Page 52

di Emanuela Lanfranco

Banca Galileo, qualità e discrezione Ezio Ronzoni, Amministratore Delegato, e Direttore Generale: «…come diceva Galileo, non è il sole che gira intorno alla terra, ma il contrario. Così è da noi: non è la banca al centro della relazione, ma il cliente»

L

a discrezione e la riservatezza sono gli elementi che distinguono Banca Galileo, e questa è la precisa politica che l’istituto di credito ha adottato sin da quando si è costituito. Pur avendo la sede a Milano, in uno dei più bei palazzi della città in Corso Venezia, e a

Bergamo la nuova filiale in un prestigioso palazzo in via Verdi 8, Banca Galileo ha deciso di mantenere un profilo riservato. Incontro il dottor

Interviste

Ezio Ronzoni, Amministratore Delegato e Direttore Generale. Non sembra un po’ azzardato aprire una nuova banca in questo periodo di recessione? «Innanzitutto la nostra banca è operativa con la sede di Milano sin dal 2004 e in questi anni è cresciuta in maniera armonica, raggiungendo gli obiettivi prefissati in sede di costituzione. In questo momento di particolare crisi dei mercati economici e finanziari riteniamo comunque di avere la consapevo-

EZIO RONZONI

aprile - maggio

50

lezza di quello che si sta facendo e la conoscenza degli ambiti territoriali ove stiamo sviluppando la nostra attività». Come è nata questa banca? «Dopo una vita passata in diverse banche locali, che man mano venivano incorporate in realtà sempre più grosse e complesse, mi sono fatto un’idea di come il mercato si stava evolvendo e quindi ho pensato di condividere l’idea di creare una banca di nicchia, autonoma, che si staccasse da tutte le dinamiche che poi hanno subito queste distorsioni di mercato. Quindi una banca con obiettivi di qualità: qualità del servizio, semplicità e trasparenza nella relazione con il cliente».

Città dei Mille aprile-maggio 09  
Città dei Mille aprile-maggio 09  

Periodico di Bergamo e provincia