Page 1

DISTRIBUZIONE GRATUITA SPEDIZIONE IN A.P. 45% Art.2 L.662/96 DCO/DC 111/2002 / I-Pavia - Anno XXI

Agosto - Settembre 2012

Tutti a scuola!


Ben ritrovati amici di Pavia in Tasca! Eccoci di nuovo qui, dopo le sospirate vacanze, con tante novità, pronti ad accompagnarvi alla scoperta di temi di stringente attualità, reportage ed interviste a grandi personalità del nostro territorio. Come avete notato la copertina di questo numero è dedicata alla scuola. Dopo il meritato riposo estivo è giunto il momento di ritornare tra i banchi di scuola e perché no, i ragazzi più adulti potrebbero pensare a corsi di approfondimento e formazione per migliorare la propria professionalità. In questo numero, oltre alle rubriche di psicologia e di sport, non mancano approfondimenti dedicati alla realtà socio-culturale, storica ed artistica del panorama pavese. 16 i consigli utili per combattere la depressione da rientro e sopravvivere al ritorno dopo le vacanze. Dall’Inghilterra, pensato dalla psicologa Simone Makepeace, arriva un vademecum per non farsi sopraffare dalla malinconia. Il cambiamento di ritmi rappresenta sempre una fonte di stress, e, dunque, tornare al lavoro è un piccolo trauma per chiunque. Cominciare già a pensare alla prossima vacanza fa un gran bene, ci consigliano gli esperti, se poi non ci andrai, non importa, con un bel traguardo in mente l’inverno passerà più in fretta! Arrivederci al prossimo numero. La Redazione


Indice 6 10 12 14 18 20 22 24 26 28 32 34 36 38 42 46 49 52 54 56 58 60

Con il Car Sharing Pavia punta a restare ... al verde Tutti a scuola! Riflessioni, camminando per Pavia... La politica delle “grandi piccole cose” Il teatro Fraschini riapre i battenti Troppo vicino, troppo lontano Falcone e Borsellino: un messaggio nel cuore della cittò Comune e Provincia insieme nella lotta alle truffe Il municipio ad un ‘clic’ da casa con il Comprensorio Neorurale A Settembre: balla che ti passa! Alt a ingiurie e riposini su panchine Minerva Bar & Lounge Donazioni per immortalare la cultura VI° Giro Notturno dell’Oltrepo’ Pavese Il borgo di Garlasco La marcia di John fa tappa a Pavia Depressione da rientro: come sopravvivere al ritorno dopo le vacanze “Torniamo come eravamo” Museo Contadino di Casteggio Emporium - Capi e accessori delle migliori griffe Le fobie cosa sono, come si curano Redil Store - Uno spazio in cui poter toccare con mano materiali, idee, creatività La sala consiliare di Broni dedicata al brigadiere Angelo Paravella

DIRETTORE RESPONSABILE: FRANCESCO BEVIVINO HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO: Chiara Antico, Claudia Balbi, Ferruccio Ferri, Mario Fortunato, Bakolo Paul Ngoi, Pupi Perati, Emanuela Piaggi, Paolo Pulina, Gaia Vicenzi. REDAZIONE: Via San Giovannino, 4 - 27100 Pavia info@paviaintasca.it PUBBLICITà: VERBENA PUBBLICITà Tel. 328 3974690 – 0382 061235 verbenapubblicita@libero.it • www.verbenapubblicita.com SANDREFOTOAGENCY Cell. 345 0843809 - 393 4629753 project@sandrefotoagency.com • www.sandrefotoagency.com E-SOUL Tel. 0382 309937 info@e-soul.biz • www.e-soul.biz

STAMPA: NUOVA TIPOGRAFIA POPOLARE Tel. 0382 572774 info@tipografia-popolare.it • www. tipografia-popolare.it DISTRIBUZIONE: SANDREFOTOAGENCY Cell. 345 0843809 - 393 4629753 project@sandrefotoagency.com • www.sandrefotoagency.com Periodico mensile “Pavia in tasca” Sped. in a.p. lettera B Rivista Edita da Princi s.r.l. Anno 21 - AGOSTO-SETTEMBRE 2012 Euro 0,90 Registrazione del Tribunale di Pavia N°394 dell’8 giugno 1991 Copyright La Fenice Editore s.r.l. E’ proibita la produzione anche parziale del contenuto senza l’autorizzazione scritta dell’Editore Associato all’Unione Stampa Periodica Italiana


Con il car sharing Pavia punta a restare... al verde

Lo sviluppo sostenibile, a Pavia, va di corsa.

Primo Piano

di Mario Fortunato

Mobilità sostenibile e rispetto dell’ambiente in cima all’agenda di governo di Palazzo Mezzabarba.

corrono, senza esitazioni, la strada tracciata e vedono in Pavia il parcheggio ideale nel quale approdare.

Lo sviluppo sostenibile, a Pavia, va di corsa. Un passo dietro l’altro, sempre più veloce, al ritmo dei tempi che cambiano con altrettanta rapidità. Del resto, la direzione globale intrapresa appare piuttosto chiara: puntare ad una scelta ecologica – la cosiddetta “Green Economy” - privilegiando sistemi di trasporto che meglio si integrino con l’ambiente circostante. Bike sharing e car sharing per-

Sensibile alle tematiche riguardanti lo sviluppo sostenibile, l’amministrazione del Mezzabarba è ente capofila nel progetto e-vai di car sharing. Fin dallo scorso 13 dicembre è stata difatti installata una prima postazione in Stazione ed il servizio ha preso il volo riscontrando un ottimo consenso.

6

“Sulle politiche della mobilità sostenibile abbiamo fatto molto – ha sottolineato • Pavia in Tasca •


l’Assessore Comunale alla Mobilità Antonio Bobbio Pallavicini – sposando un progetto ambizioso. L’inizio, stando a quanto riferito dai tecnici, è stato regolare ed ha subito un’immediata crescita. Tanti pavesi, soprattutto nella fascia più giovane della popolazione, hanno cominciato ad entrare nell’ordine di idee di utilizzare questo strumento. Ed è stata proprio questa continua crescita che ci ha indotto a potenziare il servizio”. e quattro a basso impatto ambientale; le cosiddette euro 5.

Primo Piano

Un servizio che attualmente prevede sei posteggi nel

piazzale della Stazione, con relativa colonnina di carico, per due auto elettriche

• Pavia in Tasca •

7


Assessore Bobbio Pallavicini, considerato il successo del servizio, quali le prospettive future? “Il Comune ha già previsto l’ampliamento del sistema di car sharing ecologico in città, considerando la realizzazione in P.zza Italia e in P.zza Golgi, in prossimità dell’ingresso del Policlinico San Matteo, due nuove aree di sosta per le auto ecologiche con due stalli per ognuna delle aree. Posso preannunciare che il servizio partirà prossimamente”.

Primo Piano

L’utilizzo del servizio car sharing, dall’inizio dell’anno al 30 di giugno, ha registrato circa 250 noleggi. Il servizio è partito con oltre 10 noleggi il primo mese per poi crescere esponenzialmente fino a raggiungere il numero di 60 noleggi al mese. Si registra pertanto una costante crescita della richiesta. Un percorso verso la mobilità sostenibile sviluppato da Regione Lombardia per integrare sempre più il trasporto pubblico ferroviario con quello, caotico, delle città. Oltre a Pavia, il progetto è attivo nei due aeroporti milanesi, presso la stazione Cadorna, ed in altre quattro realtà: Lodi, Erba, Varese e Como. 8

• Pavia in Tasca •


• Pavia in Tasca •

9


Tutti a scuola!

Dopo il meritato riposo estivo è giunto il momento di ritornare tra i banchi di scuola di Claudia Balbi

Primo Piano

Il mare, la spiaggia, le lunghe nuotate e i giochi estivi. Staccare la spina è salutare e porta i ragazzi ad affrontare con maggiore carica le sfide che caratterizzeranno l’anno scolastico che li attende. Ma ormai il rientro a scuola bussa alle porte (è questio-

10

ne di pochi giorni!) e con esso anche l’esigenza, per molti giovani di fare la scelta scolastica più adatta alle proprie esigenze e inclinazioni ed investire nel proprio futuro. L’offerta formativa per l’anno scolastico 2012/2013 a Pavia e in provincia è molto vasta, gli studenti che vogliono iscriversi ad una scuola paritaria quest’anno hanno potuto scegliere tra numerosi istituti tecnici e licei di comprovata tradizione e qualità, ognuno con

le proprie peculiarità. Numerosi istituti, accanto ad un’offerta formativa classica, puntano sulle lingue straniere e propongono ai propri iscritti scambi culturali e linguistici all’estero e certificazioni linguistiche internazionali ottimi per potenziare le proprie conoscenze ed inserirsi con maggior facilità nel modo del lavoro, altre scuole offrono un contatto diretto con la realtà professionale inserendo nel proprio piano di offerta formativa opportunità di stage molto interessanti ed altamente formative. La scelta del percorso formativo è importantissima, lo è sempre stata perché è • Pavia in Tasca •


alle superiori che i ragazzi hanno l’occasione di misurarsi con discipline nuove ed approfondire le materie apprese nei precedenti anni scolastici, ma diventa fondamentale in un epoca come la nostra in cui i cambiamenti e la società liquida in cui viviamo richiedono ai giovani di interrogarsi precocemente sul proprio futuro. Il piano di offerta delle scuole superiori si adegua a tali stravolgimenti tant’è vero che accanto alla tradizionale formazione teorica molti istituti propongono forme di contatto diretto col mondo del lavoro e corsi pratici di informatica.

Primo Piano

Dopo il meritato riposo estivo è giunto dunque il momento di ritornare tra i banchi di scuola e, come ogni anno, prima ancora del suono inaugurale della campanella si scatenerà la classica corsa all’acquisto del materiale didattico, sempre più colorato e

personalizzato. C’è davvero l’imbarazzo della scelta: le cartolerie della nostra provincia propongono al cliente un’ampia gamma di prodotti: si va dagli zaini, agli astucci fino ad arrivare alla cancelleria, penne, diari, matite e quaderni, tutte proposte di altissima qualità con prezzi anti-crisi adatti a tutte le tasche. Tra le offerte di cartoleria per l’anno scolastico 2012-2013 troviamo i classici kit scuola che includono astuccio completo di penne matite e colori, diario e zaino in diverse fantasie e marche per i più piccoli, mentre per i ragazzi andranno molto di moda gli zaini in tessuto tecnico con fantasie multicolor e fluo. La grande novità per il 2013, insieme ai trolley e alle tracolle, è data dallo zaino reversibile, il Double Back Pack che tramite una semplice cerniera “cambia pelle” ed è adatto a tutte le occasioni!

• Pavia in Tasca •

11


Riflessioni, camminando per Pavia… Nello spirito di appartenenza alla comunità risiede la forza della gente.

Primo Piano

di Pupi Perati

Abbiamo parlato nel giugno scorso della nostra città come crocevia di antiche strade, oggi nuovamente percorse da gente in cammino. Mentre, camminando, guardo le strade del centro storico e le vedo come sono nella vita quotidiana, l’evento che ha visto Pavia festeggiata come Capitale del Turismo Religioso Europeo mi sembra distante e poco realistico.L’immondizia abbandonata qua e là, le scritte sui muri delle case sembrano uno sberleffo triste a chi lavora. Mi piange il cuore nel vedere una città così bella trattata così male! Mi chiedo che cosa posso fare personalmente: cer12

to non basta che io tenga in mano la carta da buttare fino al raccoglitore più vicino (come mi hanno insegnato a fare da bambina). Non basta neppure che io spazzi e lavi ogni giorno il marciapiede at-

torno al luogo dove lavoro o che ritocchi con il colore là dove le scritte continuano ad apparire… c’è qualche cosa di più che io posso fare e che non dipende solo da me, benché io sappia che il mio contributo è

• Pavia in Tasca •


• Pavia in Tasca •

gratitudine e orgoglio di essere cittadini pavesi. Spero e prego che fiorisca in ciascuno il senso di appartenenza alla Comunità Cittadina. Siamo in una crisi profonda e stiamo constatando che non basta investire denaro in opere pubbliche e che non bastano neppure i sacrifici e il lavoro svolto con buona volontà. È l’amore a portare risultati autentici, che sono il cemento della Comunità.

Primo Piano

importante! Forse il simbolo di questo “qualche cosa in più” è la nostra Cattedrale, come ci ripete spesso il Vescovo, mons. Giovanni Giudici. Dopo tanti anni di costosi restauri, nel prossimo mese di ottobre il nostro Duomo verrà riaperto, prezioso gioiello fra quelli che compongono la corona di splendide chiese delle quali Pavia Capitale è adorna. Ciò che conta però non è tanto il valore materiale di questi tesori dell’Arte italiana, benché esso sia immenso: i restauri richiedono sacrifici che vengono affrontati dalla comunità perché essa affonda le sue radici nella storia e proietta nel futuro la sua speranza… Il 13 ottobre le Reliquie di San Siro verranno solennemente riposte in Duomo e nella settimana successiva i fedeli leggeranno giorno e notte la Bibbia: sono questi i segni che danno valore alla nostra Cattedrale, affinchè non si limiti ad essere un maestoso monumento, ma sia una grande casa, con le porte aperte! Si parla già di valorizzare anche le piazze e le vie limitrofe al Duomo ed io spero che queste iniziative si estendano a tutto il centro storico e che la gente risponda a questo investimento di denaro e di tempo con

13


La politica delle “piccole grandi cose”

Primo Piano

L’obiettivo è riqualificare le strade cittadine in tutti i quartieri

Qualcuno la chiama poli- Lavori Pubblici del Comu- avanti un programma di intica “delle piccole cose”, la ne di Pavia Luigi Greco – e terventi radicale e massiccio: maggior parte dei cittadini da due anni stiamo portando continueremo anche l’anno la considera la politica più importante. Quella che si occupa di loro, di quello che tutti trovano quando escono di casa, dei servizi e, di conseguenza, della qualità della vita. Ecco che dunque, al massimo, potrebbe essere definita politica “delle piccole grandi cose”, a partire dalle strade. Già, le strade troppo spesso costellate di buche e dislivelli, che troppo spesso causano danni alle automobili se non alle persone. “Risolvere questi problemi è la politica con la P maiuscola – afferma l’assessore ai 14

• Pavia in Tasca •


• Pavia in Tasca •

Luigi Greco, Assessore ai Lavori Pubblici

la pavimentazione di piazza Petrarca, mentre l’anno prossimo vogliamo occuparci di piazza Emanuele Filiberto”. Si parla, come specifica l’assessore ai Lavori Pubblici, di interventi di riqualificazione totale: “Sì – continua Greco – perché il classico rattoppo non dà garanzie e il problema torna a presentarsi al primo gelo invernale. Questi sono invece lavori con cui eliminiamo i vecchi asfalti e ne posiamo di nuovi. Anche in questo caso i numeri ci dicono che siamo sulla strada giusta: rispetto a due anni fa, infatti, le richieste di intervento e le segnalazioni da parte dei cittadini sono diminuite quasi del 90%, sintomo che i nuovi asfalti resistono bene e

a lungo”. Tutto questo nonostante le casse, anche per gli enti locali, non sorridano: “E’ vero così come è vero che il patto di stabilità impone vincoli assurdi che ci impediscono anche le più elementari operazioni di investimento per la città – conclude l’assessore – ma da parte nostra non abbiamo mai posto i problemi prima delle soluzioni e delle proposte: amministriamo noi e lo vogliamo fare nel migliore dei modi, nonostante tutto. Credo che questi lavori sulle strade, sui marciapiedi e sulle piazze della città siano l’esempio di come anche con risorse limitate, ma con idee e concretezza, si possano raggiungere obiettivi importanti”. 15

Primo Piano

prossimo e l’obiettivo è riqualificare le strade cittadine in tutti i quartieri, dal centro alle periferie”. Qualche numero, poi, per approfondire: “Lavoriamo ovviamente durante l’estate, quando le scuole sono chiuse e il volume di traffico è minore – continua Greco -, con uno schema preciso: da una parte strade e marciapiedi, dall’altra una cosiddetta grande opera all’anno. Nell’estate 2011 abbiamo rifatto gli asfalti di circa 80 strade e abbiamo riqualificato totalmente la pavimentazione di piazza Minerva, che versava in condizioni insostenibili. Quest’anno le strade e i marciapiedi riqualificati sono stati circa 70 e abbiamo deciso di rifare


MANUTENZIONI STR PAVIMENTAZIONI ST ANNO 2012 ZONA PAVIA OVEST Via Zanachi (Da Via Riviera e via Piave), strada e marciapiedi Via Griffini, strada, marciapiedi e parapetti Via Isonzo, strada Via Romero (Da via Coralli all’Arsenale), strada Via Bassini (tratto finale), strada Via Guffanti, strada Via Taramelli (da piazza V.Del Sangue a dopo via Bassi), strada Via S.Lanfranco (da via Colombarone a Tevere), scavi profondi condutture gas Viale Golgi scavi profondi condutture gas ZONA TICINELLO Via Montebello (da via Colombo a viale Libertà), strada Via Colombo (da via Montebello a via Monet), strada Via Case Basse (incontro con via Ponte di Pietra), strada Via Monti, strada Corso Manzoni (da via Bernardo da Pavia a via Folla di Sotto), marciapiedi Via Folla di Sotto (da corso Manzoni a via Verdi), strada e marciapiedi Via Bonetta, strada Via Bernardino De Rossi, nuovo marciapiedi e riqualificazione banchina CENTRO STORICO Piazza Petrarca (rifacimento pavimentazione in porfi do): il mercato di piazza Petrarca si trasferisce temporaneamente in via XI Febbraio, via Liutprando e allea di viale Matteotti. Via Porta Damiani (tratto finale fino a piazza Berengario), strada in selciato

Via Cravos (piazzetta esclusa), strada in selciato e marciapiedi in granito Via Giovanni da Ferrera (da via Diacono a piazza Berengario), strada in selciato e marciapiedi in granito Viale Matteotti (da via Griziotti a piazza Dante), strada Via Trieste (da via Chiesa a via Filzi), strada e marciapiedi Viale Oberdan (fasce laterali di parcheggio), strada Viale Libertà (corsia laterale verso viale Oberdan), strada Via Filzi, strada Via Damiano Chiesa (da via Trieste a edifi ci Enel), marciapiedi e parapetti ZONA PAVIA NORD Via Albani, strada e marciapiedi Ponte sul Naviglio (tra via Ludovico il Moro e via Repubblica e tra via Ghisoni e via Repubblica), verifica impalcato e rifacimento pavimentazioni Piazzale San Giuseppe, strada e marciapiedi Via Ghisoni, strada Via Folperti (da piazzale San Giuseppe a piazzale Castiglioni), strada Via Novati (incrocio via Bianchi), strada Via Rismondo (tratto dal civico 22 al civico 28), strada Via Ludovico il Moro (piazzetta e incrocio con via Scaramuzza), marciapiedi e riqualificazione aiuole Borgo Calvenzano (lato ovest), parcheggio e parapedoni Viale Indipendenza (da via Cuzio a Borgo Calvenzano), scavi profondi condutture e gas) Via Setti, strada e marciapiedi Via Cuzio, strada Via Moretti, strada


RAORDINARIE TRADALI ZONA PAVIA EST Viale Necchi, strada Viale Resistenza, strada Via Francana (traversa al civico 9), strada e marciapiedi Piazzale Porta Garibaldi (da viale Gorizia a viale Partigiani lato nord), marciapiedi Viale Campari (lato sud), marciapiedi Via S.Giovanni Bosco (lato est zona chiesa), marciapiedi Via Ciapessoni (da via Gerla a via Veneroni), strada Via Manara, marciapiedi e riqualificazione aiuole Via San Paolo, marciapiedi e riqualificazione aiuole ZONA PAVIA NORD EST Via Trento, strada Via Ferrini (da via Assi S.Paolo a via S.Paolo), strada Via Pensa (da strada Paiola a nord per 300 metri), strada Via Lardirago (da via Gambarana a via Tavazzani), strada Via Emilia (tratto fi nale verso via Fasolo), marciapiedi Via Torino (da via Treviso a strada Paiola), marciapiedi e riqualificazione aiuole Sagrato chiesa Fossarmato, riqualificazione piazzetta Via Sondrio, strada Via Marchesi (da via Treves a civico 33), strada Via Stradella, strada

ZONA PAVIA SUD Via Malagugini, strada e marciapiedi Via Canevari (lato nord), marciapiedi SPESA TOTALE LAVORI: 1.772.601,00 EURO IVA COMPRESA PERIODO DURATA LAVORI: LUGLIO-SETTEMBRE SEGNALETICA E MOBILITA’ Rinnovata segnaletica orizzontale in 85 tratti tra vie e piazze Sostituzione di piÚ di 1.000 strutture di segnaletica verticale 2.150 nuovi stalli di sosta liberi (non a pagamento) 130 nuovi parapedoni per la sicurezza dei percorsi pedonali Due nuove aree di sosta per Car Sharing in piazza Italia e piazzale Golgi Riorganizzazione degli stalli per la sosta in piazza Petrarca, con 25 nuovi parcheggi per auto e 15 nuovi parcheggi per ciclomotori.


Il teatro Fraschini riapre i battenti! La nuova stagione prenderà il via i primi d’ottobre e sembra proprio che i big del palcoscenico si siano dati appuntamento a Pavia. di Claudia Balbi

Primo Piano

Tante le pièce che compongono il cartellone 20122013 del Teatro Fraschini. La nuova stagione prenderà il via i primi d’ottobre e sembra proprio che i big del palcoscenico si siano dati appuntamento a Pavia. Presentata al Teatro Fraschini la nuova stagione teatrale che tra il 2012 e il 2013 animerà la città di Pavia, da tradizione l’inaugurazione del teatro avverrà sulle note della lirica. Spetterà alla “Tosca” di Giacomo Puccini “aprire le danze” giovedì 11 ottobre alle ore 20 e 30. Tra i grandi protagonisti che figurano in cartellone, pronti ad intrattenere il pubblico pavese, spiccano quelli di Mariangela Melato, a lei l’arduo compito di 18

inaugurare il palco a fine ottobre diretta dal regista Massimo Luconi nello spettacolo “Il dolore” di Marguerite Duras. A fine novembre sarà la volta del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo che presenteranno l’omonimo spettacolo con la regia di Arturo Brachetti. Seguirà a dicembre lo spettacolo “Aquiloni” tratto da Giovanni Pascoli con Paolo Poli. La nuova stagione teatrale è composta oltre che da un alto numero di nuove produzioni come “Open Day” e “Il Discorso del re” rispettivamente con Angela Finocchiaro e Luca Barbareschi, anche da numerosi appuntamenti con gli intramontabili classici della tradizione teatra-

le: si va dal “Macbeth” e il “Riccardo III” di Shakespeare interpretati dalle teste di serie della realtà attorale italiana Giuseppe Battiston e Alessandro Gassman, passando per la pièce pirandelliana per eccellenza “Così è (se vi pare)” diretta da Michele Placido, fino ad arrivare alla commedia napoletana dei De Filippo che a marzo presenteranno lo spettacolo “La grande Magia”. A proposito di commedia, ritorna anche quest’anno, a grande richiesta, la kermesse “Il Teatro che ride”, 5 spettacoli consacrati alla divinità della risata che da gennaio ad aprile porteranno il buonumore in città. Lillo e Greg saranno i primi a calcare la scena con “Sketch & Soda” esilaran• Pavia in Tasca •


te rassegna dei loro sketch più divertenti di ultima produzione incentrati sui vizi dell’animo umano. A seguire gli spettacoli di Alessandra Faiella che in “stasera non escort” propone una satira dissacrante sullo stato delle donne dei nostri tempi e poi Max Pisu con gli spassosi personaggi che popolano “Amnesie” e ancora Maurizio Battista e il duo comico Nuzzo e Di Biase.

Jazz, un nome su tutti quello di Stefano Bollani. Che lo spettacolo abbia inizio! Per maggiori informazioni: www.teatrofraschini.org Centralino 0382.3711 Biglietteria 0382.371.214

• Pavia in Tasca •

Primo Piano

Ma la stagione 2012-2013 è ricca di numerosi appuntamenti, basti pensare alla rassegna Altri Percorsi nella quale spiccano “Karamazov” di e con Cèsar Brie e “Il Guardiano” di Harold Pinter, oppure al consueto appuntamento di Capodanno, questa volta sarà il musical di Mel Brooks “Frankenstein Junior” interpretato magistralmente dalla Compagnia della Rancia a dare il benvenuto all’anno nuovo. Inoltre il palcoscenico del Fraschini ospiterà le coreografie del grande Daniel Ezralow, del Balletto di S.Pietroburgo e del Balletto di Roma. Ma la nuova stagione non sarà consacrata esclusivamente alla danza e al teatro, spazio alla musica dunque con appuntamenti imperdibili come I pomeriggi musicali di Milano e quelli con i big del 19


Troppo Vicino, Troppo Lontano Un concorso fotografico pensato per coinvolgere i ragazzi tra i 16 e i 24 anni organizzato dal Comune e dall’associazione LiberaMente dedicato al delicato tema della violenza familiare. di Claudia Balbi

Primo Piano

Ogni giorno la televisione e i giornali riportano storie di violenza familiare, una violenza subdola che si consuma quotidianamente in un territorio ritenuto erroneamente sicuro, un luogo denso di affetto e di rispetto il più delle volte, che però, sempre più spesso a dire il vero, si trasforma in una pericolosa trappola. Tra le cause della violenza dilagante vi è

20

sicuramente la crisi dei valori alla base del nucleo familiare ma anche una mancata sensibilizzazione dei giovani alla cultura del rispetto e della parità tra i sessi. Come supplire a questa enorme mancanza? Tramite politiche di partecipazione attiva della cittadinanza e in particolar modo dell’universo scolastico. Il concorso fotografico “Troppo Vicino, Troppo Lontano”, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, rappresenta a tutti gli effetti un’ottima risposta capace di colmare il vuoto educativo attuale. Di cosa si tratta? I giovani tra i 16 e i 24 anni residenti nella Provincia di Pavia potranno partecipare al contest presentando, entro il 28 settembre 2012, data di scadenza del bando, una fotografia, realizzata con macchina fotografica digitale, in grado di esprimere cosa gli autori intendano per violen• Pavia in Tasca •


realizzazione di una mostra itinerante nella provincia di Pavia che toccherà inoltre i Comuni di Stradella, Broni e Voghera. L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Pavia, nell’ambito del progetto “Generazioni a confronto: la violenza e le relazioni” e realizzata in partenariato con la Cooperativa LiberaMente – Percorsi di donne contro la violenza (ente capofila), la Prefettura di Pavia, la Provincia di Pavia e i Comuni di Vigevano, Stradella, Broni e Voghera e con il contributo di Regione Lombardia. Per ogni eventuale chiarimento e informazione relativi al concorso è possibile contattare l’Ufficio Pari Opportunità del Comune di Pavia ai seguenti recapiti: Tel. 0382/399 203

Primo Piano

za in tutte le sue manifestazioni e quelle che possono essere considerate situazioni di prevaricazione e di violenza nelle relazioni di coppia e tra genitori e figli. Un’apposita commissione, composta dai referenti degli enti promotori e da esperti valuterà le fotografie pervenute e decreterà il vincitore assoluto delle due sezioni in gara quella dei giovani tra i 16 e i 19 anni e quella dei ragazzi tra i 20 e i 24. In palio premi ad alto contenuto tecnologico: il vincitore assoluto si aggiudicherà un netbook e l’utilizzo della fotografia per una campagna di sensibilizzazione, i vincitori di ogni sezione riceveranno un lettore MP3. La premiazione avverrà nell’ambito dell’inaugurazione dell’esposizione fotografica che si terrà presso il Comune di Pavia il 12 ottobre 2012, le fotografie in concorso verranno infatti utilizzate per la

• Pavia in Tasca •

21


Falcone e Borsellino: un messaggio nel cuore della città Pavia intitola una via ai due magistrati assassinati 20 anni fa dagli Uomini di ‘Cosa Nostra’ di Mario Fortunato memoria. Una via, davanti alla stazione dei treni, per non dimenticare una delle pagine più buie della storia del nostro Paese, quella delle stragi. Stagione violenta e oscura, segnata dalle bombe di Capaci e di via D’Ame-

lio ma anche dalla presunta trattativa tra lo Stato e gli uomini di ‘Cosa Nostra’, la cui eco risuona in modo distinto ancora oggi, a distanza di venti anni dal fragore delle bombe. “Pavia intitola non un posto

Primo Piano

Uniti nella comune battaglia alla mafia ed anche nella stessa tragica sorte. A venti anni dai brutali assassini dei giudici Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, Pavia ha voluto regalare un pezzo della città alla loro

22

• Pavia in Tasca •


E vuol essere proprio questo il messaggio dell’iniziativa. Un invito a istituzioni da un lato e cittadini dall’altro affinchè il loro vivere quotidiano possa essere animato dallo stesso comune e profondo senso di appartenenza allo stato. “Sono un esempio per tutti – esordisce l’Assessore ai Servizi Civici del Comune di Pavia Cristina Niutta – di come si debba lavorare e andare avanti nella propria professione. Con spirito delle istituzioni e alto senso della • Pavia in Tasca •

giustizia”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Matteo Mitsiopoulos, Presidente Provinciale della rete dei Patrioti e sostenitore dell’iniziativa: “Il ricordo di Falcone e Borsellino ci offre la chiave di lettura per capire cosa dovrebbe essere l’Antimafia in Italia”. Una proposta nata dal consigliere comunale del Pdl Cristiano Facciotto e condivisa da tutti i gruppi, sia di maggioranza che di opposizione. “Abbiamo condiviso questa scelta perché vogliamo che la legalità sia praticata realmente nella vita di tutti i giorni, quando si parla di appalti, di assegnazione di incarichi o di nomine” evidenzia Massimo Depaoli, consigliere comunale del Pd. Un modo di agire incardinato su due presupposti fondamentali: “trasparenza e semplicità per i cittadini. Dobbiamo far capire alla gente che la ‘Cosa Pubblica’ è cosa di tutti”. 23

Primo Piano

qualsiasi ma un luogo in cui, ogni giorno, tante persone transitano per entrare in città” ha sottolineato il primo cittadino del capoluogo Alessandro Cattaneo. “Ricordiamo, con questa via, due persone straordinarie. Credo che il loro messaggio possa essere onorato in un solo modo: compiere ciascuno il proprio dovere” .


Comune e Provincia insieme nella lotta alle truffe Un progetto da 25mila euro complessivi dedicato alle fascia più anziana della popolazione pavese.

Primo Piano

di Mario Fortunato

Fughe di gas, riconteggio della pensione o pagamento di multe e tasse: sono solo alcuni dei pretesti utilizzati dai truffatori per infilarsi nelle case, e quindi nelle tasche, delle loro ignare vittime. Un triste fenomeno che riguarda soprattutto la fascia più anziana della popolazione. Un target considerato “privilegiato” dai malviventi a causa del sommarsi di diversi fattori di debolezza. Da qui nasce il progetto portato avanti dal Consorzio Sociale Pavese: uno strumento di sostegno verso gli anziani del nostro territorio che ha trovato il parere favorevole, e quindi il contributo economico, da parte del Pirellone. “Regione Lombardia si è messa al fianco degli enti territoriali con un bando significativo - ha sottolineato il Consigliere Regionale della Lega Nord Angelo Ciocca – che offre la possibilità di ottenere fino a quindicimila euro per iniziative di sensibilizzazione, informazione e assistenza riguardo al tema delle truffe agli anziani. Tema purtroppo di stretta 24

attualità anche in Provincia di Pavia”. E proprio il massimo del finanziamento è riuscito ad ottenere il progetto intitolato “Come riconoscere le commedie della truffa” che vede il Consorzio Sociale Pavese ente capofila e l’importante partnership, tra gli altri, del Comune di Pavia e dell’amministrazione provinciale. Progetto da venticinquemila euro complessivi che, oltre alla fase preventiva, offrirà agli anziani già vittime di truffa, la possibilità di usufruire di un accompagnamento sia materiale che psicologico completamente gratuito. “E’ anche un segnale che vogliamo dare a tutte le persone truffate” ha tenuto a precisare l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Pavia Sandro Assanelli. “E’ importante che tutti gli anziani raggirati denuncino. Solo in questo modo – ha poi concluso Assanelli – questo triste fenomeno potrà essere limitato e infine estirpato”. • Pavia in Tasca •


Società del Gruppo ASM Pavia S.p.a.

Via Donegani, 21 – 27100 Pavia Tel. 0382/43.46.11 - 0382/43.46.05 Fax 0382/43.48.80 • Pavia in Tasca •

Primo Piano

ASM LAVORI s.r.l.

ASM LAVORI s.r.l. società soggetta a direzione e coordinamento di ASM PAVIA, ha per oggetto l’attività di scavo, reinterro, movimento terreno, lavori edili di difesa e di sistemazione terreni, opere di consolidamento dei terreni e opere speciali nel sottosuolo, lavori di impermeabilizzazione di terreni, realizzazione e manutenzione di campi sportivi. Costruzioni, manutenzioni, pavimentazioni e ripristini stradali; costruzioni, manutenzioni e ripristini di selciato in porfido; lavori stradali in genere.

25


Il municipio ad un ‘clic’ da casa con il Comprensorio Neorurale Borgarello, Certosa, Giussago e Zeccone puntano alla semplificazione amministrativa e all’ottimizzazione delle risorse. di Mario Fortunato

Nei giorni più caldi per la spending review, su cui tanto ha insistito il governo dei tecnici di Mario Monti, la Provincia di Pavia ha mandato a Roma una risposta concreta con la costituzione del Comprensorio Neorurale. Più facile a farsi che a leggersi, verrebbe da dire.

loro capacità di fare sistema. Sistema integrato che riguarda le amministrazioni di Borgarello, Certosa, Giussago e Zeccone, e punta quindi a dare attuazione pratica alla semplificazione amministrativa invocata da governanti e, soprattutto, governati.

Primo Piano

In tale ottica si è partiti con l’adozione di Obiettivo dichiarato del Distretto è poter un software unico per tutti cinque gli enti: finalmente garantire servizi più efficienti un “cervellone che garantisce indubbie anche per i piccoli comuni, sfruttando la ricadute positive sull’ottimizzazione dei tempi per i residenti ed anche un sollievo per le sempre più martoriate casse comunali alle prese con tagli a ripetizione. Razionalizzazione dei costi e connessione capillare tra cittadini e amministrazione cittadine: sono i capisaldi su cui si basa l’attività del Comprensorio. Strumento che permette la consultazione dei servizi comunali comodamente da casa oppure 26

• Pavia in Tasca •


recandosi in uno qualsiasi dei cinque municipi, ottenendo il medesimo risultato. Sette giorni su sette, ad ogni ora del giorno e della notte, è dunque possibile accedere ai servizi del proprio comune. Semplificazione amministrativa vuol essere un modo pratico e semplice per migliorare i rapporti, spesso difficoltosi, tra chi amministra ed i cittadini.

Se non è una rivoluzione poco ci manca per realtà spesso trascurate o dimenticate del tutto. Un modo di fare rete che piace a Regione Lombardia, promotrice del progetto proprio attraverso l’assessorato alla semplificazione del Pirellone. Una soluzione low cost che, visti i tempi di crisi, è destinata a riscuotere successo tra i centonovanta comuni della nostra provincia.

SandreFotoAgency S.n.c. Alcuni dei i nOSTRi SeRViZi

Creazioni grafiche • Stampa tipografica Distribuzione volantini • Pubblicità su autobus • Consulenza sull'immagine aziendale • Fotografia Aziendale • Pubblicità su Furgone "Vela"

Agenzia Pubblicitaria

Fabiano Sandra Miriam - cell. 345 0843809 Andrea Trevisan - cell. 393 4629753

www.sandrefotoagency.com - project@sandrefotoagency.com


A Settembre: bAllA che ti pASSA! La Danza è una disciplina che unisce la possibilità di divertirsi seguendo con il proprio corpo il ritmo della musica a quella di fare esercizio fisico. Essa ha regole ferree ed imprescindibili che costituiscono l’alfabeto della disciplina e se ben conosciute e fatte proprie permettono al ballerino di esprimere “il movimento dell’anima”. Si può affermare dunque con certezza che la danza è a tutti gli effetti una disciplina formativa, che fa bene al corpo e alla mente, una materia che richiede impegno e sacrificio, la giusta soluzione per i più piccini che possono apprendere un metodo stando in compagnia di coetanei e formare, mettendola alla prova, la propria costanza e volontà e, perché no, un’attività adatta anche ai più grandi: esistono infatti numerose scuole di ballo che propongono corsi pensati per gli adulti e per la terza età. Le scuole di danza presenti sul nostro territorio rispondono alle esigenze di chiunque senta di avere il ritmo nel sangue: Per i bambini al di sotto dei quattro anni molte scuole di danza hanno attivato da tempo dei corsi di approccio alla danza, durante i quali i più piccini iniziano a familiarizzare con la disciplina seguendo professionisti che insegnano esercizi per la postura, di espressività e di coordinazione. Se vostra figlia ha il desiderio di diventare una ballerina classica allora potrà iscriversi ad uno dei numerosi corsi di danza classica attivati nella nostra zona, di solito tali classi sono aperte a bambini dai 5 anni in su ed insegnano ai principianti i fondamentali della disciplina facendoli misurare con i primi esercizi alla sbarra. Ma i corsi, tenuti da professionisti accreditati legati da anni alla realtà della danza pavese, sono aperti anche agli adulti, non importa quale sia la vostra conoscenza della danza, esistono classi di danza per ogni livello: principianti, intermedio e avanzato.


INDIRIZZI uTILI FuENTE LATINA by Giancarla Via Cassinetta, 19A - 27040 Mezzanino (PV) Tel. 338 2515660 www.fuentelatina.it - info@fuentelatina.it

Fondata da Giancarla Cantamessa, tecnico FIDS e pluricampionessa italiana professionisti. A Mezzanino e Belgioioso vengono impartite lezioni di liscio unificato, ballo da sala, danze standard, boogie woogie, salsa portoricana e bachata. DAL 17 SETTEMBRE PROVA GRATIS IDEA LATINA asd Libertas Via S.Giovannino 4/a - Pavia Info: 0382461466 www.idealatina.it info@idealatina.it DAL 1999 PROFESSIONALITÀ E DIVERTIMENTO: CORSI DI BALLO: salsa, bachata, tango argentino, latino junior, danza afro, danza del ventre, gestualità femminile, portamento maschile, laboratori coreografici, balli di gruppo, zumba. DAL 24 SETTEMBRE PROVA GRATIS IDEA DANZA asd Libertas Via S. Giovannino 4/a - Pavia Info: 0382461164 www.ideadanza.net info@ideadanza.net TUTTI I TEMPI DI UNA SOLA PASSIONE: DANZA: modern jazz, classica, contemporanea, hip hop, break, propedeutica, creativa, tip tap, laboratori coreografici MUSICAL: canto, teatro, musical jazz CANTO: tecnica vocale, canto moderno. DAL 17 SETTEMBRE PROVA GRATIS Città di Pavia Associazione Danza Libertas A.S.D. Viale Montegrappa 24/A - Pavia Tel. 0382 460330 www.danzacittadipavia.it info@danzacittadipavia.it Corsi preparatori alla danza per bambini dai 4 anni; corsi di danza classica; corsi di Hip-Hop a partire dagli 11 anni; corsi di Lyrical Jazz a partire dai 9 anni. Inizio corsi 24 settembre. DAL 17 SETTEMBRE PROVA GRATIS


Per quanto riguarda gli stili non c’è che l’imbarazzo della scelta, si va da quelli più conosciuti come la danza moderna, contemporanea, jazz e hip hop, a quelli caraibici come salsa, merengue, cha cha cha, rumba e bachata, molto interessanti le proposte che uniscono il gusto per la danza con la passione per l’esercizio fisico e il benessere, tra le tendenze per il prossimo anno segnaliamo la Biodanza che favorisce il processo di integrazione della persona e la naturale connessione con le emozioni e il sentire, una danza che mira a rafforzare l’identità e l’autostima personale e la zumba un programma di fitness e danza brucia-calorie, divertentissimo, efficace, facile da seguire, ispirato ai ritmi latino americani. A Settembre inizia la nuova stagione, le scuole di danza della provincia apriranno le iscrizioni ai corsi e spalancheranno le proprie porte al pubblico offendo lezioni di prova gratuite aperte a tutti. Non perdete tempo! Affrettatevi! Scegliete il corso che più vi ispira e tuffatevi nel favoloso mondo della danza, sarà una bell’occasione per mettersi alla prova, divertirsi, conoscere nuove persone e trascorrere il vostro tempo libero senza mai perdere di vista l’equilibrio tra mente e corpo! Perché la danza non è solo movimento ma anche e soprattutto divertimento! Pavia in Tasca vi segnala un’ampia selezione di scuole di danza di altissimo livello della nostra provincia pronte a farvi ballare: Fuente Latina, Idea Latina, Idea Danza e Città di Pavia Associazione Danza Libertas A.S.D.


PAVIACAR Pavia - Via Vigentina, 31 Tel. 0382.575725 / 577653 www.paviacar.peugeot.it

FENINO AUTO srl VIGEVANO (PV) - V.le Commercio 114 Tel. 0381.40608 - Fax 0381.348958 ABBIATEGRASSO (MI) Via Dante 108 - 02.94966216 TREZZANO SUL NAVIGLIO (MI) - Via Leonardo da Vinci 160 Tel. 02.48463722 www.feninoauto.peugeot.it

GANDINI srl VOGHERA (PV) Via Lomellina, 13 - 27058 Tel. 0383.645111 Fax 0383.366272 www.gandinisrl.com


Alt a ingiurie e riposini su panchine Dopo Pavia, Vigevano diventa la nuova città dei divieti

Reportage

di Chiara Antico

Ci sono comuni balzati alle cronache nazionali per i loro “divieti” alquanto bizzarri. Tutti ricorderete per esempio il veto di mangiare in strada in vigore a Roma, Firenze e Trapani; o l’ordinanza di Positano dove è preferibile non passeggiare, nelle ore considerate più “quiete”, lungo le stradine centrali con zoccoli troppo rumorosi, altrimenti si rischia una cospicua sanzione ... ma non per ultima c’è Pavia che ha fatto discutere per i suo divieti a circolare a piedi scalzi in città e esibirsi in topless lungo le spiagge del Ticino.

off limits che se non rispettati a dovere rischiano di diventare oggetto di contravvenzioni da non sottovalutare. Oltre ad andare contro la disciplina morale della Chiesa cattolica da oggi bestemmiare e imprecare sarà atto sanzionabile: é una delle novità del rego-

lamento di polizia urbana di Vigevano. I trasgressori colti in flagranza di ingiuria rischiano una multa da 80 a 500 euro. Stessa cifra per coloro che dormono o si sdraiano su panchine, strade o marciapiedi: niente più sonnellini sotto l’ombra di alberi nel

Anche Vigevano è stata protagonista dell’informazione, non solo locale, per i suoi insoliti comportamenti 32

• Pavia in Tasca •


parco insomma, o in qualunque altro luogo pubblico. Sarà sanzionato anche chi viene sorpreso a torso nudo all’interno del centro storico: comportamento considerato fuori norma in moltissime località italiane, persino alcune balneari.

ste ultime infatti devono rispettare i canoni storici del suggestivo cuore della città ducale. Dulcis in fundo: su tutto il territorio comunale è vietato l’esercizio di “accompagnatore di carrelli della spesa”: sarebbero coloro che si prestano per aiutare anziani e non

nel caricare buste e carrelli della spesa chiedendo loro in cambio denaro. Insomma se in questi tempi di crisi pensavate di reinventarvi provando con questa attività, forse sarebbe meglio cambiare mestiere, potrebbe costarvi 500 euro di multa.

• Pavia in Tasca •

Reportage

Anche i commercianti sono coinvolti in questa “riforma” progettata per rendere maggiormente decorosa la città e più educati i cittadini: i negozianti saranno obbligati a mantenere in buono stato di conservazione e condizione di dignità vetrine e strutture dei locali. Banditi disordine e strutture fatiscenti in centro, que33


Esperienza , professionalità, spirito giovanile, il cocktail giusto che caratterizza un locale di tendenza come il Bar Minerva. Ricco di storia è da sempre il punto di ritrovo della “Pavia da Bere”, più colta e raffinata. Il suo design moderno e accattivante unito al buon gusto di chi lo gestisce, fanno del Bar Minerva la differenza. Con il suo dehor esterno che si affaccia su una delle piazze principali di Pavia (dalla quale prende il nome), il Bar Minerva offre la possibilità di godersi una pausa in totale relax su comodissimi divanetti o su alti sgabelli, dalla colazione all’happy hour.


Pavia ur, 64 o v a C o 3 Cors .021854 Tel. 329 ì marted il o s iu h C

E... a proposito di colazioni... al mattino, al Bar Minerva potrete trovare sempre un buon assortimento di briosch fresche da accompagnare a cremosi cappuccini, marocchini, the, caffè o per i più sfiziosi a delle ottime spremute d’arancio. Durante la pausa pranzo ... stop! ai soliti panini, finalmente qualcosa di diverso al bar Minerva!

Primi piatti cucinati al momento a seconda della variazione stagionale, d’estate potrete deliziare i vostri palati con freschissime insalatone miste , prosciutto e melone, insalata di riso, mentre d’inverno con ottime verdure grigliate e molto altro... Ma è con l’happy hour che il Bar Minerva si scatena, con i suoi fantastici cocktail alla frutta, alcolici o analcolici ed un ricchissimo buffet di pietanze fredde e calde.


Donazioni per immortalare la cultura

Vigevano “adotta” le opere della Pinacoteca per salvare l’arte di Chiara Antico

C’è chi va dal parrucchiere, chi dall’estetista e chi non si fa mancare il ritocchino del chirurgo plastico: se tutti noi raggiunta una certa età necessitiamo di maggiore cura per apparire più belli e presentabili, pensiamo a quanto ne avrebbe bisogno un’opera d’arte, magari del 1800 - 1900, per rimanere splendida davanti agli occhi di tutti.

Reportage

Il comune di Vigevano per recuperare e salvaguardare i dipinti del patrimonio civico ha pensato di coinvolgere enti, aziende e cittadini che potranno offrire il loro contributo a favore di uno dei quadri della pinacoteca “C. Ottone”. Dopo la riapertu“Il ritratto di Angiolina Bonacossa” di Eleuterio Pagliano 36

• Pavia in Tasca •


ra della galleria civica, avvenuta lo scorso 31 gennaio, si è dato il via a una costante attività di ricerca di finanziamenti, recupero delle opere, progettazione nell’ottica di una ricostruzione partecipata del museo. E proprio in questa “ricostruzione partecipata” rientrano le donazioni … donazioni per immortalare la cultura: sarà infatti possibile adottare una serie di opere bisognose di interventi conservativi, finanziandone il restauro interamente oppure donando una quota dell’importo previsto per l’intera manutenzione. Il benefattore avrà una sua simbolica riconoscenza: a fianco l’opera restaurata, mediante una targa, verrà apportato il nome del finanziatore che diverrà a tutti gli effetti sostenitore del museo e sarà menzionato nei documenti ufficiali. Sono in tutto 98 le opere che necessiterebbero di restauro per un totale di oltre 140mila euro da impegnare, di cui 10.600 già recuperati grazie ai primi sponsor. Il comune non si è tirato indietro investendo 10mila euro per la sua cultura. Le prime opere a cui si metterà mano sono la tela “Vecchio con barba” di Luigi Barni, non unico dipinto dell’autore scelto per il ARTICOLI DA REGALO E PER FuMATORI

“Paesaggio al tramonto” di Pompeo Mariani

restauro, o ancora “Il ritratto di Angiolina Bonacossa” di Eleuterio Pagliano e “Paesaggio al tramonto” di Pompeo Mariani. Ma queste sono solo alcune delle opere che meriterebbero una donazione per essere immortalate nel tempo. Istituto Investigativo e Informazioni Commerciali

PO L DETECTIVES

noi diamo un volto ai tuoi sospetti

di Crozzi Anna & C.SaS Ricariche di tutti i tipi, a pochi passi dall'ospedale San Matteo e dalla A.S.L. Viale Indipendenza, 11 - Pavia - Tel. 0382.20401

• Pavia in Tasca •

Reportage

indagini pre/post matrimoniali con prove per sedi giudiziarie indagini industriali assoluta riservatezza, preventivi gratuiti si riceve solo su appuntamento

PAVIA - Tel. 0382/538036 - cell. urgenze 348/2629665 e-mail: pooldetectives@yahoo.it

37


VI° Giro Notturno dell’Oltrepo’ Pavese Divertimento, agonismo, buona anzi ottima cucina, strade tra le colline dell’Oltrepò, regali e sempre un pensiero alla Solidarietà. di Emanuela Piaggi

Reportage

Challenge Solidarietà 2012 9 - 10 giugno 2012 Montecalvo Versiggia, Casteggio, Salice Terme. Anche quest’anno, anzi soprattutto quest’anno con i 128 equipaggi partecipanti e la giornata piena di sole in un inizio di giugno molto piovoso, il Veteran Car Club di Casteggio è stato capace di interpretare al meglio queste esigenze ed ha iscritto il VI° Giro Notturno dell’Oltrepò Pavese nelle manifestazioni di prestigio, piacere e vera competizione. Al via le tre 38

splendide Bugatti 13, 35 e 40, la Bentley di Piantelli, la Singer Le Mans di Torti , e le mitiche Alfa Romeo Giulia SW della Polizia e Super dei Carabinieri, la Jaguar E di Castiglioni e la Lancia Aurelia B24 di Gambardella, una quarantina le auto costruite prima del 1959 tanto per far capire, che oltre ai grandi numeri c’era anche tanta qualità. Ai 185 Km la tappa di sabato 9 giugno, con oltre 33 prove, tutte studiate per impegnare gli esperti equipaggi, con salite fino al Bral• Pavia in Tasca •


lo e discese nella zona di Valverde, si sono aggiunti i difficili percorsi della domenica, perché non serve solo l’abilità del pilota e la meticolosità del navigatore, ma l’attenzione al terreno ora su asfalto, ora su sterrato, ora nei centri storici tra paesini medioevali, ora su prato bagnato…. con lo stretto passaggio nel centro del pase. Si sale al Passo Penice per poi arrivare al Brallo a 1000 m s.l.m al centro della Federazione Italiana Tennis che accoglie i partecipanti con un ricco buffet. Il paesaggio varia, dai vigneti ai campi di grano e frutteti, con il co-

lore verde dominante, per arrivare, guarda un pò, in Val Verde ed a Fortunago, un paese risalente all’epoca romana, oggi considerato una dei borghi più belli d’Italia, Torrazza Coste dove e’ stato allestito, per la sosta cena al Parco Pubblico “Villa Lodi Alessi”, sede di

Reportage

E’ per questo che ogni anno giungono sempre più numerosi gli appassionati di auto d’epoca a Montecalvo Versiggia per la partenza sempre ricca di colori e sapori, per poi continuare la variegata carovana verso Montalto, Santa Maria della Versa e Zavattarello

• Pavia in Tasca •

39


importanti eventi e rassegne musicali. Le prove nel circuito del paese (il Trofeo Torrazza Coste se lo aggiudicano Pisa – Curone su Triumph Spitfire del 1973), le tre prove suggestive all’interno delle Terme di Salice, con un folto pubblico di appassionati ad applaudire, e le ultime prove di giornata a Casteggio, molto belle e navigate (il trofeo TIM va a Bossi – Arnoldi su Lancia Fulvia coupè del 1975) concludono la prima giornata.

Domenica 10 giugno: si parte dal parco delle Terme di Salice, bella la cornice e bella l’atmosfera e subito iniziano le belle prove alla tenuta del Marchese Adorno, su strada bianca tra 2 filari di alberi e le 2 prove a Bastida Pancarana, nell’azienda OltreGreen, specializzata nella produzione di tappeti erbosi, che per l’occasione ha posizionato cento metri di tappeto verde, utili per disputare le prove sull’erba, nota a parte anche dopo il

passaggio delle auto, l’erba era migliore di quella dello stadio di San Siro. Un bel modo, di coniugare le esigenze degli organizzatori e dello sponsor. Torricella Verzate e I Doria di Montalto ospitano gli ultimi passaggi prima dell’arrivo all’ Agriturismo Cascina Casareggio, una scelta azzeccata, sia per la qualità che per gli spazi necessari ad una carovana di 120 auto. Per gli amanti dei cronometri Ercolani – Scabini vincono la gara valida per il Challenge della Solidarietà “VI° Giro Notturno dell’Ol-

Reportage

La bottiglia di Magnum offerta dal “Cafè il Ponte” di Casteggio, per la classifica dopo le prime 11 prove,

è stata vinta da Ercolani – Scabini, che hanno festeggiato con gli amici di fronte all’omonimo bar in piazza Dante.

40

• Pavia in Tasca •


trepò”, secondi Fontanella – Covelli, terzi De Belli – De Bellis, quarti Torti – Torti (navigato dalla figlia), quinti. Vincono la prestigiosa classifica ASI: Fontanella – Covelli su Porsche 356 A del 1955. Premiate tutte le categorie di auto: Ante 45, Classic, Post Classic, Modern. Il trofeo della provincia di Pavia, alla migliore scuderia, va al Veteran Car Club Carducci.

Nepius di Bergamo che segue bambini in Italia ed all’estero, un arrivederci alla prossima edizione.

• Pavia in Tasca •

Reportage

Il presidente Antonio Borgonovi ed il vice presidente Aldo Majno, ringraziano tutto lo staff del VCCC e tutti i partecipanti, dando l’appuntamento alle prossime gare del challenge. Per quanti amano le belle strade e i tramonti sulle colline pavesi, le soste sempre con degustazioni di prodotti locali e la certezza che il divertimento di guidare tra amici si unisce allo spirito del Challenge della Solidarietà, giunto al suo V° anno e che unisce Club per aiutare chi è meno fortunato di noi, quest’anno l’associazione 41


IL BORGO DI Garlasco "un giorno di shopping nelle vie del centro" Sandrefotoagency racconta il borgo del mese

42


Sorto in epoca pre-romana, passeggiando per le vie del grazioso borgo potrete ammirare numerosi monumenti risalenti a diverse epoche storiche, come il favoloso Castello di Garlasco, caratterizzato dall’inconfondibile stile lombardo-visconteo, risalente al XIV secolo o l’inconfondibile piazza porticata, progettata nella seconda metà dell’800 dall’architetto Angiolini, o ancora la Settecentesca Chiesa della Beata Vergine Assunta. Ma il Borgo di Garlasco offre anche numerosi servizi, studi

professionali e tantissime attività commerciali di cui potrete usufruire comodamente: una volta entrati in paese percorrendo la SS 596 in direzione Mortara, infatti vi troverete in Corso Cavour, una delle vie centrali di Garlasco, dove potrete vivere un’esperienza rilassante di shopping.

Nel settore dell’abbigliamento una tappa obbligata è sicuramente l’esclusivo punto vendita della Lomellina UNDER COLORS OF BENETTON, qui potrete trovare un vasto assortimento di capi intimi ed abbigliamento per tutta la famiglia oltre ad una grandissima varietà

Il Borgo del mese

Ben ritrovati amici! Ritorna anche questo mese l’appuntamento con la rubrica “Il Borgo del mese” che in questo numero è interamente dedicato a Garlasco, uno splendido ed antichissimo centro della Lomellina.


di accessori: borse, scarpe, asciugamani etc.

Il Borgo del mese

Dopo una prima sessione di shopping la pausa aperitivo è un must, fermatevi dunque al BAR TODO MUNDO ed assaporate, immersi in una cornice calda ed accogliente, le deliziose birre artigianali tutte rigorosamente Made in Italy, selezionate con passione dai proprietari, accompagnate da invitanti stuzzichini.

44

Tra le numerose attivitĂ commerciali di Garlasco, in Via Roma, potrete trovare anche ORO MARKET, esercizio che fa capo ad una famosa catena di negozi compra oro e preziosi che offre ai suoi clienti preventivi gratuiti e garantisce il pagamento immediato. Il fantastico Borgo di Garlasco ospita inoltre lo STUDIO MEDICO DENTISTICO del

DR. MASSIMO CROCE, noto professionista di comprovata esperienza nel settore odontoiatrico, esperto in interventi di chirurgia orale, implantologia, radiologia, ortodonzia, endodonzia, protesi e estetica. Insomma cosa aspettate? Visitate l’antico Borgo e godetevi una giornata di shopping per le vie del centro di Garlasco! A soli 30 minuti da Pavia!


INDIRIZZI uTILI Bar Todo Mundo C.so Cavour, 234/238 Garlasco (Pv) Tel. 347 8330811 Il Bar Todo Mundo è una piccola realtà dove selezioniamo le migliori birre nel panorama dei microBirrifici artigianali italiani, tutto accompagnato da stuzzicherie "veloci" e ottima musica in un ambiente caldo ed amichevole. ORO MARKET Via Roma, 45 Garlasco (Pv) (a 200 mt dalla Stazione) Tel. 339 7757955 • RITIRIAMO ORO E PREZIOSI • PREVENTIVI GRATUITI • PAGAMENTO IMMEDIATO

Esclusivo punto vendita in Lomellina, da UNDERCOLORS OF BENETTON potete trovare un vasto assortimento di abbigliamento da notte, per tutta la famiglia, affiancato da una ricca Collezione di accessori abbinati: sciarpe, borse, coperte e asciugamani. Una LineaMare completa le esigenze del cliente proponendo dai bikini alle infradito, dai boxer ai teli mare.

Studio Medico Dentistico Dr. Massimo Croce C.so Cavour, 173/bis Garlasco ( Pv) Tel. 0382 820191 CARTA DEI SERVIZI: • CHIRURGIA ORALE • IMPLANTOLOGIA GUIDATA computer - assistita con carico immediato • RADIOLOGIA 3D tac volumetrica • ORTODONZIA • CONSERVATIVA • ENDODONZIA • PROTESI • ESTETICA • LASER Apparecchi radiologici a bassa emissione di raggi per la tutela del paziente.

Il Borgo del mese

uNDERCOLORS OF BENETTON C.so Cavour, 144 Garlasco (Pv) Tel. 0382 821408


La marcia di John fa tappa a Pavia Da Reggio Emilia a Bruxelles a piedi per dire basta alla tragedia del popolo congolese

Reportage

di Bakolo Paul Ngoi

Il nome di John Mpaliza Balagizi, giovane camminatore di origine congolese rimarrà per sempre negli annali delle buone azioni. Il marciatore, partito a piedi alla fine di luglio da Reggio Emilia, città dove vive e lavora, ha lanciato una sfida alla comunità internazionale obbligandola ad uscire dal suo silenzio e sfidandola a prendere posizione rispetto alla guerra che insanguina il suo paese. Un silenzio che in Congo è costato oltre sei milioni di morti.

via lo scorso mese di agosto dove è stato accolto da Gian Marco Centinaio, assessore alla cultura del comune. “L’incontro per me, ha sottolineato John, riveste un significato particolare in quanto momento di sensibilizzazione ma soprattutto un’occasione per attirare l’attenzione su una tragedia che in molti fanno finta di non vedere”.

causa dell’attuale conflitto in quella regione, aggravato dall’azione dei paesi vicini (Ruanda, Uganda e Burundi) i quali sono profondamente coinvolti nel contrabbando di questo pregiato minerale, usando i profitti che esso produce per continuare a finanziare la guerra. Di coltan in quest’angolo di Africa ce n’è molto: l’80% dei giacimenti mondiali conosciuti, anche se ora si comincia ad estrarre in Sud America e in Oceania.

In effetti, un polemico rapporto del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha segnalato che lo sfruttamento delle risorse natuNel suo pellegrinaggio, rali nel Congo – dando la In Congo, il coltan sembra John ha fatto tappa a Pa- precedenza al coltan – è la riuscire in un compito im46

• Pavia in Tasca •


possibile, mettendo d’accordo affaristi e governi, rispettabili società di esportazione e ribelli congolesi; trafficanti e autorità locali; Paesi nemici riavvicinati dalla prospettiva di facili guadagni in un Paese, la RDC, dove buona parte del territorio è presidiato dai guerriglieri. Durante l’incontro con la stampa, l’assessore Centinaio ha di• Pavia in Tasca •

chiarato di aver accolto con entusiasmo l’idea di aprire le porte della città all’iniziativa di John “in quanto la sua presenza ci impone di riflettere su la tragedia di un popolo e sul perché del silenzio insopportabile. Se non ci fosse nulla da nascondere o se non ci fosse un progetto diabolico in quel territorio, i media parlerebbero tutti i giorni del Congo come stanno facendo

con la Siria”. Ad aumentare le sofferenze del popolo congolese ci hanno pensato anche le multinazionali con il supporto dei rispettivi paesi che a tutt’ oggi continuano ad esercitare pressione sull’ONU perché la smetta di accusarle. Ormai nessuno può far più finta d’ignorare che la guerra che si svolge nella Repubblica 47

Reportage

Paul intervista John Mpaliza davanti al Broletto


Reportage

Democratica del Congo ha come causa principale la depredazione dei metalli preziosi, delle risorse strategiche presenti in quel paese con l’obbiettivo finale di arrivare alla “balcanizzazione” del paese. Contro i morti, gli stupri, le violenze di ogni genere che subisce la popolazione, contro tutte queste cose John Mpaliza vuole richiamare la nostra attenzione. La sua marcia, dopo 1600 chilometri percorsi, si concluderà il 22 settembre davanti al Parlamento euro-

peo dopo aver attraversato l’Italia, la Francia, la Svizzera e il Belgio. Ogni discorso di presentazione del conflitto come se fosse etnico o tribale è davvero da condannare. Dietro al conflitto ci sono interessi che volano sopra le teste della popolazione congolese. I milioni di morti, le sofferenze di tutti i giorni (all’est del Congo nelle zone di guerra, la popolazione non vive più, sopravvive), gli sfollamenti ai quali è sottoposta la gente, i mas-

sacri, i milioni di donne e bambine violentate, tutto questo ci costringe a non restare in silenzio. La relazione di questa guerra con il nostro consumismo tecnologico è direttamente proporzionale: le date del picco di vendite di telefoni mobili coincidono con quelle in cui ci sono stati più morti nel Congo. Questa volta non possiamo lavarci le mani, ce lo ricordano direttamente migliaia di morti. Cominciamo a far conoscere la verità.

Nella foto John Mpaliza (con la chitarra in mano), il suo amico, Giacomo, italiano di Reggio e due congolesi: Lia Jean Mabelu (con la bandiera del Congo) e Simon, insegnante oggi profugo. 48

• Pavia in Tasca •


Depressione da rientro: come sopravvivere al ritorno dopo le vacanze Il cambiamento di ritmi rappresenta sempre una fonte di stress e, dunque, tornare al lavoro è un piccolo trauma per chiunque.

Secondo l’Istat, un lavoratore su dieci, al rientro delle vacanze, avverte uno stato di disagio simile a quello di un depresso. Non fatica ad alzarsi dal letto la mattina, si avverte uno stato di stanchezza per la maggior parte del giorno, non si ha voglia di affrontare gli impegni, magari anche quelli piacevoli, l’alimentazione ha perso i propri ritmi (divenendo o limitata o eccessiva), si avverte un senso di non sopportazione per la maggior parte delle cose, ci si perde in malinconiche fantasie su quanto accaduto in • Pavia in Tasca •

villeggiatura. Insomma, l’adattarsi a quello che per tutto un anno era stata la nostra quotidianità appare difficile, quando non impossibile. Questo quadro è tanto più probabile quanto più serenamente è trascorso il periodo lontano da casa e quanto meno tempo abbiamo trascorso a casa dopo il nostro rientro (se, per esempio, siamo sbarcati con l’aereo la domenica notte e il lunedì mattina siamo già in ufficio). Occorre innanzitutto sapere che il cambiamento di ritmi rappresenta

sempre una fonte di stress e, dunque, tornare al lavoro è un piccolo trauma per chiunque. Non bisogna particolarmente allertasi se si avverte uno stato di disagio, soprattutto se ci si accorge che – giorno dopo giornoci si riadatta gradualmente alla routine quotidiana. Perché questo assestamento possa essere facilitato, dall’Inghilterra arriva un vademecum per non farsi sopraffare dalla malinconia, pensato dalla psicologa Simone Makepeace (e riportato in Italia da salutopoli.it per farmasalute). 49

Reportage

di Gaia Vicenzi


03. Non farti fagocitare dalla tv. Durante le vacanze la si guarda meno o non la si guarda affatto perché si ha altro di meglio da fare. Trova qualcosa di meglio da fare anche a casa, piuttosto che niente parla con la tua famiglia…

Ecco qui i sedici consigli:

Reportage

01. Fai sesso come in vacanza: non tornare a confinare i rapporti con il partner nei dieci, esausti, minuti che precedono il sonno. Meglio continuare a viverlo con la spensieratezza dell’estate, magari portandolo fuori dalla camera da letto… 02. Non farti prendere dal panico quando rientrando al lavoro trovi da scaricare migliaia di e-mail. «Comincia a leggerle dall’ultima arrivata in su: molti problemi sorti dopo che sei partito potrebbero essersi risolti mentre eri via». 50

04. Tieni alti i livelli di luce. Passare da quella solare a quella artificiale sembra alterare chimicamente l’umore. In peggio, naturalmente. Stai il più possibile all’aria aperta.

casa. Ridipingere le pareti, cambiare le tende o la posizione dei mobili: preparati, insomma, una “tana” confortevole per il letargo invernale. 08. Riconsidera la tua vita. In vacanza c’è più tempo per pensare, in autunno è il momento di agire. Se, oziando, ci si è resi conto che c’è qualcosa che non va, o qualcosa che non ci si ricordava di desiderare, prova a cambiare le cose al rientro a casa.

09. Organizzati. Gli inglesi non 05. Godi delle piccole cose, hanno dubbi: compilare come in vacanza. Se duran- una lista delle cose da fare te la pausa caffè non trovi rende propositivi. coda davanti alla macchinetta, gioiscine apertamen- 10. Trovati un hobby o non abte… bandonare quello delle vacanze. 06. Immagina di essere ancora in vacanza. Cucinare pesce 11. se si è stati al mare, com- Coccolati. Curare il corpo prare mango e papaia se si con massaggi, trattamenti a è tornati da un viaggio eso- base di erbe e aromaterapia tico. Non è risolutivo, ma aiuta a mantenere il benessere accumulato durante le aiuta. vacanze e farne scorta per i giorni di pioggia, o per un 07. Dai un tocco nuovo alla qualsiasi lunedì mattina… • Pavia in Tasca •


12. Riascolta i tormentoni estivi. Mettere nello stereo o nel lettore compact disc portatile la musica che si ascoltava in vacanza rende più digeribili i mestieri di casa e il tragitto per raggiungere il lavoro.

14. Mantieni il vantaggio. Se, per miracolo, hai perso peso durante le vacanze, cerca di non ricominciare ad abboffarti ai primi freddi. Considera anche che una volta lavata via l’abbronzatura, i fianchi bianchicci sembreranno più grossi. 15. Organizza dei week end. Appena possibile, cerca un’offerta dell’ultimo mi-

nuto, metti il minimo indispensabile in una borsa e parti per una due giorni di relax, cultura o divertimento. O magari vai a trovare gli amici incontrati in vacanza e che vivono in un’altra città. 16. Comincia già a pensare alla prossima vacanza. Raccogli notizie, depliant e fatti un’idea della meta che vorresti raggiungere. Se poi alla fine non ci andrai non importa, con un bel traguardo in testa l’inverno passerà più in fretta.

Reportage

13. Non precipitarti a casa dopo il lavoro, la giornata ti sembrerà più lunga e soddisfacente. In Australia, le spiagge si riempiono dalle 5 del pomeriggio in poi, per il dopo-lavoro. In mancanza di meglio, può

bastare anche un aperitivo con amici o un primo spettacolo al cinema.

• Pavia in Tasca •

51


“Torniamo come eravamo” Museo Contadino di Casteggio A beneficio soprattutto dei più giovani, ma anche per rinverdire la memoria dei più anziani di Ferruccio Ferri

Reportage

A Casteggio è di recente apertura un Museo Contadino, sito in via Circonvallazione Cantù n.37, proprio di fronte alla Certosa Cantù. La sua collocazione è particolarmente significativa: sul Pistornile, sotto la Chiesa di San Pietro, in direzione sud, addossato a robuste mura medievali.

più anziani. L’atmosfera è quella umile ma suggestiva del mondo contadino. Attraverso un cancello si accede al cortile con resti del primitivo selciato, che introduce ad alcuni locali conservati come nelle loro funzioni originali: lo stallino, che un tempo ospitava

“L’asi ad Madama” ed ora ospita le riproduzioni in cartapesta di un asino e di un mulo a grandezza naturale, la stalla, il portico, la porcilaia, il fienile, etc. L’area e i muri esterni vengono utilizzati come esposizione

Si è cercato di conservare e valorizzare l’ambiente e gli edifici tradizionali (stalle, portici e fienile) per lasciar vivere un pezzo del vecchio paese, così come poteva essere alla fine dell’Ottocento o all’inizio del Novecento, a beneficio soprattutto dei più giovani, ma anche per rinverdire la memoria dei 52

• Pavia in Tasca •


di carretti, aratri, torchio ed attrezzi vari appartenenti al mondo rurale. Percorrendo un breve sentiero che costeggia le antiche mura, si accede alla parte superiore, completamente ristrutturata nel rispetto dello stile originale. Nel salone del primo piano sono raccolte le opere in miniatura di Giovanni Tambussi, appartenenti al Museo di Pei (PC), attrezzi agricoli, riproduzioni in cartapesta e legno di taglialegna e filatrice a grandezza naturale ed altro; questo spazio può anche essere adibito a mostre od eventi. Nella stanza attigua si è riprodotto l’ambiente domestico (cucina e camera da letto) di una casa contadina del passato con arredi, utensili ed oggetti di vario genere.

Il museo è dotato di ampi spazi all’aperto (cortile) utilizzabili per eventi culturali e ricreativi. In un area limitrofa, situata in un luogo suggestivo proprio di fronte all’entrata della Certosa, si trova un terreno con piante da frutto ed orto, che può essere coltivato e utilizzato soprattutto a scopo didattico, ma anche espositivo. E’ stata fondata un’Associazione culturale che si propone come finalità ideale di educare ai valori etici della civiltà contadina. Nel suo Statuto è scritto: “Il Museo intende porsi come la testimonianza non di un mondo morto e dissepolto solo per essere messo in mostra, ma di un mondo vivo che vuole proiettarsi come un ponte verso il futuro”.

Reportage

Apertura: SABATO, DOMENICA e FESTIVI Visite su prenotazione 14.30 - 17.30 Ingresso libero Visite guidate - Laboratori - Stage - Eventi Casteggio Via Circonvallazione Cantù, 37 - Tel. 334.3413230 museocontadino@dicere.it • Pavia in Tasca •

53


capi e accessori delle migliori griffe pure a Mede in Piazza della Repubblica, 29, a pochi passi dal Comune, EMPORIUM offre alla clientela maschile e femminile capi e accessori delle migliori griffe, con un’ampia scelta sia nelle misure slim che nelle taglie morbide.

Da una intuizione dei titolari già attivi nel settore della moda da molti anni, nel cuore di due centri importanti lomellinesi, Mede e Sannazzaro De’ Burgondi, è nato EMPORIUM. A Sannazzaro De’ Burgondi in Via Cairoli, 36, in pieno centro storico e così

Per la donna offre, brand come “Coconuda” decisamente sexy e provocante, adatta a chi ama non passare inosservata. Abiti in lana o con tessuti a stampe in stile anni ‘70, se vi piace essere notate, “Coconuda” potrebbe fare per voi. Diverse linee che vestono dalle taglie più piccole alle taglie più comode. “Surkana” che per questo inverno propone abiti con una fusione di simboli e colori che fanno sognare. Queste e tante altre le case di moda donna che vi aspettano nel negozio EMPORIUM sia a Mede che a Sannazzaro De’ Burgondi per i vostri acquisti invernali. L’uomo si può sbizzarrire nell’acquisto di splendidi capi spalla in piumino, giacche, camicie, pullover e jeans scegliendo tra marchi conosciuti nel mondo della moda


come “San Diego”, “Rodrigo”, “Rifle” che è, a pieno titolo, parte della storia del jeans internazionale. Un mix perfetto di contemporaneità ed heritage tutto italiano in un total look per uomo e donna con un rapporto vincente qualità-prezzo.

Torna alla grande il nero, da indossare dalla testa ai piedi, sia di giorno che di sera. Oro, Argento e bottoni gioiello sono la regola piuttosto che l’eccezione e sono tanti gli accessori lussuosi che potrai trovare presso i nostri negozi. La moda pare non conoscere la parola ‘crisi’!! I negozi EMPORIUM sono nati per le ragazze, le donne, gli uomini che vogliono essere sempre al corrente delle ultime tendenze e dei trend della moda. Personale qualificato vi accompagnerà con cortesia e simpatia nei vostri acquisti. DA SETTEMBRE NuOVI ARRIVI

La moda per la stagione autunno inverno 2012-2013 è elegante, ma soprattutto ricca. Il mood per l’inverno 2012-2013 è femminile ed elegante. Nella tavolozza di colori il viola, il verde, il blu elettrico e l’arancio ma anche il nero. Se siete amanti del nero allora l’inverno 2013 sarà la vostra stagione!

EMPORIuM Via Cairoli, 36 Sannazzaro De’ Burgondi Orari: 9.00 - 12.15 / 15.30 - 19.30 Chiuso il lunedì mattina EMPORIuM Piazza della Repubblica,29 Mede Orari: 9.00 - 12.15 / 15.30 - 19.30 Chiuso il lunedì mattina


La finestra sulla mente

Le fobie: cosa sono, come si curano di Gaia Vicenzi Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

Ognuno di noi ha paura di qualcosa. La paura è un’emozione che, quando giustificata, serve a proteggerci. Se non avessimo paura del fuoco, infatti, ci bruceremmo. La paura diviene fobia quando è scatenata in modo persistente e irrazionale da uno stimolo (oggetto, situazione, animale o persona) che non rappresenta un reale pericolo per la persona ma che ugualmente viene vissuto come una minaccia. La conseguenza è un’irrefrenabile desiderio di evitare l’oggetto che incute timore. Gli esperti calcolano che le fobie nel loro insieme hanno un’incidenza del 5% sulla popolazione mondiale. Le cose per cui una persona possa sviluppare una fobia sono infinite e sono state classificate in due grandi gruppi: le fobie specifiche (paura di certi oggetti, si56

tuazioni o fenomeni) e fobie sociali (timore o ansietà estrema in situazioni legate al contesto delle relazioni interpersonali). Una fobia specifica può non essere invalidante quando l’oggetto attivatore è poco presente nella vita di una persona (se ho paura dei serpenti e vivo in città è pressoché impossibile che ne incontri uno). Le fobie specifiche più disturbanti sono l’aracnofobia (la paura dei ragni), l’aerofobia (la paura di volare), l’agorafobia (la paura degli spazi aperti), la claustrofobia (la paura degli spazi chiusi), l’acrofobia (la paura delle altezze), l’emetofobia (la paura del vomito e di vomitare), l’emofobia (la paura del sangue). Ve ne sono infinite altre tipologie, assolutamente svariate, dalla “ablutofobia”, ovvero la paura di lavarsi o bagnarsi, alla zoofobia (la paura degli

animali in generale), si passa per la gamofobia (la paura del matrimonio), e per la tacofobia (la paura della velocità) e per centinaia di altri stimoli ansiogeni. Le fobie sociali incidono negativamente nella determinazione di una scarsa qualità di vita, dal momento che chi ne soffre prova la paura intensa e pervasiva di essere giudicato nei contesti interpersonali per le cose che fa, dice, pensa (o che non fa, non dice, non pensa), bloccando o limitando così l’espressione naturale del proprio reale modo di essere. Chi soffre di una fobia sociale può provare un’ansia estrema nel fare una telefonata, nel partecipare alle attività in gruppo, nel mangiare in pubblico, nel parlare in pubblico o ad un’autorità… Non esiste una sola causa per spiegare perché una • Pavia in Tasca •


La finestra sulla mente persona patisce di una o di un’altra fobia specifica, poiché non vi è relazione diretta tra la presenza di uno specifico antecedente e lo sviluppo di una determinato disturbo. Per contro, le fobie sociali e le specifiche possono avere numerose cause che confluiscono. Le ricerche al riguardo indicano che esistono certi fattori genetici e ambienti che favoriscono l’insorgere di una fobia. Allo stesso modo, le situazioni in cui si scatenano in modo più intenso sono quei momenti in cui la persona, per motivi diversi, è sottoposta a stress. Una della possibili cause per cui una fobia specifica insorge è che la persona abbia avuto nella sua infanzia un’esperienza traumatica, a cui dopo associa l’elemento che è causa della paura. Per esempio, se durante una vacanza al mare un bambino ha rischiato di affogare, è probabile che sviluppi la paura dell’acqua e di nuotare (as• Pavia in Tasca •

sociazione diretta). E’ anche probabile che, trovatosi al mare, avendo assistito al salvataggio di un uomo in mare, sviluppi lo stesso tipo di fobia (associazione indiretta). Non è detto che il collegamento con una specifica causa sia sempre così rintracciabile. E’ possibile che un bambino sia stato graffiato da un gattino, ne abbia avuto paura, non lo ricordi, e poi – generalizzando la sua paura- da adulto abbia paura di tutti gli animali con il pelo bianco (ovvero il colore di quel gattino). Se una persona ritiene la sofferenza determinata da un particolare tipo di fobia invalidante, è assolutamente auspicabile che la stes-

sa venga trattata. Un tipo di terapia consueta per le fobie è, all’interno dell’approccio cognitivo comportamentale, la desensibilizzazione sistematica. Essa basa il suo presupposto teorico e clinico su un concetto già noto a Esopo quando diceva che “L’abitudine rende sopportabili anche le cose più spaventose”. Infatti, la tecnica prevede che il paziente si confronti realmente o in immaginazione con lo stimolo temuto, provando a gestire l’ansia con esercizi di rilassamento o ristrutturazioni cognitive (ovvero, provare a pensare allo stesso stimolo in un altro modo, meno ansiogeno). Infatti, come dice Robert Frost “l’unica via d’uscita è passarci di mezzo”.

57


TUTTO P L’EDILIZ Pavimenti

Uno spazio in cui poter toccare con***mano Rivestimenti materiali, idee, creatività. Giardino consigliabili le In viale Unione Sovietica, 83, a Mede, Le letta del ***50 per cento, sono Arredo Pietra Ricomposta soluzioni più innovative, le marche più stufe a pellet, disponibili in diversi rivestiprestigiose, i materiali più affidabili: que- menti, per i più sofisticati, anche in maioArredo bagno lica. sto e tanto altro in un settore che spazia dai mosaici più preziosi ai sistemi tecnologicamente più all’avanguardia dedicati al Marmo, ***cotto, ceramiche, pietra, legno... riscaldamento, dalle pratiche piastrelle in Lo showroom vi offre un ampio repertogres ai raffinati parquet e moderni ed inno- rio di colori, geometrie, moduli e formati: Camini e stufe un’accurata selezione di materiali ricercati vativi rivestimenti in resina, in uno spazio espositivo in costante evoluzione, dove e di alta qualità per interpretare, progettaArredo potrete toccare conGiardino mano materiali, idee, re e realizzare il vostro ambiente ideale. *** Parquet di pregio, confortevoli, Camino eleganti creatività. per ambienti classici e moderni. Pavimenti unici per creare ambienti esclusivi. Guidati dall’esperienza e dalla sensibilità Vendita pellet di personale qualificato nello shoowroom troverete tutte le soluzioni più interessanti Il responsabile dello shoowroom della Re***S.r.l spiega che “con l’incentivo stadil Store per realizzare la vostra idea di casa. Per portare il fascino e l’energia del fuoco tale chi decide di cambiare abito alla propria Arredo Bagno in casa scoprirete nuove idee di stufe e ca- abitazione beneficia di un rimborso pari al 50 Arredo giardino minetti. Dallo stile rustico a quello classico, per cento delle spese sostenute”. dalle linee moderne fino ai design più ori- Quindi, incominciamo a sognare, facciamoci *** un bel pensierino! ginali, soluzioni innovative ed esclusive. Stufe e camini di ultima generazione in cui il design, l’ergonomia e la tecnologia si in- Entrare nello showroom della Redil Store significa immergersi in una ricca combinacontrano per dare forma ad oggetti belli, Colorificio e dettagli pratici e sicuri. Forme, dettagli e materiali zione di forme, colori, materialiStufa Arredo Bagno Pellet innovativi che reinterpretano con arte la per ricercare quei particolari di carattere Mede che ci aiutano a riscoprire il piacere del beltradizione del focolare domestico. Via Unione Sovietica, 83 lo e dell’armonia dentro e fuori di noi. E per Tel. chi 0384 volesse avere un taglio sulla bol805871 fax 0384 807930 Zeccone Via Vigentina, 1


TUTTO PER L’EDILIZIA

PER ZIA

Pavimenti *** Rivestimenti Pietra Ricomposta

***

Arredo Giardino

Arredo bagno *** Camini e stufe Arredo in Giardino Casette legno

***

Camino

Vendita pellet *** Arredo Bagno Arredo Bagno

Arredo giardino *** Colorificio

Arredo Bagno Sanitari e Rubinetteria Mede Via Unione Sovietica, 83 Tel. 0384 805871 fax 0384 807930 Zeccone Via Vigentina, 1 Tel. 0382 950011 fax 0382 950020

Stufa Pellet Pellet Stufa


La sala consiliare di Broni dedicata al brigadiere Angelo Paravella Anche Broni ha voluto onorare la sua memoria dedicandogli il 21 dicembre 2003 la sala consiliare del Comune. di Paolo Pulina

Reportage

I molti amministratori dell’Oltrepò pavese e i molti rappresentanti della stampa (giornali, radio e tv) che in due distinti momenti, durante la stessa mattinata del 3 aprile 2012, hanno affollato la sala consiliare del Comune di Broni per un incontro col Ministro della Salute Renato Balduzzi sul problema della bonifica dall’amianto dell’ex Cementifera Italiana Fibronit, si saranno chiesti chi è stato il personaggio al quale quell’aula è intitolata con una bella e splendente lapide che così recita:

paesi), 1890-1980”, troviamo le seguenti notizie. Paravella era il secondo di undici fratelli di Luigi e Virginia Maga.

Nato il 7 febbraio 1864, in una famiglia contadina, nella frazione Casotelli di Broni, dopo aver frequentato la Scuola Allievi Ufficiali a Milano, era stato nominato comandante della stazione di Codrongianos (Sassari). Il giorno della morte, avvenuta l’11 dicembre 1894, era già in congedo per matrimonio (la partenza per Broni era prevista l’indomani). Anche se non ne aveva l’obbligo, per profondo senso SALA CONSILIARE/ANGELO PARAVELLA/ del dovere, si unì al giovane carabiniere NATO A BRONI IL 7-2-1864/BRIGADIERE DEI (23 anni) Raimondo Pisano di Selargius CARABINIERI/ MEDAGLIA D’ARGENTO/AL (Cagliari) per un servizio di perlustrazione, VALOR MILITARE/ALLA MEMORIA/ nel corso del quale entrambi furono attirati BRONI 21-12-2003 in un agguato. I due tutori dell’ordine Nel volume del 2009 dello storico locale inseguirono coraggiosamente (presso la Mino Baldi, “Bron re di pais (Broni re dei strada che conduce a Cargeghe nella zona 60

• Pavia in Tasca •


è stata intitolata la caserma dei carabinieri di Gropello Cairoli. Anche Broni ha voluto onorare la sua memoria dedicandogli il 21 dicembre 2003 la sala consiliare del Comune. Sarebbe stato più giusto intitolargli la caserma dei carabinieri, ma per i familiari e per i bronesi tutti è già così una grata soddisfazione, anche se lungamente attesa».

di Campomela, preciso io) tre sconosciuti che alla loro vista si erano dati alla fuga; i banditi spararono tre fucilate, una delle quali colpì Paravella al petto ferendolo mortalmente. Anche Pisano fu colpito ma, abbracciato al suo cavallo, riuscì a raggiungere la caserma e a informare dell’accaduto: morì purtroppo il giorno dopo per le ferite riportate. Aggiunge Baldi: «Da allora sono sepolti entrambi in una fossa comune del piccolo, vecchio cimitero abbandonato di Codrongianos, dove era stata dedicata una lapide ormai distrutta dal tempo. Al Paravella, medaglia d’argento al valor militare alla memoria, nell’anno 1998, cento anni dopo la sua morte, • Pavia in Tasca •

Due delle partecipanti, residenti a Broni – la signora Antonietta Cribellati e la figlia Sara Paravella –, durante la tappa della comitiva presso la famosissima basilica in stile romanico pisano di Saccargia (non lontano da Sassari; nel territorio del Comune di Codrongianos), chiesero di poter fare, in una zona non lontana dal centro abitato del paese, una visita alla sepoltura del loro lontano congiunto (prozio del marito della Cribellati) caduto nel servire l’Arma e la Sardegna ma nell’isola oramai dimenticato. La

nostra

piccola

delegazione,

nel 61

Reportage

Fotografia di Angelo Paravella in divisa da Brigadiere.

Io e un altro giornalista pubblicista, Massimiliano Perlato, abbiamo avuto l’occasione di conoscere la tragica fine di Angelo Paravella e di Raimondo Pisano (per un atto di banditismo o per una vendetta? Nessuno lo saprà mai) durante una gita in Sardegna organizzata dal 15 al 18 settembre 2005 dal Circolo culturale sardo “Logudoro” di Pavia e dalla biblioteca civica di Mortara, città natale dell’ingegnere idroelettrico Angelo Omodeo, ideatore della diga di Santa Chiara sul fiume Tirso ove ha creato nel 1924 un lago artificiale.


settembre 2005, ebbe modo di constatare de visu che, a oltre cent’anni dal brutale episodio di violenza, il sito con le spoglie dei due carabinieri era veramente in condizioni deplorevoli. Paravella e Pisano, così come i codrongianesi morti in quel periodo, furono sepolti in una fossa comune avvolti in semplici teli, nel vecchio cimitero comunale poco distante dalla chiesa di San Procopio, in uno spazio che trovammo chiuso da muri diroccati, completamente abbandonato, fra sporcizia, sterpaglie e rovine, con i resti degli scheletri alla mercè delle intemperie e delle incursioni degli animali selvatici. La signora Antonietta ci informò che negli anni precedenti varie amministrazioni di Codrongianos le avevano promesso

che sarebbe stata garantita una decorosa risepoltura dei due carabinieri in un apposito sacrario nel nuovo cimitero del paese. Noi, nel settembre 2005, potemmo verificare che niente era stato fatto. E oggi, la situazione è cambiata? È lecito dubitarne.

Reportage

P.S. In Sardegna, almeno la riproposizione di un ricordo cartaceo Angelo Paravella, brigadiere, e Raimondo Pisano, carabiniere, l’hanno avuta: precisamente a pagina 93 della riedizione nel 2009 – nella collana “Banditi & Carabinieri” della Biblioteca del quotidiano sassarese “La Nuova Sardegna”, curata da Manlio Brigaglia –, del volume del maresciallo maggiore dei carabinieri Giuseppe Farris, “Dieci anni di brigantaggio (1891-1901) Memorie”, pubblicato la prima volta a Roma, nel 1914, presso le edizioni Voghera. I loro nomi compaiono nella sezione “Onore ai valorosi della Legione che col sacrificio delle loro nobili esistenze affermarono lo spirito di corpo, la religione del dovere”. 62

• Pavia in Tasca •


DA CINQUANT’ANNI SULLA TUA STRADA PROMOZIONI TUTTO L’ANNO Pavia: Viale Cremona, 71 Castel San Giovanni (PC): Via F.lli Bandiera, 46 APERTO ANCHE SABATO POMERIGGIO

www.pansinigomme.it


Punti di distribuzione PAVIA BAR LANTERNA VIA SAN GIOVANNINO 23/25 BAR VIER VIA SAN PAOLO 19/21 PASTICCERIA BORDONI VIA SAN PAOLO 5 BAR LA DOLCE SOSTA VIA PARCO VECCHIO 19 CARREFOUR LA TORRETTA VIA TORRETTA 1 PALESTRA L’ARTE DEL MOVIME VIA CASSANI 7 BAR FORTE VIA VIGENTINA 20 BENZINAIO TOTAL VIA VIGENTINA 20 PUB OLD WILD WEST VIA VIGENTINA 1 PARRUCCHIERE LOOK CENTER VIA TASSO 4 BENZINAIO ENI VIA TASSO 4 BAR GIALLO VIA GILARDELLI BAR LO SPUNTINO VIA OLEVANO 2 GELATERIA LA PERLA VIA L. IL MORO BAR TABACCHI LA SCALA VIA SCALA 10/A BAR TRATTORIA IOLANDA VIA RISMONDO 56 BAR BIJLIA COFFEE AND FOOD VIA BRAMBILLA 70 C PIZZA LEGGERA VIA BRAMBILLA 70 RESIDENZA FANNY VIA BRAMBILLA BAR MAXI VIA DAMIANO CHIESA INPS V.LE CESARE BATTISTI 25 BAR MINERVA P.LE MINERVA BAR GRAN CAFFE’ V.LE CESARE BATTISTI 1 MINERVA PANETTERIA PANE E RISO VIA MANZONI BAR LIBERTY V.LE LIBERTA’ 51 BENZINAIO IP VIA BRAMANTE BAR MORETTI VIA DEI MILLE 214 BAR TABACCHI DABBENE VIA DEI MILLE 36 BAR LA CREMERIA P.LE PONTE TICINO-PONTE COP. BAR IL PONTE P.LE PONTE TICINO-PONTE COP. GELATERIA PANNA E CIOCCOLATO P.LE PONTE TICINO-PONTE COP. BAR ARTE E CAFFE’ S. PIETRO IN VERZOLO 19 BAR HARRY’S V.LE CREMONA 142 BENZINAIO ERG V.LE CREMONA 215 EDICOLA VIA PASTRENGO BAR CAMPARI V.LE CAMPARI 44

BAR PAUSA CAFFE’ P.ZZA EMANUELE FILIBERTO FARMACIA DEL BO’ P.ZZA EMANUELE FILIBERTO BAR GORIZIA V.LE GORIZIA 38 BAR PANE E SALAME C.SO CARLO ALBERTO 72 BAR DEL TURISTA C.SO CARLO ALBERTO 28 CAFFE’ ANNABELLA STRADA NUOVA 2 BAR GUSMAROLI STRADA NUOVA 128 NEW STREET BAR STRADA NUOVA 29 CAFFE’ DEL TEATRO STRADA NUOVA 75 TAVERNA ABBIGLIAMENTO STRADA NUOVA PARRUCCHIERE LOOK CENTER VIA GOLGI BAR CRISTAL VIA XX SETTEMBRE 50 F.LLI CARRARA VIA XX SETTEMBRE 52 CINEMA POLITEAMA C.SO CAVOUR PEACH PIT VIA BOSSOLARO 9 BAR CAFFE’ KOBAN P.ZZA DUOMO 9 MERCATO IPOGEO P.ZZA DELLA VITTORIA COLLEGIO CAIROLI P.ZZA CAIROLI 1 BAR BORDONI VIA BORDONI 26 CAFFE’ TRE TORRI VIA SPALLANZANI 1/3 BAR L’ALTRO VERSO C.SO MAZZINI 20 BAR AUGUSTUS P.ZZA DEL MUNICIPIO BAR GERRY P.ZZA DEL MUNICIPIO 1 BAR SAN SIRO C.SO GARIBALDI BAR TABACCHI 72 C.SO GARIBALDI 72 BAR ITALIA C.SO GARIBALDI 31 BAR AMBARABA’ C.SO GARIBALDI 70 GEOTECNICA C.SO GARIBALDI 40 VETERINARIO RIBOLDI VIA BREVENTANO 36 FIORE VERBENA VIA VINCENZO MONTI 8/A IL RISTORANTINO PIZZERIA V.LE INDIPENDENZA 36 BAR SOPHIE V.LE INDIPENDENZA BAR CASTELLO P.ZZA EMANUELE FILIBERTO CAFFE’ PETRARCA VIA MATTEOTTI 28 F.LLI CARRARA VIA XX SETTEMBRE 42/a

BELGIOIOSO LATTERIA SAN GIORGIO VIA GARIBALDI 42 MUNICIPIO VIA GARIBALDI 64 BAR BABYLON VIA UGO DOZZIO 5/7 BENZINAIO ESSO V.LE DANTE 38

SILVY BAR P.ZZA VITT. VENETO 8 BAR LO STORICO LONDRA P.ZZA VITTORIO VENETO 14 ACI BELGIOIOSO VIA GARIBALDI 23

MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA

SAN GENESIO ED uNITI

ANTICA TRATTORIA LOMBARDIA C.SO XXVI MARZO 139 BAR BON BON C.SO XXVI MARZO COMUNE C.SO ROSSELLI ASM C.SO ROSSELLI BLUE BAR VIA XX SETTEMBRE 7 CAFFE’ DE PRETIS VIA DE PRETIS 23 BAR ALEXBAR VIA CARDUCCI 15 BAR CERVINIA P.ZZA MEARDI ANG. EMILIA INVIDIA CAFFE’ P.ZZA F.LLI BANDIERA BAR LIGURE C.SO 27 MARZO BAR CRISTALLO VIA GABETTA VICINO DUOMO BAR CREMERIA P.ZZA DUOMO 38 GALLO RISTORANTE PIZZERIA P.ZZA DUOMO ZERO 37 BAR VIA EMILIA 174 BAR MATTEOTTI VIA MATTEOTTI 61 BAR ESPRESSO ITALIANO TAB. VIA CARLO EMANUELE 28 GELATERIA IL CAPRICCIO VIA XX SETTEMBRE 52 LOCANDA DELLE FATE VIA RINO BALLADORE 23 BENZINAIO P.LE QUARLERI

F.LLI CARRARA VIA PORTA PESCARINA 62

SAN MARTINO SICCOMARIO FARMACIA S. GIOVANNI VIA GRAVELLONE 1 BAR SPORT VIA GRAVELLONE 41 COMUNE BAR Q8 E BENZINAIO VIA TURATI 31 BAR LA PIAZZETTA CENTRO COMM. OTTAGONI CENTRO LE CASCATE VIA DELLA STAZIONE MC DONALD’S C/O CENTRO COMM.LE BENNET DUCA’S PARRUCCHIERI C/O CENTRO COMM.LE BENNET GRILLANDIA VIA TURATI

CAVA MANARA PIZZERIA IL BUUS DEL RAT VIA GARIBALDI 2 BAR CAMPANA VIA GRAMSCI 38 ACI VIA XXV APRILE 22

BRONI BAR COMMERCIO VIA EMILIA BAR L’INCONTRO VIA EMILIA 352 PISCINA COMUNALE VIA CONTARDO FERRINI BAR CAFFE’ FENICE VIA MARCONI 20 B

REDAVALLE BAR DAYS VIA EMILIA 66

STRADELLA CAFFE’ GARIBALDI P.ZZA TRIESTE 13 BAR GRAPHI’ P.ZZA TRIESTE 21 BAR CASA DEL CAFFE’ P.ZZA TRIESTE BAR CONCORDIA P.ZZA TRIESTE 6 BAR GOLDEN BLACK VIA TRENTO DRINK PUB VIA C. BATTISTI BAR ALTERNATIVE VIA C. BATTISTI 24 CAFFE’ AI GIARDINI VIA C. BATTISTI 1 BAR CAFFE’ TEATRO C.SO XXVI APRILE 5

CASTEGGIO BAR CAESAR VIA ROMA REVE CAFFE’ VIA ROMA BAR VITTORIA P.ZZA VITTORIA BENZINAIO TOTAL FINA VIA MILANO 42 S.S.

BENZINAIO SHELL VIA CASTEEGGIO 42

VOGHERA

RIVANAZZANO TABACCHERIA REGGIANI P.ZZA CORNAGGIA BAR ALBERTINI P.ZZA PRINCIPALE CAFFE’ DE LA TOUR P.ZZA PRINCIPALE

SALICE TERME SALA DEI GELATI P.ZZA MARCONI PROLOCO - APT P.ZZA MARCONI CAFFE’ BAGNI TERME P.ZZA MARCONI

VARZI BAR DA MAX P. MAZZA 56 PIZZERIA GAUDI’ VIA ORESTE MARETTI 2 BAR DELLA TORRE P.ZZA MUNICIPIO CAFFE’ L’ANGOLO P. FIERA BAR ESSO BAR 16 PIAZZA FIERA P. FIERA 16

SANNAZZARO DE BuRGONDI COMUNE

VIA CAVOUR 18

RAMPI LUCIA TABACCHERIA VIA PIAVE 17 SOLE LUNA CAFFE’ VIA CAIROLI 25 CAFFE’ MAGNOLIA VIA MAZZINI 36

MEDE COMUNE P.ZZA REPUBBLICA 1 BAR ROMA P.ZZA REPUBBLICA 1 BAR CENTRALE P.ZZA REPUBBLICA 1 BAR HAITI C.SO ITALIA ANG. REPUBBLICA 3 BAR’S VIA CAVOUR 10/16

MORTARA MUNICIPIO P.ZZA MONS. DUGHERA CAFFE’ GARIBALDI C.SO GARIBALDI 2 CAFFE’ SANTI C.SO GARIBALDI 116 DUCA’S PARRUCCHIERI VIA PRINCIPE AMODEO 6 GASOMETRO BAR VIA MILANESE 632

GARLASCO EDICOLA PAZZI GIANFRANCO VIA BOZZOLA 13 COMUNE DI GARLASCO P.ZZA DELLA REPUBBLICA BAR COMMERCIO P.ZZA REPUBBLICA 2 BLUE BAR CAFFE’ C.SO CAVOUR 38 TORTUGA CAFE’ C.SO CAVOUR 132 BAR CAVOUR VIA CAVOUR 17 LAZZARONI ABBIGLIAMENTO VIA L. DA VINCI BAR LO SCOGLIO VIA L. DA VINCI 47

VIGEVANO COMUNE V.LE CESARE BATTISTI 6 TABACCHERIA OSCAR P.ZZA DUCALE 33 FELTRINELLI LIBRERIA P.ZZA DUCALE 33 BAR TABACCHI VIA P. C. DECEMBRIO 21 BAR STAZIONE FS P.ZZA STAZIONE LA NUOVA CAFFETTERIA C.SO PAVIA 62 BAR OMBELICO C.SO PAVIA 23 BIRIMBAO VIA ROCCA VECCHIA 1 GOLD RIVER CAFE’ VIA ROCCA VECCHIA 1 KIB FUN BAR VIA ROCCA VECCHIA 1/9 BAR CUBE P.ZZA SANT AMBROGIO 2 BAR CAFFE’ PORTA MOKA VIA DECEMBRIO 1 RISTORANTE ROCOCO’ VIA XX SETTEMBRE PASTICCERIA COLOMBO P.ZZA DUCALE 40


Punti di distribuzione

I punti di distribuzione di Pavia in Tasca in provincia di Pavia VigeVano

MoRTaRa

San geneSio eD UniTi

gaRLaSCo

PAVIA S.MaRTino SiCC. MeDe

BeLgioioSo

SannaZZaRo De BURgUnDi

CaVa ManaRa BRoni

CaSTeggio ReDaVaLLe

VogHeRa

RiVanaZZano

MonTeBeLLo DeLLa BaTTagLia

SaLiCe TeRMe

VaRZi

il free-press mensile a carta patinata che vanta una diffusione capillare in tutta la provincia di Pavia

STRaDeLLa


CONCESSIONARIO

CONCESSIONARIO SRL

SRL Via Milano 57 - 27045 CASTEGGIO

Tel. 0383-680000/1 Via Milano 57 - 27045 CASTEGGIO Fax 0383-680000/1 0383-680002 Tel. Fax 0383-680002 11.790*

VERSO NUOVI SPAZI.

a € 21.580* 11.790* Nuova TATA ARIA, il Crossover di TATA a 7 posti di serie per la famiglia, motore 2.2 DiCOR turbodiesel, 150 CV, anche trazione 4x4 (TOD) con ripartizione di coppia controllo elettronico. Aria Condizionata + ABS, a EBD e fari antinebbia.

*DOTAZIONI

DI SERIE: 6 airbag - ABS+EBD per il controllo della frenata - ESP+TCS per il controllo di stabilità e trazione - autoradio music system con comandi al volante, Cd/Mp3 - ingresso Usb/Aux - controllo automatico della velocità - climatizzatore per zone con filtro antipolline - computer di Condizionata + ABS, EBD e farimodulabilità antinebbia.dei sedili per trasporto passeggeri e bagagli. bordo Aria - chiusura porte centralizzata - massima

Soluzioni finanziare dedicate ai Clienti TATA con comode rate mensili.

*ARIA Prestige 4x2, prezzo chiavi in mano (IPT esclusa) - 3 anni di Garanzia + Servizi Europ Assistance 24 ore su 24 inclusi - 150 CV (110 kW) - consumo ciclo misto 7,8 l/100 km ; emissioni Co2 205 g/km. Immagine vettura dimostrativa.

TATA VISTA GPL

oggi a soli 8.950 euro Incluso nel prezzo impianto GPL, ABS+EBD, clima, alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata e 5 posti. Tata VISTA è anche benzina/metano con 2 diverse capacità di serbatoio. Tutti i modelli VISTA sono ammessi alla guida dei neopatentati.

Autorizzato

Autorizzato

grande amore, ANELLI AUTO grande risparmio! di Anelli Carlo

Tata Vista 1.4 Safire benzina/GPL, prezzo promo Euro 8.950 IPT esclusa - consumo ciclo misto l/100 km: benzina 5,9 - gpl 8,4 - metano 6,5/6,7 ; emissioni Co2 g/km: benzina 139 - gpl 136 - metano 116/119. 3 anni di Garanzia e Servizi Europ Assistance 24 ore su 24. Immagine vettura dimostrativa. Offerta valida fino al 31.03.2012.

Viale Golgi 16 - Lombroso 6 - 27100 Pavia

ANELLI AUTO

Tel 0382.525040 di Anelli Carlo

Viale Golgi 16 - Lombroso 6 - 27100 Pavia

Tel 0382.525040


I-Pavia - Anno XXI DCO/DC 111/2002 / 45% Art.2 L.662/96 SPEDIZIONE IN A.P. DISTRIBUZIONE GRATUITA

Agosto - Settembre 2012

Tutti a scuola!

E IN A.P. 45% Art.2 L.662/9 6 DCO/DC 111/2002 ONE GRATUIT A SPEDIZION DISTRIBUZI

Lo trovi gratuitamente nei locali delle principali città della provincia

/ I-Pavia - Ann o XXI

Agosto - Se ttembre 20 12

Tutti a scuo

la!

Lo puoi scaricare anche sul tuo PC o Tablet in formato PDF, oppure lo puoi sfogliare sul nostro sito web www.paviaintasca.it Pavia in tasca è anche su facebook @Pavia in Tasca


Pavia in Tasca Agosto/Settembre 2012  

Il mensile della provincia

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you