Page 88

Arte e Cultura

aprile - maggio

Far rivivere il passato recuperando le vecchie fotografie Nell’ambito della mostra “La Città Visibile” al Museo Storico di Bergamo Epson, per la prima volta in Italia, apre a tutti un laboratorio digitale di restauro fotografico

A

ll’interno della mostra “La Città visibile. Bergamo nell’Archivio fotografico Sestini”, allestita al Museo Storico di Bergamo, Epson organizza un laboratorio - gratuito e aperto a tutti, anche a chi non è esperto di informatica o fotoritocco - dedicato al restauro fotografico, il primo mai realizzato in Italia con questa formula. Per imparare a ripristinare con pochi e semplici passaggi, da soli e senza computer, i colori delle fotografie sbiadite o rovinate dal tempo. E per riavere una nuova foto nei colori originali. Ogni primo giovedì del mese, in un breve corso vengono illustrate ai partecipanti le modalità per recuperare le vecchie fotografie sbiadite, ingiallite o rovinate dal tempo e da una conservazione non sempre corretta. Grazie alle tecnologie messe a disposizione da Epson, i partecipanti avranno la possibilità di portare con sè le immagini più care, in modo da poterle restaurare, migliorare e rendere più brillanti, in pochi semplici passi. Nel laboratorio digitale di restauro fotografico sono state realizzate due isole, una dedicata al “recupero dei colori nelle vecchie fotografie” e una al “ripristino delle fotografie e delle pellicole”. Nella prima viene utilizzato il multifunzione Epson StylusPhoto PX800FW che con pochi semplici passaggi permette di riportare all’originario “splendore” cromatico le foto di trenta o quaranta anni fa che oggi appaiono spesso ingiallite. Epson Stylus Pro 3800 e lo scanner professionale Epson Perfection V750Pro, invece, compongono la postazione di restauro per chi vuole acquisire conoscenze più sofisticate. Al termine del corso, infine, ognuno

86

Città dei Mille aprile-maggio 09  
Città dei Mille aprile-maggio 09  

Periodico di Bergamo e provincia