Page 1

Anno I Numero 6 - Settembre/Ottobre 2014 - Periodicità: bimestrale

UNCONVENTIONAL beauty: il “difetto” ti rende unica.

tecnologia dall’anima

vintage

SOS CAPELLI Chioma perfetta dopo l’estate? Ecco come!

Ritorni

Registrazione del Tribunale di Catania n. 16 del 4 Novembre 2013

SPECIALE FASHION WEEK tutti i trend e gli eventi

love&s(ex) a volte ritornano

SHOPPING a costo zero con gli swap party!

TUTTO, NELLA VITA E NELLA MODA, È CICLICO WWW.DONNECONLECURVE.IT

1


DALLE BLOGGER, L’UNICA RIVISTA CURVY ITALIANA

Anno I numero 6 - Settembre/Ottobre 2014 Registrazione del Tribunale di Catania n. 16 del 4 Novembre 2013 www.donneconlecurve.it - info@donneconlecurve.it

Direttore responsabile

Eleonora Lanzetti

@GuapitaTondita

Direttore editoriale e artistico

Giorgia Maria Rosaria Marino

@morbida_la_vita

Coordinamento redazionale

Antonietta Bonanno

@MyVintageCurves

Grafica

Alessandra Castagner, Giorgia Marino

Hanno collaborato

Alice Gherbassi, Angela Trovato, Alessandra Castagner, Chiara Felici, Elena Mirulla, Ilenia Bazzacco, Iris Tinunin, Miria Benotti, Moira Pugliese, Michele Battaglia, Riccardo Onorato, Manuela Gravina, Valeria Ortu, Romina Croce, Mariantonietta Barbara, Federica di Perna, Maria Grazia Scalia, Mariapaola Vercelli, C.J. Turquoise, Silvana Denker

Redazione

Belpasso (CT) 95032 via Rinaudo, 26

Ufficio Stampa

Daniela Primerano www.paginasuccessiva.it stampa@paginasuccessiva.it Non perderti aggiornamenti e contenuti extra sul sito www.donneconlecurve.it È vietata la riproduzione, totale o parziale, dei contenuti. Le immagini pubblicate sono da considerarsi proprietà dei rispettivi autori. In caso di controversie, contattare la redazione.


L’EDITORIALE di Eleonora Lanzetti

il direttore

IN COPERTINA

FOTO & ART DIRECTION SILVANA DENKER MODEL MARISA GRIESSHABER

Ritorni. Mentre ero in relax totale sui monti in Alto Adige, tra un canederlo e una passeggiata, pensavo a quanto sia vera e imprescindibile la sindrome da ritorno: una volta valicata la barriera in uscita dell’autostrada ho avvertito chiaramente il groppone classico di chi, come me-noi-voi, non ha gran voglia di ritornare alla routine. Ritorno però può voler dire anche ricominciare a pianificare, inventare, creare, progettare. Settembre (e ci siamo pienamente dentro) è un po’ questo: ritornare a noi stesse, a quelle attenzioni che ci dobbiamo. Eccoci allora a questo numero sei di Donne con le Curve sempre più al passo; è vero che la pubblicazione cartacea per ora è stata surclassata dall’evoluzione tecnologica 2.0 del formato digitale (che avete molto apprezzato, piccole curvy nerd del nostro cuor), ma è altresì vero che ogni giorno vi teniamo compagnia sul sito donneconlecurve.it e sui nostri canali social. Anche questo numero è stracolmo di news, consigli e spunti: dalla maschera per i capelli al ritorno dalla vacanza, ai trend della stagione (ritornano le suole carrarmato e le jumpsuit), alle novità nei negozi (ma anche negli armadi di mamme e zie quali graditi revival). E poi ancora le ricette glam gourmet di Ilenia Bazzaco, i consigli per gli acquisti beauty di Manuela, le idee per arredare la vostra casa di Antonietta e tante new in. La redazione di Donne con le Curve è di nuovo in postazione anche se il cartello “Chiuso per ferie” non l’abbiamo mai messo! Buona lettura e sempre #donneconlecurve.


BEAUTY

FASHION 6

Emergenze creative

8

Suole carrarmato/jumpsuit

10

Maple Collection

14

Settimana della Moda di Milano

18

Back to work

di Miria Benotti Trends

Designer emergenti Speciale

Curvy Shooting

24

Belle fuori!

26

Best/Worst

27

Exatoi: beauty review

28

Tira fuori le unighie!

30

SOS Capelli

di Iris Tinunin di Manuela Gravina di Federica di Perna di Manuela Gravina di Angie Found


TECH WORLD 32

Niente niente bene

34

Contrappunti scritti in curva

35

Curvy Concept Store

36

Unconventional beauty

40

Katharina Stahn

di Romina Croce

FOOD

di Mariantonietta Barbara di Eleonora Lanzetti

Il ritorno del design retrò

46

Gnam

48

di Ilenia Bazzacco

dal mondo

di Giorgia Marino

HEALTH

Curvy model

ART 42

Anna Madaro

44

Come ti rinnovo l’anticaglia!

50

A volte ritornano! di Valeria Ortu

di Mariapaola Vercelli di Antonietta Bonanno

EXTRA 52

Love & Sex

54

Astrocurvy

58

La ris-posta di Angie

59

Curvy Tales

di Giorgia Marino di Alice Gherbassi di Angie Found

di Elena Mirulla


MODA EMERGENZE CREATIVE

: Y T R A P SWAP i fa a costo s te n e rt e iv d iù p g in p lo shop

zero

di Miria Benotti (www.pluskawaii.com)

Sono sicura che vi sarà capitato più volte di aprire l’armadio, guardare i vostri vestiti stipati dietro le ante e pensare “Uffa, non ho nulla da mettermi!”. Quei pantaloni hanno un colore che non riuscite ad abbinare, quella camicetta ha un taglio che non vi dona, quell’abito poi ha ancora il cartellino attaccato! Siete piene di indumenti che non vi piacciono più, ma sono ancora in buono stato e non vi va di buttarli, quindi rimangono nel vostro armadio ad occupare spazio.

pre compito dell’organizzatore stabilire quanto valgono i capi in base al valore di mercato e allo stato di usura. A sua volta, chi porta i capi può usare il valore accumulato per “prenotare” agli altri indumenti messi a disposizione dalle altre partecipanti, e fare quindi lo scambio. Per far si che chiunque riesca a trovare qualcosa di proprio gusto è consigliabile fare una selezione piuttosto ampia di stili e taglie, in modo che nessuno rimanga a bocca asciutta. E se qualcosa non viene scambiato? Beh, allora potrete definitivamente liberarvene donando tutto quello che è rimasto in beneficenza.

Dove posso trovarli?

Il mio suggerimento? Partecipate ad uno swap party. In un periodo in cui si cerca di tirare la cinghia ed evitare sprechi inutili, questi eventi hanno preso sempre più piede, in modo che i vecchi abiti di qualcuno possano essere riciclati e reinventati per diventare i nuovi vestiti di qualcun altro, tutto praticamente a costo zero.

Cosa sono esattamente questi Swap party?

Non sono altro che incontri tra un ristretto numero di persone, in genere previa iscrizione con l’organizzatore dell’evento, in cui ognuno è tenuto a consegnare un numero limitato di articoli di abbigliamento, per poterli scambiare con quelli portati dagli altri partecipanti. È anche un’occasione per divertirsi, conoscere gente e passare del tempo in compagnia, per questo si consiglia di organizzarli in occasione di aperitivi o merende.

Come funzionano?

Le regole vengono generalmente stabilite dall’organizzatore dello swap party, che decide il luogo, il numero massimo di partecipanti e di indumenti da poter portare a testa. Ed è sem6

WWW.DONNECONLECURVE.IT

Gli swap party sono spesso organizzati tra conoscenti ed amici, quindi se vi va di prendere parte ad uno di questi eventi il mio consiglio è di organizzarlo direttamente! Un sito internet che potrebbe aiutarvi nell’impostare uno, e segnalarvi eventuali swap presenti nella vostra zona, è http:// www.swapclub.it/. Oppure potete buttarvi su ricerche on-line in base alla vostra città; in questo facebook è probabilmente il vostro maggior alleato. Se vivete in Toscana potete tenere d’occhio le attività organizzate da Sandra, blogger di Smilingischic (www.smilingischic. com), che ha al suo attivo ha già una decina di swap party, una veterana nell’organizzazione di questi eventi!


WWW.DONNECONLECURVE.IT

7


MODA TRENDS

trends: suola carrarm

ASOS, €57.90

SHELLYS LONDON, €100.00

(ma non solo). Sono le e tiv or sp a, gi og pi tian Comode, e sono tornate di to a rm a rr ca a ol scarpe con la su alche mese. Saranno qui qu da à gi te en m te en ot moda prep r gli amici) che si pe , ta (tu it su p m ju la e per restare, com ima stagione, o saranno es nn l’e r pe za en nd te di a riconferm ! o solo... facendo shopping em rir op sc Lo ? re eo et m lle de H&M, €34.99

ASOS, €64.00

ZARA, €79.95

ZARA, €79.95 8

WWW.DONNECONLECURVE.IT


mato e jumpsuit. ASOS, €49.76

FOREVER21+, €28.75

ASOS, €42.25

SHELLYS LONDON, €100.00 WWW.DONNECONLECURVE.IT

9


MODA NUOVI DESIGNER

10 WWW.DONNECONLECURVE.IT

MO

Mable C


ODA CURVY//NUOVI DESIGNER

COLLECTION

Foto: Ruth Schmidt | Hair&Make-up: Alexandra Lederer | Model: Kera Rachel Cook

WWW.DONNECONLECURVE.IT

11


12 WWW.DONNECONLECURVE.IT

Foto: Ruth Schmidt | Hair&Make-up: Alexandra Lederer | Model: Kera Rachel Cook


LA COLLEZIONE Nonostante esistano ormai moltissime linee d’abbigliamento dedicate alla moda curvy, Mable si pone in modo del tutto innovativo nel panorama plus size. Il marchio, appena nato grazie al genio della giovanissima stilista Katja Heidrich, si pone l’obiettivo di vestire soprattutto le donne intermedie, le famose Inbetweenies (secondo la definizione di Edith Dohmen, fondatrice del blog Style has no size) che vestono il range di taglie che va dalla 44 alla 52, spesso troppo formose per le linee regular ma troppo poco curvy per le linee plus size. L’altra caratteristica fondamentale di Mable è quella di voler realizzare capi che non solo vestano le donne, ma diano loro modo di giocare con la moda e con le tendenze, di mixare stili diversi fino a crearne uno proprio, e soprattutto di vestirsi per mostrarsi, non per nascondersi o camuffarsi in abiti larghi e informi. Katja, infatti, essendo essa stessa una ragazza curvy capisce in prima persona le difficoltà di trovare abiti capaci di vestire le sue curve senza mortificarle, ma anzi valorizzandole, e per questo mette tutto il suo impegno nel creare una linea che dia modo anche alle donne più formose di fare shopping in libertà. Non si tratta strettamente di un discorso legato alle taglie, ma di rispetto di ogni conformazione corporea: sia una donna a clessidra, con seno e fianchi generosi, sia una donna con un po’ di pancia hanno diritto a trovare abiti adatti a loro. L’idea della linea Mable nasce mentre Katja sta svolgendo il suo tirocinio a Londra con Anna Scholtz: è proprio qui che inizia a realizzare i primi bozzetti con il logo. Il nome invece è dovuto alla madre di Katja, che intendeva chiamare proprio sua figlia con il nome di Mable. Grazie a questo aneddoto Katja decide di chiamare in questo modo la sua creatura. Lo scopo di Mable è quello di cambiare dall’interno la fashion industry, e di dimostrare che ogni donna curvy ha tutto il diritto di sentirsi bella e a proprio agio. Dimenticate l’idea di bellezza veicolata dai media: la moda sta cambiando, grazie anche a marchi come Mable.

Katja Heidrich A soli 23 anni, Katja Heidrich è la mente creativa della linea Mable. Dopo aver iniziato una carriera nel giornalismo per il magazine per teenager BRAVO, Katja si rende conto che quello della giornalista non è il lavoro della sua vita. Durante una visita all’AMD di Monaco (Academy for Fashion & Design) in occasione di un open day, capisce qual è veramente la strada che desidera percorrere. Decide così di studiare per diventare fashion designer. Oltre ai corsi frequentati in accademia, lavora per la famosa designer plus size Anna Scholz a Londra per sei mesi. Nonostante le numerose richieste (da parte, ad esempio, della casa di moda tedesca No Secret), Katja decide di non inseguire la sicurezza di un impiego fisso presso una casa di moda già affermata, ma si lancia in un’impresa ben più difficile e ambiziosa: la creazione di una propria linea di abbigliamento. È così che nasce Mable. Info: www.mableonline.com WWW.DONNECONLECURVE.IT 13


SPECIALE

Settimana della Moda di Milano

Una settimana di sfilate, eventi, incontri. Il mondo della moda che si mostra in tutto il suo fascino e splendore. Ecco cosa è successo e cosa ci riserva la moda Primavera-Estate 2015.

MOSCHINO E IL ‘‘CASO’’ BARBIE

14 WWW.DONNECONLECURVE.IT

Ha fatto molto parlare di sé la capsule collection Think Pink di Moschino, interamente ispirata a Barbie, i cui capi sono stati resi disponibili per la vendita subito dopo lo show. La si ami, la si odi, resta il fatto che la collezione, con i suoi improbabili abiti e la sua cover/ specchio (per i selfie) ha raggiunto lo scopo: se ne è parlato per giorni e se ne continuerà a parlare.


Alberta Ferretti

TRASPARENZE Dolce & Gabbana

LUCCICHII

Roberto Cavalli

TENDENZE SS15

Versace

Les Copains WWW.DONNECONLECURVE.IT 15


TOTAL WHITE

Gucci

TENDENZE SS15

Gabriele Colangelo

Missoni Blumarine

16 WWW.DONNECONLECURVE.IT

FIORI


facce da Emporio Armani

Fashion Week (e dintorni)

RIGHE

Uma Wang

Trussardi

WWW.DONNECONLECURVE.IT

17


WWW.DONNECONLECURVE.IT 18


back to WORK FOTO & ART DIRECTION SILVANA DENKER MODELLA MARISA GRIESSHABER ABITI DORIS MEGGER 19 WWW.DONNECONLECURVE.IT


WWW.DONNECONLECURVE.IT 20


21 WWW.DONNECONLECURVE.IT


WWW.DONNECONLECURVE.IT 22


WWW.DONNECONLECURVE.IT 23


BEAUTY BELLE FUORI!

se ne vanno!” n o n o ri p ro p re u p p O . “A volte ritornano di Iris Tinunin (www.stylosophique.com)

24 WWW.DONNECONLECURVE.IT


Il miglior trucco occhi da abbinare alla linea di eyeliner è senza dubbio naturale e luminoso. Per questo motivo il duo di ombretti numero 14 di Diego dalla Palma è perfetto per questo make up: in una sola confezione abbiamo sia l’ombretto chiaro e dorato che il marrone opaco, perfetto per sottolineare la piega dell’occhio.

Diego dalla palma – Ombretto Essential Duo 14

DIOR – Diorshow Mascara

KIKO – Essential Bronzer 200 Warm Melange

KIKO – Daring Look Eye Marker

Per applicare il bronzer nella maniera più corretta ricordatevi sempre la regola del 3 Neve (o della doppia C): applicate il bronzer con un Cosm etics – Pas pennello grande e morbido partendo dalla tello Liqui tempie e disegnando una C sullo zigomo e rizia una seconda C fino alla mandibola. Sfuma- Neve Cosmetics te bene e applicate il restante prodotto (non – Mineral Blush prelevatelo nuovamente) su gote, naso e Magic Potion fronte, cioè in tutte quelle zone dove naturalmente batterebbe il sole. L’Essenzial Bronzer 200 Warm Melange di KIKO è perfetto per questo tipo di applicazione e per un effetto di abbronzatura naturale.

Sleek Make Up – Bare Skin Foundation 378 White Rose, 381 Bamboo

A volte trovare il fondotinta del proprio esatto colore di pelle può essere complicato. Il mio consiglio è di non arrendersi alle colorazioni proposte ma di rischiare il proprio mix. Optando per due colorazioni (una vicina al vostro incarnato “invernale” e una a quello “estivo”) potrete ricreare il vostro colore di pelle durante tutto l’anno. Con questi fondotinta Sleek Make Up dall’effetto naturalissimo e dal costo ultra contenuto il risultato è assicurato

ch’esso rosato e leggermente iridescente di Neve Cosmetics, Magic Potion. Per quanto riguarda il trucco occhi ho optato per un duo di ombretti di Diego dalla Palma che si presta perfettamente ad essere utilizzato in abbinamento con l’eyeliner: sulla palpebra mobile ho stesso il colore chiaro, un pesca dorato, mentre nella piega ho sfumato il marrone opaco. Una volta applicato l’ombretto possiamo dedicarci alla riga di eyeliner, vera protagonista di tutto il trucco. Prima di tracciarla a penna, io preferisco sempre delineare l’occhio con una matita nera morbida e perfezionare in seguito la riga con un eyeliner dalla punta in feltro. In questo caso, ho realizzato dei piccoli tratti lungo la rima superiore con la matita Pastello Liquirizia di Neve Cosmetics, successivamente ho tracciato la linea con l’eye marker Daring Look di KIKO: avendo il pennino in feltro la scrivenza è ottima ed è perfetto per realizzare la puntina verso l’esterno. Ho poi applicato sulle ciglia superiori due generose passate di mascara, ho usato il Diorshow di Dior, e ho lasciato le ciglia inferiori al naturale. Per ottenere l’effetto bambola di cui parlavamo, ho completato il look applicando il rossetto rosa I’m Lipstick 400 di Pupa!

PUPA – I’m Lipstick 400

Quando si parla di make up, i ritorni sono all’ordine del giorno. Bè, no, dai, “del giorno” magari no ma della stagione sicuramente! Ci sono trucchi che tornano in voga come non mai ad ogni cambio d’amardio. Il rossetto arancione in estate, per dirne uno. O l’eyeliner all’inizio dell’autunno. La motivazione è molto semplice: sono quei trucchi classici, senza tempo e infallibili che farne a meno è proprio impossibile. Il trucco occhi sfumato è sicuramente un trend ma niente potrà mai battere l’occhio da gatta che ci regala una bella linea di eyeliner. Ed ecco perché, periodicamente, questo tipo di make up ritorna! Oggi voglio proporvelo in una versione meno nota rispetto alla classica accoppiata con il rossetto rosso e cioè nel mood bambolina, abbinato a labbra rosa chiarissime che rendono questo trucco perfetto da giorno a sera. Per prima cosa ho realizzato una base viso che esaltasse quel poco di abbronzatura che sono riuscita a raggiungere durante l’estate: ho utilizzato, mixandoli, due colori dei nuovi fondi Sleek Make Up Bare Skin Foundation, il 378 White Rose e il 381 Bamboo. Ho opacizzato con una cipria naturale e ho fatto un leggero contouring con una terra abbronzante (l’Essential Bronzer 200 Warm Melange di KIKO). Sulle gote, in previsione del rossetto rosa che andremo ad applicare, ho steso un blush an-

WWW.DONNECONLECURVE.IT 25


BEAUTY BEST/WORST

Best i migliori del bimestre MASCHERA ANTI AGE SWISS CARE La mia maschera preferita del momento! Non riesco più a farne a meno. Ha al suo interno ingredienti naturali, come olio di mandorle dolci, ibisco, burro di cacao, liquirizia e stella alpina. È adatta a pelli grasse e impure, ma anche a pelli mature. Lascia la pelle morbida, levigata e luminosa. Elimina delicatamente ma in profondità cellule morte e tossine. Su di me lenisce anche la fastidiosa couperose. Appena risciacquo la pelle mi sembra di avere dieci anni in meno, anche borse e occhiaie risultano attenuate. Mi preme aggiungere che è talmente concentrata che ne basta pochissima. Una parola: FAVOLOSA! Potete acquistarla esclusivamente contattando i consulenti Nahrin-Swisscare MASCARA MAYBELLINE COLOSSAL GO EXTREME Avendo io ciglia parecchio sfigate, sono sempre alla ricerca di nuovi mascara e questo della Maybelline mi ha convinta decisamente. Premesso, che ho amato il suo predecessore, il Colossal Volume Express. Ma mi sa che questo lo amerò anche di più, perché oltre a volumizzare perfettamente le mie ciglia, le allunga anche, e di parecchio! Non fa assolutamente grumi, non rimane appiccicaticcio (cosa detestabile per un mascara) e dura tantissime ore. Unica piccola pecca, specie per me che non ho gli occhioni alla Candy Candy, è la grandezza dell’applicatore, che mi macchia inesorabilmente la palpebra. Poco male, tengo a portata i cotton fioc e mi godo i molti pregi.

26 WWW.DONNECONLECURVE.IT

il meglio e il peggio del

beauty di Manuela Gravina (www.makeupwithmanu.com) REDKEN COLOR EXTENDE SUN REFLECTIVE GLOW È un olio che protegge i capelli dai raggi solari e da salsedine e cloro, che promette di rendere i capelli colorati molto luminosi. L’ho utilizzato parecchio e non mi ha convinto per nulla. Mi crea sui capelli una patina effetto lacca, davvero antiestetica. I capelli risultano secchi e duri al tatto e neanche tanto luminosi. Unico lato positivo è il suo profumo meraviglioso. MAYBELLINE BABY SKIN IL CANCELLA FATICA ISTANTANEO Serve ad attenuare i segni della stanchezza per ottenere la pelle di una bambina in un flash, riportando luminosità e levigatezza all’incarnato. É un gel leggero che contiene estratto di ciliegia e si presenta in due colorazioni: Cool Rose, adatta per pelli chiare e Warm Apricot, per pelli più scure. Ora io non so se il mio incarnato è già perfetto, e non credo proprio, ma non ho notato alcuna differenza dopo l’uso. Il lato positivo è che è molto leggero, non ostruisce i pori, non si sente sulla pelle e si può usare come base affinché il trucco duri di più.

Worst i peggiori del bimestre


Struccante, maschera e crema per un’azione completa! Lo

di Federica di Perna (www.federicadiperna.com)

Pulire la pelle e idratarla è un gesto che non va mai dimenticato. In inverno, per difenderla dallo stress della routine e dagli agenti atmosferici, in estate per liberarla dalle cellule morte e dalle tossine e permetterle di acquisire un colorito uniforme e sano. In redazione sono arrivati tre prodotti della linea EXatoi, dalla casa cosmetica EXA. La Oxy-Mask è un trattamento rivitalizzante e riossigenante. È contenuto in un flaconcino simile a quello dello struccante ma più piccolo, ha un profumo dolce, delicato e piacevole. Si applica come una maschera, anche se il prodotto è abbastanza fluido. Si stende facilmente sul viso in uno strato spesso 1-2 mm, evitando le zone sensibili come il contorno occhi e le labbra, e si lascia agire per circa 15 minuti. La maschera non tira e pizzica in alcun modo, e mentre è su ci si può rilassare in vasca o leggere un libro. Si toglie l’eccesso con dischetti inumiditi e si sciacqua il viso, e sotto si ritrova una pelle splendida. Fresca, compatta, con una sensazione di pulizia e idratazione, il tutto con estrema delicatezza.

BEAUTY REVIEW

Review: EXatoi struccante

Nettoyante Fluide si

presenta in un flacone allungato con tappo a vite, molto pratico e a prova di sprechi e perdite. Il prodotto è liquido ed ha un profumo per niente fastidioso e nemmeno persistente. Purtroppo non si tratta di uno struccante efficace su prodotti come eyeliner, mascara e matita, ma rimuove efficacemente le polveri e i prodotti più leggeri. È molto delicato e non irrita la zona oculare. Sul viso vale lo stesso discorso, rimuove una base leggera e non arrossa la pelle. In caso di struccaggio con olio (ad esempio olio di cocco o apposito olio struccante) è molto utile per rimuovere i residui sulla pelle con delicatezza. Infine, parliamo della crema idratante e lenitiva Honey Care. Formulata per proteggere e idratare le pelli sensibili, contiene sostanze attive come Aloe, Proteine del latte, Pantenolo, Cacao, Miele. Può sembrare una crema troppo ricca per l’estate, invece è estremamente delicata. Nutre senza appesantire, ha un delizioso profumo che però non persiste sulla pelle, e si assorbe velocemente. Applicata la sera dopo la pulizia del viso, al mattino la pelle è ancora liscia e molto morbida. Dopo un mese di utilizzo quotidiano la pelle appare più luminosa, tonica: prodotto superpromosso! WWW.DONNECONLECURVE.IT 27


BEAUTY NAILS

TIRA FUORI LE UNGHIE!

di Manuela Gravina

Quali saranno i trend autunnali per quel che riguarda le unghie? Come le porteremo? Quali le tendenze dettate dalle passerelle? Scopriamolo insieme. Il leitmotiv di moltissime sfilate è stato una rivoluzione nella forma; a dettare il nail trend della stagione fredda saranno le unghie arrotondate, non troppo lunghe, e la limatura a mandorla, anche su unghie corte. Per quel che riguarda i colori assistiamo ad una dicotomia: da un lato unghie rosse, più o meno scure, che sfociano nel bordeaux e nel prugna, dall’altro colori naturali, nudi effetto bon ton. Altra forte tendenza è costituita dal color oro e dai colori metallizzati in generale.

WWW.DONNECONLECURVE.IT 28


E i trend per la nail art quali saranno? Dalle sfilate di New York e Milano si affacciano prepotentemente:

HALF MOON MANICURE

Di moda negli anni ‘30 e rilanciata da Dita Von Teese, consiste nell’applicare lo smalto in due tonalità differenti, disegnando e riempiendo alla base la forma della lunetta, in netto contrasto con il resto della colorazione. Facile da realizzare, si presta benissimo al fai da te

STRIPED

Manicure consiste nel realizzare strisce di colore in contrasto tra loro o tono su tono. Anche questa nail art si può benissimo replicare in casa e permette di sbizzarrirsi con la fantasia.

FRENCH

Manicure realizzata su unghie corte e in abbinamenti colorati anche in contrasto tra di loro.

Le nostre unghie non soffriranno di noia neppure nei mesi più freddi. Questa è una certezza!

WWW.DONNECONLECURVE.IT 29


BEAUTY HAIR

SOS CAPELLI COME RITROVARE LA CHIOMA perfetta DOPO L’ESTATE

di Angie Found (curvyworldangie.blogspot.com)

Con l’arrivo della stagione più fresca viene voglia di sciogliere le chiome, tenute raccolte tutta l’estate a causa del caldo. Prima di pensare alle acconciature, però, controllate lo stato di salute dei vostri capelli! Se sole e mare li hanno danneggiati, dedicate loro un po’ di tempo per ridonargli luce e morbidezza, magari con un buon impacco home made. Che ne dite di banana, latte e miele?

ASOS

Eccovi una ricettina fai da te da provare subito.

30 WWW.DONNECONLECURVE.IT


MARC JACOBS

Il ritorno degli anni ’70 con un pizzico di vintage anni ‘50, il tutto mescolato con un tocco di anni ’80. Come spesso accade, la moda inverno 2014/2015 si ispira al passato guardando anche al futuro. Protagonisti morbidi ricci e semi raccolti, con il finto spettinato da abbinare ad un abbigliamento grunge a contrasto.

Colore

Adesso che i vostri capelli sono forti e belli potete sfoggiare la vostra nuova acconciatura... ma cosa andrà di moda in questo autunno 2014?

E per quanto riguarda il colore? Si registra il ritorno dei colori caldi, dal biondo al rosso naturale fino a tutte le variazioni del castano. Chi vuole osare di più può aggiungere alla propria tinta delle sfumature più chiare o colorate sulle punte.

ERA

CAROLINA HERR

SISTER BY SIBL

MOSCHINO

OSCAR DEL LA

Sì agli accessori per impreziosire la vostra acconciatura, dai semplici fiorellini tra le trecce ai più vistosi ed eccentrici fermagli e anelli. Si avete letto bene! Gli anelli per capelli, una novità che sono certa conquisterà molte.

ASOS

ING

RENTA MOSCHINO

MARA HOFFMAN

WWW.DONNECONLECURVE.IT 31


WORLD IL DIARIO DI COSTANZA

Niente niente bene

di Mariantonietta Barbara

a scattare, come se fossi sulla linea di partenza insieme ad altri centometristi. Ho voglia di chiamare Davide, ho voglia di vederlo, ho voglia di dargli un pizzicotto sul braccio e chiedergli perché da un minuto all’altro siamo noi, ma anche qualcos’altro da noi e quel qualcos’altro ci mette i bastoni tra le ruote.

venerdì 20 giugno

Costanza, colta da crisi esistenziale, si è lanciata selvaggiamente sulle serie tv. Riusciranno le sue amiche e Simon Baker a riportarla alla realtà? venerdì 13 giugno Stiamo ignorando il discorso sull’amore e sul sesso che si è insinuato tra noi. C’è un leggero imbarazzo in ogni conversazione. Ho la tentazione di indossare uno dei pareo. Mi costringo a non farlo perché lui lo noterebbe e questo sarebbe fonte di ulteriori silenzi oppure, al contrario, ci costringerebbe ad affrontare in modo chiaro quello che lentamente, lentamente, si sta modificando nel nostro rapporto di amicizia.

sabato 14 giugno Si torna a casa in un silenzio di tomba, consapevoli che dovremo in qualche modo sbloccare la situazione: fra pochi giorni partiremo per il mio giro in montagna e non mi sento più tanto sicura di volerci andare con lui. Andava tutto bene prima di questa vacanza al mare. Sono stata ingenua. Conoscendomi avrei dovuto evitarla. Ora provo sentimenti confusi, che di notte si amplificano e di giorno ridimensiono forzatamente. A volte mi sento così tra le nuvole da non distinguere quali sensazioni ed emozioni sono reali e quali siano solo ingigantiti dalla mia nota capacità fantastica. Il mio corpo è teso. Mi sento sempre pronta 32 WWW.DONNECONLECURVE.IT

Le telefonate con Davide sono state sporadiche. Gli sms inesistenti. Oggi pomeriggio dovremmo partire per il micro appartamento in montagna. Al mare avevamo camere separate, qui dovremo dividerci un mini. L’idea di vivergli così vicina la trovo inquietante e non perché potrà vedere la mia faccia mattutina sbattuta, ma perché ogni volta che proverò imbarazzo o rabbia o affetto non potrò eclissarmi per mettere su la mia faccia neutra e presentarmi a lui nel migliore dei modi. Mi sembra di sprecare il mio tempo. Non che sia la prima volta che mi accade, solo che non ho mai sentito questa urgenza di chiudere i conti, di chiarire, di non brancolare nel buio. Potrei mettermi tranquilla e aspettare i cinquanta. Hai visto mai. Sarà cresciuto anche il bagnino per allora e magari Cate e Sara saranno contente di potermi indirizzare di nuovo verso scoperte e orizzonti.

sabato 21 giugno Avevo dimenticato quanto fosse bello risvegliarsi qui, in un silenzio quasi perfetto. Davide, da perfetto gentiluomo, mi ha ceduto la camera più grande e mi ha persino preparato la colazione.È come se nulla fosse cambiato per lui. Una settimana di decompressione et voilà, i problemi sono scomparsi. Lo osservo a caccia di micro espressioni sul viso, ma niente, sembra davvero tranquillo. Entra ed esce più volte dall’appartamento, stupito che la montagna piaccia anche a lui, entusiasta del sole e del caldo privi di umidità, del paesaggio mozzafiato, della mancanza di segnale che gli rende impossibile collegarsi in rete e persino telefonare. Siamo isolati! Il che mi fa sentire leggermente in trappola. Ma ci pensi? Le tue amiche non possono trovarti e i miei amici non possono trovare me! E la cosa ti rende felice? Certo! Ce ne staremo in pace. Non abbiamo neanche bisogno di parlare. Ci godiamo questo silenzio, lo facciamo scendere in profondità, finché non ci rilassa. Ah, ecco. Ecco perché è così tranquillo. Se nessuno parla, non possono sorgere problemi, giusto? Sbagliato! Perché crede che io parli tanto? Perché crede che io eviti accuratamente che troppi secondi di silenzio si inanellino di soppiatto?


lunedì 22 giugno Se penso che ho sempre amato le passeggiate nei boschi. Se penso che fotografare fiori e alberi altissimi era sufficiente ad illuminare la mia giornata, mi sale una tristezza infinita. Abbiamo camminato per tutta la domenica e per tutta la mattina di oggi. Sembrava che Davide volesse recuperare tutte le vacanze in montagna che i suoi gli avevano negato. I miei genitori ritenevano che la vacanza fosse un inutile spreco di tempo e soldi e mi mandavano in campagna dai nonni, a farmi mordere dalle zanzare e a fare esperienza con le galline. Sai che gioia per un figlio unico stare da solo con due persone anziane che non amano i bambini e che abitano ad almeno cinque chilometri dal primo centro abitato? Mi dispiace per lui, sinceramente. Mi dispiace davvero. Sono anche contenta che si sia confidato con me, ma il mio corpo continua a scattare nervosamente, irrompendo nella mia abituale placidità. Farò qualcosa di stupido prima che la vacanza finisca, lo so, ne sono sicura, sicurissima.

martedì 23 giugno

sentimenti. Non lo preferiresti anche tu? Non lo so, io la sera guardo Glee.

venerdì 26 giugno Sono sicura che se avessi detto “Dexter” non avremmo ricominciato con le passeggiate silenziose.

mercoledì 1 luglio Il caldo è esploso all’improvviso. Dopo un’inutile e indecisa primavera, dopo una finta estate, ora fa un caldo mostruoso. Cosa ne sarà di me ad agosto? Al ritorno dalla nostra settimana da montanari, come se avessimo stretto un tacito accordo, io e Davide abbiamo smesso di chiamarci. Sapendo che non abbiamo nessuna scusa per farlo. Mi dico che è una reazione normale, che mi succedeva anche quando andavo in vacanza con le mie amiche. L’unica, importante, differenza è che le mie amiche ero praticamente sicura di risentirle, mentre Davide…Sono noiosa, lo so, così noiosa che annoio anche me stessa. Inutile scrivere se devo solo lamentarmi.

Davide mi ha chiesto che senso ha scrivere un diario, elettronico per di più, e ha provato a sbirciare il mio Mac. Odio chi sbircia mentre scrivo. Vuole sicuramente scoprire cosa racconto di lui, ma quello che davvero provo non lo sanno Cate e Sara e non lo scrivo neanche qui. I sentimenti sono l’unico caso in cui le parole, secondo me, non sono sufficienti. Per lo meno non sono sufficienti per quello che provo io, caleidoscopiamente confusa. Stamattina ho costretto Davide a fermarsi e ad apprezzare di nuovo la civiltà. Siamo andati in paese per la spesa, per il cappuccino e i giornali del mattino, come una vecchia coppia che non ha niente di meglio da fare. Forse è questo che manca, è questo che ci farà restare amici a vita: non c’è tensione sessuale tra di noi, nessuna. Forse in lui un po’, ma gli uomini si eccitano per così poco.

venerdì 11 luglio

mercoledì 24 giugno

sabato 12 luglio

Dopocena. Siamo al dopocena. Fuori si è scatenato il temporale e abbiamo acceso il caminetto. Per sicurezza abbiamo staccato l’antenna della televisione. Davide ha messo su il bollitore e mi ha concesso cinque minuti di tempo cinque per godere della batteria del mio pc. Poi, ha detto, voglio ascoltare con tutta calma i tuoni.

Cate e Sara passeranno di qui per un tè freddo nel pomeriggio. Ho detto a Davide di levare le tende. Non voglio che lo trovino, non voglio che sappiano niente del bacio né di quella che da quel momento posso chiamare ufficialmente la nostra relazione. Per la prima volta nella mia vita non ho bisogno di tempo né di consigli per capire quello che voglio. È proprio per questa insolita chiarezza interiore che ho deciso di conservare tutti i miei sentimenti, i miei sogni, i miei desideri al riparo dei pareri altrui. Loro mi vogliono bene, ma nel giro di pochi secondi metterebbero le mani sulla mia storia e mi darebbero mille indicazioni su come gestirla. Con affetto, certo, ma trasformandola in una storia da ragazzini. Davide ha mentito anche ai suoi amici ho dormito da mia zia, le sono entrati i ladri in casa ieri sera. Ho provato a fargli guardare Glee, ma ha resistito solo dieci minuti. Io mi sono rifiutata di passare la nostra prima serata insieme con Trinità. Abbiamo ripiegato su Elementary, in lingua originale, a letto, con l’aria condizionata e una coppa gigantesca di gelato. Non va bene, non va niente niente bene.

giovedì 25 giugno Come abbiamo fatto ad addormentarci sul divano? Già, come? Ho la schiena a pezzi! Di cosa stavamo parlando? Di cosa tu stavi parlando. Io dormivo da un pezzo, ma non volevo che ci rimanessi male. Eri partita per uno dei tuoi giri esistenzialisti e mi sembrava che avessi molto molto bisogno di avere l’impressione di essere ascoltata. Ah. Gentile. Volevo solo sapere come fai a vivere senza amore. Senza amore? Chi ti dice che vivo senza amore? Senza quello di una donna intendo. Non è che io abbia mai vissuto senza amore. Solo che non mi piace vivere amori di ripiego. O divento matto per qualcuno o lascio perdere. Preferisco affrontare qualche sera in solitudine piuttosto che far finta di provare dei

Davide si è presentato in ufficio. Erano passate da poco le nove, quando me lo sono ritrovato davanti con cappuccino e brioche. Non so che dire. In che senso? Non ho niente da dirti. Voglio solo fare colazione con te. Ti va? Certo, però sei strano. Dov’è il tuo caffè? Non c’è. Non ho fame. Non volevi fare colazione con me? Sì, ma ho lo stomaco chiuso. Facciamo che tu mangi e io ti guardo. Lo trovo perverso, sai? Soprattutto perché non ci sentiamo da molti giorni. Avevo bisogno di capire. Di capire se sentivo la tua mancanza oppure no e quanto. Ah. Che ne dici se ti bacio? Magari mi passano tutte questi pensieri strani. Magari ricomincio a mangiare. Ok, ma ora so di caffè.

WWW.DONNECONLECURVE.IT 33


WORLD CONTRAPPUNTI SCRITTI IN CURVA

Come sopravvivere al (traumatico) ritorno dalle vacanze estive

di Eleonora Lanzetti (guapitatondita.blogspot.it)

Ah, ce lo ricordiamo tutte quando finiva Sapore di Mare, vero? Dai ragazze, quando Gerry Calà incontrava Marina Suma sulle note di Celeste Nostalgia di Cocciante! Altro che nostalgia, si era già in pieno clima da rientro, all’addio spiagge, agli amori durati tre giorni e un quarto, tempo di un bagno e di un “limone” sul pattino. L’ultimo giorno di vacanza è da depressione pre partenza, figurarsi quando apri la porta di casa e inserisci il codice dell’allarme, apri le persiane, annusi l’odore di chiuso, guardi la cassetta della posta che sta per esplodere e la metà delle cose sono centinaia di euro da pagare per Tasi, Imu, Tarsu, T’accid. I ritorni bisogna tenerli a bada, altrimenti è la fine. Ma allora cosa fare? Qui servono rimedi precisi; che poi, non è mica che ci soffrano due masochiste su milioni di donne: il 20% delle donne prova un senso di stordimento e un calo di attenzione, provocato dallo stress post vacanza colpevole anche dei repentini cambi di umore. Se le donne sono mature e vanitose ancora di più. Possiamo credere a studi e statistiche o possiamo fidarci della colonnina dell’incazzatura e del vedonero che abbiamo quando salutiamo le ferie. Fate voi, tanto in entrambi casi c’è del realismo! Mi documento. Una volta letto il sondaggio mi dedico anche alle possibili contromisure da adottare per non perire nella cara celeste nostalgia di cui sopra. Gli esperti consigliano di dedicarci alla cucina. Sì, la cucina appassiona molte di noi ma si dia il caso che abbiamo passato (almeno) una settimana a farci preparare manicaretti in hotel, al villaggio, dalla nonna in Sicilia che ci vede deperite anche con la taglia 52. E poi siamo appena rientrate in casa e già dobbiamo spadellare? No, non convince. Bocciata la cucina passiamo al piano b: la palestra. Ritornare alle buone abitudini osservate durante l’anno e prendersi cura di sé con palestra e spa. L’ozio delle vacanze richiede una sferzata, è vero, ma la vo34 WWW.DONNECONLECURVE.IT

glia di fare il borsone e di andare a sudare in mezzo alle squinzie che ostenteranno ancor di più il physique avvolto nella tutina fluo esaltando così l’abbronzatura? Tu hai messo su cinque chili da nonna Assunta e ora li devi perdere: s’ha da fare! Sì o no? Nì. Piano c: lo shopping. Un’attività che ci libera dopamina a quintali, quell’ormone del benessere psichico che evidentemente negli uomini non viene prodotto, tantomeno a seguito di una strisciata di carta di credito. No, a loro si libera l’ernia duodenale. Sì, ci convince. Piano d: fare sesso. Possibilmente in luoghi non convenzionali e trasgressivi. Sì, forse, si potrebbe anche fare, ma il ritorno include una serie di beghe incredibili ed imprescindibili. “Facciamolo sulla lavatrice dai!” “E no, sta lavando i teli del mare ed è in centrifuga”; “Facciamolo in macchina, come quando eravamo giovani” “E no, ci sono ancora le pinne, la maschera, i secchielli e la sabbia da aspirare sui sedili”; “E allora facciamolo…. ehm… sì, nella vasca idromassaggio!” “Ecco a proposito ti volevo dire che mentre eravamo via si è rotto il filtro della vasca”; “Va bene, ok, ci resta solo il tradizionalissimo letto matrimoniale. Di mattina al risveglio così evitiamo di crollare dal sonno…” “Domani iniziano le scuole, metti la sveglia alle 7.00, e prima di andare al lavoro ricordati di portare Ugo a fare pipì, di passare a pagare Tasi, Imu, Tarsu e poi di accompagnare a scuola la Marty!”.


WORLD IL PRIMO CURVY CONCEPT STORE

NOVITA’

APRE A BOLOGNA IL PRIMO

Curvy Concept Store “Dietro ogni grande Donna c’è sempre una grande Donna. Se stessa” E, infatti, dietro Marianna Lo Preiato c’è Marianna Lo Preiato, con la sua inesauribile passione e le sue idee. Come Femme, il primo curvy concept store in italia, inaugurato il 27 Settembre a Bologna. Uno spazio tutto dedicato alle curve: il focus è l’abbigliamento, ma il progetto prevede collaborazioni con professionisti dell’estetica, per fornire alle clienti coccole e attenzioni a 360°. Il party d’inaugurazione ha visto una Simona Izzo (madrina dell’evento) spumeggiante intrattenere i quasi 500 ospiti celebrando le forme e la femminilità. Noi c’eravamo, e possiamo confermare che è tutto vero: è stato il trionfo delle curve.

WWW.DONNECONLECURVE.IT 35


WORLD BELLEZZA NON CONVENZIONALE Justine Lega

ult

Ashley Graham

Foto: Elle Spain

Candice Huffi ne

Tara Lynn 36 WWW.DONNECONLECURVE.IT

Foto: S MODA


Unconventional

BEAUTY

di Giorgia Marino (www.morbidalavita.com)

Denise Bidot

Il bello delle curve. Queste ragazze non hanno certo bisogno di perdere peso per farci perdere la testa.

alta magra proporzionata dai lineamenti puliti allenata informa con gli occhi blu il nasino alla francese gli zigomi alti ilsedereamandolino le labbra carnose la pelle ambrata la chioma fluente la dentatura perfetta.

E SE NON FOSSE NECESSARIO RIENTRARE NEI PARAMETRI PER ESSERE BELLISSIME?

Foto: MUSE WWW.DONNECONLECURVE.IT 37


WORLD BELLEZZA NON CONVENZIONALE

Dimentichiamo la nostra concezione di difetto: i difetti non esistono, esistono le peculiarità. Peculiarità come la vitiligine di Chantelle Harlow, modella che ha fatto della malattia della pelle la sua caratteristica dominante e la sua forza. Lo spazio tra i denti di Vanessa Paradis, addirittura focus di una campagna di Chanel (per il rossetto Rouge Coco),

Chantelle Harlow

il musetto da topino di Coco Rocha, che ha sbaragliato la concorrenza e conquistato il mondo del modeling. O, ancora, le lentiggini di Erin Heatherton, modella di Victoria’s Secret. O il metro e cinquantasette (tutto curve) di Salma Hayek, sex symbol indiscusso del cinema.

Foto: instagram.com/winnieharlow 38 WWW.DONNECONLECURVE.IT

IMPARATA, LA LEZIONE?


Erin Heatherton

Vanessa Paradis Coco Rocha

Foto: Coco Rocha by Craig McDean for W October 2006

Salma Hayek

SVINCOLARSI DAI CANONI PER RISCOPRIRE ILVALORE AGGIUNTO: L’UNICITA’. WWW.DONNECONLECURVE.IT 39


WORLD KATHARINA STAHN

Una vita da modella con le curve (e un futuro da imprenditrice!) Katharina Stahn, modella plus size tedesca trentenne, ha iniziato la sua carriera di modella a 4 anni, indossando i vestiti e le scarpe della madre e facendo pratica per le pose allo specchio. Da quel momento in poi ha sempre coltivato il sogno di diventare una modella professionista. Sogno che si è realizzato a 17 anni, dopo aver frequentato un corso grazie al quale ha partecipato a diversi shooting fotografici, eventi, pubblicità e video musicali. Ma la vera fama l’ha raggiunta nel 2009, dopo aver interpretato Katharina von Bora, la moglie di Martin Lutero durante l’evento “Il matrimonio di Lutero” che si tiene a Wittermber: le foto dell’evento hanno fatto il giro del mondo e l’hanno resa popolare. Successivamente è entrata nella top 100 delle donne più belle della Germania secondo la rivista FHM. Ha partecipato a diversi eventi televisivi e ha collaborato con diversi marchi internazionali quali Triumph, Nikon e Ulla Popken e, attualmente, è la testimonial di Hermann Lange. 40 WWW.DONNECONLECURVE.IT

Dedita al sociale, nel 2010 ha creato una fondazione per supportare i bambini affetti da cancro e le loro famiglie (www.krebskranke-kinder-in-not.de). Ogni anno pubblica un calendario per beneficenza, devolvendo il ricavato alla fondazione. Ha ideato e messo in commercio il suo profumo e una collezione di saponi (shop.katharina-stahn. com). Attualmente rappresenta il volto internazionale della cura dei disturbi metabolici ed è la testimonial di un evento ciclistico che si terrà nel 2015.


Katharina Stahn

CURVY MODEL

ALTEZZA: 180 CM CAPELLI: CASTANI OCCHI: VERDI TAGLIA: 42 EU (46 IT) MISURE: 98-78-104 WWW.DONNECONLECURVE.IT 41


Anna Madaro Anna Madaro dei Nirkiop, youtuber simpaticissima e bellissima curvy, si racconta per noi di Mariapaola Vercelli

I Nirkiop, o meglio Nicola, Mirko, Gabriele, Davide, Piero e Anna, sono sei ragazzi tarantini che da qualche anno sono diventati famosi prima nella rete con dei divertentissimi sketch comici, poi con le loro web series “Facce da scuola” e “Coinquilini”, e infine in moltissime sale cinematografiche italiane con il loro primo film “La Matricola”. Questo gruppo di youtubers è l’esempio vivente che dalla rete può uscire qualcosa di buono. Se poi gli ingredienti sono una buona amicizia, tanta simpatia e altrettanta passione per quello che si fa, il successo è assicurato. Seguendoli da molto tempo non ho potuto fare a meno di pensare che Anna, l’unica ragazza del gruppo, avrebbe avuto sicuramente da raccontarmi tante cose interessanti sul suo lavoro con i Nirkiop e sulla sua “piccola battaglia sociale” a favore delle donne con le curve. 42 WWW.DONNECONLECURVE.IT

Anna, come e quando è iniziata la tua avventura con i Nirkiop? Conosco Nicola da tantissimo tempo, abbiamo amici in comune quindi ci siamo sempre incontrati alle loro feste, ma sono entrata a far parte dei Nirkiop quando Piero, che era già nel gruppo, disse a Mirko e Nicola che anche io avevo la passione per il cinema. Questo è successo circa quattro anni fa. Da allora, è stato come vivere un sogno mentre mi divertivo con i miei amici! Sei l’unica donna del gruppo. Come ci si sente? Immagino che prima di essere un gruppo di colleghi siete anche un gruppo di amici affiatati, se non lo foste i vostri lavori non sarebbero così belli. Si, sono l’unica donna del gruppo ma non mi sento per niente a disagio ad esserlo! I ragazzi mi considerano una di loro quindi si sentono liberi di parlare e scherzare come farebbero con un maschio. Ma sono anche molto protettivi nei miei confronti, ascoltano i miei “problemi di cuore” e mi danno consigli. Con loro mi sento sempre protetta! E poi il mio gemellone, Piero, è nel gruppo! È impossibile non sentirmi protetta accanto a mio fratello! Dico...l’avete visto? È un armadio!


ART ANNA MADARO Guardando i vostri video non posso fare a meno di pensare a come sarebbe bello stare a osservarvi dall’altro lato della telecamera, sul set. Scommetto che è ancora più divertente. Ci racconti qualche aneddoto? Essere sul set è davvero fantastico. Quando giriamo gli sketch Nirkiop è un continuo ridere e divertirsi. I ragazzi sono indescrivibili, anche se provassi a spiegarti come sono non ci riuscirei, bisognerebbe viverli! Però ovviamente anche noi abbiamo i nostri momenti di serietà. Questo è un lavoro e come tale ci sono regole da rispettare ma è giusto che sia così. Una volta ricordo che stavamo girando un episodio della nostra prima web serie “Facce da Scuola”, mi ero allontanata un attimo per andare a prendere un caffè e quando sono tornata ho trovato i ragazzi che improvvisavano nel corridoio una specie di “gara di scivolate”! Uno di loro puliva il pavimento per permettere agli altri due di prendere la rincorsa e scivolare meglio una volta a terra. Non finivamo più di ridere, ho ancora i video sul mio telefono! Questi siamo noi, un continuo divertimento. Prima gli sketch, poi le web series “Facce da scuola” e “Coinquilini”, e poi finalmente al cinema con il film “La Matricola”. Deve essere una soddisfazione immensa. Quanto e come è cambiata la vostra vita con questa incessante scalata verso il successo? Io faccio fatica a definirlo “successo”, per me è semplicemente l’amore di tanta gente che ci dà visualizzazioni e che abbiamo il privilegio di far ridere e divertire per qualche minuto. Passare dal web al cinema è stata un esperienza bellissima e spaventosissima al tempo stesso! Quando carichiamo i video sul canale e guardiamo le visualizzazioni il pubblico è semplicemente un numeretto e un nick name. Vedere tanti di loro, di persona, al cinema mi ha lasciata senza parole. Ho potuto abbracciare tutti e ringraziarli, finalmente, di tutto l’affetto che ci dimostrano ogni giorno! La mia vita è cambiata parecchio. Ho perso delle amicizie che credevo solide, conosciuto tantissima gente fantastica e sono cresciuta tanto. C’è gente che mi ferma per strada per chiedere una foto o un autografo e benché io non capisca ancora perché vogliono tutto ciò da me, sono felicissima di poter condividere la mia felicità con loro! Nel futuro, professionalmente parlando, come

vorresti vederti? Il mio sogno è raggiungere un punto della mia vita lavorativa dove poter guardare indietro e dire “sono soddisfatta di ciò che ho fatto” Ho tanti sogni che spero di poter realizzare un giorno. Voglio diventare attrice, fare di questa passione una professione e in futuro spero di poter girare almeno un film accanto ad uno dei miei idoli di Hollywood! Chissà, mai dire mai nella vita, giusto? Ma al tempo stesso, per quanto riguarda la mia vita privata, mi vedo moglie e mamma di una squadra di calcetto. Poter trasmettere ai miei figli gli stessi valori e lo stesso amore che i miei genitori hanno trasmesso a me e a mio fratello. In una società come quella odierna, dove molto spesso le donne del mondo dello spettacolo vengono scartate perché non “abbastanza magre” la tua è una battaglia, come quella di Donne con le CURVE, da portare avanti a testa alta e con toni decisi. Porto avanti questa battaglia da tutta la vita e ora che ho la possibilità di farmi sentire da tanta gente continuo a gridare a squarciagola ciò che è per me fondamentale: piacersi prima di tutto e accertarsi perché non siamo fenomeni da baraccone o strani animali mitologici da studiare e di cui avere paura. Cosa diresti a tutte le donne che hanno timore di esporsi, anche nei più semplici contesti quotidiani, perché non “perfette”? La perfezione non esiste e qualora esistesse, sai che noia! Nessuno è perfetto, ogni donna ha qualcosa di sé che non sopporta e che vuole nascondere, ma le nostre curve dobbiamo mostrarle, andarne fiere, non nasconderle. Come disse una volta un mio amico “bisogna pur aggrapparsi a qualcosa!” Ed è la verità. La donna curvy, formosa e in salute, è la donna italiana che tutti immaginano. Una mamma, una donna che è una gioia per gli occhi e per lo spirito, solare, simpatica e bella con tutte le sue forme. Una bella scollatura come la si ottiene altrimenti? E citando anche un pezzo di una canzone che io e mia madre adoriamo: “..non dare retta all’amica invidiosa, l’uomo preferisce la donna formosa!” E canticchiando il ritornello della canzone di cui parla Anna, concludo questo articolo ringraziandola per essere stata così dolce e disponibile e per aver condiviso con noi un pensiero importante, lo stesso di questa intera rivista. WWW.DONNECONLECURVE.IT 43


ART RINNOVARE I VECCHI MOBILI

COME TI RINNOVO L’ANTICAGLIA! VECCHI MOBILI E COMPLEMENTI D’ARREDO, DALLA CANTINA AL SALOTTO DI CASA di Antonietta Bonanno (www.myvintagecurves.it)

Se siete bravi col fai da te potreste addirittura pensare di cimentarvi nel restauro, scegliendo pezzi di poco valore e stando ben attenti a rimanere alla larga dai mobili di valore. Per quelli è meglio rivolgersi a dei professionisti!

Allora eccovi 6 pezzi antiquati che potete far tornare di moda rinnovandoli.

IL BUFFET Il tipico mobile da sala da pranzo anni ’70 in laminato plastico, ai tempi chiamato Fòrmica (per antonomasia, la ditta che lo inventò si chiamava Formica Corporation). L’avete avuto in cucina o visto nelle stanze “buone” dove le vostre nonne vi vietavano di andare a giocare. Oggi il buffet può essere usato come mobile porta tv o come piano d’appoggio per vasi, collezioni o libri; sistematelo su una parete colorata del vostro salotto, mettete sul muro una bella stampa e qualche oggetto vintage e il gioco è fatto!

Avete presente la casa della nonna con la poltrona “incellofanata” e il centrino sul televisore a tubo catodico? Bene. Sono certa che la maggior parte di voi sta già esclamando fra sé: “Che orrore!”. E invece no. Fra bric-à-brac, vintage e shabby chic tutto ciò che fino a poco tempo fa consideravamo vecchiume ora diventa di moda. Complice la fase calante dell’arredamento minimalista, molto adatto a giganteschi loft e appartamenti parigini pieni di stucchi e soffitti altissimi, ma decisamente triste se dislocato in stanzette squadrate di 5 metri quadri con una sola finestra e il termosifone sotto, si assiste ad un recupero di vecchi mobili e complementi d’arredo, reinterpretati in chiave moderna. La parola d’ordine è svecchiare. Con fantasia.

44 WWW.DONNECONLECURVE.IT


LA COPERTA PATCHWORK Fatte a quadri di diverso colore per recuperare i residui di lana e tessuto sono l’ideale per dare un tocco di allegria a un divano o un letto minimale. Raccoglietela ai piedi del letto o sistematela sul bracciolo del divano e usatela quando vi viene freddo. Se invece avete la fortuna di possedere una coperta importante, ricamata a mano o realizzata a uncinetto, non perdete l’occasione di esaltarla abbinandola a candide lenzuola bianche di lino e comodini essenziali, quasi zen.

LA VALIGIA DI CARTONE Simbolo triste dell’emigrazione, ormai inutilizzabile per viaggiare, una vecchia valigia può diventare un comodo lettino per i vostri animali domestici. Attaccateci sotto quattro piedini per sollevarla leggermente da terra e un morbido cuscino dentro. Il vostro cane apprezzerà!

LA SEDIA LE CON SEDIO IMPAGLIAT

In origine fu la Sedia N 14 di Michael Thonet, imitatissima e molto in voga negli anni ’70 e ’80, la si trovata ai tavolini dei bar e nelle sale d’aspetto. Se avete la fortuna di possederne una originale (cosa peraltro piuttosto improbabile) non toccatela! Ma se vi imbattete in una imitazione di scarsa fattura non esitate a riverniciarla con colori vivaci e a rifare la seduta con un tessuto che vi piace. Un consiglio: se ne avete più di una dipingetele con tonalità diverse e mettetele intorno al tavolo della cucina, daranno all’ambiente un’aria di finta casualità che è molto attuale.

LA VECCHIA TV

Se amate stupire con pezzi eccentrici e appariscenti perché non usare la carcassa di una vecchia tv come acquario? L’idea è ardita, ma vi assicuro che non è poi così assurda!

IL CENTRINO Tutti ne abbiamo almeno uno: fatto a mano dall’amica appassionata di uncinetto o ereditato dalla nonna. Appuntate insieme tanti centrini bianchi di diverse forme a comporre un runner, una striscia che copra solo la parte centrale del tavolo. Se la superficie è di legno grezzo il contrasto sarà davvero chic. Se invece i centrini sono di lana grezza potete usarli come sotto bicchieri. E se vi state mangiando le mani per aver buttato proprio quella cosa lì che adesso avreste potuto, non vi resta che visitare i mercatini dell’usato. Sono pieni di mobili e complementi che aspettano di essere riportati a nuova vita.


TECH LA TECNOLOGIA VESTE VINTAGE

Il ritorno del design retrò QUANDO LA TECNOLOGIA VESTE vintage di Romina Croce (thecurvysalad.wordpress.com) Oggi anno, anzi ogni sei mesi o addirittura meno, le aziende produttrici di qualsiasi oggetto tecnologico si affrettano a produrre nuovi prodotti dai design sempre più futuristici e sempre più accattivanti. La capostipite di questa ricerca del “design perfetto” è stata sicuramente Apple, che dal lancio di Ipad, Iphone e i nuovi modelli di Mac, ha creato uno standard assoluto nella creazione di nuove periferiche: Samsung, Nokia e tutte le altre aziende si sono dovute “adeguare” e creare modelli dai look sempre più avveniristici e sofisticati. Questa “rivoluzione” partita dalla nicchia degli smartphone, si è diffusa in brevissimo tempo in tutti i settori: dalle console ai giocattoli, dai frigoriferi agli aspirapolveri. Ma in tutta questa corsa a chi crea i cellulari più sottili, i frigoriferi con i pannelli touch-screen, le televisioni con i led e la parete più curva che ci sia e le macchinette del caffè supercompatte, c’è chi invece va decisamente in controtendenza: non solo evitando di seguire le mode del momento, ma mettendosi a produrre oggetti dal design retrò, che non hanno nulla di bianco, lucido, affusolato: ma anzi, guardano un po’ nostalgicamente al passato appena trascorso. Un esempio palese di questa tendenza è sotto gli occhi di tutti, su tutte le strade: il ritorno in grande stile della Fiat 500: un’icona della storia Italiana ridisegnata e adattata ai nostri tempi, rispettandone comunque l’identità originale: un vero successo. La radio della nonna, il telefono con la cornetta, la vecchia macchina da scrivere: sono tutti oggetti che, se un tempo

46 WWW.DONNECONLECURVE.IT

sembravano non solo spariti dalle nostre case, ma anche dimenticati, ora sono tornati a rivivere, seppur in chiave un po’ più moderna. Alcune aziende hanno basato il loro successo proprio sull’aspetto vintage di questi prodotti, altre hanno creato linee apposite per cavalcare l’onda di questa tendenza, che per molti è ormai diventato uno stile di vita, più che una moda. Recentemente, ha fatto parlare di sé (con tanto di servizi sui telegiornali) l’app inventata da Tom Hanks, chiamata “Hanx Writer” che permette di far rivivere dentro il proprio ipad una macchina da scrivere. Questa app permette ai propri utilizzatori di far rivivere le sensazioni di un tempo, con suoni fedeli all’originale sia alla pressione dei tasti, sia al raggiungimento della fine della riga con il conseguente “a capo”. Merita una menzione speciale la bellissima opzione che disabilita la possibilità di cancellare i caratteri, sostituendolo con delle “X” sui caratteri cancellati. Un’idea davvero originale e ben realizzata, totalmente gratuita. Restando sempre nel settore della telefonia, da qualche anno in commercio troviamo delle simpatiche cornette da collegare al proprio smartphone. Certo girare con una cornetta attaccata al collo non è il massimo della praticità, ma se lo fa Orlando Bloom perché non potremmo farlo anche noi? Sono divertenti e non passano certamente inosservate, e non dimentichiamoci che molti studi sostengono che passare troppe ore al telefono con


l’apparecchio vicino all’orecchio possa causare danni al cervello, quindi potrebbe essere una scelta non solo trendy, ma anche salutare. Il modello che vi proponiamo è di Hi-Fun e costa 29,99€! La tendenza retrò ha influenzato tantissimi settori di mercato, non solo quello della telefonia: uno dei più fiorenti è sicuramente quello dei piccoli elettrodomestici, dove il design vintage negli ultimi anni ha trovato un ampio mercato, ovviamente abbinato a soluzioni funzionali e al passo con i tempi. Chi non ha presente i bellissimi elettrodomestici Kitchen Aid? Dai colori estremamente sgargianti (come il classico rosso) o a quelli più pastello (come il crema o l’azzurro), le linee interpretano meravigliosamente lo stile anni 50’, dal tostapane al robot da cucina (prezzi disponibili dai rivenditori). Smeg ha dedicato un intero sito alla propria linea anni 50’ in cui è possibile sfogliare tutto il catalogo di proposte che vanno dai frigoriferi (nella foto il modello FAB28RUJ1 disponibile da Mediaworld a 1.300,00€) alle lavatrici con porta (nella foto il bellissimo modello LBB14RO, rosa, disponibile da Unieuro a 999,00€) passando per tantissimi altri piccoli elettrodomestici super colorati. Siete amanti della fotografia? Oppure avete un papà o uno zio un po’ nostalgici delle loro vecchie reflex? Nikon ha proposto un modello dichiaratamente ispirato alle linee delle vecchie fotocamere a pellicola: DF. Due lettere per un modello dal design bicolore, con la classica impugnatura nera con disegno tipo “pelle”. Solo il design è

retrò, perché all’interno della Nikon DF pulsa un cuore tecnologico, con un sensore da ben 16,2 Megapixel (prezzo disponibile dai rivenditori). Se appena avete associato le parole “vintage” e “fotografia” vi sono tornate in mente le mitiche Polaroid, ecco una chicca: il modello Z340E. Questa fantastica fotocamera digitale non solo ha una risoluzione da 14 megapixel e uno schermo LCD da 2.7 pollici, ma è una “instant print”: una volta scattata la foto, potrà essere immediatamente stampata, come le vecchie Polaroid analogiche. Dopo questo breve viaggio in alcuni dei settori interessati da questo ritorno al design d’annata, si potrebbe quasi affermare che forse per la “paura” del futuro, dettata dalla crisi globale in cui ci troviamo, molte persone cerchino la sicurezza dei tempi passati anche negli oggetti che usano quotidianamente, un riscoprire il valore degli oggetti passati tra le nostre mani (o tra le mani dei nostri genitori) e volersene riappropriare in qualche modo. O forse, semplicemente, una moda come tante altre, che per qualcuno diventerà uno stile di vita e per qualcun altro una piccola parentesi prima di tornare ad essere affascinati dai design molto più moderni, asettici e impersonali. Sembra un paradosso, ma solo il futuro ci potrà far vedere se questo ritorno al passato sarà solo una parentesi o una valida alternativa all’hi-tech “a tutti i costi”.

Voi cosa ne pensate?

WWW.DONNECONLECURVE.IT 47


GNAM PROFUMI DI PROVENZA

Profumi di Provenza di Ilenia Bazzacco (www.ileniabazzacco.com) INGREDIENTI 2 uova 40 ml di latte intero 300 g di farina 1 limone qualche rametto di timo 2 cucchiaini rasi di lievito per dolci 500 g di pesche mature a pasta gialla 1 cucchiaio di zucchero di canna 150 g di zucchero semolato 150 g di burro morbido zucchero a velo q.b. 1 cucchiaino di fiori fresci di lavanda PROCEDIMENTO

Sbucciate le pesche, tagliatele a fette non troppo sottili e mettetele in una ciotola con il succo di mezzo limone, i rametti di timo, i fiori di lavanda e lo zucchero di canna. Lavorate il burro morbido con lo zucchero. Poi unite le uova e la farina; mescolate ed aggiungete il latte a filo ed il lievito. Imburrate una teglia rotonda e trasferite 1/3 dell’impasto. Sistemate alcune fette di pesca, il succo della marinatura, terminate con il resto dell’impasto e guarnite con le restanti pesche. Mettete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti. Fate freddare e guarnite con lo zucchero a velo e qualche rametto di timo fresco. 48 WWW.DONNECONLECURVE.IT


WWW.DONNECONLECURVE.IT 49


HEALTH MALATTIE IMBRARAZZANTI di Valeria Ortu

A volte ritornano cosa sono e come liberarsi da questi fastidiosi e ricorrenti inconvenienti Herpes labiale La causa di questo disturbo ricorrente è un minuscolo germe, per la precisione un virus; come tutti i virus, esso può vivere solamente sfruttando i meccanismi della cellula ospite, nella quale si integra. I virus responsabili della manifestazione erpetica più frequenti sono l’herpes simplex virus 1 (HSV1), che predilige le mucose del volto, e l’herpes simplex virus 2 (HSV2), il quale invece si localizza più frequentemente alle mucose genitali. Una caratteristica dell’herpes è la tendenza a ripresentarsi più volte dopo una prima infezione, senza tuttavia che ci sia stato un nuovo contatto con l’agente infettante: come è possibile che ciò accada? Il virus ha la capacità di rimanere in forma “addormentata” nelle cellule del sistema nervoso; da qui si risveglia e torna a esprimersi solo in alcune occasioni, in particolare quando c’è un calo delle difese immunitarie (che contribuiscono a tenere dormiente il virus): stanchezza, stress, influenza, oppure in caso di esposizione ai raggi solari o durante il ciclo mestruale. Ecco dunque comparire le classiche bollicine trasparenti su base arrossata, paragonate dagli antichi clinici a “gocce di rugiada su petali di rosa”, dolenti e pulsanti, oltre che esteticamente non piacevoli. Che fare? Prevenire il primo contagio è difficile, a tal proposito è 50 WWW.DONNECONLECURVE.IT


bene astenersi dal contatto diretto (baci) o indiretto (uso promiscuo di stoviglie, cosmetici) con persone che stiano manifestando le stigmate dell’infezione. Una volta cronicizzato, purtroppo, ogni persona impara presto a riconoscere quali sono gli stimoli scatenanti le ricadute: cercare di evitarli è, ovviamente, la prima cosa da fare. Studi hanno poi dimostrato l’utilità del solfato di zinco per via orale come profilassi nei pazienti con numerose ricadute. Oltre agli antivirali classici (sotto forma di pomata topica), di sicuro effetto, recente è la dimostrazione del ruolo importante dell’estratto di foglie di Melissa nel trattamento delle forme acute.

Candidosi genitale La maggior parte delle donne lo sa: questa scocciatura può essere davvero difficile da eliminare, specie se l’obiettivo è una eradicazione definitiva. Le statistiche dicono che quasi il 60% delle donne in età fertile ha avuto almeno un episodio di candidosi genitale, e circa il 10% di esse si trova ad affrontare almeno quattro episodi l’anno di “ricaduta”. L’agente eziologico della candida è il fungo Candida Albicans, della famiglia dei lieviti; esso può vivere per anni in completa armonia con il nostro organismo, abitando cute e mucose (specie dell’intestino) senza dare alcun segno di sé: questo comportamento si chiama “saprofitismo”. Quando, tuttavia, uno squilibrio tra sistema immunitario e forme di vita saprofite ne permette una crescita sproporzionata, ecco comparire i classici sintomi: a livello genitale, il più diffuso tra le persone altrimenti sane, si manifestano prurito intenso, specie notturno (talmente intenso che può portare a lesioni da grattamento involontario durante il sonno), perdite vaginali bianche e compatte e dolore nei rapporti a causa dell’infiammazione delle mucose. Le cause delle ricadute sono spesso, come per l’herpes, riconducibili a eventi non direttamente legati all’ambito genitale: uso di antibiotici (che uccidono le forme batteriche “buone” dell’intestino), stress intenso per cambio di lavoro, esami, traslochi etc, stipsi ed altri fattori che “scombussolano” l’organismo. Le regole per prevenire il ripresentarsi del nemico sono quindi: cercare di affrontare la vita in maniera più serena (fa bene un po’ per tutto…), e poi fare attenzione all’alimentazione. I lieviti infatti sono ghiotti di zuccheri, e una dieta che ne tenga conto, riducendone la quota, può “affamare” il microorganismo, rallentandone la crescita. Anche scegliere biancheria in cotone traspirante ha un ruolo importante: impedisce infatti che il microclima intimo diventi troppo caldo e umido, ideale per la replicazione del germe.

Alopecia areata Disturbo che, pur non essendo diffusissimo (colpisce infatti il 2% circa della popolazione), è di grande impatto psicologico in chi ne è affetto, specie per le ricadute estetiche e per la poca conoscenza che di esso ha la popolazione generale. “Alopecia” descrive l’assenza di peli là dove dovrebbero esserci (capelli, barba, sopracciglia etc); ci sono molte forme di alopecia, la più comune è quella androgenetica, ossia la caduta dei capelli negli uomini. La forma “areata”, ossia “localizzata”, colpisce maschi e femmine nelle prime decadi di vita, e non ha ancora un chiaro inquadramento su cause e soluzioni. Essa si manifesta con la spontanea caduta dei peli in un’area circoscritta generalmente circolare, che resta glabra per un certo periodo di tempo per poi tornare a ripopolarsi. Alcuni studi hanno identificato dei geni collegati a queste manifestazioni, che predispongono a formare anticorpi (in particolare sottoclasse IgE) contro il bulbo pilifero a seguito di determinati stimoli. Il bulbo colpito soffre (ma non muore) e il corrispondente capello, privato del nutrimento, cade. A scatenare le “crisi” di alopecia sembrano essere fattori esterni come stanchezza, periodi di forte stress, diete estreme e l’eventuale riacutizzarsi di altre malattie autoimmuni coesistenti (diabete, lupus e molte altre). Attualmente non esiste una vera e propria cura, ma l’approccio al paziente deve necessariamente essere globale, con particolare attenzione all’aspetto psicologico. Interessanti sono i recenti risultati dei trattamenti con agopuntura… da provare se non avete paura degli aghi!

WWW.DONNECONLECURVE.IT 51


Torna a ca

Ed è una cosa che succede puntualmen di Giorgia Marino (www.morbidalavita.com)

Hai pianto, hai digiunato (o hai ingerito una quantità abominevole di cibo), ti sei trascinata in giro per casa con gli stessi indumenti per giorni e giorni, ti sei sentita impotente, hai cercato di indurre il telefono a squillare con la forza del pensiero e non è successo niente. Ma questo era prima. Quello che non ti uccide ti fortifica, dicono, e ades-

so che stai recuperando da un po’ ti senti più autonoma e risoluta di prima. Quasi quasi, riflettendo sull’accaduto, ti viene voglia di mandare un biglietto di ringraziamento a lui, il tuo ex, ché in fondo ti ha fatto un favore: adesso rie-

sci a lavorare concentrata, ad ascoltare i tuoi amici senza aspettare il tuo turno per parlare (delle tue pene d’amore), ad andare in palestra, a riposare, a tenere in ordine la casa. Questo è il tuo momento. Ma è anche il momento in cui attiri gli uomini come il miele attira le mosche… e, soprattutto, è il momento in cui lui decide puntualmente di tornare, mandando all’aria tutti i tuoi piani. Ci sarà un motivo se la saggezza popolare ci comunica che la ‘minestra riscaldata’ non è buona. Ecco un paio di cose da tenere a mente prima di decidere di ributtarsi tra le braccia di un (apparentemente pentito) ex.

CHI ERI/CHI SEI? Prima di prendere in considerazione la possibilità di riaccogliere qualcuno nella tua vita, prova a pensare a chi eri prima e chi sei adesso. Ti consideri una persona migliore? Pensi in qualche modo che il tuo ex, anche involontariamente, condizionasse le tue scelte e mutasse la tua personalità? Sei in grado di evitare di tornare quella che eri? Tieni presente che il motivo per cui, così prepotentemente, un uomo torna a desiderarti è proprio questo alone di forza che ti permea. Se lo perdi per strada, il finale della storia tenderà ad essere lo stesso. Ne vale la pena?

PERCHE’ E’ FINITA? Può darsi che la causa di rottura non abbia niente a che vedere con la tua personalità. Era un tipo violento? Ti urlava contro? Ti ha tradita? Sai che, statisticamente, quando un uomo (o anche una donna) tradisce una volta finirà col rifarlo? Il più delle volte, certe cattive abitudini dipendono da insicurezze o insoddisfazioni personali che poco hanno a che vedere con il partner, dunque fattori che non puoi in alcun modo controllare. Sei disposta a correre il rischio? 52 WWW.DONNECONLECURVE.IT


LOVE&SEX QUANDO LUI RITORNA

asa l’ex, sì.

nte quando cominci a stare meglio.

IL POTERE DEL POSSESSO Eri sua, aveva tutto il potere, e ora non più. Molti uomini vanno in tilt, quando realizzano questo passaggio, e sono disposti a fare follie pur di riottenere quello che hanno perso. Pensi sia amore? Pensi che dipenda dalla nuova consapevolezza di aver perso la donna della vita? Mi dispiace, ma devo dirti che il più delle volte non è così. Pensa alle tue amiche, a tua cugina o alle tue esperienze passate. Quanti uomini si dicono disposti a tutto pur di riconquistare la propria donna e poi, una volta riusciti nell’intento, perdono interesse?

NOSTALGIA CANAGLIA Baci, risate, abbracci, sintonia e complicità. Sono sicura che tu sappia benissimo come auto-bombardarti di immagini positive e sensazioni di cui senti la mancanza. Ma sii obiettiva, e pensa anche a tutto il resto: i momenti in cui hai pianto per i nervi dopo una discussione, i momenti in cui hai pensato che parlaste due lingue diverse, i momenti in cui l’hai trovato indifferente o persino spietato. Tutto questo fa parte del bagaglio, e pensare solamente ai bei momenti sarebbe barare. Ai tuoi stessi danni, peraltro!

UN NUOVO INIZIO Una relazione dovrebbe portare pace nella tua vita. Dovrebbe rappresentare un valore aggiunto, un’oasi di serenità. Per quanto la memoria ti sottoponga immagini tratte da momenti felici della tua relazione passata, sappi che cedere alla tentazione porterà nella tua vita anche una serie di ansie e domande: lo spettro del fallimento (‘e se risuccedesse?’), il dolore subìto (‘e se mi tradisse/ abbandonasse nuovamente?’), il dubbio costante (‘avrò fatto qualcosa di sbagliato?’, ‘sta succedendo adesso?’). Conscia del fatto che esistano delle eccezioni alla regola, mi permetto comunque di farti una domanda: non preferiresti, magari, un nuovo inizio, libero da ombre e intriso di sentimenti positivi come speranza e fiducia?

Attenzione allo ‘storico’: non sei affatto immune come credi. Quando ti senti così indipendente e autosufficiente, le nuove conoscenze (maschili) non rappresentano un grande problema, non esercitano grande potere sulla tua vita. Attenta, però: lui non è una nuova conoscenza. Lui è il passato, e il passato ha armi differenti ed ha, di fatto, il potere di ritrascinarti nel caos. Abbassare la guardia non è saggio.

WWW.DONNECONLECURVE.IT 53


ASTROCURVY L’UNICO OROSCOPO CON LE CURVE

ASTROCURVY: L’UNICO OR

MORBIDI E SINUOSI CONSIGLI PER RITROVARE SE STESSE IN ARMO ARIETE 21/3 - 20/4 A che punto sei del tuo percorso di autoaccettazione? La rivoluzione curvy comincia dalle piccole cose, scremando dalla tua autenticità quello che non ti appartiene, le imposizioni esterne, le regole che non ti valorizzano. E per valorizzare intendiamo valorizzare personalità, bisogni, esigenze…Te stessa, nella tua preziosa, incomparabile unicità. Sii orgogliosa di essere quello che sei. Per sentirti curvy al punto giusto… Ok valorizzare l’interiore, ma con la sicurezza che danno un paio di scarpe belle e comode?! Se non hai già pensato a rinnovare il tuo parco calzature per l’autunno, le stelle ti consigliano di puntare su un paio di francesine cut out, ovvero con sexy aperture nella silhouette della scarpa. Suggestivo con discrezione…

TORO 21/4 - 21/5 Hai abbastanza buon senso da capire e sapere che i paragoni con la bellezza patinata da copertina sono inutili e anche dannosi. Tuttavia, sei donna anche tu, cara Toro, e non sempre è facile sottrarsi ai diktat imperanti della società attuale. Ti senti nella fase soufflé (mi gonfio anche di aria…)? Non farne un dramma, ma affronta la questione con buon senso: stai facendo un paragone con modelli irreali o è una questione di salute? A te l’ardua sentenza. Per sentirti curvy al punto giusto… Una volta acquisita la saggezza fondamentale (primo mantra della donna curvy: l’impermanenza dell’universo si riflette sull’instabilità del peso. Nulla è certo a questo mondo, figuriamoci la linea…), dunque, dicevamo, una volta acquisita la consapevolezza, per sentirti meglio nella tua pelle si può fare tanto. Programma (ed esegui)un restyling completo: nuovo taglio, colore e make up; cambia la forma della sopracciglia, pianifica un look che ti dona (in base alla forma del tuo corpo e ai tuoi colori). Ti sentirai (e lo sarai) bellissima! GEMELLI 22/5 - 21/6 Succede anche a te, alla monella vivacissima dello Zodiaco. Succede di avere le batterie a terra, e succede che qualche pensiero di sconforto possa farsi strada. Le stelle decretano che buona parte del tuo pessimismo autunnale dipenda da una mancanza di adeguato riposo. Ti ci vuole una cura d‘urto: divano, coccole e qualche golosità… Per sentirti curvy al punto giusto… Languidi fiorellini e leziose gonnelle? Trine e merletti? Naaa, non fa per te! Potrebbe essere la risposta della maggior parte delle Gemelli. Ma non tutte… le trend setter hanno fiutato il mood e con i giusti abbinamenti eccole sfoggiare un look autunnale frizzantissimo. Fiori, ma in toni preziosi come rubino, smeraldo, topazio, onice… Make up un po’ gotico e accessori aggressivi…

54 WWW.DONNECONLECURVE.IT


ROSCOPO con le curve

ONIA CON LE STELLE (E SENTIRSI BELLE NELLA PROPRIA PELLE)... TESTI ALICE GHERBASSI ILLUSTRAZIONI C.J. TURQUOISE CANCRO 22/6 - 22/7 Sei una donna. Punto. E dopo il punto arriva il resto: una mamma, una figlia, una sorella, una lavoratrice, una moglie… A volte il ruolo nasconde la tua essenza primaria. E quando ti senti soffocare, quando l’insoddisfazione aumenta (e magari si traduce in insicurezza riguardo all’aspetto fisico…), è chiaro segnale che hai confuso la tua essenza con il tuo ruolo. A questo punto, per sentirti curvy… Leggi sotto! Per sentirti curvy al punto giusto… Niente di meglio di una sana seduta di shopping e parrucchiere! Non è superficialità, anzi: esteriore e interiore sono connessi da forti legami… Puoi lanciare un messaggio al mondo anche con il tuo stile. Comoda sì, ma femminile. Sei cambiata dentro? Fallo vedere anche fuori: basterà un piccolo tocco, come labbra e unghie scarlatte…

LEONE 23/7 - 22/8 Le stelle in questo periodo potrebbero agire come una sana iniezione di autostima. Ti sentirai bene (o almeno meglio…) nella tua pelle, avrai voglia di recuperare il tempo perso in stupide recriminazioni e paure, di goderti la vita, di avere successo nel lavoro, di assaporare l’amore come mai prima… Per te, cara Leone la rivoluzione curvy comincia qui! Per sentirti curvy al punto giusto… La forza interiore che hai acquisito tramite le difficoltà trascorse sarà il tuo migliore trucco cosmetico. Perché ti darà una luce intensa, uno sguardo brillante, un sorriso tumido e sexy. Mantieni il look sul naturale, con bbcream, un leggero gioco di ombre sui volumi del viso, e labbra e guance pesca. Fai brillare il tutto con leggeri tocchi metallici negli accessori.

VERGINE 23/8 - 22/9 Bisognerà aspettare la fine di ottobre per veder tornare sul tuo viso la curva più bella che hai: il sorriso. Sarai autocritica più che mai, pronta a flagellarti con i tuoi giudizi, a sentirti inadeguata, a vedere rotolini e ciccette che trasbordano ovunque. E vai di maxi maglia, con un infagottamento anonimo color grigio talpa moribonda… Così peggiori le cose, lo sai, vero? Per sentirti curvy al punto giusto… Ti stai vestendo come sopra?? Allora, per punizione il tuo Astrocurvy ti prescrive tonnellate di colore. Vivace e squillante. Da abbinare come preferisci, anche con tinte più sobrie, e così potrai rianimare con un massaggio cardiaco di allegria il color grigio talpa moribonda.

WWW.DONNECONLECURVE.IT 55


BILANCIA 23/9 - 22/10 Bilancia: il segno dell’equilibrio, dell’armonia e… della bellezza. Qualunque sia il tuo aspetto esteriore, qualunque sia la tua taglia, e la tua età, in questo periodo avrai modo di dimostrare al mondo che l’astrologia non mente. Ma dovrai scuoterti di dosso montagne di insicurezza, frasi fatte e pregiudizi. E guardare a te stessa con uno sguardo nuovo… Per sentirti curvy al punto giusto… Mai di bianco, no con le righe e vietate le fantasie giganti? No ai crop top e alle cose aderenti? Ma la moda è creatività, fantasia, gioco, soprattutto! Astrocurvy compitino a casa: prendi una regola (“mai con…”) e trova il modo di adattarla al tuo fisico, di renderla armonica al tuo corpo. Valorizzati con un “mai con”. Ti si aprirà un mondo!

SCORPIONE 23/10 - 21/11 Sei una donna passionale, c’è poco da fare. E sensibile, emotiva, profonda… Sei passionale quando te la prendi con il mondo intero, con te stessa perché non sei quella che vorresti, con chi ti circonda perché non ti rispetta come vorresti, e di nuovo con te stessa perché non riesci a stare tranquilla… è la vita, baby. Succede perché sei viva. Ma non metterla giù pesante, ok? Per sentirti curvy al punto giusto… Hai bisogno di leggerezza. In senso emotivo, psicologico, nel senso di stile di vita. Alleggerisci i colori del tuo guardaroba. Gioca con i tessuti, impalpabili per materiali e trama, o “smaterializzati” da oblò strategici, su vestiti, borse scarpe: cut out!

SAGITTARIO 22/11 - 21/12 Di bene in meglio. La tua autostima guadagna punti su punti, l’autoaccettazione fa passi da gigante, e finalmente la tua visione del bello diventa completa, realistica, attuale. Sono belle le donne snelle e sono belle le donne cicciottelle: l’importante è la sicurezza interiore, che si riflette nell’armonia esteriore. Ecco che cosa è la bellezza: una creazione unica, come un’opera d’arte, se vogliamo, non una rigida formula matematica a suon di centimetri e chilogrammi…. O vogliamo mettere a dieta la Venere di Milo? Per sentirti curvy al punto giusto… Dopo questa bella tirata, che cosa consigliarti se non di lasciar trasparire la tua esuberante personalità come preferisci? In questo dinamico periodo dovrai trovare il modo di abbinare praticità e comodità a sensualità e femminilità. Francesine basse bicolor, pantaloni gessati maschili (jeans per un mood più casual) e un gilet portato a pelle…

ILLUSTRAZIONI C.J. TURQUOISE cjturquoise.ultra-book.com 56 WWW.DONNECONLECURVE.IT


LUGLIO - AGOSTO 2014

CAPRICORNO 22/12 - 20/1 Che cosa vuoi dalla vita tu lo sai. In fondo, hai sempre avuto le idee chiare. Il problema è che, anche se programmi, c’è sempre qualcosa che va per i fatti suoi, che ti cambia le carte in tavola, che ti spinge a ricominciare, a pianificare, scrutare, calcolare… Un po’ come la dieta. Sai benissimo che cosa devi fare con le calorie. Ma poi, l’aperitivo, la festa di compleanno, l’invito a cena… Per sentirti curvy al punto giusto… Non stressarti con troppi calcoli. Vivi alla giornata. Asseconda la vita. Asseconda l’umore del momento anche nel tuo look. Gioca con le tue emozioni. Apri l’armadio e chiediti: oggi, chi voglio essere? Oggi, perché domani è, sempre, un altro giorno!

ACQUARIO 21/1 - 19/2 Insieme al cambio di stagione avrai voglia di fare un cambio più, per così dire, profondo. Relazioni, abitudini, persone, ma soprattutto cambieresti il modo di pensare della gente… Sei in fase rivoluzionaria. E quando il vulcano che dorme dentro di te si sveglia, inutile star a dare consigli o astrocurvy indicazioni… Buona eruzione. E che la Forza (curvy) sia con te! Per sentirti curvy al punto giusto… Look da rivoluzionaria? Beh, ma mica vuol dire maglietta con Che Guevara, capello da pazza che ha infilato le dita nella presa elettrica e sneakers unte e bisunte! Vuol dire semplicemente aprire nuovi orizzonti. Indossare qualcosa che non hai mai indossato prima, sperimentare. Rivoluzionare le tue abitudini in fatto di trucco e parrucco. Appunto.

PESCI 20/2 - 20/3 La filosofia curvy? Prendere la vita con gusto. Sorridere con allegria al mondo, e nutrire la speranza che l’ottimismo è il condimento più saporito per godere dei piaceri che l’esistenza riserva, sempre, a tutti. Quali piaceri? Un tramonto dai colori mozzafiato. Il caffellatte con la schiuma e la brioche. Ad esempio. Cosa pensavi? Che curvy indicasse il peso? Naaaaaa…. Per sentirti curvy al punto giusto… Basterà poco, o tanto, secondo i punti di vista. Al di là dello stile che deciderai di adottare, ricordati di indossare il tuo miglior accessorio: la curva del tuo sorriso. Specie da metà settembre in poi… e di abbinarlo ad un nuovo rossetto, in tinta con il tuo nuovo cappello e la tua nuova pashmina…

di Alice Gherbassi

WWW.DONNECONLECURVE.IT 57


EXTRA LA RIS-POSTA DI ANGIE di Angie Found (curvyworldangie.blogspot.com)

Valorizzare la figura quando si ha

POCO SENO

Ciao Angie, sono Margherita e ho un problema: sono rotonda ovunque tranne dove dovrei esserlo. Citando il mio migliore amico “Non ho una prima, ho la retromarcia”, insomma non ho seno. Ho provato push-up e imbottiture varie ma non mi soddisfano. Potresti consigliarmi un look che potrebbe valorizzare la mia figura? -Margherita - 20 anni, Monza

Ciao Margherita, innanzitutto qui l’unico vero problema è il tuo migliore amico! Ovviamente scherzo, penso che sappia anche tirarti su il morale, vero? Sai che molte donne vorrebbero essere al tuo posto? C’è chi da anni sopporta un peso esagerato e cederebbe con piacere il fardello, ma comunque posso capirti. Se push-up e imbottiture non ti soddisfano, prova ad indossare capi che creino volume là dove lo desideri. Via dall’armadio capi con scollature profonde o preformate e fai spazio ai volant! Su Asos ho trovato queste due proposte che potrebbero fare al caso tuo, la maglia poi è meravigliosa e credo sia perfetta per te!

Se vuoi parlare con Angie, scrivi a posta@donneconlecurve.it 58 WWW.DONNECONLECURVE.IT


UTILIZZA ANCHE TU IL NOSTRO HASHTAG!

#donneconlecurve

@quellafatina

@noemi.punto

@helenaradia

SUL PROSSIMO NUMERO?

Care lettrici di Donne con le CURVE, è la redazione che vi parla. A causa di problemi decisamente indipendenti dalla nostra volontà, ci troviamo costretti a sospendere, fino a data da destinarsi, la redazione di questo impaginato, che una volta era fatto di inchiostro e cellulosa, ora di bit e pixel, ma comunque resta un impaginato di tutto rispetto. La fortuna non ci ha aiutati tanto (e sì che siamo audaci, è innegabile!), ma non ci siamo arresi: continueremo a tenervi compagnia sul sito donneconlecurve.it e cercheremo in ogni modo di ripristinare tutto. Non abbandonateci! di Elena Mirulla facebook.com/ElenaEvilangelMirulla

WWW.DONNECONLECURVE.IT 59


WWW.DONNECONLECURVE.IT 60

Donne con le CURVE 6  

Settembre-Ottebre 2014 RITORNI

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you