Issuu on Google+

DISTRIBUZIONE GRATUITA SPEDIZIONE IN A.P. 45% Art.2 L.662/96 DCO/DC 111/2002 / I-Pavia - Anno XXII

Opera di Bice Volpi

Maggio - Giugno 2013

Speciale

2013

del Sandra tenconi in mostra al castello visconteo

mangiabevalenta appuntamento enogastronomico in oltrepo’


EDITORIALE | MAGGIO - GIUGNO 2013

DISTRIBUZIONE GRATUITA SPEDIZIONE IN A.P. 45% Art.2 L.662/96 DCO/DC 111/2002 / I-Pavia - Anno XXII

Opera di Bice Volpi

Maggio - Giugno 2013

Festadel Speciale 2013 Sandra tenconi in MoStra al caStello viSconteo

ManGiabevalenta appuntaMento enoGaStronoMico in oltrepo’

Cari Amici, finalmente è sbocciata la primavera ed ecco subito pronto anche il nuovo numero di “Pavia in Tasca”, sempre più coinvolgente per gli argomenti trattati e sempre più attento a quanto accade nel nostro territorio, ricco di iniziative, eventi culturali e occasioni di incontro, che esercitano un forte richiamo anche per i tanti turisti che, soprattutto nei week end, invadono le strade di Pavia o Vigevano piuttosto che i colli dell’Oltrepo dalle province limitrofe. Con “Pavia in Tasca” anche noi tentiamo di promuovere nel nostro piccolo questa grande vivacità, basta scorrere le pagine di questo numero per capire che anche in queste settimane non ci si annoierà, a partire dall’ampio programma della “Festa del Ticino”, kermesse ormai storica che ci accompagnerà per i prossimi mesi con un ricco programma di appuntamenti organizzati fino a settembre. Sempre a Pavia, da non perdere per gli amanti dell’arte è la mostra antologica della pittrice Sandra Tenconi, che raccoglie le sue opere su carta realizzate negli ultimi sessant’anni. La bella stagione è arrivata e, come sempre, porta con sé voglia di divertimento, allegria, giornate all’aria aperta in compagnia di amici e parenti. Ne abbiamo scelti due in particolare che si svolgeranno in Oltrepò. Presentiamo “Cantine Aperte”, giornata dedicata alla scoperta delle nostre cantine, con visite guidate e degustazioni in oltre venti aziende del territorio, che proprio per l’occasione, domenica 26 maggio, rimarranno aperte al pubblico. Prima edizione di manifestazione enogastronomica itinerante promossa dai comuni di Canneto, Castana e Montescano. I partecipanti potranno passeggiare nel verde alla scoperta di scorci suggestivi, accompagnati dai profumi della buona cucina locale, tra le meravigliose colline e i vigneti del territorio. Ad ogni tappa posta lungo il percorso, da raggiungere a piedi o in bici, si potranno assaggiare le specialità le prelibatezze culinarie dell’Oltrepo. Ovviamente ci sono anche tanti altri approfondimenti e spunti su tematiche interessanti… a voi scoprirli.

La Redazione


ovo u n l i i r p o Sc marchio

Visita il sito internet www.paratiprofessionale.com Un laboratorio al tuo servizio in grado di realizzare e di personalizzare la tua crema come la desideri, persino nella profumazione, con un risultato di semplicità d’uso, efficacia, gradevolezza e sicurezza. Un Laboratorio dove la cura del particolare diventa una priorità, dalla selezione degli eccipienti alla selezione degli attivi fino ad arrivare alla scelta del profumo ... sì del tuo profumo perché la tua crema sia veramente

UNA CREMA PERSONALIZZATA E SOLO TUA! Al tuo servizio e al servizio delle tua SICURA BELLEZZA, L.E.M. realizza:

BIOPEPTIDI DERMOCEUTICI DERMO BABY

Farmacia Parati VIA GARIBALDI, 64 - 20823 Lentate Sul Seveso (MI) Tel. +39 0362.561930 Tel. +39 0362.569457


INDICE | MAGGIO - GIUGNO 2013

6

Sandra tenconi in mostra al castello

8

“Fiori e Frutti al Castello Visconteo” di Pavia

10 Università: una corsa a tre per una poltrona 14 Paola, una tesi che fa le pulci agli strumenti d’informazione

6

16 In gara a Cesenatico due liceali del Taramelli sfidano 300 studenti per il podio 18 Cruasé “superstar”, il Metodo Classico dell’Oltrepò affascina il grande pubblico

18

22 Speciale Festa del Ticino 2013 26 Cantine aperte in Oltrepò 28 Verso EXPO 2015, la Sensia guarda lontano 30 MangiaBevaLenta il “percorso del gusto” a contatto con la natura 36 Bosnasco presenta il volume sulla storia del comune 38 Bullismo contemporaneo 40 In arrivo la stagione dei matrimoni: da quelli più chic a quelli low cost

28

42 Non solo città: campi, parchi e boschi in Lombardia per l’agriturista doc 44 Aiuto! Di chi ho bisogno? Psicologo, psicoterapeuta, coach, counselor … che confusione!

30

47 Parole dimenticate e curiosità linguistiche

DIRETTORE RESPONSABILE: FRANCESCO BEVIVINO HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO: Vincenzo Andraous, Beatrice Alfieri, PAUL BAKOLO NGOI, EMANUELE BOTTIROLI, Lorenzo IOrino, Valeria Mangiaracina, FRANCESCO SALA, Gaia Vicenzi, Susanna Zatti REDAZIONE: Via San Giovannino, 4 27100 - Pavia info@paviaintasca.it PUBBLICITà: SANDREFOTOAGENCY Cell. 345.0843809 - 393.4629753 project@sandrefotoagency.com www.sandrefotoagency.com E-SOUL Tel. 0382.309937 info@e-soul.biz www.e-soul.biz

STAMPA: NUOVA TIPOGRAFIA POPOLARE Tel. 0382.572774 info@tipografia-popolare.it • www. tipografia-popolare.it DISTRIBUZIONE: SANDREFOTOAGENCY Cell. 345.0843809 - 393.4629753 project@sandrefotoagency.com • www.sandrefotoagency.com

Periodico bimestrale “Pavia in tasca” Sped. in a.p. lettera B Rivista Edita da Princi s.r.l. Anno 22 - MAGGIO - GIUGNO 2013 Euro 0,90 Registrazione del Tribunale di Pavia N°394 dell’8 giugno 1991 Copyright La Fenice Editore s.r.l. E’ proibita la produzione anche parziale del contenuto senza l’autorizzazione scritta dell’Editore Associato all’Unione Stampa Periodica Italiana


SANdra tenconi in mostra al castello Varesina di nascita, milanese di formazione, pavese di adozione, L’artista espone le sue opere dal 20 aprile al 1 Giugno al castello visconteo di Susanna Zatti è in programma sino al 1 giugno al Castello Visconteo la mostra antologica della pittrice Sandra Tenconi, che raccoglie opere esclusivamente su carta (disegni a matita e a carboncino, pastelli ed anche alcuni acrilici) datati nell’arco di sessant’anni di attività, a partire dal 1953 fino ad oggi. Varesina di nascita e milanese di formazione – prima presso il liceo artistico, poi all’Accademia di Brera, stimata allieva di Aldo Carpi e di Domenico Cantatore – Sandra Tenconi è pavese di adozione: nel 1977 si è trasferita con il marito Alberto e i tre figli a Pavia e da allora, innamoratasi della natura del territorio circostante, ha dedicato la sua attenzione e la sua sensibilità artistica anche al paesaggio delle dolci colline dell’Oltrepo e alle rive del Ticino, trasferendo – sui fogli di taccuino e poi sui grandi fogli bianchi, con il suo segno vigoroso e sintetico, forte e delicato insieme – l’emozione derivata dalla vista degli inquietanti tronchi contorti abbandonati lungo gli argini, piuttosto che della linea sinuosa e ondulata dei rilievi ovvero dei solchi profondi e violenti dei calanchi. Se nelle iniziali prove nell’ambito della formazione accademica e negli anni delle 6 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

Autunno Pastello a Conté, 44,5x34,5, 1964

prime esperienze internazionali l’interesse dell’artista era rivolto prevalentemente alla figura – di ascendenza neorealista – e al paesaggio delle disadorne periferie suburbane e dei cantieri delle nuove metropoli, fu poi l’amore per la natura nelle sue diverse forme a prevalere e a non esaurirsi più: nacquero così i grandi “cicli” – che la mostra pavese documenta in modo esauriente, per


sentimenti – un univereccellenti esempi – delle so misterioso e affasciortensie e delle azalee nante, dove gli elementi nel giardino di casa (dolfitomorfi talvolta alludoce ricordo di un’infanzia no a motivi anatomici, la felice), delle grandi zucvegetazione si mischia e che, del roccolo di Bosco compenetra con la figura Valtravaglia con i carpini umana, le rocce includoaggrovigliati degli uccelno bagnanti, in un unico latori, delle magiche terconcetto panteistico del re di Provenza, delle alpi creato. Apuane, delle scintillanti Di grande efficacia è acque del Bosforo, del anche la nutrita serie di monte San Martino che autoritratti attraverso i la Tenconi ha ritratto da quali la Tenconi ha scanogni angolazione, così dagliato nel corso degli come Cezanne fece con Oltrepò Pastello su carta Provence, anni il suo volto e la sua la sua montagna Sainte42x29,7, 1991 anima: una ricerca del Victoire. proprio io più profondo Le oltre cento “carte” esposte rappresentano dunque la testimo- sempre lucida e sincera, a volte impietosa nianza di una vita vissuta intensamente, e drammatica altre più scanzonata, sulla lidelle esperienze, dei ricordi, delle emozio- nea di quelle straordinarie analisi di sè che ni provate dall’artista, che possiede il dono tanti grandi artisti del passato hanno sentidi saper ricreare – con grande freschezza, to il bisogno di realizzare, da Rembrandt a con energia creativa e con delicatezza di Kokoschka.

Alberi di roccolo Disegno a matita, 35x50, 2009


“Fiori e Frutti al Castello Visconteo” di Pavia Esperti del settore, attività didattiche e mostre per la prima edizione dell’evento di Valeria Mangiaracina

Dalla collaborazione tra il Comune di Pavia, il Distretto del Commercio e l’Associazione Amici dell’Orto Botanico è nata la prima edizione della mostra-mercato “Fiori e Frutti al Castello Visconteo”. La manifestazione si è svolta il 20 e il 21 aprile scorso proprio all’interno del maestoso castello di Pavia, nel cui elegante cortile, stand e bancarelle hanno attratto visitatori in massa. Per la prima edizione dell’evento, infatti, è stato registrato un boom di visitatori i quali hanno avuto l’occasione di conoscere piante e fiori di ogni specie, tecniche innovative per la cura del proprio giardino e arredo per esterni in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza. La due giorni ha previsto un ricco program8 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

ma che, fin dal mattino, è riuscito a intrattenere i visitatori, sia che si trattasse di appassionati di giardinaggio, sia che si trattasse più semplicemente di curiosi. Presso lo stand Coldiretti, per esempio, è stato allestito un interessante laboratorio di riconoscimento delle piante spontanee cui si è affiancato anche un laboratorio di analisi sensoriale che ha coinvolto i visitatori nella riscoperta di antiche varietà di mele. La manifestazione si è caratterizzata anche per i numerosi consigli che gli esperti presenti hanno fornito a tutti i visitatori: dai suggerimenti sulla cura delle piante e dei fiori in casa fino ad arrivare all’allestimento degli orti urbani e pensili. Nel corso delle due giornate sono stati previsti anche alcuni interessanti momenti


di confronto per i più piccoli. Il laboratorio interattivo “Fiori per gioco”, a cura dei Professionisti del Fiore, ha rappresentato per i bambini un piacevole momento educativo incentrato sulla cultura e il rispetto del fiore. L’esposizione di antichi attrezzi agricoli ha poi fornito un curioso momento di confronto con quello che è stato, in passato, il “mestiere” del contadino. Sono stati, dunque, numerosi gli appuntamenti che, con attività pratiche e momenti teorici, hanno aperto questa prima edizione dell’evento, stimolando la diffusione di una cultura che ruota attorno ai concetti di riscoperta della tradizione attraverso la salvaguardia e la valorizzazione dell’ambiente e della biodiversità. La mostra, inoltre, è stata la giusta occasione per riscoprire le bellezze che la città di Pavia offre a cittadini e nuovi visitatori. L’appuntamento con “Fiori e Frutti al Castello Visconteo” ha coinciso, infatti, con l’apertura al pubblico delle sale museali del Castello. Nel corso delle due giornate è stato possibile visitare la sezione Archeologica, Longobarda, Romanica e Rinascimentale, e la Pinacoteca Malaspina. A chi invece ha preferito fare un giro per la città è stata fornita una cartina con tutti i principali monumenti da vedere in evidenza, tappe obbligate per i turisti. Il riscontro positivo che ha seguito la manifestazione potrebbe porre le basi per una

ricorrenza annuale in grado di trasformarsi, negli anni, in un’occasione imperdibile per produttori e visitatori quale momento di confronto su un tema, quello dell’ambiente e del territorio che, in fondo, sta a cuore a tutti.

MAGGIO • GIUGNO 2013

| 9


Università: una corsa a tre per una poltrona Il 29 maggio si svolgerà il primo turno per l’elezione del nuovo rettore dell’ateneo pavese di Paul Bakolo Ngoi

A giorni l’ateneo pavese avrà un nuovo rettore. Dopo due mandati, eletto per la prima volta l’8 giugno 2005 poi rieletto il 20 maggio 2009, il professor Angiolino Stella lascia la carica di rettore. Ora i giochi sono apertissimi anche se circolano alcuni nomi per la sua successione: Fabio Rugge, Gianni Francioni e Virginio Cantoni. è senza dubbio un tris di candidati di primo piano. Fabio Rugge (Facoltà di scienze politiche) è dal 1991 professore ordinario di Storia delle istituzioni politiche. Insegna Storia dell’amministrazione pubblica e Storia comparata delle istituzioni politiche presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Pavia. Gianni Francioni (Facoltà di lettere) è professore ordinario di Storia della filosofia e tiene gli insegnamenti di Storia della filosofia dell’Illuminismo e di Laboratorio di storia della filosofia. Dal novembre 2005 è ProRettore per la Didattica e l’offerta formativa. Virginio Cantoni (Facoltà di ingegneria), 10 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

docente di Sistemi per l’elaborazione delle informazioni, insegna all’Università di Pavia dal 1976. Nel 1983 ha lasciato il CNR per l’Università di Pavia dove dal 1986 è professore di prima fascia. Le elezioni per la nomina del Rettore dell’Università degli Studi di Pavia per il periodo 2013-2019 sono quindi al via e la prima votazione si svolgerà il giorno 29 maggio 2013. Come spesso accade, sicuramente la prima votazione è quella che darà maggiori indicazioni. Le successive sono state fissate per il 5 e il 12 giugno; in caso di ballottaggio si andrà al 18 giugno. Nelle prime tre votazioni il Rettore è eletto a maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto; in caso di mancata elezione si procede al ballottaggio fra i due candidati che nella terza votazione abbiano riportato il maggior numero di voti. In caso di parità è eletto il candidato con maggiore anzianità di ruolo di professore di prima fascia e,


a parità di anzianità di ruolo, il candidato con maggiore anzianità anagrafica. Queste sono le regole e ora si attende di vedere chi avrà le redini di uno degli atenei più antichi d’Italia che nel 2011 ha festeggiato i suoi 650 anni. Tra i rettori viene spesso ricordato Plinio Fraccaro che alla fine della seconda guerra mondiale diede un nuovo slancio dovuto in gran parte all’energia e all’iniziativa del rettore. La storia racconta che la rinascita dell’Università di Pavia era dovuta alla politica illuminata dei sovrani di Casa d’Austria, Maria Teresa e Giuseppe II, nella seconda metà del sec. XVIII. Essa fu accompagnata da un grandioso programma di potenziamento delle strutture didattiche, di ricerca e di riassetto edilizio, che ha dato alla sede dell’Università l’aspetto che essa ancora oggi conserva. Da segnalare infine che fra i docenti più famosi di livello europeo, l’ateneo pavese

può vantare nomi come Lazzaro Spallanzani nelle scienze naturali, Lorenzo Mascheroni nelle matematiche, Alessandro Volta nella fisica, Antonio Scarpa nell’anatomia. L’età napoleonica vide gli insegnamenti di Vincenzo Monti e di Ugo Foscolo sulla cattedra di eloquenza e di Gian Domenico Romagnosi di diritto civile. Nel corso del XIX secolo la scuola medica e la scuola matematica pavesi furono illustrate da grandi personalità che diedero nuovo, vigoroso impulso alla ricerca scientifica con riflessi importanti in campo nazionale e internazionale. I matematici Eugenio Beltrami, Felice Casorati e Luigi Berzolari furono a lungo docenti a Pavia; Camillo Golgi, docente di istologia e patologia generale, ebbe nel 1906 il premio Nobel per i suoi studi sulla struttura del sistema nervoso, Carlo Forlanini escogitò nuovi metodi curativi della tubercolosi.

12 maggio

L’APERIDOLCE L’aperitivo più IN alto di Pavia •

19 maggio

APERITIVO DEL MAR con Albert One Live Band

Ogni domenica l’aperitivo sarà una sorpresa!!

26 maggio

APERISTYLE con Sfilatina di Moda

se

qu

at

tro

tta

nt

a

Ritorna Miss Terrazzo!!! Da Giovedì 5 maggio sono aperte le selezioni Cafè

FACEBOOK: chiccosettantaquattro/chiccosettantaquattrocafè


CONSULENZE ASSICURATIVE di Ferrari Andrea & C. sas La nostra Società opera nel settore assicurativo da oltre quarant’anni ed è specializzata in vari settori; famiglie, aziende, artigianato; commercio e soprattutto agricoltura. In questi anni la struttura si è ampliata ed ha aperto subagenzie a Vidigulfo, a Zinasco e a Sant’Angelo Lodigiano creando una rete di vendita altamente qualificata; a breve aprirà un recapito nel Comune di Cigognola in Frazione Vicomune presso il consorzio C.A.P.O. di Fraschini e Dagradi per essere vicini alle Aziende Vitivinicole dell’Oltrepò Pavese. La nostra Compagnia di riferimento è AXA Assicurazioni che ci da la possibilità di offrire polizze per qualsiasi esigenza, inoltre da alcuni anni siamo in grado di avere prodotti sempre più specializzati avendo il mandato di Società come ARAG primaria Compagnia nella Tutela Legale, VH Italia specializzata nelle coperture delle calamità naturali sulle coltivazioni agricole ed infine

12 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

UNIQA Assicurazioni che oltre alle polizze tradizionali ci da la possibilità di proporre coperture vitalizie a tutela delle spese sanitarie. Per noi il cliente è posto al centro di tutte le attività agenziali, il nostro impegno è volto al miglioramento continuo del servizio e della consulenza, due elementi fondamentali per poter dare soddisfazione a chi si rivolge a noi e vincere la concorrenza delle assicurazioni dirette. Siamo strutturati per poter ampliare la rete di vendita e siamo pronti ad accogliere nuovi collaboratori con provata esperienza e serietà che dovessero decidere di entrare nel ns. gruppo.


L’Agenzia, nucleo centrale e organizzativo, si trova all’interno del Centro Commerciale Minerva in V.le C. Battisti 54/a Pavia, qui oltre all’Agente Ferrari Andrea ed al padre Ferrari Pietro troverete ad accogliervi le nostre collaboratrici le Signore Eugenia, Annalisa, Valentina, Beatrice nonché la storica ed efficientissima Sig.ra Annalisa colonna portante dell’amministrazione.

Per qualsiasi esigenza sui rischi Incendio, Furto, Infortuni, Malattia, Responsabilità Civile, Tutela Legale, Avversità Atmosferiche, Vita, Pensione e R.C.Auto potete venirci a trovare o potrete contattarci ai numeri:

0382.23096 / 0382.302100 e.mail: ag1403@axa-agenzie.it oppure rivolgervi direttamente al

Sig. Ferrari Andrea al 348.3908698

! ! ! o m a i t t Vi aspe


Paola, una tesi che fa le pulci agli strumenti d’informazione Comunicazione istituzionale: Identik e cambiamenti. Il caso dell’assessorato alla Cultura e Turismo di P. B.

Con l’avvento dell’ufficio stampa lo stile dei comunicati redatti non solo è bene definito e riconoscibile, ma legittima la comunicazione stessa, definendone l’identità. “La Comunicazione pubblica è ormai saldamente riconosciuta tra i doveri dello Stato, è un mezzo strategico, non sussidiario, per conseguire un bene pubblico. Deve essere realizzata con professionalità e senza improvvisazioni” (Carlo Azeglio Ciampi). Con una convenzione istituita tra il Comune di Pavia e l’Università degli studi di Pavia, nel corso degli anni è cresciuto il numero degli studenti che sempre di più si rivolgono all’ente pubblico per svolgere uno stage. Il periodo di permanenza, presso uno degli assessorati prescelto varia tra le

14 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

150 e le 300 ore. In quel arco di tempo allo studente viene offerta la possibilità di scoprire dall’interno il lavoro svolto dal dipartimento scelto. è un’opportunità per accrescere le proprie conoscenze e per capire al meglio come si lavora in un ente pubblico. Non sempre il periodo di stage viene messo a profitto dagli stessi studenti che per molti viene solo considerato un’occasione per guadagnare dei crediti. Pochi sono i casi dove il periodo di stage ha lasciato traccia. A volte però si rimane sorpresi dalla diligenza e dalla curiosità che alcuni di loro mettono nel cogliere questa esperienza. Questo è il caso di Paola Valeggi, 23 anni, laureata in Comunicazione, che ha sfruttato l’occasione non solo per accumulare cre-


diti ma anche per lasciare una traccia tangibile. “L’esperienza da me maturata, grazie allo stage presso l’Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Pavia, mi ha spinta ad approfondire meglio gli aspetti e i significati della comunicazione per la Pubblica Amministrazione. In particolare ho analizzato i meccanismi dei sistemi comunicativi di cui l’Assessorato si avvale e gli scopi e gli obiettivi che il medesimo persegue, evidenziando i cambiamenti dei metodi e dei modi di comunicare nell’ultimo ventennio”. La presentazione del suo lavoro alla commissione esaminatrice le ha valso 99 punti e una copia della tesi consegnata agli uffici dell’assessorato. “Ho potuto constatare che il modo e gli strumenti usati per comunicare le attività dell’Assessorato al Turismo e Cultura si sono evoluti nel tempo. Inizialmente la comunicazione era affidata ai dipendenti del settore. Il responsabile di un evento aveva sia il compito di seguirne l’organizzazione che di curarne la comunicazione, questo fino all’entrata in vigore della Legge 7 giugno 2000, n. 150, prima legge quadro in materia di comunicazione per le amministrazioni pubbliche. Grazie a questa legge anche nel Settore Cultura del Comune di Pavia si sono iniziati a vedere i primi cambiamenti. Nel 2002 la comunicazione è affidata a un dipendente del Settore iscritto all’albo dei giornalisti. Per la prima volta nella storia dell’Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Pavia la comunica-

zione inizia ad assumere, in maniera tangibile, caratteristiche più specialistiche. Ma la vera svolta la si ha solo nel 2009 quando il Settore Cultura si è dotato di un proprio ufficio stampa. Queste tre tappe ripercorrono sinteticamente i cambiamenti strutturali dei sistemi comunicativi dell’Assessorato. L’istituzione di un ufficio stampa ha conseguenze sostanziali sia nei rapporti coi giornalisti che con i cittadini.” L’Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Pavia non comunica solo attraverso l’ufficio stampa, ma lo fa anche attraverso una propria pagina all’interno del sito ufficiale del Comune di Pavia, il sito internet dei Musei Civici ed è in fase di messa on line il sito Pavia Turismo. Più usato è anche il profilo di facebook, gestito dall’ufficio stampa, e la guida pratica bimensile “Pavia Come Dove Quando”, rivolta interamente ai cittadini pavesi. Purtroppo però la legge del 7 giugno 2000, n.150, pone dei vincoli alle modalità di espressione di un ente e ne divide la comunicazione in due piani. La più importante comunicazione così detta istituzionale, relativa ai fini perseguiti dalla pubblica amministrazione, e la meno importante comunicazione promozionale, relativa alle iniziative organizzate o patrocinate dall’ente. Ne deriva che non tutti gli strumenti visti finora rientrano nella categoria della comunicazione istituzionale. La trasformazione in atto nelle pubbliche amministrazioni è una vera e propria rivoluzione culturale, lenta ma irreversibile. Dopo anni le pubbliche amministrazioni stanno, forse, iniziando a capire quanto l’uso della comunicazione sia importante, non solo come mezzo di condivisione delle conoscenze, ma anche come strumento per il miglioramento dei rapporti interni ed esterni. MAGGIO • GIUGNO 2013

| 15


In gara a Cesenatico due liceali del Taramelli sfidano 300 studenti per il podio Olimpiade della Matematica: un gioco da ragazzi per Luca e Alessandro di Paul Bakolo Ngoi

Luca e Alessandro, 19 anni, hanno dalla loro parte l’entusiasmo della loro giovane età. Ma soprattutto hanno la capacità di trasmetterti la loro passione: la matematica. Al liceo Taramelli di Pavia, sono le ore 12.30 quando busso alla porta della loro classe. La professoressa di inglese, dopo un breve scambio di battute, il tempo delle presentazioni e di giustificare questa mia improvvisa visita, concede ai due ragazzi l’autorizzazione di rispondere alle mie domande. Alessandro Scagliotti e Luca Rona, saranno presenti alle Olimpiadi della Matematica 2013 che si terranno dal 10 al 12 Maggio presso la Colonia Agip e il Palazzetto dello Sport di Cesenatico. La manifestazione è una competizione a livello nazionale riservata ai migliori studenti italiani delle scuole superiori scelti tra oltre 300.000 candidati. La rosa è stata chiusa a 300 studenti i 16 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

quali potranno mettersi in gioco e mostrare la propria abilità nei calcoli matematici. Lo scopo di questa competizione è quella di premiare gli studenti più meritevoli e selezionare i partecipanti alla gara mondiale. I due ragazzi del Taramelli, quando parlano di matematica hanno gli occhi che brillano. “Non vorrei esagerare, - dice Allessandro, - ma la matematica mi rende felice, mi dà grosse soddisfazioni. è una delle cose che mi riesce bene”. Alessandro ne avrebbe di cose da dire, forse anche molti aneddoti, ma accanto a lui c’è Luca che non è da meno. “Per me la matematica è un gioco molto affascinante, è una sfida contro me stesso e risolvere un problema è davvero una bella cosa. Mi piace la matematica anche perché offre strumenti e applicazioni che possono essere utilizzati anche in altri ambiti”. Andare a Cesenatico non da turisti ma da sfidanti. L’obiettivo,


Nella foto i due ragazzi pavesi che parteciperanno alle Olimpiadi della Matematica 2013: Luca Rona a destra e Alessandro Scagliotti a sinistra

sottolineano i due matematici, è quello di puntare in alto, quindi in zona medaglia. Luca e Alessandro abitano a pochi passi da Pavia, uno a Cura Carpignano e l’altro a Siziano. Parlando con loro si scopre che il loro percorso è iniziato già da febbraio dove a Piacenza hanno partecipato alle “olimpiadi” della fisica e hanno lasciato poco spazio alla concorrenza giungendo rispettivamente secondo e quarto, ma la grande soddisfazione è stata per tutta la scuola che ha piazzato 3 ragazzi nei primi cinque. Nello stesso periodo, al gran premio della matematica applicata, i due ragazzi si sono fatti valere occupando i posti d’onore tra i

numerosi candidati (Luca, quarto e Alessandro, ottavo). La loro storia si intreccia con quella della loro scuola in quanto alle Olimpiadi della matematica, il Taramelli riesce a candidare sempre un suo alunno tra i partecipanti alla gara di Cesenatico. Alessandro è alla sua terza partecipazione, mentre Luca si presenta per la prima volta. Tutti e due decisi ad onorare non solo la loro scuola ma tutto il gruppo che segue le loro imprese e la loro passione. Ricordiamo che lo scopo principale delle Olimpiadi della matematica è quello di aumentare fra i giovani l’interesse per la Matematica, dando loro l’opportunità di affrontare problemi un po’ diversi, nella forma, da quelli incontrati a scuola, ma in grado, riteniamo, di aumentare la loro attenzione anche per ciò che si fa nella scuola. Le Olimpiadi Internazionali della Matematica, abbreviate sovente in IMO, International Mathematics Olympiads, sono una gara internazionale di problem-solving matematico per studenti delle scuole medie superiori. Esse sono la più vecchia delle Olimpiadi Scientifiche. Le prime olimpiadi si tennero nel 1959 in Romania con la partecipazione di 7 nazioni. Da allora la gara si è tenuta ogni anno, tranne il 1980, e si è estesa a più di 80 nazioni partecipanti di 5 continenti. Ogni nazione può inviare fino ad un massimo di 6 partecipanti accompagnati da un caposquadra, un vice ed eventuali osservatori. I partecipanti non devono aver compiuto i 20 anni e non devono essere iscritti a nessuna università o ente di istruzione superiore. Durante la competizione, i ragazzi devono risolvere 6 problemi nei domini della Geometria, Algebra, Teoria dei numeri e Combinatoria. La gara si svolge in due giornate di 4 ore e mezza ciascuna nelle quali vengono assegnati 3 problemi ciascuna. MAGGIO • GIUGNO 2013

| 17


Cruasé “superstar”, il Metodo Classico dell’Oltrepò affascina il grande pubblico Il Consorzio porta la comunicazione delle colline del vino anche sull’autostrada A21 di Emanuele Bottiroli

Almeno diecimila i calici di vino serviti dai sommelier dello stand del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese nei 4 giorni di Vinitaly, di cui oltre ottomila di Cruasé; a questi vanno aggiunte le migliaia di altri bicchieri riempiti dalle 44 aziende oltrepadane presenti con un proprio spazio espositivo in fiera. Assolutamente prestigioso, quindi, il bilancio della missione dei produttori dei vini d’Oltrepò durante un Vinitaly, riconfermatosi unica piazza italiana del vino ca18 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

pace di attrarre operatori internazionali. “Il termometro della riuscita di grandi eventi come questo è ormai – commenta il direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese Matteo Marenghi – il numero di contatti con compratori stranieri, stante la necessità di aggiungere sbocchi oltre confine ad un mercato nazionale asfittico e sovraffollato. E le nostre aziende ci hanno confermato che le visite da parte di buyer europei, soprattutto dal Nord, ed extraeuropei, in particolare


dalla Cina, sono state di tutto interesse”. Ingenti gli investimenti preparatori all’evento, con una campagna di affissioni di grandissima visibilità su Verona, sfociata anche su viale Del Lavoro fronte fiera, e un inedito ‘accompagnamento’ con spot radiofonici su Radio 24 che hanno riscosso successi oltre ogni aspettativa e reso popolari i vini oltrepadani a un pubblico di elevato profilo su tutto il territorio nazionale. “Vincente la nostra politica comunicazionale che – prosegue Marenghi - ha polarizzato l’attenzione sui due prodotti bandiera, Cruasé e Bonarda, con riconferma che il Cruasé ha tutte le carte in regola per divenire il vero prodotto ‘icona’ del territorio nel segmento ‘alto’. Ora non ci resta che proseguire in questa direzione, rinsaldando nel contempo un senso di comunità e di appartenenza che è la vera forza propulsiva dei territori, specie nei momenti difficili, come l’attuale. La bella foto di gruppo a conclusione della manifestazione ha per noi non solo un valore di una testimonianza ma assume anche

un significato programmatico e, magari, di svolta verso una più consapevole condivisione degli obiettivi di sviluppo”. Di ritorno da Vinitaly, altra novità storica: posizionati due cartelli autostradali, sull’A21 (Torino-Piacenza) che segnalano a tutti gli automobilisti il transito nell’Oltrepò Pavese della vite e del vino. L’operazione, compiuta dal Consorzio Tutela Vini ha richiesto circa un anno di lavoro e colma una lacuna storica. Oltrepò Pavese è infatti un nome conosciuto in tutta Italia, ma che l’italiano medio fatica ad additare, correttamente, su di una cartina geografica. Un primo importante passo è stato fatto: due eleganti e vistosi cartelli dal mese di aprile svettano lungo l’autostrada Torino-Piacenza. Si tratta di due installazioni denominate ‘Touring’, con finalità informative e non pubblicitarie, che da oggi segnaleranno alle migliaia di macchine giornalmente in transito che stanno attraversando il territorio di produzione vitivinicola dell’Oltrepò Pavese.

Uno dei due cartelli autostradali posizionati sull’A21 che segnalano agli automobilisti il transito nell’Oltrepò pavese MAGGIO • GIUGNO 2013

| 19


L’Associazione CrescendoinMusicaPavia presenta i corsi di musica Suzuki METODO SUZUKI ua conl’imitazione, la contin è attraverso l’ascolto, ino comb ba gli adulti che il ferma e gli stimoli de parole. in e on azi ab sill la sua mincia a trasformare plesse com i, poi via via più Prima poche e semplic Sugia olo tod me la sso modo ed articolate. Nello ste o un o ers tà di “parlare” attrav zuki sviluppa la capaci strumento. mbino il va creato intorno al ba L’ambiente musicale piuto un com o nn ha che bi più presto possibile. Bim nitori dere insieme ai loro ge anno possono intrapren parfar a re tra en ni an tre a poi il percorso “Lullaby” e ”. te della classe “Ritmica

LA STRUTTURA DEI CORSI

Corsi di strumento: Violino, Violoncello, Pianoforte Requisiti: aver frequentato il corso di ritmica strumentale 1 Frequenza: 1 lezione settimanale individuale da Ottobre a Giugno Al termine del primo corso di ritmica, secondo i suoi desideri e le attitudini dimostrate, potrà accedere al corso di strumento. La formazione musicale generale, in parallelo ai corsi strumentali, continua con i corsi di ritmica 2 e 3 e, a partire dai 7/8 anni il corso di teoria e solfeggio. Con il diploma del corso Suzuki, l’allievo sarà in grado di affrontare gli esami dei corsi Pre-accademici presso i Conservatori e gli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale.

Corso di ritmica strumentale 1 Età: 3/5 anni Freuenza: 1 ora settimanale da Ottobre a Giugno (lezione di gruppo)

PERCORSO “MUSIC LULLABY” Età 1/3 anni Freuenza: 1 ora settimanale da Ottobre a Giugno (lezione di gruppo)

Si rivolge a bambini in età prescolare ( 3-5 anni) ed ha come obiettivi la formazione dell’orecchio ritmico e melodico, lo sviluppo della coordinazione motoria e della motricità fine, il potenziamento della memoria e della capacità di autocontrollo e disciplina in relazione al gruppo. Le lezioni richiedono la presenza attiva di un genitore, che apprende e fa ripetere a casa al bambino i brani e gli esercizi proposti.

Introduce la musica nel mondo dei piccolissimi (bimbi fino all’età di tre anni) attraverso le persone e le attività che già conoscono, ma al tempo stesso propone stimoli mirati e specifici in grado di favorire l’apprendimento dei bambini nella maniera per loro più naturale e quindi più efficace.

Per informazioni: Associazione CrescendoinMusicaPavia Via Volta, 31 - Pavia Tel. 392.8562139 oppure 392.8562860 suzuki.pavia@libero.it

www.crescendoinmusica.org

SUONARE COME PARLARE


Speciale

2013

del FESTA DEL TICINO 2013: TORNA LA TRADIZIONALE KERMESSE CHE ANIMERà L’ESTATE DEI PAVESI Ritorna anche quest’anno la tanto attesa Festa del Ticino. L’edizione 2012 ha sorpreso per la ricchezza di appuntamenti in calendario, quaranta solo in un mese, ma soprattutto per la sua durata: la manifestazione ha preso il via nel mese di maggio (e non più a giugno come succedeva gli altri anni) per terminare però, come da tradizione, a settembre. Numerose iniziative e imperdibili eventi hanno animato la festa e restituito ai cittadini una città piena di vita e divertimento. Come sempre, anche in quest’edizione 2013 la forza della Festa del Ticino risiederà nella sua impostazione, verrà dato spazio alle associazioni locali, ai desideri e alle preferenze espresse dalla cittadinanza, oltre che ai grandi eventi che ospiteranno alcuni tra i migliori professionisti del panorama musicale nazionale e internazionale. L’anno scorso Giorgia in concerto, quest’anno Battiato, figura tra le più importanti dello scenario cantautorale nazione ed internazionale, artista e maestro dalla musica alla 22 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

pittura. Dal primo settembre sono programmati una serie di eventi, numerosi saranno i momenti dove la sua musica sarà protagonista, una mostra dei suoi dipinti in Broletto ed una serie di proiezioni dei suoi film ci accompagneranno durante questa kermesse estiva. E per chi ama Pavia e la sua storia, immancabili saranno gli itinerari e le visite guidate, non solo per i numerosi turisti che la bella stagione porta con sè, ma anche


Foto di Lorenzo Iorino

per i pavesi curiosi di scoprire nuovi scorci della propria città. Bancarelle, rassegne cinematografiche, conferenze, mostre ed esibizioni occuperanno così l’intera estate fino ad arrivare alla serata che concluderà questo lungo evento con uno straordinario spettacolo di fuochi d’artificio. Nel 2012, durante la conferenza stampa, il sindaco Alessandro Cattaneo, ha manifestato la propria volontà di non imporre un programma e stabilire cosa è buono per la città e per la sua crescita culturale, ma cercare invece di comprendere le tante iniziative che stanno a cuore ai cittadini pavesi e cercare di realizzare i loro desideri. Così è stato l’anno scorso, e così sarà anche quest’anno. In particolare, in questa occasione, le associazioni locali hanno sempre svolto un ruolo molto importante. Il segreto del modo di fare cultura della città di Pavia è sempre stato, infatti, quello di aprire le porte alle tante associazioni, realtà culturali e persone che hanno voglia di dire e di fare qualcosa per la nostra città. Un metodo vincente che ha permesso di realizzare numerosi eventi anche nel passato e che sicuramente si rivelerà efficace anche quest’anno. Sempre durante la conferenza stampa in

cui l’anno scorso è stata presentata l’edizione 2012 della Festa del Ticino, l’Assessore alla cultura e al turismo Gian Marco Centinaio ha sottolineato la crescita della rassegna in termini di qualità e di numeri. Rispetto infatti all’edizione del 2011, iniziata a giugno e durata quattro mesi, durante i quali sono stati presentati centotrenta eventi, lo scorso anno la festa è stata anticipata a maggio e solo in quel mese di eventi ne sono stati presentati quaranta (su un totale che superava di gran lunga le centinaia). La città e le sue associazioni culturali hanno infatti aderito in modo entusiastico, come ogni anno, e hanno permesso ancora una volta la realizzazione del progetto assicurandone anche il pieno successo. Sono stati quattro mesi densi di cultura, spettacolo, sport e divertimento. E quest’anno non sarà da meno. Numerose iniziative di tutti i generi animeranno la città, per accontentare amanti di cultura, musica e gastronomia. La Festa del Ticino è la festa per eccellenza a Pavia. Non potete di certo mancare! Preparatevi a riversarvi nelle piazze e nelle strade della nostra città. L’edizione 2013 è vicina! MAGGIO • GIUGNO 2013

| 23


Gli amici della festa del Ticino McDonald's Pavia Viale Brambilla 34 - Pavia Tel. 0382.28650 it-00477@restaurant.it.mcd.com

McDonald's S.Martino Siccomario S.S. per Mortara 27028 San Martino Siccomario - Pv Tel. 0382.490661 it-00261@restaurant.it.mcd.com

Venite a trovarci: Siamo aperti tutti i giorni. Organizziamo feste di compleanno per bambini. La corsia del McDrive è aperta fino a tarda notte. NEGOZIO Via San Paolo, 5 - PV Tel. 0382.460246

LABORATORIO Via S. Spirito, 1 - PV Tel. 0382.460920

bicesrl.pasticceria@gmail.com

Da molti anni, la pasticceria Bordoni è il rifugio dei palati più golosi. Ogni giorno qui prendono forma e sapore prodotti di pasticceria di qualità eccellente, torte e semifreddi, pasticceria fresca,biscotti ,secondo le più svariate esigenze, rigorosamente di produzione propria, tutta bontà e prelibatezza... da provare!

AUDIOSHOP STRUMENTI MUSICALI - SCUOLA DI MUSICA - PAVIA

Audioshop Via Pusterla, 9 - Pavia Tel. e fax: 0382.33528 www.audioshop.org Audioshop (Strumenti Musicali & Scuola di Musica)

Scuola di musica Audioshop: apertura iscrizioni 17 giugno 2013 - Anno scolastico 2013/14 La scuola è costituita da tutti gli insegnamenti normalmente richiesti dai giovani e dagli adulti. Etosha Viaggi di BeRa Tour Snc Via Siro Comi, 12 - Pavia Tel. 0382.538922 - Fax 0382.538895 www.etoshaviaggi.it - e.mail: etosha@scintilla.it Fondata nel 1998, Etosha Viaggi è una delle Agenzie più affermate di Pavia; poliedrica e specializzata nell’organizzazione di viaggi individuali, incentive, meeting, convention ed eventi in tutto il mondo, grazie anche alla grande professionalità dei propri collaboratori. Pizzeria Regisole Hostaria Piazza del Duomo, 4 Pavia Tel. 0382.530920 www.pizzeriaregisole.it

Cucina Pavese, ingredienti sempre freschi e di provenienza italiana, portate abbondanti e piatti di verdure e di carne. Ambiente accogliente con dehor estivo, il locale offre servizio di pizzeria, braceria, osteria di vini autoctoni, ottime birre, anche alla spina. In pieno centro a Pavia, in Piazza Duomo 4, facilmente raggiungibile in auto e mezzi pubblici. è aperto fino a tarda notte!


Gli amici della festa del Ticino

IDEA LATINA asd Libertas idealatina pavia Via S. Giovannino 4/a - Pavia Info: 0382.461466 | www.idealatina.it | e.mail: info@idealatina.it DAL 1999 PROFESSIONALITÀ E DIVERTIMENTO: CORSI DI BALLO: salsa, bachata, tango argentino, latino junior, danza afro, danza del ventre, gestualità femminile, portamento maschile, laboratori coreografici, zumba, kizomba e country line dance. DAL 16 SETTEMBRE PROVA GRATIS IDEA DANZA asd Libertas ideadanza pavia Via S. Giovannino 4/a - Pavia Info: 0382.461164 | www.ideadanza.net | info@ideadanza.net TUTTI I TEMPI DI UNA SOLA PASSIONE: DANZA: modern jazz, classica, contemporanea, hip hop, break, propedeutica, creativa, tip tap, laboratori coreografici MUSICAL: canto, teatro, musical jazz CANTO: tecnica vocale, canto moderno, country line dance. DAL 16 SETTEMBRE PROVA GRATIS HAPPY FIT PAVIA via Bramante, 15 27100 - Pavia (PV) A 2km dall’uscita Pavia Sud

,99

19

ese

€/m

HAPPYFIT

e-mail: pavia@happyfit.it

CENTRO FITNESS

CAMBIA IL TUO

www.happyfit.it

FITNESS SandreFotoAgency S.n.c. alcuni dei I NOSTRI SERVIZI

- Distribuzione volantini - Stampa tipografica - Creazioni grafiche - Slogan pubblicitari - Fotografia aziendale - Consulenza pubblicitaria

Agenzia Pubblicitaria Fabiano Sandra Miriam - cell. 345 0843809 Andrea Trevisan - cell. 393 4629753

www.sandrefotoagency.com - project@sandrefotoagency.com


CANTINE APERTE IN OLTREPO’ l’ultima domenica di maggio, le cantine aprono le loro porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino di F. S.

Alla scoperta del mondo del vino, con visite guidate e degustazioni in oltre venti aziende del territorio. Dalla vigna all’imbottigliamento: si rinnova anche in Oltrepò, domenica 26 maggio, l’appuntamento con “Cantine Aperte”, la giornata che dal 1993 vede ogni anno l’apertura al pubblico delle aziende vinicole. Dal confine con la Val Tidone, a un passo dal piacentino, fino al casteggiano: passando per la Valle Versa, terra del Pinot e regno indiscusso dello spumante italiano, e la Valle del Riesling. L’iniziativa, ideata e condotta dal Movimento Turismo del Vino, punta su una formula consolidata: l’acquisto di un bicchiere da degustazione permette, dietro il pagamento di un’una tantum a prezzo calmierato, l’accesso a tutte le cantine aderenti all’iniziativa. In ogni azienda è possibile incontrare enologi e addetti ai lavori, che guida26 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

no il visitatore alla scoperta dei segreti di alcuni tra i vini più pregiati dell’Oltrepò. Gradevoli le passeggiate tra i filari, per un contatto diretto con la vigna; intriganti le visite in cantina, tra botti e cisterne: non sono poche le imprese che affondano le proprie radici in un passato glorioso, e che possono dunque contare su strutture d’epoca di raro fascino e suggestione. L’assaggio dei vini è spesso accompagnato dalla degustazione di eccellenze gastronomiche dell’Oltrepò, e non manca chi propone appositi menù, in grado di esaltare al massimo le peculiarità di ogni vino. “Cantine Aperte” offre un’esperienza a tutto tondo: tra mostre e concerti non mancano i piacevoli fuori programma, che contribuiscono a rendere speciale una giornata all’insegna della cultura del vino.


Allevamento il Paradiso di Boari Giacomo Da sempre esperto del settore suinicolo, Giacomo, nel 2008, decide di aprire uno spaccio agricolo per la vendita diretta al pubblico dei prodotti di lavorazione dei suini del proprio allevamento che si trova nel comune di Marzano, in frazione Castel Lambro proprio sulle rive dell’omonimo fiume. Prodotti di spicco sono sicuramente il salame e la salsiccia fresca prodotta settimanalmente nel laboratorio attiguo allo spaccio. I salami, come tutti i nostri prodotti, sono nostrani, senza conservanti e farine aggiunte e sono lavorati secondo l’antica tradizione contadina. Particolare è la salsiccia fresca adatta sia da consumare cruda sia come ingrediente di piatti cotti. Insieme alle puntine, alle braciole e alle salamelle è ottima da cuocere sulla griglia per una gustosa grigliata mista. Su ordinazione si preparano anche prelibati spiedini. Presso lo spaccio si possono trovare tutti i tipi di insaccati di carne suina (prosciutti, coppe, pancette, guanciali, fiocchi di culatello, cacciatorini

e salamelle stagionate) bresaola e carne fresca di suino e bovino. A partire dal mese di maggio si vendono porchette a trancio e, su ordinazione anche intere. Per una spesa dei nostri prodotti, superiore a € 20, si applica uno sconto del 10%. Prezzi speciali per gruppi d’acquisto (GAS). L’azienda è iscritta all’Albo Nazionale Campagna Amica filiera corta ed è menzionata nel sito www.campagnamica.it.

* prodotti s enza glutine

PRODUZIONE e VENDITA DIRETTA di CARNE SUINA • BOVINA • INSACCATI

Allevamento il Paradiso di Boari Giacomo

Promozione: sconto del 10% su una spesa minima di € 20,00 Lo spaccio è aperto dal MERCOLEDì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 SABATO dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00

VIA PONTEVECCHIO, 14 CASTELAMBRO MARZANO (PV) Tel. Allevamento: 0382.946029 Cell. Giacomo: 335.6810661 Elia: 329.0328992


VERSO EXPO 2015, LA SENSIA GUARDA LONTANO La fiera dell’ascensione di Voghera, una piccola esposizione universale che mette in mostra artigianato e tipicità locali di Francesco Sala

È l’evento più antico di Lombardia: si tiene ininterrottamente dal 1382. È cominciata come mercato agricolo, connotazione che ha mantenuto in modo prevalente fino alla metà del secolo scorso, quando ha cominciato ad ampliare il proprio raggio d’azione. Il lato zootecnico è oggi solo una delle componenti che caratterizzano la Fiera dell’Ascensione di Voghera, appuntamento che richiama ogni anno migliaia di visitato-

28 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

ri. Non solo da Oltrepò e intera provincia, ma anche dai territori limitrofi. Una piccola esposizione universale, che mette in mostra il meglio dell’artigianato e delle tipicità locali: nei padiglioni temporanei allestiti all’interno del cortile dell’ex caserma di cavalleria prendono posto stand di aziende e produttori; nel fine settimana l’asse di via Fratelli Kennedy e via Gramsci, con il reticolo di strade parallele, accoglie i banchetti


della fiera tradizionale. Dal 9 al 12 maggio la Fiera dell’Ascensione ha saputo unire come di consueto puro intrattenimento e cultura del territorio, puntando a esaltare il più genuino tessuto produttivo della città. Una piccola esposizione universale la Sensia, come da sempre viene chiamata la fiera in dialetto, e come da qualche anno a questa parte è stata ufficialmente ribattezzata in un orgoglioso omaggio alle tradizioni locali. E nel segno di Expo, in programma a Milano nel 2015, è stato anche l’incontro più importante tra i tanti dibattiti organizzati nei giorni dell’Ascensione. Se il tema dell’evento che porterà l’attenzione del mondo sul capoluogo lombardo è quello dell’alimentazione, vissuta in una dinamica di piena sostenibilità ambientale, l’area agricola per eccellenza della regione non può non essere protagonista. A discutere dell’apporto che l’Oltrepò può dare in ottica Expo è stato un tavolo di lavoro che ha visto confrontarsi istituzioni, impresa e addetti ai lavori. Accento puntato sul vino, come è logico per il territorio che da solo produce due terzi delle uve dell’intera Lombardia: l’enologo Paolo Massobrio, ideatore del celebre Club di Papillon, ha dialogato con il presidente del Distretto dei Vini Fabiano Giorgi e con Angela Moneta, nutrizionista e direttore sanitario dell’Istituto Mondino, per un dibattito che ha rivelato come il vino

ARTICOLI DA REGALO E PER FUMATORI

sia elemento su cui puntare per il rilancio del territorio; l’impegno da parte delle istituzioni è stato dato da Mario Melazzini, assessore regionale alle attività produttive e da Roberto Arditti, responsabile del settore comunicazione di Expo. Il filo verde e azzurro che attraverso la rete dei Navigli e i parchi agricoli del sud Milano collega la provincia di Pavia alla metropoli trova come nodo fondamentale proprio l’Oltrepò. E dunque Voghera. La Sensia guarda lontanto, immaginando il proprio futuro. Ma sa osservare anche al passato della città, esaltandone tradizioni vecchie e nuove. Nei giorni della fiera l’area dell’ex caserma vive di molteplici eventi, al pari del Castello Visconteo, aperto in via straordinaria: nelle sale del maniero resta visitabile fino a fine giugno la mostra fotografica che indaga, sempre in ottica Expo, il paesaggio della pianura lombarda. Tra gli autori anche Gabriele Basilico, il grandissimo maestro dello scatto scomparso solo pochi mesi fa. Decine le associazioni sportive e culturali che hanno portato il loro contributo arricchendo i giorni della fiera con gli eventi più vari e disparati: musica e danza hanno fatto la parte del leone, con i saggi di fine anno delle diverse scuole attive in città. Eventi che hanno visto i più giovani protagonisti assoluti. Istituto Investigativo e Informazioni Commerciali

PO L DETECTIVES

noi diamo un volto ai tuoi sospetti indagini pre/post matrimoniali con prove per sedi giudiziarie

di Crozzi Anna & C.SaS Ricariche di tutti i tipi, a pochi passi dall'ospedale San Matteo e dalla A.S.L. Viale Indipendenza, 11 - Pavia - Tel. 0382.20401

indagini industriali assoluta riservatezza, preventivi gratuiti si riceve solo su appuntamento

PAVIA - Tel. 0382/538036 - cell. urgenze 348/2629665 e-mail: pooldetectives@yahoo.it

MAGGIO • GIUGNO 2013

| 29


MangiaBevaLenta il “percorso del gusto” a contatto con la natura “Passeggia lentamente e assapora l’Oltrepò” è il claim dell’evento organizzato per riscoprire le bellezze naturali, artistiche e culinarie dell’Oltrepò di V. M.

Domenica 16 giugno 2013 Canneto Pavese, Castana e Montescano accoglieranno i propri visitatori invitandoli a partecipare alla MangiaBevaLenta, la prima edizione della manifestazione organizzata dall’Unione di Comuni Lombarda Prima Collina in collaborazione con le Pro Loco dei tre Enti promotori e la Protezione Civile. Come ci ricorda Francesca Panizzari, Sindaco di Canneto Pavese, quello dei comuni di prima collina, “è un territorio da conoscere perché sa offrire al visitatore esperienze gratificanti in un’atmosfera serena, vicino alla natura”. Proprio da quest’idea è partita la volontà di permettere, a chiunque ne abbia voglia, di dedicare il proprio tempo libero alla riscoperta del fascino collinare e delle tipicità del territorio. L’evento prevede, infatti, un tragitto di 12 chilometri, percorribili a piedi o in bici e, 30 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

per il Sindaco di Castana, Maria Pia Bardoneschi, si presenta come “un’ottima occasione per scoprire e assaporare adagio, esplorando gli antichi borghi e percorrendo sentieri e stradine di campagna in un saliscendi naturale di colline e valli, i rinomati vini e i piatti tipici della tradizione, la musica e i canti popolari, la storia, i beni artistici e il sapere contadino di questo lembo di territorio dell’Oltrepò Orientale.” Il percorso della MangiaBevaLenta, infatti, toccherà sei tappe precise e, partendo dal centro sociale di Canneto Pavese, passerà per la Rotonda del Buttafuoco Storico, Monteveneroso, Montescano, Castana, frazione Casa Crivellini, per arrivare infine presso il parco comunale di Canneto Pavese. Saranno oggetto di visite, oltre alle belle e antiche chiese parrocchiali, il pozzo di S. Antonio a Monteveneroso, la Fontana Mis-


saga a Montescano e la mostra di reperti fossili allestita presso il Palazzo Comunale, il castello di Castana e numerose cantine private dove poter degustare vini locali e stuzzichini preparati al momento. Chi prenderà parte all’evento non solo avrà la possibilità di stare a contatto con la natura, conoscere i borghi e ammirarne le bellezze architettoniche, ma potrà anche apprezzarne la cultura culinaria. Le sei tappe previste, infatti, rappresenteranno in maniera metaforica le portate di un pranzo che, dall’antipasto al dolce, si rifarà chiaramente alla tradizione pavese-oltrepadana. Tra i vari piatti proposti si potranno assaggiare la focaccia tipica accompagnata da salumi assortiti (salamino cotto, pancetta, coppa), frittatine miste alle erbe selvatiche, i classici agnolotti al sugo di brasato, pasta e fagioli alla contadina, arrosti vari, formaggi locali e marmellate pre-

parate in casa. E ancora brasadé, tipiche ciambelline d’Oltrepò, crostate con marmellate di vari frutti e, immancabili, i vini tipici dell’Oltrepò. Il percorso della MangiaBevaLenta nella natura e nell’enogastronomia verrà, poi, completato da un ricco programma di animazioni lungo il tragitto e nei punti di ristoro. Liutai, esperti di fossili, ebanisti, musicisti, laboratori di artigianato, di cucina e di preparazione di formaggi freschi, intratterranno tutti i partecipanti favorendo l’arricchimento culturale e la conoscenza delle tradizioni artigianali e artistiche del territorio. “Una lenta escursione enogastronomica tra cultura, storia, antichi pozzi, fonti d’acqua sgorganti da sorgenti perenni e rocce risalenti a milioni di anni addietro, immersi nella natura, nei vigneti e nella tranquillità delle borgate, ascoltando curiosità ed aneddoti, è il modo migliore per iniziare a conoscere il nostro


territorio, l’Oltrepò, le sue tradizioni e il suo patrimonio.” Come si evince dalle parole di GianPiero Roggero, Sindaco di Montescano, la manifestazione è stata organizzata proprio per favorire l’incontro e lo scambio culturale andando ben oltre le tradizionali visite guidate volte alla valorizzazione del territorio. I Comuni di Canneto Pavese, Castana e Montescano hanno preferito, infatti, coinvolgere da vicino visitatori, turisti e cittadini, invitandoli a prendere parte a un’iniziativa in grado di far staccare loro la spina per un’intera giornata. A scandire l’evento non saranno, infatti, le corse frenetiche della routine quotidiana, ma piuttosto la calma, la placidità e l’imperturbabilità che caratte-

rizzano la natura e che questa è in grado di trasmettere a chi è disposto a mollare tutto per un giorno, accettarne le condizioni e rivivere il gusto delle piccole cose. MangiaBevaLenta vuole porre le basi per un appuntamento imperdibile che potrebbe avere un seguito negli anni a venire e che, allo stesso tempo, può servire da spunto per farci riflettere sull’importanza della natura e il valore delle tradizioni del territorio in cui viviamo. Per informazioni più dettagliate il lettore vada sul sito www.mangiabevalenta.it realizzato dall’agenzia Creativesoul di Pavia, che ha coordinato l’evento curandone la comunicazione e creandone il logo.

MangiaBevaLenta Perché non approfittarne? Basta semplicemente iscriversi entro il 14 giugno sul sito www.mangiabevalenta.it o chiamando il numero 0385.88021; l’acquisto del ticket permetterà di prendere parte alle degustazioni nei punti di ristoro e alle varie attività organizzate durante il tragitto. Chi non riuscisse ad acquistare il ticket entro la data prevista potrà farlo prima della partenza presso le casse dell’Infopoint di Canneto, centro sociale Cesare Chiesa, via Roma. Quota di partecipazione MangiaBevaLenta 2013 Bambini (fino ai 12 anni): gratis Ragazzi (13-17 anni): 12 euro Adulti: 20 euro Ogni 10 partecipanti 1 biglietto omaggio. Biglietti ad esaurimento, max 1.000. • •

32 |

Si consigliano scarpe e abbigliamento comodi. In caso di pioggia la manifestazione sarà rimandata alla domenica successiva.

MAGGIO • GIUGNO 2013


Società del Gruppo ASM Pavia S.p.a.

ASM LAVORI s.r.l. Via Donegani, 21 – 27100 Pavia Tel. 0382/43.46.11 - 0382/43.46.05 Fax 0382/43.48.80

ASM LAVORI s.r.l. società soggetta a direzione e coordinamento di ASM PAVIA, ha per oggetto l’attività di scavo, reinterro, movimento terreno, lavori edili di difesa e di sistemazione terreni, opere di consolidamento dei terreni e opere speciali nel sottosuolo, lavori di impermeabilizzazione di terreni, realizzazione e manutenzione di campi sportivi. Costruzioni, manutenzioni, pavimentazioni e ripristini stradali; costruzioni, manutenzioni e ripristini di selciato in porfido; lavori stradali in genere.


Servizio realizzato da SandreFotoAgency

Il bar Castello si rinnova! Dalla nuova gestione e dallo staff nasce un nuovo modo di rapportarsi alla clientela. Il nostro bar propone infatti un ottimo servizio e offre prodotti di qualità, genuini e nostrani. La voglia di fare che caratterizza ogni componente del nostro meraviglioso staff e l’amore per quello che facciamo ci permettono di creare e organizzare indimenticabili feste, pranzi, aperitivi e molti altri momenti gradevoli e

divertenti. In particolare vi aspettiamo numerosi agli appuntamenti da noi organizzati due volte al mese, sempre di sabato, dove potrete pranzare con piatti tipici del nostro territorio, e al nostro“apericena”. Tutti i venerdì sera, dalle 18 alle 24, organizziamo per voi questo momento in cui gustare con calma e relax cocktail e vini selezionati consumando quasi una vera e propria cena, preparata da noi per voi, composta da due primi, affettati nostrani,


patatine, salatini e tartine, insomma, un buffet ricchissimo. Il tutto senza la fretta di dover scappare subito al lavoro o ai vostri impegni, ma anzi stando comodamente seduti a un tavolo a godervi finalmente un meritato riposo dopo la lunga settimana di lavoro, chiacchierando in compagnia dei vostri conoscenti, parenti, amici e colleghi. Il nostro “apericena” vi darà la carica per godervi al meglio il weekend e un venerdì all’insegna del divertimento e del buon umore. Il bar Castello rimane aperto 7 giorni su 7 dalle sette del mattino alle otto di sera offrendo per colazione ottime brioche di pasticceria e per pranzo panini, piadine e insalate miste, per poi terminare la giornata con aperitivi deliziosi e fantasiosi, accompagnati sempre da taglieri misti di salume.

L’interesse che abbiamo è quello di far tornare la cultura del bar come luogo di comunicazione, di conoscenza, un luogo dove trascorrere momenti spensierati e allargare la nostra cerchia di amicizie. Tutto questo lo potete trovare al Bar Castello, un posto nuovo, moderno e accogliente. Siamo presenti anche su Facebook come “Quelli Delbarcastello”. Seguiteci per essere sempre informati e aggiornati sugli eventi che organizziamo. E per gli amici di Facebook… prezzi speciali!

Pavia - Viale necchi, 4 Info: 338.8608969 Quelli Delbarcastello


bosnasco presenta il volume sulla storia del comune il primo libro che tratta la storia del comune realizzato dall’amministrazione comunale

Sabato 4 Maggio a Bosnasco, presso il Palazzo Scarpa Colombi è stato presentato il volume “Bosnasco dalle origini ai giorni nostri” alla presenza di circa un centinaio di persone. Presente l’amministrazione comunale di Bosnasco, oltre al presidente del consiglio provinciale, Vittorio Poma, all’assessore provinciale Visponetti, l’assessore Filipponi del comune di Stradella. In prima fila presenti ospiti d’eccellenza, quali il dott. Aldo Poli e consorte, mons. Pietro Lanati, responsabile della Parrocchia di Bosnasco e il presidente della Pro Loco di Bosnasco, Pizzi. Sono intervenuti come relatori il Sindaco, Vercesi, l’assessore Bruciamonti, il curatore del libro Paolo Brega e Cinzia Montagna, responsabile del progetto “punto IAT” che sta nascendo a Stradella. Per cercare di delineare le vicende storiche che hanno interessato Bosnasco, il libro è stato scritto a più mani, decidendo di dare l’incarico per la parte della storia antica al prof. Flavio Fagnani, di Pavia e originario di Rovescala. Gli altri capitoli sono suddivisi in macro argomenti, quali la storia della parrocchia, le famiglie e i casati, e la storia 36 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

dei 150 anni dall’Unità d’Italia. Si è creato un gruppo di lavoro, coordinato dal curatore Paolo Brega, che con la collaborazione dell’assessore alla cultura Bruciamonti e del sig. Maurizio Ricotti, appassionato di storia locale, ha proceduto nella ricerca attraverso un’ampia consultazione dell’archivio comunale, alla raccolta di testimonianze dei residenti più anziani, alla consultazione dell’Archivio Diocesano ed all’analisi di letteratura sviluppata in precedenza da altri autori e ricercatori locali. Ricca di fotografie tratte dagli archivi privati dei cittadini la parte finale del libro, ha scatenato la curiosità dei tanti presenti. Lo sforzo per realizzare quest’opera da parte dell’Amm. Comunale è stato notevole, e un doveroso grazie va esteso a tutte gli sponsor che hanno sostenuto questo progetto. Si ringraziano quindi la Fondazione della Banca del Monte di Pavia, l’azienda ICAF, l’imprenditore Renato Piana, l’azienda Broni Stradella Gas, la ITP, la Sicom Italia, l’agriturismo Puppo, la Tenuta Scarpa Colombi e il Ristorante la Buta. Pienamente soddisfacente la mattinata che, dopo aver raccolto grandi segni di apprezzamento anche da parte di tecnici del settore, si è conclusa con un ottimo rinfresco organizzato dal Ristorante la Buta e dalla Cantina Colombi.


Il tuo 5 x mille all’ AGENZIA N° 1 DI PAVIA

PER AYAMÉ - ONG Per favorire Lo sviluppo tecnologico dell’Ospedale Generale di Ayamé (HGA) e dei presidi sanitari rurali ristrutturati dall’Agenzia ◊ Il sostegno al personale sanitario qualificato dell’HGA e ai pazienti più poveri (con il fondo sociale) ◊ Le missioni mediche ad Ayamé, come quelle degli oculisti del Policlinico San Matteo di Pavia ◊ Il sostegno partecipato alla Pouponnière di Ayamé che accoglie 60 bambini in stato di grave bisogno ◊ Il risanamento ambientale del territorio di Ayamé

Tutte le entrate dell’Agenzia sono destinate ai progetti. Le spese interne non superano lo 0,2 per cento del bilancio annuale.

Si può fare di meglio?

Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett. a), del D.Lgs. n. 460 del 1997 FIRMA

Codice fiscale del beneficiario (eventuale)

L’AGENZIA N. 1 DI PAVIA, PER AYAMÉ rientra nella categoria “delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett. a), del D.Lgs. n. 460 del 1997”, che possono beneficiare della destinazione (liberamente scelta da ogni contribuente) di una quota pari al 5 per 1000 dell’IRPEF. Basta scrivere la propria firma nel riquadro sopra riprodotto (presente nel CUD e in tutti i modelli di dichiarazione dei redditi) e il codice fiscale dell’ AGENZIA: 96031890187.


BUllismo contemporaneo “occorre accettarla questa sfida sbraitata dal bullismo contemporaneo evitando inutili paragoni con il passato...”

di Vincenzo Andraous

Ora che i riflettori sono stati spenti e la grancassa mediatica ha smesso di emettere suoni scomposti, forse adesso sarà possibile avere memoria con maggior delicatezza e buon senso di quei giovanissimi che hanno deciso di abbandonare per sempre i banchi di scuola, gli amori, i sogni e le speranze. Forse sarà possibile consegnare il giusto valore alle parole, quelle che non intendono farsi condizionare dalle altre più altiso38 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

nanti, scagliate per creare una labirintite artificiale, quelle parole che non chiariscono mai le responsabilità individuali, che non stanno sulle labbra dell’intrattenitore di turno, o sulla battuta pronta di chi vuol rimanere dietro le quinte del dolore, escludendo la possibilità di una via di emergenza che non di rado salva la vita. Qualcuno intende cavarsela additando la scuola un ammasso informe di linee didattiche, spesso contrapposte alle relazioni


te agli altri. Questa è la società che abbiamo in sorte, non era migliore quella precedente, piuttosto siamo cambiati noi, sono cambiate le sensibilità e quindi gli interessi da esibire: nella fisicità che irrompe nella domanda, nella fragilità che traspare alla risposta. Atteggiamento diseducativo a tal punto da indicare le scomparse premature e drammatiche di tanti ragazzi come il risultato di una debolezza inconfessabile. Invece basterebbe pensare alla scuola come a un luogo che insegna dalle retrovie la storia che appartiene a ognuno, incocciandone le anse e gli anfratti, mai delegando ad altri oneri propri, mai caricandosi deleghe che non le competono. Occorre accettarla questa sfida sbraitata dal bullismo contemporaneo, da questi nullatenenti delle relazioni, evitando inutili paragoni con il passato, piuttosto cercando di onorare chi non c’è più con coraggio e coerenza, con la fermezza necessaria a educare al dialogo e all’ascolto.

© ilmioprimoquotidiano.it

importanti che fanno crescere. La famiglia un ibrido travestito di buone intenzioni. I giovani una tribù di selvaggi tutti uguali, omologati, disordinati. Sono queste le etichette e i luoghi comuni con cui si liquidano maldestamente le tragedie di una società caduta in disuso, per l’incapacità di comprendere quanto incivile sia disperdere la propria coscienza critica, anche nel caso questa sottoscriva un malcostume diventato trend nazionale. Quanto diseducativo può diventare il tentativo di lenire un dolore lacerante con la divulgazione di verità contraffatte. Chi la scuola l’ha abbandonata a un’età obbligante, sa bene che il rimpianto non è una condizione attenuante. Chi nella famiglia non ha trovato amore che protegge ma una via di fuga virtuale, sa bene come la selva oscura può ingannare al punto da farti soccombere. Chi in gioventù ha bruciato le tappe del tutto e subito, sa bene come è facile perdere la propria dignità e depredarne par-


In arrivo la stagione dei matrimoni: da quelli più chic a quelli low cost Arrivano da oltreoceano le ultime tendenze in fatto di matrimoni, per tutti i gusti e per tutte le tasche Come tutti gli anni, l’arrivo della primavera e delle belle giornate segnano in maniera precisa l’inizio della stagione dei matrimoni, con migliaia di coppie pronte a convolare a nozze e pronunciare il fatidico “sì”. Sono propri i mesi primaverili e quelli estivi a esser presi maggiormente di mira dai futuri sposi in quanto le giornate più lunghe e soleggiate e il bel tempo sembrano ricreare le condizioni ideali per organizzare banchetti e festeggiare al meglio l’evento. E così tra matrimoni organizzati da wedding planner e matrimoni “fai da te”, le belle stagioni assecondano anche le ultime tendenze in fatto di matrimoni. Le idee più stravaganti arrivano, come spesso accade, dagli Stati Uniti; non dobbiamo quindi meravigliarci se, scelto un tema, alcune coppie riescono ad organizzare matrimoni in grado di stupire ciascun invitato. Ci si potrebbe, infatti, ritrovare in un banchetto nuziale in cui un unico colore domina tutti i decori e gli abiti degli sposi o, al contrario, in un banchetto completamente black and white. Non manca chi decide di dare alla propria festa di matrimonio un tono decisamente 40 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

country chic, in cui informalità e relax la fanno da padrone in location bucoliche, al contrario di chi invece sceglie l’urban mood e contesti metropolitani. Si può proseguire in questa escalation di tendenze ricordando, per esempio, lo stile shabby chic che, a dispetto del nome che lo contraddistingue, non ha proprio niente di trascurato, anzi: cura del dettaglio e gusto in fatto di abbigliamento, arredamento e decori sono elementi essenziali. Concludiamo questa carrellata ricordando quelli che sono i banchetti nuziali cui, con maggiore probabilità, sarà capitato a tutti di partecipare. Prima fra tutte la giornata romantica che molte spose sognano fin da piccole, o i più recenti banchetti a impatto zero, quelli solidali, bio-sostenibili o, soprattutto in questi ultimi tempi, quelli low-cost. Da una recente indagine di Federconsumatori sembra, infatti, che l’attuale crisi economica abbia inciso in maniera significativa anche sulle spese che le giovani coppie si apprestano a sostenere in vista del matrimonio costringendole, di conseguenza, ad alcune rinunce. Si stima che per un matri-


monio tradizionale si possano spendere dai 30 ai 60 mila euro, fin troppi per una sola giornata, per quanto importante possa essere nella vita di una coppia. Per correre ai ripari non mancano soluzioni alternative e consigli di ogni genere: si va dai matrimoni “2x1”, in cui coppie di amici condividono location e spese inerenti il matrimonio, arrivando piuttosto all’uso di coupon per l’acquisto scontato di addobbi, abiti da cerimonia e pranzi. Non manca anche chi abbandona l’idea di sposarsi durante la primavera o l’estate, optando per una giornata invernale o autunnale che non rientri in “alta stagione”. E se i tempi che corrono stanno influenzando le scelte dei futuri sposi in merito all’organizzazione dei propri matrimoni, non si possono tralasciare i più recenti dati riguardanti la celebrazione di nozze con rito religioso o civile. Sebbene, più in generale,

il numero di celebrazioni di matrimoni in Italia sia in calo in tutte le regioni italiane, è emerso che i riti religiosi sono i più diffusi nel Paese, mentre i riti civili, in costante aumento, hanno segnato un sorpasso nelle sole regioni del Nord Italia. Sono dati indicativi grazie ai quali appare evidente che è in corso un radicale mutamento dell’istituzione del matrimonio nel Paese, ai quali si accompagna poi, come detto prima, un’importante contrazione delle spese che le coppie sono disposte ad affrontare per quello che, almeno in teoria, dovrebbe essere “il giorno più bello della loro vita”. In ogni caso, che si scelga di sposarsi in chiesa o in municipio, che si voglia festeggiare con banchetti all’ultima moda o seguendo la tradizione, pare che il filo conduttore dei matrimoni di quest’anno sarà la sobrietà, se non nello stile, perlomeno per le tasche dei futuri sposi.

Agenzia di Casteggio Agente procuratore: Alberto Fraschini

Via Risorgimento, 7 - 27045 Casteggio PV Tel. 0383.82065 / 0383.890151

Allianz Ras, la soluzione per ogni tuo bisogno


Non solo città: campi, parchi e boschi in Lombardia per l’agriturista doc Il turismo verde quale valida alternativa al turismo di massa di Valeria Mangiaracina La Lombardia, fissa nell’immaginario comune quale una delle regioni più industrializzate d’Italia, in realtà nasconde al proprio interno un ricco patrimonio rurale molto spesso sottovalutato. La superficie agraria e forestale della regione copre, infatti, ben l’83 per cento del totale; sembra quasi obbligatorio parlare a tal proposito di un “cuore verde” di straordinario valore, sia dal punto di vista paesaggistico che dal punto di vista economico. Proprio al fine di valorizzare tutte le potenzialità che il territorio offre, negli ultimi tempi si sta puntando sempre più alla diffusione di una cultura attenta all’ambiente e alle tradizioni che trova il suo cardine nel turismo verde,

42 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

ampiamente diffuso tanto in Lombardia quanto nel resto del Paese. Si tratta, infatti, di un fenomeno tipicamente italiano che, già da diversi anni, fornisce un’alternativa al turismo di massa nonché approcci legati alla sostenibilità ambientale. E così l’Italia, meta prediletta di milioni di turisti provenienti da tutto il mondo, si sta trasformando, poco alla volta, nello scenario ideale per chi ama la natura e ha voglia di conoscere le specificità culturali di ciascuna regione. Grazie a questa forma di turismo “alternativo”, infatti, l’attenzione si sposta per la prima volta dalle grandi città d’arte a tutti quegli spazi rurali che, con sapiente cura e intraprendenza, migliaia di piccoli impren-


ditori italiani sono riusciti a valorizzare. Non a caso, ciò che più colpisce è vedere come sia possibile incrementare il giro d’affari del comparto agricolo italiano semplicemente grazie a una strategia che è in grado di favorire la multifunzionalità dell’azienda agricola stessa. Stando a quanto stabilito dalla legge italiana, perché si parli di agriturismo è necessario che ciascuna azienda agricola connetta le proprie attività di coltivazione del fondo, di silvicoltura e di allevamento a ciò che di più caratterizza l’indole del popolo italiano, e cioè l’ospitalità. Siamo conosciuti in tutto il mondo per l’accoglienza e il rispetto che riserviamo ai nostri ospiti, non sarà quindi un caso se il fenomeno del turismo verde ha avuto un tale successo nel nostro Paese. In ogni azienda agrituristica, infatti, obiettivo primario è quello di favorire tanto lo sviluppo e la crescita dell’impresa stessa, quanto l’integrazione dell’agriturista nel territorio attraverso un’attenta promozione di quest’ultimo e la definizione di precisi programmi di valorizzazione dell’ambiente, della cultura e dei prodotti agroalimentari locali. I dati che annualmente vengono rilevati attraverso un’indagine censuaria che riguarda il numero di aziende agrituristiche autorizzate, i conduttori delle stesse e i servizi offerti, ci mettono di fronte a una crescita particolarmente significativa. Nel

quinquennio 2005-2010, per esempio, il numero complessivo di aziende agrituristiche autorizzate è cresciuto più del 30 per cento, passando da oltre 15 mila a circa 20 mila unità, con un aumento del numero dei posti letto da circa 151 a oltre 206 mila unità. Appare dunque evidente che la domanda sia attualmente in crescita. Negli ultimi anni, l’offerta di servizi agrituristici si è evoluta e specializzata, tanto che risultano in aumento le aziende che offrono ristorazione e degustazione di prodotti tipici locali. Il turismo verde, infatti, sembra sposarsi perfettamente con un altro punto di forza del settore primario, ovvero quello delle produzioni certificate Dop, Igp e Stg, di cui l’Italia detiene il primato nel contesto europeo. Per quel che riguarda la Lombardia, poi, questa si colloca al terzo posto nella classifica delle regioni italiane con il più alto numero di aziende agrituristiche presenti nel territorio, dimostrando apertura e dinamicità nei confronti di questa innovativa attività ricettiva italiana. Il turismo verde potrebbe quindi rappresentare un ottimo stimolo per la valorizzazione dei beni rurali di cui il Belpaese è ricco, fornendo allo stesso tempo un incentivo in più per il binomio agricoltura-territorio quale risorsa fondamentale per il Paese dal punto di vista culturale, economico e paesaggistico. MAGGIO • GIUGNO 2013

| 43


La finestra sulla mente

Aiuto! Di chi ho bisogno? Psicologo, psicoterapeuta, coach, counselor … che confusione! di Gaia Vicenzi Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

Nella giungla delle offerte per il benessere psichico è possibile perdersi. Occorre però sapere che non tutto è efficace e, quindi, è bene conoscere ciò che lo è. Innanzitutto, una terapia è efficace quando è “basata sulle evidenze”, ovvero quando esistono numerosi studi clinici che, valutando i rischi e i benefici di quel particolare trattamento, dimostrano che lo stesso funziona per la cura di uno specifico disturbo. In altre parole, preso dalla popolazione un numero molto ampio di persone affette da un particolare disagio, e sottoposte le stesse ad una particolare tipo di intervento, si osserva quante traggano beneficio dallo stesso. Inoltre, si confrontano i risultati ottenuti dopo la cura con quelli che si osservano in un gruppo analogo che non sia stato sottoposto a quella stessa cura per osservare che l’esito dipenda davvero dalla terapia e non da altri fattori. Questo discorso vale sia per le terapie mediche sia per le terapie psicologiche. In riferimento a queste ultime, può fare terapia solo uno psicoterapeuta. La possono esercitare sia gli psicologi (laureati in psicologia) sia gli psichiatri (laureati in 44 |

MAGGIO • GIUGNO 2013

medicina) che, conclusa la laurea, abbiano frequentato una scuola di specializzazione in psicoterapia e siano poi stati abilitati alla professione della stessa. Tra le forme di psicoterapia, quindi, ve ne sono alcune la cui efficacia è basata sulle evidenze e altre che non hanno ottenuto un riconoscimento scientifico di tale tipo. Ultimamente si sta diffondendo la figura del “coach”. Essa non è legalmente riconosciuta ed ha come scopo lo sviluppo delle potenzialità specifiche di ogni cliente in vista del raggiungimento di un obiettivo. Possono essere coach sia degli psicologi sia delle persone che non hanno questa qualifica e che, quindi, non possono essere considerati in grado di fornire una “prestazione di aiuto”. Uno psicoterapeuta può utilizzare la metodologia del coach come ulteriore strumento da aggiungere alle competenze proprie della sua professione. Non è una professione regolamentata nemmeno quella del counselor. Non esiste alcuna normativa di riferimento, nessun percorso formativo riconosciuto né un albo professionale. In altre parole, chiunque voglia fare il counselor potrebbe.


La finestra sulla mente Se il coach fornisce un intervento mirato a raggiungere uno specifico obiettivo (in diverse aree della vita, da quella lavorativa a quella affettiva, da quella scolastica a quella sportiva), il counselor fornisce un supporto, un sostegno in momenti di particolare difficoltà emotiva. La percezione comune che sta prendendo forma è che al coach o al counselor è possibile chiedere una consulenza nel caso di problemi di lieve o ridotta consistenza; solo nel caso di un grave disagio è necessario rivolgersi allo psicologo. Se poi il malessere acquista fattezze esagerate, deve entrare in scena lo psichiatra (unica figura, fra tutte, a poter prescrivere farmaci). In realtà, non esistono professioni per piccoli disturbi o professioni per grandi disturbi. Esistono professioni efficaci. E l’efficacia del coaching o del counseling non è provata. Infine, occorre sapere che non esistono albi per coach e counselor; esiste un albo degli psicologi, istituito dalla legge 56 del

1989. L’Ordine Nazionale degli Psicologi è sempre stato sotto l’alta vigilanza del Ministero di Grazia e Giustizia fino al 2007. In tale anno, solo con la conversione in Legge del cosiddetto “Decreto Milleproroghe”, vi è stato il passaggio al Ministero della Salute, riconoscendo, così, la professione di psicologo come professione sanitaria. E’ bene dunque, prima di rivolgersi ad uno specialista, comprendere quale sia la sua qualifica professionale, identificando che sia riconosciuta e davvero efficace. In un primo colloquio, è un diritto chiedere quale sia la formazione che il professionista ha avuto, quali siano i modelli teorici a cui si rifa e quali siano gli obiettivi che con lui si possono raggiungere. Per un approfondimento sull’efficacia delle psicoterapie in riferimento ai possibili disturbi si veda il link sul mio sito: http://www.gaiavicenzi.com/efficacia%20 delle%20psicoterapie.pdf

MAGGIO • GIUGNO 2013

| 45


Prova Google AdWords con noi. La tua pubblicità ai primi posti sul web.

Aumenta le visite sul tuo sito e paga solo i clic che ricevi!

+ VISITE + CONTATTI + VENDITE + BUSINESS CONTATTACI e scopri come raggiungere

26 MILIONI DI PERSONE mentre TI cercano. ER PACK SPECIAL SUMM

AdWords I CON TEST 15 GIORN

ON PROMO COUP

occa Il mondo è qui, t

e-soul srl

T +39 0382 309937 Grafica • Advertising • Web Solution • Web Marketing

a te.

creativesoul.it

Fare tipogafia è un’arte, e noi la coltiviamo da oltre 100 anni. Tipografia Popolare nasce nel 1896 e da più di un secolo è sinonimo di competenza e qualità; ciò che ci contraddistingue è l’unione di una profonda conoscenza del mestiere all’innovazione tecnologica. ... l’importante per noi è lasciare sempre una buona impressione. via s. giovannino 4/a - pavia tel. 0382.572774 - fax 0382.572775 info@tipografia-popolare.it www.tipografia-popolare.it


parole dimenticate e curiosita’ linguistiche la più intima ricchezza della lingua italiana

PAROLE desuete ÁÁ Alloglotto
[al-lo-glòt-to] s.m.

ÁÁ Pantagruelico
[pan-ta-gru-è-li-co]
agg.

Di persona o cosa che parla o documenta in uno stesso territorio una lingua diversa

Insaziabile, straordinariamente abbondante.

ÁÁ Panzana [pan-zà-na] s.f.
 Fandonia, frottola, bugia: tutte panzane!;

dalla maggioranza.

ÁÁ Apodittico [a-po-dìt-ti-co]
agg. Che è evidente in sé, che non abbisogna di

dire, raccontare panzane.

ÁÁ Rovello [ro-vèl-lo] s.m. Rodimento interiore, tormento ossessivo.

alcuna dimostrazione.

ÁÁ Gestroso [ge-stró-so] agg. tosc., pop. Lezioso, smorfioso.

Rabbia, stizza.

ÁÁ Squarquoio [squar-quò-io] agg. tosc.

ÁÁ Inanità [i-na-ni-tà] s.f.


Molto vecchio, decrepito, cascante.

Inutilità, vacuità.

Rammollito, rimbambito.

curiosità linguistiche ÁÁ Restare al verde
 Risale al tempo in cui gli appalti pubblici avvenivano tramite asta. Dal banditore veniva accesa una candela con fondo tinto di verde che determinava la cessazione dell’asta allo spegnimento che evidenziava il verde. Il non poter più rilanciare stava a significare non avere soldi sufficienti per competere.

ÁÁ Fare fiasco
 A Firenze un artista di piazza si esibiva utilizzando sempre attrezzi diversi con i quali produceva rumori, suoni stridori che divertivano gli spettatori. Un giorno si presentò con un fiasco ma l’esibizione non riuscì provocando la disapprovazione degli astanti, da allora chi fallisce una iniziativa ha fatto fiasco.

Vocaboli più lunghi elettroencefalograficamente (27 lettere - medicina) diclorodifeniltricloroetano (27 lettere - sostanza comunemente nota come DDT) intradermopalpebroreazione (26 lettere - medicina) pentagonoicositetraedrica (25 lettere - geometria)


I PUNTI DI DISTRIBUZIONE PAVIA BAR LANTERNA VIA SAN GIOVANNINO 23/25 BAR VIER VIA SAN PAOLO 19/21 PASTICCERIA BORDONI VIA SAN PAOLO 5 BAR LA DOLCE SOSTA VIA PARCO VECCHIO 19 CARREFOUR LA TORRETTA VIA TORRETTA 1 PALESTRA L’ARTE DEL MOVIME VIA CASSANI 7 BAR FORTE VIA VIGENTINA 20 BENZINAIO TOTAL VIA VIGENTINA 20 PUB OLD WILD WEST VIA VIGENTINA 1 BENZINAIO ENI VIA TASSO 4 BAR GIALLO VIA GILARDELLI BAR LO SPUNTINO VIA OLEVANO 2 GELATERIA LA PERLA VIA L. IL MORO BAR TABACCHI LA SCALA VIA SCALA 10/A BAR TRATTORIA IOLANDA VIA RISMONDO 56 BAR BIJLIA COFFEE AND FOOD VIA BRAMBILLA 70 C PIZZA LEGGERA VIA BRAMBILLA 70 BAR MAXI VIA DAMIANO CHIESA INPS V.LE CESARE BATTISTI 25 BAR MINERVA P.LE MINERVA BAR GRAN CAFFE’ V.LE CESARE BATTISTI 1 MINERVA PANETTERIA PANE E RISO VIA MANZONI BAR LIBERTY V.LE LIBERTA’ 51 BENZINAIO IP VIA BRAMANTE BAR MORETTI VIA DEI MILLE 214 BAR TABACCHI DABBENE VIA DEI MILLE 36 BAR LA CREMERIA P.LE PONTE TICINO-PONTE COP. BAR IL PONTE P.LE PONTE TICINO-PONTE COP. GELATERIA PANNA E CIOCCOLATO P.LE PONTE TICINO-PONTE COP. BAR ARTE E CAFFE’ S. PIETRO IN VERZOLO 19 BAR HARRY’S V.LE CREMONA 142 EDICOLA VIA PASTRENGO BAR CAMPARI V.LE CAMPARI 44 BAR PAUSA CAFFE’ P.ZZA EMANUELE FILIBERTO FARMACIA DEL BO’ P.ZZA EMANUELE FILIBERTO

BAR GORIZIA V.LE GORIZIA 38 BAR PANE E SALAME C.SO CARLO ALBERTO 72 BAR DEL TURISTA C.SO CARLO ALBERTO 28 CAFFE’ ANNABELLA STRADA NUOVA 2 BAR GUSMAROLI STRADA NUOVA 128 NEW STREET BAR STRADA NUOVA 29 CAFFE’ DEL TEATRO STRADA NUOVA 75 TAVERNA ABBIGLIAMENTO STRADA NUOVA VIGONI PASTICCERIA STRADA NUOVA BAR CRISTAL VIA XX SETTEMBRE 50 F.LLI CARRARA VIA XX SETTEMBRE 52 CINEMA POLITEAMA C.SO CAVOUR Caffè Milani C.SO CAVOUR 30/G BAR CAFFE’ KOBAN P.ZZA DUOMO 9 BAR MERCATO IPOGEO P.ZZA DELLA VITTORIA CAFFè DUBLINO C.SO CAIROLI 24/A BAR BORDONI VIA BORDONI 26 CAFFE’ TRE TORRI VIA SPALLANZANI 1/3 BAR L’ALTRO VERSO C.SO MAZZINI 20 BAR AUGUSTUS P.ZZA DEL MUNICIPIO BAR GERRY P.ZZA DEL MUNICIPIO 1 BAR SAN SIRO C.SO GARIBALDI TABACCHI 72 C.SO GARIBALDI 72 BAR ITALIA C.SO GARIBALDI 31 BAR AMBARABAR C.SO GARIBALDI 70 GEOTECNICA C.SO GARIBALDI 40 BAR SOPHIE V.LE INDIPENDENZA BAR CASTELLO P.ZZA EMANUELE FILIBERTO CAFFE’ PETRARCA VIA MATTEOTTI 28 F.LLI CARRARA VIA XX SETTEMBRE 42/a CLINICA MONDINO VIA MONDINO 2 FONDAZIONE MAUGERI VIA MAUGERI 4 LOOK CENTER VIA GOLGI 76 MC Donald’s VIA BRAMBILLA

BAR LO STORICO LONDRA P.ZZA VITTORIO VENETO 14 ACI BELGIOIOSO VIA GARIBALDI 23

BELGIOIOSO

CASTEGGIO

LATTERIA SAN GIORGIO VIA GARIBALDI 42 MUNICIPIO VIA GARIBALDI 64 BAR BABYLON VIA UGO DOZZIO 5/7 BENZINAIO ESSO V.LE DANTE 38 SILVY BAR P.ZZA VITT. VENETO 8

MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA

SAN GENESIO ED UNITI F.LLI CARRARA VIA PORTA PESCARINA 62

SAN MARTINO SICCOMARIO BAR SPORT VIA GRAVELLONE 41 COMUNE VIA ROMA 1 BAR Q8 E BENZINAIO VIA TURATI 31 BAR LA PIAZZETTA CENTRO COMM. OTTAGONI CENTRO LE CASCATE VIA DELLA STAZIONE MC DONALD’S C/O CENTRO COMM.LE BENNET DUCA’S PARRUCCHIERI C/O CENTRO COMM.LE BENNET GRILLANDIA VIA TURATI 30

CAVA MANARA PIZZERIA IL BUUS DEL RAT VIA GARIBALDI 2 BAR CAMPANA VIA GRAMSCI 38 ACI VIA XXV APRILE 22

BRONI BAR COMMERCIO VIA EMILIA BAR L’INCONTRO VIA EMILIA 352 PISCINA COMUNALE VIA CONTARDO FERRINI BAR CAFFE’ FENICE VIA MARCONI 20 B

STRADELLA CAFFE’ GARIBALDI P.ZZA TRIESTE 13 BAR GRAPHI’ P.ZZA TRIESTE 21 BAR CASA DEL CAFFE’ P.ZZA TRIESTE BAR CONCORDIA P.ZZA TRIESTE 6 BAR GOLDEN BLACK VIA TRENTO DRINK PUB VIA C. BATTISTI BAR ALTERNATIVE VIA C. BATTISTI 24 CAFFE’ AI GIARDINI VIA C. BATTISTI 1 BAR CAFFE’ TEATRO C.SO XXVI APRILE 5 BAR CAESAR VIA ROMA REVE CAFFE’ VIA ROMA

BENZINAIO SHELL VIA CASTEEGGIO 42

VOGHERA

MEDE

ANTICA TRATTORIA LOMBARDIA C.SO XXVI MARZO 139 BAR BON BON C.SO XXVI MARZO COMUNE C.SO ROSSELLI ASM C.SO ROSSELLI BLUE BAR VIA XX SETTEMBRE 7 CAFFE’ DE PRETIS VIA DE PRETIS 23 BAR CERVINIA P.ZZA MEARDI ANG. EMILIA INVIDIA CAFFE’ P.ZZA F.LLI BANDIERA BAR LIGURE C.SO 27 MARZO BAR CRISTALLO VIA GABETTA VICINO DUOMO OSTERIA DEL PONTE P.LE PONTE TICINO PONTE COPERTO CAFFE’ INDIPENDENZA V.LE INDIPENDENZA 30 BAR MATTEOTTI VIA MATTEOTTI 61 BAR ESPRESSO ITALIANO TAB. VIA CARLO EMANUELE 28 GELATERIA IL CAPRICCIO VIA XX SETTEMBRE 52 LOCANDA DELLE FATE VIA RINO BALLADORE 23 BENZINAIO P.LE QUARLERI NATURALPAN VIA EMILIA 176

COMUNE P.ZZA REPUBBLICA 1 BAR ROMA P.ZZA REPUBBLICA 1 BAR CENTRALE P.ZZA REPUBBLICA 1 BAR HAITI C.SO ITALIA ANG. REPUBBLICA 3 BAR’S VIA CAVOUR 10/16

RIVANAZZANO TABACCHERIA REGGIANI P.ZZA CORNAGGIA BAR ALBERTINI P.ZZA PRINCIPALE CAFFE’ DE LA TOUR P.ZZA PRINCIPALE

SALICE TERME SALA DEI GELATI P.ZZA MARCONI CAFFE’ BAGNI TERME P.ZZA MARCONI PIZZA LEGGERA VIA DELLE TERME 129

VARZI PIZZERIA GAUDI’ VIA ORESTE MARETTI 2 BAR DELLA TORRE P.ZZA MUNICIPIO CAFFE’ L’ANGOLO P. FIERA BAR 16 PIAZZA FIERA P. FIERA 16

SANNAZZARO DE BURGONDI COMUNE

VIA CAVOUR 18 RAMPI LUCIA TABACCHERIA VIA PIAVE 17 SOLE LUNA CAFFE’ VIA CAIROLI 25 CAFFE’ MAGNOLIA VIA MAZZINI 36

MORTARA MUNICIPIO P.ZZA MONS. DUGHERA CAFFE’ GARIBALDI C.SO GARIBALDI 2 CAFFE’ SANTI C.SO GARIBALDI 116 DUCA’S PARRUCCHIERI VIA PRINCIPE AMODEO 6 GASOMETRO BAR VIA MILANESE 632

GARLASCO EDICOLA PAZZI GIANFRANCO VIA BOZZOLA 13 COMUNE DI GARLASCO P.ZZA DELLA REPUBBLICA BAR COMMERCIO P.ZZA REPUBBLICA 2 BLUE BAR CAFFE’ C.SO CAVOUR 38 TORTUGA CAFE’ C.SO CAVOUR 132 BAR CAVOUR VIA CAVOUR 17 LAZZARONI ABBIGLIAMENTO VIA L. DA VINCI BAR LO SCOGLIO VIA L. DA VINCI 47

VIGEVANO COMUNE V.LE CESARE BATTISTI 6 TABACCHERIA OSCAR P.ZZA DUCALE 33 FELTRINELLI LIBRERIA P.ZZA DUCALE 33 BAR TABACCHI VIA P. C. DECEMBRIO 21 BAR STAZIONE FS P.ZZA STAZIONE LA NUOVA CAFFETTERIA C.SO PAVIA 62 BAR OMBELICO C.SO PAVIA 23 BIRIMBAO VIA ROCCA VECCHIA 1 GOLD RIVER CAFE’ VIA ROCCA VECCHIA 1 KIB FUN BAR VIA ROCCA VECCHIA 1/9 BAR CUBE P.ZZA SANT AMBROGIO 2 BAR CAFFE’ PORTA MOKA VIA DECEMBRIO 1 RISTORANTE ROCOCO’ VIA XX SETTEMBRE PASTICCERIA COLOMBO P.ZZA DUCALE 40 PASTICCERIA VILLANI C.SO PAVIA 75b


I punti di distribuzione di Pavia in Tasca in provincia di Pavia

Vigevano

MORTARA

SAN GENESIO ED UNITI

GARLASCO

PAVIA S.MARTINO SICC. MEDE

BELGIOIOSO

SANNAZZARO DE BURGUNDI

CAVA MANARA BRONI

CASTEGGIO VOGHERA

RIVANAZZANO

MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA

SALICE TERME

VARZI

Il free-press bimestrale a carta patinata che vanta una diffusione capillare in tutta la provincia di Pavia

STRADELLA


! .. i n io z a it im e ll a d a d Diffi

è solo

PRIMA SCELTA

PNEUMATICI DI ULTIMISSIMA GENERAZIONE

QUALITà

GARANZIA UFFICIALE

PAVIA

CASTEL S. GIOVANNI (PC)

Viale Cremona, 71 Tel. 0382.466258

Viale F.lli Bandiera, 46 Tel. 0523.849442


/ I-Pavia - Ann o XXII E IN A.P. 45% Art.2 L.662/9 6 DCO/DC 111/2002 NE GRATUIT A SPEDIZION

Festa Speciale 2013 del

in MoStra

Sandra t al caStel

teo

ManGiabe

valenta

appuntaM ento onoMico in oltrep o’

enoGaStr

Lo puoi scaricare anche sul tuo PC o Tablet in formato PDF, oppure lo puoi sfogliare sul nostro sito web

Opera di Bice Volpi

Maggio - Giugno 2013

Anno XXII 111/2002 / I-Pavia Art.2 L.662/96 DCO/DC SPEDIZIONE IN A.P. 45% DISTRIBUZIONE GRATUITA

enconi

lo viScon

DISTRIBUZIO

Lo trovi gratuitamente nei locali delle principali città della provincia

2013

Opera di Bice Volpi

Maggio - Gi ugno

www.paviaintasca.it Speciale

Festdela

2013

Sandra tenconi

ello viSconteo

in MoStra al caSt

ManGiabevalenta

appuntaMento in oltrepo’

enoGaStronoMico

Pavia in tasca è anche su facebook @Pavia in Tasca


SandreFotoAgency S.n.c.

Nati dalla voglia di dare al cliente un servizio efficiente e dedicato. Ciò che ci differenzia è l’offerta di un servizio completo, che va dalla consulenza sull’immagine aziendale, alla realizzazione di una campagna pubblicitaria ad hoc. Il nostro metodo di lavoro è la soddisfazione del nostro cliente.

iamo Cosa offr Serietà Affidabilità Concorrenzialità I nostri serv izi

g rafica e stamp a distribuzione v olantini affissioni slogan pubblicit ari pubblicità su s tampe locali fotog rafia azie ndale consulenza pub blicitaria

www.sandrefotoa

gency.com

Sandra - cell. 345 0843809 | Andrea - cell. 393 4629753

project@sandrefotoagency.com


Pavia in Tasca Maggio/Giugno 2013