Issuu on Google+

Lavoriamo sodo per il vostro

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

Il bene più prezioso La protezione dei dati, e soprattutto i sistemi per recuperarli in caso di disastro, sono uno dei temi più caldi nelle aziende italiane. Le soluzioni per risolvere questo problema sono numerose, con ordini di grandezza negli investimenti variabili da poche centinaia di euro fino a decine di migliaia. In questo numero si parla molto di backup, un po’ a tutti i livelli: dalla nuova (ed economica) soluzione di Quantum fino ai sistemi di protezione continua dei dati effettuata in remoto da SonicWall, passando per il semplice fai-da-te realizzabile con le unità esterne di Seagate. Ma dato che nessuno è perfetto e alla fine il problema riesce sempre a emergere, vi consiglio di dare un’occhiata anche all’intervista a Paolo Salin, Country Manager di Kroll Ontrack: se i dati sembrano perduti, prima di dire addio alle vostre speranze potete tentare un estremo recupero. Che riesce nell’80 per cento dei casi. Paolo Galvani Questo è l’ultimo numero di eBiz Italia prima della pausa estiva. Il prossimo appuntamento è per mercoledì 5 settembre.

QUATTORDICINALE | 18/07/2007 | NR. 03

Stampare in rete, guida pratica UNO SPECIALE DI QUATTRO PAGINE PER SCEGLIERE LA SOLUZIONE PIÙ ADATTA PER LA NOSTRA AZIENDA Malgrado l’uso sempre più diffuso dei computer, i documenti cartacei continuano a invadere scrivanie e cassetti. Da qui nasce l’esigenza di avere un metodo di stampa affidabile, preciso, versatile e soprattutto adatto alle nostre esigenze lavorative ed economiche. Le soluzioni disponibili sono molte: ecco come scegliere quella giusta. A PAGINA 07

I QUATTRO “CORE” AMD PRONTI AD AGOSTO I nuovi processori AMD Opteron QuadCore saranno resi disponibili già al momento del lancio nelle versioni standard e a basso consumo. AMD prevede di iniziare le consegne nel mese di agosto, consentendo quindi ai propri partner di rendere disponibili sul mercato nuove piattaforme già da settembre. Il

Quad-Core AMD Opteron è la prima CPU x86 al mondo che integra quattro core di elaborazione su un unico chip di silicio ed è in grado di raggiungere ottimi livelli di prestazioni ed efficienza in termini di performance per watt assorbito rispetto alle attuali architetture di processore. A PAGINA

MERCATI Traffico, in UK TomTom si allea con Vodafone ESPERIENZE Un Picasso protetto da Urmet L’INTERVISTA Paolo Salin, Kroll Ontrack IN VIAGGIO HTC X7500, difficile dire addio al portatile IL COMMERCIALISTA IRAP e professionisti, sì o no? L’AVVOCATO Le regole del lavoro a distanza

A PAGINA A PAGINA A PAGINA A PAGINA A PAGINA A PAGINA

03

02 11 13 15 17 18

IN SICUREZZA

IN PROVA

IN PRATICA

Il backup alla portata di tutti

Seagate, 750 GB di versatilità Quando Office si chiama Google

Semplificare sistemi e procedure per il backup è uno dei modi per incentivare l’utilizzo di questo semplice metodo di sicurezza. Quantum, uno specialista di questo settore, ha presentato la soluzione GoVault, composta da un’unità interna o esterna per la gestione di cartucce removibili basate su disco fisso, dotata di un interessante software. A PAGINA 04

La crescita esponenziale nella quantità di dati archiviati richiede dischi sempre più capienti. Seagate, società leader nelle memorie di massa, questo lo sa bene. Nella sua ultima linea di prodotti di archiviazione esterni, composta da unità particolarmente sofisticate chiamate FreeAgent Pro, c’è un modello da 750 gigabyte. Lo abbiamo provato. A PAGINA 05

È difficile che su un portatile professionale manchi Office, tuttavia può succedere di avere a disposizione solo il computer dell’albergo o di un Internet Point. Poter usare gli strumenti di Excel, di Word o di altri applicativi collegandosi a un sito può essere fondamentale per condividere dati con i colleghi. Il servizio è offerto da Google. Ecco come funziona. A PAGINA 16

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it


mo le vostre esigenze a tutte le angolazioni.

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

AZIENDA - MERCATI | www.ebizitalia.it

Tecnologie per la piccola e media impresa

In crescita la popolarità del web

BREVISSIME

SECONDO NIELSEN-NETRATINGS, I NAVIGATORI ITALIANI SONO PIÙ DI 21 MILIONI E SI COLLEGANO OGNI GIORNO

Tournon CFO Vodafone

A maggio si sono connessi al web almeno una volta da casa o dall’ufficio 21,4 milioni di utenti, mentre 8,3 milioni si sono collegati solo dall’ufficio. Rispetto ad aprile, a maggio si registra un aumento del numero di navigatori attivi (in media del 4%) e dei consumi del mezzo (in media dell’11%): gli internauti hanno ormai una frequentazione della rete più che giornaliera (35 sessioni in media contro le 30 di aprile) e, con riferimento al tempo speso, coloro che accedono dall’ufficio passano on-line 30 ore nel mese contro le 25 di aprile, mentre i navigatori da casa dedicano al web circa 15 ore al mese, una in più rispetto ad aprile. Per quanto riguarda le categorie di siti più visitate nel mese di maggio, le scadenze fiscali e il pagamento delle imposte fanno crescere l’utenza dei siti finanziari. Z www.nielsen-netratings.com LA CLASSIFICA DEI TOP 10 BRAND - MAGGIO 2007 Brand

Google MSN/Windows Live Libero Yahoo! Alice eBay Wikipedia Microsft SeatPG Directories Online YouTube

Visitatori Penetrazione unici (000) sui navigatori attivi

17.992 10.732 10.536 10.354 10.347 7.816 7.810 7.804 5.780 5.129

Visite per persona

Tempo per persona

19 13 12 8 10 7 3 3 4 4

0.57.19 0.48.53 1.03.34 0.40.42 0.42.00 1.13.22 0.10.07 1.06.52 0.10.47 0.32.19

78,9% 47,0% 46,2% 45,4% 45,4% 34,3% 34,2% 34,2% 25,3% 22,5%

Traffico, TomTom insieme a Vodafone IN UK LE DUE SOCIETÀ COLLABORERANNO PER FORNIRE AGLI AUTOMOBILISTI INFORMAZIONI IN TEMPO REALE TomTom ha annunciato un’importante collaborazione con Vodafone UK per la creazione di un innovativo sistema di informazione sul traffico in tempo reale. L’esclusiva tecnologia sfrutterà i dati provenienti dalla rete Vodafone per trasformarli in informazioni istantanee sulla velocità e direzione delle auto che viaggiano sulle principali strade del Regno Unito, in modo da garantire agli utenti TomTom la possibilità di fruire sempre di una migliore conoscenza della situazione della viabilità e poter quindi pianificare il proprio itinerario evitando gli ingorghi. I dettagli sul servizio saranno disponibili solo al momento del lancio, atteso per la prima metà del 2008. Tutti gli attuali e futuri utenti TomTom potranno trarre beneficio dal servizio non appena sarà disponibile. La soluzione potrà inoltre essere utilizzata da autorità e aziende, che potranno utilizzarla per la gestione del controllo dinamico del traffico e per una migliore organizzazione delle flotte. Z www.mobility.tomtom.com

Dal 6 luglio Emanuele Tournon è il nuovo Chief Financial Officer di Vodafone Italia. Assume la carica precedentemente ricoperta da Margherita Della Valle, diventata Direttore Finanziario della Regione Europea del Gruppo Vodafone. Nel suo nuovo incarico, Tournon risponde direttamente all’Amministratore Delegato, Pietro Guindani. Z www.vodafone.it

BO acquisisce Inxight

Grazie alla combinazione delle tecnologie di Business Objects e di Inxight, ora le aziende potranno accedere in modo semplice sia alle informazioni strutturate contenute nei database e data warehouse sia alle informazioni non strutturate come e-mail, documenti, campi per commenti e contenuti web. Inxight aggiunge alla piattaforma Business Objects XI una vasta combinazione di funzionalità di analitiche testuali, ricerca federata e visualizzazione per consentire ai clienti di individuare, gestire e analizzare con facilità i contenuti non strutturati all’interno e all’esterno dell’azienda. Z www.businessobjects.it

Sony Italia, cambia l’AD

Claudio Borroni è stato nominato Presidente Onorario di Sony Italia. Borroni è stato President European Sales di Sony fino al 2005 quando ha ripreso le redini della consociata italiana. La carica di Direttore Generale e Amministratore Delegato di Sony Italia è stata affidata a Gildas Pelliet. Z www.sony.it

ABBONATI GRATIS ADESSO! Vai sul sito www.ebizitalia.it. Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di QUATTORDICINALE | PAG. 02

18 LUGLIO 2007 | N. 003

o sodo Lavoriam

tro per il vos

are comunic idee per it icazione. o-comun info@zefir

Nuove

.9&1.&

NHHT JUJWQFU 9JHSTQTLN

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare

XF INFNRUWJ QFJRJ

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

A PAG ri, NOSTR ATTRO r a colo E DI QU ATTA PER LA delle lase su base otti ECIAL settore AD iale nel a proporre prod stampanti UNO SP ZIONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LU il suo ingre ore si era limit de stile PAG LA SO dei dati, caso di disa so di farein questo sett offensiva in gran ione fax. A ezione in ha deci funz i nelle perarli La prot Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per recu temi più cald risolqual sistemi dei ha le cara dei quali dota i per dopo uno tto zion e, debu , due stro, sono ne. Le solu numeros OEM. Il multifunzione italia aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim di vere ques i di grandezz Opteron e centinaia tro core re AMD ra quat ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co do che integ chip di silicio up, di migl o menti varia Quada decine molto di back (ed x86 al mon su un unic di raggiungere Opteron ione o euro fino al moni ed ri AMD nuova elaboraz ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla perstandard I nuovi resi Quantum a ottimi livell in termini di saranno io nelle versioni un po’ a) soluzione di continua dei Core ienza assorbito e lanc effic del per watt architeticWall, economic di protezion umo. AMD mento mi ali formance to da Son reao cons conai siste alle attu in remo a-te e a bass di iniziare le to, tto fai-d tuata re. rispe dati effet per il semplice rne di Seagaprocesso PAGINA 03 prevede e di agos ri ture di A nel mes passando le unità este è perfetto e segne ndo quindi ai prop ili con onib nessuno e sempre a lizzabile consente rendere disp dato che NA 02 adi A PAGI te. Ma il problema riesc dare un’ocpartner ato nuove piatt. Il di NA 11 o Saalla fine vi consiglio afone A PAGI sul merc da settembre e, con Vod sta a Paol NA 13 già emerger si allea A PAGI e all’intervi Kroll Ontrack: forme TomTom da Urmet NA 15 chiata anch Manager di uti, prima di A PAGI co, in UK etto ntry NA 17 lin, Cou sembrano perd anze potete CATI TraffiUn Picasso prot l Ontrack atile A PAGI port MER al E Krol 18 sper dati i li ddio ENZ

prezioso Il bene più e soprattutto i-

I QUATTRO

AD AGOSTO D PRONTI “CORE” AM


Lavoriamo sodo per il vostro

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

AZIENDA - PRODOTTI | www.ebizitalia.it

Waitec, monitor tutti da toccare

BREVISSIME

I DISPLAY SHINING VIDEO TOUCH SONO DA 12, 15 E 17 POLLICI. I PIÙ GRANDI HANNO ANCHE L’AUDIO INTEGRATO

Acrobat 3D Versione 8

Il Monitor Shining Video Touch Screen rende l’area del video sensibile al tocco del dito di una mano, trasformando il display in un sistema a tocco integrato. In dotazione viene inclusa una penna che è possibile alternare al tocco ed è anche possibile usare il touch screen come tavoletta grafica. Il nuovo nato di casa Waitec è utilizzabile come monitor di fascia alta per l’ufficio, ma ha la sua collocazione ideale in postazioni informative collocate in luoghi pubblici o in esercizi commerciali, nelle agenzie di viaggio oppure nei locali e nei ristoranti per gestire le ordinazioni. Il modello da 17 pollici ha una risoluzione di 1.280 per 1.024 punti e ha la base orientabile orizzontalmente. Shining Video Touch Screen da 15 e 17 pollici sono dotati anche di speaker integrati. Shining Video Touch Screen 12, 15 e 17 pollici sono in vendita rispettivamente a 750, 560 e 580 euro IVA esclusa. Z www.waitec.it

Quattro “core” AMD pronti ad agosto GLI OPTERON QUAD-CORE ARRIVANO FINO A DUE GHZ, MA LA FREQUENZA CRESCERÀ GIÀ ENTRO LA FINE DEL 2007 I nuovi processori AMD Opteron Quad-Core saranno resi disponibili già al momento del lancio nelle versioni standard e a basso consumo. AMD prevede di iniziare le consegne nel mese di agosto, consentendo quindi ai propri partner di rendere disponibili sul mercato nuove piattaforme già da settembre. Il Quad-Core AMD Opteron è la prima CPU x86 al mondo che integra quattro core di elaborazione su un unico chip di silicio ed è in grado di raggiungere ottimi livelli di prestazioni ed efficienza in termini di performance per watt assorbito rispetto alle attuali architetture di processore. La frequenza dei primi processori che stanno per essere lanciati arriva fino a 2,0 GHz, ma per il quarto trimestre 2007 sono previste versioni dei nuovi processori quad-core nativi dal clock superiore in entrambe le versioni: Standard e Special Edition. AMD calcola che i nuovi processori possano raggiungere un incremento di prestazioni anche del 70% su talune applicazioni database. Z www.amd.com/it-it/

Adobe ha presentato Acrobat 3D Versione 8, applicazione che facilita la collaborazione di progetti 3D basati su documenti e l’interoperabilità di dati CAD. Destinato ai professionisti del CAD, CAM, CAE e del technical publishing, permette tra l’altro di convertire qualsiasi file CAD 3D in documento PDF. Z www.adobe.it

Genesys sposa Kallideas

Genesys ha introdotto un’altra innovazione nel campo dei call center presentando i K-Humans di Kallideas. Gli assistenti virtuali dotati di Intelligenza Artificiale comprendono il linguaggio naturale, dialogano con gli utenti anche per telefono e sui videofonini. Sono in grado infatti di usare le piattaforme IVR, web, IPTV, TV satellitare, SMS, UMTS. Z www.kallideas.it

Un print server senza fili

NetServer Pro è il nuovo print server wireless di Atlantis Land, grazie al quale è possibile dotare una stampante di un’interfaccia di rete. In questo modo tutti gli utenti collegati alla LAN potranno condividerne le funzionalità senza che eventuali PC ad essa collegati debbano necessariamente rimanere accesi. Costa 87 euro IVA esclusa. Z www.atlantis-land.com

Cooler Master, eleganza e praticità UN NUOVO CASE CHE OFFRE SILENZIOSITÀ E FACILE ACCESSO: SI APRE SENZA ATTREZZI E LE PRESE SONO SUL FRONTALE Tra le caratteristiche di un case che in un ufficio sono considerate molto importanti primeggiano senz’altro la silenziosità e l’eleganza, oltre alla praticità. Il nuovissimo case Cosmos di Cooler Master risponde alla perfezione a queste esigenze: è supersilenzioso, completamente accessoriato per ogni tipo di necessità e studiato per avere uno stile e un’eleganza che si adattino a qualsiasi ambiente professionale. Il nuovo modello sarà disponibile entro la fine dell’estate. Tra i punti di forza il sistema a incastro che permette di accedere ai componenti interni senza dover usare attrezzi, il sistema di aerazione, le slitte estraibili per dischi fissi e il comodo pannello frontale che mette a disposizione tutte le prese principali: USB 2.0, ingresso per il microfono, uscita per le cuffie o i diffusori e presa eSata. Z www.coolermaster.it QUATTORDICINALE | PAG. 03

18 LUGLIO 2007 | N. 003


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

vostro

are comunic idee per Nuove it icazione. o-comun info@zefir

.9&1.&

JUJWQFU 9JHSTQTLN

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare

NRUWJ RJINF NHHTQFJ

XF

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi più per risolcara i dota sistemi dopo qual uno dei dei qual tto ha le zioni . Il debu ifunzione, due erose, stro, sono ne. Le solu num OEM italia mult aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim vere ques i di grandezz core di Opteron e centinaia re AMD integra quattro o ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co di silici che menti variaa decine di miglo di backup, Quad- x86 al mondo un unico chip iungere su Opteron molt (ed o di ragg ni e euro fino al mo- elaborazione ri AMD nuova ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla pe standard I nuovi Quantum a ottimi livell in termini di nno resi versioni un po’ a) soluzione di continua dei rb Core sara lancio nelle efficienza per watt asso . AMD economic di protezione SonicWall, to del umo men ance archit da li cons mi form o conrearemoto ai siste alle attua e a bass di iniziare le to, fai-da-te tuata in re. rispetto ede dati effet per il semplice rne di Seagadi agos ri processo PAGINA prev e di mes ture A nel passando le unità este è perfetto e segne ndo quindi ai prop con uno a nibili lizzabile che ness riesce sempre consente rendere dispo adato NA cdi un’o A PAGI te. Ma il problema partner ato nuove piatt. Il di dare o SaNA alla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre Vodafone sta a Paol ack: NA già allea con emergere e all’intervi A PAGI forme Tom si Kroll Ontr et NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK Tom etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, N sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile MERCAT NZE Un Pica , Krol re sper addio al ì o no? se i dati Che riePAGIN lle vost l dire P olo Salin SPERIE

prezioso i to Il bene più dati, e soprattutdisa -

“CORE” I QUATTRO

TI AMD PRON

AD AGOSTO

AZIENDA - SICUREZZA | www.ebizitalia.it

Il backup alla portata di tutti QUANTUM HA PRESENTATO GOVAULT, UNA SOLUZIONE FACILE E VELOCE BASATA SU CARTUCCE CON DISCO FISSO Semplificare sistemi e procedure per il backup è uno dei modi per incentivare l’utilizzo di questo semplice metodo di sicurezza. Quantum, uno specialista in questo settore, ha presentato la soluzione GoVault, composta da un’unità interna o esterna per la gestione di cartucce removibili basate su disco fisso. La presenza di un software di backup proprietario garantisce, attraverso una tecnica di deduplicazione dei dati, ingombri ridotti dei file di backup e tempi più rapidi. Quantum dichiara di riuscire a contenere l’ingombro complessivo fino a un ventesimo dello spazio utilizzato da sistemi tradizio-

o per il mo sod Lavoria

nali. Interessante notare che il backup realizzatso con GoVault non è un backup incerementale, ma completo. In questo modo il ripristino dei dati è semplice come l’operazione di selezione e trascinamento in Windows, anche per singoli documenti. La velocità di trasferimento media dei dati è compresa tra 24 e 36 megabyte al secondo. Ogni cartuccia è rinforzata e sigillata, oltre a essere progettata per una durata almeno decennale e per non subire danni in caso di cadute su superfici rigide fino a un metro di altezza. La sicurezza è

garantita anche dalla crittografia dei dati e dalla protezione con password. Il kit di partenza della soluzione GoVault, che ha un prezzo orientativo di circa 400 dollari, comprende un’unità interna con interfaccia SATA, due cartucce da 40 gigabyte e il software. Le cartucce aggiuntive sono disponibili con tagli da 40, 80, 120 e 160 gigabyte. Z www.quantum.com

BREVISSIME

Protezione continua con SonicWall

Le novità di Magirus

BOX-TO-BOX BACKUP È UN NUOVO SISTEMA CHE SFRUTTA UN’APPLIANCE PER REALIZZARE COPIE DEI DATI IN REMOTO

Magirus ha annunciato la disponibilità di due nuove soluzioni di sicurezza. Vizioncore Disaster Recovery si rivolge ad aziende che hanno da cinque a 50 server fisici e che approcciano per la prima volta il mondo della virtualizzazione. esxReplicator 2.0 è invece una soluzione dedicata alla replica dai dati nelle implementazioni di Vizioncore VI3 (Vizioncore Infrastructure 3). Z www.magirus.com

Phion AG apre in Italia

Phion AG, azienda leader in Europa nella fornitura di infrastrutture di sicurezza e connettività, ha annunciato l’inizio delle attività in Italia. La sede è a Milano ed è stata affidata a Maurizio Taglioretti, che ha il ruolo di Country Manager. Al centro della strategia della società c’è l’offerta di soluzioni per la sicurezza e la connettività in ambito IT, grazie alla famiglia di soluzioni Phion Netfence, volta a rispondere alle tre principali necessità dalle aziende: disponibilità, sicurezza e facilità di gestione Z www.phion.com

Si chiama CDP Box-to-Box Backup ed è una soluzione completa per il backup e il recovery dei dati in remoto. Proposta da SonicWall, utilizza la tecnica della protezione continua dei dati (CDP, Continuous Data Protection) e funziona tramite un’appliance insieme ai dispositivi SonicWall CDP locali. Inoltre, è in grado di ricevere automaticamente i dati da appliance CDP in modo costante. Tutti i dati vengono trasmessi e crittografati in modo sicuro con la chiave di crittografia AES a 256 bit. Nel caso si verifichi un guasto grave a livello locale o venga danneggiata l’unità CDP locale, gli amministratori IT possono recuperare i dati dal dispositivo CDP remoto mediante una semplice interfaccia. Z www.sonicwall.com/it/

La videosorveglianza per l’estate D-LINK PROPONE UNA SERIE DI WEBCAM CONTROLLABILI ANCHE DA REMOTO. PER ANDARE IN FERIE TRANQUILLI In estate la proccupazione per i furti aumenta esponenzialmente, soprattutto quando si è costretti a chiudere l’ufficio per le meritate ferie. D-Link suggerisce di utilizzare delle webcam di rete che possono essere controllate da remoto per tenere sotto controllo la situazione. La gamma di prodotti è ampia e registrandosi a un servizio di Dynamic DNS è possibile dare alla videocamera un nome e un dominio facili da ricordare. Il modello DCS-5300G (in foto) è una videocamera IP wireless dotata di zoom ottico 4x e di base motorizzata. Il controllo avviene via web o attraverso un semplice telecomando. La panoramica orizzontale copre 270 gradi e l'inclinazione verticale arriva a 90 gradi. Z www.dlink.it

QUATTORDICINALE | PAG. 04

18 LUGLIO 2007 | N. 003


mo le vostre esigenze a tutte le angolazioni.

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

AZIENDA - PROVE | www.ebizitalia.it

Da Seagate 750 GB di versatilità IL DISCO ESTERNO FREEAGENT PRO OFFRE TRE INTERFACCE E UN’OTTIMA DOTAZIONE SOFTWARE. A COSTO CONTENUTO Le necessità di archiviazione continuano a crescere. L’utilizzo sempre maggiore di documenti multimediali, infatti, richiede dischi sempre più capienti. E bisogna anche tenere conto della naturale tendenza a non buttare via nulla, almeno di elettronico. Così la capacità dei dischi fissi ha cominciato a crescere. A differenza dei prezzi, che sono invece in costante discesa da mesi. Questo sembra quindi il momento buono per investire in gigabyte. Ma quando si guarda a un sistema di archiviazione non basta affidarsi solo al prezzo più basso: qualità, affidabilità e funzionalità aggiuntive possono (e devono) fare la differenza. Seagate, società leader nelle memorie di massa, questo lo sa bene. E la sua ultima linea di prodotti di archiviazione esterni riflette in pieno questa convinzione. Si chiamano FreeAgent Pro e sono unità esterne particolarmente sofisticate. eBiz Italia ha avuto la possibilità di provare la versione da ben 750 gigabyte. Il design è molto elegante e la luce giallo-arancione che si accende sul perimetro dell’unità quando il disco è collegato gli dona un aspetto molto futuristico. La prima innovazione che salta all’occhio quando si estrae il prodotto dalla confezione è la base, che incorpora le interfacce USB ed eSATA. A questa può essere aggiunto un modulo - di serie nella versione che abbiamo

ricevuto in prova - che contiene due porte FireWire 400. Il parco connessioni è quindi più che completo. Nella confezione trova posto anche un alimentatore dalle dimensioni molto compatte.

I veri vantaggi

I veri plus di questo prodotto emergono però al momento del collegamento. Sul disco, infatti, vi sono alcune applicazioni che rendono il FreeAgent Pro un prodotto estremamente versatile. In particolare, sono due gli strumenti di grande utilità, soprattutto in ambito aziendale. Il primo è l’AutoBackup, che si configura attraverso una semplicissima impostazione guidata in pochi passi: basta scegliere di cosa effettuare il backup e dove archiviarlo perché un programma rimanga sempre attivo in background e si occupi di duplicare i vostri documenti più preziosi. Nella prova che abbiamo fatto non si sono mai registrati casi di carenza di risorse causata dal funzionamento di questo programma, che agisce in modo “intelligente” sfruttando i tempi morti del PC. La seconda applicazione particolarmente utile, e che è valsa la definizione di “data mover” a questo prodotto, è quella che permette di scegliere contenuti che devono essere duplicati su altre unità, anche in rete. Sfruttando questa possibilità è possibile condividere sempre le versioni più aggiornate dei propri documenti con chiunque desideriamo. Difficile pretendere di più da un disco fisso. In ogni caso, Seagate offre una garanzia di ben cinque anni sul prodotto. E il tutto a costi assolutamente impensabili fino a pochi anni fa: il FreeAgent Pro da 750 GB con tripla interfaccia costa infatti soltanto 224 euro + IVA (269 calcolando anche le imposte). Chi comunque non ha bisogno di così tanto spazio può rivolgersi alle unità della stessa famiglia con capienza da 320 e 500 GB, che - come per la versione da 750 - sono disponibili sia con interfaccia USB 2.0 ed Con AutoBackup, in pochi semplici passi eSATA sia con il modulo aggiunsi configura l’unità per la creazione tivo per la doppia FireWire 400. automatica della copia di sicurezza dei dati

Il backup facile e automatico

QUATTORDICINALE | PAG. 05

Seagate FreeAgent Pro 750 GB Disco fisso esterno di grande capacità con interfaccia eSATA e dotazione software di ottimo livello per il backup automatico e la distribuzione su altre unità dei documenti e dei dati. CARATTERISTICHE TECNICHE Capacità: 750 GB Interfacce: USB 2.0, eSATA + 2 FireWire 400 (su modulo aggiuntivo) Velocità di rotazione: 7.200 rpm Peso e dimensioni: 25x133x76,2 mm, 900 gr Garanzia del produttore: 5 anni Prezzo: 224 euro (269 IVA inclusa)



www.seagate.com

A FAVORE

& Capienza elevata & Tripla interfaccia & Ottima dotazione software & Prezzo contenuto & 5 anni di garanzia CONTRO

' Lo sviluppo in verticale '

può creare qualche problema di collocazione Non compatibile con Win98

VOTO

18 LUGLIO 2007 | N. 003

90/100


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

vostro

are comunic idee per Nuove it icazione. o-comun info@zefir

.9&1.&

JUJWQFU 9JHSTQTLN

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare

NRUWJ RJINF NHHTQFJ

XF

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi piÚ per risolcara i dota sistemi dopo qual uno dei dei qual tto ha le zioni . Il debu ifunzione, due erose, stro, sono ne. Le solu num OEM italia mult aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim vere ques i di grandezz core di Opteron e centinaia re AMD integra quattro o ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co di silici che menti variaa decine di miglo di backup, Quad- x86 al mondo un unico chip iungere su Opteron molt (ed o di ragg ni e euro fino al mo- elaborazione ri AMD nuova ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla pe standard I nuovi Quantum a ottimi livell in termini di nno resi versioni un po’ a) soluzione di continua dei rb Core sara lancio nelle efficienza per watt asso . AMD economic di protezione SonicWall, to del umo men ance archit da li cons mi form o conrearemoto ai siste alle attua e a bass di iniziare le to, fai-da-te tuata in re. rispetto ede dati effet per il semplice rne di Seagadi agos ri processo PAGINA prev e di mes ture A nel passando le unità este è perfetto e segne ndo quindi ai prop con uno a nibili lizzabile che ness riesce sempre consente rendere dispo adato NA cdi un’o A PAGI te. Ma il problema partner ato nuove piatt. Il di dare o SaNA alla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre Vodafone sta a Paol ack: NA già allea con emergere e all’intervi A PAGI forme Tom si Kroll Ontr et NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK Tom etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, N sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile MERCAT NZE Un Pica , Krol re sper addio al Ï o no? se i dati Che riePAGIN lle vost l dire P olo Salin SPERIE

prezioso i to Il bene piĂš dati, e soprattutdisa -

“CORE� I QUATTRO

TI AMD PRON

AD AGOSTO

AZIENDA - PRATICA | www.ebizitalia.it

Tecnologie per la piccola e media impresa

Poco spazio su disco? Usa la Rete! METTERE SU UN SITO INTERNET UNA COPIA DI SICUREZZA DEI FILE IMPORTANTI DA CONSULTARE DA CASA O IN VIAGGIO Spesso capita di dover finire a casa un lavoro importante e di accorgersi di non avere sotto mano un database, un foglio di Excel o una raccolta di documenti. Lo stesso sgradevole contrattempo può capitare durante un viaggio di lavoro. Per evitare

o per il mo sod Lavoria

di sommergere i colleghi di e-mail, SMS e telefonate, è possibile salvare in Rete i file che servono piÚ spesso in modo da averli sempre a portata di mano. Abbiamo provato il servizio a pagamento disponibile al sito www.megaupload.com/it.

1 - L’inizio

Per non avere troppe limitazioni e trasferire file fino a 250 GB è meglio iscriversi alla versione Premium a pagamento. Facciamo clic in alto a destra sul pulsante SFOGLIA per selezionare un file o su MULTIFILE UPLOADER per scaricarne fino a dieci.

SOLO UN CLIC  Gratis o Premium?

La versione Premium offre molti vantaggi: oltre alla possibilità di scegliere la durata dell’abbonamento, che va da un mese (9,99 euro) all’abbonamento a vita (199,99 euro), abbiamo a disposizione piÚ spazio su disco (250 GB invece dei 50 messi a disposizione dalla versione gratuita), la possibilità di fare upload multipli e una maggior velocità di trasferimento dei file. Con la versione gratuita la dimensione massima dei file che possiamo trasferire è di 500 megabyte, mentre è illimitata con la versione Premium. Anche la possibilità di indicare siti HTTP o FTP dai quali prelevare file è disponibile solo con la versione a pagamento. La versione gratuita, però, offre il vantaggio di non avere limiti di tempo mentre non avremo piÚ accesso ai file al termine dell’abbonamento Premium.

 Da qualsiasi PC in Rete

2 - Il controllo

Per vedere e controllare i file che abbiamo salvato nel nostro spazio, dall’interfaccia del sito facciamo clic sull’icona GESTIONE FILE. Copiamo il link al file che ci interessa per scaricarlo oppure selezioniamo il comando opportuno tra COPIA o ELIMINA.

3 - Il prelievo

Nella pagina principale selezioniamo il campo PRELIEVO FILE HTTP/FTP. Indichiamo l’indirizzo del file da prelevare (l’accesso non deve essere protetto da password), indichiamo il nostro indirizzo e quello dei destinatari con cui condividere il file e procediamo. QUATTORDICINALE | PAG. 06

Tra i vantaggi delle soluzioni di hosting dei file on-line c’è quello di poter fare tutte le operazioni dal sito web. In questo modo basta avere a disposizione un computer collegato a Internet per poter accedere ai file, poterli aggiungere velocemente o poter spedire un file di grandi dimensioni a un collega o a un amico senza avere il problema della dimensione dell’allegato. Al destinatario, infatti, arriverà un’e-mail di solo testo che conterrà il collegamento al nostro spazio in Rete per poter scaricare il file. Possiamo anche scaricare un comodo programma per gestire tutte le operazioni dal desktop del PC che usiamo abitualmente.

 Errata corrige Questo tutorial è stato pubblicato sullo scorso numero di eBiz Italia, ma per un errore le immagini non erano quelle corrette. Ci scusiamo per l’inconveniente e riproponiamo il tutorial in forma completa.

18 LUGLIO 2007 | N. 003


mo le vostre esigenze a tutte le angolazioni.

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

LA POSTAZIONE In base alla scelta relativa agli strumenti da utilizzare è possibile iniziare a organizzare lo spazio di lavoro. Innanzitutto andrà selezionata la postazione a cui collegare la stampante da condividere o, nel caso di stampanti di rete, la collocazione ottimale nell’ufficio per consentire alle persone di usufruire comodamente della stampante. Soprattutto, va tenuta presente la necessità di effettuare comodamente la manutenzione ordinaria della stampante, per esempio in caso di fogli inceppati o di semplice esaurimento carta. Se la stampante è sistemata in un luogo pressoché inaccessibile o troppo stretto, queste operazioni richiederanno tempo e fatica. Uno spreco di risorse che si può evitare con una pianificazione adeguata.

SPECIALE - PAG. 1/4 | www.ebizitalia.it

Organizzare la stampa in rete LA VALUTAZIONE DI ESIGENZE E COSTI PUÒ PORTARE A SOLUZIONI MOLTO DIFFERENTI. QUALCHE CONSIGLIO Malgrado l’uso sempre più diffuso dei computer, i documenti cartacei continuano a invadere scrivanie e cassetti. I moduli da scaricare e stampare sono sempre di più. Da qui nasce l’esigenza di avere un metodo di stampa affidabile, preciso, versatile e soprattutto adatto alle nostre esigenze lavorative ed economiche. Le soluzioni disponibili sono molte, dalla più semplice condivisione di una stampante all’acquisto di un prodotto in grado di collegarsi a una rete locale. Prima di procedere all’acquisto di nuovo hardware è necessario aver ben chiare quali sono le necessità dell’azienda in fatto di velocità e volumi di stampa. Inoltre, è necessaria un’analisi dell’affidabilità della struttura esistente. Anche questo parametro può essere utile nella

ricerca della miglior soluzione. Il mercato offre diverse interessanti alternative: semplici stampanti da collegare a un personal computer e condividere con gli altri client della rete, stampanti da inserire nella nostra rete tramite print server (adattatori che permettono di trasformare una qualsiasi stampante in un’unità di rete) e stampanti dotate di scheda di rete propria o predisposte per l’installazione di quest’ultima. La necessità di stampare all’interno di una rete deve essere analizzata in termini di costi ed esigenze, oltre che di semplicità e rapidità di implementazione.

Dalla condivisione al print server TUTTE LE ALTERNATIVE PER METTERE IN CONDIZIONE UN GRUPPO DI LAVORO DI PRODURRE OUTPUT CARTACEI La prima cosa da controllare è lo stato della rete aziendale e dei personal computer presenti. La soluzione, infatti, deve essere adeguata anche al tipo

di computer installati. In secondo luogo è necessario avere chiara la situazione economica e sapere quanto denaro è possibile investire. Se l’affidabilità dei computer è buona e sono disponibili macchine funzionanti ma obsolete, è possibile adottare la soluzione più economica: usare uno dei nostri computer presenti come server di stampa e installare su questo una normale stampante per condividerla con gli altri. In alternativa è possibile assegnare la funzione di server di stampa a uno dei computer utilizzati normalmente, identificando quello con il minore carico di lavoro.

Piccolo, ma prezioso Utilizzando un un print server possiamo condividere in rete una qualunque stampante

La procedura di condivisione di una stampante non presenta particolari difficoltà tecniche. Se la rete è funzionante e stabile, la condivisione in rete di una stampante collegata a un computer è questione di qualche minuto. Se non sono disponibili computer ai quali appoggiare una stampante, possiamo decidere di acquistare un print server per adattare una normale stampante oppure una stampante con scheda di rete. Entrambe le soluzioni presentano qualche difficoltà tecnica in più rispetto alla precedente soluzione, ma possono garantire maggior efficienza e stabilità e soprattutto Una stampante con scheda di rete risentono meno delle modifiche o ha costi decisamente abbordabili, degli incidenti che possono avveanche con tecnologia laser a colori nire nella nostra rete.

Autonoma e molto pratica

QUATTORDICINALE | PAG. 07

18 LUGLIO 2007 | N. 003


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

ECCO I PASSAGGI INDISPENSABILI PER COLLEGARE LA STAMPANTE A UN PC E FARLA UTILIZZARE A TUTTI

Pochi semplici passaggi La condivisione della stampante richiede alcuni semplici passaggi. Facendo clic con il tasto destro del mouse sulla stampante e scegliendo la voce CONDIVISIONE è possibile mettere a disposizione degli al-

WI-FI CON CAUTELA Con il proliferare delle reti wireless, molti fornitori hanno deciso di dotare le loro stampanti di questo comodo sistema di collegamento. Il principale vantaggio è senza dubbio quello di una maggiore mobilità sia dei PC sia della stampante stessa, oltre all’assenza di scomodi fili. Spesso, però, la configurazione di questi dispositivi richiede una rete wireless configurata secondo specifiche precise, che devono essere verificate prima di procedere a un acquisto che potrebbe altrimenti rivelarsi inutile.

idee Nuove

.9&1.&

JUJWQFU

9JHSTQTLN

per

.it

unicazione

o-com info@zefir NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare XF

INFNRUWJ

RJ NHHTQFJ

vostro

are comunic

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi più per risoldota cara i qual le sistemi dei qual ha dopo uno ioni debutto , due dei stro, sono ne. Le soluz numerose, OEM. Il multifunzione italia stitro aziende to problema sono inve i CPU quat a e a negl di è la prim di vere ques i di grandezz Opteron e centinaia tro core re AMD ra quat ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co do che integ chip di silicio up, di migl re menti varia Quada decine molto di back (ed x86 al monne su un unico di raggiunge Opteron o euro fino al moni ed ri AMD nuova elaborazio ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla per standard I nuovi resi Quantum a ottimi livell in termini di saranno o nelle versioni un po’ a) soluzione di continua dei rbit Core ienza asso lanci effic del per watt archite economic di protezione SonicWall, umo. AMD mento mi formance to da o cons conattuali ai siste in remo a-te reae a bass di iniziare le to, tto alle fai-d tuata re. rispe adati effet per il semplice rne di Seag di agos ri processo PAGINA 0 prevede ture di A nel mese passando le unità este è perfetto e segne ndo quindi ai prop con uno a bile nibili ness lizza consente rendere dispo ae sempre dato che NA 0 di A PAGI te. Ma il problema riesc dare un’ocpartner ato nuove piatt. Il di NA 1 o Safone alla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre con Voda sta a Paol ack: NA già emergere e all’intervi A PAGI forme om si allea et Kroll Ontr NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK TomT etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, NA sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile Un Pica MERCAT NA ENZE addio al Salin, Krol se i dati alle vostre sper . Che rieA PAGI sì o no? ESPERI ISTA Paolo 0, difficile dire o pero ssionisti, dire addi n estremo recu casi L’INTERV O HTC X750 d i AP e profe

prezioso i to Il bene più dati, e soprattutdisa-

I QUATTRO

AD AGOSTO D PRONTI “CORE” AM

SPECIALE - PAG. 2/4 | www.ebizitalia.it

Condivisione senza problemi Questa rappresenta la soluzione più semplice e immediata, in quanto necessità di minime competenze tecniche e di poco tempo per essere preparata all’uso. Come prima cosa è necessario assicurarsi di possedere i driver più recenti della periferica. Normalmente sono reperibili sul sito del produttore. Una volta identificato il modello, si procede con il download dei driver per tutti i sistemi operativi presenti all’interno della rete. La condivisione, infatti, richiede che sia il computer a cui è collegata la stampante a fornire agli altri i driver necessari. L’installazione sul computer che fornirà l’accesso alla stampa avviene normalmente, come se si trattasse di una stampante locale. Una volta installata la stampante, la configurazione su Windows XP avviene aprendo il menu START, scegliendo la voce PANNELLO DI CONTROLLO e quindi STAMPANTI E ALTRO HARDWARE. Facendo clic su STAMPANTI E FAX è possibile controllare l’avvenuta installazione e il corretto riconoscimento della stampante installata.

o per il mo sod Lavoria

tri computer presenti in rete la stampante. A questo punto è sufficiente scegliere la voce CONDIVIDI LA STAMPANTE e scegliere un nome che identifichi la stampante all’interno della rete. Terminata questa operazione la stampante sarà disponibile per i client che accedono alla rete, che andranno configurati con una rapida procedura analoga a quella usata per la condivisione di file e cartelle.

LA SCELTA DI BASE La condivisione in rete di una stampante utilizzando Windows XP o versioni precedenti è una procedura rapida e semplice. Il meccanismo è del tutto analogo a quello usato per i file. In ambienti dove convivono più sistemi operativi è necessario fornire i driver aggiuntivi necessari. In questo modo la procedura di installazione sarà più rapida ed efficiente.

Come installare la periferica Per utilizzare una stampante condivisa è necessario aprire il PANNELLO DI CONTROLLO, scegliere la voce STAMPANTI E FAX e fare clic su AGGIUNGI STAMPANTE a sinistra. Questa scelta aprirà la procedura guidata di installazione stampanti. La prima schermata può essere saltata premendo il pulsante AVANTI. Nella seconda schermata, la selezione della voce STAMPANTE DI RETE O COLLEGATA AD ALTRO COMPUTER permette di identificare le stampanti all’interno della rete locale. Ora, indicando al computer di cercare una stampante nella rete, si otterrà una schermata ad albero che visualizza la rete locale e le risorse di stampa condivise di tutti i PC presenti. Sarà sufficiente selezionare la stampante che ci interessa e premere AVANTI.

L’avviso di protezione Il computer potrebbe presentare un avviso di protezione, dicendo che il sistema sta cercando di installare un driver non riconosciuto. Se i due sistemi hanno lo stesso sistema operativo è possibile proseguire nell’installazione, che si concluderà con la richiesta di impostare la nuova stampante come predefinita. Terminata l’installazione è possibile eseguire una stampa di prova. Questa procedura non presenta particolari difficoltà o possibilità di errore, a meno che non si stia cercando di condividere una stampante in una rete in cui sono presenti più sistemi operativi, per esempio in una rete formata da Windows 98, Windows 2000, Windows XP e Linux. In questo caso, dopo aver selezionato la stampante, il sistema potrebbe non riconoscere o accettare direttamen-

QUATTORDICINALE | PAG. 08

te il driver fornito dal computer remoto. Sarà quindi necessario fornire il driver adatto per il sistema operativo attraverso un file esterno. Alla fine della procedura, la cartella STAMPANTI E FAX mostra la nuova stampante. Il sistema indica anche quale PC sta fornendo la condivisione, permettendo di effettuare rapidamente i controlli in caso di malfunzionamento.

In rete anche senza fili

Alcuni modelli possono essere inseriti in rete anche grazie alla tecnologia wireless

18 LUGLIO 2007 | N. 003


Lavoriamo sodo per il vostro

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

SPECIALE - PAG. 3/4 | www.ebizitalia.it

Come configurare il print server

L’ALTERNATIVA

QUESTA SOLUZIONE PERMETTE DI CONDIVIDERE IN RETE LA STAMPANTE SENZA IMPEGNARE UN COMPUTER Un print server è un piccolo dispositivo hardware che svolge le stesse funzioni di un PC con il servizio di condivisione, ma con un suo sistema operativo proprietario e soprattutto con un elevato tasso di efficienza e stabilità. L’utente può intervenire sulla fase di configurazione del print server, ma non sul sistema operativo interno. Questo rende questa soluzione più stabile e meno soggetta a danneggiamenti accidentali, oltre a garantire consumi energetici più contenuti e la possibilità di avere la stampante disponibile indipendentemente dall’accensione dei computer della rete. Generalmente, la configurazione di un print server dipende molto dagli strumenti forniti dal produttore e soprattutto dal grado di sviluppo e programmazione del suo software di gestione. Sono disponibili print server che offrono un software proprietario da installare sulla propria macchina. In

Un tempo presentavano costi assai elevati e caratteristiche adatte solo alle reti più complesse e di dimensione elevata. Oggi, invece, le stampanti di rete sono sul mercato con costi e caratteristiche alquanto interessanti. Grazie all’evoluzione delle strategie d’impresa, le case produttrici sono riuscire a produrre modelli in grado di soddisfare anche le esigenze di un piccolo-medio ufficio, dotando le loro stampanti di servizi di qualità senza presentare costi di acquisto e gestione elevati.

questo caso c’è di solito un programma che si occupa di andare a ricercare l’hardware all’interno della rete e di guidare l’utente nella sua configurazione. In altri casi il print server presenta esclusivamente un’interfaccia raggiungibile dal browser. In questo caso la parte di configurazione di rete e di gestione è a carico dell’utente, che deve accedere all’apparato tramite l’indirizzo IP assegnato. Tale passaggio può non essere immediato in caso di incompatibilità tra indirizzo di rete di default del print server e la configurazione di rete. In questo caso, prima di proseguire è necessario intervenire sul dispositivo. Normalmente il print server si occupa di rendere disponibile una stampante sulla rete comportandosi in maniera trasparente. In questo caso la stampante può essere collegata al PC creando una nuova porta che sia indirizzata verso il print ser-

ver. Questa è l’installazione più semplice e diffusa, disponibile su molti modelli. In altri casi il print server agisce come stampante vera e propria, gestendo le funzioni e le code di stampa e inoltrando i dati alla stampante collegata. Questo tipo di print server può presentare molte incompatibilità con varie stampanti e una certa difficoltà di gestione da parte dell’utente.

ABBONATI GRATIS! Il primo giornale completamente gratuito che ti informa, ti fornisce consigli, ti offre soluzioni ai problemi legati alla tecnologia che la tua azienda affronta ogni giorno. Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

o sodo Lavoriam

stro per il vo

icare r comun idee pe Nuove ne.it unicazio firo-com info@ze

.9&1.&

NJUJWQF 9JHSTQTL

UNHHTQF

atica , guida pr e t e r in e Stampar

JRJI

prezioso Il bene più ti, e soprattutto i

| NR. 03 7/2007 | 18/0 INALE ORDIC TT A U Q

NFNRUW

JXF

E EGLIER ER SC DA GINE P TRA AZIEN RO PA S colo LA NO QUATT laser a ba I D ER lle P de LE A ttore otti su PECIA ADATT e nel se re prod pa UNO S ZIONE PIÙ o ufficial itata a propor , con tre stam ss re 0 ing lim LU era suo GI NA de stile LA SO A PA fare il ttore si in gran

i da di disaciso di esto se e fax. nsiva zione de in caso r ha de no in cui in qu tiche dell’offe che di funzion La prote r recuperarli ldi nelle Brothe pe i più ca ratteris alche an dotati an sistemi dei tem ioni per risoldopo qu butto ha le ca due dei quali no uno de , Il ne . stro, so liane. Le soluzno numerose, zio OEM ita multifun aziende to problema so negli investie quattro ima es a n è la pr c vere qu i di grandezz naia di Optero e centi quattro e AMD con ordinriabili da poch aia. In quead-Cor o che integra ip di sil gli va mi , up di nti nd ch ad- Qu e ck me ba teron Qu - x86 al mo ne su un unico di ragg o a decin rla molto di Op d fin (e D ro mo a eu al ado ri AM borazio ro si pa lla nuov è in gr i di presta processo si disponibili già ndard ela sto nume tutti i livelli: da Quantum fino ell I nuovi i sta a ottimi liv in termin ranno re version ione di a dei un po’ za Core sa l lancio nelle continu ica) soluz efficien per watt a de econom i di protezione SonicWall, o. AMD mento da rmance consum fo nto tem o aco attuali ss mo sis re ai ta in re lice fai-da-te e a ba di iniziare le to, tto alle ua pe ett re ris aeff os dati il semp processo PA di Seag prevede l mese di ag do per ture di esterne A opri ne tto e passan segne ndo quindi ai pr ili n le unità uno è perfe co e a bil ss nib te lizza che ne riesce sempre e dispo consen er to nd da re a tta di a un’oc A PA te. M ove pia partner il problem di dare rcato nu ttembre. Il alla fine , vi consiglio olo SaA P dafone sul me se ta a Pa re con Vo già da emerge che all’intervis oll Ontrack: si allea A P forme Kr TomTom da Urmet chiata an try Manager di uti, prima di , in UK A to co et ffi ot rd un pr Tra e pe I o ck lin, Co rtatile A mbrano speranze potet ERCAT ZE Un Picass , Kroll Ontra po se M al ti dio e se i da RIEN olo Salin ficile dire ad e vostr o no? . Che rie PE A all ro Pa sì ES pe ti, dio TA cu dif nis dire ad ofessio tremo re i casi. TERVIS HTC X7500, pr es e ’IN L un a AP tentare 0 per cento de olo Galvani distanz AGGIO IALISTA IR a VI o or IN Pa C lav sce nell’8 MMER Le regole del priO lia C Ita IL iz O ro di eB appunOCAT o nume prossimo L’AVV Il re. è l’ultim

AGOST RONTI AD P D M A ” E “COR I QUATTRO

a. mb Questo pausa estiv ledì 5 sette lla r merco ma de to è pe tamen

A IN PRATIC

IN PROVA

fice si ch Quando Of rta atilità È difficile che sue,untupottav fic GB di vers

à di 750 quantit Seagate, esponenziale nellai se mpre più ch a di tutti crescita i richiede dis leader nelle la portat edure per il La al ne. archiviat ate, società be up ti sa da ck proc to lo Seag Il ba are temi e a, ques pienti. di archiincentiv

ZZA IN SICURE

hi Of le manc a disposizione e un Int di aver rgo o di dell’albe strumenti di gli e ar llega us cativi co le pli ap sis ss ca ri ti r alt ma enta care odot di di pe fondam ea di pr morie di Semplifi uno dei mo lice metodo ità parè di me sua ultima lin mposta da un Free- essere lleghi. Il serviz mp lla backup di questo se o specialista co e co i Ne at funz con terni, iochiam abyte. gle. Ecco come zione es sofisticate l’utilizzo . Quantum, un tato la soluz 750 gig en te na via za dello da PAGINA 05 sicurez ttore, ha pres un’unità inter - ticolarmen A c’è un mo se re osta da questo ent Pro, rtucce o. e di ca ult, comp di Ag biamo provat ab ne GoVa per la gestion fisso, dotata Lo a o estern sate su disco A PAGINA 04 ba e. movibili sante softwar es un inter Nuov

info@

QUATTORDICINALE | PAG. 09

18 LUGLIO 2007 | N. 003


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

QUANDO UN PRODOTTO FUNZIONA ANCHE COME FAX, SCANNER E FOTOCOPIATRICE LA COMPLESSITÀ AUMENTA

La scelta finale... La chiave principale per la scelta è senza dubbio il volume di stampa ipotizzato. L’uso di un computer per la condivisione è senza dubbio la scelta più economica, ma le difficoltà operative e la necessità di “sacrificare” una piattaforma possono diventare insostenibili se il numero delle stampe è elevato. Un print server è una soluzione intermedia, adatta se le stampe sono frequenti ma con volumi contenuti. Infine una stampante di rete è senza dubbio la scelta più indicata per gli elevati volumi di stampa. Normalmente questo tipo di stampante infatti è già predisposto per un uso intensivo, con materiali di consumo a costi più contenuti.

vostro

are comunic idee per Nuove it icazione. o-comun info@zefir

.9&1.&

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare NRUWJXF

RJINF

NHHTQFJ

JWQFU STQTLNJU

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi più per risolcara i dota sistemi dopo qual uno dei dei qual tto ha le zioni . Il debu ifunzione, due erose, stro, sono ne. Le solu num OEM italia mult aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim vere ques i di grandezz core di Opteron e centinaia re AMD integra quattro o ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co che di silici menti variaa decine di miglo di backup, Quad- x86 al mondo un unico chip iungere su Opteron molt (ed o di ragg ni ed euro fino al mo- elaborazione ri AMD nuova ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla pe standard I nuovi Quantum a ottimi livell in termini di nno resi versioni un po’ a) soluzione di continua dei rbit Core sara lancio nelle efficienza per watt asso del economic di protezione SonicWall, umo. AMD mento ance archite da li cons mi form to o conrearemo ai siste alle attua e a bass di iniziare le to, fai-da-te tuata in re. rispetto dati effet per il semplice rne di Seagaprevede NA 0 e di agos ri di processo mes PAGI ture e este ando A nel tto pass segne ndo quindi ai prop con le unità uno è perfe a nibili ness lizzabile consente rendere dispo ae sempre c0 dato che NA riesc di Ma un’o A PAGI te. partner ato nuove piatt. Il il problema di dare NA o Saalla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre Vodafone sta a Paol ack: NA già allea con emergere e all’intervi A PAGI forme Tom si Kroll Ontr et NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK Tom etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, NA sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile Un Pica MERCAT , Krol NA ENZE addio al ì o no? se i dati alle vostre sper o Che rieo Salin A PAGI ESPERI A Paol fi ile dire

9JH

prezioso i to Il bene più dati, e soprattutdisa -

“CORE” I QUATTRO

TI AMD PRON

Nel caso più semplice è sufficiente usare il software fornito dal produttore e seguire le procedure di installazione e configurazione della periferica. Questa è la scelta più efficace ed evita inconvenienti di natura tecnica. Per esempio, nel caso di produttori come Canon e Samsung, il software di gestione è sufficientemente chiaro e riesce a condurre l’utente passo dopo passo nella configurazione della stampante. In altri casi è necessario ricorrere all’impostazione manuale di tutti i parametri, sia sulla stampante sia sui computer che la useranno, operazione che potrebbe rivelarsi un po’ complessa. Le stampanti di rete normalmente dispongono di numerosi parametri di configurazione, che variano a seconda di marca e modello. Per questo motivo è necessario prevedere un certo tempo di adattamento e uno studio approfondito della manualistica in dotazione. Partendo dal PANNELLO DI CONTROLLO e aprendo la cartella STAMPANTI E FAX è possibile scegliere la voce AGGIUNGI STAMPANTE. Usando l’opzione STAMPANTE LOCALE COLLEGATA AL COMPUTER ed eliminando la spunta su IN-

GLI OSTACOLI Uno dei punti più oscuri dell’installazione di una stampante di rete è senza dubbio la scelta della porta. Per qualche curioso motivo la porta TCP/IP per l’installazione di una stampante remota è elencata fra le risorse locali. Questo passaggio, anche se normalmente è ben documentato nella manualistica dei vari dispositivi, può generare confusione. Inoltre, anche se il sistema di ricerca integrato in Windows permette di specificare il nome assegnato alla stampante che intendiamo installare, la scelta migliore è quella di usare direttamente l’indirizzo IP assegnato. In questo caso la ricerca sarà più rapida e diretta. Di solito le stampanti dispongono di un indirizzo di default che può essere modificato attraverso il software in dotazione. Alcuni modelli multifunzione permettono la configurazione attraverso il proprio display.

DIVIDUAZIONE DI STAMPANTI PLUG AND PLAY,

si può decidere di ricercare una stampante specifica. La schermata successiva permette di scegliere la ricerca di una stampante su una porta TCP/IP. Basta inserire l’indirizzo IP assegnato alla stampante per completare la procedura in pochi minuti. Per maggiore sicurezza è meglio tenere a portata di mano i driver.

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it

QUATTORDICINALE | PAG. 10

AD AGOSTO

SPECIALE - PAG. 4/4 | www.ebizitalia.it

Se la stampante è multifunzione Spesso le stampanti di rete sono del tipo multifunzione, e possono svolgere contemporaneamente i servizi di fax, scanner, fotocopiatrice e stampante di rete, permettendo così all’impresa un notevole risparmio. L’unico problema si presenta in caso di guasto. Visto che tutte le funzioni sono concentrate in un unico apparecchio, il malfunzionamento di questo può danneggiare gravemente la produttività. Per quanto riguarda la gestione delle stampanti con scheda di rete, conviene affidarsi ai programmi forniti dal produttore. Prima di procedere è utile assicurarsi di avere a disposizione i driver più aggiornati, normalmente disponibili sul sito ufficiale del produttore. Sono richieste comunque conoscenze di rete e di protocolli TCP/IP, in quanto alla macchina dovrà essere fornito un indirizzo IP per poterla inserire nella rete locale e configurarla in modo adeguato.

o per il mo sod Lavoria

18 LUGLIO 2007 | N. 003


mo le vostre esigenze a tutte le angolazioni.

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

ESPERIENZE - PAG. 1/2 | www.ebizitalia.it

Un Picasso protetto da Urmet ALL’AEROPORTO DI MALPENSA NASCE EXHIBAIR, ESPOSIZIONE LA CUI SICUREZZA È CURATA DALLA SOCIETÀ ITALIANA All’aeroporto internazionale di Malpensa è stato inaugurato lo spazio ExhibAir, con l’esposizione di un capolavoro di Pablo Picasso: La femme nue. L’allestimento di una mostra di questo genere in un’area come quella aeroportuale ha comportato una serie di nuove sfide, legate in particolar modo agli aspetti della sicurezza. Una sede di questo genere implica infatti un transito di persone estremamente elevato, dove i controlli possono divenire difficoltosi, non essendo – da un punto di vista prettamente architettonico – un’area

espressamente pensata per l’esposizione di oggetti di questo valore. Per risolvere questo genere di difficoltà si è messo all’opera un pool di aziende. L’aspetto della sicurezza è stato curato direttamente dal Gruppo Urmet. La società italiana ha realizzato un accordo di partnership con gli ideatori dell’evento per realizzare un percorso totalmente protetto da possibili atti vandalici e furti: tutte le opere che verranno esposte nel corso della manifestazione saranno infatti costantemente monitorate e controllate da un sistema di videosorveglianza, da un sistema antintrusione e da un sistema antincendio.

Un’area completamente chiusa

“La femme neu” è del 1907

Questo dipinto è parte dell’opera preparatoria di Picasso per l’olio su tela Les damoiselles d’Avignon

Per poter gestire al meglio un’area di questo tipo, è stato allestito uno spazio completamente chiuso rispetto all’ambiente circostante e per questo si è dovuto ricorrere a sistemi di protezione aggiuntivi a quelli già presenti nell’area aeroportuale. Di fatto, si è dovuta trattare la struttura come un edificio indipendente. Per proteggere il capolavoro di Picasso, e quelli che verranno esposti successivamente, Urmet ha quindi provveduto all’installazione di un sistema di videosorveglianza composto da cinque videocamere, una delle quali di tipo “dome”, cioè appesa al soffitto e con copertura a 360 gradi. Le telecamere sono collegate a una stazione di videoregistrazione, che memorizza su disco fisso quanto viene ripreso, e a una stazione di sorveglianza remota gestita direttamente da SEA, la società proprietaria dello scalo aeroportuale. Una serie di sensori volumetrici e una di sensori antifumo completano l’impianto, che ha il compito primario di dare l’allarme in caso di anomalie. L’intervento diretto, infatti, è a cura del personale SEA. A complemento dei sistemi di sicurezza, Urmet ha fornito anche alcuni videocitofoni con schermo a colori della serie Folio su cui vengono presentate informazioni di vario genere.

QUATTORDICINALE | PAG. 11

L’arte prima del volo ExhibAir – Un viaggio nell’arte è uno spazio espositivo che è stato allestito all’interno del Terminal 1 dell’aeroporto internazionale di Malpensa, nell’area che ospita le biglietterie. Nato da un’idea di C-Zone e ComediArting, questo spazio vuole mettere a disposizione dei viaggiatori dell’aeroporto lombardo mostre d’arte che possano contribuire a una divulgazione artistica capace di andare oltre le barriere linguistiche, sociali, culturali e di costume. Qui verranno di volta in volta ospitate opere appartenenti alle espressioni artistiche più svariate che hanno segnato la storia dell’arte universale. Ad aprire la rassegna è il dipinto di Pablo Picasso intitolato La femme nue, dipinto dall’artista nel 1907 e facente parte delle Civiche Raccolte d’Arte di Milano dal 1992. Il quadro è parte dell’opera preparatoria di Picasso per l’olio su tela Les damoiselles d’Avignon, attualmente ospitato al Moma Museum di New York. Lo spazio ExhibAir, che è stato inaugurato lo scorso 27 giugno, ospiterà il capolavoro di Picasso fino al 5 agosto prossimo, poi – a partire dal 15 agosto – verranno esposte 26 opere italiane provenienti dalla collezione d’arte della Farnesina. La durata complessiva della manifestazione è ancora da definire, ma non sarà inferiore ai sei mesi. ExhibAir è aperto ai visitatori tutti i giorni dalle 9 alle 19 con ingresso libero.

18 LUGLIO 2007 | N. 003


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

idee Nuove

.9&1.&

JUJWQFU

9JHSTQTLN

per

.it

unicazione

o-com info@zefir NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare XF

INFNRUWJ

RJ NHHTQFJ

vostro

are comunic

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi più per risoldota cara i qual le sistemi dei qual ha dopo uno ioni debutto , due dei stro, sono ne. Le soluz numerose, OEM. Il multifunzione italia stitro aziende to problema sono inve i CPU quat a e a negl di è la prim di vere ques i di grandezz Opteron e centinaia tro core re AMD ra quat ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co do che integ chip di silicio up, di migl re menti varia Quada decine molto di back (ed x86 al monne su un unico di raggiunge Opteron o euro fino al moni ed ri AMD nuova elaborazio ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla per standard I nuovi resi Quantum a ottimi livell in termini di saranno o nelle versioni un po’ a) soluzione di continua dei rbit Core ienza asso lanci effic del per watt archite economic di protezione SonicWall, umo. AMD mento mi formance to da o cons conattuali ai siste in remo a-te reae a bass di iniziare le to, tto alle fai-d tuata re. rispe adati effet per il semplice rne di Seag di agos ri processo PAGINA 0 prevede ture di A nel mese passando le unità este è perfetto e segne ndo quindi ai prop con uno a bile nibili ness lizza consente rendere dispo ae sempre dato che NA 0 di A PAGI te. Ma il problema riesc dare un’ocpartner ato nuove piatt. Il di NA 1 o Safone alla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre con Voda sta a Paol ack: NA già emergere e all’intervi A PAGI forme om si allea et Kroll Ontr NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK TomT etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, NA sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile Un Pica MERCAT NA ENZE addio al Salin, Krol se i dati alle vostre sper . Che rieA PAGI sì o no? ESPERI ISTA Paolo 0, difficile dire o pero ssionisti, dire addi n estremo recu casi L’INTERV O HTC X750 d i AP e profe

prezioso i to Il bene più dati, e soprattutdisa-

I QUATTRO

AD AGOSTO D PRONTI “CORE” AM

ESPERIENZE - PAG. 2/2 | www.ebizitalia.it

Il pericolo viene dal vandalismo PIÙ CHE DEL FURTO IL TIMORE È DEI DANNEGGIAMENTI, MA BASTA AVVICINARE UNA MANO E SCATTA UN ALLARME Per capire meglio la realtà del Gruppo Urmet e le ragioni che hanno spinto la società a diventare sponsor tecnico di ExhibAir abbiamo fatto quattro chiacchiere con Andrea Hering, Direttore Marketing. Che prima di tutto ci ha inquadrato meglio i contorni del gruppo: “Per tutti quelli che hanno più di 30/35 anni, Urmet significa cabina telefonica, ma in realtà c’è un’altra costola che è diventata la parte più rilevante del gruppo, ed è una società che si chiama Urmet Domus. Questa è di fatto l’azienda che ha inventato, e ne è la leader italiana, la citofonia e la videocitofonia. Da lì è partita tutta una serie di business. Tenga presente che stiamo parlando di un’azienda che negli ultimi 10 anni ha quintuplicato il fatturato. Il più grosso sforzo è stato fatto nel campo della sicurezza, intesa come antifurto, antincendio e videosorveglianza. Sono tutte aree di business in cui abbiamo centri di competenza interni al gruppo, quindi aziende che sviluppano prodotti sia in Italia sia all’estero. Ci facciamo circa 50 milioni di euro di fatturato a livello gruppo ed è sicuramente il settore in maggiore crescita”. L’interesse dimostrato da Urmet nei confronti di ExhibAir, un’iniziativa davvero unica e dalla grande visibilità, è stato da subito molto forte. “Direi che quando ci è stata presentata questa opportunità, per noi è stata un’ottima occasione,” commenta He-

o per il mo sod Lavoria

ring, “perché sono state installate tutte e tre le tecnologie - antincendio, antifurto e videosorveglianza - per collegarle a un evento visibile e alla protezione di opere d’arte. Noi abbiamo realizzato essenzialmente l’infrastruttura degli impianti, li abbiamo messi in funzione e abbiamo concordato le modalità di esercizio di gestione, che è a cura di SEA. I nostri segnali sono riportati nella stanza di controllo di SEA e loro sono in grado di seguire in ogni momento lo svolgimento della mostra e sapere se ci sono allarmi. In realtà, il timore era più legato non tanto al furto, perché è abbastanza improbabile in questa struttura ipersorvegliata, ma ad atti di vandalismo. Per cercare di limitare questo rischio, abbiamo adottato un metodo un po’ “fisico”, con una plancia semicircolare alta 40 centimetri che impedisce di avvicinarsi all’opera d’arte. Abbiamo poi applicato una SpeedDome al soffitto, una di quelle telecamere che hanno un campo di inquadratura circolare che coincide con il semicerchio: basta infilare una mano nel campo d’azione e il sistema fa scattare un allarme”. Ultimo elemento è quello relativo alla protezione dagli incendi. “L’aeroporto è coperto dal suo sistema antincendio,” dice Hering, “ma questa cellula, che è collegata ai sistemi di sicurezza dell’aeroporto, deve avere vita propria. Poi bisogna considerare che

Il Gruppo Urmet Il Gruppo Urmet, con sede a Torino, è fra i protagonisti del mercato internazionale delle telecomunicazioni, della videocitofonia, dell’automazione degli edifici e della sicurezza delle persone e dell’ambiente, vantando una presenza consolidata in oltre 50 Paesi nel mondo e un’organizzazione commerciale ramificata sul territorio nazionale con filiali a Torino, Milano, Roma, Napoli, Padova e Pescara. Il gruppo è composto da più di 40 aziende, di cui Urmet TLC Spa e Urmet Domus Spa sono le capofila: la prima nel settore telecomunicazioni, la seconda – nata nel 1996 dal ramo videocitofonia di Urmet – nei settori soluzioni di comunicazione per l’edificio e sicurezza. Con un fatturato complessivo nel 2006 di circa 430 milioni di euro, Urmet ha dedicato negli ultimi anni molte risorse allo sviluppo dei sistemi per l’automazione dell’edificio, proponendo attraverso le società del gruppo soluzioni integrate di sicurezza, di comunicazione domestica e di gestione via SMS degli apparati elettrici della casa, sistemi di videocontrollo urbano, sistemi di monitoraggio degli ambienti, nonché sistemi di gestione e automazione per ogni tipo di struttura ricettiva. questa cupola è chiusa e che innaffiare un quadro di Picasso è cosa abbastanza critica! In questa sede ci è stato chiesto di limitarci a dare solamente un’eventuale segnalazione. Nottetempo, invece, c’è un sistema antifurto inserito che isola completamente l’area, controllata da videocamere”.

Cinque telecamere e 13 sensori Per curare la sicurezza di ExhibAir, Urmet ha utilizzato quattro telecamere CCD a colori da interni più una telecamera “dome”, tutte collegate a un apparato di registrazione con disco fisso da 250 GB in grado di memorizzare da 33 ore a 30 giorni di video. Per la sorveglianza in tempo reale, le immagini possono essere visualizzate da postazioni remote collegate in rete locale utilizzando un semplice browser. Gli operatori di queste postazioni hanno la possibilità di registrare in locale quanto viene ripreso, duplicando di fatto quanto memorizzato sul sistema principale. Cinque sensori volumetrici e otto antifumo completano questa installazione. QUATTORDICINALE | PAG. 12

18 LUGLIO 2007 | N. 003


Lavoriamo sodo per il vostro

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

L’INTERVISTA | www.ebizitalia.it

Recupero dati, missione possibile KROLL ONTRACK UTILIZZA METODI CHE PORTANO I SUCCESSI ALL’80%. CON COSTI ACCESSIBILI ANCHE ALLE PICCOLE AZIENDE Avete dati provenienti da qualche ricerca, qualche analisi interna? È stata realizzata un’indagine nel 2006, in cui abbiamo coinvolto circa 200 aziende IT. In quell’occasione abbiamo chiesto agli IT manager se erano a conoscenza della possibilità di recupero dati e quale fosse il loro grado di considerazione. In circa il 50% dei casi la risposta alla prima domanda è stata negativa. La cosa interessante è che anche quando siamo andati a domandarlo in strutture già dotate di contingency e di recovery plan, cioè sensibili al problema della sicurezza, spesso si sono trovati in difficoltà nel dare una risposta. In questi casi, a mio avviso, si vanno un po’ a vanificare gli sforzi e gli investimenti effettuati in termini di sicurezza. Per il recupero dati si utilizzano spesso le cosiddette “camere bianche”. Non ne esistono molte in Europa… No, non sono molte e sono prevalentemente nostre. Una camera bianca è un laboratorio particolarmente attrezzato per la gestione delle condizioni di purezza dell’aria e delle polveri. Certo è che se poi nella camera bianca ci metto un tecnico senza dotarlo di tutti gli strumenti necessari, la possibilità di ottenere risultati positivi è piuttosto limitata. Le nostre camere bianche godono di un grandissimo vantaggio: quello di appartenere a Kroll Ontrack e quindi di beneficiare di notevoli investimenti. Abbiamo oltre 100 ingegneri che sono dedicati alla ricerca e sviluppo e che mettono a disposizione i risultati a tutte le nostre strutture. A livello di costi, il servizio di recupero dati è alla portata anche di strutture molto piccole? Assolutamente sì. Abbiamo studiato soluzioni per dare la giusta risposta ai vari soggetti. La gamma dei servizi di recupero dati parte addirittura da 70 euro, con soluzioni per risolvere problemi di cancellazione e di formattazione. Sono prodotti software di recovery venduti diretI guasti hardware sono la principale tamente all’utente finale. Nel caso causa di perdita dei dati per cui viene in cui si verifichi un problema che chiesto l’intervento di Kroll Ontrack Disco fisso guasto? Formattazione accidentale? Cancellazione? Nella maggior parte dei casi i dati si possono recuperare. Kroll Ontrack è una delle pochissime aziende a livello mondiale ad avere fatto del recupero dati la sua attività principale. Lo scorso anno la società ha effettuato più di 50.000 interventi, di cui oltre 2.000 in Italia, con un tasso di successo superiore all’80%. Abbiamo parlato di questa attività con Paolo Salin, Country Manager di Kroll Ontrack per il nostro Paese. In Italia siete partiti nel 2002. Qual è la situazione attuale? Oggi siamo il quarto mercato a livello europeo. Questo ci consente di pianificare degli investimenti sulla sede italiana e a breve avremo qualche novità. Oggi siamo una struttura estremamente snella, con cinque persone, ma nel nostro laboratorio in Germania ci sono 15 colleghi che sono dedicati al mercato italiano. Qui il nostro compito è quello di evangelizzare il mercato, di spiegare che i dati possono essere recuperati e che il servizio ha costi accessibili. La cosa interessante di questo mercato è che c’è ancora una parte di domanda inespressa. Ci sono persone che hanno interesse a effettuare il recupero dei dati, ma che - anche in realtà informatizzate non sanno che il recupero dei dati è possibile. E poi ci sono i delusi che hanno avuto precedenti esperienze con fornitori che non hanno saputo soddisfare le loro aspettative.

Guasti hardware al primo posto

QUATTORDICINALE | PAG. 13

L’intervista completa è sul sito

Paolo Salin

WWW.EBIZITALIA.IT

Paolo Salin ricopre dal 2004 la carica di Country Manager di Kroll Ontrack Italia, dove è entrato nel 2003 con il ruolo di Business Development Manager. Salin inizia la sua carriera professionale in CGI Consulting, società di IBM Italia. Successivamente lavora per tre anni nel Gruppo Vitrociset, leader nella logistica di grandi sistemi elettronici ed informatici come Project Manager nell’ambito dei progetti R&D della divisione “Spazio”. Nel 2000 entra a far parte del Gruppo Reggiani, azienda italiana leader nella comunicazione e informazione multimediale con la carica di Business Development Manager occupandosi delle attività di ricerca e selezione di nuovi Partner e dell’area Customer Management delle Istituzioni Europee. Nato nel 1970, Paolo Salin si è laureato a pieni voti in Fisica presso l’Università degli Studi di Milano e ha completato la sua formazione conseguendo un Master in Ingegneria e Management presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Tor Vergata di Roma. richiede un processo di camera bianca e l’intervento di un laboratorio, siamo nell’ordine di qualche centinaio di euro. Quello che ci tengo a sottolineare è che il processo è estremamente chiaro nelle sue varie fasi: prima di partire con una qualsiasi attività si conoscono prezzi, tempi e cosa si otterrà come output. Questo dà la possibilità al cliente di partire con un processo di cui comprende e conosce l’evoluzione.

18 LUGLIO 2007 | N. 003


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

o per il mo sod Lavoria

vostro

are comunic idee per Nuove it icazione. o-comun info@zefir

.9&1.&

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare NRUWJXF

RJINF

NHHTQFJ

JWQFU STQTLNJU

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi più per risolcara i dota sistemi dopo qual uno dei dei qual tto ha le zioni . Il debu ifunzione, due erose, stro, sono ne. Le solu num OEM italia mult aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim vere ques i di grandezz core di Opteron e centinaia re AMD integra quattro o ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co di silici che menti variaa decine di miglo di backup, Quad- x86 al mondo un unico chip iungere su Opteron molt (ed o di ragg ni ed euro fino al mo- elaborazione ri AMD nuova ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla pe standard I nuovi Quantum a ottimi livell in termini di nno resi versioni un po’ a) soluzione di continua dei rbit Core sara lancio nelle efficienza per watt asso del economic di protezione SonicWall, umo. AMD mento ance archite da li cons mi form to o conrearemo ai siste alle attua e a bass di iniziare le to, fai-da-te tuata in re. rispetto dati effet per il semplice rne di Seagaprevede NA 0 e di agos ri di processo mes PAGI ture e este ando A nel tto pass segne ndo quindi ai prop con le unità uno è perfe a nibili ness lizzabile consente rendere dispo ae sempre c0 dato che NA riesc di Ma un’o A PAGI te. partner ato nuove piatt. Il il problema di dare NA o Saalla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre Vodafone sta a Paol ack: NA già allea con emergere e all’intervi A PAGI forme Tom si Kroll Ontr et NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK Tom etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, NA sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile Un Pica MERCAT , Krol NA ENZE addio al ì o no? se i dati alle vostre sper o Che rieo Salin A PAGI ESPERI A Paol fi ile dire

9JH

prezioso i to Il bene più dati, e soprattutdisa -

“CORE” I QUATTRO

TI AMD PRON

AD AGOSTO

IN VIAGGIO - PRODOTTI | www.ebizitalia.it

Con Dell il portatile si fa leggero IL NUOVO LATITUDE D430 PESA MENO DI 1,5 KG E OFFRE FINO A CINQUE ORE DI AUTONOMIA. IL WI-FI È IN STANDARD “N” Il Latitude D430 è pensato per professionisti spesso in movimento. Con un peso che parte da meno di un chilo e mezzo e una batteria che può durare fino a cinque ore, il notebook è disponibile con un processore single o dual-core Intel Core 2 Duo ULV e usa la suite di soluzioni docking e di espansione Dell Latitude, per la massima flessibilità anche in ufficio. I punti di forza sono molti, a partire dal design innovativo per proseguire con la connettività wireless integrata 802.11n di HyperConnect Wireless. L’utility integrata Dell WiFi Catcher permette di identificare rapidamente una rete, persino quando il portatile è chiuso. C’è poi Smart Security, una suite per la sicurezza del dati molto efficiente. Il prezzo parte da 1.079 euro IVA esclusa. Z www.dell.it

Vodafone lancia Daily Travel Tariff BREVISSIME CON UN FORFAIT DI 15 EURO AL GIORNO CI SI COLLEGA DALL’ESTERO PER NAVIGARE E LEGGERE POSTA ELETTRONICA Vodafone lancia Daily Travel Tariff, la tariffa giornaliera per navigare sul web anche dall’estero. Daily Travel Tariff consente ai clienti Vodafone che hanno un abbonamento e che si connettono a Internet dall’estero usando le reti del gruppo Vodafone e quelle di partner, di avere a disposizione fino 50 MB di traffico dati, dal momento della connessione e sino alle 24:00 del giorno stesso (ora italiana) al prezzo di 15 euro (IVA inclusa). Il traffico generato entro il periodo di validità della tariffa giornaliera eccedente i 50 MB, viene tariffato a 3,6 euro/MB (IVA inclusa) con scatti anticipati da 100 KB. Con Daily Travel Tariff è possibile collegarsi a Internet dall’estero, controllare la posta elettronica o accedere all’intranet aziendale senza dover cambiare le configurazioni del portatile e senza ricorrere a servizi esterni. Daily Travel Tariff viene attivata automaticamente, senza alcun costo aggiuntivo, su tutte le nuove SIM dati abbonamento, business e consumer dall’inizio di luglio. Z www.vodafone.it

Pentax, una reflex davvero Super QUESTA VERSIONE DELLA K100D È IN GRADO DI PULIRE IL SENSORE IN AUTOMATICO E RIDURRE LE VIBRAZIONI La K100D Super è una reflex digitale in grado di realizzare foto di alta qualità grazie al felice connubio del sistema Shake Reduction (SR) con l’innovativo Dust Removal (DR) e ai 6,1 megapixel effettivi di cui dispone. Il punto di forza è il sistema Pentax Dust Removal per prevenire il deposito della polvere sulla superficie del sensore CCD che esordisce su un modello di classe standard. È stato riproposto anche il già apprezzato sistema Shake Reduction per ridurre gli effetti indesiderati del movimento della fotocamera. Sul versante della semplicità d’uso si segnalano la funzione di controllo automatico della sensibilità, il sistema autofocus Safox VIII e Auto Picture, la modalità che seleziona automaticamente i parametri di ripresa ottimali. La reflex accetta schede di memoria SD e le nuove SDHC ed è compatibile con tutti gli obiettivi intercambiabili Pentax esistenti. Z www.pentaxitalia.com QUATTORDICINALE | PAG. 14

Più Esprimo per Fujitsu

Gli Esprimo Mobile presentati da Fujitsu Siemens sono destinati al mondo business e i primi tre modelli, disponibili a partire da agosto, sono il Mobile U9200, il Mobile M9400 e il Mobile D9500. Tutti dispongono di connettività UMTS e monitor widescreen. La possibilità di usare una batteria supplementare assicura fino a dieci ore di autonomia. Z www.fujitsu-siemens.it

160 GB targati Iomega

Il nuovo eGo Portable Hard Drive USB 2.0 proposto da Iomega offre 160 GB di spazio ed è alimentato tramite porta USB. La longevità è garantita dalla tecnologia DropGuard che lo protegge in caso di urti e cadute. Questo disco fisso portatile costa 139 euro. Z www.iomega.com

Il GPS VDO anche per gli MP3

Il navigatore portatile PN3000 mostra le mappe in 2D o 3D e può avvalersi di indicazioni vocali. La funzione Route&Sound consente di ascoltare MP3 contemporaneamente alla navigazione. L’autonomia della batteria è di quattro ore. Le tre versioni si differenziano per tipo di cartografia (italiana o europea) e di supporto (SD o DVD) con un prezzo a partire da 399 euro. Z www.vdodayton.com

18 LUGLIO 2007 | N. 003


Lavoriamo sodo per il vostro

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

IN VIAGGIO - PROVE | www.ebizitalia.it

Difficile dire addio al portatile HTC TENTA LA STRADA DEL DISPOSITIVO UNIVERSALE: PDA, TELEFONO E NOTEBOOK TUTTO IN UNO. SENZA CONVINCERE La ricerca verso il dispositivo portatile universale continua. Viaggiare portandosi dietro il cellulare, il palmare e il portatile è infatti piuttosto seccante. E se fino a ora è perfettamente riuscita l’integrazione tra i primi due oggetti, la rinuncia al classico notebook rimane comunque difficile. A tentare di convincere manager e professionisti a lasciare a casa alcuni chili di roba prova ora HTC, con la creazione di un palmare “vitaminizzato”: l’Advantage X7500. L’oggetto è davvero curioso e il design è fatto per stupire. Tastiera e corpo principale del palmare sono infatti fisicamente separati e vengono tenuti insieme, sia in posizione chiusa sia in quella di lavoro, da una calamita. Lo schermo ha dimensioni inconsuete (ben cinque pollici), ma è l’intero prodotto a essere piuttosto ingombrante. Pur avendo tutte le caratteristiche di un Pocket PC Phone Edition è davvero difficile immaginare di utilizzarlo come telefono portandolo all’orecchio. Meglio utilizzare un auricolare senza fili. Da un punto di vista tecnico, l’Advantage X7500 è un sistema dotato di Windows Mobile 5.0 con 128 megabyte di memoria disponibile per l’utente, connettività UMTSHSDPA, Wi-Fi e Bluetooth 2.0, doppia fotocamera (la principale da ben tre megapixel) e uno slot di espansione in formato miniSD. Intelligente la presenza di un MicroDrive da otto gigabyte per l’archiviazione dei dati. A questo si aggiungono un’uscita TV e il ricevitore GPS integrato (in dota-

zione viene dato TomTom Navigator 6). Lo schermo, pur essendo molto grande e ben leggibile, delude per risoluzione, che è limitata a 640x480 punti. Curiosa invece l’adozione di sensori di movimento che, utilizzando il browser Opera fornito di serie (si affianca a Pocket Internet Explorer, presente nella dotazione di tutti i dispositivi Windows Mobile), permettono di effettuare lo scrolling laterale e verticale della pagina web semplicemente inclinando il palmare.

Tastiera in posizione fissa La tastiera è bella dal punto di vista del design, ma la mancanza di feedback da parte dei morbidi tasti e l’inclinazione obbligata quando è unita al display la rendono realmente utilizzabile solamente quando si ha a disposizione un piano di appoggio. Quando invece è in posizione di riposo, una porzione trasparente permette di vedere una parte del display sottostante per visualizzare informazioni “di servizio”, come l’ora e lo stato della connessione. Perfetto per una connettività totale ad alta velocità, l’Advantage X7500 non può però sostituire realmente un notebook, date le limitazioni imposte dagli applicativi standard di Windows Mobile. In definitiva, si tratta di un ottimo esercizio tecnologico perfetto per stupire gli amici. Ma gli oggetti da portare con sé tornano a essere tre: il telefono cellulare, il palmare e il portatile.

HTC Advantage X7500 Palmare con Windows Mobile 5.0 Pocket PC Phone Edition con grande schermo da cinque polllci, connettività UMTS-HSDP e ricevitore GPS integrato. Il prezzo elevato è giustificato dalle dotazioni hardware. CARATTERISTICHE TECNICHE CPU: Intel® PXA270 624 MHz Display: 5 pollici 640x480 ROM/RAM: 256/128 MB Hard Disk: MicroDrive da 8 GB GPS: integrato Grafica: ATI W2284 Connettività: UMTS-HSDPS, Wi-Fi, Bluetooth 2.0 Slot di espansione: miniSD Batteria: ioni di litio, 2.200 mHa Peso e dimensioni: 133x98x20 mm, 359 gr Prezzo: 916 euro IVA esclusa (1.099 compresa IVA)



www.htc.com

A FAVORE

& Design originale & Ottime dotazioni hardware CONTRO

Le due parti sono unite con la sola forza di una calamita

l’HTC Advantage X7500 è composto da due elementi: il palmare vero e proprio e la tastiera. Quest’ultima viene tenuta in posizione, sia quando si lavora sia quando l’oggetto è chiuso, da una semplice calamita QUATTORDICINALE | PAG. 15

' Poco pratico da usare ' Risoluzione dello schermo troppo bassa

VOTO

18 LUGLIO 2007 | N. 003

72/100


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

o per il mo sod Lavoria

vostro

are comunic idee per Nuove it icazione. o-comun info@zefir

.9&1.&

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare NRUWJXF

RJINF

NHHTQFJ

JWQFU STQTLNJU

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi piÚ per risolcara i dota sistemi dopo qual uno dei dei qual tto ha le zioni . Il debu ifunzione, due erose, stro, sono ne. Le solu num OEM italia mult aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim vere ques i di grandezz core di Opteron e centinaia re AMD integra quattro o ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co di silici che menti variaa decine di miglo di backup, Quad- x86 al mondo un unico chip iungere su Opteron molt (ed o di ragg ni ed euro fino al mo- elaborazione ri AMD nuova ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla pe standard I nuovi Quantum a ottimi livell in termini di nno resi versioni un po’ a) soluzione di continua dei rbit Core sara lancio nelle efficienza per watt asso del economic di protezione SonicWall, umo. AMD mento ance archite da li cons mi form to o conrearemo ai siste alle attua e a bass di iniziare le to, fai-da-te tuata in re. rispetto dati effet per il semplice rne di Seagaprevede NA 0 e di agos ri di processo mes PAGI ture e este ando A nel tto pass segne ndo quindi ai prop con le unità uno è perfe a nibili ness lizzabile consente rendere dispo ae sempre c0 dato che NA riesc di Ma un’o A PAGI te. partner ato nuove piatt. Il il problema di dare NA o Saalla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre Vodafone sta a Paol ack: NA già allea con emergere e all’intervi A PAGI forme Tom si Kroll Ontr et NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK Tom etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, NA sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile Un Pica MERCAT , Krol NA ENZE addio al Ï o no? se i dati alle vostre sper o Che rieo Salin A PAGI ESPERI A Paol fi ile dire

9JH

prezioso i to Il bene piĂš dati, e soprattutdisa -

“CORE� I QUATTRO

TI AMD PRON

AD AGOSTO

IN VIAGGIO - PRATICA | www.ebizitalia.it

Quando Office si chiama Google CREARE E GESTIRE DOCUMENTI DI EXCEL E WORD SI PUĂ’ FARE ANCHE UTILIZZANDO SERVIZI GRATUITI IN RETE Ăˆ difficile che su un portatile professionale manchi Office, tuttavia può succedere di avere a disposizione solo il PC dell’albergo o di un Internet Point. Poter usare gli strumenti di Excel collegandosi a un sito può essere fondamentale per condividere dati con i colleghi. Lo stesso strumento permette di inviare a colpo sicuro fogli di Excel, file HTML, documenti di Word, OpenDocument Text o StarOffice senza incappare nel problema del blocco degli allegati di alcuni programmi di posta. Il servizio è offerto da Google.

1 - Il sito giusto

Colleghiamoci all’indirizzo www.google.com/googled-s/hpp/hpp_it.html. Premiamo il pulsante CREA UN ACCOUNT oppure scegliamo EFFETTUA L’ACCESSO QUI. Possiamo infatti usare l’account di Gmail o di altri servizi di Google che abbiamo già sottoscritto.

2 - Prepariamo il file

Scegliamo NUOVO e poi FOGLIO DI CALCOLO per creare un documento e compiliamo il foglio elettronico che mostra i principali comandi di Excel, oppure inviamone uno scegliendo il comando CARICA. Il sito non supporta ancora i file creati con Excel 2007.

SOLO UN CLIC  Gmail non piĂš su invito

Fino a qualche tempo fa era possibile creare un account per usare il comodo servizio di posta di Google, che offre caselle di posta con 2,8 gigabyte di spazio disponibile, solo ricevendo un invito da un altro utente già iscritto, anche se di fatto era molto semplice procurarsene uno. Oggi c’è ancora la possibilità di invitare o di essere invitati, ma basta iscriversi a Google per avere subito la possibilità di creare un account Gmail, è il caso per esempio dell’iscrizione a Documenti e Fogli di Lavoro.

 L’elenco di tutti i servizi Mese dopo mese la rosa dei servizi e degli strumenti messi a disposizione dal gigante californiano di Mountain View si arricchisce sempre di piĂš: posta, chat, calendari, programmi di grafica e tantissimo altro. L’elenco completo delle soluzioni aziendali è disponibile consultando l’indirizzo www.google.it/intl/it/services/. Per vedere l’elenco completo dei servizi visitiamo invece la pagina www.google.it/intl/it/ options/. Per accedere alle due pagine web non dimentichiamo di scrivere in fondo all’indirizzo il segno “/â€? finale.

 Le origini del nome 3 - La condivisione

Possiamo pubblicare il foglio elettronico in modo che sia visibile da tutti coloro che si collegano all’indirizzo segnalato nella scheda pubblica o condividere l’accesso solo con alcune persone. In questo caso scegliamo la scheda CONDIVIDI. QUATTORDICINALE | PAG. 16

La parola “Googleâ€? nasce da un gioco di parole che richiama la parola “googolâ€?, che fu inventata da Milton Sirotta, nipote del matematico americano Edward Kasner, per descrivere il numero 1 seguito da 100 zeri. Un googol, quindi, è un numero molto grande e l’uso che Google fa del termine riflette la missione del motore di ricerca: organizzare un insieme immenso, praticamente infinito, di informazioni e documenti disponibili sul web.

18 LUGLIO 2007 | N. 003


Lavoriamo sodo per il vostro

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

IL COMMERCIALISTA | www.ebizitalia.it

IRAP e professionisti, sì o no? DALLE SENTENZE DALLA CORTE DI CASSAZIONE EMERGONO CASI IN CUI QUESTA IMPOSTA NON SAREBBE APPLICABILE Sin dai tempi della sua introduzione, i principi applicativi dell’IRAP (Imposta Regionale Attività Produttive) sono stati notoriamente oggetto di numerose contestazioni di legittimità. Le varie questioni che hanno interessato questa imposta, gravante per il 4,25% sul reddito dato dalle “attività produttive” (imprese e professionisti), hanno visto impegnati tutti gli organismi giurisprudenziali fino ai più autorevoli, quali Corte Costituzionale, la Corte di Cassazione e la Corte di Giustizia Europea. Il tenore e la criticità delle questioni poste, ma anche la numerosità dei contribuenti interessati da questa imposta, potrebbero in qualche misura giustificare l’assenza di interventi legislativi definitivamente condivisibili dai contribuenti, in particolare per quanto riguarda la questione della cosiddetta “autonoma organizzazione”, mancando la quale, secondo quanto argomentato della Corte Costituzionale al

punto 9 della sentenza n. 156 del 21/5/2001, l’IRAP non sarebbe applicabile. A tale sentenza seguirono innumerevoli domande di rimborso tradottisi poi in ricorsi, molti dei quali approdati all’esame della Corte di Cassazione. Dalla lettura delle numerose sentenze dalla Corte di Cassazione pubblicate nel corso di questi ultimi mesi (circa una sessantina), il caso più eclatante è risultato quello dello scrittore, il quale può contare solamente sull’opera del suo ingegno, mentre è emerso con molta frequenza l’orientamento secondo cui un professionista che esercita l’attività esclusivamente con la propria opera, cioè senza la responsabilità della struttura organizzativa nella quale è inserito e senza che i beni strumentali utilizzati o i capitali impiegati eccedano il minimo indispensabile, non risulterebbe soggetto all’imposizione dell’IRAP. Il condizionale deriva dal fatto che la non applicabilità dell’IRAP deve

IL PROFILO I dottori Fabio Maggi e Daniele De Federici esercitano la professione di commercialista da oltre un decennio, fornendo consulenza e assistenza alle piccole e alle medie imprese, alle società e alle ditte individuali, ai professionisti. Il loro studio è situato nel centro di Milano. Per maggiori informazioni si può scrivere a info@maggidefederici.com. www.maggidefederici.com necessariamente essere sottoposta di caso in caso al giudizio del “giudice di merito”, insindacabile se congruamente motivato, mediante ricorso alle commissioni tributarie, ovviamente qualora l’Agenzia delle Entrate non intendesse rispondere a una semplice istanza di rimborso. Dott. Daniele De Federici



Botta e risposta

Per le risposte ai vostri quesiti, scrivete a info@ebizitalia.it

E-commerce e tasse In che paese vengono tassati i redditi generati dal sito estero che svolge funzioni di e-commerce nella mia società? Dario Prudenti, Perugia Internet ha fortemente messo in discussione il potere impositivo di uno stato sovrano rispetto all’assoggettamento a tassazione dei rapporti commerciali derivanti dall’e-commerce. I novellati principali delle norme fiscali internazionali sono basati su due elementi fondamentali,

quali la residenza del contribuente e la fonte del reddito. La maggior parte dei sistemi fiscali internazionali, infatti, prevede la tassazione in capo al residente di tutti i redditi, ovunque prodotti, mentre i soggetti non residenti in quello stato sono tassati limitatamente ai redditi prodotti all’interno del territorio nazionale. Spesso questo sistema genera dei problemi di doppia imposizione, che vengono eliminati con le “convenzioni bilaterali”. Per capire se il reddito va tassato nel paese che ospita il server bisogna rifarsi al concetto di “stabile organizzazione”. La presenza di un sito web e la gestione del server che lo ospita vengono infatti considerati

stabile organizzazione, così come il possesso del server fisso per un periodo sufficientemente lungo da essere considerato sede di affari. Analogamente, un server che svolge funzioni quali la conclusione di contratti, pagamento/ incasso di prodotti online e spedizioni è sicuramente considerato stabile organizzazione. Non lascia dubbi interpretativi la presenza sul sito ospitato dal server gestito dalla sua azienda di un “content provider”. L’argomento è stato ed è tuttora oggetto di discussione ed interpretazione da parte del comitato degli affari fiscali dell’OCSE (www.oecd.org).

ABBONATI GRATIS ADESSO! Vai sul sito www.ebizitalia.it. Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di QUATTORDICINALE | PAG. 17

18 LUGLIO 2007 | N. 003

Dott. Fabio Maggi

o sodo Lavoriam

tro per il vos

are comunic idee per it icazione. o-comun info@zefir

Nuove

.9&1.&

NHHT JUJWQFU 9JHSTQTLN

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare

XF INFNRUWJ QFJRJ

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

A PAG ri, NOSTR ATTRO r a colo E DI QU ATTA PER LA delle lase su base otti ECIAL settore AD iale nel a proporre prod stampanti UNO SP ZIONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LU il suo ingre ore si era limit de stile PAG LA SO dei dati, caso di disa so di farein questo sett offensiva in gran ione fax. A ezione in ha deci funz i nelle perarli La prot Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per recu temi più cald risolqual sistemi dei ha le cara dei quali dota i per dopo uno tto zion e, debu , due stro, sono ne. Le solu numeros OEM. Il multifunzione italia aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim di vere ques i di grandezz Opteron e centinaia tro core re AMD ra quat ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co do che integ chip di silicio up, di migl o menti varia Quada decine molto di back (ed x86 al mon su un unic di raggiungere Opteron ione o euro fino al moni ed ri AMD nuova elaboraz ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla perstandard I nuovi resi Quantum a ottimi livell in termini di saranno io nelle versioni un po’ a) soluzione di continua dei Core ienza assorbito e lanc effic del per watt architeticWall, economic di protezion umo. AMD mento mi ali formance to da Son reao cons conai siste alle attu in remo a-te e a bass di iniziare le to, tto fai-d tuata re. rispe dati effet per il semplice rne di Seagaprocesso PAGINA 03 prevede e di agos ri ture di A nel mes passando le unità este è perfetto e segne ndo quindi ai prop ili con onib nessuno e sempre a lizzabile consente rendere disp dato che NA 02 adi A PAGI te. Ma il problema riesc dare un’ocpartner ato nuove piatt. Il di NA 11 o Saalla fine vi consiglio afone A PAGI sul merc da settembre e, con Vod sta a Paol NA 13 già emerger si allea A PAGI e all’intervi Kroll Ontrack: forme TomTom da Urmet NA 15 chiata anch Manager di uti, prima di A PAGI co, in UK etto ntry NA 17 lin, Cou sembrano perd anze potete CATI TraffiUn Picasso prot l Ontrack atile A PAGI port MER al E Krol 18 sper dati i li ddio ENZ

prezioso Il bene più e soprattutto i-

I QUATTRO

AD AGOSTO D PRONTI “CORE” AM


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

Botta e risposta Scrivete a info@ebizitalia.it



La privacy e l’e-mail Abbiamo implementato un sistema di posta elettronica che, tra le altre cose, registra tutte gli scambi di documenti di ogni dipendente. Corro dei rischi di carattere legale, magari legati al problema della privacy?

Marco Cannici, Vedano al Lambro (MI)

La corrispondenza epistolare sia cartacea che elettronica è tutelata dalla legge sulla privacy, oltre che dal codice penale (artt. 616 - 617), anche se ricevuta o inviata nell’ambiente di lavoro e sia la dottrina che la giurisprudenza sono pienamente d’accordo. Un problema nuovo è sorto con la posta elettronica aziendale. Da un lato il Garante, con comunicato del 12 luglio 1999, l’ha equiparata alla corrispondenza personale e quindi inviolabile, dall’altro una ordinanza del Tribunale di Milano del 10 maggio 2002 ha stabilito che l’uso della posta elettronica costituisce uno strumento aziendale a disposizione del lavoratore solo per consentirgli di svolgere la propria funzione al servizio dell’azienda e pertanto resta nella completa disponibilità del datore di lavoro. Nel Suo caso, per evitare lunghi contenziosi legali, sarebbe bene accordarsi con le Rappresentanze Sindacali Aziendali o, in mancanza di accordo, chiedere l’ammissione di strumenti di controllo alla Direzione Provinciale del Lavoro. Le ricordo, comunque, che la giurisprudenza esclude dall’ambito di operatività del divieto i cosiddetti controlli difensivi volti a tutelare il patrimonio aziendale o comunque ad accertare condotte illecite da parte del lavoratore.

o per il mo sod Lavoria

vostro

are comunic idee per Nuove it icazione. o-comun info@zefir

.9&1.&

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare NRUWJXF

RJINF

NHHTQFJ

JWQFU STQTLNJU

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi più per risolcara i dota sistemi dopo qual uno dei dei qual tto ha le zioni . Il debu ifunzione, due erose, stro, sono ne. Le solu num OEM italia mult aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim vere ques i di grandezz core di Opteron e centinaia re AMD integra quattro o ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co di silici che menti variaa decine di miglo di backup, Quad- x86 al mondo un unico chip iungere su Opteron molt (ed o di ragg ni ed euro fino al mo- elaborazione ri AMD nuova ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla pe standard I nuovi Quantum a ottimi livell in termini di nno resi versioni un po’ a) soluzione di continua dei rbit Core sara lancio nelle efficienza per watt asso del economic di protezione SonicWall, umo. AMD mento ance archite da li cons mi form to o conrearemo ai siste alle attua e a bass di iniziare le to, fai-da-te tuata in re. rispetto dati effet per il semplice rne di Seagaprevede NA 0 e di agos ri di processo mes PAGI ture e este ando A nel tto pass segne ndo quindi ai prop con le unità uno è perfe a nibili ness lizzabile consente rendere dispo ae sempre c0 dato che NA riesc di Ma un’o A PAGI te. partner ato nuove piatt. Il il problema di dare NA o Saalla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre Vodafone sta a Paol ack: NA già allea con emergere e all’intervi A PAGI forme Tom si Kroll Ontr et NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK Tom etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, NA sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile Un Pica MERCAT , Krol NA ENZE addio al ì o no? se i dati alle vostre sper o Che rieo Salin A PAGI ESPERI A Paol fi ile dire

9JH

prezioso i to Il bene più dati, e soprattutdisa -

“CORE” I QUATTRO

TI AMD PRON

AD AGOSTO

L’AVVOCATO | www.ebizitalia.it

Le regole del lavoro a distanza IL TELELAVORO È DISCIPLINATO DA UN ACCORDO QUADRO, CHE CONTIENE LE NORME DI BASE PER LAVORATORI E AZIENDE Negli ultimi anni, in Italia ma non solo, si è diffuso un nuovo modo di intendere la prestazione lavorativa con particolare riguardo al suo luogo di svolgimento. Stiamo parlando ovviamente del “telelavoro”. Oggi il luogo di lavoro non può più essere considerato solo quello dell’azienda. Infatti, il datore di lavoro e il lavoratore possono decidere che l’attività da svolgere venga eseguita a distanza. Il telelavoro viene oggi disciplinato dall’Accordo quadro del 9 giugno 2004, rimandando poi alla contrattazione collettiva la possibilità di integrare o adeguare i principi dell’Accordo. Il telelavoro, come anticipato, può nascere da una scelta delle parti al momento della costituzione del rapporto di lavoro o successivamente a questo. In tale ultima ipotesi, la decisione di passare al telelavoro può essere reversibile, comportando quindi il ritorno all’attività lavorativa nei locali del datore di lavoro. Al momento dell’accordo è molto importante che siano ben definite le questioni in materia di responsabilità e costi, tenendo presente che nella prassi il datore di lavoro è tenuto a fornire gli strumenti, (per esempio il computer), l’assistenza e la manutenzione degli stessi. Anche nel caso che sia il lavoratore a fornire detti strumenti, l’eventuale costo per la perdita o danneggiamento degli stessi nonché il danno per la perdita dei dati contenuti ricadranno sotto la responsabilità del datore di lavoro, previo “immediato” avviso da parte del lavoratore, avviso che deve riguardare anche eventuali semplici guasti che possano ri-

tardare l’attività lavorativa. Da non sottovalutare il fatto che il datore di lavoro, al fine di adottare misure riguardanti la tutela dei dati trattati o del software usato, può limitare l’uso degli strumenti di lavoro, anche se di proprietà del lavoratore, informando quest’ultimo sulle restrizioni adottate (come l’utilizzo di Internet) e sulle sanzioni applicabili a suo carico in caso di violazione. Concludiamo sottolineando un aspetto poco conosciuto, e cioè che il datore di lavoro, così come le rappresentanze sindacali, può avere accesso ai locali dove viene svolto il telelavoro al fine di verificare la corretta applicazione da parte del lavoratore delle direttive aziendali. Se il telelavoro si svolge nell’abitazione del lavoratore, tale accesso è subordinato a preavviso e al suo consenso.

IL PROFILO L’avvocato Massimo Montagner, 48 anni, è nato e lavora a Roma. Ha avuto esperienze come legale in Scozia e in Germania e si occupa principalmente di diritto civile e commerciale con particolare riguardo alle problematiche aziendali e del mondo del lavoro. Lo studio si trova in via F. Corridoni 15, 00195, Roma. Tel. 06 37514653. www.studiolegalemontagner.it

Lavoriamo per il vostro s Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it

QUATTORDICINALE | PAG. 18

18 LUGLIO 2007 | N. 003


Lavoriamo sodo per il vostro

Nuove idee per comunicare info@zefiro-comunicazione.it ITALIA

LE LETTERE | www.ebizitalia.it

Tecnologie per la piccola e media impresa

L’angolo della posta



Scrivete a info@ebizitalia.it

Problemi di memoria Da qualche tempo uno dei computer dell’azienda si spegne o si riavvia in modo casuale. Il problema è rimasto anche dopo la reinstallazione del programma che lo ha causato inizialmente. Le temperature di lavoro sono normali e non sono state effettuate modifiche hardware. Andrea Riporti, Venezia I problemi che possono causare un comportamento imprevedibile del computer sono molteplici, ma si possono ricondurre a due categorie. Normalmente si tratta di malfunzionamenti della memoria o del disco fisso. La causa dovuta a surriscaldamento è esclusa dalle informazioni fornite dal lettore. Per effettuare un primo controllo dell’integrità del disco o dei dischi fissi sono sufficienti gli strumenti forniti insieme al sistema operativo. Prima però è necessario eliminare il dubbio sull’altra causa, ovvero un malfunzionamento della memoria. In questo caso la soluzione migliore è quella di rivolgersi a uno strumento indipendente dal sistema operativo come l’ottimo Memtest86+, reperibile all’indirizzo www.memtest.org. Questo programma parte automaticamente da CD e lancia un test ciclico che può essere lasciato in funzione anche per tempi molto lunghi. Se dopo un certo periodo non si riscontrano eBiz Italia - www.ebizitalia.it Direttore Responsabile Paolo Galvani Redazione Via Leopardi 11/50 - 20020 Arese (MI) Progetto grafico Laura Loprieno e Paolo Galvani Proprietario ed editore eBiz Srl Sede legale Via Manzoni 20 - 20052 Monza (MI) I pareri dei professionisti ospitati su queste pagine sono forniti solamente a titolo informativo e non possono dare origine a responsabilità per danni diretti o indiretti causati dalla loro applicazione.

Testata registrata presso il Tribunale di Milano al numero 357 del 01/06/2007 Diffusione per e-mail

errori, allora la memoria funziona correttamente. Altrimenti si potrebbe trattare di un problema nei banchi di memoria o nei collegamenti della scheda madre. La verifica migliore in questo caso è quella di provare la memoria su un altro computer compatibile e di comprovata affidabilità.

Vista fuori controllo Quando si cerca di eseguire alcuni programmi in Windows Vista, il sistema sembra bloccarsi e compare un avviso di sicurezza. Vorrei sapere se la colpa è del programma che sto utilizzando o di qualche impostazione. Sauro Cancemi, Palermo Il sistema di protezione integrato in Windows Vista funziona in modo radicalmente diverso rispetto a quello di XP. Qualsiasi operazione che potrebbe intervenire su qualche aspetto chiave del sistema operativo viene filtrata dal meccanismo chiamato UAC, acronimo di User Access Control. Grazie a questo, le operazioni critiche vengono congelate, richiedendo un’autorizzazione all’utente prima di proseguire. Per sbloccare alcune di queste è necessario avere privilegi di amministrazione, mentre altre richiedono semplicemente un controllo. Se il programma in questione effettua operazioni come la scrittura o la

CHAT SUL PALMARE Ho molti contatti su sistemi di messaggistica come MSN Messenger e GoogleTalk e utilizzo un palmare HTC P4350. Ci sono programmi che mi permettano di chattare con i contatti di entrambi i gruppi? Enrico Lettieri, Desenzano

Ci sono diversi programmi che permettono di chattare utilizzando un dispositivo Windows Mobile. Uno dei più noti è Agile Messenger, www. agilemobile.com, compatibile con MSN, ICQ, Yhaoo, AIM e GoogleTalk. Il prodotto costa 45 dollari per la licenza senza limiti temporali. Se non ha contatti su ICQ, le segnaliamo fring, www.fring.com, prodotto di recente rilascio particolarmente interessante perché offre la possibilità di telefonate VoIP ed è compatibile anche con Skype. E in più è completamente gratuito. cancellazione di file o interviene sulla configurazione del sistema, allora è normale che Vista richieda l’autorizzazione dell’utente. Se oltre al controllo di accesso ci sono altri problemi, è possibile provare a sbloccare il programma eseguendolo come amministratore. E’ sufficiente farvi clic con il tasto destro e scegliere la voce corrispondente.

Posta elettronica, gestirla in azienda o fuori? La nostra azienda utilizza circa 50 indirizzi di posta elettronica, con una previsione di crescita di circa 20 in un anno. Adottare un server di posta interno all’azienda può portare qualche beneficio o conviene appoggiarsi a servizi di terze parti? Antonio Ascenti, Pistoia La scelta fra un’infrastruttura interna e un servizio a pagamento dipende molto dalle esigenze specifiche. Il costo di gestione e manutenzione di un server interno, anche se fa uso di software open source, è comunque più elevato rispetto alla maggioranza delle offerte commerciali. Se l’esigenza dell’azienda è quella di ricevere e inviare comunicazioni, file e documenti di dimensioni ridotte, allora un’offerta di terze parti è l’ideale. Se le esigenze sono diverse o particolari, allora si può prendere in considerazione l’idea di installare un server. Bisogna però assicurarsi di disporre di risorse adeguate in termini di collegamento a Internet e di competenze tecniche. La manutenzione e la protezione da intrusioni e spam può risultare decisamente impegnativa.

QUATTORDICINALE | PAG. 19

18 LUGLIO 2007 | N. 003


ABBONATI GRATIS! Vai sul sito www.ebizitalia.it Registrati e riceverai regolarmente la tua copia di

ITALIA

Tecnologie per la piccola e media impresa

o per il mo sod Lavoria

vostro

are comunic idee per Nuove it icazione. o-comun info@zefir

.9&1.&

NR. 03 2007 | | 18/07/ INALE ORDIC QUATT

a ida pratic in rete, gu Stampare NRUWJXF

RJINF

NHHTQFJ

JWQFU STQTLNJU

INE PER

LIERE SCEG DA AZIEN

PAG ri, STRA ATTRO r a colo LA NO DI QU delle lase su base A PER CIALE otti settore ADATT iale nel a proporre prod stampanti UNO SPE IONE PIÙ sso uffic ata , con tre INA 07 LUZ il suo ingre re si era limit de stile PAG LA SO di so di farein questo setto offensiva in gran ione fax. A zione dei in caso i nelle ha deci funz La prote recuperarli cald Brother che anno in cui tteristiche dell’ ti anche di per temi più per risolcara i dota sistemi dopo qual uno dei dei qual tto ha le zioni . Il debu ifunzione, due erose, stro, sono ne. Le solu num OEM italia mult aziende to problema sono investia CPU e quattro a negli di è la prim vere ques i di grandezz core di Opteron e centinaia re AMD integra quattro o ed con ordin bili da poch iaia. In queQuad-Co di silici che menti variaa decine di miglo di backup, Quad- x86 al mondo un unico chip iungere su Opteron molt (ed o di ragg ni ed euro fino al mo- elaborazione ri AMD nuova ero si parla è in grad i di prestazio processo disponibili già fino sto num tutti i livelli: dalla pe standard I nuovi Quantum a ottimi livell in termini di nno resi versioni un po’ a) soluzione di continua dei rbit Core sara lancio nelle efficienza per watt asso del economic di protezione SonicWall, umo. AMD mento ance archite da li cons mi form to o conrearemo ai siste alle attua e a bass di iniziare le to, fai-da-te tuata in re. rispetto dati effet per il semplice rne di Seagaprevede NA 0 e di agos ri di processo mes PAGI ture e este ando A nel tto pass segne ndo quindi ai prop con le unità uno è perfe a nibili ness lizzabile consente rendere dispo ae sempre c0 dato che NA riesc di Ma un’o A PAGI te. partner ato nuove piatt. Il il problema di dare NA o Saalla fine , vi consiglio A PAGI sul merc da settembre Vodafone sta a Paol ack: NA già allea con emergere e all’intervi A PAGI forme Tom si Kroll Ontr et NA chiata anch Manager di uti, prima di in UK Tom etto da Urm A PAGI ntry I Traffico, NA sso prot l Ontrack lin, Cou sembrano perd anze potete A PAGI portatile Un Pica MERCAT , Krol NA ENZE addio al ì o no? se i dati alle vostre sper o Che rieo Salin A PAGI ESPERI A Paol fi ile dire

9JH

prezioso i to Il bene più dati, e soprattutdisa -

“CORE” I QUATTRO

TI AMD PRON

AD AGOSTO

L’ANGOLO DEL RELAX | www.ebizitalia.it

Buon compleanno, Lara Croft!

BREVISSIME

TORNA SUGLI SCHERMI DI TUTTO IL MONDO L’EROINA CHE HA RIVOLUZIONATO I VIDEOGIOCHI D’AZIONE

Conflitto immaginario

Dopo più di dieci anni dalla sua prima apparizione torna alla ribalta uno dei personaggi più amati dai videogiocatori di tutti i tempi. Eidos ha infatti pubblicato Tomb Raider: Anniversary, una rivisitazione del gioco originale, uscito nel lontano 1996, che all’epoca ridefinì completamente i canoni dei giochi d’azione. La nuova versione è stata ovviamente adeguata ai livelli attuali dal punto di vista tecnico. Anche la trama è stata rivisitata e corretta, mentre i livelli sono stati ridisegnati e ora si presentano più vasti e aperti a vari percorsi di esplorazione. Restano però i momenti storici del primo episodio, come l’apparizione improvvisa e spiazzante del Tirannosauro Rex. Il gioco è inoltre infarcito di enigmi da risolvere e si basa su una struttura che spesso costringe la protagonista a tornare sui propri passi per trovare oggetti prima tralasciati, ma indispensabili per proseguire. Particolarmente riuscita la rappresentazione delle movenze dell’eroina, sempre più fluide e realistiche, che rappresentano il fiore all’occhiello del titolo sotto il profilo grafico. Il gioco è disponibile per PC, PSP, PS2 e Wii. Entro fine anno arriverà anche la versione per Xbox 360. Z www.tombraider.com/anniversary

Sony ha messo il turbo alla PSP UN AGGIORNAMENTO SOFTWARE SPINGE IL PROCESSORE FINO A 333 MHZ CON MOLTI VANTAGGI SUL FRONTE GRAFICO Il processore della PSP potrà finalmente raggiungere i 333 MHz. Sarà sufficiente scaricare l’aggiornamento software 3.50 rilasciato da Sony in questi giorni che elimina il limite dei 260 MHz, L’innovazione permetterà di migliorare alcuni aspetti tecnici dei nuovi giochi, come la fluidità, ma anche il massimo numero di oggetti su schermo, tutti elementi connessi alla velocità di calcolo della CPU. Resta da capire quanto la novità potrà influire sul consumo delle batterie quando arriveranno i nuovi titoli che sfrutteranno la massima velocità del processore. Il primo ad uscire sarà il gioco d’azione God of War: Chains of Olympu, previsto per la fine dell’estate. Z www.playstation.it

Cosa sarebbe accaduto se nel 1988, a un passo dalla caduta del Muro di Berlino, le cose fossero andate diversamente e la Russia avesse invaso l’Europa e la costa ovest degli Stati Uniti? È lo scenario ipotizzato dal nuovo gioco di strategia World in Conflict sviluppato da Swordfish Studios e previsto per settembre su PC e Xbox 360. Z www.worldinconflict.com

Ancora in pista

Il primo episodio è stato definito il miglior simulatore di guida mai visto su console. Adesso Forza Motosport 2, sviluppato da Turn10 Studios per Xbox 360, ne raccoglie il testimone potenziandolo ulteriormente. Il gioco è progettato all’insegna del massimo realismo, dalla scuderia di vetture al comportamento delle auto in pista. Z www.forzamotorsport.net

Il ritorno di un mito

Ha venduto nelle sue varie versioni per PC otto milioni di copie. E presto uno dei titoli strategici più celebri della storia dei videogiochi apparirà nella sua nuova veste su console. Si tratta di Sid Meier’s Civilization Revolution e sarà disponibile nella primavera del 2008 per tutte le piattaforme. Z www.take2.it

Xbox 360 a cavallo del Drago Blu FORTE DEL SUCCESSO RISCOSSO IN GIAPPONE, QUESTO GIOCO DI RUOLO ARRIVA ANCHE DA NOI Sta provocando un’impennata alle vendite di Xbox 360 in Giappone, patria della rivale Playstation 3. È il nuovo gioco di ruolo Blue Dragon, la cui uscita europea è prevista per la fine di agosto. Si tratta di un titolo dalla chiara impronta nipponica sviluppato da Mistwalker in esclusiva per la console targata Microsoft. Protagonisti della vicenda sono un gruppo di cinque ragazzini, uniti dalla capacità di controllare uno “spirito blu” dall’enorme potere. Caratterizzato da un gran numero di ambientazioni, permette di scegliere i mostri con cui combattere e di utilizzare incantesimi e magie. Il tutto è coadiuvato da una grafica di altissimo livello che arriva in alcuni casi a sfiorare il fotorealismo. Z www.bluedragon.tv QUATTORDICINALE | PAG. 20

18 LUGLIO 2007 | N. 003


eBiz Italia 003, 18 luglio 2007