Page 1

1


DINAMO mania

3

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

In questo numero

QUESTA è LA DINAMO 05 Un BANCO da sogno 07 Record anche fuori dal campo

L’AVVERSARIO 09 Pallacanestro Cantù

SPECIALE

16 Il poster della Storia

GALASSIA DINAMO 23 Dinamo Camp 2019

RUBRICHE 11 19 21 25 28 31 Presidente Stefano Sardara Vice Presidente Gianmario Dettori General Manager Federico Pasquini Amm. Delegato Renato Nicolai Dir. Marketing Luigi Peruzzu

Throwback Storie Biancoblu RISULTATI E CLASSIFICA L’ABC del basket DinamicaMente Sardegna da scoprire

Head Coach Gianmarco Pozzeco

Medico Sportivo Antonello Cuccuru

Dentista Giommaria Ventura

Ufficio Stampa Angela Recino Valentina Sanna

Fondazione Dinamo Viola Frongia

Assistant Coach Edoardo Casalone

Ortopedico Andrea Manunta

Dermatologa Patrizia Piras

Social Media Eleonora Cherchi

Sito Internet Andrea Peruzzu

Assistant Coach Giorgio Gerosa

Medico Sociale Giuseppe Casu

Ass. Sanitaria Croce Blu; Cent.le Oper. 118

Dinamo Tv Paolo Citrini

Grafica Barbara Satta

Atletic Trainer Matteo Boccolini

Radiologo e Ecografista Giuseppe Fais

Ticketing Tiziana Piga

Store Elisa Mazzoni

Resp. Org. Settore Giovanile Giovanni Piras

Cardiologo Francesco Dettori

Amm.ne Contabilità Andrea Fiori

Chiropratico Robert Pisanu

Risorse Umane Donatella Accalai

Team Manager Luca Rossini Fisioterapisti Simone Unali Raffaele Cabizza Francesco Parodo

play dinamobasket.com/it/dinamo-tv

Travel e Marketing Barbara Satta Marketing ed eventi Stefania Macciocu Marsilio Balzano

Resp. Tecnico Settore Giovanile Pietro Carlini Resp. MiniBasket Roberta La Mattina

Club House Anna Piras Stampa Tipografia Gallizzi Fotografia Luigi Canu Claudio Atzori


DINAMO mania

5

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

QUESTA È LA DINAMO

Un Banco da sogno

Biancoblu da record: è ancora storia con la prima coppa europea e una nuova avventura playoff La sbornia di felicità per la prima Coppa europea della storia della Dinamo è dovuta passare in fretta. Un giorno di festeggiamenti, l’abbraccio dei tifosi, le foto, la musica e quel trofeo alzato ancora al cielo, a turno da tutti i giganti, questa volta nell’azzurro di via Pietro Nenni, il giorno dopo averlo fatto a Würzburg. I giganti sono giganti anche in Europa, ora. E questa è Storia. Scritta e incisa sulla pietra. Ma nel libro Dinamo ci sono ancora pagine importanti da scrivere e quattro giorni dopo i nostri giganti capeggiati dal coach Pozzecco hanno scritto ancora. Perché la vittoria solida, imponente e importante contro Trieste non è valsa ‘solo’ la qualificazione ai playoff ma anche il record di vittorie consecutive nella regular season di LBA, che ora sale a 8 superando quello indimenticabile della stagione 201112 che porta la firma di Drake Diener e compagni. Ma tra campionato e coppa sono in tutto 15 i risultati utili consecutivi del Banco dal 13 marzo ad oggi, con 14 vittorie e un pareggio (in Europe Cup) che è valso il passaggio comunque del turno. La Dinamo guarda davvero al futuro, ricorda il passato ma vive appieno il presente facendo qualcosa di davvero grande. Oggi il PalaSerradimigni è il palcoscenico dell’ultima gara della regular season di campionato, in campo faccia a faccia con i giganti c’è Cantù: in palio per Pozzecco e i suoi la posizione in griglia mentre i brianzoli si giocano un prezioso posto tra le prime 8. Noi ci crediamo!

APPUNTAMENTO CON I PLAYOFF La corsa alla conquista dello scudetto prenderà il via sabato 18 maggio con le sfide 1ª vs 8ª e 4ª vs 5ª mentre domenica 19 maggio sarà il turno si apertura per 2ª vs 7ª e 3ª vs 6ª. QUARTI DI FINALE Gara 1: sab 18 e dom 19 maggio Gara 2: lun 20 e mar 21 maggio Gara 3: mer 22 e giov 23 maggio Ev. Gara 4: ven 24 e sab 25 maggio Ev. Gara 5: dom 26 e lun 27 maggio

SEMIFINALI Gara 1: mer 29 e giov 30 maggio Gara 2: ven 31 maggio e sab 1 giugno Gara 3: dom 2 e lun 3 giugno Ev.Gara 4: mar 4 e mer 5 giugno Ev. Gara 5: giov 6 e ven 7 giugno FINALE Gara 1: lun 10 giugno Gara 2: mer 12 giugno Gara 3: ven 14 giugno Gara 4: dom 16 giugno Ev. Gara 5: mar 18 giugno Ev. Gara 6: giov 20 giugno Ev. Gara 7: sab 22 giugno


DINAMO mania

7

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

QUESTA È LA DINAMO

Si vola anche fuori dal campo Numeri straordinari e crescita esponenziale su tutti i canali di comunicazione, per una stagione indimenticabile

La Dinamo in campo brucia record su record su record e fa il boom anche fuori dal campo. La comunicazione biancoblu nell’ultimo mese ha registrato numeri che superano anche quelli della vittoria dello scudetto. Sul sito www.dinamobasket.com - con le sue news, gli aggiornamenti in tempo

reale, gli approfondimenti , i report delle gare e tutta l’attività della Dinamo e dei suoi sponsor - il dato da record è quello delle visualizzazioni della singola giornata. Il 1° maggio, il giorno della vittoria della Europe Cup è stata raggiunta quota 109mila, cifra che quasi doppia il dato top fino a quel momento, che riporta al 27 giugno 2015 con 68mila visualizzazioni.

pagina) e 630mila interazioni con i post. Instagram ha incrementato i propri seguaci di 4mila unità, raggiungendo i 42mila follower e registrando 2.040.315 impression (numero totale di volte in cui i post sono stati visti) L’account Twitter @dinamo_sassari ha raggiunto 548k visualizzazioni dei tweet (+116%).

Visualizzazioni mese 1° aprile - 1° maggio. Aprile 2019: 557.000 (+300% rispetto al 2018); aprile 2018: 138.000 (+176% rispetto al 2017); aprile 2017: 201.000 (+199% rispetto al 2016), aprile 2016: 186.000 (+462% rispetto al 2015); aprile 2015: 98.000.

Su Dinamo Tv il trend è costantemente in ascesa. A partire dal numero degli iscritti al canale YouTube, che dai 1550 dell’ottobre scorso sono passati a 5000 con un incremento del 300%. La Finale Wurzburg Dinamo ha avuto 95mila visualizzazioni, 55mila gli Highlights relativi. L’ormai celeberrimo discorso motivazionale di coach Pozzecco nello spogliatoio è stato visualizzato da 63mila, 115mila l’alzata della Coppa da parte di capitan Devecchi a Würzburg e 74mila le copertine sulla Finale.

Numeri da record anche per i social negli ultimi 30 giorni con +727% di mi piace pagina Facebook Dinamo Sassari Official, + 412% di visualizzazioni, + 404% persone raggiunte. La pagina biancoblu ha registrato +2800 utenti, 1milione copertura della pagina (il numero di persone che hanno visualizzato un contenuto sulla


DINAMO mania

9

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

CARTOLINE DALLE FINALS

dal 1962

Se non vuoi tornare nella stessa scuola, non cambiare vita, Cambia Scuola e Scegli..

ISTITUTO EUROPA dal 1962

S C U O L E

P A R I T A R I E

Chi ci ha scelto ha solo il rimpianto di non averlo fatto prima! ISTRUZIONE | INDIRIZZI | FORMAZIONE www.istitutoeuropasassari.it

ISTITUTO EUROPA Via Forlanini 18 - Sassari Cell. 340 3123552 | Tel. 079 2825126 Mail: istitutoeuropa@tiscali.it


DINAMO mania

11

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

Uomini nella storia: Jack Devecchi Mercoledì ha alzato la sua prima coppa con i gradi di capitano, non una coppa qualsiasi ma la prima coppa continentale della storia della Dinamo Banco di Sardegna. E lui non è certo un capitano qualsiasi: Giacomo Jack Devecchi. Mercoledì sera alla Turnhalle di Wurzburg la Dinamo ha scritto una nuova, importante pagina della sua storia vincendo la Fiba Europe Cup, a contribuire a scrivere questa nuova pagina c’è anche la firma di un ragazzo che ha scelto Sassari e la Sardegna come casa sua quando aveva appena vent’anni e che continua a registrare nuovi record in maglia Dinamo. Con la tredicesima stagione consecutiva in biancoblu è il giocatore con il maggior numero di annate di fedeltà allo stesso club e, con il contratto firmato a inizio della scorsa stagione che lo legherà al club fino al 2024, diventerà il giocatore con il record di stagioni a Sassari superando anche il leggendario capitano Emanuele Rotondo. Umiltà, costanza, semplicità, ironia: sono solo alcune caratteristiche di un ragazzo che ha abbracciato la filosofia Dinamo facendola sua. Arrivato sull’isola appena ventenne, Jackie ha vissuto tutto lo straordinario cammino del Banco, dal rischio di retrocessione alla volata ai playoff promozioni, sfumati nel 2009 da Soresina e invece conquistati l’anno successivo al termine della serie di playoff con Veroli. Ha vissuto lo storico debutto nella massima serie, i primi playoff conquistati, la prima Final Eight, la prima vittoria sul blasone Olimpia, società nella quale è cresciuto cestisticamente. Ha vissuto il debutto in Europa, la conquista della prima Coppa Italia, è protagonista dello storico triplete della stagione 2014-

2015 con Supercoppa, Coppa Italia e il primo Scudetto della storia biancoblu. Firma anche l’esordio in Eurolega realizzando la steal of the year della massima competizione continentale. Eredita i gradi di capitano dal veterano Manuel Vanuzzo nella stagione 2015-2016, quella con il tricolore cucito sul petto: il cammino nei panni di capitano è passato attraverso il post triplete, la corsa in Basketball Champions League, i numerosi progetti della Fondazione Dinamo, la corsa fino alla finale di Coppa Italia del 2017. Un cammino affrontato con la decisione e la leggerezza che sono il suo marchio di fabbrica. Mercoledì sera, a Wurzburg, Jack ha alzato la sua prima coppa da capitano: un momento destinato a restare nella storia del club e nella memoria del popolo biancoblu, con la Sardegna sul tetto d’Europa e un capitano che non ha

mai smesso di crederci ad alzare il primo trofeo continentale del Banco di Sardegna. Il profilo. Parlando di sé stesso Jack Devecchi ha sempre ammesso di aver fatto della costanza e della dedizione al lavoro le sue caratteristiche principali: specialista difensivo che gli è valso il soprannome di Ministro della difesa, negli anni Jack ha lavorato con sacrificio sulla meccanica di tiro, acquisendo fiducia e sviluppando il tiro dalla lunga distanza diventato, durante l’era Sacchetti, una dei suoi assi nella manica. Negli ultimi anni il capitano è diventato un jolly, ricoprendo un ruolo importante e garantendo minuti di sostanza al meglio della sua condizione. Well done, capitano! Valentina Sanna

Unisciti ai nostri corsi per adulti con frequenza bisettimanale che includono lezioni frontali, sostegno didattico con tutor, conversation e laboratori didattici. Tutte le attività si svolgono in inglese, sotto la guida di un insegnante esperto E QUALIFICATO PER GLI ABBONATI DINAMO SCONTO RISERVATO €50

PARTNER UFFICIALE

INFO: 079/232154

Registration Centre

www.e-agle.it

con numero chiuso e SEMPRE


CHI NON SI ACCONTENTA, MOBY.


DINAMO mania

13

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

L’AVVERSARIO - CANTÙ

Una lunga storia

Ultima di campionato in campo contro una delle rivali storiche biancoblu

#0 GAINES Frank

RICORDI INDELEBILI Non sempre i ricordi possono essere belli, ma rimangono comunque indelebili nella nostra mente. Il 4-3 nei playoff con Cantù con il tiro sbagliato di Brian sulla sirena dopo la grande rimonta, sono qualcosa che rimarrà sempre dentro la memoria storica dei tifosi. Come il canestro di Charles con passi a Brindisi che ci ha tolto i playoff, insomma non sempre Cantù ci ha dato grandi gioie. IL RE DELLA BRIENZA In Brianza, terra di grandi lavoratori, c’è un ragazzo che ha fatto la gavetta, ha imparato dai migliori, ha aspettato il suo momento e lo ha colto in maniera perfetta. Ed è l’ultimo di una serie prestigiosa, Federico Perego, Antimo Martino, assistenti che fanno strada, complimenti Nicola Brienza. MVP ASSOLUTO Lo ritengo il giocatore in assoluto, quello che ha spostato di più gli equilibri in campionato, devastante per la crescita e per i risultati di Cantù. Non salta una “Gazzetta” ma è fortissimo, potente, tecnico, intelligente, furbo: è Davon Jefferson, 17.8 punti di media con 8.8 rimbalzi. Non male per l’ala di Linwood. TUTTO UN ALTRO FRANK Era stato fischiato a Caserta, era stato fischiato a Pesaro, i suoi ricordi italiani erano pessimi, ma era un rookie, era un altro giocatore. E’ andato in Russia, è cresciuto, il talento non mancava, mancino, tiratore micidiale, è esploso nel girone di ritorno a suon di prestazioni monstre come i 44 punti di Milano. Frank Gaines è il top scorer di Cantù con oltre 20 punti di media. DENTRO E FUORI DECISIVO Se ne è andato Tony Mitchell, che tutti conosciamo per il suo grande talento ma anche per la difficilissima gestione e inserimento all’interno di uno sport

Play/Guardia - 1990 -191 cm - USA

#3 CARR Tony

Play/Guardia - 1997 - 196 cm - USA

#4 BLAKES Gerry

Guardia/Ala - 1993 - 193 cm - USA

#7 BAPARAPÈ Biram

Guardia - 1997 - 190 cm - ITA

#8 PARRILLO Salvatore Guardia - 1992 - 192 cm - ITA

#9 DAVIS Shaheed

Ala - 1994 - 206 cm - USA di squadra. Se ne è andato il miglior rimbalzista e sempre in doppia doppia Udanoh. Cantù ci ha guadagnato. E’ arrivato Tyler Stone, interessante, sa fare tutto, ha vero talento, eccellente rimbalzista, è atletico, di grande impatto, quello che serviva proprio ai compagni. Ed è stato rispolverato Davis, uomo che può volare ad altitudini cestistiche inesplorate. Il basket non è il tennis.

#10 TASSONE Maurizio

LA TORRE DI CANTU’ Non siamo a Bologna o Pisa, ma La Torre di Cantù vista nell’ultimo match in casa (assente Carr), è stato di assoluto livello. 33 minuti giocati difendendo come un pazzo, 9 punti, 8 rimbalzi, 3 assist, vero collante di gruppo, un’intuizione di Nicola, bravi tutti e due.

#41 JEFFERSON Davon

QUESTIONE DI PLAY Ci sono tanti ex nella partita, l’assistente Gerosa, il team manager Rossini e ovviamente Jaime Smith, che se la dovrà vedere con il suo successore canturino ovvero il californiano Blakes, tutto un altro tipo di giocatore, un duello chiave nel match. Paolo Citrini

Guardia - 1990 - 194 cm - ITA

#11 LA TORRE Andrea

Guardia/Ala - 1997 - 204 cm - ITA

#17 PAPPALARDO Luca Centro - 1999 - 204 cm - ITA

#33 STONE Tyler

Ala - 1991 - 203 cm - USA

Centro - 1986 - 204 cm - USA Coach: Nicola Brienza Assistant: Ugo Ducarello e Antonio Visciglia


NEXTEVENT

promoautunno.it

Organizzazione e allestimento

Events designer

Ideatore e Patron

Claudio Rotunno

Sassari - Promocamera 11 • 12 • 13 Ottobre 2019

Prenota ora il tuo STAND

“La bellezza del territorio rappresenterà la Sardegna” tel+39 079.2673019 +39 368.3990308

pubblicover@gmail.com

Con il patrocinio di:

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

  COMUNE DI SASSARI

Jessica Cardinali ADV per Pubblicover Events designer

S A S S A R I

E V E N T S


DINAMO mania

19

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

Sveglia alle 6, senza aver chiuso occhio per la tensione, alle 7 incontriamo i nostri compagni di viaggio, direzione Olbia. Iniziano così le 24 ore più intense degli ultimi anni. All’aeroporto scopriamo l’esistenza della compagnia Condor e l’enorme numero di collegamenti dello scalo gallurese con la Germania. Nel frattempo iniziano ad arrivare tutti i tifosi che hanno scelto di passare un 1° maggio alternativo all’insegna del buon basket. Le scelte sono tante: molti passano per Francoforte, qualcuno opta per Norimberga, altri sono andati a Cagliari nella notte e gira voce che qualcuno ha fatto ben due scali per assistere alla partita. Il volo nell’Air Force One tedesco è perfetto, un pullman ci aspetta all’aeroporto di Francoforte e da lì la comitiva si dirige verso il palazzetto di Würzburg. I passanti in sciarpetta biancorossa diretti verso la partita mostrano che l’evento è sentito dalla gente del posto. Le Ferrari e Lamborghini che vediamo ci fanno invece capire che, oltre alla birra, qui girano anche i soldi. Finalmente arriviamo all’arena, con 2 ore di anticipo, e decidiamo di andare a mangiare qualcosa in un pub lì vicino. Il personale del locale non conosce l’inglese, noi ignoriamo il tedesco ma ci troviamo tutti d’accordo sul piatto n.85, che qualcuno riesce a decifrare: cotoletta impanata, che da ripiego dello studente fuori sede diventa in un attimo la pietanza preferita dei trasfertisti. Finalmente entriamo nel palazzetto, siamo più di 100: da un primo approccio molto tedesco, in cui ci controllano severamente il contenuto degli zaini, si passa ad una gestione da peggiore dei paesi del terzo mondo. Nessuno all’interno sa darci indicazioni, vaghiamo da settore a settore senza trovare una zona a noi riservata, seguiamo l’indicazione “downstairs” che ci dà una ragazza del posto e finiamo al piano di sotto in uno stretto corridoio. Da una porta sbuca la testa del presidente Sardara che ci avvisa che siamo negli spogliatoi. Il serpentone sassarese vaga ancora e decide di fermarsi stipato su una balaustra. In circa 30 sedili ancora liberi ci incastriamo in piedi, tra uno zainetto ed un trolley e un tifoso avversario.

Intanto il palazzetto diventa una bolgia. Il deejay picchia duro sulla manopola del volume, la musica techno impazza, il pubblico in piedi sbatte con vigore dei fogli che producono un rumore assordante. Sembra di essere finiti indietro di 30 anni. Qualcuno pensa che a breve partirà il sottofondo “sono un italiano, un italiano vero” di Toto Cutugno. Siamo divisi, sparpagliati e completamente disorientati mentre il “nostro settore” è occupato dai tifosi avversari. I più ritardatari che hanno raggiunto Würzburg in auto con 7 ore di viaggio arrivano a partita iniziata e non riescono ad unirsi a noi. Di poliziotti e vigili del fuoco nessuna traccia. Intanto la tensione tra i sassaresi aumenta, alcuni non hanno trovato posto e chi ce l’ha lo deve spartire con altre 2/3 persone. Fortunatamente arriva la mediazione di Peruzzu con i responsabili FIBA, ci chiedono di spostarci tutti giù. I tifosi locali si sposteranno per lasciare spazio a noi, finalmente quasi tutti insieme, in una zona rigorosamente in piedi dietro il canestro. Inizia il terzo quarto, con una grande difesa recuperiamo lo svantaggio, arrivato fino a -11. Dove non arriva Cooley, ci pensa Polonara. Quando sbaglia Thomas, c’è Pierre a rimediare. Stiamo incollati, poi nell’ultimo quarto la foga tedesca si spegne, passiamo in vantaggio, i cartoncini biancorossi sono meno rumorosi, i nostri cori no. Inizia a girare la voce che “Qualunque cosa succeda, non si entra in campo”. Realizziamo che siamo veramente ad un

passo dalla vittoria. Poi, gli ultimi flash: un tap-in stupendo di Polonara, una rubata di Marco Spissu, il tempo che passa e la palla che rimane nelle nostre mani. Abbiamo vinto, ‘no pari veru’, sarà pure la quarta coppa del panorama cestistico europeo, ma ‘fallu du’. Da lì è tutto un accavallarsi di emozioni, di abbracci, lacrime e selfie, di telefonate e messaggi ai sassaresi rimasti a casa. Siamo incontenibili, abbracciamo chiunque ci sia intorno. Neanche i coriandoli biancorossi sparati al centro del campo ci importano, abbiamo vinto noi, alla faccia del deejay casinista e dei cartoncini assordanti. Fuori birra ed entusiasmo. I ragazzi vogliono fermarsi con tutti, è una processione per le foto, per i complimenti e gli abbracci, ma il dovere li chiama, di corsa al ristorante e poi a dormire. Domani si parte presto. Ci tocca allora festeggiare a modo nostro. Dalle valigie che hanno superato le Alpi spuntano fuori ciobbi di salsiccia, forme di pecorino e bidoncini di vino rosso. Nel parcheggio del minigolf di Würzburg, tra un porcetto sottovuoto, l’odore di ricotta mustia sulle mani, una mezza tiricca tra i denti e una temperatura da sud Europa, si sta davvero bene. Tutti insieme, a far conoscere ai tedeschi, che nel frattempo si sono avvicinati curiosi, il nostro grande basket, con il formaggio tra le mani e – come diceva Ligabue – con in testa una canzone. La nostra si chiama Faccia di trudda ed è la colonna sonora di un sogno che è diventato realtà. L’adrenalina è ancora alta, si continua a cantare e ballare, non si può andare a dormire ora. Un po’ alla volta, ancora pervasi da tutte queste emozioni, ci avviamo ognuno verso la propria destinazione ancora increduli per quello che abbiamo vissuto. Siamo veramente orgogliosi di questa squadra. I ragazzi hanno risvegliato il fuoco della passione, le emozioni che ci stanno facendo vivere non sono finite, la stagione è ancora lunga. Rimaniamo in attesa di tante altre trasferte e di qualche altra camicia bianca da strappare. Ernesto e Graziano Mura


DINAMO mania

21

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14 LOGO COMBINATO LBA LEGABASKET SERIE A IN QUADRICROMIA

RISULTATI E CLASSIFICA POS.

SQUADRA

RISULTATI 14° GIORNATA DI RITORNO

PUNTI

GIOCATE

VINTE

PERSE

44

29

22

7

2.

Vanoli Cremona

40

29

20

9

3.

Umana Reyer Venezia

38

29

19

10

4.

Happy Casa Brindisi

36

29

18

11

5.

Banco di Sardegna Sassari

34

29

17

12

6.

Openjobmetis Varese

32

29

16

13

7.

Alma Trieste

32

29

16

13

8.

Acqua S.Bernardo Cantù

32

29

16

13

9.

Dolomiti Energia Trentino

32

29

16

13

10.

Sidigas Avellino

30

29

15

14

11.

Segafredo Virtus Bologna

28

29

14

15

12.

Germani Basket Brescia

28

29

14

15

13.

Fiat Torino

16

29

8

21

14.

Grissin Bon Reggio Emilia

16

29

8

21

15.

VL Pesaro

14

29

7

22

16.

Oriora Pistoia

12

29

6

23

OGGI IN CAMPO

A|X Armani Exchange Milano

15° GIORNATA DI RITOTNO – 12-11-2019

1.

Germani Basket Brescia Segafredo Virtus Bologna 77-75 Dolomiti Energia Trentino A|X Armani Exchange Milano 77-79 Vanoli Basket Cremona Umana Reyer Venezia 80-65 Alma Trieste Banco di Sardegna Sassari 65-86 Acqua S.Bernardo Cantù Fiat Torino 86-76 VL Pesaro Grissin Bon Reggio Emilia 73-100 Openjobmetis Varese Oriora Pistoia 98-70 Sidigas Avellino Happy Casa Brindisi 83-87

Happy Casa Brindisi -Dolomiti Energia Trentino Umana Reyer Venezia - Germani Basket Brescia Oriora Pistoia - Sidigas Avellino Segafredo Virtus Bologna - Openjobmetis Varese Banco di Sardegna Sassari - Acqua S.Bernardo Cantù Grissin Bon Reggio Emilia - Vanoli Basket Cremona Fiat Torino - VL Pesaro A|X Armani Exchange Milano - Alma Trieste

pubblicità www.ortsan.it info@ortsan.it

f

info@medicaldinamolab.com www.medicaldinamolab.com


DINAMO mania

23

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

ESTATE BIANCOBLU

Dinamo Camp con coach Pozzecco

Per la prima volta un’intera settimana in campo con il coach della prima squadra e il suo staff Una settimana di allenamenti e preparazione con coach Pozzecco e il suo staff per una edizione davvero speciale del Dinamo Camp. Da domenica 23 giugno a sabato 29 a Olbia, nelle strutture sportive e ricettive del Geovillage Sport&Wellness Resort la scena sarà tutta per un camp di altissimo livello, che permetterà ai giovani cestisti di tutta l’isola (classi dal 2003 al 2010) di vivere un’esperienza unica tra sport e divertimento con allenatori della serie A. Coach Gianmarco Pozzecco, gli assistant Edoardo Casalone e Giorgio Gerosa e il preparatore fisico Matteo Boccolini, seguiranno i ragazzi per tutta la settimana, in un soggiorno di formazione, gioco e condivisione indimenticabile. Geovillage Sport&Wellness Resort Olbia - 23/29 giugno 2019 Aperto ai bambini e alle bambine nati dal 2003 al 2010 il camp al Geovillage offre ai giovani atleti una settimana con l’intero staff della prima squadra capitanato da coach Gianmarco Pozzecco, gli assistant Edoardo Casalone e Giorgio Gerosa, il preparatore fisico Matteo Boccolini. Due le formule per 60 posti disponibili: Full camp. Pensione completa presso il resort gallurese con due sessioni giornaliere di allenamento, piscina, attività ludiche, pranzi e merende per la durata del camp, quota assicurativa. Costo 650 euro. Per le iscrizioni entro il 22 maggio, prezzo speciale 600 euro. Tesserati Academy 600 euro, per iscrizioni entro il 22 maggio, 580 euro. Day camp. Mezza pensione presso il resort, con sessioni di allenamento, piscina, attività ludiche, pasti e quota assicurativa. Costo 350 euro. Per le iscrizioni entro il 22 maggio e tesserati Dinamo Academy, prezzo speciale di 320 euro.

Entrambe le formule comprendono l’esclusivo kit camp con canotta e pantaloncini double, t-shirt, zainetto, capellino e pallone Dinamo.

Iscrizioni compilando il form sul sito www.dinamobasket.com Info: dinamocampsassari@gmail.com Referente Roberta La Mattina

A SASSARI IL CAMP MINIBASKET Dal 17 al 22 giugno, al Canopoleno, per bambini dai 6 ai 12 anni Nella struttura polifunzionale del Convitto Nazionale Canopoleno i ragazzi usufruiranno delle due palestre coperte e dei due campi all’aperto sotto la guida dello staff degli allenatori del minibasket Dinamo, con il preparatore Pietro Sanna e special guest della prima squadra. Il camp, riservato ai piccoli cestisti dai 6 ai 12 anni, si svolgerà da lunedì 17 a sabato 22 giugno, dalle 8:30 alle 14:00,

e tutti i partecipanti riceveranno la t-shirt Dinamo Basketball Academy. Costo: 130 euro Info: dinamocampsassari@gmail.com Iscrizioni compilando il form sul sito www.dinamobasket.com Referente Roberta La Mattina


bussuarredamenti.com

Falegnameria bussu srl zona ind. Predda niedda str 33 tel. 0792633135

Punto vendita a sassari viale mancini 17 tel.079 235808

mail. Info@bussuarredamenti.It Alessandra@bussuarredamenti.It


Paolo Citrini


30

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

DINAMO mania

. DIMISSIONI OSPEDALIERE . TRASFERIMENTI . TRASPORTI PER VISITE MEDICHE . ASSISTENZE SPORTIVE

CROCE BLU Via Milano 2/B - Sassari

Associazione di volontari - ONLUS

COME CONTATTARCI Centralino e prenotazioni servizi:

346 1746838 - 079 4127720


DINAMO mania

31

12 MAGGIO 2019 A°VIII N°14

DINAMO ISLAND

La città si prepara per la Festa della Bellezza E’ attesa per la Cavalcata Sarda, la grande kermesse che si svolge a Sassari la terza domenica di maggio e che quest’anno celebra i suoi 70 anni ed è stata inserita nelle celebrazioni dell’Anno europeo del patrimonio culturale In un’atmosfera unica e suggestiva la grande festa inizia la mattina di domenica 19 maggio con la sfilata lungo un percorso di due chilometri nelle vie del centro per poi raggiungere piazza d’Italia. A piedi e sulle traccas, carri trainati da buoi e addobbati con fiori, procedono 65 gruppi folk e quasi trenta a cavallo provenienti da tutta la Sardegna. Tutti indossano l’abito tradizionale, caratteristico del luogo di provenienza, spesso arricchito da curati ricami e gioielli in filigrana d’oro e d’argento. Appresso un imponente corteo di oltre trecento cavalieri. Il pomeriggio è dedicato alle pariglie, giostre equestri nelle quali i più coraggiosi cavalieri si esibiscono, nell’ippodromo cittadino, in spettacolari acrobazie sui cavalli in corsa. In serata in piazza d’Italia canti e danze tradizionali, sulle note di launeddas, canti a tenores e fisarmoniche, sino a notte. I cantanti a tenore alternano il loro ritmo al calpestio dei cavalli. Cavalieri e amazzoni omaggiano spettatori e Autorità offrendo pani, dolci e primizie. Zoccoli ESE_pagina_HO_240x170_UFG-SASSARI_08042019.pdf 2 a ritmo di trotto esplodono in ardite pariglie: sfrecciano i cavalieri di Sedilo e

i sartiglieri di Oristano. I Mamuthones e gli Issohadores di Mamoiada e i Boes e Merdules di Ottana catturano sguardi e obiettivi fotografici con le loro maschere intrise di fascino e mistero. Le launeddas del Sarrabus fanno da contorno a corteo e serata conclusiva. Sono suoni e colori, musiche e danze, gioielli e costumi della Cavalcata sarda di Sassari, dove ogni anno, nella penultima domenica di maggio, si incontrano le peculiarità identitarie di tutte le comunità isolane. Uno spettacolo indimenticabile per ricchezza e maestosità, una grande festa di primavera, il più grande evento laico della Sardegna. Una festa che risale alla fine del XIX secolo con un fascino da allora rimasto immutato. Secondo lo scrittore Enrico Costa la prima edizione della Cavalcata risale al 1711, quando il consiglio comunale, sul finire della dominazione spagnola, deliberò di omaggiare il re Filippo V di Spagna. Partecipò tutta l’orgogliosa nobiltà tatharesa. La manifestazione, a cui 08/04/19 14:47 puoi assistere oggi, nasce ufficialmente nel 1899 in occasione della visita del re

Il costume tradizionale di Sennori_Foto Sardegna Turismo

Umberto I accompagnato dalla moglie Margherita di Savoia, giunti in città per l’inaugurazione del monumento a Vittorio Emanuele II. Parteciparono tremila persone, in abito tradizionale, tutte provenienti dalla provincia di Sassari. Tutte le informazioni su www.sardegnaturismo.it


Profile for Dinamo Sassari

DM14 | A°VIII | 05/2019  

DM14 | A°VIII | 05/2019  

Advertisement