Issuu on Google+


Il COMITATO SCIENTIFICO

Art. 1 – DEFINIZIONE 1.

Il Comitato Scientifico (di seguito Comitato) della Fondazione Doppia Tutela

è un Organo che svolge un ruolo consultivo in materia sanitaria e socio sanitaria nei confronti del Consiglio di Amministrazione e del Presidente della Fondazione. 2.

Il

Comitato

è

composto

da

personalità

di

chiara

fama,italiane

o

straniere,impegnate e/o che si sono distinte,in attività sanitaria, scientifica, psicologica, psichiatrica, criminologa ovvero personalità di provata e riconosciuta esperienza nella ricerca e studio della depressione e alle correlazioni con la violenza domestica,fisica e psicologica,nei confronti delle donne con rigoroso riguardo alle motivazioni che inducono le madri all’infanticidio ed al figlicidio. 3.

Il Comitato è composto da un numero variabile da un minimo di cinque ad

un massimo di quindici membri ed è presieduto dal Suo Presidente. 4.

Il primo Presidente ed i primi cinque membri del Comitato sono nominati dai

membri Fondatori. 5.

La partecipazione al Comitato,successiva alla prima nomina da parte dei

membri Fondatori,avviene per cooptazione del Comitato medesimo,acquisito conforme parere dei membri Fondatori,fino ad un massimo di altri dieci membri. 6.

Nella eventualità di dimissioni e/o altro impedimento di uno o più membri del

Comitato,essi possono essere sostituiti per cooptazione salvo quanto previsto al comma successivo. 7.

Qualora il numero dei membri del Comitato si riduca a meno di cinque i

fondatori,su proposta del Presidente,provvedono alla nomina dei nuovi membri fino a concorrenza del numero minimo. 8.

Nella sua azione consultiva il Comitato Scientifico s’ispira ai valori di etica

professionale dei suoi membri e ai principi fondativi di Doppia Tutela impegnandosi a rispettare i regolamenti interni della Fondazione Doppia Tutela.


Art. 2 PRESIDENTE,VICE PRESIDENTE e SEGRETARIO 1. Il Presidente della Fondazione è membro Onorario del Comitato. Altri membri Onorari possono essere nominati dal Comitato. 2. Il Comitato nomina il suo Presidente e il Vice Presidente il quale,in caso di impedimento e/o di assenza del Presidente lo sostituirà assumendone le veci. 3. Parimenti nomina,anche al di fuori del proprio ambito,un Segretario che avrà il compito di : 3.1 Curare la stesura del verbale delle adunanze,di controfirmare il verbale e disporne l’invio ad ogni componente. 3.2 Registrare,durante le adunanze,gli interventi che i componenti del Comitato riterranno necessario. 3.3 Trasmettere al Consiglio di Amministrazione della Fondazione Doppia Tutela le indicazioni e gli orientamenti formulati dal Comitato. Art. 3 DURATA 1.

Il componenti del Comitato Scientifico durano in carica per un periodo stabilito

dal Consiglio di Amministrazione e comunque non oltre il termine del mandato dello stesso,salvo sopravvenuta revoca da parte del Consiglio di Amministrazione o dimissioni. In ogni caso i componenti sono rieleggibili senza limitazioni. Art. 4 FREQUENZA DELLE ADUNANZE 1.

Il Comitato Scientifico è riunito almeno due volte l’anno. Altre riunioni possono

essere convocate su esplicita richiesta del Consiglio di Amministrazione e/o quando il Presidente del Comitato stesso lo ritenga opportuno. Art. 5 APPROVAZIONE DEGLI ORDINI DEL GIORNO 1.

Gli

ordini

del

giorni

discussi

si

ritengono

approvati

solo

se,posti

a

votazione,hanno ottenuto il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Deve essere verbalizzata ogni ed eventuale tesi di minoranza. Art. 6 CONSERVAZIONE DEGLI ATTI 1.

Tutti i verbali e le deliberazioni del Comitato devono essere conservati presso la

segreteria e devono essere accessibili a chiunque interessato ovvero resi pubblici veicolandoli nel sito della Fondazione.


Art. 7 AUDITORI 1.

Alle riunioni del Comitato potranno partecipare,dietro esplicito invito del

Presidente dello Stesso,senza diritto di voto e al solo fine di acquisire dati e informazioni

ritenuti

utili

al

dibattito

e

alle

deliberazioni,rappresentanti

di

Enti,Istituzioni e di altre Fondazioni non profit. Art. 8 ESERCIZIO 1.

Il Presidente del Comitato,sentiti gli altri membri,predispone annualmente un calendario delle riunioni e redige,l’ordine del giorno.

2.

Il Comitato si riunisce su richiesta del Suo Presidente e/o del Presidente della Fondazione.

3.

La carica di membro del Comitato Scientifico è gratuita.

4.

Per lo svolgimento del proprio mandato il Comitato può utilizzare le strutture della Fondazione,la web mail ed ogni altro supporto operativo disponibile.

5.

Eventuale divulgazione di documenti,stampare dispense, libri e /o per altre esigenze che comportino spese,devono essere di volta in volta autorizzati dal Presidente della Fondazione.

Art. 9 ESERCIZIO DI ALTRE FUNZIONI Premesso quanto recitato dal presente Regolamento,il Comitato può proporre al Presidente della Fondazione : 1. L’indizione di eventi scientifici e culturali promuovendone la partecipazione. 2. La partecipazione della Fondazione ad attività scientifiche e culturali attinenti gli scopi sociali. 3. L’indizione di specifiche borse di studio aventi per oggetto : 3.1. la violenza domestica e le correlazioni con la violenza fisica e psicologica verso le donne 3.2 la depressione in ogni sua forma e grado con particolare riguardo alla depressione post partum e le motivazioni che inducono le madri all’infanticidio e al figlicidio. 4. La realizzazione

di pubblicazioni scientifiche anche in collaborazione con il

mondo scientifico,accademico e culturale esterno. 5. Iniziative di fund raising con altri attori del sistema scientifico,culturale ed economico,utili al riconoscimento e al sostentamento della Fondazione in conformità con gli scopi sociali.


Art. 10 DIVIETI Ai membri del Comitato è fatto assoluto divieto: 1.

Di agire in nome e per conto della Fondazione,se non specificatamente autorizzato,impegnandola

in

iniziative,progetti

o

programmi,seppur

meritori. 2.

Adottare comportamenti che possono nuocere all’immagine e al prestigio della Fondazione

3. Utilizzare la qualità di membro del Comitato per il perseguimento di scopi personali in contrasto con le finalità statutarie della Fondazione. Art. 11 ONERI E SPESE 1.

Non avendo autonomia

amministrativa ed economica il Comitato si avvarrà

delle risorse organizzative ed economiche della Fondazione

LIBRO IN FASE DI AGGIORNAMENTO



Comitato Scientifico