Issuu on Google+

TEMA PRESIDENZIALE DI LIONS CLUBS INTERNATIONAL PER L’ANNO 2013-2014 PRESIDENTE

La leggenda del tempo del Sogno

BARRY J. PALMER


Insegui il tuo sogno “Se puoi sognarlo puoi realizzarlo" (Walt Disney). Martin Luther King non ha detto: “Ho un obiettivo” oppure “Ho uno scopo”. Le parole più importanti del suo famoso discorso sono: “Io ho un sogno”. Un sogno è quello che desideriamo maggiormente. Un sogno incarna la nostra vera identità. Spesso, infatti, non ci sentiamo realizzati come esseri umani fino a quando non realizziamo i nostri sogni. L’architetto danese Jorn Utzon, noto per il suo stile innovativo e il suo talento eccezionale, aveva un sogno: realizzare un’opera che sarebbe diventata famosa non solo per il suo design ma per avere sfidato i canoni dell’architettura moderna. Nel 1957 gli è stata offerta questa possibilità. Il suo progetto per il Teatro dell’Opera di Sydney fu scelto fra oltre 200 progetti presentati. Molti erano contrari al progetto e diversi noti architetti di quegli anni la definirono un’opera irrealizzabile. I lavori ebbero inizio nel marzo del 1959. Nonostante i problemi e le difficoltà, l’Opera House cominciò a prendere forma e dopo quattordici anni, nel 1973, il teatro fu aperto al pubblico. Oggi l’opera rappresenta il simbolo di Sidney conosciuto in tutto il mondo e il sogno di Utzon è diventato una meraviglia architettonica e un perfetto esempio del concetto “Se sogni una cosa puoi realizzarla”. Tutti abbiamo sogni e speranze e durante la nostra vita nascono in noi delle idee riguardo a quello che vorremmo realizzare negli anni a venire. Pensare a quello che si vuole realizzare in futuro è una tendenza propria dell’essere uomo. Tutti devono avere un sogno, un’idea, uno scopo, qualcosa di unico proprio come il nostro DNA. La sfida comprende la scelta del proprio sogno e l’impegno per realizzarlo. Infatti non c’è niente di più deprimente di un sogno non realizzato.

Non è mai troppo tardi per scegliere il proprio sogno. Tu hai scelto il tuo?

2


IL SERVICE. È più di un sogno, è la nostra identità Noi viviamo per servire gli altri. È quello che ci distingue e ci fa essere un’organizzazione. È la ragione per la quale siamo oggi considerati i leader mondiali del servizio umanitario.

Le nostre Campagne mondiali d’azione di service a favore dei giovani (agosto), dei non vedenti e dei videolesi (ottobre), di quanti soffrono la fame (dicembre e gennaio) e per la difesa dell’ambiente (aprile), fortificano la nostra identità di service, fornendo ai club e ai distretti un’ulteriore opportunità di cambiamento per migliorare la vita di chi ci sta vicino. Ogni anno ognuna delle nostre Campagne mondiali di azione di service totalizza oltre 200 milioni di ore di servizio, con un impatto diretto su 16 milioni di persone. Oltre a queste campagne, chiedo ai Lions di tutto il mondo di concentrarsi sulla riduzione della povertà attraverso iniziative di microfinanziamento e di tecnologia a basso costo per migliorare la qualità di vita e consentire ai bisognosi di spezzare il ciclo di povertà e sfruttare appieno il loro potenziale.

4


Pur mantenendo il nostro impatto a livello globale, i

I Lions hanno grandi sogni che possono essere rea-

nostri programmi a favore delle realtà locali condotti

lizzati solo attraverso l’azione. Nel corso degli anni i

dai club e dai distretti ci consentono di stabilire un

Lions hanno risposto instancabilmente alla sfida per

forte legame con il territorio.

promuovere l’alfabetizzazione attraverso il Programma di azione per la lettura e hanno piantato mi-

Oggi, con oltre 46.000 club in tutto il mondo, distri-

lioni di alberi in tutto il mondo per la salvaguardia

buiti tra centri urbani, aree periferiche e piccoli centri

dell’ambiente. L’impegno a favore di entrambi i pro-

abitati che costellano il paesaggio rurale, la nostra

grammi è stato mantenuto, trasformando tali iniziative

tradizione di service ha creato dei Lions club proprio

in programmi dell’associazione. Insieme alle Campa-

all’interno dello stesso tessuto sociale a cui si rivolge

gne mondiali d’azione di service, questi programmi

il nostro service. Soltanto lo scorso anno quando

consentono di allargare il nostro raggio d’azione e la

solo la metà dei nostri club ha comunicato le attività

nostra impronta di service e di promuovere l’imma-

di servizio attraverso il nuovo sistema di invio rap-

gine di chi siamo e di quello che facciamo. Quando

porti, abbiamo portato a termine oltre 450.000 ser-

gli altri vedono i Lions all’azione vogliono partecipare

vice per un totale di 500 milioni di ore di servizio a

al nostro sogno di service.

favore di oltre 200 milioni di persone. È il Lions club locale che sponsorizza le attività sportive per i giovani, costruisce parchi o fornisce borse di studio agli studenti. È il Lions club locale che distribuisce pasti alle famiglie bisognose o conduce raccolte di generi alimentari a favore dei centri di accoglienza. Quando qualcuno ha bisogno di un paio di occhiali, è il Lions club che glieli procura. Noi piantiamo alberi. Partecipiamo alle attività per incrementare il tasso di alfabetizzazione. Sponsorizziamo gli scambi giovanili e i programmi di mentorato a favore dei giovani. Assistiamo gli anziani e facciamo tanto altro ancora.


GLI AMICI E LA FAMIGLIA possono condividere il sogno di servire gli altri

Dai continui sondaggi emerge un elevato interesse per il volontariato. Tuttavia, a causa dello scarso tempo a disposizione, il numero delle ore dedicato al volontariato è minimo. Per tale ragione i volontari desiderano vedere dei risultati immediati e sentirsi subito gratificati quando investono il loro tempo libero a favore degli altri. In altre parole, non è più sufficiente partecipare a riunioni o organizzare una raccolta di beneficenza a favore di una causa specifica. I volontari vogliono rimboccarsi le maniche e partecipare in prima persona a progetti per la comunità. Vogliono vedere con i loro occhi che al termine della giornata qualcosa è cambiato grazie a loro.

Siamo quello che molte persone inclini al volontariato a livello locale cercano. Presentate la vostra famiglia, i vostri amici al vostro Lions club. Vorrei chiedere ai Lions di sponsorizzare degli eventi speciali “Amici e famiglie” nel mese di

I volontari vogliono appartenere a un’organizzazione che

aprile. Invitate la vostra famiglia e i vostri amici a

vuole fare del bene: un Lions club. Vogliono un’organizza-

partecipare a un’attività di service del club, a

zione che abbia esperienza: un Lions club, di portata mon-

un’open house o a un incontro informale come

diale ma che agisca a livello locale: un Lions club e che

un picnic o una grigliata. Non c’è modo migliore

coltivi un'atmosfera familiare e il senso di appartenenza: i

per presentare i Lions a quanti non conoscono

Lions club.

l’organizzazione di cui fate parte e che amate.

6


“Un sogno che fai da solo è solo un sogno. Un sogno che fai insieme ad altri è realtà”

CONDIVIDETE IL SOGNO

- John Lennon

Lions Clubs International è una rete

Mentre inseguite il vostro sogno è anche importante avviare l’azione,

globale di soci Lions responsabili,

promuovere il lavoro di squadra, generare uno slancio e affrontare i ri-

che hanno scelto di dedicarsi al ser-

schi.

vice, alla costruzione di un mondo

sorse disponibili per far sì che il vostro sogno si realizzi. Lavorate

senza sofferenza e che inseguono in-

sodo, acquisite preziose competenze di leadership, sicurezza e fortifi-

stancabilmente i loro sogni mentre

cate le fondamenta del futuro grazie ai numerosi corsi on-line tradizio-

aiutano gli altri a realizzare i loro. Noi

nali e alle varie opportunità di crescita. Visitate il Centro online di

siamo una squadra e condividiamo il

Risorse per la Leadership dove troverete idee e suggerimenti da utiliz-

sogno dei Lions. Ognuno di noi è

zare per il vostro sogno.

responsabile non solo degli altri soci, ma anche del futuro dell’associazione. I team dei governatori distrettuali collaborano con il Global Membership, il Global Leadership Team (GLT) e con altri Lions per favorire la crescita associativa attraverso il service e il coinvolgimento. Inoltre, individuano e coltivano validi leader Lions dotati di grande motivazione e svolgono un'azione mirata affinché i nostri sogni per un mondo migliore continuino a esistere e a essere alimentati. I veri leader non operano da soli. Essi conoscono l’importanza della collaborazione e del raggiungimento del successo grazie al lavoro di squadra. Il primo passo sulla strada per una buona leadership è disporre di un team che collabora per la realizzazione del sogno comune.

Condividete il vostro sogno con gli altri. Utilizzate tutte le ri-


Le tre R – RESPONSABILITÀ, RICONOSCIMENTO E RAGGIO D’AZIONE Noi Lions siamo particolarmente attenti ai bisogni altrui e siamo dotati di un grande senso di RESPONSABILITÀ che accompagna il nostro continuo impegno a favore delle nostre comunità. Sappiamo che responsabilità significa prendersi cura degli altri, rispondere ai loro bisogni ed essere affidabili.

Penso alla responsabilità come a qualcosa che ha inizio con la valutazione di quello che ci sta davanti, alle scelte da fare, al controllo e alla prontezza all’azione. È qualcosa che viene fuori creando quello che desiderate attraverso le vostre scelte personali. È importante, tuttavia, essere consapevoli dei confini della nostra responsabilità che segnano Responsabilità significa anche gestione: sul da farsi e del modo in

l’inizio di quella degli altri. Dobbiamo

cui va fatto. Significa impegnarsi a guidare, creare, risolvere i pro-

lasciare che gli altri si assumano le

blemi e monitorare i risultati. Questo comporta assunzione di rischi e

responsabilità delle loro sfide e sì,

duro lavoro.

anche dei loro sogni, per alimentarli e incoraggiarli, riconoscendo i risultati che man mano si ottengono.

8


Il RICONOSCIMENTO è un elemento chiave per la

soci che non stanno bene? Per colui che è sempre

soddisfazione dei soci ed è una consuetudine

pronto a congratularsi con gli altri per quello che

profondamente radicata nella tradizione dei Lions e

hanno realizzato? Per colui su cui, qualunque cosa

del loro service a cui ricorrere regolarmente. Un

accada, poter sempre contare? Voi li conoscete

puntuale riconoscimento dei risultati ottenuti e del

bene. Non dimenticate di premiare i LORO successi.

contributo di tutti i soci mantiene il club vitale e i suoi

Talvolta un semplice “grazie” o una stretta di mano

soci motivati.

sono sufficienti. Perché invece non istituire un premio speciale per il vostro club come, ad esempio, un cer-

Ho istituito i premi Dream Achiever per premiare i go-

tificato per premiare “l’Eroe nell’ombra”? Il riconosci-

vernatori distrettuali, i loro team e i presidenti di circo-

mento e l’elogio contribuiscono notevolmente a

scrizione e di zona. Questi premi possono essere

mantenere l’entusiasmo e a far sì che i soci vivano

conseguiti con cadenza trimestrale e richiedono la

un’esperienza associativa positiva.

collaborazione e il successo a livello di club. I criteri per la loro assegnazione sono disponibili sul sito di

La soddisfazione dei soci è indispensabile al loro

LCI.

mantenimento e all’allargamento della nostra capacità di service e del nostro RAGGIO D’AZIONE glo-

I club possono essere premiati per i loro risultati se in

bale. I Lions sanno cosa significa raggiungere gli

possesso dei requisiti del Premio Excellence per

altri. È quello che facciamo dal 1917 attraverso il no-

Club. I governatori distrettuali, a loro volta, possono

stro service.

qualificarsi per il Premio Excellence per il Team del Governatore Distrettuale. Entrambi i riconoscimenti

Sebbene tutti abbiamo dei sogni e delle aspirazioni

premiano l’eccellenza nel servizio, nella gestione,

individuali, i Lions condividono almeno un sogno:

nella crescita della leadership e dei club.

un mondo che non conosce la sofferenza. Nel frattempo i bisogni della comunità continuano ad au-

E i premi per il singolo socio? Per colui su cui poter

mentare. Dobbiamo per questo allargare il nostro

sempre contare per la conduzione di un ruolo attivo

raggio d’azione e la nostra portata per raggiungere

in un progetto di service? Per colui che contatta i

chi ha bisogno.

TEMA PRESIDENZIALE 9


Raggiungere gli altri è parte integrante della nostra eredità e della nostra tradizione. Per meglio comprendere cosa significhi essere un Lion e servire gli altri basta fare riferimento agli Scopi e al Codice dell’Etica di Lions Clubs International. Prendete in considerazione i seguenti estratti:

DAI NOSTRI SCOPI CREARE e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo. PRENDERE attivo interesse al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità. INCORAGGIARE le persone predisposte a servire la comunità senza alcun vantaggio personale finanziario. DAL NOSTRO CODICE DELL’ETICA

Spesso faccio riferimento a queste frasi per ricordare a me stesso l’importanza della condivisione del nostro sogno di service e dell’allargamento del nostro raggio d’azione. Il miglior modo per allargare il nostro raggio d’azione è la crescita associativa. Più numerosi saranno i nostri soci, maggiore sarà il service che saremo in grado di offrire. Vedete, lo scopo

DIMOSTRARE con l’eccellenza delle opere e la

della nostra crescita associativa non è quello di

solerzia del lavoro, la serietà della vocazione al

veder crescere dei numeri. L’obiettivo della cre-

servizio.

scita della nostra associazione sta nell’accrescere la nostra capacità di servire, mantenendo il

CONSIDERARE l’amicizia come un fine e non

nostro primato di organizzazione di volontariato

come un mezzo, nella convinzione che la vera

più grande al mondo. Ogni singola azione di

amicizia non dipende dai servizi resi o ricevuti,

service ci avvicina sempre più al nostro sogno.

ma che la vera amicizia non richiede nulla se non accettare il servizio con lo stesso spirito

Invitando le donne, i giovani, le famiglie, gli amici

con cui viene fornito.

ad associarsi e concentrandoci sulla soddisfazione dei soci grazie a una migliore atmosfera

SEMPRE adempiere ai propri obblighi di citta-

all’interno dei club, potremo mantenere più soci

dino nei confronti del proprio paese, del pro-

e servire un maggiore numero di persone.

prio stato, e della propria comunità, e agire con lealtà nelle parole, negli atti e nelle azioni. Offrire loro generosamente il proprio tempo, il proprio operato e i propri mezzi. ESSERE solidali con il prossimo offrendo compassione ai sofferenti, aiuto ai deboli e sostegno ai bisognosi.

10


1 su 5 mantiene vivo il nostro sogno

missionari, la nostra compagine associativa sarebbe

Diverse sono le ragioni che spingono ad associarsi:

cresciuta in maniera significativa, consentendoci di

quasi 1,5 milioni con una crescita netta in tutte le aree costituzionali. In altre parole, negli ultimi cinque anni, se avessimo mantenuto un socio ogni cinque soci di-

servire la comunità

stare al passo con la crescente domanda delle nostre

partecipare a un service o agire a favore di una

comunità.

causa specifica ■ ■

servire insieme agli amici o alla famiglia

Una positiva atmosfera all’interno del club e dei pro-

diventare un leader

getti di service di rilievo sono i principali fattori per la soddisfazione dei soci. Uno strumento indispensabile

I soci spesso abbandonano i club perché tutto questo

per i club e per il loro successo è il Processo Club Ex-

non si realizza. È importante che i nuovi soci si sen-

cellence (CEP), disponibile sul sito di LCI che rappre-

tano accolti e che si chieda il loro parere. Allo stesso

senta una guida completa a un’esperienza associativa

modo è importante coinvolgere i soci nelle attività di

positiva all’interno del club. Due sono i principali ele-

club che dovranno rispondere ai loro bisogni e ai loro

menti del Processo Club Excellence che ricoprono un

desideri. Questo potrebbe condurre a trovare nuovi modi per servire, a modificare le tradizioni del club, ad

ruolo fondamentale: la Valutazione dei bisogni della Comunità e il questionario “Quali sono le vostre valuta-

avviare nuove tradizioni e a essere aperti a nuove idee.

zioni?”. Lo svolgimento di entrambe le attività consen-

Inoltre, potrebbe significare che a tutti i membri è of-

tirà di fornire nuova energia al club e di migliorare il

ferta l’opportunità di ricoprire un ruolo guida sia nelle

grado di soddisfazione dei suoi soci.

vesti di officer di club, sia di responsabile di progetto del club. Mantenere i soci nei nostri club è compito di

Infine, desideriamo mantenere tutti i soci all’interno dei

tutti i Lions.

nostri club che vogliamo vedere prosperare per continuare a fornire il service che le comunità si aspettano

Sebbene il numero delle immissioni sia particolarmente

di ricevere dalla prima organizzazione mondiale di ser-

elevato, mi chiedo quanti soci ancora potremmo im-

vizi umanitari.

mettere e mantenere nei nostri club e quanto potremmo migliorare la loro esperienza di volontariato con la giusta attenzione, maggiore creatività e impegno? Immettere nuovi soci non è mai stato un vero problema. Ogni anno registriamo in media 200.000 nuove immissioni. Tuttavia, nei tabulati di fine anno la nostra crescita netta è solo una minima parte di quel numero. Perché? Semplicemente perché non manteniamo i nostri soci. Nel corso degli ultimi cinque anni se avessimo ridotto la percentuale degli abbandoni del 20%, oggi il numero totale numero di soci sarebbe di TEMA PRESIDENZIALE 11


Proposta del 50/50 per realizzare il nostro sogno

Dal 1987, anno in cui la prima donna è entrata a far parte di Lions Clubs International, la percentuale delle donne, sebbene in crescita, è sempre stata inferiore a quella maschile. Le donne oggi costitui-

Secondo un recente studio: ■ l’83% del campione ha dichiarato di

aver acquisito, migliorato o sviluppato delle competenze di leadership e il 78% ha dichiarato di aver migliorato le pro-

scono il 24,5% della nostra associazione mondiale,

prie abilità comunicative grazie al volon-

nonostante queste ultime costituiscano oltre il 50%

tariato.

della popolazione mondiale. Questo significa che siamo ancora a metà strada verso il raggiungimento delle nostre potenzialità. Il mio sogno è quello di incrementare la percentuale delle donne socie di un ulteriore 5,5% nei prossimi 12 mesi, così da raggiungere il 30% entro la fine dell’anno 2013-2014. Inoltre, desidero raggiungere la parità assoluta

■ Il 50% ha partecipato a delle attività di

volontariato per oltre cinque anni e il 22% per oltre 10 anni. ■ Quasi il 40% ha partecipato a un’attività

di volontariato prima dei 16 anni e il 55% si è impegnato nel volontariato prima dei 30 anni. ■ Oltre il 90% ha dichiarato di essersi de-

(50/50) tra il numero di uomini e donne appartenenti

dicato al volontariato per sentire di rea-

alla nostra associazione entro l’anno del nostro

lizzare qualcosa per migliorare la vita

centenario.

degli altri.

12


Lo studio è stato condotto dal settimanale Womens

le loro stesse ragioni. Tutti i soci vogliono sentirsi ap-

Way e tutte le partecipanti al sondaggio sono donne.

pagati dalla loro esperienza di volontariato. Per assi-

Siete sorpresi? Non dovreste esserlo.

sterci nella condivisione del nostro sogno di service con uomini, donne e giovani, l’associazione ha creato

Nel 2010 Lions Clubs International ha inaugurato il

un nuovo strumento: "Semplicemente... chiedete!

Team speciale per la crescita delle donne e delle fa-

– Guida per il reclutamento di nuovi soci per i club”.

miglie al fine di effettuare una valutazione dei bisogni delle donne della nostra associazione. Numerose sono state le scoperte della ricerca condotta dal team e un elemento certo è che le donne si impegnano nel volontariato per la stessa ragione che spinge gli uomini a farlo. Infatti, le donne entrano a far parte dei Lions club per le stessa ragione per la quale gli uomini si associano: PER SERVIRE. Stiamo facendo progressi. Oggi, come mai nella nostra storia, le donne stanno ricoprendo dei ruoli guida nella nostra associazione a livello di club, di distretto e internazionale. Questo è un buon segno. Ma certamente possiamo fare di più. Dobbiamo continuare su questa strada per raggiungere l’obiettivo finale del 50% di soci donne nella nostra associazione. Ricordate soltanto che le donne si associano per lo stesso motivo degli uomini e abbandonano i club per

TEMA PRESIDENZIALE 13


Creazione di nuovi club nella comunità

I Leo e i Lions – Condividere il sogno del Service

Un ottimo modo per allargare il nostro raggio

Vi ricordate quando avevate 16, 18, 21 anni? Ricordate il

d’azione è quello di fondare nuovi club. Que-

vostro primo amore, i compiti da fare a casa, la vostra tesi di

sti, infatti, creano maggiori opportunità di

laurea? Ricordate il vostro primo lavoro o quando all’inizio

partecipare a progetti inte-

della vostra carriera dovevate dedicarvi anche alla vostra

ressanti. La creazione di

nuova famiglia? Questo è quello che fanno i Leo. Tuttavia,

nuovi club consente ai

anziché dedicarsi esclusivamente ai loro numerosissimi im-

Lions di identificare le aree

pegni, i Leo trovano anche il tempo per dedicarsi al volonta-

bisognose di aiuto della co-

riato, spesso anteponendo i bisogni degli altri ai loro. I Leo

munità e rispondere ai loro

vogliono aiutare e fare la differenza. Lasciate che vivano la

bisogni. Inoltre, i nuovi club

loro gioventù e facciano l’esperienza del volontariato alle loro

creano un ambiente varie-

condizioni. Lunga è la strada che devono ancora percorrere

gato, attraendo nuovi soci,

per raggiungere il punto in cui dovranno scegliere se conti-

tra cui giovani e donne.

nuare a inseguire i loro sogni, dedicandosi al volontariato come Lions.

Numerose sono le storie di successo che raccontano di club creati per rispondere a un

I nostri Leo apportano un importante contributo. C’è tanto

bisogno specifico del territorio. I nuovi club

da imparare da loro come tanto loro devono imparare da

favoriscono la nascita di nuove idee e di nuovi

noi. Possiamo cer-

modi di offrire un servizio. Soprattutto ci con-

tamente trarre inse-

sentono di raggiungere nuovi soci, fornendo

gnamenti dal loro

loro la possibilità di generare un reale cambia-

entusiasmo e dalla

mento nella vita degli altri.

loro freschezza, continuando, allo

Oltre al nostro impegno rivolto alla creazione

stesso tempo, a

di nuovi club, è importante tenere a mente

svolgere il ruolo di

che il numero dei soci che li costituiranno ha

mentori fornendo

una grande importanza. Un recente studio

loro guida, stimoli e

condotto da LCI ha rivelato che i club con al-

riconoscimenti.

meno 25 soci fondatori sono quelli che rimangono attivi per un periodo più lungo. Un

Il loro service è

maggior numero di soci fondatori favorisce

unico e fonte di ispi-

pertanto la durata e la vitalità del club. Il mio

razione. Accoglia-

sogno è che i nuovi club siano fondati con un

molo e accettiamo i

minimo di 25 soci al fine di aumentare le pro-

Leo come membri

babilità di una loro lunga durata.

della famiglia Lions.

14


I tuoi sogni seguono nuove vie? Ci sono vari modi per realizzare il nostro sogno di allargare la portata del nostro service. Uno di questi è un’efficace attività di pubbliche relazioni. Dall’inizio del nuovo secolo, Lions Clubs International ha investito diversi milioni di dollari nell’uso dei tradi-

Una maggiore presenza in rete attraverso i social

zionali canali di comunicazione. Ogni anno abbiamo

media e i siti web ci consentirà di comunicare con

raggiunto un pubblico di 8 milioni di persone. Nel

maggiore rapidità e facilità con un pubblico più vasto.

2011 abbiamo investito US$ 300.000, raggiungendo

Con una maggiore presenza sui social media nessuno

un pubblico di quasi 30 milioni di persone. Questo

potrà mai dichiarare che siamo il “segreto meglio cu-

rappresenta certamente un notevole ritorno dei nostri

stodito al mondo” perché oggi possiamo finalmente

investimenti. Come abbiamo fatto? Abbiamo utiliz-

far conoscere le nostre storie e i nostri sogni a milioni

zato i social media.

di persone.

L’uso allargato di questo strumento ha cambiato radi-

Alcune delle nostre storie migliori sono il risultato di

calmente la modalità di comunicazione e la diffusione

quello che siamo in grado di realizzare grazie alla Fon-

delle informazioni. Oggi secondo Facebook il tempo

dazione Lions Clubs International (LCIF). Grazie alla

trascorso online è del 12,3% contro il 7,2% del 2011.

nostra fondazione, infatti, i nostri sogni diventano realtà.

Le pubbliche relazioni non sono più di competenza dei professionisti della comunicazione. Proprio grazie

Fin dall’anno della sua costituzione, il 1968, la LCIF

ai siti web e ai social media, oggi 1 milione e 350 mila

ha supportato gli obiettivi di servizio dei Lions in tutto

soci hanno la possibilità di informare il pubblico

il mondo, assegnando 11.000 sussidi per un totale di

riguardo a chi siamo, quello che facciamo e

oltre US$ 811 milioni per programmi a favore della

di raccontare la storia dei Lions con passione e

vista, dei giovani, dei soccorsi a seguito di disastri e

convinzione. C’è però ancora tanta strada da fare. A

di altre attività di carattere umanitario.

oggi numerosi club non dispongono ancora di un sito e di una pagina sui social media. Possiamo miglio-

Per continuare a realizzare i sogni di altri individui, la

rare. Attraverso l’e-Clubhouse ogni club può essere

LCIF confida sul generoso contributo delle organizza-

presente su internet. Sono lieto di annunciare che

zioni partner, come la Fondazione Bill e Melinda

abbiamo sviluppato una pagina automatica per la

Gates, la Clinton Global, l’Organizzazione Mondiale

creazione di un sito e-Clubhouse per i nuovi club. Al-

della Sanità e le agenzie governative. Ma soprattutto

l’inizio di quest’anno tutti i nuovi club hanno ricevuto

la LCIF confida nel supporto dei Lions. Insieme pos-

insieme alla charter anche un sito e-Clubhouse. È im-

siamo realizzare i sogni di milioni di individui di tutto il

portante che i nuovi club diffondano le loro storie pro-

mondo.

prio all’inizio del loro sogno di service. TEMA PRESIDENZIALE 15


Individua il tuo sogno. Credi nel tuo sogno. Condividi il tuo sogno. E, soprattutto: Insegui il tuo sogno

Continua a sognare

Nonostante le difficoltà e gli ostacoli che ha incontrato nel

Molti anni fa, Anne e io abbiamo ospitato

rebbe mai realizzato.

suo cammino, Meita non si è mai arresa. Non ha mai ascoltato coloro che dicevano che il suo sogno non si sa-

una studentessa indonesiana per uno scambio culturale. Si chiamava Meita. Un giorno

Non lasciate che gli altri distruggano i vostri sogni di-

le chiesi cosa voleva fare nella vita. Lei mi

cendo che non si realizzeranno mai.

rispose: ”Voglio diventare un medico e curare i poveri del mio villaggio”. Non ho più

I problemi che incontriamo sono tanti. Quando sogniamo

visto o sentito Meita per più di 25 anni.

un mondo in cui non ci siano bisogni, il nostro sogno con-

Quando sono stato eletto direttore interna-

trasta fortemente con la realtà. I sogni non si realizzano

zionale, ho avuto l’opportunità di tenere un

dall’oggi al domani. Lasciate spazio ai vostri sogni e im-

discorso durante la convention che si svol-

pegnatevi al massimo per realizzarli.

geva in Indonesia. Ho chiesto se qualcuno dei Lions locali conoscesse Meita, visto che

Ricordate anche che i nostri sogni ci rendono migliori.

ci trovavamo nella sua città natale. Il giorno

Non importa se avete maggiori capacità, carisma o ta-

seguente, mentre Anne e io eravamo nella

lento di altri. Non importa se le vostre origini sono povere

hall dell’albergo, si è avvicinata una giovane

o ricche. I sogni non conoscono limiti di carattere demo-

donna insieme a un signore e a due bambini.

grafico e socio-economico. Quello che conta è avere un

Mi chiese: “È Lei Barry Palmer?”, Le risposi

sogno e fare di tutto per realizzarlo.

di sì e mi disse: “Sono Meita!”. Fummo felici di rivederla e per niente sorpresi di sapere che il suo sogno era diventato realtà: Meita era adesso un medico al servizio dei poveri della sua comunità. IT 3/13


Tema presidenziale 2013-2014