Page 1

INFORTUNISTICA STRADALE Mestre - San Donà DOLO - Tel. 041 5101938 www.studio-3a.net

LA VIE EN ROSE COMUNE DI DOLO: SVOLTA STORICA

INFORTUNISTICA STRADALE www.dolosport.it ANNO XXXIV

Il 28 e 29 marzo si sono svolte le elezioni comunali e dopo decenni il paese ha deciso di cambiare. A primeggiare è stata la lista che candidava sindaco Maddalena Gottardo che ha ottenuto oltre il 41% delle preferenze mentre la lista del candidato sindaco uscente Antonio Gaspari, appoggiata anche da alcuni esponenti dell’ex opposizione (UCD e lista Naletto) ha ottenuto oltre il 38% delle preferenze. Buon risultato per la lista di sinistra con candidato sindaco Giorgio Gei mentre non hanno avuto riscontri apprezzabili le liste che lanciavano le candidature a sindaco di Enrico Borella e Massimo Barbato. Se per certi versi il risultato appare sorprendente, analizzandolo in profondità non si può disconoscere una certa analogia con la tendenza manifestatasi a livello provinciale e regionale, semmai sorprende di più se si tiene conto che la Riviera del Brenta da lungo tempo era sembrata orientarsi in modo opposto. C’è, evidentemente, nella popolazione la sensazione che sia giunto il momento di cambiare e di affidarsi anche ad un gruppo costituito per lo più da volti nuovi e giovani. Se diamo un giudizio in base ai colori si può dire che si è passati da anni di bianco-rosso ad azzurro-verde (espressi in ordine alfabetico) e, come detto, ciò segue una tendenza che si era manifestata l’anno scorso nelle elezioni provinciali ed a maggior impatto in quelle regionali che hanno visto il netto successo di Zaia su Bortolussi. Se proprio vogliamo restare nell’analisi cromatica, tuttavia, la vittoria più rilevante è quella del rosa. Dolo ha un sindaco donna come già accade a Fiesso d’Artico. Una donna regge le sorti della Provincia e solo al femminile è l’assessorato allo sport della Riviera del Brenta. Finalmente il ruolo della donna assume anche in politica una rilevanza importante. Con la maggioranza dell’elettorato femminile era incomprensibile come la donna non riuscisse ad ottenere preferenze consistenti. Ebbene delle quattro donne che si erano presentate nella lista vincitrice, tutte sono state elette. Il mondo svolta e si colora di rosa. Ed in questo numero abbiamo subito parlato con il neo assessore allo sport Cecilia Canova. Abbiamo giocato in casa, si dirà, visto che la tipografia Canova stampa questo giornale ma la chiacchierata è servita soprattutto per far conoscere ai lettori l’impegno e la personalità di chi dovrà dirigere un assessorato da sempre nel cuore dei dolesi. Tornando al voto globale colpisce e preoccupa la mancanza di esponenti rivieraschi fra gli eletti in Regione. Con mille problematiche che interessano il nostro territorio la mancanza di rappresentanti preoccupa non poco. Ma la fiducia nelle istituzioni deve rimanere immutata. Salutando anche il nostro collega Alessandro Ovizach che per anni ha collaborato a questo periodico, a tutti auguriamo un sincero... buon lavoro. Lino Perini

AUTONOLEGGI NUOVA SEDE Via Riviera del Brenta, 314 FIESSO D’ARTICO / VE

Periodico del Club Biancogranata

...difendiamo i Tuoi diritti!!!

N. 6 - DOMENICA, 11 APRILE 2010

Prima intervista con il neo Assessore allo Sport

CECILIA CANOVA: BIMBI CHE FANNO SPORT E MANGIANO BENE SARANNO ADULTI FELICI Squarci di azzurro fra ‘spumiglie’ di nubi bianche. Il cielo della vigilia di Pasqua regala arabeschi e colori in sintonia con la nostra gradita ospite. Quasi un regalo della natura per la prima donna Assessore allo Sport del comune dolese. Un incontro semplice, ricco di spontaneità e di sincerità. Più un piacevole scambio di saluti che un dovere anche se la nostra interlocutrice non ci nasconde un certo imbarazzo per la prima intervista nella sua nuova veste di assessore. Non sarà solo lo sport quello a cui dovrà dedicarsi nei prossimi anni, designata anche alle politiche giovanili, alle pari opportunità, alla comunicazione ed all’eph Luca Carraro ducazione alimentare. Cecilia Canova appare in splendida forma, solare e felice per i 205 voti di preferenza ricevuti e, seppure frastornata per la novità, già concentrata sul futuro. La prima domanda riguarda papà Silvano che conosciamo da una vita e che sappiamo quanto ami la sua famiglia. “E’ orgoglioso, è

al settimo cielo. Con lui mi sono consultato anche perché la mia elezione comporterà dei cambiamenti in azienda ma lui mi ha sempre sostenuto e mi ha dato utili consigli.” Rotto il ghiaccio le chiediamo se ha già in mente cosa farà: “E’ ancora presto ma assicuro che ho tantissima voglia di lavorare, sono caricatissima. Mi rendo conto delle difficoltà che dovrò affrontare ma sarò assistita da una bellissima squadra. Siamo quattro donne, tutte quelle in lista sono state elette, e ci aiuteremo a vicenda, siamo capitanate da Maddalena Gottardo, una donna eccezionale e ci guiderà per il meglio.” Da queste parole si capisce che la forza della nuova giunta è… “Siamo un gruppo compatto, di amici prima che di politici. Siamo nuovi nel campo politico ma siamo da sempre amici, ci conosciamo, ci frequentiamo e siamo riusciti in poco tempo a creare una forza guidata da una donna importante ricca di carisma e di idee chiare.” (Perini - a pagina quattro)

Un ben ritrovati a tutti i lettori di Dolo Sport. Il mio intervento, questa settimana, è per promuovere un’iniziativa in ambito medico-sportivo. Il sottoscritto, in collaborazione con il Liceo Galilei (indirizzo sportivo), la Provincia di Venezia, i comuni di Dolo, Mira, Fiesso, Fossò, Stra e Camponogara, l’USL 13, la Riviera Nuoto Dolo, il negozio sportivo 1/6 h di Cazzago, l’Atletica Riviera del Brenta ed il CONI di Venezia, ha organizzato un convegno sull’alimentazione lo sport. Relatori della serata saranno i dottori Rosario Conte (medico sportivo) e la dottoressa Sibilla Levorato (direttore S.I.A.N. dell’ Usl 13). Interverranno come testimonial gli atleti: Simone Cercato (nuoto), Rossano Galtarossa (canoa), Marco Meucci (canoa fluviale), Fabrizio Pescatori (nuoto), Sandra Trucolo (medaglia d’oro tiro con l’arco paraolimpiade) e Giovanna Volpato (maratoneta). Moderatore della serata sarà Roberto Brighenti. I temi che verranno trattati saranno: “L’alimentazione

per uno stile di vita sano”; “uso ed abuso degli integratori alimentari nello sport”. La serata ha come scopo la sensibilizzazione al corretto uso degli alimenti e degli integratori. Dopo le due relazioni, il moderatore cercherà di dar vita ad un dibattito tra il pubblico, i medici e gli atleti, allo scopo di rendere l’incontro molto pratico, con discussione aperta da parte di tutti coloro che vorranno intervenire. E’ con piacere che mi rivolgo ai lettori di Dolo Sport per invitarli a partecipare. L’incontro si svolgerà presso il polo scolastico delle scuole superiori di Dolo, il giorno venerdì 16 aprile alle ore 20,45. Vi aspetto numerosi… Stefano Borgo

CONVEGNO SU ALIMENTAZIONE E SPORT

Auguri Ulisse

ci è giunta la notizia che Ulisse Moron nostro attento lettore nonché ex presidente del Calcio Dolo per molte stagioni è ricoverato al nosocomio dolese. A lui vadano gli auguri di una pronta e completa guarigione da tutti noi di Dolo Sport.

Noleggio SMART ed AUTOVETTURE FURGONI e PULMINI L’autonoleggio a tuo servizio con CONSEGNA A DOMICILIO

800.039.746 www.edorent.it

n. verde

edo@edorent.it

GRUPPO BANCA CARIGE Andrea Favaro Agente Generale

Via Matteotti, 59 - DOLO (Ve) Tel. 041 464473 - Fax 041 5131744


Negozio Tecnico SPORTIVO a CAZZAGO di Pianiga (Ve) Via Monviso, 3/6 Tel. 041 3032042 unsestoacca@live.it

SPECIALISTI IN CALCIO CALCETTO CORSA CAMMINATA

SONO OFFERTE DA

PER TUTTI PROVA del piede GRATUITA

INCREDIBILE OFFERTA SCARPE AGLA E LOTTO CALCIO/CALCETTO TEMPO LIBERO CON

SCONTI FINO AL 50%

oltre agli orari normali APERTO ANCHE

Lunedì mattina Identikit del tuo piede

Sabato orario continuato con prova scarpe

Entrare al Calamaro è come lasciarsi andare in un viaggio a ritroso nel tempo, come il calamaro che viaggia a ritroso nelle profondità marine. Ad evocare questo viaggio anche il nome dell’Osteria oltre all’arredamento curato fin nei minimi particolari. Grazie alla cucina della signora Marisa ed alla guida di Valter e Luca l’avventore riscoprirà la genuinità dei tempi passati riscoprendo la naturalezza di un saluto cordiale e di quattro chiacchiere fra amici.

Osteria Al Calamaro Via Mazzini, 13 - Dolo (Ve) Tel. 041 464795 - Chiuso il martedì

2 • Dolo Sport

Inserto pubblicitario

Giovedì fino alle 22.00 con specialisti sportivi


GLI ASPARAGI

(effedi) Data la loro delicatezza e anche il loro prezzo, gli asparagi sono sempre stati considerati un cibo di eccezione tale da rendere particolarmente piacevole il loro abbinamento con uova, pesce, o esaltare un primo piatto sia esso di pasta fresca o riso. In Veneto abbiamo diverse zone pregiate per la loro produzione quindi non c’è che l’imbarazzo della scelta, si va dal classico e fin troppo rinomato asparago di Bassano, a quello di Quinto-Badoere in provincia di Treviso dove ci sono le foci del Sile, per finire a quello di casa nostra in località Giare. Prestando attenzione e aspettando certi momenti in cui il clima è particolarmente felice o la stagione inoltrata ne determina un’abbondante produzione, il prezzo può diventare accessibile a tutte le tasche. Gli asparagi vanno cotti legati a mazzo e immersi in un recipiente cilindrico con le punte che escono dall’acqua, che deve essere poco salata, si calcolano dai dieci ai venti minuti dall’inizio dell’ebollizione a seconda della grossezza degli stessi. Personalmente ho sperimentato con successo una cottura a vapore insegnatami da una mia amica cinese (ne fanno largo uso anche loro) ottenendo un risultato invidiabile: l’asparago rimane croccante e non si inzuppa d’acqua, ci vuole più tempo ma è più controllabile nella cottura. Si servono caldi o freddi con uova sode schiacciate e condite con olio, sale, pepe, ma non solo… Crespelle di Asparagi Preparare delle crespelle alla solita maniera, arrotolarle una a una intorno a due punte di asparagi, nappare con salsa Mornay (besciamella, parmigiano e tuorlo d’uovo). Disporre gli involtini di crespelle in una pirofila imburrata e cosparsa di pangrattato. Coprire il tutto con la stessa Mornay resa più fluida dall’aggiunta di panna, passare al gratin per cinque minuti e servire bollente. Tagliatelle agli Asparagi Mondare 600 gr. di punte di asparagi e tagliarle a pezzi. In 150 gr. di burro rosolare uno spicchio d’aglio, che poi verrà tolto, e sciogliervi 50 gr. di cipolla macinata senza però rosolarla. Aggiungete gli asparagi, salare e pepare, lasciare cuocere a fuoco lento e a fine cottura aggiungere, volendo, un trito di 50 gr. di prezzemolo. Padellate 500 gr. di tagliatelle con gli asparagi aggiungendo 50 gr. di panna e 100 gr. di parmigiano grattugiato. Una mia personale variante: eliminare il prezzemolo e sostituirlo con qualche filo di zafferano sciolto in acqua calda. Carpaccio di Asparagi Asparagi piuttosto grossi, bolliti, ma non troppo, avvolti da fettine sottili di filetto crudo, il tutto nappato di salsa americana, e cosparso di uova “mimosa” (uova sode tritate e passate al setaccio).

S

ono in distribuzione le ultime copie di “Dolo 100” di Lino Perini e Stefano Trovò ed “I ragazzi dell’Isola Bassa” di Alberto Coletto. I due testi hanno incontrato i favori dei lettori che ne stanno sancendo un successo inaspettato. Il libri sono acquistabili presso i seguenti punti vendita convenzionati: a Dolo presso la libreria MORELLI di via Matteotti, la fioreria ELITE di via Piave, le edicole VEGO SCOCCO e STRADIOTTO di via Mazzini e MUTA di via Cairoli ed il panificio TERRIBILE di via Mazzini, a Sambruson presso l’edicola DA PAOLA via Argine Sx; a Cazzago presso l’edicollibreria di GIUSEPPE in piazza IV Novembre oppure direttamente dall’editore laboratorio.ds@dolosport.it 3478379992 Buona lettura

XXII EDIZIONE DEL PREMIO UMORISMO E SATIRA

(l.p.) In cantiere da mesi, la ventiduesima edizione del ‘Premio Umorismo e Satira’ entra nel vivo con la presentazione degli elaborati che parteciperanno a questa rassegna di grafica che in questa edizione avrà come tema ‘La società multietnica’. Le opere dovranno pervenire entro il 16 aprile al periodico ‘La Cagnara’ di via Badoera, n. 42 di Dolo e successivamente la giuria, composta da Giuliano Rossetti, Ernesto Cattoni, Lucio Trojano, Lucia Migliorati, Franco Donarelli, Vincenzo d’Agostino e Rinaldo Zabeo, si riunirà per la definire la graduatoria dei vincitori. Il 22 maggio nei locali dell’ex Macello si svolgerà la cerimonia di premiazione e d’inaugurazione della Mostra che proseguirà sino al 12 giugno. E’ partita la caccia al successore di Andrea Andolina che si era imposto nel 2009 quando il tema era: ‘Giustizia ingiusta’. Durante la premiazione del 22 maggio Vincenzo D’Agostino, direttore e deus-ex machina della manifestazione, svelerà anche il tema dell’edizione del 2011. In contemporanea e per tutta la durata della Mostra vi sarà una personale di Achille Superbi (del quale riportiamo una caricatura di Ancellotti) che esporrà le sue splendide caricature. Achille Superbi ricordiamo ha collaborato con la Rai di Torino, è apparso al Processo del Lunedì, ha poi esposto su Hurrà Juventus, il Guerin Sportivo, Le Figurine Panini e Frate Indovino mentre vanta riconoscimenti e premi, fra i quali al 32° Premio di satira Politica di Forte dei Marmi, è stato Palma d’oro al 45° Salone Intrenazionale dell’Umorismo di Bordighera e premiato al Footnet Cartoon Contest a Teheran. La rassegna delle mostre ‘personali’ sono il fiore all‘occhiello di questa manifestazione, nel passato ricordiamo che hanno esposto numerosi bozzettisti come Giuliano, Cattoni, Altan, Bozzetto, Gavioli, Bruna, Manara sino a Giorgio Cavazzana cui era dedicata la scorsa edizione.

Concessionaria servizio CARRELLI STRADALI FERROVIARI a domicilio per le Stazioni di MESTRE - CONEGLIANO SACILE - NOALE

• TRASPORTI ECCEZIONALI • MOVIMENTAZIONE CONTAINERS • TRASBORDI Sede legale: TRASPORTI CHIARENTIN OLINDO snc di Chiarentin Olindo & C. MIRA PORTE (VE) - Via Lanza, 8 Tel. 041.420444 - Tel. e Fax 041.420328 Sedi secondarie scali FS: MESTRE / VE - Via Trento, 7 Tel. 041.926455 - Fax 041.935383 CONEGLIANO / TV - Via Matteotti, 1 - Tel. 0438.411637 - Tel./Fax 0438.21287 - SACILE/PN - Piazza Libertà, 1

CORSO DI SCRITTURA CREATIVA IN BIBLIOTECA: TEMA GENITORI E FIGLI

(l.p.) Saranno i genitori ed i figli il tema del corso di Scrittura Creativa che anche quest’anno la Biblioteca comunale di Dolo curerà assieme alla dottoressa Annalisa Bruni. Si comincia lunedì 12 aprile dalle ore 17.00 alle 19.15 e si proseguirà, con gli stessi orari anche il 26 aprile, il 3 maggio ed il 17 maggio. Il corso è completamente gratuito e vuole approfondire una tematica dai forti sentimenti e dalle forti tensioni di scontro e di confronto. Durante il corso sarà presentato il libro ‘Storie quotidiane’ a cura di Annalisa Bruni, Lucia De Michieli ed Anna Toscano che contiene i racconti degli allievi della terza edizione del corso svoltosi negli anni 2008 e 2009 e che aveva come tema ‘Cucina di storie’. Per informazioni ed iscrizioni bisogna contattare la biblioteca comunale, email: biblioteca@comune.dolo.ve.it o telefonare al numero 041.411090.

OFFICINE CERCATO srl

costruzioni metalliche Attestazione SOA Cert. ISO 9001:2000

Via Riviera del Brenta, 244/A FIESSO D’ARTICO (Venezia) Tel. 041.5160665-5160133 - Fax 041.5160133 officinecercato.officine@tin.it

FD31G10

Dolo Sport • 3


CECILIA CANOVA: BIMBI CHE FANNO SPORT E MANGIANO BENE SARANNO ADULTI FELICI

Progettazione costruzione manutenzione

Impianti

Elettrici Civili Industriali Stradali Automazioni - Tecnologici Termoidraulici e Condizionamento Antifurto

S.I.E.L.V. srl - Zona Ind. VIII Strada, 9 FOSSO’ (VE) Tel. 041 5170039 - fax 041 5170507

(da pagina uno) Cecilia Canova non ha mai praticato sport, unica disciplina... motoria… la danza classica, tuttavia conosce il sapore dello sport sin da piccolina… “Ricordo quando mio padre mi portava in campo sportivo che avevo quattro anni. Mi piaceva moltissimo. Poi ho seguito sempre mio nipote Franco Canova De Ceglie, non ho perso un allenamento nè una sua partita. Penso di avere il sangue della sportiva anche senza aver mai fatto sport.” A proposito del nipote e visto che stiamo parlando anche di assessore alle politiche giovanili, le chiediamo cosa ne pensa il Franco della sua nomina: “All’inizio mi prendeva un po’ in giro ma alla lunga mi ha incoraggiato e spero mi sarà utile per la mia attività.” Le passioni del neo assessore appaiono già chiare: calcio (Dolo RdB e Stra RdB per via del nipote ma anche e, soprattutto, Inter), naturalmente la famiglia ed il lavoro. Ci sono già dei progetti, delle speranze o dei sogni da realizzare dall’assessore allo sport? “E’ presto per parlarne anche perché bisognerà fare i conti con il bilancio. Mi piacerebbe vedere realizzata la copertura della tribuna del campo di calcio ma anche proseguire nell’attività che aveva bene intrapreso Simone Cercato che ritengo abbia lavorato molto bene: la Family Run, il Trofeo Città di Dolo di nuoto ed altre manifestazioni importanti ritengo debbano proseguire anche perché penso molto all’attività giovanile. Il mio motto è: Bambini che fanno sport e mangiano bene saranno adulti felici.” Cecilia ci confessa che oltre al calcio segue anche il nuoto ed il basket ma che da subito si metterà in contatto con tutte le associazioni per capire le esigenze e le necessità di ognuna. Scopriamo che anche il neo sindaco Gottardo è appassionato di sport, il figlio Leonardo ha praticato il Judo nella palestra del maestro Spillere ed ora pratica il Rugby a Mirano. “Mi piacerebbe che si svolgesse un torneo giovanile di calcio - conclude l’assessore Canova - un week-end con squadre di ragazzi che si divertono e giocano felici.” Ancora una volta il suo pensiero è rivolto ai più giovani segno che sicuramente lavorerà molto per loro. Lino Perini

Nuoto FD14F10

e t i l E a i r Fiore

Via Piave, 20 Tel. 041.410322 DOLO (VE)

LA TERMOIDRAULICA Specializzati in impianti di riscaldamento a pavimento impianti idraulici e condizionamento di Zabeo A. & Formenton S. Via A. Fogazzaro, 19 - Tel. e Fax 041.5100488 CAZZAGO di Pianiga (Venezia)

Campionati giovanili primaverili

Il 26, 27 e 28 marzo si sono svolti i Campionati Giovanili Primaverili Sezione Femminile di Riccione. Il Riviera Nuoto di Dolo ha partecipato alla competizione con due atlete alle gare individuali: Alice Conte e Greta De Lorenzi, le quali, impegnandosi al massimo nei vari meeting, sono riuscite a raggiungere il tempo per poter partecipare. Non è mancata la Staffetta 4x100 Mista che ha visto protagoniste Benedetta Rossi, Vanessa Pesce, Carlotta Francese ed Ilaria Natalicchio. Alla fine delle giornate di gara Greta De Lorenzi ha ottenuto il 24° posto nei 50 Dorso, Alice Conte il 7° posto nei 50 Delfino e il 14° posto nei 100 Delfino. La nostra staffetta 4x100 Mista si è classificata 32esima. Un buon risultato per i nostri portacolori che sapranno far tesoro di questa esperienza. Silvia della Riviera Nuoto Dolo

M AC E L L E R I A & R O S T I C C E R I A

DA M A S S I M O

L A Q UA L I T À È LA NO S TR A SP E CI A LI T À

V I A C A N T I E R E, 3 3 - D O L O ( V E) - T EL . 0 4 1 . 4 1 0 5 16

4 • Dolo Sport

PALLACANES

Nel periodo pasquale il mondo della pallaca giovanile è in fermento a seguito dei numero nei che vengono organizzati in Italia ed all’ Anche quest’anno abbiamo ospitato a Do girone del torneo del Graticolato, sicuram più prestigioso torneo della categoria eso che si disputa nell’intero nord-est durante il periodo p a s q u a l e . Quest’anno, oltre ad aver ospitato la presentazione del torneo nella prestigiosa Sala Consiliare del Municipio di Dolo, abbiamo, per la prima volta, iscritto a partecipare al torneo una formazione femminile, composta prevalentemente da at almeno un anno più giovani rispetto alle av rie. Dopo un esordio che ha visto la nostra zione prevalere sulle più blasonate atlete dei Marghera e della Famila Schio, abbiamo soccombere di fronte alla Pallacanestro Mi alla Umana Favaro, formazioni certamen attrezzate dal punto di vista fisico. Il risultat le è stato un entusiasmante 4° posto, che ci sperare per la prossima edizione. In campo m le la nostra formazione ha raggiunto il 5° finale, posizione che non riconosce ai nostri loro effettivo valore. Infatti la formazio Dolphins, nella prima fase, ha sconfitto sep misura una delle due squadre finaliste, il Pa Petrarca Padova, oltre alle formazioni de Luciani Mestre, dei Carmini di Venezi

Ad Arino le famiglie in cam Arinese uno stile per sport

Sono mesi oramai che notiamo la crescita d’interesse attorno all’Arinese ed al suo modo sociale di intendere il calcio: quel calcio fatto di divertimento e famiglia. Sono molte oramai le società di calcio che scelgono la dimensione sociale a quella prettamente agonistica. Abbiamo incontrato il presidente Perpinello per chiedergli come sono riusciti a creare questa realtà? “L’ambiente familiare è il nostro punto di forza – ci spiega Paolo Perpinello e prosegue: - perché non essendoci troppe risorse economiche abbiamo fatto entrare in società un grande numero di famiglie di atleti a dare un piccolo contributo sia materiale che umano che ci permette di portare avanti la nostra attività. Attività che, sostenuta grazie a delle feste, porta lo sport a tutti.” Siete molto apprezzati anche nei comuni vicini? “Molti ragazzi che trovano nell’Arinese la loro dimensione troppo spesso arrivano da noi perché delusi dal comportamento delle ‘grandi’ società che nell’ultimo decennio hanno fatto delle scelte opposte alla nostra. Come se a scuola potessero frequentare solo i bravi.” Lo sport per tutti? “Dare la possibilità ai ragazzi di svolgere un’attività sportiva è il nostro punto di forza. La nostra è una scelta sociale. Noi non vogliamo vincere un campionato a tutti i costi perché questo non è il nostro compito. Diamo la possibilità di venire in campo sereni e felici anche di incontrare la squadra più forte e prendere sette goal gioendo del fatto di averne fatto

uno molto bello e da ricordare. Poi si pulmino e si è sereni.” Comunque i risu mancano. “Infatti: siamo arrivati qu campionato dei Giovanissimi dietro squadre che nell’agonismo hanno trova dimensione.” Conoscendo l’entusiasmo che via anim in cantiere altri progetti. “Da tempo ins il sogno di costruire un campo di ca esterno in sintetico: lo abbiamo proge siamo mossi per intercettare dei fondi che giacevano dai tempi di Italia 90. progetto prevede la creazione di uno spazio di libera fruizione di tutti con una tariffa minima imposta dal Comune. L’opportunità non è stata colta per un paio di volte per problemi vari sui quali è meglio stendere un pietoso velo.” In quest’ottica, alla nuova Amministrazione cosa chiedete? “Noi siamo fin troppo concreti. Abbiamo un modulo abitativo del terremoto del ’76. Negli anni queste strutture sono vecchie

Gioielli Danieli di Marco Danieli CHIMENTO - COMETE - PACIOTTI - BROS WAY D&G - ROSSO AMANTE - TISSOT - CAVALLI FOSSIL - NAUTICA - GUESS - SWEET YEARS

Via Garibaldi, 42 - DOLO / Venezia - Tel. 041 410353


STRO A PASQUA

acanestro erosi torll’estero. Dolo un mente il sordienti

atlete di avversaa formaei Giants o dovuto Mirano e ente più tato finaci fa ben o maschi5° posto ri atleti il ione dei eppur di Patavium del Papa ezia, del

mpo

si torna in isultati non quarti nel o a grandi vato la loro

ima avrete inseguiamo calcio a 5 gettato e ci di regionali 0. Il nostro

Vicenza Basket Giovane e della Castellana Mestre. L’unica sconfitta è maturata grazie all’ottima prova messa in campo dalla formazione amica del CMB Santa Maria di Sala, che ci ha escluso dalle prime quattro posizioni. Il torneo per la cronaca è stato vinto dalla Pallacanestro Favaro di fronte ad un pubblico composto da circa mille spettatori che hanno gremito la palestra Villafranca di Mirano. Le premiazioni hanno coinvolto tutte le 33 squadre impegnate nel torneo, con risalto particolare alla consegna del premio fair play. Vorremmo sottolineare, inoltre, la partecipazione attiva di nostri giocatori delle categorie superiori che in veste di arbitri hanno permesso il regolare svolgimento di tutte le partite dimostrando grande abilità e professionalità. Altri nostri atleti sono stati impegnati in tornei, Federico Pavan e Francesco Don, sono stati “aggregati” alla formazione aquilotti della Reyer Venezia per disputare il torneo nazionale di minibasket di Latina e Aprilia dove, ospitati da famiglie locali, hanno potuto incontrare pari età provenienti da tutta Italia. Per ultimo volevamo sottolineare l’ottima prestazione di un atleta dolese, Francesco Paolin, che è stato impegnato con la propria formazione Under 15 di Reyer Venezia, classificatasi al 5° posto al torneo di Lugano in Svizzera, incontrando formazioni provenienti da tutta Europa. Complimenti, buono e sano sport a tutti. Roberto Don

e sono state mantenute fruibili solo grazie alla disponibilità dei nostri sostenitori e volontari. Chiediamo la possibilità di avere una sede adeguata e, visto che dai primi giorni del 2010 non riceviamo il contributo per le spese dell’energia elettrica chiediamo di poter ricevere un sostegno alla nostra attività che tenga conto dei queste spese che, per una realtà come la nostra, incidono pesantemente sul bilancio. Vogliamo continuare a dare la possibilità di far giocare dei ragazzi che altrimenti non troverebbero spazi adeguati per giocare a calcio.” Avete delle proposte? “A Pianiga il Comune ha scelto di erogare un contributo di 10euro per ogni tesserato del comune e 5euro per quelli di altri comuni. In questo modo potremmo programmare ogni singola spesa potendo contare su una sorta di assegno familiare.” Sappiamo che in questo periodo siete molto impegnati con grandi appuntamenti. “L’11 aprile faremo un torneo dedicato al dopolavoro dell’ENEL che vedrà in campo oltre un centinaio di atleti e noi serviremo loro un lauto pasto. Attività questa di aggregazione e di sostegno alla Società grazie ai nostri volontari. Ma le kermesse non finiscono qua: grazie al lavoro di Daniele Lorenzi e di tutti i nostri amici dal 11 aprile al 5 giugno porteremo in campo cinque appuntamenti.” Quindi a voi potete contare su di un grande numero di volontari? “I nostri volontari sono l’anima dell’Arinese e ci permettono, con il loro lavoro, di raccogliere il sostentamento per l’attività calcistica dei nostri figli. Queste persone sono il nostro tesoro sul quale contiamo per crescere in armonia.” Stefano Trovò

PARTI CON IL PIEDE GIUSTO

PIEDI VOLANTI

Immaginate di fare un gran salto, di staccarvi da terra per un po’ con le mani in alto protese verso qualcosa. Concentratevi e dite a voi stessi che sensazioni provate. Fatelo anche come esercizio meditativo e vediamo cosa succede. Certo c’è bisogno di una gran spinta dei piedi e delle gambe ma anche del cervello e di tutto il corpo perché quel salto non è fine a se stesso bensì proiettato verso una conclusione o verso un compagno o collegato ad una azione di gioco. Ebbene si ragazzi. Sono in un campo di basket e… in compagnia di chi? Ladies and gentlemen, madame et monsieurs, signore e signori ecco a voi Michael Jordan (in foto). Un giorno qualcuno chiese a Michael cosa lo differenziasse dagli altri giocatori, cosa lo avesse portato a tante vittorie personali e di squadra, cosa lo aveva reso il migliore? Era un talento donato da Dio? Era tecnica? Era strategia? Lui rispose : “Molte persone hanno un innato talento, ma ciò che mi ha distinto in tutta la mia vita è lo spirito di competizione che nessun altro ha come me”. Non tutti sanno che Air Jordan, Mr All-State, All-America, All-NBA, uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi, la leggenda che ha cambiato per sempre il gioco non è nemmeno entrato a far parte della squadra di basket della sua università. Il giorno in cui venne escluso pianse davvero molto. Sarebbe stato facile rinunciare dopo quella grande delusione. Al contrario, trasformò questa dolorosa esperienza in un bruciante desiderio: stabilì per se stesso un traguardo ancora più alto. Decise di non fare semplicemente parte della squadra, ma di essere il miglior giocatore in campo. Chiese aiuto al mister della squadra ed ogni mattina alle 6.00 questi lo accompagnava al campo e lo allenava intensamente con cicli di 6-7 mila canestri. Il suo desiderio di raggiungere l’obiettivo era tanto forte da farlo stare appeso alle sbarre per ore al fine di raggiungere m 1.90 di altezza, misura necessaria per entrare in squadra (questo peraltro dimostra il valore dello “stretching”). Questa frase del suo allenatore echeggia nell’aria: “Più ti prepari duramente, più fortunato sembra che diventi!” Alcuni dati: 1981 vince il titolo universitario NCAA con la sua squadra e con un tiro che vale la finale. Medaglia d’Oro Olimpica a Los Angeles e alla fine stagione NBA dell’anno eletto “matricola dell’anno”. Nell’ottobre 1985 si infortuna in allenamento ed è costretto ad uno stop di 5 mesi. Torna in campo a 18 partite dalla fine del campionato, porta i suoi Chicago Bulls ai playoff e nella seconda partita contro i Boston Celtics di Larry Bird segna 63 punti. Nel 1987 (e per sette anni consecutivi) vince la classifica dei marcatori della regular season, con il risultato di 3041 punti con una media di 37,1 punti a partita. Da solo segna il 35% dei punti realizzati dalla sua squadra. Nel 1988 eletto miglior giocatore NBA. Stesso riconoscimento nel 1991 e nel 1992 quando guiderà i Bulls ai tre titoli consecutivi della NBA. Nel 1992 secondo Oro Olimpico con il dream-team americano. Nel 1993 si ritira ma per poco, torna al basket nel 1994 e conduce i Chicago Bulls ad altri tre titoli consecutivi. Che ne dite? Può l’uomo volante costituire un riferimento per tutti noi, sportivi e non? Dico di si! Molti si nascondono dietro a chiacchiere o trovano scuse, quando qualcosa non va danno le colpe agli altri ma come al solito sono i fatti che parlano da soli. Luca Damin

Via Dauli, 26 - Dolo / Ve Tel. 041411608

Da oggi la Corona offre agli amanti del pesce e non solo specialità tipiche della Riviera ma anche delle pietanze multietniche che spaziano dalla famosa Builla Baisse francese alla Paella e Sangria spagnola, dal vero Sushi e Sashimi alla cucina asiatica e birmana. Vi aspettiamo per soddisfare il vostro palato.

RIVIERA NUOTO DOLO

Via Arino, 9 - Tel. 041.412891 DOLO (Venezia)

Bar Piccadilly COLAZIONI PRANZI VELOCI SNACK tel. 3490802480 Via Arino 1 Dolo (Venezia) FD31G10

Dolo Sport • 5


Ito Bortolato: con il rugby nel sangue

CAZZAGO di Pianiga / Ve Via Pionche, 7 Tel. e Fax 041 5100860

messo l’accesso al campionato di Super Come una favola o meglio come la poesia 10. L’anno successivo siamo retrocessi di Wolt Whitman opportunamente ricordama è stata una retrocessione serena e ta nel film l’Attimo Fuggente con Robin indolore con la consapevolezza che per Williams che recita “O Capitano mio una neo promossa e con pochi mezzi a discapitano” si presta perfettamente a Enrico posizione era difficile ribaltare una tradiBortolato, per tutti Ito, classe 1973 che dei zione consolidata dove le neo promosse in suoi 36 anni 24 li ha trascorsi nei campi da Top 10 non riuscivano a confermare la rugby quasi sempre con i gradi di capitano permanenza in quel campionato al primo delle squadre con cui ha giocato. La pasanno di esperienza. Il riscatto però è stato sione divisa da prima con la scuola e sucimmediato perchè nel campionato succescessivamente con il lavoro l’ha portato a sivo (2006-2007) abbiamo conquistato giocare per i più importanti club italiani per la seconda volta il titolo italiano di non mancando di coltivare la passione serie A in una finale combattuta, a sportiva con la normalità di vita di un gioViadana, contro il Prato. Siamo stati la vane che lega le sue passioni con gli amici prima squadra in Italia dopo la retrocespiù cari. sione dal super 10 a risalire immediataCome hai cominciato e perchè proprio il mente. Sono ricordi incancellabili. Poi rugby? “Ho cominciato quasi per caso come tanti altri ragazzi. C’erano dei miei compagni di voglio dire che queste esperienze le abbiamo vissute scuola che giocavano a rugby e spesso mi invitavano ad assieme a te e quindi sono certo che comprendi benissimo andare con loro. Al campo ho trovato un dirigente e mio quello che ho provato e quello che provo ancora oggi.” vicino di casa, Angelo Antonietti, e così ho cominciato a Un anno di pausa forzata per motivi lavoro poi hai ricogiocare anch’io a rugby. Non mi è servito molto per capi- minciato a Mirano in serie A e da questa stagione al re che quello era il mio sport.” Da subito ti sei dimostra- Riviera. Quali le ragioni di questa scelta? “Mirano è il to un giocatore di livello nel tuo ruolo naturale di terza paese dove abito, dove ho cominciato a giocare e dove ho centro, quali sono state le tue esperienze con le squadre condiviso con gli amici molte delle mie esperienze di gionazionali? “Dopo un po’ di tempo e giocati i primi tornei ventù e di gioco. Tra questi amici c’erano Nicola Volpato sono stato invitato alle prime selezioni del CIV (Comitato e Diego Sanguin, passati al Mira, come allenatore il Interregionale delle Venezie) e da queste è iniziato il per- primo e team manager il secondo oltre a Gianfranco corso con le giovanili nazionali dapprima con l’under 17 Beda che avevo avuto come preparatore atletico a Mestre. e successivamente con le under 19 e 21. Ho partecipato a La risposta alla tua domanda è tutta qui. Se qualcuno ha molti raduni della nazionale A che a quel tempo si allena pensato a un tradimento nei confronti del Mirano non spesso con la nazionale maggiore di Gerge Coste. Da credo di aver tradito nessuno perché al Mirano sono proquesto l’esordio contro la Romania nel ‘94. fondamente legato ma ho rispettato lealmente i vincoli di Successivamente sono stato chiamato ad altri raduni ma amicizia con i miei ex compagni di gioco e amici nella evidentemente non rientravo nei programmi del tecnico e vita.” quindi le mie esperienze con la squadra nazionale sono All’inizio di questo campionato le premesse erano tutte terminate.” Hai iniziato la tua carriera con il Mirano per una posizione di classifica medio alta, ora anche se Rugby, il tuo esordio in serie A appena compiuti 18 anni, manca molto al termine della stagione guardate alle posiper passare successivamente alla Benetton Treviso nel zioni di bassa classifica, cosa è cambiato nelle aspettati2000 e poi al Petrarca Padova nel 2002. Due tra le più ve? “Gruppo nuovo, giocatori che si devono amalgamaforti squadre italiane, quali i ricordi di questi due grandi re tra di loro, un cambio di allenatore a stagione iniziata, club? “Certamente sono state due esperienze esaltanti infortuni vari e anche episodi sfortunati, vedi Catania anche se a dir il vero a Treviso ho giocato poco ma avevo dove abbiamo perso praticamente a tempo ampiamente come compagni giocatori di altissimo livello. Voglio solo scaduto, sono concause che spesso segnano il cammino di ricordare che nel ruolo di terza linea giocavano il tonga- una squadra.” no Edwars, i nazionali Mauro Bergamasco, Fabio La rosa dei giocatori e di ottimo livello basta ricordare Ongaro, Carlo Checchinato tutti giocatori importanti che oltre a te Frasson, Matteralia, SilaoLeaega , Betto, ancora oggi sono i portabandiera della nostra Nazionale Signori, Faggin, Pavin Nicola tutti giocatori con esperiena parte Checchinato che ricopre il ruolo di team manager za in super 10. Cosa manca secondo te per essere più dell’Italia rugby. A Padova invece ho giocato di più sia competitivi? “Se ritroviamo la rosa la completo senza come terza centro che come flanker. Dalle quattro presen- infortuni penso che il cammino in questo campionato sarà ze in Coppa Europa con Treviso ho sempre giocato in più che soddisfacente perchè le qualità tecniche e agonicoppa Europa a Padova e spesso partivo titolare in cam- stiche non mancano. Se poi arriverà anche un po’ di forpionato. Queste due stagioni mi hanno permesso di cono- tuna, si sa che le partite spesso sono fatte anche di episoscere tecniche di allenamento nuove, compagni italiani e di, tanto meglio e se questa non ci sarà lotteremo con tutte stranieri di valore internazionale, società di alto livello. le nostre forze per non deludere tifosi e dirigenza.” Il E’ come paragonare nel calcio chi gioca in una squadra futuro? “Ho 36 anni forse potrei giocare ancora perché di piccola provincia per passare alla Juventus, Milan o grazie a Dio il fisico è integro ma penso che il mio futuro Inter.” Il VeneziaMestre è stato un ulteriore passo impor- da giocatore arrivi fino alla fine di questo campionato.” tante della tua carriera, da prima in serie A con la conquiGiancarlo Simionato sta di due titoli italiani e il salto in Super 10. Anni diversi, società diverse, obiettivi diversi, ma lo stesso grande spirito. “Sono stati gli anni più belli della mia carriera. Un gruppo di giocatori eccezionale, l’allenatore (Eugenio Eugenio attualmente al Mogliano) amico di tutti e preparato, un gruppo dirigente sempre vicino alla squadra. Ricordi esaltanti, vittorie indimenticabili, un campionato di serie A con una sola sconfitta e la conquista del primo La squadra dei ciclisti de titolo italiano a Piacenza contro la “Il Molino” pronti alla partenza Capitolina Roma che ci ha per-

FD22N09

6 • Dolo Sport


IL PUNTO di Lino Perini

Ultime cinque giornate di un girone B di Eccellenza che ha vissuto anche nelle scorse settimane la solita disputa delle gare a singhiozzo, stavolta ci si è messo anche il Trofeo delle Regioni. Con le ultime gare giocate mercoledì si è finalmente completata la griglia e la classifica appare più chiara. Al comando l’Opitergina ha quattro Il bomber Alessandro Niero lunghezze di vantaggio sul Sottomarina nonostante la sconfitta interna assolutamente inattesa patita nel turno pre-pasquale ad opera dell’Ardita Moriago che con questo risultato ha fatto un balzo in avanti prodigioso in chiave salvezza. Il Sottomarina ha riposato e così non ha potuto approfittarne. Al terzo posto il Liapiave che ha vinto a Mestre contro l’Edo, i gialloblù non sembrano aver tratto giovamento dal secondo cambio di tecnico in panchina con l’esonero di Michele Salvagnin e l’arrivo di Sandro Gallina che non ha portato i frutti desiderati. E’ bagarre in zona salvezza dove tre squadre si dannano per evitare l’ultimo posto che significa retrocessione diretta, sono il Dolo RdB, l’Edo Mestre e l’Union CSV. C’è poi un altro gruppetto di squadre che lotta per evitare di doversi giocare la permanenza in categoria nei play-out, fra Ardita Moriago, Miranese, Marosticense, Vigontina, San Donà e Romano due dovranno sicuramente giocarsi la salvezza agli spareggi. Fuori dalla mischia solo Ponzano, Giorgione, Feltreseprealpi, Treviso e Rossano. Il Dolo RdB aveva vinto il recupero di Feltre (squadra contro la quale ha una tradizione davvero favorevole) ma la domenica delle Palme è caduto malamente a San Donà in uno scontro diretto contro una formazione reduce da appena due punti conquistati nelle precedenti cinque gare ed in caduta libera dopo un girone d’andata da prime posizioni. Sembrava l’occasione per fare un passo importante verso zone più tranquille per i ragazzi di Minto ed, invece, la rete di Boscolo ad otto minuti dal termine ha probabilmente tolto ogni speranza di salvezza diretta, ora bisognerà evitare l’ultimo posto e cercare di scalare più posizioni possibili per trovarsi avvantaggiati nei play-out. Osservando il calendario delle ultime tre squadre da qui al 9 maggio, si scopre che il Dolo RdB ospiterà al Walter Martire prima Giorgione e Ponzano che sono tranquille ed all’ultimo turno il Liapiave che dovrebbe, presumibilmente non avere più ambizioni di classifica. In trasferta due sfide insidiose a Mirano e Rossano. Non sembra un calendario impossibile a patto di riuscire a far fruttare le gare apparentemente più morbide. L’Union CSV gioca questo turno in casa con il Liapiave che ha ancora qualche speranza di giocarsi il secondo posto che vale gli spareggi e non dovrebbe avere vita facile, poi sarà di scena al Baracca di Mestre in un autentico spareggio-salvezza, quindi altra trasferta rognosa a Treviso, penultima in casa contro la Feltrese e finale a Vigonza contro una squadra presumibilmente ancora in lotta per evitare i play-out. Sembra un calendario decisamente più insidioso. Ma chi rischia di più è sicuramente l’Edo Mestre. Oggi affronterà la capolista Opitergina che vorrà riscattare l’ultima sconfitta e deve tenere a distanza le inseguitrici. Seguirà lo ‘spareggio’ interno contro l’Union CSV, quindi trasferta a Marostica contro una formazione che vorrà evitare i play-out, il 2 maggio sarà il Treviso a far visita ai gialloblù nell’ ultima gara giocata dai ragazzi di Gallina che il 9 maggio riposano. Sulla carta sembra davvero l’Edo la squadra messa peggio ma molto dipenderà dal Dolo RdB che dovrà pensare soprattutto a se stesso ed a evitare di contare sulle manchevolezze altrui. Intanto questo trentesimo turno presenta anche due sfide stimolanti in chiave salvezza: Ardita-Marosticense e Vigontina-Miranese. Ricordiamo che durante le feste la Commissione nazionale della Federcalcio ha deciso di accogliere il ricorso del Treviso avverso la sconfitta a tavolino della gara della prima (!) giornata a Vigonza così che i trevigiani hanno riavuto il punto conquistato sul campo mentre i padovani si sono visti privare di due importanti, in chiave salvezza, punti ottenuti a tavolino. Il San Donà rischia moltissimo a Sottomarina mentre il Rossano giocherà al Tenni contro il Treviso. Altra gara ‘tranquilla’ quella fra Feltreseprealpi e Ponzano. Marcatori d’Eccellenza. Con 15 reti Gazzola (Giorgione,1); con 14 reti: Tormen (Feltreseprealpi), Favaro (Treviso,2) e Sabatini (Sottomarina,3); con 13 reti De Bernard (Edo Mestre,2); con 12 reti Zane (Miranese,6); con 11 reti: Niero (Dolo RdB,5), Fruscalzo (Ardita Moriago), Voltolini (Romano,2), Benetton (Liapiave,7) e Vivian (Ponzano,1); con 5 reti Ballarin (Dolo RdB); con 2 reti Pilutti (Dolo RdB) e con una rete: Faggian, Fonti, Fontolan, Marchiori, Molin, Silvestro e Vio (Dolo RdB)

CALCIO IN PILLOLE di Lino Perini

Pasticceria Caffetteria

NICOLA BISSO ED I SOLDI CHE NON CI SONO

Nicola Bisso, il goleador dolese in forza al Legnano, il giorno di Pasqua ha fatto ritorno a casa assieme alla sua famiglia. Reduce dal successo della sua squadra contro la Pro Vercelli per 2 a 1, sua la prima rete dei lilla, Nicola ha amaramente ricordato come la società lombrada non riconosca i compensi pattuiti ai giocatori dal mese di ottobre. “Purtroppo non riceviamo soldi e subiamo anche punti di penalizzazione.” Il Legnano è in lotta per arrivare ai play-off nonostante la società non paghi i giocatori. “E’ una situazione diffusa in tutto il girone, almeno una decina le società che sono in arretrato con le spettanze.” Amara l’analisi di Nicola che del Legnano è un po’ la chioccia considerato che la rosa è composta in prevalenza da giocatori molto giovani. Alla nostra richiesta se l’anno prossimo pensa di tornare a Dolo la sua risposta è parsa sicura: “Mi sento di giocare ancora un po’ in un campionato professionistico e per ora non ci penso.” Ma a ricevere gli arretrati, sicuramente si.

di RIATO GIOVANNI E SERENELLA Via Mazzini, 132 Tel. 041 410189 - DOLO Specialità Focacce della Riviera FD06D09

Gioiello DOLO Via Mazzini, 54 Tel. 041 410054

IL VENETO S’INCHINA ALL’ABRUZZO

La 49ª edizione del Torneo delle Regioni, classico appuntamento pasquale del calcio dilettantistico di Eccellenza e Promozione, quest’anno svoltasi in Piemonte, ha visto il successo dell’Abruzzo. La rappresentativa regionale ha così ‘festeggiato’ al meglio l’anniversario del terribile terremoto che sconvolse la regione all’inizio dell’aprile 2009. A Verbania la finale del giorno di Pasquetta e la formazione allenata da Cialini si è imposta per 2-0 sui ragazzi veneti che in semifinale avevano superato agevolmente l’Umbria. L’undici di Loris Bodo si è dovuto inchinare alle reti di Acquavita al 20° del primo tempo e di Felice al 44° del secondo tempo. Comunque un buonissimo risultato per il calcio veneto da poco uscito dalla bufera federale che ha visto il presidente Gurdini ed il segretario Pozzi squalificati per due anni.

MAURIZIO MOSCA ED IL SORRISO DEL CALCIO

Si è spento all’età di 69 anni alla vigilia di Pasqua il giornalista sportivo Maurizio Mosca. Volto notissimo per la sua costante partecipazione a varie trasmissioni televisive, Mosca aveva iniziato giovanissimo in quotidiani milanesi per affermarsi poi alla Gazzetta dello Sport. Era figlio di Giovanni Mosca notissimo e qualificato giornalista e scrittore. Intelligente e spiritoso, Mosca aveva portato il sorriso nel mondo del calcio con battute e frasi celebri che sono diventate un tormentone televisivo. Malato da tempo aveva saputo mantenere ugualmente lo spirito e la voglia di lavorare e portare avanti la sua passione. Le ‘Bombe di Mosca’ sono diventate sinonimo di spettacolarità calcistica e di fantasia legata allo scoop. In un mondo, quello del calcio, troppo serioso, Mosca era riuscito ad infrangere dei tabù e far sorridere anche i protagonisti, speriamo che questo spirito di goliardia rimanga anche ora.

Costruzione e montaggio Impianti Tubazioni e Carpenteria in genere Andrea 339 6166849 Riviera Matteotti, 93 - MIRA / VE Tel. 041 422298 - Fax 041 420431

specialità pesce chiuso il mercoledì e domenica sera Via Stradona, 118 SAMBRUSON di Dolo (Ve) Tel. 041.410928 - Fax 041.5101138

Dolo Sport • 7


ANNO XXXIV - n. 6 DOMENICA 11 APRILE 2010 Editore STEFANO TROVÒ Direttore responsabile LINO PERINI

VIA DEI CAVINELLI, 27 PIANIGA 348 6430870

In Redazione: Matteo Bellomo, Mauro Poletto, Marino Salviato e Stefano Trovò Hanno collaborato: Fausto Scocco, Emiliano Saccon, Cecilia Canova, Anna Canova e Giorgio Scocco oltre a: Roberto Don, effedi, Paolo Quattrone, Stefano Borgo, Luca Damin, Luca Carraro e Giancarlo Simionato Stampa Tip. Canova Dolo - Chiuso in redazione giovedì 8 aprile 2010

DIFFERENZIARE BENE PLASTICA E METALLI Riconoscere latta, alluminio e acciaio non è difficile. E’ necessario invece porre attenzione quando si tratta di differenziare un oggetto o un rifiuto di plastica. Solo un imballaggio, (ciò che al momento dell’acquisto contiene e protegge un prodotto) potrà essere poi riciclato, lavorato e trasformato in nuova plastica da riutilizzare. Questo perché esistono molti tipi di plastica e non tutti possono essere riciclati, come per esempio i giocattoli, i bicchieri, i piatti e le posate usa e getta. Un altro aspetto molto importante per la buona riuscita del processo di recupero dei vari materiali dai nostri rifiuti è relativo alla pulizia. Plastica e lattine, ma anche vetro, carta e cartone, non devono mai avere residui di cibi e prodotti contenuti. Un vasetto di yogurt, ad esempio, deve essere sciacquato prima di essere conferito insieme alla plastica. Si tratta di un gesto che richiede un impegno minimo ma che evita che quel vasetto contamini tutti gli altri materiali, mettendo così a rischio la possibilità di riciclarli. Dopo le prime volte, questo piccolo gesto di rispetto verso l’ambiente diventerà un’abitudine in grado di fare la differenza. Due semplici domande sono in grado di eliminare ogni dubbio al momento di differenziare vetro, plastica e metalli. Prima di tutto ci dobbiamo chiedere se l’oggetto da eliminare è un imballaggio, poi se è pulito. Se la risposta alle due domande è sì, allora il rifiuto può essere riciclato. Con la plastica riciclata vengono prodotti arredamenti da giardini e per l’arredo urbano, materiali per l’edilizia, indumenti di pile, contenitori vari (non per alimenti) e imbottiture. Le lattine di alluminio, invece, vengono fuse e possono diventare, ad esempio, caffettiere o telai di finestre e per le biciclette. Le lattine di metallo e banda stagnata, invece, vengono fuse nelle fonderie per realizzare altri oggetti di metallo. Dal vetro usato si ricava invece nuovo vetro, esattamente uguale a quello che si otterrebbe utilizzando sabbia e silice prelevati dalle cave.

RIFORMA DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI Entro il 31 dicembre 2011 gare per affidare acqua e rifiuti o vendere il 40% E’ legge la riforma dei servizi pubblici locali, tra i quali l’igiene urbana e il servizio idrico integrato. Nelle scorse settimane prima il Senato poi la Camera hanno approvato la nuova legge di riforma e a metà dicembre è passato anche il regolamento di attuazione, che indica le norme di applicazione della nuova legislazione. La riforma introduce alcune novità formali e sostanziali. Per prima cosa esclude i trasporti ferroviari e la distribuzione di gas ed energia elettrica, concentrandosi esclusivamente sui servizi comunali: idrico integrato, igiene urbana e trasporto pubblico locale. Introduce in particolare uno schema fisso di modalità di gestione, con tre possibili opzioni: servizi pubblici locali affidati con gara a pubblica evidenza; «cessione al privato scelto con gara pubblica (il

8 • Dolo Sport

Cell. 339 4050253 via E. Toti, 59/W - Mira - VE

redazione@dolosport.it - Per la pubblicità su questo periodico 041412598

I materiali da separare non devono avere residui di cibi o prodotti contenuti

BC14F10

info@Revolution-Tecnologie.com

Internet & Web Solutions - Consulenza ed Assistenza Tecnica Vendita Hardware & Software su Misura Vendita Notebook e Palmari Posa di Reti Cablate - Creazione CD Rom & Multimedia Corsi di Formazione

vincolo imposto è che si tratti di un imprenditore con compiti operativi) del 40% delle società pubbliche affidatane di servizi pubblici. Nel bando devono essere indicate la durata dell’affidamento e la disciplina che regoli alla scadenza i rapporti tra il privato e l’ente affidante; affidamento diretto dei servizi a soggetti che possiedano i requisiti per il cosiddetto in house. Questo è possibile in via eccezionale solo per servizi del valore inferiore a 200.000 euro e in città con meno di 50.000 abitanti, previo parere dell’Autorità Garante del mercato e della concorrenza. La nuova disciplina ha inoltre fissato al 31 dicembre 2011 la scadenza automatica degli affidamenti esistenti, disciplinando un regime transitorio anche per le aziende quotate in Borsa. Ci vorrà dunque tempo per progettare nuovi sistemi e bandire le gare, e la data fissata del 31 dicembre 2011 è molto vicina. Per questo motivo potrebbe slittare il termine di scadenza degli affidamenti lasciando spazio alle prosecuzioni, dal momento che i servizi pubblici locali sono essenziali per la vita dei cittadini e delle città e quindi non si possono interrompere o abbandonare.

PROGETTO SCUOLE DI VERITAS 300 CLASSI E 6.000 STUDENTI Ha preso il via il Progetto Scuole di Veritas, rivolto agli istituti scolastici dei Comuni serviti. Hanno aderito oltre 280 classi elementari, medie e superiori, per un totale di circa 6.000 alunni e studenti. Le scuole hanno potuto scegliere tra diversi argomenti in tema di acqua, rifiuti ed energia (quattro moduli per elementari e medie, tre per le superiori), trattati con un linguaggio adeguato all’età e alla preparazione dei partecipanti. Alla fine del ciclo scolastico sono previste varie iniziative e visite guidate agli impianti. L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio della Provincia di Venezia, degli Ambiti territoriali ottimali Laguna di Venezia e Venezia ambiente e di alcuni Comuni. L’attività in classe, che si concluderà con la fine dell’anno scolastico 2009/2010, sarà svolta da operatori di Veritas, opportunamente formati. CALL CENTER

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

Da lunedì a venerdì, dalle 8,00 alle 12,30; martedì, mercoledì e giovedì anche dale 14,00 alle 17,00 TELEFONO 041.7291811 FAX 041.7291851 e-mail : clientidolo@gruppoveritas.it

NUMERO GRATUITO 800-011249 SEGNALAZIONE GUASTI CALL CENTER

SERVIZIO IGIENE AMBIENTE

Da lunedì a sabato, dalle 8,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,00 TELEFONO 041.7291931 FAX 041.7291950

tratto da Veritas Notizie e www.gruppoveritas.it

COSTRUZIONI MO NTAGGI C ARPEN TE RIA

Periodico del Club Biancogranata Ass. Culturale Senza Scopo di Lucro Iscritta all’Albo delle Associazione Dolesi n. 103 Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1422 del 22 maggio 2002 via A. Manzoni, 18 - Dolo (Ve) Tel. 041412598

www.Revolution-Tecnologie.com

Dolo Sport n.06 del 11 aprile 2010  

Dolo Sport - anno XXXIV - n. 1 DOMENICA 10 GENNAIO 2010 - Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1422 del 22 maggio 2002 Editore STEFANO...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you