Page 1

=

Il vostro piano energetico personale Profilo: Vivace Le seguenti raccomandazioni sono state studiate per risultare realisticamente fattibili, soprattutto nella vita di tutti i giorni. Si limitano a quattro consigli che devono essere integrati uno dopo l‘altro con l‘intervallo di una settimana nella routine quotidiana, fino a diventare un‘abitudine fissa. Per passare alla raccomandazione successiva è necessario aver messo in pratica la precedente.


=

Prima settimana: L‘acido rende basici… La cosa più importante nella vostra routine quotidiana è la regolarità. Cominciamo il vostro piano energetico con un leggero esercizio al mattino. Nella prima settimana esercitatevi con la seguente raccomandazione e mantenetela nel tempo:

al mattino, dopo il risveglio, bevete mezzo litro di acqua calda con limone e miele. Fate bollire l‘acqua, lasciatela raffreddare a una temperatura adatta per essere bevuta, quindi aggiungete la spremuta di mezzo limone e un cucchiaino di miele di qualità. Riducete gradualmente il consumo di caffè, perché il caffè vi rende acidi. Anche se può sembrare paradossale, il limone invece vi rende basici. Ricordatevi anche di bere abbastanza nell‘arco della giornata.


=

Seconda settimana: Alternanza equilibrata di riposo e di attività ... Durante la seconda settimana proseguiamo con la sfida della routine quotidiana regolare, concentrandoci soprattutto su due aspetti di particolare importanza per il vostro profilo: i pasti e il riposo. Punto primo: il cibo. Dalla seconda settimana iniziate a rivitalizzarvi almeno tre o quattro volte con un frullato a colazione. A seconda della stagione e della disponibilità, utilizzate frutta fresca, dolce e succosa come banane, mango, ananas, uva, arance dolci, mele dolci e succose, pere e kiwi. È possibile arricchire il frullato anche con latte di mandorle o di riso. Utilizzate un buon frullatore che abbia una potenza superiore a 30.000 giri/minuto. Un frullato di questo tipo è una fonte di energia estremamente importante, con molte vitamine, minerali, oligoelementi, sostanze fitochimiche secondarie e antiossidanti. Oltre al frullato, dalla seconda settimana in poi concentratevi su un pranzo regolare - l‘ideale è tra le 12.00 e le 13.00. È fondamentale che dopo i pasti non vi sentiate stanchi e svogliati. Quindi, è necessario non mangiare né troppo né pesante, in modo da non affaticare la digestione. In caso contrario, il cibo finirà per assorbire energia anziché fornirla. Mangiate soprattutto molta verdura, preparata in tutte le possibili varianti. Per il vostro profilo sono ottime le seguenti verdure: pomodori, frutti di okra, asparagi, barbabietole, carote, zucchine, cetrioli, ravanelli bianchi dolci, finocchi, carciofi, melanzane tenere, patate dolci cotte, piccole quantità di patate, cavoletti di Bruxelles, broccoli, cavolfiori, spinaci, germogli di soia, avocado.


=

Mangiate poca carne e insaccati, in particolare la sera. La cena si dovrebbe consumare il più presto possibile. Anche se magari non avete poi bisogno di molto sonno, oltre ai pasti regolari per il vostro profilo è di particolare importanza dormire a sufficienza - una delle fonti di energia più importanti. Abituatevi a non andare a letto troppo tardi. Iniziate seguendo questi principi almeno per due o tre giorni alla settimana. Se per svegliarvi vi serve una sveglia è sintomo che dormite troppo poco. Prendetevi una settimana di tempo per abituarvi a dormire il tanto necessario da svegliarvi al mattino completamente rigenerati. Perché il vostro rendimento, la vostra vitalità e la vostra salute dipendono da quanto siete riposati. Studi hanno dimostrato che la privazione di sonno aumenta la pressione sanguigna, il diabete, l‘obesità e causa infarto. Fatelo in modo consapevole: il sonno è il più importante strumento di rigenerazione del vostro corpo.


=

Terza settimana: Quello che veramente vi sta a cuore ... All‘inizio della terza settimana concedetevi mezz‘ora di riposo, prendete un blocco in mano e pensare a ciò che è veramente importante nella vostra vita. Riflettete con calma e siate completamente onesti con voi stessi. Per prima cosa prendete nota in tranquillità di tutti i vostri punti e ordinateli per priorità solo in un secondo momento. Notate che una delle questioni che più vi sta a cuore riceve troppo poco spazio nella vostra vita? Forse è una vita che non dedicate più del tempo alla vostra attività preferita, ma ne sentite la mancanza. Smettete di vivere solo per il domani, non dimenticate che la vita si svolge sempre solo ora. È naturale che ciascuno abbia le proprie responsabilità a cui badare, ma con la giusta quantità di esercizio vi riuscirà sicuramente più facile e tornerà a essere più divertente. Nella terza settimana iniziate a dare più tempo e più spazio a ciò che è veramente importante per voi. Segnatevi degli appuntamenti improrogabili sul calendario. Non solo per questa settimana, ma per i prossimi mesi.


=

Quarta settimana: Il movimento è vita ... Forse negli ultimi tempi dedicate troppo poco tempo al movimento e allo sport? Allora dovete rendervi conto che le vostre prestazioni mentali cresceranno se rimanete attivi anche dal punto di vista sportivo. Ormai sono molti gli studi che lo dimostrano. Inoltre, le persone che svolgono regolarmente attività sportiva evidenziano un‘autostima più forte, soffrono più raramente di depressione, hanno meno paure e sono più motivate.

Quindi, se vi muovete troppo poco, nella quarta settimana è opportuno ricominciare con un regolare esercizio fisico, da 2 a 4 volte per circa 30-40 minuti. Per controllare quanto si cammina ogni giorno può essere utile anche un contapassi. Spesso si rimane sorpresi nel constatare che la media tedesca può fermarsi addirittura a soli 500 metri. Tuttavia, se il troppo poco movimento può far perdere al corpo il proprio equilibrio, lo stesso vale per l‘eccesso di sforzo. Nel caso del vostro profilo si dovrebbe fare un esercizio moderato, vale a dire non superare costantemente il 50% della vostra capacità. Per trovare e mantenere questo parametro individuale esiste una semplice regola empirica: non appena cominciate ad avere il fiatone e non riuscite più a respirare dal naso, ma dovete respirare attraverso la bocca, è il caso di rallentare. Inoltre, è opportuno evitare anche l‘eccessiva sudorazione. Prestate attenzione alle vostre condizioni quotidiane, sentite il vostro corpo e orientatevi sempre in base al vostro stato d‘animo attuale. Non imponetevi limiti rigidi, né di tempo né di prestazioni.


=

Dr. med Ulrich Bauhofer è medico, autore, istruttore di meditazione e un oratore molto richiesto. Viene considerato uno dei principali esperti nel settore della gestione della salute, dello stress e dell‘energia. Inoltre, è noto come uno di più celebri specialisti di Ayurveda al di fuori dell‘India. È stato il primo medico occidentale ad aver partecipato, oltre 30 anni fa, al consolidamento delle basi scientifiche della millenaria medicina ayurvedica. Il Dr. Bauhofer ha ideato e diretto per oltre 10 anni la più grande clinica ayurvedica in Germania. Attualmente gestisce uno studio ayurvedico a Monaco, fornisce consulenza alle aziende in materia di gestione della salute e dell‘energia, tiene conferenze e seminari. È presidente della „Società tedesca per l‘Ayurveda“ (Deutsche Gesellschaft für Ayurveda) e co-ideatore delle iniziative „Weimarer Visionen“ e „Festspiele des Denkens“. Per ulteriori informazioni consultare: www.drbauhofer.de

Dole Europe GmbH • Stadtdeich 7 • 20097 Hamburg http://dole.it http://www.facebook.com/DoleItalia http://blog.dole.de/it

Dole energetico personale - vivace  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you