Issuu on Google+

INFORTUNISTICA STRADALE

INFORTUNISTICA STRADALE Mestre - San Donà DOLO - Tel. 041 5101938 www.studio-3a.net

Abbiamo ricevuto una lettera dell’ex assessore Vittorio Bisso, fratello dell’ex giocatore dolese Sergio Bisso e zio degli ex giocatori Luca e Nicola, che ha criticato in modo pacato ma deciso il mancato festeggiamento dei 100 anni del calcio Dolo. Come sempre abbiamo ritenuto di pubblicare la lettera in quanto i contenuti, pur critici, erano espressi con toni moderati e non offensivi. Nel frattempo, prima dell’uscita di que-

www.dolosport.it ANNO XXXIV

N. 1 - DOMENICA, 10 GENNAIO 2010

l’ex assessore Bisso scatena la polemica

sto periodico, Bisso aveva provveduto a recapitare la stessa missiva anche ai quotidiani locali e naturalmente ciò ha acceso una polemica sfociata con una risposta apparsa nel sito del calcio Dolo e, perciò, ci ha indotto a chiedere sia all’attuale assessore allo sport Simone Cercato che ai vertici del calcio Dolo di fornire le risposte, se dovute. Dalle

101 anni di vita, forse questo numero sarà quello giusto per ricordare tante storie, tanti avvenimenti, tanti amici e tanta parte della nostra comunità vissuta con passione e a tratti con nostalgia. I 100 anni del Calcio Dolo, che proprio nel 2009 cadeva, non sono bastati per ricordare e richiamare alla memoria la lunga storia della società sportiva. Ci attendevamo, anche se piccola, una ricorrenza che desse il giusto risalto ad una fetta importante della

Calcio Dilettanti

Periodico del Club Biancogranata

repliche emerge la convinzione di un interesse politico, a pochi mesi dalle elezioni a Dolo, nell’uscita di Vittorio Bisso. Non è opportuno in questo periodico alimentare discussioni che esulino dal mondo dello sport e speriamo che la scelta di Bisso sia esclusivamente finalizzata a favorire e spronare Società di calcio ed Amministrazione

Il centenario del Calcio Dolo

storia recente del nostro comune. Ma si sa, è la passione che ti carica e ti fa amare le piccole grandi cose che stanno ai margini della vita quotidiana. La famiglia, il lavoro e poi il resto... Una parte “del resto” se lo prende lo sport, vissuto da atleta o da spettatore., ma comunque vissuto, perché ormai è parte della nostra vita. Non serve essere cal-

Date dei recuperi poco appropriate

La giornata di campionato del 20 dicembre scorso, annullata per le condizioni meteorologiche, sarà recuperata per tutti i tornei il 21 febbraio, data precedentemente prevista quale sosta per la disputa delle finali della Coppa Italia fase regionale e del Trofeo Coppa Veneto. E’ la prima volta, perciò, che il girone di andata ha un’appendice a febbraio e sino ad allora non si conoscerà il nome della squadra campione d’inverno, titolo insignificante d’accordo ma pur sempre simbolico. Al di là di tutto appare preoccupante prolungare a tale data la disputa della quattordicesima giornata occupando l’unica data libera del girone di ritorno, Pasqua a parte, considerato che le condizioni del tempo potrebbero indurre altri rinvii. E’ il secondo anno consecutivo che la domenica prima di Natale l’intero programma dilettantistico viene annullato e pare incredibile che la Federazione non vi abbia pensato prima definendo ipotesi e soluzioni adeguate. L’anno scorso le feroci polemiche per il recupero disposto la domenica dopo Natale, stavolta addirittura il rinvio di oltre due mesi. L’impressione è che non tutto funzioni al meglio all’interno della Federazione. A maggior ragione se si tiene conto che mercoledì 6 gennaio sembrava una data ottimale per rigiocare (lontano da Natale e Capodanno e quattro giorni prima della disputa dell’ultima giornata d’andata!). Restiamo perplessi. (Perini - a pagina cinque)

...difendiamo i Tuoi diritti!!!

comunale a darsi da fare per celebrare degnamente un avvenimento che è sentito moltissimo e che sicuramente avrà presto degna celebrazione considerato che anche noi di Dolo Sport ci stiamo attivando come cita l’assessore Cercato. Se non fosse così, riteniamo allora che queste polemiche, restando nel mondo del calcio, assomigliano molto ad un autogol. Lino Perini

ciofili per rendersi conto che 100 anni di attività per una associazione sportiva è qualcosa di importante e che va oltre lo sport fine a se stesso. L’associazione sportiva Calcio Dolo in tutti questi anni è stata, centro ricreativo, di incontro e relazioni, scuola di vita per migliaia di giovani, punto di riferimento per i genitori, insomma una grande risorsa, che pochi comuni in Italia possono ritenersi orgogliosi di avere. (segue in pagina sette)

La Protezione Civile a Dolo

La Protezione Civile è nata a Dolo 11 anni fa grazie all’impulso dell’allora consigliere comunale Marino Comin diventato poi presidente e coordinatore del Gruppo. L’amministrazione comunale dolese ha pensato di fondare questa “istituzione” chiedendo alle già presenti associazioni che lavoravano nella tutela dell’ambiente e nel sociale di formare un gruppo che si dedicasse alla previsione, alla prevenzione ed al soccorso in caso di eventi che si potevano manifestare nel territorio comunale e non. I rappresentanti di Croce Rossa, WWF, CAI, ARCI, Serenissima Sub, Podisti Dolesi ed altri singoli cittadini hanno quindi portato a battesimo l’Associazione Volontari di Protezione Civile “Riviera del Brenta” di Dolo. Subito dopo si è deciso, per obblighi di legge, di trasformare l’associazione in Gruppo Comunale, organismo quindi fatto di volontari ma strettamente collegato all’Amministrazione Comunale, ricordiamo infatti che il primo responsabile della Protezione Civile è il Sindaco del Comune interessato. Per capire che cos’è la Protezione Civile bisogna però specificare che i volontari sono “solo” l’ultimo anello di (De Gasperi - a pagina quattro)

Siamo a vostra disposizione tutte le domeniche


Inserto pubblicitario

Entrare al Calamaro è come lasciarsi andare in un viaggio a ritroso nel tempo, come il calamaro che viaggia a ritroso nelle profondità marine. Ad evocare questo viaggio anche il nome dell’Osteria oltre all’arredamento curato fin nei minimi particolari. Grazie alla cucina della signora Marisa ed alla guida di Valter e Luca l’avventore riscoprirà la genuinità dei tempi passati riscoprendo la naturalezza di un saluto cordiale e di quattro chiacchiere fra amici.

Osteria Al Calamaro Via Mazzini, 13 - Dolo (Ve) Tel. 041 464795 - Chiuso il martedì

2 • Dolo Sport


Il presidente della Pro Loco Giuliano Salvagnini fra bilanci e programmi futuri

DOLO. Fu il presidente del comitato promotore, quindi il vice presidente e da febbraio è divenuto il presidente della Pro Loco di Dolo. Con Giuliano Salvagnini facciamo il punto dell’attività svolta e guardiamo ai programmi del prossimo anno. “Ho preso in mano la situazione alla vigilia del Carnevale dei Storti che ancora una volta si è rivelato come una delle maggiori attrazioni della zona. Poi c’è stata l’organizzazione dei festeggiamenti del patrono di San Rocco che hanno riscosso un lusinghiero successo. Proseguendo - fa notare Salvagnini - è stata finalmente valorizzata la festa della Madonna della Salute che ha riscosso un notevole successo sia per l’innovazione delle gite lungo il Naviglio e con le carrozze a cavallo, la salita al Campanile ma anche per la presenza del teatro tenda con stand gastronomico. Particolarmente riuscita e gradita la commedia ‘Il fantasma della contessa Dauli’ sul tema del Mistero che era stato proposto a livello regionale.” C’è stato un po’ di malumore per la mancanza di luminarie in questo periodo natalizio? “E’ dispiaciuto anche a noi ma l’Amministrazione comunale ha dovuto necessariamente tagliare i fondi garantendoli solo per le manifestazioni di massimo richiamo.” Si sta attivando per il 2010, quali sono i programmi? “Cominciamo con la festa di San Valentino di metà febbraio a Sambruson, una manifestazione che subirà inevitabilmente dei disagi per i lavori di ristrutturazione che sono in corso nella frazione. Si passerà quindi alla trentaduesima edizione del Carnevale che nel 2010 si svolgerà il 7 marzo e che sarà anticipata il giorno precedente da manifestazioni di contorno a Villa Angeli che coinvolgeranno soprattutto i bambini ma probabilmente sarà abbinata anche la festa del Calcio Dolo che compie cento anni. Naturalmente ci sarà, quindi, la grande festa di san Rocco che l’anno prossimo si svolgerà dal 7 al 17 agosto e che avrà il consueto clou con la fiera del bestiame del 16 agosto e con lo spettacolo pirotecnico la sera del 17 agosto.” Ma nei programmi del 2010 del presidente della Pro Loco vi sono altre novità: “Ad ottobre, dal 9 al 17, ci sarà la festa del vino a Sambruson con serate danzanti, animazione, degustazioni d ovviamente stand eno-gastronomici mentre si ripeterà, dopo il bel successo di quest’anno, la festa della Madonna della Salute del 21 novembre con un programma di più serate e con la degustazione della ‘Tortona di Dolo’ dolce tipico con ricetta depositata e registrata. Insomma stiamo lavorando per rendere sempre più interessanti e ricche le manifestazioni in programma nel prossimo anno.” Lino Perini

GOCCE di EMOZIONI antologia rivierasca

Ad un mese dall’uscita del libro Gocce di Emozioni oltre al buon numero di vendite, raccogliamo consensi sempre più numerosi da chi il libro lo ha letto. E’ sempre più frequente sentirsi dire “Non credevo che fosse così bello.” Considerazioni che fanno piacere perché vengono da chi legge abitualmente ed anche da chi non trova abitualmente il tempo da dedicare alle lettura e nella formula dei racconti brevi trova il giusto equilibrio fra la voglia di leggere e le esigenze della vita frenetica a cui siamo costretti. Molti nostri lettori si dicono colpiti dalle presentazioni fatte da Matteo Bellomo che ha saputo descrivere con parole misurate le diverse anime di questo libro figlio della vitalità culturale rivierasca. Un libro da non perdere dunque che, per struttura, bene racconta le nostre storie con semplicità e naturalezza. Il libro è acquistabile presso i punti vendita che hanno creduto nel nostro progetto; libreria LOVAT di Padova; a Dolo presso la libreria MORELLI di via Matteotti, la fioreria ELITE di via Piave, edicola STRADIOTTO ed il panificio TERRIBILE di via Mazzini, edicola MUTA di via B. Cairoli; a Sambruson presso la tabaccheria di via Don Sturzo e l’edicola DA PAOLA via Argine Sx; a Cazzago presso l’edicola di GIUSEPPE in piazza IV Novembre e l’edicola di via Provinciale Sud; oppure direttamente dall’editore laboratorio.ds@dolosport.it 3478379992 Buona lettura

Ciao Fiosso

(s.t.) L’antivigilia di Natale è stato un giorno triste per tutti noi di Dolo Sport e per i moltissimi amici di Umberto Bertan che ci ha lasciati dopo una lunga malattia che lo ha minato nel corpo ma non nello spirito. Berto era un punto di riferimento importante per molte persone che conoscevano ed apprezzavano il suo carattere gioviale e la sua generosità sconfinata. I più fortunati, poi, potevano contare sulla sua amicizia che ti scaldava il cuore anche solo per un momento per un saluto per il suo “fiosso” detto per affermare “anche tu sei la mia famiglia”.

Berto era un grande imprenditore che ha saputo creare dal nulla una ditta solida ed autorevole nel proprio settore che rappresentava un punto di riferimento per migliaia di famiglie che hanno arredato la propria casa con i mobili di Berto. Berto conosceva i segreti del commercio e quelli del mobile di qualità, quello che potevi dire con orgoglio “l’ho preso da Stile” e tutti sapevano di cosa stavi parlando. Berto era anche un grande intenditore di musica liscio quella vera, quella di Casadei e della grande scuola romagnola che suonava la tromba con una propria orchestra di amici. Da oltre trent’anni sostenitore e lettore di Dolo Sport, Berto da sempre ci ha affiancato in tutte le nostre iniziative fin da quando per l’organizzazione della Veglia dei Moccoli riusciva a portare grandi voci: memorabile la partecipazione di Luciano Taioli. Grande il suo supporto alle opere della sua Arino, un amore forte nato nel 1967. La redazione di Dolo Sport porge le più sentite condoglianza alla grande famiglia Bertan: la moglie Olide, ai figli Marisa, Graziano e Graziella, alle nuore, ai generi ed ai nipoti. Ciao Fiosso

OFFICINE CERCATO srl

costruzioni metalliche Attestazione SOA Cert. ISO 9001:2000

Via Riviera del Brenta, 244/A FIESSO D’ARTICO (Venezia) Tel. 041.5160665-5160133 - Fax 041.5160133 officinecercato.officine@tin.it

Ga rd ens -P av

Fitodepurazione Depuratori Solai Prefabbricati

Vasche Gardens-Pav... peccato interrarle!

Via Romea, 156 Legnaro Padova Tel. 049 641591 Fax 049 641913 www.gardenspav.it

Dolo Sport • 3


La Protezione Civile a Dolo

Progettazione costruzione manutenzione

Impianti

Elettrici Civili Industriali Stradali Automazioni - Tecnologici Termoidraulici e Condizionamento Antifurto

S.I.E.L.V. srl - Zona Ind. VIII Strada, 9 FOSSO’ (VE) Tel. 041 5170039 - fax 041 5170507

MGN INGROSSO ABBIGLIAMENTO

s.r.l.

Via dell’Artigianato, 37/2 Tel. 041.4196855 - Fax 041.5132521 CAZZAGO di Pianiga (Venezia)

e t i l E a i r Fiore Via Piave, 20 Tel. 041.410322 DOLO (Venezia)

LA TERMOIDRAULICA Specializzati in impianti di riscaldamento a pavimento impianti idraulici e condizionamento di Zabeo A. & Formenton S. Via A. Fogazzaro, 19 - Tel. e Fax 041.5100488 CAZZAGO di Pianiga (Venezia)

(da pagina uno) una Locale nelle manifestazione catena istituzionale che sportive, culturali e folcloristiparte dal Dipartimento che più importanti; non a caso Nazionale che coordina abbiamo usato la parola supporun’organiz-zazione che to: i volontari lavorano infatti comprende il Corpo sempre in affiancamento agli Nazionale dei Vigili del organismi istituzionali ed ai proFuoco, le Forze Armate, fessionisti. Non meno importanle Forze di Polizia, il ti sono le esercitazioni che perioCorpo Forestale dello dicamente vengono eseguite e le Stato, i Servizi Tecnici attività di educazione alla sicuNazionali, i gruppi di rezza che si svolgono nelle scuoricerca scientifica, il le, proprio quest’anno è in corso Servizio Sanitario un progetto in collaborazione Nazionale, la Croce con il Comune di Dolo, la Rossa Italiana, il Corpo Direzione Didattica di Dolo, Nazionale di Soccorso l’Associazione Nazionale Vigili Alpino, ed appunto, le del Fuoco di Venezia, l’ULSS 13 organizzazioni di volone la Polizia Locale della Riviera tariato. Queste ultime del Brenta con lezioni in classe sono coordinate a loro ai ragazzi delle elementari. volta dagli Uffici e dalle Protezione Civile di Dolo. In piedi: Claudio Battan, Nicola Resta, Antonio Compito dei volontari è anche Sale Operative di Chioatto, Renzo Segato, Willi Montin, Paolo Fossato, Roberto Corrò, Mario indicare agli organismi compeRegione, Provincia e Caporin, Luciano Levorato, Vincenzo Alabò, Luca Moggian, Domenico tenti le situazioni di potenziale Mauro Corrò, Luigi De Cristofaro, Davide Bisso e Vittorio Bisso; pericolo. Il Gruppo Comunale di Comune. Non dobbiamo Caregnato, accovacciati: Fabio Tollin, Marziano Convento, Giancarlo Maschera, Marino dimenticare però che Comin e Paolo De Gaspari. Dolo comprende una sessantina protezione civile la deve di aderenti di cui 33 operativi e fare anche il singolo cittadino segnalando possibili rischi, quest’anno siamo particolarmente orgogliosi di aver accolto 8 cercando di evitare situazioni di pericolosità e comportando- nuovi volontari giovani e motivati che stanno facendo il si responsabilmente nei confronti del bene pubblico e del- Corso Base per diventare Operatori di Protezione Civile. Per l’ambiente che lo circonda. Ecco quindi che il gruppo dolese tutti citiamo chi da anni ci stimola e ci accompagna con entusi è inserito in questa organizzazione che come si può capire siasmo e professionalità e cioè il gruppo dirigente: il coordirichiede competenze e professionalità di vario tipo ma che, natore Marino Comin, il vice Giancarlo Maschera e il responcome per qualsiasi organismo volontario, non può prescinde- sabile delle strutture e dei mezzi Vincenzo “Paolo” Alabò. Un re dalla passione e dalla voglia di aiutare il prossimo e tutela- grazie comunque va a tutti i volontari, ai cittadini ed alle re il territorio. I volontari dolesi già nel 1999 hanno parteci- associazioni che ci sostengono ed agli amministratori comupato all’Operazione Arcobaleno in Albania in aiuto alle popo- nali che in questi anni si sono succeduti, che hanno innanzilazioni colpite dalla guerra dei Balcani, nel 2000 c’è stata tutto creduto in noi e quindi ci hanno aiutato con mezzi, matel’emergenza per la possibile esondazione del Po, negli anni riali e fondi. successivi sono intervenuti in occasione di calamità nel terri- Per chi volesse entrare nel gruppo o solo avere altre informatorio regionale e quest’anno hanno partecipato a 5 missioni in zioni, il sabato mattina presso la sede di via Brusaura a Abruzzo in aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto. L’ Sambruson (vicino alle scuole medie), troverete sempre qual”ordinaria amministrazione” comprende però interventi nel cuno di noi. territorio di Dolo in caso di maltempo e allagamenti con il Paolo De Gaspari Segretario Gruppo Comunale prosciugamento di scantinati, garage e strade, le attività di Volontari Protezione Civile Dolo supporto in caso di neve e ghiaccio, il supporto alla Polizia Mala tempora currunt. Il veloce scambio tra 2009 e 2010 non è cominciato come tutti avremmo sperato. Ecco, in rapida sintesi, cosa è accaduto. • Il Prefetto di Venezia è Corsivo rimosso dal di Matteo Bellomo stato Ministro dell’Interno a pochi mesi dalla sua nomina: motivo del singolare provvedimento, che non trova precedenti nella storia repubblicana, non essersi opposto alla creazione del villaggio Sinti di Mestre. “Ma come mi potevo opporre?” sembra aver detto il povero ex Prefetto “tutti i ricorsi presentati da chi osteggiava il villaggio sono stati bocciati. Quel campo per la legge è legittimo nonostante la fiera opposizione della Lega Nord in Provincia e in Parlamento!”. • L’antivigilia di Natale la Regione Veneto ha concesso il via libera alla Romea Commerciale: la nuova autostrada si allaccerà a Roncoduro e taglierà a metà Sambruson. Oltre al disastro che questa soluzione comporterà, quello che fa più rabbia è che dei tanti progetti alternativi la compagine di Governo della Regione non ha tenu-

M AC E L L E R I A & R O S T I C C E R I A

DA M A S S I M O

L A Q UA L I T À È LA NO S TR A SP E CI A LI T À

V I A C A N T I E R E, 3 3 - D O L O ( V E) - T EL . 0 4 1 . 4 1 0 5 16

4 • Dolo Sport

to minimamente conto. PD e UDC avevano proposto di poter valutare due soluzioni diverse: l’allacciamento della Romea nel padovano o il raddoppio dell’attuale strada. Nulla di tutto questo: il progetto più economico per la società che è chiamata a realizzare l’opera è proprio quello che prevede di tagliare a metà la Riviera del Brenta, quindi PDL e Lega Nord non ne hanno fatto valutare alla commissione regionale preposta nessun altro. • Il 31 dicembre, con una perfetta ed evidentemente consolidata tempistica pre – festiva, è arrivato il via libera all’elettrodotto Dolo – Camin: una struttura enorme con piloni alti oltre 60 metri. Anche in questo caso non è stata neppure presa in considerazione l’ipotesi alternativa proposta dai Sindaci della Riviera: l’interramento dell’elettrodotto come accade, ormai, in tutto il mondo. Anche in questo caso la “soluzione B” era troppo costosa per chi è chiamato a realizzarla, quindi si procede alla realizzazione di una mega struttura aerea. Unica prescrizione per la società che dovrà costruire l’opera? Che i tralicci siano dipinti di azzurro per mimetizzarsi con il cielo… • A Trento una donna è morta perché

l’ospedale non è le ha spedito, per circa un anno, i referti del pap test che le diagnosticavano un tumore. Un carcinoma affrontabile se preso per tempo, ma ovviamente letale se le cure possono cominciare solo dopo un anno dal presentarsi della patologia. Questione di francobolli che mancavano, si sono giustificati all’ospedale… • Ancora malasanità protagonista. In Puglia due neonati sono morti nel giro di pochi giorni all’ospedale di Foggia per cause ancora da chiarire, pare per delle infezioni contratte all’interno del nosocomio. Il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria getta acqua sul fuoco: “si è trattato solo di un caso sfortunato non c’è relazione tra i due eventi”. • Chissà cosa potrà dire, invece, il responsabile dell’ASL di Bari alla famiglia dell’ottantenne morto perché l’ambulanza che doveva soccorrerlo è ripartita con il portellone aperto facendolo sbattere violentemente ed in maniera letale sull’asfalto.

Gioielli Danieli di Marco Danieli CHIMENTO - COMETE - PACIOTTI - BROS WAY D&G - ROSSO AMANTE - TISSOT - CAVALLI FOSSIL - NAUTICA - GUESS - SWEET YEARS

Via Garibaldi, 42 - DOLO / Venezia - Tel. 041 410353


Low Kick... la nuova kickboxing

Da qualche giorno si sono chiuse le porte di questo lungo 2009, imbocchiamo la strada di un nuovo anno ricco di speranze ed aspettative. Anche il Rada’s Fighting Team si appresta a tirare le somme ed il quadro che ne esce fa ben sperare per i mesi a venire. Nel mese di dicembre due sono state le competizioni che hanno impegnato i giovani fighters rivieraschi. Il primo sabato del mese cinque tra i migliori atleti del Team hanno raggiunto il palazzetto sportivo di Pisa, dove si teneva la prima fase eliminatoria valida per la nazionale italiana low-kick light. Questa disciplina, che da qualche anno sta prendendo quota nel Paese, prevede Jessica Puliero, M° Radames Boscaro l’uso dei calci a livello tibia-coscia e ed Elisa Cacco ricorda, seppur in maniera più soft, la più classica ed antica Muay Thai. Il maestro Radames, che crede molto in questa nuova variante della kick boxing, ne insegna da tempo l’arte ai suoi atleti ed ora ha potuto raccoglierne i frutti. Edifizi, Trotta, Talmazang, Ditadi e Cacco Elisa hanno dettato i ritmi di questo prestigioso torneo nazionale, conquistando 3 ori, 1 argento ed 1 bronzo. Non solo, hanno ricevuto tutti le congratulazioni dei commissari tecnici della Nazionale, episodio che getta ottime basi per la conquista della maglia azzurra in vista degli impegni internazionali 2010. Ad una settimana dalle vittorie di Pisa, instancabili, le due agoniste Cacco e Puliero percorrevano più di 500 km per raggiungere lo sperduto paesino di Pakrac (Croazia) per disputare L’Open nazionale. Le nostre, psicologicamente rinvigorite dai recenti successi, hanno deciso di osare gareggiando nella lowkick contatto pieno, sfidando ragazze croate molto esperte e in categorie di peso superiori, vista l’assenza di iscritte nei pesi mosca. Dopo un’odissea durata 15 ore, le due atlete hanno sconfitto una ad una le avversarie, combattendo le 2 finali a notte inoltrata. La tribuna, colma di sostenitori croati (a testimonianza di come all’estero siano ben visti gli sport da combattimento) cercava di fare pressione alle atlete dolesi, che tuttavia non si sono lasciate in alcun modo intimorire e, colpo su colpo, hanno domato le rivali andando a conquistare 2 meritate medaglie d’oro. Alla fine, tra l’incredulità, la stanchezza e la gioia della vittoria, persino il pubblico, che prima inneggiava alle atlete di casa, s’è alzato in piedi ed ha riservato ad Elisa e Jessica un caloroso e meritato applauso. Contentissimo il M° Radames Boscaro, che ha visto assegnare ad Elisa un ulteriore riconoscimento in qualità di Bestfighter Woman LowKick Full. Una serata davvero intensa, in un mese da ricordare ma non da rimpiangere… il 2010 è appena iniziato, ed il Rada’s Team è già pronto a spiccare il volo. Jessica Puliero

• A Venezia un manipolo di minorenni, sia ragazzi che ragazze, ha tentato di dare fuoco ad un barbone. Lo hanno fatto per noia, per gioco, per disprezzo e, aggiungo io, forse per paura di tutto quello che ancora non conoscono: ovvero il loro futuro. • Si moltiplicano gli allarmi bomba in Italia. Quasi quotidianamente viene lanciato un allarme, si chiudono scali aeroportuali per pacchi sospetti, i tribunali sono sotto pressione per plichi non identificati. Il clima è talmente brutto che nella sede del Consiglio Regionale del Veneto sono stati fatti brillare i pacchi dono natalizi inviati dall’Enel ai politici. Allo scanner si vedevano fili ed interruttori e, considerato il clima, sono stati chiamati gli artificieri. Essendo Enel ed essendo i doni delle lampade un po’ di fili e di interruttori erano inevitabili, tant’è… meglio prevenire. • A Pisa un ragazzo è morto per un attacco cardiaco. Recatosi in ospedale al sopraggiungere dei primi sintomi gli

hanno detto di tornare a casa tranquillo: secondo i medici aveva solo fatto uno strappo muscolare… • Mario Balotelli ha mandato a quel paese il pubblico veronese reo, a suo avviso, di averlo appellato con epiteti razzisti nel corso dell’incontro Chievo – Inter. Secondo il giocatore i tifosi della città scaligera sarebbero tra i peggiori per quello che riguarda il “tifo contro”. Il Paese si è spaccato tra chi sostiene che gli arbitri, cosa per altro già prevista, dovrebbero interrompere i match in caso di cori razzisti e chi pensa che il giocatore di colore un po’ ci marci e bolli ogni forma di contestazione nei suoi confronti come un attacco al colore della sua pelle. Il sindaco di Verona è intervenuto sostenendo che Balotelli ha le traveggole, è spocchioso e, proprio per questo non sarà mai un campione. Forse il primo cittadino ha ragione, certo sentirlo dire da lui che è appena stato condannato per istigazione all’odio razziale fa un po’ sorridere. • I nuovi treni superveloci italiani non funzionano. Tre convogli su quattro arrivano in ritardo e tutti i treni locali dei pendolari restano fermi: per far andare i Freccia Rossa, infatti, viene

Calcio Dilettanti

Date dei recuperi poco appropriate

(da pagina uno) Ma un’eccezione c’è a questa disamina e riguarda il famigerato girone B dell’Eccellenza che dovendo disputare ben quattro turni in più si è sobbarcato gare anche nei giorni del 3 e 6 gennaio come pure aveva già impegnato il 21 febbraio, oltre al 24 febbraio, sicché il recupero del 20 dicembre si giocherà il 27 gennaio, turno ulteriore infrasettimanale. Gennaio mese a rischio per le condizioni atmosferiche vedrà le squadre di questo girone dell’Eccellenza in campo sette volte (!!). E non è finita perché la Miranese che è impegnata nel ritorno della semifinale di Coppa Italia contro i veronesi del Somma, all’andata ha perso per 1-2, giocherà la sua sfida il 20 gennaio e quindi sarà in campo otto volte. Aggiungiamoci altre cinque gare a febbraio per un totale di dodici incontri in due mesi. Un bel tour de force che potrebbe stroncare anche una formazione professionistica, figuriamoci una squadra di dilettanti. Per quanto riguarda il Dolo RdB la sfida del 27 gennaio proporrà come avversario proprio i cugini bianconeri ed almeno questa sembra esser una buona cosa visto che la squadra di Sebastiano Romano potrebbe arrivarci con la lingua a penzoloni. Al vantaggio per il Dolo che affronta una diretta rivale per la salvezza, corrisponde l’obiettiva considerazione che questo calcio va gestito in modo più razionale e logico altrimenti davvero rischia di saltare in aria. Lino Perini

spostata tutta la corrente elettrica da una linea all’altra così i superveloci arrivano tardi e i “lenti” non partono perché hanno ceduto tutta la loro energia ai nuovi nati. L’Amministratore Delegato di Treni Italia nei giorni delle grandi nevicate ha invitato i passeggeri ad armarsi di pazienza, una copertina ed un panino perché i tempi di percorrenza non erano garantiti. In tutto il resto d’Europa nevica anche più che in Italia e quello che è successo da noi non ha eguali come non esistono, in tutto il Mondo occidentale, dichiarazioni simili a quelle del “capo dei treni italiani”: per molto meno, in democrazie più evolute, si pretendono le dimissioni. • L’informazione nel nostro Paese è sempre più compromessa: il giornalista Pierluigi Paragone ha sfacciatamente dichiarato di essere stato nominato vicedirettore di Rai 2 perché gradito al PDL ed alla Lega non perché bravo. Mala tempora currunt e non è ancora finita! Speriamo che dopo questo 2009 tanto difficile ed umanamente faticoso e nonostante i primi giorni del 2010 siano stati altrettanto brutti le cosa possano volgere al meglio.

Via Dauli, 26 - Dolo / Ve Tel. 041411608

Da oggi la Corona offre agli amanti del pesce e non solo specialità tipiche della Riviera ma anche delle pietanze multietniche che spaziano dalla famosa Builla Baisse francese alla Paella e Sangria spagnola, dal vero Sushi e Sashimi alla cucina asiatica e birmana. Vi aspettiamo per soddisfare il vostro palato.

RIVIERA NUOTO DOLO

Via Arino, 9 - Tel. 041.412891 DOLO (Venezia)

• TRASPORTI ECCEZIONALI Concessionaria servizio CARRELLI STRADALI FERROVIARI a domicilio per le Stazioni di MESTRE - CONEGLIANO SACILE - NOALE

• MOVIMENTAZIONE CONTAINERS • TRASBORDI

Sede legale: TRASPORTI CHIARENTIN OLINDO snc di Chiarentin Olindo & C. MIRA PORTE (VE) - Via Lanza, 8 - Tel. 041.420444 - Tel. e Fax 041.420328 Sedi secondarie scali FS: MESTRE / VE - Via Trento, 7 Tel. 041.926455 - Fax 041.935383 CONEGLIANO / TV - Via Matteotti, 1 - Tel. 0438.411637 - Tel./Fax 0438.21287 - SACILE/PN - Piazza Libertà, 1

Le nostre filiali: FIESSO D’ARTICO, nuova apertura ARINO DI DOLO - BOJON - CALTANA - CAMPONOGARA - CONCORDIA SAGITTARIA DOLO - ERACLEA - FOSS0’ - LIETTOLI - MALCONTENTA MIRA PORTE - ORIAGO PRAMAGGIORE - PROZZOLO - SAN DONA’ SAN PIETRO DI STRA - SANTO STINO

Dolo Sport • 5


Eh si! in tutte le discipline sportive, in P a r t i c o l p i e d e g i u s t o una stretta fascia che collega tutte le attività lavorative, prima di l’avanpiede al tallone. Quando il una competizione, prima di una rappiede ha un arco particolarmente alto presentazione artistica, in un discorso viene definito piede in supinazione. in pubblico, etc. è fondamentale parSi definisce tipologia ad arco nortire con il piede giusto. “Parti col male quando il piede lascia piede giusto” vuole essere una rubriun’impronta parziale. L’avanpiede ca che si occupa di diversi argomenti ed il tallone sono collegati da una inerenti lo sport, chi lo pratica o si fascia laterale abbastanza ampia che appresta a praticarlo, e il modo di tende ad avere un’impronta sulla praticarlo. Ci sarà un nuovo sottotitoparte esterna. Questa impronta si lo per ogni tema affrontato che potrà inserisce nella categoria neutra. Si svilupparsi in più puntate. Ma per inidefinisce tipologia ad arco basso ziare bene è essenziale soprattutto quando il piede lascia un’impronta quando si parla di piedi veri e propri: quasi completa, non si nota la curvaintendo quella parte del corpo comtura verso l’interno. Ciò indica una posta da ben ventisei ossa di diverse dimensioni che colla- pronazione del piede tipica delle persone con il piede piatborano tra loro in modo perfetto attraverso i tendini, i lega- to o verso il piatto. La tecnologia ha fatto passi da gigante menti ed i muscoli che sostengono il nostro corpo. Il piede ed è in continua evoluzione producendo delle scarpe adatè il punto di contatto con il suolo - la terra - ed attraverso te per ogni tipo di piede. Ecco perché è consigliabile semil nostro corpo il contatto con l’aria che respiriamo, con il pre, prima di cominciare un’attività sportiva rivolgersi a cielo – il cosmo. L’adattamento dell’uomo alla postura dei negozi specializzati per una attenta analisi del piede e eretta si è evoluto attraverso migliorie di anni e gli arti per avere un consiglio competente ed efficace. Esistono hanno subito dei cambiamenti: la mano come organo sem- delle attrezzature tecniche specifiche per la misurazione pre più specializzato nella destrezza ed il piede nella sua del piede in tutte le sue parti, ma soprattutto per valutarne funzione prevalentemente motoria e di sostenimento del l’impronta nel momento dell’impatto con il suolo e gli peso corporeo. Ognuno di noi cammina e corre in modo effetti delle varie connessioni con la gamba (tendini, nervi, diverso e questo è dovuto alla postura del corpo ma soprat- muscoli). Qualcuno ha detto che non pensiamo mai ai tutto alla forma del piede. La pianta è la base di partenza nostri piedi, forse proprio perché sono troppo lontani dalla attorno alla quale prende forma il disegno del piede e nostra testa. In verità siamo pronti a lamentarci quando ci viene divisa in categorie in base alla tipologia dell’im- fanno male, ma un po’ meno a chiederci se li abbiamo tratpronta lasciata dal piede stesso. Si definisce tipologia ad tati come si meritano. arco alto quando il piede lascia un’impronta che mostra Luca Damin

Il Piede

tecnologia alla zeolite la fine del colore sbiadito inizia qui PREVIENE la dissolvenza del colore fino al 76% grazie al miracolo che è la ZEOLITE, un minerale naturale acido. - Neutralizza l’ammoniaca Favorisce lo scambio ionico - Neutralizza i residui alcalini - Stabilizza il valore del ph BENEFICI capello lucido e sano - capello luminoso - colore che dura più a lungo - capello ristrutturato Ordina oggi! - 041464270 cutcoiffer@fastwebmail.it I NOSTRI ORARI

dal Martedì al Giovedì 9.00 - 21.00 Venerdì e Sabato 9.00 - 18.00

DOLO

Via Mazzini, 17 tel. e fax

041 464270

CAZZAGO di Pianiga / Ve Via Pionche, 7 Tel. e Fax 041 5100860

IL PUNTO

Per una volta partiamo dal fondo dove troviamo solitario il Dolo RdB. di Lino Superfluo affermare che è tanta l’amarezza nel vedere i biancogranata a chiudere la classifica ma d’altronde nelle ultime quattro gare i ragazzi di mister Toffaloni hanno conquistato un solo punto, quello di mercoledì in casa contro il Rossano. L’unica nota positiva del periodo è la rete del neoacquisto Thomas Ballarin, ben servito da Mozzato, nella sfida contro i vicentini e l’aver dovuto affrontare, nelle ultime due gare, due formazioni che occupano i primi posti della graduatoria. La speranza è anche dettata dalla crescita dei nuovi arrivi che sicuramente possono dare qualità ed esperienza al complesso ma il calendario non dà una mano visto che alla fine del trittico d’inizio anno la squadra dolese è chiamata alla trasferta trevigiana contro il Liapiave che pare finalmente, purtroppo per il Dolo RdB, essersi sbloccato e grazie alle due vittorie consecutive di questo inizio di gennaio è tornato addirittura in corsa per i primi posti trovandosi a sei punti dalla piazza d’onore ed a nove dalla vetta. Un brutto ostacolo che se superato indenne potrebbe garantire una spinta verso il raggiungimento dell’obiettivo minimo stagionale, evitare di arrivare ultimi. Un discorso che avevamo già affrontato nelle ultime stagioni e che, purtroppo, torna di attualità anche in questa. Peraltro il calendario non sembra proprio clemente con i Majoni e company visto che dopo il Liapiave vi sarà la trasferta di Conegliano contro un Union CSV che riporta alla mente la batosta d’esordio al Walter Martire per 1-6, peggior sconfitta di sempre per il Dolo RdB

nel nuovo terreno amico. Forza e coraggio!, le stesse che hanno perPerini messo alla Miranese di non abbattersi pur rimanendo per dodici giornate a chiudere la classifica e che con sette punti in tre gare l’ha vista improvvisamente salire sino al decimo posto, ossia addirittura salva, al momento. Come si vede bastano tre risultati positivi, vista la classifica cortissima in coda, per balzare in avanti con rapidità. L’ultima giornata del girone d’andata, di fatto la penultima visto che la quattordicesima sarà recuperata il 27 gennaio, focalizza il suo centro d’interesse a Castelfranco dove sarà in programma l’atteso derby fra il Giorgione terzo e l’Opitergina prima, per la vetta un match importantissimo. Ne potrebbe approfittare il Ponzano che dopo il ruzzolone di mercoledì a Sottomarina ha l’opportunità di rifarsi ospitando il Romano che si trova al penultimo posto della classifica dopo la sconfitta interna ad opera della Miranese. Sempre nella zona d’alta classifica spicca la bella sfida fra Rossano e Sottomarina formazioni appaiate al quarto posto con 23 punti. Detto del Liapiave che ospita il Dolo RdB, da seguire anche TrevisoFeltreseprealpi e San Donà-Marosticense, due sfide che oppongono due formazioni in lotta per salvarsi contro due compagini ai margini della zona nobile. In chiave salvezza, invece, match caldi a Mirano dove scende l’Ardita Moriago ed a Conegliano dove sarà di scena la Vigontina scivolata al penultimo posto assieme al Romano. Senza chance di fare punti l’Edo Mestre di mister Michele Salvagnin che osserva il suo turno di riposo.

Il Dolo RdB cala un tris

(l.p.) Il Dolo RdB non si rassegna e cerca in tutti i modi di sfuggire alla retrocessione. Nel mercato di riparazione la società del presidente Moreno Volpe ha operato uno sforzo ulteriore per cercare di rinforzarsi e riconfermarsi in categoria. Ai due nomi che avevamo già annunciato nel numero natalizio, il rientrante Simone Ronchin e l’attaccante Thomas Ballarin, il D.S. Roberto Tonicello appena rimessosi dai suoi problemi fisici, ha aggiunto il centrocampista Alessio Silvestro che il 7 aprile compirà venticinque anni e che arriva dalla Vigontina ma molti lo ricorderanno per averlo visto all’opera nella scorsa stagione nelle fila dell’Edo Mestre dove ha realizzato anche alcune reti. Ora ci si aspetta che il trio sappia produrre e trasformare quanto sperato ed agognato dai tifosi in punti-salvezza. Un contributo importante è atteso da questi giocatori ma anche dal resto della truppa. Si gioca la stagione del centenario e sarebbe fondamentale chiuderla con un’altra impresa.

FD22N09

6 • Dolo Sport


Il centenario del Calcio Dolo

(da pagina uno) Un grande episodio di storia, nato forse per caso, ma che resiste nonostante il mondo sia cambiato numerose volte, che ha accomunato generazioni di appassionati e indifferenti. È per questo che, al fatto sportivo domenicale, si affianca il patrimonio culturale, di storia, di letteratura, di ricchezza dolese. Non meritava tanta indifferenza da chi è preposto alla gestione amministrativa e neppure un comportamento tale della società sportiva attuale.

Non può essere la solita targa ricordo donata a qualche ex, seppure è un gesto apprezzabile, in occasione dei soliti saluti di fine anno, a cui hanno partecipato solo i diretti interessati. Il ricordo lo meritavano tutti quelli che hanno contribuito a fare grande l’associazione sportiva, non solo i calciatori. Il calcio Dolo è della comunità dolese e nulla è stato fatto perché la comunità intera partecipasse ad un evento che capita ogni 100 anni. Quanta amarezza. Bisso Vittorio Un dolese a cui piace lo sport

LE REPLICHE

Cari amici di Dolo Sport vi ringrazio per l’opportunità di poter replicare al sig. Bisso. Ti ringrazio Bisso per le parole espresse anche questa volta, qualche mese fa lessi su un giornale qualcosa che aveva a che fare con il Calcio Dolo, forse erano i 100 anni della società, o forse era qualcos’altro... mah non ricordo, in questi quasi 5 anni di amministrazione Gaspari, di cui io faccio parte in qualità di Assessore allo Sport, non ho quasi mai sentito parlare di polemiche inerenti allo sport, non perché io sia lo Special One od un Messia, ci mancherebbe altro, anzi, sono stato additato anche come fantasma... ma qualcosa di buono è stato fatto, e non per falsa modestia, ma detto da persone del mondo dello sport dolese, dalle associazioni sportive... e non credo che molti di questi abbiano votato l’attuale amministrazione... le parole sono venute da te, tra l’altro anche a vanvera perché se le cose non si sanno sarebbe meglio starsene zitti, ma mi sembra strano che tu non sappia dei fatti dolesi vista la tua enorme esperienza di amministratore locale, provinciale… e allora mi sorge un dubbio: ma che ci sia di mezzo qualche interesse politico prossimo visto che fino ad ora te ne sei fregato completamente… o forse ciò che è stato fatto magari non è poi così male? mah chissà. Comunque ti dico che ora c’è una convenzione che regola i rapporti tra Comune e società calcistica, segno di serietà e tranquillità da entrambe le parti, dentro quello stadio ci sono più di 400 ragazzi dei settori giovanili tra calcio e atletica che si dividono gli spazi; il Calcio Dolo ci ha regalato la festa dei suoi 100 anni con la permanenza in eccellenza; la festa a cui purtroppo non ho potuto partecipare (perchè io lavoro anche…) dove si sono conse-gnate

Risposta del Direttivo Dolo RdB

Avevamo voluto mantenere un basso profilo in occasione della prima “uscita” dell’ ex-assessore sig. Vittorio BISSO, ritenendo le sue affermazioni un mero esempio di schermaglie legate all’inizio della campagna elettorale per l’elezione del nuovo sindaco (prevista per 2010). Tuttavia veniamo nuovamente chiamati in causa e ci sentiamo quindi nella condizione di DOVER rispondere con tono adeguato. - Egr. sig. Bisso, la nostra Società opera nel settore sportivo legato al calcio da novembre 2004 (unica occasione nella quale Lei, allora assessore allo sport, si interessò parzialmente alle sue vicende). Dopo 5 o 6 anni di silenzio (o di indifferenza come la chiama Lei) come mai Le interessa così tanto questo evento/commemorazione? Ha bisogno di una qualche cassa di risonanza politica? - Egr. sig. Bisso, come mai, le cose da Lei espresse sui giornali NON ci vengono dette direttamente e “de visu” sugli spalti del Walter Martire? Visto che Lei è stato spesso presente ed ha incontrato i nostri dirigenti, avrebbe potuto farlo in modo molto spontaneo, invece di elargire falsi sorrisi di circostanza. - Egr. sig. Bisso, Lei è al corrente delle nostre iniziative per il Centenario (che sia esso festeggiato e/o onorato del 2009-2010)? E’ al corrente delle iniziative congiunte con l’Amministrazione Comunale, la Pro Loco di Dolo ed il Periodico Dolo Sport per la pubblicazione del libro dedicato al Centenario? Noi NON lo crediamo e Le suggeriamo di prendere informazioni prima di “sparare” sentenze che sanno proprio di

delle targhe ‘qualunque’ hanno visto la partecipazione di oltre 500 persone sugli spalti, ed a marzo faremo la presentazione di un libro che rievoca gli ultimi 30 anni del Calcio Dolo, una prosecuzione del libro di Martire, dal 1979 al 2009 anno del Centenario, un libro che ha iniziato ad essere scritto più di un anno e mezzo fa grazie alla volontà e profondo impegno del Club Biancogranata – Dolo Sport, questa Amministrazione, la società Calcio Dolo, la ProLoco, l’aiuto della tipolito Canova e due importanti aziende del nostro territorio che hanno creduto fortemente in questo progetto. Ah Vittorio ti invito fin da adesso alla presentazione, sarà bellissima! Tutti siamo a conoscenza dell’importanza che ha per una società festeggiare i suoi 100 anni, visti anche i tempi che corrono, restare in piedi quando sembrava non si riuscisse ad arrivare a questo traguardo non è cosa di poco conto, e anche noi ci siamo impegnati, e molto... Un caro saluto a tutti da un dolese che ama lo sport veramente, qualunque esso sia!

Pasticceria Caffetteria di RIATO GIOVANNI E SERENELLA Via Mazzini, 132 Tel. 041 410189 - DOLO Specialità Focacce della Riviera FD06D09

Gioiello DOLO Via Mazzini, 54 Tel. 041 410054

Simone Cercato Assessore allo Sport Comune di Dolo

politica invece che di Sport. - Non crede Lei sig. Bisso che la miglior forma di festeggiamento del Centenario fosse LA REALE PRESENZA DI UNA SOCIETA’ VIVA, SANA ED IN MOVIMENTO; che è riuscita mettere insieme due Paesi di due Comuni diversi (DOLO e PIANIGA Cazzago) per fare esclusivamente SPORT e NON POLITICA. Una società con circa 230 iscritti, tre BUS, due nuove segreterie, un sito internet dai più invidiato? - Lei dice che abbiamo “elargito” solo qualche targa a qualche ex, ma in quella serata (12 dicembre 2009 – Palasport di Dolo), per la prima volta, c’erano circa 400 persone riunite tra giocatori, piccoli atleti, dirigenti, tecnici e genitori… noi crediamo di aver preso il giusto cammino riunendo TUTTO LO SPIRITO DEL CALCIO DOLO. Alle persone da premiare e da ricordare ci arriveremo (e decideremo noi chi saranno senza imposizioni da parte di chicchessia) - NOI non abbiamo la pretesa né di essere perfetti né di non sbagliare mai… quello che NON accettiamo sono critiche ingiuste, strumentali, vane e destinate ad altri scopi che non siano quelli calcistici. Se, invece, avesse dei suggerimenti interessanti e costruttivi volti al miglioramento della nostra Società le nostre porte sono aperte… non serve passare dai giornali, tanto più che i nostri numeri di telefono li conosce benissimo. Auguriamo a Lei ed alla sua famiglia un sereno 2010… come auguriamo alla nostra Società di non dover più perdere del tempo prezioso per schermaglie di questa “levatura”. Cordiali saluti. Il Direttivo FCD Dolo Riviera del Brenta

Costruzione e montaggio Impianti Tubazioni e Carpenteria in genere Andrea 339 6166849 Riviera Matteotti, 93 - MIRA / VE Tel. 041 422298 - Fax 041 420431

specialità pesce chiuso il mercoledì e domenica sera Via Stradona, 118 SAMBRUSON di Dolo (Ve) Tel. 041.410928 - Fax 041.5101138

Dolo Sport • 7


ANNO XXXIV - n. 1 DOMENICA 10 GENNAIO 2010 Editore STEFANO TROVÒ Direttore responsabile LINO PERINI

VIA DEI CAVINELLI, 27 PIANIGA 348 6430870

info@Revolution-Tecnologie.com

Periodico del Club Biancogranata Ass. Culturale Senza Scopo di Lucro Iscritta all’Albo delle Associazione Dolesi n. 103 Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1422 del 22 maggio 2002 via A. Manzoni, 18 - Dolo (Ve) Tel. 041412598

Cell. 339 4050253 via E. Toti, 59/W - Mira - VE

redazione@dolosport.it - Per la pubblicità su questo periodico 041412598

In Redazione: Matteo Bellomo, Mauro Poletto, Marino Salviato e Stefano Trovò Hanno collaborato: Fausto Scocco, Emiliano Saccon, Cecilia Canova, Anna Canova e G. Scocco oltre a: Luca Damin, Paolo De Gaspari e Jessica Puliero Stampa Tip. Canova Dolo - Chiuso in redazione giovedì 7 gennaio 2010

Ambiente

Internet & Web Solutions - Consulenza ed Assistenza Tecnica Vendita Hardware & Software su Misura Vendita Notebook e Palmari Posa di Reti Cablate - Creazione CD Rom & Multimedia Corsi di Formazione

Rilevazione dei Campi Magnetici in alta frequenza

Monitorata la qualità dell’aria e dei campi elettromagnetici anche a Dolo La qualità dell’aria di una città rappresenta in assoluto il maggiore indicatore della qualità della vita e l’Amministratore Comunale dolese ha, da sempre, eseguito campagne di valutazione della propria aria. Come effetto diretto di queste campagne di misura hanno portato a modifiche e limitazioni del traffico veicolare nel centro di Dolo. Per rendere questi provvedimenti maggiormente efficaci si è reso necessario un monitoraggio continuo del territorio. Veritas con la sua gamma articolata di servizi avvalendosi delle più moderne tecnologie e di alte professionalità allo scopo di fornire una qualificata consulenza ed un notevole supporto tecnico all’ente locale. In questi mesi è entrata in funzione una rete di monitoraggio ambientale permanente la quale produrrà una serie di dati consultabili dall’utenza anche tramite web. La fornitura e gestione di una Stazione “non convenzionale” di tipo compatto multiparametrica per il monitoraggio della qualità dell’aria è dotata dei sensori per il monitoraggio dei gas: monossido di carbonio (CO), Biossido di Azoto (NO2), Ozono (O3), Benzene (C6H6) e Biossido di Zolfo(SO2); sensore per il monitoraggio di alcuni parametri meteo, in particolare temperatura, Umidità Relativa, Direzione e Velocità Vento. Di grande importanza anche l’Analizzatore di Particolato PM10/2,5 istallato, come gli altri sensori, in modo permanente. La rete dolese prevede due punti di rilevazione in via Cairoli, angolo via Arino, e via Fratelli Bandiera, presso il magazzino comunale. Ad Affiancare la reti di rilevamento della qualità dell’aria Veritas ha istallato un rete di monitoraggio del campo Elettromagnetico ad alta frequenza presso l’ITCS Maria Lazzari, in via Curzio Frasio, la Residenza Riviera del Brenta, in via Garibaldi, le Scuole primarie di via Vittorio Veneto e di via Tintoretto. Le due reti di monitoraggio producono un rendiconto periodico giornaliero che viene messo a disposizione dei cittadini tramite il sito del Comune di Dolo, www.comune.dolo.ve.it Gli strumenti messi appunto da Veritas rappresentano una risposta alle esigenze ambientali di un’area nevralgica che risente degli effetti ambientali dell’intera macroarea, se non dell’intera pianura Padana.

La rete di monitoraggio del campo elettromagnetico è realizzata tramite unità di monitoraggio AMB8057 prodotte dalla Narda. La strumentazione risulta di comprovata affidabilità ed è utilizzata dalla stessa Arpav. Le due unità di monitoraggio del campo elettromagnetico ad alta frequenza vengono spostate periodicamente in punti ritenuti particolarmente sensibili secondo un crono programma definito in concerto con il Comune. Il monitoraggio è attivo 24 ore su 24 salvo i periodi di manutenzione e calibrazione della strumentazione. Di ITCS Lazzari seguito sono riportate le localizzazione dei punti di monitoraggi eseguiti. Il “Valore di attenzione” è il valore che non deve essere superato negli ambienti abitativi, scolastici e nei luoghi adibiti a permanenze prolungate. Costituisce una misura di cautela e precauzione per la protezione da possibili effetti a lungo termine eventualmente connessi alle esposizione ai campi generati all’interno di edifici adibiti a permanenze prolungate non inferiori alle 4 ore. Sono inclusi nella categoria anche le pertinenze esterne agli edifici come i balconi, i terrazzi e d i cortili che siano fruibili come ambienti abitativi. Residenza Riviera

Noleggio SMART AUTOVETTURE / FURGONI L’autonoleggio a tuo servizio con CONSEGNA A DOMICILIO

AUTONOLEGGI NUOVA SEDE Via Riviera del Brenta, 314 FIESSO D’ARTICO / VE

8 • Dolo Sport

n. verde 800.039.746 www.edorent.it edo@edorent.it EDO RENT PROMOTION Metti in movimento l’immagine della tua azienda personalizzando una SMART

tratto da Veritas Notizie e www.gruppoveritas.it

COSTRUZIONI MO NTAGGI C ARPEN TE RIA

www.Revolution-Tecnologie.com


Dolo Sport n.1 del 10 gennaio 2010