Page 1

PERIODICO DI ATTUALITA’ - EDITORE TOP EDITORIAEVENTI S.R.L. - ANNO II n°3 - mag/giu 2011 - Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - 70% Roma Aut. n. C/RM/41/2011

MAGAZINE

MAGGIO/GIUGNO 2011 MISSING: NUOVE VERITA’ SU EMANUELA ORLANDI

MODA: SPECIALE SPOSA

ROMA FORMULA FUTURO: DALL’EUR AL MONDO

INCHIESTA: TRIPOLI INTRIGO INTERNAZIONALE

1


2


Editoriale

Care lettrici cari lettori, in questo numero proponiamo uno speciale dedicato alle spose, con novità, suggerimenti e qualche curiosità dedicata alle nozze. Voglio poi soffermarmi, a grande richiesta, su un grave problema che affligge tutti noi abitanti dell’Eur: quello della prostituzione. Siamo presi più che mai d’assalto da prostitute di età variabile, da transessuali e altro. Dalle prime ore della mattina assistiamo allo spettacolo indecoroso di giovani prostitute straniere, concentrate in particolare nel tratto di strada che va dal Laghetto a Confindustria (Via Tupini), che adescano volgarmente i numerosi clienti. Nei momenti di punta, se ne contano anche 10 – 15 concentrate nello stesso punto. Ciò comporta frequenti incidenti stradali, poiché gli utenti assatanati non esitano a fare improvvise inversioni di marcia, o brusche frenate. Io personalmente, e credo anche la maggior parte dei residenti, mi sento ostaggio di questa gente, che spadroneggia indisturbata nel nostro Bel Quartiere con prepotenza e arroganza, limitando la libertà di ognuno di noi. Strettamente legato alla prostituzione è il suo sfruttamento e favoreggiamento, praticato per trarre profitto da parte di persone conosciute come protettori. Devo aggiungere, che la presenza costante di questa fiorente attività, è causa principale di un deprezzamento delle abitazioni che hanno l’ingresso presidiato da chi svolge liberamente la professione di prostituta. I nostri Amministratori pensano che tutto questo sia un valore aggiunto per il tanto decantato Secondo Polo Turistico? E’ tanto difficile sbattere fuori queste indesiderate lavoratrici autonome? E’ così complicato far presidiare da Forze dell’Ordine o Vigili Urbani, in modo costante e continuativo le strade più “battute”? Ma il problema è un’altro: ci sono abbastanza uomini di Pubblica Sicurezza con auto munite di pieno di benzina, disponili per questo servizio di tutela dei cittadini? Ma questo è un altro discorso che affronteremo più avanti… Non si può pensare che la pazienza delle persone duri all’infinito, e noi siamo abbondantemente stufi.

Il direttore

1


sommario maggio.giugno 2011

MAGAZINE

Periodico di attualità Anno II - numero 3 mag/giu 2011

EDITORE Top Editoria Eventi S.r.l. P.le degli Archivi, 41 00144, Roma

ATTUALITÀ

INCHIESTA

ROMA FORMULA FUTURO

L’italia cafonal dei cellulari

Tripoli intrigo internazionale

Superstars Int. Series

4

8

12

COSTUME E SOCIETA’

FATTI E PERSONAGGI

SPETTACOLO

Roma Provincia Creativa

Intervista a Khoi Vinh

Elisabetta Pellini

18

20

24

ARTE E CREATIVITA’

QUESTION TIME

SPECIALE SPOSA

Primavera d’arte

PuttanTour

Tutte le novita’

Registrazione Tribunale di Roma n. 144/2010 del 1/4/2010 Direttore Responsabile Gilda Maria Tucci Camuri Vicedirettore Simone Stirati Segreteria Amministrativa Tiziana Mercuri Collaboratori Fabiana ACACIA Stefania ALETTI Marco CANNAVICCI Beatrice CAMPAGNA Deborah FERRIGNO Enrica GARZILLI Cinzia GIORGIO Andrea LOVELOCK Simone NASTASI Oriana RIZZUTO Susanna RUSSELLO Alex SALLUSTI Sam STONER Manuela SCAGLIA Roberto SELLITTO Gianni TRAPANI Redazione Piazzale degli Archivi, 41 00144, Roma Tel/Fax 06 5917953 Email: info@e42magazine.com Sito: www.e42magazine.com

V.le Romolo Murri

Palazzo della Civiltà Italiana

Confindustria

Chiesa S.S Pietro e Paolo V.le Umberto Tupini V.le Europa

Via Monte del Finocchio

Pubblicità Top Editoria Eventi S.r.l. P.le degli Archivi, 41 00144, Roma Tel/Fax 06 5917953 Email: info@topeditoriaeventi.com Sito: www.topeditoriaeventi.com Foto di copertina AMGT MAD CREATIVE Foto di Stefano Mileto Foto TOP Editoria Eventi S.r.l., Stefano Mileto e Guglielmo Rota, Roberto Boccascino, Giorgio Bonomo, Greta Gulienetti Grafica e impaginazione AMGT MAD CREATIVE Stampa Miligraf S.r.l. Via degli Olmetti, 36 00060 Formello Tel. 06 9075142 Stampato su carta ecologica Fedrigoni Symbol Free-Life E’ vietata la riproduzione totale e parziale di tutti i testi, la grafica, le immagini e gli spazi pubblicitari realizzati da Top Editoria Eventi S.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Periodico iscritto all’

2

V.le dei Primati Sportivi

Archivio di Stato

V.le della Tecnica

V.le del Ciclismo

V.le dell’Umanesimo

Fungo V.le Libano

V.le dell’Oceano Pacifico

28 14

Missing

Via Indonesia

V.le dell’Umanesimo

37 16

Psiche e società

56 32

Tecnologia

40

Physique Du Role

36

Question Time

42

Cronaca

44

Playnews

46

I nostri ragazzi

48

Leggiamo

52

Shopping all’Eur

66

Wedding planner

68

Chick-Post

Cinenews

70

Fatti di...vini

72

Il sublime piacere del gusto

74

Quattro zampe e una penna

78

Save the date


RETROSPETTIVE La nascita dell’EUR. Volti, gesti e architetture.

Scena di lavoro davanti al Palazzo della Civilità Italiana, 1939 Immagini dell’archivio storico fotografico di EUR S.p.a.

3


AttualitĂ

Pronto?

No, non mi disturba affatto... L’Italia cafonal dei telefoni cellulari

4

di S.N.


Roberto D’Agostino Ideatore del blog Dagospia

Tanti ricorderanno Raniero Cotti Borroni, il popolare medico del film i

successive e più recenti. Tra i mezzi a due ruote, Scarabeo o Sh hanno

Viaggi di Nozze, la divertemente commedia, targata Carlo Verdone in

rappresentato il benchmark in termini di popolarità tra i quattordicenni

versione regista e attore. Nei panni di un medico dagli atteggiamenti

del momento. Esserne in possesso voleva dire non solo autonomia, ma

insopportabili per la moglie Fosca, cioè Veronica Pivetti, che alla fine,

anche la possibilità che qualche ragazza chiedesse di salire a bordo per

straziata, decide di buttarsi da una finestra. Lui, il medico sempre re-

essere accompagnata. Semplicemente un mezzo di rimorchio, oltre che

peribile al cellulare oltre qualsiasi deontologia e sempre disposto a

un veicolo di trasporto. Il telefonino nei primi anni Novanta era un’assolu-

parlare con i suoi interlocutori. Persino nel mentre della cerimonia

ta novità. Soltanto i ceti più elevati potevano permettersi un apparecchio

nuziale. Addirittura nella consumazione della prima notte di nozze.

che nel più normale dei casi poteva costare milioni di vecchie lire. Nel

E’ innegabile che il telefono cellulare, nel 2011 sia ormai un mezzo

1990 il Motorola, il primo dei telefoni messi in circolazione dall’allora Sip,

imprescindibile per il lavoro e la famiglia, d’accordo. Permette di rag-

era un lusso che pochi potevano permettersi. Qualche anno più tardi

giungere ed essere raggiunti in qualsiasi momento i propri colleghi di

avere il Motorola significava essere rimasti all’età della Pietra. Raniero

lavoro o più semplicemente il proprio partner o i propri figli. Non solo

Cotti Borroni non può essere certamente considerato il prototipo dei ma-

comunicazione però. Anche connessione ad Internet, posta elettronica

riti per antonomasia. Fedele per carità ma insopportabile nei modi a tal

o adesso Facebook. Insomma uno strumento oggi assolutamente al

punto da portare la moglie a decidere di togliersi la vita. Lasciamo la sto-

passo con i tempi e necessario. Di più, nelle fasce anagrafiche più gio-

ria alla bravura di registi e attori cinematografici. Prendiamo però come

vani non solo il possesso ma anche modello e marca rappresentano

esempio di analisi, uno dei motivi di insopportabilità di Raniero. La voglia

indici di appartenenza ad un gruppo o alla moda del momento. Un

di rispondere sempre e comunque al cellulare anche quando non do-

po’ come la vespa negli anni Sessanta o il motorino per le generazioni

vrebbe. Una moda che non è affatto surreale ma anzi è piuttosto usata

5


nella società consumistica attuale, in Italia forse più che altrove. Quanti

15%, quello di elettrodomestici del 7%, il consumo di telefoni cellulari è in-

sono allora i Raniero Cotti Borroni che rispondono al telefono sempre e

vece aumentato del 15%. Come a stabilire che gli italiani, guidano meno,

comuque in qualsiasi momento della loro giornata? Eppure in Italia non

viaggiano forse meno ma comunicano di più. A stabilirlo sono stati alcu-

mancano le eccezioni. O ancora, più semplicemente coloro che non si

ni dati rivelati dall’agenzia tedesca Reuters. Qualche anno fa la crescita

vogliono negare mai il piacere di una conversazione. O il messaggino.

esponenziale dei compratori di telefonini aveva portato l’Organizzazione

Anche quando sono a tavola. O in ufficio durante una riunione di lavoro.

Mondiale della Sanità a chiedersi se l’utilizzo di tali apparecchi potesse in

Oppure nel mentre di una semplice conversazione. C’è chi addirittura

qualche modo essere dannoso per il sistema nervoso degli esseri umani.

per ovviare al problema casa-lavoro, decide di dotarsi di due telefoni,

La ricerca Interphone ha impiegato circa 13 mila persone nel mondo, in

ognuno per le rispettive esigenze. Oppure c’è chi esagera arrivando a

13 diversi Paesi. Il più grande studio messo a punto nella storia. Soldi e

tre a volte quattro. Per le amanti forse, per affari o per altri motivi chissà.

cervelli impegnati nello stabilire se il telefonino potesse essere una possi-

Antonio Giuliani, il popolare comico romano, era solito ricordare la moda

bile causa di tumori cereberali. Secondo gli analisti i risultati finali, prodotti

dei più telefonini in uno dei suoi spettacoli. “ Due orecchie, tre telefonini-

dalla ricerca, non sono stati però soddisfacenti. Non in linea con le attese

diceva Giuliani- me dovete spiegà che vordì sta’ moda” Il giornalista re

data anche la mole di risorse impiegate. La ricerca ha però quanto meno

del gossip D’Agostino, l’inventore del celebre blog Dagospia, non avreb-

permesso di stabilire che l’utilizzo di un cellulare non provoca, come inve-

be problemi invece a qualificare la tendenza come molto cafonal. Ma è

ce era stato ipotizzato, un incremento nel rischio di gliomi e meningiomi, i

veramente cafonal l’utilizzo del cellulare in Italia? O forse è più corretto

tumori al cervello per antonomasia e per lo più con alta percentuale ma-

dire chi sono i cafonal, cioè coloro che ne fanno un uso smodato, esage-

ligna nei casi. Dallo studio è emerso inoltre come durante le conversazio-

rato? In Italia un rapporto Istat del 2001 stabiliva che le due certezze del

ni vocali l’energia elettromagnetica emessa dall’antenna venga in parte

momento erano i telefonini cellulare e la predisposizione dei bambini a

assorbita immediatamente circostante il telefonino. Senza quindi arrivare

stare con i nonni anziché all’asilo fino a tardi. Altre ricerche, questa volta

fino alle parti più sensibili del cervello. E’ cresciuto infatti sempre secondo

del 2004, stabilirono che l’87% degli italiani possedeva all’epoca alme-

gli analisti, di pari passo con l’utilizzo del cellulare anche il tasso di co-

no un cellulare. Da un sondaggio datato 2006 del portale Alice Telecom

scienza ecologica dei consumatori di apparati tecnologici, che conside-

emerse che per il 32% delle persone intervistate il telefono cellulare è

rano importante l’acquisto di strumenti che inquinino in misura sempre

stata l’invenzione più utile che ha reso maggiormente gradevole la vita

minore. Una ricerca più recente operata da Nexplora per Samsung Italia

quotidiana. Molto più, sempre secondo il sondaggio, di quanto lo ab-

ha invece rivelato che per il Natale 2010, l’oggetto preferito come regalo

bia fatto l’invenzione e l’utilizzo dell’aria condizionata nei mesi più caldi

è stato proprio il telefonino meglio se smart phone, la nuova versione e

dell’anno. Secondo il Censis invece tra il 2003 e il 2007 la percentuale di

ancora meglio se a basso impatto ambientale. Insomma ingrassano le

giovani tra i 15 e i 29 anni che utilizza il telefonino è stratosferica: il 97%.

aziende di Telefonia, aumenta il numero dei cellulari in circolazione. Cre-

Secondo il quotidiano torinese la Stampa l’aumento in percentuale dell’u-

sce la voglia di comunicare tra la gente. Aumentano i cafonal. Aumenta

tilizzo di cellulari in Italia nel periodo 2002-08 sarebbe stato del 189%.In

però anche l’essere cafonal a basso impatto ambientale. Una notizia

uno dei due anni orribili dell’ultima crisi economica, il 2009, nel momento

positiva tra gli eccessi. Almeno questo verrebbe da aggiungere.

peggiore per redditi e consumi, se l’acquisto di auto e moto è calato del

6


Life is...joy Gioielli - Jewels

Reverso 80 anni Jaeger Le Coultre Nel 2011, anno dell’ 80° anniversario, Jaeger Le Coultre si appresta ancora una volta a sorprendere e a conquistare gli appassionati rimanendo fedele alla propria leggenda ma, contemporaneamente, spingendosi molto più in là sul fronte creativo. Un risultato reso possibile dal Grande Reverso Ultra Thin, dal Grande Reverso Duo e dal Reverso Répétition Minutes, tre orologi inediti che rispecchiano le radici del modello, ma ne rielaborano profondamente la tecnologia e l’este-

presso Gioielleria Fattori, Viale Europa, 83/85 - www.fattorieur.it

grafica di AMGT Mad Creative

tica.

7


Inchiesta

TRIPOLI Intrigo internazionale

Il conflitto che la Francia ha voluto intraprendere contro Gheddafi ha avuto per il nostro Paese il sapore amaro della beffa. di Simone Nastasi

8

La guerra in Libia è stato senza dubbio l’avvenimento più importante nella

lia è stato senza dubbio la partita disputata contro la Francia. A partire

politica estera del governo guidato da Silvio Berlusconi. Nella Seconda

dalla strategia politica del presidente transalpino Nicolas Sarkozì che da

repubblica non era mai accaduto prima che l’Italia dovesse prendere

subito avrebbe voluto ottenere la regia delle operazioni militari. La voglia

parte ad un conflitto contro uno Stato suo partner commerciale. Il conflitto

di grandeur di Parigi è materia storica da Napoleone al colonialismo eu-

che l’Alleanza occidentale ha voluto intraprendere contro Gheddafi ha

ropeo, quando Gran Bretagna, Francia e Italia si spartirono la presenza

avuto per il nostro Paese il sapore amaro della beffa. L’Italia oltre ad aver

negli Stati del Maghreb. Ma la voglia di uccidere Gheddafi è un pallino

perso la vagonata di miliardi libici dirottati in alcune grande aziende stra-

di Parigi da molti anni. E soprattutto è qualcosa che ha che fare con le

tegiche (Eni, Finmeccanica, Unicredit solo per citarne alcune), ha dovuto

pagine più brutte della storia d’Italia. Il giudice Rosario Priore, racconta

affrontare sola, senza l’ausilio di alcuno degli altri Stati cosidetti amici né

nel suo libro “Intrighi Internazionali” che la strage del Dc9 Itavia esplo-

dell’Unione Europea, le migliaia di immigrati scappati dalle rivolte magh-

so nei cieli di Ustica venne causata da un missile lanciato da un aereo

rebine. Dopo oltre due mesi di scontri il Colonnello Gheddafi che secondo

da caccia francese decollato dalla Corsica. Obiettivo di quell’operazione

alcuni tra cui il ministro Frattini potrebbe essere stato ferito, è ancora vivo.

sarebbe dovuto essere il Colonnello Muammar Gheddafi che sarebbe

Sono morti però suo figlio più giovane di anni ventinove Saif al Arab e i

dovuto transitare con il suo aereo sulla medesima traiettoria. Avvertito in

suoi nipotini cioè i figli di quest’ultimo rimasti uccisi in seguito ad un bom-

tempo anche quella volta il rais libico riuscì a salvarsi. Morirono però tutti

bardamento aereo.

i passeggeri del Dc 9. Il fatto avvenne in acque territoriali italiane e se-

Se non è possibile al momento stendere un bilancio complessivo della

condo il magistrato che più di altri ha indagato sulla strage di Ustica non

guerra dato il suo corso ancora in atto sono però possibili altri genere di

fu affatto un’atroce coincidenza. Fu invece la “punizione” che Parigi volle

considerazioni. Per esempio l’individuazione dei meta-conflitti esistenti

infliggere all’Italia per la sua politica estera mediterranea troppo vicina

che hanno caratterizzato la campagna libica. Il più importante per l’Ita-

al Colonnello. Priore fu titolare per anni dell’indagine su Ustica e dopo


l’archiviazione delle indagini ha voluto raccontare nel suo libro una verità

saldamente al comando per 42 anni, ha funzionato da stabilizzatore per

storica che si discosta di tanto dalla verità giudiziaria che non ha portato

l’intera area geografica. Il regime del Colonnello così come quello di Mu-

alcun colpevole.

barak hanno tenuto a freno le ambizioni dell’Iran sciita tra gli Stati del Ma-

L’Italia con la Libia ha sempre intrattenuto rapporti particolari, derivanti

ghreb. Lo stesso si è potuto dire per l’Iraq di Saddam Hussein nel cuore

dalla storia dei due Paesi e negli ultimi anni dal rapporto tra i due gover-

del Medio Oriente,fino al 2003, anno della cacciata del Rais iracheno. L’

nanti, Silvio Berlusconi da una parte Muammar Gheddafi dall’altra.

eliminazione di Saddam oltre ad aver trasformato l’Iraq in una polveriera,

Un rapporto mal visto nelle istituzioni internazionali di cui l’Italia è mem-

ha lasciato campo libero alla crescita regionale dell’Iran, fino a quel mo-

bro perché Gheddafi è considerato dal mondo occidentale uno spietato

mento principale avversario del Rais iracheno. Oggi la Repubblica Isla-

e sanguinario dittatore. Gli americani, dai tempi di Reagan che definì il

mica dell’Iran, di appartenenza sciita, è la prima minaccia per Israele in

Colonnello un “cane pazzo” all’ultimo presidente repubblicano George W.

Medio Oriente. Con Obama alla Casa Bianca i rapporti tra Washington e

Bush, hanno sempre visto il Raìs libico con il fumo negli occhi. A parole

Tel Aviv non sono così automatici come una volta anche se c’è da credere

tutti volevano eliminare politicamente il dittatore, qualcuno ha provato a

che difficilmente l’America potrà privarsi dell’appoggio israeliano. La Tur-

farlo, nessuno fino ad oggi ci è mai riuscito. Reagan provò ad eliminarlo

chia invece ha preso le distanze dal governo di Tel Aviv dopo i massacri

nel 1988, dopo l’attentato nei cieli di Lockerbie all’aereo della Panam di

israeliani nell’operazione Piombo Fuso prima e l’attacco alla nave turca

cui Gheddafi rivendicò le responsabilità. La Casa Bianca ordinò il bom-

Marmara poi. Erdogan in precedenza aveva sempre manifestato il suo

bardamento della dimora del Rais libico, che avvertito in tempo, si è detto

appoggio all’asse Stati Uniti –Israele. Ma la partita non interessa solo due

da Bettino Craxi, riuscì a salvarsi. Negli anni seguenti la situazione si sta-

Stati perché è la Francia in questo momento ad essere attenta agli svi-

bilizzò ma sono in molti a credere che le inchieste contro Craxi negli anni

luppi geopolitici nella regione. La guerra in Libia è solo l’ultimo punto di

Novanta ad opera dei magistrati milanesi fossero alquanto ben viste al

un programma ben più ampio che arriva fino agli Stati arabi più Est. Il

di là dell’Oceano. Il motivo: sempre lo stesso. Essere stato troppo vicino a

premier francese Sarkozì avrebbe voluto che al suo governo fosse data

Gheddafi a tal punto da volerlo avvertire di un attentato nei suoi confronti.

la regia delle operazioni militari; insieme al britannico Cameron è stato

In un’epoca come quella attuale, dove gli stati occidentali consumano

il primo a volere gli attacchi sulla Tripolitania, anche prima di Obama. Il

petrolio poco meno dell’acqua minerale la Libia ha garantito il costante

quale infatti non ha mai manifestato pubblicamente l’intenzione di sfo-

approvvigionamento di oro nero ai paesi importatori tra i quali l’Italia. Il

derare un attacco militare in piena regola, lasciando che fossero gli Stati

Belpaese importa dalla Libia il 10% del proprio fabbisogno energetico e

europei geograficamente più interessati alla questione ad agire in prima

lo stato africano è uno dei primi partner commerciale per il Belpaese. Da

linea. Come già accaduto dentro i suoi confini, Obama ha dovuto fare

qui le perplessità di Berlusconi sull’intervento armato che Sarkozì invece

marcia indietro quando ha capito che le mire di Sarkozì andavano ben

auspicava sin dal primo momento. Inoltre la presenza del Rais, rimasto

oltre la defenestrazione di Gheddafi. Parigi vuole subentrare agli Stati

9


Uniti nei rapporti tra Washington e i regimi sunniti arabi in chiave anti

di azioni anche fuori del patto, è nei fatti la controllante di Edison. C’è poi

sciita e quindi iraniana. Le recenti mosse del governo francese inducono

la questione immigrati dove è in un atto un vero e proprio scontro, questa

a pensare in questa direzione: Parigi ha stretto accordi con Emirati ed

volta senza mezzi termini né bassi profili. Il ministro degli Interni italiano,

Arabia Saudita, in quest’ultimo caso per lo sviluppo di un programma

il leghista Roberto Maroni è arrivato a chiedere, senza alcun effetto, l’e-

nucleare a scopi civili. Ne parla Carlo Pelanda in un articolo pubblicato

sclusione della Francia dagli accordi di Shenghen dopo il rifiuto di Parigi di

da il Sussidiario.net. Ecco allora che il comando delle operazioni è rien-

collaborare alla gestione dei flussi migratori. Le ultime notizie parlano di

trato sotto l’egida di Washington essendo stato consegnato alla Nato,

altri 1700 arrivi sull’isola di Lampedusa che si vanno a sommare alle mi-

l’organizzazione militare atlantica dove il peso della Francia è presso-

gliaia già sbarcate sull’isola dagli inizi della “primavera araba”. Il governo

ché irrisorio in confronto a quello americano. Nel golfo Persico è forte il timore che gli sciiti riescano a prendere il potere. Gli Stati governati da regimi sunniti pensano che le rivolte maghrebine possano alimentare la voglia di ribellione anche nei loro territori. E’ il caso dell’Oman, del Bahrein, dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi In Bahrein le rivolte contro il regime degli Al Khalifa, animate da gruppi sciiti sono state represse con l’intervento delle truppe saudite. Ma qual è il ruolo dell’Italia? L’Italia ha temporeggiato fino quando ha potuto in virtù dei rapporti esistenti tra Berlusconi e Gheddafi. Alla fine il governo italiano ha dovuto appoggiare le operazioni della coalizione data la sua posizione geografica che la rende un avamposto strategico per qualsivoglia operazione militare nel Mediterraneo. La partecipazione italiana alla missione libica non è stata però esente da condizioni. Berlusconi ha chiesto ed ottenuto l’intervento della Nato per togliere potere a Sarkozì che insieme al premier britannico conservatore Da-

francese ad un anno dalle elezioni presidenziali non ha voluto ulteriori

vid Cameron aveva già messo le mani sulla direzione operativa. Mai

grane, dopo già le perdite di consensi registrate in patria. Sarkozì ha vo-

come in questo momento Italia e Francia sono avversari su più fronti.

luto evitare di gestire in prima persona la faccenda viste le difficoltà che

Non solo la geopolitica ma anche la finanza e i suoi potentati. La scala-

il governo transalpino ha avuto con gli immigrati dentro i propri confini. Il

ta della francese Lactalis nel capitale di Parmalat ha costretto Tremonti

delicato momento politico ha così sconsigliato al presidente francese di

a varare un decreto che stoppasse l’avanzata dei francesi. Il ministro

intraprendere qualsiasi iniziativa dai toni solidali ma dai contenuti spinosi.

dell’Economia sta valutando inoltre la possibilità di “blindare” alcuni set-

La guerra in Libia potrebbe riportare a casa i voti di qualche nazionalista

tori strategici attraverso una legge proprio come accade in Francia. A

“gollista” ma la massa di immigrati che vorrebbe entrare in Francia e ri-

preoccupare il ministro Tremonti non c’è stata soltanto la vicenda della

manerci rischia di diventare un problema troppo difficile da affrontare.

società di Collecchio ma anche la Edison, azienda multinazionale stra-

Per questo la posizione del governo transalpino si è mostrata nettamente

tegica partecipata dal Comune di Milano e considerata strategica a li-

contraria ad accogliere le proposte italiane. Berlusconi e Sarkozì hanno

vello nazionale poiché operante nel settore energetico. Una vicenda che

preso parte ad un vertice in cui hanno dichiarato ufficialmente all’Europa

per molti aspetti ha certificato il fallimento di ogni azione politica volta a

e al Mondo che non ci sono attriti tra Italia e Francia. Ufficialmente però.

bloccare qualsiasi ingresso di capitale straniero nelle società quotate.

Immigrazione, geopolitica e finanza rendono la partita molto più animata

La metà delle quote del capitale di Edison sono infatti detenute da EdF

di quanto vogliano far credere le strette di mano e i sorrisi tra i due pre-

ovvero Eletricitè de France. L’altra metà da Delmi, un gruppo di aziende

sidenti. Italia-Francia non sarà mai soltanto una partita di calcio.

ex municipalizzate spinte da Mediobanca ad entrare in Edison per bilanciare la presenza francese. Delmi e Edf sono legate da un patto pa-

10

rasociale anche se la multinazionale francese, detenendo un pacchetto


info@hoteldeicongressiroma.com www.hoteldeicongressiroma.com

11


Roma Formula Futuro

Superstars

International Series:

dall’EUR al mondo, un debutto da prima della classe

La serie, evento di punta di Roma Formula Futuro, l’innovativo progetto targato FG Group che porta in dote alla Capitale grandi eventi di sport, cultura, musica, entertainment, ha subito registrato il record di spettatori

12

Berline in versione racing con motori V8 e 500 cavalli, team di alto

con 28.000 presenze nel weekend, di cui 24.000 che la domeni-

livello, grandi piloti, giovani talenti emergenti. E’ questa la formula

ca hanno seguito le avvincenti sfide della Superstars International

che, assieme ad una perfetta organizzazione, ha consentito un

Series e della Gtsprint International Series, nonché le due gare del

avvio da record per la stagione 2011 della Superstars Series, il cui

Ferrari Challenge, superando così il precedente record di 24.000

primo round è andato in scena tra l’8 e il 10 aprile sul circuito di

spettatori a Vallelunga ad ottobre 2010. La serie, che rappresenta

Monza. La serie ha infatti registrato subito il record di spettatori

oggi di fatto lo stato dell’arte nel mondo delle gare automobilisti-


che, è uno degli eventi di punta di Roma Formula Futuro, l’innovati-

RMF rappresentano ormai un evento da non perdere per gli appas-

vo progetto targato FG Group che porta in dote alla Capitale grandi

sionati, che possono vivere una giornata con il top delle competizioni

eventi di sport, cultura, musica, entertainment, fiere e congressi allo

motorsport, guardando le gare dalle tribune ma anche incontrando i

scopo di soddisfare le esigenze di un pubblico vasto ed eterogeneo

campioni e “toccando” le vetture nel paddock. Alla base del successo

ed attrarre nella Capitale oltre 2 milioni di persone provenienti da tutte

di Monza c’è senza ombra di dubbio l’eccellente lavoro organizzativo

le nazioni del mondo. Per quanto riguarda i risultati delle gare, Mi-

e di promozione di Fg Group: non è un caso che la nuova “Fan Page”

chela Cerruti è stata la vera protagonista della Superstars di Monza:

di Facebook abbia già superato gli 11.000 collegamenti e il Free Ticket

la lady del team Romeo Ferraris, al volante della sua Mercedes C63

dedicato a Monza sia arrivato a 15.000 biglietti, portando a 30.000

AMG, ha infatti conquistato una splendida vittoria in Gara 2, dopo il

gli appassionati registrati alla newsletter Superstars. Oltre che “sul

secondo posto di Gara 1, infiammando i 24.000 spettatori che l’hanno

campo”, il successo è stato bissato anche nello share televisivo, sia

incitata fino alla bandiera a scacchi. Una vittoria sudata, maturata

a livello nazionale sia internazionale. In Italia Rai Sport ha dedicato al

dopo aver scavalcato il compagno di squadra Max Pigoli, vincitore

round di Monza 4 ore di trasmissione live, ma a poter seguire in diret-

di Gara 1, e aver duellato con la Jaguar XF di Francesco Sini (Ferlito

ta le gesta dei protagonisti della SUPERSTARS SERIES e della GTSPRINT

Maurizio Flammini Chairman FG Group

Motors), secondo nonostante i problemi di spegnimento del motore

sono stati i telespettatori di oltre 36 nazioni, ed oltre 176 nazioni con

accusati durante l’intera giornata. Al terzo posto la Maserati Quat-

gli “as live”, gli highlights e le news. L’offerta internazionale conta, tra

troporte dello Swiss Team con Andrea Chiesa. Nella Gtsprint Interna-

le nazioni top, paesi come Francia, Inghilterra, Spagna, Belgio, Nor-

tional Series ci sono stati invece debutto e vittoria per Max Mugelli e

vegia, Svezia, Finlandia, nonché il circuito televisivo Motors TV.

Andrea Palma, che sul circuito di Monza hanno ottenuto un successo a testa con la Ferrari 430 della Vittoria Competizioni, coronando come meglio non potevano questo inizio di stagione. I weekend proposti da

13


G N I S

S I M ne o s r e P

rse a p com

s

Mia sorella Emanuela Il “caso Orlandi”. Un intrigo internazionale coperto dal segreto di Stato e dal segreto Pontificio. Ventotto anni di silenzi, depistaggi, menzogne. Oggi, Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, rivela le sue verità nel libro “Mia sorella Emanuela”scritto a quattro mani con il giornalista del Corriere della Sera Fabrizio Peronacci.

Natalina Orlandi, Presidente Penelope Lazio. L’associazione che si occupa della tutela delle famiglie degli scomparsi.

di Simone Stirati “Mia sorella Emanuela” è una sorta di diario che ripercorre le tappe fondamentali di questa lunga tragedia che arriva sino ai giorni nostri, uno sfogo contro la Chiesa che, secondo Pietro Orlandi, sa tutto ma continua a tacere. Nelle pagine del libro, Pietro Orlandi racconta del colloquio che ha avuto con Alì Agca il feritore del Papa, della prova che Emanuela era viva un mese e mezzo dopo la sua scomparsa, parla delle piste non seguite dai magistrati e che forse sarebbero potute servire per ritrovare sua sorella. Ma soprattutto Pietro Orlandi cerca di smuovere la Chiesa. Papa Wojtila sapeva tutto ed è morto con quel segreto chiuso dentro di sé. Anche Papa Ratzinger conosce ogni dettaglio della faccenda e Pietro Orlandi lo esorta a parlare. Perché in fondo Pietro Orlandi, così come tutti i familiari, non ha mai smesso di sperare e ancora oggi spera che si possa far luce su questa tragica scomparsa. Nella prima parte del libro, Pietro Orlandi offre anche un ritratto di Emanuela vivido e ricco di dettagli. Andando al di là della semplice fotografia che ognuno di noi ormai conosce sin troppo bene, Pietro racconta l’adolescenza di una ragazza tranquilla amante della musica e della scuola, di una ragazza che si divideva tra gli amici, la famiglia e il catechismo, una ragazza piena di vita e di sogni, fino a quel tragico 22 giugno 1983, il giorno che non fece ritorno a casa. Emanuela fu inghiottita in una vicenda più grande di lei, in intrighi internazionali e terrorismo che nessuno avrebbe mai potuto credere possibili ma che oggi invece sappiamo essere una purtroppo ben solida realtà. “Io so chi ha rapito Emanuela – dichiara Pietro Orlandi in un’intervista a Fanity Fair. - È un sistema, un intreccio di poteri che collegano il sequestro all’attentato a Wojtyla. I mandanti volevano condizionare la volontà del Papa. Ho sempre pensato che in questa vicenda vi sia la responsabilità di più persone e che si tocchino livelli molto alti. Mi aspettavo che i magistrati mi convocassero dopo l’incontro con Agca, ma, a distanza di quindici mesi, nessuno ancora mi ha chiamato. Mi auguro che lo facciano adesso...” “Io e la mia famiglia non ci arrenderemo mai, – dice Pietro ai microfoni di Radio Radicale.

14

La copertina del libro “Mia Sorella Emanuela” di Pietro Orlandi, fratello di Emanuela. Autori: Fabrizio Peronaci e Pietro Orlandi Edizioni: anordest Pagine: 288, B/N Prezzo: Euro 18,00


MISSING Persone scomparse

– A Emanuela è stato negato di scegliere per la propria vita e questo non

riuscito a decine e decine di magistrati e forze dell’ordine per tanti anni.

si può accettare.

Ebbene, oggi posso dire che qualche passo in avanti, verso la verità è

“Non tollero più le reticenze del Vaticano che continua a non collaborare,

stato fatto. La lunga analisi degli atti giudiziari e il ripescaggio degli ap-

come pure i preconcetti di alcuni magistrati convinti che la famiglia Or-

punti che Pietro aveva ha consentito di ricomporre questa storia con

landi sapesse tutto e che non c’era da nulla da ricercare.”

chiavi di lettura che fino a oggi non sono mai state affrontate.

Tra le tante piste non seguite c’è quella di Bolzano a solo un mese e

“La vicenda di Emanuela viaggia su due livelli: una è la tragedia di una

mezzo dalla scomparsa di Emanuela. “Ci furono due testimonianze, –

ragazzina che esce per andare a scuola di canto corale e non torna più

prosegue Pietro su Radio Radicale, - un’insegnante di pianoforte che

a casa la sciando la famiglia in uno stato indicibile; poi c’è la vicenda

ricevette nel cuore della notte la telefonata di una ragazza che disse di

come specchio di un’epoca, gli anni ottanta. Questo libro restituisce a

essere Emanuela Orlandi e di chiamare la polizia e, pochi giorni dopo,

Emanuela l’onore della persona, visto che oggi è sentita più come em-

una donna che dalla sua casa vide una ragazza (che poi riconobbe es-

blema di un mistero irrisolto. La seconda parte il 22 giugno del 1983. Il

sere Emanuela da un rilievo fotografico) scendere da una A112 targata

primo a spostare la vicenda da un piano privato a un piano planetario

Roma ed essere portata in una abitazione; e pochi giorni dopo la vide

è Papa Giovanni Paolo II che dieci giorni dopo il sequestro parla di Ema-

prelevare da un’altra persona. I proprietari dell’abitazione negarono tut-

nuela in piazza S. Pietro durante l’Angelus con un appello ai rapitori. Da

to così come la persona che prelevò Emanuela che risultò essere Rudolf

questo momento il libro segue un balletto di messinscena, depistaggi e

di Teuffenbach (capocentro Sismi della sede di Monaco, così risulta agli

rivendicazioni di ogni genere. Vengono chiamati in causa il vaticano, i

atti. Ndr). Quella pista non fu mai seguita, tanto per capire come furono

servizi segreti dell’Est e dell’Ovest, organizzazioni finanziare, gang mala-

condotte le indagini.”

vitose, terrorismo turco. Da tutto questo abbiamo ricavato degli elementi

Il giornalista del Corriere della Sera Fabrizio Petronacci, coautore del

che possano dare all’inchiesta, tuttora aperta, un nuovo impulso.”

libro, ricorda l’incontro con Pietro Orlandi avvenuto in una conferenza stampa di presentazione di una legge regionale per il sostegno ai familiari delle persone scomparse. “In quell’occasione, – dice Petronacci ai microfoni di Radio Radicale, - chiesi a Pietro se era interessato al progetto, lui ci pensò e poi disse che avrebbe accettato solo se fosse riuscito a fare qualche passo in avanti nella ricerca della verità. Io non glielo dissi ma mi domandai come fosse possibile fare passi in avanti se non era

Per informazioni e segnalazioni scrivere a ASS. TERRITORIALE PENELOPE LAZIO

ASS. PENELOPE NAZIONALE

COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL

REDAZIONE E42 MAGAZINE

Presidente: Natalina Orlandi

Presidente: Elisa Pozza Tasca

GOVERNO PER LE PERSONE SCOMPARSE

Tel. 06 5917953

Via Stellanello, 9 – 00168 Roma

Sede Nazionale: Salita De Crescenzi, 30

Prefetto Michele Penta

info@e42magazine.com

Tel. 347 1045017

00186 Roma

Via Urbana, 9 – 00100 Roma

e-mail: penelope_lazio@libero.it

Tel. 335 7204449

e-mail: ufficiocommissario.persone-

sito: www.penelopeitalia.org

e-mail: info@penelopeitalia.org

scomparse@interno.it

sito: www.penelopeitalia.org

tel. 06/46548389

15


Psiche e società L’individuo tra comunità e solitudine

Poco sapere, molto temere Sempre più spesso ci capita di leggere nelle statistiche comparative tra i

altri modi di cui non abbiamo nemmeno avuto conoscenza. In tutte que-

vari livelli di scolarizzazione e cultura dei cittadini italiani a confronto con

ste occasioni, accanto all’abile parlantina del venditore si abbina la nostra

gli altri europei, che i nostri concittadini vantano i livelli di conoscenze fra

carente cultura specifica per cui non siamo in grado di giudicare, capire,

i più bassi d’Europa. Le nostre percentuali di diplomati e laureati sono

valutare, criticare, soppesare quanto ci viene detto. Ed è proprio unendo

basse a confronto con gli altri paesi europei ed in più abbiamo che sia-

insieme l’abilità a convincere con l’innocente “ignoranza” che si concretiz-

mo fra gli ultimi nella lettura di libri e giornali. La relativa bassa scolarizza-

zano facilmente e continuamente truffe, raggiri, furti di beni e di capitali. Atti

zione iniziale e la scarsa lettura successiva di libri e giornali determina un

criminali portati a termine con l’approvazione complice ed ingenua della

basso livello generale del sapere nella popolazione italiana, non come

vittima. Atti criminali molto diffusi ma sommersi nelle statistiche criminali

cultura generale, ma come prati-

poiché il più delle volte non vengono

che conoscenze per la vita di tutti i

nemmeno denunciati. Spesso quando

giorni. Tutto questo produce scarse

ce ne accorgiamo è troppo tardi per

ed insufficienti conoscenze in settori

rimediare, negare, annullare quanto è

importanti quali ad esempio l’eco-

stato pattuito e già dato. E quando ci

nomia, per cui spendiamo male i

accorgiamo che qualcuno ha abusato

soldi che guadagniamo, la salute,

della nostra buona fede e siamo pas-

per cui non tuteliamo il nostro be-

sati da stupidi, se non peggio, l’ultima

nessere con stili di vita adeguati al

possibilità che abbiamo per salvare

mantenimento della forma fisica ed

l’onore e la dignità è stare zitti, cercare

alla prevenzione delle varie forme

di nascondere, rimediare in silenzio e

morbose, la sicurezza, per cui non

dimenticare quell’attimo di ingenuità, il

ci accorgiamo delle insidie criminali

famoso “attimo del fesso”, in cui prima

che ci ruotano intorno e non pren-

o poi tutti ci dobbiamo passare.

diamo le necessarie contromisure. A proposito della sicurezza, è proprio lo scarso sapere specifico che ci conduce a prendere per buono tutto ciò che ci viene detto in modo convincente. Tutti noi abbiamo fatto sicuramente l’esperienza di come abili venditori o millantatori ci hanno rifilato delle solenni “fregature”. Ci è capitato con una polizza assicurativa, con un contratto di una utenza domestica, con una trattativa di affari, con una medicina miracolosa, con una vacanza da sogno, con dei titoli bancari… e chissà in quanti

16

di Marco Cannavicci Psichiatra forense e criminologo in Roma cannavicci.doc@gmail.com www.marcocannavicci.it


Via Cristoforo Colombo 551 - 00144 Roma - 0654210181 www.latavernadelporto.com Visita la nostra Location, visita il sito www.arounder.com

Grafica di AMGT Mad Creative - Foto di S.Mileto

Francesco Russello vi aspetta nel suo ristorante

17


Costume e societĂ

NASCE

romaprovinciacreativa.it La piattaforma web per la creativitĂĄ della Provincia di Roma di Oriana Rizzuto

18


Il sito RomaProvinciaCreativa.it è il nuovo capitolo del programma “Provincia Creativa” promosso dall’amministrazione provinciale a partire dal 2009, iniziato con vari progetti tra i quali il primo volume, presto il secondo, e poi il sito. RomaProvinciaCreativa è una piattaforma che vuole promuovere la visibilità delle industrie creative e dei talenti dell’area metropolitana e costruire un network che metta in contatto istituzioni, imprese, professionisti ed artisti dell’area metropolitana di Roma. Attraverso la sezione informativa on line, la piattaforma presenta la produzione culturale, artistica ed imprenditoriale della Provincia. La redazione del sito racconta le evoluzioni della realtà creativa del territorio, curando informazioni sul settore e dando spazio ai creativi ed alle loro realizzazioni. La sezione di contenuti user generated favorisce, come in un social network, gli scambi di informazioni e di opportunità professionali e diverrà un luogo virtuale per facilitare il dialogo tra le realtà culturali ed imprenditoriali del territorio. L’obiettivo della piattaforma della creatività è contribuire a costruire una community creativa di cui faranno parte, oltre ai protagonisti raccontati dalla redazione, anche esperti, associazioni di categoria legate alle professioni creative, enti di formazione, associazioni culturali e gruppi impegnati nella produzione culturale. Un tassello ulteriore del programma “Provincia creativa” che vuole costruire un luogo aperto in cui si raccolgono idee e proposte della “classe creativa” che abita il territorio e che vuole contribuire ad un’area metropolitana sempre più’ moderna ed integrata. Prossimo appuntamento il 24 e 25 giugno al Macro Future di Testaccio, in occasione delle Giornate della Creatività, in cui sarà presentato il secondo volume della raccolta RomaProvinciaCreativa. (foto di Barbara Oizmud)

19


Fatti e personaggi

Khoi Vinh il guru del design

Da Saigon a Design Director del New York Times online. Khoi Vinh si racconta per E42: stile, design, tecnologia, fashion, moda, web. di Enrica Garzilli traduzione dall’inglese di Deborah Ferrigno

20


Ha appena compiuto 40 anni e, nato a Saigon nel 1971 è immigrato con la sua famiglia negli Stati Uniti quando aveva 3 anni, poi ha trascorso la sua infanzia nella periferia di Washington in una Maryland suburbana. A dispetto di quella che in Italia potrebbe essere percepita come una situazione difficile, a 35 anni il graphic designer e blogger Khoi Vinh è diventato il Design Director del New York Times online. Ha coperto questa prestigiosa posizione da gennaio del 2006 fino a luglio del 2010. La sua responsabilità constava nel sovraintendere gli aspetti creativi dei continui miglioramenti tecnici apportati dal suo team: 11 collaboratori incluso un graphic director, architetti dell’informazione che hanno l’incarico di organizzare i lineamenti ed il flusso delle informazioni così che i lettori possano trovarle di facile accesso. Quando gli ho chiesto dei suoi progetti, mi sono reso conto che al momento attraversava un anno sabatico e che nel frattempo stava considerando svariate proposte di lavoro. Per il momento, vuole essere considerato un designer, un blogger, un autore. Nel suo blog dal titolo Subtraction (http://www.subtraction.com) parla delle sue esperienze lavorative e rivela i suoi pensieri e idee riguardo a stile, media, fotografia, iPad e ovviamente, web design. Quando e perché hai deciso di diventare un graphic designer prima e un interactive designer poi? Il mio interesse nel design, così come il mio interesse in quasi tutto ciò che mi appassiona, deriva dal mio originario interesse per il disegno. Quello, più il mio impulso di ricercare ordine e schemi in ogni cosa intorno a me, mi ha condotto al design. Ti consideri un artista o un artigiano, e perché? Ogni tanto me la fanno questa domanda e non ho mai veramente una buona risposta. Credo sia perchè non ci penso tanto. Trovo l’idea che qualcuno mi consideri un “artista” un tantino assurda. Cioè, se ti definisci un artista di professione nel senso che crei arte per venderla agli avventori, allora va bene ma, se sei un designer e continui a ripeterti di essere un artista, allora penso sia alquanto disonesto. Questo non vuol dire che io creda che i designer non possano essere degli artisti, certo che possono, ma credo questa sia una cosa alle quale non debbano pensare troppo. Quali sono le doti in particolare che un designer deve avere? I designer di qualsiasi genere dovrebbero essere bravi a risolvere problemi, ma prima di trovare le soluzioni dovrebbero davvero interessarsi ai problemi, a comprenderli profondamente. I designer dovrebbero essere scrittori anche, secondo me. Sei in grado di disegnare? Chi è agli inizi, deve saperlo fare? Si, so disegnare e mi piace molto. Per cominciare una carriera nel design non c’è bisogno di saper disegnare bene ma essere appassionati di disegno, indipendentemente dal livello di abilità. Aiuta veramente molto. Quanto dovrebbe essere bravo un designer nell’usare le nuove tecnologie? La regola d’oro a proposito di design e tecnologia è: “essere onesti col mezzo”. Qualunque sia la tecnologia, i designer dovrebbero davvero comprenderla a fondo: quali vantaggi e

21


svantaggi offre e come trovare una soluzione che appartenga veramen-

Lezioni di stile: cosa consiglieresti a uomini e donne (abbigliamento,

te a quella tecnologia. Cercare di sentire o far sembrare o funzionare

stile di vita e così via)?

una tecnologia come un’altra, non funziona quasi mai.

Non so cosa uomini e donne dovrebbero indossare, ma so cosa io vorrei

Quanto è stato difficile arrivare in cima e quanti anni avevi quando è

che tutti indossassero: lo stile del dopo guerra che abbiamo visto fra la

giunto a NY?

fine del 1950 e la metà del 1960 è quello che più mi attrae. Credo che gli

E’ costato tanto lavoro e dedizione, ma col senno di poi, credo di aver

uomini dovrebbero indossare abiti da uomo e le donne vestiti da donna.

trascorso un po’ troppo tempo lavorando dietro la mia scrivania quando

Credo che per essere alla moda “meno cose indossi meglio è”. Che

invece avrei dovuto fare molte più esperienze pratiche. Se quando avevo

ne pensi? Puoi definire cosa significa per te la locuzione “alla moda”?

20 anni avessi avuto uno stile di vita più versatile, sarei cresciuto di più

Se, come ho detto, lo stile è una conversazione, allora bisogna contribu-

credo, perché ho trascorso troppe notti e weekend a lavorare solo per il

irvi nella maniera più intelligente e arguta. Questo significa scegliere abiti

gusto di farlo mentre avrei potuto provare nuove cose che mi avrebbero

che riflettano la tua propria natura senza esagerare con mise bizarre.

aperto la mente a nuove idee.

Chi è il tuo fashion designer preferito?

Graphic designer e fashion designer hanno qualcosa in comune?

Non credo il lavoro di alcun designer mi sia piaciuto mai abbastanza da

Cosa?

poter identificare un preferito.

Credo siano del tutto differenti ma condividono almeno una cosa impor-

Verso quale direzione sta andando l’industria del design?

tante: per avere successo in ambo i casi, comprendere il cliente e cosa lui

L’enfasi sul concetto che il design come professione, lavori per il cliente,

o lei vuole ottenere dal tuo prodotto, aiuta molto.

comincia a scemare credo. Sempre di più sono i designer che diventano

Stile: cos’è?

imprenditori loro stessi. Credo che nei prossimi dieci anni assisteremo ad

Lo stile è una conversazione sull’estetica. Muta col mutare delle idee, del-

una esplosione di prodotti e business propostici da designer.

la condizione economica e dello stato d’animo delle persone che parte-

Chi è il designer, lo stilista, l’architetto, la città, la spiaggia o il posto

cipano a quella conversazione.

che ti piace di più in Italia? Un anno fa ho trascorso una settimana in Sicilia, a Cefalù, ed è stata una delle migliori vacanze della mia vita.

In alto: la homepage del New York Times

Sul nostro sito www.e42magazine.com trovate l’articolo integrale con l’intervista in inglese.

Potete trovare la versione in inglese dell’intervista sul nostro sito www.e42magazine.com

22


Shangri La Corsetti Un Un gioiello gioiello di di accoglienza accoglienza incastonato incastonato nel nel verde verde

E42 Magazine E42 Magazine

AG Mad Ceative AG Mad Ceative

Shangri ShangriLa LaCorsetti, Corsetti,da dasempre sempresalotto salottodidisignorilità signorilitàdove, dove,nell’eleganza nell’eleganzaeenella nella bellezza bellezzadei deisuoi suoipanorami, panorami,lalaCapitale Capitalebene benesisiincontra, incontra,per perlalaprimavera primavera- estate estate2011 2011èèlieta lietadidiospitarvi ospitarvididigiorno giornonella nellasuggestiva suggestivaeerilassante rilassantepiscina piscina avvolti avvoltidalla dallapiacevole piacevolecornice cornicedidiville villepadroneggianti padroneggiantieedidisera seraaccogliervi accogliervinella nella pizzeria pizzeriaaabordo bordopiscina piscinacaratterizzata caratterizzatadal dalservizio servizioimpeccabile impeccabiledel delpersonale. personale.

Un'oasi Un'oasi di di grande grande suggestione suggestione ee di di intensi intensi sapori sapori Mediterranei Mediterranei Numerosi Numerosi i i servizi servizi offerti: offerti: parcheggio parcheggio interno interno gratuito, gratuito, tabacchi, tabacchi, edicola, edicola, centro centro estetico, estetico, zona zona fitness, fitness, l'Hotel l'Hotel quattro quattro stelle stelle con con sale sale meeting meeting ee congressi, congressi,eepoi poibar, bar,pasticceria, pasticceria,sala salacaffetteria, caffetteria,ilil famoso famosoristorante ristoranteeelalapizzeria pizzeriacon conforno fornoaalegna legnaee griglia griglia alla alla brace brace nella nella suggestiva suggestiva cornice cornice della della piscina. piscina.Davvero Davverorilassanti rilassantileletonalità tonalitàleggere leggeredella della veranda verandache chesisisviluppa sviluppacome comeun ungrande grandeopen-space open-space diventando diventando un un continuum continuum con con ilil rilassante rilassante ee suggestivo suggestivo bordo bordo piscina piscina dove dove sarà sarà possibile possibile gustare gustarelalapizza, pizza,sempre sempreperfetta perfettagrazie graziealla allacottura cottura aa legna legna ee alla alla sapiente sapiente selezione selezione delle delle materie materie prime, prime,eelalacarne carnealla allabrace, brace,oltre oltrei ipiatti piattidella dellacucina cucina tipica tipica romana romana ee internazionale, internazionale, ee ilil pesce pesce proveniente proveniente dai dai vicini vicini mari mari didi Anzio, Anzio,Fiumicino Fiumicino ee Porto PortoErcole. Ercole.

Hotel HotelRistorante RistoranteShangri ShangriLa LaCorsetti Corsetti

V.le V.leAlgeria Algeria141 141Roma RomaEur Eurwww.shangrilacorsetti.it www.shangrilacorsetti.it Ristorante RistoranteTel. Tel.06 065918861 5918861- -email emailristorante@shangrilacorsetti.it ristorante@shangrilacorsetti.it - - Hotel HotelTel. Tel.06 065916441 5916441- -email emailreception@shangrilacorsetti.it reception@shangrilacorsetti.it Piscina Piscina9.00/18.30 9.00/18.30dal dallunedì lunedìalla alladomenica domenica

23


Elisabetta Pellini,

il suo sguardo conquista il cinema italiano

24


Spettacolo

Trastevere accoglie la bellissima e giovane Elisabetta Pellini. La nuova rivelazione del cinema italiano, innamorata della Capitale, vanta un curriculum d’eccezione con Ozpeteck, Vanzina, Salvatores. di Gianni Trapani

Lei è bellissima. E biondissima. Da Milano si è trasferita a Roma

La tua è una famiglia d’artisti, ha influito questo nelle tue

per inseguire un sogno diventato realtà. Recentemente ha in-

scelte?

dossato per “Alta moda” il vestito denuncia contro la violenza

“Sì, in effetti è così. Mio papà Oreste negli anni sessanta ha gi-

sulle donne. Ma, da quando ha calcato il palco di “Bellissima

rato due documentari che hanno avuto molto successo all’epo-

1995” non è più scesa dalle passerelle. Così, Elisabetta Pelli-

ca: “Africa segreta” e “Africa ama”. Poi ci sono due miei cugini,

ni oggi vanta un curriculum d’eccezione che comprende an-

Eros ed Eugenio Pellini che invece sono due scultori. Ho tra-

che cinema e televisione. Ha infatti lavorato con grandi registi

scorso molto tempo con loro e non posso negare che respirare

come Ferzan Ozpeteck (“Un giorno perfetto”), Carlo Vanzina (“Il

l’aria artistica abbia influito molto nella mia crescita”.

cielo in una stanza”) e Gabriele Salvatores (“Denti”). Mentre sta per girare la fiction in onda il prossimo autunno con un ruolo da coprotagonista al fianco di Alessandro Preziosi “Amore e vendetta” di Raffaele Mertes. Ancora, al cinema, la vedremo in “Cara ti amo” al fianco di Silvio Orlando. Lanciatissima nel cinema italiano, si racconta a E42. Elisabetta, come hai iniziato la tua carriera di attrice? “Ho iniziato nel 1995 con un concorso di bellezza: “Bellissima”. All’epoca il conduttore era Alberto Castagna. Mi sono classificata al secondo posto ma è stato sufficiente per iniziare. Da lì infatti sono stata notata da alcuni produttori televisivi e ho iniziato con piccole comparsate. All’epoca vivevo a Milano, ma con le prime offerte di lavoro mi sono dovuta trasferire a

Elisabetta Pellini, sul set di “Rex 2”

Roma”.

25


Elisabetta Pellini, indossa un abito di Giada Curti ad Altaroma 2011

Dopo i primi ingaggi televisivi e cinematografici hai dovuto

io amo di più. Mi basta camminare per Fori Imperiali e subito

studiare recitazione…

ritrovo serenità e allegria. Io vivo a Trastevere, ho scelto questo

“Certamente. Il nostro è un lavoro molto complesso e lo studio

quartiere perché mi piace molto camminare ed è una zona cen-

di dizione e recitazione è fondamentale. Io ero una studentessa

trale dove ti puoi spostare senza macchina”.

universitaria, frequentavo la facoltà di Giurisprudenza alla Cattolica. Ho lasciato tutto e ho cominciato a studiare molto dura-

Progetti per il futuro?

mente le discipline dello spettacolo. Era necessario per la mia

“Dopo la sfilata “Alta moda” sono impegnata su due fronti. Una

formazione. A scuola ho sempre recitato negli spettacoli scola-

fiction per la tv “Amore e vendetta” e una pellicola “Cara ti amo”.

stici ma era necessario alzare il livello e la qualità”.

Nella fiction ho un ruolo da coprotagonista al fianco di Alessandro Preziosi e Lorenzo Flaherty. Sono otto puntate, quindi un

Milano – Roma: come ti trovi nella capitale?

lavoro molto lungo e impegnativo. Sul film invece, non posso

“Roma è una città bellissima ricca di storia e cultura, non puoi

ancora dire nulla. Solo che nel cast reciterò al fianco di Silvio

non amarla. Il centro, il cuore della città, è anche la parte che

Orlando”.

26


27


Arte e creativitĂ

28


E’ primavera...

Caldissima d’’arte contemporanea

Calda la stagione artistica in Italia, iniziata con il MACRO Testaccio che ha accolto la quarta edizione di Roma – The Road to Contemporary Art presentando ben 76 gallerie nazionali e internazionali. Poi, Milano con Milan Image Art Fair, la fiera d’arte dedicata alla fotografia e Faenza con il Festival Arte Contemporanea, per finire con La prestigiosa Biennale d’Arte di Venezia dal 4 giugno al 27 novembre. di Oriana Rizzuto

Si parte dalla capitale con ROMA - The Road to Contemporary Art, con

scio abitato dalle bruttezze e deformazioni della realtà contingente. Un

la serie di appuntamenti dedicati all’arte e alla cultura. All’interno dello

continuo confronto tra il mondo reale e quello interiore in questo viaggio

spazio del MACRO Testaccio si è svolta, dal 5 all’8 maggio, la quarta edi-

del Coniglio Bianco che si concluderà con una mostra fotografica delle

zione della kermesse che presenta 76 gallerie nazionali ed internazionali.

sue “incursioni” tra Roma, New York. E’ stato anche presentato il bando

Giovani e note realtà dell’arte contemporanea sono all’interno di un pro-

per la Biennale Intransito, con la direzione artistica di Andrea Bezziccheri,

gramma che ospita incontri, mostre ed eventi in tutta la città coinvolgen-

prevista per l’autunno e aperta a 9 categorie artistiche: arti visive, archi-

do Musei, Fondazioni e Istituti della città, tra cui ricordiamo il MACRO, il

tettura, design, danza, teatro, cinema, musica, poesia e arte culinaria.

MAXXI, GNAM, la Fondazione Volume!,la Fondazione Giuliani, la Nomas

Dal 12 al 15 maggio, invece, è stata la volta del MIA Milan Image Art Fair,

Foundation, il Pastificio Cerere, il Palazzo delle Esposizioni, Palazzo Ve-

la fiera d’arte dedicata alla fotografia organizzata da Superstudio Più a

nezia e il CIAC - Centro Internazionale d’Arte Contemporanea. A ricreare

Milano. Protagonista di fine maggio è la città di Faenza con la quarta

un’atmosfera surreale, tra l’onirico e la realtà, c’è stato il Coniglio Bianco

edizione del Festival Arte Contemporanea di Faenza, che si è svolta dal

di Franco Losvizzero. In una nuova performance ad hoc, realizzata anche

20 al 22 maggio, con la direzione scientifica di Carlos Basualdo, Pier Luigi

in occasione dell’Anno del Coniglio del calendario cinese, l’artista ha ri-

Sacco e Angela Vettese. L’evento ha proposto un appuntamento dedicato

proposto la sua creatura eterea che ha fatto incursione all’interno della

alla riflessione e al confronto tra i protagonisti dell’arte globale, incentrato

fiera e ha condotto il visitatore nel mondo delle meraviglie come un’im-

sulle relazioni tra l’arte e le altre espressioni della creatività contempo-

maginaria Alice che ripercorre attraverso i ricordi anche il proprio incon-

ranea. Ma l’appuntamento più “caldo” di questa primavera dell’arte si

29


svolge in Laguna. Stiamo parlando, ovviamente, della Biennale d’Arte di Venezia, giunta alla 54esima edizione, con il titolo “Nuove vie per la creatività. Illuminazioni”. Prende il via il 4 giugno e rimane aperta fino al 27 novembre, con inaugurazioni il 1° il 2 e 3 giugno e vanta il record di avere 88 partecipazioni di nazioni in altrettanti padiglioni, 82 artisti, tantissimi giovani. La kermesse, firmata dalla svizzera critica d’arte Bice Curiger, si prepara ad essere, anche quest’anno, una delle esposizioni d’arte internazionale più importanti al mondo, nonostante abbia dovuto subire, anch’essa, fortissimi tagli, arrivati al 45%, che hanno portato ovvie ricadute sul sistema delle sue attività, dalla danza all’arte.

Credits foto: Andrea Lo Svizzero “Coniglio Bianco”; Michele Borghesi.

30


31


Tecnologia di Gianni Trapani

Youtube finisce in televisione e Google investe 100 milioni Google punta alla televisione e investe su Youtube. Lo dice il Wall Street

nel giro di qualche anno competerà con i colossi della tv satellitare e

Journal, Big G ha deciso di investire 100 milioni di dollari per la creazione di

tradizionale, e anche quelli della tv on demand. Quella di Google è una

canali tematici su Youtube, progettati per competere con la tv tradizionale

spinta verso l’evoluzione della televisione, che inevitabilmente decrete-

su internet. Il lancio dei nuovi canali dovrebbe avvenire entro la fine dell’an-

rà il trapasso della tv come la conosciamo oggi.

no, assieme ad un restyling della homepage, che metterà in evidenza i

La strategia di Mountain View è chiara, nel momento in cui gli appa-

nuovi contenitori. Per questi spazi verranno realizzati dei contenuti appo-

recchi televisivi si trasformano in veri e propri computer, in grado di

siti, di livello professionale, senza per questo intaccare lo spirito originale

connettersi a internet e utilizzare applicazioni. Google ha già in corso

di Youtube, la “televisione degli utenti”. Al momento, Mountain View non

contatti con le principali agenzie di artisti di Hollywood e Youtube, che è

commenta la notizia, limitandosi a riportare che Youtube ha visto “una cre-

il terzo sito più visitato al mondo, punta ad una quota di mercato della

scita straordinaria nel 2010” e “entusiasmo per il futuro”. E che ora si lancia

pubblicità televisiva negli Usa, una torta da 70 miliardi di dollari.

nell’avventura della “Connected Tv”, l’inevitabile futuro della televisione. I nuovi canali saranno venti, e copriranno quasi tutto lo scibile dell’intrattenimento televisivo. Serie tv (o web?), film per il web, salotti tv e show tradizionali, ma per ora non si sa nulla su possibili contenitori di news o approfondimento. Google non è sola in questa opera di stravolgimento della tv, e gli outlook finanziari delle aziende di streaming audiovisivo più importanti come Netflix e Hulu, sono più che positivi. A questo si aggiunga che Youtube è un canale fruibile su qualsiasi piattaforma e non solo televisioni o computer. Console fisse o portatili, smartphone e tablet, per Google e Youtube sono da adesso anche apparecchi televisivi. Una moltitudine di dispositivi che porteranno Youtube ovunque. Nel 2010 il fatturato di Youtube è stato di 544 milioni di dollari, che dovrebbero arrivare a 800 milioni quest’anno. L’azienda sosterrà la produzione dei contenuti con la pubblicità, senza chiedere canoni di abbonamento. Una mossa astuta che prende i concorrenti in contropiede e che per la prima volta vede Google nel ruolo produttore ed editore di contenuti. E’ una rivoluzione per il gigante del web, che

32


La Capannina Lasciatevi guidare dal profumo del mare per scoprire sulla

spiaggia il Ristorante La Capannina, dove vi aspetta un’atmosfera sobria ed elegante e la piacevole accoglienza del

patron Pasquale Lubrano e di sua moglie Patrizia. L’ispirazione napoletana del patron si avverte viva e costante nella scelta dei piatti proposti nel menù, rigorosamente a base di pesce. La Capannina, il migliore ristorante di pesce del litorale, proponeva già ottimi crudi quando non erano ancora

di moda. Per ricordare alcuni piatti: spigola con cipolla di Tropea, scampi, alici in salsa di arancia, gamberi rossi, ed ancora ostriche, tartufi e frutti di mare. Stuzzicanti ed irre-

sistibili i fritti: le polpettine di tonno, di melanzane, ricotta e spinaci. Equilibri di gusti e sapori nelle seppie con carciofi, vera specialità, nei rigatoni ai gamberi rossi o nelle raffinate ba-

vette ai semi di papavero con gamberi e pomodori pachino.

Leggero e profumato il rombo al forno con le patate, fragrante il classico e ricco fritto di pesce. La Capannina vi aspetta a pranzo o a cena nella suggestiva cornice del tramonto in riva al mare con i sapori e i profumi delle sue specialità.

Grafica di AMGT Mad Creative

Stabilimento Balneare – Ristorante “LA CAPANNINA” Lungomare A. Vespucci, 156 00122 Ostia Tel. 06 56470143 www.lacapannina.it

33


CRONACA

a cura di Gianni Trapani

Ostia: tassa di ingresso sulla spiaggia che non c’è. I gestori degli stabilimenti investono in infrastrutture ma il Comune non li supporta La tassa di un euro e il timbro di Roma Capitale sulla ricevuta. Questa

gli abbonamenti sono in calo, non c’è spazio peri lettini e gli ombrelloni

è la procedura che dovranno seguire i gestori degli stabilimenti per gli

dei giornalieri e i gestori puntano su altre attività per far fruttare quel che

amanti della tintarella che non sono però “civis romanus”. Così, l’estate

resta della spiaggia. “Oramai - denuncia Fabio Balini dello Shilling - a

agli ingressi delle spiagge di Ostia ha rischiato di infuocarsi e non solo

Ostia i gestori degli stabilimenti sono divisi tra chi ha la sabbia e chi non

per le alte temperature estive. Adesso infatti, dopo la decisione del Cam-

ce l’ ha. Io non ne ho più, cento metri in meno in due anni. Le opere di

pidoglio di introdurre il balzello per i non romani, i gestori si preparano a

ripascimento - prosegue - stanno per iniziare ma è troppo tardi e anche

farei conti con la burocrazia da spiaggia. Eppure qualcosa non torna. La

questa stagione per me è compromessa. I clienti si spostano dove c’ è

stagione balneare è ufficialmente partita però nessuno dei gestori ha ri-

la spiaggia. Sono anni che denunciamo la grave situazione, questo è il

cevuto ancora il permesso dalla questura per richiedere i documenti agli

risultato: spiagge erose e arenile che non c’ è. Ho dovuto puntare su altre

ingressi: “Romani e turisti li distingueremo dall’accento”, ironizza Ruggero

attività, come il ristorante o serate a tema, perché solo la spiaggia ora-

Barbadoro, presidente Fiba e gestore del Venezia: “In realtà, non sap-

mai non porta più lavoro”. L’ inizio dei lavori comunque è già stato fissato

piamo come fare. Non siamo autorizzati a chiedere i documenti senza

e la sabbia dovrebbe tornare sulle spiagge di Ostia già dalla prossima

permessi. E’ una follia, la tassa non doveva includere tutti i cittadini del

settimana. Un’opera importante da quindici milioni di euro, di cui cinque

Lazio: come facciamo a non considerare romani, per esempio, quelli di

verranno direttamente dalle casse comunali. “Ma non abbiamo ancora

Fiumicino o di Ciampino?”. Ma non solo documenti e tasse. L’obbligo sarà

ricevuto alcuna nota ufficiale - dice Fabrizio Fumagalli dello stabilimento

anche quello di timbrare le ricevute emesse ai non residenti con il mar-

Med - sappiamo comunque che dovrebbero iniziare il 15 maggio. Siamo

chio di Roma Capitale. I gestori si stanno già attrezzando: “Il timbro andrà sul blocchetto dei lettini e degli ombrelloni affittati ai non residenti e stranieri. Questo sarà un problema per i frequentatori delle spiagge libere”, conclude Barbadoro “che sicuramente non gradiranno di pagare prezzi differenti rispetto agli altri. La soluzione al problema è arrivata alla fine dopo l’ennesimo incontro con l’amministrazione comunale. Infatti, durante l’ ultimo incontro con il vicesindaco Mauro Cutrufo è stato stabilito che resta l’obbligo del timbro di Roma Capitale su tutte le ricevute emesse dal gestore, ma l’euro fissato come balzello per turisti e non residenti verrà scalato dal prezzo dell’ ingresso. Di fatto, quindi, sarà a carico dei gestori così come era stato pensato inizialmente. Inoltre, è stato stabilito che le spiagge libere saranno esenti dal pagamento della tassa di soggiorno e resterà perciò del tutto gratuito l’ingresso e non ci saranno costi aggiuntivi su servizi o attrezzature. Per Ostia i problemi non sembrano essere finiti. A preoccupare i gestori degli stabilimenti sono anche i danni per l’erosione delle spiagge e il ritardo nell’avvio dei lavori di ripascimento.

fiduciosi perché è un segnale importante da parte dell’amministrazione

Infatti, solo con le ultime mareggiate lo scorso inverno sono stati mangiati

anche se temiamo che sia troppo tardi. Infatti - aggiunge Fumagalli - solo

altri trenta metri di sabbia e con la spiaggia che non c’ è più il giro d’af-

la prima fase dei lavori dovrebbe durare un mese e mezzo, questo signi-

fari negli stabilimenti è calato fino al 45%. Gli stabilimenti più colpiti sono

fica ruspe e operai nelle spiagge almeno fino ad agosto. Non ci resta che

soprattutto nella zona centrale del lungomare, dal Venezia allo Sporting

aspettare e augurarci che sia l’ ultima stagione con così poca sabbia”

Beach, ma anche il Kursaal, lo Shilling, la Nuova Pineta e La Pinetina. Qui

34


Apri un negozio “La Cornucopia”! Entra anche tu a far parte del marchio La Cornucopia, potrai così unire la tua intraprendenza al nostro know how, esaltando le tue potenzialità imprenditoriali. Opererai in piena autonomia nella tua zona di competenza potendo contare su una immediata fornitura di prodotti con il marchio La Cornucopia, progettati ed ideati in esclusiva dai prestigiosi italian art designs che vedranno sul mercato immediata risposta. Non solo, ma potrai offrire anche i più prestigiosi marchi del calibro di Kartell, Kare, La Chaise Lounge, Top Art, Arti e Mestieri, Baci Milano e molti altri ancora. La Cornucopia è un’azienda con un’esperienza ventennale nel settore fashion design, oggettistica, complementi d’arredo e stampe personalizzate. La nostra filosofia è offrire al consumatore prodotti utili, ma al tempo stesso vivaci, coloratissimi e soprattutto unici, che mirano ad arredare la vostra casa con originalità. Cosa cerchiamo ? Un locale di 60/80 mq, un bacino di utenza di 50.000 abitanti, in primarie zone di alto flusso pedonale. Non è richiesta alcuna esperienza di settore. Per ulteriori informazioni: tel. 335/6379348, email: fabrizio@lacornucopia.it

Centro Commerciale i Granai Via Rigamonti, 100

35


Question time La voce dell’Eur

Primavera stellare per il Municipio Roma XII EUR di Sam Stoner

Primavera ricca di eventi per il Municipio Roma XII Eur che ha ospitato manifestazioni di livello nazionale come i Campionati Italiani di Categoria per Società di bocce organizzati presso il nuovo Centro Federale in via della Grande Muraglia al Torrino. La struttura, fiore all’occhiello del Municipio Roma XII, è stata inaugurata lo scorso anno. Un complesso unico al mondo nel panorama sportivo delle bocce, tanto da aver ospitato anche il campionato del mondo. Abbiamo rivolto alcune domande al Presidente della Commissione Sport e Cultura del Municipio che ha personalmente seguito ogni evento in rappresentanza del Municipio. Un primavera che ha fatto il pieno di presenze nei vari appuntamenti. Sì, un vero successo. Anche perché si è trattato di eventi che hanno valorizzato l’ambiente e lo stare insieme, come è appunto accaduto il 3 aprile con Vivicittà la corsa podistica non competitiva organizzata dalla Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti, giunta alla 28a edizione. La gara è considerata la ‘’corsa più grande del mondo’’, poiché 100.000 podisti sono scattati simultaneamente in 38 città italiane e 16 nel mondo. Qui all’Eur, hanno partecipato associazioni sportive e culturali del territorio, scuole, famiglie e persino animali. Lodevole l’iniziativa dedicata a valorizzare il ruolo del papà, spesso in ombra. “Sulle orme del papà” è un’iniziativa promossa e sviluppata dall’A.S.D. Esercito Sport&Giovani, con il Patrocinio del Municipio Roma XII. L’evento si è svolto presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, all’interno della città Militare della Cecchignola. Vedere padri e figli tenersi per mano percorrendo un giro di pista è stato significativo. Scopo della manifestazione, dedicata a Walter Allavena, l’eroico Papà che lo scorso 10 aprile ha perso la vita in località Ventimiglia per soccorrere il figlio vittima di un’aggressione, è stato quello di mettere in primo piano il ruolo del papà nel percorso della vita. Sempre più sport anche per gli studenti dell’Eur con il Trofeo interscolastico. Un’avvincente manifestazione sportiva di tre giorni dedicata al calcetto nella cornice della struttura Dabliù di viale Egeo. Un’occasione per riunire i giovani all’insegna dello sport. Sono stati coinvolti i licei del Municipio Roma XII con la conseguente partecipazione di ben 16 squadre. Il trofeo è stato vinto dal Cannizzaro Roma Street Life che in finale ha battuto il liceo Vivona. Ci sono stati altri appuntamenti che vuoi ricordare? Sì, un evento legato all’arte e quindi alla cultura, la cui diffusione sul territorio è a me particolarmente cara. A tal proposito, ricordo l’Aperitivo Culturale presso il Pure in viale della Civiltà del Lavoro. All’interno del locale sono stati esposti quadri

36

Pietrangelo Massaro, Consigliere del Municipio Roma XII EUR di nuovi autori, una cornice di livello capace di arricchire e trasformare quello che è considerato solo un appuntamento mondano. Per il futuro cosa possiamo dire ai nostri lettori? Uno dei miei impegni è rafforzare il legame con i residenti del Municipio Roma XII Eur, sarò quindi felice di ricevere proposte da parte dei lettori di E42 riguardo a future iniziative da intraprendere sul territorio. Per comunicare le vostre proposte a Pietrangelo Massaro inviate una mail alla nostra redazione info@e42magazine.com


PuttanTour L’evento sportivo

Guida alla variegata offerta sessuale del prestigioso 2° Polo Turistico

V.le Romolo Murri

Palazzo della Civiltà Italiana

Confindustria

Chiesa S.S Pietro e Paolo V.le Umberto Tupini V.le Europa

Via Monte del Finocchio

V.le dei Primati Sportivi

Archivio di Stato

V.le della Tecnica

V.le del Ciclismo

V.le dell’Umanesimo

Fungo V.le Libano

V.le dell’Oceano Pacifico

TRANSESSUALI

PROSTITUTE

Via Indonesia

Fungo / Via Indonesia / V.le dell’Umanesimo (Camper) / STRANIERI V.le Libano / V.le dell’Umanesimo / V.le del Ciclismo (Camper - NOTTE) - ITALIANI UNDER 20 V.le della Tecnica / V.le dei Primati Sportivi / V.le del Ciclismo (GIORNO) - ITALIANE STRANIERE

V.le dell’Umanesimo

SCAMBISTI OMOSESSUALI CAMPER ITINERANTI

P.le Santi Pietro e Paolo / P.le dell’Archivio di Stato V.le Romolo Murri V.le dei Primati Sportvi - STRANIERI (disponibili di NOTTE) Via Monte del Finocchio - (disponibile anche di GIORNO)

37


MEDITERRANEUM – Acquario di Roma

Maggio sotto i riflettori Il Secondo Polo Turistico della Capitale, nodo strategico per lo sviluppo del

al ROMECUP - il più importante appuntamento dedicato alla robotica

turismo nella Capitale, si appresta a diventare una realtà di fatto. Il 24

a Roma - dove ha suscitato entusiasmo per l’alto livello qualitativo rag-

maggio alla Luiss, alla presenza di operatori internazionali, accademici, rappresentanti del settore e delle istituzioni, rappresentate tra gli altri dal sindaco Gianni Alemanno e dal vicesindaco Mauro Cutrufo, si è fatto il punto sullo stato avanzamento dei lavori. In particolare a proposito di MEDITERRANEUM – Acquario di Roma, una delle opere simbolo del Secondo Polo Turistico, l’ing. prof. Domenico Ricciardi, ideatore del progetto, ha sottolineato come il progetto “Acquario di Roma” si sia evoluto nel tempo fino a svilupparsi in una vera città del mare, che sta prendendo forma sotto le acque del laghetto dell’Eur. Accanto all’acquario tradizionale, ipotizzato nel progetto originario, sono in costruzione, su una superficie di oltre 14.000 metri quadri, un’area didattico-museale-espositiva (Expo del Mediterraneum), connotata dall’uso delle più sofisticate tecnologie digitali e robotiche, un Auditorium di ultima generazione, attrezzato per la proiezione dei filmati in 3D stereoscopico, un’area commerciale che sarà costituita da ristoranti e bar e negozi attinenti al “tema Mediterraneo”. Durante il work shop è stato possibile osservare, oltre i plastici delle opere che costituiranno il secondo polo turistico, anche

giunto. Realizzati da MEDITERRANEUM – Acquario di Roma in collabora-

un’enorme vasca, allestita da MEDITERRANEUM – Acquario di Roma, con

zione con prestigiose università europee e, in Italia, con il Laboratorio di

i pesci robot, un capolavoro di tecnologia robotica, recentemente esposti

Robotica e Biomicrosistemi dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, i pesci robot sono costituiti da strutture meccaniche rivestite da pelli artificiali in lattice e da sofisticati sensori che permettono loro di riprodurre i movimenti tipici delle varie specie, raggiungendo effetti di straordinaria somiglianza. Il 21 maggio il sindaco Gianni Alemanno ha inaugurato la riapertura dell’area di Piazzale Terracini, chiusa al pubblico per consentire la costruzione in sicurezza del parcheggio multipiano che si sviluppa su quattro livelli interrati al di sotto di piazza Terracini, nell’area prospiciente la stazione metropolitana Eur Palasport. La cerimonia di restituzione ai cittadini dell’area pedonale avviene al termine dei lavori di realizzazione del parcheggio, dopo un importante intervento di riqualificazione ambientale teso a valorizzare l’area verde circostante con l’obiettivo di dare nuovo lustro a tutta la sponda ovest del laghetto. Durante la cerimonia è stato possibile visitare il primo piano del parcheggio multipiano, che sarà dotato di 700 posti macchi-

38


na. La direzione del parcheggio verrà affidata alla Apcoa, società leader nel settore della gestione dei parking in Italia e in Europa, e che già gestisce con successo il parcheggio di Malpensa e del Lingotto di Torino. Intanto in attesa della inaugurazione dell’acquario, prevista nel 2012, prosegue l’impegno di MEDITERRANEUM – Acquario di Roma nella diffusione di una cultura del mare responsabile. Il 20 maggio presso la sala Quaroni di Palazzo Uffici, sede di EUR SpA, si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori del progetto 4D Sub Scuole, che ha coinvolto, con un successo straordinario, circa 20.000 studenti romani. Il progetto 4D Sub Scuole, realizzato in collaborazione con l’associazione no profit Expomed e con Eur S.pa è giunto quest’anno alla seconda edizione, e ha l’ambizioso l’obiettivo di portare il Mediterraneo tra i banchi di scuola, fare conoscere ai più piccoli un habitat unico al mondo per la sua ricchezza. In stretta sinergia con quella che sarà la proposta di MEDITERANEUM è stato proposto alle classi un format coinvolgente incentrato su spettacolari proiezioni in 3D stereoscopico delle riprese effettuate nelle Aree Marine Protette italiane. Un’equipe di biologi e tecnici ha commentato i filmanti rispondendo alle curiosità dei ragazzi e supportandoli nella realizzazione di bellissimi disegni e opere d’arte aventi come soggetto la vita marina.

Silvia Cavalsassi - Comunicazione e Ufficio Stampa MEDITERRANEUM - Acquario di Roma Viale America, 93 - Roma Tel. 0699706701 www.acquariodiroma.com info@acquariodiroma.com

A pag. 38 in alto, da sinistra, l’A.D. di EUR SpA Riccardo Mancini, il presidente del Municipio Roma XII Pasquale Calzetta, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, il Presidente di EUR SpA Pierluigi Borghini. Nella foto in basso, il sindaco di Roma Gianni Alemanno e alla sua sinistra l’ing. Domenico Ricciardi di Mare Nostrum Romae. In alto in questa pagina, due momenti dell’inaugurazione e a sinistra un particolare del parcheggio inaugurato sotto la fermata della Metro Eur Palasport.

39


Le physique du role Il nostro corpo: istruzioni per l’uso...

Cure termali e Spa di Roberto Sellitto

Relax psico-fisico ed evasione dallo stress quotidiano hanno portato le cure termali e le Spa al vertice delle attività del wellness dei nostri giorni. Si tratta di uno dei più antichi sistemi di cura al mondo per la salute, oltre che per l’armonia del corpo e della mente. In effetti, la “medicina termale” ha sempre svolto un’importante funzione nella prevenzione, nella cura e nella riabilitazione da importanti patologie ossee, articolari e dell’apparato digerente e respiratorio. Il nome Spa deriva dall’omonima cittadina belga, nota fin dal XVI secolo per le sue acque minerali. Successivamente, il termine si è diffuso per indicare tutte quelle aziende che forniscono trattamenti balneoterapici, idroterapici e stazioni termali, le quali offrono servizi per il benessere e per la cura del corpo: massaggi, sauna, bagni turchi e fanghi. Le proprietà benefiche dell’acqua sono note fin dall’antichità. Gli Egizi la utilizzavano per risanare lo spirito; nelle Sacre Scritture viene citata come mezzo di purificazione del corpo e della mente; i Greci costruirono i templi vicino alle sorgenti. All’epoca dell’antica Roma vi erano strutture pubbliche dove era possibile sfruttare le sorgenti naturali di acque calde o dotate di particolari doti curative. Tali edifici sono stati i precursori dei moderni impianti. Con il passare del tempo, e grazie allo sviluppo di tecniche sempre più evolute di riscaldamento delle acque, le terme si sono diffuse anche dentro le città, rappresentandone il principale luogo di ritrovo e di svago. Col decadimento dell’Impero Romano si persero le tracce di queste usanze, lasciando spazio alla sviluppo della fitoterapia. Un rilancio di queste tecniche si registrò soltanto alla fine nel XV secolo grazie agli studi sulla talassoterapia e ai cosiddetti “medici del rubinetto” i quali, attraverso applicazioni e utilizzo curativo dell’acqua fredda, curarono milioni di pazienti. L’inserimento dell’idroterapia nei programmi di insegnamento ufficiali della facoltà di medicina di Vienna dettero inizio e sviluppo all’idroterapia moderna in tutta Europa. Nel XIX secolo l’abate Sebastian Kneipp fondò il primo centro idroterapico a Champneys, dove la disintossicazione del corpo veniva realizzata tramite bagni caldi e freddi, impacchi, docce e pediluvi, coadiuvati da un giusto regime dietetico e da attività fisica. Tra le diverse tecniche utilizzate in idroterapia, ricordiamo: - I bagni (freddi, caldi, ipertermici) - Le docce o effusioni - Vapori - Saune - Trattamenti con fanghi, argille e terre medicinali - Massaggio con ghiaccio

40

Roberto Sellitto Personal Trainer Consulente Fitness email: acktarus1969@yahoo.it L’acqua con le sue qualità diviene, in sostanza, uno strumento di prevenzione, riabilitazione e cura di numerosi disturbi. Vene utilizzata per alleviare i dolori, per depurare l’organismo, per stimolarne le funzioni, riequilibrare il sistema nervoso ed il metabolismo, per indurre uno stato di rilassamento e per mantenere il benessere psicofisico.


Sporting Beach nel piacevole imbarazzo di dover scegliere tra le allettanti proposte di un menù che coniuga i piatti della grande tradizione culinaria italiana con quelli della più semplice cucina marinara, sempre abbinati alle selezioni dei vini correttamente suggeriti.

Sporting Beach Lido di Ostia – Lungomare Vespucci, 6 Roma (RM) Tel 06 56470256 - Fax 06 56470218 info@sportingbeachroma.com www.sportingbeachroma.com

Grafica di AMGT Mad Creative

Lo Sporting Beach, uno dei più attrezzati stabilimenti balneari del litorale, ha saputo mantenere inalterata nel tempo l’altissima qualità dei servizi offerti alla propria clientela. Grazie ai più recenti interventi di ristrutturazione, infatti, oltre al piacevole colpo d’occhio, spostandosi lungo i percorsi inseriti nella cornice di verde delle essenze mediterranee, si raggiunge la spiaggia e le cabine, tutte dotate di doccia con acqua calda e attrezzature di spiaggia per il comfort più totale. Spettacolare la piscina e iper moderni i campi da tennis. Di assoluto prestigio il ristorante, collocato in posizione privilegiata al centro del complesso balneare. La stupenda terrazza e la sala panoramica che si protendono in affaccio sull’azzurro del Mar Tirreno fanno sì che si possa pranzare, tutto l’anno, sentendosi immersi in questo angolo di Paradiso. La cucina di stile classico è attenta alla stagionalità delle materie prime ed è esaltata da un servizio di altissimo livello, non a caso affidato alle cure del Patron Luigi Muzzarelli, che fin dall’immediato dopoguerra ha fatto di Ostia uno degli appuntamenti irrinunciabili per i gourmet di tutto il mondo. Ai suoi tavoli, finemente apparecchiati, l’ospite si troverà

41


CRONACA

a cura di G.T.

Movida romana: tra notti violente e ordinanze comunali Sono notti senza regole. Senza pace. Queste sono le notti romane che

Campo de’ Fiori. Poi è stato aggredito tra l’indifferenza della gente. L’inte-

hanno sconvolto la città mentre il Comune cerca di correre ai ripari in

ra scena però è stata filmata ed è finita sulla scrivania del sindaco Gianni

vista soprattutto dell’estate nella speranza di evitare il peggio. Nelle ul-

Alemanno. L’arma del sindaco per combattere queste notti senza regole

time settimane infatti ci sono stati numerosi episodi che hanno acceso

nella capitale sono le ordinanze ma la è la Corte Costituzionale a bloc-

i riflettori sulla movida romana. Una ragazza di appena quindici anni è

care l’iniziativa municipale. È infatti l’ultima, in ordine di tempo che vieta

stata soccorsa dalla polizia nel pressi di Campo de’ Fiori in condizioni di-

vendita e consumo di alcolici dalle 11 di sera alle 6 di mattina tra Centro

sperate: aveva perso i sensi a causa di un coma etilico. A evitare il peggio

storico, Trastevere, Testaccio, ma anche Monti, Pigneto e San Lorenzo. La

una delle pattuglie della Questura che hanno effettuato controlli in tutto il

prima, invece, è stata quella anti-prostituzione. In mezzo, una decina di

centro storico: contro lo spaccio di droga

ordinanze emanate dal Sindaco Gianni

ma anche verifiche amministrative nei

Alemanno contro lavavetri, ambulanti,

confronti dei titolari di alcuni locali non

writer, schiamazzi notturni e per il de-

in regola. Ad oggi sono stati 23 i negozi

coro. Ora, sia quelle di Roma sia quelle

ispezionati. Tre sono stati chiusi: due per

che nel resto d’Italia hanno valso a tanti

utilizzo di lavoratori in nero, il terzo per

amministratori il soprannome di “sinda-

mancanza di licenze. Intorno alle 22 la

ci-sceriffi” potrebbero decadere dopo la

minorenne è stata trovata per terra da

pronuncia della Corte Costituzionale. La

un equipaggio della polizia in via dei

Consulta, infatti, ha bocciato la parte del

Farneti, vicino all’ambasciata di Fran-

pacchetto sicurezza (voluto fortemente

cia. Accanto a lei c’erano altri minoren-

dal governo Berlusconi) che concede

ni, suoi amici, presi dalla disperazione.

ai sindaci quegli «ampi poteri» che dal

Un’ambulanza l’ha subito trasportata

2008 si sono tradotti nelle più svariate

al “Fatebenefratelli” dove, all’arrivo al

ordinanze. Un vero e proprio boom che

pronto soccorso, le condizioni sono sta-

ora la Corte ridimensiona perché, scri-

te giudicate gravi. La prognosi riservata.

vono i giudici, «la Costituzione richiede

Con il passare delle ore la quindicenne,

che nessuna prestazione, personale o

grazie alle cure mediche, si è ripresa e in

patrimoniale, possa essere imposta se

mattinata è stata trasferita al “Bambin Gesù” per ulteriori accertamenti.

non in base alla legge». Ma non basta: «L’assenza di una valida base

Ora gli agenti del commissariato “Trevi Campomarzio”, diretti da Lorenzo

legislativa incide negativamente sulla garanzia di imparzialità e lede il

Suraci, hanno aperto un’inchiesta per appurare eventuali responsabilità.

principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge». Motivazioni ar-

C’è, infatti, il sospetto che qualche esercente possa avere somministrato

ticolate, scritte in punta di diritto, che arrivano a sconvolgere i piani dei

altro alcol alla ragazza nonostante il suo evidente stato di ebbrezza. Quel

sindaci e di Alemanno. Eppure, ha confermato il delegato alla sicurezza,

che è certo è che la quindicenne insieme alla sua comitiva, una decina di

Giorgio Ciardi: «Dopo una verifica col sindaco posso affermare che le or-

ragazzi, ha iniziato a bere intorno alle 8 di sera. Poi dopo due ore è en-

dinanze restano in vigore e in piena efficacia. Avvieremo una verifica con

trata in coma etilico. Sempre Campo de’ Fiori, appena qualche settimana

l’Avvocatura generale dello Stato. Fino a quel momento, nessuna marcia

prima, un altro episodio, questa volta è stato addirittura filmato e caricato

indietro». Così, mentre si avvicina l’estate resta il duello a colpi di norme e

su Youtube. Un ragazzo ubriaco, si è spogliato in mezzo alla piazza di

articoli di legge tra Campidoglio e Consulta.

42


43

modella: Fulvia Borella

Grafica di AMGT Mad Creative - Foto di S.Mileto


Playnews Le novità

Battlefield 3 Battlefield 3 introduce il Frostbite 2, l’incredibile tecnologia che porta le animazioni, la distruzione, l’illuminazione, il senso di scala e l’audio a livelli totalmente nuovi. Il miglior gioco dell’anno. Non usa mezze parole John Riccitiello, CEO di Electronic Arts, per presentare Battlefield 3. A suo dire lo sparatutto in prima persona sviluppato da Digital Illusions e pubblicato dalla ea è in grado di sbaragliare la concorrenza anche perché ha potuto godere di maggior tempo per esaltarne le virtù e correggere gli errori. Nel corso di un lungo intervento al Goldman Sachs Technology, Riccitiello ha ammesso che Electronic Arts, dopo l’uscita di Medal of Honor, non è stata più in grado di replicare gli stessi successi commerciali. Tuttavia, rivendica il merito di aver decretato il boom dei videogiochi del tipo sparatutto in prima persona. “Ma purtroppo” - riflette - “con la transizione verso l’era PS3, qualcosa è cambiato”. Uno dei principali problemi è rappresentato dai tempi, sempre più ristretti, nella produzione dei giochi. La concorrenza è tanta e non è sempre semplice sviluppare titoli con la dovuta perizia. Ma con Battlefield 3, chiarisce orgogliosamente, si sono presi tutto il tempo necessario, circa 3 anni, per lavorare con calma. Dopo aver esaltato le qualità del motore Frostbite 2, Riccitiello sponsorizza il lavoro svolto dalla sua squadra che porta “animazione, distruzione, effetti grafici, dimensioni e audio si nuovi livelli”. Battlefield 3, stando alle voci circolate, prevede la modalità multiplayer fino a 64 giocatori su pc e fino a 24 su console.

44

di Stefania Aletti info@e42magazine.com


45


I nostri ragazzi Cosa pensano, cosa scrivono Stage per i giornalisti di domani

Quando lo sport è un’occasione di Beatrice Campagna Un sole caldo, una domenica di maggio, 60.000 persone. Il centro storico di Roma, il suo fascino irresistibile. La partenza è alle 10.00, ma alle 8.50 siamo già davanti al Colosseo. Per un po’ facciamo le turiste, ammirando il Foro di Traiano e l’arco di Costantino come se li vedessimo per la prima volta. Questi luoghi, hanno qualcosa di magico. Dev’essere così, perchè ogni volta che li attraversi sembrano aver acquistato qualcosa di diverso, di migliore, di più forte. Forse, ad una bellezza così grande non ci si puo’ abituare. E’ qualcosa di vivo, che si conserva , si evolve e stupisce continuamente. Facciamo tante foto, scherziamo pensando a quello che ci aspetta dopo. E’ la prima volta che prendo parte ad una “maratona”, il termine non è propriamente adatto perchè si tratta di un percorso di soli 5 km, che si snoda lungo le vie del centro : partendo dalle Terme di Caracalla, si prosegue lungo il Circo Massimo costeggiando poi il teatro Marcello, si gira attorno al Colosseo raggiungendo piazza Venezia; da qui, un bel rettilineo lungo i Fori Imperiali, ci si trova di nuovo ad aggirare il Colosseo tornando, infine, al punto di partenza. Purtroppo, momentaneamente non posso correre a causa di un problema fisico. Pazienza, la farò camminando e mia madre, mia sorella con il resto del nostro gruppo andranno avanti. Per un’osservatrice attenta come me, tutto sommato è una bella

stazione propone una campagna per la prevenzione e una

occasione per guardarsi attorno e assaporare in pieno le sensazioni di un’esperienza

raccolta di fondi a favore della ricerca. Camminando, faccio

nuova. Prima di tutto, cio’ che mi colpisce è la quantità di gente: non pensavo potessi-

tanti incontri particolari e mi ritrovo a parlare del più e del

mo essere così tanti! Un fiume in piena di maglie bianche e rosa della gara che scorre

meno con tutti i miei vicini di “passeggiata”,che mi illustrano

verso il punto di ritrovo. La seconda cosa che noto, mi strappa più di un sorriso : e’

prontamente i guai fisici che gli impediscono di correre: l’età,

pieno di cani! Regolarmente iscritti, anche loro con la maglia ufficiale e alcuni anche

un ginocchio malandato, troppe sigarette, poca resistenza...

con la pettorina numerata! E poi...mamme che spingono bambini nel passeggino,

Lei, invece, di problema ne ha avuto un altro. <<Sai perchè

rigorosamente vestiti per la gara! Mi ricordano infatti che il percorso è unificato, ma

io e tante altre donne abbiamo la maglietta diversa dalla

alla mini-maratona si puo’ partecipare sia da amatori che da “professionisti”: la corsa

tua?>>, me lo sono chiesto, ma non lo so. Mi spiega, con

competitiva partirà infatti dieci minuti prima rispetto alla nostra, quella dilettantistica,

gentilezza : <<noi abbiamo avuto un tumore al seno. Io, ne

che scopro infatti essere a liberissima interpretazione... Beh, ce ne sarà tanta di gente

sono appena uscita ed è la prima volta che riprendo a fare

allora, a camminare con me! Ecco dunque un sommario ritratto delle categorie rap-

un po’ d’attività fisica. Quale occasione migliore di questa?

presentate e dei personaggi che incontro: cani, bambini, passeggini, giovani, anzia-

>>. Le dico che ha pienamente ragione e le faccio tanti au-

ni, gente in bicicletta, stranieri, coppie, maschere,manifestanti con striscioni, amici,

guri per il futuro. Mi congedo con un sorriso, ormai manca

persone diversamente abili, famiglie intere...

poco all’arrivo. L’ultimo tratto lo percorro assieme ad una

Tutti uniti alla partenza, stretti nel poco spazio del rettilineo, cerchiamo di capire cosa

famiglia e accarezzando il loro cane, un bellissimo pastore

stia accadendo più avanti e quanto manchi al via. Intorno a me trovo solo tanti, tantis-

tedesco. Quasi mi dispiace tagliare il traguardo : una volta

simi sorrisi e non posso fare a meno di regalare il mio agli altri. E’ come se una forza

passata quella soglia, la magia finirà... Ma ho avuto l’occa-

invisibile tenesse legati tutti quegli estranei, che in comune non hanno altro che una

sione di viverla ed è stata una bellissima, grande sorpresa.

maglia e 5 km da percorrere. Lo sport nella sua forma più sana, quella fatta di puro divertimento, ha un potere d’aggregazione illimitato ed è la migliore occasione per realizzare iniziative a scopo benefico e manifestazioni di solidarietà. Entrando nello specifico di questa domenica di Maggio, obiettivo dell’ “Avon Running 2011” è, come ogni anno e in diverse città d’Italia, quello della lotta contro i tumori del seno. Statisticamente, sono numerosissime le donne che ne vengono colpite; questa manife-

46


“Mamma vieni un po’ a vedere!” “No, adesso non posso, non ho tempo.” di Susanna Russello Quante conversazioni tra giovani e genitori iniziano e finiscono in pochi secondi in questo modo? Non si ha il tempo. Questo tempo prezioso che non si può consumare perchè non si ha il tempo di ascoltare i propri figli, non si ha il tempo di prestar loro attenzione e non si ha dunque il tempo necessario per assicurargli un futuro. I giovani allora si sfogano: vittime e carnefici della propria vita che scorre velocemente come la pellicola di un film e che ha per scenografia la società del 2000. Ricca e maleodorante d’insani passatempi, la gente del 2000 è schiava dei mass-media. Diceva Pasolini che la televisione avesse “un potere autoritario e repressivo come in nessun mezzo di informazione al mondo” e bisogna dargli retta: chi più di questa ci bombarda la psiche con immagini elettrizzanti affatto costruttive? La stessa che propone gli unici programmi degni di nota in seconda serata posposti a donne-oggetto svestite, a realities che riproducono una realtà deformata. Dunque fin da subito nella testa di un adolescente entra prepotentemente un modello sbagliato. Allora scatta il piano B: questo è il modello, io devo essere così. E quindi dieta per le quindicenni sopra i 45kg e incremento sulla vendita di tute perché se mancano nel tuo armadio non sei un “figo”, caro ragazzo. Sempre Pasolini capiva nel ‘70, a proposito dei giovani, che “a causa dell’irraggiungibilità dei modelli proposti loro dalla televisione tendono inarrestabilmente ad essere o aggressivi fino alla delinquenza o passivi fino alla infelicità”. Ed è proprio quest’ultimo il problema maggiore. L’infelicità dei ragazzi, infatti, trova sfogo nella ricerca estenuante del di più, dell’eccesso, del troppo; i ragazzi strafanno quando vanno in discoteca e quando sono con gli amici; i ragazzi cercano le “emozioni forti”, cercano una svolta ogni giorno, ogni giorno l’eccitazione, l’adrenalina. L’opportunità di liberarsi di questi schemi c’è però, e sta nella forza di volontà del singolo, visto che sperare in una società ormai cieca, con una visione del mondo a senso unico, non conforta più nessuno. Chiedetelo ai ragazzi, chiedetelo a loro, in prima linea; perché facciamo questo? Chiedetecelo, non passate il tempo tra voi, adulti già corrotti e convertiti al mondo del consumismo, in un talk a copione già scritto a discutere per ore riuscendo a tirare fuori esclusivamente le solite banalità. Siamo noi la verità! Un giovane autonomo, forse cresciuto prima del necessario (che adesso è diventato necessario), un ragazzo indipendente e forte, determinato, è in grado di tenere duro e di non farsi condizionare da questi ladri di vita, o perlomeno di uscire da quel losco giro in cui è caduto. Cari coetanei, non perdiamoci nelle gioie di una notte, d’altronde una vita intera

foto di Roberto Boccascino

vale molto di più e allora cos’è la droga, cosa l’alcool, cosa l’infelicità provata a stare davanti a un televisore? Niente, qualora quel televisore abbiamo la forza di spegnere.

47


Leggiamo di Sam Stoner William Burroughs, Jack Kerouac E gli ippopotami si sono lessati nelle loro vasche 13 agosto 1944: il giovane Lucien Carr, per difendersi dalle avances dell’amico David Kammerer, lo ammazza e ne getta il corpo nelle acque dello Hudson. Due altri suoi amici, William Burroughs e Jack Kerouac, vengono arrestati per non aver denunciato l’omicidio. Forse anche per elaborare a modo loro l’accaduto, i due scrittori ne tracciano in seguito un resoconto a quattro mani iperrealistico e visionario. Attraverso il loro sguardo vediamo delinearsi una compagnia euforica e malinconica, che trascorre giorni e notti bevendo e fumando in pub luminescenti, leggendo Faulkner e sognando di raggiungere Parigi. Sullo sfondo, una New York caotica, atterrita e aggressiva, una metropoli di fine guerra in cui il caos visivo è tutt’uno con quello acustico. Adelphi - Euro 17,00

Philip Roth - Ho sempre voluto che ammiraste il mio digiuno In questo testo (il cui titolo è una citazione dall’Artista del digiuno, uno dei pochi racconti che Kafka volle pubblicare) Roth si è interrogato su cosa sarebbe accaduto se Kafka fosse sopravvissuto e avesse dovuto affrontare il nazismo, oppure fosse fuggito in America. La prima parte del volume è un racconto permeato sul rapporto tra Kafka e le donne, in particolare il suo amore impossibile con Milena Jesenska e con l’ebrea polacca Dora Diamant, l’ultima donna della sua vita. Nella seconda parte lo scrittore immagina che nel 1942 Kafka si sia trasferito in America dove diventa amico della famiglia di Roth che cerca di accasarlo con la zia Rhoda, un’incallita zitella. Immaginazione e realismo si fondono dunque in una riflessione su Kafka uomo e scrittore. Einaudi, Euro 8,00

David Jahn, I buoni vicini L’autore prende spunto da una storia vera, avvenuta nel 1964 a New York, dove una giovane donna di origini italiane rimane uccisa vicino casa e nonostante alla scena assistano numerose persone, nessuna di queste interviene. La faccenda, oltre al clamore che suscitò, fu fonte di studio tanto da arrivare a definire un vero e proprio atteggiamento che prese il nome di “ignoranza pluralistica”. L’autore passa così al setaccio quello che di marcio la vita può offrire, e scandagliando il fondo trova solitudine, incomprensione, insoddisfazione, disillusione e odio che portano poi ad atti di violenza. Con “I buoni vicini” Ryan David Jahn ha vinto il prestigioso premio New Blood Dagger della Crime Writers’ Association nel 2010. Fanucci - Euro 14,40

48

Leggiamo


Cinenews di Sam Stoner Four Lions Regia: Christopher Morris. Interpreti: Kayvan Novak, Nigel Lindsay Definito una “commedia jihadista”, racconta le bizzarre avventure di quattro estremisti islamici inglesi e del loro maldestro tentativo di organizzare un attentato. Il regista dipinge i quattro protagonisti come degli emeriti stupidi, ma anche come degli “ignoranti” che spesso non sanno neanche le motivazioni che li hanno spinti a diventare jihadisti. Film che divide. La satira può permettersi di trattare qualsiasi argomento? Secondo me, sì. Soprattutto quando si trova un regista come Morris, capace di realizzare un vero e proprio tour de force comico. E se qualcuno non dovesse concordare, potrà sempre uscire dalla sala imprecando.

X-Men: L’inizio Regia: Matthew Vaughn. Interpreti: Alice Eve, Aaron Johnson, James McAvoy, Michael Fassbender, Nicholas Hoult, Jennifer Lawrence La pellicola rappresenta l’inizio epico per la saga degli X-Men e rivela la storia degli eventi più importanti della saga stessa. Prima che il mondo conoscesse l’esistenza dei mutanti e che Charles Xavier e Erik Lensherr prendessero i nomi di Professor X e Magneto, vediamo due giovani ragazzi che scoprono i loro poteri per la prima volta. I due, che diventeranno nemici giurati, sono amici che lavorano insieme con altri mutanti (alcuni già conosciuti al pubblico, altri nuovi) per fermare l’Armageddon. Ma in questo percorso, tra di loro nasce un contrasto, che scatena l’eterna guerra tra la Confraternita di Magneto e gli X-Men del Professor X.

Una notte da leoni 2 Regia: Todd Phillips. Interpreti: Liam Neeson, Bradley Cooper, Zach Galifianakis, Jamie Chung, Ed Helms, Justin Bartha, Juliette Lewis, Todd Phillips, Mike Tyson. Quando i suoi amici decidono di festeggiare il suo matrimonio con un viaggio in Tailandia, Stu, memore di cosa successe all’addio al celibato a Las Vegas, decide di festeggiare con un tranquillo e privo di rischi brunch pre-matrimonio. In questo riuscitissimo sequel che strappa risate in continuazione, Phillips decide di seguire la sola strada possibile, rincarare la dose di follia rispetto al primo episodio. Unica licenza, la città. La scelta non poteva che ricadere sulla città simbolo del peccato asiatico: Bangkok. Ed ecco che al risveglio i protagonisti devono fare i conti con una scimmia, un dito mozzato, un tatuaggio intorno ad un occhio, una testa rasata e il fratello minorenne della sposa svanito nel nulla…

cinenews 49


ITALIANA FITNESS

strutture ma spesso prive di relazione umana e scarsa professionalità.

C’è una nuova realtà nel mondo del Fitness e del benessere, si chiama

Nei nostri centri trovi l’organizzazione, le capacità tecniche e la cultura

Italiana Fitness. E’ un gruppo di aziende che riunisce l’eccellenza italiana

dello stile italiano ad un costo accessibile a tutti”.

nello sport e nel benessere. Abbiamo chiesto al dott. Carlo Sbrenna Direttore Generale del gruppo di illustrarci questo progetto.

Quali servizi offre Italiana Fitness? Offriamo tutte le attività di fitness e pratiche sportive all’aria aperta: acquagym, lezioni per il dimagrimento, spinning e walking, attività ae-

“Nei centri affiliati Italiana Fitness trovi la qualità e lo stile del made in italy

robiche, arti marziali, difesa personale. E poi il SOFT-FITNESS che inclu-

nei quali, oltre ad avere a disposizione delle moderne ed efficienti strut-

de yoga, stretching, ginnastica posturale e dolce, pilates, cinesiologia. E

ture, il rapporto umano e la disponibilità sono alla base dei nostri servizi.

ancora CARDIO E PESI - per rinforzare cuore e muscoli: oltre le sale pesi

Alta tecnologia e didattica dell’insegnamento costituiscono il principale

anche il cardio garden per allenare il cuore nel verde, personalizzazione

sistema organizzativo di “qualità e benessere” fondato sulla centralità del

dell’allenamento, servizio di personal trainer. La DANZA e la PISCINA. E

cliente. Importanti catene internazionali del fitness ti offrono affascinanti

poi il nostro fiore all’occhiello, BABY E SILVER FITNESS - da a 4 a 99 anni

Grafica AMGT Mad Creative

Cosa differenzia Italiana Fitness da altre realtà di settore?

50


Dott. Carlo Sbrenna Direttore Generale Italiana Fitness, pratica agonismo della canoa e canottaggio. Laureato in scienze motorie, specializzato in marketing e management dello sport. Da 10 anni ha intrapreso una brillante attività imprenditoriale.

in movimento. Riteniamo il movimento un elemento imprescindibile per

Sì, una sfida che ho voluto portare avanti perché è l’espressione di tutti

la salute di tutte le persone in ogni fase della vita, anche nella prima

i principi ai quali si ispira Italiana Fitness. Il Parco Kolbe oltre a rappre-

giovinezza e quando i capelli diventano color argento. Per tal motivo fa-

sentare la costruzione di un moderno centro sportivo multidisciplinare

voriamo l’attività motoria dei clienti piu piccini e dei più saggi con formule

capace di offrire servizi per la salute ed il benessere, con 8 sale di attività,

di abbonamento agevolato a costo ridottissimo.

piscina coperta e scoperta, prevede anche la riqualifica del verde pubblico con la manutenzione delle alberature esistenti e la piantumazione

Ad oggi, quali sono i centri Italiana Fitness?

di nuovi alberi così da creare un parco pubblico altamente attrezzato e

I centri che offrono i nostri servizi fitness e benessere sono cinque: Fitvil-

sicuro. Inoltre, ci saranno una serie di servizi collaterali quali un ristorante,

lage (azienda leader con 4.500 iscritti), Alhoa Fitness Club e Alhoa Fitness

un bar con affaccio sul parco e piscina, centro termale di 600 mq, centro

Club Terme di Roma, Ippocampo e To Live Sport Center. Gli iscritti sono

estetico e solarium, spazi per bambini con ludoteca e nursery e una sala

ben 15.000 e cresceranno esponenzialmente alla fine del 2011 quando

conferenze da 225 posti a sedere. Sin da ora sono aperte le iscrizioni a

aprirà il Centro Kolbe.

prezzi promozionali.

Un progetto ambizioso a quel che so.

Rendering di Parco Kolbe, impianto in costruzione. Apertura prevista fine 2011

51


Una giornata dedicata allo shopping entrando e uscendo dai negozi trascorsa tra boutique e gioielli. Un intervallo dai ritmi forsennati per concedersi il lusso di una pausa di piacere. E quando arriva lâ&#x20AC;&#x2122;ora di pranzo, coccolatevi con un momento di gusto per completare una giornata speciale.

stelio malori roma

Viale Europa 102-104 tel. 06 5913353

Via F. Siacci 36 tel. 06 80071611 Federica Malori Via Flaminia Vecchia 628 tel. 06 3338653

www.studiomalori.it

52

foto Stefano Mileto, grafica AMGT Mad Creative

Via Ugo de Carolis, 102/a tel. 06 35454068


Make Up Art ...per esaltare la tua bellezza Finalmente all’Eur è arrivato “MAKE UP ART“ il service make up adatto ad ogni occasione. Presso di noi troverai i seguenti servizi: Trucco sposa (per tutti i tipi di cerimonia garantito 24h), Trucco Beauty (correttivo e personalizzato), Trucco Festa Sera (per tutte le tue feste e serate particolari), Trucco Flash Giorno (per tutti i giorni e i tuoi incontri lavorativi), Trucco Fotografico (per il tuo book fotografico), Trucco permanente (sopracciglia labbra occhi), Lezioni di trucco (per le signore che desiderano imparare a truccarsi). Applicazione ciglia finte, Linea sopracciglia, Tintura ciglia sopracciglia, Ricostruzione unghie, Prodotti Professionali. MAKE UP ART di Francesca Gentile EUR Viale Cesare Pavese 100D Centro Commerciale Gran Pavese Tel. 345/8256271 - 06/5016647 francygentile@gmail.com

Il paradiso per le fashion victim

Un negozio ampio, accogliente e dedicato ai brand più innovativi. La cura per i dettagli, la ricerca continua e appassionata di capi glamour e la grande attenzione verso le sue clienti, fanno del negozio di Fabiola di Cesare un simpatico punto di incontro, dove chiacchierare piacevolmente e curiosare con calma, guidati dagli amichevoli e professionali consigli della padrona di casa e del suo staff. Le sue aziende hanno tutte uno stile molto ricercato: si va dal “Made in Italy” come V. Damiani, Nina, Philosophy di Alberta Ferretti, Denny Rose, al “Made in France” come Bel Air, Lil Pour l’Autre. E non mancano le migliori aziende per vestire i vostri bambini: Gallo, Liu-Jo, US Polo. FABIOLA DI CESARE Viale Città d’Europa, 35 - Roma Tel. 06-52200233

53


Anche per Lui, ma con stile Da oltre 30 anni abiti dal taglio sartoriale per gli uomini esigenti dal gusto raffinato, alla perenne ricerca della qualità. Vasta selezione di abiti, stoffe e accessori. Tra i prestigiosi marchi: Castangia, Fray camiceria; Botti e D’acqua sparta per le calzature; Fedeli, Piacenza per la maglieria; Holliday e Brown per le cravatte, e tanti altri nomi come PT01 pantaloni Torino, Rota pantaloni, Harmont e Blaine total look, I Longhi cinture, e Acqua di Parma per la profumeria. L.go Apollinaire 16/18, Tel. 06 5920635 Centro Commerciale i Granai Tel. 06 51963451. BRUNO MESTICHELLA

Adorabili bollicine Una bella enoteca che costituisce un riferimento per tutto il quartiere Eur (e non solo). Il titolare, Massimo Cinti, nel tempo ha messo su una selezione di vini di tutto rispetto. L’Italia in ogni sua regione è ben rappresentata, con profondità di annate delle aziende più blasonate. Non manca una mirata scelta di etichette straniere, francesi e non. Poi è la volta delle bollicine e dei distillati con alcune chicche da intenditori. Infine le prelibatezze gastronomiche e alcuni accessori per il servizio del vino, dai decanter ai bicchieri ai cavatappi. Viale Europa, 21 tel. 06 5923300 enotecamassimocinti@libero.it www.cintienotecaroma.com Chiuso lunedì mattina e domenica

ENOTECA CINTI

54


Per uno sguardo alla moda Aldo Astrologo Ottico dal 1964, in Viale Europa dal 1979, Optometrista

dal

1982. Lenti a contatto, misurazione gratuita della vista, contattologo esperto in sede (Fausto),

Il gusto dell’abito su misura

occhiali

di

varie

marche, con tutte le novità e lenti a contatto di ultima generazione (inno-

Vittorio Meschino è uno dei pochi artigiani che realizza con

vative). Suggerimenti su varie tipologie di occhiali, lenti

maestria i vostri abiti garantendo qualità e professionalità

progressive,lenti a contatto e montatura da vista e da

acquisiti grazie a una lunga esperienza. Sulle sue orme la

sole. Attuazione accurata delle prescrizioni oculistiche.

giovane figlia Veronica, stilista di talento, crea confezioni da donna molto glamour.

Viale Europa, 129 Tel. 06.5926885 aldo@astrologo.albaweb.it

SARTORIA MESCHINO

OTTICA ASTROLOGO ALDO

Viale della Tecnica, 221 - Roma Tel/Fax: 06 59 18 726

Tutto iniziò per un peccato di gola... Torte personalizzate per cerimonie ed eventi. Paste secche, mignon, pasticceria da the ed altro ancora per soddisfare ogni palato. E’ possibile degustare e acquistare la cioccolata Modicana biologica e senza glutine.

DOLCI PENSIERI, PASTICCERIA ARTIGIANALE. Via dei Sommozzatori, 55 Tel. 339 79 80 764

55


Life is...joy Abiti e accessori di tendenza

Christian Louboutin www.christianlouboutin.com

Victoriaâ&#x20AC;&#x2122;s Secret www.victoriassecret.com Vera Wang - www.verawang.com

56


Galvan Spose - Gloria Saccucci Spose V.le Algeria 133/135 - tel. 06 5926853 www.gloriasaccuccispose.it

Speciale Sposa A cura di G.T. - Articoli di Simone Stirati In questo Speciale Sposa troverete acconciature originali proposte da Tamara - Shampoo, abiti esclusivi di Saccucci Spose, curiosità e novità per la preparazione del matrimonio e l’esclusivo servizio sulle nozze dell’anno tra William e Kate a cura della nostra inviata a Londra Cinzia Giorgio.

Vera Wang

57


trucco Francesca Gentile

acconciatura Tamara • Shampoo

Proposta di matrimonio In Persia se un giovane voleva una ragazza doveva gettarle in testa un lenzuolo. In Messico un uomo che voleva prender moglie andava al tempio e ne parlava al sacerdote: una volta uscito doveva sposare la prima ragazza nubile che incontrava. Un eschimese per sposarsi doveva uccidere una foca e offrirla al padre della ragazza che voleva sposare. In Sud America una ragazza interessata ad un ragazzo cercava di farlo inciampare durante le danze: se ci riusciva era un suo diritto averlo per marito. Nelle isole Trobriand, presso Papua, la ragazza si recava dall’uomo prescelto e lo morsicava. Oggi, non ci sono regole così ferree, tuttavia è necessaria un’accortezza: blindatevi con un adeguato contratto prematrimoniale! di S.S.

58


Galvan Spose - Gloria Saccucci Spose

Pronovias - www.pronovias.it

UNA FORMULA MATEMATICA CHE STABILISCE L’ETÀ GIUSTA PER SPOSARSI “Calcolare il miglior momento per sposarsi”, questa frase del professor Anthony Dooley, non è altro che il risultato di una sua ricerca nell’University of New South Wales (Australia). Il team di Dooley si è messo al lavoro con l’obiettivo di creare una formula matematica capace di aiutare gli sposi ad avere un legame duraturo, stabile e felice. Combinando due variabili: l’età in cui il matrimonio è considerato una possibilità e l’età a partire dalla quale sposarsi diventa una necessità si avrà l’età giusta per sposarsi. Spiega così il professor Dooley: “Probabilmente non e’ la cosa più romantica su cui basare un matrimonio ma in realtà la formula funziona in moltissimi casi, sia che alla ‘giusta età’ ci si arrivi per caso, sia che ci si arrivi per progettazione”. Se anche voi volete individuare l’età giusta, seguite le indicazioni: 1. Pensate all’età massima in cui vi vorreste sposarvi, per esempio a 39 anni, e chiamate questo numero n. 2. P sarà invece l’età minima in cui avete pensato al vostro partner come possibile coniuge, ad esempio a 20 anni. 3. A questo punto si sottrae P da n (es. 39-20) e si moltiplica per 0,368. In questo esempio, il risultato è uguale a 6,992 che, aggiunto al numero P (nel nostro caso 20) da più o meno 27. Proprio questa sarebbe quindi l’età ottimale per sposarsi. Attenzione però, l’equazione dell’amore ha successo solo nel 37% dei casi, ma può risultare sempre utile per capire e prendere sul serio una relazione o come ha detto Dooley: “è utile per calcolare il momento giusto per … scappare!”. di S.S.

Victoria Secret Lingerie Sposa - www.victoriassecret.com

59


Acconciatura Tamara â&#x20AC;˘ Shampoo

Vera Wang

Galvan Spose - Gloria Saccucci Spose

Elie Saab

60


Pronovias

Nozze in webcam Per i parenti e gli amici lontani che non possono partecipare alla cerimonia oggi c’è il “lIve Weddings”. Grazie a una connessione internet un pc e una telecamera sarà possibile trasmettere le nozze in webcam. Si potrà scegliere il numero di persone da far assistere e proteggere la connessione con una password di accesso. Il matrimonio dopo un paio di giorni sarà inserito nell’archivio del sito e sarà possibile vederlo in differita, quando si vuole e in ogni giorno. di S.S. www.destinationweddingitaly.it

Video partecipazioni che annunciano il tuo matrimonio Ancora stampate e spedite le partecipazioni? Siete davvero fuori moda! Eh sì, perché oggi il matrimonio si annuncia on-line con le video partecipazioni. Avete letto bene. Oggi chiunque possiede un pc, e quindi, via libera alla fantasia. Attraverso un semplice programma, come MovieMaker di Windows, potrete montare, in base al proprio gusto, immagini, musica e spezzoni della vostra storia d‘amore. Come risultato si avrà un vero e proprio trailer, come quelli che presentano, in un minuto o meno, i film che escono al cinema. Solo che questo sarà il vostro trailer, anche se immagino che il protagonista difficilmente somiglierà a Brad Pitt o Johnny Depp. Si può fare un semplice collage delle foto ricordo o immedesimarsi in un personaggio di un film, di un cartone animato o di una serie televisiva. Non ci sono limiti, basta solo una videocamera e tanta voglia di divertirsi. di S.S.

61


Bomboniere commestibili Stanchi delle solite bomboniere? State cercando ispirazione per qualcosa di diverso? Nessun problema, lasciate da parte cornici, porta gioielli, oggetti in vetro soffiato e buttatevi sui dolci! Da oggi potrete stupire i vostri ospiti con le bomboniere commestibili. Le più popolari sono le barrette di cioccolato: al latte, fondente, bianco, con le mandorle o senza; il gusto non è importante, ma la confezione sì. L’involucro che ricopre la tavoletta infatti dovrà contenere il nome dei due sposi e la data delle nozze, la fotografia della coppia e/o una frase d’amore. Una variante sono caramelle o di cioccolatini all’interno di contenitori in tema con il matrimonio ( etnici, moderni o classici) personalizzati con i nomi e le fotografie o quel che più desiderate. Anche il cacao, il tè e il caffè, accompagnati da particolari spezie e da confezioni “personalizzate” saranno in grado di rendere unico il vostro matrimonio. Oppure potrete davvero sorprendere gli ospiti con i biscotti della fortuna: croccanti e delicati al loro interno nascondono piccoli pezzi di carta che riportano motti, aforismi o frasi profetiche. Anche in questo caso qui potrete personalizzare i messaggi. Con giuste decorazioni e apposite confezioni, saranno in grado di trasformarsi in bomboniere per l’evento. Particolari e innovativi, di S.S.

Galvan Spose - Gloria Saccucci Spose V.le Algeria 133/135 - tel. 06 5926853 www.gloriasaccuccispose.it

62


63


I Will(iam) Cronaca dal Royal Wedding dalla nostra inviata a Londra Cinzia Giorgio piedi (con tartine e champagne non millesimato) offerto a Buckingham Palace Willam e Kate hanno detto sì. Dopo anni di fidanzamento la coppia

dalla Regina Elisabetta II, mentre 300 sono i fortunati che parteciperanno alla

si è giurata amore eterno a Westminster Abbey davanti all’Arcive-

cena e al ballo offerto la sera

scovo di Canterbury e alla Regina Elisabetta II. Le cifre sono da capo-

dal Principe Carlo. William e

giro: 1900 i soli invitati alla cerimonia religiosa (tra i quali spiccano,

Catherine hanno lasciato Bu-

anche per la poco felice mise, i due coniugi Beckham e Ladies con

ckingham Palace dopo aver

cappelli eccentrici). Molte le teste coronate, come Alberto di Monaco

tagliato una torta di panna e

con la sua promessa; molti gli invitati scomodi ma doverosamente

glassa di Fiona Cairns. Sull’A-

presenti, per esempio il fratello di Lady Diana Spenser con la sua

ston Martin del principe Carlo,

futura quarta moglie. E fanno discutere anche i grandi assenti: Sarah

William ha portato sua moglie

Ferguson, Tony Blair e Gordon Brown. Enorme il numero di persone

a Clarence House per un po’

assiepate – si parla di un milione di presenze - tra l’Abbazia, Cla-

di riposo. Hanno chiaramente

rence House da dove è uscito lo sposo con il fratello Harry alle 11.15,

optato per il cambio d’abito

e l’Holtel Goring, da dove Miss Kate Middleton è uscita con il padre

per affrontare la lunga notte:

Michael alle 11.51 per andare a diventare Lady Catherine duchess

lui ha indossato uno smoking,

of Cambridge su una magnifica Rolls Royce Phantom VI. Gli occhi di

mentre Kate ha scelto un abito

2 miliardi di telespettatori erano puntati sulla coppia principesca in

di raso bianco, con una gon-

tutti i sensi. Splendida e raggiante lei in un abito che ricordava molto

na di satin, adornato da una

quello indossato da Grace Kelly, firmato Sarah Burton per Alexandre

cintura di strass. Impeccabile

McQueen (lo stilista suicidatosi un anno fa) con in mano un sem-

ancora una volta, Kate ha di-

plicissimo bouquet di mughetti. Favoloso e principesco lui nell’alta

mostrato tutta la sua elegan-

uniforme rossa da colonnello delle Guardie Irlandesi. Sono belli e in-

za. Lunga vita ai just wed reali

namorati e la favola ha inizio con l’arrivo di Kate e le romantiche pa-

e lunga vita a chi ha sognato,

role che si leggono be-

anche solo per un istante,

nissimo anche da fuori

nell’assistere a questo straor-

sui maxischermi, dove

dinario evento.

folle e stampa seguono con il fiato sospeso la

cerimonia.

Guar-

diamo l’orologio: 12.15 e William le sussurra: «I love you, you look beautiful». Ore 12.28.: applausi quando foto di CInzia Giorgio

foto di CInzia Giorgio

scroscianti l’arcivescovo

di Canterbury proclama William e Kate man

and wife. Dopo, il corteo nuziale li porta a Buckingham Palace, e alle 14.31 William e Kate si affacciano al balcone del palazzo reale, seguiti da Elisabetta II, Carlo e Camilla con i Middleton, i paggetti con le damigelle, Philippa Middleton e Harry. La folla va in visibilio quando i due sposi si scambiano un breve e imbarazzato bacio sulle labbra. Partono poi i festeggiamenti: 650 gli invitati al buffet in

foto di CInzia Giorgio

64


65


Wedding and events planner Ecco i consigli di Cinzia Sabatini

Bianco e impalpabile

Il mio sogno è un abito sartoriale

E’ bene ricordare le ultime tendenze, la sposa 2011 è una sposa senz’al-

Sono una futura sposa,

tro elegante, romantica ma anche glamour, la sposa oggi giorno è più

vorrei chiederle un parere: cosa ne pensa dell’abito sartoriale? Le mie ami-

donna e più sensuale di una volta. Ci si sposava giovani, quasi giova-

che mi dicono: ”…e se poi non ti piace come ti sta?” Eppure sono certa

nissime, avevamo tutte un’aria un po’ più fanciullesca. Ora ci si sposa

che avere un abito esclusivo disegnato proprio per me sarebbe un valore

verso i trent’anni, nel pieno della femminilità e tutto questo si traduce in

aggiunto. Approfitto per avere il giudizio di un’esperta.

una sola parola: seduzione. Del resto la sposa da primo deve sedurre

Grazie

il suo futuro marito, lasciarlo stordito dalla sorpresa all’altare quando

Camilla

vedrà il suo ingresso in chiesa e poi non ultimo sedurrà, ma in questo caso meglio dire stupirà, tutti i suoi invitati. Gli occhi saranno puntati su

Cara Camilla,

di lei, difficilmente lo sposo potrà rubarle la scena. Tutto questo per dire

sono pienamente d’accordo con lei, l’abito sartoriale è quello che tutte le

che la scelta dell’abito è importantissima e non ci si può permettere di

spose creative dovrebbero scegliere. L’emozione di descrivere l’abito dei

sbagliare. Solitamente, per esperienza, le spose hanno le idee ben chia-

suoi sogni ad una brava stilista e vederlo realizzare in uno schizzo davanti

re a questo proposito. Ma torniamo alle tendenze, direi che c’è stato un

ai suoi occhi, non è paragonabile all’emozione che proverebbe trovando

ritorno all’abito bianco, non più quindi avorio o panna ma decisamente

l’abito appeso nel miglior Atelier di abiti da sposa. Il taglio e le rifiniture

bianco-bianco. Le linee più belle sono quelle pulite, appunto eleganti,

saranno eccellenti, potrà scegliersi un tessuto meraviglioso e metterci quel

per una sposa sofisticata, attenta e sempre piacevolmente attraente.

tocco in più che la sua personalità le suggerisce. Se necessita di essere

Abiti da sposa molto speciali, sono quelli di Jenny Packham, abiti dalle

accompagnata o consigliata in merito ad una stilista di prim’ordine non esiti

linee scivolate, sembrano quasi abiti da sera, impreziositi da ricami gio-

a contattarmi.

iello realizzati a mano con cristalli Swarovski. I tessuti sono molto leggeri,

CS

fluidi, impalpabili chiffon di seta. In questo caso immagino una sposa con una silhouette sofisticata e con portamento elegante. Importantissimi anche gli accessori: bracciali, piccoli frammenti gioiello da mettere fra i capelli e poi... le scarpe. Ci sono spose che per le scarpe

Matrimoni IN Via della Mendola, 212 - 00135 Roma

sono disposte a spendere cifre vertiginose. Una sposa alla quale sto

Tel/Fax 06 3054450 Cell. 338 2188444

organizzando il matrimonio, per le scarpe ha preso un aereo ed è volata

www.cinziasabatini.com

a Parigi!

66

FONT UTILIZZATE:

COLORI QUADRICROMIA:

HELVETICA NEUE ULTRALIGHT EXTENDED HELVETICA NEUE BLACK EXTENDED HELVETICA NEUE LIGHT HELVETICA NEUE HEAVY

GRIGIO 16% (50% IN NEGATIVO) ORO = C0 M20 Y100 K20 NERO 100% BIANCO


Realizza il tuo sogno immobiliare

Compravendite immobiliari Locazioni residenziali e commerciali Perizie e stime immobiliari Consulenze tecniche e ristrutturazioni

OCEAN DRIVE APARTMENT è situato a Miami Beach nel cuore dello storico quartiere Art Decò e sulla via più rinomata e vivace: la mitica OCEAN DRIVE. Con la vista sull’oceano, la spiaggia bianca e le palme vi sentirete subito coinvolti dall’atmosfera tropicale e dalla vivacità della zona. A breve distanza ci sono i maggiori luoghi di interesse di Miami quali la Lincoln Road, il Lummus Park, Espanola Street, i locali, i ristoranti, le mostre, i negozi di design, gli alberghi più esclusivi e inoltre il porto di Miami da cui imbarcarsi per una crociera nei Caraibi. La centralità della posizione e la vicinanza al mare ed ad ogni luogo di interesse renderanno piacevole il vs soggiorno e indimenticabile la vs vacanza. L’appartamento è situato in un elegante edificio Art Decò con servizio di reception 24h ed è composto da soggiorno con cucina a vista e divano letto, camera da letto matrimoniale, bagno e una bella terrazza abitabile arredata con splendida vista sull’oceano e sulla strada. L’appartamento è ben arredato con mobili in stile coloniale e corredato di tutto: cassaforte, 2 tv al plasma, internet wifi, lavastoviglie, aria condizionata, lavanderia, asciugacapelli, ferro da stiro, aspirapolvere, microonde e biancheria da letto e da bagno. OCEAN DRIVE APARTMENT ha 4 posti letto (letto matrimoniale + divano letto) ed è disponibile per soggiorni settimanali o per soggiorni minimo di tre notti. I prezzi settimanali sono variabili in relazione al periodo e vanno da € 1.300 ad € 1.500. Viene richiesta una caparra del 30% alla prenotazione ed un deposito cauzionale del 30% alla consegna delle chiavi. I consumi delle utenze sono incluse nel prezzo del soggiorno; la pulizia finale (escluso la pulizia dell’angolo cottura) è di € 50.

Grafica di AMGT Mad Creative

MIAMI SOUTH BEACH

Penthouse Immobiliare S.r.l. Viale America, 1 - 00144 Roma - tel. 06 5919125 - fax 06 5919130 - info@penthouseimmobiliare.it

67


Chick-Post Note di humor rosa di Cinzia Giorgio

Morti di salute La bella stagione è alle porte, bisogna prepararsi psicologicamente e fisicamente a esporre parti del corpo che durante l’anno hanno patito stritolate in calze coprenti da 3760 denari e sprimacciate (passatemi il termine) in improbabili capi di biancheria intima dalle miracolose azioni che regalano e tolgono una o più taglie alla bisogna. Mi viene in mente la pubblicità in cui un ragazzo e una ragazza stanno per andare a letto insieme e lei, per non far vedere che deve smontare un’impalcatura fatta di mutante reggi-glutei e reggiseni push-up-up, lo benda. Il risultato? Che lui si addormenta e lei sta ancora lì a togliere, togliere, togliere… Ma cosa si deve fare per evitare questi strumenti di tortura? Ci vogliono altre torture! Le nostre nonne direbbero: chi vuol essere bella deve un po’ soffrire. Verissimo, anche se a tutto c’è un limite. Chi stabilisce il limite però non è molto chiaro. Ci sono donne a cui sembra una tortura anche l’appuntamento mensile (o

Cinzia Giorgio

settimanale, dipende) dal parrucchiere: troppo estenuante tutto il ciclo di shampoo, stira e arriccia, tingi e decolora. Ci sono donne che non riescono nemmeno a pensarci senza rabbrividire. Certo la virtù sta nel mezzo. Soffrire un po’, sì, ma non troppo. Tuttavia una buona fetta di donne ama la tortura, soprattutto se av-

Chick-Posta

viene in una costosissima spa in un luogo sperduto in cui non puoi far altro che

Carissime, siete fantastiche: la mia casella di posta, il blog di

subire. E lì se ti gettano fango addosso, non lo fanno metaforicamente! Non so

E42 e il mio blog erano pieni di vostri commenti, di lettere e di

se vi è mai capitato di vedere il film del 1994 The Road to Wellville (Morti di salute)

consigli. Un oscar come migliori lettrici del mondo vi è dovu-

di Alan Parker con Anthony Hopkins, Bridget Fonda, John Cusack e Matthew Bro-

to. Quindi… sorpresa! Si riprende con la posta che avevamo

derick. Un autentico capolavoro dell’antisalutismo, che mette un po’ in ridicolo le

messo da parte il mese scorso per cause di forza maggiore: il

prime spa. È sofferenza allo stato puro: lavande intestinali, piatti pieni (si fa per

trentennale della Harmony. Bene, buon divertimento!

dire) di gambi di sedano una patata bollita e qualche carota, levatacce mattu-

Cinzia

tine con corsetta salutare e imbevibili tisane al rabarbaro e ortica. Ragazze mie c’è gente che è felicissima di farsi torturare. Beati loro, io non sono così stoica. Molte mie carissime amiche gioiscono al pensiero di una vacanza in un albergo esclusivo in cui è proibito tutto (internet, tv, cellulare, ipod, etc.) tranne le torture (massacranti massaggi cinesi, pietre bollenti sulla schiena e lavande gastriche a volontà). Io tremo per loro, ma forse è solo per vigliaccheria: non mi sembra vacanza senza il mio cellulare e la mia connessione internet. Ma forse quella strana sono io, voi che dite?

68

Se volete scrivere a Chick-Post per commenti e suggerimenti inviate una mail info@cinziagiorgio.com


Indovina chi viene al nostro matrimonio? Ciao Cinzia, sono in crisi profonda. Sto per sposami con il ragazzo dei miei sogni. Ci siamo conosciuti da meno di un anno e dopo tre mesi avevo l’anello al dito. Wow, vero? Problemino: prima di lui, sono stata sette anni con un ragazzo che adesso è un mio carissimo amico. Ora, è giusto, secondo te, invitarlo al mio matrimonio? Vale

Chick-Book del mese Definita dal Guardian come “a master of fresh and sparky comic

Carissima, il coraggio di certo non ti manca. Dalla tua lunga lettera (che ho

writing” la scrittrice scozzese Cynthia Rogerson ha di nuovo colpito

dovuto sintetizzare per ragioni di spazio) ho intuito che per te sarebbe doloroso

nel segno con il riuscitissimo I Love You, Goodbye, pubblicato in

non rendere partecipe il tuo ex della tua felicità. Il consiglio che ti do è di par-

Italia da Leggereditore, una divertente e spiritosa commedia uma-

larne sinceramente con il tuo ragazzo: cominciare la vita matrimoniale con una

na sull’amore e altri incidenti di percor so. La scrittura in prima

bugia o, peggio, con un sentimento di delusione, non ti farebbe apprezzare

persona corre veloce e non si riesce a staccare gli occhi dal libro.

appieno la gioia del momento che ti appresti a vivere. In bocca al lupo (per

È la storia di Ania che sul suo di matrimonio ha sempre chiuso

entrambe le cose!)

un occhio, nonostante spenda il suo tempo cercando di salvare i matrimoni altrui. Dispensa consigli e lo fa con estrema cura. Ma in

AAA Amore Cercasi

amore, si sa, non c’è regola che tenga. Tutto si svolge in un paesi-

Cara Cinzia, mi chiamo Silvia, ho 32 anni e lavoro tutto il giorno. Amo il mio la-

no scozzese i cui abitanti sembrano racchiudere tutte le sfumature

voro, ma mi prende troppo tempo e così la mia vita sentimentale è un disastro.

dell’amore: dal tradimento alla prima volta, dalle delusioni alle

Ho provato di tutto per trovare l’anima gemella: speed-date, meetic, appunta-

difficili conquiste. Un libro in cui è facile riconoscersi e da cui im-

menti al buio. Niente. Cosa mi consigli?

parare molto, anche come cavarsela con gli imprevisti della vita.

Silvia

Shakespeare diceva: “L’amore fugge come un’ombra l’amore reale che l’inse-

Cynthia Rogerson

gue, inseguendo chi lo fugge, fuggendo chi l’insegue”. Smettila di cercare e vivi

I love you, goodbye

con serenità la tua vita. Ti distenderai e sarai più carina… sicuramente qualcu-

Leggereditore, 2011

no se ne accorgerà e ti chiederà di uscire quando meno te lo aspetti. Scelte bibliche Ciao Cinzia, sono Flaminia. Ho un problema irrisolvibile: amo due ragazzi. Uno è bellissimo e ricco, praticamente un principe azzurro. L’altro è bruttino e timido, ma mi attira da matti. È un genio dell’informatica e mi ha sedotto con la sua intelligenza. Adesso sto insieme a tutti e due, ma prima o poi dovrò decidere, no? Ahh! Flami

Eh, mia cara, dovrai scegliere in fretta perché in questi casi l’indecisione è deleteria: a furia di chiederti quale dei due ti piaccia di più finirai con il perderli tutti e due (soprattutto se si accorgono dei tuoi salti mortali per evitare che uno sappia dell’altro!). il mio consiglio ti sembrerà banale, ma è sincero: in fondo al cuore hai già scelto e lo sai bene anche tu. La strada per la felicità è tortuosa, ma se sei coraggiosa saprai percorrerla con saggezza!

69


Fatti di...vini Viaggio intorno a un bicchiere sempre pieno.

Sangria

Bevanda alcolica a base di frutta

Ingredienti 1 bottiglia di vino rosso, corposo e di alta gradazione alcoolica (in Spagna si usano i vini Grenache, Garnacha e Monastrell prodotti nella zona della Rioja ma noi possiamo tranquillamente prepararla con un Salice Salentino rosso, un Cannonau di Sardegna o una Bonarda non frizzante dell’Oltrepò pavese), 1/2 limone rigorosamente con buccia; 1 arancia; 1 bicchierino di Rhum (non c’é bisogno di un Havana invecchiato 7 anni, non ne serve molto) o Brandy; 3 pesche gialle; 3 chiodi di garofano; 3 o cucchiai di zucchero; un pó di scorza di cannella; 2 bottigliette di Soda, o, nel caso in cui si voglia esaltare la dolcezza, della gassosa;

Come prepararla? Iniziate tagliando le pesche, in pezzetti abbastanza piccoli, e poneteli in una brocca capiente, unitevi l’arancia e il limone, non sbucciati e tagliati a fettine sottili, lo zucchero, la cannella, i chiodi di garofano e il Rhum. Mescolate, quindi versate il vino e mettete la brocca in fresco per un paio d’ore, anche se l’ideale sarebbe lasciarla a macerare per 5-6 ore. Al momento di servire, aggiungete la soda e qualche cubetto di ghiaccio.

70


Grafica di AMGT Mad Creative

Edil House 80 nasce nel maggio 2004. Da subito è impegnata nella costruzione dei Punti Verdi di Qualità (PVQ), un importante progetto del Comune di Roma il cui fine è la riqualificazione delle zone di verde pubblico in stato di degrado. La Società è anche impegnata in cantieri con Società private di comprovata solidità, quali: EUROPARCO SRL, con quale la Edil House 80 ha lavorato alla realizzazione del “Centro Commerciale EUROMA 2” e del “Ministero della Salute” in diverse fasi dell’opera. PARSITALIA SRL, CEP (Costruzioni Edilizie Polifunzionali S.p.A.) con la quale la Edil House 80 ha lavorato alla realizzazione dell’intera viabilità (fognature, strade servizi, etc.) nella zona di Casalpalocco, Roma. Altra opera di prestigio cui Edil House 80 ha portato il proprio contributo affiancando i principali appaltatori, è il Nuovo Centro Congressi della Capitale, meglio noto come la “Nuvola” di Fuksas. Attualmente la Società è anche coinvolta nella realizzazione del grande “Acquario” presso il laghetto dell’Eur, affiancando l’impresa Edileropa Srl in varie fasi dell’opera. La Edil House 80 utilizza mezzi e attrezzature di proprietà con maestranze alla proprie dipendenze, con particolare attenzione alle normative in materia di sicurezza. Oltre l’iscrizione presso l’Acer, ha ottenuto la certificazione S.O.A. n. 7849/17/00 ed UNI EN ISO 9001:2000 n. 18448/08/S secondo la normativa di riferimento più completa che ne garantisce l’alta qualità ed il rigoroso rispetto delle normative vigenti nel settore dell’edilizia.

Edil House 80 Srl Via Luigi Lilio, 95 - 00142 Roma - Tel: 06 51962017 - Fax: 06 51960729 - info@edilhouse80.com - www.edilhouse80.com

71


Il sublime piacere del gusto

A Tavola “I Piaceri della carne” con Fabio Campoli Questo mese vi propongo due ricette a base di carne. La carne, si sa, è un alimento importante della nostra alimentazione e nel corso del tempo il suo consumo è cambiato notevolmente. La cucina italiana ha avuto sempre un occhio di riguardo nei confronti della carne, inventandosi mille modi per cucinarla con ingredienti sempre nuovi e vari. E non solo, a volte la sperimentazione culinaria ha portato alla creazione di piatti a base di carne cruda, come la tartarre o il carpaccio. Insomma ce n’è per tutti i gusti. Solitamente la carne, al di là delle ricette da preparare, è un argomento poco trattato dai media, ma che, a mio avviso, ha bisogno di una “cultura” più diffusa, sia da un punto di vista nutrizionale sia da uno prettamente “pratico”. Spesso, infatti, si tende a cuocerla in modo errato perdendo in gusto e qualità. Un aspetto che è di fondamentale importanza per me, come chef, è la selezione della carne e la sua qualità. Mi piace mangiare sano, senza perdere il gusto delle buone cose, per cui raccomando sempre di saper scegliere carni di qualità, controllate e garantite. Se poi la carne è fresca e di varia specie, per sbizzarrirvi anche ai fornelli, siete sulla strada giusta. Le ricette scelte sono a base di carne bianca, ma cucinata in modo gustoso e leggero. Buona cucina e buon appetito!!

Coniglio al mirto in fricassea Ingredienti per 4 persone: 1/2 coniglio casereccio, 4 tuorli d’uovo, un bic-

Appena rosolato, lo bagno col liquore di mirto, faccio evaporare e ag-

chiere di vino bianco secco, un bicchiere d’aceto di vino bianco, 1/2 bic-

giungo il porro tritato finemente e una bacca di mirto anch’essa tritata.

chierino di liquore al mirto, 50 g di porro, 40 g di Pecorino Romano Dop,

Lascio cuocere coperto a fuoco dolce; una volta rosolato, unisco il vino

3 g di scorza di limone, 2 bacche di mirto, 6 cucchiai d’olio extravergine

bianco e lascio cuocere ancora. Dopo un po’, metto anche un bicchiere

d’oliva dal fruttato delicato, sale qb. Procedimento: disosso il coniglio e

d’acqua e faccio cuocere lentamente per almeno un’ora è mezza. A fine

ne ricavo dei piccoli pezzi. Visto che si tratta di un coniglio casereccio dal

cottura, avrò una sorta di salsina, in cui il coniglio si deve rosolare. In una

sapore forte, lo bollo in acqua con l’aceto e sale per due minuti. Scolo e

ciotola sbatto quattro tuorli d’uovo con il pecorino, la scorza del limone

asciugo. Poi prendo una casseruola con l’olio, ci aggiungo il coniglio e lo

grattugiata, la bacca di mirto tritata e batto per rendere il tutto cremoso.

faccio rosolare a fiamma viva (non vivissima, altrimenti tende a bruciare).

Verso il composto nel coniglio caldo, copro e spengo la fiamma. Servo.

Il parere del nutrizionista Luca

La Fauci

La carne di coniglio è un alimento molto pregiato dal punto di vista nutrizionale poiché contiene quasi tutti i principi nutritivi: acqua, proteine, lipidi, sali minerali, vitamine e glucidi in tracce. Rientra a pieno titolo tra le carni bianche e sicuramente, per il basso tenore lipidico, è consigliabile per quanti, con l’approssimarsi della temuta “prova-costume”, tendono a prestare grande attenzione alla propria linea. il già alto profilo proteico assicurato dalla carne di coniglio viene ulteriormente incrementato dalla contemporanea presenza dell’uovo, l’alimento completo per eccellenza da un punto di vista proteico. A completare il profilo nutrizionale della ricetta concorrono il mirto, la scorza di limone e l’olio dell’extravergine di oliva in grado di assicurare un mix ben bilanciato di minerali, vitamine ad elevato potere antiossidante e sostanze aromatiche utili a favorire i processi digestivi.

72


Il sublime piacere del gusto Galletto allo zenzero e yogurt magro Ingredienti per 4 persone: 8 cosce o sovracosce di pollo senza pelle, un vasetto di yogurt magro, succo di un limone, 20 g di cipolla, 10 g di zenzero fresco, 1/4 di scorza di limone, 5 g di paprica, sale qb. Per accompagnare: riso Basmati pilaf*, 20 g d’olio extravergine d’oliva dal fruttato medio. Procedimento: Miscelo in una ciotola lo yogurt con tutti gli altri ingredienti. Vi metto la carne e la massaggio bene con le mani per farla insaporire. Lascio marinare in frigorifero per almeno otto ore, girando di tanto in tanto. Quando è il momento di cuocere il galletto, lo tiro fuori del frigo e imposto il forno a una temperatura di 220 °C. Quindi, sistemo la carne in una teglia rivestita con della carta da forno (meglio ancora, se possibile, sarebbe sistemarlo su una griglia con sotto una teglia con un po’ d’acqua per la raccolta dei grassi e dei liquidi che scolano). Faccio cuocere per venticinque minuti e intanto preparo il riso pilaf. Infine, servo ben caldo col riso impreziosito dall’olio.

Il parere del nutrizionista Luca

La Fauci

Le proteine rappresentano il principale nutriente di questo piatto, ricco di aminoacidi essenziali grazie alla contemporanea presenza di pollo e yogurt. La percentuale di lipidi è decisamente contenuta, si adatta perfettamente a regimi dietetici ipocalorici e ipolipidici ed assicura un buon rapporto tra acidi grassi mono-insaturi, poli-insaturi e saturi. Buono il contenuto in sali minerali: il Calcio presente nello yogurt, in particolare, concorre a mantenere la buona salute delle ossa e dei denti ma anche ad ottimizzare la funzionalità muscolare. La cipolla garantisce la presenza di sostanze solforate sempre più studiate dalla comunità scientifiche per le loro presunte azioni anti-tumorali.

FABIO CAMPOLI. Un modo di fare cucina che è diventato uno sti-

DR. LUCA LA FAUCI. Biologo Nutrizionista e Tecnologo Alimentare,

le inimitabile. Una cucina che porta il segno della contaminazione tra

noto al pubblico per la sua rubrica sulle etichette alimentari nella trasmis-

la sperimentazione che ricerca il nuovo e la tradizione che affonda nei

sione di RAI UNO “Uno Mattina” e come Nutrizionista del Giro d’Italia, si

sapori tipici. Ma non solo. Chef di Rai Uno, food designer, consulente, te-

occupa di nutrizione, educazione ai consumi alimentari e divulgazione

stimonial, docente, organizzatore di eventi, tre libri all’attivo e Presidente

scientifica. La sua attività di ricerca scientifica si concentra sulle caratteri-

del Circolo dei Buongustai: tutto questo è Fabio Campoli.

stiche salutistiche e nutrizionali dei prodotti tipici di qualità italiani.

73


Quattro zampe e una penna L’angolo del veterinario

Tempo di pulci e zecche Di Dott.ssa Manuela Scaglia E’ primavera, la stagione dove i nostri amici animali sono maggiormente soggetti ad essere invasi da sgraditi ospiti, in particolare pulci e zecche, che vanno ad infestare il loro pelo. Entrambi si nutrono del sangue del cane e del gatto, ma ,mentre le pulci sono insetti, le zecche appartengono alla famiglia degli aracnidi e sono quindi cugine dei ragni! Esistono oltre 2.000 specie di pulci, quella più comune è la Ctenocephalides felis ( o pulce del gatto), minuscolo insetto, estremamente prolifico (la femmina può arrivare a deporre 60 uova al giorno!). Le pulci non sono sempre facilmente individuabili sul pelo dell’animale, spesso però tra il pelo si possono trovare tanti piccoli granelli neri, escrementi della pulce, segno inequivocabile della loro presenza. [foto1] La pulce ha un ciclo vitale che parte dalle uova che diventano larve, quindi pupe e infine pulci adulte [foto 2]. La pulce conduce solo una parte del sul ciclo vitale, quel-

Dott.ssa Manuela Scaglia info@clinicapievaroli.it www.clinicapievaroli.it

lo dello stadio adulto, sull’animale. L’infestazione non avviene soltanto per contatto

cominciare un nuovo ciclo. Le zecche rappresentano un serio

diretto con animali infestati ma anche dalla frequentazione di ambienti (soprattutto

problema sanitario sia per gli animali che per l’uomo, durante

la vostra casa!) contaminati da uova e forme larvali del parassita. Le larve di pulci

il loro pasto di sangue possono trasmettere altri agenti infettivi

vivono nelle fessure dei pavimenti, sui tappeti, sui divani, sotto i mobili, nelle cucce

(batteri, protozoi e virus) trasmissione che non avviene prima

o in qualsiasi area frequentata da animali infestati. Ne consegue che per un effica-

delle 24 h dalla presenza del parassita sull’animale. Ne con-

ce controllo di questo parassita non sono sufficienti trattamenti mirati all’uccisione

segue che un accurata ispezione

dell’insetto adulto ma occorrono trattamenti ripetuti ciclicamente che abbiano azione

giornaliera al rientro dalla pas-

insetticida sulla pulce adulta e repellente sulle forme larvali. Per ottenere il massimo

seggiata al parco (ispezionare

successo è importante anche il trattamento ambientale, in particolare modo la casa

soprattutto l’inguine , le ascelle,

che per le condizioni di temperatura consentirebbe lo sviluppo della pulce per tutto

la testa e il collo), oltre all’utilizzo

l’anno , indipendentemente dalla pulizia. In commercio esistono dei prodotti spray a

di antiparassitari, riduce notevol-

base di “regolatori della crescita degli insetti”, assolutamente innocui per le persone e

mente il rischio di contrarre ma-

per gli animali ma in grado di eliminare le uova e le larve delle pulci. I problemi clinici

lattie infettive. Le malattie infettive

legati alla presenza della pulce sono per lo più di carattere dermatologico e sono di

veicolate dalle zecche presenti

norma associati a prurito. La stessa pulce può però fungere da vettore per altri paras-

nel nostro Paese sono: Rickett-

siti, quali Dipylidium caninum ( verme piatto che colonizza l’intestino di cani e gatti ),

siosi, Ehrlichiosi, Anaplasmosi ,

Mycoplasma haemofelis (batterio che aggredisce i globuli rossi del gatto, causando

Borrelliosi e nell’uomo anche la

grave anemia), inoltre essendo insetti ematofagi, una elevata infestazione può porta-

Tularemia e la Meningoencefali-

re ad anemia. Le zecche sono artropodi dalle dimensioni di qualche millimetro, sono

te da zecche. La maggior parte

parassiti obbligati , parassiti che necessitano del pasto di sangue per completare il

di queste malattie può essere

loro sviluppo e ciclo riproduttivo. In Italia sono presenti due famiglie di zecche: quella

diagnosticata attraverso esami

delle Ixodidae (zecche dure) e quella delle Argasidae (zecche molli). La loro attività è

del sangue. Concludendo, non

massima nel periodo maggio-ottobre, l’habitat preferito è rappresentato da luoghi

importa quanto sia pulito il vostro

ricchi di vegetazione erba e arbusti ma si possono trovare anche nei boschi e in pros-

animale, la pulizia non tiene lontano le pulci ne tantomeno le

simità di stalle e ovili. Il ciclo vitale della zecca si compone di quattro fasi, uovo, larva,

zecche. Solo l’utilizzo costante dell’antiparassitario aiuta a pre-

ninfa e adulto [foto 3]. Sono lo stadio di ninfa e adulto ad essere pericolosi per gli

venire infestazioni indesiderate. Ci sono in commercio nume-

animali ma anche per l’uomo. Le zecche non saltano né volano, si appostano all’e-

rosi prodotti efficaci per il trattamento e la prevenzione di pulci

stremità delle piante in attesa del loro ospite ( piccoli roditori, bovini, ovini, cani, gatti e

e zecche, vanno applicati una volta ogni 3-4 settimane per il

uomo). Una volta sul corpo dell’ospite affondano il loro rostro nella cute e cominciano

periodo che va da aprile a ottobre, i trattamenti non vanno

a succhiare il sangue. Generalmente rimangono sulla cute dell’animale per 2-7 gior-

mai fatti in concomitanza con i bagni, ma almeno 2-3 giorni

ni e poi si lasciano cadere spontaneamente, a terra la femmina depone le uova, per

dopo.

74


Quattro zampe e una penna

X favore portami con te BLACK è di una dolcezza disarmante, appena vede una persona gli corre incontro scodinzolando ed è sempre in cerca di coccole, i suoi occhi sono così tristi.... ha sofferto veramente tanto per l’abbandono... Lei pesa circa 9 kg, va d’accordo con cani, gatti e bambini, verrà affidata microchippata, sterilizzata e vaccinata. WHITE è dolcissimo, giocherellone e soprattutto un gran mangione...anche lui va d’accordo con cani, gatti e bimbi. Pesa circa 12 kg e verrà affidato microchippato, sterilizzato e vaccinato. Black & White si trovano per strada, ormai da più di un mese, a Labico in provincia di Roma, cerchiamo per loro un’adozione separata o in coppia. per informazioni contattare il 347/0152890

Tigro…dolce Tigro… Viveva libero con altri cani da anni, conoscendo ogni giorno la crudeltà della strada, ma pronto ad accogliere con salti e mugolii di gioia chi quotidianamente gli portava da mangiare e una seppur piccola dose di coccole! Ora anche lui si trova in canile…non chiedetegli perché, non l’ha ancora capito…ma ha ancora una piccola speranza di poter essere felice!! Tigro è un cane di taglia medio-grande, di circa 4-5 anni, castrato, ottimo carattere. Saprà essere un compagno fedele. Chi si innamora di lui?? Info Martina 3281979519

Billo è un bellissimo setter di 5 anni. E’ stato scaricato in canile circa 2 anni fa dal padrone cacciatore perchè non gli serviva più, il poverino ha problemi di displasia dell’anca, quando è arrivato in canile non appoggiava neanche la zampa a terra, successivamente con qualche cura e le attenzioni delle volontarie è migliorato tantissimo. Billo ci ha conquistate tutte, sarà così anche per chi lo vorrà conoscere! Controlli pre e post affido angela.screpanti@libero.it - mariateresa.pisapia@libero.it - cell.3336722164

Questi tre fratellini cercano adozione urgente!! Si trovano a roma, la mamma e’ una beagle , il papa’ e’ un cagnolino taglia piccola, quindi saranno una futura taglia media! Sono uno spettacolo, 2 maschi e una femmina, hanno 3 mesi, e devono essere adottati al piu’ presto!!!! Non li possono piu’ tenere in casa! Vi prego aiutatemi! Roma - 3401182991

Se vedi un cane, abbandonato su un'autostrada, invia un SMS a questo numero, dei volontari lo salveranno.

75


1861 > 2011

foto di Greta Gulienetti

150° anniversario Unità d’Italia

76


La tua vacanza perfetta Nuovo servizio per il turista Trasporto bagagli in aereoporto

®

L’idea è semplice quanto efficace, la Bon Bags S.r.l., occupandosi del trasporto bagagli del turista sia il giorno

dell’arrivo (aeroporto/hotel) che il giorno della partenza (hotel/aeroporto) è in grado di ottimizzare il tempo a

disposizione del viaggiatore, lo libera dall’incombenza dei bagagli.

Si prevedono servizi personalizzati di ritiro e consegna bagagli presso altre ubicazion i come ad esempio stazioni ferroviarie. L’aspetto più allettante per il turista è la semplicità del servizio.

Per prenotare è sufficiente chiamare gratuitamente il

numero verde 800 19 10 73 oppure collegarsi al sito internet www.bon-bags.com o rivolgersi alla reception del proprio hotel. Un incaricato della Bon Bags S.r.l. provvederà all’arrivo in aeroporto o altro punto segnalato

dal turista, al ritiro dei bagagli e alla consegna presso la struttura indicata dal cliente. Il giorno della partenza il

bagaglio sarà ritirato e consegnato (sigillato e assicurato) ovunque sia richiesto.

Bon Bags S.r.l. info line 800 19 10 73 www.bon-bags.com info@bon-bags.com

Prenota il trasporto bagagli online: www.bon-bags.com

77


Eventi Cose da fare, vedere, vivere A cura di Sam Stoner

EVENTI/CONCERTI

che si proporrà come “set a cielo aperto”. Un’occasione speciale per il

PRIMUS

giovani filmmakers, andrà a far parte dell’immaginario culturale e profes-

27/06/2011 ATLANTICO Viale dell’Oceano Atlantico, 271/d Info: 06 5915727 Una delle formazioni più folli e geniali degli anni ‘90 è finalmente arrivata anche per i fan italiani all’Atlantico Live di Roma. “Frank Zappa incontra il metal”: così il trio americano è stato definito agli inizi della loro carriera, sul finire degli anni ‘80. Originali, sconvolgenti, folli, incatalogabili e soprattutto Musicisti con la M maiuscola., Prezzi: 36 Euro + prev. Prevendite: su www.ticketone.it e prevendite abituali www.primusville.com

famoso “Pentagono” della Capitale, che, attraverso gli “obiettivi” di tanti sionale della giovane leva di cineasti di tutto il mondo. Sarà possibile, inoltre, frequentare i workshop che saranno svolti presso la Sala Quaroni del Palazzo Uffici sede di EUR SpA (Via Ciro il Grande 16), a cui interverranno professionisti del settore. Mentre l’Arena, realizzata a fianco della Piscina delle Rose, ospiterà ogni sera un attore o un regista di rilievo internazionale che dia-

INVITO A CENA CON DELITTO Ristorante La Glorietta – Roma Eur Viale Shakespeare, 33 Tel. 06. 5926021 I veli del sospetto

logherà con gli spettatori e i giovani registi; gli incontri saranno preceduti dalle proiezioni gratuite dei filmati realizzati dai giovani registi. Il migliori, saranno premiati la sera del 6 luglio. Dal quartiere romano, poi, tutta la “carovana” di “CinemadaMare” attraverserà 7 regioni del Centro e del Sud d’Italia, per un viaggio di 3.100 chilometri. www.cinemadamare.com

Sabato, 11-18-25 giugno Inizio evento: ore 20.15 Prezzi: € 59,99 Prenotazione da rete fissa 800 58 96 36 oppure prenotazioni@invitoacenacondelitto.com Gusta il sapore del mistero al ristorante La Glorietta. Metti alla prova le tue doti investigative, fiuta gli indizi, non lasciarti ingannare dai depistaggi, individua il movente, l’arma del delitto, ricostruisci la scena del crimine e infine arresta il colpevole prima che possa commettere ancora orrendi misfatti.

EUR - POLO MUSEALE Il Polo Museale dell’Eur rappresenta un unicum nel panorama nazionale. Ricordiamo il Planetario di Roma, il Museo Astronomico, il Museo della Civiltà Romana, Il Museo dell’Alto Medioevo, Il Museo Preistorico Etnografico, il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, il Museo delle Poste, l’Archivio Centrale dello Stato.

MUSEO NAZIONALE PREISTORICO ETNOGRAFICO “LUIGI PIGORINI” Piazza Marconi, 14 - ROMA EUR

CINEMA AL LAGHETTO DELL’EUR Dal 1 al 6 luglio 2011 Dal 1° luglio al 6 luglio, nell’ambito della nona edizione della manifestazione Cinemadamare, decine di troupes, composte da cineasti provenienti da diverse nazioni, realizzeranno brevi film in digitale, utilizzando come sfondi e location i marmi e le architetture dei palazzi storici dell’EUR

78

s-mnpe.comunicazione@beniculturali.it 06 54 95 22 69 Apertura: 10.00-18.00 Prezzo : Intero € 6,00 (ridotto € 3,00) Due le collezioni permanenti: Etnografia (suddivisa in tre sezioni : Africa. Oceania, Le Americhe) e Paleontologia (suddivisa in


sei sezioni: I metodi per lo studio del passato - Homo. La storia naturale – Cacciatori e raccoglitori – Arte preistorica – Un tuffo nel passato – Dal villaggio alla città).

MUSEO NAZIONALE DELL’ALTO MEDIOEVO

Il Neolitico a Piana di Curinga

Viale Lincoln, 3 - ROMA EUR

Fino al 30 giugno

www.itnw.roma.it/ostia/scavi

Accurate riproduzioni, eseguite da Rocco Purri, dei materiali originali, an-

medioevo.ostia@arti.beniculturali.

cora in corso di studio, della ceramica stentinelliana di Piana di Curinga.

it

Un approfondito lavoro di archeologia sperimentale sulla ceramica, che

06 54228199

ha ripercorso tutte le fasi del processo di produzione: dall’approvvigiona-

Orario: 9,00 - 14,00

mento della materia prima, alla realizzazione delle forme, alla loro deco-

Giorno di Chiusura: Lunedì

razione fino alla loro cottura.

OPUS SECTILE La straordinaria decorazione a

MUSEO CIVILTA’ ROMANA

intarsio di marmi colorati (opus sectile) che ornava la sala di rappresen-

Piazza Giovanni Agnelli, 10 – ROMA EUR

tanza di una domus monumentale fuori Porta Marina a Ostia. Si tratta

www.museociviltaromana.it

dell’unico esemplare di decorazione in opus sectile quasi totalmente re-

06 06 08 - dalle 9.00 alle 21.00

cuperato e puntualmente datato alla fine del IV secolo d.C.

Le collezioni del museo sono suddivise in 59 sezioni, disposte su una

Prezzi: € 2,00, ridotto € 1,00.

superficie di 12.000 metri quadri. Offrono una sintesi storica di Roma dal-

I disabili possono accedere al Museo anche senza assistenza.

le origini al VI secolo d.C. documentano la civiltà romana nei suoi vari aspetti, da quelli inerenti alla vita pubblica a quelli riguardanti più specificamente la vita quotidiana. Le opere contenute nelle sale sono costituite da riproduzioni, calchi, plastici e ricostruzioni di opere conservate in musei di tutto il mondo, parti di edifici a grandezza naturale, di oggetti di uso quotidiano, di monumenti provenienti dall’intero territorio dell’Impero romano oltre che dalla città di Roma.

PLANETARIO E MUSEO ASTRONOMICO Piazza G. Agnelli 10 – ROMA EUR Orari Museo Astronomico: martedì-venerdì 9.00-14.00; sabato e domenica 9.00-19.00; Spettacoli Planetario: martedì-venerdì 9.30, 11.00, 12.30; sabato e domenica 9.30, 11.00, 12.30, 15.00, 16.00, 17.30. L’ingresso è consentito fino all’orario di inizio dell’ultimo spettacolo alle 12,30 e sabato e domenica alle 17,30. Spettacoli: Universi aperti (Approfondimenti astrofisici sulla natura dell’universo) - Astroconcert (Musica e immagini dallo spazio) - Panorami ce-

79


lesti (Introduzione alla conoscenza del cielo) - Impatti (Astronomia e din-

BASILICA DEI SANTI PIETRO E PAOLO

torni) - Dirette dal cosmo (Osservazione del cielo al telescopio) - Stelle per

Piazzale Santi Pietro e Paolo, 8 - ROMA EUR

giocare (Spettacoli astronomici per bambini da 0 a 90 anni) - Skyshows

06.5926166 (ore 9.00-12.30; 16.00-20.00)

(Spettacoli astronomici automatici anche in inglese)- Astrocafè.

info@santipietroepaoloroma.it La basilica, la cui costruzione fu iniziata nel 1939 è affidata alla cura dei

MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI E TRADIZIONI POPOLARI

Frati Minori Conventuali della Provincia Romana. Progettata dagli architetti Arnaldo Foschini, Alfredo Energici, Vittorio Grassi, Nello Ena, Tullio

ISTITUTO CENTRALE PER LA DEMOETNOANTROPOLOGIA

Rossi e Costantino Vetriani, fu aperta al culto nel 1955 ed elevata a dignità

Piazza Guglielmo Marconi, 8 – ROMA EUR

di Basilica nel 1966.

06 5926148 - 06 5910709

Il tempio, a croce greca, è costituito da un cubo centrale e da una cu-

Email: ic-d@beniculturali.it

pola emisferica con un

Il percorso museale è articolato in 3

diametro di 32 metri.

grandi aree tematiche: La Terra e le

All’esterno, ai lati del

Risorse, Vivere e abitare, Riti Feste e

portico, sono presenti

Cerimonie. Nella prima sezione, La

le grandi statue raffi-

Terra e le Risorse, sono affrontati i

guranti rispettivamen-

temi relativi al trasporto, al lavoro

te i Santi patroni Pietro

agricolo e pastorale, al lavoro ma-

e Paolo; importante la

rinaro e al lavoro artigianale; nella

scalea monumentale

seconda, Vivere e abitare, compare

che unisce il piazzale

il mondo domestico con i suoi arre-

della chiesa al sotto-

di, i gesti del quotidiano, il ciclo della

stante Viale Europa.

vita umana con i suoi riti e le sue cerimonie. La terza sezione, Riti, Feste e

Attualmente la basilica è sottoposta a importanti interventi di restauro e

Cerimonie, descrive le varie cerimonie, la musica, i giochi e gli spettacoli,

conservazione.

gli abiti e gli ornamenti tradizionali usati per lo più nei giorni di festa.

MUSEO DELLE POSTE E DEL FRANCOBOLLO Viale Europa, 160 - ROMA EUR Visite solo su prenotazione 0654442361 – 0654442045 museostorico@comunicazioni.it 4 mila metri quadri con oggetti, cimeli, francobolli della storia nazionale del servizio postale e delle telecomunicazioni come il famoso Penny Black. Oltre ai cimeli storici relativi alla Posta, il Museo raccoglie fondamentali reperti della storia del telegrafo, della radio, del computer e della televisione.

Stefania Aletti 26 anni, giovane imprenditrice, appassionata di fotografia, amante dei cani che assiste in prima persona e tramite associazioni animaliste. In occasione del suo matrimonio con Federico, celebrato il 12 Giugno, ha prestato la sua immagine per la realizzazione della copertina e dello

80

Speciale Sposa. A loro vanno i nostri più sinceri e speciali auguri. MAGAZINE

foto di Giorgio Bonomo


81


82

E42 Magazine n6  

E42 Magazine n6

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you