__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

RACCONTI DI DONNE E ARGILLA


Angela Nencioni Antonella Fiori Chantal Godio Cinzia Bardelli Claudia Di Mario Cristina Annichini Daniela Contu Daniela Feri Elena Tonellotto Eleonora Piazza Francesca Fenu Gaia Pagani Luisa Raggi Maria Luisa Bagnasco Maria Ucci Miele Marina Orlando Martina Musetti Rosaria Bonelli Simona Rivoira Sonia Girotto


angela nencioni materia

Mi è sempre piaciuto riciclare, trovare un nuovo utilizzo e dare nuova vita a tutti quegli oggetti di uso comune che dopo aver assolto la loro funzione vengono buttati via. Mi piace assemblare diversi tipi di materiali tra loro per dare vita ad un oggetto unico nel suo genere....così è nata “MATERIA”. Qualsiasi materiale può essere considerato nobile, ma cosa c'è di più materico e primitivo della terra? Ed ecco perché era inevitabile inserire la ceramica nel mio "mondo creativo". Adoro modellare e plasmare questo materiale, lo trovo terapeutico per mente ed anima. Inoltre il lungo processo di realizzazione dell'oggetto in ceramica (modellazione,essiccazione, prima cottura, decorazione, seconda cottura) rende emozionante l'attesa del risultato finale........e la vita è un'emozione continua.

angela.nencioni@gmail.com


Realizzo gioielli e complementi d’arredo dalle linee semplici e pulite, quando è possibile abbinati a piccoli elementi di riciclo (carta, legno di recupero, alluminio, ecc); i colori che principalmente uso spesso rimandano alle sfumature che assume il mare in estate e in inverno.

shop


antonella fiori

GRES PORCELLANA E RAKU IN GIOIELLI , GIOIELLI D’ARREDO, CORSI e WORKSHOP ….. La GIOIA di CREARE per PASSIONE, la PASSIONE di CREARE con GIOIA, queste le mie parole chiave…. fin da bambina mostro interesse particolare per le attività manuali, sicuramente stimolata da una grande "maestra": la mia nonna Livia, da tutti riconosciuta come "mani d'oro” ... Mi diplomo come orafa, poco dopo, per hobby , intraprendo un corso di pittura su porcellana e da qui nasce la grande PASSIONE per la CERAMICA. Da un hobby diventa mestiere ed unisco i miei due mondi, creando gioielli in ceramica. Sperimento fino ad arrivare alle alte temperature con il gres e la porcellana portano la produzione su un altro piano, che amo definire come GIOIELLI D'ARREDO e da INDOSSARE.

www.anfiori.com info@anfiori.com


Ogni pezzo è unico, interamente eseguito a mano nel rispetto delle principali tecniche ceramiche come la foggiatura, la lastra, il colaggio, in stampi, o al tornio; gli smalti applicati a pennello, ad aspersione o immersione; la cottura in forno elettrico fino alla alta temperatura di 1300°, comunque creati in "collezioni" in edizioni limitate e scaturiti dal mio "sentire" la materia. Fin dall’inizio dell’attività non poco rilievo è stato dato ai CORSI di CERAMICA, che si svolgono all’interno del laboratorio situato nel cuore della campagna Toscana, ed ancora una volta si uniscono PASSIONE, CREATIVITA’ e momenti di relax per chi li frequenta ed un mare di soddisfazione per me che li dirigo.


chantal godio tac atelier

Mi sono diplomata in ceramica all'Istituto d'Arte e laureata in Discipline Arte Musica e Spettacolo, l'arte e i lavori manuali sono sempre stati una mia grande passione! Finiti gli studi, ho lavorato in un museo in cui mi occupavo di laboratori didattici fino al giorno in cui mi sono lanciata in una nuova avventura: l'apertura di un atelier creativo per bambini che, con il tempo, è stato convertito in laboratorio di ceramica. Il mio mini atelier è in un villaggio di montagna dove se lasci la porta aperta ti ritrovi simpatiche caprette, impettiti galletti, galline e lanose pecorelle.

www.tac-atelier.com chantal@tac-atelier.com


Dunque gli animali della mia terra, insieme alla creativitĂ dei bambini, sono la mia principale fonte di ispirazione! In questo momento amo modellare il galestro e la terraglia bianca, colorare con ingobbi e ossidi e infine, dopo la cottura, abbinare i miei pezzi a materiali come la carta, il legno vecchio, i ferri arrugginiti e le stoffe... Insomma amo mixare materiali diversi cercando di trasmettere sempre il mio spirito giocoso!


cinzia bardelli ufficio dei sogni smarriti

Alice underground è il titolo della prima stesura del capolavoro di Carrol, titolo che rimanda ad un metaforico viaggio sottoterraneo, nei territori onirici e misteriosi dell'inconscio, territori che possono ricondurre ai sogni non svelati di ogni individuo. Il mio lavoro vorrebbe immortalare il momento in cui Alice viene risucchiata nella tana del coniglio; nella lenta discesa dentro se stessa, sembra che ogni cosa diventi possibile; in questo mondo immaginifico, insieme ai ricordi che si affollano, alle immagini che si sdoppiano e al tempo che sembra sospendersi, ho avuto la possibilità di rivedermi bambina‌

ufficiosognismarriti.com


Le mie ceramiche vivono dentro l’Atelier ‘Ufficio sogni smarriti’, che si trova nel centro storico di Arcidosso, nella Toscana più profonda e magica, terra di leggende e boschi fatati. Una vecchia cantina in cui ho cercato di mantenere intatta la struttura, come se il tempo non fosse passato. Una galleria scavata nella roccia che, proprio come per Alice, sembra condurre le persone dentro la parte recondita di loro stesse.


claudia di mario formae mentis ceramiche & surrealtĂ

Si dice spesso che a lavorazione della ceramica coinvolga i quattro elementi naturali (terra, acqua, aria e fuoco), io personalmente aggiungerei che ne coinvolge anche un quinto (l'immaginazione). Assaporando la sensazione scivolosa dell'argilla mi viene in mente il verbo "amalgamare", amalgamare reale e surreale, materiale e ideale‌. quello che sento di fare è, infatti, di dare una forma concreta alla mia immaginazione, mescolando me stessa alla materia prima. Dalla mia fantasia prendono forma figure, principalmente femminili, immerse in se stesse, donne stilizzate, che trattengono o lasciano volare via pensieri, che abbracciano o che semplicemente attendono che il vento si posi e che la smetta di scompigliar loro i capelli.

claudiadimario.tumblr.com claudiadimario80@gmail.com


Spirali, linee ondulate, forme graffiate, incise e a rilievo, uccelli, farfalle e foglie, si materializzano sulle lastre in argilla in un alternarsi continuo tra bidimensionale e tridimensionale. Ogni pezzo è unico, realizzato singolarmente, completamente a mano, secondo l’ispirazione del momento. Credo infatti che aspetti quali “unicità” e “ideazione” debbano sempre essere collegati a quello che faccio. L’artigianato per me è una forma di espressione di sé, non si parla di “produrre”, bensì di “fare”: fare oltre gli schemi, al di là degli stili, fare come naturale conseguenza dell’esistere e dell’essere, nella propria unicità. Qualcuno ha detto “l’arte è il luogo della perfetta libertà”, questo è il mio luogo, questa terra di mezzo, tra tutte le cose che esistono e tutte le cose che non esistono. Io esisto là. shop


cristina annichini

Vivo e lavoro a Verona dove sono nata nel 1960. La passione per la ceramica nasce circa 10 anni fa, frequentando un corso. Sono sempre alla ricerca del bello, degli effetti opachi, brillanti e metallici che offre questa tecnica . Gli oggetti che creo si collocano nel tempo attuale con i bisogni che tutti noi abbiamo del passato. Modellare con il raku e diventato una parte importante di me , Un modo che rivela il mio bisogno di create e di essere. Da quando ho iniziato non ho pi첫 saputo smettere....

www.crearearte.com Cristina.annichini@libero .it


Più vado avanti e più m innamoro delle mille sfacettature che ti da la possibilità di dare di fare di creare insomma giocare come quando ero bambina. Ecco fare ceramica e come tornare bambina Provo cose nuove e mi innamoro sempre più di questa materia che ti da mille possibilità di fare creare sognare... il tempo passa ed è il migliore trascorso....


Daniela Contu nida ceramiche

Su di me, poche cose. La prima è che preferirei spalare a mani nude montagne di argilla piuttosto che scrivere di me e del mio lavoro. La seconda è che vivo in campagna, in una casa in cima a una collina circondata dal bosco, e questa condizione non solo costituisce la mia prima fonte d'ispirazione, ma scandisce il ritmo, molto lento, del mio lavoro. La terza è che mi piacciono le cose semplici e essenziali sia nella vita che nel lavoro. Mi piacciono le cose che hanno i colori della terra e della natura, gli oggetti opachi e lisci come il legno o i sassi levigati dal mare. E la quarta è che con la ceramica mi piace fare sempre cose nuove, sperimentare nuove tecniche, creare nuove forme. .

nidaceramiche@tiscali.it


Realizzo oggetti nati per la decorazione della casa, piccole sculture, gioielli, bottoni, spesso combinati con la lana di pecora sarda colorata con tinture naturali, la mia piĂš recente passione. E' una lana molto particolare, ruvida al tatto, che punge un po', ma con dei colori fantastici in una gamma infinita di tonalitĂ che uniti ai colori naturali della terra crea effetti sorprendenti e originali.

shop


Daniela feri

Lavorare con l'argilla è diventata per me, negli ultimi anni, una specie di "ancora di salvezza". Salvezza dall'ansia del tempo che passa, da ciò che di pessimo succede intorno, da qualche inevitabile delusione. E' diventato un nuovo modo di volersi bene, di capirsi in fondo all'anima, un'acquisita libertà . E intorno a quest'argilla nascono spesso oggetti "ibridi", lavori che si arricchiscono di altri materiali: carta, vetro, legno, ferro, perle. .

danielinaeffe@gmail.com


Ogni volta facendomi partire per un viaggio dentro la mente e il cuore,quasi sempre coloratissimo e spesso non privo di una certa vena umoristica.


elena tonellotto

.I colori sono la mia passione fin da quando studiavo al Liceo Artistico Modigliani di Padova. In particolare amo lo stile provenzale per la sua eleganza e per il sapore di vissuto che trasmette. Questa passione si riconosce nelle mie decorazioni su ceramiche, ultima delle mie scoperte!

www.elenatonellotto.it


Le ceramiche....pezzi unici che nascono nella mia fantasia e dall'allegria che i colori portano da sempre nella mia vita lavorativa e familiare.


eleonora piazza eleonora piazza ceramica

E' frequentando una mia cara amica ungherese, scultrice e pittrice che ho incontrato per caso "la terra". Era il 1985 e da quel giorno ...ecco sono ancora qui, legata a questi 4 elementi, terra, aria, acqua e fuoco, in una passione forte e indissolubile. L'amore per questo materiale mi ha spinto a frequentare diversi corsi di ceramica per conoscerne i segreti e ho capito che non c'e' una fine al conoscere, ma sempre un continuo inizio, una continua scoperta, tutto diventa un rapporto personale tra te e la materia e niente mi affascina di pi첫' che toccarla, plasmarla,ascoltarla, seguirla anche.

nikitael@virgilio.it


La mia passione poi per il legno, quello che ha viaggiato per mare, quello abbandonato in vecchie case diroccate ha fatto in modo di trovare un legame tra questi 2 elementi, ed ecco che il piede di un bancale diventa la seduta di una figura femminile,un vecchio scuro fa da cornice ad una serie di tessere colorate,una vecchia tavola funge da supporto a delle piastrelle, tutto si rinnova e tutto diventa unico e speciale. Per me la ceramica e' il poter creare, e' dare forma a quel che mi passa per la testa, e' l'espressione della mia fantasia, e' "il Mio Giardino del Mago".


francesca fenu crearte

Fin da bambina mi piaceva sporcarmi le mani con la terra e amavo disegnare infatti ,avevo il mio diario dove disegnavo con tutti i colori. Le mie sculture sono inizialmente in terracotta e poi in ceramica perchè mi piace la loro brillantezza che dona vivacità all'opera; i mie temi dominanti sono la figura femminile e la composizione di pannelli, con riferimento alle mie passioni; la bicicletta, il vento e la barca a vela.

francescafenu@hotmail.com


L'arte antica greca e romana e quella moderna soprattutto gli scultori Arturo Martini, Marino Marini diventano i mie punti di riferimento.

shop


gaia pagani

Un’infanzia tra prati e farfalle, galline e valli, disegna le linee delle mie ispirazioni. Tra le nuvole mi perdo con piacere…. svolazzando qua e là in un ritmo singolare e inesorabile… a cercare, guardare e sognare “l’idea”. L’illuminazione lampante, che mi guidi nel sentiero creativo del momento. Tra colori, essenze e materiali mi immergo, per venire a galla, senza più fiato, ma con l’unione perfetta!

www.gaiapagani.it gaia.ga@inwind.it


Mi chiamo Gaia… come la terra, e con la terra, mi sporco, gioco, e plasmo le mie forme. La sottrazione, la semplificazione e l’astrazione, sono le mie aspirazioni… Ma a volte una sobria decorazione caratterizza le mie realizzazioni. Amo le persone, la natura, le tradizioni… e il mio lavoro.


luisa raggi segni di creta

Pottery, keramika, keramiek,陶瓷, ‫קרמיקה‬, cerámica, céramique, керамика, ceramiko sono i modi in cui alcune lingue – dall'inglese all'ebraico passando per il russo, il cinese e l'esperanto – indicano la ceramica. Così come ogni lingua ha la sua parola, ogni ceramista ha il suo stile, le sue prefenze e il suo linguaggio. Alla domanda: “Da dove vengono le idee e le forme” molti ceramisti risponderebbero “dalle mani”. Questa è anche la mia risposta. Ognuno è anche frutto della sua storia e se dovessi indicare i punti di svolta della mia formazione, le persone o le istituzioni verso le quali sento di avere un debito ne direi tre: Sergio Camarda, il mio primo maestro dopo l'Istituto d'Arte; Stefano Zampieri con cui continuo a collaborare e la Pottery Northwest di Seattle che mi ha ospitata come resident artist per due mesi nel 2010.

www.cieloterradesign.com/un altra-ceramica-e-possibile info.luisaraggi@gmail.com


Che siano oggetti d'uso – lampade, teiere, vasi, piatti, biscottiereo sculture ceramiche – prediligo la produzione del pezzo unico o un numero molto limitato di pezzi con lo stesso modello: non solo per seguire ciò che mi suggeriscono le mani ma anche per dare a chi acquista la possibilità di avere un oggetto solo per sé, anche se magari è un manufatto piccolissimo. L'altra mia grande passione è l'insegnamento – ai grandi e ai piccini – perché attraverso la manipolazione della creta si apprende un mondo vasto e da esplorare e che ha tra i suoi ingredienti la pazienza – il tempo in cui il pezzo si asciuga e viene poi rilavorato - la soddisfazione di vedere un oggetto prodotto dalle proprie mani e il recupero di creatività che non si sapeva di possedere. Insegnare è anche il mio modo per ringraziare e ricordare chi ha insegnato a me


maria luisa bagnasco la grenouille

Ho sempre amato lavorare con le mani, creare qualcosa...la scoperta dell'argilla ha scatenato in me una fantasia che non credevo di avere e che devo assolutamente assecondare! L'aver soggiornato per qualche anno a Caltagirone, città della ceramica, ha fatto scoccare la scintilla... Sono un'autodidatta e grande è stato lo stupore quando ho scoperto per la prima volta la ceramica Raku grazie al maestro Nico Toniolo di Marostica. E' stato amore a prima vista e non l'ho più lasciato. Dopo smalti e cristalline la curiosità mi ha portata a sperimentare nuove cose e ultimamente mi dedico anche alla creazione di piccole sculture decorate con engobbi e sgraffito.

grenouille.mlb@gmail.com


La grande fonte inesauribile di ispirazione viene principalmente dalla natura che osservo e amo in ogni sua parte. Da qualche anno dedico alla ceramica tutto il tempo libero che riesco a ritagliarmi tra famiglia, casa e altri impegni e questo mi fa stare meglio... Il mio desiderio principale è, con le mie creazioni, di trasmettere a chi le osserva un po' di questa passione. Spero di riuscirci!

shop


maria ucci miele miele maria ucci ceramiche

Da bambina d'inverno mio padre mi portava a casa, dalla fabbrica del paese, una o due tegole in argilla fresca ed io passavo le lunghe e noiose giornate invernali a giocare con l'argilla Ora sono grande e anche se le mie giornate sono diventate troppo "corte" e soprattutto piene di impegni non riesco a smettere di "giocare" con l'argilla.

mieleucci@libero.it


Le cose che amo creare sono legate ad una visione "fatata" del mondo e della Natura dove gli alberi, le foglie, i fiori, gli animali raccontano meravigliose e magiche storie. Le cose che creo non servono a niente.... ma spero che riescano un po a rallegrare l'anima

shop


marina orlando mavalù

Ho iniziato a “fare cose” più o meno una quarantina di anni fa, la matita tra le mani da subito,e in questi anni ho spaziato tra le tecniche e i materiali più vari. Dalla pittura su tessuto e seta, al disegno a carboncino, con cui ho iniziato il mio viaggio,alla pirografia,alla pittura su vetro, al cartonnage, ai colori acrilici e ad olio, e a mille altre possibilità cercando di sopperire la mancanza de forno per la cottura della ceramica, dovendo rimandare di molti anni quello che era il mio più grande desiderio, la lavorazione a mano che permette, in un mondo sempre più teso all’omologazione, di sottolineare l'unicità di ogni individuo e la ricchezza di questa diversità. Immergo le mani nella terra e la lavoro, concentrata finchè il risultato non corrisponde esattamente a quello che avevo sognato, immaginato o, a volte, progettato.

www.mavalu.it mavalulab@gmail.com


Il mio modus operandi è rimasto invariato indipendentemente dalle diverse tecniche utilizzate negli anni per Dare, per Fare. Oggi capita sempre più spesso che l’idea originale,il lampo apparso negli occhi della mente, sia solo lo spunto da cui partire, e, dopo ,il Fare segue un suo proprio percorso, una sua evoluzione, quasi avesse vita propria Perché faccio? Credo che sia per amore, o almeno la mia motivazione è l’amore, quell’immenso bisogno di comunicare, di dare un pezzetto di me a chiunque scelga qualcosa che ho realizzato, quasi fosse un filo invisibile che mi lega all’altro. E così ogni progetto che realizzo crea idealmente un punto d'unione fra me e il mondo.


MARTINA MUSETTI kairos lab

Kairòs nell'antica Grecia significava "momento giusto o opportuno" ed era considerato quel tempo di mezzo dove può accadere qualcosa di speciale: attraverso il metallo e la terra cerco in qualche modo di intrappolare l'essenza della Natura. Studiando biologia ho imparato tanto, ma la cosa che amo di più è semplicemente osservarla, lasciandomi affascinare dalle sue forme e dai suoi colori; mi piace seguire le stagioni, l'acqua che scorre nei fiumi, le foglie che cadono dagli alberi. Adoro ascoltare il fruscio del vento, studiare le simmetrie di un fiore, perdermi nei cerchi concentrici che formano le gocce quando cadono nel lago, o nei riccioli delle onde del mare sulla spiaggia.

kairoslab.blogspot.it kairoslab@libero.it


Lavoro elementi forti ma che hanno un cuore tenero: il metallo e la terra. Creo gioielli in rame, ottone, argento ed elementi in ceramica; forme naturali, geometriche, giochi di superfici, di pieni e vuoti, di colori. Foggio la ceramica come complemento d'arredo o come oggetto d'uso, o tutti e due; il tornio che gira, la terra che si muove tra le mani, piccoli gesti precisi e delicati, colori freschi, brillanti, moderni che rispecchiano il mio modo di vedere il mondo. Due materie che si fondono insieme per creare qualcosa di unico, di diverso, piccoli dettagli che fanno la differenza. Le sensazioni e le emozioni si mescolano alla terra ed entrano nel metallo: in ogni creazioni lascio una parte di me, quella pi첫 speciale. shop


Rosaria Bonelli Le Terre di Rò La ceramica ha cominciato ad educarmi alla fine del 1998. Non è uno scherzo, la ceramica mi ha cambiato la mente, trasformato le mani, ha rinnovato il mio rapporto con la materia e con il mio corpo. Nel 2005 ho fondato il mio laboratorio artistico, Le Terre di Rò, per dedicarmi all’insegnamento della lavorazione della ceramica a grandi e piccoli, alla realizzazione di oggetti artigianali su ordinazione e per coltivare la mia passione per la tecnica Raku, un’antica tecnica di decorazione di origine giapponese, che significa "comodo" ma anche "gioia". Lavorare la ceramica mi appassiona, mi rilassa e mi ricarica. Nel processo mi perdo e mi ritrovo ed ogni volta mi sorprendo a creare cose che sembrano prendere vita da sole, tra le mie mani bagnate e sporche di terra.

leterrediro.jimdo.com +393458780671 – lamediluna@hotmail.it


Affondo le mani nella terra, modellandola, lasciando che ogni idea, ogni immagine o visione, ogni piccola emozione si materializzi in una forma, in un oggetto. La terra e l’acqua. Poi l’alchimia del vento e del fuoco e la materia prende forma e colore. Ciò che era solo nella mia mente diventa realtà. Ogni pezzo della mia collezione ha una storia da raccontare. Ogni oggetto, ogni tazzina, piatto, vaso, anello, collana, è il frutto del mio legame con le cose che mi ispirano e che amo di più: la vita, i bambini, il mare, la mia terra e le sue tradizioni, la mia famiglia, gli animali, il cibo e l’amore. Ogni oggetto, per arredare o da indossare, è creato per portare gioia e fortuna e trasmettere il colore, il sapore, l’odore, il suono, il calore e la gioia della terra e delle tradizioni che mi hanno ispirata. Ogni pezzo è unico e realizzato a mano con cura e con amore.


simona rivoira pauta pot

Pauta , in dialetto piemontese, è il fango, la terra. Pauta Pot è l'evoluzione del fango: la ceramica. Fin da bambina ho avuto l’attitudine a creare utilizzando ogni sorta di materiale, al punto che nel giardino della nonna il mio gioco prediletto era immergere le mani nel fango per dar vita ad oggetti di dubbio gusto. Quando, dopo anni, ho intuito che quella pozione marrone in realtà era argilla, avevo smesso da tempo di andare in giardino e cominciato a esplorare il mondo: studentessa di architettura, cameriera e, infine, insegnante di asilo nido... Proprio qui, tra filastrocche e scarabocchi, ho scoperto quanto sia bello tornare bambini. E mi sono ricordata del fango. Così ho scoperto la ceramica.

www.pautapot.com pautapot@libero.it


Ed è stato amore immediato. Adoro utilizzare terraglia bianca ed engobbi colorati, disegnare gatti, pesci, balene, uccelli, donne sognanti e tutto ciò che mi passa per la mente. Pauta Pot è questo: un po' laboratorio, un po' luogo per "pasticciare". Immergendo la creatività nell'argilla ho la possibilità di dar vita ad un mondo colorato e giocoso, che mi riporta dritta alle origini per ricordarmi che alla base di tutto c'è sempre la terra e, soprattutto, il gioco.

shop


sonia girotto l'officina

Adoro tutto del fare ceramica. Adoro il profumo dell'argilla umida sa di pioggia in un pomeriggio d'estate. Adoro le mani che si impregnano di fango e le unghie non vengono mai pulite e cosÏ le devi tenere corte, corte. Adoro la disciplina della chimica degli smalti e delle cotture che ti ricorda sempre che se qualcosa non funziona un spiegazione da qualche parte la devi trovare e non è "colpa" del forno.

lofficinadellaceramica. blogspot.com info@lofficinadellaceramica.it


Adoro la concentrazione che devi raggiungere per poter lavorare al tornio. Adoro la fantasia che sta dentro ad ogni forma che modelli con le mani e che potresti aggiungere o togliere senza fine, ma che poi a un certo punto ti devi fermare.

shop

Profile for DonnArgilla

Racconti di donne e argilla  

Alcune ceramiste raccontano il proprio lavoro e la propria passione attraverso parole ed immagini. Hanno partecipato: Angela Nencioni Antone...

Racconti di donne e argilla  

Alcune ceramiste raccontano il proprio lavoro e la propria passione attraverso parole ed immagini. Hanno partecipato: Angela Nencioni Antone...

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded