Page 89

riceverà una copia della propria foto perfettamente restaurata. «Per noi i ricordi, le emozioni e il vissuto delle persone sono elementi che vanno salvaguardati” ha commentato Massimo Pizzocri, Amministratore Delegato Epson Italia. «Per questo abbiamo deciso di collaborare con gli organizzatori della mostra La Città Visibile mettendo a disposizione non solo stampanti, scanner e videoproiettori per la mostra, ma impegnandoci a organizzare e supportare in prima persona, con i nostri specialisti, questi corsi con l’intento di preservare e valorizzare l’eredità ed il patrimonio culturale, per il recupero ed il mantenimento della memoria attraverso l’uso della tecnologia». Con la realizzazione del laboratorio di restauro fotografico il Museo Storico di Bergamo ed Epson offrono al pubblico la possibilità di vivere il museo non solo come un luogo espositivo da visitare, ma come uno

spazio per interagire in prima persona con la storia. In sintonia con l’obiettivo di fondo di una mostra come “La Città Visibile”, dedicata alla città di Bergamo, ma pioniera nell’utilizzo di soluzioni contemporanee e all’avanguardia per offrire l’opportunità di immergersi, con tutti i sensi, nella memoria e nel paesaggio urbano e umano inscritti in un territorio. Ogni primo giovedì del mese due laboratori, ore 10.30 e ore 15.00. Partecipazione gratuita (massimo 15 persone per ogni sessione), su prenotazione al tel. 035.247116 o segreteria@bergamoestoria.it. I partecipanti possono portare con sé una fotografia/pellicola da sottoporre a restauro. Al termine del laboratorio i partecipanti potranno visitare la mostra e i curatori saranno a disposizione per informazioni.

87

Città dei Mille aprile-maggio 09  
Città dei Mille aprile-maggio 09  

Periodico di Bergamo e provincia