Page 18

4

weber.tec flex L-R

Protezione e colore

Pag. 226/227 - flex L: Consumo 0,2÷0,3 lt/mq per 2 passate flex R: Consumo 2 kg/mq per 1,5 mm

Preparazione dei supporti

I supporti devono essere asciutti, ben puliti ed aderenti, coerenti e non sfarinanti. Pulire ed eliminare eventuali efflorescenze, muschi, residui di sostanze oleose, vernici o disarmanti. Verificare che tracce di vecchie pitture siano perfettamente ancorate.

Applicazione della pittura

Diluire weber.tec flex L con acqua pulita. Stendere il prodotto sul supporto preventivamente primerizzato. Ad avvenuta essiccazione, applicare una seconda mano di prodotto.

Soluzione 6

weber.tec flex L-R: soluzioni durature nel tempo per garantire la giusta protezione alle superfici in calcestruzzo.

Raccomandazioni

Stuccare le fessure più importanti con un impasto di weber.tec flex L o R e sabbia fine lavata ed esente da limo, oppure annegare in weber.tec flex L o R fresco una garza di tessuto non tessuto a ponte sulle fessure. In caso di fondi molto assorbenti, trattare preventivamente i supporti con weber.prim RA13. In presenza di supporti critici, per favorire una maggiore adesione, si consiglia l’uso di weber.prim RS12-A

• Non applicare su superfici orizzontali o soggette a ristagno di acqua o pedonali. • Non applicare in caso di pioggia imminente . • Non utilizzare per il rivestimento di intonaci deumidificanti. • L’effetto estetico può essere regolato, entro certi limiti, dal tempo di attesa tra l’applicazione e la frattazzatura.

Applicazione del rivestimento

La pittura deve essere applicata a Il rivestimento weber.tec flex rullo di lana o pennello in due R è pronto all’uso. mani. Su supporti molto irregolari, applicare una 3a mano di prodotto.

Applicare in una mano con spatola in acciaio inox, quindi frattazzare con spatola di plastica.

209

IT_4_S4_guida_2012  

Protezione e colore Guida 2012

IT_4_S4_guida_2012  

Protezione e colore Guida 2012