Page 1

COVER L’AUTOCONSULENZA

Anno 11 - N°6 Dicembre - Gennnaio 2008/09 - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB BERGAMO In caso di mancato recapito si restituisca a: Editrice Bergamasca Srl - via Madonna della Neve, 24 - 24121 Bergamo, che si impegna a pagare la relativa tassa. Euro 4,00

25 anni di affidabilità

VIP & NEWS RADICI CASA Mario Donizetti in mostra

CANTALUPA Bocciofila Bergamo in festa

INTERVISTE ROBERTO BRUNI “Amo profondamente Bergamo”

FRANCESCA PICCININI “Qui mi sento a casa”

FABRIZIO LAZZARINI “Stiamo rilanciando il Gleno”

CULTURA MARANNO 35 anni di successi

DICEMBRE 2008/2009 GENNAIO copertinacdm.indd 1

27-11-2008 18:03:43


240X280CDM:Layout 1

19-11-2008

10:47

Pagina 1

Volkswagen Bank finanzia la tua Golf. Chiedi la tua Carta di Credito Volkswagen.

Volkswagen raccomanda

Oltre 50 milioni di proprietari.

Comfort da fuoriclasse. Dispositivi di assistenza alla guida come il Park Assist con telecamera posteriore, il DCC (Regolazione adattiva dell'assetto)* che adatta continuamente le sospensioni in funzione delle condizioni stradali oppure l’innovativo cambio DSG disponibile a 6 o 7 marce, sono stati pensati per rendere più piacevole la vita a bordo e confortevole la guida. Adesso, per scoprire tutte le emozioni che può regalarvi la nuova Golf, non vi resta che mettervi comodi.

Nuova Golf. Born with experience.

Tutte le motorizzazioni rispondono alla normativa Euro5. Consumo di carburante, urbano/extraurbano/combinato, litri/100km: 6,4/4,0/4,9. Emissioni di biossido di carbonio (CO2),g/km: 129. Dati riferiti a Golf 2.0 TDI (140 CV). *Park Assist e DCC sono accessori opzionabili fornibili con sovraprezzo.

Bonaldi Motori S.p.A. - Concessionaria Volkswagen Bergamo - Via 5° Alpini, 8 - Tel. 035/4532711 - Filiale Treviglio - Via Caravaggio, 53 - Tel. 0363/45577 - www.bonaldi.it

copertinacdm.indd 2

27-11-2008 18:04:21


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 1

1-12-2008 12:33:57


CittĂ DeiMille 12 240 280AI

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 2

11-11-2008

14:44

Pagina 1

1-12-2008 12:34:04


LucianoConsolini&ArtmachineAssociati

GHIOTTA

antipastiera € 89,00

READING

leggio pieghevole in colore noce € 39,00

PERPASTA

I prezzi esposti non comprendono i beni utilizzati nelle foto per illustrare il possibile uso dei prodotti pubblicizzati.

set regalo per riso, lasagne, pizza e ravioli € 35,00

BARMAN

set cocktail

€ 88,00

GIORGIO

portacinture € 12,00

l’OMBRELLAIO portaombrelli pieghevole € 59,5 0

INFORMA

bilancia elettronica

€ 122,00

GO UP

carrello portaspesa € 139,00

AMELIE portabottiglie modulare € 19,90

PORTATOAST

portacravatte € 16,00

PORTOVINO

portapane tostato € 8,9 0

DOSACAFFÈ dosatore per caffè € 4,8 0

I prezzi (consigliati ai rivenditori) sono validi dal 15/11/2008 al 15/01/2009 e solo per modelli e colori rappresentati nelle foto. Per modelli e colori diversi il prezzo di listino può variare.

BERGAMO PIAZZA

NUOVA SEDE

REPUBBLICA, 3 C I N E M A S A N M A R C O TEL. 035.218118 DELLA

ORIO CENTER - ORIO AL SERIO T E L . 035.4596116 - 035.4596118

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 3

1-12-2008 12:34:05


restaurant

steak_cdm_ottobre08red.indd 14 nuovoCDMnuovissimocs3.indd

12:29:34 1-12-2008 12:34:07


8 12:29:34

DICEMBRE - GENNAIO

CARI LETTORI

Editoriale

N

on solo lavoratori e “musoni”, come talvolta si pensa siano i bergamaschi. Sappiamo anche far ridere ad alti livelli, magari lavorando più sulla gestualità che sulla parola. E’ questa la carta con cui gli Slapsus, scelti come “Vip del mese”, hanno raggiunto la vetta più alta della comicità a livello nazionale: con il loro sketch che parodizza il nuoto sincronizzato fanno ormai parte a pieno titolo della squadra di Zelig Circus, programma di Canale 5 condotto dall’immarcescibile Claudio Bisio. Sempre nel piccolo schermo ha le radici la popolarità di Francesca Valla, meglio nota come Tata Francesca su Sky e La7: abbiamo intervistato questo monumento di pazienza ed esperienza, capace di aiutare genitori in difficoltà a dialogare con i figli. Sempre nella sezione “Interviste” val la pena di sottolineare lo spazio dato all’Amministrazione comunale di Bergamo, vicina al termine dei cinque anni di mandato. Il sindaco Roberto Bruni fa il punto di quanto fatto e di cosa resta invece da fare, mentre l’assessore alla Cultura Enrico Fusi analizza la rinnovata stagione teatrale del Donizetti: un taglio netto con il passato necessario in presenza di nuove e diversificate forme d’intrattenimento, portate in città dal Creberg Teatro. Sostanziosa inoltre la sezione dedicata alle mostre, vista sia da un versante “vippaiolo” - allestimento delle opere di Mario Donizetti nello showroom di Radici Casa, preview delle esposizioni in arrivo al Circolo Leonardo Young, vincitori del concorso “ArteImpresa” - che da quello più schiettamente culturale. Le ultime pagine contengono due nuove rubriche, dedicate rispettivamente alla storia dell’arte e all’interior design. La mia presentazione “trasversale” non esclude i consueti punti di forza della rivista: reportages da feste e inaugurazioni, incontri con i personaggi più noti a livello locale (chi non conosce la schiacciatrice e modella Francesca Piccinini?), incursioni nelle problematiche più spinose quali l’assistenza agli anziani (attraverso un’intervista con Fabrizio Lazzarini, direttore della casa di ricovero di via Gleno). E poi “Mangiar bene” con la presentazione di ristoranti e i resoconti da convegni dedicati al gusto, “Turismo” con la conoscenza diretta di un imprenditore che ha investito in Kenya e “Aziende” per stringere l’obbiettivo sulle realtà più dinamiche del territorio. Buona lettura! Claudio Gualdi

5 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 5

1-12-2008 12:34:10


lob_CDM_dic_genn0809_tr.indd 1

1-12-2008 18:25:02


8 16:29:38

DICEMBRE - GENNAIO

Editoriale 5

Cari Lettori

Vip & news 10 12 14 16 18 22 24 26

DICEMBRE - GENNAIO

Sommario

28 30 32 36

38 42

Slapsus, dal teatro “fringe” a Zelig Mario Donizetti, mostra negli spazi di Radici Casa a Orio al Serio Giuliana D’Ambrosio in Cantalupa premia la Bocciofila Bergamo Euro-Continental Viaggi compie trent’anni Iperauto “Niente da ricordare”, intervista alla scrittrice Costanza Andreucci È bergamasca “Miss Rally 2008” Due mostre in arrivo al Circolo Leonardo Young Carolina Moretti e l’impresa Pandini vincono la 6ª edizione di ArteImpresa “K-Idea”, Kilometro rosso premia 5 idee innovative Fiamme Gialle, sciarpa azzurra per 73 nuovi ufficiali “ScuolAccademia”, consegnati i premi agli studenti vincitori della 1ª edizione Shopping Profumo di mare in Colle Aperto

Aziende 66 70

L’AutoConsulenza, 25 anni di affidabilità Un nuovo albergo per Scanzo

7 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 7

1-12-2008 12:34:33


DICEMBRE - GENNAIO

Interviste 44 50 54 58 62

Francesca Valla Roberto Bruni, Sindaco di Bergamo Enrico Fusi: «Donizetti, qualità innanzitutto» Fabrizio Lazzarini: «Stiamo rilanciando il Gleno» Francesca Piccinini «A Bergamo mi sento a casa»

Mangiar bene 76 78

Sommario

Città dei Mille anno 11 n. 6 Aut. Trib. n. 52 del 27 Dicembre 2001

Editore: Editrice Bergamasca Srl www.ediberg.it

Direzione e Redazione: Via Madonna della Neve, 24 Bergamo Tel. 035.3591116 Fax 035.3591117 www.cittadeimille.com Direttore responsabile: Claudio Gualdi Redazione: Fabio Cuminetti

Grafica: Denis Colosio - Fabio Toschi In questo numero hanno collaborato: Luna Gualdi Emanuela Lanfranco Francesco Lamberini Fotografie: Vincenzo Lombardi Tiziano Manzoni Stampa: Sigraf - Treviglio (Bg)

Tiempo Restaurant & Lounge “Il sapore dei sensi”, percorsi del gusto nell’alta cucina

Turismo 80

Malindi, paradiso del turismo dove investire è una sicurezza

Arte e cultura 84 86 88 90 92 94

“Fotografando”, clic d’autore dalla Mec Art al digitale Maranno, mostra per celebrare il 35° di attività professionale “Danze macabre” punta su fumetti, marionette e arte contemporanea Visita guidata al museo con telefono e lettore mp3 L’Art Déco in Italia Stile tipico degli anni ‘20 Ristrutturazione della casa: una soluzione centrale

Pubblicità: Tel. 035.359 1158

8 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 8

1-12-2008 12:34:57


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 9

1-12-2008 12:35:06


Vip del mese

DICEMBRE - GENNAIO

di Fabio Cuminetti

slapsus, Dal teatro “frinGe” a zeliG Lorenzo Baronchelli, Michele Cremaschi, Pierangelo Frugnoli e Manuel Gregna spopolano su Canale 5 con uno sketch dedicato al nuoto sincronizzato. E in “piscina” gli ospiti sono eccellenti

L

avorano insieme da dieci anni con esperienze che vanno dal mimo alle clownerie, dal teatro di strada all’avanguardia gestuale. Con un’attenzione sempre viva al comico. Loro sono Lorenzo Baronchelli, Michele Cremaschi, Pierangelo Frugnoli e Manuel Gregna, quattro bergamaschi noti nel circuito locale per aver lavorato con Ambaradan (Baronchelli ne è il fondatore) ed Erbamil. Insieme formano gli Slapsus, una nuova “etichetta artistica” che raccoglie il lavoro fatto dal 2000 ad oggi con gli spettacoli “Synphonia” (presentato anche al Festival di Edimburgo nel 2006) e “Fair Play”. Proprio quest’ultimo, composto da spassose invenzioni parodiche dedicate a diverse discipline sportive, è il magma creativo dove prendono vita le gag che hanno portato il quartetto prima a Zelig Off e da quest’anno a Zelig Circus. Il pezzo proposto su Canale 5 dura non più di tre minuti e scherza con il nuoto sincronizzato. Un gioco “trasferito” dalla scena allo schermo senza compromessi di sorta, che piace agli autori del programma e dà la possibilità ad altri artisti ed ospiti vari di “entrare in vasca”: riuscitissimi gli intermezzi in compagnia di Claudio Bisio e della campionessa olimpica Federica Pellegrini. Nonostante il successo e le conferme, il quartetto non punta a “bucare” lo schermo e a fare carriera in televisione. Che giudicano un mezzo stimolante più per rilanciare l’attività teatrale. In Italia, del resto, il circuito indipendente è poco sviluppato e si deve accontentare di lavorare ai “margini”. Ovvero nelle stagioni dedicate alle sperimentazioni, oppure nelle kermesse per ragazzi o “di strada”. Un passaggio a Zelig, a cui va il merito

di portare alla ribalta del grande pubblico una comicità nuova (discostandosi da quella più tradizionale legata alla parola e ai “tormentoni”), riequilibra una situazione altrimenti precaria.

10 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 10

1-12-2008 12:35:18

polveredor


POLVERE D’ORO di Andrea Bianchi Perito del tribunale di Bergamo n° 552 Perizie per istituti di credito, assicurazioni, eredità, divisioni familiari.

MINIMO TEMPO MASSIMO REALIZZO

È questo il motto che ci contraddistngue: in massimo tre mesi troviamo il miglior acquirente per il vostro orologio di valore o della vostra collezione di orologi.

POLVERE D’ORO Via Torquato Tasso, 105 - BERGAMO Tel. e fax 035 234111 - Cell. 338 1422707

polveredoro.indd 1 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 11

11-02-2008 1-12-2008 15:41:27 12:35:18


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

di Emanuela Lanfranco

mario Donizetti, mostra neGli spazi Di raDiCi Casa a orio al serio È stata inaugurata il 18 ottobre “Arte e Filosofia dell’Arte”, personale del maestro bergamasco. Ovvero uno dei massimi esponenti della corrente realista e ritrattista del nostro tempo

È

stata inaugurata il 18 ottobre la mostra del maestro Mario Donizetti “Arte e Filosofia dell’Arte”, allestita fino al 16 novembre negli spazi di Radici Casa, a Orio al Serio. Ritenuto uno dei massimi esponenti della corrente realista e ritrattista del nostro tempo, Donizetti ha ricevuto dal Time Magazine di New York commissioni per realizzare ritratti di personaggi celebri da pubblicare in prima pagina. Ha eseguito migliaia di studi a matita dando vita anche a un corpus imponente di disegni anatomici. Esegue le sue opere a tempera a tuorlo d’uovo, il procedimento autentico di questa tecnica, perduto da quattrocento anni, che comporta la verniciatura finale e le velature organiche. Ha rivoluzionato, con modifiche nel metodo e nei materiali, la tecnica del pastello portandola, per cromatismo e stabilità meccanica, allo stesso livello dell’olio, della tempera e dell’affresco. Con il suo innovativo procedimento del pastello encaustizzato ha realizzato sette grandi opere, i “Vizi capitali”, due delle quali, la Superbia e la Lussuria, sono state tra le protagoniste di questa esposizione presso Radici Casa insieme a vedute di Bergamo, la sua Bergamo. Una città del ricordo, che non c’è più, ma dove Donizetti ha scelto di vivere e continuare a creare. Dove con Costanza - moglie, compagna, consigliera e musa… - ha condiviso sogni, passioni, fatiche, sacrifici, progetti. Una vita intera. Grande l’affluenza di pubblico a Radici Casa, una location da grandi eventi. I visitatori sono stati ricevuti dalla signora Annamaria Colombelli Radici.

12 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 12

1-12-2008 12:35:27


13 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 13

1-12-2008 12:35:45


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

di Emanuela Lanfranco

Giuliana D’ambrosio in Cantalupa premia la boCCiofila berGamo Oltre 380 persone hanno partecipato alla cena nello splendido Relais & Chateaux da Vittorio a Brusaporto

P

resso il ristorante La Cantalupa, nello splendido Relais & Chateaux da Vittorio a Brusaporto, sabato 15 novembre si è svolta la cena annuale della Bocciofila Bergamo. Animatrice della serata l’istrionica presidente Giuliana D’Ambrosio che, anche quest’anno, è riuscita a tenere viva l’attenzione di più di 380 persone durante la sua interminabile lotteria: i premi estratti sono stati più di mille! Il mitico complesso “ I Chiodi” ha intrattenuto gli

ospiti per tutta la serata proponendo la sempreverde musica degli anni ‘60. Da non dimenticare infine lo scopo ultimo della serata, ovvero la premiazione dei giocatori della Bocciofila Bergamo che si sono distinti nelle gare dell’anno 2008: Claudio Pirotta per la Categoria A; Bonacina Roberto per la Categoria B; Cinzia Moretti per la Categoria Donne. Premio per l’instancabile collaborazione a Valerio Brugali. Sponsors ufficiali: Sit-In, e Index. Il ricavato della serata è stato devoluto a Salus Infirmorum-10, rue dr. Boissarie-Lourdes.

14 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 14

1-12-2008 12:36:00


15 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 15

1-12-2008 12:36:30


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

di Emanuela Lanfranco

euro-Continental viaGGi Compie trent’anni Grande festa per celebrare l’anniversario dell’agenzia di viaggi fondata nel 1978 a Zingonia da Gianfranco Vitali

Q

uell’amore per l’Africa, soprattutto per il Kenya, ha portato Gianfranco Vitali a creare quasi per gioco - quarant’anni fa - il primo villaggio turistico a Malindi. Da allora, questa località sconosciuta è diventata una delle mete turistiche più ambite dal popolo dei vacanzieri perché, come dice Vitali, «il mal d’Africa è una brutta malattia, quando la prendi non guarisci più». Ma oltre all’Africa c’è di più. La grande passione per i viaggi e per l’avventura ha coinvolto a tal punto Gianfranco Vitali

che, nel 1978, ha fondato un’agenzia viaggi, l’Euro-Continental, con sede nello storico grattacielo a Zingonia. «Era una piccola agenzia, ma con una spiccata voglia di diventare grande. Questo è successo, grazie alla signora Anna e alle validissime collaboratrici, fattore determinante per il successo di un’azienda: Anna Rosa, Erika, Valeria e Antonella». Una grande festa è stata organizzata per celebrare i “primi” trent’anni dell’Euro-Continental Viaggi, un’agenzia che si distingue proprio per la professionalità e serietà dei collaboratori. L’evento si è tenuto presso Villa Giavazzi a Verdello.

16 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 16

1-12-2008 12:36:45


17 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 17

1-12-2008 12:37:17


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

di Emanuela Lanfranco

iperauto, nuova ConCessionaria in via borGo palazzo Inaugurato venerdì 14 novembre lo showroom dove poter ammirare e provare Land Rover, Jaguar e Volvo. Tra i servizi anche un’officina d’assistenza per interventi di revisione e riparazione

V

enerdì 14 novembre è stata inaugurata, a Bergamo in via Borgo Palazzo, la nuova concessionaria “Iperauto”. Uno spazio completamente dedicato alle automobili con uno showroom dove poterle ammirare, un’area espositiva esterna dove poterle provare e un officina d’assistenza dove tecnici specializzati sanno dare risposte immediate per interventi di revisione e riparazione. Land Rover, Jaguar e Volvo sono state le protagoniste della serata svoltasi alla presenza di pubblico attento e interessato.

Il ri prop mate man loca con carn per l

La c ricca una Da idea tema azien 18 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 18

1-12-2008 12:37:38

treporcellin


treporcellini_dicembre08_1.indd 1

01/12/2008 18.25.58


anahata_dicembre08-finale1.indd 2-3 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 20

1-12-2008 12:37:43


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 21

19/11/2008 1-12-2008 11.54.54 12:37:44


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

di Claudio Gualdi

“niente Da riCorDare”, intervista alla sCrittriCe Costanza anDreuCCi Il romanzo edito da Corponove, per il quale Piero Chiara volle scrivere la nota introduttiva, è stato in parte gia pubblicato con il titolo “Altare di famiglia”. Il dipinto in copertina e le tavole fuori testo sono di Mario Donizetti

N

iente da ricordare”, il tuo ultimo romanzo, ha per sottotitolo «“La vita di Hegel” del Rosenkranz e altri fantasmi». Nel risvolto di copertina l’editore spiega: «Questo romanzo, per il quale Piero Chiara volle scrivere la nota introduttiva, è stato in parte gia pubblicato con il titolo “Altare di famiglia”. Viene ora ridato alle stampe finalmente completo di quegli ultimi capitoli che, contro il parere di Chiara e il nostro, l’autrice allora non volle pubblicare. In tutti questi anni di ripensamenti c’è stata attenzione anche al cambiamento del titolo. Fra quelli proposti dall’autrice - “La bambina impagliata”, “La signora dell’ultima corsa”, “La vita di Hegel’ del Rosenkranz e altri fantasmi”, “Niente da ricordare” - l’ultimo a noi è sembrato il più adatto alle struggenti vicende dei tanti personaggi di questa storia». Perché, quando il romanzo fu stampato la prima volta, non volesti la pubblicazione degli ultimi capitoli? Pubblicazione che invece oggi hai consentito. «Mi sembrò una chiusura perfetta quella che faceva terminare la storia davanti all’altare di famiglia. Tuttavia, debbo dirlo, fu una scelta sofferta e, forse, sbagliata. Ma solo il tempo e riuscito a farmi capire che quelle pagine che oggi concludono la vicenda ne facevano parte essenziale». Scrisse Piero Chiara nelle sue note introduttive: “La vicenda è narrata con spietata sincerità, quasi con la voluttà di distruzione che spesso si impadronisce degli ultimi discendenti delle stirpi infelici”.

22 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 22

1-12-2008 12:37:49


«Potrà sembrare strano, ma non ho condiviso questa interpretazione di Piero Chiara (anche se la posso ritenere molto suggestiva). Condividerla implicherebbe una mia partecipazione appassionata ai fatti che ho raccontato, mentre io, quei fatti, li ho guardati dal di fuori senza partecipazione emotiva. Ho voluto scrivere un romanzo, non una “storia di famiglia”. Che, poi, “quei fatti” riguardino la mia famiglia, non ha nessuna importanza. Proprio nessuna. Del resto ho scritto tante storie: altri romanzi e numerosi racconti». Paolo Maurensig, recentemente, di “Niente da ricordare” ha scritto: “Per quanto il termine moderno di romanzo appaia oggi ambiguo e indefinibile, in questa opera se ne ridefinisce di autorità non solo la struttura ma anche lo spirito, quello spirito che avvicina la scrittura all’inarrestabile fluire della vita... “. Sei anche tu del parere che il termine “romanzo” oggi possa essere considerato “ambiguo e indefinibile”? «Maurensig è scrittore di rara sensibilita e questa sua affermazione deve far meditare. Non può che far meditare. La produzione di opere di

narrativa è ormai talmente vasta che oltretutto ti trovi impossibilitato a seguirla e troppe delle opere - anche premiate e osannate- si rivelano insoddisfacenti». Maurensig, nello scrivere del tuo libro, aggiunge: “...in questo suo bel romanzo l’autrice ci presenta un frammento della grande Comédie Humaine del Novecento, in cui gli individui sono sì cifre di registri contabili, voci archiviate di inventario, postille di atti notarili, nomi su certificati di matrimoni, su atti di nascita e di morte, ma anche, e soprattutto, versi di un incommensurabile poema, il quale ci insegna un’unica verità: siamo anime giunte da chissà dove e dirette in un luogo altrettanto ignoto, anime che sopravvivono nella propria e nell’altrui memoria e che si dissolvono solo nell’oblio. Ma quando la memoria verrà meno, quando non resterà più niente da ricordare, non tutto sarà perduto... Potremo sempre leggere e rileggere”. Quale opera, più di ogni altra, tu hai letto e riletto? «”I promessi sposi” di Alessandro Manzoni».

23 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 23

1-12-2008 12:37:52


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

È berGamasCa “miss rally 2008” La vincitrice è Anna Maria Pintile, studentessa 23enne di Ponteranica. All’evento monzese, svoltosi sabato 15 e domenica 16 novembre, ha partecipato anche Valentino Rossi

A

nna Maria Pintile, studentessa 23enne di Ponteranica, è Miss Rally 2008 MyBrianza.it. Dopo una due giorni di passerelle e sfilate è stata eletta reginetta dalla giuria composta dai molti vip e piloti che hanno partecipato al 30° Monza Rally Show: il cantante Cesare Cremonini, il ciclista due volte campione del mondo Paolo Bettini, il neo campione del mondo della classe 250 Marco Simoncelli e i suoi colleghi Jorge Lorenzo e Alex De Angelis, il giornalista Guido Meda, il comico Giovanni Cacioppo, Capitan Ventosa. Tutte le 11 ragazze che hanno raggiunto la fase finale, frutto di un’accurata selezione tra più di 150 candidature pervenute alla redazione di MyBrianza.it, hanno comunque avuto l’onore di premiare il protagonista assoluto della manifestazione: Valentino Rossi.

24 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 24

1-12-2008 12:38:07


CERTIFICATO ISO 9002 PER LA QUALITA’ - ISO 14001 PER IL RISPETTO DELL’AMBIENTE - MENZIONE SPECIALE “AWARD ECOHITECH 2001”

Stampante Fax Fotocopiatrice Scanner Tutto in una macchina!

Bastano 2 Euro al giorno! Agenzia per Bergamo e Provincia

BERGAMO - Via Suardi,6 - Tel. 035 230750 - Fax 035 249851 - pancromatic@pancromatic.com nuovoCDMnuovissimocs3.indd 25

1-12-2008 12:38:07


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

Due mostre in arrivo al CirColo leonarDo younG Si parte a marzo con un’esposizione di cartoline raccolte da Marianno Franzini e dal figlio Edoardo In aprile personale dedicata a una giovane bergamasca che propone inediti connubi tra arte e moda

I

l Circolo Leonardo Young, dopo un anno in giro per il mondo a scovare nuovi artisti emergenti, riapre i battenti a marzo con due imperdibili mostre. La prima riguarderà un’esposizione di cartoline - la passione ultraquarantennale per questo tipo di collezionismo si tramanda dal prof. Marianno Franzini a suo figlio Edoardo - dove il filo conduttore sarà la Ferrari. Saranno presentate oltre mille cartoline, molte delle quali ufficiali edite della Ferrari e altre sempre inerenti al mito rosso, con francobolli e autografi di piloti e personaggi del tempo. In più, memorabilia targati “Cavallino rampante” quali motori, volanti, tute, veri e propri cimeli. La seconda mostra, ad aprile, è dedicata a un’artista emergente della Bergamasca. Opere in cui arte e moda si fondono in un connubio inedito. Le grandi griffe parigine - Louis Vuitton, Hermes, Chanel, per non dimenticare Cartier e Louboutin - si mescolano ai colori accesi e ai contrasti vivi, con il nero e l’oro. La giovane creativa, di cui per ora il nome rimane top secret, dopo vari viaggi tra Parigi e Londra alla ricerca di materiali e ispirazione, si è lasciata trasportare dall’eleganza di Rue du Faubourg SaintHonorè e Avenue Montagne, incanalando la moda in collage e rivisitazioni di opere famose. Lo scopo delle sue creazioni è fondere in un intimo incontro l’arte pittorica e l’arte delle griffe. Un esempio è l’opera intitolata “Omaggio a Mondrian”. Nelle opere di Mondrian le componenti fondamentali sono la forma, la linea, il colore, e hanno come finalità la realizzazione della Bellezza non tanto estetica ma quanto entità spirituale. La rivisitazione dell’artista inquadra le componenti fondamentali dell’opera di Mondrian in

ambito non solo pittorico ma bensì nella concretezza della moda; ecco allora che la forma e il colore rimangono intatti, mentre le linee variano con Hermes. Presenti anche personaggi che hanno fatto storia come Kubrick, dove il genio e la sregolatezza in Eyes Wide Shut e Shining vengono posti su piani paralleleli da Louis Vitton, intervallando il tutto con David La Chapelle. Circolo Leonardo Young, Gorle, via Roma 69. Per maggiori informazioni: 3343396269

26 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 26

1-12-2008 12:38:23

salvetti_dic


INGROSSO - Salvetti Pelletteria Via Ghislandi, 63 - Bergamo - tel. 035 220000

salvetti_dicembre08-1.indd 1 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 27

17/11/2008 1-12-2008 13.00.24 12:38:24


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

Carolina moretti e l’impresa panDini vinCono la 6ª eDizione Di arteimpresa Al secondo posto si è classificato il binomio Francesca Gritti e Ubi - Banca Popolare di Bergamo, al terzo Angela Di Palo con l’agenzia di pubblicità L’Azzurro

È

Carolina Moretti, con la sua opera “… creando…”, la vincitrice della sesta edizione di ArteImpresa, la mostra-concorso che si svolge ogni due anni, e che quest’anno ha affrontato il tema “Tempi futuri: l’uomo e la macchina”. L’artista e l’impresa partner Pandini sono stati premiati martedì 21 ottobre presso lo Spazio ParoleImmagine della Gamec di Bergamo. Carolina Moretti ha creato una video installazione che vuole sottolineare il rapporto tra l’artista e l’impresa, mondi considerati da sempre lontani tra loro. L’opera, infatti, consiste in un video che ripercorre la creazione del dipinto, un olio su tela, che raffigura l’impresa Pandini, azienda attiva in diversi settori dell’edilizia dal 1957. In tre minuti circa una serie di sequenze accompagnano lo spettatore alla scoperta delle varie tappe della realizzazione del dipinto, dalla tela ancora bianca fino all’opera finita. In questo modo, utilizzando come base l’idea della “creazione”, il fare artistico e il fare edilizio si ritrovano in stretta relazione. Carolina Moretti è di Crema e ha 24 anni. Diplomata presso l’Accademia Carrara di Belle Arti, ha già partecipato a diverse mostre dal 2004 ad oggi. L’opera vincitrice è frutto della sinergia con cui hanno lavorato per mesi l’artista e l’impresa Pandini. La scambio e la collaborazione tra le due realtà, come prevede la consolidata formula del concorso, hanno dato sostegno e ispirazione all’opera finale. Lo stesso è accaduto a Ubi - Banca Popolare di Bergamo e all’agenzia di pubblicità L’Azzurro, vincitrici rispettivamente del secondo e del terzo posto. Ubi - Banca Popolare di Bergamo ha vinto grazie alla

video installazione realizzata da Francesca Gritti. L’artista si è ispirata alle cifre di una carta di credito, utilizzandole come codici geografici e rileggendo la card come un supporto per immagini, quelle che raccontano il viaggio compiuto per raggiungere i luoghi corrispondenti a tali codici. L’Agenzia di pubblicità L’Azzurro, invece, ha partecipato al concorso in abbinamento ad Angela Di Palo. L’artista di Seriate ha realizzato una sequenza di sette polaroid in formato 70X100 che vuole essere una riflessione sul rapporto tra arte e pubblicità. Secondo Di Palo, infatti, i due diversi mezzi di comunicazione hanno un paradosso che li accomuna: l’artista, primo artefice del lavoro, come il creatore di pubblicità scompare sotto il peso dell’opera.

28 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 28

1-12-2008 12:38:32


R e s i d e n z a "Gli Oleandri" B o l t i e r e

Pr o ge tta ta intorno a te

› › › › › ›

predisposizione impianto antifurto pannelli solari finiture di pregio portoncini blindati predisposizione aria condizionata isolamenti di alto abbattimento acustico

Contatto diretto: 335 819 78 06 340 526 89 40

Moretti Costantino Via Largo Vittoria, 14 - Curno (Bg) www.impresamoretti.com oleandri.indd 1

1-12-2008 18:28:33


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

“K-iDea”, Kilometro rosso premia 5 iDee innovative Tutte le proposte sono state esaminate da un apposito comitato di selezione, presieduto dal tecnologo e divulgatore Roberto Vacca

U

n riconoscimento alle idee più brillanti. Questa la sostanza di “K-Idea”, evento promosso da Kilometro Rosso - nell’ambito della kermesse “Bergamo Scienza” - che ha selezionato cinque invenzioni tra le ben 110 idee pervenute. Questi gli “Archimede” premiati: Sara Ferrari con la “Bioacustica a supporto della gestione sanitaria dell’azienda zootecnica”, Francesco Cozzo con il “Velocipede inerziale ad alte prestazioni”, Marco Girasole con un “Metodo ottico per monitorare l’indurimento di materiali a base metallica”, Pietro Cerveri con “Tecnologie robo-

tiche per la visione in chirurgia mini-invasiva transluminale endoscopica”, Giovanni Donato con il “CRT: motore endotermico a pistoni rotanti”. Ai 5 selezionati è stata data la possibilità di presentare le idee a un pubblico di partner potenzialmente interessati, in quanto prevalentemente costituito da ricercatori, imprenditori e operatori della finanza d’impresa, che potranno trovare un’opportunità per sviluppare nuove soluzioni tecnologiche, valutare la potenziale applicazione e industrializzazione, e per eventualmente stimolare la creazione di nuove imprese ad alta intensità di conoscenza. Tutte le proposte ed idee sono state esaminate da un apposito comitato di selezione, presieduto dal tecnologo e divulgatore Roberto Vacca.

30 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 30

1-12-2008 12:38:38

lalla_dicem


lalla_dicembre08_finale.indd 1 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 31

26/11/2008 1-12-2008 17.36.35 12:38:39


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

fiamme Gialle, sCiarpa azzurra per 73 nuovi uffiCiali La tradizionale cerimonia si è svolta il 14 novembre alla presenza del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Cosimo D’Arrigo

N

el pomeriggio di venerdì 14 novembre, alla presenza del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Cosimo D’Arrigo e del Generale Ispettore per gli Istituti d’Istruzione, Gen. C.A. Ugo Marchetti, presso l’Accademia della Guardia di Finanza ha avuto luogo la consegna della “sciarpa azzurra”. Questa tradizionale cerimonia rappresenta, per i 73 frequentatori del 106° Corso “Judrio III” e del 5° Corso “Auriga”,

l’ingresso nella categoria degli ufficiali del Corpo. Inoltre, sabato 15 novembre, gli stessi ufficiali hanno prestato giuramento individuale di fedeltà alla Repubblica al cospetto del Comandante dell’Accademia, Gen. B. Michele Calandro. I nuovi ufficiali - 64 del Ruolo Normale, appartenenti al 106° Corso e 9 del Ruolo Aeronavale, - rimarranno ancora un anno a Bergamo, per completare il triennio di formazione, prima di intraprendere - a Roma - il Corso di Applicazione che li introdurrà in tutta l’ampia gamma degli impieghi degli Ufficiali del Corpo.

a la Paoldo Lo

ww in

G&A immAGine

l’arte

ia ital

nio imo nità

a Patr o Um dell’ ll’Unesc late da ra tute hitettu e l’arc

P

32 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 32

1-12-2008 12:38:59


simone moRo

8000

metri di vita

metri di vita

8000

La storia delle quattordici cime più alte del pianeta, viste da un grande protagonista dell’alpinismo, Simone moro Formato cm

25,5x33,5 • 168 pagine a colori • 188 vedute panoramiche ad alta quota • Indicazione grafica degli itinerari alpinistici corredati da testi e foto • Unica edizione in italiano e inglese

Numer Guida o speciale alla m ostra

003 (co

nv. in L.

27/02

/2004

n.46)

La ci visibttà ile

P. D.L. . in A. - Sped s.p.a.

08

Italiane

re 20 Ottob

re-No

vembre-

Dicemb

Poste

gine • 152 fotografie dal 1880 agli anni Sessanta del Novecento

anità

ll’Um

GRAF

ICA & AR Berga TE mo

l’arte

ia ital

nio imo nità

a Patr o Um dell’ ll’Unesc late da ra tute hitettu e l’arc

Pat

Om a DO aggiO m Lucc enicO hett i

E N. 56

numero umero speciale, guida alla mostra LA CiTTÀ ViSiBiLe - Bergamo nell’Archivio fotografico Sestini. omaggio a Domenico Lucchetti, museo useo Storico di Bergamo 29 novembre 2008 - 20 settem-bre 2009 Formato cm 19,5x26,5 • 128 pa­

a i l a it io de rimon

Berga m ne fotoo grafillc’Archivio o Sesti ni

353/2

24128 Bergamo via Coghetti 108 035 255014 035 250164

www.graficaearte.it info@graficaearte.it

a la Paoldo Lo

LaRivis ta

DIB ERG AM O

- Art.

1, comm a 1, DC

B Berga

mo - e

6,00

GRAFiCA & ARte

NUOV A SERI

novità Grafica & Arte

simone moRo

ca Grafi te & Ar

G&A immAGine

elate ura tuetsco t t e it h c l’ar dall’Un l’arte e

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 33

Una guida preziosa dedicata a 24 luoghi italiani che l’Unesco ha riconosciuto “Patrimonio dell’Umanità” per la loro rilevanza artistica e architettonica. A ciascun sito sono dedicati testi esaurienti e fotografie di qualità Formato cm 25,5x33,5 • 168 pagine • 170 fotografie a

colori • Unica edizione in italiano e inglese

1-12-2008 12:39:14


TIEMPO RESTAURANT & LOUNGE Con la nuova proprietà, i nuovi orari d’apertura e la nuova impostazione sono arrivati cambiamenti fondamentali per il ristorante di Mozzo

C

’era una volta “El Tiempo”, spiccatamente rivolto agli amanti del cibo messicano. Oggi, invece, la nuova proprietà ha deciso di “aggiustare il tiro”. Via l’articolo “El” e via l’esclusività dei menù centroamericani per portare una ventata d’aria fresca al ristorante di Mozzo, in virtù tra l’altro di una nuova impostazione e di nuovi orari d’apertura. Una svolta voluta dal neo titolare, il giovane imprenditore Luca Locatelli, originario di Cisano Bergamasco. Pochi gli anni - 27 - ma già tanta la sua esperienza, visto che nelle ultime stagioni ha gestito “Il Lido”, location estiva molto frequentata di Mandello del Lario, e si è occupato di organizzazione di eventi e servizi di catering a Villa Confalonieri, sempre su quel ramo del lago di Como. La trasformazione del “Tiempo - Restaurant & Lounge” è tutta nella sostanza: la nuova gestione ha deciso di effettuare uno stravolgimento radicale nel menù, riducendo drasticamente il numero di piatti tipici messicani e allargando la proposta gastronomica di tradizione italiana, con spazio alle carni e al pesce di alta qualità,

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 34

nonché alle pizze di ogni genere. Resta immutato invece l’appeal architettonico con luci basse, lampade in terracotta decorata, grossi vasi con agavi, cactus e bamboo, pareti ocra e tovagliati bordeaux per 200 coperti, a definire un ambiente esclusivo e rilassante. In sala confermato il sommelier Pierangelo Aresi nel ruolo di direttore del servizio. Rivoluzione anche negli orari di apertura: dallo scorso 25 novembre il Tiempo apre anche a mezzogiorno, nella convinzione che una struttura di tali dimensioni debba essere operativa - possibilmente tutto l’anno - per l’intera giornata, mantenendo elevati gli standard qualitativi. Per il pranzo viene proposto un menù fisso a buffet a partire da 10 euro, mentre la sera una cena con due piatti e vino non supera i 25/30 euro: l’ideale per appuntamenti aziendali in una location esclusiva, con servizi personalizzati e salette riservate. Ultimo, ma non meno importante, il divertimento: per realizzare le tante iniziative programmate, Luca Locatelli si avvale dello staff che già lavora con lui a Mandello. Alla domenica sera aperitivo happy hour dalle 18, mentre al sabato sera spazio alla musica di DaveMaster Tempo.

1-12-2008 12:39:18


Tiempo: Via Liguria 1, Mozzo (BG) - Tel. 035461500 - www.eltiempo.it

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 35

1-12-2008 12:39:21


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

“sCuolaCCaDemia”, ConseGnati i premi aGli stuDenti vinCitori Della 1ª eDizione Il concorso, riservato agli studenti di quarta degli istituti superiori, vuole favorire lo studio e il confronto tra i giovani sui temi della legalità, del rispetto degli altri e delle regole pubbliche

A

conclusione della prima edizione del “Premio ScuolAccademia”, un concorso letterario istituito nell’anno scolastico 2007-2008 in collaborazione tra l’Accademia della Guardia di Finanza e l’Ufficio per le attività studentesche dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo (l’ex Provveditorato agli Studi), con il sostegno finanziario della Banca di Bergamo S.p.A., si è svolta sabato 22 novembre la cerimonia di premiazione degli studenti risultati vincitori. Il concorso, rivolto a tutti gli studenti iscritti alle classi quarte degli istituti superiori di Bergamo e provincia, si prefigge l’obiettivo di favorire lo studio e il confronto tra i giovani sui temi della legalità, del rispetto degli altri e delle regole pubbliche, nonché del corretto rapporto con le istituzioni. Alla prima edizione hanno partecipato circa cinquanta studenti iscritti in quindici scuole superiori, statali e paritarie, del capoluogo e della provincia: la prova si è svolta lo scorso 19 aprile, nelle aule dell’Accademia. Una commissione mista, composta da docenti tratti da istituti

scolastici del territorio bergamasco e da ufficiali del Corpo, ha poi valutato gli elaborati selezionandone tre che ha giudicato i migliori per forma e contenuti. Il primo premio è stato assegnato ad Annalisa Cavagna, del liceo classico statale “Simone Weil” di Treviglio; al secondo posto si è classificata Veronica Valle, del liceo classico statale “Paolo Sarpi” di Bergamo; terzo classificato, Andrea Lavelli dello stesso liceo del capoluogo orobico. La cerimonia di premiazione, svoltasi nell’aula magna dell’Accademia della Guardia di Finanza, alla presenza di autorità cittadine, di moltissimi studenti e di allievi ufficiali del Corpo, è stata introdotta da un intervento del generale Michele Calandro, comandante dell’Accademia, il quale ha sottolineato le finalità e gli obiettivi del concorso, evidenziando come i temi della legalità debbano essere fatti propri soprattutto dai giovani. Al termine della cerimonia, il comandante dell’Accademia e il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale hanno annunciato, per l’anno scolastico 2008-2009, la 2ª edizione del concorso, ispirata alla proclamazione della “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani”, di cui ricorre il sessantesimo anniversario.

36 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 36

1-12-2008 12:39:27


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 37

1-12-2008 12:39:28


Shopping DICEMBRE - GENNAIO

la vetrina A tutto shopping, dalle vie della città e della provincia alle pagine di Città dei Mille. Ecco i negozi dove fare il miglior acquisto.

Lise Charmel

SOGNI DORATI Illumina le Feste con la polvere dorata di Givenchy e gli esclusivi accessori che renderanno uniche le tue serate.

PER I TUOI REGALI DI NATALE Intimo Giò - Uomo, donna, moda mare Via T. Tasso, 85 - Bergamo Tel. 035.242444

Dipra Profumeria Via Quarenghi, 42 - Bergamo Tel. 035.213055

38 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 38

1-12-2008 12:40:02


BIMBI FOLLI GRANDI MARCHI: Aeronautica Militare, Armani, Harmont & Blaine, Aspesi, Belstaff, Ferrari, D&G, Brema, Tommy Hilfiger, Jaggy, Diesel, Moncler, Blauer, Peuterey, Fiat, Replay & Sons, Patrizia Pepe, Pinko, Monnalisa, Liu·Jo, Nolita, Aletta.

CASA DELLA RENNA, RINNOVO DEI LOCALI La boutique “Casa della Renna” ha effettuato il rinnovo dei locali. La nuova collezione di abbigliamento in pelle, pellicceria, piumini e borse è disponibile a prezzi sempre vantaggiosi. Possibile la permuta dell’usato. Casa della Renna, via Tasso 26, Bergamo. Tel. 035248307

OGNI CAPO UN’OPERA D’ARTE

Bimbi Folli Viale Italia 89 ALME’ tel. 035 541465 - www.bimbifolli.it

Non pensare al solito divano, alle solite catene di negozi che ti propongono i soliti divani... vieni a scoprire la nuova collezione Doimo dove proverai quanto è bello sedersi, sdraiarsi e perchè no... dormire su un divano Doimo. Da noi, fino a fine anno, sarà tuo con un secondo rivestimento omaggio e un “comodo” pagamento in 30 mesi a tasso zero.

Una sartoria con una lunga tradizione alle spalle, nata nel 1937 dalla passione per il taglia e cuci di Pietro Crotti e proseguita dall’amore per il “su misura” del figlio Ivano Crotti. Tra i punti forti ci sono sicuramente i tessuti Ermenegildo Zegna, Loro Piana per uomo e Carnet gruppo Ratti, per uomo e donna. Ma anche camicie su misura e maglioni in cachemire.

Sartoria Crotti Via Dante 11 - Almè (BG) Tel. 035.541512 - Cell. 380.4207279 - www.sartoriacrotti.it

Emporio Home Via Paleocapa, 25 angolo Quarenghi 52/c- Bergamo - Tel. 035.315353 Via Santuario, 33 Stezzano - Tel 035 4540681

39 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 39

1-12-2008 12:40:15


DICEMBRE - GENNAIO

INTIMO MADE IN ITALY Tutto per rendere unico il tuo look. Intimo, abbigliamento, scarpe, accessori e altro ancora. Corsetteria: CHRISTIES NAORI, ROSY. Abbigliamento : TENAX ,BLUIN FIRENZE, SARAH BORGHI, CHRISTIES. Calze : SARAH BORGHI Sybilla Via Broseta 81/c - Bergamo Tel. 035.250192

Stelio Portico Sentierone, 46 - Bergamo - Tel. 035.226131 Viale Papa Giovanni 50/52 - Bergamo - Tel. 035.249618 Via Roma 20 - Treviglio - Tel. 0363.44784 Corso Palestro 31 - Brescia - Tel. 030.2404035 www.steliocamicie.it

ESPERIENZA VENTENNALE NEI PRODOTTI BIOLOGICI A Natale regalati o regala prodotti biologici di qualità. Presso di noi puoi trovare prodotti selezionati o presidi slow-food, come il Caciofiore di Columella, il Brânz dei Carpazi, i pomodorini del “Piennolo” del Vesuvio, lo speck del Tirolo, marmellate sfiziose, la pancetta o il lardo di Cinta Senese, il panettone di kamut e farro, prodotti da forno senza lievito e molto altro... Vieni a trovarci, potrai curiosare e perché no assaggiare qualche salame e formaggio…. A tutti Buone Festività!!! Bioscelta Via Vicentini / Siccardi - Bergamo Tel. 035.3840711 - www.bioscelta.it

GIOCATTOLI DI UNA VOLTA PER I BAMBINI DI OGGI Frutti di Bimbi è l’unico punto vendita della marca francese Moulin Roty per tutta la Provincia di Bergamo. Insieme lavorano per proporre una vasta gamma di giocattoli fatti come una volta con le esigenze attuali. Ogni articolo è realizzato con grandissima attenzione alla qualità ed è conforme alle normative europee di sicurezza. Corredo nascita, regali di battesimo, giocattoli di legno, cavalli a dondolo, pupazzi, puzzles, bambole e giochi didattici... da Frutti di Bimbi!

Frutti di Bimbi Via Roma, 8 Alzano Lombardo (BG) Tel. - Fax 035.514229 - www.fruttidibimbi.it

M

40 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 40

1-12-2008 12:40:56

ravasio-dic


RAVASIO MODA

ALZANO LOMBARDO - Via Mazzini, 27

RAVASIO JEANS

ALZANO LOMBARDO Via Mazzini, 02

MARINA MILITARE

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 41 ravasio-dicembre08.indd 1

1-12-2008 13.02.05 12:41:00 17/11/2008


Vip & News

DICEMBRE - GENNAIO

di Manuela Mangeruva

profumo Di mare in Colle aperto Da ottobre in Città Alta è aperto un nuovo ristorante: “Simposium”, caratterizzato da un menù dedicato interamente al pesce

L

a splendida e suggestiva posizione di Colle Aperto dovrebbe già garantire parte del successo per questo ristorante che si propone, dopo varie gestioni, con un’atmosfera completamente rinnovata: raffinata e accogliente. Aperto al pubblico da ottobre, ha inaugurato il ristorante caratterizzato da una ristrutturazione totale degli interni; gli spazi sono stati suddivisi in due aree: il ristorante e il wine bar pensati su due livelli differenti e collegati fra loro attraverso una scala interna. “Simposium” non è un nome nuovo alla ristorazione: l’omonimo ristorante di Porto Rotondo appare,

infatti, con due stelle sulla Guida Michelin, ad affermazione del talento e dell’impegno dei due fratelli Matassino, ristoratori di grande esperienza. Nella gestione bergamasca del locale si è aggiunto un nuovo socio: Mario Tomasello, scopertosi gran amatore della buona cucina. Nel menù dedicato interamente al pesce appaiono piatti come il branzino al forno, al sale e all’acqua pazza (tipica ricetta campana), zuppe di mare e impepate di cozze. Una rinomata e moderna cantina è posta a vista al piano inferiore del ristorante, spazio adibito per feste private, aperitivi e per un drink dopo cena. Aperto tutti i giorni a pranzo e cena, chiuso il martedì.

42 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 42

1-12-2008 12:41:05


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 43

1-12-2008 12:41:06


DICEMBRE - GENNAIO

di Emanuela Lanfranco

franCesCa valla È di Bergamo una delle protagoniste del programma televisivo “S.O.S Tata” prodotto da Magnolia e trasmesso su La7 e Sky Life, tra le autrici dell’omonimo libro edito da Kowalski

Francesca, ma in quelle famiglie dove lei è “invitata”, i bambini sono veramente come li vediamo? Insomma, è tutto vero? «Si, è tutto vero. I bambini non fingono e basta veramente poco per dimenticarsi delle presenza delle telecamere perché in quella settimana si è tutti concentrati sulla “mole di lavoro” che si deve affrontare».

FRANCESCA VALLA

Interviste

I

ncontro Francesca nella sua bellissima casa alle porte di Bergamo, in collina, dove regna il silenzio e quasi viene spontaneo chiederle se l’esigenza di vivere in questa oasi di pace è una reazione al suo stare sempre a contatto con bambini urlanti e genitori sull’orlo dell’esaurimento nervoso.

Come vediamo nella trasmissione, Tata Francesca arriva in queste case dove ci sono genitori “disperati”. Ci può spiegare come avviene il contatto con lei, e come si svolge il suo lavoro? «Quando una famiglia è in difficoltà ci interpella. Siamo un team di tre Tate, ci confrontiamo con la produzione e in base alle problematiche valutiamo chi è la tata migliore per quella missione». Come si svolge il suo lavoro una volta arrivata in famiglia? «Il mio lavoro dura una settimana. I primi due giorni sono di osservazione, prendo nota dei punti di forza e dei punti deboli di tutti i componenti della famiglia; poi c’è il colloquio con i genitori, dove dico cosa ho visto e come intendo intervenire: vengono definite delle regole. La famiglia sarà stimolata e guidata affinché queste vengano rispettate». I genitori temono il giudizio della Tata? «Io non li giudico, sono lì perché hanno bisogno di aiuto. Il mio compito

44 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 44

1-12-2008 12:41:12


45 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 45

1-12-2008 12:41:18


DICEMBRE - GENNAIO

46 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 46

1-12-2008 12:41:24


è quello di osservarli, ascoltarli per conoscerli e tirare fuori il meglio di loro». Mi scusi, ma in sette giorni una famiglia riesce a fare ciò che non ha fatto magari in tanti anni? «Una figura esperta può vedere ciò che fino ad un momento prima era invisibile per la famiglia. Io entro all’interno del nucleo familiare e metto ordine. Una settimana è sufficiente per impostare il lavoro, che poi deve essere però portato avanti per sempre». Rimane in contatto con la famiglia terminato il suo lavoro? «Si, perché voglio osservare, anche se da lontano, come continua il loro percorso. Il legame che stringiamo in quei sette giorni è molto intenso e intimo». Quindi al momento del saluto le lacrime sono vere? «Certo, il momento dei saluti è sempre più emozionante. Non potrei fare questo lavoro se non mettessi in campo anche la mia affettività e sensibilità». E Francesca che tipo di Tata è? «Tata Francesca ama profondamente il suo lavoro. È dolce e allo stesso tempo decisa, paziente, ferma, discreta, e affronta ogni situazione con grande determinazione». Qual è il percorso di Francesca Valla? «Vent’anni di formazione, tra studio e lavoro nel settore dell’infanzia. Oggi sono un’insegnante di ruolo nella scuola primaria, mi occupo di un progetto sperimentale sul disagio non conclamato nella scuola primaria per Intercampus e sono appunto “Tata Francesca” del programma “S.O.S Tata”, prodotto da Magnolia». E oggi è anche autrice di un libro di successo. «Si, oggi sono autrice di “S.O.S Tata”, edito da Kowalski».

Francesca ha iniziato il Tata Tour: di che si tratta? «È il tour di presentazione del libro, scritto da me e Tata Renata. In queste tappe parlo di educazione, della bellezza del mondo dell’infanzia e delle problematiche quotidiane che vivono tutti i genitori. Il tour è iniziato il 20 di settembre per librerie Feltrinelli, scuole e Fnac d’Italia: Milano, Roma, Bologna, Torino, Bari, Napoli, Trani, Andria, Verona, Genova, Mestre, Ravenna, Perugia…». E Bergamo? «A Bergamo abbiamo previsto due tappe: una alla Feltrinelli di via XX Settembre e una presso il Feltrinelli Village dell’Oriocenter». Il libro sta avendo un successo incredibile. Qual è lo scopo di questo manuale? Riassumere quei suggerimenti? «Lo scopo è far riflettere ogni genitore e/o educatore sul proprio percorso educativo. Suggerimenti, consigli, curiosità e idee che devono essere adattati al proprio bambino, perché ognuno è meravigliosamente diverso da ogni altro. Nel libro, al contrario di quanto ci si aspetta, non ci sono “risposte”, ma utili stimoli per iniziare a porsi delle domande: le risposte si troveranno “sperimentando”. Educare oggi richiede grande elasticità e un continuo adattamento nelle diverse età della crescita». Partecipano tante persone agli incontri? «Sì, in soli due mesi ho conosciuto più di milletrecento famiglie. È un’esperienza straordinaria e per questo devo veramente ringraziare Daniela De Rosa, Marco Grezzi (casa editrice Kowalski), Mita Gironda (ufficio stampa Kowalski), Ludovica Federighi, Gustavo Christillin e Ferdinando Bricco (casa di produzione Magnolia), che mi hanno dato la possibilità di realizzare questo progetto». In libreria troviamo il libro “S.O.S Tata”, che contiene tutti i consigli, le regole e le ricette delle Tate per crescere ed educare bambini consapevoli e felici.

47 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 47

1-12-2008 12:41:28


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 48 arthouse-dic08.indd 1

1-12-2008 12:41:38


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 49

1-12-2008 16.25.08 12:41:39 26/11/2008


DICEMBRE - GENNAIO

di Emanuela Lanfranco

roberto bruni, sinDaCo Di berGamo Incontro con il primo cittadino al Ristorante Da Vittorio, nella splendida cornice del Relais & Chateux in Cantalupa a Brusaporto

ROBERTO BRUNI

Interviste

U

na colazione informale, un’intervista amichevole con il Sindaco Roberto Bruni per sapere come ha trascorso questi cinque anni nelle vesti di primo cittadino. In questi anni sono state realizzate tante “cose”. Quale ritiene essere la più importante? «Sceglierne una sarebbe difficile. Diciamo che ritengo importanti parecchie delle “cose” che sono state portate a termine. Tra queste rivendico il fatto di aver migliorato la qualità dei servizi nonostante il grado di difficoltà in cui i Comuni si sono ritrovati. La scelta di aver fatto la fusione della Bas, il risanamento della casa di riposo Gleno (Fondazione Maria Ausiliatrice, ndr), “Bergamo si fa bella” per il rilancio dei monumenti, la ristrutturazione del Teatro Sociale, dell’Accademia Carrara, il recupero di Astino, il progetto per la realizzazione della nuova Accademia della Guardia di Finanza, la scuola della magistratura. Non siamo stati certo con le mani in mano». Cosa rimane nel cassetto ancora da terminare? «Lo stadio, il recupero delle caserme e Porta Sud: tutte cose impostate, ma che richiedono tempi lunghi». Signor Sindaco, c’è una “cosa” che le ha dato molto fastidio? «Anche qui non una, ma parecchie. Tra queste la strumentalizzazione dell’ospedale: è veramente deprimente, perché fin dall’inizio si sapeva che i soldi promessi non c’erano». E in politica? «Ho avvertito per un lungo periodo di tempo, da parte dell’opposizione, la mancata accettazione della sconfitta. L’opposizione è un gruppo di grande consistenza, e avrebbe avuto tutto di guadagnato presentandosi in forza, facendo da leader, per cercare un accordo con il Sindaco, ma c’è opposizione nell’opposizione… Comunque il clima è migliorato, ho

50 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 50

1-12-2008 12:41:48


51 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 51

1-12-2008 12:41:53


DICEMBRE - GENNAIO

riscontrato più facilità nel creare un’atmosfera di condivisione». Che rapporto ha instaurato con la città? «Bergamo è la mia città e io l’amo profondamente. E’ una città che ti rispetta, ti lascia vivere, ti lascia i tuoi spazi. E’ bello quando ti senti dire “Buon giorno signor Sindaco”, anche con affetto, da persone che non conosci, ma che lo fanno in modo spontaneo, mentre nelle altre città mi dicono che il Sindaco è fermato soprattutto per critiche al suo operato. A Bergamo c’è molto più rispetto, anche qui fanno le critiche, ma sempre nella giusta sede». E con i media? «Tutto sommato buono, mi sono sempre fatto trovare e non mi sono mai negato a nessuno. Mi disturba quando vengono pubblicate notizie senza prima aver sentito, come si suol dire, l’altra campana. E mi dà fastidio un certo grado di supponenza da chi non è attrezzato. E’ vero che la stampa è un potere, ma bisogna avere il grado, la capacità e soprattutto l’esperienza nella professione per gestire questo potere, che quando si è giovani manca. E qui forse un po’ di umiltà ai giovani giornalisti non guasterebbe». Gran lavoratori e sempre ardenti. Ma qual è il punto debole di noi bergamaschi? «Secondo me ci sottovalutiamo. Siamo orgogliosi della nostra città, ma non ci spendiamo per farla conoscere; forse è più un problema culturale, tutto quello che abbiamo lo teniamo per noi. Ma Bergamo ha una bellezza e una dimensione che dovrebbe meritare molto di più. Bergamo è infatti una città che ha grandi potenzialità, ha davanti grandi opportunità e il grande rischio che corre è proprio lo sviluppo. C’è il pericolo che sia fagocitata dalla metropoli milanese, che diventi una città satellite. Si punta alla conservazione, mentre invece occorre sviluppare». Signor Sindaco, se eventualmente succedesse che… «Dal punto di vista personale mi dispiacerebbe rinunciare alla gratificazione che comporta essere Sindaco. Dall’altra parte ci sarebbe un bel risparmio di energie e di fatica in quanto il mio lavoro è fare l’avvocato. E, appunto, ho uno studio da mandare avanti».

52 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 52

1-12-2008 12:41:59


53 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 53

1-12-2008 12:42:08


DICEMBRE - GENNAIO

«Donizetti, QualitÀ innanzitutto» Enrico Fusi, assessore alla Cultura del Comune di Bergamo: «Speriamo di poter portare a teatro anche qualcuno che non ci è mai venuto»

I

ENRICO FUSI

Interviste

l mese di novembre è stato punto di congiunzione tra il festival lirico e la stagione di prosa 2008-2009. Come dire che il teatro Donizetti riscopre la propria straordinaria vitalità. «Non la riscopre, ma certamente la conferma e la rafforza. Credo che con questa stagione entrino infatti a regime i progetti che abbiamo impostato nel corso degli ultimi anni. Il Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti sta per concludere la sua edizione più ambiziosa, e credo che la qualità delle nostre produzioni si confermi ogni anno di più, come dimostrano anche gli attestati di stima che riceviamo dall’esterno. Per quanto riguarda la stagione di Prosa, quello che si sta svolgendo è un programma ricco di sorprese, ma soprattutto di alto livello. Il vero filo rosso che lega le due stagioni maggiori è proprio questo: la ricerca continua della qualità, direi ad ogni costo». Ampia l’offerta di spettacolo: produzioni liriche proprie, ma anche prime nazionali di spettacoli di prosa. «Il nostro non è un teatro come gli altri, fra quelli delle città cosiddette di provincia. Il Donizetti ha una storia importante e gode, da sempre, di frequentazioni prestigiose. Lo scorso anno solamente per un’inevitabile sovrapposizione di calendario non abbiamo potuto ospitare la prima assoluta del trionfale “La trilogia della villeggiatura” di Toni Servillo, anche se i contatti con la produzione erano molto avanzati. Il che la dice lunga sulla considerazione in cui viene tenuto il nostro teatro, anche all’esterno. Per la stagione 2008-2009 ci rifaremo con la prima nazionale di “Rain”, il nuovo spettacolo del Cirque Eloize, che lo scorso anno, al Donizetti, ha incantato con “Nebbia”».

54 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 54

1-12-2008 12:42:11


55 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 55

1-12-2008 12:42:13


PR

DICEMBRE - GENNAIO

Una stagione, quella di prosa, rinnovata nei contenuti artistici, ma anche nella forma. Nuove formule di abbonamento e nuovo modo di gestire i turni di abbonamento... «Anche questa è una scommessa, che ci auguriamo possa risultare vincente per il bene del Teatro. L’obbiettivo è stato quello di rendere più aperta e flessibile l’offerta della stagione di prosa, integrata con quella della rassegna Altri Percorsi e supportata dal ritorno in cartellone dell’operetta. Speriamo che il pubblico possa comprendere il senso del nostro sforzo, che è quello di fare del Donizetti un teatro più vivo, che consenta agli spettatori di crearsi una sorta di percorso personalizzato, che varia a seconda dei gusti e delle esigenze. La riduzione del numero degli spettacoli in cartellone, in più, ci consentirà di portare a Bergamo tre eventi speciali eccezionali: lo spettacolo di Lella Costa sul tango, gli esilaranti clown russi del Teatro Ricedei e Paolo Villaggio, di cui conosceremo “Vita, morte e miracoli”».

con il pubblico negli ultimi anni, io credo che questo sia assolutamente positivo. Non solo per gli spettacoli che sono andati in scena, ma anche per i momenti di incontro, le presentazioni, le pubblicazioni, le mostre, gli eventi collaterali credo che il Donizetti abbia dato prova di essere un teatro vivo. E questo il pubblico l’ha capito».

Parliamo infine del rapporto con il pubblico. Come è cambiato in questi anni nei quali il Teatro ha evidentemente aumentato la produttività, offrendo alla città possibilità di arricchimento culturale? «Riprendo quello che si è già detto: la nostra speranza non è solo di confermare il pubblico che a teatro, in qualche modo, ci finisce sempre e comunque. Lavoriamo naturalmente perché gli abituali frequentatori del nostro teatro possano riconoscersi nella sua programmazione e nell’attività che promuove. Tuttavia - è anche questo il senso delle novità organizzative - speriamo di poter portare al Donizetti anche qualcuno che non ci è mai venuto, o che non ci sarebbe mai venuto. Il teatro muore se non coltiva e fa appassionare nuovo pubblico. Questo vale per la lirica, ma anche per il teatro di prosa. Certamente in questi anni molto si è fatto per il pubblico giovanile, soprattutto con la rassegna Altri Percorsi. Sappiamo però che ci sono sempre margini di miglioramento o nuove iniziative da inventarsi e mettere in campo: l’idea di aprire le prove generali del Bergamo Musica Festival alle scuole secondarie superiori ha dato quest’anno un riscontro positivo e assolutamente insperato. Se mi si chiede di fare un bilancio sull’attività del teatro e sul suo rapporto

56 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 56

1-12-2008 12:42:23


PR 2009 Pubblicià Città dei Mille:PR 2009 Pubblicità Città dei Mille

18/11/2008

14.15

Pagina 1

Teatro Donizetti 22 e 23 dicembre 2008

IL GABBIANO

IL PASSO DELL’ANIMA IL MITO DI CARLOS GARDEL

di Anton Cechov regia di Marco Bernardi con Patrizia Milani, Carlo Simoni e Maurizio Donadoni produzione Teatro Stabile di Bolzano

PROSA

EVENTI SPECIALI

25 - 30 novembre 2008

testo e regia di Rosetta Cucchi voce recitante Lella Costa basso Andrea Concetti ballerini Giada Scimeni e Gaetano La Mantia con Ensemble della Filarmonica Arturo Toscanini produzione Fondazione Arturo Toscanini

9 - 14 dicembre 2008

SIOR TODERO BRONTOLON

7 e 8 marzo 2009

di Carlo Goldoni regia di Giuseppe Emiliani con Giulio Bosetti, Marina Bonfigli e Nora Fuser produzione Vortice - Teatro Fondamenta Nuove, Teatro Carcano, Teatro Stabile del Veneto

LA FAMIGLIA

Esilaranti avventure domestiche con attori, clown e mimi russi del Teatro Licedei scene di Boris Petrushansky direttore artistico Victor Soloviev produzione Passashok productions

6 - 11 gennaio 2009 PRIMA NAZIONALE

RAIN Spettacolo di teatro-circo

28 e 29 marzo 2009

PAOLO VILLAGGIO: VITA, MORTE E MIRACOLI

scritto e diretto da Daniele Finzi Pasca con gli artisti acrobati del Cirque Éloize produzione Cirque Éloize

di e con Paolo Villaggio produzione Fama Fantasma Produzioni Teatrali

20 - 25 gennaio 2009

Auditorium di Piazza della Libertà 14 e 15 gennaio 2009

LA STORIA DE LE MERAVIGLIE DEL MONDO

Giullarata medievale tra i viaggi di Marco Polo

Art: Silvia Lazzari

ASSESSORATO ALLA CULTURA

di e con Marina De Juli e il gruppo musicale “CantoAntico” produzione Associazione Culturale Verba Manent

29 gennaio 2009

LA RUSSIA DELL’UOMO D’ORO

di Alessandra Bedino regia di Riccardo Sottili con Lino Spadaro, Vadim Jakovlev, Daniel Dwerryhouse, Antonio Bertusi, Alberto Galligani e Andrej Panin coproduzione Occupazioni Farsesche, Teatro-Festival Baltijskij Dom

Auditorium di Piazza della Libertà 4 e 5 febbraio 2009

ODISSEA

di e con Mario Perrotta collaborazione alla regia Paola Roscioli musicisti Mario Arcari e Maurizio Pellizzari produzione Compagnia Teatro dell’Argine

IL DIO DELLA CARNEFICINA

di Yasmina Reza regia di Roberto Andò con Anna Bonaiuto, Alessio Boni, Michela Cescon e Silvio Orlando coproduzione Nuovo Teatro, Gli Ipocriti

10 - 15 febbraio 2009

EVENTI SPECIALI

10 - 15 marzo 2009

I DUE GEMELLI VENEZIANI

di Carlo Goldoni regia di Antonio Calenda con Massimo Dapporto coproduzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Noctivagus Produzioni Teatrali

CIN CI LÀ

O P E R E T TA

di Bertolt Brecht regia di Cristina Pezzoli con Isa Danieli, Alarico Salaroli, Marco Zannoni, Lello Serao, Arianna Scommegna e Xenia Bevitori produzione Gli Ipocriti

testo e regia di Alessandro Genovesi con Gabriele Calindri, Linda Gennari, Elisa Langone, Martina Galletta, Roberta Rovelli, Corinna Agustoni, Alessandro Genovesi, Jean-Christophe Potvin, Olga Rossi e Massimiliano Speziani produzione Teatridithalia

31 dicembre 2008 - 1 gennaio 2009

da Goffredo Parise di e con Paolo Poli scene di Emanuele Luzzati produzione Produzioni Teatrali Paolo Poli

MADRE CORAGGIO

OPERETTA

25 marzo 2009

SILLABARI

14 - 19 aprile 2009

24 febbraio 2009

LA BADANTE

testo e regia di Cesare Lievi con Ludovica Modugno, Emanuele Carucci Viterbi, Leonardo De Colle, Paola Di Meglio e Giuseppina Turra produzione CTB Teatro Stabile di Brescia

HAPPY FAMILY

17 - 22 marzo 2009

di Michael Frayn regia di Mauro Avogadro con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice produzione ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione, CSS Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

di e con Alberto Nicolino regia di Ambra D’Amico produzione Associazione Lecittadelmondo

operetta in due atti di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato con Orchestra “Cantieri d’Arte” diretta da Stefano Giaroli regia di Stefano Orsini produzione Teatro Musica Novecento

Auditorium di Piazza della Libertà 8 e 9 aprile 2009

TERRA DI NESSUNO

di Harold Pinter regia di Lorenzo Loris con Gigio Alberti, Mario Sala, Massimo Greco e Alessandro Tedeschi produzione Teatro Out Off

8 febbraio 2009

IL PAESE DEI CAMPANELLI

operetta in due atti di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato con Orchestra “Cantieri d’Arte” diretta da Stefano Giaroli regia di Stefano Orsini produzione Teatro Musica Novecento

ALTRI PERCORSI

dall’opera di Giorgio Gaber e Sandro Luporini regia di Giorgio Gallione con Neri Marcorè produzione Teatro dell’Archivolto in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber

COPENAGHEN

STIRRU

Il viaggio surreale nelle viscere di una miniera abbandonata

stagione 20082009

UN CERTO SIGNOR G

31 marzo - 5 aprile 2009

Auditorium di Piazza della Libertà 18 e 19 febbraio 2009

ALTRI PERCORSI

PROSA

Auditorium di Piazza della Libertà 27 e 28 aprile 2009

STRADA CARRARA

1 marzo 2009

BALLO AL SAVOY

Tavole di un teatro viaggiante

operetta di Alfredo Grunwald e Fritz Lohner-Beda

progetto di Laura Curino, Titino Carrara e Federico Bertozzi regia di Laura Curino con Titino Carrara produzione La Piccionaia - I Carrara

Compagnia Corrado Abbati direzione musicale di Marco Fiorini adattamento e regia di Corrado Abbati produzione Inscena

info spettacoli e abbonamenti tel. 035 4160 678 da lunedì a venerdì 9.00-12.00 e 15.00-17.00 biglietteria Teatro Donizetti Piazza Cavour, 15 - Bergamo tel. 035 4160 601/602/603 apertura al pubblico da lunedì a sabato dalle 13.00 alle 20.30 la domenica pomeriggio un’ora e mezza prima dell’inizio dello spettacolo

a

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 57

www.teatrodonizetti.it

a

1-12-2008 12:42:27


DICEMBRE - GENNAIO

di Emanuela Lanfranco

«stiamo rilanCianDo il Gleno» Fabrizio Lazzarini, direttore generale della Fondazione Maria Ausiliatrice, meglio nota come casa di ricovero Gleno: «La nuova struttura garantirà comfort ambientale e alberghiero, ma soprattutto un alto livello assistenziale»

FABRIZIO LAZZARINI

Interviste

N

on è la pensione Rivabella e nemmeno l’albergo Miramonti, nessuno prenota personalmente in anticipo il periodo per trascorrervi una vacanza. Anzi, forse quando prenotano nemmeno lo sai, perché qui nessuno viene spontaneamente e nessuno vorrebbe venire. La casa di riposo è sempre rifiutata da tutti: quante volte nel corso della vita, quando stiamo bene di salute, diciamo «Io non andrò mai al ricovero, piuttosto…». Piuttosto ringraziamo il cielo che le case di riposo esistano e che ci sia gente che si prodiga per renderle confortevoli. Ne abbiamo parlato con il dottor Fabrizio Lazzarini, direttore generale della casa di ricovero Gleno. Lei è direttore generale del Gleno dal mese di aprile 2006. «Sono stato chiamato per mettere in sesto una struttura sull’orlo del tracollo economico e finanziario, che invece di chiudere abbiamo scelto di rilanciare». Per rilancio si intende la realizzazione del nuovo complesso? «Sicuramente il nuovo Gleno offrirà una struttura moderna in grado di garantire comfort ambientale e alberghiero, ma soprattutto un alto livello assistenziale». Cosa si intende per assistenza? «Assistere vuol dire ascoltare, lavorare con il cuore. Io, in qualità di direttore in una struttura per anziani, credo sia necessario investire nella qualità dell’intervento assistenziale, quello che gli inglesi chiamano il “care”. Per dirla all’inglese, più “care” e meno “cure”, ovvero non porre al centro dell’intervento l’approccio tipicamente sanitario, ma quello

58 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 58

1-12-2008 12:42:35


59 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 59

1-12-2008 12:42:38


DICEMBRE - GENNAIO

assistenziale. La medicina ha fatto passi da gigante, ma nella “quarta età” (si, perché qui al Gleno siamo oltre la terza) è necessario abbandonare il senso di onnipotenza dell’intervento sanitario e dedicarsi, con il cuore, ad ascoltare. Da qui discende l’importanza di avere operatori socio sanitari qualificati, il cui percorso formativo si concentri sempre più sull’acquisizione delle conoscenze e delle esperienze relazionali, oltre a quelle ovvie di natura tecnico-specialistica». Oggi com’è il livello assistenziale qui alla casa di riposo? «Oggi operano più di 400 operatori tra medici, infermieri, fisioterapisti, animatori e operatori socio sanitari, dedicati esclusivamente all’assistenza di 500 anziani/ospiti. Gi standards di personale sono più alti rispetto a quelli richiesti dalle norme regionali, ma a guardare i bisogni il personale non sarebbe mai sufficiente. Abbiamo tanti professionisti che lavorano oltre i tempi dovuti. L’azienda offre, per nostra scelta, la presenza di un medico 24 ore su 24, siamo l’eccellenza sulle demenze con terapie non farmacologiche e presso la nostra struttura c’è uno degli ambulatori più qualificati d’Italia per la cura delle lesioni difficili». Dottor Lazzarini, cosa intende per comfort ambientale? «Innanzitutto abbiamo deciso di costruire una bellissima casa per anziani, e questo ci aiuterà a fare una politica differenziata: la nostra azienda sarà in grado di dare, a costi contenuti, risposte a vari livelli. Nel prossimo futuro ci saranno anche forme di assistenza integrativa e, per queste, potremo offrire tipologie di comfort alberghiero diversificate. La continuità delle abitudini personali e familiari, la personalizzazione dell’alimentazione e del vestiario, la cura del nuovo ambiente di vita secondo le abitudini quotidiane della persona, sono aspetti tipici del concetto di “comfort” che, in una struttura per anziani, rappresenta un elemento fondante della qualità assistenziale. Tutto deve ridurre al minimo l’inevitabile “taglio con il passato”».

denti in città e nell’hinterland (nel 25% dei casi). Generalmente sono persone in condizioni di fragilità estrema sotto tutti i punti di vista: molti sono in gravi condizioni di non autosufficienza e molti sono affetti da malattie croniche. Tanti, infine, sono in condizioni economiche difficili». Qual è la retta mensile? «Ogni azienda stabilisce la sua retta. Noi siamo intorno ai millecinquecento euro, decisamente in media». Ma quante sono le persone che hanno questa disponibilità finanziaria? «Diciamo che le persone in condizioni economiche meno fortunate sono la maggior parte dei nostri ospiti e in questi casi i Comuni valutano l’aiuto economico di integrazione. Poi una parte dei costi è a carico della Regione e, infine, subentra la Fondazione nel garantire livelli più alti rispetto a quelli previsti dalle norme. Il dissesto che ha caratterizzato negli ultimi l’azienda non ha aiutato, ma sono convinto che saremo l’azienda sempre più di riferimento per l’assistenza geriatrica. Il nuovo Gleno sarà una grande occasione per tutti, perché tutti lavoriamo pensando che domani sarà anche per noi…».

Dottor Lazzarini, chi può beneficiare del ricovero nella casa di riposo? «Premesso che noi non facciamo nulla per rifiutare alcuna domanda, rispondiamo al bisogno sociale offrendo 500 posti letto a persone resi-

60 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 60

1-12-2008 12:42:44


Fabrizio Lazzarini Nato ad Alzano Lombardo il 6 febbraio 1963, clusonese di adozione, ha conseguito la laurea specialistica a pieni voti e con lode in scienze infermieristiche ed ostetriche presso l’Università degli studi Milano-Bicocca. Ha lavorato per 10 anni presso la direzione sanitaria della ex Ussl 25 di Clusone, operando sia nell’ambito gestionale ospedaliero, sia in quello dei servizi territoriali. Dal 2000 al 2004 ha lavorato presso l’Asl della Provincia di Bergamo come dirigente del servizio infermieristico e come responsabile del servizio di assistenza domiciliare integrata. Ha dise-

gnato il progetto per la realizzazione di una centrale che governasse i percorsi extraospedalieri dei malati terminali, poi realizzato presso l’Hospice di Borgo palazzo; ha partecipato alla stesura dello studio Asl del 2004 “Vecchi e grandi Vecchi”. Dopo l’esperienza Asl accetta un incarico come direttore generale della Fondazione Cardinal G. Gusmini di Vertova, una delle più importanti strutture socio sanitarie della provincia. Da aprile del 2006 è direttore generale della Fondazione Maria Ausiliatrice di Bergamo (nota come casa di ricovero di via Gleno).

61 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 61

1-12-2008 12:42:50


DICEMBRE - GENNAIO

di Fabio Cuminetti

«a berGamo mi sento a Casa» Francesca Piccinini gioca nella Foppa da dieci anni. «Qui hanno creduto in me». Il suo contratto scade nel 2011. «Cosa farò da “grande”? La mamma, innanzitutto»

C

FRANCESCA PICCININI

Interviste

ominciamo dall’Olimpiade andata male: eravate tra le favorite e invece nei quarti è arrivata l’eliminazione con gli Usa. «Sono cose che capitano, avevamo una grande opportunità e invece siamo incappate in una giornata no. Nel momento meno adatto, ovviamente...». C’è però la possibilità di riscattarsi con la maglia della Foppa. In una stagione decisamente scoppiettante. «Ci sono tanti obbiettivi da raggiungere: scudetto, Champions League, Coppa Italia. Dobbiamo affrontarli uno alla volta, senza lasciarci prendere dalla foga di strafare». Torniamo a Pechino, mettendo però da parte i cattivi ricordi. Come ha vissuto la manifestazione? «Benissimo, perché l’atmosfera olimpica è sempre speciale, molto diversa da quella di un mondiale o di un europeo: ti ritrovi a contatto con tanti sportivi da tutto il mondo e la sensazione è impareggiabile. Certo, fosse andata meglio... Vero che non si può vincere sempre. Però magari nel 2012...». Tra quattro anni sarà ancora in nazionale, dunque... «Me lo auguro (ride)! A Bergamo ho il contratto ancora per tre anni, quindi... Ma meglio non aggiungere altro». Ha incontrato qualche vip a Pechino? «Sì, diversi. Ho conosciuto i miei idoli: Kobe Bryant, persona socievolissima con cui ho chiaccherato un sacco, Nadal, un po’ più sulle sue, e

62 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 62

1-12-2008 12:42:59


63 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 63

1-12-2008 12:43:06


DICEMBRE - GENNAIO

Serena Williams». La Cina, invece, che impressione le ha fatto? «E’ una nazione molto discussa, e non a caso. La mentalità cinese parlo dei vertici governativi - non mi convince: prima delle Olimpiadi hanno fatto un sacco di disastri. Di boicottare la manifestazione però non se n’è mai parlato: ci si allena tanto per un obbiettivo, e non andare è proprio un peccato. Poi l’organizzazione è stata perfetta, per carità. Però per quel poco che ho visto in Cina di certo non ci andrei in vacanza: ci sono posti migliori...».

rebbe dedicarsi quando appenderà le scarpette al chiodo? «Innanzitutto mi piacerebbe diventare mamma, crearmi una famiglia. Poi magari aprire un’attività. Preferirei non restare troppo ancorata all’ambiente del volley, ma chissà... in cinque anni le cose cambiano». Vuole dire qualcosa al pubblico? «Di venire al palazzetto, perché quest’anno sicuramente vinceremo tanto. Insieme ai tifosi, come sempre».

Lei è sempre di più un simbolo per questa Foppapedretti. Una squadra che continua a cambiare. «In effetti quest’anno ci sono stati parecchi avvicendamenti. Comunque le nuove ragazze le conosco da anni: si può dire che Bergamo è diventata una sorta di nazionale, visto che siamo quasi tutte italiane. Mi aspetto grandi cose da questa formazione perché siamo un gruppo giovane, che ha voglia di lavorare e fare bene». L’ottimismo la contraddistingue. Riesce a trasmette un’immagine serena della pallavolo anche quando le cose non vanno bene. «Ci sono persone che hanno problemi più grossi. Io, nel mio piccolo, ci sto male quando perdo, però bisogna pensare che alla fine è solo una partita di pallavolo. Insomma, sono positiva, guardo sempre avanti. E se nella mia carriera non riuscirò a vincere un’Olimpiade, pazienza. Però sarebbe proprio una bella sfiga...». E’ a Bergamo da dieci anni e ci resterà almeno altri tre... Tra un po’ la fanno sindaco... «Qui mi trovo bene. Sono arrivata che ero giovanissima dopo anni di continui spostamenti. E ci ho messo le tende. Mi sento a casa, la società è come una seconda famiglia e mi ha dato tante opportunità. Credono in me e io voglio ripagarli». Modella, testimonial pubblicitaria, scrittrice. A cosa le piace-

64 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 64

1-12-2008 12:43:08


65 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 65

1-12-2008 12:43:15


DICEMBRE - GENNAIO

di Francesco Lamberini

25 anni Di affiDabilitÀ Lo studio di consulenza automobilistica si posiziona sul mercato come agenzia tecnologicamente avanzata, dotata degli strumenti più innovativi nella gestione del lavoro. Con una capacità di risposta in tempo reale nei confronti dei clienti

L’AUTOCONSULENZA

Aziende

È

già un buon punto di partenza se alle nostre esigenze, legate alle pratiche automobilistiche, riusciamo ad ottenere risposte professionali e rapide. Se poi tale efficienza è accompagnata anche da una buona dose di cordialità, che sicuramente rappresenta un valore aggiunto, allora non c’è dubbio: siamo nella sede de «l’AutoConsulenza» in via don Mazza a Gorle. Titolare e infaticabile regista del lavoro che viene svolto in questi uffici è Loredana Tacchini, imprenditrice non solo dotata di grandi capacità, ma anche di notevole simpatia. Sul bagaglio di esperienze in suo possesso ci si può scommettere poiché si trova al timone di questo studio di consulenza automobilistica dall’ormai lontano 1983, per cui la struttura che dirige ha raggiunto nel 2008 il prestigioso traguardo dei 25 anni di attività. Un percorso contrassegnato, fin dai suoi primi passi, dall’utilizzo di elevati strumenti tecnologici e questa scelta di base ha contribuito non poco alla sua affermazione a Bergamo e in tutti i Comuni limitrofi. Tanto è vero che pur essendo un’agenzia di pratiche auto nata un quarto di secolo fa, quando nella nostra provincia erano già presenti decine di strutture analoghe, il suo codice di Sportello Telematico dell’Automobilista è il BG0001, quindi il primo sul territorio orobico. Per cui l’AutoConsulenza si posiziona sul mercato come agenzia tecnologicamente avanzata, con tutti gli strumenti più innovativi nella gestione del lavoro, che spaziano dall’archiviazione ottica all’invio dei documenti per posta elettronica, e quindi con una capacità di risposta in tempo reale nei confronti dei clienti. Il suo sito internet dove vengono pubblicate numerose informazioni, inoltre, rappresenta anche un valido punto di riferimento rivolto agli automobilisti. Tanto per fare solo un esempio, su tale sito è comparsa di recente un’indagine del governo, coadiuvato da vari ministeri competenti, riguardante i veicoli

66 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 66

1-12-2008 12:43:19


67 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 67

1-12-2008 12:43:26


DICEMBRE - GENNAIO

ecologicamente più avanzati. Come è nato e si è sviluppato questo percorso professionale? A spiegarlo è la stessa Loredana Tacchini, che ci accoglie nei luminosi uffici di via don Mazza e fa un balzo a ritroso di 25 anni. «Prima del 1983 - dice - ero dipendente a Bergamo di un centro notarile. I contatti che ho instaurato con i concessionari e le agenzie, hanno stimolato la mia curiosità nei confronti dei servizi automobilistici. Finché ho deciso, motivata dall’ambizione e dal desiderio di costruire un’attività in proprio, di rivolgermi a tempo pieno a questo settore. Nel 1983 è dunque nata l’AutoConsulenza con il forte orientamento, rispetto ai concorrenti, di dedicarsi al servizio e alla cura del cliente». Cosa siete in grado di offrire alle imprese? «Innanzitutto competenza, rapidità e qualità del servizio. In particolare l’elevato livello di informatizzazione acquisito ci consente di gestire grandi quantità di lavoro e siamo anche in grado di suggerire soluzioni personalizzate a quei clienti che si trovano a dover affrontare particolari problemi; il tutto supportato dagli approfondimenti normativi». E cosa proponete ai privati? «Offriamo un servizio veloce e mirato alle loro esigenze, abbinato ad un elevato supporto di consulenza, per sbrigare pratiche riguardanti i veicoli, i bolli auto, il rinnovo delle patenti, lo scadenzario dei documenti personali e il rilascio dei certificati e delle visure on line. Ciò significa, ad esempio, riuscire a fare i passaggi di proprietà in tempo reale». Come avviene, tecnicamente questa operazione? «Quando il venditore e l’acquirente giungono in agenzia, provvedo ad aprire la pratica. Una volta ultimate le autocertificazioni autentico immediatamente le firme, poiché lo Sportello Telematico, attraverso il titolare, può autenticare gli atti automobilistici. E’ una procedura, quindi che si risolve, come dicevo, in tempo reale. Lo Sportello Telematico ci consente, infatti, di gestire le connessioni con tutti gli Enti di riferimento, ad esempio l’Aci e il ministero dei Trasporti,

68 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 68

1-12-2008 12:43:34


L’AutoConsulenza Via Don Mazza 10 - 24020 Gorle (BG) Tel. e fax 035-657535 www.lautoconsulenza.com info@lautoconsulenza.com

con una linea dedicata e finalizzata a soddisfare anche le richieste dei clienti più esigenti». Una categoria di interlocutori privilegiati? «Negli ultimi anni abbiamo intensificato i rapporti di collaborazione con le assicurazioni. Molte si rivolgono alla nostra agenzia per chiedere delle verifiche in quanto siamo in grado di eseguire degli accertamenti on line e le pratiche, per esempio, di perdite/rientro di possesso avvengono in tempo reale con accellerazione sui tempi di rimborsi assicurativi per l’utente finale. Di quali operazioni vi occupate più spesso? «Trasferimenti di proprietà, successioni, variazioni di ragioni sociali, fusioni societarie, bolli auto, visure Pra e soprattutto rinnovi patenti attraverso il medico che abbiamo in sede ogni settimana. Ma ci occupiamo anche di offrire assistenza al contribuente, il quale può ad esempio verificare lo storico dei suoi bolli pagati, se ha degli arretrati e se le scadenze sono corrette oppure fondate le contestazioni che

arrivano dalla Regione per il pagamento della tassa automobilistica». Quindi un supporto a tutto tondo? «Sicuramente, e teniamo anche uno scadenziario per i nostri clienti. Specialmente per quelle aziende che hanno tanti veicoli, quindi numerosi bolli da gestire. Le avvisiamo di volta in volta della scadenza ormai imminente in modo che possano pagarli in tempo utile. Un analogo intervento, sempre rivolto alle aziende, lo effettuiamo sul fronte delle patenti, per evitare che gli autisti vadano in giro con il documento non più in regola. Il software che viene utilizzato in agenzia ha una gestione completamente automatizzata del sistema, per cui una volta caricate le scadenze provvede per tempo ad inviare l’avviso che può essere un sms, un messaggio di posta elettronica, un fax o una lettera a seconda della formula scelta dal cliente». Un buon motivo per scegliere l’AutoConsulenza? «Direi più di uno: serietà, professionalità, esperienza venticinquennale e strumenti adeguati per ottenere un risultato veloce».

69 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 69

1-12-2008 12:43:43


DICEMBRE - GENNAIO

un nuovo alberGo per sCanzo Da ottobre nel centro storico del paese è aperto l’Hotel San Rocco, ricavato all’interno di un ex convento risalente al ‘400

HOTEL SAN ROCCO

Aziende

D

allo scorso ottobre il suggestivo centro storico di Scanzorosciate ospita un nuovo albergo: l’Hotel San Rocco. Situato ai piedi della collina dove matura l’uva del famoso Moscato di Scanzo, lega la tradizione della terra e dei suoi sapori all’innovazione di una struttura all’avanguardia per comfort e tecnologie applicate. L’hotel prende il nome dal santo patrono del paese, protettore dei viandanti e dei pellegrini. Le pareti della struttura sono quelle originali di un ex convento risalente al ‘400. Questi muri, costruiti intorno al cortile interno, permettono all’architettura e all’ambientazione di rendere l’albergo la location ideale per una breve sosta di lavoro o una vacanza da trascorrere in tutta tranquillità. Sedici le camere a disposizione (tutte dotate di tv, collegamento ad internet wi-fi, telefono, minibar e aria condizionata), tra cui due suite con vasca idromassaggio o doccia idro e due camere predisposte per disabili. Completano l’offerta un miniappartamento e una sala conferenze ideale per meeting e riunioni aziendali, che può essere noleggiata anche per cene, pranzi aziendali e feste con il proprio servizio catering o con quello fornito dall’hotel. L’hotel dispone di un parcheggio privato, servizio di autonoleggio, servizio di lavanderia e una guida turistica per tour personalizzati o aziendali.

70 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 70

1-12-2008 12:43:55

cattozzo.i


Pe r c o g l i e r e t u t t i i d e t t a g l i d e l l a v i t a

Da sempre il Vostro ottico di fiducia.

OTTICA CATTOZZO - Bergamo - Via XX Settembre, 50 - tel. 035 242576 - info@otticacattozzo.it

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 71 cattozzo.indd 1

1-12-2008 12:43:55 11-02-2008 15:23:35


DICEMBRE - GENNAIO

pro am 2008, suCCesso annunCiato

COM.ITALF & NORDZINC

Aziende

Più di una gara di golf ...più di una rassegna ...più di un convegno ...più di un evento esclusivamente golfistico ...più di un’appuntamento mondano ...semplicemente «invitational Com.Italf. e Nordzinc Pro Am»

L

’attesissima e ambitissima Invitational Com.italf. & NordZinc Pro Am ha avuto luogo anche quest’anno (venerdì 3 ottobre 2008) nell’ormai consolidata e sempre straordinaria location del Franciacorta Golf Club. Più di una competizione sportiva. Una gara energica e vivace che ha visto 18 squadre contendersi la vittoria nonostante le instabili condizioni atmosferiche. Ogni team era composto da tre, seppur sempre bravi, amatori e un professionista. Tanta la passione per il gioco, la voglia continua di misurarsi, di imparare e magari di carpire qualche segreto… Più di una rassegna. Una vera celebrazione delle imprese partners delle aziende promotrici, che con le loro esposizioni interne ed esterne non solo hanno avuto modo di farsi conoscere ulteriormente, ma hanno conferito prestigio e dinamismo all’intera giornata. Più di un convegno. Una straordinaria occasione informale per divertirsi ma anche per intrecciare interessanti relazioni sociali e lavorative. I partecipanti, personaggi di spicco dell’imprenditoria bergamasca e bresciana, hanno avuto modo di confrontare i propri ambiti operativi. Più di un evento esclusivamente golfistico. Una simpatica opportunità per far divertire anche chi non ha dimestichezza con il mondo del golf. Il campo pratica - gestito con capacità e simpatia dal professionista Mario Rendina - ha dato la possibilità di avvicinarsi per qualche minuto a questa affascinante disciplina. Più di un’appuntamento mondano. Se la giornata è stata intensa e ricca di emozioni, la serata non è stata da meno. Tutti gli ospiti sono stati deliziati da una raffinata e memorabile cena di gala, allestita abilmente dal ristorante del circolo, e simpaticamente intrattenuti da un gradevolissimo Pietro Ghislandi, comico e ventriloquo, e dalle sue esilaranti gag. Le meritate e prestigiose premiazioni

72 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 72

1-12-2008 12:44:00


e i ringraziamenti a tutti gli sponsors che sono intervenuti e che hanno reso possibile lo svolgersi di questa manifestazione hanno cominciato a far scendere il sipario su questo memorabile evento. Ma la giornata si è davvero conclusa con l’offerta di un premio eccellente e con la generosità e la disponibilità di tutti i partecipanti nella raccolta di un piccolo fondo destinato a “Oltre Noi”, associazione che ha come obbiettivo l’inserimento sociale e la realizzazione di un

progetto destinato alle persone disabili al di fuori delle proprie famiglie. Più di un’occasione per fare del bene …Queste, elencate sopra, le intraprendenti e nobili motivazioni che hanno stimolato nuovamente NordZinc e Com.Italf. nell’organizzazione di questo riuscitissimo e ormai ricorrente evento, oltre a quella di evidenziare la loro posizione di spicco non solo nell’ambito imprenditoriale lombardo ma anche in quello nazionale.

73 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 73

1-12-2008 12:44:51


DICEMBRE - GENNAIO

www.comitalf.com www.nordzinc.it LE AZIENDE La NordZinc nasce nel 1999 e si occupa di metodi per la protezione anticorrosiva dei manufatti realizzati in acciaio. E’ una realtà industriale votata allo sviluppo sostenibile che in pochi anni è diventata un riferimento a livello internazionale. La sua mission consiste nel costante sviluppo di know-how e di tecnologie innovative, seguito da una accurata divulgazione al mercato. I metodi sono gli stessi dell’imprenditoria italiana illuminata, il cui precursore più progressista può essere rintracciato nel leggendario caso Olivetti. Si tratta di una stirpe aziendale etica, che accompagna la propria scalata con il miglioramento delle condizioni lavorative del proprio personale e una particolare sensibilità per la società più in generale. Per fare solo un esempio, nell’ambito del convegno mondiale degli architetti di Torino - e, nello specifico, dell’evento “Torino 011, biografia di una citta” - NordZinc ha coordinato il progetto di arredo urbano eco-compatibile, stabilendo un’ambiziosa partnership con altre realtà attente all’ambiente, ed ha realizzato il logo della manifestazione “t011”. NordZinc pone la stessa cura nella scelta del suo sistema di protezione anticorrosiva, effettuata considerando il ciclo di vita del manufatto (lca). Lca (life cycle assessement) è infatti lo strumento ideale per scegliere l’investimento ideale per oggi e per il futuro. Al fine di rendere comprensibili i vantaggi delle sue lavorazioni ad un pubblico più vasto ha ottenuto (prima in europa per il suo settore di riferimento) l’envi-

ronmental product declaration (epd), una sorta di “carta d’identità” che certifica i requisiti di buona condotta produttiva e sottoscrive l’impegno al continuo miglioramento, pubblicando annualmente la dichiarazione ambientale Emas per comunicare le proprie prestazioni ambientali. Col Sistema Triplex, l’ultima rivoluzionaria innovazione NordZinc, riesce ad ottimizzare i trattamenti anticorrosivi ai quali vengono sottoposti i manufatti, predisponendoli adeguatamente, attraverso trattamenti superficiali che precedono le fasi di zincatura a caldo e di verniciatura a polvere. Le pratiche operative adottate dall’azienda, gli impianti tecnologici installati per l’abbattimento delle sostanze inquinanti, unitamente alla sottoscrizione del regolamento emas, garantiscono qualità e pieno rispetto per l’uomo e per l’ambiente. La Com.Italf., forte di un’esperienza industriale acquisita in oltre 45 anni di attività, si presenta oggi sul mercato nazionale ed internazionale come società leader nella realizzazione di strutture in acciaio. Grazie all’altissima professionalità e alle certificazioni che la contraddistinguono, è in grado di offrire alla propria clientela un servizio a 360 gradi, dalla progettazione alla messa in opera, passando attraverso le accurate fasi produttive. La passione per il lavoro, la grande flessibilità e un dinamico approccio al mercato hanno portato Com.Italf. verso un’evoluzione tecnico produttiva continua, tanto da proporsi come un’azienda all’avanguardia che perfettamente si identifica con il suo titolare e dirigente, Luca Pavoni.

74 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 74

1-12-2008 12:45:12


PROAM2008

INVITATIONAL

Ringraziano

75 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 75

1-12-2008 12:45:56


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 76 48x28.indd 1

1-12-2008 12:46:02


Helvetika.it

Castello di Marne

Villa Acquaroli

Castello di Monasterolo

per il tuo grande giorno Tutto intorno un dolce mescolarsi di profumi nuovi o da troppo tempo dimenticati, in un’atmosfera in grado di trasformarsi per creare magia. Acquaroli propone tre bellissime location nella bergamasca: il Castello di Marne a Capriate, in suggestiva posizione a strapiombo sul fiume Brembo. L’elegante e raffinata atmosfera di Villa Acquaroli a Carvico. Il Castello di Monasterolo in Val Cavallina sulle sponde dell’incantevole lago di Endine. Tutte con cucina interna e completamente attrezzate. Al Castello di Marne sono ripresi i ricevimenti nelle sale gemelle e nel gazebo allestito nel parco. Le sale in restauro saranno inaugurate nei primi mesi del 2009. w w w. a c q u a r o l i . i t

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 77

ricevimenti@acquaroli.it

Te l . 0 3 5 4 9 3 8 0 1 1

Fax 0354943403

Acquaroli È UN GRANDE GIORNO

1-12-2008 12:46:04 20-05-2008 16:01:50


Mangiar Bene

DICEMBRE - GENNAIO

“il sapore Dei sensi”, perCorsi Del Gusto nell’alta CuCina Roberto Carcangiu per il gusto, Antonino Cannavacciuolo per l’udito, Sergio Mei per il tatto, Francesco Gotti per la vista e Piergiorio Giorilli per olfatto: questi i protagonisti del convegno promosso dall’Ascom

Q

uattro grandi chef e un maestro panificatore a servizio dei cinque sensi: Roberto Carcangiu per il gusto, Antonino Cannavacciuolo per l’udito, Sergio Mei per il tatto, Francesco Gotti per la vista e Piergiorio Giorilli per olfatto. E’ questo “Il sapore dei sensi. Percorso del gusto nell’alta cucina”, il convegno promosso dall’Accademia del Gusto dell’Ascom Bergamo svoltosi lunedì 20 ottobre nella sala convegni del polo fieristico di Bergamo (via Lunga). Insieme a loro, il giovane mentalista Francesco Tesei, al quale è stato affidato il compito di svelare i misteri del sesto senso, importante quanto gli altri cinque perché permette di riconoscere da uno sguardo, da un modo di porsi e di parlare le caratteristiche e le esigenze del cliente. I cinque protagonisti dell’alta enogastro-

nomia, guidati da Davide Paolini e con l’aiuto di filmati registrati nelle loro cucine, hanno presentato ciascuno una ricetta legata ad un senso. Chi vi ha partecipato è stato così guidato in un percorso di esplorazione tra le sensazioni, attraverso il quale i piatti diventano un’occasione per gustare, sentire profumi e suoni, toccare con le mani, eliminare la distanza uomo-cibo. Il convegno era aperto a operatori di settore e appassionati di alta cucina. Al termine è stato presentato il libro di Francesco Gotti, executive chef del Bobadilla di Dalmine e docente dell’Accademia del Gusto, “Pensavo fosse, invece è”, un’opera sull’apparenza in cucina edito da La Rassegna, con fotografie di Paolo Chiodini. La manifestazione è nata con la collaborazione di Camera di Commercio di Bergamo, Affari di Gola, Fogalco, Selecta, Bobadilla, Pentole Agnelli, Promoberg, Aspan, Ente Bilaterale, Saps e Ascom.

78 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 78

1-12-2008 12:46:15


nuovoCDMnuovissimocs3.indd 79

1-12-2008 12:46:16


Turismo DICEMBRE - GENNAIO

malinDi, paraDiso Del turismo Dove investire È una siCurezza Intervista a Marco Vancini, da nove anni al timone del Malindi Key’s Group Hotels in società con il parmense Roberto Manara: «Il Kenya è tranquillo e in piena espansione economica»

È

uno degli imprenditori italiani più impegnati a Malindi e può contare su una conoscenza ultraventennale del Kenya. Parliamo di Marco Vancini, da nove anni al timone del Malindi Key’s Group Hotels in società con il parmense Roberto Manara. Il gruppo è proprietario di 6 hotel a 4 o 5 stelle - Coral Key Beach Resort, Beverly Key Club, Sunset Key Cottage, Blu Key Beach Club, Lawford’s, Ocean Sun View Resort -, oltre a un campo safari nel Parco nazionale dello Tsavo Est e un piccolo Sea Lodge. L’offerta è da sogno: tutti gli alberghi sono di fronte al mare o nelle immediate vicinanze e sono immersi in lussureggianti giardini tropicali, l’ideale per benessere, sport, relax, congressi. Varie le possibilità di pernottamento: dalle lussuose suites del Laword’s agli alloggi per famiglie del Beverly Key Club. Sempre alta la qualità dell’accoglienza, resa possibile da uno staff di oltre 600 persone. Ma c’è di più… Non solo alberghi: il vostro gruppo è anche attivo nel settore immobiliare. «Esatto. Siamo i primi a Malindi - spiega Marco Vancini - a mettere a disposizione una formula innovativa: vendiamo villette all’interno dei complessi alberghieri. Chi compra le unità abitative gode quindi dei servizi alberghieri: sicurezza garantita, assistenza 24 ore su 24, mantenimento degli alloggi in standard qualitativi eccellenti. La specificità dell’offerta sta poi nel fatto che gli acquirenti possono chiederci una “gestione con reddito”».

80 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 80

1-12-2008 12:46:26


81 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 81

1-12-2008 12:46:31


DICEMBRE - GENNAIO

Ovvero? «Noi affittiamo le case dateci in gestione come residenze alberghiere e garantiamo al neo proprietario un rendimento annuo al 7 per cento del capitale investito. Quando poi il titolare dell’alloggio vuole usufruirne per una vacanza, è sufficiente che ci avverta 30 giorni prima della data di arrivo. Ovviamente più il proprietario usufruisce della residenza, più il rendimento diminuisce». La vostra offerta per il tempo libero è ampia e diversificata. Quali sono le attività più richieste? «Ha riscontrato un grande successo la scuola di guida dei fuoristrada. I clienti che si iscrivono, una volta raggiunta la necessaria abilità, possono anche mettersi al volante delle jeep durante i safari. Abbiamo inoltre creato una piccola compagnia aerea per gli spostamenti brevi». Parliamo di salute. In caso di malori o incidenti la tutela è garantita? «Assolutamente sì. Come gruppo cinque anni fa abbiamo costruito il St. Peter Hospital, un mini ospedale capace di soddisfare le esigenze dei turisti e della comunità locale». Siete impegnati anche nel sociale, dunque. «Certamente. A dicembre 2007 abbiamo donato al Comune di Malindi un edificio scolastico e abbiamo in programma la realizzazione di altre due iniziative: un avviamento alla professione alberghiera con training nei nostri alberghi per giovani dai 16 ai 20 anni; una scuola calcio per promuovere la vita sociale giovanile. Il rapporto con la comunità, in ogni caso, è ottimo». Passiamo alla sicurezza. La situazione è sotto controllo? «Sì, il Kenya è tranquillo e in piena espansione economica, tant’è che lo scellino si è rivalutato sul dollaro. Inoltre il Paese è ben visto dalla comunità internazionale: numerose organizzazioni hanno una sede qui e il quadro globale risulta propizio per gli investimenti in campo immobiliare. Tanto più che il Governo - attraverso il nuovo ministro al Turismo Najib Balala, molto dinamico e propositivo - si è impegnato per un pronto rilancio del settore». Info: www.coralkeygroup.com

82 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 82

1-12-2008 12:46:42

CMME_a


Energia sotto controllo.

s p e c i a l i s t i i n v e r i f i c h e e l e t t r i c h e i n d u s t r i a l i

verifiche - manutenzioni - assistenza a trasformatori - relé di protezione - interruttori di alta, media e bassa tensione Ogni intervento viene effettuato da personale altamente professionale e aggiornato che, a garanzia dell’elevata qualità del servizio, rilascia schede tecniche ad hoc. Fiori all’occhiello dei servizi dell’azienda di Osio Sopra sono: le verifiche termografiche, le verifiche su trasformatori MT isolati in olio e in resina, verifiche su sistemi di protezione statici e microprocessore di tipo indiretti e diretti a bordo interruttore, manutenzione preventiva programmata su impianti AT-MT-BT che gioca d’anticipo su tutti i danni che possono essere individuati e risolti prima di causare problemi seri e obbligare alla fermata degli impianti.

CMME_adv_giu_lugl_08.indd 183 nuovoCDMnuovissimocs3.indd

v i a Te r m i n i , 7 / c 24040 Osio Sopra (Bergamo) Tel. 035 502 818 - Fax 035 502 820 www.cmme.it - info@cmme.it

13-05-2008 11:16:56 1-12-2008 12:46:43


Arte e Cultura

DICEMBRE - GENNAIO

“fotoGrafanDo”, CliC D’autore Dalla meC art al DiGitale In mostra a Nembro una quarantina di opere d’arte di alcuni fra i protagonisti italiani della scena artistica contemporanea, a partire dalla metà degli anni Sessanta fino ai giorni nostri

Q

uando la fotografia è arte: la mostra “Fotografando: dalla Mec Art al digitale”, allestita fino al 10 gennaio 2009 tra le affascinanti architetture contemporanee della Biblioteca di Nembro, si propone di presentare al pubblico una quarantina di opere d’arte di alcuni fra i protagonisti italiani della scena artistica contemporanea, a partire dalla metà degli anni Sessanta fino ai giorni nostri. Punto di partenza del percorso espositivo è la Mec Art (Mechanical Art), movimento che nasce nel 1965 ad opera del critico francese Pierre Restany, coinvolgendo un vasto gruppo di artisti internazionali che hanno sviluppato immagini derivanti dai mass media, dalla televisione, dal cinema e dalla carta stampata, riportandole su tela emulsionata. La mostra prende quindi il via con alcune opere dei protagonisti della Mec art in Italia: i lavori di Gianni Bertini, uno dei firmatari del manifesto Mec Art a Parigi, dove sono evidenti i richiami ai mass media, tanto cari ai pop artisti americani; una delle famose “scomposizioni” di Bruno Di Bello dedicata al nome e al ritratto dell’artista Paul Klee; i temi prediletti da Elio Mariani come gli amanti, la periferia, gli interni asettici e la bomba atomica; i celebri decollage di Mimmo Rotella, strappi di manifesti riportati su tela. Lasciando gli anni Sessanta, la mostra presenta le opere di un gruppo eterogeno di autori italiani, considerati i protagonisti assoluti della fotografia italiana contemporanea: Gabriele Basilico, con la celebre serie dedicata alla città di Beirut, straziata da una guerra durata quindici anni; Maurizio Buscarino, fotografo nel teatro; Mario Cresci, probabilmente il più

concettuale dei fotografi in mostra, con i macroingrandimenti di oggetti quotidiani; Franco Fontana, fotografo per antonomasia del paesaggio urbano americano, che ritrae i grattacieli di Los Angeles intrisi di gialli e rossi che sembrano rubati alla tavolozza di Mondrian; Luigi Ghirri, forse il più romantico tra gli autori esposti, con le sue vintage che riportano alle atmosfere degli anni 70. Sono le opere di questi artisti ad accompagnarci alle soglie dell’era digitale esplosa negli anni Novanta. La mostra si chiude, infatti, con due giovani autori, Matteo Basilè e Gian Paolo Tomasi. Fino al 10 gennaio. Biblioteca di Nembro, Piazza Italia. Orari: lun 14-19; mar - ven 9-12.30 e 14-19; mer e ven anche apertura serale 20-22.30; sab 9-12.30 e 14-18; dom 10-17. Ingresso libero. Informazioni al pubblico: tel. 035.471370

84 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 84

1-12-2008 12:46:51

carissimix


Orio al Serio, Via Portico 10 - Tel: +39 035 531302

www.carissimicaffe.com

carissimixcitta deimille.indd 1 85 nuovoCDMnuovissimocs3.indd

14-03-2008 12:03:01 1-12-2008 12:46:53


Arte e Cultura

DICEMBRE - GENNAIO

maranno, mostra per Celebrare il 35° Di attivitÀ professionale Al Circolo Artistico Bergamasco fino al 18 dicembre è allestita una personale di Marcello Annoni. Presenti le tematiche “tradizionali” dell’artista, dalle lotte tra galli alle visioni di Bergamo

T

rentacinque anni di attività è per qualsiasi artista un traguardo prestigioso. Conoscendo Maranno sin dall’inizio di questa sua avventura, e avendone seguito da vicino gli sviluppi della sua pittura, possiamo onestamente dire che egli è riuscito a superare con viva intelligenza e fervida volontà ogni ostacolo che l’arte pittorica gli poteva presentare». Con queste parole Lino Lazzari presenta la personale che celebra il 35° anniversario di attività professionale di Maranno, allestita al Circolo Artistico Bergamasco fino al 18 dicembre. Una mostra che ripercorre le tematiche “tradizionali” dell’artista: «Campi di grano - prosegue Lazzari -, fondali marini, tramonti africani, lotte tra galli, boschi, montagne, fiori e visioni di Bergamo, tutto quanto cioè si riferisce alle bellezze di una natura ri-creata e ri-presentata in immagini pittoriche per esaltarne il fascino». Maranno (alias Marcello Annoni), Grand’Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana, è nato l’8 luglio 1947 a Bergamo, dove vive e lavora. È vice presidente nazionale e presidente provinciale dell’Unci (Unione Nazionale Cavalieri d’Italia), vice presidente e tesoriere del Circolo Artistico Bergamasco, socio dell’Ucai (Unione Cattolica Artisti Italiani), consigliere dei Maestri del Lavoro, past presidente del Lions

Club Valseriana, delegato di zona delle Valli Bergamasche e consigliere della Fondazione Lions Club Distretto 108 IB2, cavaliere Jure pleno del Ducato di Piazza Pontida e cavaliere di San Marco. Sue opere si trovano presso numerosi collezionisti in Italia e all’estero ha partecipato a diversi concorsi nazionali e internazionali ottenendo notevoli affermazioni e riconoscimenti. Circolo Artistico Bergamasco, via Malj Tabajani 4 (Bergamo) dal 22 novembre al 18 dicembre. Orari: martedì, giovedì e sabato 1012 e 16-19; domenica 10-12 e 15-19; mercoledì e venerdi 16-19.

86 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 86

1-12-2008 12:46:58

bevicdm0


fornitore per Bergamo e provincia

L’ESCLUSIVA FORMULA DI NOLEGGIO TUTTO COMPRESO, TI PERMETTE DI RIDURRE NOTEVOLMENTE I COSTI DI GESTIONE E DI COPIE.

e

LE MACCHINE PER L’UFFICIO SEMPRE OPERATIVE! KM-C2525, KM-C3225 e KM-C3232 rappresentano la proposta Kyocera alla richiesta di affidabilità, modularità e qualità degli uffici dinamici. Queste copiatrici adottano componenti a lunga durata che garantiscono la produttività, l’economicità dei costi di gestione e nel contempo supportano la sostenibilità ambientale. KM-C2525/KM-C3225/KM-C3232 SISTEMI MULTIFUNZIONE A3 A COLORI

KM-C2525 Esecuzione simultanea di più compiti. I carichi di lavoro dell’ufficio si sovrappongono? Nessun problema: potete eseguire contemporaneamente più di una funzione, come per esempio la scansione in rete durante una stampa. Ampio display a sfioramento orientabile. Facile da usare, soddisfa le esigenze del singolo utente. Elaborazione separata delle areee. I documenti sono costituiti spesso da elementi differenti, come per esempio testo ed immagini. Questi sistemi sono in grado di gestire i diversi elementi separatamente con ottimi risultati di copiatura e di scansione. Più velocità significa maggiore produttività. Tempo di riscaldamento e tempo di prima copia/stampa particolarmente veloci: in questo modo si eliminano i tempi di attesa e l’operatività è immediata. Nuovo sistema di sviluppo touch-down. Per avere una costante ed elevata qualità di stampa sempre eccezionale. Componenti di lunga durata. I componenti di lunga durata aumentano la longevità, il che vuol dire che non vi abbandoneranno nel momento del bisogno.

tel: 035 234301 - fax: 035 231538 - Bergamo - Via A. Noli, 12/E - 24100 Per informazioni: info@bevilacquasnc.it

www.bevilacquasnc.it bevicdm0308.indd 1 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 87

11-02-2008 1-12-2008 16:18:12 12:46:59


Arte e Cultura

DICEMBRE - GENNAIO

“Danze maCabre” punta su fumetti, marionette e arte Contemporanea Mostre, rassegne e incontri intorno al tema della morte. Il programma promosso da Fondazione Adriano Bernareggi e Fondazione Benedetto Ravasio propone una riflessione nuova e multidisciplinare sull’eterno confronto con la Signora della Falce

U

n programma di mostre, spettacoli e incontri in cui arti visive e sceniche, popolari e colte, pop e highbrow si raccolgono intorno al tema della morte. Fino al 15 marzo è infatti di scena a Bergamo e nel territorio “Danze Macabre. La figura della Morte nelle arti”, rassegna promossa da Fondazione Adriano Bernareggi e Fondazione Benedetto Ravasio che propone una riflessione nuova e multidisciplinare, tra teatro e arti visive, sul tema della morte. Quest’anno l’asse di “Danze macabre” poggia su una polarità all’interno delle arti visive: da un lato il fumetto, dall’altro lato il lavoro di due protagonisti della scena nazionale dell’arte contemporanea che si confrontano con temi spirituali e testi biblici ed evangelici. Fino al 7 dicembre il Museo Adriano Bernareggi propone la mostra “Il tratto della Morte. Profili del macabro nella storia del fumetto”, a cura di Pier Giorgio Nosari e Mario Taccolini. Un viaggio nella storia del fumetto, alla ricerca degli archetipi e degli stereotipi della e sulla morte nell’immaginario pop, attraverso più di 80 riproduzioni di tavole, strisce e vignette. Fino al 15 marzo, invece, nell’affascinante spazio dell’ex Oratorio di San Lupo, il pittore milanese Giovanni Frangi accetta di lavorare sulle evocazioni di un testo evangelico. Il risultato, di grande impatto, è la mostra MT2425, a cura di Simone Facchinetti e Giuliano Zanchi, installazione nella quale un pavimento completamente ricoperto di tele lavorate matericamente si trasforma in una sorta di paesaggio lunare, argenteo e magmatico, dialogando con un grande cielo sospeso, capace di offrire l’illusione di uno scoper-

chiamento dell’edificio. Nello stesso suggestivo spazio l’anno scorso aveva trovato sede il lavoro di Gianriccardo Piccoli, “Vanitas Vanitatum”, che ora viene ripensato per i locali ipogei della chiesa parrocchiale di Cenate Sotto (fino al 3 gennaio). Ad accompagnare idealmente sul territorio la “danza” della Morte è anche quest’anno la rassegna di teatro d’animazione “Figure in Nero”, a cura di Bruno Ghislandi e Remo Melloni: un ricco calendario di spettacoli, itineranti a Bergamo città e provincia e realizzati da compagnie provenienti da tutta Italia, fino al 13 dicembre affida al teatro dei burattini il compito di raccontare il confronto estremo con la Signora della Falce. Per concludere, ecco gli incontri di approfondimento ancora in programma. Giovedì 18 dicembre, ore 18.00, al Museo Adriano Bernareggi, conferenza su “MT2425”; 115-22 dicembre, ore 21, all’ingresso della mostra di Gianriccardo Piccoli nell’Oratorio di Cenate Sotto, “Percorso su Qoelet”. Info: tel. 035.243539 - www.museobernareggi.it tel. 035.401.924 - www.fondazioneravasio.it.

88 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 88

1-12-2008 12:47:05

planetadv


Your dreams made real.

Egitto Royal Agiba Beach Resort ***** Stiamo commercializzando questo splendido progetto che si affaccerà sul Mar Mediterraneo, tra le località di Marsà Matruh ed El Alamein, a circa 200km da Alessandria d’Egitto e le sue meraviglie. In pre lancio la possibilità di assicurarsi una proprietà immobiliare a prezzi di vera occasione, prevista crescita valore immobiliare del 12% anno, consegna 18 mesi. Disponibili proprietà sul corpo centrale da mq 48 a 121mq, nell’isola artificiale proprietà da 88mq a 172mq. Affitto garantito del 7% per 10 anni.

Panama

Prezzi a partire da: 45.000 euro euro da 36.000

Un nuovo progetto Trump, garanzia di un investimento sicuro. Dubai da 59.000 euro. Inoltre: Tangeri , Santo Domingo, New York , Brasile.

Planet House Italia - via Lombardia, 14 - 24124 | Bergamo - tel. 035 36 38 01 - 035 3692052 - fax 035 41 24 797 email segreteria sabrina@planethouse.org - www.planethouse.org

www.planethouseitalia.com- info@planethouseitalia.com planetadvnuova.indd 6 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 89

15-05-2008 10:12:30 1-12-2008 12:47:07


Arte e Cultura

DICEMBRE - GENNAIO

visita GuiData al museo Con telefono e lettore mp3 Il Museo e Villaggio Africano della Basella di Urgnano trasforma oggetti di culto come l’iPhone e l’iPod Touch in guide multimediali d’eccezione per consentire ai visitatori di “vivere” un’esperienza interculturale alla scoperta del continente nero

P

er la prima volta in Italia e tra i primi in ambito internazionale, il Museo e Villaggio Africano della Basella di Urgnano trasforma oggetti di culto come l’iPhone e l’iPod Touch in guide multimediali d’eccezione per consentire ai visitatori di “vivere” un’esperienza interculturale alla scoperta del continente nero. Ben 70 filmati appositamente realizzati (oltre 3 ore di contributi audiovisivi) guidano il visitatore tra le opere della preziosa collezione d’arte africana, proiettandolo, grazie alla tecnologia dell’iPod Touch, nell’ambiente originario e consentendogli di “costruire” un itinerario personalizzato in base alle proprie curiosità e ai propri interessi, attraverso i diversi approfondimenti di carattere culturale, artistico ed etnico messi a disposizione. Con questa iniziativa, il Museo Africano - di proprietà dei missionari Passionisti, da oltre mezzo secolo presenti in Kenya, Tanzania, Congo, Angola, Mozambico, Botswana e Sudafrica - intende allargare gli orizzonti canonici di utilizzo dell’audioguida, non solo offrendo l’opportunità di noleggiare la guida multimediale ma consentendo anche a chi già possiede un iPhone o un iPod Touch di accedere direttamente alla rete wireless del Museo per poter usufruire del materiale di approfondimento. Museo e Villaggio Africano Via G.B. Peruzzo, 142 - Basella di Urgnano Tel. 035.894670 www.museoafricano.it

90 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 90

1-12-2008 12:47:17

Senza tito


Centro Estetico Laser INCONTRO CON IL MEDICO ESPERTO DI MEDICINA ESTETICA Oggi alla D.ssa Andaloro Medico Chirurgo ad indirizzo Estetico chiederemo di parlarci della Cellulite. Dr.ssa la Cellulite è un inestetismo presente in tante donne e vorremmo un consiglio per come combatterla. La cellulite è una lipodistrofia localizzata in cui possono essere individuati 4 stadi evolutivi: 1) edema interstiziale per aumento della permeabilità capillaro-venulare; 2) formazione di fibrille iperplastico-ipertrofiche argentaffini attorno a capillari ed adipociti; 3) formazioni di micronoduli che confluiscono in macronoduli; 4) alterazione dei capillari e dei piccoli vasi con sconvolgimento della microcircolazione. Per combatterla bisogna intervenire su diversi fattori. Il fattore ormonale, dietetico, posturale e circolatorio. I trattamenti sono quindi locali : mesoterapia microterapia, elettrolipolisi,ultrasuoni, laserterapia, massaggi ed infine dermocosmesi. I trattamenti generali da associare sono: la dietoterapia e l’attivita’ fisica. Il programma deve essere personale in base al tipo di cellulite e allo stadio. Se invece ci si trova in situazioni di accumulo adiposo localizzato il metodo da preferire è la LASERLIPOLISI dove con un laser particolare in una seduta si riesce a sciogliere il grasso localizzato in eccesso. Dr.ssa cosa può dirci della couperose del viso e i capillari delle gambe?. La couperose o teleangectasie è una dilatazione abnorme dei capillari tale da raggiungere un diametro da renderli più o meno visibili ad occhio nudo. Ne deriva un danno essenzialmente estetico, con a volte un po’ di sensazione di calore. Oggi si possono trattare questi capillari con un laser al diodo particolarmente adatto a determinare la chiusura del vaso e successivo riassorbimento. Se il diametro è discreto si possono fare delle microsclerosanti. Il trattamento non è mai standardizzato e dopo una accurata visita si stabilisce il numero di sedute e la cadenza. Lo stesso procedimento si può fare per i capillari delle gambe.

Dr.ssa per le macchie del viso e delle mani per le rughe per le cicatrici dovute all’acne cosa utilizza?. Oggi abbiamo a disposizione un nuovo Laser Co2 frazionale che con una precisa matrice di microspots penetra nel derma superficiale favorendo la formazione di nuovo collagene con un effetto lifting immediato. Con questo laser così si può avere un ottimo fotoringiovanimento evitando così il bisturi. Ottimi risultati sia per le macchie del viso e delle mani sia per le cicatrici da acne.

Dr.ssa Rita Andaloro - Medico Chirurgo Esperto e Consulente in Medicina ad Indirizzo Estetico S.M.I.E.M.-Agorà Milano

Studio: Bergamo via S. Bernardino,28 tel. 035211145 www.esteticalaser.it e mail:info@esteticalaser.it nuovoCDMnuovissimocs3.indd 91 Senza titolo-1.indd 1

1-12-2008 10:25:17 12:47:19 6-10-2008


Arte e Cultura

DICEMBRE - GENNAIO

di Gabriele Previtali

l’art DéCo in italia stile tipiCo DeGli anni ‘20 Sul piano del gusto costituisce un’importante rottura con l’Art Nouveau in quanto ne rifiuta le asimmetrie, i florealismi e le tipiche esuberanze decorative, prediligendo invece linee asciutte

D

opo la Prima Guerra Mondiale, sin dai primi anni venti si assiste ad una ripresa delle attività artistiche e della moda. Questa spinta coinvolge tutta la produzione decorativa: oggettistica e arredamento, gioielli ed abbigliamento. Una delle tematiche pregnanti di questo periodo - sono gli anni della rivoluzione industriale - è la rivalutazione del lavoro artigianale, ed è proprio in quest’ottica che si inserisce l’Art Déco. L’Art Déco è uno stile, o meglio un’inclinazione di gusto, tipico degli anni venti che si diffuse in tutto il mondo. Apparve per la prima volta con una sua fisionomia ben caratterizzata nell’Exposition Internazionale des Arts Decoratifs tenutasi a Parigi nel 1925. Un fenomeno internazionale che in un certo senso continua il ruolo svolto tra Ottocento e Novecento dall’Art Nouveau (Liberty in Italia), specchio della borghesia imprenditoriale intenzionata a costruirsi un’immagine moderna. Da notare che, mentre l’Art Nouveau venne teorizzata dai suoi stessi promotori, il Déco si sviluppò spontaneamente senza che nessuno ne descrivesse le linee guida. Sul piano del gusto costituisce un’importante rottura con l’Art Nouveau in quanto ne rifiuta le asimmetrie, i florealismi e le tipiche esuberanze decorative, prediligendo invece linee asciutte e architetture geometriche. Anche la moda del periodo Déco rovescia il gusto fin de siècle puntando su un’affinità tematica ed espressiva tra maschile e femminile, ad esempio nel taglio corto dei capelli (la cosiddetta pettinatura “alla maschietta”) o nelle forme geometriche e ases-

92 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 92

1-12-2008 12:47:24


suate degli abiti. Nell’oggettistica, nell’arredo e nella produzione scultorea e pittorica si riconosce nelle linee squadrate che si intersecano formando disegni geometrici, nei profili fluidi che si irrigidiscono e nelle linee rette che si sostituiscono alle linee curve e sinuose. Si prediligono forme astratte come spirali, cerchi, triangoli e quadrati. Innovativi sono anche i materiali che vengono utilizzati nella costruzione dei mobili raffinati e lussuosi destinati alla sempre più esigente borghesia: al legno sempre di elevata qualità (radica di noce e di castagno o essenze tropicali) si uniscono per la prima volta la seta, il chintz, la canapa e la pergamena, ottenendo arredi personalizzati ed unici. Esempi mirabili di questo gusto sono la produzione dell’atelier Borsani e quella di Giò Ponti che nel 1927 avvia con Lancia una sua produzione di mobili e oggetti d’arredo altamente ricercati e personalizzati. Nell’oggettistica ancora una volta il maggior esponente è Giò Ponti, direttore artistico dal 1923 al 1930 di Richard-Ginori. Il tratto

stilizzato e geometrico che introduce nella produzione di porcellane è una delle caratteristiche tipiche del gusto Déco. Nell’arte vetraria i maggiori esponenti furono Paolo Venini, che con le sue opere partecipò nel 1925 all’Exposition Internazionale des Arts Decoratifs; Vittorio Zecchin, che usò soprattutto vetri sottili e trasparenti dalle linee rigorose; Ercole Barovier, che invece realizzò opere con materiali vitrei di grosso spessore; Napoleone Martinuzzi, che creò il vetro pulegoso, riconoscibile dalla massa verde o bianca traslucida con all’interno numerose bolle irregolari. Partecipano all’evoluzione del gusto del tempo anche i gioielli a motivi stilizzati ed astratti con forme dallo stile più asciutto. Lo stile termina definitivamente con la seconda guerra mondiale. Lo sconvolgimento apportato voltò una pagina definitiva nella storia del gusto estetico, chiudendo il sipario sul sistema di vita che aveva generato l’ottimistica sintesi di modernità e glamour dell’Art Déco.

93 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 93

1-12-2008 12:47:26


Arte e Cultura

DICEMBRE - GENNAIO

di Massimiliano Cordoni*

ristrutturazione Della Casa: una soluzione Centrale Da questa edizione di Città dei Mille parte una rubrica dedicata all’interior design. Per ripensare gli spazi ed adattarli a chi ci abita, garantendo stile e comfort

L

’appartamento (come da immagini in pagina) è stato ripensato in modo da dividere la zona giorno da quella notte e ricavare una cucina con annessa dispensa. La ristrutturazione della casa ha permesso di eliminare i corridoi preesistenti, ingrandendo il soggiorno e realizzando un secondo bagno.La nuova distribuzione degli spazi è scandita da una cabina armadio cilindrica, accessibile

dalla zona notte; la sua forma è ripresa dalle pareti curve che delimitano camere e studio. E’ proprio questa cabina, dunque, l’elemento di importanza in questa ristrutturazione: a tutta altezza, costituisce l’elemento di raccordo tra l’ingresso, la zona notte e la zona giorno, interamente rivestita da una boiserie con inserti in alluminio, ripresi poi nelle porte adiacenti, per dare ancora più enfasi al raccordo tra le varie zone. *Interior designer, cmax1@hotmail.it

94 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 94

1-12-2008 12:49:48

antiquar_c


antiquar_cdm_apr08.indd 1 nuovoCDMnuovissimocs3.indd 95

9-07-2008 12:50:46 9:39:30 1-12-2008


C

La differenza la vedy.

M

Y

CM

MY

CY CMY

K

edy

comunicazione

edycomunicazione.com C O N S U L E N Z A S T R AT E G I C A - A D V E RT I S I N G - G R A P H I C D E S I G N - PA C K A G I N G - W E B D E S I G N - U F F I C I O S TA M PA - E V E N T I - P R O D U Z I O N I A U D I O - V I D E O - E - C O M M E R C E

nuovoCDMnuovissimocs3.indd 96

1-12-2008 12:50:56


Elen co alfabetico

Elen co categorico Elenco Sì! è il nuovo elenco telefonico per Bergamo e provincia: abbonati privati e affari, numeri fissi, cellulari, indirizzi e-mail, internet, elenco categorico e dettagliate informazioni territoriali tutto all’interno dello stesso volume.

elenco on-line su: www.paginesi.it

Elenco Telefonico

Bergamo e provincia 2008 Database Unico delle Utenze Telefoniche per variazioni: www.garanteprivacy.it/garante/document?ID=1074057

Elenco abbonati degli operatori telefonici In conformità ai provvedimenti del Garante Privacy, dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e alla normativa in materia di Servizio Universale. Aggiornato al 31 Dicembre 2007

elenco alfabetico

elenco categorico

telefoni fissi e cellulari indirizzi web / e-mail cartine dei centri storici e stradari cartine zone artigianali e industriali

IL TUO NUOVO ELENCO TELEFONICO. Gratuitamente nelle case e nelle aziende.

Numero Verde

da pagina 4: Avantielenco per gli utenti telefonici

copertinacdm.indd 3

C Il n hi u ce tu ovo rch tta e i? w It len C w al c o w ia o t sa .p on el c ag -l ef er in ine oni ch es è co i? i.i su di t

800-500169

www.paginesi.it

È in arrivo la nuova edizione 2009 27-11-2008 18:04:56


copertinacdm.indd 4

27-11-2008 18:05:04

Città dei Mille dic 08 gen 09  

periodico di Bergamo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you