Page 1

L’INSTABILITA’ ROTULEA Casa di Cura Abano Terme Presidio Ospedaliero ULSS 16 - Padova U.F. di Ortopedia e Traumatologia Responsabile Dr. F. Rossi

PADOVA 30.10.2004


ANATOMIA L’ARTICOLAZIONE FEMORO-ROTULEA

ROTULA

TROCLEA FEMORALE

La rotula non si adatta perfettamente alla corrispondente superficie del femore


ANATOMIA LA ROTULA

E’ UN OSSO DI FORMA OVALARE

SUPERFICIE ANTERIORE CONVESSA POLO SUPERIORE: BASE TRIANGOLARE POLO INFERIORE: APICE A V SUPERFICIE POSTERIORE: ¾ SUPERIORI RIVESTITI DI CARTILAGINE


ANATOMIA LA ROTULA: SUPERFICIE ARTICOLARE

MEDIALE (piccola e convessa) LATERALE (corrisponde ai 2/3 della superficie rotulea)


ANATOMIA LA ROTULA: SUPERFICIE ARTICOLARE

Sono presenti 7 faccette, di cui 1 impari situata a livello del margine mediale della rotula


ANATOMIA LA ROTULA: I MARGINI LATERALI…. LEGAMENTO ALARE ESTERNO LEGAMENTO ALARE INTERNO


ANATOMIA LA ROTULA: VARIANTI ANATOMICHE CLASSIFICAZIONE SEC. WIBERG E BAUMGARTL1,2

1 Wiberg G: Acta Orthop Scand 12:319,1941 2 Baumgartl F: Springer-Verlag, Berlin 1944


ANATOMIA LA TROCLEA FEMORALE RAPPRESENTA L’ESTREMO ANTERIORE INFERIORE DEL FEMORE


ANATOMIA LA TROCLEA FEMORALE

ANTERIORMENTE C’E’ IL SOLCO MEDIANO O “GOLA”, CHE SI CONTINUA AI LATI CON LA FACCETTA MEDIALE E LATERALE LA GOLA INTERTROCLEARE SI CONTINUA POSTERIORMENTE CON QUELLA INTERTROCLEARE LE FACCETTE MEDIALE E LATERALE SONO IN CONTINUITA’ CON I DUE CONDILI FEMORALE


ANATOMIA TROCLEA FEMORALE: VARIANTE ANATOMICHE LA PROFONDITA’ DELLA TROCLEA FEMORALE PUO’ VARIARE1

Profondita della troclea2 : 7,8 mm ginocchia NORMALE 5,0 mm in DOLORE ANTERIORE 0,9 mm in ARTROSI FEMORO-ROTULEA 0,1 mm in LUSSAZIONE RECIDIVANTE

1 Maldague e Malghem: Rev Chir Orthop (suppl. II) 71:5 , 1985 2 Dejour H, Walch G: Rev Chir Orthop 76: 45, 1990


ANATOMIA TROCLEA FEMORALE: VARIANTE ANATOMICHE

LA DISPLASIA DI TROCLEA E’ CLASSIFICATA IN TRE DIVERSI TIPI1

1 Maldague e Malghem: Rev Chir Orthop (suppl. II) 71:5 , 1985


FISIOLOGIA LA SUPERFICIE DI CONTATTO FEMORO/PATELLARE VARIA A SECONDA DEL GRADO DI FLESSIONE DEL GINOCCHIO1,2 1 Aglietti P, Insall JN: Clinic Orthop 107:175, 1975

LA ROTULA “SPAZIA” SULLA TROCLEA FEMORALE

2 Goodfellow J, Hungerford DS: J Bone Surg (Br) 58:287, 1976


FISIOLOGIA LA ZONA DI CONTATTO FEMORO/PATELLARE NON SUPERA MAI 1/3 DELLA SUPERFICIE ARTICOLARE DELLA ROTULA

MAX CONTATTO A 45째 DI FLESSIONE


BIOMECCANICA LA FUNZIONE MECCANICA DELLA ROTULA:

PERMETTE DI MODIFICARE/MODULARE LA DIREZIONE DELLA FORZA

LA ROTULA REAGISCE A UN SISTEMA A TRE FORZE: - trazione del quadricipite - trazione del tendine rotuleo - forza di compressione femoro-rotulea (mediale e laterale)


BIOMECCANICA LA FUNZIONE MECCANICA DELLA ROTULA:

ANGOLO Q: è importante per comprendere l’influenza dell’ anatomia sulla distribuzione delle forze


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE L’ECCESSIVA “LIBERTA’ ARTICOLARE” PUO’ SFOCIARE IN DIVERSI QUADRI DI MALATTIA (non sempre conseguenti a traumi)

- INSTABILITA’ ROTULEA FRONTALE: SUB/LUSSAZIONE ACUTA/CRONICA DI ROTULA - IPERPRESSIONI ROTULEA ESTERNA

- CONDROMALACIA e MALALLINEAMENTO FEMORO/ROTULEO


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE INSTABILITA’ ROTULEA FRONTALE: SUB/LUSSAZIONE ACUTA/CRONICA DI ROTULA


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE IPERPRESSIONI ROTULEA ESTERNA


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE CONDROMALACIA1 e MALALLINEAMENTO FEMORO/ROTULEO

1 Aleman O: Acta Chir Scand 63: 149, 1928


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE ALTRI QUADRI “MINORI” DI MALATTIA SINDROMI DA SOVRACCARICO - tendiniti - borsiti -


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE

DISTROFIA SIMPATICA RIFLESSA (disturbo vaso-motorio)


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE PLICHE SINOVIALI


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE

PLICHE SINOVIALI


PROBLEMATICHE FEMORO-ROTULEE OSTECONDRITE DISSECANTE


FISIOLOGIA

STABILITA’ ROTULEA

- STABILIZZATORI OSSEI - STABILIZZATORI PASSIVI (TESSUTI MOLLI)


FISIOLOGIA STABILIZZATORI OSSEI MAGGIOR ALTEZZA E PROMINENZA DELLA FACCETTA LATERALE DELLA TROCLEA FEMORALE

CONGRUENZA TRA LA GOLA INTERTROCLEARE E LA CRESTA VERTICALE DELLA ROTULA


FISIOLOGIA STABILIZZATORI PASSIVI

TENDINE ROTULEO LEGAMENTO ALARE ESTERNO

LEGAMENTO ALARE MEDIALE TENDINE QUADRICIPITALE (stabilizzatore muscolare attivo)


FISIOLOGIA STABILIZZATORI PASSIVI

LEGAMENTO ALARE ESTERNO

LEGAMENTO ALARE MEDIALE


DIAGNOSI STRUMENTALE PROIEZIONE DI MERCHANT1 1 Bradley WG: AJR 136: 53, 1981

ANGOLO DEL SOLCO: (BAC)

ANGOLO DI CONGRUENZA: (BAD)


DIAGNOSI STRUMENTALE PROIEZIONE LATERALE DI GINOCCHIO1

IL METODO DI INSALL-SALVATI

1 Bradley WG: AJR 136: 53, 1981


ESAME OBIETTIVO L’ESAME DELLA ROTULA COMPRENDE:

valutazione della superficie articolare allineamento della rotula esame delle strutture molli circostanti


ESAME OBIETTIVO PALPAZIONE DELLA ROTULA ATTENZIONE a non pinzare la membrana sinoviale tra rotula e femore


ESAME OBIETTIVO COMPRESSIONE DELLA ROTULA con ginocchio flesso a 20째 (mediale e laterale)


ESAME OBIETTIVO TEST DELLO SCIVOLAMENTO DELLA ROTULA1 La rotula viene divisa In quadranti longitudinali

1 Kolowich et al: Am J Sport Med 18(4):359,1990


ESAME OBIETTIVO TEST DELLO SCIVOLAMENTO DELLA ROTULA1 La rotula viene divisa In quadranti longitudinali

1 Kolowich et al: Am J Sport Med 18(4):359,1990


ESAME OBIETTIVO TEST DEL TILT ROTULEO1 (passivo)

1 Kolowich et al: Am J Sport Med 18(4):359,1990


ESAME OBIETTIVO TEST DI INSTABILITA’ ROTULEA1,2

1 Smillie IS Churchill Livingstone, Edinburg 1980

2 Fairbank HA: Proc R Soc 3: 11, 1937


ESAME OBIETTIVO VALUTAZIONE DELL’ASSE FEMORO-ROTULEO DETERMINAZIONE DELL’ANGOLO Q1

1 Hugston JC, Walch WM: WB Saunders, Philadelphia, 1984


ESAME OBIETTIVO VALUTAZIONE DELL’ASSE FEMORO-ROTULEO L’ANTIVERSIONE FEMORALE


ESAME OBIETTIVO VALUTAZIONE DEI “TESSUTI MOLLI”1,2

1 Fulkerson JP: Am J Sport Med 10: 147, 1982

1 Fulkerson JP: William e Wilkins, Baltimore, 1990


PATOLOGIA FEMORO-ROTULEA CLASSIFICAZIONE DEI DISORDINI FEMORO-ROTULEI

CONDROMALACIA1

MALALLINEAMENTI/DISPLASIE FEMORO-PATELLARI

1 Aleman O: Acta Chir Scand 63: 149, 1928


CONDROMALACIA1

LESIONE CONDRALE SECONDARIA A SOVRACCARICO MECCANICO

1 Aleman O: Acta Chir Scand 63: 149, 1928


MALALLINEAMENTI

COMPRENDONO: - AUMENTO DELL’ANGOLO Q - AUMENTATA ANTIVERSIONE FEMORALE - LA ROTULA ALTA

1 Aleman O: Acta Chir Scand 63: 149, 1928


DISPLASIE FEMORO-PATELLARI COMPRENDONO: - IPOPLASIA DEL m. VASTO MEDIALE - IL SOLCO FEMORALE POCO PROFONDO - LATERALIZZAZIONE DELLA ROTULA - LA ROTULA ALTA


PATOLOGIA FEMORO-ROTULEA

ACQUISITA (TRAUMATICHE E IATROGENE3)

GENETICA1,2

1 Langer M: Z GES Anat 89: 83 1929 2 Walmsley R: J Anat 74: 360, 1939 3 Lloyd-Roberts GC: J Bone Joint Surg (Br) 46B:498, 1964

PATELLAR TRACKING


QUADRI CLINICI a) Condizioni post-traumatiche TRAUMA ACUTO (non è mai la causa principale) fratture e lussazioni

TRAUMA RIPETUTO: tendinopatie, Osgood-Schlatter, Sinding-Larsen-Johansenn EFFETTI TARDIVI DEL TRAUMA: condromalacia, algodistrofia, fibrosi….


QUADRI CLINICI b) Displasia femoro-rotulea IPERPRESSIONE ROTULEA ESTERNA: dolore funzionale. aumento dell’angolo Q SUB-LUSSAZIONE CRONICA DELLA ROTULA: dolore. aumento dell’angolo di congruenza LUSSAZIONI RECIDIVANTI DI ROTULA: cedimenti segno dell’apprensione


QUADRI CLINICI

c) Condromalacia idiopatica d) Osteocondrite dissecante e) Pliche sinoviali


INSTABILITA’ ROTULEA LUSSAZIONE O SUBLUSSAZIONE ROTULEA

LA DIFFERENZA CONSISTE SOLO NEL GRADO DELLA PATOLOGIA E NON NELLA SUA NATURA


PRESENTAZIONE CLINICA DOLORE IMPROVVISO CON CEDIMENTO ARTICOLARE

RARISSIMA LA LUSSAZIONE MEDIALE

MAGGIOR INCIDENZA NEL SESSO FEMMINILE

GINOCCHIO TUMIDO, ECCHIMOTICO, DOLORE DIFFUSO (pararotuleo mediale)


INDAGINI STRUMENTALI INDAGINE RADIOGRAFICA: frammenti osteocondrali?


INDAGINI STRUMENTALI INDAGINE RMN


TRATTAMENTO TRATTAMENTO CHIRURGICO IN ACUTO1,2 (specie se vi varianti anatomiche o in atleti di alto livello) -sempre in presenza di frattura osteocondrali-diminuiscono le recidive ma persiste una storia di dolore anteriore-

1 Cofield R: J Trauma 17: 527, 1977; 2 Cash JD: Am J Sport Med16(3):244, 1988


TRATTAMENTO TRATTAMENTO CHIRURGICO IN ACUTO1 (controindica il lateral release in acuto)

1 Dainer RB: Arthroscopy 4(4): 267, 1988


TRATTAMENTO TRATTAMENTO CONSERVATIVO1 con ginocchiera articolata -svezzamento della ginocchiera dalla 3째 alla 4째 settimana-precoce rieducazione funzionale-rinforzo del quadricipite-rieducazione funzionale da proseguire per almeno 6 mesi-

1 Insall Churchill Livingstone 2001


TRATTAMENTO TRATTAMENTO NELLE RECIDIVE -vi sono diverse tecniche chirurgicheROUX-ELMSLIE-TRILLAT

1 Insall Churchill Livingstone 2001

Instabilità Rotula  

Dottor Franco Rossi Specialista in Ortopedia | Chirurgia del ginocchio, della spalla e dell'anca | Policlinico Abano Terme | Istituto Clinic...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you