Page 1

CATALOGO FORMATIVO


INDICE

PAG.

18 lingue e it 01 - business english livello base e intermedio 02 - sicurezza informatica

PAG.

02 MARKETING, VENDITA E COMUNICAZIONE 01 - Strumenti e tecniche di marketing per la PMI

PAG.

22 AMMINISTRAZIONE, CONTABILITA’ E CONTROLLO DI GESTIONE

02 - Negoziazione efficace degli acquisti: fornitori e compratori a confronto

01 - contabilita’ analitica e il bilancio per non addetti

03 - La gestione del cliente: organizzazione, miglioramento e controllo della rete vendita

02 - controllo di gestione (analisi costi e ricavi) 03 - amministrazione del personale

04 - Corso E-commerce: opportunità di business per le PMI PAG.

10 soft skills 01 -Strumenti operativi per comunicare con efficacia 02 - Team Working 03 - Project & Time management 04 - Strumenti per sviluppare la leadership

direzione lavoro: ente accreditato regione lazio per la formazione continua

04 - PAGHE E CONTRIBUTI CON UTILIZZO DI SOFTWARE PAG.

30 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E GESTIONE D’IMPRESA 01 - gare d’appalto: come partecipare a gare nazionali 02 - privacy 2.0: evoluzione e tutela nella normativa europea 03 - archivi: digitalizzazione e conservazione documentale 04 - gestione del personale possibilità di finanziare fino all’intera quota di ogni corso attraverso fondi interprofessionali o enti bilaterali


MARKETING, VENDITA E COMUNICAZIONE 01

Strumenti e tecniche di marketing per la PMI

A CHI SI RIVOLGE

argomenti Competizione su Prodotto, prezzo e servizio Dalle politiche di prezzo basate sul costo al valore percepito per il mercato Marketing mix e analisi comparata con i principali competitors Come deve cambiare la funzione marketing per garantire competitività Dal Marketing alla Rete di Vendita Analisi delle performance, parametri ed indicatori fondamentali

obiettivi

Personale commerciale, Addetti e Funzionari di Vendita, Responsabili e Addetti Ufficio Marketing, Imprenditori di PMI

Acquisire strumenti per differenziarsi dai competitors, aumentare la visibilità dell’azienda e dei prodotti/servizi, raggiungere in modo mirato nuovi clienti, aumentare le vendite e rendere la tua azienda più nota sul mercato.

20 ore

modalità

durata

Il corso è strutturato in lezioni frontali durante le quali si analizzeranno casi aziendali e si svolgeranno esercitazioni pratiche. La metodologia didattica consentirà ai partecipanti di analizzare con il docente come adattare procedure e strumenti di lavoro alla specifica realtà aziendale.

2

3


MARKETING, VENDITA E COMUNICAZIONE 02

Negoziazione efficace degli acquisti: fornitori e compratori a confronto

A CHI SI RIVOLGE Responsabili e Addetti degli Uffici Acquisti, Buyer

durata

argomenti Le ragioni della negoziazione, dal punto di vista del compratore e del venditore Individuare i punti di forza e di debolezza del compratore e del venditore Atteggiamento mentale nella negoziazione Prezzo, qualità, quantità e tempo Stabilire il proprio range di accettabilità: risultato minimo/ accettabile/migliore Stabilire il range di accettabilità della controparte: risultato minimo/accettabile/migliore Processo di “armonizzazione” interpersonale: il rapporto quando conviene? Tecniche di trattativa I principi della persuasione: la raccolta “intelligente” delle informazioni con le domande di precisione Come rapportarsi a personalità diverse dalla nostra: la tecnica del ricalco La ristrutturazione delle obiezioni fatta dal compratore La chiusura motivante e il ponte sul futuro

obiettivi 16 ore

Acquisire sicurezza nella gestione di una trattativa, imparare a gestire le diverse tipologie di fornitori, ridurre i costi aziendali.

modalità Il percorso formativo è costituito da una metodologia teorico-esperenziale che prevede un forte coinvolgimento dei partecipanti in simulazioni ed attività pratiche volte a far emergere i punti chiave dell’esperienza negoziale individuale.

4

5


MARKETING, VENDITA E COMUNICAZIONE 03

La gestione del cliente: organizzazione, miglioramento e controllo della rete vendita

A CHI SI RIVOLGE Responsabili Commerciali, Personale Commerciale, Imprenditori di PMI

durata

argomenti I fattori critici da cui dipende il successo nella impostazione e gestione della rete di vendita I principali errori da non commettere I Parametri e gli indicatori da utilizzare per programmare e controllare l’attività del gruppo La valutazione del singolo venditore Analisi e verifica del grado di concentrazione e di rischio dei risultati di vendita Il programma di affiancamento e la sua relazione con gli obiettivi da raggiungere Budget di vendita e la gestione delle riunioni di controllo Ottimizzazione delle dinamiche gestionali Implementazione della performance individuale e di gruppo Controllo meritocratico degli output e utilizzo del turn-over Tecniche di Team Building e di Monitoraggio del Clima Campagne commerciali creative Clusterizzazione del mercato e della clientela Comunicazione Persuasiva e psicologia della vendita Schema di autoanalisi per il venditore

obiettivi 20 ore

Migliorare i risultati della rete vendita, incrementare il fatturato dell’azienda, ridurre il turn over aziendale e affrontare eventuali criticità.

modalità Verranno utilizzate diverse metodologie didattiche, dalla lezione frontale all’utilizzo di metodologie partecipative quali ad esempio brainstorming, role playing, case history.

6

7


MARKETING, VENDITA E COMUNICAZIONE 04

Corso E-commerce: opportunità di business per le PMI

A CHI SI RIVOLGE

argomenti L’analisi della concorrenza e dei clienti L’analisi del proprio sito L’identificazione della strategia di e-commerce Come strutturare o ristrutturare il proprio sito Quale piattaforma utilizzare Come scegliere la tecnologia più consona alle proprie esigenze I sistemi di pagamento Il monitoraggio delle vendite e del negozio on line Gli strumenti di comunicazione e promozione del negozio (email marketing, social media marketing, ecc…) Aspetti legali e logistici

obiettivi Personale Marketing e Commerciale, Imprenditori di PMI Implementare un sistema di vendita dei prodotti online, acquisendo nuovi clienti e aumentando le possibilità di business e di crescita dell’impresa.

durata 16 ore

modalità Verranno utilizzate diverse metodologie didattiche, dalla lezione frontale all’utilizzo di metodologie partecipative quali ad esempio brainstorming, role playing, case history.

8

9


soft skills 01

Strumenti operativi per comunicare con efficacia

argomenti Elementi della Comunicazione Distorsione comunicativa, cause e barriere I preconcetti. L’ascolto attivo, il ricalco Non solo parole. Classificazione dei segnali Il Contesto, il feedback Empatia in comunicazione Le fasi della comunicazione Gli elementi deboli della comunicazione L’assertività Come parlare in pubblico

A CHI SI RIVOLGE obiettivi Chiunque desideri individuare il proprio stile comunicativo, migliorare la propria perfomance comunicativa e relazionale.

Imparare a relazionarsi con gli altri, evitare fraintendimenti e problemi di comunicazione che ostacolano la collaborazione ed il senso di efficacia personale.

durata 16 ore

modalità La metodologia è un mix teorico/esperienziale, dove il discente prende atto di concetti teorici e li rivive su di sé attraverso esercitazioni, test, simulazioni, role playing, che hanno lo scopo di mettere il partecipante nella condizione di farli propri, attraverso il proprio vissuto.

10

11


soft skills 02

Team Working

A CHI SI RIVOLGE

argomenti Organizzazione del team di lavoro Gestione del tempo e delle priorità Dinamiche di gruppo: la leadership e i ruoli all’interno dei gruppi di lavoro Gestione dei conflitti Problem solving Definizione di obiettivi di sviluppo

obiettivi

Chiunque desideri sviluppare o migliorare la capacità di lavorare in gruppo

Migliorare le performance di un gruppo, la comunicazione tra i suoi membri, la motivazione, il coinvolgimento e l’impegno verso un obiettivo comune, sviluppare la consapevolezza del proprio ruolo ed il senso di appartenenza, migliorare il clima aziendale ed il benessere dei lavoratori riducendo i conflitti interni, il livello di disorganizzazione e le perdite aziendali.

20 ore

modalità

durata La metodologia è un mix teorico/esperienziale, dove il discente prende atto di concetti teorici e li rivive su di sé attraverso esercitazioni, test, simulazioni, role playing, che hanno lo scopo di mettere il partecipante nella condizione di farli propri, attraverso il proprio vissuto.

12

13


soft skills 03

Project & Time management

A CHI SI RIVOLGE Manager di qualunque livello ed area aziendale, Team Leader, Responsabili di Unità Organizzative, Responsabili di Team di Progetto interfunzionali, Capi Area, Capi uffici

durata

argomenti Project Management: valutazione delle risorse e assegnazione dei ruoli Definizione di obiettivi, costi e tempi di un progetto Organizzazione e monitoraggio delle attività Costruire un team di lavoro con alte performance Lavorare per obbiettivi comuni e non individuali I meccanismi motivazionali dei collaboratori e l’incidenza sulla prestazione professionale e sull’appartenenza aziendale Il processo di sviluppo del potenziale per arrivare alla delega: dal lavoro per compiti al lavoro per obiettivi La comunicazione organizzativa Il concetto di tempo come risorsa La gestione delle scadenze e dell’imprevisto Time planning: la pianificazione della giornata di lavoro

obiettivi Conoscere le tecniche di organizzazione e gestione ottimale dei progetti aziendali, sviluppare una mentalità manageriale e acquisire la capacità di risolvere in maniera efficiente, efficace e brillante i problemi aziendali (chiave di successo di un’attività imprenditoriale).

30 ore

modalità La metodologia è un mix teorico/esperienziale, dove il discente prende atto di concetti teorici e li rivive su di sé attraverso esercitazioni, test, simulazioni, role playing, che hanno lo scopo di mettere il partecipante nella condizione di farli propri, attraverso il proprio vissuto.

14

15


soft skills 04

Strumenti per sviluppare la leadership

A CHI SI RIVOLGE Imprenditori, Manager di Funzione, Direttori del Personale e in generale a tutti coloro che rivestono un ruolo di Leader e/o che gestiscono collaboratori

durata 16 ore

argomenti Il leader che definisce la vision Il problem solving: il pensiero sistemico e le fasi di risoluzione di un problema Decision making: schemi decisionali. Differenza tra scelta e decisione La self leadership: il metodo a cinque fasi di Blanchard Stili di leadership: gli strumenti di Goleman

obiettivi La leadership è la funzione in cui converge tutta l’azione strategica manageriale, dalla crescita delle risorse umane, alla decisione efficace, al perseguimento tenace dei risultati economici, quindi è fondamentale che il “leader” abbia la conoscenza e consapevolezza del proprio stile di guida, riconoscendone gli aspetti funzionali ed efficaci da quelli disfunzionali e inefficaci, al fine di mettere a fuoco le aree di miglioramento chiave per una migliore performance propria, dei collaboratori e dell’azienda.

modalità La metodologia è un mix teorico/esperienziale, dove il discente prende atto di concetti teorici e li rivive su di sé attraverso esercitazioni, test, simulazioni, role playing, che hanno lo scopo di mettere il partecipante nella condizione di farli propri, attraverso il proprio vissuto.

16

17


LINGUE E IT 01

business english livello base e intermedio

argomenti LIVELLO BASE

Attività di writing, listening, speaking Scrivere email adeguate al contesto lavorativo: prenotazioni, appuntamenti, ordinazioni Conoscere e assimilare la terminologia corretta Strutturare una conversazione Vocabolario adeguato al campo lavorativo Le principali funzioni linguistiche pertinenti al campo lavorativo

LIVELLO INTERMEDIO

A CHI SI RIVOLGE Chiunque desideri acquisire o migliorare le proprie competenze linguistiche legate all’ambito lavorativo

Stesura di lettere, rapporti, fax e memo Comunicare al telefono Business english per viaggi e congressi Presentazione dell’azienda, dei prodotti e dei servizi, partecipazione a riunioni di lavoro Descrizione degli andamenti, del rendimento dell’azienda e dei risultati Negoziazione e vendita Marketing e pubblicità Tematiche di business e management

durata obiettivi 20 ore

Comunicare in lingua inglese all’interno di un contesto lavorativo.

modalità Le lezioni possono svolgersi in modalità individuale o di gruppo, saranno articolate da una fase teorica ed una pratica con esercitazioni in lingua (writing, listening, speaking).

18

19


LINGUE E IT 02

sicurezza informatica

A CHI SI RIVOLGE Il destinatario ideale potrebbe essere il titolare, che e’ anche il Responsabile della Privacy, o il personale interessato alla gestione tecnica dell’area IT aziendale

durata

argomenti Principali cause di perdita di dati Eventi indesiderati: attacchi hacking, accesso a sistema da parte di utenti non autorizzati Effetti ed eventi accidentali Tipi di sicurezza e di attacchi: - sicurezza passiva - sicurezza attiva - sicurezza nelle aziende Sicurezza dei programmi: - caratteristiche di sicurezza - controllo della sicurezza di un programma - errore di programma - principali tecniche di attacco - principali tecniche di difesa

obiettivi Il discente sarà in grado di identificare le minacce alla protezione, le vulnerabilità dei sistemi informativi e sarà capace di rispondere a qualsiasi incidente informatico secondo schemi prefissati.

8 ore

modalità La formazione verrà erogata mediante diverse metodologie didattiche, dalla lezione frontale all’utilizzo di esercitazioni mirate.

20

21


AMMINISTRAZIONE, CONTABILITA’ E CONTROLLO DI GESTIONE 01

contabilita’ analitica e il bilancio per non addetti

A CHI SI RIVOLGE Responsabili di funzione, Responsabili di Centri di Costo, Personale non esperto in ambito amministrativo che deve padroneggiare per motivi professionali le tematiche

durata

argomenti Contabilità direzionale: a cosa serve e come si realizza Gli elementi di costo: la definizione di costo, la classificazione dei costi, la variabilità dei costi, le configurazioni di costo. I sistemi di rilevazione dei costi: costi effettivi vs costi standard Il sistema informativo: il piano dei conti, i centri di costo, le schede costo, la definizione dei centri di responsabilità, la scelta delle basi di imputazione, l’imputazione dei costi agli oggetti di calcolo, l’analisi dei costi come strumento di controllo, i costi standard, l’analisi degli scostamenti I costi del prodotto a supporto del processo di decisione: le decisioni di prezzo, l’analisi del break even point, le decisioni di mix e le decisioni di make or buy Definizione dei più comuni termini di bilancio. Esemplificazione pratica di rilevazioni contabili Il conto economico civilistico e quello gestionale ed il bilancio dal punto di vista gestionale, civilistico, fiscale Gli indicatori di equilibrio finanziario e di liquidità. Indici di efficienza ed indici di redditività Passare dal concetto di reddito a quello di redditività Determinare il possibile sviluppo aziendale

obiettivi 30 ore

I partecipanti avranno gli strumenti utili per impostare correttamente ed efficacemente un sistema di controllo di gestione in azienda.

modalità Verranno utilizzate diverse metodologie didattiche, dalla lezione frontale all’utilizzo di metodologie partecipative. La metodologia didattica consentirà ai partecipanti di analizzare con il docente come adattare procedure e strumenti di lavoro alla specifica realtà aziendale.

22

23


AMMINISTRAZIONE, CONTABILITA’ E CONTROLLO DI GESTIONE 02

controllo di gestione (analisi costi e ricavi)

A CHI SI RIVOLGE Personale aziendale, anche non amministrativo, che coordina progetti o commesse; personale amministrativo che necessita di acquisire competenze “ponte” tra la contabilità generale ed il controllo di gestione o che deve aggiornarsi in tema di controllo di gestione.

durata 30 ore

argomenti Il modello di controllo - Cosa controllare: Centri di costo e Oggetti di controllo - L’analisi dei costi e dei ricavi - Quale competenza attribuire ai costi: periodi e logiche di attribuzione - Fissare le regole di funzionamento del sistema: i Criteri di gestione - Le varie configurazioni di costo: formato e contenuti dei Conti Economici - I modelli di costing: direct costing e full costing - Le strutture e i criteri di ribaltamento dei costi Gli strumenti di rilevazione - L’analisi dei dati e le procedure organizzative - Contabilità generale, sottosistemi extracontabili e contabilità analitica - I consuntivi contabili ed extracontabili: criteri di rilevazione - I preconsuntivi: criteri di definizione e rilevazione - I valori standard - Il Budget originario e quello aggiornato Gli strumenti di elaborazione - La mensilizzazione per competenza - L’elaborazione delle proiezioni a fine esercizio - L’elaborazione dei ribaltamenti - L’elaborazione dei costi standard e delle varianze Il reporting - Il miglioramento delle performance - Gli obiettivi del sistema di controllo - Gli indicatori di performance - Il disegno dei report - Il controllo periodico dei risultati - L’utilizzo dei report ai fini delle decisioni aziendali

obiettivi I partecipanti avranno gli strumenti utili per impostare correttamente ed efficacemente un sistema di controllo di gestione in azienda.

modalità Verranno utilizzate diverse metodologie didattiche, dalla lezione frontale all’utilizzo di metodologie partecipative. La metodologia didattica consentirà ai partecipanti di analizzare con il docente come adattare procedure e strumenti di lavoro alla specifica realtà aziendale.

24

25


AMMINISTRAZIONE, CONTABILITA’ E CONTROLLO DI GESTIONE 03

amministrazione del personale

A CHI SI RIVOLGE Addetti all’ufficio del personale o Risorse Umane, anche alla prima esperienza lavorativa

durata 30 ore

argomenti I diversi tipi di contratto di lavoro utilizzati in azienda - Le fonti del diritto del lavoro e il ruolo della giurisprudenza - La contrattualistica italiana e le varie fattispecie di rapporto di lavoro: il lavoro subordinato, il lavoro autonomo, la somministrazione - Il datore di lavoro e gli obblighi verso gli enti e gli istituti - Gli enti previdenziali e assicurativi - Le regole del rapporto di lavoro e i libri obbligatori La costituzione del rapporto di lavoro - Il contratto di lavoro subordinato - Il contratto di lavoro autonomo Il rapporto di lavoro subordinato - La retribuzione - L’orario di lavoro - La gerarchia e i vincoli di fiducia e fedeltà La sospensione del rapporto di lavoro subordinato - La malattia, la maternità, i congedi parentali,i permessi individuali - L’infortunio - L’aspettativa - La Cassa Integrazione Guadagni Le tecniche di retribuzione Adempimenti previdenziali e assistenziali

obiettivi Avere competenze in tema di retribuzione, contratti, diritto del lavoro, indispensabili per la gestione del personale di un’azienda, piccola, media o grande ed essere pronti a gestire tutte le problematiche di un ufficio del personale.

modalità La formazione verrà erogata tramite lezioni esercitazioni, casi pratici di studio, simulazioni.

26

frontali,

27


AMMINISTRAZIONE, CONTABILITA’ E CONTROLLO DI GESTIONE 04

PAGHE E CONTRIBUTI CON UTILIZZO DI SOFTWARE

A CHI SI RIVOLGE Lavoratori addetti all’elaborazione delle buste paga, anche alla prima esperienza lavorativa

durata 30 ore

argomenti Analisi e compilazione della busta paga con utilizzo di software - La busta paga - Struttura - Elementi fissi: paga base, contingenza, scatti - Elementi variabili: lavoro straordinario, trasferta, indennità varie, superminimo, lavoro festivo e notturno, lavoro a turni, patti di concorrenza e mensilità aggiuntive - Retribuzione durante le assenze: La malattia, maternità e infortunio La retribuzione e normativa - Nozione e determinazione della retribuzione - La retribuzione differita - Forme e classificazione della retribuzione - Premi e benefit L’imponibile previdenziale e fiscale - Il concetto d’imponibile previdenziale ed il calcolo dei contributi previdenziali - L’imponibile fiscale ed il calcolo delle ritenute fiscali - Il calcolo delle imposte e delle detrazioni - Il versamento delle ritenute fiscali - Gli adempimenti annuali: Modello CUD – 770 e Autoliquidazione Inail. - Il trattamento di fine rapporto (TFR)

obiettivi Fornire e sviluppare nei partecipanti conoscenze relative agli adempimenti amministrativi, previdenziali e fiscali relativi a tutte le fasi del rapporto di lavoro, dall’ instaurazione alla risoluzione. Fornire proprietà di calcolo degli elementi retribuitivi, contributivi e fiscali per la predisposizione del cedolino paga e la compilazione della modulistica.

modalità La formazione verrà erogata tramite lezioni frontali prevalentemente pratiche attraverso l’utilizzo del pc e del software.

28

29


ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E GESTIONE D’IMPRESA 01

gare d’appalto: come partecipare a gare nazionali

A CHI SI RIVOLGE Dirigenti, Funzionari, Amministratori, Responsabili di uffici gare e componenti degli uffici legali di imprese, Liberi Professionisti, Consulenti, Avvocati

argomenti Il codice degli appalti Scouting Bandi di Gara I requisiti per la partecipazione alle gare d’appalto La capacità economica e finanziaria - La capacità tecnica e professionale - I documenti e le informazioni complementari - Predisposizione di un’offerta base completa di specifiche tecniche, prezzo e modalità di organizzazione di servizi accessori La disciplina in tema di gare d’appalto di servizi, forniture e lavori La progettazione Le procedure di gara La procedura di aggiudicazione degli appalti sotto soglia Modalità di redazione degli atti di gara La qualificazione degli operatori economici L’aggiudicazione, la stipulazione e l’approvazione L’esecuzione del contratto

obiettivi

durata 30 ore

Il corso, garantendo un approccio molto concreto al settore degli appalti, offre gli strumenti teorici, abbinati a quelli pratici, sulle principali procedure dei bandi per lavori, forniture e servizi e una metodologia rigorosa per predisporre l’offerta.

modalità La formazione verrà erogata tramite esercitazioni, casi pratici di studio.

30

lezioni

frontali,

31


ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E GESTIONE D’IMPRESA 02

privacy 2.0: evoluzione e tutela nella normativa europea

A CHI SI RIVOLGE Personale dipendente o collaboratori di aziende private (incaricati al trattamento dati)

durata 5 ore

argomenti Il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei Dati: effetti pratici sulle aziende Le nuove definizioni del regolamento Privacy by design and by default Categorie particolari di dati personali e relativi trattamenti Le figure: data controller, data processor, data protection officer ( DPO), tra obblighi e discrezionalità Informativa all’interessato, consenso, diritti, controlli a distanza e privacy dei lavoratori Diritto all’oblio e diritto alla portabilità Impatti nella gestione dei rapporti con i fornitori esterni di servizi Sicurezza dei dati e regolamento informatico interno, notificazione delle violazione Valutazione degli impatti sulla protezione dei dati Aspetti sanzionatori privacy e responsabilità Casi ed esercitazioni

obiettivi Il corso si pone l’obiettivo di illustrare i principi fondamentali derivati dalle convenzioni internazionali che hanno ispirato le legislazioni nazionali in materia di tutela della riservatezza, con riferimento al nostro “Codice della privacy” o “Testo Unico della Privacy” (T.U.P.) (Dlgs n° 196/2003) e, in particolare, al Regolamento della Comunità Europea 27 aprile 2016, n. 2016/679, direttamente applicabile nell’area UE e obbligatorio dal 25 maggio 2018.

modalità La formazione verrà erogata tramite esercitazioni, casi pratici di studio.

32

lezioni

frontali,

33


ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E GESTIONE D’IMPRESA 03

archivi: digitalizzazione e conservazione documentale

A CHI SI RIVOLGE Addetti ad attività amministrative e documentali, Addetti gli archivi e figure di Responsabili o Liberi Professionisti che desiderano acquisire competenze tecniche per corretta archiviazione e conservazione documentale

durata

argomenti Concetti della conservazione Informazioni, dati e documenti Le fasi del ciclo di vita documentale Il documento informatico alla luce delle ultime novità normative Gli strumenti di gestione informativa e documentale: PEC, protocollo e firme elettroniche Come cambiano le regole sulla conservazione dopo l’introduzione del DPCM 3 dicembre 2013 Il Responsabile della conservazione: ruolo, compiti e funzioni Manuale di conservazione e i suoi contenuti Quali documenti è possibile dematerializzare I fattori propulsivi dell’integrazione e dematerializzazione del ciclo dell’ordine e della fatturazione elettronica: dalla teoria alla pratica. I KPI del ciclo dell’ordine e le fonti di miglioramento (costi, qualità, tempo di ciclo) I benefici dell’integrazione digitale Applicazione firma digitale e marca temporale da parte del Responsabile della Conservazione: metodologie, processi e azioni Comunicazioni con le autorità competenti.

obiettivi 16 ore

Conoscere la corretta conservazione, a lungo termine, del materiale in formato elettronico. Curare l’attenzione della sicurezza delle infromazioni, in particolare nell’ambito elettronico.

modalità La formazione verrà esercitazioni pratiche.

34

erogata

tramite

lezioni

frontali,

35


ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E GESTIONE D’IMPRESA 04

gestione del personale

A CHI SI RIVOLGE Responsabili HR di nuova nomina o provenienti da altre funzioni aziendali, Quadri operativi o Dirigenti preposti responsabili delle risorse umane, HR Specialist desiderosi di evolvere nella funzione, Aspiranti professionisti del settore HR

durata 32 ore

argomenti Modelli innovativi di organizzazione aziendale Diritto sindacale e relazioni industriali Gestione del rapporto di lavoro: diritti ed obblighi delle parti Cessazione del rapporto di lavoro: dimissioni e licenziamenti Valenza strategica delle Risorse Umane Metodi e strumenti per la gestione integrata delle Risorse Umane Gestione efficace dei collaboratori e della leadership Sistemi di welfare Valutazione delle 3P, modelli e strumenti per valutazione della posizione, del potenziale e delle prestazioni Politiche retributive: compensation e total reward Analisi del clima organizzativo Consulenza organizzazione e selezione Strumenti di valutazione delle competenze e del potenziale I processi cognitivi, gli errori della percezione e l’impatto sulla valutazione finale L’analisi dei bisogni e La definizione del job profile La formazione come leva per lo sviluppo delle Risorse Umane Formazione finanziata in azienda Formazione come processo: dall’analisi dei fabbisogni alla valutazione dei risultati Reporting e budgeting: i costi della formazione e della progettazione

obiettivi Adottare una gestione strategica delle Risorse Umane in un’ottica di sviluppo o cambiamento.

modalità La formazione verrà erogata tramite lezioni frontali, esercitazioni, corsi pratici di studio. La metodologia didattica consentirà ai partecipanti di analizzare con il docente come adattare procedure e strumenti di lavoro nella specifica realtà aziendale.

36

37


DIREZIONE DIREZIONELAVORO LAVOROSRL SRL Via ViaDel DelMare, Mare,67 67- -00071 00071Pomezia Pomezia(RM) (RM) Tel: 06.9100088 Fax: 06.25496546 Tel: 06.9100088 - Fax: 06.25496546 P.iva/C.F. P.iva/C.F.10658081004 10658081004 Email: Email:direzionelavoro@direzionelavoro.it direzionelavoro@direzionelavoro.it- -direzionelavoro@legalmail.it direzionelavoro@legalmail.it website: www.direzionelavoro.it website: www.direzionelavoro.it

Profile for direzionelavoro

Aree tematiche formazione  

Aree tematiche formazione  

Advertisement