilot Lascar a bassissimo consumo comprende un software di personalizzazione di facile utilizzo per numerose applicazioni industriali

ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;

ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC; ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC; ď&#x20AC;? ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x2026; ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2026; ď&#x20AC;&#x2026; ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2122; ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x2014;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2013;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC; ď&#x20AC;&#x;ď&#x20AC;Ľ ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2013; ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;˘ď&#x20AC;Łď&#x20AC;Śď&#x20AC;Śď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x203A;ď&#x20AC;Ťď&#x20AC;Ąď&#x20AC;Šď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;Žď&#x20AC;˘ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x2039; ď&#x20AC;&#x17E;ď&#x20AC;Łď&#x20AC;Śď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;Śď&#x20AC;Ľď&#x20AC;¨ď&#x20AC;Łď&#x20AC;Łď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;Ťď&#x20AC;&#x2021; ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2DC; ď&#x20AC;Żď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2030; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2020; ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2013;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2030; ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x152; ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2013;ď&#x20AC;&#x2013;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x160;

ď&#x20AC;ąď&#x20AC;&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2DC;ď&#x20AC;Ľď&#x20AC;Śď&#x20AC;Ľ ď&#x20AC;Śď&#x20AC;Łď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2DC; ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x;ď&#x20AC;Ľ ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x161;ď&#x20AC;Łď&#x20AC;Şď&#x20AC;Śď&#x20AC;Łď&#x20AC;Ťď&#x20AC;Šď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x20AC; ď&#x20AC;&#x17E;ď&#x20AC;Łď&#x20AC;Śď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2DC; ď&#x20AC;Żď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2019; ď&#x20AC;ąď&#x20AC;&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2DC;ď&#x20AC;Ľď&#x20AC;Śď&#x20AC;Ľ ď&#x20AC;Śď&#x20AC;Łď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020; ď&#x20AC;&#x;ď&#x20AC;Ľ ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2014;ď&#x20AC;§ď&#x20AC;Ľď&#x20AC;Śď&#x20AC;Ľ ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2014;ď&#x20AC;Źď&#x20AC;­ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2030; ď&#x20AC;&#x17E;ď&#x20AC;Łď&#x20AC;Śď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2DC; ď&#x20AC;Żď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2019; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2020; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;?ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2020; ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2019;

novitĂ ESCLUSIVISTA PER Lâ&#x20AC;&#x2122;ITALIA

Torce TIG-MIG e ricambi Deposito FORLĂ&#x152; - Via Keplero, 2 - 47100 Tel. 0543/723679 - Fax 0543/ 774743 . ? / , ?* 2 5 4 5 H  H & 7 2 +  *? H  H  7 3 , 5 *? H  . ?* ) H 4 ) 3 H # ? 2 ? 3  5 ?

e-mail: info@fiorentiniwelding.it â&#x20AC;˘ www.fiorentiniwelding.it &BE<EDCFHFDH78@9E>H&G=6H'

#84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

RS Components inserisce a catalogo il primo strumento di misura da pannello industriale dotato di display E-ink

Cinisello Balsamo (MI), 21 dicembre 2017 - RS Components (RS), distributore globale di prodotti di elettronica e manutenzione, ha annunciato la disponibilitĂ del primo misuratore da pannello industriale dotato di display E-ink. Il PanelPilot SGD 21-B di Lascar Electronics, azienda leader nella produzione di display per applicazioni industriali, è un voltmetro a canale singolo dal prezzo competitivo, dotato di un display E-ink monocromatico dal design essenziale. I display E-ink sono generalmente utilizzati nei dispositivi elettronici di consumo, in particolare nei lettori e-book, ma si stanno diffondendo anche nelle applicazioni industriali. Questi display offrono due vantaggi importanti rispetto alle tecnologie alternative: oltre a essere leggibili anche in condizioni di forte luce solare, garantiscono livelli di consumo molto bassi. Il PanelPilot SGD 21-B è dotato di un display a matrice di punti da 2,1â&#x20AC;? con risoluzione di 250 x 122 pixel. Il prodotto utilizza lâ&#x20AC;&#x2122;innovativa piattaforma proprietaria basata su Windows PanelPilot B che, con un semplice clic, consente di configurare e personalizzare diversi display compatibili a marchio Lascar. Grazie ai template di configurazione giĂ  caricati e ulteriormente personalizzabili, lâ&#x20AC;&#x2122;utente può diventare operativo in modo rapido, senza bisogno di scrivere alcun codice. La piattaforma software del nuovo PanelPilot SGD 21-B consente allâ&#x20AC;&#x2122;utente di scegliere tra numerose app per voltmetri analogici e digitali e di personalizzare etichette, ridimensionamento e allarmi in base alle proprie esigenze. Ă&#x2C6; inoltre possibile impostare due livelli di allarme, con unâ&#x20AC;&#x2122;uscita dedicata e un pin di I/O digitale configurabile, e aggiungere uno splashscreen da visualizzare allâ&#x20AC;&#x2122;accensione. Una volta completata, lâ&#x20AC;&#x2122;app può essere caricata sul display SGD 21-B mediante un cavo USB. Due importanti caratteristiche di questo prodotto, lâ&#x20AC;&#x2122;alimentazione da 4 a 9 V c.c. e i bassissimi livelli di consumo, ne consentono lâ&#x20AC;&#x2122;utilizzo nelle applicazioni mobili a batteria. Tra le altre peculiaritĂ  figurano le dimensioni di 73,8 x 37,5 x 10,8 mm e la gamma di temperature di esercizio comprese tra 0 e +40 °C. per altre informazioni vedi a pag. 23

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;

&

ecoindustria

?CCBE::GC-BEH<8E>FGAFH8EBH9G>>FDEH-CED<FAF

+744?354? ?237.Hs.r.l Via Prati Vecchi 21 / H - 42025 CAVRIAGO (RE) ITALIA Tel: +39 0522370945 - Fax: +39 0522374886

# 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

info@meccanicarnes.com

www.meccanicarnes.com

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (

;;




;0

&

ecoindustria PARTI, COMPONENTI, ATTREZZATURE

MOLLE EXTRA RIGIDE PER STAMPI AC<B77C?ADCD=@>;CD D,4.$*3D<AD;@<<A A"?>C2>B1B9AD5A>D8?C;5BD(D!(D8@=@ :@;5@=A=?BD;A::C=B:BD8A=7CD9A/@>;C2 7B@=AD5A>;C=A=?A3D:@=:A5B?AD5A>D8@52 5@>?C>AD 6>?BD AD 8:@88A)D @=@D :@8?B?6B?A 9CD 6=D /B<@D ?>C5A7@B9C<AD :0AD 5A>;A??A 6=CD 9A/<A88B@=AD ;C88B;CD 1C>C=?A=9@ C<D :@=?A;5@D 6=CD 5>@?A7B@=AD :@=?>@ @1=BD>B8:0B@D9BD9C==@D:C68C?@D9CD6=A:2 :A88B&CD8@<<A:B?C7B@=A)D CD 1C;;CD 9A<<AD ;@<<AD A"?>C2>B1B9AD ( !(D:@;5>A=9AD5B D:C5C:B?D9BD:C>B2 :@D :@<@>AD &A>9AD 5A>D :C>B:@D <A11A>@3 :@<@>AD -<6D 5A>D :C>B:@D ;A9B@3D :@<@>A >@88@D 5A>D :C>B:@D /@>?AD AD :@<@>AD 1BC<<@ 5A>D:C>B:@DA"?>CD/@>?A)

?B<B77C?AD C=:0AD =A<<AD 9B&A>8AD /C8BD 9B 56=7@=C?6>CD9A<<CD<C;BA>C3D<CD;C=?A=2 1@=@D 9B8?A8CD 96>C=?AD <AD <C&@>C7B@=B 5A>DA&B?C>AD5BA10ADAD>@??6>A)D A1=C<BC;@DB=@<?>AD:0AD<AD?C>B//AD5>@5@2 8?AD 0C==@D 86-B?@D =@?A&@<BD 9B;6=67B@=B >B85A??@DCBD5>A77BDCD<B8?B=@)D GDCG11F 2 (C>B:0BDB;5@>?C=?B 2 B;B=67B@=AD9ABD>B8:0BD9BD>@??6>C 2 >A8?C7B@=BDA<A&C?A3DC//B9C-B<BDA 6=B/@>;B 2 >C=9AD/C:B<B?D=A<D>C11B6=1B;A?@ 9A<<CD<6=10A77CDCD-<@::@ 2 =1@;->@D;B=B;@ 2 ;5BCD1C;;CD9BD9B;A=8B@=B

2 B D:C>B:0BD9B85@=B-B<BD5A>D6=@D8?A82 8@D9BC;A?>@ 2 A8B8?A=7CDCD6=CD?A;5A>C?6>CD9B .*4 4GBGCCEBF<CF>EHEH=F9ED<F@DF 2 8?>A;B?DC&&B:B=C?AD=@=D;@<C?A 2 A>D 8A9AD 9BD 9BC;A?>@D 9CD ,4;;D C '*;;D@D5A>DC88BD9CD+;;DCD*#;; 2 6=10A77CD<B-A>CD9CD.+;;DCD*4+;; 2 A/<A88B@=AD B=D 8B?6C7B@=AD 9BD 6?B<B77@ @??B;C<AD .+D9A<<CD<6=10A77CD<B-A>C 9CD*)#;;DCD')*;; 2 A/<A88B@=AD;C88B;CD9CD').DCD,..;; 2 (C>B:@DB=D8B?6C7B@=AD9BD6?B<B77@D@??B;C2 <AD .+D 9A<<CD <6=10A77CD <B-A>CD 9C '43#DCD'+$,)* 2 (C>B:@D 9BD 9A/<A88B@=AD ;C88B;CD 9C %%)#DCD,,*$$

per altre informazioni vedi a pag. 23

ALBERI PER LA TRASMISSIONE

(?D!A:CD0CDC;5<BC?@D<CD5>@5>BCD1C;;C 9BDC<-A>BD5A>D<CD?>C8;B88B@=A 2 <C;B=C?B3D:C<B->C?BDAD>A??B/B:C?B3D9BC;A2 ?>@D9CD+DCD+4;;3D?@<<A>C=7CD03D<6=2 10A77CD ,444;;3D B=D C::BCB@D ,44('3 6=D C::BCB@D 9CD 6?A=8B<BD 5A>D <CD <C&@>C2 7B@=AD CD />A99@3D >A8B8?A=?BD CD 686>CD A /C?B:C)D ?B<B77C?BD 5A>D <CD >AC<B77C7B@=A 9BD :@5B1<BA3D 56=7@=B3D :@<@==AD 9B 16B9C3D <B;A3D 56=?AD 9BD ?>C5C=@D AD C<A2 8C?@>B

2 9BD5>A:B8B@=A3D>A??B/B:C?B3D9BC;A?>@D9C +D CD +43D ?@<<A>C=7CD 03D D <6=10A77C ,444;;3DB=DC::CB@D$.($D5>A?>C?2 ?C?@3D6?B<B77C?BD5A>D>AC<B77C>AD5A77BD9B ?>C8;B88B@=A3DC<-A>B3D5B1=@=B3D:@>@=A 2 >A??B/B:C?B3D 9BC;A?>@D 9CD .D CD *4;;3 ?@<<A>C=7CD0%3D<6=10A77CD,444;;3DB= C::BCB@DB=@"D*4$DC68?A=B:@3D5>A8A=2 ?C=@D6=CD1>C=9AD>A8B8?A=7CDC<<CD:@>2 >@8B@=AD 3D 6=CD -6@=CD C??B?69B=AD C<<C <6:B9C?6>CDAD8@=@D6?B<B77C?BD5C>?B:@<C>2 ;A=?AD =A<D 8A??@>AD :0B;B:@D AD /C>;C2 :A6?B:@

2 9BD 5>A:B8B@=A3D 9BC;A?>@D 9CD .)%%.D C .%)%%.3D ?@<<A>C=7CD 0'3D B=D B=@"D *4*3 <6=10A77AD9B85@=B-B<BD*443D$443D'443 %44DAD,444;;

2 <C;B=C?B3D:C<B->C?BDAD>A??B/B:C?B3D9BC;A2 ?>@D9CD.DCD+4;;3D?@<<A>C=7CD.+;; 42434,+;;D

.+;;D 42 434.+;;3D .D <6=10A77AD 9B85@=B-B<B ***;;D AD ,444;;3D B=D C::BCB@ ,)..,4

::C=?@DC<<CD1C;;CD5A>D<CD?>C8;B88B@2 =AD (?D !A:CD 5>@5@=AD 6=CD 1C;;CD 9B C<-A>BD?>C??C?BDAD>A??B/B:C?BD9A9B:C?BDA8:<62 8B&C;A=?ADC<<CD16B9CD<B=AC>A 2 =DC::BCB@D?A;5>C?@DAD>A??B/B:C?@D9BC2 ;A?>@D 9CD +D CD #4;;3D ?@<<A>C=7CD 0'3 <6=10A77CD ,444D C<?>AD <6=10A77A 9B85@=B-B<B

2 =D B=@"D %4D (>!@ ,#D ?A;5>C?@D C9 C<?CD />A6A=7C3D 9BC;A?>@D 9CD 'D C +4;;3D ?@<<A>C=7CD 0'D <6=10A77C ,444;;D C<?>AD<6=10A77AD9B85@=B-B<B

per altre informazioni vedi a pag. 23

# 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2020;

;'

&

ecoindustria METROLOGIA CONTROLLO QUALITĂ&#x20AC;

LOGISTICA, TRASPORTI, MAGAZZINO, MANUTENZIONE

MODUSâ&#x201E;˘, il nuovo software per SXH e SXD: macchine di misura, sfrutta al mas- aiutanti perfetti nella logistica di magazzino OM STILL ha lanciato sul mercato due simo la potenza dei 5 assi na, pezzo e fissaggi, in modo da consentire una completa simulazione dei programmi e rilevare eventuali collisioni anche per i movimenti a 5 assi. Questa funzione, riducendo fortemente o eliminando del tutto la necessitĂ di provare i programmi in macchina, riduce, di conseguenza, i tempi morti del processo. per altre informazioni vedi a pag. 23

nuove macchine da magazzino, il transpallet elettrico uomo a bordo SXH20 e lo sdoppiatore uomo a bordo SXD che, dotato di due forche di sollevamento, può trasportare due pallet simultaneamente. Caratteristiche vincenti degli SXH e SXD sono la compattezza e le alte prestazioni, qualità fondamentali nella logistica moderna. Entrambi i modelli montano potenti ed efficienti motori da 3kW che garantiscono alte performance, massima silenziosità e bassi consumi energetici.

segue a pag 14 <

Un nuovo e potente software metrologico affianca lâ&#x20AC;&#x2122;innovativa testa a 5 assi REVOâ&#x201E;˘ e il controllo universale UCC2: un pacchetto di retrofit per macchine di misura completo di tutto, ora direttamente da Renishaw. Renishaw è orgogliosa di presentare MODUSâ&#x201E;˘, il nuovo software per macchine di misura: il tassello che completa il quadro e le permette di fornire e supportare direttamente un pacchetto di retrofit completo. MODUS gestisce l'intera gamma di sensori Renishaw, incluso REVOâ&#x201E;˘, e crea una potente piattaforma di misura a 5 assi. Le sue funzioni principali includono: programmazione CAD fuori linea con simulazione e rilevamento delle collisioni anche per i movimenti a 5 assi, supporto nativo per DMIS, algoritmi matematici certificati, rapporti dettagliati in forma testuale e grafica, presentazione dei risultati in formato flessibile e gestione del controllo universale per macchine di misura Renishaw UCC2 con interfaccia I++ DME. L'applicazione MODUS si basa sul noto software Metris Camio. Grazie a un recente accordo con Metris BV, Renishaw ha acquisito la licenza per l'utilizzo del codice sorgente di Camio insieme a un team di programmatori specializzati per supportare gli sviluppi futuri di MODUS. â&#x20AC;&#x153;La possibilitĂ di disporre di un nostro software arricchisce in modo significativo le nostre offerte per retrofit su macchine di misura, e ci consentirĂ  di completare la nostra attuale strategia basata su interfacce I++DME con una soluzione interamente fornita e supportata in maniera diretta da Renishaw" ha dichiarato Ben Taylor, Assistant Chief Executive di Renishaw plc, e ha aggiunto: "Grazie al nuovo team di ingegneri e ai recenti investimenti nello sviluppo di software in Regno Unito e in India, possiamo ora fornire ai nostri clienti un pacchetto di metrologia completo e all'avanguardia e disponiamo dei mezzi necessari per continuare ad arricchirlo e svilupparlo ulteriormente. La nostra strategia prevede una costante espansione di MODUSâ&#x201E;˘ per mantenerlo sempre al passo con le soluzioni che introdurremo, tra cui i nuovi sensori per la piattaforma REVOâ&#x201E;˘. In questo modo gli utenti di MODUS potranno sempre essere tra i primi a beneficiare delle nuove tecnologie di misura." Programmazione intuitiva e simulazione completa MODUS include un'interfaccia utente configurabile che consente lo sviluppo fuori linea di programmi nativi DMIS. I programmi possono essere creati direttamente da CAD, con la verifica visiva del percorso della sonda. Ă&#x2C6; possibile definire macchi#84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2021;

;!

&

ecoindustria

ÂŻ segue da pag 13

Lâ&#x20AC;&#x2122;SXH può raggiunge una velocitĂ di 12 km/h, ha una portata di 2.000kg ed è ideale per lavorare in spazi stretti: la larghezza di soli 770mm garantisce la massima manovrabilitĂ  nelle corsie di pallet, mentre il telaio smussato una perfetta ergonomia. Lâ&#x20AC;&#x2122;SXD può raggiungere i 10 km/h, può trasportare fino a 800 kg sulle forche e 1,200 kg sulle razze inferiori, ed ha una portata garantita di 2,000 kg in utilizzo transpallet senza il sollevamento forche. Gli SXH e SXD possono montare batterie fino a 500Ah, in modo da sostenere anche i turni di lavoro piĂš lunghi. I clienti che lavorano su piĂš turni in modo intensivo possono inoltre configurare le macchine con un comodo e sicuro sistema di sostitu-

zione laterale della batteria, grazie al quale il cambio batteria è molto piÚ rapido e sicuro. Di serie su entrambi i modelli il Blue-Q, un sistema brevettato da OM STILL che garantisce risparmi del 10-20% nei consumi di energia attraverso una gestione intelligente delle curve caratteristiche, con conseguente ottimizzazione della trazione. Questo risparmio si traduce inoltre in minori emissioni di CO2 relative alla produzione di corrente elettrica, dal momento che, se viene consumata meno energia, ne viene prodotta meno. Il cruscotto di guida è essenziale ma allo stesso tempo ergonomico e di facile utilizzo: display LED ampio e chiaro, guida a joystick o a manopola, possibilità di configurare la guida a

destra o a sinistra in relazione alle necessitĂ degli operatori, ampia gamma di optional a listino. Sia lâ&#x20AC;&#x2122;SHX che lâ&#x20AC;&#x2122;SXD hanno come standard la funzione di rallentamento in curva in base allâ&#x20AC;&#x2122;angolo di sterzata, ed inoltre il modello SXD con montante di sollevamento può essere configurato con il rallentamento automatico in base allâ&#x20AC;&#x2122;altezza di sollevamento. I due nuovi modelli, progettati e costruiti con le piĂš moderne tecnologie, completano la giĂ  ampia gamma di macchine da magazzino di OM STILL, un ulteriore tassello nella strategia dellâ&#x20AC;&#x2122;azienda per confermare la propria leadership sul mercato italiano. per altre informazioni vedi a pag. 23

Le nuove cortine e griglie ottiche di sicurezza Le nuove cortine e griglie ottiche di sicurezza della serie SLC/SLG 240 COM di Schmersal offrono numerose funzioni pratiche che le rendono idonee ad una vasta gamma di campi applicativi. Per le applicazioni con bassa distanza di sicurezza dalla zona di pericolo, la serie è stata arricchita con una risoluzione da 14 mm. Il sistema di oscuramento integrato per oggetti fissi e mobili all'interno del campo di protezione consente lo svolgimento sicuro e senza inconvenienti dei processi produttivi. Aree parziali del campo di protezione vengono infatti oscurate senza innesca-

re un segnale di arresto, in modo da non interrompere l'alimentazione di oggetti mobili, quali ad esempio i pezzi in lavorazione, o da poter posizionare un nastro trasportatore nel campo di protezione. Inoltre le coppie di sensori possono essere commutate in serie, cosĂŹ che le macchine possono essere messe in sicurezza da piĂš lati con un dispositivo di disinserimento. Per la prima volta in questa serie di prodotti è stata realizzato un dispositivo ottico di regolazione di semplice utilizzo che visualizza durante il funzionamento la qualitĂ del segnale. Una soluzione che permette di risparmiare tempo, visto che l'utente adesso non deve entrare piĂš in modalitĂ  impostazione per ottimizzare la registrazione dei sensori. Quando ad esempio lo sporco si frappone ai sensori della griglia ottica, indebolendo il segnale, viene emessa una segnalazione ottica di avvertenza in modo da poter adottare per tempo delle misure correttive. Ă&#x2C6; cosĂŹ possibile correggere tempestivamente malfunzionamenti ed evitare fermi-impianto non pianificati. Come per tutte le serie di BWS* di Schmersal di forma compatta (28 x 32 mm), anche gli articoli della serie SLC/SLG 240 CM hanno come caratteristica standard la possibilitĂ  di parametrizzare tutte le funzioni senza l'utilizzo di alcun ausilio. Di serie è pure la visualizzazione dei messaggi di stato di funzioni e modalitĂ  di esercizio direttamente sul ricevitore. Infine adesso i messaggi di stato vengono visualizzati in sette colori. Unitamente ad un gateway SD è possibile inoltrare le informazioni diagnostiche e di stato ad un sistema di comando sovraordinato e addirittura al cloud se si utilizza la nuovissima Smart Safety Solution di Schmersal. per altre informazioni vedi a pag. 23

EDITORIA & MARKETING

ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x201E; cell. +39 335 718 7596 edibitmf@gmail.com #84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %




;$

&

ecoindustria

Un documento volto a garantire la migliore protezione dei lavoratori e degli impianti produttivi L’apparato legislativo vigente non presenta una norma che disciplini i parametri costruttivi, di scelta e di applicazione dei dispositivi di sicurezza paracolpi per l’industria. Una grave lacuna del sistema italiano che si attesta anche all’estero: non esiste, infatti, in tutto il mondo, una regolamentazione dedicata a questi elementi, che sempre più frequentemente vengono impiegati per proteggere i percorsi pedonali, le infrastrutture e gli impianti dagli incidenti che i conduttori di veicoli di movimentazione delle merci sono potenzialmente in grado di generare. Marco Chiarini, General Manager di STOMMPY Srl commenta: “L’assenza di direttive in questo ambito espone il progettista o il responsabile dello stabilimento ad una chiara difficoltà nel valutare le numerose offerte presenti sul mercato. Il giudizio tende così a basarsi frequentemente sul prezzo d’acquisto piuttosto che sull’effettiva funzionalità. Ne consegue che gli utilizzatori finali possano incorrere in inefficienze anche gravi e, soprattutto, essere privi di tutele giuridiche in caso di imprevisti. È in questo contesto che si inserisce la Linea Guida realizzata dal dipartimento di R&D di STOMMPY Srl, che nasce con l’obiettivo di fornire le nozioni tecniche e le procedure necessarie per la scelta dei dispositivi paracolpi di sicurezza passiva che sono più appropriati alle specifiche situazioni.” La Linea Guida è il frutto della conoscenza maturata dall’Azienda in oltre 17 anni di continua ricerca e sviluppo per il concept design, la produzione e l’applicazione dei prodotti in numerosi settori merceologici. Agli studi teorici si integrano, inoltre, le prove pratiche sotto forma di crash test realizzati presso il centro prove AISICO e finalizzati alla comprensione delle dinamiche dell’impatto e della gestione dell’energia cinetica. Il risultato è uno strumento oggettivo, utile, pratico ed efficace, dedicato a tutti i responsabili aziendali della salute e sicurezza del personale, della manutenzione e ai progettisti, al fine di incrementare e/o mantenere il livello di sicurezza negli stabilimenti. In tal senso, questo documento accompagna l’utilizzatore passo dopo passo nell’applicazione della procedura più corretta per l’analisi dei rischi intrinsechi nell’area interessata. Basandosi su criteri scientifici, obiettivi ed universali, applicabili in qualsiasi contesto, l’utente calcola come gli incidenti possano essere eliminati, o almeno, ragionevolmente contenuti, grazie all’introduzione del dispositivo di sicurezza paracolpi corretto. Ulteriore benefico offerto dalla Linea Guida, è la categorizzazione univoca dei dispositivi, suddivisi per classe di resistenza, classe di ingombro di lavoro e classe di indice traumatologico per l’operatore. La scelta del dispositivo di sicurezza paracolpi ottimale assicura una significativa ricaduta positiva sull’intera economia aziendale, grazie all’innalzamento del livello di sicurezza nell’ambiente di lavoro e alla conseguente riduzione del coefficiente di rischio infortuni, alla diminuzione del contributo economico

dovuto dalle aziende all’INAIL su base annuale, all’abbattimento delle spese di manutenzione per i danni da collisione dei mezzi in movimento contro impianti, macchinari ed infrastrutture e all’incremento dell’efficienza lavorativa. per altre informazioni vedi a pag. 23

# 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

®

www.expomec.it www.expomec.it www.expomec.it www.expomec.it www.expomec.it

STOMMPY SRL PRESENTA LA PRIMA LINEA GUIDA SUI DISPOSITIVI DI SICUREZZA PARACOLPI

/GH8FH1BGD=EHFEBGH=EAAGH 9ECGA9E>>GDF>GH@DHAFDE

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2030;

;

&

ecoindustria FORMAZIONE

Autodesk punta sulla formazione per prosperare nellâ&#x20AC;&#x2122;era dellâ&#x20AC;&#x2122;automazione Autodesk lavora in partnership con Village Capital per creare iniziative di sviluppo dei lavoratori attraverso lâ&#x20AC;&#x2122;Autodesk Foundation e collabora con LinkedIn Learning per attivare oltre 40 corsi specifici per le professioni tecniche Milano, 23 novembre 2017 â&#x20AC;&#x201D; Autodesk, Inc. (Nasdaq: ADSK) ha dato vita a una nuova collaborazione con Village Capital per finanziare la creazione di unâ&#x20AC;&#x2122;iniziativa per lo sviluppo della forza lavoro incentrata sull'imprenditorialitĂ , la formazione professionale e l'aggiornamento delle competenze in un mondo che punta sullâ&#x20AC;&#x2122;automazione. L'azienda sta inoltre collaborando con LinkedIn Learning per offrire accesso gratuito a oltre 40 corsi tenuti in diverse lingue, riguardanti i settori dell'architettura, delle infrastrutture, dell'edilizia e manifatturiero. La tecnologia può offrire un supporto concreto nellâ&#x20AC;&#x2122;affrontare alcune delle piĂš urgenti problematiche che affliggono il mondo come la crescita demografica globale del

30% prevista entro il 2050 - ma solo se le persone sono preparate a lavorare con le macchine in modi nuovi. Queste iniziative sono il risultato dellâ&#x20AC;&#x2122;impegno costante di Autodesk nel preparare i lavoratori affinchĂŠ possano prosperare in un futuro che richiederĂ alle persone di fare e costruire di piĂš, di fare meglio e con un impatto meno negativo sul mondo. Lâ&#x20AC;&#x2122;ecosistema di Autodesk per la formazione Autodesk offre numerose risorse per supportare studenti e professionisti nellâ&#x20AC;&#x2122;apprendimento continuo per evolvere la loro carriera in settori industriali caratterizzati dall'automazione. L'azienda è impegnata nel preparare e formare le persone,

dotandole degli strumenti di progettazione, dei contenuti, della formazione e dei programmi di studio che consentano loro di risolvere le sfide del mondo reale cosĂŹ come delle competenze per i lavori di domani. Tali risorse includono software gratuiti, eventi e programmi di studio online: ď&#x20AC;&#x20AC; Software gratuiti per studenti, docenti e imprenditori ď&#x20AC;&#x20AC; Le Autodesk University, una serie di conferenze e una destinazione online gratuita per la formazione il cui obiettivo è ispirare, stimolare e motivare gli utenti dei software Autodesk, i partner e i leader di mercato su tematiche relative al futuro della progettazione e dellâ&#x20AC;&#x2122;ingegnerizzazione

ď&#x20AC;&#x20AC; Ampia rete globale di Autodesk Authorized Training Centers, che aiuta il discente a prepararsi per la certificazione ď&#x20AC;&#x20AC; Design Academy, una raccolta online di contenuti didattici di lezioni, progetti, materiali di supporto al curriculum e profili degli studenti che aiuta gli educatori a far conoscere ai discenti il mondo della progettazione con progetti e materiali didattici aggiuntivi gratuiti e pratici che facilitano l' insegnamento della progettazione ď&#x20AC;&#x20AC; Design for Industry, che offre agli studenti lâ&#x20AC;&#x2122;opportunitĂ di mostrare le loro competenze progettuali, in sfide tematiche giudicate da professionisti nei settori legati a un determinato tema

ď&#x20AC;&#x20AC; Contenuti per educatori, progetti plug and play e partecipativi, per aiutare gli educatori a completare il loro curriculum con i migliori progetti ď&#x20AC;&#x20AC; Autodesk Student Expert Network, che connette gli studenti appassionati di progettazione e dei prodotti Autodesk, con persone che condividono la stessa passione ď&#x20AC;&#x20AC; Accesso gratuito ai software per i Fab Labs di tutto il mondo ď&#x20AC;&#x20AC; Autodesk Sustainability Workshop, una base di conoscenze online gratuita che insegna i principi e la pratica della progettazione sostenibile

per altre informazioni vedi a pag. 23

UTENSILI

Conviene far riparare gli utensili A.M.C. Meccanica ha sviluppato un procedimento speciale che consente, con forte risparmio rispetto allâ&#x20AC;&#x2122;utensile nuovo, di riparare e rigenerare gli utensili difettosi o danneggiati. Le prestazioni sono corrispondenti a quelle dellâ&#x20AC;&#x2122;utensile nuovo. Lâ&#x20AC;&#x2122;utensile si è danneggiato?: Niente paura, è disponibile il servizio di riparazione che provvede a ripristinare gli utensili con caratteristiche corrispondenti a quelle di un utensile nuovo. A.M.C. MECCANICA ripara utensili di qualsiasi costruttore (punte corte, bareni, testine, frese a riccio, frese a spianare e corpi fresa in genere, cartucce, portainserti ecc.) Gli utensili riparati con la procedura di rigenerazione sono garantiti per forma e

tolleranze ed evidenziano una resistenza allâ&#x20AC;&#x2122;usura ottimale rispetto al corpo base. Questo vale indipendentemente dal grado di usura, dal tipo e dallâ&#x20AC;&#x2122;entitĂ del danno (in ogni caso è necessario che sia ancora presente almeno il 10% della sede inserto) Lâ&#x20AC;&#x2122;utente ritrova in questo modo i suoi utensili allo stato originale e non è costretto a sopportare il costo del nuovo utensile. Al massimo, la spesa di riparazione si aggira intorno al 40-60% del prezzo dellâ&#x20AC;&#x2122;utensile nuovo. Oggi grazie a questa tecnologia tutti possono evitare di gettare tra i rottami gli utensili danneggiati. Con gli utensili complessi il risparmio è superiore: Solo il materiale corretto consente di ottenere la resa attesa.

A questo proposito è fondamentale conoscere il materiale di base utilizzato, dato che ogni produttore impiega materiali diversi. La scelta del materiale corretto e la sua applicazione, rispettando un adeguato spessore, consentono di raggiungere, in combinazione con il trattamento superficiale, una durezza tra i 43 ed i 52 HRC. In linea di principio è possibile riparare con risultati economicamente convenienti tutti gli utensili ad

# 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

inserto a partire dal semplice utensile da tornio fino alla fresa a spianare e alla fresa a riccio. Lâ&#x20AC;&#x2122;unica differenza è che con gli utensili complessi e costosi il risparmio risulta superiore. Gli utensili possono anche essere riparati piĂš volte: Unâ&#x20AC;&#x2122;importante societĂ produttrice di automobili tedesca ha verificato questa affermazione facendo numerose prove. Tanto per fare un esempio, utilizzando una punta ad inserto di diametro 26 mm riparata sono state ottenute oltre 72.000 forature su delle bielle prima che si rendesse necessaria la sostituzione dellâ&#x20AC;&#x2122;utensile.

per altre informazioni

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (

vedi a pag. 23


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x160;

&

ecoindustria PREMIAZIONI M.T. è stata premiata come unica azienda del settore manifatturiero metalmeccanico, con la seguente motivazione: â&#x20AC;&#x153;per essere unâ&#x20AC;&#x2122;Eccellenza italiana sin dal 1972, Leader nel settore della lavorazioni meccaniche. In particolare per la continua ricerca di tecnologie di produzione d'avanguardia, per essere in grado di puntare in maniera continua e strategica sullâ&#x20AC;&#x2122;innovazione e la puntualitĂ delle consegne attraverso un servizio just-in-timeâ&#x20AC;?. Il premio è stato ritirato da Gianluca Marchetti, amministratore unico di M.T., che ha

M.T. srl vincitrice del premio Excelsa Confindustria Romagna Award 2017 M.T. srl si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento Excelsa Confindustria Romagna Award 2017 per la categoria Innovazione. La premiazione è avvenuta lo scorso 14 novembre presso il Centro Congressi di Milano Marittima, alla presenza del Presidente di Confindustria Romagna Paolo Maggioli e con la partecipazione del Rettore dellâ&#x20AC;&#x2122;Alma Mater Studiorum UniversitĂ di Bologna Francesco Ubertini in qualitĂ  di Presidente di Giuria. Excelsa Confindustria Romagna Award è nata per dare visibilitĂ  alle eccellenze imprenditoriali del territorio nei principali settori del fare impresa, â&#x20AC;&#x153;per riconoscere i meriti di chi ogni giorno è impegnato in prima linea nel creare e promuovere il valore del far impresa, esempi che possono essere di stimolo per tuttiâ&#x20AC;? come affermato dal Presidente di Confindustria Romagna Paolo Maggioli. La giuria composta da rappresentanti di istituzioni, universitĂ , centri di ricerca ed esperti di settore ha assegnato i riconoscimenti per le 5 categorie: Ambiente e Sicurezza, Comunicazione/Marketing, Innovazione, Internazionalizzazione, Lavoro e Risorse Umane, a cui è stata aggiunta la categoria Sociale e Culturale per le iniziative aziendali prive di natura commerciale. â&#x20AC;&#x153;Essere tra le eccellenze imprenditoriali del nostro territorio è motivo di orgoglioâ&#x20AC;? ha commentato Gianluca Marchetti, Amministratore Unico di M.T. srl, â&#x20AC;&#x153;è un riconoscimento ad uno dei nostri valori trainanti, lâ&#x20AC;&#x2122;innovazione. I nostri prodotti sono la migliore testimonianza della continua ricerca di soluzioni innovative. Il Dispositivo per Taglio Laser su Tornio a Torretta, il Motorizzato Orientabile con Display Digitale, il Motorizzato Power Skiving, lâ&#x20AC;&#x2122;X11 Elettromandrino Motorizzato e il Motorizzato Brocciatore Multiplo a 91° sono solo alcuni esempi. Da non dimenticare il progetto Industria 4.0 iniziato nel 2014 che ha portato ad una completa integrazione dell'azienda e che ci vede pionieri in Italia anche in questo campoâ&#x20AC;?.

commentato: â&#x20AC;&#x153;M.T. da sempre cammina nella strada dellâ&#x20AC;&#x2122;innovazione, realizzando soluzioni allâ&#x20AC;&#x2122;avanguardia sia nelle lavorazioni meccaniche, sia nella produzione di portautensili per torni. Pionieri in Italia, abbiamo realizzato la totale integrazione dellâ&#x20AC;&#x2122;azienda nellâ&#x20AC;&#x2122;ottica dellâ&#x20AC;&#x2122;Industria 4.0 con un progetto che ha riguardato tutta la struttura, perchĂŠ la ricerca di innovazione deve coinvolgere tutti gli ambiti aziendali. I testimoni piĂš visibili della nostra innovazione sono comunque i nostri prodottiâ&#x20AC;?. per altre informazioni vedi a pag. 23

M.T. srl vince Le FontiÂŽ Awards 2017 come Eccellenza dellâ&#x20AC;&#x2122;Anno M.T. srl è stata dichiarata Eccellenza dellâ&#x20AC;&#x2122;Anno Innovazione & Leadership Lavorazioni Meccaniche lo scorso 24 novembre a Palazzo Mezzanotte (Milano), sede di Borsa Italiana, durante la cerimonia di premiazione di Le Fonti Awards 2017. Il premio internazionale Le FontiÂŽ, che gode del patrocinio di Commissione Europea, fa parte dei prestigiosi premi internazionali IAIR Awards ed è conferito ai rappresentanti della business community globale, ai leader dâ&#x20AC;&#x2122;impresa, agli studi legali ed agli esponenti dellâ&#x20AC;&#x2122;alta finanza che si sono distinti nellâ&#x20AC;&#x2122;esercizio delle proprie funzioni manageriali.

Presenti a

Pad. 7

#84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

- Stand 24

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %

;


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;

;

&

ecoindustria FIERE, OPEN HOUSE, INAUGURAZIONI, EVENTI

ASSEGNATI I PREMI UCIMU 2017 sono sei i premiati per la 41esima edizione dellâ&#x20AC;&#x2122;iniziativa promossa da ucimu-sistemi per produrre Sono 6 i neoingegneri premiati da FONDAZIONE UCIMU nellâ&#x20AC;&#x2122;ambito dellâ&#x20AC;&#x2122;iniziativa PREMI UCIMU per le migliori tesi di laurea dedicate allâ&#x20AC;&#x2122;industria italiana della macchina utensile. La cerimonia di consegna degli attestati e dei premi si è svolta martedĂŹ 12 dicembre alla presenza di una cinquantina di ospiti tra studenti, professori, imprenditori del settore e rappresentanti dei media.

La cerimonia è stata presieduta da Massimo Carboniero, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, e Alfredo Mariotti, direttore generale dellâ&#x20AC;&#x2122;associazione. Impegnativo il lavoro per la Commissione Giudicatrice dei PREMI UCIMU che, questâ&#x20AC;&#x2122;anno, si è trovata a valutare 17 tesi dedicate al settore. â&#x20AC;&#x153;Un bel numero di candidature che dimostra lâ&#x20AC;&#x2122;interesse e lâ&#x20AC;&#x2122;attenzione dei giovani verso un settore che offre interessanti opportunitĂ di occupazione e che è in continua evoluzione anche in relazione alle nuove direttici tracciate dal Piano Nazionale Industria 4.0â&#x20AC;? - ha dichiarato Massimo Carboniero. Giunta alla sua 41esima edizione, lâ&#x20AC;&#x2122;iniziativa PREMI UCIMU rappresenta uno dei progetti piĂš longevi promossi dallâ&#x20AC;&#x2122;associazione e, senza ogni dubbio, uno dei piĂš ricchi di contenuto e significato, poichĂŠ pensato per favorire lâ&#x20AC;&#x2122;incontro tra industria e mondo accademico. Conferiti alle migliori tesi di laurea, magistrale e triennale, dedicate alle tematiche connesse con lâ&#x20AC;&#x2122;evoluzione dei mezzi e delle tecniche di produzione meccanica, e piĂš in generale al settore dei sistemi per produrre, i PREMI UCIMU sono ormai unâ&#x20AC;&#x2122;istituzione a cui guardano con grande interesse: studenti, universitĂ  e imprese associate. Ecco i premiati: Giulia Repossini, Politecnico di Milano, facoltĂ  di Ingegneria industriale e dellâ&#x20AC;&#x2122;informazione, relatore professoressa Bianca Maria Colosimo, vince con la tesi â&#x20AC;&#x153;In situ sensing for zero defect additive manufacturing: a study on spatters in SLMâ&#x20AC;? (Categoria: Macchine Utensili e Sistemi Produttivi: Concezione, Ingegnerizzazione, Integrazione, Tecnologie e Applicazioni nella produzione industriale). Simona Cavalli, Politecnico di Milano, facoltĂ  di Ingegneria industriale e dellâ&#x20AC;&#x2122;informazione, relatore professoressa Bianca Maria Colosimo, premiata per lâ&#x20AC;&#x2122;elaborato â&#x20AC;&#x153;Impact of defects on additive manufacturing production: causes, models and applicationsâ&#x20AC;?. (Categoria: Economia, gestione, organizzazione e comunicazione nel settore della macchine utensile e sistemi di produzione meccanica) Daniela Andolfatto, Politecnico di Milano, facoltĂ  di Ingegneria industriale e dellâ&#x20AC;&#x2122;informazione, relatore professor Marcello Urgo, con la tesi â&#x20AC;&#x153;Modelling modular transportation devices for reasoning on reconfigurable manufacturing systems using answer set programmingâ&#x20AC;?. Correlatore professor Walter Terkaj, ITIA-CNR (Categoria: Robotica, automazione, tecnologia dellâ&#x20AC;&#x2122;informazione e delle comunicazioni: applicazioni nella produzione manifatturiera). Ad esse si aggiunge la tesi di laurea magistrale premiata per la categoria â&#x20AC;&#x153;impatto aziendaleâ&#x20AC;? svolta da: Federico Faccini, Politecnico di Milano, facoltĂ  di Ingegneria industriale e dellâ&#x20AC;&#x2122;informazione, relatore professor Paolo Albertelli, in collaborazione con lâ&#x20AC;&#x2122;azienda MANDELLI SISTEMI di Piacenza (impresa associata a UCIMU), e con il supporto di MUSP, ha realizzato la tesi â&#x20AC;&#x153;Previsione della morfologia superficiale in lavorazioni di fresaturaâ&#x20AC;?. Due le tesi di laurea triennale premiate per lâ&#x20AC;&#x2122;edizione 41 del Premio. Di seguito i vincitori:

#84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;



&

ecoindustria Dario Loda, UniversitĂ degli Studi di Brescia, facoltĂ  di Ingegneria meccanica e industriale, relatore professor Aldo Attanasio, vincitore con la tesi â&#x20AC;&#x153;Procedura sperimentale per la valutazione dell'eccentricitĂ  utensile in lavorazioni di microfresaturaâ&#x20AC;?. Matteo Saracchi, Politecnico di Milano, facoltĂ  di Ingegneria industriale, relatore professor Massimiliano Annoni, premiato per lâ&#x20AC;&#x2122;elaborato â&#x20AC;&#x153;Ottimizzazione del ciclo produttivo di una lunetta per rettificatrice cilindrica per esterniâ&#x20AC;?. Alla presenza dei giovani neolaureati, Massimo Carboniero ha dichiarato: â&#x20AC;&#x153;sono felice e onorato di poter presenziare questo momento che vede protagonisti 6 giovani ingegneri che, con il prezioso supporto dei loro professori, hanno realizzato ottimi lavori dedicati allâ&#x20AC;&#x2122;industria della macchina utensile, della automazione robotica e delle nuove tecnologie di produzioneâ&#x20AC;?. â&#x20AC;&#x153;Anche questâ&#x20AC;&#x2122;anno è stato molto difficile definire la rosa dei vincitori - ha proseguito Carboniero - data lâ&#x20AC;&#x2122;alta qualitĂ  delle tesi presentate. Tutto questo conferma lâ&#x20AC;&#x2122;ottimo indirizzo che alcune UniversitĂ  italiane, tra cui certamente Politecnico di Milano e UniversitĂ  degli Studi di Brescia, da cui provengono i nostri premiati, stanno dando al loro percorso di studi, facilitando cosĂŹ, in prospettiva, lâ&#x20AC;&#x2122;operato delle aziende del settoreâ&#x20AC;?. â&#x20AC;&#x153;Per la prossima edizione - ha aggiunto Massimo Carboniero - la cerimonia di premiazione si terrĂ  nellâ&#x20AC;&#x2122;ambito di 31.BI-MU, la piĂš importante manifestazione italiana dedicata allâ&#x20AC;&#x2122;industria costruttrice di macchine utensili a asportazione e deformazione, robot, automazione, digital manufacturing, tecnologie ausiliarie e tecnologie abilitanti che, dal 9 al 13 ottobre 2018, si presenterĂ  con un rinnovato repertorio tecnologico che abbraccia tutte le soluzioni riconducibili alla fabbrica del futuro.â&#x20AC;? Per lâ&#x20AC;&#x2122;edizione numero 42, restano invariate finalitĂ  e caratteristiche del concorso, che si rivolge agli studenti che avranno conseguito la laurea nel periodo compreso tra luglio 2017 e giugno 2018, presso le facoltĂ  di Ingegneria, Economia, Informatica, Disegno industriale e Scienze della Comunicazione, per corsi di laurea magistrale e triennale, di politecnici e universitĂ  italiane. Sono ammesse al concorso anche le tesi svolte presso universitĂ  straniere, purchĂŠ sviluppate in collaborazione con imprese associate a UCIMUSISTEMI PER PRODURRE.

da A&T e che si terrĂ in occasione della 12esima edizione della fiera in programma dal 18 al 20 aprile 2018 e al progetto Cento 4.0 che mira a individuare casi reali di Industria 4.0 che andranno a comporre una mappa del sistema manifatturiero avanzato lombardo. La partecipazione alle due iniziative offre diversi vantaggi in termini di visibilitĂ  nazionale e internazionale, promozione verso un target industriale di alto livello decisionale, diffusione

delle competenze in ottica di Industria 4.0. La collaborazione avviata porterĂ ulteriori novitĂ  nellâ&#x20AC;&#x2122;interesse delle aziende lombarde, a partire dallâ&#x20AC;&#x2122;eventuale partecipazione alla fiera A&T 2018 a condizioni di adesione particolarmente vantaggiose. Lâ&#x20AC;&#x2122;iniziativa si pone lâ&#x20AC;&#x2122;obiettivo di estendere la gamma dei servizi e delle opportunitĂ  accessibili alle imprese, con lâ&#x20AC;&#x2122;obiettivo di contribuire alla crescita e allo sviluppo di unâ&#x20AC;&#x2122;imprescindibile cultura dellâ&#x20AC;&#x2122;innovazione.

Per maggiori informazioni su A&T Automation & Testing 2018 visita il sito: www.aetevent.com

per altre informazioni

PRESENTI A

Pad. C Stand 430-431

per altre informazioni vedi a pag. 23

A&T E AFIL UNITI PER VALORIZZARE LE AZIENDE LOMBARDE Un accordo che offre visibilitĂ internazionale e sviluppo di competenze in ottica Industria 4.0 Torino 16/12/2017 â&#x20AC;&#x201C; La fiera di Torino dedicata allâ&#x20AC;&#x2122;Industria 4.0 A&T Automation & Testing e lâ&#x20AC;&#x2122;Associazione Fabbrica Intelligente Lombardia AFIL hanno raggiunto un accordo di collaborazione a beneficio di aziende e start-up lombarde che si sono distinte per aver introdotto tecnologie innovative nei loro processi produttivi, in ottica di Industria 4.0. Le realtĂ  imprenditoriali lombarde potranno partecipare gratuitamente al Premio Innovazione 4.0 promosso                     M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s                           

vedi a pag. 23




0

&

ecoindustria SCUOLE, CORSI, CONVEGNI, EDITORIA SPECIALIZZATA

Si è concluso a Genova il ciclo di seminari sulle novità introdotte dall’edizione 2017 della norma internazionale EN ISO 15614-1 Grande successo di presenze (625) per il seminario che, in collaborazione con i Centri di Eccellenza e di Formazione IIS, ha raggiunto 14 città italiane di Ivana Limardo - Segreteria Organizzativa Manifestazioni Tecniche IIS

Gli ultimi due mesi hanno visto il Gruppo IIS impegnato su tutto il territorio italiano con il seminario “La qualificazione delle procedure

di saldatura. Le novità introdotte dall’edizione 2017 della norma internazionale EN ISO 15614-1”. L’Istituto Italiano della Saldatura, che nel 2018

compirà 70 anni dalla sua fondazione, è da sempre uno dei più autorevoli Enti nella conoscenza e nell’aggiornamento in campo normativo e

            

ha voluto pertanto condividere la sua esperienza con chi ogni giorno affronta le problematiche legate alle procedure di saldatura. L’edizione 2017 della norma EN ISO 15614-1 è importantissima in quanto segna un punto di svolta a livello mondiale nel dualismo tra l’approccio americano e quello europeo nei confronti della qualificazione delle procedure di saldatura. Ed è proprio questo il primo elemento di novità: la norma è suddivisa in due parti che descrivono due approcci alternativi, uno sicuramente più vicino alla “filosofia” ASME e l’altro che aggiorna la preesistente EN ISO 15614. Una svolta importante, un argomento che doveva essere approfondito. Due tecnici del Gruppo IIS, che ha uno stretto legame con il mondo industriale ed i processi di fabbricazione, hanno quindi percorso l’Italia portando il seminario a Modena, Mogliano Veneto (TV), Torino, Provaglio d’Iseo (BS), Roma, Cagliari, Ancona, Taranto, Battipaglia (SA), Siracusa, Legnano (MI), Udine, Verona e Genova. Il grande sforzo organizzativo, nel quale IIS è stato affiancato in alcune tappe dai propri Centri di Eccellenza e Centri di Formazione, è stato premiato con la partecipazione di 625 persone suddivise tra le varie date. Sono stati presentati innanzitutto gli elementi innovativi contenuti nella norma ed analizzate le possibili ripercussioni sul controllo qualità della fabbricazione saldata. Si sono poi analizzate le opportunità offerte dalla possibilità per le aziende di selezionare il proprio approccio generale alla qualificazione delle procedure. Vi è stata una parte più tecnica, con la presentazione dettagliata delle nuove prescrizioni e regole in termini di modalità di applicazione, variabili essenziali, campi di validità, prove di laboratorio sui saggi, per dirne alcune. Infine, sono stati valutati gli impatti e le opportunità offerte dalle novità introdotte dalla nuova edizione della EN ISO 15614-1 per i costruttori e i fabbricanti che operano sul mercato italiano, su quello europeo e su quello globale. Eterogenea la platea, composta da liberi professionisti, piccole, medie e grandi aziende. Si può dire che la platea abbia ben rappresentato il tessuto industriale italiano di chi lavora nel vasto ambito delle costruzioni saldate: carpenterie, fabbricanti di apparecchiature a pressione e di materiale rotabile, costruttori di opere civili e di impianti industriali, petrolchimici, siderurgici e alimentari; e poi, aziende meccanotessili, fabbricanti di macchinari industriali, di macchine da miniera, di saldatrici, di mezzi di sollevamento, di attrazioni per parchi divertimento. Ma erano presenti anche industrie dei settori navale, automotive, difesa e produzione di energia. E ancora, produttori di tubi e valvole, aziende che operano nell’indotto e per fini re le Società di servizi e la presenza di alcuni enti pubblici. Fonte: www.iis.it per altre informazioni vedi a pag. 23

# 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (




&

ecoindustria

NTI A

PRESE

nd 17

- Sta Pad 9

#84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %

0;


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x2026;

00

&

ecoindustria ECO INDUSTRIA

Tre modi economicamente efficienti per rispettare l'Accordo di Parigi Le imprese sono pronte ad aiutare nazioni e cittĂ a rispettare gli impegni presi durante l'Accordo di Parigi con soluzioni economicamente efficienti. La Conferenza COP 23 di Bonn, è il momento per passare all'azione e di trasformare le parole in fatti. Un utilizzo piĂš efficiente dell'energia può permettere di ottenere una riduzione del 40% nelle emissioni di gas serra, una condizione considerata indispensabile per mantenere il surriscaldamento del pianeta entro i 2 gradi. Si può aggiungere un ulteriore riduzione del 35% se, allo stesso tempo, integreremo le energie rinnovabili allâ&#x20AC;&#x2122;interno dei sistemi energetici. Vi sono tre modi economicamente efficienti per realizzare tali obiettivi: ridurre i consumi energetici negli edifici, regolare i

motori elettrici e collegare sistemi energetici intelligenti con i sistemi di riscaldamento e raffrescamento distribuiti. Ă&#x2C6; soprattutto nelle cittĂ che occorre raggiungere questi risultati e vincere la battaglia per lo sviluppo sostenibile. Le cittĂ  pesano per il 60-80% sul consumo energetico globale e per il 75% sulle emissioni di carbonio. Inoltre, il notevole aumento della densitĂ  di popolazione nelle cittĂ  impatterĂ  ancor di piĂš sul clima.

"Le cittĂ rappresentano la chiave per avviare la transizione verso la sostenibilitĂ  ambientale, dove potremo puntare sull'efficienza energetica e sullâ&#x20AC;&#x2122;integrazione di fonti di energia sempre piĂš rinnovabili. Si tratta di farlo in modo intelligente ed efficiente nel momento stesso in cui le cittĂ  migliorano e si espandono. Alcune buone iniziative sono giĂ  in atto e altre soluzioni vantaggiose per l clima e per l'economia in generale sono pronte per essere utilizzate. Ora dobbiamo solo accelerarne l'adozione", dice Kim Fausing, Presidente e CEO Danfoss, aggiungendo:

"Per avere successo con l'attuazione dell'Accordo di Parigi, dobbiamo iniziare a creare un connubio tra edilizia, industria e impianti di energia e promuovere una maggiore efficienza e un'integrazione delle energie rinnovabili. Ciò richiede una forte collaborazione a livello globale, nazionale e regionale e anche tra le città , tra i politici e tra le imprese, al fine di spianare la strada alle migliori soluzioni e superare le barriere legate ai finanziamenti, agli incentivi, alla condivisione delle conoscenze e all'istruzione."

Nella Conferenza COP23, Danfoss parteciperĂ al Summit Mondiale sul Clima. Questo Summit è una delle piattaforme internazionali piĂš importanti per le soluzioni businessdriven per i cambiamenti climatici. Anton Koller, presidente della divisione Energy Discrict, rappresenterĂ  Danfoss al Summit. Il 14 novembre scorso Koller ha tenuto il discorso inaugurale spiegando come le infrastrutture di teleriscaldamento possono contribuire notevolmente alle riduzioni delle emissioni di CO2. Lo stesso giorno, l'Alleanza Mondiale per Soluzioni Efficienti (World Alliance for Efficient Solutions), di cui Danfoss è socio fondatore, lancerĂ  la nuova iniziativa chiamata "mille soluzioni". Ecco tre modi economicamente efficienti per rispettare l'Accordo di Parigi: Ridurre il consumo di energia negli edifici Attualmente, l'edilizia incide per quasi il 40% sull'uso globale di energia e offre la maggiore e piĂš economica opportunitĂ  di risparmio. Secondo le proiezioni, entro il 2030, una superficie equivalente a circa il 60% dell'attuale parco immobiliare mondiale verrĂ  costruita o ricostruita in aree urbane. Tecnologie come compressori tecnologicamente avanzati, azionamenti a velocitĂ  variabile, valvole di controllo e termostati per radiatori possono ridurre del 40% l'energia utilizzata nei sistemi di raffreddamento e riscaldamento, con un tempo di ammortamento breve e di solito inferiore ai 3 anni. A New York, dove il 70% delle emissioni di gas serra derivano dall'energia consumata dagli edifici, sono stati fissati ambiziosi obiettivi di riduzione, con leggi e strumenti strategici per garantire un effettivo cambiamento. Nell'Empire State Building, Danfoss ha fornito 6.500 termostati per radiatori al fine di ridurre il consumo energetico e aumentare il comfort. Controllare i sistemi che utilizzano motori elettrici Il potenziale di risparmio è enorme anche quando si osservano meglio i sistemi che utilizzano motori elettrici. I motori elettrici consumano piĂš del 50% di tutta l'elettricitĂ  del mondo in applicazioni destinate a consumatori e processi industriali. Nella maggior parte dei casi, gli attuali motori elettrici non sono dotati di unitĂ  di controllo a velocitĂ  variabile, il che significa farli funzionare sempre a piena velocitĂ , a prescindere dalle effettive necessitĂ . Installando unitĂ  di controllo e azionamento a velocitĂ  variabile, abbinata ad altre misure di efficienza a livello di sistema, il consumo di energia negli impianti industriali che utilizzano motori elettrici può essere ridotto anche del 40% e il consumo di elettricitĂ  globale dell'8%. Il tempo di ammortamento è tipicamente di 2-4 anni. Nella cittĂ  danese di Aarhus è stato seguito questo approccio innovativo per rinnovare gli impianti idrici e gli impianti di trattamento delle acque reflue che, sfruttando la produzione combinata di biogas proveniente dal processo di trattamento delle acque, ha permesso di creare a beneficio dei suoi cittadini un ciclo dell'acqua a energia zero: il primo in assoluto nel mondo. Collegare tutto in modo intelligente Si può ottenere ancora di piĂš se si considerano edifici, fabbriche e impianti energetici come un tutt'uno. Le reti di teleriscaldamento e teleraffreddamento possono collegare generatori e utilizzatori di energia in modo intelligente e unâ&#x20AC;&#x2122;applicazione su larga scala di un tale approccio integrato, combinata con misure di miglioramento dellâ&#x20AC;&#x2122;efficienza energetica, potrebbe contribuire al 58% delle riduzioni di emissioni di CO2 richieste al settore energetico per il 2050. Le infrastrutture energetiche distribuite possono utilizzare il surplus di calore, fonti di raffreddamento gratuite ed energie rinnovabili per riscaldare e raffreddare gli edifici. Possono utilizzare ad esempio il calore prodotto da centrali elettriche, processi industriali, data center, supermercati e impianti di depurazione delle acque reflue. Calore che altrimenti svanirebbe semplicemente nell'aria. Il recupero del calore in eccedenza in tutta Europa potrebbe coprire la richiesta di riscaldamento dell'intero parco immobiliare. E un potenziale simile esiste in tutto il mondo. Nella cittĂ  cinese Benxi una soluzione di riscaldamento distribuita che utilizza il surplus di calore prodotto dagli stabilimenti siderurgici locali riduce l'uso annuale di carbone di 198.000 tonnellate e fornisce aria pulita alla popolazione.

per altre informazioni vedi a pag. 23 #84:7%848:+7''9649:92&64+7)9629:/19:48,7)962739:*1--39.759:8:/1337:*1--39.95": &  &  #

$' $'

  & # ' %  ! '  %  ' ! % '  %


ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x2020;

RICHIESTA INFO (per chiarimenti 051 606 1070) ď&#x20AC;?ď&#x20AC; ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x2021;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x160;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2DC;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x2013;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x152;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x161;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x201C;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2C6;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2019;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;?ď&#x20AC;&#x2018;ď&#x20AC;&#x201A;ď&#x20AC;&#x2039;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2019;

CALENDARIO 2018

38:&9848:8:38:,758:/626:92,9.759%8:8:*6547226:/1-948:%7497)9629

Indicare indirizzo di recapito per eventuali materiali cartacei, settore di attivitĂ , n° di telefono e referente. â&#x20AC;˘ Info su Redazionali: Indicare numero del giornale, numero di pagina e titolo (prime 3/4 parole).

ď&#x20AC;&#x17D;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2122;ď&#x20AC;&#x2021; ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2026;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x192;ď&#x20AC;&#x2020;ď&#x20AC;&#x20AC;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;ď&#x20AC;&#x201E;

â&#x20AC;˘ Ritagliare, compilare e inviare al numero di fax.

ď&#x20AC;&#x2022;ď&#x20AC;&#x201D;ď&#x20AC;&#x2014;ď&#x20AC;&#x2DC;ď&#x20AC;&#x2030;ď&#x20AC;&#x2021;

â&#x20AC;˘ Ritagliare, compilare e inviare per posta allâ&#x20AC;&#x2122;indirizzo:

EDIBIT s.r.l. - Via F. Santi, 4 - 40055 CASTENASO (BO)

;;$

INFO sui redazionali pubblicati verrĂ distribuita nelle seguenti fiere ÂŽ

6E8@9E>6FC

/GH8FH1BGD=EH572?H =EAAGH9E>>GDF>GHFDHFDCEBDECH 0!H@BEH<-H0! H '$H1F@BDFHGAAGDD@

Inserisci i dati aziendali negli appositi spazi. .>BF"FHFH=GCFH=EAAGHC-GHG:FED=GH FDH<CG98GCEAA@

0'

&

ecoindustria

&

ecoindustria

2G16.@>FGAEH ...............................................................................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś............ 5D=FBF::@H .................................................................................â&#x20AC;Ś.........................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś ...................................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś.................................................................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś. 4FCCH ...................................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś........................... 46?6&6.........â&#x20AC;Ś......&B@"6.............. &EB<@DGH2E<86........................................................................................................................... ?CCF"FCHG:FED=G............................................................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś..............................

SAMUMETAL 1-3 Febbraio 2018 - PORDENONE Salone delle tecnologie e degli utensili per la lavorazione dei metalli 

115 FORNITORE OFFRESI 15 - 17 Febbraio 2018 - Lariofiere ERBA Il luogo ideale per incontrare le imprese della filiera metalmeccanica.



116

MECSPE 22 - 24 MARZO 2018 - Parma La fiera internazionale della meccanica specializzata

.................................................................................................................................................... *EAHâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś....................................................â&#x20AC;Ś........?(Hâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś.â&#x20AC;Ś..........................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś E9GFA(Hâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś.......................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś...................................................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś..â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś.. E%(HHâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś.â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś..............................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś...........................................................â&#x20AC;Śâ&#x20AC;Ś.

Desidero avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati sul n°..................................... /8'27:28'39:/*7)9:/6556/57259

a pag......... titolo ....................................................... a pag......... titolo ........................................................... MIDEST 27 - 30 MARZO - Parigi Salone mondiale della subfornitura industriale

a pag......... titolo ....................................................... a pag......... titolo ........................................................... a pag......... titolo ....................................................... a pag......... titolo ........................................................... a pag......... titolo ....................................................... a pag......... titolo ........................................................... a pag......... titolo ....................................................... a pag......... titolo ...........................................................

SEATEC 5-7 APRILE 2018 - Marina di Carrara Rassegna internazionale tecnologie, subfornitura e design per imbarcazioni, yacht e navi.



117

COMPOTEC 5-7 APRILE 2018 - Marina di Carrara

BIE 17 - 19 MAGGIO 2018 Montichiari - (BS) Fiera delle lavorazioni e tecnologie dei metalli

SPS IPC DRIVERS 22-24 MAGGIO 2018 - Parma Tecnologie per l'Automazione Elettrica, Sistemi e Componenti, Fiera e Congresso

118

BIEMH 28 MAGGIO 1 GIUGNO 2018 Bilbao (Spagna) Fiera biennale delle macchine utensili

IPACK IMA 29 MAGGIO 1 GIUGNO 2018 - Milano Packaging



119

Data: 000000000000000000000000000::::::::::::Firma 000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000

Rassegna internazionale compositi e tecnologie correlate.

AUTOMATION & TESTING 18-20 APRILE 2018 - OVAL LINGOTTO TORINO Fiera dedicata a Robotica, Misure e Prove, Tecnologie Innovative, Industria 4.0



:26354848+6:37:/0:'825938:49.98/57:7337)982,7:,9:49&849+8256:37:1738:*46%8,84":7,:9258'4748:38:92&64+7)9629:,7:69:49.98/580: 7:,9-95:262:49/*62,8:,9:173/97/9:,9/'19,6:6:49574,6:92:+849560

FARETE 2018 SETTEMBRE - BOLOGNA Il meeting point delle imprese a Bologna

&

ecoindustria www.meccatronica.biz

MeccatronicA good news offre esclusivamente un servizio, non riceve tangenti nelle contrattazioni, non effettua commerci, non ĂŠ CASA EDITRICE responsabile della qualitĂ , veridicitĂ , provenienza delle inserzioni. ÂŽ La redazione si riserva, a suo insindacabile giudizio di rifiutare unâ&#x20AC;&#x2122;inASSOCIATO A: serzione. Lâ&#x20AC;&#x2122;editore non risponde di perdite causate dalla non pubblicazione dellâ&#x20AC;&#x2122;inserzione. Gli inserzioniw w w. e d i b i t . c o m sti sono responsabili di quanto da essi dichiarato nelle inserzioni. Edibit s.r.l. è inscritta al registro degli Operatori della Comunicazione MeccatronicA good news si riserva al n. 2289 del 28/09/2001. Ex RNS n. 4123 del 23/03/1993 il diritto di rimandare allâ&#x20AC;&#x2122;uscita successiva gli annunci per mancanza 2E1F<CBG:F@DE( Tribunale di Bologna n.5797 del 26/10/89 di spazi e declina ogni responsabi.CG98G: GRAFICHE MDM - ForlĂŹ (FC ) litĂ  sulla provenienza e la veridicitĂ  degli annunci stessi. #BGF>GHEH598G1FDG:F@DE(HNanni Morena - Budrio (BO) #GBGD:FGH=FHBF<EB"GCE::GH8EBH1AF 2E=G:F@DE: 40055 CASTENASO (BO) G%%@DGCF

Informativa ai sensi dellâ&#x20AC;&#x2122;Art. 13 del Via F. Santi, 4 - Tel. 051/6061070 r.a. - Fax 051/6061111 D.lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali

3)5* ,?/ +)3,) ,7//? +744?354? 7 ,7//?*)+?5)37

'#$'&&'&$#  :74:.626/.848:216%9:*46,6559:8:216%8:/631)9629 :748:92.6254748: ,6+72,7 :8: 6&&8457 : 559+9))748:'39:92%8/59+8259:92:49.84.7:8:/%931* *6:,9:216%9:*46,65590 : #84: 47''912'848: 12: 574'85: /838)962756: ,9 7)982,8:+8..729.8:+8,96:8:+8,96:'472,9 ,89:/855649:+8..729.6:8:7156+7)96280

'' $&'& $# $' &$#  :1558:38:7)982,8:,83:/855648:+8573+8..729.6 :7156+7)9628 :.6/541)9629:+8..729.8 :838554629.7 :/6&5748::74,74:8.. .8: %6'39626: &74: .626/.848: 7,: 73548: $0((( 7)982,8:38:26%95":/19:*46*49:*46,65590 ''&'#&''  #'&$#  :%9828:92%9756:92:7--627+8256:*6/5738:7 51559: 9: .6/54155649: *46,155649: *46'8559/59

Chi legge MeccatronicA?

Analisi dei temi trattati

9563749:,949'8259:,7)982,7:::::::::::::: " 8.29.9:*46'8559/59:7,,8559:7337: *46,1)9628  " 94855649:.6++84.9739:49%82,95649: " 7,,8559:7338:%82,958:::

7..928:1582/939: 582/939:::::::::: #7459:.6+*628259:75548))75148:8:/57+*9 62546339:: 156+7)9628:8:46-659.7 6&5748::74,748:   854636'97:.62546336:17395": 6'9/59.7:8:+7'7))926 9848:8: *82:61/8:64/9:8:.62%8'29 2584285 3546::

&

ecoindustria

e â&#x20AC;&#x153;in brev â&#x20AC;?



120

FASTENER FAIR 2018 27-28 SETTEMBRE - MILANO 2ÂŞ Fiera della Viteria, Bulloneria e Sistemi di Fissaggio



121

BI-MU 9 - 13 OTTOBRE 2018 - FIERAMILANO Macchine utensili a asportazione e deformazione, robot, automazione, digital manufacturing, tecnologie ausiliarie, tecnologie abilitanti.



122

ECOMONDO 6-9 NOVEMBRE 2018 Rimini Ecologia

SUPPLEMENTO A: ?6?6?6H #F@BDGAEH=EAAG +E>>GDF>GH .-%@BDFC-BG 3H$' H#EDDGF@H0 ;

"

 "

EIMA 7-11 NOVEMBRE 2018 -Bologna Esposizione Internazionale di Macchine per l'Agricoltura e il Giardinaggio

"

,FBECC@BEH2E<8@D<G%FAE( +G<<F9@H@BC-::FHH ,FBECC@BEH7=FC@BFGAE(H .FA"GD@HEDC-BG EDIBIT S.r.l. â&#x20AC;&#x201C; Titolare del trattamento â&#x20AC;&#x201C; ha estratto i Suoi dati personali dallâ&#x20AC;&#x2122;archivio abbonati elenchi telefonici e da altre banche dati proprie e acquistate da terzi. I dati, di cui non è prevista la diffusione, sono trattati con procedure automatizzate e manuali solo dai dipendenti incaricati del trattamento, per fini promozionali e commerciali. Tali dati possono essere comunicati, in Italia e allâ&#x20AC;&#x2122;estero, ad aziende o professionisti che li richiedono a EDIBIT S.r.l. per le stesse finalitĂ . PotrĂ  rivolgersi a EDIBIT S.r.l. Via F. Santi, 4 â&#x20AC;&#x201C; 40055 Castenaso â&#x20AC;&#x201C; BO per avere piena informazione di quanto dichiarato, per esercitare i diritti dellâ&#x20AC;&#x2122;Art. 7 del D.lgs. 196/2003, e perciò consultare, modificare e cancellare i dati od opporsi al loro utilizzo nonchĂŠ per conoscere lâ&#x20AC;&#x2122;elenco dei Responsabili del trattamento. Prezzo Copia â&#x201A;Ź 0.20

,9/549-15649:7:39%8336:27)962738:7)982,8:15939) )7549.9: 8259: 7//6.97)9629: : .8: 6*84926: 283 /855648:+8..729.6:8,:7156+7)9628:92,1/5497 380:9828:9263548:,9/549-1956:7:51558:38:7)982,8 ,9:/855648:28338:&9848:/*8.9739))7580 &'& &&'&'# $&'&$#  :#84:7%848:127:*72647+9.7:/1338:26%95":,9:/855648 : #84: *6584: 7**46&62,948: 47*9,7+8258: 38: /638 26%95":,9:*46*496:925848//8 : #84: 39++8,9758))7: 8: 37: /9258/9: ,8338: 2659)98 *46*6/580

%" " !" " !" " " !%" " " "

" !%" " " %" "

" !" " !" "

#84:12:.6257556:9++8,9756:8:/82)7:9+*8'26:92%97:12:&7:7336:($:!(!:$$:$$: # 8 4 : 3 7 : 5 1 7 : * 1 - - 3 9 . 9 5 " : / 1 : M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s 5 8 3 8 & 6 2 7 : 7 3 : 2 1 + 8 46 : (  $ : ! ( ! : $ ( :  (




Meccatronica 115  

Meccatronica è la rivista cartacea che segue le fiere del settore meccanico più importanti d'Europa trattando di meccatronica, meccanica e m...

Meccatronica 115  

Meccatronica è la rivista cartacea che segue le fiere del settore meccanico più importanti d'Europa trattando di meccatronica, meccanica e m...

Advertisement