Page 1

       affidabilità & tecnologie 3-5 Maggio 2017 torino oVal-Stand l54

LAMIERA 17-20 MAGGIO 2017 (MI) Pad. 13 Stand B54

108

www.meccatronica.biz

info@meccatronica.biz

LE NEWS DI QUESTO NUMERO

MACCHINE UTENSILI PAGINA 6 e 7

PARTI, COMPONENTI, ATTREZZATURE, STAMPI

PRESE

NTI A

PAGINA 7 e 8

Stand H1

8 L25

AUTOMAZIONE LAVORAZIONE E PROCESSI PAGINA 4 e 9

SOFTWARE HARDWARE PAGINA 9 e 10

LOGISTICA, TRASPORTI MAGAZZINO, MANUTENZIONE PAGINA 10 , 11 e 12

FIERE, OPEN HOUSE, INAGURAZIONI, EVENTI PAGINA 12 e 13

ECOINDUSTRIA PAGINA 14

®

www.expomec.it Supplemento a: “A.A.A- Il Giornale della Meccanica & Subfornitura” n° 522 Maggio 2017


2

&

ecoindustria

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicitĂ t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


&

ecoindustria

P e r l a t u a p u b b l i c i t Ă s u M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0

3


80 K

4

40 C 80M 100 Y 100 C

&

ecoindustria AUTOMAZIONE, LAVORAZIONE E PROCESSI prototipizzazione 3D

100 C 50 M 100 Y

SOITECH: Macchine automatiche 3D per la prototipazione rapida al Salone A&T del Lingotto di Torino

100 C 20 Y

100 K

70 C 50 K

Soitech, azienda italiana leader nella produzione di macchine automatiche professionali per la prototipazione rapida 3D: qualità, affidabilità, produttività e design sono le principali caratteristiche delle apparecchiature da noi prodotte. Fiere Internazionali Dopo il successo al Mecspe di Parma dove abbiamo presentato in anteprima la nuovissima Michelangelo in camera chiusa, siamo pronti per il lancio al

Lingotto di Torino della Leonardo CC dotata delle più innovative tecnologie per la stampa su ogni tipo di supporto (filamento MT metal compreso). Tecnologia d’eccellenza Le macchine automatiche a stampa 3D Soitech sono il risultato di lunghi studi tecnici al fine di ottenere la massima precisione rispettando i parametri tipici delle macchine CNC. Ogni particolare è stato studiato e

collaudato nel nostro centro ricerche, vantiamo il primato per dimensioni dell’area di stampa (400x300x270) e dimensioni esterne (740x550x600). Abbiamo realizzato per primi un telaio monoscocca da 2 mm esente da vibrazioni, tutte le lavorazioni meccaniche interne alla macchina sono garanzia di precisione e affidabilità nel tempo. Ogni sistema di scorrimento è su cuscinetto, i motori passo passo sono di tipo industriale

80 m 100 Y

30 C 50 M 100 Y

100 m 100 Y

100m 20Y

a bassissima rumorosità, la cablatura industriale utilizza catene e cavi ad alta flessibilità. Elettronica avanzatissima con interfaccia grafica di ultima generazione Touch screen, Wifi integrato, controllo da remoto tramite smartphone, tablet. Vision

impianti e materiali per saldatura

La produzione di apparecchiature, nella loro gamma, sono orientate all’utilizzo industriale a basso costo e ridotto impatto ambientale: I nostri prodotti sono la chiave di volta per aiutare le aziende nel loro normale processo produttivo. L’obiettivo che perseguiamo è quello di affiancare ad ogni ingegnere una nostra stampante 3D Soitech in modo da trasformare un ufficio tecnico in un centro di prototipazione. Design Il design accattivante delle nostre stampanti 3D ha riscosso un enorme successo in Italia e nel mondo, risultando le macchine più fotografate nelle manifestazioni e fiere di settore. Il nostro design e il nostro brand sono marchi registrati. Nessun limite nel supporto L’ingegnerizzazione molto avanzata ci ha permesso di ottenere un risultato d’eccellenza nell’utilizzo dei filamenti. Le nostre stampanti 3D possono gestire ogni tipo di supporto Soitech da noi certificato: PLA – ABS – DSF – Nylon – Policarbonato – Polipropilene e fibra di vetro – Grafene – Gomme Naturali e antibatteriche – Materiali speciali anche in fibra di carbonio e legno e novità assoluta il metallo Bronze e Copper. Così facendo il campo di applicazione è vastissimo ed abbraccia ogni segmento produttivo, dall’industria manifatturiera, studi di progettazione, architettura e design, aerospaziale e medicale. Assistenza

ORGANIZZAZIONE DI VENDITA  FIORENTINI WELDING Sede e Uffici: • Villanova di castenaso Bologna 40055 Via Ca' dell'Orbo Sud, 8/2 Tel. 051/78.20.00 (3 linee r.a.) - Fax 051/78.20.90 Sistemi automatici di saldatura Posizionatori standard Impianti speciali Isole robotizzate

• •

Filiale forlì - Via Keplero, 2 - 47100 Tel. 0543/72.46.71 - Fax 0543/ 72.36.39 Filiale Modena - Via Emilia Est, 1420/13 - 41100 Tel. 059/ 28.22.00 - Fax 059/ 28.00.99 Saldatura Taglio-puntatura Inseguimento giunto al laser

novità ESCLUSIVISTA PER L’ITALIA

Torce TIG-MIG e ricambi Deposito FORLÌ - Via Keplero, 2 - 47100 Tel. 0543/723679 - Fax 0543/ 774743

Produzione made in Italy, assistenza tecnica qualificata, parti di ricambio ed accessori sempre reperibili. Amica dell’ambiente Consumi energetici da primato (300w) con limitatissime emissioni di Co2. Iper ammortamento del 250% La macchina automatiche 3D Soitech possono essere proposte per l’iper ammortamento del 250%. A decorrere dal 1° gennaio 2017, è stato introdotto dalla Legge di Stabilità, un nuovo benefit fiscale denominato “Iper-ammortamento”. Il beneficio fiscale consiste in un aumento al 250% del costo di investimento in particolari beni materiali ed immateriali rientranti in specifiche tabelle ministeriali, che fanno riferimento alla c.d. Industria 4.0. Fra le molte categorie merceologiche che compongono la lista dei beni strumentali agevolabili, vi è quella dei “beni strumentali con funzionamento controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti” all’interno della quale rientrano le macchine per tecnologie additive, ovvero le stampanti 3D, tra le quali le Stampanti 3D Soitech.

S a l d at R i c i - P e R M U ta - V e n d i ta U S at o c o n g a R a n Z i a

e-mail: info@fiorentiniwelding.it • www.fiorentiniwelding.it Presenti in expomec Pad. 37

P e r l a t u a p u b b l i c i t à s u M E C C AT R O N I C A

SEGNA

5084

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

g o o d n e w s t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


&

ecoindustria

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicitĂ t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0

5


6

&

ecoindustria macchine per finitura superfici e lavaggio

MACCHINE UTENSILI macchine ed accessori per saldatura

100C 80 M 10C 50M 100M

SIDEROS ENGINEERING, POSIZIONATORI DI SALDATURA PER GRANDI DIMENSIONI Manipolazione e saldatura di particolari di grandi dimensioni in qualità e sicurezza “Flessibilità e passione”: sono queste le parole d’ordine di Sideros Engineering, solida azienda piacentina che tramanda con vigore inter-generazionale l’eccellenza nella costruzione di posizionatori di saldatura per grandi dimensioni e macchine per la lavorazione della lamiera. Con 35 anni di esperienza nel settore, progetta e realizza: - Filtri a cartucce e tavole aspiranti per taglio termico - Impianti d’aspirazione e filtrazione per saldatura - Automazione per impianti a taglio termico - Posizionatori di saldatura e piattaforme elevabili per saldatura - Buratti per sbavatura e decalaminatura - Presse raddrizzatrici oleodinamiche - Magazzini automatici per lamiere e barre Chiave di volta del successo di Sideros Engineering, risulta la capacità di coniugare in un vincente binomio tradizione ed innovazione. L’azienda rivela uno spiccato dinami-

smo, nell’intento di evolvere ed espandersi coerentemente con gli input del contesto economico, portabandiera dell’eccellenza del made in Italy. Le traiettorie di mercato spaziano dal continente europeo fino ad oltreoceano dove è dislocata la filiale Sideros America Inc: l’apertura all’internazionalizzazione non trascura tuttavia il forte attaccamento con il territorio d’origine, coltivando in modo continuo le relazioni con i partner storici. Spiccata duttilità, consolidato know-how e orientamento al cliente garantiscono l’affidabilità di Sideros Engineering.

SEGNA

4832

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

P e r l a t u a p u b b l i c i t à s u M E C C AT R O N I C A

www

100C 100Y

Il perfetto lavaggio dell'ottone stampato 100C

30 M MG Meccanica nasce nel 1988 nel distretto metallurgico bresciano come società 80 K contoterzista che si occupa di stampaggio e 40 C lavorazione di80Mleghe e metalli non ferrosi. 100 Y Attualmente l’azienda conta 80 dipendenti e 100 C 3 siti produttivi su una superficie totale di 11.000 metri quadrati. Entrati da subito nel 100 C mercato tedesco, attualmente il 90% dei 50 M committenti di MG Meccanica si trova in 100 Y Germania. 100 C Con l’introduzione nel flusso produttivo di 20 Y valvolame sempre più complesso è sorta la necessità di integrare al sistema produttivo 100 Kuna nuova linea di lavaggio dell’ottone stampato. 70 CIl processo produttivo 50 K In seguito allo stampaggio, i pezzi vengono mandati nel cuore del reparto di lavorazione 80 m meccanica composto da macchine transfer 100 Y realizzate a seconda delle esigenze di lavo30 razione C dell’azienda. La linea di lavaggio ad 50 M e detergente installata da Dollmar 100acqua Y Meccanica entra in scena nel momento in cui i manufatti richiedono performance tec100 m più avanzate, come nel caso delle 100nologiche Y valvole speciali per gli impianti antincendio o per il settore automotive. L’impianto di 100m 20Y lavaggio è un sistema multivasca con carico automatico dei cesti portapezzi. La prima stazione prevede una fase di lavaggio a turbolenza, mentre la seconda vasca è statica per consentire il lavaggio ad ultrasuoni. I pezzi passano poi attraverso due fasi di risciaquo con acqua di rete, un risciacquo

demi per finire nel forno di asciugatura. Grazie all’impianto Dollmar Meccanica, l’azienda ha ottenuto un grado di pulizia più elevato e, grazie ai portapezzi speciali, ha eliminato l’attrito tra le superfici dei componenti durante il lavaggio. Il valore aggiunto della scelta di un impianto di lavaggio Dollmar Meccanica è la capacità di offrire al cliente non solo un sistema di lavaggio su misura bensì l'integrazione del sistema di lavaggio con un prodotto adatto al lavaggio richiesto. Per maggiori infomarzioni: www.dollmarmeccanica.comz SEGNA

5074

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

macchine utensili a CNC

Pentamac, macchine utensili Pentamac è una società che assembla e commercializza macchine utensili a CNC. Qualità, competenza e prezzi altamente competitivi sono le caratteristiche che la

contraddistinguono. Ubicati in un contesto tradizionalmente noto nel campo “costruzione di macchine utensili”, si avvalgono di personale qualificato ed

g o o d n e w s t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


7

&

ecoindustria

100C 80 M 10C 50M 100M

PARTI, COMPONENTI, ATTREZZATURE attrezzature per machine utensili

AKIRO

www

100C 100Y

100C 30 M

esperto nel settore. Meccanici , elettronici, softweristi garantiscono un giusto team ove nulla è lasciato al caso. I loro fornitori e partner sono rigorosamente selezionati in base a criteri di qualità: tutti sono detentori di certificazione ISO (9001 – 9002). Ogni qual volta viene importata una nuova tipologia di macchine, è cura di Pentamac creare un magazzino ricambi adeguato. L’importazione è relativa alle sole strutture meccaniche, tutte le parti tecnologiche quali: motorizzazioni, impianti (elettrico-elettronici, pneumatici, oleodinamici), CNC… vengono direttamente assemblati in azienda. Tutto ciò è sinonimo di qualità e garantisce nel futuro reperibilità di

ricambistica e garanzia nelle assistenze. Inoltre il loro accurato servizio postvendita si avvale di tecnici specializzati in ogni settore che assicurano e assistono il cliente nelle problematiche di utilizzo, apprendimento e programmazione. I prodotti che forniscono sono centri di lavoro, centri di lavoro a montante mobile, centri di lavoro verticali, fresatrici a CNC, centri di lav.a testa tiltante 4/5 assi, torni CNC, macchine fuori produzione e accessori: tavole rotanti CNC, tavole roto-tiltanti CNC e accessori per tavole. SEGNA

4839

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

80 K 40 C 80M 100 Y 100 C

100 C 50 M 100 Y

100 C 20 Y

100 K

70 C 50 K

80 m 100 Y

L’azienda è stata fondata dopo 45 anni di esperienza nell’importazione di prodotti industriali dall’Estremo Oriente. Operiamo soprattutto con la Cina dove abbiamo i nostri tecnici che seguono la produzione e il controllo qualità. Nel corso degli anni siamo riusciti ad avere un’ampia gamma di particolari in acciaio. Siamo noi stessi a creare il medoto migliore per realizzare particolari difficili da produrre. Attualmente stiamo producendo in 12 fabbriche. La gamma dei nostri prodotti include: 1. Ghisa austemperata fino a 1'600 Newton/mm2 con alto allungamento 2. Fusioni d’acciaio in varie leghe 3. Prodotti in inox anche con pareti di pochi mm 4. Profilati speciali con trattamento termico in linea 5. Laminazione a caldo di anelli fino a 6m di diametro 6. Particolari in ottone e varie leghe metalliche 7. Tutti i tipi di trattamento termico (ad es indurimento superficiale) 8. Finiture meccaniche CNC La nostra specializzazione è realizzare particolari complessi con zero difetti in piccole e grandi serie. La produzione di un nuovo prodotto prevede le seguenti fasi: a. Consultazione: il prodotto viene analizzato. Consideriamo sempre la possibilità di migliorare le proprietà del prodotto. Spesso sostituiamo parti saldate con fusioni d’acciaio. b. Prova: gli articoli sono testati sotto massimo carico per trovare il miglior rapporto tra lo spessore e il peso minimo, prendendo in considerazione la lega di acciaio più adatta e il trattamento termico adeguato. c. Produzione di campioni: per prove sul campo da parte dell'utente finale . Siamo in grado di produrre campioni in diverse leghe e diversi N/mm2. d. Messa a punto: per regolare il disegno e produrre una serie "0". Questo permetterà all'utente finale una una prova più ampia. e. Produzione serie regolari. SEGNA

30 C 50 M 100 Y

100 m 100 Y

100m 20Y

4850

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15 Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


8

&

ecoindustria caricatore di barre, alimentatori

L'iceberg dei costi Officina Marchetti nasce nel 1974 su visione del fondatore Dante Machetti. L'azienda vanta 40 anni di esperienza nel settore degli stampi a iniezione per la produzione di particolari termoplastici e siliconi liquidi. Oggi l'azienda vanta un elevato know how grazie alla propria esperienza e ai progressi fatti in tutti questi anni. Cosa facciamo L'azienda studia, progetta e costruisce stampi a iniezione di dimensione medio piccola per la produzione di particolari in termo-

plastico e silicone liquido (LSR) per altissime produzioni, in collaborazione con il Cliente. Durante lo studio del particolare e progettazione dello stampo è possibile simulare la fase di stampaggio attraverso un software di analisi dei flussi. Su richiesta formiamo un servizio completo, dall'assistenza al Cliente durante l'installazione dello stampo nella propria sede produttiva, alla campionatura dei particolari stampati seguita da report dimensionale e con-

trollo estetico. L'attività è svolta in completa collaborazione con il Cliente per quanto concerne lo studio del particolare, l'analisi di fattibilità, la

progettazione e l'esecuzione, perchè lo stampo è e rimane un esemplare unico. La costruzione degli stampi avviene in modo uniformato, vengono

costruite parti di stampo a disegno poi assemblate. Questo favorisce la fornitura di ricambistica e l'assistenza nel tempo. Tutta la documentazione tecnica dello stampo come il fascicolo tecnico, il manuale uso e manutenzione, la distinta dei materiali, la lista dei ricambi e i rapporti relativi alle prove di stampaggio vengono forniti al Cliente, che ha così a disposizione tutte le informazioni per gestire lo stampo come l'installazione, il condizionamento, il cambio versione e la manutenzione. Settori di riferimento I settori di riferimento sono: medicale, tecnico, automotive e cleaning di alta qualità. Lo sviluppo del settore medicale trova motivo nella vicinanza del distretto biomedicale di Morandola (MO). Tale vicinanza ha permesso una lunga esperienza e il conseguimento di un elevato know how nella costruzione di stampi per particolari emodialisi, cardiochirurgia, anestesia e rianimazione, dispositivi monouso. Il settore cleaning si è evoluto nel corso di quarant'anni verso il compostaggio di più materiali mediante stampi a rotazione o trasferimento d'impronta. Il settore automotive e il settore dei bianchi hanno nel tempo richiesto l'utilizzo di particolari in silicone liquido (LSR). L'evolversi dei materiali termoplastici ha fatto sì che possano sostituire i metalli. Lo studio e l'applicazione di articoli tecnici prodotti con materiali speciali ha trovato nello stampaggio a iniezione un notevole settore in espansione. PARCO MACCHINE Reparto fresatrici Servendosi di tecnologie HPM e HSC supporta il 35% della costruzione dello stampo mediante finiture ad alta velocità eliminando la fase manuale di finitura. Reparto elettroerosione Dotato di completa automazione può produrre 24 ore su 24 senza presidio Reparto rettifiche Dotato di macchie precise e controllate con il supporto di addetti formati garantisce precisione e affidabilità. Reparto torni Servendosi di macchine a CNC adatte a lavorare il temprato, produce parti finite di alta precisione. Reparto microlavorazioni

P.E.I. s.r.l. - Via Torretta, 32-32/2 40012 Calderara di Reno (BO) Italy tel.: +39 051 646 4811 (r.a) - fax: +39 051 646 4840 info@pei.it

Con la micro-elettroerosione eseguiamo micro.lavorazioni di particolari con dimensioni molto ridotte e tolleranze strette. La macchina è dotata di robot integrato per il cambio elettrodi automatico.

SEGNA

4842

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


80 K 40 C 80M 100 Y 100 C

AUTOMAZIONE, LAVORAZIONE E PROCESSI altro

100 C 20 Y

Gli FRL ASCO Numatics Serie 651 offrono le portate più elevate tra i modelli della stessa taglia presenti sul mercato Emerson presenta la Serie 651di filtri, regolatori e lubrificatori (FRL) ASCO Numatics per il trattamento aria. Questa nuova linea FRL amplia la Serie 650, caratterizzata da portate elevate, aggiungendo modelli con raccordi da 1/8” e 1/4”. “Gli FRL Serie 651, grazie alle dimensioni ridotte, sono adatti per applicazioni compatte e su macchine che che necessitano di volumi d’aria più ridotti”, spiega Enrique Pelayo, European Product Marketing Manager ASCO per i prodotti trattamento aria. “Con le portate più elevate tra i prodotti della loro taglia, questa nuova linea per il trattamento aria è altamente affidabile, ideale per packaging e altre applicazioni che richiedono design “salva spazio”. La serie 651 estende il range di temperatura (da -40°C a 80°C), consentendone l’utilizzo in un’ampia gamma di applicazioni industriali, comprese quelle in ambienti estremamente gravosi. I prodotti modulari FRL sono particolarmente robusti e facili da assemblare, montare e posizionare. Le nuove flange terminali consentono la rimozione del manifold per manutenzione, senza bisogno di intervenire sul sistema di tubazioni. I manometri frontali integrati, unici in prodotti di questo genere, consentono una facile lettura. SEGNA

5073

100C 80 M 10C 50M 100M

100 C 50 M 100 Y

100 K

70 C 50 K

80 m 100 Y

che la friulana Tecnest ha sviluppato per il colosso dell’elettronica Elemaster. Il caso è stato presentato nell’ambito dell’ultimo Global 100 mLogistics & Supply Chain Summit svoltosi a 100 Y Bentivoglio (Bo). Grazie all’applicazione della soluzione J-FLEX 100m 20Y MES (Manufacturing Execution System) di 30 C 50 M 100 Y

www

&

ecoindustria

Tecnest, azienda di Udine specializzata in soluzioni organizzative e informatiche per la gestione della Supply Chain e delle Operations, Elemaster ha migliorato l’efficienza e la visibilità sui processi. «Il lavoro svolto ci ha permesso di ottimizzare i tempi ciclo e di poter individuare i colli di bottiglia lungo il processo di produzione, così da aumentare l’efficienza, migliorare la visibilità e il controllo in tempo reale e ridurre il time to market», ha spiegato Giovanni Cogliati, Sales Manager di Elemaster, società con quartier generale a Lomagna (Lc) che con mille dipendenti e 185 milioni di fatturato è tra le maggiori società ODM-EMS in Europa. Specializzata nella progettazione, sviluppo e realizzazione sia di schede elettroniche sia di dispositivi completi, integrati con la produzione di componenti custom e la produzione di PCB, Elemaster ha in portafoglio i principali

100C 100Y

100C 30 M

80 K 40 C 80M 100 Y 100 C

100 C 50 M 100 Y

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15 100 C 20 Y

SOFTWARE HARDWARE software per produzione

100 K

70 C 50 K

Gli FRL ASCO Numatics Serie 651 offrono le portate più elevate tra i modelli della stessa taglia presenti sul mercato

80 m 100 Y

30 C 50 M 100 Y

100 m 100 Y

100m 20Y

Grazie al progetto MES sviluppato dalla friulana Tecnest, una delle maggiori società ODM-EMS in Europa ha migliorato l’efficienza e la visibilità in tempo reale sui processi di produzione Sapere l’esatta posizione in azienda di 6mila codici di prodotto diversi, i materiali e componenti utilizzati e il tempo impiegato per la produzione di ciascuno è un po’ come conoscere per nome e cognome ogni singolo pezzo. Sono questi i risultati della fabbrica 4.0; risultati cui è approdato il progetto MES P e r l a t u a p u b b l i c i t à s u M E C C AT R O N I C A

9

g o o d n e w s t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0

segue a pag 10 <


100 K

10

70 C 50 K

&

ecoindustria

¯ segue da pag 10

attori globali nei settori ad alto contenuto tecnologico come l’elettromedicale ed healthcare, il settore ferroviario e dei trasporti, l’avionica e la difesa, l’high-tech mobility, il settore industriale ed energy. La necessità era quella di ottimizzare i processi di produzione per rispondere in modo più efficace ed efficiente alle richieste del mercato. «Siamo un’azienda complessa, vendiamo ogni anno più di 6 milioni di prodotti finiti divisi su circa 6mila codici-articolo diversi e gestiamo in termini di materie prime più di 150mila articoli. Per gestire tutta questa complessità e rispondere alle esigenze del mercato, oltre agli strumenti tecnici e alle

competenze manageriali interne, avevamo bisogno di affidarci a un partner specializzato e a soluzioni software avanzate per la gestione dei processi di produzione.» ha aggiunto Cogliati. Da qui la scelta di Tecnest e l’implementazione della soluzione JFLEX di Tecnest. «Il progetto MES si è focalizzato sul dispatching dei piani di produzione, sulla raccolta dati in tempo reale, sulla gestione e controllo degli avanzamenti in reparto e sulla gestione della tracciabilità e della qualità. Tutto questo anche attraverso un’integrazione in real-time del nostro sistema J-FLEX con l’ERP, i sistemi di automazione, le macchine di produzione e di test di Elemaster per permettere di convo-

gliare in tempo reale tutti i dati relativi alle quantità prodotte e ai tempi impiegati. E, in caso di errore, avvisare i responsabili per metterli nelle condizioni di intervenire con azioni correttive», ha spiegato Fabrizio Taboga, Project Manager di Tecnest. «Un aspetto fondamentale del progetto è la gestione della tracciabilità e rintracciabilità in produzione. Attraverso l’utilizzo di codici univoci e la definizione di opportune unità di gestione logistica dei materiali, il sistema genera legami di tracciabilità dalle materie prime al prodotto finito e viceversa, con riferimento sia ai lotti di materiale utilizzato, sia alle risorse impiegate nel processo». Così oggi, attraverso 200 postazio-

ni di reparto e una cinquantina di palmari, Elemaster è in grado di conoscere l’esatta posizione di ogni singola scheda elettronica presente in azienda e quanto tempo è stato necessario per produrla. «Un risultato - ha concluso il Sales Manager di Elemaster - che si è concretizzato in una migliore visibilità e controllo in tempo reale dei processi e in un aumento delle performance produttive, con l’eliminazione degli sprechi e la riduzione dei costi nell’ottica di un miglioramento continuo».

SEGNA

5070

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

LOGISTICA, TRASPORTI, MAGAZZINO, MANUTENZIONE movimentazione

Il Magnetic Speed Controller MSC 50 domina la gravità Interroll presenta il primo regolatore di velocità al mondo con freno a correnti parassite per un funzionamento ottimale delle rulliere a gravità

Sa nt'A ntonin o/ Sviz ze r a, Stoccarda/Germania, 8 marzo 2016. Interroll presenta a LogiMAT 2016 una novità mondiale: il regolatore di velocità (Magnetic Speed Controller) MSC 50. Con MSC 50, soluzione di forte impatto economico e tecnologico, Interroll è il primo produttore di logistica interna ad affacciarsi in questo segmento. Facilità di installazione, ridotta manutenzione, ampia funzionalità offrono alla clientela certezza nella sicurezza dell'investimento e fluidità di processi sui propri impianti. MSC 50 è la soluzione ottimale ed economica per il controllo della velocità di imballaggi di cartone e di contenitori in plastica su rulli a gravità, nelle posizioni terminali dei selezionatori e dei trasportatori a spirale. La nuova tecnologia è stata ideata per frenare in modo assolutamente sostenibile, preciso e sicuro oggetti di peso compreso tra 0,50 kg e i 35 kg, riuscendo a controllare in maniera ottimale la velocità di transito. Grazie a queste caratteristiche MSC 50 è ideale per l'utilizzo nei settori del warehousing, dell'e-commerce, del postale, dell’alimentare e del farmaceutico, oltre che per i clienti che forniscono attività di deposito per contenitori pesanti. I rulli a gravità sono collocati spesso, in gran numero, nelle posizioni terminali degli impianti di smistamento. Questi terminali devono funzionare in modo ottimale, per evitare danni al materiale trasportato, per ridurre i tempi di transito e altri costi aggiuntivi. Inoltre oggi i rulli a gravità hanno per lo più solo una funzionalità limitata in quanto, principalmente per motivo di costo, vengono venduti senza componenti azionati. "In questo caso con la MSC 50 offriamo una soluzione dal rapporto qualitàprezzo ottimale", afferma Ralf Garlichs, Executive Vice President Products & Technology di Interroll. MSC 50 è una soluzione unica nel mercato. Il principio del freno a correnti parassite rende superfluo qualsiasi intervento di manutenzione. Grazie ad una doppia schermatura, non si verifica alcuna fuoriuscita di emissioni verso l'esterno. La sua modalità di azione direzionale esclude eventuali errori di Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0

80 m 100 Y

30 C 50 M 100 Y

100 m 100 Y

100m 20Y


11

&

ecoindustria montaggio. Inoltre, MSC 50 è di facile installazione, montaggio e pianificazione: grazie alla suddivisione variabile e alle distanze dei regolatori di velocità, può essere impiegato in maniera flessibile. In questo modo, il nuovo regolatore di velocità Interroll offre un elevatissimo grado di sicurezza dell'investimento. MSC 50 è destinato a una portata massima di 500N e a una velocità di deposito di 2,5 m/sec. La frequenza massima raggiunge quindi le 3.000 unità/ora. È utilizzabile con temperature ambientali da 5 a 40 gradi Celsius e su lunghezze di installazione comprese tra 210 e 1400 mm. SEGNA

4757

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

corridoi di lavoro. I diversi spessori e sezioni dei profili offrono un'ampia gamma di strutture per tutte le

portate e lay-out, attrezzata con pianali o reti anticaduta, grigliati, rompitratta o altri accessori.

Drive In Soluzione indispensabile per immagazzinare grandi quantità di merci per una serie limitata di articoli. Questo tipo di struttura consente di stoccare a “stiva” in sicurezza, “sovrapponendo” a più livelli. Il carrello entra nel canale di carico per le operazioni di prelievo/deposito e il magazzino viene gestito in modalità lastin/first-out. I corridoi di lavoro indispensabili per le tradizionali strutture portapallet sono eliminati consentendo il recupero fino al 90% di capacità di carico. Gravità I sistemi di stoccaggio a gravità hanno bisogno di un solo corridoio di carico e uno di scarico; non esiste un sistema più rapido ed effica-

ce per il prelievo delle merci. E' la soluzione ideale per un efficace sfruttamento dello spazio dedicando un corridoio a gravità per ogni articolo: flessibilità e rapidità. Particolarmente indicato per le operazioni di preparazione ordini e per la realizzazione di polmoni di flusso in ingresso o uscita dal magazzino. Compattabili qualora sia necessario, si può ipotizzare una struttura su basi mobili. Siamo in grado di progettare una soluzione su base modulare, strutturata con un solo corridoio di lavoro che si apre all'operatore azionando la movimentazione motorizzata delle basi: viene garantita la facilità di accesso a tutti gli articoli segue a pag 12 <

Logima, esperienza trentennale Con i suoi trent'anni di attività l'Azienda si è costruita un bagaglio di esperienza per rispondere a qualunque esigenza della clientela in ordine ai problemi di stoccaggio e movimentazione delle merci all'interno dei magazzini industriali. Il prodotto, i flussi, il contesto del cliente sono una realtà differente da tutte le altre, che richiede uno studio particolare e probabilmente soluzioni specifiche. Gestione dei progetti: • analisi del disegno • elaborazione di una o più soluzioni tecniche • elaborazione dei progetti • elaborazione offerte tecniche ed economiche • pianificazione del progetto • fabbricazione e controllo • spedizione materiali • installazione • collaudo e controlli periodici Nel tempo della globalizzazione e della standardizzazione per ridurre i costi, le aziende devono specializzarsi sempre di più per essere competitive, ed hanno quindi bisogno di soluzioni particolare per la il particolare problema. Quindi lo sforzo che facciamo è teso a migliorare i rapporti di efficienza e produttività presso il cliente, ma anche a migliorare la qualità dell'ambiente di lavoro, dei rapporti tra gli operatori e on il mondo del lavoro, con un occhio di riguardo verso la natura e l'ambiente che ci “ospita”. Il nostro ufficio tecnico ha accumulato conoscenza ed esperienza che ci permettono di progettare strutture complesse e di trovare la soluzione ideale per le esigenze dei clienti. L'impegno continuo nell'innovazione e l'aggiornamento costante sulle normative in vigore in continua evoluzione ci collocano in posizioni privilegiate al fianco di clienti esigenti. • Servizio di ispezione e manutenzione strutture • consulenza logistica • studi di fattibilità • impianti di stoccaggio di chiavi in mano • smontaggio, spostamento e rimontaggio strutture e magazzini Portapallet La scaffalatura portapallet è il miglior sistema per lo stoccaggio in altezza di pallet di dimensioni standard e mantenere facile accesso a tutti gli articoli tramite i P e r l a t u a p u b b l i c i t à s u M E C C AT R O N I C A

Presenti a

Pad. 15 Stand E16 g o o d n e w s t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


12

&

ecoindustria

¯ segue da pag 11

e con l'eliminazione dei corridoi si ottiene un recupero dell'80% della capacità di stoccaggio. Movimentazione Linee automatiche e semiautomatiche di trasferimento e movimentazione pallet, e movimentazione in cicli automatici. L'esperienza e l'utilizzo di componentistica di prim'ordine consentono l'ottimizzazione del processo produttivo, miglior impiego delle risorse umane, riduzione degli errori di gestione e la salvaguardia dell'integrità del prodotto. Automazione Unificazione delle unità di carico, operatività su più turni, sfruttamento delle altezze, combinazione dei cicli di lavoro e spostamento delle risorse umane nel magazzino automatico. Macchine semiautomatiche o automatiche che possono lavorare anche in assenza di

altri eventi

100C 80 M

Tavola Rotonda sull’Innovazione e la Manifattura Intelligente Lawww centralità del dato e la sua ricchezza 100C 100Y

Uno smart table tra aziende italiane di primo piano evidenzia strategie evolutive ed esperienze dirette nell’applicazione di tecnologie abilitanti per l’Industria 4.0

10C 50M 100M

80 K

100C 30 M

40 C 80M 100 Y

Milano 8 marzo 2017. Nel Palazzo della Cultura a 100 C 50 M Milano si è tenuta la Tavola 100 YRotonda: “Innovazione e Manifattura Intelligente”, 100 Cun’occasione di scambio 20 Y operatore, guidate da software a misura per le che ha riunito e messo a esigenze del cliente, sono soluzioni alla porta- confronto l’intera filiera ta di realtà industriali di medie dimensioni che 100 produttiva K italiana: dai forpuntano all'eccellenza non solo del prodotto nitori di tecnologie abilima anche nella qualità del lavoro. ai costruttori di mac70tanti, C 50 K chine automatiche, agli integratori di sistemi e 80 m SEGNA all’industria manifatturiera. 100 Y sul FAX Richiesta INFO a pagina 15 Ogni attore al tavolo ha contribuito a fotogra30fare C l’attuale situazione italiana, delineando il 50 M 100 Y livello di adozione e di maturità delle tecnologie per la digitalizzazione e l’ottimizzazione dei processi, evidenziando le criticità riscontrate FIERE, OPEN HOUSE, INAUGURAZIONI, EVENTI 100 m 100 Y quotidiano e tracciando i possibili risvolti nel fiere specializzate applicativi e le opportunità offerte dalla smart 100m manufacturing. 20Y La giornata, promossa da B&R, fornitore di sistemi di automazione e controllo, è stata moderata dall'ing. Pierantonio Palerma, direttore editoriale di Automazione Industriale e Automazione Ingtegrata di TecnicheNuove, e dal prof. Giuseppe Padula dell'Università degli Studi di San Marino. Sono intervenuti Silvano Casaro, Energy Manager di Rigoni di Asiago, Davide Buratti, R&D Manager di Ocme, Riccardo Boatti, Quality Assurance Manager di Fedegari, Paolo Casiraghi, Titolare di PC-Project, Angelo Brioschi, Direttore Tecnico di Negri Bossi, Domenico Ghilardi, CEO di Roboline, Sergio Castagna, Titolare di Hubo, Daniele Lippi, Marketing Manager di Datalogic, e Nicoletta Ghironi, Marketing & Communication Manager di B&R. Idee, strategie ed esperienze dirette dall’industria per l’industria La centralità del dato, con la sua molteplice valenza e le criticità nella sua gestione, è Dal 21 al 24 giugno a Verona si danno appun- dalla fonderia, passando per i processi di tra- stato il concetto più trasversale tra le esperientamento i protagonisti mondiali dell’industria sformazione con le relative fasi di lavorazione, ze esposte dalle aziende presenti, insieme ad dell'alluminio e dei materiali innovativi, per il arrivando fino al prodotto e alla soluzione di altre parole chiave, tutte imprescindibili per business matching che coinvolgerà oltre 400 fornitura, senza dimenticare ovviamente mate- realizzare una manifattura intelligente. espositori con un terzo di presenza estera. Già rie prime e riciclo. Una visita virtuale alla piat- L’acquisizione, la gestione e l’analisi sono al completo importanti aree come il padiglio- taforma fieristica può raccontare che il padi- azioni fondamentali per trasformare dati in ne della pressocolata e quelle dedicate alla glione dedicato il settore della pressocolata, informazioni utili, per rendere più efficiente il fonderia e all’automazione industriale, con la è già al completo: sono presenti tutti i processo produttivo o per dar vita ai nuovi possibilità di testare in presa diretta le tecnolo- costruttori di macchine e impianti, con la modelli di business più orientati al servizio, possibilità di testare e “toccare con mano” gie più avanzate del settore. Marzo 2017 - L’undicesima edizione di diverse nuove tecnologie che saranno esposte METEF, in programma a VeronaFiere dal 21 al per la prima volta in fiera. 24 giugno 2017, rappresenta l'evento di riferi- Di assoluta rilevanza l’area dedicata alle fonmento a livello mondiale per l'industria dell’al- derie, già protagoniste con una forte parteciluminio, dei metalli innovativi e delle attrezza- pazione in termini di visitatori, che quest’anno ture e soluzioni per il settore della fonderia, che come filiera avrà anche una nutrita presenza trova nel comparto dell'automotive e dei tra- espositiva. Così come sta prendendo corpo un I quattro finalisti dello Swedish Steel Prize di sporti in genere l'elemento trainante per l'inte- importante ampliamento del settore dell’auquest'anno sono tutti progetti innovativi che ro indotto industriale. Il countdown organizza- tomazione industriale, fortemente coinvolto ottimizzano l'utilizzo degli acciai altoresitivo già evidenzia i dati che accreditano nel processo di ottimizzazione e razionalizzastenziali. Il vincitore sarà annunciato l'11 METEF quale crocevia internazionale di riferi- zione dei flussi produttivi della trasformazione maggio durante la cerimonia a Stoccolma. mento per oltre 400 espositori (di cui il 30% dell’alluminio. Di spicco la presenza dei leader esteri) e la previsione di una partecipazione mondiali del comparto, vera chiave di volta "Quest'anno abbiamo ricevuto 102 candidaimportante di operatori professionali (oltre dello sviluppo manifatturiero nella logica ture, un numero record, da 32 diversi Paesi 10.000 nel 2014, di cui il 35% dall’estero). dell’Industria 4.0. del mondo. L'elevata qualità delle candidature dimostra che questo premio ha un ruolo «METEF ha attraversato le profonde trasfor- Tematiche sulle quali METEF potrà aprire e importante nel promuovere ed incoraggiare mazioni strutturali del sistema economico glo- guidare un confronto a livello internazionale, la ricerca di metodi nuovi e innovativi per utibale e in particolare della fonderia e dell’indu- forte delle collaborazioni attive con diverse lizzare gli acciai altoresistenziali, "dichiara stria dell’alluminio. L’esposizione ha mantenu- organizzazioni e associazioni estere di riferiEva Petursson, Presidente di Giuria dello to l’allineamento con l’evoluzione del mer- mento – come Nadca, Foundry Planet, Swedish Steel Prize e Head of SSAB's stracato aggiornando contenuti e strategie di Fundigex, STOP (Associazione delle fondetegic R&D. comunicazione ai cambiamenti in atto, al fine rie polacche), Fundigex ecc – e grazie alla di rappresentare al meglio gli interessi delle partecipazione già confermata di numerose I quattro finalisti sono: piccole e medie imprese della filiera dell’al- delegazioni ufficiali in rappresentanza di diverFermel, veicoli per l'industria mineraria, luminio, sia in Italia sia nel mondo», spiega si Paesi, dall’Occidente più avanzato come South Africa Giovanni Mantovani, direttore generale di Stati Uniti e Germania ai mercati emergenti Veronafiere. come Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Fermel ha sviluppato una gamma di veicoli per il trasporto sicuro nelle miniere, unica nel METEF proporrà alla platea internazionale del Paesi Balcanici, Spagna, Iran. suo genere. I veicoli, che soddisfano le norsettore la sua caratterizzazione molto specifimative di sicurezza più rigorose, sono destica, incentrata su quattro cardini: filiera, nati a sostituire i veicoli standard attualmenSEGNA custom solutions, automotive, networking. te in uso. La progettazione dell'intero veicoUn percorso coerente e integrato che parte sul FAX Richiesta INFO a pagina 15 100 C

5072

METEF 2017: SEMPRE PIU’ RICCO E QUALIFICATO IL PANORAMA ESPOSITIVO

dove il B2B si fonderà con il B2C. La centralità del cliente/utente, con esigenze sempre più impellenti e mutevoli, è emersa come la leva che spinge costruttori di macchine, integratori e industria manifatturiera a garantire la massima flessibilità in produzione. Modularità e scalabilità sono altri due concetti legati all’introduzione delle tecnologie dello smart manufacturing indispensabili, poiché le imprese, per dimensione e settore di attività, hanno esigenze diverse. Tutte, però, dalle piccole officine ai grandi gruppi industriali stanno vivendo la trasformazione del sistema industriale in atto. Standard comuni di connettività. Parlare un unico linguaggio per comprendersi e per interagire è basilare così come la necessità di formare nuove figure professionali più trasversali, un po’meno ingegneri e un po’ più matematici creativi. Le aziende, rappresentanti i principali interlocutori della filiera produttiva italiana, hanno esposto il proprio contributo “esperienziale”, con una visione unica e innovativa rispetto all’implementazione delle tecnologie di Industria 4.0, o di una parte di esse. Fondamentale interlocutore di questa filiera è la stessa B&R, non solo in qualità di fornitore di tecnologie altamente innovative e di standard di connettività comuni, ma anche come soggetto che contribuisce alla diffusione di cultura tecnologica, di primo livello, forte delle collaborazioni con le aziende, costruite in anni di cooperazione. SEGNA

5066

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

I finalisti dello Swedish Steel Prize 2017 spianano la strada all'innovazione

5067

lo, compresa la carrozzeria, ha migliorato le performance di sicurezza del personale, aumentato il carico utile, l'agilità, la resistenza agli urti, l'affidabilità e la durata utile. Tutti questi benefici si ottengono grazie all'uso di acciai altoresistenziali di nuova generazione, strutturali e resistenti all'usura. JMG Cranes, gru semoventi elettriche, Italia JMG Cranes ha sviluppato una gru davvero straordinaria, altamente compatta con un

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


13

&

ecoindustria campo di applicazione esteso. Il design snello combinato al sistema di trasmissione elettrica e all'eccellente manovrabilità ne permette l'impiego sia all'interno che all'aperto. Questa potente gru semovente ha una grande capacità di sollevamento. Le alte prestazioni in rapporto al peso si ottengono grazie ad un design ottimizzato che utilizza acciai ultra-altoresistenziali per il braccio della gru. Inoltre, l'efficiente trasporto su strada è facilitato dalle basi di appoggio rimovibili e dai contrappesi. Kiruna Wagon, vagone ribaltabile, Svezia Kiruna Wagon ha sviluppato un sistema innovativo di vagoni ribaltabili per il trasporto ferroviario a lungo raggio e per lo scarico efficiente di minerali. L'uso di acciai strutturali altoresistenziali e resistenti all'usura ha reso possibile la progettazione di vagoni alleggeriti combinati ad un binario Helix che consente al ribaltabile di scaricare in movimento. Con un tasso di scarico quasi raddoppiato, il sistema Helix è superiore a tutte le soluzioni convenzionali e risolve molti problemi relativi ad aggregati adesivi. Questo sistema è economicamente efficiente sia sul piano dell'investimento che della funzionalità. Wabash National, paraurti posteriore, USA Il nuovo paraurti posteriore di Wabash National per automezzi e semirimorchi supera gli standard nordamericani nelle situazioni di impatto più gravose. La progettazione con acciaio strutturale altoresistenziale è stata diffusamente testata e ha dimostrato la superiorità delle prestazioni soprattutto per quanto concerne la salvaguardia delle persone in caso di collisione. Il sistema brevettato, oltre a garantire un eccellente assorbimento di energia che permette di ridurre al minimo il danno del veicolo, consente anche una linea produttiva e un assemblaggio estremamente efficiente. SEGNA

ti e di dispositivi ad alta precisione, utilizzabili sia su linee di produzione automatizzate che nei laboratori degli istituti di ricerca. I prodotti KEYENCE sono pensati appositamente per aggiungere valore ai processi di ricerca e produzione dei nostri clienti. Il nostro team di ricerca e sviluppo è costantemente al lavoro per migliorare la nostra offerta, e non si accontenta

di soddisfare al meglio le aspettative dei clienti, ma arriva addirittura a superarle. I prodotti KEYENCE sono progettati per essere versatili e poter essere utilizzati nel settore manifatturiero e in qualsiasi altro settore industriale. Il nostro obiettivo è offrire i migliori prodotti al mondo per le esigenze delle applicazioni di oggi e di domani.

VENDITA DIRETTA KEYENCE si occupa direttamente delle vendite e non si affida a distributori o agenti di vendita. I nostri tecnici commerciali possiedono un'ampia conoscenza dei prodotti ed esperienza nelle applicazioni e nel settore. I clienti possono contare sull'assistenza in loco per risolvere rapidamente le loro richieste, risparmian-

do così del tempo prezioso. EVASIONE DEGLI ORDINI IN GIORNATA Grazie alla grande quantità di prodotti in magazzino, siamo in grado di evadere gli ordini in giornata riducendo le spese d'esercizio. SEGNA

5069

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

5068

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

Novità in fiera KEYENCE sarà presente alla Fiera SPS dal 23 al 25 Maggio 2017, Padiglione 05 Stand A 006 Saranno presentate le ultime novità nel campo dell’automazione industriale e della misurazione dimensionale. Presso il nostro Stand saranno esposti sensori, sistemi di misura, sistemi di visione, marcatori laser, e numerosi altri strumenti di ultima generazione. Saremo lieti di offrirvi una panoramica dettagliata sulla nostra azienda e sui nostri prodotti, rispondendo a tutte le vostre richieste e curiosità. A&T è la manifestazione di riferimento in Italia per le prove, le misure e i controlli industriali. Filo conduttore dell’esposizione, la più ampia e specialistica a livello nazionale, è l’AFFIDABILITÁ, primario FATTORE COMPETITIVO per tutte le filiere industriali: automotive, aerospace, ferroviario, navale, meccanica, meccatronica, elettronica. AMPIA GAMMA DI PRODOTTI KEYENCE, in qualità di leader mondiale nel settore dell’automazione industriale e della misurazione dimensionale, è in grado di offrire un’ampia gamma di prodotP e r l a t u a p u b b l i c i t à s u M E C C AT R O N I C A

g o o d n e w s t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


14

&

ecoindustria ECO INDUSTRIA eco recupero

Ecolight e Leroy Merlin: raccolte 24 tonnellate di RAEE con le EcoIsole

Tre anni, 24 tonnellate di rifiuti elettronici raccolti. Sono i risultati della collaborazione che Ecolight ha avviato con Leroy Merlin attraverso il posizionamento delle EcoIsole RAEE in prossimità dei punti vendita del colosso della distribuzione. Il dato viene diffuso proprio nella giornata in cui Ecolight ha provveduto a dotare altri due punti vendita Leroy Merlin – quello di Agrate (Mb) e quello di Seriate (Bg) – del cassonetto automatizzato per la raccolta dei rifiuti elettronici di piccole dimensioni. «La partnership di lungo corso ha sensibilizzato non solo i nostri clienti e collaboratori, ma anche in

generale i cittadini delle comunità, in cui è stato messo a disposizione il servizio» ha commentato Davide Alaimo, capo progetto Supply Chain Negozio Leroy Merlin. «Con il progetto EcoIsole abbiamo trasformato un obbligo di legge in un’opportunità per tutta la comunità». Con l’obiettivo di fornire alle comunità cittadine un servizio gratuito per incentivare la raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici di piccole dimensioni, il progetto ha visto, dal 2014 ad oggi, il collocamento di 20 EcoIsole. Gli oltre 23 mila cittadini che hanno utilizzato il servizio hanno permesso di rac-

eco servizi

cogliere più di 24 tonnellate di piccoli RAEE. Solo nel 2016, 15.000 cittadini hanno usufruito del servizio e Leroy Merlin punta ad ampliare i punti di raccolta anche quest’anno, con l’installazione di nuove EcoIsole presso altri negozi, al fine di incoraggiare maggiormente i cittadini e arrivare a raccogliere oltre 40.000 kg di rifiuti elettronici entro la fine del 2017. I rifiuti elettronici rappresentano infatti un’importante risorsa perché sono riciclabili per oltre il 90% del loro peso, ma devono essere raccolti e differenziati in maniera specifica. Grazie alle EcoIsole, i materiali conferiti seguono la filiera corretta, con grande beneficio per l’ambiente, permettendo la trasformazione in significativi volumi di materie prime e seconde come plastica, metalli e vetro. I negozi Leroy Merlin con l’EcoIsola RAEE si trovano in Emilia Romagna (3), Lombardia (7), Veneto (4), Toscana (1), Lazio (2) e Piemonte (3). Qui è possibile conferire gratuitamente rifiuti come trapani, piccoli elettroutensili, lampadine a risparmio energetico e neon non più funzionanti, telecomandi, ma anche prodotti non commercializzati dall’azienda, come smartphone, tablet, chiavette usb, rasoi elettrici e altri piccoli elettrodomestici.

SEGNA

E0589

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

Servizi alle aziende, arriva la consulenza Ecolight Ecolight potenzia i servizi alle aziende. N o n solo gestione dei rifiuti, ma anche consulenza per poter orientare le imprese nel mare delle norme e dei codici che caratterizzano questo settore. Il consorzio presenta il servizio di consulenza con il quale mette a disposizione la propria esperienza e la propria professionalità per supportare i propri consorziati, le aziende e i professionisti nella gestione dei rifiuti professionali. Del resto, le norme in continuo aggiornamento, i moduli da compilare in maniera corretta, la necessità di identificare i singoli rifiuti prodotti e individuare il loro corretto trattamento (dallo stoccaggio alla raccolta, fino al trasporto) comportano un dispendio notevole di energie e risorse, per le aziende di grandi dimensioni come per quelle più piccole. Il servizio di consulenza di Ecolight risponde a tutte le esigenze, anche con sopralluoghi direttamente in azienda con il “pronto intervento consulenza”. Il servizio di consulenza si articola in quattro ambiti: innanzitutto il supporto normativo, ovvero l’assistenza e l’accompagnamento nella gestione delle varie pratiche richieste per legge, nell’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali, nelle richieste di agevolazione ambientale e per la

dismissione dei beni a cespite; secondo, l’assistenza compilazione del MUD. Il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale sui rifiuti è la dichiarazione annuale che i produttori di rifiuti speciali devono consegnare alla Camera di Commercio. Si tratta di un documento che riporta la quantità e la tipologia dei rifiuti prodotti, nell’anno precedente, oltre alle informazioni sui soggetti cui sono stati conferiti. Terzo ambito: la gestione del registro di carico e scarico. Insieme al MUD e al formulario dei rifiuti (FIR), il registro di carico e scarico dei rifiuti è uno dei documenti principali per la contabilizzazione e il controllo dei rifiuti. Il registro di carico e scarico dei rifiuti costituisce prova della tracciabilità dei rifiuti, della loro produzione e del loro invio a recupero o smaltimento, mentre il formulario di identificazione dei rifiuti è un documento di accompagnamento al trasporto. Non certo ultima, l’assistenza per il SISTRI. Il Sistema di Controllo dei Trasporti di Rifiuti Pericolosi coinvolge tutti i soggetti interessati dalla filiera dei rifiuti e impone di comunicare via telematica tutti i dati qualitativi e quantitativi dei rifiuti prodotti, detenuti, trasportati, smaltiti o sottoposti a trattamento di recupero.

SEGNA

E0586

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

eco news

Un nuovo quartiere di Amburgo definisce gli standard di sostenibilità

Nel 2016 italiano in calo consumi elettrici, produzione rinnovabile e emissioni climalteranti Nel 2016 la produzione da fonti rinnovabili ha segnato -1.626 GWh, proseguendo il trend ribassista

Nel cuore di Amburgo, in Germania, è stato costruito il nuovo quartiere di HafenCity. Si tratta del più grande progetto di sviluppo interno alla città d'Europa e sta definendo nuovi standard di attenzione all'ambiente; gli urbanisti hanno infatti scelto le soluzioni più sostenibili ed economicamente vantaggiose, avvalendosi delle tecnologie Danfoss. Le soluzioni adottate permettono di ridurre al minimo il consumo di energia, calore e raffreddamento negli edifici e negli impianti di approvvigionamento. Ad esempio, tutti gli edifici sono dotati di teleriscaldamento, generato dalla combinazione di centrali elettriche e termiche. La combinazione di elettricità e calore assicura che il calore in eccesso proveniente dalle centrali elettriche sia

usato per riscaldare gli edifici di HafenCity e non vada sprecato. È possibile così utilizzare il 90% dell'energia primaria, un concetto facilmente riproducibile in altre città e aree residenziali. Rispetto all'impiego dei combustibili fossili convenzionali, la soluzione permette di risparmiare ogni anno 3,7 milioni di euro in costi di combustibile e 14.000 tonnellate di CO2. Il teleriscaldamento raggiunge gli edifici di HafenCity tramite le sottostazioni Danfoss e i sistemi di acqua calda domestici, garantendo che ogni singolo kilowatt di energia sia usato nel modo più efficiente possibile. Gli edifici sono inoltre dotati di altre soluzioni tecnologiche Danfoss, capaci di monitorare il consumo di energia negli impianti di riscalda-

mento e raffreddamento e di offrire un confortevole clima interno. Grazie a queste soluzioni innovative, Amburgo è riuscita a realizzare il progetto HafenCity e potrà raggiungere l'obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 del 40% entro il 2020. Il 19% delle abitazioni di Amburgo è fornito dal teleriscaldamento, contro il 13% delle altre regioni tedesche. I politici hanno annunciato un'ulteriore espansione delle infrastrutture di teleriscaldamento, con l'obiettivo di collegare, entro il 2020, altre 50.000 abitazioni alla rete di teleriscaldamento. Fonte: www.danfoss.it SEGNA

E0590

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

P e r l a t u a p u b b l i c i t à s u M E C C AT R O N I C A

Nel 2016 in consumi elettrici nazionali hanno evidenziato una contrazione pari al -2,1% (specularmente a quanto accaduto nel 2015, dove segnarono un +2,1%), mentre la produzione di energia elettrica ha registrato un +1,2% – lo stesso incremento rilevato l’anno precedente. È quanto sintetizza Assoelettrica aggiornando il documento I principali dati congiunturali del settore elettrico italiano, segnalando al contempo «una lieve riduzione sia del consumo di energia elettrica impiegato per unità di Pil sia del consumo di energia primaria impiegato per unità di Pil, in linea con gli obiettivi di incremento dell’efficienza energetica». Per quanto riguarda invece le fonti produttive, Assoelettrica evidenzia che «dal confronto per comparti emerge come nel 2016, rispetto al 2015, la produzione da fonti rinnovabili abbia registrato una flessione del 1,5%, per l’ampia riduzione della produzione idroelettrica, e la produ-

zione da fonti fossili abbia registrato un incremento del 2,7%, grazie alla crescita della produzione da gas naturale». Ulteriori dati in proposito arrivano dal Rapporto attività 2016 pubblicato dal Gestore dei servizi energetici, dove si mostra che «nel 2016 sono stati incentivati circa 66 TWh di energia elettrica da fonti rinnovabili, oltre il 50% dell’elettricità prodotta da FER». È anche grazie ai 700 mila impianti incentivati –sottolineano al proposito da Assoelettrica– se l’Italia ha raggiunto e superato il target europeo al 2020, coprendo il 17,6% dei consumi elettrici finali lordi con le fonti rinnovabili. Una performance che ha positivamente influenzato anche il quadro emissivo: «Le emissioni climalteranti nel 2016 sono diminuite, sia come emissioni totali sia come emissioni medie, rispetto all’anno precedente». In particolare, quelle derivanti da «produzione termoelettrica sono diminuite di 3,1 milioni di tonnellate rispetto allo scorso anno». Più in generale «le emissioni di CO2 sul consumo e sulla produzione totale sono lievemente diminuite rispettivamente di 4 e 16 gCO2/kWh». Fonte: www.greenreport.it SEGNA

E0587

sul FAX Richiesta INFO a pagina 15

g o o d n e w s t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


S ERVIZI G RATUITI CALENDARIO

201 7

se desideri maggiori informazioni puoi chiamare il numero tel. 051/606.10.70

verrà distribuita nelle seguenti fiere

www.expomec.it

la più grande fieRa della meccanica in internet 24 ore su 24, 365 giorni all’anno

®

15

&

ecoindustria

Invia la Richiesta INFO al FAX 051/606.11.11

le fiere e le date sono indicative e potranno subire variazioni

®

DI

foRnitoRe  offReSi 2-3-4 febbraio 2017 - lariofiere eRba

FAX

108

RICHIESTA

INFO

Sui redazionali pubblicati

&

ecoindustria

Inserisci i dati aziendali negli appositi spazi. Scrivi i dati della tua azienda (in stampatello) Rag.Sociale .............……………………….......………………………............……........................................................……..…….....………………………….. indirizzo…............……............…............……............……............……............……........................................................……............……............……............ città...........……............……............……............……..............……............……............……...........c.a.P...……............…….........Prov…............……...... Persona Resp. …............……......……............……......................……............…attività azienda ….......................…....……............……............. ….......................……............……............…….............telefono …............……............……............…….....fax: …............……...........……............…….

n

106

e-mail: …........……............……............……............……..…............……......Web:…............……..........……............……............……............………......... exPo laSeR 15-17 febbRaio Piacenza

MecSPe 23-25 MaRZo 2017 - Parma n

TRANSPOTEC LOG 22-25 FEBBRAIO 2017 (VR)

TT EXPO 15-17 FEBBRAIO 2017 Piacenza

OFF SHORE Med.C 29-31 MARZO 2017 - (RA)

Desidero avere maggiori informazioni sui redazionali identificati dal numero (segna nelle caselle sottostanti) .....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

*Inoltreremo la Vs. gentile richiesta all’azienda di riferimento, la quale provederà ad integrare le informazioni da Voi richieste. La Edibit non risponde di qualsiasi disguido o ritardo in merito.

107 Data: ................................... Seatec - 29-31 MaRZo 2017 carrara

Firma ..............................................

coMPotec - 29-31 MaRZo 2017 carrara

SUPPLEMENTO A: a.a.a. giornale della Meccanica & Subfornitura n° 522 Maggio 2017

&

n

108

affidabilità & tecnologie 3-5 Maggio 2017 torino

ecoindustria www.meccatronica.biz LAMIERA fieramilano 17-20 MAGGIO 2017 (MI) www.lamiera.net

noVità dal Mondo della Meccanica e dell’aUtoMaZione

direttore Responsabile: Massimo fortuzzi direttore editoriale: Silvano Ventura

®

ASSOCIATO A:

w w w. e d i b i t . c o m

n

109

MadeInSteel 17-19 MAGGIO 2017 (MI)

LAMIERA fieramilano 17-20 MAGGIO 2017 (MI) www.lamiera.net

AUTOPROMOTEC 24-28 MAGGIO 2017 (BO)

bie 18-20 Maggio 2017 Montichiari - (bS)

n

110

METEF 21-24 GIUGNO 2017 - (VR) Automotive

Edibit s.r.l. è inscritta al registro degli Operatori della Comunicazione al n. 2289 del 28/09/2001. Ex RNS n. 4123 del 23/03/1993 Registrazione: Tribunale di Bologna n.5797 del 26/10/89 Stampa: Centro Stampa delle Venezie Via Austria, 19/b - Z.I. Sud 35127 Padova (Italy) grafica e impaginazione: Nanni Morena - Budrio (BO) Redazione: 40055 CASTENASO (BO) - Via F. Santi, 4 Tel.051/6061070 r.a. - Fax 051/6061111

&

ecoindustria

e “in brev ”

n

n

111

eMo  HannoVeR 2017 18-23 SetteMbRe 2017 - Hannover

Chi legge MeccatronicA?

112

• Titolari, dirigenti d’azienda: • Tecnici progettisti, addetti alla produzione: • Direttori commerciali, rivenditori, addetti alle vendite:

MideSt 3-5 ottobRe 2017 - Parigi

n

A cosa serve MeccatronicA? • Far conoscere nuovi prodotti e nuove soluzioni • Fare incontrare “domanda” e “offerta” • Ottimizzare gli investimenti in ricerca e sviluppo di nuovi prodotti. • Per raggiungere un target selezionato di aziende meccaniche medio e medio grandi dei settori meccanico e automazione.

27%

39%

113 ECOMONDO 7-10 NOVEMBRE 2017 - Rimini

Metal  MadRid 16-17 noVeMbRe 2017 - Madrid

34%

27% 39%

34%

MeccatronicA good news offre esclusivamente un servizio, non riceve tangenti nelle contrattazioni, non effettua commerci, non é responsabile della qualità, veridicità, provenienza delle inserzioni. La redazione si riserva, a suo insindacabile giudizio di rifiutare un’inserzione. L’editore non risponde di perdite causate dalla non pubblicazione dell’inserzione. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto da essi dichiarato nelle inserzioni. MeccatronicA good news si riserva il diritto di rimandare all’uscita successiva gli annunci per mancanza di spazi e declina ogni responsabilità sulla provenienza e la veridicità degli annunci stessi. “garanzia di riservatezza per gli abbonati” Informativa ai sensi dell’Art. 13 del D.lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali

Chi può pubblicare redazionali su MeccatronicA? • Tutte le aziende del settore metalmeccanico: - automazione, - costruzioni meccaniche, - elettronica, - software - hardwar, ecc che vogliono far conoscere ad altre 12.000 aziende le novità sui propri prodotti. A chi e come è distribuito MeccatronicA MTA viene inviato in abbonamento postale, a tutti i costruttori, produttori, progettisti,

EDIBIT S.r.l. – Titolare del trattamento – ha estratto i Suoi dati personali dall’archivio abbonati elenchi telefonici e da altre banche dati proprie e acquistate da terzi. I dati, di cui non è prevista la diffusione, sono trattati con procedure automatizzate e manuali solo dai dipendenti incaricati del trattamento, per fini promozionali e commerciali. Tali dati possono essere comunicati, in Italia e all’estero, ad aziende o professionisti che li richiedono a EDIBIT S.r.l. per le stesse finalità. Potrà rivolgersi a EDIBIT S.r.l. Via F. Santi, 4 – 40055 Castenaso – BO per avere piena informazione di quanto dichiarato, per esercitare i diritti dell’Art. 7 del D.lgs. 196/2003, e perciò consultare, modificare e cancellare i dati od opporsi al loro utilizzo nonché per conoscere l’elenco dei Responsabili del trattamento. Prezzo Copia € 0.20

distributori (a livello nazionale), aziende utilizzatrici, enti, associazioni, che operino nel settore meccanico ed automazione industriale. Viene inoltre distribuito a tutte le aziende di settore nelle fiere specializzate. Perché leggere e consultare MeccatronicA • Per avere una panoramica sulle novità di settore • Per poter approfondire rapidamente le sole novità di proprio interesse • Per l’immediatezza e la sintesi delle notizie proposte.

Analisi dei temi trattati • Macchine utensili: • Utensili: • Parti, componenti, attrezzature e stampi: • Controlli CNC: • Automazione e robotica: • Software - hardware CAD/CAM/CAE: • Metrologia, controllo qualità: • Logistica e magazzino: • Fiere e Open House Corsi e convegni: • Internet: • Altro:

30% 5% 15% 4% 13% 6% 6% 10% 5% 4% 2%

4% 10% 5% 2% 30% 6%

6% 13% 4% 15% 5%

Per un contatto immediato e senza impegno invia un fax allo 051 606 11 11 Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati e sulla pubblicità t e l e f o n a a l n u m e ro 0 5 1 6 0 6 1 0 7 0


Meccatronica 108  
Meccatronica 108  

Meccatronica è la rivista cartacea che segue le fiere del settore meccanico più importanti d'Europa trattando di meccatronica, meccanica e m...

Advertisement