Page 1

4

GIOVEDÌ

IN DIRETTA DALLA BMTA -

18

NOVEMBRE

2010

lavori in corso mentre questa edizione è in stampa

IN DIRETTA

GIOVEDÌ

18

NOVEMBRE

2010

ANNO

VI

N.

1

ARISTON, PAESTUM - PRIMA EDIZIONE

DISTRIBUZIONE GRATUITA

UNA RETE INTERNAZIONALE PER I MUSEI VIRTUALI ARCHEOVIRTUAL è una delle iniziative che rendono unica la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. La prima sessione del workshop, in corso mentre il giornale va in stampa, raccoglie un primo lotto di esperienze (seconda puntata domani alle 9,30) internazionali, che convergono verso la creazione di una rete mondiale di musei virtuali. L’incontro, coordinato dal direttore scientifico di ArcheoVirtual Sofia Pescarin del Virtual Heritage Lab del CNR Itabc vede la partecipazione di studiosi provenienti da ogni parte del mondo, con le esperienze in tema di virtualizzazione e fruizione su mezzi telematici del patrimonio archeologico maturate in Irlanda, Grecia, Svezia, Regno Unito e Svizzera.

PENNA O MOUSE due modalità per vivere L’ARCHEOLOGIA

Ugo Picarelli porta il saluto all’incontro “Viaggio d’autore”

Il taccuino e il digitale. L'esperienza spaziale e quella temporale. Due mondi diversi che però possono convivere. Senza farsi concorrenza l'un con l'altro, evitando di sottolineare le differenze, cercando eventualmente spiragli di apertura per una convivenza proficua. Ne stanno discutendo in sala Mercurio, mentre il giornale è in stampa, studiosi e docenti presenti all'incontro su "Viaggio d'autore. Il racconto di Paestum e del turismo archeologico. Dal taccuino al digitale", promosso da Paola Villani, presidente del corso di laurea "Turismo per i beni culturali" dell'Università degli studi di Napoli Suor Or-

sola Benincasa, in collaborazione con Sistur, Società Italiana di Scienze del Turismo presieduta da Nicola Boccella. “Se in passato - spiega Villani -, come in buona parte dei casi anche oggi, l'emozione consisteva soprattutto nel momento esperenziale di toccare il reperto archeologico, passeggiare su sassi e ciottoli risalenti a secoli fa, oggi la maggior parte delle persone gradisce entrare in questa dimensione, grazie alla tecnologia,da casa propria. Occorre dunque valorizzare il patrimonio culturale attraverso linguaggi digitali: sono due percorsi che si completano e non confliggono”.

Ore 10.40: flash e telecamere sono tutti per il presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli. La XIII Borsa Mediterranea del Turismo è appena stata inaugurata

LA BORSA HA FATTO 13 90 buyer da 16 Paesi: evento di grande respiro internazionale PAESTUM, 18 NOVEMBRE - Celebra- forza di anno in anno e l’eredità, involgimento delle realtà accadere la tredicesima edizione della presa in carico due anni orsono miche mondiali e, al tempo stesBorsa Mediterranea del Turismo dall’attuale guida provinciale, sta so, una più spiccata valorizzazioArcheologico, inaugurata stama- evolvendo e continuerà a farlo su ne e promozione del territorio cone, assume un valore particolare molteplici fronti. “Valorizzazione ordinata con Camera di commerin giorni in cui la tutela del patri- all’esterno, con un più intenso co- cio, Parco del Cilento, Ept e con monio archeologico è tutti i soggetti coinvolti nelsulle pagine della crola promozione territoriale”, ALLA RIBALTA I TESORI DEL SUD EST ASIATICO naca. Avvenimento è la linea indicata dal preunico nel mondo, la sidente della Provincia. Borsa è una grande “Sembra ieri che presenopportunità di promotammo a Milano il progetzione, di creazione di to della nascente Borsa valore e di affermaziodel Turismo Archeologico ne di valori. Il mentore - ha ricordato Ugo Picadell’evento, il presidenrelli, ideatore con la sua te della Provincia di Leader sas e direttore delSalerno, Edmondo Cila BMTA - e ci troviamo inrielli, ha lanciato forte vece già a guardare al trail suo messaggio, inguardo delle quindici editervenendo alla confezioni”. Ecco i numeri, le renza di apertura della caratteristiche e le iniziatimanifestazione: la ve che da oggi a domeniBMTA può e deve creca 21 caratterizzeranno scere, il progetto si rafl’evento di Paestum.

Cambogia Paese ospite

continua a pag. 3

edizione a cura di:


2

GIOVEDÌ

18

NOVEMBRE

2010

Archeo-Cambogia con 5.000 siti

GIOVEDÌ

18

NOVEMBRE

3

2010

LA BORSA HA FATTO 13 -

dalla prima pagina

Da Angkor Wat agli altri tesori del Paese Ospite

Oltre 5.000 siti archeologici, di cui ben 1.134 templi antichi e numerosi edifici, ponti, pagode risalenti anche a mille anni fa. E’ il patrimonio della Cambogia, Paese Ospite ufficiale della BMTA 2010, che richiama milioni di turisti da tutto il mondo. Nel 2009 ha registrato 2,6 milioni di presenze, in crescita del 2,9% rispetto al 2008. Nei primi 9 mesi del 2010 l’aumento di presenze è stato a due cifre: +14,5%. Il 60% dei turisti sceglie la Cambogia per visitare i siti culturali, situati prevalentemente nell'area di Siem Reap. Altre attrazioni sono rappresentate dalla zona costiera, dove è presente la più grande foresta di mangrovie del sud-est asiatico, dalla capitale, Phnom Pehn e dall’area del nord-est riservata al turismo ecologico. Il modello di sviluppo del turismo culturale cambogiano ha mosso i primi passi nel 1992 quando l'Unesco ha avviato un piano simile a quello ideato per l'Egitto e l'Italia circa 45 anni fa. Ovvero un sistema di coordinamento internazionale - supportato da una legge ad hoc e da uno stanziamento di fondi - teso a sensibilizzare i Paesi nella salva-

Lo stand della Cambogia alla BMT. Sotto, scambio di doni fra il ministro del Turismo cambogiano Khon Thong e il presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli

guardia dei beni patrimonio dell'umanità. E' così sorto un fronte largo di sostegno che ha visto uniti circa 20 Paesi, dall'Europa all'Oceania, nell'aiutare la Cambogia a valorizzare l'am-

pia offerta turistico-culturale. L'offerta archeologica del Paese è stata presentata questa mattina nel corso di un incontro al quale hanno partecipato, Khon Thong, ministro del Turismo del-

ISTANTANEE DALLA BMTA 2010 -

la Cambogia, Narang Nouth, ambasciatore della Cambogia all’Unesco, Azedine Beschaouch, consigliere speciale del direttore generale ICCROM e segretario permanente del Comitato internazionale per la conservazione del sito di Angkor Wat (il più visitato del paese), Sangvar Sok, direttore aggiunto del ministero del Turismo, e Kéria Chau Sun, direttore del dipartimento per lo sviluppo culturale, dei musei e delle norme patrimoniali.

in diretta dagli stand

Mounir Bouchenaki riceve dal presidente Cirielli la targa della BMTA

IL SOGNO DI BOUCHENAKI

Insieme a Paestum Palestina, Israele e le loro archeologie Terza rassegna in Italia per l’offerta turistica di settore dopo BIT e Ttg, prima per la presenza di iniziative di rilievo assoluto come Archeovirtual, marketplace animato da 90 buyer provenienti da 16 Paesi, selezionati insieme con l’Enit. Questi i numeri più strettamente fieristici snocciolati dal direttore Picarelli. “Qui a Paestum ha luogo l’unico salone al mondo in cui sono abbinate la fruizione turistica e la promozione culturale dei beni archeologici”, ha evidenziato il dirigente al Turismo della Provincia di Salerno, Ciro Castaldo, coordinando gli interventi dell’inaugurazione. Un concetto successivamente ribadito e sviluppato in tutti gli interventi che hanno caratterizzato la conferenza. Tutto questo avviene a Paestum, città che “continua ad esprimere la capacità di intercettare grandi flussi nazionali e internazionali di turismo maturo e consapevole: intorno a questo va costruita un’attività giovane, moderna e competitiva”, ha tenuto a ribadire il

sindaco di Capaccio-Paestum, Pasquale Marino. Alla sua prima uscita pubblica nell’incarico di Sovrintendente ai Beni Archeologici di Salerno, Benevento, Avellino e Caserta, Adele Campanelli ha tenuto a sottolineare l’importanza della sintesi fra cura e valorizzazione del nostro patrimonio storico archeologico, soprattutto con l’opportuno orientamento alla comunicazione. “Gli archeologi devono raccontare cosa la storia ha tramandato. Difendere e valorizzare il patrimonio comporta cura e richiede costi: la vetrina della BMTA consente di evidenziare che questo immenso patrimonio di cui la Campania dispone non è mera ricerca scientifica, ma ricomposizione del nostro passato”. Il presidente del Parco del Cilento e del Vallo di Diano, Amilcare Troiano, ha messo l’accento sull’importanza delle sinergie fra i diversi attori locali ed ha annunciato alcune iniziative: l’interpretazione dei luoghi che a Velia consentono di visitare gli scavi con la guida di attori che imperso-

nano Parmenide e Zenone sotto la Porta Rosa; il ritorno della rosa dei templi a Paestum, nelle tre aree rese disponibili dalla Sovrintendenza per la messa a dimora. Intervento conclusivo affidato al rappresentante del Paese Ospite Ufficiale della BMTA 2010, la Cambogia, con il ministro del Turismo Khon Thong. La fruttuosa esperienza del Paese dell’Est Asia in materia di recupero archeologico, giunta dopo anni di devastanti guerre, è improntata all’abbinamento con la tutela dell’ambiente, alla protezione dei beni archeologici anche rispetto ad atti vandalici e di saccheggio ed alla cooperazione fra tutti i livelli, locale, nazionale e internazionale.

Mounir Bouchenaki lo esprime a conclusione del suo intervento alla conferenza di apertura. E’ il sogno di uno studioso dell’archeologia, oggi direttore dell’ICCROM, che ha accompagnato dagli inizi la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico fino a vederla adesso grande. “Vorrei veder presentare i tesori archeologici e culturali della Palestina e di Israele, qui, assieme”. L’auspicio viene da colui che, dai vertici dell’Unesco, ha battezzato i due siti Patrimonio dell’umanità della provincia salernitana e, soprattutto ha determinato l’innovazione di ampliare il concetto di tutela dal singolo luogo archeologico all’intero paesaggio culturale che lo circonda. Dal palco, Bouchenaki ha salutato la presenza dei delegati culturali di Messico, Turchia e Uzbekistan, prima di introdurre la Cambogia come Paese ospite che vanta il più grande cantiere mondiale oggi esistente di restauro e di sviluppo, quello del sito archeologico-religioso di Angkor Wat.

è la società che dal 1994 produce i giornali in tempo reale organizzando redazioni e servizi di comunicazione istantanea a misura di ogni evento Questa edizione è curata e realizzata da e.press® srl come supplemento speciale alla testata

ì

-

reg. Trib. Napoli n. 4560

direttore Enrico Sbandi in redazione Claudio Ravel stampato in proprio - corso V. Emanuele, 135 - 80121 Napoli contatti: www.e-press.it - 081.2461083 - e.press@mclink.it


2

GIOVEDÌ

18

NOVEMBRE

2010

Archeo-Cambogia con 5.000 siti

GIOVEDÌ

18

NOVEMBRE

3

2010

LA BORSA HA FATTO 13 -

dalla prima pagina

Da Angkor Wat agli altri tesori del Paese Ospite

Oltre 5.000 siti archeologici, di cui ben 1.134 templi antichi e numerosi edifici, ponti, pagode risalenti anche a mille anni fa. E’ il patrimonio della Cambogia, Paese Ospite ufficiale della BMTA 2010, che richiama milioni di turisti da tutto il mondo. Nel 2009 ha registrato 2,6 milioni di presenze, in crescita del 2,9% rispetto al 2008. Nei primi 9 mesi del 2010 l’aumento di presenze è stato a due cifre: +14,5%. Il 60% dei turisti sceglie la Cambogia per visitare i siti culturali, situati prevalentemente nell'area di Siem Reap. Altre attrazioni sono rappresentate dalla zona costiera, dove è presente la più grande foresta di mangrovie del sud-est asiatico, dalla capitale, Phnom Pehn e dall’area del nord-est riservata al turismo ecologico. Il modello di sviluppo del turismo culturale cambogiano ha mosso i primi passi nel 1992 quando l'Unesco ha avviato un piano simile a quello ideato per l'Egitto e l'Italia circa 45 anni fa. Ovvero un sistema di coordinamento internazionale - supportato da una legge ad hoc e da uno stanziamento di fondi - teso a sensibilizzare i Paesi nella salva-

Lo stand della Cambogia alla BMT. Sotto, scambio di doni fra il ministro del Turismo cambogiano Khon Thong e il presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli

guardia dei beni patrimonio dell'umanità. E' così sorto un fronte largo di sostegno che ha visto uniti circa 20 Paesi, dall'Europa all'Oceania, nell'aiutare la Cambogia a valorizzare l'am-

pia offerta turistico-culturale. L'offerta archeologica del Paese è stata presentata questa mattina nel corso di un incontro al quale hanno partecipato, Khon Thong, ministro del Turismo del-

ISTANTANEE DALLA BMTA 2010 -

la Cambogia, Narang Nouth, ambasciatore della Cambogia all’Unesco, Azedine Beschaouch, consigliere speciale del direttore generale ICCROM e segretario permanente del Comitato internazionale per la conservazione del sito di Angkor Wat (il più visitato del paese), Sangvar Sok, direttore aggiunto del ministero del Turismo, e Kéria Chau Sun, direttore del dipartimento per lo sviluppo culturale, dei musei e delle norme patrimoniali.

in diretta dagli stand

Mounir Bouchenaki riceve dal presidente Cirielli la targa della BMTA

IL SOGNO DI BOUCHENAKI

Insieme a Paestum Palestina, Israele e le loro archeologie Terza rassegna in Italia per l’offerta turistica di settore dopo BIT e Ttg, prima per la presenza di iniziative di rilievo assoluto come Archeovirtual, marketplace animato da 90 buyer provenienti da 16 Paesi, selezionati insieme con l’Enit. Questi i numeri più strettamente fieristici snocciolati dal direttore Picarelli. “Qui a Paestum ha luogo l’unico salone al mondo in cui sono abbinate la fruizione turistica e la promozione culturale dei beni archeologici”, ha evidenziato il dirigente al Turismo della Provincia di Salerno, Ciro Castaldo, coordinando gli interventi dell’inaugurazione. Un concetto successivamente ribadito e sviluppato in tutti gli interventi che hanno caratterizzato la conferenza. Tutto questo avviene a Paestum, città che “continua ad esprimere la capacità di intercettare grandi flussi nazionali e internazionali di turismo maturo e consapevole: intorno a questo va costruita un’attività giovane, moderna e competitiva”, ha tenuto a ribadire il

sindaco di Capaccio-Paestum, Pasquale Marino. Alla sua prima uscita pubblica nell’incarico di Sovrintendente ai Beni Archeologici di Salerno, Benevento, Avellino e Caserta, Adele Campanelli ha tenuto a sottolineare l’importanza della sintesi fra cura e valorizzazione del nostro patrimonio storico archeologico, soprattutto con l’opportuno orientamento alla comunicazione. “Gli archeologi devono raccontare cosa la storia ha tramandato. Difendere e valorizzare il patrimonio comporta cura e richiede costi: la vetrina della BMTA consente di evidenziare che questo immenso patrimonio di cui la Campania dispone non è mera ricerca scientifica, ma ricomposizione del nostro passato”. Il presidente del Parco del Cilento e del Vallo di Diano, Amilcare Troiano, ha messo l’accento sull’importanza delle sinergie fra i diversi attori locali ed ha annunciato alcune iniziative: l’interpretazione dei luoghi che a Velia consentono di visitare gli scavi con la guida di attori che imperso-

nano Parmenide e Zenone sotto la Porta Rosa; il ritorno della rosa dei templi a Paestum, nelle tre aree rese disponibili dalla Sovrintendenza per la messa a dimora. Intervento conclusivo affidato al rappresentante del Paese Ospite Ufficiale della BMTA 2010, la Cambogia, con il ministro del Turismo Khon Thong. La fruttuosa esperienza del Paese dell’Est Asia in materia di recupero archeologico, giunta dopo anni di devastanti guerre, è improntata all’abbinamento con la tutela dell’ambiente, alla protezione dei beni archeologici anche rispetto ad atti vandalici e di saccheggio ed alla cooperazione fra tutti i livelli, locale, nazionale e internazionale.

Mounir Bouchenaki lo esprime a conclusione del suo intervento alla conferenza di apertura. E’ il sogno di uno studioso dell’archeologia, oggi direttore dell’ICCROM, che ha accompagnato dagli inizi la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico fino a vederla adesso grande. “Vorrei veder presentare i tesori archeologici e culturali della Palestina e di Israele, qui, assieme”. L’auspicio viene da colui che, dai vertici dell’Unesco, ha battezzato i due siti Patrimonio dell’umanità della provincia salernitana e, soprattutto ha determinato l’innovazione di ampliare il concetto di tutela dal singolo luogo archeologico all’intero paesaggio culturale che lo circonda. Dal palco, Bouchenaki ha salutato la presenza dei delegati culturali di Messico, Turchia e Uzbekistan, prima di introdurre la Cambogia come Paese ospite che vanta il più grande cantiere mondiale oggi esistente di restauro e di sviluppo, quello del sito archeologico-religioso di Angkor Wat.

è la società che dal 1994 produce i giornali in tempo reale organizzando redazioni e servizi di comunicazione istantanea a misura di ogni evento Questa edizione è curata e realizzata da e.press® srl come supplemento speciale alla testata

ì

-

reg. Trib. Napoli n. 4560

direttore Enrico Sbandi in redazione Claudio Ravel stampato in proprio - corso V. Emanuele, 135 - 80121 Napoli contatti: www.e-press.it - 081.2461083 - e.press@mclink.it


4

GIOVEDÌ

IN DIRETTA DALLA BMTA -

18

NOVEMBRE

2010

lavori in corso mentre questa edizione è in stampa

IN DIRETTA

GIOVEDÌ

18

NOVEMBRE

2010

ANNO

VI

N.

1

ARISTON, PAESTUM - PRIMA EDIZIONE

DISTRIBUZIONE GRATUITA

UNA RETE INTERNAZIONALE PER I MUSEI VIRTUALI ARCHEOVIRTUAL è una delle iniziative che rendono unica la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. La prima sessione del workshop, in corso mentre il giornale va in stampa, raccoglie un primo lotto di esperienze (seconda puntata domani alle 9,30) internazionali, che convergono verso la creazione di una rete mondiale di musei virtuali. L’incontro, coordinato dal direttore scientifico di ArcheoVirtual Sofia Pescarin del Virtual Heritage Lab del CNR Itabc vede la partecipazione di studiosi provenienti da ogni parte del mondo, con le esperienze in tema di virtualizzazione e fruizione su mezzi telematici del patrimonio archeologico maturate in Irlanda, Grecia, Svezia, Regno Unito e Svizzera.

PENNA O MOUSE due modalità per vivere L’ARCHEOLOGIA

Ugo Picarelli porta il saluto all’incontro “Viaggio d’autore”

Il taccuino e il digitale. L'esperienza spaziale e quella temporale. Due mondi diversi che però possono convivere. Senza farsi concorrenza l'un con l'altro, evitando di sottolineare le differenze, cercando eventualmente spiragli di apertura per una convivenza proficua. Ne stanno discutendo in sala Mercurio, mentre il giornale è in stampa, studiosi e docenti presenti all'incontro su "Viaggio d'autore. Il racconto di Paestum e del turismo archeologico. Dal taccuino al digitale", promosso da Paola Villani, presidente del corso di laurea "Turismo per i beni culturali" dell'Università degli studi di Napoli Suor Or-

sola Benincasa, in collaborazione con Sistur, Società Italiana di Scienze del Turismo presieduta da Nicola Boccella. “Se in passato - spiega Villani -, come in buona parte dei casi anche oggi, l'emozione consisteva soprattutto nel momento esperenziale di toccare il reperto archeologico, passeggiare su sassi e ciottoli risalenti a secoli fa, oggi la maggior parte delle persone gradisce entrare in questa dimensione, grazie alla tecnologia,da casa propria. Occorre dunque valorizzare il patrimonio culturale attraverso linguaggi digitali: sono due percorsi che si completano e non confliggono”.

Ore 10.40: flash e telecamere sono tutti per il presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli. La XIII Borsa Mediterranea del Turismo è appena stata inaugurata

LA BORSA HA FATTO 13 90 buyer da 16 Paesi: evento di grande respiro internazionale PAESTUM, 18 NOVEMBRE - Celebra- forza di anno in anno e l’eredità, involgimento delle realtà accadere la tredicesima edizione della presa in carico due anni orsono miche mondiali e, al tempo stesBorsa Mediterranea del Turismo dall’attuale guida provinciale, sta so, una più spiccata valorizzazioArcheologico, inaugurata stama- evolvendo e continuerà a farlo su ne e promozione del territorio cone, assume un valore particolare molteplici fronti. “Valorizzazione ordinata con Camera di commerin giorni in cui la tutela del patri- all’esterno, con un più intenso co- cio, Parco del Cilento, Ept e con monio archeologico è tutti i soggetti coinvolti nelsulle pagine della crola promozione territoriale”, ALLA RIBALTA I TESORI DEL SUD EST ASIATICO naca. Avvenimento è la linea indicata dal preunico nel mondo, la sidente della Provincia. Borsa è una grande “Sembra ieri che presenopportunità di promotammo a Milano il progetzione, di creazione di to della nascente Borsa valore e di affermaziodel Turismo Archeologico ne di valori. Il mentore - ha ricordato Ugo Picadell’evento, il presidenrelli, ideatore con la sua te della Provincia di Leader sas e direttore delSalerno, Edmondo Cila BMTA - e ci troviamo inrielli, ha lanciato forte vece già a guardare al trail suo messaggio, inguardo delle quindici editervenendo alla confezioni”. Ecco i numeri, le renza di apertura della caratteristiche e le iniziatimanifestazione: la ve che da oggi a domeniBMTA può e deve creca 21 caratterizzeranno scere, il progetto si rafl’evento di Paestum.

Cambogia Paese ospite

continua a pag. 3

edizione a cura di:

BorsaturismoNews n. 1 - 2010  

La newsletter quotidiana dalla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you