Page 34

TARVISIO GIOVANE EUROPA

L’ESODO DEGLI ITALIANI DELL’ISTRIA E LA TRAGEDIA DELLE FOIBE

SUL MONTE FORNO, CON AMICIZIA

P

romosso dal Lc Lignano Sabbiadoro, affiancato dai club S. Michele al Tagliamento/Bibione e Concordia Sagittaria, si è tenuto a Bibione un convegno, aperto al pubblico, sul tema ”L’esodo degli istriani e dalmati dopo la II° guerra mondiale e la tragedia delle foibe”. La serata ha avuto inizio con la proiezione di un video clip tratto dalla recente opera del cantautore Simone Cristicchi protagonista ed autore di “Magazzino 18”, che racconta la storia - sepolta da anni nell’oblio e quasi dimenticata perché forse politicamente “scomoda” - dei 350.000 italiani di Istria, Fiume e Dalmazia che, alla fine della guerra, sono stati costretti alla triste via dell’esodo per non soggiacere ai soprusi ed alle violenze dei partigiani di Tito. Dopo i rituali saluti dei presidenti dei tre club (Carmen Biason, Paolo Boldrin e Fabiano Barbisan), ha preso la parola il socio Giorgio Gorlato, il quale ha raccontato, con molta emozione, la sua drammatica vicenda familiare. Il padre Giovanni, di famiglia istriano-veneta -notaio-, nella notte del 3 maggio 1945 venne letteralmente strappato dalla sua abitazione da un nucleo di partigiani slavi e, da allora, non si è più saputo nulla. L’unica sua colpa era quella di essere italiano e “una eccellente persona”. E’ seguito l’intervento dell’ing. Silvio Cattalini, “storico“, presidente della

60 •

Tempo di Lions

VITA DEI CLUB 108 TA2

CLUB TA2

LIGNANO SABBIADORO

sezione provinciale di Udine dell’Anvgd, discendente di una delle più prestigiose famiglie di costruttori navali di Zara, che ha brevemente ricordato la sua storia di esule e quella dell’associazione che rappresenta. Il prof. Elio Varutti, insegnante di economia, fin da bambino, giocava con i figli dei profughi istriani e dalmati ed ha raccolto, quindi, dal vivo tutta una serie di testimonianze “dirette” dell’esodo, oggetto di studio e di benemerite attività didattiche che promuove nell’istituto “Bonaldo Stringher” di Udine. Al convegno, hanno partecipato anche alcuni rappresentanti delle famiglie istriane e dalmate insediatesi a Bibione, dopo l’esodo. Uno dei presenti, Francesco Tromba di Rovigno, ha narrato la tragedia della sua famiglia e del padre, Giuseppe, portato via di sera dai titini nel 1943 e ucciso nella foiba di Vines. Fabio Ceppi, esule da Capodistria, ha riferito degli insediamenti di esuli istriani a Bibione nel 1957, esuli che si sono dedicati prevalentemente ad attività agricole decollate, con successo, negli anni 60’. L’evento ha suscitato molto interesse ed anche profonda commozione fra i presenti molti dei quali non erano a conoscenza delle tragiche vicende avvenute durante la guerra e nell’immediato dopoguerra al confine orientale del nostro paese.

Giorgio Gorlato

S

abato 7 settembre 2013, il Tarvisio Giovane Europa ha organizzato la 13a edizione della “Festa Lions dell’amicizia” sul monte Forno, situato nella catena montuosa delle Caravanche, al confine tra l’Italia, l’Austria e la Slovenia. E’ stata un’ottima occasione per trascorrere momenti insieme e condividere una stupenda giornata di sole, godendo, immersi nella natura, di una vista ricca di fascino e suggestione. I partecipanti non erano molti, ma tutti bene intenzionati a divertirsi compresi i due futuri governatori, Guido Repetti e Mir Monsef Seid Mssoud, i quali, simpaticamente, hanno partecipato a giochi e scherzi. Tra i presenti, vi era anche un’ospite australiana che ha, quindi, rappresentato il paese del nostro presidente

internazionale Barry J. Palmer. I più volonterosi e meno “acciaccati” hanno affrontato la camminata a piedi che, con salite e discese, porta al punto dell’incontro dei tre confini. Una piccola stele riporta i tre punti, l’uno vicino all’altro. Gli altri sono saliti in seggiovia ed hanno raggiunto la meta prestabilita. Dopo una breve passeggiata tutti si sono ritrovati al rifugio dove si sono riposati, trascorrendo un simpatico ed allegro pomeriggio, durante il quale si è rinnovata l’amicizia tra i soci di vari Lions club presenti. Il presidente del club Tarvisio Giovane Europa, Vitto Claut, ha dato a tutti appuntamento alla 14^ edizione del prossimo anno.

Adriana Cocchetto Perraro

Tempo di Lions

VITA DEI CLUB 108 TA2 •

61

Tempo di Lions 5  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you