Issuu on Google+

“Andate ora ai crocicchi delle strade� (Mt. 22,9)

vieni, chiunque tu sia!


Quanti trovate chiamateli

Dalla Chiesa ai crocicchi


“Vieni, vieni chiunque tu sia, sognatore, devoto, vagabondo poco importa. La nostra non è una carovana di disperazione. Vieni, anche se hai infranto i tuoi voti mille volte. Vieni, vieni, nonostante tutto vieni” Giala’l Ad-din Rumi


Sussidio Quaresima/Pasqua 2014 Conversione personale

La quaresima ci chiede due tipi di Conversione: la prima conversione consiste nell’abbandonare il nostro peccato e il nostro egoismo che tende a chiuderci su noi stessi, sulle nostre abitudini e sulle nostre pigrizie. Si tratta di una conversione che non è mai finita per nessuno di noi.


Conversione pastorale

C’è una seconda conversione che il Signore ci chiede e che papa Francesco va sollecitando come molto urgente. Si tratta della conversione ‘pastorale’: siamo invitati a guardare fuori dalla Chiesa, a coloro che vivono nelle periferie esistenziali, ai nuovi poveri materialmente, moralmente e spiritualmente. Da cristiani siamo chiamati a cercare i modi di andare incontro a questi nostri fratelli, per portare a loro la consolazione della nostra amicizia e la gioia del Vangelo. +Carlo, Vescovo


Messaggio di Papa Francesco

Una Chiesa ‘in andata’ …verso i poveri e i peccatori

“Il Signore ci invita ad essere annunciatori gioiosi di questo messaggio di misericordia e di speranza! È bello sperimentare la gioia di diffondere questa buona notizia, di condividere il tesoro a noi affidato, per consolare i cuori affranti e dare speranza a tanti fratelli e sorelle avvolti dal buio. Si tratta di seguire e imitare Gesù, che è andato verso i poveri e i peccatori come il pastore verso la pecora perduta, e ci è andato pieno d’amore. Uniti a Lui possiamo aprire con coraggio nuove strade di evangelizzazione e promozione umana. (…) Potremo farlo nella misura in cui saremo conformati a Cristo, che si è fatto povero e ci ha arricchiti con la sua povertà. La Quaresima è un tempo adatto per la spogliazione; e ci farà bene domandarci di quali cose possiamo privarci al fine di aiutare e arricchire altri con la nostra povertà. Non dimentichiamo che la vera povertà duole: non sarebbe valida una spogliazione senza questa dimensione penitenziale. Diffido dell’elemosina che non costa e che non duole”


Un bastone e una bisaccia “ Se io fossi un contemporaneo di Gesù, se fossi uno degli Undici ai quali Gesù, nel giorno dell'Ascensione, ha detto: "Lo Spirito santo verrà su di voi e riceverete da lui la forza per essermi miei testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, la Samaria e fino all'estremità della terra" (At 1,8), nell'atto di congedarmi dai fratelli, sapete cosa avrai preso con me?

Due segni per la nostra quaresima

Innanzitutto il bastone del pellegrino e poi la bisaccia del cercatore ….. E me ne andrei così per le strade del mondo, col carico di questi simboli intensi, non tanto come souvenir della mia esperienza con Cristo, quanto come segnalatori di un rapporto nuovo da instaurare con tutti gli abitanti, non solo della Giudea e della Samaria, non solo dell'Europa, ma di tutto il mondo: fino agli estremi confini della terra. Ecco, io prenderei queste cose. Ma anche il credente che voglia obbedire al comando missionario di Gesù dovrebbe prendere con sé queste stesse cose”

(La bisaccia del cercatore, ediz. La meridiana).


Gli obiettivi

Andare fino alle fine delle strade Chiamare buoni e cattivi Riempire la sala di commensali …per la festa della Pasqua


Anche noi prendiamo il bastone della fede per andare verso un mondo “desertificato

e invitare TUTTI al banchetto della Pasqua


Anche noi prendiamo La bisaccia del cercatore per andare verso un mondo “desertificato

e invitare TUTTI al banchetto della Pasqua


9 marzo 2014 - I domenica di quaresima

“ … fu condotto dallo Spirito nel deserto” Andare in un mondo desertificato… Segno: Bisaccia Introduzione al tempo quaresimale La ricerca


16 marzo 2014 – II domenica di quaresima “…li condusse…su un alto monte” Viaggio verso il monte di Dio Segno:il bastone

Consegna del Simbolo apostolico …per andare a portare la Bellezza La contemplazione


23 marzo 2014 - III domenica di Quaresima “…andò in città e disse alla gente” Gesù acqua che disseta Segno: invito Andare in città … Per invitare a conoscere Gesù Riscoprire il Battesimo


30 marzo 2014 - IV domenica di quaresima “…passando vide un uomo cieco dalla nascita” Gesù Luce del mondo Segno: invito Andare e riflettere la Luce perché il mondo veda


6 aprile 2014 – V domenica di Quaresima “Andiamo di nuovo in Giudea!” • Lo sguardo di Gesù si posa sull’amore e sul dolore dell’uomo

• Segno : invito • Vivere il II battesimo: Il Sacramento della Riconciliazione


Il cammino diocesano le stazioni quaresimali e la GMG VenerdĂŹ 14 marzo Vicaria S. Maria di Montesanto

S. Egidio alla Vibrata Piazza B. Croce - Chiesa

‌fino alla piazza dei giovani! Collaborazione ufficio Pastorale Giovanile


II stazione quaresimale Venerdì 21 marzo Vicaria S. Giacomo della Marca

Martinsicuro Zona Tronto – Chiesa Sacro Cuore

…fino ai quartieri multietnici Collaborazione con l’ufficio Migrantes


III stazione quaresimale Venerdì 28 marzo Vicaria P. Giovanni dello Spirito Santo

San Benedetto del Tronto Licei – Chiesa S. Antonio di P.

…fino al mondo della scuola Collaborazione con l’Ufficio Missio


IV stazione quaresimale

Giovedì 3 aprile ore 21.00 - Vicaria Madonna di San Giovanni Grottammare – Istituto P. Fazzini - Chiesa Gran Madre di Dio

…fino ai confini del mondo – Giornata dei Missionari Martiri In collaborazione con l’Ufficio Missio


V stazione quaresimale

VenerdĂŹ 1 aprile Vicaria B. Maria Assunta Pallotta

Patrignone

‌.fino alla salvaguardia del creato


MERCOLEDI SANTO GMG DIOCESANA


Per l’animazione liturgica

1° domenica Rito iniziale : presentazione segno della bisaccia Rica Ammissione al cammino quaresimale


2° domenica . Rito iniziale Presentazione del bastone . RICA Consegna del simbolo dei apostoli (che si reciterà ogni domenica)


3° domenica  RICA I primo scrutinio ed esorcismo  Riti finali Consegna degli inviti per

la Pasqua, presi dalla Bisaccia, da portare ad una famiglia, specie a quelle che vivono qualche difficoltà


4° domenica

 Secondo scrutinio ed esorcismo  Consegna degli inviti per la Pasqua, presi dalla Bisaccia, da portare ad una persona che vive una povertà materiale, morale o spirituale


5° domenica  RICA Terzo scrutinio ed esorcismo  Riti finali Consegna degli inviti per la Pasqua, presi dalla Bisaccia, da portare ad un giovane per invitarlo alla GMG diocesana


Schema del sussidio • • • •

Vangelo Commento : un prete di una vicaria Preghiera dei fedeli (comunità religiosa) Lettera - testimonianza: contemplativo, battezzato – non vedente – famiglia • RICA • Preghiera per la famiglia • Impegni: personali, in famiglia e diocesani


MATERIALE DA PREPARARE 1. Un bastone (ben visibile) 2. Una bisaccia 3. Banner da mettere sul sagrato (da ordinare) 4. Inviti 5. ‌Orme o altre elementi per il sagrato‌


SUSSIDIO per l’animazione la catechesi


• FINALITA’ Uniti a Gesù possiamo aprire con coraggio nuove strade di evangelizzazione e promozione umana. Con bisaccia e bastone, incamminiamoci per andare anche noi verso i crocicchi! • STRUMENTI : Bisaccia, bastone • DOMANDA quali punti di riferimento per il cammino?

1. 2. 3. 4. 5.

Un tom tom o una freccia (scelta) Una perla (Autenticità) Un lume (Esser-ci) Il Cuore (Essenziale) Il faro (Speranza)


Struttura del sussidio Per ogni settimana

• • • • • • • • • • •

Vangelo Commento Il segno La storia L’attività Laboratorio Testimonianza giovane animatore Preghiera Impegno Gioco Canzone


Le fasce d’età

preadolescenti adolescenti Giovanissimi/giovani


PASQUA Andiamo ed aiutiamo altri ad appoggiarsi al bastone della nostra fede e a prendere alimento dalla bisaccia dei

sacramenti: saremo portatori di quel risorto che noi abbiamo incontrato. Egli è

vivo ed è con noi. + Carlo


Signore, all’alba della nostra vita noi sapevamo di appartenere soltanto a te volevamo camminare con passo deciso verso di te. Non sapevamo che la stella illumina diversi sentieri non sapevamo che risplende anche in acque stagnanti non pensavamo che brillasse sui buoni e sui cattivi. Non conoscevamo le vie tortuose e impervie i vicoli ciechi e i lacci nascosti per farci cadere le strade impraticabili e i torridi deserti. Non sapevamo di essere solo dei viandanti dei pellegrini a un tempo itineranti ed erranti dei nomadi in cerca di terre del cielo.

Preghiera dei viandanti

Signore, concedici di partire e trovare sorgenti di non lasciarci attirare dall’acqua stagnante di non perdere il gusto dell’acqua di fonte. Resta sempre accanto a noi nel nostro cammino per sostenerci nella ricerca del tuo volto di luce per guidarci di notte con il fuoco e di giorno con la brezza. Quelli che si sono smarriti ritornino a te, quelli che non ti hanno conosciuto possano incontrarti, quelli che sono morti si ritrovino in te.

( Dall’ufficio monastico di Bose)



Presentazione sussidio quaresima 2014