Page 1

Progetto scritto e ideato da Pietro Contegiacomo CopyrightŠ2011


PROGETTO “TANARIA LIBERAMENTE”: PRESENTAZIONE PRESSO IL PARLAMENTO EUROPEO Con il presente documento si intende presentare la validità dellʼipotesi di presentazione presso il Parlamento Europeo del progetto “TANARIA liberaMente”. Per comprendere lʼimportanza e la necessità di tale presentazione a livello europeo occorre presentare brevemente i contenuti del progetto stesso. Il progetto “TANARIA liberaMente” è un progetto di riqualificazione turistica ed economica delle aree che si affacciano sul fiume Tanaro. Dal 2011, anno in cui è nata lʼidea, a oggi cʼè stato un complesso lavoro di presentazione e condivisione con le amministrazioni locali, di aggregazione e messa in rete di diversi operatori del territorio e di associazioni di categoria ed un avvallo concreto da parte di due Unioni Montane (Alta Valle Tanaro e Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta - Langa Cebana - Alta Valle Bormida) che si è concretizzato con una deliberazione di finanziamento a bilancio con prospettiva triennale da parte di tutte e due le Unioni in modo da poter ipotizzare di fare richiesta di co-finanziamenti da parte della FONDAZIONE CRC. La promozione a carattere EUROPEO del progetto con una presentazione a fiere specifiche del turismo outdoor è, secondo noi, assolutamente indispensabile. Stimolare oggi quel mercato, presentarlo agli operatori Europei, esporre le potenzialità sono il viatico per consolidare le possibilità di accedere a fondi europei importanti e specifici, soprattutto alla luce delle linee guida che arrivano dallʼEuropa che paiono calzare in modo specifico sulle progettualità inserite nel progetto “TANARIA liberaMente”. Per dare credibilità, se fosse necessario, a queste considerazioni si tenga presente che il bacino di MERCATO di cui si parla e che comprende turisti dediti allʼescursionismo, persone che quindi potrebbero essere interessati al progetto “TANARIA liberaMente”, sono in Germania 13.000.000, in Austria 2.000.000, in Svizzera 2.000.000, in Francia 10.000.000, in Svezia 3.500.000 e in Olanda 4.500.000. Significa un bacino di utenza possibile di 35.000.000 di potenziali turisti! IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE TURISTICA DELLA TANARIA (territori che gravitano storicamente e geograficamente sul Grande Fiume). Presentiamo i punti base del progetto: PREMESSE, OVVERO I PUNTI DI FORZA: a) Il fiume Tanaro ha, per sua natura e per fortunata orografia, una particolare conformazione che permette un interesse e quindi uno sfruttamento turistico a destra ed a sinistra delle due sponde. Questa particolarità concede la possibilità di non tralasciare nessuna zona geografica e di conseguenza pone nella possibilità di offrire opportunità economiche di sviluppo a tutti i residenti. TANARIA significa identificare unʼintera comunità ed un territorio che ha una lunghezza di 230 km e 3.000 kmq che offre una varietà eccezionale di “biodiversità”. La denominazione di Comunità Montana, nel caso di questi nostri territori, appare ancora perfettamente calzante. Il significato del possibile coinvolgimento “universale” dei residenti pone nella vantaggiosa opportunità di non dover limitare i progetti per questa o quella posizione geografica, ma concentra gli sforzi e le economie su un vasto territorio.

2


b) Il vantaggio di avere tre linee percorribili (acqua, strada statale e per lʼultimo tratto verso la sorgente anche una ferrovia) aumenta in modo esponenziale le possibilità di offerta turistica. Chi salirà sul treno turistico per arrivare fino ad Ormea potrebbe essere un amante dellʼestremo ciclismo o della tranquilla modalità di percorrere in discesa la pista ciclabile, potrebbe voler sfidare le acque con la canoa o semplicemente addormentarsi con lʼamo calato in acqua, potrebbe voler affrontare arrampicate impegnative oppure passeggiare tra i boschi osservando la natura oppure potrebbe voler percorrere i nostri sentieri per un interesse artistico, culturale o spirituale. Questa semplice parte descrittiva focalizza in verità il mercato, i numeri di possibili utenti, turisti che scegliendo la TANARIA per trascorrere i loro momenti di svago, possono avere una ricaduta economica su tutti gli indotti che si sapranno creare. c) A questo bisogna aggiungere una peculiarità troppo spesso dimenticata: Il nostro territorio dista da 20 a 40 minuti dal mare. Con un flusso di turismo interessante, non sarà impossibile pensare a delle “navette” che via terra portino al mattino gli amanti del mare che arrivano dallʼEuropa in qualche bella spiaggia della Liguria e che vengano riaccompagnati nei nostri territori la sera. Il tutto senza lo stress del parcheggio lungomare… d) Lʼobbiettivo del progetto non è assolutamente solo fornire economie o spunti, ma dovrà garantire anche per gli anni a venire una continuità di azione e linea di intervento arrivando anche, nel caso di un successo più importante di quello che certamente esiste nei presupposti della riqualificazione, al controllo mirato per evitare sovrapposizioni di offerte o inflazione di strutture. Il progetto mira ad una sorta di alternativa e “autonomia” economica del territorio allʼinterno di conservazione della natura, allʼecosostenibilità ed allʼofferta dei prodotti tipici. e) A sostegno di questo sforzo, anche economico, il progetto dovrà servire a migliorare le vie di percorribilità del territorio, a sostenere il progetto del treno turistico Ceva-Ormea proposto dal Museo Ferroviario Piemontese che è un forte valore aggiunto, a creare una nuova cultura dellʼospitalità mirata al tipo di clientela di cui sopra, una nuova cultura di appartenenza che, senza minimamente scalfire le peculiarità di ogni singola comunità del territorio, dovrà parlare di “TANARIA” come di un contenitore comune. Sulla base di queste premesse crediamo sia doveroso studiare e programmare un progetto di riqualificazione non fine a se stesso, ma con delle ambizioni che possano divenire realtà economiche per una popolazione che per anni ha compiuto, anche inconsapevolmente, unʼopera di conservazione che oggi merita di essere valorizzata. Acque pulite e fruibili sia per pescare che per fare il bagno o pagaiare, una montagna che offre una natura veramente incontaminata e scorci assolutamente unici aperta ad esperti rocciatori come alle famiglie, boschi che sono un incredibile contenitore di fauna e di flora, le moltissime cappelle, fortificazioni, torri di osservazione e piloni votivi possono fare da cornice ad escursioni guidate. Queste cose ci sono, esistono da anni ed esisteranno in futuro, se sapremo conservarle, per anni. Non bisogna inventare nulla.

3


LʼIMPORTANZA BASILARE DELLA CICLABILITAʼ: 1) La capacità di incisività di un territorio che possa attrarre il cicloturismo è in funzione diretta del territorio che la ospita e questa deve essere già percepita come località ove si può trascorrere una vacanza attiva, e la TANARIA ha tutte queste caratteristiche. 2) In attesa di una ciclabile si deve pensare da oggi al raggiungimento, da parte dei cicloturisti, di una meta, quindi lʼidea di una CICLOVIA PERMANENTE che inizia da Alessandria e si conclude a Upega sopra Ormea coglie questa esigenza. Considerando poi che la VEN-TO passa proprio da Alessandria e che il progetto futuro della Regione è quello della “Via del Mare”, ciclabile che seguirà il Tanaro, da ancora più forza a questa iniziativa. La Randonée “GranTanaRando” è una delle prime azioni concrete del progetto TANARIA. I finanziamenti sono in fase di richiesta. Il proseguimento del progetto a seguire sullo stesso tracciato sarà quello della prima “Ciclovia permanente GRANTANARIA” del Piemonte e seconda in Italia. La prima Randonée è programmata per il 21/22 maggio 2016. LʼIMPORTANZA BASILARE DI UNA DORSALE CHE DALLE SORGENTI DEL TANARO PORTI NELLA LANGA La manutenzione dei sentieri é unʼattività indispensabile per garantire la perennità dellʼitinerario e offrire un buon prodotto ai visitatori. Grazie ad alcuni interventi regolari e/o stagionali é possibile contrastare lʼavanzata della vegetazione, verificare le condizioni del sentiero, sostituire la segnaletica andata persa o danneggiata, ecc. Questa attività dovrà diventare “ordinaria amministrazione” per sostenere nel tempo lo sforzo iniziale del progetto e per ampliarlo come offerta. Nei paesi in cui esiste una solida tradizione di turismo escursionistico le associazioni provvedono ad effettuare buona parte della manutenzione. Spesso, le attività di manutenzione dei fanno parte degli strumenti di inserimento sociale o di aiuto ai lavoratori disoccupati oppure utilizzano il lavoro retribuito di agricoltori che sono attrezzati per eseguire questi lavori. LʼIMPORTANZA BASILARE DELLA CARTOGRAFIA CONNESSA AL TURISMO ESCURSIONISTA La realtà attuale è che, nella maggior parte dei casi, fare escursionismo in Italia spesso significa percorrere sentieri improbabili indicati da altrettanto improbabili carte escursionistiche. Ecco perché fornire il nostro territorio di carte mirate allʼescursionismo può diventare un veicolo basilare per accogliere il turismo internazionale i cui numeri sono impressionanti e troppo spesso trascurati. Ho già elencato questi numeri e si può constatarne la consistenza! LA MESSA IN RETE DEL POTENZIALE LAVORO AGRICOLO, CULTURALE ED ARTISTICO DELLA TANARIA Lʼidea di creare percorsi, di collegare interessi culturali, di produzioni agricole virtuose, elementi artistici e spirituali concede la possibilità di progettare, come di fatto sta già avvenendo, una rete di prodotti turistici che vanno dallʼenogastronomia allʼescursionismo sportivo e il pellegrinaggio tutte intersecate tra di loro e facenti riferimento agli operatori locali. Lʼopportunità per i tour operator internazionali specializzati di offrire permanenze lunghe ai loro clienti e consegnare a questi ultimi attività collaterali, ospitalità esclusiva nella sua semplicità, la sensazione di camminare nella millenaria storia del Piemonte fanno di questi prodotti una eccellenza molto appetibile. Gli stessi percorsi che si costruiranno per coloro che amano camminare potranno essere utilizzati dal turismo ciclistico (mountain bike) o a dorso di cavallo.

4


PIANO ECONOMICO: a) Naturalmente un progetto così ampio e ambizioso avrà bisogno di un sostegno economico molto importante che però DOVRAʼ ESSERE mirato a fornire un futuro economico autonomo al territorio. b) Le risorse economiche dovranno inevitabilmente seguire due canali NON separati eticamente, ma con usufruttuari diversi. Il primo riconducibile a fondi di sostegno alle aziende agricole del luogo ed agli autoctoni per poter far nascere sul territorio quelle possibilità di offerte turistiche che siano appetibili e vendibili sui mercati internazionali. Dovrà essere creata una figura super partes che effettuerà le ricerche della potenziale “clientela” in Italia e nel mondo. La TANARIA dovrà diventare un “caso” e questo aumenterà la visibilità del progetto e di conseguenza anche di molto lʼinteresse nei suoi confronti. I prodotti della terra dovranno avere un valore primario e lʼesempio da seguire dovrà essere la strada segnata dalla Castagna Garessina, dalla Rapa di Caprauna, dal tartufo nero di Scagnello, dal fagiolo di Bagnasco dai migliori tartufi bianchi del mondo che si trovano sotto terra SOLO nei nostri boschi. Sarà necessaria unʼopera di ricerca storico agricola, bisognerà sondare quali possibili culture si potranno impiantare considerando la climaticità e il territorio. Il comparto ORTICOLO potrebbe dare un forte impulso ancor più se venisse trasformato in loco. Dovranno essere coinvolte le aziende agricole del e bisognerà con loro concordare gli sviluppi percorribili. Il secondo, importantissimo, dovrà essere formato da fondi per sostenere le amministrazioni che, in modo oculato, ma non restrittivo in termini di risultati, dovranno pensare a tutte quelle infrastrutture che li coinvolgono direttamente: raccolta rifiuti, controllo delle acque del fiume, impianti di sviluppo della rete informatica, spese per cartografie, tenuta a regola dei sentieri e delle piste ciclabili, controllo idrogeologico del territorio. Tutte queste voci dovranno divenire quasi ordinaria amministrazione ed essere concordate tra i comuni delle Unioni, evitando lotte intestine o invidie antiche. Il bene comune DOVRAʼ necessariamente divenire il traguardo. c) Le risorse economiche dovranno pervenire da PSR, PSL, Fondi Strutturali, Finanziamenti delle Fondazioni Bancarie, dalle Unioni Montane già coinvolte e direttamente impegnatesi con uno stanziamento a bilancio per i prossimi tre anni e poi infine, per i grandi lavori strutturali quali ad esempio la ciclabile Ormea – Ceva (che dovrà proseguire per Bra – Alba seguendo tutto il corso del fiume fino a Bassignana per progettualità dei territori interessati) ricercare Fondi Europei. Sulla base di questo abbiamo instaurato una collaborazione con unʼazienda con sede a Bruxelles (http://idconsulting.be/) con la quale stiamo progettando la presentazione del progetto in Europa, azione che è lʼoggetto specifico di questa richiesta di contributo.

5


LE AZIONI DEL PROGETTO 1) LE AZIONI INTRODUTTIVE AL PROGETTO: a) ANALISI DI FATTIBILITAʼ DEL PROGETTO per la presentazione delle istanze di finanziamento alle Fondazioni, ai Privati, alla Regione e ai Fondi Europei (messa in rete degli operatori, delle istituzioni, relazioni e partecipazione a convegni e workshop, trasmissione degli obbiettivi del progetto, ciclabile, mappatura analitica dei Comuni, studio dei percorsi turistici, sviluppo del comparto agricolo, integrazione del treno storico al contesto turistico del territorio, integrazione degli operatori dellʼospitalità e della ristorazione al progetto, studio dei prodotti tipici e loro valorizzazione ecc. ecc.) Comunicati stampa e gestione della comunicazione e della promozione del progetto in sede nazionale e internazionale. Coordinamento dei lavori e delle riunioni di lavoro. Segreteria e gestione sede. b) ANALISI E MAPPATURA DEL TERRITORIO che si tradurrà nella compilazione di un questionario professionale da inviare a tutte le amministrazioni e agli enti, interviste dirette agli amministratori, verifica sul territorio delle tre Unioni delle strutture ricettive, degli impianti sportivi, degli aspetti storici, culturali e religiosi. La finalità di questo tipo di lavoro che viene utilizzato in tutti i progetti seri e importanti, è quella di poter lavorare su una visione oggettiva e realistica del territorio in modo da permette unʼanalisi più corretta degli interventi e degli stessi finanziamenti. Consegnerà altresì un lavoro utile e indispensabile a cui potranno attingere tutti coloro che lo riterranno necessario. Questo utilizzo sarà completamente gratuito da parte delle amministrazioni e quindi da parte delle Unioni che fanno parte del progetto.

2) LE AZIONI PROMOZIONALI: a) PORTALE DI INFORMAZIONE GENERALE E PARTICOLARE (fatto) contenente tutte le opportunità turistiche del territorio, le modalità per usufruirne e di documenti scaricabili dallʼutente per favorire il flusso turistico sul territorio composto da oltre 30 pagine. Il portale sarà tradotto in 3/4 lingue e dovrà diventare la connessione tra operatori del territorio e la clientela turistica. Non da meno sarà corredato di video, di documentazione storica, culturale e di carte al 1:25.000 georeferenziate scaricabili. Mettendo insieme il numero di escursionisti che sono in Germania 13.000.000, in Austria 2.000.000, in Svizzera 2.000.000, in Francia 10.000.000, in Svezia 3.500.000 e in Olanda 4.500.000. Significa un bacino di utenza possibile di 35.000.000 di utenti raggiungibili dalla comunicazione della Tanaria b) RIVISTA ONLINE CON USCITA OGNI 4 MESI con interviste, temi storici, racconti, arte, fotografia, temi sociali ecc. ecc. inviata gratuitamente tramite mailing list in tutto il mondo. c) REALIZZAZIONE DI 10 VIDEO promozionali da veicolare sul sito, sui social network e da spedire, via link, ai TOUR OPERATOR internazionali. d) PARTECIPAZIONE A B.I.T., WORKSHOP E FIERE DEL TURISMO in Italia ed allʼestero mirati alla promozione ed allʼofferta specifica di pacchetti turistici del territorio della TANARIA nel suo complesso. Collaborazioni con società e promotori esteri per il turismo. Traduzioni in inglese, tedesco e olandese delle offerte turistiche prodotte inerenti al progetto “TANARIA liberaMente”.

6


3) LE AZIONI INDIRIZZATE ALLʼESCURSIONISMO E AL TURISMO: a) CARTE TOPOGRAFICHE 1:25.000 GEOREFERENZIATE che devono diventare il biglietto da visita più importante e la chiave per poter ambire ad attirare in modo professionale. Gli escursioni, soprattutto quelli stanieri, pretendono ed hanno necessità di potersi avvalere di mappe aggiornate e precise. Queste naturalmente serviranno anche a coloro che vorranno muoversi in mountain bike od a cavallo. b) MANUTENZIONE DEI SENTIERI, verifica della cartellonistica e segnaletica, manutenzione generale dei percorsi turistici in modo da poterli offrire sempre in buone condizioni su tutto il territorio della TANARIA. c) IL TURISMO PER TUTTE LE FAMIGLIE, indagine e monitoraggio per lo sviluppo di un turismo indirizzato alle famiglie con bambini e ragazzi. Allo stesso modo e con lo stesso impegno iniziare a progettare e indirizzare lʼospitalità anche per le famiglie con ragazzi portatori di handicap o di difficoltà. Questo settore, se sviluppato con rigore e pianificazione, crea un turismo fidelizzato che si basa anche sulla “autopromozione”. d) TURISMO PER I BAMBINI, indagine e monitoraggio per lo sviluppo di un turismo indirizzato ai bambini seguendo esempi virtuosi già in attività sul territorio della TANARIA. Per questo tipo di turismo, il fondovalle, i boschi e i percorsi con difficoltà lievi possono essere uno scenario che possono e devono soddisfare le richieste di natura, benessere, educazione ambientale ed alimentare. e) STUDIO E PROGETTAZIONE DI UN MODULO ABITATIVO TIPO BIVACCO da installare su quei percorsI che non sono serviti da strutture tipo Rifugi o da Cascine adibite ad ospitalità per garantire la percorribilità anche ai tragitti di trekking con obbligo di sosta notturna. Il MODULO sarà costruito con materiali a filiera corta, legni con essenze del luogo, coibentazione naturale, 6 posti letto, autosufficienza con riserva dʼacqua, energia elettrica tramite pannelli foto voltaici, e un punto cucina. f) PUNTI DI VISTA, analisi dei “punti di vista” storici con la progettazione e realizzazione di una “torre di vista” costruita con materiali a filiera corta (legno). Queste strutture, tutte uguali, potranno essere sistemate di fianco a ruderi o costruzioni non agibili per poter offrire ai turisti escursionisti punti di vista “mozzafiato” sulla vallata. g) STUDIO E PROGETTAZIONE DI UNA OSPITALITAʼ ALTERNATIVA E DIFFUSA (ANTICHI BORGHI O COSTRUZIONI IN LEGNO) che dovranno essere progettate e poi finanziate con risorse europee. Lʼidea di creare anche borghi con costruzioni in legno organizzate come alberghi diffusi nasce dal fatto che spesso gli interventi su edifici già esistenti si rivelano molto dispendiosi. Tutti queste ipotesi, sia quelle su edifici esistenti sia quelle in costruzione di legno, dovranno, per dare forza alla progettualità, essere gestite con risorse energetiche rinnovabili e autonome. Questa tipologia di intervento potrebbe dare vita ad una nuova gestione di zone boschive ad oggi abbandonate dai proprietari e rimettere in moto la buona norma della manutenzione, che si trasformerebbe, naturalmente, in una salvaguardia del territorio e una prevenzione delle devastazioni per eventi pluviali.

7


h) STUDIO E PROGETTAZIONE PER UN MODULO DI POSTA PER RICOVERO CAVALLI per lʼIPPOTURISMO in modo da incentivare gli appassionati di questa disciplina, che hanno necessità di poter lasciare i loro animali al sicuro durante la notte e che scelgono i loro percorsi in funzione di questa possibilità. La soluzione di questa problematica sul nostro territorio potrà indirizzare la scelta dei viaggiatori a cavallo.

4) LE AZIONI INDIRIZZATE ALLA SALVAGUARDIA ED ALLʼUTILIZZO TURISTICO DELLE ACQUE: a) RISORSE PER UNA ATTENTA ANALISI DELLE ACQUE in mancanza di un servizio adeguato da parte dellʼARPA che sempre più allunga i tempi di controllo lʼunica possibilità di difendere il lavoro svolto dagli AMICI DEL FIUME dal 1987 e difenderne i risultati è istituire un programma di verifica delle acque. Quindi ipotizzare di fornire le risorse per metterlo in atto. b) STUDIO E PROGETTAZIONE DI UNʼAREA di ingresso al fiume, area di sicurezza per i minori, servizi igienici, due salvagenti, una cima a disposizione. Questi verranno installati nelle aree dei paesi che si affacciano al fiume nei luoghi tradizionalmente utilizzati per la balneazione libera o per lʼingresso al fiume degli appassionati di sport dellʼacqua. c) STUDIO E PROGETTAZIONE DI TRATTI DI FIUME RISERVE DI PESCA NO KILL. La specialità sportiva di pesca “no kill” annovera sempre più appassionati che peraltro salvaguardia la fauna acquatica e ne mantiene la caratteristica autoctona. Anche la pesca tradizionale ma, con il ripopolamento, cercando di offrire fauna autoctona e non immessa. d) STUDIO E PROGETTAZIONE DI ZONE DI RIPOPOLAMENTO per le razze di pesce autoctono con un programma serio ed affidato a qualche dipartimento universitario con il preciso scopo di ricreare il più possibile lʼhabitat faunistico originale.

5) LE AZIONI INDIRIZZATE ALLA CICLABILITAʼ: a) PROGETTAZIONE ED ANALISI GENERALE PISTA CICLABILE DA ORMEA A CEVA Sopralluoghi, analisi dello stato attuale delle varie tratte, catalogazione fotografica delle problematiche, rielaborazione dei percorsi sulla base del precedente progetto sviluppato dalla Comunità Montana, tracciatura, analisi e sopralluoghi per il tratto mancante da Nucetto a Ceva con riferimento allʼallacciamento della futura tratta Ceva - Bra. b) PROGETTAZIONE ED ORGANIZZAZIONE DI UNA RANDONEEʼ CICLOTURISTICA (fatto) con percorso di 200/400 km da Alessandria a Upega e ritorno. Una cicloturistica che diventerà un appuntamento annuale e che segnerà, anno dopo anno, il progredire della pista ciclabile lungo Tanaro. Sopralluoghi, analisi del percorso avvalendosi di cicloturisti esperti, connessione dei punti tappa in luoghi di interesse turistico, distribuzione di prodotti tipici ai partecipanti, connessione a club di randonneurs stranieri e supervisione dellʼorganizzazione da parte di A.R.I. Randonneur AUDAX Italia.

8


c) PROGETTAZIONE DI STAZIONI DI SOSTA PER I CICLISTI E ANCHE DI RICARICA DELLE BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA che sempre più stanno entrando nellʼuso comune del cicloturismo. Queste dovranno essere di un tipo standardizzato e facilmente individuabile dagli utenti. d) PROGETTAZIONE E CONVENZIONE per costruire una rete di assistenza ed info point segnalata e convenzionata che dia tranquillità e fiducia ai turisti. e) PROGETTAZIONE, NEGLI AGGLOMERATI URBANI, DI VIABILITAʼ DEDICATA AI CICLOTURISTI con progetti che tengano conto di una circolazione facile e preferenziale per questo tipo di traffico e che creino aree di sosta per il facile deposito delle biciclette per coloro che volgio fermarsi, mangiare, visitare i luoghi.

6) LE AZIONI INDIRIZZATE ALLA RIQUALIFICA E AGGIORNAMENTO DEGLI OPERATORI SUL TERRITORIO: a) CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO gratuito per istruire coloro che operano nellʼospitalità. Il corso si prefigge di istruire i gestori di Alberghi, Pensioni, Agriturismo, B&B, Affittacamere in modo da poter offrire uno standard unificato in modo che gli ospiti possano constatare e portare nei loro ricordi e soprattutto nei loro racconti una volta ritornati nei propri Paesi una esperienza che abbia anche un impatto emotivo. Non è una banalità. I corsi saranno tenuti da esperti del settore e serviranno anche come divulgazione del progetto. b) CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO gratuito rivolto agli agricoltori in modo da poter organizzare, pianificare e razionalizzare la produzione di quei prodotti tipici che possono fare la differenza sia per le persone che visitano i nostri luoghi, ma e soprattutto, per le aziende agricole che potranno evitare passaggi costosi dei loro prodotti che daranno in questo modo la massima resa ai produttori stessi. I corsi saranno c) CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO gratuito per istruire gli abitanti locali, i giovani, i bambini, gli insegnanti del territorio che li circonda. Si è constata, in molti casi, la totale “ignoranza” sulle bellezze, ma anche soltanto sulla geografia che ci circonda. Essere degli “abitanti” informati vuole dire poter offrire a chi ci visiterà la sensazione di una popolazione consapevole, attenta e informata.

Pietro Contegiacomo Copyright©2011 9

Descrittivo progetto "TANARIA liberaMente" 2016-2017  

Con il presente documento si intende presentare la validità dell’ipotesi di presentazione presso il Parlamento Europeo del progetto “TANARIA...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you