Page 58

4

Preparazione del supporto Anche la preparazione del supporto è molto importante al fine della riuscita sia estetica sia prestazionale dei prodotti di finitura colorati. Per prodotti a base di calce è fondamentale ricordare che prima dell’applicazione si deve bagnare abbondantemente il supporto, al fine di evitare un rapido assorbimento dell’acqua contenuta nell’impasto da parte del supporto stesso, compromettendo così la reazione di idratazione della calce. Nel caso di prodotti a base di silicati o di resine (viniliche, acriliche e siliconiche) è importante utilizzare un prodotto di preparazione da applicare su supporto perfettamente asciutto: nel caso di prodotti a base di silicati, esso serve ad innescare il processo di silicatizzazione che permette l’adesione del prodotto colorato di finitura al supporto; nel caso di prodotti a base di resine, viniliche o acriliche, serve per uniformare gli assorbimenti del supporto; nel caso di prodotti a base di resine siliconiche serve per migliorare l’effetto di impermeabilizzazione.

Protezione e colore

Le regole per eseguire un lavoro “a regola d’arte”

tura, mentre durante la fase applicativa deve essere solo pulito, ma non più bagnato per evitare macchie e zone di carbonatazione superficiale; i prodotti a spessore a base di calce possono essere rifiniti con frattazzo di spugna, ottenendo una superficie satinata, oppure con spatola di plastica, ottenendo una superficie rigata. I prodotti a spessore a base di silicati e quelli a base di resine (acriliche e siliconiche) vengono rifiniti solo con la spatola di plastica. Nel caso di prodotti applicati in due passate si deve attendere il tempo previsto tra 1ª e 2ª passata, al fine di uniformare gli assorbimenti e quindi ottenere un buon risultato estetico. Oltre alle indicazioni riguardanti la tecnica applicativa e la relativa tempistica, che comunque vengono sempre riportate nella documentazione tecnica dei prodotti, anche la lavorazione e, quindi, la mano di chi mette in opera i prodotti è determinante nel caratterizzare l’aspetto finale delle superfici trattate con prodotti di finitura colorati.

Composizione dei prodotti L’aspetto dei prodotti di finitura colorati, infine, è influenzato anche dalla composizione dei prodotti stessi. La tipologia, la granulometria massima e la distribuzione dell’inerte nella curva granulometrica permettono di ottenere effetti cromatici leggermente diversi poichè, determinando una superficie diversamente sfaccettata, riflettono la luce in modo diverso a seconda dell’angolo di incidenza. La tonalità di colore inoltre può leggermente variare anche (a parità di granulometria) a seconda che si tratti di prodotti aventi un legante minerale o sintetico: infatti, la presenza di calce conferisce il caratteristico aspetto “chiaro-scuro”, determinato dalla reazione di carbonatazione, creando una superficie “nuvolata” con alonature più chiare rispetto al colore base, mentre la presenza di resina uniforma la superficie rendendola meno riflettente e, quindi, facendole assumere tonalità di colore costanti.

Tecnica applicativa La tecnica applicativa è determinante per il risultato estetico. Nel caso di lavori su superfici estese si devono prevedere sempre opportune interruzioni (tagli tecnici) in prossimità di giunti o pluviali in modo da non determinare riprese di lavorazione in facciata. L’acqua utilizzata per impastare i prodotti in polvere e per diluire quelli in pasta deve essere pulita e soprattutto deve mantenere sempre gli stessi dosaggi per evitare differenze di colore. L’applicazione deve essere realizzata con attrezzi puliti, utilizzati in modo idoneo: il frattazzo di spugna, usato per la finitura di prodotti a spessore a base di calce, deve essere inumidito prima della frattazza-

249

IT_4_S4_guida_2012  

Protezione e colore Guida 2012

IT_4_S4_guida_2012  

Protezione e colore Guida 2012