Issuu on Google+

CARROZZERIA AUTOFFICINA ELETTRAUTO

CARROZZERIA AUTOFFICINA ELETTRAUTO

Via C. Battisti, 110 24062 COSTA VOLPINO (Bg) Tel. 035.971193 Cell. 346.6069295

Via C. Battisti, 110 24062 COSTA VOLPINO (Bg) Tel. 035.971193 Cell. 346.6069295

Editore: MP & Partners - Direttore Responsabile: Nicola Martinelli - Reg. Tribunale di Bergamo numero 14 dell’8/4/1997 - Anno XVII - N. 4 - APRILE 2013

Circa 600 studenti di son dati appuntamento presso l’Incubatore d’impresa

C’è tempo fino al 15 aprile per presentare le domande di finanziamento

“Boom” di imprenditori al primo “Salone dell’Orientamento in Valcamonica”: associazioni imprenditoriali, Ordini professionali ed Imprese a disposizione dei giovani a dare un segnale di speranza e di interesse per il futuro delle nuove generazioni. Dopo le prime due giornate dedicate al tema della formazione, i ragazzi delle classi quarte di tutti gli Istituti superiori della Valcamonica hanno incontra-

Bernardo Mascherpa, assessore all’Agricoltura in Comunità montana di Valcamonica e il responsabile del servizio Alessandro Putelli, proprietari di alpeggi. economico per diversiannunciano interventi a In particolar modo è ficati tipi di intervento sostegno dell’agricoltu- previsto un sostegno (a pagina 21) ra nelle aree montane; bando per l’anno 2013. Si tratta di una normativa regionale gestita dalle Comunità montane (L.R. 31/2008, art. 24) a sostegno degli investimenti attuati da imprenditori agricoli, nonché dai Comuni

Pieno successo per il primo salone dell’orientamento

to il mondo del lavoro in quel di Cividate Camuno. In questi ultimi giorni circa 600 studenti di son dati appuntamento presso l’Incubatore d’impresa per continuare il percorso di

orientamento iniziato tra i banchi di scuola e continuato poi in quello che è diventato ad oggi un punto di riferimento per l’economia del territorio. (a pagina 9)

Interventi a sostegno delle aree montane

ROGNO

La Comunità Montana del Sebino Bresciano sostiene il Progetto finanziato dalla Regione Lombardia in collaborazione con L’Università Bicocca di Milano

È ora di aiutare le rondini

Se detti e proverbi, poesie e liriche, musiche e canti sulle rondini sono ricchi di fascino in ogni epoca della storia dell’uomo, è altrettanto vero che in pochi si stanno rendendo conto che la popolazione delle rondini, negli ultimi 10 anni, è diminuita del 50%. Guardie ecologiche, etologi, ornitologi, naturalisti e appassionati zoofili hanno lanciato l’allarme: ne è nato anche il progetto “E’ ora di salvare le rondini”, sostenuto dalla Comunità Montana del Sebino bresciano, che si avvale del lavoro prezioso di guardie ecologiche volontarie e di iscritti alle principali associazioni naturalistiche e di difesa dell’ambiente. (a pagina 3)

PIAN CAMUNO (Bs) - Via Provinciale, 1/D Tel. 0364.591197

Tel 0364 456536 Uffici ubicati a:

Tel 0364 361136 Ambulatori ubicati a:

Piancogno Edolo Lumezzane

Esine Edolo Martinengo

ARTOGNE PIANCAMUNO GIANICO


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Bene l’Unione dei Comuni della Civiltà delle pietre Chiude un bilancio tecnico-politico in ottime con dizioni la neonata Unione dei Comuni della Civiltà delle Pietre che comprende il nucleo storico dell’Unione formato dai Comuni di Braone, Capo di Ponte, Cerveno, Ono S. Pietro e Losine. Ora, dopo il primo anno di positiva esperienza, l’Unione è destinata ad ampliarsi con l’intervento di altri tre storici comuni che appartengono alla stessa area omogenea della media Vallecamonica e che sono Ceto, Cimbergo e Paspardo. In questo modo nasce un’Unione piuttosto importante, formata da 8 Comuni, tutti appartenenti alla stessa area in destra e sinistra orografica dell’Oglio, con un unico comun denominatore: la cultura della pietra, sia dal punto di vista storico-archeologico (il più grande giacimento scoperto di incisioni rupestri lungo 10.000 anni) che dal punto di vista tecnico-imprenditoriale (il granito cavato e scolpito ad usi civili). La Regione Lombardia ha

guardato con attenzione al progetto dell’Unione di questi comuni che ha dimostrato di camminare bene con le proprie gambe fin dall’inizio, sapendo progettare insieme i servizi necessari e immediati. Nel 2012 sono stati realizzati infatti alcuni progetti di grande interesse per le comunità dei 5 paesi: l’asilo nido dell’unione, la pista ciclabile che consente di collegare l’alta Vallecamonica al lago, la realizzazione dell’importante info-point turistico, l’allestimento degli uffici dell’unione per amministratori e cittadini e soprattutto il servizio coordinato di polizia locale. Tutto questo ha consentito di ampliare l’offerta dei servizi che, nei centri minori, sarebbero stati diminuiti o soppressi, partendo proprio dall’asilo nido che è stato considerato da subito un fiore all’occhiello della nuova organizzazione. Ma anche l’info-point di Capo di Ponte, vera porta di accesso ai parchi di incisioni rupestri di Naquane, Seradiuna, Bedolina, Cemmo e da oggi

anche di Ceto, Paspardo e Cimbergo, è destinato ad essere il luogo di accoglienza di migliaia di visitatori dei siti archeologici camuni ed il luogo da cui partire per percorsi culturali alla scoperta del più importante giacimento internazionale di incisioni rupestri finora portato alla luce. Il servizio di Polizia locale integrato tra i comuni dell’Unione ha consentito di estendere a tutto il territorio la presenza discreta, efficace e continua del controllo e della prevenzione del territorio, oltre alle indispensabili attività di comunicazione istituzionale ai cittadini, di notifiche e di verifiche a tutti i livelli. Il Presidente dell’Unione attualmente e fino alla fine del 2013 è il Sindaco di Capo di Ponte, Francesco Manella, che a fine anno, come da Statuto, passerà la mano ad un altro collega. Ora l’Unione passa da 5 a 8 con implemento di attività coordinate e condivise per la popolazione. Qualche nube sul 2013 potrebbe rendere il cielo della civiltà delle pietre meno limpido: il patto

di stabilità potrebbe essere applicato anche alle Unioni di Comuni con risultati facilmente immaginabili. Ma gli amministratori stanno lavorando per continuare a mantenere alta la qualità dei servizi realizzati: il lavoro fin qui svolto è già indicativo della volontà di collaborare, fare rete e organizzare assieme il territorio. Franco Garattini

ACQUISTIAMO ORO USATO

SI RITIRA ANCHE ARGENTO

Costa Volpino (Bg) - Via Nazionale, 100 - Tel. 035.972778 Orari: Lun.Ven 9.30-12.00 / 15.30-18.30 - Sabato 10.00-12.00

DARFO B.T. (BS) Via G. Marconi, 21 Tel. 0364.535699 E-mail darfo@camimmobiliare.it

BOSSICO

LOV140

NUOVA COSTRUZIONE Appartamenti al piano terra e al piano primo e villette a schiera di testa con vista lago. Classe Energetica D-E IPE da 140,16 a 187,40 kWh/m2a A partire da Euro 138.000,00

BOARIO TERME

DAR131

Appartamento al piano terzo: cucina, soggiorno, 3 camere, disimpegno e doppi servizi oltre a balcone e box auto. Riscaldamento autonomo. Classe Energetica C IPE 82,89 kWh/m2a INFORMAZIONI IN AGENZIA Ufficio di Darfo (Bs) - Tel. 0364.535699

L A S I G A R E T TA E L E T T R O N I C A

+ sana + ecologica + economica prossimamente a COSTA VOLPINO in ZONA PORTICI

info: 035.972169 - 338.7749170

Vendita vietata ai minori di anni 18

2


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Aperto lungo la supestrada a Esine

Il mercato dei sapori della valle E’ stato aperto il “Mercato dei sapori” (spaccio Cissva, prodotti agroalimentari, marchio Sapori di Valcamonica, artigianato, ecc.) presso la stazione di servizio “La Sosta” di Esine, lungo la superstrada ss.42. Si tratta del primo spazio commerciale della vallata dell’Oglio ove sarà possibile conoscere, acquistare e degustare i prodotti del territorio camuno. Un “concept store” che, grazie al sostegno della Comu-

nità montana, intende creare un eco-sistema commerciale di facile fruibilità, in cui le aziende agricole locali ed i consumatori, turisti o abitanti della Valle, possano incontrarsi per promuovere, acquistare e degustare i prodotti tipici del territorio. La Valcamonica produce e consuma; ora queste due realtà potranno incontrarsi per vendere e comprare – a prezzi equi – i migliori prodotti. “Sapori di Valcamonica” è il

marchio di distinzione della produzione locale di qualità grazie all’elaborazione di disciplinari di produzione ed al controllo della filiera. Il consumatore potrà così riconoscere le “eccellenze” della zona. “L’obiettivo finale – spiega un comunicato stampa firmato dal presidente comunitario Corrado Tomasi, e dagli assessori Bernardo Mascherpa (Agricoltura e bonifica montana) e Francesco Ghiroldi (Commercio

ed attività produttive) – è quello di creare un efficace canale commerciale in grado di stimolare lo sviluppo di nuove realtà produttive locali (artigianato, piccole produzioni). Allo stesso tempo si vuole offrire ai consumatori un punto di riferimento dove acquistare al giusto prezzo, grazie ad una filiera molto corta, prodotti di qualità quali: vini I.g.t., V.s.q. Valcamonica, prodotti della castagna e derivati,

La Comunità Montana del Sebino Bresciano sostiene il Progetto finanziato dalla Regione Lombardia in collaborazione con L’Università Bicocca di Milano

allevamenti? Se n’è parlato a lungo anche in occasione del terzo work-shop “E’ ora di aiutare le rondini” presso l’Auditorim della Comunità Montana del Sebino bresciano sabato 9 marzo. Presenti tutti i principali soggetti interessati e coinvolti nel progetto: il Parco dell’Adda sud, il Parco Pineta di Appiano Gentile, il Parco regionale di Montevecchia, il Parco delle Groane, il Parco regionale della Valle del Lambro, il Parco dei Colli briantei, il Parco del Mincio, la Comunità Montana Valtellina di Morbegno, le Provincie di Cremona e di Monza. Continuerà il monitoraggio e la ricerca scientifica, ma nel frattempo è stato lanciato anche l’appello a tutti gli imprenditori agricoli e allevatori perché abbiamo un ruolo più responsabile nella tutela di questo prezioso animale, vero indicatore dello stato di salute dell’ambiente dove vive anche l’uomo.

È ora di aiutare le rondini

Se detti e proverbi, poesie e liriche, musiche e canti sulle rondini sono ricchi di fascino in ogni epoca della storia dell’uomo, è altrettanto vero che in pochi si stanno rendendo conto che la popolazione delle rondini, negli ultimi 10 anni, è diminuita del 50%. Guardie ecologiche, etologi, ornitologi, naturalisti e appassionati zoofili hanno lanciato l’allarme: ne è nato anche il progetto “E’ ora di salvare le rondini”, sostenuto dalla Comunità Montana del Sebino bresciano, che si avvale del lavoro prezioso di guardie ecologiche volontarie e di iscritti alle principali associazioni naturalistiche e di difesa dell’ambiente. Per il terzo anno consecutivo il progetto prende in considerazione il numero di nidi e nidiate nelle cascine bresciane dove un tempo le rondini erano di casa. Ma per fare questo è necessario avere dei rilevatori di nidi e degli inanellatori che operano a scopo scientifico verificando le nidiate e lo stato di salute della popolazione esi-

stente nelle cascine bresciane. Ai pulcini delle rondini, chiamati in termine tecnico “pulli”, vengono applicati degli anelli che poi consentiranno, nella possibile verifica statistica del futuro, di capire la sopravvivenza della popolazione, l’andamento zonale, le migrazioni e la qualità della loro vita (durata dei voli, cibo ingerito, quantità di grasso accumulato, fertilità delle coppie, zonizzazione dei nidi). I dati raccolti vengono rielaborati dai ricercatori dell’Università Bicocca di Milano che cercheranno di capire perché l’animale che annuncia la primavera sta scomparendo dai nostri cieli. Il dato

più allarmante deriva però dalla presenza di moschicidi e più in generale di insetticidi nelle stalle dove si produce latte. L’alimentazione delle rondini è a base di mosche: infatti ogni piccolo di rondine viene nutrito con 5 grammi di mosche al giorno; ogni nido comprende in media 4 piccoli (o pulli) di rondine, per un totale di circa 20 grammi di mosche catturate per ogni nido, oltre al quantitativo che serve ai genitori (entrambi infatti lavorano per dare cibo ai piccoli). Pertanto in nido di rondini consuma presumibilmente almeno 30 grammi di mosche al giorno, tutte catturate nell’immediato areale del nido, proprio come se si trattasse di una carta moschicida biologica. I pulli vengono alimentati per 4-6 mesi dai genitori, per una totale di almeno 5 chili di mosche catturate per alimentare una famiglia di rondini, con qualche centinaio di migliaia di mosche prelevate dall’ambiente. Facile comprendere l’enorme valore per l’ambiente, i cibi, gli animali e l’uomo svolto dalle rondini. Cosa fare, dunque, per salvaguardare questa biodiversità che viene costantemente minacciata dalla chimica a difesa di suolo e

frutta ed ortaggi, confetture, distillati, miele, olio, farine (mais e segale), pesce fresco o trasformato, Silter, prodotti lattiero-caseari della cooperativa Cissva di Capo di Ponte, prodotti lattiero caseari ottenuti con il latte di capra, compreso il “Fatulì”, salumi prodotti dalle aziende agricole”. Grazie alla posizione di grande transito e di facile accesso, il punto di vendita della “Sosta” di Esine potrà diventare il luogo di riferimento per il turista in cerca di genuinità, ma anche un sito di informazioni sul territorio della Valcamonica. Proprio per questo è stato allestito un punto di informazione e comunicazione di prossimità della Comunità montana attrezzato con uno schermo video in grado di trasmettere vari contenuti modulabili nel tempo. Tale

progetto, adesso divenuto realtà, consente e consentirà di avviare, da parte della Comunità un servizio di certificazione e controllo delle produzioni agro-alimentari del territorio al fine di contrassegnare i prodotti a marchio “Sapori di Valcamonica”: una garanzia insomma circa la provenienza e la metodologia di produzione. Da sottolineare infine che la Comunità ha attivato da tre anni un sito internet “Sapori di Valcamonica”. “Riteniamo strategico – scrive l’assessore Bruno Mascherpa – anche un sito illustrante i ristoranti che ogni anno partecipano all’iniziativa “Settimane della gastronomia camuna” e che, nel corso della rassegna, hanno contribuito a valorizzare e promuovere il paniere dei prodotti agroalimentari della vallata”.

Evoluzione vincente

EVOLUZIONE PROFESSIONALE.

Può accedere ad un percorso di crescita nel settore della intermediazione assicurativa. ALLEANZA ASSICURAZIONI Agenzia di Darfo Via A. De Gasperi, 2b - BOARIO TERME (Bs) Tel. 0364.532253

Franco Garattini

PIAN CAMUNO (Bs) Via Provinciale, 1/D - Tel. 0364.591197

Vasto assortimento di piante da balcone e fiorite Sementi, terricci, piante, antiparassitari e concimi Arbusti, conifere, rose, rampicanti, piante da siepe e fruttiferi per il giardino

BESSIMO DI DARFO (Bs) - Uscita superstrada Rogno - Tel. 0364.529584 NADRO DI CETO (di fronte Concessionaria Fepecar) - 0364.434700

3

www.gardencentroverde.it


4

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

parte dei proprietari), Cittadini, enti, associazioni e tutti i soggetti potenzialmente interessati hanno la possibilità di presentare richieste in forma scritta chiarimenti e semplificazioni di norme risultate di difficile interpretazione e messa a punto di norme più approfondite su aspetti specifici. “La complessità del territoIl Pgt del Comune di territorio brenese pren- pervenute negli ultimi rio comunale e la forte Breno è in continua evo- de avvio in questi giorni mesi in municipio e saluzione, per adeguarsi tramite la pubblicazione ranno valutate congiun- evoluzione del contesto alle nuove esigenze ed ai di un apposito avviso tamente dall’ammini- normativo, anche solo in cambiamenti che la pia- che informa cittadini, strazione per la verifica ambito tributario, hanno fatto affiorare nuove nificazione territoriale enti, associazioni e tutti i di accoglibilità. richiede. soggetti potenzialmente La variante porterà ad necessità – dichiara l’asL’amministrazione co- interessati della possi- una diminuzione del sessore all’Urbanistica e munale ha pubblicato il bilità di presentare, nei consumo di suolo e Territorio Michele Casuo Pgt un anno fa ed successivi trenta giorni, prenderà in considera- nossi – necessità che, oggi è già tempo di ap- richieste in forma scrit- zione, ad esempio, la ri- insieme ad un’attività portare le prime modifi- ta. Le sollecitazioni che duzione delle aree edifi- di attento monitoraggio del che. Il procedimento per verranno raccolte si ag- cabili (qualora ci fossero dell’applicazione la variante al piano del giungeranno a quelle già richieste in tal senso da Pgt, condotta dall’uf-

Breno inizia il percorso per la Variante al PGT

Fucine ha vissuto la solennità di un battesimo ad un adulto che ha partecipato, pregato, cantato, gioito con tutta l’Assemblea

Gerry entra nella comunità cristiana della Vallecamonica

Quando giunsero in Vallecamonica il 3 luglio 2011 i profughi in fuga dalla guerra di Libia non immaginavano nulla sul loro futuro. Il gruppo ospitato dalla Caritas di Darfo fu immediatamente integrato con le attività associative mese in campo dalla Caritas, tra cui i corsi di alfabetizzazione di italiano, alcune attività manuali di manutenzione dello stabile, l’inserimento in piccoli gruppi nelle attività oratoriali di Darfo e di Fucine. Certo Gerry Justice, allora 24enne (attualmente ha 26 anni), sposato con una donna che ha una grave infermità a causa dell’amputazione di una gamba, con un bambino che ha compiuto i 3 anni, ghanese di origine, non immaginava che avrebbe

incontrato Dio, come ha dichiarato lui stesso. “Senza Dio non posso più vivere”, ha detto nel suo discorso di saluto all’assemblea liturgica della notte del sabato santo nella chiesa parrocchiale di Fucine. Poco prima aveva ricevuto il sacramento del Battesimo, della Cresima e dell’Eucarestia ed in mattinata anche quello della Riconciliazione. Mentre altri catecumeni adulti provenienti da altre parti del mondo sono stati battezzati nella stessa notte in Cattedrale a Brescia, per Gerry il Vescovo Mons. Monari ha concesso una deroga, incaricando il Parroco di Fucine e Presidente della Caritas zonale di Vallecamonica, Don Danilo Vezzoli, di amministrargli i Sacra-

menti. Quando il Vescovo Luciano inaugurò il Dormitorio S. Martino alla Caritas di Darfo il 18 dicembre scorso, celebrò anche la cerimonia di ammissione di Gerry al percorso di iniziazione cristiana, seguito dal diacono permanente Felice Pedersoli di Montecchio. Quel percorso ha dato i suoi frutti: sabato 30 marzo nella chiesa di S. Anna e Rocco di Fucine di Darfo Gerry Justice ha ricevuto i sacramenti ed è diventato cristiano. Oltre alla solennità della veglia pasquale, Fucine ha vissuto anche la solennità di un battesimo ad un adulto che ha partecipato, pregato, cantato, gioito con tutta l’Assemblea ed alla fine ha ringraziato tutti: Don Danilo, la Caritas, il

Diacono Felice che gli ha fatto da padrino, gli amici di questi anni, i compagni delle partite di calcio all’oratorio, le Suore del Centro d’ascolto. “Senza Dio non potrei più vivere”., ha ribadito Gerry commosso asciugandosi l’acqua battesimale tra i foltissimi capelli crespi, ma anche il sudore della sua emozione e qualche lacrima. “Qui ho trovato la fede, la pace ed una nuova famiglia - ha proseguito nel suo italiano pulito – e se Dio vorrà nel futuro voglio dedicarmi ad aiutare i bambini senza genitori, come Don Danilo ha fatto con me”. Il Coro parrocchiale lo ha salutato con il canto “Le tue mani”: quelle di Gerry, nella notte del sabato santo, erano davvero piene di gioia.

ficio tecnico e ad alcune sollecitazioni dei cittadini, hanno portato il Comune a deliberare per la predisposizione di una variante al piano stesso”. Ci sono adesso trenta giorni di tempo perché i brenesi facciano presenti le loro esigenze. Giovedì 21 marzo, alle ore 20.30, nella sala del Bim a Breno è stata organizzata un’assemblea pubblica sull’argomento. Nel frattempo, sempre l’assessore Canossi ha indirizzato ai cittadini una missiva nella quale spiega dettagliatamente la situazione e cosa l’amministrazione comunale intende proporre. “Le scelte più importanti – sottolinea l’assessore - sono state fatte tra il 2009 ed il 2010; tuttavia non è ancora passato sufficiente tempo per valutare a pieno l’efficacia delle previsioni principali (infatti la legge prevede che il Pgt sia rinnovato radicalmente ogni 5 anni). Ed ancora: le tempistiche che ci proponiamo per l’attuazione della variante non permettono di approfondire temi

troppo complessi che verranno affrontati in futuro. Gli obiettivi sono pertanto abbastanza limitati. Canossi si occupa (e preoccupa) poi dell’aspetto economico della questione. “E’ vero che mettere mano ad una variante comporta dei costi che vengono pagati con soldi pubblici, ma questo non vuol dire che non ne valga la pena: l’adeguamento del Pgt alla realtà ed alle necessità dei singoli, delle aziende e delle amministrazioni può comportare, per tutti questi soggetti, minori costi o maggiori opportunità economiche”. La lettera cui si faceva cenno conclude poi con alcune considerazioni tecniche. Ci sono 30 giorni per presentare richieste. Verranno stabiliti i contenuti principali della variante su cui lavorare. Si attiverà il procedimento di Valutazione ambientale strategica (Vas). Entro 90 giorni il consiglio comunale dovrà votare se respingere od accettare le osservazioni.


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

5

Nel corso della nuova legislatura si dovrà seriamente perfezionare la rio; il che ha provocato Nel convegno sono sta- Diritto di Famiglia non la condanna dell’Italia da ti pure presentati i risul- si occupa fino in fondo legge per risolvere i problemi di tanti figli contesi

L’affido condiviso: una normativa poco attuata in Italia

Sull’onda dell’aumento delle separazioni fra coniugi, anche in Italia si è giunti con la Legge 54 del 2006, all’introduzione della norma denominata “Affido condiviso” riferita ai genitori separati nei riguardi dei figli, che sono in realtà i primi e più fragili soggetti a subire le conseguenze di quella scelta. In genere quando una coppia si separa, il figlio viene affidato ad uno solo dei coniugi, escludendo in pratica, il ruolo dell’altro dal compito educativo del minore. Questo tipo di comportamento provoca gravi ripercussioni sullo stato di salute psicofisica dei figli e di conseguenza sull’intera società. L’appropriata applicazione della Leggepurtroppo ancora scarsamente attuata- comporta invece una leale compartecipazione dei due genitori nella guida e nelle scelte attinenti la vita del figlio con la possibilità per lui di usufruire della vicinanza, interessamento e affetto di entrambe le figure genitoriali: ma ciò è possibile solo se fra i due si instaura un rapporto di fiducia e condivisione reciproca. In un interessante dibattuto incontro svoltosi a Bergamo alla Casa del Giovane, alcuni esperti hanno trattato a fondo il tema : “L’interesse del minore fra scienza e diritto”: nuove acquisizioni“, con l’intervento della senatrice Alessandra Gallone, Ermanno Baldassarre, presidente dell’Ordine degli Avvocati, Don Eugenio Zanet-

ti per la Diocesi, Simone Pillon per il Forum delle Famiglie, Vittorio Verzetti , pediatra e responsabile scientifico nazionale dell’ANFI , e rappresentanti dell’ANFI di Milano e Lombardia. Una prima constatazione emersa nel convegno è

Si parla in questi giorni dell’abolizione degli Ospedali psichiatrici giudiziari, una triste realtà che contrasta con la riforma Basaglia che nel 1978 aveva abolito i cosidetti “manicomi” come sistemazione definitiva per i malati mentali. Ad oggi si vedono sicuramente le conseguenze positive della presa in carico dei soggetti affetti da varie forme di disagio mentale che , come si può constatare, hanno tratto da questo provvedimento, benefici in ogni senso, usufruendo non solo di nuovi farmaci, ma anche e soprattutto dell’attenzione e della cura loro riservata al fine di una riabilitazione e di un recupero positivo delle loro potenzialità fisiche, affettive e psicologiche nel contesto della società civile. Le moderne strutture che ne sono seguite, come i Centri Diurni e residenziali ne favoriscono l’inserimento familiare e sociale, spesso lavorativo, grazie ad una molteplicità di interventi da parte di persone qualificate come educatori, psichiatri, assistenti sociali, volontari. A questo proposito vogliamo porre all’attenzione di chi

stata la diversità dei dati e dei comportamenti in fatto di Affido condiviso, fra Italia e altri Paesi del mondo. In Italia solo l’uno per cento dei figli dopo la separazione viene affidato ad entrambi gli ex coniugi con obbligo di tempo e impegno parita-

parte della Corte europea dei “Diritti dell’Uomo” per la scarsa attenzione attuazione delle norme sull’Affido condiviso. Le cifre registrate dall’Istat in questo campo parlano da sole: sono 25.000 i minori (1 su 3) che perdono i contatti con uno dei due genitori dopo la loro separazione e spesso con i nonni. Le conseguenze in ambito neurologico e psichico, dovute alla deprivazione affettiva, stress emotivo, squilibrio psicologico, sono evidenti e preoccupanti.

tati di una ricerca che ha coinvolto 300.000 minori in tutti i continenti: lo studio dimostra che in paesi come la Svezia, gli Stati Uniti, l’Australia, dove l’affidamento congiunto del minore è una realtà regolamentata, sono di molto diminuite le cause di separazione come pure la volontà di divorziare: un risultato che crea un effetto positivo per le famiglie con l’incremento dei matrimoni. Ciò che non sta avvenendo in Italia dove,- come afferma Alessandra Gallone- “ il

Qualità e varietà di lavori creativi: così si attua la riabilitazione al Centro Diurno di Trescore Balneario

Per il disagio mentale la miglior medicina è il coinvolgimento e l’affetto legge, quanto si sta operando in questo settore ad esempio, nel Centro Diurno di Trescore, una delle strutture per malati mentali più frequentata dell’Azienda Bolognini di Seriate, con la presenza di circa 40 utenti. Come ci racconta l’Educatrice ; “qui le giornate non passano inattive per una molteplicità e varietà di lavori e attività che non vedono nessuno in ozio: da quelle sportive come nuoto, pallavolo, calcio a quelle manuali e ricreative di vario genere. Per svolgerle, gli operatori hanno attuato in questi anni, un importante lavoro di sensibilizzazione del territorio in forte collaborazione con artigiani, artisti, associazioni, volontari, strutture del paese come scuole, realtà private e pubbliche. Il rapporto quotidiano con l’utenza è fonte d’impegno, al fine di realizzare una capacità creativa attinente alle qualità che ogni singolo soggetto manifesta con la sua sto-

ria personale”. Una bella novità che ci viene comunicata è quella del gruppo di ragazze che durante tutto l’anno svolgono un laboratorio di cucito, ricamo, pittura su seta, maglia e uncinetto, creando oggetti di qualità e fantasia, e che da ora si sono volute dotare di un proprio “Logo” per distinguere i lavori realizzati: è un piccolo fiocco dai colori giallo, rosso, azzurro, con la denominazione di “ The Rainbow Girls”(Le Ragazze Arcobaleno). La regista delle attività è soprattutto l’educatrice professionale, laureata in Scienze Pedagogiche, è aiutata da volontarie esperte nei lavori di cucito. Pure i maschi sono impegnati in vari tipi di lavoro: recupero di oggetti, creazione di quadri e oggetti artistici in legno, assemblaggio, manutenzione degli ambienti con l’uso del colore. Attualmente i locali sono dipinti con colori forti che vanno dal giallo

all’arancione, per cui entrando si viene accolti da un senso di benessere e serenità, perché “anche il colore ha una valenza terapeutica”. E’ però fondamentale per trasmettere entusiasmo e voglia di fare a queste persone spesso abituate a stare da sole e inattive, creare con loro dialogo e relazioni positive anche ad esempio, attraverso il metodo introdotto in questi anni dall’educatrice, del “racconto di vita”; uno strumento terapeu-

del bene dei bambini e i giudici si trovano molto spesso da soli ad affrontare situazioni difficili e a trovare la soluzione migliore per i più piccoli” Si è quindi sottolineato l’importanza del concetto di “bigenitorialità” ai fini della crescita equilibrata e serena dei figli: “per questo il primo impegno della legislatura dovrà seriamente essere quello di perfezionare la legge per risolvere i problemi di tanti figli contesi, genitori bistrattati e nonni ignorati”. R.Belotti

tico con il quale” i soggetti si riappropriano del passato e dei sentimenti ad esso legati, rivivendo in una globalità che comprende aspetti positivi e negativi. La malattia è infatti soltanto una piccola parte di tutto l’essere, che sta agli operatori della riabilitazione far emergere”. Gli effetti positivi della riabilitazione hanno consentito spesso l’ inserimento nel mondo del lavoro di parecchi soggetti, che pur sempre in cura e seguiti dall’educatore, hanno riacquistato la capacità e la volontà di lavorare e vivere in piena normalità. R.Belotti


6

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Gli studenti del polo liceale Decio Celeri di Lovere incontrano l’Europa tramite il progetto Comenius, alla scoperta della piena legalità nel rispetto delle diversità

Lovere e l’Europa

Studenti tedeschi, francesi e inglesi, accompagnati dai loro insegnanti, sono stati a Lovere per 4 giorni, da domenica 10 a mercoledì 13 marzo, per un incontro all’interno del “Progetto Comenius” sul tema dei linguaggi e degli stereotipi dei pregiudizi sugli altri popoli, per abbattere barriere linguistiche, culturali e sociali. Il progetto Comenius promuove un ampio percorso che attraversa l’Europa comunitaria e va ad incidere sui singoli cittadini, partendo dalle scuole. In particolare. le azioni Comenius nascono come programma di supporto volte a garantire lo sviluppo e la formazione scolastica, per aiutare i giovani e il personale docente a comprendere meglio le culture europee, le diverse lingue e valori. Il programma si basa anche sul miglioramento della qualità e l’aumento del volume della mobilità degli scambi di allievi, personale docente e istituti scolastici nei vari Stati membri dell’Unione europea, in modo da coinvolgerli in attività educative congiunte. A Lovere il progetto ha portato studenti tedeschi, inglesi e francesi

a confrontarsi con gli studenti del polo liceale Decio Celeri su un tema di estrema urgenza: gli stereotipi tra i popoli dell’Europa. I ragazzi, quando sono messi nelle condizioni di lavorare bene, motivati, informati e organizzati, sanno cogliere il senso di una proposta di alto livello: al di là della vacanza e del viaggio, sanno cogliere il valore fondamentale di una formazione che L’Associazione Pensionati e Anziani di Erbanno ha festeggiato il ventennale dell’inaugurazione del suo centro. Dal 1993 ad oggi il centro diurno di via della Torre si è sviluppato e ha animato la vita del paese con numerose iniziative a favore degli anziani. Per festeggiare il compleanno della loro sede, i soci del gruppo erbannese (che esiste dal 1980 e conta oggi quasi 200 unità) si sono ritrovati, quindi presso i locali del centro dove si è svolto un breve convegno con la presentazione del libro realizzato per l’occasione sulla storia dell’associazione. Di fronte a un centinaio di soci e simpatizzanti è intervenuto l’attuale presidente dell’associazione, l’arch. Pizio, che ne ha ripercorso le tappe principali. Di seguito ci sono

li rende più partecipi delle scelte comunitarie di oggi, per il loro futuro che è ormai alle porte. Lunedì 11 marzo. Primo giorno di lavoro comune, gli studenti italiani e stranieri si sono trovati nell’aula magna del Convitto Cesare Battisti ed hanno partecipato ad una simulazione di un incontro al Consiglio d’Europa, recependo comunitariamente le raccomandazioni sull’abbat-

timento delle barriere culturali, quindi sociali e politiche. Il linguaggio usato da tutti gli studenti di 4 nazioni è stato l’inglese, parlato e scritto in modo più che corretto anche da chi non è madrelingua inglese. In modo particolare, è emersa l’ottima preparazione anche linguistica degli studenti loveresi che hanno saputo dialogare con i colleghi europei e trattare con sistemi di comunicazione avanzata (Power-point, videofilmati con sottotitoli in inglese, twitter, faceebook) gli argomenti di

interesse comune sul tema dell’interazione tra culture, degli stereotipi (quali “italiani spaghetti e calcio”) e dell’effettivo abbattimento di quei muri che sono prima di tutto pregiudizi. Piena soddisfazione è stata espressa da tutti i docenti ed in particolare dal dirigente scolastico del Liceo Celeri, Prof. Gianbattista Campana. Ottima anche la conduzione del meeting di Comenius durante il quale è emersa anche la solare ospitalità italiana. Franco Garattini

L’Associazione, nata nel 1980, conta circa 200 adesioni

Una festa per il ventennale del Centro Anziani di Erbanno

stati i saluti del sindaco di Darfo Boario Terme Ezio Mondini, che ha sottolineato l’importanza del centro anziani dal punto di vista social. L’assessore ai servizi sociali, Luigina Gaioni ha invece rimarcato come degna di nota la scelta di festeggiare una tale

ricorrenza non solo con un momento conviviale, bensì con la pubblicazione di una ricostruzione storica e il fatto di aver affidato tale compito a un giovane. E’ stata poi la volta dell’autore di tale ricerca storica, il loziese (ma di nascita erbannese) Mi-

chele Pizio, che ha brevemente presentato il libro intitolato “L’Associazione Pensionati e Anziani di Erbanno 1980-1993”. L’autore ha ripercorso i trentatre anni di vita del consorzio basandosi sui verbali dell’associazione e sulle interviste realizzate con alcuni dei soci più anziani. Al termine del convegno tutti i partecipanti hanno gustato i proverbiali casoncelli erbannesi preparati dalle volontarie dell’associazione, mentre sulle pareti del salone scorrevano videoproiettate le fotografie (molte delle quali pubblicate nel libro) di trent’anni di storia dell’associazione.

Informazioni commerciali

Novità Tecnodent

Lo studio odontoiatrico Tecnodent di Costa Volpino e Breno, presenta il trattamento innovativo per l’allineamento dei denti. Grazie a delle mascherine che lavorano con una serie di allineatori removibili e trasparenti, è possibile riallineare i denti senza fili o attacchi. Infatti queste mascherine sono invisibili, removibili (è possibile bere, mangiare,  ed effettuare una corretta igiene orale) e su misura, per eliminare problemi di irritazioni e abrasioni. Il ridotto spessore degli aligner non crea alterazioni di pronuncia; è indicato per chi è allergico ai metalli, per il paziente affetto da paradontosi, e non provoca allergie. Inoltre può essere adottato sia per miglioramenti easy che per interventi complessi. Da Tecnodent si potrà pianificare anticipatamente la fine del trattamento, e monitorare attraverso un apposito software, gli sviluppi del sorriso e quale sarà il risultato finale. Si potrà valutare, inoltre, l’analisi ortodontica dei casi, con la possibilità di rilevare tutte le varie misurazioni dimensionali, sezioni e analisi occlusali dei singoli denti e delle intere arcate. Sarà possibile selezionare e spostare i denti di entrambe le arcate valutando intersezioni, distanze, spostamenti ed eventuali collisioni, potendo così programmare un set-up personale del trattamento. Infine, grazie a “Ortho Viewer” consente la visualizzazione, l’ispezione e la misura di modelli 3D. Per maggiori informazioni Tecnodent snc via Nazionale, 40 – Breno via Pelabrocco, 14a. Info 035.988335

Via Nazionale, 40 - COSTA VOLPINO (Bg) - Tel. e Fax 035.988335 www.tecnodentsnc.it - e-mail: info@tecnodentsnc.it Via Pelabrocco, 14a - BRENO (Bs) - Tel. 0364.320971

TRATTAMENTO INNOVATIVO PER L’ALLINEAMENTO DEI DENTI ◆ INVISIBILI ◆ REMOVIBILI ◆ SU MISURA Le maschere lavorano con una serie di allineatori removibili e trasparenti per riallineare i denti senza filo o attacchi.

In collaborazione con ESSERRE Laboratorio Odontotecnico, Brescia


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Destinato agli operatori privati per valorizzare le aree protette del solco montano dell’Oglio

Un progetto per l’ideazione di pacchetti turistici

La Comunità montana di Valcamonica ed il Parco Adamello, su indirizzo dell’unità operativa Parchi ed Aree Protette della Regione Lombardia, si propone come soggetto capofila del progetto finalizzato all’ideazione da parte di operatori privati di pacchetti turistici che valorizzino le aree protette del solco montano dell’Oglio, in vista dei potenziali turisti attratti a Milano e più in generale in Lombardia dall’Expo 2015. Questa opportunità unica ed irrepetibile per far conoscere il territorio camuno e le sue bellezze naturalistiche ad un pubblico internazionale è stata resa possibile grazie a Regione Lombardia che ha promosso una serie di incontri e di accordi atti a definire la creazione di pacchetti turistici specifici per i parchi lombardi. Un utile strumento in grado di valorizzare il sistema parchi naturali attra-

prendente, ma poco noto che, se adeguatamente divulgato e supportato da un’offerta appropriata potrà indurre nuova linfa vitale al comparto turistico camuno. Questo progetto, oltre al Parco Adamello, coinvolge altre importanti realtà camune quali “Sapori di Valcamonica” e “Distretto culturale di Valcamonica”. La sinergia e l’integrazione delle diverse competenze degli attori coinvolti per il perseguimento di tale fine comune, fanno ben sperare circa il successo dell’iniziativa e la qualità delle proposte turistiche che verranno selezionate. Per maggiori informazioni e per l’eventuale invio di proposte è opportuno rivolgersi a Comunità montana di Valcamonica, servizio Parco dell’Adamello, piazza Tassara,3 25043 Breno, telefono: 0364/324011, fax 0364/22629.

La Comunità Montana di Vallecamonica ha organizzato un corso per operatori

produttori di vino o di castagne o di piccolo frutti. Un luogo particolarmente idoneo a questo scopo potrebbe essere il neonato “Distretto rurale”, società consortile a responsabilità limitata dal nome “ViviAMO Valcamonica” che ha sede presso l’Incubatore d’Impresa a Cividate Camuno, formato – è il caso di dirlo – da una serie di imprenditori del settore tutti molto giovani. Tra essi figura il Presidente, Dario Bonfanti, che gestisce da anni con successo il suo agriturismo a Darfo e che, con coraggio e che ha aperto numerose iniziative collegate alla filiera corta dell’agriturismo di qualità.

L’agriturismo camuno di fronte alla sfida del mercato

Un corso, una guida specializzata ed un sito dedicato per formate il pacchetto con tre interventi omogenei e coordinati, multimediali e funzionali all’utente del settore agrituristico della Vallecamonica. E’ quanto organizzato dal settore agricoltura e zootecnia della Comunità Montana che ha organizzato un corso per operatori agrituristici per aggiornare chi già si trova sul mercato e formare i nuovi operatori. Il corso tende a valorizzare le tipicità locali in ogni settore, quindi anche in quello della gastronomia che si avvale della filiera a chilometro zero. Il vantaggio per gli alimenti prodotti e consumati in loco, anche secondo l’ASL, è di fondamentale importanza per la salute del consumatore. Tra le materie del corso, oltre a norme e decreti, previsto anche dalla HCCP, vi sono elementi

di tecnica di preparazione e conservazione degli alimenti, norme igienicosanitarie, controlli della qualità degli allevamenti di vario genere, valorizzazione di prodotti agricoli autoctoni e della filiera della castagna camuna, prodotti lattiero-caseari e produzioni tipiche DOP, tra cui il Silter camuno, i vini locali, i piccoli frutti, le uve e le mele camune. Visto il principio della rete, delle sinergie e della filiera corta dei vari sistemi che operano sul territorio, la cucina agrituristica camuna potrebbe entrare a far parte delle proposte molto ben consolidate delle settimane della gastronomia camuna, pur con una specifica connotazione, diventando una sorta di “enclave” della cucina agrituristica all’interno del progetto delle settimane che dura da fine settembre a novembre. Al corso partecipano una

quarantina di operatori provenienti da tutto il territorio; tra essi figurano molte giovani che intendono affrontare l’esperienza agrituristica, in questo sostenuti anche dal neonato “Distretto rurale di Vallecamonica” che comprende una trentina di moderatori del settore. Ma anche donne, a riprova del fatto che l’agriturismo, che si prefigge un modo soft di utilizzo del territorio e la valorizzazione di ogni specificità locale, ha trovato le sue ambasciatrici naturali. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione spendibile come “immagine” dell’azienda agrituristica, mentre è facile intuire che a breve potrebbe nascere anche un’apposita associazione che collega e coordina tutti gli operatori del settore, in analogia ad altre iniziative del territorio, come ad esempio i Rifugi o i

L’angolo della Poesia Se una balena…

laborazione di pacchetti turistici. Le proposte potranno pervenire sino a tutto il 2013 e verranno via via validate in base ai requisiti di ammissione (documentazione consultabile sul sito www. parcoadamello.it), assegnando loro un punteggio secondo i parametri stabiliti nel documento “Criteri di valutazione ed altre indicazioni” (anch’essa presente e scaricabile del sito del Parco Adamello). Quella presentata dal bando è un’occasione per mettere in gioco l’intero assetto naturalistico e paesaggistico valligiano già riunito nel progetto “Rete Natura di Valcamonica”, al fine di stimolare e valutare possibili percorsi di visita proposti in un’ottica comprensoriale. “Rete Natura” ha aperto gli occhi sulle potenzialità ambientali della Valcamonica poiché circa il 55% del territorio vallivo è area protetta. Un dato sor-

verso l’azione di operatori turistici privati (agenzie di viaggio, “tour operator” ed affini), al fine di contribuire alla valorizzazione sostenibile delle eccellenze ambientali, naturalistiche e culturali del territorio lombardo. Il Parco Adamello ha assunto il compito di interfacciarsi con gli operatori indirizzandoli verso le strutture e infrastrutture del territorio (sentieri, percorsi tematici e culturali, aree attrezzate ed altro). Le proposte di pacchetto-viaggio pervenute dai “tour operator” dovranno imprescindibilmente far fede ai principi della sostenibilità ambientale, della promozione in accordo con operatori locali e della qualità dell’offerta. Sono stati invitati a partecipare a questo progetto le agenzie di viaggio, i “tour operator” ed in generale tutti gli attori del servizio turistico abilitati all’e-

7

Quel che succede al principiar del giorno porta con se dei segni innaturali, o forse no, però che paion tali per chi legge il linguaggio dei poeti. Sono speranze e sogni, mescolate di fatti, volti e luoghi a non finire che il tempo ancor non volge in divenire, ma già son luce nei disegni astrali. Dunque, un mattino vidi una gran nube un po’ inclinata, a forma di balena mentre che a bocca aperta e pancia piena sembrava stesse a vomitar la luna. Quest’ultima, dicevo, stava dietro, e mentre il sottoscritto piano avanza lei, rotolando fuori dalla panza tendeva a rovesciarsi sulla terra. Restai turbato e quanto poi mi accadde non ve lo vengo certo a riferire. Del resto, chi potrebbe mai capire perché un cetaceo navighi nel cielo… E se un mattino freddo, il primo aprile una balena vomita la luna la mala sorte, oppure la fortuna andranno incontro a chi ne guarda il volo? Chissà!… Forse chi osserva non s’ accorse d’avere usato gli occhi del poeta, e che la sua realtà, funesta o lieta sarà imprevista quanto sono i sogni… Sogni di un Dio che dorme e che non parla e solo a tratti illumina nella vita, quasi il poeta lasci alla matita la libertà di scrivere da sola N.Bertoni 17-04-2012

COSTA VOLPINO - Località Portici


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Circa 600 studenti di son dati appuntamento presso l’Incubatore d’impresa

Pieno successo per il primo salone dell’orientamento

“Boom” di imprenditori al primo “Salone dell’Orientamento in Valcamonica”: associazioni imprenditoriali, Ordini professionali ed Imprese a disposizione dei giovani a dare un segnale di speran-

za e di interesse per il futuro delle nuove generazioni. Dopo le prime due giornate dedicate al tema della formazione, i ragazzi delle classi quarte di tutti gli Istituti superiori della Valcamonica hanno

incontrato il mondo del lavoro in quel di Cividate Camuno. In questi ultimi giorni circa 600 studenti di son dati appuntamento presso l’Incubatore d’impresa per continuare il percorso di orientamen-

Nato di fatto 11 anni orsono l’edificio è stato inaugurato con una solenne cerimonia

Nuova luce per il Museo Alpino di Darfo Boario Terme

Fino alla fine degli anni ‘90 gli Alpini di Fucine di Darfo B.T. hanno continuato a rac-

cogliere cimeli da varie spedizioni sui luoghi storici della prima e della seconda Guerra mondiale, ma anche dalla Caserme presso le quali avevano effettuato il Servizio militare. Cimeli che costituiscono il primo nucleo dell’idea della nascita di un “Museo Alpino”, nato di fatto 11 anni orsono, fortemente sostenuto dall’allora Sindaco Luigi Pelamatti e inaugurato dal Prefetto di Brescia Annamaria Cancellieri (oggi Ministro dell’Interno del Governo Monti). Quando dal 2001 al 2003 il Generale Roberto Scaranari era comandante delle Truppe Alpine, venne contattato dagli alpini di Fucine per avere da lui suggerimenti e collaborazione per trasformare una raccolta di appassionati in un Museo. Il Generale Scaranari accettò volentieri di mettersi in un cammino che ha portato alla revisione della struttura, al rifacimento del piano terreno ed all’innalzamento dell’edificio di un altro piano. Il Comune di Darfo, infatti, aveva concesso la sede della ex-Scuola elementare che mal si adattava all’esposizione museale come oggi si intende, con percorsi didattici e ragionati, con sale tematiche e ampie carte illustrative, panelli sinottici, sala multimediale e biblioteca. Sono serviti quasi dieci anni di lavori per realizzare il progetto che è stato condiviso dal Comitato per il Museo, di cui fa parte anche l’Amministrazione comunale della città, oltre che gli Alpini. Il progetto è stato curato nei minimi particolari dal giovane architetto Mauro Fontana e seguito passo dopo passo dall’attenta supervisione dal generale Scaranari, che nel frattempo è stato nominato Presidente del Museo. Finalmente, terminato l’edificio e allestito tutto il primo piano (il secondo vedrà un suo completamento più avanti), domenica 17 marzo l’edificio è stato inaugurato con una solenne cerimonia alla presenza di molti alpini della Vallecamonica, che hanno fatto onore alla struttura alla quale hanno lavorato gli alpini del gruppo di Fucine in collaborazione con il gruppo di Darfo ed Angone, con il sostegno della Regione Lombardia, della Provincia di Brescia, del Comune di Darfo e dell’Ana di Vallecamonica. Dopo la serata d’onore del sabato sera al Teatro S. Filippo di Darfo con il Coro Vallecamonica nella prima parte e la Fanfara di Vallecamonica nella seconda, questa domenica il Vescovo di Brescia Mons. Luciano Monari ha concelebrato la S. Messa a Fucine con monsignor Franco Corbelli e don Danilo Vezzoli. Quindi il Vescovo ha pregato e benedetto la struttura ed ha visitato il Museo accompagnato dal Presidente Generale Scaranari e dal Comandante delle Truppe Alpine Generale Alberto Primicerj che ha voluto onorare la giornata con la sua presenza. Alla targa ai Caduti, esposta all’esterno del Museo, è stata deposta un corona d’alloro, mentre sul pennone più alto è stata issata la bandiera italiana. Ora il Museo è visitabile nei fine settimana e, su appuntamento, nei giorni feriali. L’ingresso è libero: eventuali offerte servono per la realizzazione della seconda parte del Museo che troverà sistemazione al piano superiore. Franco Garattini

to iniziato tra i banchi di scuola e continuato poi in quello che è diventato ad oggi un punto di riferimento per l’economia del territorio. Il primo Salone dell’orientamento nasce dalla forte volontà del mondo della scuola e del mondo del lavoro di “contaminarsi”, di unirsi in un unico scopo, che è quello di sostenere le nuove generazioni che, nei prossimi anni, faranno parte a tutti gli effetti del mercato del lavoro. Alle giornate del lavoro grande partecipazione degli operatori economici che si sono mobilitati da tutta la provincia per dare il proprio contributo: Assocamuna, Apindustria Brescia, Confartigianato Brescia, Confederazione nazionale artigianato e piccola e media impresa, Compagnia delle Opere. Per le professioni, presenti: Ordine degli ingegneri della provincia di Brescia, Associazione ingegneri camuni, Collegio dei geometri e geometri laureati della provincia di Brescia, associazione geometri della Valcamonica, Ordine dei dottori agronomi e dei dottori forestali della provincia di Brescia. Aziende presenti con i propri “stand”: Asl Valcamonica-Sebino, Forgiatura Mamè s.p.a., Forge Monchieri s.p.a., M&M Forging s.r.l., Forgiatura Morandini s.r.l., Impresa e territorio Scarl, Società di gestione dell’incubatore di imprese e delle sue aziende socie. Agenzie per il lavoro: Centro per l’impiego della provincia di Brescia, Adecco Italia s.p.a., Yous s.p.a., “Quanta” agenzia per il lavoro, Azienda territoriale per i servizi alla persona. Per

i servizi del territorio: Comunità montana di Valcamonica, Consorzio Bim,, “Informagiovani” di Valcamonica, Infoscuola di Valcamonica, Associazione centro servizi per il volontariato di Brescia, Arma dei Carabinieri, “Emediation”, Organismo internazionale di arbitrato e conciliazione, Banca di Valcamonica s.p.a., Cassa Padana BCC. Un folto numero quindi quello degli operatori presenti con i propri “stand” ed i rispettivi referenti. Nel corso dell’incontro, oltre ai seminari mirati sulle tematiche del lavoro quali la stesura del “Curriculum vitae”, come sostenere i colloqui di la-

9

voro e come redigere un “business plan”, all’interno del salone si è visto un altro grande impegno da parte delle aziende e dei professionisti che, attraverso seminari specifici sulle professioni, si sono messi a disposizione dei ragazzi per spiegare in maniera concreta cosa significa svolgere un certo tipo di professione: Ecco quindi che ingegneri dell’ordine professionale di Brescia, dottori agronomi e forestali, dottori commercialisti e geometri hanno portato la loro testimonianza insieme a quella preziosissima di importanti aziende del territorio. Il Salone continua.

Novità dal nostro sito internet

Un nuovo servizio proposto dalla redazione di “Montagne & Paesi”. Anche la versione on line si aggiorna e si arricchisce di notizie di cronaca, attualità e costume per essere sempre aggiornati su fatti che avvengono nelle nostre valli. Un motivo in più per moltiplicare le visite al nostro sito, in ogni ora della giornata, perchè le notizie verranno caricate in tempo reale, senza una cadenza definita, per essere sempre all’interno dei fatti e per vivere, da vicino, l’attualità del nostro territorio. Il passo successivo sarà quello di una completa trasformazione della parte grafica. Da strumento di servizio, che fino ad ora ha messo in contatto la domanda e l’offerta attraverso rubriche specifiche, il sito si trasforma in “giornale on line” con aggiornamenti continui anche di fatti di cronaca. Passo dopo passo l’obiettivo è quello di realizzare un vero “quotidiano” che metta in evidenza le notizie ed i personaggi della nostra terra. La redazione inizia questo nuovo cammino con la certezza che saranno sempre più numerosi gli amici che confermeranno di gradire un servizio che non ha la pretesa di essere “speciale”, ma che è costruito su solide basi di professionalità e competenza. L’invito che rivolgiamo ai nostri lettori è quello di andare all’indirizzo www.montagneepaesi.it


10

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Artogne - Pian Camuno Gianico Artogne, Piancamuno, Gianico oltre a Darfo B.T. hanno contribuito a salvare una stagione che si preannunciava drammatica

Montecampione supera l’ostacolo più difficile

Dopo i timori di una lunga e difficile estate ed un autunno che si preannunciava burrascoso, alla vigilia dell’apertura degli impianti sciistici di Montecampione un gruppo generoso e coeso di persone, tra cui commercianti, esercenti, maestri di sci, operatori turistici e soprattutto i Comuni di Artogne, Piancamuno, Gianico e Darfo Boario terme, hanno dato vita alla Società Montecampione Ski Area S.r.l. Come prima azione immediata è partita la campagna vendita degli abbonamenti stagionali sottoscritti in prevendi-

ta entro il 9 dicembre, con prezzi speciali per i Consorziati e per i Comuni di Artogne, Pian Camuno, Darfo Boario Terme e Gianico, e in generale con sconti per tutti, con ulteriori agevolazioni per i Consorziati e per i residenti dei 4 Comuni. Ma da subito si è guardato alla nuova Società come un fatto innovativo anche nel mondo della montagna invernale: infatti, la Società non ha alcuna pretesa di investimenti immobiliari (o speculazioni su seconde e terze case), bensì vuole gestire un patrimonio che rappresenta un volano per le attività indotte

dal turismo invernale. Con le sue 2.600 seconde case e le sue 150 famiglie che abitano in modo stabile a Montecampione, la località turistica ha sempre avuto il problema della destagionalizzazione, con periodi invernali ed estivi troppo brevi per fare economia di scala continuativa. Ma nonostante questo, negli anni ha saputo tenere alto il livello di attenzione dei turisti e del mondo della montagna. Le ultime vicissitudini che hanno coinvolto la storica Società Alpiaz, fondatrice del progetto e gestore storico della località, fino al fallimento del

giugno 2012, avevano fatto fortemente temere sul prosieguo delle attività e sulla tenuta del sistema abitativo, con ricadute negative e pericolose sulle famiglie (circa 250 addetti nel comparto) e sul territorio. La prima raccolta di sottoscrizioni “generose” di capitale diffuso ha fruttato un budget di 150.000 euro; a questo impegno si è aggiunto quello del Consorzio dei residenti che ha finanziato con un programma “una tantum” la Società, con analoga quota, deliberata nell’Assemblea consortile del 6 gennaio 2013. Quindi Vallecamonica Servizi ha deciso di sostenere l’attività d’impresa, che si basa su famiglie, donne e uo-

mini, quindi persone, con un finanziamento di 100.000 euro al quale si aggiunge analogo finanziamento da parte del Bim Vallecamonica. La Società Montecampione Ski Area, che ha chiuso il primo inverno con un bilancio positivo, ora può pensare concretamente ad un rilancio di iniziative per coagulare altri soggetti interessati, costruire una base finanziaria più ampia e proporre al Giudice del Tribunale fallimentare una ipotesi di acquisto degli impianti. Per ora, da fonti non ufficiali, si sa

che il Tribunale non ha fretta di vendere: probabilmente l’affitto annuale di 200.000 euro è già sufficiente garanzia per monitorare l’andamento della nuova società e la verifica sulla migliore azione futura da intraprendere. La chiusura degli impianti sciistici è stata fissata per il 7 Aprile: un prosieguo di stagione sarebbe antieconomico e le risorse che ora verrebbero sprecate, saranno indispensabili per programmare, in modo adeguato, la stagione 2013-2014. Franco Garattini

LAVORAZIONI CREATIVE IN PASTA DI ZUCCHERO Via Provinciale, 9 - PIAN CAMUNO (Bs) Tel. 0364.599230

CENTRO ASSISTENZA CALDAIE

Tel. 0364.531535

Via Carobe, 37 - GIANICO (Bs)


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

I tagli del Governo Centrale pesano sulla programmazione degli interventi

Gianico traccia un bilancio prima della corsa per il rinnovo dell’amministrazione Quando si parla di bilancio, per un’Amministrazione pubblica come una comunità comunale, non si intende e non deve ridursi soltanto a un semplice elenco di progetti realizzati o da realizzare, ma deve soprattutto essere il bilancio di un’esperienza umana impostata sull’affrontare e il saper superare giorno per giorno le tante difficoltà e problematiche che riguardano la vita amministrativa. E’ il pensiero del sindaco di Gianico, Mario Pendoli, espresso in occasione degli auguri alla popolazione inserti nel notiziario comunale distribuito a tutte le famiglie e che

ci sentiamo di condividere in toto. L’Amministrazione, eletta nel 2009, si appresta ad affrontare questi ultimi mesi alla guida del Paese e si considera soddisfatta di quanto fatto nel corso di questi 3 anni e mezzo

Il 2012 è stato caratterizzato dalla realizzazione della tanto sospirata Centralina sul torrente Re che inizia a “dare i suoi frutti” , una boccata d’aria importante che alimenta le entrate del bilancio economico del comune. Altre due fondamen-

COMUNE DI PIAN CAMUNO e BIBLIOTECA Comunale

“Vuoi scoprire in te il talento della pittura?” Per tutti, un incontro con l’arte figurativa

CORSO DI DISEGNO E PITTURA tenuto dal Maestro Prof. GIUSEPPE PIOVANELLI

10 incontri tra aprile e giugno 2013 per adulti (euro 75) e ragazzi fino ai 14 anni (euro 65) Inizio del corso lunedì 15 aprile alle ore 20,00. Le date successive si concorderanno con gli iscritti. Sono previste anche lezioni all’aperto. Il corso si terrà presso la ex Scuola Materna in via don Stefano Gelmi. Le prenotazioni si raccolgono entro il 12 aprile presso la Biblioteca Comunale: tel. 0364/593861.

tali opere a tutela e salvaguardia dell’abitato sia sulla Valle Vedetta che sul torrente Re, avviate nel corso dello scorso anno, dovrebbero garantire una maggiore sicurezza alla popolazione che, attraverso diverse generazioni, ha dovuto lottare, e a volte soccombere, contro la violenza generata dai torrenti che attraversano il territorio. Ma la giunta Pendoli è alle prese con un altro fenomeno che potrebbe avere ricadute negative sul tessuto sociale della comunità: i tagli operati dal Governo centrale hanno un impatto drammatico sui bilanci degli enti locali sia per gli interventi infrastrutturali e lavori di manutenzione relativi alla sicurezza pubblica (es. strade, edifici pubblici, scuole…) in quanto rischiano di rimanere bloccati pur avendo un bilancio sano per l’impossibilità di contrarre mutui, sia sui servizi essenziali, come i servizi alla persona. Sono pure a rischio attività fondamentali per la crescita sociale e il normale sviluppo delle relazioni interpersonali, quali quelle culturali, sportive, ricreative e d’intrattenimento fondamentali per “tenere insieme” una collettività. Ma, guardando al futuro, gli

obiettivi e le priorità rimangono sempre quelli: - garantire i servizi alla persona essenziali; - salvaguardare la realizzazione di interventi ed opere per cui l’ente è riuscito, con fatica e competenza, ad ottenere finanziamenti sovra-

11

comunali. Gianico sebbene con difficoltà è cresciuto nella erogazione dei servizi di tipo sociale con l’attivazione di vari progetti destinati alle fasce più deboli, accanto ai tradizionali interventi di assistenza.

Società Agricola

Contessi & Riva PIAN CAMUNO (Bs) - Via Volta, 6 Tel. e Fax 0364.598976 - Cell. 335.6480581

ALLEVAMENTO E VENDITA DIRETTA PULCINOTTI Noi mangiamo TACCHINI solo mangimi vegetali FARAONE ANATRE OCHE

tipografia mattia quetti

ARTOGNE (Bs) - Via Leopardi, 48 - Tel. 0364.598437 Fax 0364.594050 - E-mail: tipografiaquetti@email.it

dal Lunedì al Mercoledì giovedì chiuso Venerdì Sabato Domenica

05.30 - 20.00 05.30 - 00.00 06.30 - 20.00 07.00 - 20.00

Vi a P r o v i n c i a le , 5 - P I AN CA MU N O (Bre sc i a )


12

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Speciale ROGNO Inaugurati a San Vigilio, parco giochi, sentiero dei castagneti e museo etnografico Si è svolta recentemente a San Vigilio la cerimonia di inaugurazione di tre importanti opere pubbliche dedicate alle frazioni di montagna, che hanno come scopo la valorizzazione dei luoghi e delle strutture dedicati al tempo libero e al trekking ambientale. Grande presenza di pubblico, della Fanfara, del gruppo protezione civile, delle autorità civili e mili-

tari che hanno qualificato un evento storico per il paese. Il parco giochi posto sotto la piazza principale della frazione ha ristrovato l’antico splendore grazie al lavoro del gruppo Comunale di Protezione Civile e della ditta Bettinelli Giuseppe. Il paese ora dispone di spazi verdi, attrezzature e giochi con campo di beach volley. Il progetto “sentiero dei castagneti”,

realizzato grazie ad un contributo della Regione Lombardia e a fondi comunali ha restituto agli abitanti e agli appasionati un percorso ambientale di rara bellezza, arricchito da aree sosta attrezzate e pannelli didattici. Infine il museo etnografico, realizzato grazie alla ristrutturazione della ex scuola elementare di San Vigilio, è costituito da tre sezioni: la prima dedi-

cata agli attrezzi agricoli di montagna grazie alla donazione di tre famiglie benefattrici (Rizzi Suen, Berardelli e Molinari Fortunato e Antonia); la seconda ha ricollocato il museo del Coren Pagà che conserva traccia delle origini del nostro paese; la terza ospita una mostra fotografica di vecchie foto degli abitanti delle frazioni magistralmente realizzata dal gruppo volontari di Monti (Molinari Cristian, Surini Alessio e Bendotti Emanuela). Tre opere che vengono consegnate alla cittadinanza e agli appassionati. Un ringraziamento va alla Proloco di Rogno che ha contribuito al montaggio e all’artista Nadia Gozzi che ha realizzato la targa del Museo. A questi si aggiunge la notizia dell’accordo con un privato cittadino, grazie al quale diverrà presto di proprietà comunale

A sinistra: il Sindaco Dario Colossi inaugura il Museo etnografico alla presenza delle Autorità, della fanfara degli Alpini e della cittadinanza. Alcuni attrezzi agricoli d’epoca che caratterizzano le sale del museo e che rappresentano la vita contadina di un tempo.

la località Mandrina, sita tra gli abitati di Monti e SanVigilio e costituita da un rustico appena ristrutturato e da un importante appezzamento di terreno, in un luogo ameno e affascinante lungo il percorso dei castagneti, che virtualmente si inserirà tra il CEAR (centro di educazione ambientale di Monti) e il museo etnografico di San Vigilio in un percorso storico culturale unico nel com-

PARQUET CAMINETTI STUFE PORTE

Sopra: la bella struttura della Mandrina, già parzialmente ristrutturata, posta lungo il sentiero dei castagneti, che diverrà di proprietà comunale, ivi compreso un appezzamento di terreno di 20.000 mq, a completare il progetto di ricettività turistico-ambientale. Il recente intervento del privato ha ammodernato un chilometro di strada agrosilvopastorale e portato le reti tecnologiche direttamente nella proprietà.

Promozione porte sezionali motorizzate

Euro 1.400,00 tutto compreso

prensorio. Grande soddisfazione tra gli Amministratori che hanno visto concretizzato lo sforzo di tanti mesi di lavoro dedicato ad un progetto di rilancio che oggi trova concreta attuazione. Ora si programmano le giornate di apertura e si pianifcicano le visite che coinvolgeranno le scolaresche ma anche semplici cittadini che intendono riscoprire le bellezze del territorio.

fo: 5 4 5 n i r Pe . 9 6 7 03 3 5 3403 0 . T e l 035.4 Fax

info@gb2ceramiche.com


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

La frana di Castelfranco: da una difficoltà nasce un’opportunità

Come molti ricordano il giorno il 29 Ottobre nella parte sottostante un’abitazione privata in Piazza Donizetti a Castelfranco di Rogno si è constatato uno sprofondamento piuttosto rilevante del terreno. Tale evento, non nuovo per la frazione, è dovuto alle caratteristiche del sottosuolo su cui poggiano le case, il gesso, che essendo solubile all’acqua, in particolari condizioni ma principalmente per causa di perdite protratte nel tempo di tubazioni di acqua o della rete fognaria, si “scioglie” lasciando pertanto cavità che possono rappresentare un pericolo per le strutture soprastanti. Il fenomeno non è nuovo agli abitanti di Castelfranco. Dopo esser intervenuti con i tecnici comunali e il geologo Fabio Alberti, valutata la situazione, il Sindaco firmò ordinanza di sgombero per due famiglie resi-

denti in quella piazza. Dopo ulteriori valutazioni si è pensato di affrontare il problema non con un semplice intervento di “riparazione” bensì guardando alla necessità di comprendere la situazione di fatto soprattutto nella zona storica della frazione, ossia quella che a memoria dei più anziani è stata oggetto negli anni di questi eventi, per programmare poi l’intervento di sistemazione nello specifico di Piazza Donizetti ma anche di prevenzione per il resto del paese. E’ una scelta importante che ha inteso fornire un approccio nuovo e consapevole della situazione di Castelfranco, senza creare falsi allarmismi o preoccupazioni ma, al contrario, per capire le origini del fenomeno, le motivazioni e quindi stabilire regole comportamentali da parte dei cittadini e anche regole costruttive, verifiche e manutenzio-

ni periodiche che possano limitare se non azzerare il ripetersi di questi eventi, soprattutto nella rete idrica e in quella fognaria. Per questi motivi, in tempi strettissimi sono state programmate 2 diverse azioni: la prima ha riguardato un’indagine geofisica dell’area del centro storico, non invasiva, realizzata attraverso strumentazioni sofisticate che forniscono informazioni utili sulla situazione del sottosuolo; la seconda è un’indagine realizzata con sondaggi, che viene realizzata a campione in zone del centro storico per comprendere non solo gli aspetti del sottosuolo ma anche la stratigrafia del materiale che lo costituisce L’Amministrazione Comunale ha deciso di trasformare, pertanto, difficoltà in opportunità, al fine di dare un significato ed una maggiore conoscenza di questi fenomeni (car-

sici) conosciuti dalla maggior parte degli abitanti di Castelfranco ma che mai avevano approfondito la natura e la situazione del sottosuolo. Nel frattempo una delle famiglie sgomberate ha trovato collocazione da parenti mentre alla seconda è stato messo a disposizione temporaneamente e a titolo gratuito un appartamento ristrutturato ed ammobiliato nella residenza Villa Peppina di proprietà comunale. Il risultato di questa operazione, ha comportato per il Comune di Rogno un investimento di circa 40.000 euro dei quali 25.000 euro per la campagna conoscitiva e 15.000destinati alla riparazione dello sprofondamento (con un contributo apportato da parte delle famiglie di euro 2.000), permettendo agli esperti di esprimere una sostanziale sicurezza del sottosuolo di Castelfranco (ovviamente non

puntuale ma sulle aree oggetto dell’indagine), che, pur presentando in talune zone fenomeni carsici di scioglimento del gesso con presenza di fessurazioni e piccole cavità, non dovrebbe creare preoccupazioni. E’ evidente che data la vastità del territorio, la complessità e tortuosità del borgo di Castel-

franco fa si che questo debba ritenersi l’inizio di un percorso che possa nel tempo portare a comprendere con sempre maggiore precisione questo fenomeno, per operare anche in fase di manutenzione delle reti o di costruzione degli edifici, in modo tale da garantire la sicurezza degli abitanti.

Via Nazionale, 97 24062 Costa Volpino (Bg) Cell. 338.5324735 Fax 035.967599

Segnaletica interna ed esterna legge ex 626 art 81/08

Subagente

Luca Sangalli Cell. 333.4844620

Subagenzia di Rogno Via Aldo Moro, 5 - 24060 ROGNO (Bg) Tel. e Fax 035.977101 - sangalli0111@tin.it

CENTRO ASSISTENZA AUTORIZZATO

di CARIZZONI CARLO & C. s.a.s.

Via Rondinera, 74b - Rogno (Bg) Tel. e Fax 035.4340032

Collaudi certificati - Revisioni annuali Verifica combustione Compilazione libretti Riparazioni caldaie Termoconvettori AERMAX

SINCERT

Via Valle, 7 - ROGNO (Bg) - Tel. 035.967534

13

di Chini Mario & Sterni Bruno ROGNO (Bg) - Via S. Caterina da Siena, 8 Tel. e Fax 035.4340077


14

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Fiera dei Fiori Sono attesi espositori provenienti da diverse regioni italiane e migliaia di visitatori

Aprile con la Fiera dei Fiori

Fervono i preparativi per la XXII° edizione della Fiera dei Fiori di Piancogno, in program-

ma dal 25 al 28 aprile 2013 per le vie del centro di Piamborno, un appuntamento co-

loratissimo per festeggiare la primavera, tra profumi inebrianti e composizioni emozionanti, tra i tanti stand e i numerosi espositori. Confermata anche la formula dell’esposizione tra le vie del centro che garantisce spazi più appropriati e permette agli espositori di far emergere la fantasia e l’abilità nell’arredare angoli del paese. I visitatori avranno modo di passeggiare e visitare le diverse esposizioni di florovivaismo, giardinaggio, artigianato, botanica, tempo libero e sport, assaporare i prodotti tipici della gastronomia locale e divertirsi con i con-

Raccontando Piancogno

Comune di Piancogno e l’azienda VI.BI. Elettrorecuperi s.r.l indicono la I edizione del Premio Letterario “Raccontando Piancogno”, riservato a opere inedite, che dovranno essere tali sia al momento dell’iscrizione che al momento della premiazione finale. Il concorso ha come tema il 50° anniversario della nascita del Comune di Piancogno. Gli elaborati potranno essere di tre tipologie: narrativa, poesia e saggistica. I lavori, su formato A4 potranno essere scritti a macchina, a computer o a mano. Non c’è un numero min/max di battute. I concorrenti devono essere residenti nel Comune di Piancogno. Possono partecipare concorrenti di ogni età e nazionalità. I concorrenti devono far pervenire, entro e non oltre il 20 aprile 2013, il loro elaborato all’ufficio anagrafe del Comune, a mezzo o posta o consegnandolo manualmente. I premi saranno così distribuiti 1° classificato: €. 2.000 e targa commemorativa 2° classificato: cesto di prodotti del bar pasticceria Sterlinbar e targa commemorativa 3° classificato: targa commemorativa La premiazione avverrà sabato 27 aprile 2013, durante la 22° edizione della Fiera dei Fiori.

certi e le manifestazioni culturali. Non mancherà inoltre una zona giochi dedicata ai più piccoli con gonfiabili, laboratori e “truccabimbi” per trascorrere momenti di divertimento. La Fiera dei Fiori rappresenta ormai il simbolo identificativo della ProLoco e del Comune di Piancogno: migliaia di visitatori, espositori provenienti da diverse regioni italiane ed un programma ricco di spettacoli classificano la manifestazione tra le più rinomate a livello provinciale. I commercianti stanno preparando molte sorprese per i visitatori, nella cornice di altri appuntamenti, mentre negli oltre cento spazi espositivi e attività commerciali che si sviluppano lungo la via principale di Piamborno, ogni sera saranno in programma concerti, mostre, presentazioni e la buona cucina

COMMERCIO FERRO ACCIAIO INOX UTENSILERIA ANTINFORTUNISTICA PIAMBORNO di PIANCOGNO (Bs) Via Nazionale, 9 - Tel. 0364.360969 www.foppoli.it - e-mail: info@foppoli.it

PIAMBORNO (Bs) - P.zza Martiri di Via Fani, 9 Tel. 0364.466069 - gentedimodapiancogno@gmail.com

3° FESTIVAL DELLO SBARAZZO nei giorni della Fiera di Fiori 25-26-27-28 Aprile Inoltre potrai visionare un’esposizione di moda anni ’50

LAMIERE GRECATE - TAGLIO DI COILS LAMIERE GRECATE DA OLTRE TRENT’ANNI Località Vanzolino - PIANCOGNO (Bs) Tel. 0364.368939


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Il linguaggio dei fiori Cosa c’è di piÚ bello e significativo di un fiore? Attraverso questi splendidi esseri vegetali possiamo comunicare o manifestare moltissimi stati d’animo, possiamo ringraziare, amare, odiare, essere felici oppure esprimere una certa forma di tristezza. Attraverso questo articolo, cercheremo di spiegare cose interessanti che li riguardano. Ovviamente non possiamo parlare di tutti i fiori che esistono, ma abbiamo scelto quelli che, secondo noi, potrebbero suscitare maggiormente il vostro interesse. Ovviamente non potevamo non inserire anche la descrizione dei fiori di alcune piante da frutto come il ciliegio, il pesco e il mandorlo che proprio in questo periodo di primavera ritardata danno colore alle nostre colline. CILIEGIO Regalare un ramo di ciliegio fiorito indicava un ammirevole comportamento educato, secondo il significato ottocentesco anglosassone dell’epoca vittoriana mentre, in Cina, si riferisce ancora alla bellezza e alla sessualità femminile. Nella simbologia giap-

ponese incarna un messaggio augurale di buon auspicio, felicità, affetto, amore, ma anche di caducità per la brevità del ciclo di vita di questi fiori delicati e fragili dalla bellezza radiosa destinata a sfiorire al massimo nell’arco di due settimane all’anno. La complessa moltitudine dei significati del fiore di ciliegio nipponici è collegata alla precarietà dei fiori di ciliegio quale metafora della durata effimera per natura e della mortalità umana MANDORLO I fiori di mandorlo sono i primi a sbocciare in primavera, talvolta nel tardo inverno, e per questo simboleggiano la speranza, oltre che il ritorno in vita della natura ma, sfiorendo nell’arco di un breve lasso di tempo,

rappresentano anche la delicatezza e la fragilità. Il significato del fiore di mandorlo ha ispirato miti e leggende, promosso la nascita di tradizioni, diffuso parole sacre, cultura e folclore, che affondano le radici in tempi lontani nell’area geografica a clima mediterraneo in cui la pianta è coltivata.

15

o in piccoli gruppi, presentano una forma a rosa oppure a campana. MARGHERITA La margherita è una pianta perenne diffusa nei prati, sulle strade e nei terreni incolti di tutta Europa. I suoi fiori si presentano come dei capolini solitari con petali saldati tra loro racchiusi da brattee di colore verde. Non sono profumati. La principale caratteristica dei capolini della margherita è quella di chiudersi durante le giornate senza sole o piovose mentre, di giorno, in presenza di sole ne seguono i suoi spostamenti. I fiori delle margherite sono molto frequentati da farfalle ed api. Possono resistere anche a temperature di molti gradi inferiori allo zero.

e-mail: info@vivaiobontempi.it www.vivaiobontempi.it 25040 ESINE (Bs) - Via Faede, 5/A Tel. 0364.360354

Pane - Pizza - Spongade - Grissini - Biscotti tutto di nostra produzione PIAMBORNO (Bs) - Via Davine, 1 - Tel. 0364.368933 COGNO (Bs) - Via Vitt. Veneto, 139 - Tel. 0364.45497

PESCO Il pesco è una pianta che può arrivare ad un’altezza di sei metri. Le gemme del pesco possono essere a fiore e a legno, rispettivamente di forma tonda e a cono; si sviluppano su rami con un anno di età, in genere nella disposizione di una gemma a legno nella zona centrale e due a fiore disposte lateralmente. Il fiore della pianta del pesco cade a fecondazione avvenuta. Se la parte interna del calice del fiore è di colore chiaro, avremo dei frutti a polpa bianca, se l’interno fosse di colore arancio, le pesche saranno a polpa gialla. I fiori di questa pianta si sviluppano prima delle foglie, solitari

Frutta e verdura Piante e fiori

di Pezzali Giovanni

Pane - Pizza - Spongade - Grissini - Biscotti tutto di nostra produzione Via S. Glisente, 23 - BERZO INFERIORE (Bs) Tel. 0364.300406

PIAMBORNO (Bs) - Via Davine, 1 - Tel. 0364.368933 COGNO (Bs) - Via Vitt. Veneto, 139 - Tel. 0364.45497

  


CAPOVOLGI IL TUO PUNTO DI VISTA LE COSE CAMBIANO A SECONDA DA COME LE GUARDI

7-16 GIUGNO 2013 COSTA VOLPINO Piazzale Pala

to timen Diver rato assicu


www.montagneepaesi.it

COMMERCIALI E TERRENI COSTA VOLPINO: affittasi ufficio/negozio mq. 70. Zona centrale. non soggetto. 035.971707 COSTA VOLPINO: affittasi negozio mq. 50. Comodo parcheggio. G Eph 76,19. 035.971707 COSTA VOLPINO: affittasi capannone artigianale frazionabile lotti m. 640 O 320. 035.971707 COSTA VOLPINO: affittasi autorimessa singola. 035.971707 COSTA VOLPINO: affittasi autorimessa singola. 035.971707 COSTA VOLPINO: affittasi negozio mq. 190 e magazzino collegato mq. 75. Comodo parcheggio. F Eph 64,64. 035.971707 LOVERE fronte porto nuovo affittasi lotti (ora al rustico) finiti ad uso ufficio o negozio, superficie da 75 a 150 mq commerciali. Valori di progetto per consumi energetici invernali 42 Kwh/mc anno, classe energetica D. da 800 E/mese. No intermediari. 035.960673. LOVERE fronte porto nuovo, affittasi locale uso negozio o ufficio, superficie 125 mq commerciali. Consumi energetici invernali 48 Kwh/mc anno, classe energetica E. 1.250 E/mese. No intermediari. 035.960673 LOVERE: affittasi negozio mq. 100 con vetrine. Comodo parcheggio. Termoautonomo. D Eph 33,12. 035.971707 LOVERE: affittasi autorimesse. Zona Piazzale Marconi, Palazzo Tadini, ospedale. 035.971707 ROGNO zona commerciale: affittasi negozio mq. 400 soppalcabile. Comodo parcheggio. 035.971707 ROGNO fraz. Rondinera: affittasi magazzino mq. 400. 035.971707 ROGNO: affittasi negozio/ufficio. 035.971707 AFFITTASI APPARTAMENTI ARTOGNE: trilocale nuovo non arredato. Terrazzo e box. E. 500/ mese ACE classe B Tecnocasa 0364 880794 ARTOGNE (referenziati) appartamento trilocale, al piano terra soggiorno, cottura, 2 camere, bagno, portico, giardino, box auto e cantina. Da arredare Classe B E. 550. 035.971525 ARTOGNE zona residenziale appartamento al piano 1° soggiorno, cottura, camera, bagno e box auto. Classe G Arredato E. 350. 035.971525 BIENNO trilocale arredato soggiorno con cucina abitabile, 2 camere, bagno, balcone e posto auto. classe energetica G E. 500 Rif. AR089 Imm. Boario 0364.529693 BRANICO, a persone referenziate, appartamento, piano terra, non arre-

dato, soggiorno, cucina , 2 camere, bagno, posto auto giardino. Classe energetica D , IPE 145,43 Kwh/ m²a . E 450 mensili. immobilcasa pisogne, 0364.881900 BRAONE, si affittano appartamenti vuoti, di nuova ristrutturazione, con metrature famigliari e serviti da n. 3 posti auto cadauno a E. 360 mensili compresi di spese condominiali e possibilità affitto box di varia metratura in aggiunta 0364208775 CASTRO: Appartamento al piano terra, camera, bagno, soggiorno-cucina, balcone, box e cantina. Completamente arredato. E. 350 al mese. Classe Energetica G. 348.6013011 CASTRO: Appartamento piano 2°, con camera, disimpegno, bagno, soggiorno, cucina, balcone, box e cantina. Arredato. E. 450 al mese comprese di spese condominiali e acqua. Classe Energetica G. 348.6013011 CASTRO: trilocale non arredato. Termoautonomo. E Eph 181,36. 035.971707 COSTA VOLPINO: trilocale non arredato. Box E Eph 141,36. 035.971707 COSTA VOLPINO: appartamento 100 mq vuoto e ristrutturato. Posto auto. E. 530/mese ACE classe G. 0364.880794 COSTA VOLPINO: ampio quadrilocale non arredato. Termoautonomo. Box. No spese condominiali E Eph 121,56. 035.971707 COSTA VOLPINO: Affittasi box doppio 33 mq a 100 E. al mese. Immobili non soggetti a certificazione energetica. 348.6013011 COSTA VOLPINO, persone referenziate, appartamento arredato, nuova costruzione, piano rialzato, soggiorno, angolo cottura, camera e bagno. Classe Energetica D, IPE kwh/m²a 113.84. E 400 mensili. immobilcasa pisogne, 0364.881900 COSTA VOLPINO: Affittasi box doppio di 45 mq a 150 E. al mese. Immobili non soggetti a certificazione energetica. 348.6013011 COSTA VOLPINO: appartamento di 100 mq vuoto e ristrutturato. Posto auto. E. 530/mese ACE classe G. Tecnocasa 0364.880794 DARFO Loc. Boario Alta bilocale arredato soggiorno con cucina, camera, bagno e balcone . classe energetica G – IPE 373,16 kWh/ m2a E. 300 Rif.AR024 Imm. Boario 0364.529693 DARFO Loc. Boario bilocale arredato soggiorno con cucina, camera, bagno e balcone. classe energetica E – IPE 140,00 kWh/m2a E. 380 Rif. AR048 Imm. Boario 0364.529693 DARFO: a persone referenziate, zona centrale appartamento arredato soggiorno con angolo cottura 2 camere bagno e terrazzo. Classe energetica F IPE 157,64 Kwh/m2 E 400 mensili immobilcasa pisogne

OGGETTI CON O SENZA VOLTO La risposta al quesito è:

IL SIPARIO

Montagne & Paesi

0364.881900. ENDINE G: Affittasi box doppio 33 mq a 100 E. al mese. Immobili non soggetti a certificazione energetica. 348.6013011 ESINE Loc. Sacca bilocale arredato soggiorno con cucina, camera, bagno e balcone. classe energetica D – IPE 79,18 kWh/m2a E. 400 Rif. AR039 Imm. Boario 0364.529693 LOVERE: monolocale arredato a nuovo con lavanderia e cantina. E. 370/mese ACE classe G. Tecnocasa 035 983566 LOVERE: Affittasi monolocale a E. 300 al mese. Classe energetica G. 348.6013011 LOVERE: Affittasi bilocale a E. 350 al mese. Classe energetica G. 348.6013011 LOVERE: Affittasi appartamento con cucina, soggiorno, 2 camere, bagno, solaio e box. Arredato. Classe energetica G. Ottima posizione. E. 400 al mese. 348.6013011 LOVERE: trilocale al piano 2° non arredato con balcone e vista lago. E. 350/mese ACE classe G Tecnocasa 035.983566 LOVERE: quadrilocale vuoto. Ristrutturato. E. 500/mese. ACE classe G. Tecnocasa 035.983566 LOVERE privato, affitta ampio monolocale (con terrazzino e solaio) completamente ammobiliato zona porto nuovo: canone 350,00 E/mese + spese condominiali. Consumo energetico invernale 141,34 Kwh/mq anno, classe energetica G. No intermediari. 035.960673 LOVERE privato, monolocale (con solaio) ammobiliato zona porto nuovo: canone 300 E/mese + spese condominiali. Consumo energetico invernale 178 Kwh/mq anno, classe energetica G. No intermediari. 035.960673 LOVERE privato, trilocale vista lago (2 camere, soggiorno, cucinino e bagno) + solaio + box. Termoautonomo, arredato. Canone 400 E/ mese + spese condominiali. Consumo energetico invernale 276 Kwh/ mq anno, cl. energetica G. No intermediari. 035.960673 LOVERE impresa, posti auto / box singoli presso porto nuovo / Bingo: canone 30–90 E/mese. Immobili non soggetti all’obbligo di certificazione energetica. No intermediari. Ingg. Facchinetti 035.960673 LOVERE: Bilocale nuovo ben arredato. Termoautonomo. Box. D Eph 87,85. 035.971707 LOVERE: bilocale non arredato salvo cucina. Termoautonomo. E Eph 197,69. 035.971707 LOVERE: bilocale ben arredato vista lago e sole. Termoautonomo. Box. D Eph 94,14. 035.971707 LOVERE: bilocale arredato. Termoautonomo. Terrazza vistalago e sole E Eph 127,69. 035.971707 LOVERE: trilocale arredato. Balcone vista lago e soleggiato. Termoautonomo. E Eph 121,56. 035.971707 LOVERE: monolocale arredato a nuovo con lavanderia e cantina. E. 370/mese ACE classe G. 035.983566

LOVERE: trilocale piano 2° non arredato con balcone e vista lago. E. 350/mese ACE classe G 035.983566 LOVERE: quadrilocale vuoto. Ristrutturato. E. 500/mese. ACE classe G. 035.983566 MONTECAMPIONE: bilocale 6 p.l. arredato e corredato per mesi estivi o anno. B Eph 36,38. 035.971707 PISOGNE: bilocale arredato con cucina al piano terra. E. 370/mese Ace classe G. 0364.880794 PISOGNE: bilocale ristrutturato arredato. Termoautonomo. E. 370/ mese G Eph 379,37. 035.971707 PIAMBORNO quadrilocale soggiorno con cucina, 3 camere, bagno, giardino e box. classe energetica G – E. 500 Rif.AR060 Imm. Boario 0364.529693 PIANCOGNO, trilocale arredato, soggiorno, angolo cottura, 2 camere, bagno, box auto 500 E. mensili 347.8174410 PIANICO, zona centrale, persone referenziate, appartamento arredato, nuova ristrutturazione, ampia metratura,terrazzo e box .Classe energetica F, IPE Kwh/ m²a 173.40 . E 600 mensili. immobilcasa pisogne, 0364.881900 PISOGNE: bilocale arredato con cucina al piano terra. E. 370/ mese Ace classe G. Tecnocasa 0364.880794 PISOGNE appartamento trilocale con balcone vista lago. Arredo cucina compreso. Classe G E. 450. 035.971525 PISOGNE: zona centrale a persone referenziate appartamento arredato al piano terra soggiorno con angolo cottura camera bagno e corte privata. Classe energetica G IPE 379,37 Kwh/m2,E 350 mensili immobilcasa pisogne.0364.881900. PISOGNE appartamento con soggiorno, angolo cottura, camera, cameretta, bagno, balcone. Arredo compreso. Classe G E. 500. 035.971525 RANZANICO: Appartamento in residence con piscina, ideale per vacanze, nuovo al 3° ed ultimo piano con ascensore, arredato, fronte lago di Endine Gaiano, con soggiornocucina, camera da letto, bagno. 4 posti letto. E. 350 alla settimana compreso tutto. Classe Energetica G. 348.6013011 RANZANICO: Appartamento al 2° ed ultimo piano con ascensore e travi a vista, arredato, con soggiorno-cucina, 2 camere, bagno, 2 balconi e box. E. 350 al mese. Classe Energetica E. 348.6013011 ROGNO bilocale parzialmente arredato. Ampio balcone, D Eph 111,63. 035.971707 ROGNO bilocale arredato a nuovo.No Spese condominiali G Eph 356,33. 035.971707 ROGNO Fraz. Rondinera: quadrilocale non arredato, doppi servizi. Box e ampio terrazzo. G Eph 321,44. 035.971707 ROGNO Fraz. Rondinera: quadrilocale arredato, Balcone soleggiato. Box G Eph 320,88. 035.971707 SOVERE: trilocale ben arredato completo di box. 035.971707 VENDESI APPARTAMENTI E CASE ALTA VALLE Altitudine 1000. Nuova villa bifamiliare 85 Mq, bal-

cone soleggiato vista panoramica sulla vallata, giardino, posto auto. no C.E. E. 100.000 0364.635569 ARTOGNE Nuova realizzazione appartamento al piano 1° soggiorno, angolo cottura, 2 camere, bagno, balcone e box auto. Finiture ricercate. Pannelli solari. Classe B indice 62.91 E. 135.000. (Rif. ATG109) 035.971525 ARTOGNE Recente palazzina in zona tranquilla appartamento piano 1° soggiorno, angolo cottura, 2 camere, bagno, balcone e box auto. Classe E Indice 123.44 E. 128.000. (Rif.ATG099) 035.971525 ARTOGNE: bilocale ristrutturato a nuovo su 2 livelli. E. 45.000 ACE classe C. 0364.880794 BERZO INF, in casa singola posto all’ultimo piano appartamento trilocale, soggiorno con caminetto, angolo cottura, bagno, 2 camere, doppi balconi. Classe energetica F, IPE 173,04 KWh/mq.a.affare. 0364.361026 BIENNO, trilocale, ristrutturato, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera doppia, 2 bagni, balcone, box e cantina. Classe energetica C, IPE 78,55 KWh/mq.a. 0364.361026 BIENNO, bilocale, ristrutturato, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, balcone, cantina e posto auto. Classe energetica C, IPE 71,82 KWh/mq.a. 0364.361026 CAPO DI PONTE: Ideale 1° casa: villa di testa, 2 livelli, taverna, box e giardino di proprietà esclusiva. Recente costruzione ottime finiture. Classe energetica D, Kwh/m2a < 116. 0364.635569 CERETE trilocale soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, terrazzino + ampio locale sottotetto finito collegato con scala interna), box singolo, termoautonomo. Consumo energetico invernale 90 Kwh/mq anno, classe energetica D: E. 93.000. 035.960673 COSTA VOLPINO: palazzina singola posta su 3 piani ben esposta, sole e vista, composta da 2 app. ti di mq. 150 e un altro di mq. 55, ampi terrazzi, cantine e box. G Eph 182,41. 035.971707 COSTA VOLPINO: zona centrale appartamento trilocale. Occasione F Eph 230,01. 035.971707 COSTA VOLPINO loc. Pizzo: In casetta di 2 unità abitative, bilocale con soppalco e terrazzo. Ristrutturato a nuovo. E. 75.000. ACE classe G. 0364.880794 ESINE: Vicinanze ospedale, bilocale termoautonomo, soggiorno con angolo cottura, disimpegno, bagno, camera matrimoniale, cabina armadio, portico, giardino e box. Classe Energ. F, IPE 175,61 KWh/mq.a. E. 90.000. 0364.361026 ESINE Vicinanze ospedale, in piccola palazzina, appartamento con cucina, sala, disimpegno, bagno, 2 ampie camere, doppi balconi, cantina, box, orto. Classe Energ. F, IPE 159,74 KWh/mq.a. E. 130.000. 0364.361026 ESINE: Zona centrale, in fabbricato recente ristrutturazione di 3 appartamenti, piccolo appartamento all’ultimo piano zona giorno/notte bagno e balcone. Classe Energ. G, IPE 398,41 KWh/mq.a. E. 55.000. 0364.361026 GORZONE zona soleggiata 1000 mq. di terreno agricolo con fabbricato rustico e privo di impianti, p.

17

terra di ca 90mq. e p. 1° di 40mq. + terrazze, portico e area parcheggio. E. 300.000. 0364.361026 GRATACASOLO: casa singola 2 unità abitative. Trattativa riservata. ACE classe G - 0364.880794 LOSINE, in zona collinare, ottima esposizione al sole, dotata di nuova viabilità, lotti di terreno residenziali, varie metrature, da 900mq. Vista Panoramica. da 125 E./mq. 0364.361026 LOVERE: appartamento di mq. 120, 2 bagni, cantina, temoautonomo, esposto a sud, 1° piano, arredata solo cucina. E Eph 117,23. 035.971707 LOVERE villa singola di mq. 190 facilmente separabile in 2 app.ti. 2 bagni. Seminterrato con box taverna, cantina e servizi. 1400 terrenouliveto-frutteto. Vista lago e soleggiata. Disponibile anche terreno mq. 1500 edificabile G Eph 341,42. 035.971707 LOVERE: bilocale con terrazzo. E. 49.000 ACE: classe G. 035.983566 LOVERE: bilocale in centro storico. E. 87.000 ACE classe G. 035.983566 LOVERE in ottima zona residenziale “Mori”: villetta di testa su 3 piani, finiture di pregio, vista lago e sole. Taverna, box doppio, giardino e uliveto. Da vedere !! E Eph 122,05. 035.971707 MALONNO alta vallecamonica porzione di rustico 3 livelli soleggiato panoramico con giardino esclusivo, no C.E. E. 29.000. 0364.635569 MONTECAMPIONE: appartamenti varie tipologie e ville. 035.971707 PISOGNE In fase di realizzazione in complesso con piscina appartamento al piano 1° soggiorno, cottura, disimpegno, 2 camere, bagno, balconi box auto e cantina. Classe B indice 55.22 E. 225.000. 035.971525 PISOGNE Loc. Val Palot albergo ampia metratura con terreno circostante e ampia terrazza panoramica. Da ristrutturare Immobile non soggetto a C.E. E. 200.000. 035.971525 PISOGNE: posizione centrale, quadrilocale con sottotetto. E. 140.000 ACE classe G. 0364.880794 ROGNO: fraz. Rondinera appartamento di mq. 100 parzialmente arredato buona esposizione. Autorimessa. D Eph 100,24. 035.971707 ROGNO fraz. S. Vigilio: fabbricato rustico di mq. 130 distribuito si 3 piani, Terreno adiacente. a solo euro 25.000. 035.971707 ROGNO: proprietà con fabbricato da ristrutturare. Progetto di 6 app.ti, box, cantine (3 app.ti già impegnati per l’acquisto). 035.971707 SOVERE: villetta a schiera di testa nuova con ampio giardino di proprietà. E. 270.000 ACE classe C. 035.983566 SOVERE: appartamento ben tenuto. Box e cantina. 035.971707 SULZANO: Nuovo trilocale non arredato. Termoautonomo. Box. Borgo della Paglia, vista lago, piscina, aree verdi circostanti. D eph 89,65. 035.971707 VEZZA D’OGLIO: Vista piazza, porzione di casa indipendente terra/cielo 7 locali, 2 bagni, cantina e taverna. no C.E. E. 100.000.0364.635569


18

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

GIOCATTOLI SCONTATI DEL 50% EDOLO (Bs) Via Marconi, 232/A Tel./Fax 0364.72796

OFFERTE DI IMPEGO e/o LAVORO

CERCO LAVORO

IL MOMENTO è difficile, lo sappiamo ed è inutile che ce lo ripetiamo ogni volta. Noi vogliamo guardare avanti con fiducia perché siamo convinti che la ripresa è ormai imminente. Inoltre abbiamo costruito una struttura talmente diversificata che c’è sempre qualcosa da fare. Noi siamo la M.P. & Partners, Azienda che opera nel settore della comunicazione e stampa, proprietaria dei mensili “Montagne & Paesi” e “Mercato delle Pulci” nonché di altri due periodici mensili sul territorio della provincia di Bergamo. Cerchiamo venditore automunito preferibilmente residente nella media Valle Camonica, con carattere positivo, attivo e dinamico cui offrire un’opportunità di lavoro e guadagno. Offriamo assistenza continuata in tutte le fasi della vendita, percorso di formazione, provvigioni sopra le media del settore, concorso spese di produzione, incentivi al raggiungimento degli obiettivi. L’attività di vendita è prevalentemente nel settore pubblicitario e consiste nella promozione di spazi pubblicitari su nostri mensili, nella vendita di spot pubblicitari per radio e televisioni, nonché nella vendita di prodotti della filiera tipografica dai volantini ai manifesti, dalle brochures ai supporti rigidi, nonché alla promozione tramite vele mobili e programmazioni in siti internet. Se fortemente determinato contatta il 392.9354243 per un colloquio informativo. Astenersi perditempo e tutti quelli alla ricerca di un posto qualsiasi.

RAGAZZO 25enne, meccanico, cerca lavoro come autista o come operaio generico. Patente A,B,C con CQC e patente E. 348.6013011 RAGIONIERA 30enne con esperienza pluriennale in studio commerciale e in studio tecnico, cerca lavoro parttime. 329.9387336 MURATORE carpentiere esperto cerca urgentemente lavoro. disponibile per trasferte in italia e anche estero 036461819 RAGAZZO automunito cerca qualsiasi lavoro 036461819 RAGAZZA 35 enne con esperienza cerca lavoro come geometra 3450379158 RAGAZZA 17enne, studentessa, cerca lavoro il fine settimana, in periodo scolastico, o part time, in periodo estivo. 3420117356 DIPLOMATA in perito aziendale corrispondente in lingue estere con massimo dei voti cerco lavoro come impiegata d’ufficio nell’area commerciale ed import/export. Ottima conoscenza di inglese e francese e discreta conoscenza del tedesco.3492511350 RAGAZZA 25enne con diploma Liceo Linguistico cerca qualsiasi tipo di lavoro. Precedenti esperienze come impiegata amministrativa, segretaria e receprionist; eseguito un corso di contabilità generale e di massoterapia. 3404635370 RAGAZZA 26enne referenziata (diplomata geometra) offresi come aiuto compiti per ragazzi delle elementari, medie e superiori ed come baby-sitter al pomeriggio o sera e nei weekend 3490843712 PIZZAIOLO 35enne cerca lavoro 334.9946845 PIZZAIOLO 35enne cerca lavoro in Valle Camonica e Alto Sebino 320.4666016 PENSIONATO, già volontario Associazione locale, si offre per assistenza malati, anziani, disabili, anche di notte 342.5915805 RAGAZZA 20 enne spigliata socievole cerca lavoro come barista cameriera massima disponibilità di orario e giorno,, ho il diploma scuola alberghiera chiama 3208953056 AUTISTA con patente C e ottima conoscenza dei seguenti macchinari: escavatore muletto, gru, cerca lavoro. 348-8557324 CUOCO o pizzaiolo con esperienza cerca lavoro con vitto e alloggio libero subito 3487659786 ELETTRICISTA con più di 20 anni di esperienza cerca lavoro come installatore di impianti elettrici civili, industriali,cablaggio quadri, allarmi, automazioni. Disponibile x cantieri con rientro in giornata. 3398850160 29ENNE automunito cerca lavoro come pizzaiolo, anche assunzione stagionale 392.0355439 29ENNE cerca lavoro come lavapiatti. Esperienza anche come pizzaiolo 389.2462624 IMPEGATA 28enne con esperienza presso azienda metalmeccanica, con mansioni amministrative - commerciali cerca lavoro part time (libera solo al mattino) come segretaria, commessa. 348 4136355. PARRUCCHIERA: 38 enne con provata esperienza nel settore cerca lavoro PART Time o FULL Time zone limitrofe alla valle imagna e brembana. Disponibile da subito 3272224126 CARPENTIERE, saldatore con patentino saldatura elettrodo + corso saldatore a filo cerca lavoro, automunito, disponibile trasferte 3385264605 PENSIONATO, già volontario presso Associazione locale, si offre per assistenza malati anziani anche disabili 342.5915808 RAGAZZO automunito cerca qualsiasi lavoro. Esperienza come elettricista, patente B e C 3284993386 37ENNE cerca lavoro come manovale o operaio 327.3832982 37ENNE cerca lavoro come pizzaiolo o aiuto cuoco, esperienza 10 anni 327.2147959 SIGNORA 38 enne con qualifica di asa cerca lavoro come: assistenza anziani (no notturno) pulizie in case private, stiratrice disponibile da subito. 3297818017 SIGNORE 38 enne pizzaiolo con 20 anni di esperienza alle spalle cerco lavoro fisso disponibile da subito, cerco anche altri lavori. 3469640290 CERCA lavoro come impiegata o altro lavoro serio part-time pomeriggio. Esperienza di circa 2 anni come segretaria generico/amministrativa. 347.6085249 HASAN ragazzo 28 anni da 15 in Italia cerca lavoro. ho lavorato per 7 anni come idraulico e 3 come manutentori di macchine trita sassi. lavoratore serio con famiglia. disponibile anche per trasferte. no patente 3203286726 RAGAZZO serio con ventennale esperienza nel settore cerca lavoro come cameriere 3287669171. RAGAZZA 24 enne di Brescia, per prossimo trasferimento a Darfo Boario Terme, cerca lavoro in Valle Camonica come impiegata in qualsiasi settore. esperienza di 3 anni nel settore buste paga e contributi. 3339022697 ATTUALMENTE disponibile, valuto proposte per impiego stagionale, presso strutture ricettive (HOTEL, RESIDENCE, R.T.A.). Disponibile a trasferimento se offerto vitto e alloggio. Pluridecennale esperienza maturata nel settore turistico alberghiero - mercato leisure - con società di gestione alberghiere / tour operator. Se i requisiti indicati risultano di Vostro interesse e se compatibili con le Vostre esigenze, invio Curriculum Vitae esclusivamente previo contatto con persona responsabile della struttura. 3665285651 30ENNE cerca lavoro come pizzaiolo, esperienza 5 anni, anche aiuto cuoco, fisso o part time 339.1111648 38ENNE cerca lavoro come cuoco, esperienza 12 anni 389.2463052 30ENNE, con 5 anni di esperienza, cerca lavoro come pizzaiolo 393.1778157 AUTOMUNITA con referenze ed esperienza, cerca qualsiasi lavoro, sempre disponibile 389.0910879 RAGAZZA con 20 anni di esperienza, cerca lavoro come parrucchiera in Valle Camonica 3394125730

YOUS SPA filiale di Boario Terme ricerca un ingegnere meccanico neo neolaureato per inserimento in ufficio tecnico. Richiesta residenza in Vallecamonica. Inviare cv a darfoboarioterme@yous.it o contattare lo 0364.532987 PER OFFICINA meccanica pesante, selezioniamo un capo officina con esperienza consolidata nel ruolo proveniente da carpenterie medio-pesanti. la risorsa dovrà occuparsi della gestione dell’officina, sia dal punto di vista produttivo che organizzativo. richiesta residenza in Vallecamonica. Inviare cv a darfoboarioterme@yous.it o contattare lo 0364.532987 SOCIETÀ’ assicurazioni seleziona n. 5 persone di età compresa tra i 25 e 35 anni da inserire nel proprio organico commerciale. Inviare curriculum vitae a: luca.carrara@alleanza.it PER IMPORTANTE AZIENDA del settore metalmeccanico della Val Camonica - Consulente Adecco Industrial ricerca un Quality Manager. Il/La candidato/a controllerà e assicurerà la qualità relativa ai processi produttivi di fabbricazione e distribuzione di un prodotto. Definirà attività di miglioramento continuo rispetto agli obiettivi di qualità del prodotto e del processo di realizzazione; rileverà e controllerà periodicamente i costi del Sistema Qualità aziendale; effettuerà gli audit (clienti e fornitori) relativi alla qualità. Gestirà le non conformità e tutti gli aspetti documentali relativi all’attività. Contratto a tempo indeterminato con inquadramento in relazione all’esperienza già acquisita. Un facsimile di domanda è presente all’indirizzo: http://www.adecco.it/it-IT/privacy/privacy-candidato/Pages/default.aspx Adecco Italia S.p.A. (Aut. Min. Prot. N.1100-SG del 26.11.2004). NRG-planet cerca supervisori su tutto il territorio, selezioni e formazione in zona di residenza. Informazioni e formulario di contatto su: http://supervisor.nrg-planet.com Distributore indipendente Herbalife: Alessandro Zani, cerco persone sveglie e in gamba per l’opportunità di lavoro http://distributore.nuovadieta.it o alezani.h@gmail.com 3201171657 Ditta cerca operaio capace montatore meccanico bordo macchina industriale. 035.973011 CERCASI barista per bar sito in Esine, ragazza di bella presenza dinamica e sveglia, per lavoro su turni, serio e continuativo. 3464158135 PM INTERNATIONAL azienda leader nel settore del benessere e nutrizione ricerca persone decise e motivate. Non è un’attività di vendita. Possibilità di carriera, vacanze premio e auto aziendale 3936770387 oppure: elena.lardelli.pminternational@gmail.com CERCHIAMO in tutta Italia bagnini disponibili a spostarsi con vitto e alloggio compreso + compenso mensile da € 1.000,00 a € 1.700,00 mensili. A fine stagione verranno rimborsate anche le spese viaggio. 06.99.12.419 340.073.3595 associazionebagnini@fastwebnet.it AZIENDA a Darfo cerca persona con provata competenza ed esperienza per gestione contabilità, bilancio, gestione pagamenti e adempimenti fiscali 0364.535391 AZIENDA in media Valle Camonica cerca disegnatore con esperienza d’ufficio tecnico - ore ufficio 0364.535041 CERCASI impiegato amministrativo ben motivato e con esperienza per ufficio acquisti. 0364.86161 CARPENTERIA metallica cerca carpentiere meccanico assemblatore con conoscenza disegno - inviare curriculum al fax 0364.466948 AZIENDA, vicinanze di Lovere cerca addetto all’assemblaggio, richiesta ottima conoscenza del disegno meccanico ed esperienza nella mansione - e cercasi inoltre saldatore a filo 0364.532987 CERCASI progettista meccanico - conoscenza Solidworks - inventor ed autocad - esperienza progetti meccanici - con conoscenza inglese 035.972546 AZIENDA cerca manutentore elettromeccanico con esperienza su macchinari industriali - preferibilmente prifile e presse per lavoro in linea di produzione e manutenzione ordinaria e straordinaria dei macchinari - inviare curriculum al fax.0364.598996


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Il più importante festival italiano del teatro sacro, è giunto alla sedicesima edizione

La rinascita e la volontà di ricostruire per Crucifixus 2013 “Crucifixus”, Festival di primavera, il più importante festival italiano del teatro sacro, è giunto felicemente alla sedicesima edizione. La manifestazione prenderà il via ai primi di aprile con una nuova sferzata di energia, reinventando se stessa e la propria attività sul territorio. Lo fa partendo innanzitutto dalla sua immagine: abbandonate le straordinarie immagini sacre delle prime edizioni ed il forte simbolismo di stampo “laico” dello scorso anno, approda in questa edizione ad un’immagine dove, in un’atmosfera di distruzione e rovine emerge un forte segnale di rinascita. La rinascita e la volontà di ricostruire la realtà sono due dei fili conduttori di questa tornata. In una situazione di diffusa difficoltà, in cui la società paga lo scotto di una crisi che coinvolge tutti gli ambiti ed i settori economici e sociali, la cultura ritrova la sua centralità come luogo di creazione, formazione e relazione, ma anche come strumento di confronto e di condivisione. Essa rappresenta un luogo di crescita interiore dell’uomo e fornisce strumenti pratici ed intellettuali per reagire e trovare una solu-

zione per questa crisi. Partendo da questa situazione difficile, diffusa a livello nazionale e che attraversa tutti i settori, il festival ha deciso di investire in quella fitta rete di relazioni che gli permette di essere ancora una rassegna viva, diffusa e radicata sul territorio. Per portare avanti la propria “missione” e per consolidare ancora di più la propria rete di relazioni, Crucifixus lavorerà anche quest’anno per e con la comunità. Credere nel futuro e nella rinascita non può prescindere poi da un lavoro sui giovani. Ecco quindi che la rassegna coinvolgerà in maniera attiva e propositiva le nuove generazioni. Lo farà innanzitutto con il concorso di disegno dedicato alle scuole primarie della Provincia. Se lo scorso anno la tematica era “La primavera e la luce”, quest’anno gli alunni dovranno alzare gli occhi al cielo per interpretare creativamente il tema 2013, ispirato alla Divina Commedia e dal titolo “E quindi uscimmo a riveder le stelle”. Non solo attenzione per i più piccoli, ma anche coinvolgimento attivo di attori e registi emergenti. Crucifixus quest’anno ha

affidato alcune produzioni a giovani artisti che troveranno spazio per esprimere le loro potenzialità all’interno di una rassegna affermata a livello nazionale. Accanto all’ambito artistico, troviamo anche attività di tipo manageriale e gestionale indispensabili per una buona riuscita di un’attività culturale. Anche in questo caso Crucifixus apre le porte ai giovani perché rappresentano il futuro e l’unica via d’uscita dallo stallo che caratterizza l’ambito culturale italiano di questi anni. Soltanto una formazione specifica affiancata dall’esperienza diretta sul campo permettono di plasmare i manager culturali del futuro. Il 2013 rappresenta quindi per Crucifixus Festival di Primavera un anno importante di evoluzione e di crescita che vale un investimento forte sui territori che l’hanno visto nascere e crescere. La Valcamonica ed il Sebino bresciano e bergamasco ospiteranno quindi per tre settimane spettacoli e letture di straordinario impatto emotivo. Il concorso “E quindi uscimmo a riveder le stelle” è presagio del nuovo cammino di luce e di speranza dopo le tenebre precedenti.

19

Oggetti con o senza volto Vi è mai capitato di pensare o immaginare che gli oggetti potessero parlare, esprimersi in qualche modo, confessare, svelare segreti a noi ignoti o misteriori particolari rigorosamente custoditi fin da prima della legge sulla privacy? Qui di seguito qualcosa magicamente si presenterà alla nostra attenzione: è una sorta di autoritratto, dove un oggetto (apparentemente inanimato), un elemento della natura o un’entità più o meno reale dice di sé, narra della propria origine, storia e specifiche caratteristiche. Vuol essere una metafora della realtà mediante l’umanizzazione di ciò che umano non è, ma non per questo meno importante e significativo. Anzi! Ora sta a voi scoprire chi sta parlando

CIAK! Si gira… Mi aprono e mi chiudono, ma non sono una porta. Di solito ho gli occhi aperti, ma non vedo un granchè. Guardo con gli occhi socchiusi quando c’è da vedere. Perlomeno ascolto. Comunque non ho bisogno di un biglietto. Aspetto, più che altro. Senza di me non c’è distinzione fra realtà e finzione. Il fatto è che nel mio caso non è la realtà che conta, mi devo sacrificare: questo è il mio unico e triste destino. Se potessi parlare ne so più di tutti, con quello che ho visto… La diretta mi importa poco. E’ che nessuno mi vuole intervistare. Sapeste com’è brutta la solitudine. E quando siete arrivati e belli pronti… mi stringono ai lati, agli angoli come un pugile nell’intervallo del ring! Vorrei scioperare una volta, dare uno strappo alla regola, per far vedere che anch’io valgo, che merito un’approvazione. Certo, per cose del genere ci vuol fortuna, destrezza, malizia. Se si cerca il salto di qualità. Insomma ci vuole proprio stoffa!... Daniele Gregorini

(La soluzione è a pagina 17)

392.9354243


20

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi Nella prima prova stagionale a Sepang, in Malesia, il pilota bergamasco ha corso per la scuderia Trident Racing

Spazio autogestito dalla ditta Mooving Srl

Esordio stagionale in GP2 Si può trovare un po’ di positività da questa crisi? per Kevin Ceccon Kevin Ceccon ha fatto il suo ritorno in GP2 dopo l’incoraggiante esperienza del 2011 con la Coloni, quando seppe subito domare la monoposto marchiata Dallara nonostante l’esordio avvenuto in corsa. Lo scorso anno il driver bergamasco ha partecipato alla GP3. A meno di 48 ore dalle prove libere del primo round di Sepang, la Trident Racing ha reso nota la coppia di piloti che poi è scesa in pista nel weekend malese: a comporla saranno Nathanael Berthon e Kevin Ceccon. «La chance di tornare al volante di una GP2 è giunta inaspettata, e l’entusiasmo è stato davvero indescrivibile. Non è stato facile, visto che l’ultima volta che mi sono seduto al volante di una GP2 è stato nel novembre 2011 - ha raccontato Ceccon - . In Malesia siamo stati molto sfortunati in entrambe le gare, abbiamo avuto piccoli problemi al fatto di non aver disputato i test prestagione. In Gara1 ho spento la macchina dopo il pit stop perché con la mano ho toccato il tasto dell’iniezione che era troppo vicino al volante e in Gara 2 abbiamo avuto un problema elettrico allo start della gara, ma tutto sommato la velocità era buona e anche il ritmo gara, quindi spero di poter continuare il resto della stagione». Quali sono i programmi per la stagione? «Per il momento non è ancora sicuro se sarò al via dei prossimi eventi della GP2 Series, anche se la chiamata last minutes per la Malesia è stata una piacevole notizia. Mi sono trovato molto bene con il team anche se non ci conosciamo ancora abbastanza,non avendo fatto nemmeno una giornata di test insieme. Spero di poter correre ancora qualche gara per poter prendere confidenza con la vettura, con i circuiti e con tutto la struttura della trading Racing». Calendario GP2 Series 2013 22/24 Marzo Sepang, Malesia 19/21 Aprile Sakhir, Bahrain 10/12 Maggio Barcellona, Spagna 23/25 Maggio Montecarlo, Monaco 28/30 Giugno Silverstone, Gran Bretagna 05/07 Luglio Nurburgring, Germania 26/28 Luglio Hungaroring, Ungheria 23/25 Agosto Spa-Francorchamps, Belgio 06/08 Settembre Monza, Italia 20/22 Settembre Marina Bay, Singapore 01/03Novembre Yas Marina, Abu Dhab

Carissimi lettori e clienti, in questo spazio a noi dedicato, abbiamo scelto di non parlare solo di porte Mooving, dei pregi, delle caratteristiche ecc.., in fondo queste cose le conoscete già. Volevamo parlare di altro, qualcosa di diverso. Promuoverci? Troppo scontato in un anno dove la malattia recidiva che affligge l’Italia da tempo chiamata “crisi”, è dilagata ovunque e ha infettato ogni settore. La crisi, purtroppo, ha colpito anche la nostra azienda, perché nasconderlo. Ma vi annoieremmo: la televisione parla di crisi, la radio urla c’è crisi, il governo … lasciamo perdere finiremmo nel cadere in lamentele poco costruttive. Il 2013 iniziato “malato” ha bisogno di nuovi stimoli orientati sulla positività. C’è bisogno di saper cogliere dalla crisi anche un lato positivo, anche se complicato. Lo staff Mooving non può e non vuole mollare, anzi, suo slogan e punto di forza è stato trovare la formula magica vincente per andare avanti a testa alta. La crisi ci ha dato la possibilità di riflettere molto, arrivando alla conclusione che nonostante sia difficile tenere duro in un momento così delicato in cui a volte si cammina sospesi su di un filo senza che sotto vi siano protezioni alcune, ecco che questa difficoltà ci ha resi più forti, più uniti e più competitivi. Ma attenzione, la competitività che rivendichiamo non sfocia in un beneficio economico, ma in una crescita morale: trovarsi a dover comunicare a colleghi di non avere più lavoro e soffrire insieme a loro per doverli congedare è davvero straziante. Aziende con cui abbiamo collaborato da anni, ditte sane e serie che nonostante l’impegno e gli sforzi di una vita si vedono obbligate a chiudere la loro attività. Questo ti porta a riflettere molto e a capire che, ancora una volta, le cose materia-

li sono le meno importanti, anche se proprio per le cose materiali sprechiamo le migliori energie. Quando riflettere pensi che fine hanno fatto il rispetto reciproco, l’ammirazione, le relazioni, le amicizie, le conoscenze i rapporti umani leali, basati sulla correttezza, sulla fiducia, sulla crescita: queste sono le vere cose importanti, queste sono le cose per cui dobbiamo veramente lottare e disperarci, il resto dovrebbe essere solo da completamento. E per rendere al meglio il nostro pensiero voglio occupare altre poche righe per raccontare questo aneddoto che è diventato per noi una grande esperienza di vita da seguire. Tornando da un piacevolissimo viaggio di lavoro ho incontrato una coppia di ottantenni. Ci tengo a precisare: famiglia sorrentina, lavoratori onesti che hanno allevato 4 figli con il solo guadagno del marito, la moglie casalinga da sempre. Entusiasti dal viaggio di piacere che avevano appena trascorso, volevano comunicare agli altri il loro vissuto. Ero immobilizzata e colpita dalla loro unione, sprizzavano amore e felicità da tutti i pori, nonostante i 60 anni di vita comune vissuta insieme, questo lo sottolineo perché trovare una situazione così ai giorni nostri è più raro che vero. Nei loro occhi leggevi una grande positività. Dopo le prime chiacchiere e i soliti convenevoli, il “nonnino” mi ha chiesto il permesso di darmi un consiglio: «Pensi bene a quello che le dico, la prego rifletta sulle mie parole durante il suo viaggio di rientro: si ricordi che il giorno che lascerà questa terra porterà con se solo ed esclusivamente ciò che avrà riempito il suo cuore e la sua anima». Ho riflettuto molto su queste parole. Apparentemente possono sembrare semplici, banali, ma dopo qualche secondo di riflessione ne comprendi la profon-

dità e diventano pillole di saggezza. “Unico bagaglio consentito per il nostro ultimo viaggio”, lo trovo di un’importanza estrema, non da meno “cio’ che lasceremo, una volta partiti per il nostro ultimo viaggio”. Quelle parole mi hanno rimbombato in testa per parecchio tempo e ora vi chiedo: in un momento di piena crisi, quando i soldi sono sempre meno, quando il fine mese per percepire lo stipendio è sempre più lontano, cosa vi porta, cosa vi aiuta ad andare avanti, cosa vi strappa ancora un sorriso, cosa riesce a colmare i vostri cuori? Ognuno di noi avrà le proprie risposte da darsi qualsiasi esse siano, ma coltivatele perché saranno: “L’unico bagaglio concesso trasportare nel vostro ultimo viaggio, ovunque esso vi condurrà” Oggi per il cliente è sempre più difficile selezionare un’azienda, capire dove comprare un prodotto, affidarsi con fiducia e tranquillità, ma se vi può aiutare, la nostra azienda oltre a vantare una quindicinale esperienza maturata nel settore, predilige fare vanto per la sua Onestà, trasparenza, passione e amore per questo lavoro. Nella speranza di avervi trasmesso qualcosa, senza alcuna presunzione, in bocca al lupo di cuore perché è anche con il cuore che si potrà trovare un antidoto giusto per sanare il nostro Paese verso una ricrescita per tutti quanti. Lo staff di Mooving srl. Un ringraziamento va a CILLY, grazie di cuore…… Se volete lasciare un commento un suggerimento e o semplicemente un pensiero, ci piacerebbe saperlo; se ti va mandacelo, tramite mail: info@moovingsrl.it - fax 035 4340303 Grazie e buona ricrescita a tutti dallo staff di Mooving


www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

Serie di miglioramenti volti a rilanciare il Porto Turistico di Lovere

Nuovo look per le Piscine di Lovere

“Al termine di un primo lotto di interventi, il lido di Lovere diverrà l’impianto più performante della zona”. E’ con questa parole che il consiglio di amministrazione de L’Ora di Lovere S.r.l. ci accoglie all’interno del cantiere per spiegare nel dettaglio i rinnovamenti. Primo step a cui farà seguito nel corso degli anni un’ulteriore serie di miglioramenti volti a rilanciare sul piano regionale e, perché no, nazionale, il Porto Turistico di Lovere. Una perizia ha evidenziato i maggiori problemi dell’impianto e l’amministrazione ha indetto una gara d’appalto vinta da una società milanese specializzata nella salvaguardia e lo sviluppo delle località turistiche. Nello specifico il pro-

getto è andato a toccare principalmente la copertura dell’impianto tramite un lavoro di isolamento a cappotto con uno strato isolante di vetro cellulare. Il corpo principale verrà rivestito di doghe metalliche color avorio, intervallate da colonne azzurre di lamiera atte a nascondere il design precedente. Gli obsoleti e poco sicuri portelloni basculanti sono stati rimpiazzati da una nuova serramentistica scorrevole interamente in vetro, in modo da garantire una maggiore illuminazione sulle vasche. Si segnalano anche due interventi che si sono visti necessari sul piano vasca interno, ossia la ripiastrellatura con moderne mattonelle antiscivolo e il rifacimento della copertura isolante della vasca didattica.

TERZO POSTO PER IL G.A.M. TEAM!

Dopo gli eccellenti risultati ottenuti a Cremona nella Coppa Lombardia per gli Esordienti B (femmine classe 2003-2004 e maschi classe 2002-2003 che hanno gareggiato rispettivamente il 17 e il 24 marzo), finalmente anche la sezione loverese del G.A.M. Team potrà riprendere ad allenarsi “in casa”. Al termine delle giornate il G.A.M. Team è riuscito a piazzarsi al terzo posto nella classifica per società dietro a Team Lombardia e DDS su 80 società partecipanti, aggiudicandosi 5 ori, 5 argenti e 3 bronzi. Una menzione di merito va a Alice Radaelli (2003), oro nella staffetta 4x50 stile libero e argento nella staffetta 4x50 misti, e a Giacomo Barro (2003) con il suo argento nei 100 metri a rana e il bronzo nei 200 sempre a rana.

L’Ora di Lovere ha calcolato i costi di questo primo pacchetto d’interventi sulla base dell’utile e la capacità di cassa delle proprie attività dovendo così, a malincuore, posticipare al prossimo lotto di ristrutturazione ulteriori miglioramenti all’impianto.

21

C’è tempo fino al 15 aprile per presentare le domande di finanziamento

Interventi a sostegno delle aree montane

Bernardo Mascherpa, assessore all’Agricoltura in Comunità montana di Valcamonica e il responsabile del servizio Alessandro Putelli, annunciano interventi a sostegno dell’agricoltura nelle aree montane; bando per l’anno 2013. Si tratta di una normativa regionale gestita dalle Comunità montane (L.R. 31/2008, art. 24) a sostegno degli investimenti attuati da imprenditori agricoli, nonché dai Comuni proprietari di alpeggi. In particolar modo è previsto un sostegno economico per i seguenti interventi: 2.1.1 realizzazione ed adeguamento dei fabbricati rurali (stalle, serre, ecc.); 2.1.2 acquisto di impianti e di attrezzature per le attività di trasformazione, conservazione e commercializzazione dei prodotti agricoli; 2.1.3 acquisto di attrezzature per la modernizzazione delle stalle; 2.1.4 adeguamento e modernizzazione del parco macchine e delle attrezzature per i lavori agricoli; 2.1.5 impianto di colture arbustive ed arboree di particolare pregio (per i vigneti la superficie massima ammissibile è di mq 3.000); 2.2 il miglioramento della produttività e funzionalità degli alpeggi e

dei pascoli montani; 2.3 la riqualificazione e modernizzazione dei processi di trasformazione, conservazione e commercializzazione delle produzioni agro-zootecniche; 2.8 i servizi di interesse collettivo prestati dagli operatori agricoli di montagna; contratti di protezione territoriale ed ambientale. La Regione Lombardia stanzia annualmente circa 600.000 euro e tali risorse sono sufficienti a soddisfare circa il 40% delle domande pervenute. Gli investimenti massimi ammissibili sono pari ad euro 30.000 e la percentuale di contribuzione varia dal 35 al 45% per le aziende agricole, ad eccezione della misura 2.1.2 e della misura 2.3 che prevedono una spesa massima ammissibile di euro 100.000, con una percentuale di contribuzione del 40%, percentuale uguale alle misure 2.1.2. Per le amministrazioni comunali in caso di adeguamento degli alpeggi è il 50%. Per la manutenzione delle strade la percentuale di contribuzione è del 100% della spesa stimata. Rispetto agli anni passati verranno assegnati maggiori punti, per la formazione della graduatoria,

alle aziende agricole che negli ultimi due anni non hanno ricevuto finanziamenti ai sensi della medesima normativa. Le domande, presentate alla Comunità montana di Valcamonica esclusivamente tramite S.i.a.r.l. dovranno essere inoltrate telematicamente entro il 15 aprile 2013, corredate da tutta la documentazione prevista, ivi compresa la relativa scheda di misura e gli interessati dovranno pertanto rivolgersi alle proprie OO.PP. di appartenenza. La manutenzione delle strade agrosilvo-pastorali potrà essere finanziata solo se le strade sono ricomprese nella V.a.s.p. e come negli anni scorsi verrà data priorità alle strade che conducono agli alpeggi regolarmente monticati. Le percentuali di riparto dei fondi destinati alla sistemazione degli alpeggi è stata notevolmente incrementata al fine di dare corso alla sistemazione delle malghe ritenute non conformi da parte di controlli operati dall’A.s.l. nel corso del 2012. Il testo completo del bando è scaricabile da www.cmvallecamonica.bs.it ed è anche reperibile presso i Comuni. Per informazioni telefonare al n. 0364/324019.


22

www.montagneepaesi.it

Montagne & Paesi

La cassetta del pronto soccorso, cosa metterci

La sicurezza in casa non dipende soltanto dall’integrità delle tubature o dalla regolarità dell’impianto elettrico. Per essere proprio sicuri, bisogna essere pronti ad affrontare gli imprevisti, i piccoli incidenti domestici che non necessitano dell’intervento del personale medico. Per esempio, può capitare di tagliarsi mentre si puliscono frutta e verdura, oppure è possibile che una scheggia s’infili nelle dita. Gli anziani, poi, possono essere facilmente soggetti a cadute, in tutti questi casi è sufficiente avere a portata di mano una cassetta del primo soccorso ben attrezzata. Vediamo insieme cosa metterci dentro, grazie ai suggerimenti di Altroconsumo, l’associazione di consumatori, e perché. - I guanti monouso garantiscono l’igiene in ogni operazione di primo soccorso ed evitano che anche una banale ferita venga a contatto con i germi che si sono depositati sulle mani del “soccorritore”; - le garze sterili sono utili per coprire le ferite e le sbucciature, per tenerle al riparto dall’esterno favorendo comunque la respirazione della pelle; - le pinzette sono fondamentali per estrarre spine, schegge e altri corpi estranei dalla pelle, ma sono utili a chi ha le mani grandi e un po’ goffe per sistemare con precisione i bendaggi e i medicamenti; - un paio di forbici, per tagliare, il cerotto, le bende, le garze o aprire le confezioni dei medicamenti; - il cotone idrofilo, conosciuto anche come ovatta, inumidito con l’acqua ossigenata o con un’altra soluzione disinfettante, è utile per la prima pulizia delle ferite; - una bottiglia di acqua os-

sigenata per disinfettare le ferite, può essere usata direttamente sulle ferite o per inumidire il cotone idrofilo; - la soluzione fisiologica (in bottiglia o in flaconcini monodose), disponibile in farmacia in diverse concentrazioni, è usata in caso di raffreddore e mal di gola per dare sollievo alle vie aeree; è usata quindi come strumento di irrigazione nasale o per la preparazione dell’aerosol; - un pacco di cerotti assortiti medicati per tamponare la fuoriuscita di sangue, dopo aver medicato le ferite, meglio se la busta contiene cerotti di varie dimensioni; - un antisettico non alcolico cioè un disinfettante che non è a base di alcol e può igienizzare le mani, riducendo la trasmissione di microrganismi, generalmente è senza risciacquo ed è caratteristico delle salviettine umidificate; - il termometro per controllare la temperatura corporea quando si avverte uno strano freddo, dolori muscolari e ossei o si riconoscono i primi sintomi della febbre; - un rotolo di cerotto per tener ferme le bende e tamponare le ferite grandi che non possono essere coperte dai cerotti; - un pacco di ghiaccio istantaneo per evitare lividi e gonfiori che seguono a cadute ed incidenti “di percorso” in casa; - una confezione di bende elastiche di diverse misure per tenere salde le medicazioni e tornare comodamente a svolgere le faccende di casa. Tutti questi elementi sono essenziali sia in casa, sia in vacanza. Per questo il consiglio è di munirsi di una cassetta del pronto soccorso portatile e sistemarla in un luogo facilmente raggiungibile della casa. Insieme a tutti questi strumenti è bene tenere un foglio di riepilogo delle scadenze di ogni prodotto, da aggiornare periodicamente e prima di andare in vacanza.

Le allergie e le intolleranze alimentari

La stagione delle allergie ai pollini che riempiono l’aria di città e campagne all’inizio di primavera inizia a farsi sentire. Tuttavia molti italiani soffrono anche di allergie di tipo alimentare, che non hanno stagionalità. Cibi comuni, come latte vaccino, uova o pesce, ma anche noci, frutta, legumi e cereali possono essere alimenti vietati per molte persone che soffrono di “reazioni avverse”, di rifiuto, che si manifestano in allergie o in intolleranze alimentari. I sintomi delle allergie alimentari sono simili a quelle provocate dai pollini. Sono comuni a entrambi i fenomeni allergici gli arrossamenti pruriginosi della pelle, eczemi, eruzioni o gonfiori,  orticaria, arrossamenti e bolle, dermatiti. Ma anche irritazione delle labbra e della bocca, la sindrome orale allergica, problemi respiratori (riniti, congiuntiviti, asma) o problemi gastrointestinali come nausea, vomito, dolori addominali e diarrea. Il sintomo deve essere confermato da una serie di esami clinici. I prick test, i test della puntura, sono gli esami cutanei che vengono effettuati per primi: sulla pelle è inciso un piccolo taglietto su cui è versato una goccia di estratto, l’allergene. L’eventuale irritazione della pelle è un primo segnale di allergia. Il test può essere confermato utilizzando direttamente l’alimento fresco al posto dell’estratto, il cosiddetto test “prick by prick”. La ricerca nel sangue di anticorpi contro l’alimento e l’ingestione, sotto controllo medico, dell’alimento sospetto confermano la diagnosi. La prima terapia dell’allergia alimentare è l’esclusione dalla dieta dell’alimento verso cui la persona è allergica. Alcuni farmaci possono

poi essere utili per calmare le manifestazione dell’allergia. In alcuni casi, ingerendo dosi crescenti del cibo verso cui si è allergico il corpo si può riabituare alla sua presenza e non considerarlo più pericoloso. È la terapia desensibilizzante specifica per via orale. La maggior parte delle reazioni avverse agli alimenti sono, però, forme di intolleranze: il cibo non è correttamente digerito e assimilato dall’organismo perché questi non produce le proteine che lo degradano, gli enzimi digestivi, o perché la presenza di batteri ne impedisce lì’assorbimento. I disturbi legati alle intolleranze sono diversi da quelli delle allergie e includono difficoltà a digerire, nausea, vomito, dolori addominali e diarrea. L’esclusione dell’alimento dalla dieta è il rimedio d’eccellenza per l’intolleranza. In alcuni casi la “terapia desensibilizzante specifica per via orale” può avere un buon effetto. Gli esperti sottolineano anche il rischio di shock anafilattico, una manifestazione infiammatoria improvvisa, causata dagli allergeni, che non si limita ad una parte dell’organismo ma che coinvolge tutto il corpo mettendo in pericolo la vita delle persone. Per questo, è importante che le persone allergiche si mantengano sotto controllo medico.

Specialista in odontoiatria

Primo ed unico store della Valcamonica specializzato in piaceri per intolleranze alimentari. Prodotti senza glutine, latte, lievito, uova, zucchero e tanto altro... per alimentarsi in modo sano senza perdere il gusto! Convenzionato con ASL di Valcamonica e Bergamo per la spendibilità del contributo celiachia.

VIENI A TROVARCI! SIAMO A PISOGNE, IN VIA A. DE GASPERI 1B - TEL. 0364.880685

Piazza Aldo Moro - Tel. 0364.531856 DARFO BOARIO TERME (Bs)

VI RESTITUIREMO IL SORRISO! • Visite e preventivi gratuiti • Implantologia • Ortodonzia con mascherine invisibili • Sbiancamento denti

OGNI 2 SEDUTE DI IGIENE ORALE UNA IN OMAGGIO!!!

CAPO DI PONTE (Bs) Via S. Briscioli, 40 - Tel. 0364.42173 EDOLO (Bs) - Via Porro 3 - Tel. 0364.72581 EDOLO (Bs) - Via G. Marconi, 24 ISEO (Bs) - Via Roma, 92 - Tel. 030.9822508 PISOGNE (Bs) - Piazza Umberto I° - Tel. 0364.880299

www.cissva.it


ROBERTA QUI MI METTI LA 24 DEL MESE SCORSO, QUELLA DEL SITO MONTAGNE E PAESI.


Fai parte di una Pro Loco, di un Gruppo o di un’Associazione? Organizzi una Sagra, una Festa o un evento?

Progettazione grafica e stampa di manifesti, volantini, tovagliette, striscioni, ecc. Servizio prenotazione, consegna e affissione manifesti Servizio distribuzione volantini Vele pubblicitarie Spazi dedicati su

:*

i p m e s e i n Ecco alcu ti 70x100 s e f i n a m N. 100 a colori stampati ndine A3 N. 100 loca olori ac stampate r ntini A5 f/ a l o v 0 0 0 N. 5 a colori stampati 3 agliette A v o t 0 0 5 2 N. a colori stampate

125 60 135 195

a r la stamp gre, ecc. pronto pe sa te o n n e li za c iz l n a gnato d che orga file conse ni od enti a o d zi a ia p c m o a ss * st er a lida solo p Offerta va


Montagne e Paesi - Aprile 2013