Issuu on Google+

ISIBILE INVISIBIL


“È evidente che in questa odierna società, sempre più spersonalizzata e basata sull’immateriale, il percorso di riappropriazione non può che partire da se stessi e dal proprio corpo.” (G. Bonomi)

Visibile invisibile Donatella D’Angelo ©2012


DONATELLA D’ANGELO

Nata a Milano un bel po’ di anni or sono e dopo un percorso di studi non troppo lineare (è arrivata all’arte passando dalle lingue), nel bel mezzo dei gloriosi anni ’80, Donatella è approdata a uno dei primi studi grafici che si occupava di packaging a Milano. Il suo destino di grafica pubblicitaria sembrava ormai segnato, fino a quando, qualche anno fa, ha deciso di rimescolare le carte e smettere di giocare con le immagini altrui per cominciare a produrne di proprie. Nel frattempo ha smesso di lavorare per un unico studio, ha vissuto qualche tempo all’estero, a Londra prima e New York poi, e ha iniziato le più disparate collaborazioni freelance che le hanno dato l’opportunità di ampliare la sua esperienza nelle arti visive, nella scrittura e nella comunicazione. Donatella illustra libri e manuali, organizza laboratori creativi per bambini delle elementari, ragazzi della scuola media e adulti. É docente di Packaging Design alla Fondazione Accademia di Comunicazione a Milano. Collabora occasionalmente con riviste e blog letterari scrivendo racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati in antologie, è socia di un’associazione di promozione sociale la quale si avvale del suo know how artistico per i progetti che promuove. Da un paio d’anni Donatella sta portando avanti un lavoro di ricerca fotografica personale e (anche, ma non solo) autobiografica che ha come soggetto principale il corpo, spingendosi oltre all’uso più classico e professionale del mezzo fotografico, arrivando a confondere i confini tra visibile e invisibile. Oltre al lavoro prettamente fotografico, i ritratti e i reportage, elabora anche immagini usando la tecnica del “collage virtuale”, una fusione tra foto, pittura e illustrazione. Recentemente ha esposto le sue opere in vari locali di Milano, durante eventi, mostre personali e collettive.



VISIBILE INVISIBILE