Page 1

“Caro, caro Natale, che hai il potere di ricondurci alle illusioni della fanciullezza...� Charles Dickens


“Tutta la terra ha veduto la salvezza del Signore� (Salmo 97)


TRE

I

SALUTO ED AUGURIO DI DON ORLANDO PER IL SANTO NATALE 2019

l Natale ci dona anche quest’anno la gioia di poter riascoltare la lieta notizia della nascita di Gesù.Accogliamo, con rinnovato fervore, quel canto angelico: “Gloria a Dio e pace in terra agli uomini che Dio ama”. Queste parole riempiano di gioia il nostro cuore, e ci facciano incontrare il Bambino, perché ci aiuti a risollevare le nostre tante sofferenze, che in un tempo segnato dalla tristezza ci stanno segnando. Il canto angelico infonda quella serenità che ci viene spesso tolta dalle dolorose notizie e dai conflitti che segnano il nostro vivere. Solo Gesù può venire in nostro aiuto con la lieta notizia della parola che salva e lenisce le miserie della nostra umanità, perché è venuto in mezzo a noi per amarci e donarci una vita migliore. Viene ancora in questo Natale per dirci che dobbiamo affidarci a Lui, perché ci darà forza e coraggio affin-

ché non venga mai meno la nostra fiducia in Lui, per poter cambiare questa nostra società. L’augurio che nelle Festività Natalizie ci rinnoviamo, sollevi i nostri animi e l’abbraccio scambievole che ci doniamo ci aiutino a ricordarci che Lui viene in mezzo a noi anche oggi, perché il nostro presente sia meno triste. Gesù fa storia con noi; e la nostra umanità può crescere fiduciosa, creando una società dell’amore. L’ augurio di prosperità - pace - gioia - amore ci inviti a vivere giorni migliori. Di cuore, Buon Natale. Buon Anno 2020.

Don Orlando


CINQUE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CARI AMICI, BENTROVATI!

Eccoci arrivati all’appuntamento di fine anno, dove veniamo a voi con la consueta veste grafica, più dimessa rispetto al passato, ma coerente con i principi di revisione dei costi e di “buon uso” delle risorse che stiamo cercando -a fatica- di portare avanti per la prosecuzione dell’attività della nostra cara associazione.

La prima e più importante novità... ...è che abbiamo appena concluso la vendita degli immobili di Milies e ciò -indubbiamente- con un misto di tristezza e di gioia: tristezza perchè Milies, soprattutto per i meno giovani (o come oggi si direbbe per i “diversamente giovani”!) ha rappresentato e rappresenta ancora un luogo di ricordi, di convivialità insomma di quei “bei tempi andati” che tutti, in una maniera o nell’altra, ci portiamo dentro. Ma la trsitezza è mitigata dalla gioia di aver trovato, dopo diverso tempo che ci si muoveva sul mercato senza proposte concrete, un acquirente sensibile che, pur sapendo delle nostre quotidiane difficoltà, ci ha sottoposto una offerta economica assolutamente congrua che, ci consente di “tirarci su le ossa”. Volendo fare una lettura degli eventi da cristiano, il primo pensiero che vorrei condividere con voi è che la Provvidenza davvero ci viene incontro nei momenti più impensati; il secondo è che da lassù Don Giuseppe continua ad aiutare e a sostenere la sua “Casa del Fanciullo” permettendole di continuare a navigare e ad essere un punto di riferimento nel mare -sempre più tempestoso- del tempo che sta attraversando.

La vendita di Milies ci conforta anche volessimo fare una lettura più “laica” e materialista degli eventi: come sapete, sia al momento attuale che in prospettiva futura, la nostra associazione non aveva alcuna attività e/o alcuna progettualità per le strutture di Milies, il cui recupero e la cui “messa a norma” imponevano al contrario ingenti costi non sostenibili. Per contro, le proprietà di Milies rappresentavano un mero costo per ICI-IMU e TASI delle quali, a seguito della perdita della qualifica di Onlus, l’amministrazione chiede puntualmente il pagamento. Questo avrebbe portato ad una continua e crescente erosione del capitale e delle risorse che, visti i tempi di crisi che stiamo ancora atrraversando, vorremmo fossero destinate


SEI

alle attività dell’associazione. Altre novità riguardano anche le altre attività della casa. Definitivamente chiusa l’esperienza coi migranti (continua ancora invece il progetto con i minori stranieri non accompagnati di casa Carolina), è stata invece incrementata l’ospitalità per gli studenti universitari, con i quali si vuole creare un luogo di accoglienza ove gli stessi, oltre eche avere un luogo per dormire e studiare ed aumentare la porpia cultura, abbiano la possibilità - oltre che di conoscere la figura di Don Giuseppe e della Casa del Fanciullo - anche di avere un luogo di crescita umana, con la condivisione di momenti ed esperienze di fraternità e volontariato. Dall’estate scorsa, inoltre, forniamo direttamente anche il servizio di mensa, aperto al pubblico, e numerosi sono gli apprezzamenti per la bontà e la genuinità delle nostre proposte con un rapporto qualità/prezzo davvero notevole e gradito soprattutto dai lavoratori, dagli studenti e da quanti, per scelta o necessità, pranzano fuori casa. Anche la palestra ed il parcheggio ormai continuano a pieno regime, mentre il “punto dolente” rimane l’attività del Melograno. Querst’anno il Comune ed i servizi sociali hanno ulteriormente ridotto il numero dei ragazzi inviati al Melograno, per cui è urgente un ripensamento dell’attività che finora è sempre stata in grande difficoltà ma che oggi, con i numeri attuali (poco più di

una decina di ragazzi) non è più sostenibile. Stiamo quindi valutando proposte di collaborazione e/o integrazione con altre strutture e progetti già attivi, al fine di “creare una rete” per condividere ed ottimizzare gli sforzi e le risorse per lo svolgimento di un progetto comune. Non mi resta, quindi, che ringraziarVi e porgerVi, a nome dell’intero CDA, i migliori auguri per un Sereno Natale e Buone Feste. E continuate a sostenere la Casa Del Fanciullo con la preghiera, col Vostro tempo, con generose donazioni e con tutto quantro potete!! Ancora un caro saluto a tutti!

Gianluca Gemelli


Il Consiglio di Amministrazione augura a tutti un Santo Natale.


OTTO

CENTRO EDUCATIVO MELOGRANO IL NOSTRO 2019


DIECI

PROGETTO AMBRA IL NOSTRO 2019


DODICI

COLLEGIO UNIVERSITARIO CADELFA IL NOSTRO 2019


QUATTORDICI

ACCOGLIENZA, AMMINISTRAZIONE E LOGISTICA IL NOSTRO 2019


QUINDICI

CLEANING DESIGN IL NOSTRO 2019


SEDICI

LA PALESTRA IL NOSTRO 2019


DICIASSETTE

SELF SERVICE CADELFA IL NOSTRO 2019


DICIOTTO

CASA CAROLINA IL NOSTRO 2019


DICIANNOVE

IL TRADIZIONALE RITROVO DEGLI EX ALLIEVI A MILIES

C’era aria di festa domenica 28 luglio, a Milies. A render più solenne la giornata, la concomitante, annuale Festa del gruppo Alpini di Segusino, tutti provvisti del tradizionale cappello e con tanto di Banda municipale a precedere il corteo. Dopo l’ omaggio al cippo degli alpini, davanti alla chiesetta di Maria Ausiliatrice, il nostro don Or-

lando ha celebrato la Santa Messa nell’ Ostello comunale “Saint Jory”. Pur con una giornata piovosa, tanti sono stati i nostri ex allievi e Soci presenti (alcuni accompagnati dalle loro famiglie). Don Orlando ha fatto gli onori di casa davanti al caminetto, opportunamente acceso.

24 DICEMBRE 2019

È MANCATO

LA NOTTE SANTA CON GLI EX-ALLIEVI, I SOCI, GLI AMICI ED I BENEFATTORI DI CASA DEL FANCIULLO

La nostra Casa è aperta, come al solito, per celebrare la Notte Santa: martedì 24 dicembre, alle ore 24:00, don Orlando celebrerà la Messa di Mezzanotte cui farà seguito la visita al Presepio, realizzato con arte da alcuni ex-allievi, e lo scambio degli AUGURI.

LEOPOLDO LUCATO

La nostra Casa è aperta, come al solito, per celebrare la Notte Santa: martedì 24 dicembre, alle ore 24:00, don Orlando celebrerà la Messa di Mezzanotte cui farà seguito la visita al Presepio, realizzato con arte da alcuni ex-allievi, e lo scambio degli AUGURI.

PRESEPI NELLA CHIESETTA DI MILIES

Con l’ artistico, tradizionale presepio di Segusino, ci sarà anche la Mostra internazionale dei presepi, proposti dalla Associazione “Drìoghe a la Stéla”, nella chiesetta di Maria Ausiliatrice di Milies e provenienti dalla Comunità di Villa

San Francesco di Facen di Pedavena, Associazione che opera, come noi, nel mondo del disagio sociale. Tutti i presepi di Segusino e nei Borghi di Stramare e di Milies sono quotidianamente visibili da Natale al 2 febbraio 2020.


Sviluppo e design a cura di Andrea Lazzaro e De Luca Umberto

Puoi mettere sotto il nostro albero il tuo aiuto, anche quest’anno. c/c postale n. 10339356

PayPal | info@cadelfa.it

Associazione Casa del Fanciullo vicolo Santonini, 12 35123 | Padova +39 049 8751075 | info@cadelfa.it | www.cadelfa.it

Profile for Casa del Fanciullo

Lettera di Natale Casa del Fanciullo  

Lettera di Natale Casa del Fanciullo  

Advertisement