Page 1

Montanara 53 Via Montanara- Parma

CAPITOLATO

ProprietĂ : DOSER SPA Progettazione: Doser s.p.a.


PROGETTAZIONE Forma oggetto del presente capitolato la costruzione di una palazzina completa di cantine ed autorimesse denominata “Montanara 53”. L’intervento, ubicato in Parma, Via Montanara, angolo Via Polizzi, prevede la realizzazione di una palazzina di quattro piani fuori terra, oltre all’interrato, composta da dieci unità, disponibili in diverse tipologie, dal bilocale al tre camere. Il progetto prevede uno sviluppo planivolumetrico articolato, ottenuto giocando con balconi, logge, portici, volumi aggettanti e variazioni di altezza dei prospetti, in modo da ottimizzare l’impatto del fabbricato rispetto al contesto. Un nuovo modo di concepire la residenza attraverso un’architettura dallo stile contemporaneo che si esprime in termini di forma, colore, materia ed eco-sostenibilità. La composizione delle facciate è caratterizzata da un ritmo dinamico di volumi e di aggetti. La sintassi compositiva si traduce in un linguaggio architettonico moderno composto da sinuosi movimenti di balconi e dal profilo curvilineo della copertura. La Residenza Montanara 53 si caratterizza per la personalità architettonica che garantisce ad ogni appartamento soluzioni uniche, originali, diverse per dimensione, esposizione e disposizione. Dal bilocale all’appartamento di ampia superficie, fino ad arrivare all’attico, le abitazioni offrono elevati standard qualitativi e di vivibilità. I tagli planimetrici si adattano facilmente alle esigenze abitative e grazie alla luminosità delle zone living gli ambienti sembrano dilatarsi e prolungarsi verso l’esterno attraverso grandi terrazzi coperti, da vivere come veri e propri spazi dell’abitare all’aperto. Tutte le residenze sono certificate in Classe A per il contenimento dei consumi energetici.

2


COSTRUZIONE Struttura Fondazioni La quota di profondità dello scavo di splateamento e degli scavi di fondazione sarà fissata dalla Direzione dei lavori, in relazione alla natura del terreno e all’altezza delle travi di fondazione costituenti la struttura portante, previa perizia geologica. Le fondazioni saranno di tipo diretto, realizzate in travi in cemento armato realizzato in opera, classe di resistenza C25/30 armato con ferro B 450 C, nella quantità determinata dai calcoli statici, eseguita rispettando la più recente normativa antisismica. Muri in cemento armato Le murature a contatto con il terreno saranno gettate in opera in calcestruzzo di cemento, classe di resistenza C 28/35, armato con ferro B 450 C, nella quantità determinata dai calcoli statici eseguiti rispettando la più recente normativa antisismica; verranno eseguite con materiali di prima qualità e a regola d’arte. Le murature interrate saranno protette dalle infiltrazioni di umidità con fogli di guaina bituminosa e membrane di protezione bugnata. Il vano scala sarà realizzato con pareti in calcestruzzo di cemento, classe di resistenza C 28/35, armato con ferro B 450 C, nella quantità determinata dai calcoli statici eseguiti rispettando la più recente normativa antisismica; verrà eseguita con materiali di prima qualità e a regola d’arte. Travi e pilastri - Struttura La struttura portante sarà realizzata con telai strutturali. Pilastri e travi saranno in calcestruzzo di cemento, classe di resistenza C 28/35, armato con ferro B 450 C, nella quantità determinata dai calcoli statici eseguiti rispettando la più recente normativa antisismica; verrà eseguita con materiali di prima qualità e a regola d’arte. I setti murari, le solette di balconi, logge e scale saranno anch’essi gettati in opera in calcestruzzo di cemento, classe di resistenza C 28/35, armato con ferro B 450 C nella quantità determinata dai calcoli statici eseguiti rispettando la più recente normativa antisismica; verranno eseguite con materiali di prima qualità e a regola d’arte. Solai I solai delle autorimesse saranno realizzati utilizzando pannelli di tipo “predalle”, mentre quelli dei piani orizzontali saranno costruiti in laterocemento. I solai di calpestio dei piani abitabili sono calcolati per una portata utile di 560 kg/mq oltre al peso proprio, realizzati con struttura latero-cementizia del tipo a pannelli e/o travetti e pignatte di spessore adeguato, oltre alla soletta collaborante armata di adeguato spessore. Nel rispetto delle direttive della vigente normativa, l’isolamento termoacustico sotto il piano di calpestio sarà garantito da un opportuno strato di materiale coibente, consentendo contemporaneamente un ottimo risparmio energetico e il massimo rispetto della privacy degli abitanti. Copertura La copertura sarà prevalentemente piana (accessibile dal vano scala condominiale) e costituita da un’orditura di travi e travetti in legno lamellare sbiancato a vista, opportunamente coibentata con pannelli in lana di roccia e fibra di legno, impermeabilizzata e completata superiormente da lastre in lamiera grecata. La copertura è idonea alla posa dei pannelli fotovoltaici.

3


Finiture Murature Le murature esterne di tamponamento saranno realizzate con blocchi di termolaterizio cm.35 con cappotto cm.8 in polistirene espanso con grafite, atta a sopportare la finitura ad intonachino da tinteggiare. Le murature a divisione degli alloggi ed i pilastri saranno opportunamente coibentate. Le pareti divisorie dei locali abitabili, saranno realizzati in laterizi forati posati con malta di calce. Nella zona di contatto tra le pareti e il pavimento sarĂ  disposta una guaina isolante in polietilene espanso reticolato, di marca Isolmant o similari. Le pareti di rivestimento di tubi di aspirazione e colonne di scarico verranno costruite con laterizi forati oppure con tavelle posate con malta di calce. Intonaci I prospetti esterni dei muri perimetrali verranno protetti con intonaco del tipo civile a base di calce e cemento premiscelati, eseguito mediante la posa di un primo strato di malta a media granulometria ed un secondo di finitura a granulometria fine tirata a frattazzo. Nel vano scala e negli alloggi le pareti e i soffitti verranno intonacati con malta premiscelata e finiti a granulometria fine tirata a frattazzo. I bagni e le cucine verranno protetti con intonaco del tipo civile liscio a base di calce e cemento premiscelati, eseguito a mano o a macchina mediante la posa di un primo strato di malta a media granulometria ed un secondo di finitura a granulometria fine tirata a frattazzo; sulle pareti da rivestire con piastrelle mancherĂ  la finitura. Tinteggi I prospetti esterni dei muri perimetrali verranno rifiniti con una tinteggiatura al quarzo. I locali del piano interrato verranno tinteggiati con due mani di idropittura di colore bianco. Le pareti e i soffitti degli alloggi saranno tinteggiati con due mani di pittura traspirante semilavabile di colore chiaro. Pavimenti e Rivestimenti I locali comuni, ingresso principale e vano scala verranno pavimentati gres ceramico porcellanato. La pavimentazione del cortile carrabile verrĂ  realizzata con elementi in calcestruzzo di cemento prefabbricato (autobloccanti) o in calcestruzzo. Nei locali giorno degli alloggi verranno posate piastrelle in ceramica smaltata (monocottura o gres ceramico porcellanato) di prima scelta di formato 30 x 60 cm, 45x45 cm e 30x30 cm. Nei locali notte saranno posati pavimenti in legno prefinito in listelli di Rovere, Iroko e Cabreuva Dorata standard, di formato 68/75x 450/600/700 mm e di spessore di 1 cm. Nei bagni saranno messe in opera per i pavimenti e rivestimenti piastrelle in ceramica oppure gres porcellanato di prima scelta, formato 30 x 60 cm,30x30 e 20x20 con H 210. Eventuali divisioni tra pavimenti di materiale diverso saranno rifinite con soglie in ottone o in acciaio. Balconi, logge, terrazze e portici verranno pavimentati con piastrelle in gres porcellanato di formato antigelivo. In tutti i locali degli alloggi, ad eccezione del bagno, saranno messi in opera battiscopa in legno a sezione lineare. Le cantine e le autorimesse verranno pavimentate con piastrelle formato 15x15 o 20x20 cm.

4


Soglie Per soglie degli ingressi alle unità immobiliari saranno poste in opera soglie costituite da bancali esterni in pietra naturale. Nelle porte-finestre di accesso a balconi, logge, terrazze e portici saranno poste in opera soglie costituite da bancali esterni in pietra naturale. Le dimensioni di tutte le soglie risulteranno dai disegni delle porte, delle porte-finestre e dai diversi spessori della muratura. Davanzali I davanzali esterni verranno realizzati in pietra naturale completi di smussi e rompi goccia , mentre i davanzali interni saranno in legno laccato come i serramenti esterni. Serramenti esterni I telai delle finestre e delle porte finestre degli alloggi saranno costruiti in legno smaltati, con doppia guarnizione di tenuta in PVC composito. Le finestre saranno conformi a quanto previsto dalla normativa vigente con vetrocamera a basso emissivo. La vetrocamera delle portefinestre sarà di tipo antinfortunistico stratificato. L’oscuramento sarà realizzato con tapparelle. Le finestre dei locali cucina e bagno saranno dotate di doppia apertura a vasistas ed anta. E’ prevista la predisposizione per l’installazione delle zanzariere. I portoni delle autorimesse saranno di marca Ballan o similari, del tipo basculante a contrappesi con struttura portante in ferro zincato e tamponamento con pannelli in lamiera nervata zincata preverniciata, provvisti di serrature e grigliature d’areazione come previsto dalle normative vigenti. Serramenti interni Ogni alloggio avrà l’ingresso fornito di portoncino blindato di sicurezza con anima interna in acciaio e sarà provvisto di spioncino centrale; internamente sarà rifinito in legno simile alle porte interne ed esternamente con pannello smaltato. Le porte interne di ogni appartamento, di tipo cieco, saranno tamburate in essenza naturale oppure verniciate, comprensive di maniglie cromo-satinate. Recinzione La recinzione verso strada verrà realizzata con muretto con sovrastante cancellata metallica verniciata Le recinzioni sui lati interni saranno realizzati con rete metallica elettrosaldata a maglie rettangolari plastificata su fittoni tubolari con sottostante cordolo in c.a. Lattoneria Canali di gronda e pluviali saranno realizzati in lamiera pre-verniciata di spessore 10/10 mm e verranno posizionati nei punti individuati dal progetto esecutivo. Sulla copertura, attorno ai tubi degli esalatori e ove necessario, saranno poste in opera idonee converse e scossaline in lamiera. Sistemazione esterna Le aree a verde, compresi i giardini in uso esclusivo, saranno consegnati completi di pozzetto d’acqua, restano esclusi gli impianti di irrigazione e la semina del prato. Si provvederà pertanto alla pulizia del cantiere, all’eventuale asportazione di elementi estranei, riempimento delle aree necessarie con terreno, livellamento, aratura/zappatura. Le pavimentazioni dei vialetti d’ingresso alle unità verranno realizzati in gres porcellanato.

5


Impianti Impianto di riscaldamento-raffrescamento e produzione acqua calda sanitaria Gli ambienti saranno riscaldati e raffrescati con impianto radiante a pavimento realizzato con tubazioni del tipo multistrato, o similari e integrato con deumidificatori posizionati a parete o nei controsoffitti delle zone notte, che permetteranno la perfetta termoregolazione interna nei mesi estivi. Nei bagni saranno installati termoarredatori elettrici dotati di appositi termostati. L’impianto sarà del tipo centralizzato con contabilizzazione del calore e regolazione autonoma per ogni unità immobiliare , la temperatura di ogni singolo ambiente sarà regolabile con termostato. L’impianto sarà alimentato da pompa di calore aria/acqua ad altissima efficienza energetica alimentata ad energia elettrica ed abbinata all’impianto fotovoltaico. L’impianto sarà realizzato in conformità alla legge 10/91 e successivi aggiornamenti ed alla Delibera di assemblea Regionale dell’Emilia Romagna n° 156/08 e successivi aggiornamenti. Contabilizzazione dei consumi I consumi di calore (estate ed inverno) e acqua sanitaria (calda e fredda) saranno contabilizzati da appositi satelliti di utenza installati in prossimità degli ingressi delle singole unità immobiliari. Impianto idrico sanitario I sanitari saranno in porcellana smaltata bianca del tipo sospesi e/o a pavimento; potranno essere scelti tra i seguenti modelli suddivisi per marche. Ideal Standard - bidet a terra serie Connect; - bidet sospeso serie Connect; - vaso a terra serie Connect; - vaso sospeso serie Connect; - lavabo modello ‘Cube’, serie Connect; - piatto doccia serie Connect, dimensioni 80x80 o 70x90 o 70x100 o 70x110. Stile - bidet a terra serie Strike; - bidet sospeso serie Strike; - vaso a terra serie Strike; - vaso sospeso serie Strike; - lavabo serie Strike/Bridge. Pozzi Ginori - bidet a terra serie Metrica; - bidet sospeso serie Metrica; - vaso a terra serie Metrica; - vaso sospeso serie Metrica; - lavabo simmetrico serie Metrica; - bidet a terra serie Fast; - bidet sospeso serie Fast; - vaso a terra serie Fast; 6


-

vaso sospeso serie Fast; lavabo simmetrico serie Fast.

La rubinetteria sarà in ottone cromato monocomando, a scelta tra i seguenti modelli suddivisi per marche. Nelle vasche da bagno saranno installati gruppi miscelatori monocomando con tubi flessibili e diffusori di flusso. Nelle docce saranno installati gruppi miscelatori con soffioni a parete e doccetta con tubo flessibile. Ideal Standard - miscelatore per bidet serie Mara; - miscelatore per lavabo serie Mara; - miscelatore per vasca/doccia da incasso serie Mara; - miscelatore per vasca/doccia da incasso serie Cerasprint; Grohe - miscelatore per bidet serie Eurostyle Cosmopolitan; - miscelatore per lavabo serie Eurostyle Cosmopolitan; - miscelatore per vasca/doccia serie Eurostyle Cosmopolitan. Nobili - miscelatore per bidet serie Abc; - miscelatore per lavabo serie Abc; - miscelatore per doccia a incasso serie Abc; - soffione doccia Round Emotion; - braccio doccia tondo; - duplex doccetta+flex+gancio.

I bagni ciechi saranno dotati di impianto di aspirazione forzata. Le cucine saranno predisposte per attacchi e scarico sottolavello nonché attacco per acqua fredda e scarico per lavastoviglie. Impianto Gas Metano E’ previsto l’allaccio gas all’apparecchio di cottura per ciascun alloggio. L’impianto sarà realizzato in rispondenza alla norma UNI-CIG 7129/08. Le colonne montanti esterne in vista per l’alimentazione di ogni unità immobiliare saranno in rame. Le tubazioni sotto traccia saranno in rame ricotto controtubato in guaina di PVC di colore giallo. Saranno presenti condotti di evacuazione dei prodotti della combustione degli apparecchi di cottura. Le cucine saranno ventilate naturalmente tramite foro a muro di diametro opportuno e protetto da griglia in rame all’esterno e in PVC all’interno. Fotovoltaico L’edificio sarà dotato di impianto fotovoltaico composto da pannelli monocristallini completi di linee elettriche, inverter e quant’altro necessario, atti a produrre una potenza di picco complessiva pari a 16 kwh.

7


Impianto elettrico Saranno eseguiti impianti indipendenti per ciascun alloggio. L’impianto elettrico di ogni unità immobiliare sarà del tipo promiscuo e farà capo a un proprio quadro generale di protezione e sezionamento nel quale saranno installati: - interruttori per la protezione contro i contatti verso terra (salvavita) vicino al contatore con protezione linea autorimessa. - interruttori magnetotermici saranno tarati a un valore inferiore oppure al limite uguale alle valvole limitatrici dell’azienda erogatrice del servizio. Tutta la rete di terra dell’alloggio farà capo al quadro generale dell’alloggio medesimo. Tutte le colonne montanti a servizio degli impianti di ciascuna unità immobiliare saranno posizionate indipendentemente l’una dall’altra. Le colonne montanti necessarie sono: - alimentazione impianto elettrico - apriporta di accesso al fabbricato e citofoni - canalizzazione telefono - canalizzazione televisione - satellite - messa a terra impianto elettrico Le scatole di derivazione saranno installate in posizione tale da risultare facilmente ispezionabili. I conduttori saranno sotto traccia, del tipo contraddistinto dal marchio italiano di qualità (IMQ) in corda di rame flessibile e isolamento in P.V.C. conforme alle norme CEI 20.14 e 20.20. Le sezioni dei conduttori medesimi saranno proporzionate alle correnti circolanti secondo quanto indicato dalle tabelle CEI UNEL. La dotazione delle singole unità residenziali comprende: Ingresso:

-

1 presa 1 punto luce 1 punto videocitofono

Cucina:

-

5 prese 2 prese piano lavoro 1 alimentazione cappa 1 punto luce 1 presa telefono 1 presa TV

Angolo cottura:

-

2 prese 1 presa piano lavoro

Lavanderia:

-

3 prese 1 punto luce

Locale da bagno:

-

2 prese 2 punti luce 1 presa 1 punto luce

Giardino:

-

1 presa 1 punto luce

Cantina/sottotetto:

-

1 presa 1 punto luce

Box auto:

8


Corridoio: < 5ml >5ml

Locale servizi (wc)

Balcone-Terrazzo >10mq:

Ripostiglio:

-

1 presa 1 punto luce 2 prese 2 luce

-

1 presa 1 punto luce

-

1 presa 1 punto luce

-

1 punto luce

Per ogni locale diverso da quelli indicati (es. camera da letto,soggiorno, studio,ecc.) - 1 presa TV - 1 presa telefono Sup. > 8 < 12 mq - 4 prese - 1 punto luce Sup. > 12 < 20 mq - 5 prese - 1 punto luce Sup. oltre 20mq - 6 prese - 2 punti luce I punti presa e luce saranno distribuiti in modo adeguato nel locale come da progetto impianto elettrico redatto da tecnico incaricato. Gli interruttori e le prese saranno di marca Bticino serie Light, oppure di marca Vimar serie Plana . I contatori generali per l’energia elettrica saranno posati a spese degli acquirenti e verranno situati al piano interrato insieme ai contatori dell’acqua, in un apposito locale indicato nel progetto esecutivo e concordato con l’azienda erogatrice dei servizi. Impianto elettrico delle parti comuni Verrà realizzato un circuito indipendente per il vano scala collegato al contatore condominiale, che servirà per l’illuminazione della scala stessa, del ballatoio di distribuzione, dei corridoi, del vialetto di accesso all’ingresso principale, del cortile comune, della centralina televisiva e di tutte le apparecchiature che risulteranno di uso comune. La scala sarà dotata di un impianto di illuminazione temporizzato azionabile ad ogni piano. Nel vano scala e nei corridoi di piano saranno posti apparecchi di illuminazione a parete o a soffitto equipaggiati con lampade fluorescenti a basso consumo. Ascensore Il fabbricato sarà dotato di ascensore di tipo automatico oleodinamico a partire dal piano interrato, fino al piano attico. Le caratteristiche principali dell’impianto saranno: fermata ad ogni piano, porte automatiche di piano ad ante scorrevoli, cabina con finiture di pregio, pavimento conforme a quello del vano scale e del ballatoio, dispositivo di sicurezza e di allarme con ritorno automatico al piano in mancanza di corrente.

9


L’ascensore sarà conforme alla Legge 13/1989 e alla Legge 104/1992: la larghezza della porta di 80 cm e le dimensioni interne della cabina di 100 x 130 cm saranno infatti atte all’accessibilità per portatori di handicap.

Impianto telefonico In ogni alloggio verrà installata nel locale una scatola presa con le relative canalizzazioni vuote oppure con filo fornito dall’azienda Telecom Italia; la rete telefonica di ogni alloggio farà capo alla cassetta di derivazione e al box della medesima azienda situato nel piano interrato. La rete telefonica comprenderà le sole canalizzazioni e scatole prese.

Impianto televisivo L’edificio sarà dotato di impianto televisivo centralizzato nonché della distribuzione ai diversi utilizzi. Il fabbricato sarà inoltre predisposto per un impianto TV/satellitare (esclusi eventuali decoder). Impianto videocitofonico In ognuno degli alloggi sarà installato un videocitofono posizionato nella zona ingresso, comunicante con la pulsantiera illuminata posta all’esterno della recinzione della palazzina sulla strada privata. Presso il portoncino blindato di accesso alle singole unità abitative verrà installato un campanello elettrico con pulsante e suoneria interna. Impianto di messa a terra Sarà realizzata una maglia di dispersione esterna con dispersori a puntazza in pozzetti di cemento prefabbricati ispezionabili e collegati fra loro con corda di rame nuda da 50 mmq alla quale saranno collegati il conduttore di terra dei punti luce esterni, il montante di messa a terra degli alloggi, il montante di messa a terra dell’antenna televisiva e il conduttore di terra dei servizi comuni. Impianto fognario La rete della fognatura sarà costituita da due linee: acqua bianca e acqua nera. I condotti di fognatura interni alle unità, siano essi orizzontali o verticali saranno eseguiti in tubi di marca Rehau o similari con giunzioni meccaniche in altro materiale equivalente e saranno alloggiati in appositi vani posti all’interno delle murature o in cassette sporgenti protette con elementi in laterizio. Le colonne di scarico dei bagni saranno costruite con tubi insonorizzati, avranno un adeguato diametro e saranno complete dei necessari pezzi speciali. Tutte le colonne di scarico dei bagni saranno provviste di esalatori e manterranno il medesimo diametro fino sopra al manto di copertura. Le colonne di scarico saranno ispezionabili mediante tappo a vite con guarnizione di tenuta, prima del raccordo con la fognatura principale. La rete orizzontale delle acque nere sarà realizzata con tubazione in polietilene alta densità PE100PN16 conformi alla norma UNI EN 12201, di idonea sezione e allacciata alla fognatura stradale con sifone tipo Firenze. Saranno installati pozzetti di ispezione e di scarico in calcestruzzo di cemento prefabbricato, muniti di chiusino di dimensioni tali da consentire un agevole accesso alle necessarie manovre e di aspetto consono al tipo di pavimentazione circostante. Al piano interrato verranno posate caditoie e griglie di raccolta acqua meteorica e convogliate nel collettore principale tramite sollevamento.

10


CONSEGNA La consegna delle unità immobiliari verrà effettuata dalla Società costruttrice entro i giorni stabiliti contrattualmente, che si intendono lavorativi, escludendo quindi i festivi, sospensioni dovute a scioperi, condizioni climatiche avverse ed altre cause di forza maggiore. La parte acquirente è obbligata a verificare e controllare l’unità immobiliare compromessa in vendita al momento dell’ultimazione in tutte le opere visibili segnalando alla Impresa esecutrice gli eventuali vizi riscontrati che, se sussistenti, verranno eliminati prima della consegna. Alla consegna verrà redatto apposito verbale in contraddittorio, la cui sottoscrizione varrà come piena accettazione dell’opera compravenduta, fatte salve le garanzie di legge, nonché la persistenza di eventuali difetti di piccola entità che non pregiudichino l’immediata e completa fruizione dell’alloggio e che saranno comunque eliminati nell’arco di breve tempo. Il rogito delle unità immobiliari potrà celebrarsi anche in assenza della Attestazione del Certificato di Conformità Edilizia ed agibilità ma con denuncia presentata di fine lavori, accatastamento e richiesta di abitabilità in corso completa degli allegati obbligatori. Costruzione in appalto Il promittente l’acquisto dà atto che il complesso viene ceduto in appalto a ditta costruttrice diversa dalla Società venditrice che comunque resta unica referente e responsabile della realizzazione del complesso, riservandosi, in caso di accertamento di vizi, di rivalersi sulla ditta appaltatrice. Rapporti fra impresa appaltatrice e futuri acquirenti Qualsiasi rapporto fra l’Impresa appaltatrice ed i futuri acquirenti (come ordini di lavori di varianti, modifiche, sostituzioni e quant’altro) sarà espletato esclusivamente per iscritto. Non saranno quindi ritenuti validi quegli accordi, o richieste verbali, che venissero fatte dai futuri acquirenti direttamente in cantiere con il personale dipendente dall’Impresa o con il personale delle ditte esecutrici dei lavori nell’edificio (falegnami, idraulico, elettricista, pavimentisti, rivestitori, imbianchino, ecc.). Documentazione per rogito Prima della sottoscrizione dell’Atto Notarile, a ministero del Notaio scelto dall’acquirente, dovranno essere predisposti tutti i documenti necessari alla stipula; così, la Società venditrice si impegna ad incaricare un tecnico di provata competenza che provvederà a raccogliere le certificazioni degli impiantisti, redigere il Tipo Mappale con relative denunce al Catasto Fabbricati, compilare le tabelle millesimali ed il regolamento condominiale nonché la relazione tecnica per il Notaio rogante. Dette prestazioni sono come di consuetudine a carico dell’acquirente che provvederà al pagamento, prima del rogito, direttamente al professionista incaricato sulla base delle tariffe in vigore. Lavori extra-capitolato Tutti i materiali di finitura impiegati all’interno delle singole unità immobiliari, soggetti a scelta dell’acquirente, possono essere dallo stesso sostituiti con scelta fuori capitolato. Le scelte di capitolato od extra-capitolato dovranno essere effettuate e concordate con un incaricato Inproject srl e con lo stesso dovranno essere quantificati gli importi in variante oppure mediante copia commissioni dei fornitori incaricati approvata e controfirmata. Le opere e le scelte extra-capitolato dovranno essere pagate a Inproject srl prima della consegna delle unità immobiliari. Onde evitare contestazioni, l’acquirente si obbliga ad operare dette varianti previo accordi scritti e documentazione contabile di saldo da presentare prima del rogito notarile o consegna delle chiavi.

11


Lavori di variante E’ facoltà della parte acquirente apportare varianti interne al progetto iniziale della unità promessa in vendita, previa approvazione da parte della società e della Direzione Lavori, che ne valuterà l’ammissibilità in relazione all’entità delle modifiche richieste ed ai tempi di esecuzione in rapporto al procedere complessivo del cantiere, dette varianti dovranno comunque rispettare le norme ed i regolamenti vigenti e non modificare la categoria della unità immobiliare. Gli eventuali lavori di variante saranno eseguiti solo dall’Impresa esecutrice dopo la compilazione di un preventivo di spesa scritto e firmato per accettazione dalla parte acquirente, e saranno liquidati e pagati dalla parte acquirente prima della consegna a Inproject srl Accesso al cantiere Per motivi di sicurezza e per non ostacolare i lavori non è consentito l’accesso al cantiere al promissario acquirente, e/o altro soggetto dallo stesso incaricato, se non accompagnato da una persona autorizzata. Il promittente venditore definirà alcune date durante l’avanzamento dei lavori, nelle quali si potrà effettuare una visita concordata con i responsabili del cantiere o con la Direzione Lavori, possibilmente fuori dall’orario di lavoro. Durante la visita il Promittente acquirente si obbliga a rispettare le norme di sicurezza del cantiere e a presentarsi con indumenti, in particolare calzature , adeguati. Modifiche al progetto La società costruttrice si riserva la facoltà di apportare modifiche al progetto dell’edificio, ed al regolamento di condominio, nonché al Capitolato dei lavori per quanto attiene alle parti comuni dei fabbricati ed alle scelte dei materiali, alle sistemazioni esterne, nonché al numero e alla destinazione delle unità immobiliari purché ciò non modifichi o pregiudichi in alcun modo il valore o la funzionalità delle unità già promesse in vendita. Condutture al piano interrato La società costruttrice a seconda delle necessità tecniche derivanti dalla distribuzione delle varie reti (impianti elettrici, telefonici, idrici, fognari, depuratori, ecc.) si riserva la facoltà di ubicare i relativi condotti nelle posizioni che riterrà più idonee anche nell’attraversamento delle proprietà private, costituendone di fatto servitù.

Allacci utenze Doser spa, al fine di abbreviare i tempi di consegna delle unità immobiliari, provvederà alla richiesta ed al pagamento degli allacci e dei depositi per i contatori dalle aziende fornitrici. Il promittente acquirente dovrà provvedere al rimborso di suddetti costi prima della stipula del rogito. Misurazioni Le unità vengono vendute a corpo.

Amministratore e personale addetto ai servizi del condominio Ad ultimazione della costruzione la Società costruttrice nominerà il primo Amministratore del Condominio per dar modo all’edificio di iniziare tempestivamente e razionalmente il proprio funzionamento. Tale nomina avrà la durata di un anno ed alla scadenza la conferma o la sostituzione sarà di competenza della Assemblea del Condominio.

12


All’Amministratore, per l’anno nominato dalla Società costruttrice, sarà corrisposta una normale retribuzione conforme la consuetudine a carico del Condominio.

Polizza assicurazione R.C. e incendio L’amministratore designato provvederà al subentro alla polizza di assicurazione R.C. e incendio stipulata da Inproject srl con primaria società di assicurazione. La relativa spesa sarà a carico del Condominio. Controversie Qualsiasi controversia di qualsiasi natura che potesse insorgere fra le parti, loro successori od aventi causa, sulla interpretazione o sulla esecuzione del su esteso elaborato, sarà di competenza del Tribunale di Parma.

Parma,

13


Capitolato Residenza Montanara 53  

Capitolato Residenza Montanara 53

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you