Page 1

notiziario diocesano organo di collegamento della arcidiocesi di bari-bitonto anno XXX • numero 9 • settembre 2013

www.arcidiocesibaribitonto.it • comunicazioni.sociali@odegitria.bari.it

sped. in abb. post. - comma 20/c - art. 2 - L. 662/96 - Filiale di Bari

«Signore, dammi di quest’acqua»

D

opo aver celebrato la Pasqua a Gerusalemme, Gesù deve tornare in Galilea. Sarebbe stato più normale che Gesù avesse attraversato la Valle del Giordano, percorrendo così una strada più piana e senza il pericolo di incontrare i nemici samaritani; ma Giovanni ci dice: “Gesù doveva passare in Samaria”. I samaritani erano anch’essi ebrei come i giudei, ma da alcuni secoli erano religiosamente separati da questi ultimi che li ritenevano impuri perché si mescolavano ai pagani. Gesù dunque giunge affaticato in Samaria e si siede vicino al pozzo dei patriarchi, il pozzo donato da Giacobbe ai suoi figli. Nella Bibbia il pozzo è sì fonte d’acqua per la vita dell’uomo, ma è anche simbolo della vita spirituale del credente. Secondo i rabbini del tempo di Gesù, il pozzo, con la sua acqua profonda, rappresenta la Parola di Dio, la Torah, la Legge. La radice ebraica della parola “pozzo” è la stessa del termine “conoscenza”. Il pozzo quindi è più che una semplice cisterna d’acqua. In questo brano però il pozzo si pone in contrapposizione alla fonte: il pozzo è sinonimo di legge; l’acqua del pozzo però è ferma, bisogna raggiungerla con i secchi, l’acqua viva della fonte invece sgorga fresca, va incontro a chi si avvicina. Giunse pertanto a una città della Samaria chiamata Sicar, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: qui c’era il pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, stanco del viaggio, sedeva presso il pozzo. Era verso mezzogiorno. Arrivò intanto una donna di Samaria ad attingere acqua. Le disse Gesù: «Dammi da bere». I suoi discepoli

infatti erano andati in città a fare provvista di cibi (Gv 4,5-8). Il luogo e il tempo in cui si realizza l’incontro tra Cristo e la donna di Samaria sono emblematici: Sicar, il pozzo di Giacobbe e l’ora del mezzogiorno. Per addentrarci nella fitta simbologia di queste annotazioni giovannee, teniamo sullo sfondo un’opera – altrettanto simbolica – di Köder, sacerdote tedesco e affermato artista contemporaneo. Sicar era l’antica Sichem. All’orizzonte di questa località si stagliano due monti: da un lato Garizim, il verdeggiante monte sacro ai samaritani dove ancora oggi si celebra la pasqua e dall’altro lato l’aspro e brullo monte Ebal. In mezzo il pozzo di Giacobbe, gene-

roso di acque. Nei due monti il simbolo della benedizione e della maledizione e in mezzo l’acqua viva della Parola che domanda una scelta: chi volete servire? Proprio a Sichem, dopo la morte di Mosé, il popolo sotto la guida di Giosuè rinnovò il patto di Alleanza con il Signore. La domanda che era risuonata allora è la stessa di sempre: scegliete oggi chi volete servire. Gesù siede sull’orlo del pozzo a mezzogiorno, stanco del viaggio. Köder si pone in una particolare prospettiva ad osservare la scena, quella del pozzo stesso. Il pozzo, nella storia dei patriarchi era il luogo dell’innamoramento, dell’incontro dello sposo con la sposa. Giacobbe stesso incontrò Rachele ad un pozzo, così Isacco incontrò Rebecca, così Mosé Zipporah. È strano qui però vedere una donna attingere acqua a mezzogiorno, quando il sole è allo zenit e l’acqua dovrebbe essere già in tavola o in cucina. A quell’ora, infatti, tutte le massaie sono intente ai fornelli. Solo le più sprovvedute o quante desiderano evitare la folla dei curiosi si recano al pozzo ad attingere acqua in pieno mezzogiorno. segue a pag. 2


notiziario diocesano • settembre 2013 pagina 2

dalla prima pagina

«Signore, dammi di quest’acqua»

Dietro l’annotazione temporale possiamo dunque già intuire un disagio da parte della donna, un qualcosa di cui vergognarsi che la fa agire di nascosto. Sapremo poi dal racconto che la sua situazione irregolare la rendeva probabilmente oggetto di chiacchiere e di critiche da parte degli abitanti del villaggio. Allora, come sapientemente sembra suggerire la narrazione pittorica di Köder allo zenit del sole terrestre corrisponde un nadir dell’anima della donna, avvolta nell’oscurità di una vita disordinata, di un’affettività confusa, di una fede incerta. Köder la ritrae così mentre, avvolta da un alone di luce, si sporge a guardare dentro il pozzo delle sue oscurità. Gesù le chiede da bere. La stanchezza di Gesù e la sua sete rimandano a un altro mezzogiorno, quello della croce in cui Gesù seduto sul patibolo, luogo della rivelazione del suo amore per il popolo, proclama la sua sete. Una sete «altra», la sete della fede del suo popolo. La donna, di certo, coglie nella domanda di quel Giudeo un desiderio che va oltre la sete materiale, ma non vuole assecondare questa intuizione. Non vuole incrociare lo sguardo del suo interlocutore: è uno sguardo scomodo che la obbliga a guardare nel fondo della sua anima. Pertanto di fronte alla richiesta di Gesù la donna si ritrae: La Samaritana gli disse: «Come mai tu, che sei Giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?». I Giudei, infatti, non mantengono buone relazioni con i Samaritani. Gesù le rispose: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: Dammi da bere!, tu stessa gliene avresti chiesto ed egli ti avrebbe dato acqua viva». Gli disse la donna: «Signore, tu non hai un mezzo per attingere e il pozzo è profondo; da dove hai dunque quest’acqua viva? Sei tu forse più grande del nostro padre Gia-

cobbe, che ci diede questo pozzo e ne bevve lui con i suoi figli e il suo gregge?». Rispose Gesù: «Chiunque beve di quest’acqua avrà di nuovo sete; ma chi beve dell’acqua che io gli darò, non avrà mai più sete; anzi, l’acqua che io gli darò diventerà in lui sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna». «Signore», gli disse la donna, «dammi di quest’acqua, perché non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua» (Gv 4, 9-15). Il comportamento di Gesù è sorprendente, infrange tutte le regole. La samaritana cerca di mantenere le distanze e riporta la situazione entro i canoni del pensare comune: lei è una samaritana, Gesù un Giudeo. Ma Cristo non si arrende: se tu conoscessi il dono di Dio! A questa donna, forse desiderosa di verità, ma chiusa nei suoi schemi Cristo rivela se stesso, rivela il dono del suo Spirito. Egli ha fatto sua la domanda dell’uomo: Cristo ha domandato dammi da bere per far comprendere alla donna che era lei ad avere sete. Köder intuisce questo e dipinge la samaritana che, mentre si sporge sola dall’orlo del pozzo, vede riflessa nella desiderata acqua non solo la sua immagine ma anche quella di Cristo. Cristo è l’acqua per la sua sete, Cristo è il volto che rivela all’uomo il suo destino. Scriveva sant’Ignazio di Antiochia ai cristiani di Roma: Un’acqua viva mormora in me: vieni al Padre! L’acqua viva è il dono dello Spirito Santo offerto da Cristo ai credenti perché siano spinti verso il Padre, verso cioè la verità di loro stessi e del loro misterioso destino. Nello specchio d’acqua, in fondo al pozzo, si realizza infatti l’incontro vero. Lì la samaritana non è più sola, Cristo è con lei, lì incontra il suo sguardo, quello sguardo che ha sfuggito e nel quale ora vede riflessa la sua vera identità, vede il dono di Dio per lei. «Quest’acqua rappresenta lo Spirito Santo, il “dono” per eccellenza che Gesù è venuto a portare da parte di Dio Padre. Chi rinasce dall’acqua e dallo Spirito Santo,

cioè nel Battesimo, entra in una relazione reale con Dio, una relazione filiale, e può adorarLo “in spirito e verità” (Gv 4,23.24), come rivela ancora Gesù alla donna Samaritana. Grazie all’incontro con Gesù Cristo e al dono dello Spirito Santo, la fede dell’uomo giunge al suo compimento, come risposta alla pienezza della rivelazione di Dio. Ognuno di noi può immedesimarsi con la donna Samaritana: Gesù ci aspetta per parlare al nostro, al mio cuore. Fermiamoci un momento in silenzio, nella nostra stanza, o in una chiesa, o in un luogo appartato. Ascoltiamo la sua voce che ci dice: “Se tu conoscessi il dono di Dio…”» (Benedetto XVI, Angelus Piazza San Pietro, Domenica, 27 marzo 2011). La donna lasciò la brocca, andò in città e disse alla gente: “ Venite a vedere un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto. Che sia forse il Messia?”. Uscirono allora dalla città e andavano da lui. Immediatamente la gente cominciò a seguirla, perché lo Spirito effuso in lei la fa diventare testimone di Gesù. Ed ecco allora l’importanza dello Spirito Santo effuso nella nostra vita, se vogliamo diventare testimoni di Gesù. Nel momento in cui si sperimenta il fuoco, la presenza dello Spirito Santo, in quel momento si devono lasciare le proprie cose e andare a dire agli altri: ho incontrato qualcuno che mi ha detto tutto della mia vita, qualcuno che mi ama, che è interessato a me, qualcuno che ha dato la sua vita per me, qualcuno dal cui cuore squarciato effonde tutto l’Amore di Dio. Il Signore invita anche noi a sentire la fonte zampillante dello Spirito che è in ognuno di noi ed anche noi, come la donna seduta al pozzo, dobbiamo comprendere che solo Cristo placherà la nostra sete, ma solo se noi gli daremo spazio.


notiziario diocesano • settembre 2013 pagina 3

SETTORE PRESBITERI • Venerdì 18 Settembre, alle ore 18.00, l’Arcive-

scovo convoca e presiede l’Assemblea Diocesana presso la Scuola Allievi della Guardia di Finanza in Bari per l’apertura dell’Anno Pastorale 2013/2014.

unione apoStolica del clero

• Cenacolo mensile. Il Cena-

colo mensile si terrà venerdì 20 settembre presso la parrocchia Santa Croce in Bari, ospiti del parroco e direttore diocesano mons. Alberto D’urso. L’incontro, che avrà inizio alle ore 10.00, si concluderà intorno alle ore 13.00 con l’agape fraterna.

SETTORE DIACONATO PERMANENTE E MINISTERI ISTITUITI ufficio diaconato permanente e miniSteri iStituiti

• Giovedì 19 Settembre, i dia-

coni si ritroveranno per il primo incontro mensile del nuovo anno pastorale presso l’Oasi S. Martino in Bari, alle ore 17.00, per la preghiera comunitaria. Alle ore 18.00, si incontreranno per la scelta dei temi di studio-approfondimento per il prossimo anno.

• Lunedì 30 Settembre, inizierà il corso per i candidati diaconi e ministeri istituiti, con inizio alle ore 18.00, presso l’Oasi di San Martino in Bari.

discernimento vocazionale per lettore istituito anno 2013/2014 La scadenza del tempo utile per accedere al corso per candidati rimane improrogabilmente il 15 settembre 2013, per iniziare la preparazione insieme ai candidati diaconi, come è nella consuetudine di questa Arcidiocesi. Si pregano i parroci e i sacerdoti in cura d’anime, che abbiano individuato

le persone con tale vocazione, di contattare il Vicario e0piscopale per avviare le necessarie pratiche in tempo utile. Per ogni aiuto, è a disposizione Don Vito Bitetto, Vicario episcopale, nei giorni di Martedì, Mercoledì e Sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00, presso gli uffici di Curia.

SETTORE CARITÀ

caritaS dioceSana

• Il dormitorio maschile “don Vito

Diana” per i senza fissa dimora gestito dalla Caritas raccoglie fino a 44 persone. Coloro che intendono svolgere il proprio servizio di volontariato per i senza fissa dimora possono rivolgersi direttamente alla Caritas Diocesana (tel 080 5237311) oppure al direttore don Antonio Ruccia (080 5237311 – 339 4909894). Non dimenticate di fornire la struttura di materiale per le pulizie e per l’igiene personale e l’iniziativa Per un bicchiere di latte al giorno, a favore del Dormitorio per i senza fissa dimora e la casa delle ragazzemadri “Maria di Nazaret” di Bari/Palese.

• ogni mercoledì, dalle 9.00

alle 11.00 è aperta l’infermeria caritas presso il dormitorio. per il funzionamento dell’infermeria c’è sempre a disposizione un medico volontario e un infermiere professionale disponibile per tutti coloro che hanno difficoltà di qualunque genere, anche provenienti dalle parrocchie.

• per le casa delle ragazzemadri presso la parrocchia Sant’alberto di Bari-palese, è necessario contattare don antonio oppure suor Giovanna (388 1664684) oppure suor noemi (334 1855744).

• ogni venerdì, dalle 19.00 in

poi, c’è la possibilità di con-

sultare due legali che lavorano gratuitamente per consulenze in riferimento a chi, anche per le parrocchie, dovesse averne bisogno.

• Si invita a consultare il sito

www.caritasbaribitonto.it per ulteriori informazioni. Don Antonio è disponibile per incontri di formazione per le comunità parrocchiali. È possibile contattarlo ai numeri 080 5237311 – 339 4909894. ufficio per la paStorale della Salute

• Martedì 24 settembre dalle

ore 17.30 alle ore 19.30, presso il Seminario di Bari, si svolge il primo incontro della Consulta, con scambio di esperienze pastorali estive, distribuzione e lettura del programma del nuovo anno pastorale, ricordo degli obiettivi pastorali e date degli appuntamenti principali.

• Mercoledì 25 settembre,

nella chiesa centrale del Policlinico di Bari, dalle ore 17.15 alle ore 19.00, si svolge il primo incontro della cappellania ospedaliera per l’inizio del nuovo anno pastorale. All’ordine del giorno il ricordo delle finalità, la presentazione del programma, l’attenzione ai primi appuntamenti.

• Enneagramma e famiglia.

Dalle ore 15.00 di venerdì 27 settembre al pranzo di domenica 30 settembre, presso l’Oasi S. Cuore in S. Maria dell’Isola in Conversano, l’Ufficio diocesano organizza il corso su “Enneagramma e famiglia”, riservato a coloro che negli anni passati hanno frequentato un corso base sull’ennegramma. Animatore del corso sarà il prof. Arnaldo Pangrazzi, camilliano e docente presso l’Istituto Internazionale di Teologia Pastorale Sanitaria “Camillianum” di Roma. fondazione antiuSura

• Dopo la pausa estiva, gli ascolti delle persone in usura o a rischio


notiziario diocesano • settembre 2013 pagina 4

di usura e per il Prestito della Speranza riprenderanno martedì 17 settembre dalle 9.00 alle 13.00.

• È bene prenotarsi telefonando al

numero 080 5241909 anche per ricevere istruzioni dalla segreteria sui documenti necessari all’esame della pratica.

SETTORE LAICATO ufficio famiGlia

• Week-end di spiritualità familiare.

SETTORE VITA CONSACRATA

monaStero San GiuSeppe (Suore carmelitane)

• Santo Rosario sulla Piazzetta S. Marco. martedì 24 settembre, alle ore 20.00, nell’ambito del programma “Notti Sacre”, sulla piazzetta San Marco, antistante la casa natale della Beata Elia, verrà recitato il Santo Rosario con la proposta dei misteri ispirata alla meditazione della giovane carmelitana. L’esperienza di preghiera, aperta a tutti, sarà guidata dal V. Postulatore della Causa di Canonizzazione, Mons. Alberto D’Urso.

• Ora di Adorazione. L’ora di

Adorazione ispirata agli scritti della Beata Elia avrà come titolo: “Alta è la messe e in tutte l’ore chiami operai senza trovarne”: Gesù chiama. Sarà animata dalla Comunità Parrocchiale della Divina Provvidenza in Bari San Paolo e si svolgerà venerdì 27 settembre alle ore 20.00.

SETTORE LITURGIA ufficio muSica Sacra

• Il 25 e il 27 settembre si

apriranno le iscrizioni per il nuovo anno dell’Istituto diocesano per animatori musicali della liturgia dalle ore 16.00 alle ore 20.00 presso la sede della scuola. L’inizio delle lezioni è previsto per il 2 ottobre alle ore 16.00. Si accettano le iscrizioni anche per quello stesso giorno.

Il Week-End di Spiritualità è una proposta che ormai da anni l’Ufficio di Pastorale della Famiglia offre a tutte le famiglie, presbiteri, giovani e operatori della famiglia per riscoprire la propria vocazione e cogliere i segni della presenza del Signore nel nostro tempo e nella storia, personale e collettiva. Si svolgerà dal 6 all’8 settembre presso la Fondazione Benedetto XIII, in Gravina in Puglia (C.da Scarpara, S.S. 96 Km. 72,130) e sarà guidato da Dom Giulio Meiattini osb, monaco dell’Abbazia Madonna della Scala (Noci-BA). Nel suo monastero svolge il compito di bibliotecario e infermiere. Tiene corsi di teologia nel Pontificio Ateneo S. Anselmo (Roma). La quota di partecipazione per l’esperienza è fissata in € 80,00 per giovani e adulti e € 40,00 per i bambini presenti (con meno di 12 anni); a questa quota vanno aggiunte € 10,00 a famiglia per le spese di organizzazione. La sistemazione è in pensione completa con camere da 1 a 4 letti, con bagno in camera. La quota non comprende materiali quali notes, penne, Bibbia (si invitano i partecipanti a portarli con sé). Si consiglia di partecipare all’intera esperienza. Per le coppie con figli (0-13 anni) sarà predisposto un servizio di baby sitting gratuito.

◊ Programma

Venerdì 6 settembre Ore 18.30: Accoglienza - Ore 19.30: Vespro - Ore 20.00: Cena Ore 22.00: Introduzione alla spiritualità familiare - Compieta

Sabato 7 settembre Ore 7.30: Lodi - Ore 8.30: Colazione - Ore 9.30: Meditazione: “Essere figli” - Ore 10.30: Silenzio e preghiera di coppia - Ore 12.00: Condivisione - Ore 13.00: Pranzo - Ore 16.00: Meditazione: “Essere sposi” - Ore 17.00: Silenzio e preghiera di coppia - Ore 18.00: Condivisione - Ore 19.00: Liturgia Battesimale - Ore 20.00: Cena Ore 22.00: Veglia: “Le Vergini che attendono lo Sposo”

domenica 8 settembre Ore 7.30: Lodi - Ore 8.30: Colazione - Ore 9.30: Meditazione: “Essere genitori” - Ore 10.30: Silenzio e preghiera di coppia Ore 11.30: Condivisione - Ore 12.00: Celebrazione Eucaristica - Ore 13.30: Pranzo - Ore 15.30: Condivisione dell’esperienza - Ore 17.00: Chiusura

Per informazioni contattare la segreteria dell’Ufficio per la Pastorale della Famiglia della Arcidiocesi di Bari-Bitonto a vostra disposizione ogni giovedì dalle 10 alle 12; Tel: 080 5288413; 347 5438824; Fax 080 5690230 oppure visitando la sezione del portale diocesano: www.arcidiocesibaribitonto.it/curia/ settore-laicato/ufficio-famiglia

• Consulta di Pastorale Familiare. lunedì 30 settembre, presso la Casa del Clero di Bari, alle ore 19.00, è convocata la Consulta Diocesana di Pastorale Familiare. Gruppo Shalom-GriS

• Il gruppo biblico nasce nel 1989

per iniziativa di 5 persone: Padre Gennaro Eupreprio, Pietro Martiradonna, Giuseppe Mercuri, Clara Stefanelli, Nicola Cipparano. L’intento e la vocazione del grup-


notiziario diocesano • settembre 2013 pagina 5

po, è quella di aiutare i fratelli ingannati dalle sette e dai nuovi movimenti religiosi, a ritornare nella fede Cattolica, aiutandoli in un delicato recupero spirituale e dottrinale. Nei primi tre anni il gruppo si incontrava in una casa privata messa a disposizione dalla proprietaria. Successivamente, dal 1992 al 2000, si è riunito nella parrocchia San Pasquale in Bari, sotto la guida spirituale di don Tommaso Conticchio, autore di diversi libri sui Testimoni di Geova. Dal 2000 al 2004 le riunioni si sono tenute nella Parrocchia di Santa Fara e la guida spirituale è stata P. Padre Diego Pedone. Dal 2004 ad oggi il gruppo si riunisce tutti i sabati, da settembre a maggio dalle ore 16.30 alle ore 18.00, presso la Casa del Clero in Bari e ha come guida spirituale don Michele Chimienti. Il gruppo biblico ShalomGris di Bari organizza nelle Parrocchie conferenze sul tema dei nuovi movimenti religiosi (Testimoni di Geova, Mormoni ecc.) illustrando la storia di questi gruppi, le loro dottrine con un confronto sereno con le Sacre Scritture e la dottrina Cattolica. Vengono fatte ascoltare testimonianze di persone ritornate alla fede cristiana. Per informazioni telefonare al 334 7308796.

SETTORE EVANGELIZZAZIONE ufficio catechiStico

• Incontri di formazione per Catechisti e Operatori Pastorali. Organizzati dall’Uf-

ficio Catechistico, gli incontri si terranno dalle ore 18.30 alle 20.30 presso l’aula mons. mariano magrassi in Bari, secondo il seguente ordine: ◊ 30 settembre e 1 ottobre: per i catechisti e gli operatori pastorali delle parrocchie dei paesi ◊ 3 e 4 ottobre: per i catechisti e gli operatori pastorali delle parrocchie della città

ufficio/centro miSSionario

• Intenzione missionaria.

Perché i cristiani che soffrono la persecuzione in numerose regioni del mondo possano essere, con la loro testimonianza, profeti dell’amore di Cristo.

Le intenzioni missionarie mensili sono affidate, ogni anno, dal Papa, all’Apostolato della Preghiera, che si è sempre distinto per il suo impegno nel divulgare la devozione e la spiritualità del Cuore del Redentore. Patrona dell’Apostolato della Preghiera fu proclamata S. Teresa del Bambino Gesù, una missionaria nel desiderio, attraverso l’offerta mirata delle sue preghiere, delle sue gioie e sofferenze in appoggio all’azione evangelizzatrice dei missionari. Da soli, in gruppo o in comunità, siamo invitati a pregare mensilmente secondo le intenzioni missionarie. Gli animatori missionari parrocchiali si facciano promotori della S. Messa mensile per le Missioni nelle comunità in cui non viene celebrata.

• Venerdì 20 settembre, presso l’Aula sinodale di Bari, dalle 17.00 alle 18.30, sarà distribuito il materiale di animazione missionaria per l’Ottobre Missionario.

• Sabato 21 settembre, presso l’Aula sinodale di Bari, dalle 10.00 alle 12.00, sarà distribuito il materiale di animazione missionaria per l’Ottobre Missionario.

• Lunedì 23 settembre, dalle

ore 19.00 alle ore 20.00, presso la Casa del Clero in Bari, si riunisce la Consulta dell’Ufficio/Centro Missionario Diocesano.

• “Concilio e Missione”. Nel-

l’ambito della IV edizione di “Notti Sacre”, presso il Battistero della Cattedrale di Bari, da sabato 21 a domenica 29 settembre (orari: 10.00-12.30; 16.00-20.30), sarà allestita la Mostra fotografica missionaria “Concilio e Missione”.

• Per informazioni sull’animazione missionaria:

Ufficio/Centro Missionario: 080 5288420, 080 5288218; missionario@odegitria.bari.it Direttore diocesano: 339 7603842; ambrogio.avelluto@alice.it Delegata diocesana: 080 5423318; 331 3089448; m.conforti.38@gmail.com Movimento Giovanile Missionario: Livia Mangialardi, 080 5329474, 347 5454264; ceovito@ceovito.191.it Sito della rivista: www.talitakumnotizie.org; info@talitakumnotizie.org

miSSionari comBoniani

• Messa missionaria. Il 9 settembre, alle ore 19.00, continua l’esperienza della Messa missionaria mensile del secondo lunedì, con la presenza delle persone che hanno partecipato a campi estivi e allo studio della “Missione Ad Gentes” durante il mese di agosto.

• Dichiariamo illegale la povertà. il 21 e 22 settembre si terrà un workshop su “Dichiariamo illegale la povertà”. I lavori cominceranno alle ore 16.00 di sabato 21 settembre e si concluderanno domenica 22 settembre alle ore 12.00. Animatrice sarà la dott.ssa Teodosi Nicoletta del gruppo promotori DIP Nazionale. Per informazioni e iscrizioni telefonare ai Missionari Comboniani: 080 5010499

• Gita pellegrinaggio. In occasione dei 10 anni dalla canonizzazione di san Daniele Comboni il 28-29 settembre è in programma una gita pellegrinaggio a Verona e a Limone sul Garda, con


notiziario diocesano • settembre 2013 pagina 6

andata e ritorno in aereo. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi ai Missionari Comboniani: 348 5010499. Per informazioni: Missionari Comboniani, 080 5024243 combobari@yahoo.it; p. Ottavio Raimondo 348 2991393 oraimondo@emi.it ufficio per la paStorale del tempo liBero, turiSmo e Sport

• Consulta per la Pastorale degli Oratori. martedì 10

settembre, alle ore 19.00, presso il Seminario Arcivescovile di Bari, si terrà l’incontro di presentazione del programma formativo per gli Oratori. liBri

• P. Leonardo Nunzio Di Taranto “Dalle ferite della vita alle feritoie della speranza”. Incontri nel mondo della sofferenza e della salute Edizioni CVS Roma, maggio 2013; € 12,00

Il nuovo libro che P. Leonardo offre ai suoi Lettori, divenuti in Italia un certo qual pubblico a lui affezionato e sensibile alle sue tematiche, contiene uno spaccato della vita condivisa con ammalati di diverse patologie, sofferenti di varia specie, che si sono per un certo tempo sintonizzati con un frate cappuccino in contatto giornaliero con la malattia. E soprattutto fedele alla sua vocazione di uomo solidale col dolore del mondo. In molte pagine di questo libro squilla il cellulare, ululano le sirene delle ambulanze, suona il campanello di chi chiama un infermiere: «Il mio giro tra i letti è ricco di incontri, sorprese, richie-

ste diverse tra loro, scoperte di persone e situazioni che sono l’eco delle famiglie e della società». E l’età dei nuovi amici ed amiche che ogni giorno si aggiungono alla processione dei malati è molto varia, dal bambino piccolo alla vecchietta di 90 anni. Sono i momenti più belli di un apostolato che riempie il cuore e spinge anche a fissare sulla pagina bianca il personale coinvolgimento, un’emozione che ti ha preso e ti compenserà di qualche immancabile delusione. Così accade nella vita feriale: puoi vivere appuntamenti scintillanti, ma capita pure di incontrare i briganti. Il più comune tra loro è una malattia che s’insedia senza chiedere permesso. E t’insidia lungo la strada che conduce ad un paese diverso dal tuo, strada sdrucciolevole e piena di curve pericolose, una situazione completamente nuova e complicata da gestire. «Ma tu, Signore Gesù, tu che sei stato chiamato “samaritano”, tu passandomi accanto mi hai guardato e hai avuto compassione di me», scrive Nerses Snorhali, un padre della Chiesa armena, ripreso da Leonardo Di Taranto. La Storia, l’ospedale, un letto, la strada: tutti sono maestri di vita. Ed ognuno vi giunge per vie traverse, talvolta coinvolto in prima persona, tal altra da semplice spettatore. L’importante è cercare la forza per farsi uno col proprio fratello. Come l’interlocutore sincero di Gesù, nessuno può fingere di non aver sentito l’invito: «Va’ e anche tu fa’ lo stesso». Dalla Prefazione di Pier Giorgio Taneburgo, OFM Cap, Ministro provinciale dei Cappuccini di Puglia centri culturali

• Notti Sacre 2013. Arte, musica, pensiero, preghiera, spettacolo nelle chiese di Bari Vecchia. Dal 21 al 29 settembre. Alcuni appuntamenti importanti:

◊ 21 settembre, Chiesa Cattedrale: orchestra sinfonica della Provincia e soprano Valentina Farkas. ◊ 21 settembre, Chiesa Sant’Anna, ore 23.00: messa dell’Arcivescovo con gli artisti

◊ 26 settembre, Basilica San Nicola: ricordo dell’organista Luigi Celeghin ◊ 27 settembre, Chiesa Cattedrale, ore 20,00: incontro con Ermes Ronchi

◊ 28 settembre, Chiesa Cattedrale: “don Tonino Bello, poeta di Dio” (Scuola di Teatro Diocesana) ◊ dal 21 settembre: mostre di William Tode nel succorpo della Cattedrale. Mostra dell’Ufficio Missionario nel battistero della Cattedrale. Mostra di vari artisti nel Museo Diocesano. Informazioni complete e dettagliate sul portale diocesano www.arcidiocesibaribitonto.it cineforum

• Le nevi del Kilimangiaro

Genere: Metafora Regia: Robert Guédiguian Interpreti: Ariane Ascaride (Marie Claire), Jean Pierre Darroussin (Michel), Gérard Meylan (Raoul), Marilyne Canto (Denise), Grégoire Leprince Rinquet (Christophe), Anais Demoustier (Flo), Adrien Jolivet (Giles), Karole Rocher (madre di Christophe), Julie Marie Parmentier (Agnès). Nazionalità: Francia Distribuzione: Sacher Distribuzione Anno di uscita: 2011 Soggetto e sceneggiatura: Robert Guédiguian, Jean Louis Milesi ispirati al poema “Les pauvres gens” di Victor Hugo Fotografia: Pierre Milon Musiche: Pascal Mayer (supervisore) Montaggio: Bernard Sasia


notiziario diocesano • settembre 2013 pagina 7

Durata: 90’ Produzione: France 3 Cinéma, Agat Films & Cie, Ex Nihilo, Les Films de la belle de Mai. Soggetto: A Marsiglia, oggi. I nomi degli operai da licenziare sono stati estratti a sorte e Michel, rappresentante sindacale incaricato dell’operazione, ha inserito e sorteggiato anche il proprio. Senza lavoro, Michel è però felice accanto a Marie Claire, con la quale festeggia trenta anni di matrimonio, insieme ai figli e ai nipoti. Una sera due uomini mascherati irrompono nella loro casa, legano i presenti, li derubano di tutto. Incredulo di fronte a questo episodio, Michel lo è anche di più quando scopre che uno dei malviventi è un ventenne, ex collega, anch’egli licenziato. D’istinto Michel lo denuncia, poi conosce meglio la sua situazione, sa che ormai non può evitargli una condanna e, d’intesa con la moglie, si adopra per rendere meno gravosa la pena che dovrà scontare. Valutazione Pastorale: Per lunghi anni regista arrabbiato, abituato ad aggredire la realtà con toni mediati dall’ideologia, Guédiguian fa i conti oggi con il crollo delle illusioni politiche (seguite al venir meno del blocco sovietico) e con la presenza di una generazione giovanile lontana dai valori un tempo condivisi e anzi da quelli estranea e distaccata. Intorno a questo scenario di ‘crisi’ (francese e in senso lato dell’Europa occidentale), il regista colloca una cornice che rimarca e estremizza la differenza, partendo dalla famiglia: quella di Michel, compatta, unita, improntata a un’idea di rispetto reciproco, permette di vivere e insieme superare le difficoltà; quella di Christophe, disgregata

(una mamma assente, due fratellini, niente padre), apre vuoti affettivi difficilmente colmabili e distrugge più che costruire. La realtà dunque non è quella che alcuni sognavano molti anni fa: si sono fatti errori (dice Michel, ed è Guédiguian a parlare) ed ora è importante ripartire, dando segnali di buona volontà, verso se stessi e verso gli altri. Tradotto in immagini vuol dire trasferire il realismo nella fiaba, offrire sbocchi narrativi che toccano il metaforico (il titolo, la città e il viaggio non fatto, la borghesia come luogo dell’equilibrio sociale). Pronto a mettere in guardia sul pericolo di una ‘guerra tra poveri’, il regista riscatta alcune cadute nel vetero moralismo di un tempo con una visione più ampia sulla necessità di aprirsi ad una solidarietà fatta di condivisione e comprensione, rivolta verso un’unica famiglia umana. Per questi motivi il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come raccomandabile, problematico e adatto per dibattiti. Fonte: www.acec.it

gine critiche ed informative sulle varie sette: Testimoni di Geova, Mormoni, Satanisti, Movimenti Yoga, Sai Baba, New Age, Magia e Satanismo. Particolarmente utili ed immediati gli elenchi alfabetici e ragionati dei temi sui vari argomenti.

Siti weB conSiGliati

• Meditazioni del Santo Padre Francesco. http://www.vatican.va/holy_father/f rancesco/cotidie/2013/index_it.htm

Contribuisci con il tuo abbonamento alla comunicazione nella nostra diocesi.

Link per gustare ogni giorno le brevi omelie di papa Francesco nelle messe quotidiane celebrate nella cappella della Casa Santa Marta. Sintesi a cura de L’Osservatore Romano.

• Tutto sulle Sette - Motore di ricerca critico sulle Sette. http://www.infonuoviculti.it/ind ex.php Un motore di ricerca vero e proprio, specializzato per trovare pa-

Per non dimenticare, rinnovalo subito utilizzando il ccp allegato a questo numero.

notiziario € 12,00 Bollettino € 22,00

notiziario + Bollettino € 31,00


notiziario diocesano • settembre 2013 pagina 8

AGENDA DELL’ARCIVESCOVO • 29/8-5/9. Partecipa al Pellegrinaggio diocesano in Terra Santa.

• 7, ore 19.00. Parrocchia S.

Maria Assunta in Binetto, presiede la S. Messa per l’Ordinazione presbiterale di don Alessandro D’Angelo.

• 8, ore 10.00. Parrocchia Maria Santissima Immacolata in Palombaio, presiede la S. Messa per la festa della Titolare. ◊ ore 19.00. Parrocchia Cattedrale, presiede la S. Messa per la consacrazione di alcune vergini nell’Ordo Virginum.

• 13, ore 19.00. Parrocchia S. Croce in Bari, presiede la S. Messa per la festa parrocchiale.

• 14. A Termoli tiene la relazione

all’assemblea diocesana sull’Anno liturgico come itinerario di fede.

• 15, ore 10.30. Parrocchia Ma-

ria Santissima Addolorata in Mariotto, presiede la S. Messa per la festa della Titolare. ◊ ore 17.30. Istituto “Merloni” in Bari, presiede la S. Messa per

il 50° di professione religiosa di Suor Gaetanina Sanitate.

◊ ore 20.00. Teatro Petruzzelli di Bari, partecipa allo spettacolo organizzato dalla Fondazione Antiusura.

• 18, ore 18.00. Aula Magna

della Scuola Allievi della Guardia di Finanza, presiede l’Assemblea diocesana.

• 20, ore 19.00. Tiene la cate-

chesi alla sezione Unitalsi di Bari e benedice la nuova sede dell’Associazione.

• 21, ore 11.00. Politecnico di

Bari, partecipa al convegno organizzato dall’Associazione Ingegneri Cattolici diocesana. ◊ ore 21.00. Cattedrale, partecipa al concerto organizzato nell’ambito dell’iniziativa Notti sacre. Segue la celebrazione della S. Messa presso la Chiesa di S. Anna, nel borgo antico.

• 22, ore 10.00. Parrocchia Redentore in Bari, presiede la S. Messa con la presenza del corpo di S. Giovanni Bosco.

◊ ore 18.30. Parrocchia S. Pio X in Bari, presiede la S. Messa e amministra il sacramento

della Cresima.

• 23-26.Roma, partecipa ai lavori

del Consiglio permanente della CEI.

• 26-29. Visita pastorale presso la Parrocchia S. Sabino in Bari.

notiziario diocesano Curia Arcivescovile Bari-Bitonto Corso Alcide De Gasperi, 274/a - Bari Tel. 080 5288200/5288202 registrazione Tribunale di Bari n. 1271 del 26/03/1996

sped. in abb. post. - comma 20/c - art. 2 L. 662/96 - Filiale di Bari

Settembre 2013 • numero 9 Direttore responsabile: Giuseppe Sferra Direttore editoriale: Carlo Cinquepalmi

Redazione: a cura dell’Ufficio Comunicazioni Sociali Gestione editoriale, grafica e stampa: Ecumenica Editrice scrl Via Bruno Buozzi, 46 - 70123 Bari Tel. 080 5797843 - Fax 080 2170009 www.ecumenicaeditrice.it

Una copia: € 2,00 Abbonamento 2013 (11 numeri): € 12,00 Abbonamento 2013 (Notiziario + Bollettino): € 31,00 si può versare l’importo sul CCP 20841706 intestato a Ecumenica Editrice scrl - Bari Per non dimenticare, rinnovalo subito o contribuisci con il tuo abbonamento alla comunicazione nella nostra diocesi

la comunicazione per la comunione nella tua comunità

Notiziario Diocesano Settembre 2013  

Organo di collegamento dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto