Issuu on Google+

RIONE SANTO SPIRITO Rassegna Stampa

Giugno 2007


VI

FERRARA CRONACA

La moglie, i figli ed i parenti tutti annunciano addolorati la scomparsa del loro caro

il Resto del Carlino VENERDÌ 29 GIUGNO 2007

=

E’ mancata all’affetto dei suoi cari

E’ mancata all’affetto dei suoi cari

Claudia Ketty Muneratti in Covezzi

Dino Mantovani

di anni 73 I funerali si svolgeranno domani, sabato 30 giugno, alle ore 9 partendo dall’Arcispedale S. Anna per la Chiesa parrocchiale di Ravalle dove sarà celebrata la S. Messa, poi seguirà il corteo per il cimitero locale. La presente serve da partecipazione e ringraziamento. Ferrara, 29 giugno 2007. —

AMSEF S.r.l., tel. 0532/209930, Ferrara

Ogni momento che hai trascorso con noi sarà un ricordo incancellabile

Robertino

di anni 70 Addolorati ne danno il triste annuncio il marito, i figli, i nipoti ed i familiari tutti. Domani sabato 30 giugno la cara salma sarà posta nella Chiesa della Beata Vergine Addolorata (corso Piave) di Ferrara ove, alle ore 16, sarà celebrata una S. Messa; seguirà la cremazione. La presente serve da partecipazione e ringraziamento. Ferrara, 29 giugno 2007.

Maria Mastellari ved. Gambetti

di anni 93 Ne danno il triste annuncio i figli, il genero, la nuora, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, sabato 30 giugno, alle ore 8.45 partendo dall’Arcispedale S. Anna per la Chiesa parrocchiale di Porotto dove sarà celebrata la S. Messa; poi si formerà il corteo per il cimitero locale. Non fiori ma offerte alla Suore di Porotto. La presente serve da partecipazione e ringraziamento. Ferrara, 29 giugno 2007.

30-6-2006

30-6-2007

Nel I anniversario della scomparsa della cara

— AMSEF S.r.l., tel. 0532/209930, Ferrara

Abbracciamo la tua famiglia col cuore gonfio di domande troppo grandi per noi i tuoi colleghi dell’Automaster Ferrara, 29 giugno 2007.

1994

2007

GUIDO MINARELLI con LAURA e ALBERTO piange il suo carissimo, geniale assistente

Marta Dana Camattari Tazzari

Roberto Stellin e si associa alla famiglia in questo dolore troppo grande. Ferrara, 29 giugno 2007. Il Presidente, il Vice presidente, il Consiglio di amministrazione, il Collegio sindacale, la Direzione generale ed il personale della CASSA di RISPARMIO di FERRARA S.p.A. partecipano commossi al lutto del signor PAOLO STELLIN, dipendente dell’Istituto, per la perdita del figlio

Roberto

Archimede Marani I tuoi cari ti ricordano Barco, 29 giugno 2007.

I familiari la ricordano con immutato affetto, grande rimpianto ed infinita tenerezza. Ss. Messe in suffragio saranno celebrate sabato 30 giugno alle ore 18 in Cattedrale e domenica 1˚ luglio alle ore 10 presso il Tempio di S. Cristoforo della Certosa. Ferrara, 29 giugno 2007.

ANNIVERSARIO 30-6-2006

Ferrara, 29 giugno 2007. —

O.F. Pazzi srl, tel. 0532/206209, Ferrara

29-6-1987 29-6-2007 A 20 anni dalla scomparsa i familiari ricordano con immutato affetto e grande rimpianto

Addolorati per la scomparsa della cara

Giovanna Gandini il presidente, il capocontrada e i contradaioli del BORGO S. GIOVANNI esprimono le più sentite condoglianze alla famiglia. Ferrara, 29 giugno 2007.

ANNIVERSARIO 29-6-2007

Vittorio Mattarelli Ferrara, 29 giugno 2007. — O.F. Maccagnani snc, t. 0532 815661 Voghiera

ANNIVERSARIO Domenica 1˚ luglio ricorre il 5˚ anniversario della scomparsa del DOTT.

Guido Gilli Rina Zoboli

Anna Bini ved. Mazzola Ti portiamo sempre nel cuore e davanti al Signore. Una S. Messa sarà celebrata sabato 30 alle ore 17.30 nella Chiesa di S. Domenico. Pier Maria con la famiglia e i parenti tutti Ferrara, 29 giugno 2007. —

AMSEF S.r.l., tel. 0532/209930, Ferrara

Ti ricordiamo sempre con amore i tuoi cari Ferrara, 29 giugno 2007.

30-6-2007

O.F. Pazzi srl, tel. 0532/206209, Ferrara

29-6-2005

— O.F. Ghedini, tel. 0532/893078-894103 Bondeno

A suo ricordo S. Messe saranno celebrate alle ore 7.30 nella Chiesa delle Agostiniane e alle ore 18.30 nel Santuario della Rocca. Cento, 29 giugno 2007. —

O.F. Pizzotti, tel. 051/902078, Cento

Scatta a Lugo la grande sfida delle Bandiere ELLA CITTÀ DI LUGO, dove nel 1471 il Marchese Borso d’Este sostò durante il suo viaggio per recarsi a Roma ed essere investito Duca di Ferrara da Papa Paolo II i giovani sbandieratori del Palio di Ferrara si confronteranno, oltre ai campioni lughesi, con i coetanei di altre 20 località d’Italia. saranno in gara per l’ente Palio della città di Ferrara atleti under 15 (dagli 8 ai 15 anni), suddivisi in fasce d’età e nelle tradizionali specialità di Singolo, Coppia, Piccola e Grande Squadra, Musici come prescrive il bando-regolamento di gara. 1˚Fascia Singolo: Ciro De Candia (Rione San Benedetto);Coppia Ciro De Candia-Gionata Bonazzi (Rione San Benedetto);Matteo MalacarneFrancesco Marani (Rione Santo Spirito); Piccola Squadra:(Borgo San Giovanni) Edoardo Rizzati, Fabio Gnani, Fabio Romagnoli, Giacomo Orlandi; Grande Squadra (Ente Palio della città di Ferrara) Edoardo Rizzati, Fabio Gnani, Fabio Romagnoli, Giacomo Orlandi, Lorenzo Pelati, Alessandro Tortorici, Simone Baraldi, Filippo Pavanini, Nicholas Cristofori, Matteo Melloni; Gruppo Musici 1˚Fascia (Piccola Squadra):(Ente Palio della città di Ferrara ) Nicola Pederzoni, federico Pirani, Andrea Negri, Andrea Moretti, Matteo Lunghi, Luca Scalambra, Paolo Navarra, Gian Marco Gianoli; Gruppo Musici 1˚Fascia (Grande Squadra):(Ente Palio della città di Ferrara), Gian Marco Gianoli, Nicola Pederzoli, Federico Pirani, Paolo Navarra, Luca Scalambra; 2˚fascia Singolo: Sebastino Musacci (Borgo San Giacomo); Coppia: Marcello Righi-Giovanni Volta (Borgo San Giorgio); Piccola Squadra: (Rione Santa Maria in Vado) Ruggiero Evangelista, Federico Gamberini, Alfonso Madeo, Marco Rizzo, Stefano Rizzo, Giulia Scanavacca; Grande Squadra: (Ente Palio della città di Ferrara) Matteo Carasch, Matteo Malacarne, Francesco Marani, Luca Bulzoni, Marcello Mangolini, Andrea Malservisi, Flavio Dell’Isola, Riccardo Accorsi, Andrea Colosi, Stefano Moretti, Fabio Pavanini, Marco Finessi, Manuel Serafini, Marcello Righi, Luca Chieregatti; Gruppo Musici 2˚Fascia (Piccola Squadra):(Ente Palio della città di Ferrara)Giulia Gabberi, Elisa Bertazzini, Serena Boni, Si-

N

mone Greco, Piero Gabberi, Fabio Schiavina, Simone Ramari, Simone Rizzo, Nicole Mammano, Valentina Cavicchi, Leila Bruno, Lorenzo Pederzoli, Tommaso Ravagnani; Portagonfalone: Andrea Solito; Gruppo Musici 2˚Fascia( Grande Squadra): (Ente Palio della città di Ferrara) Andrea Solito, Andrea Negri, Andrea Moretti, Tommaso Ravagnani, Piero Gabberi, Matteo Lunghi, Marco Luca Squarzoni, Giulia Gabberi, Elisa Bertazzini, Serena Boni, Simone Greco, Fabio Schiavina, Simone Ramani, Simome Rizzo, Nicole Mammano, Valentina Cavicchi,

Leila Bruno, Lorenzo Pederzoli; Portagonfalone: Giulia Scanavacca; Gruppo Musici 2˚Fascia (Singolo): (Borgo San Giacomo), Alessandro Ghelli, Gianpiero Mariotti, Andrea Protasi, Tommaso Squarzoni; 3˚Fascia Singolo: Giacomo Malagoli (Borgo San Giacomo), Coppia : Giacomo Malagoli-Sebastiano Musacci (Borgo San Giacomo); Piccola Squadra: (Borgo San Giacomo) Giacomo Malagoli, Sebastiano Musacci, Luciano Gaudio, Davide Ferrari; Grande Squadra: (Borgo San Giacomo)Giacomo Malagoli, Sebastiano Musacci, Luciano Gaudio, Davide Ferrari, Alex Luciani, Giacomo Anania, Giacomo Braghiroli, Tommaso Chiappatti; Gruppo Musici 3˚Fascia (Singoli, Coppia, Piccola e Grande Squadra) (Borgo San Giacomo) Gianpiero Mariotti, Alessandro Ghelli, Andrea Protasi, Tommaso Squarzoni, Patrick Carlini, Simone Ferretti, Michele Mazzanti, Dario Ferrari, Andrea Paratelli; Portagonfalone: Edoardo Buzzone. I GIOVANI DI FERRARA saranno accompagnati dai massimi dirigenti dell’Ente Palio di Ferrara, dal Presidente Vainer Merighi, dal Segretario Generale Enrico Buzzoni e dall’assessore al Palio del Comune, Aldo Modonesi.


LA NUOVA

CULTURA E SPETTACOLI

Serata giovani a Porotto Estate POROTTO. Serata giovani per Porotto Estate 2007: oggi alle ore 21.15 il Campo Sportivo di via Brizio Petrucci, 79, ospiterà l’esibizione dei gruppi Calico e Nowhere Inn, cui si unirà Oleg Andreatti Sax Solo. Al rock evergreen delle Calico (band tutta femminile composta da Rosella Briscagli voce e tastiera, Francesca Bellinello batteria, Marika Malavasi basso e cori e Chiara Antonioni chitarra e cori) farà seguito quello dei Nowhere Inn. Il gruppo nasce nel

2004, composto da Andrea Brugiolo (chitarra), Roberto Bartilucci (voce), Matteo Maranesi (basso), Giacomo Cavallini (batteria) e Marcello Trentini (chitarra): propone un rock eclettico dalle sonorità blues e funky, con musiche e testi tutti originali. Il programma sarà arricchito dalla partecipazione del giovane sassofonista Oleg Andreatti, allievo di Ermanno Ciaghi e Claudio Miotto. Ingresso libero. Domenica spazio al teatro dialettale.

FERRARA. Questa sera, con inizio alle ore 21.15, nell’affascinante Chiostro di Santa Maria della Consolazione (via Mortara, 98) per la rassegna “Destiamo l’estate” promossa dal Rione di Santo Spirito, l’Associazione culturale Bal’Danza e il Rione presentano “Affinità elettive”. Si tratta di capolavori della polifonia sacra del secolo XIX e XX che verranno proposti dal Coro Il Nuovo Echo di Portomaggiore diretto da Renzo Rossi.

«Delizie destate», quattro mesi di musica, mostre ed eventi in provincia

RIVANA GARDEN

Sergio e i Laser Oggi alle ore 21 al Centro sociale Rivana Garden di via Gaetano Pesci, 181, serata di ballo con l’orchestra “Sergio e i Laser”.

CENTRO IL PARCO

Oggi si balla

Oggi dalle ore 15 alle 18 nel teatro (dotato di un modernissimo impianto d’aria climatizzata) del Centro sociale Il Parco di via Canapa, prosegue l’iniziativa dal titolo “Ballo-Fresco-Gratis”. Intrattenimento danzante di balli liscio e di gruppo e sudamericani proposti da dj Mirko & Maurizio. Ingresso gratuito con tessera Ancescao.

CENTRO IL MELO

Arriva la Corrida Il Centro di promozione sociale Il Melo di via del melo, 60, cerca dilettanti che abbiano desiderio di esibirsi di fronte al pubblico della “Corrida”. La quarta edizione è stata programmata per giovedì 19 luglio alle ore 21. Una serata di grande spettacolo dove si esibiranno nell’estivo “La Perla”. Possono partecipare: cantanti, barzellettieri, musicisti, imitatori, poeti, attori e ballerini. L’ingresso alla serata sarà gratuito. Per informazioni telefonare al numero 0532-752344 e chiedere di Luciano Federici.

CENTO

Lionello Spada Questa sera alle ore 21, alla Sala Zarri del Palazzo del Governatore di Cento, la dottoressa Laura Marchesini terrà una conferenza sul tema “Lionello Spada (Bologna 1576- Parma 1622)”. L’iniziativa è promossa da ArteCento Club con il patrocinio del Comune di Cento e dè aperta a tutti.

FERRARA. Con un determinante finanziamento da parte della Regione Emilia Romagna che tramite una normativa predispone risorse a favore di iniziative di spettacoli e culturali, torna per l’ottavo anno consecutivo Delizie d’Estate. «Ancor più ricca di proposte diversificate per rispondere a ogni tipo di esigenza - ha sottolineato ieri il presidente della Provincia di Ferrara, Pier Giorgio Dall’Acqua - in collaborazione con i sindaci di molti comuni, puntiamo a ribadire l’obiettivo di rivalutare luoghi e spazi del nostro territorio».

31

Affinitè elettive nel chiostro

LA RASSEGNA

BREVI

Venerdì 22 giugno 2007

FERRARA

Teatri

COMUNALE C. Martiri Libertà Tel. 0532/202.675 fax 0532/206.007 uffici 0532/218.311

Prosa 07/08 - Vendita nuovi abbonamenti: turni a posto fisso. Biglietteria: mar. giov. e sab. ore 9.30-12.30/16-19; lun. mer. ven. 16/19. Domenica e festivi riposo.

FERRARA

Cinema

APOLLO p.zza Carbone, 35 Tel 0532/765.265

I Fantastici 4 e Silver Surfer con J. Alba, C. Evans, J. Gruffudd, M. Chiklis, regia T. Story Spett.: ven. sab. e lun. 20.30-22.30; fest. 15.30-17.20-19.10-21; fer. 21 Ocean’s thirteen con B. Pitt, G. Clooney, M. Damon, A. Pacino, A. Garcia, regia S. Soderbergh Spett.: ven. sab. e lun. 20.10-22.30; fest. 16-18.30-21; fer. 21 Il destino nel nome (Namesake) con K. Penn, Z. Robinson, regia M. Nair Spett.: ven. sab. e lun. 20.10-22.30; fest. 16-18.30-21; fer. 21 Follia con N. Richardson, I. McKellen, regia D. Mackenzie - V.m. 14 Spett.: ven. sab. e lun. 20.20-22.30; fest. 16-18-21; fer. 21 I Fantastici 4 e Silver Surfer con J. Alba, C. Evans, J. Gruffudd, M. Chiklis, regia T. Story Spett.: fer. 20.30-21.30-22.30; sab. 17.30-18.30-20-20.30-22.20-22.30-0.15; fest. 15.30-16.30-17.30-18.30-20.30-21.30-22.30

APOLLO p.zza Carbone, 35 Tel 0532/762.002 APOLLO p.zza Carbone, 35 Tel. 0532/765.265 APOLLO p.zza Carbone, 35 Tel 0532/762.002 CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011

CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011 CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011

Ieri la presentazione della rassegna “Delizie destate”

«E’ una rassegna - ha proseguito Dall’Acqua - che coglie tutte le sensibilità nel settore musicale ma non a scapito della qualità e della professionalità. Come partners infine possiamo contare su Comune, Provincia, Fondazione Carife e l’Orchestra Città di Ferrara». Generali i consensi per la partecipazione alla manifestazione di alcuni sindaci ed assessori presenti ieri all’incontro per ribadire la soddisfazione di essere inseriti nel circuito e poter offrire fino a settembre un ventaglio quanto mai accattivante di appuntamenti. Atteggiamento ribadito da Gianna Braghini del Comune di Codigoro che si è dichiarata particolarmente soddisfatta di inserire la 42ª edizione di Musica a Pomposa nel programma di Delizie d’Estate; il 22 e 23 settembre sono previsti due momenti di terapie e attività musicali innovative sulla musicoterapia in collaborazione con “Tamino”. Codigoro ha intitolato la rassegna

a don Franco Patruno in ricordo dell’impegno che profuse verso questa manifestazione. Anche Adamo Antonellini, assessore alla cultura di Argenta, pur essendo solamente al terzo anno di partecipazione ha espresso la sua soddisfazione per essere stato invitato a Delizie d’Estate. Il vicesindaco di Copparo Ermanno Tosi ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa nel suo aspetto socializzante e gli appuntamenti che si terranno a Copparo, cinque alla Pieve e sei in piazza punteranno proprio a coinvolgere giovani e meno giovani. Il sindaco di Mesola Lorenzo Marchesini trova che sia oltremodo positivo il coinvolgimento di tanti Comuni in manifestazioni di intrattenimento fra il popolare e il culturale. Gli spettacoli in caso di maltempo si svolgeranno regolarmente in sedi opportunamente predisposte. Margherita Goberti

MOSTRA A ST.ART.47

GARDEN CLUB

Vetrophanie d’artista di Cristina Rocca

L’anno si conclude nel labirinto

FERRARA. S’intitola Vetrophanie, manifestazione d’artista, la nuova mostra personale della pittrice Cristina Rocca, che sarà inaugurata oggi alle ore 18.30 presso l’associazione culturale St.Art.47 di via Cittadella. Si tratta di 13 allestimenti con opere inedite della Rocca, tra le piò giovani artiste ferraresi ma con all’attivo già un’intensa attività che l’hanno portata ad esporre in numerose gallerie d’arte italiane ed all’estero, negli Stati Uniti. I luoghi sono al centro dell’opera pittorica dell’autrice, perchè, spiega lei stessa «Il luogo è un’entità che ti avvolge, che assorbe le nostre tracce senza che ce ne avvediamo, che muta nel tempo». Arte come visione e co-

FERRARA. Si conclude oggi ufficialmente l’attività pre-estiva del Garden Club di Ferrara, presieduto da Giulia Vullo. L’appuntamento per i soci è alle ore 16.30 nel cortile d’onore di Palazzo Ludovixo il Moro in via XX Settembre, 124. Il Garden Club ha “adottato” il labirinto del giardino (unico in tutta la provincia di Ferrara) per curarlo. Oggi sarà possibile visitarlo e sarà anche possibile - grazie alla guida della direttrice del Museo Archeologico Nazionale, Fede Berti - visitare la Sala del tesoro recentemente restaurata e le nuove sale espositive inaugurate proprio nei giorni scorsi e contenenti preziosi reperti provenienti dagli scavi di Spina.

Un’opera di Cristina Rocca me stupore per l’artista, perchè, aggiunge, «lo stupore dato dalle cose dell’arte è in qualche modo paragonabile allo stupore prodotto in noi da un paesaggio naturale, o da un ambiente familiare, trasfigurati dalla luce delle vicende individuali che li hanno intimamente valorizzati». I lavori esposti fino al prossimo 5 luglio sono dei dipinti ad olio, di piccola media dimensione, con una scansione ritmica espositiva. (f.c.)

CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011 CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011 CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011 CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011 CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011 CINESTAR via Darsena tel. 0532-793011 MANZONI via Mortara, 173 tel. 0532-209981 MIGNON via P.ta S.Pietro 18 Tel 0532/769.714 S. SPIRITO via Resistenza tel. 0532-200181 ARENA NEL PARCO V.le Cavour Parco Pareschi

PROVINCIA CENTO ASTRA ODEON CODIGORO ARENA COPPARO ASTRA LIDO ESTENSI DUCALE A DUCALE B ARENA GIARDINO M.FISCAGLIA NUOVO OSTELLATO BARATTONI P.GARIBALDI CINEPLUS 1

CINEPLUS 2 CINEPLUS 3 CINEPLUS 4 CINEPLUS 5 CINEPLUS 6

* Per tutte le sale: Lunedì | 5,50 (no festivo e prefestivo) Dal mart. al ven. fino alle ore 19 e spettacoli dopo la mezzanotte | 5,50 - Dal mart. al giov. Rid. Agis, Coop Estense, Tessere Universitarie | 5,50. Tartarughe Ninja (TMNT) regia K. Munroe - Animazione Spett.: fer. 20.20-22.20; sab. 17.30-20.20-22.20-0.10; fest. 15.30-17.30-20.20-22.30. Hostel 2 con J. Hernandez, J. German, regia E. Roth Spett.: fer. 20.30-22.30; sab. 17.30-20.30-22.30-0.30; fest. 15.30-17.30-20.30-22.30. Il destino di un guerriero (Alatriste) con V. Mortensen, J. Camara, regia A. Diaz Yanes Spett.: ven. e lun. 20-22.40; sab. e fest. 17.20-20-22.30; fer. 21.30; sab. ult. 0.15 Ti va di pagare? con A. Tautou, G. Elmaleh, regia P. Salvadori Spett.: fer. 20.15-22.25; sab. 17.45-20.15-22.25-0.30; fest. 15.30-17.45-20.15-22.25. Ocean’s Thirteen con B. Pitt, G. Clooney, M. Damon, A. Pacino, A. Garcia, regia S. Soderbergh Spett.: fer. 20-22.30; sab. e fest. 17.30-20-22.30 Le regole del gioco con D. Barrymore, E. Bana, R. Duvall, regia C. Hanson Spett.: fer. 20.10-22.30; sab. 17.50-20.10-22.30; fest. 15.30-17.50-20.10-22.30. Pirati dei Caraibi: ai confini del mondo con J. Depp, O. Bloom, K. Knightley, G. Rush, regia G. Verbinski Spett.: fer. 20.30; sab. e fest. 17.30-20.30 Io e Beethoven con E. Harris, D. Kruger, regia A. Holland Spett.: fer. e fest. 21 Il matrimonio di Tuya con N. Yu, Sen’ge, regia Q. Wang Spett.: ven. e sab. 20.30-22.30; fest. 18.30-20.30; fer. 21 Film per adulti v.m. 18 anni Spett.: fer. e fest. ore 15; chiusura 24.00 dal lunedì al venerdì ingresso 5 | Nuovo programma Lunedì feriali prezzo ridotto Notte prima degli esami - Oggi con G. Panariello, N. Vaporidis, S. Autieri, C. Crescentini, regia F. Brizzi Spett.: 21.45 Prezzo intero euro 5,50 - rid. euro 4

Spettacoli I Fantastici 4 e Silver Surfer Spett.: fer. 21; sab. 20.30-22.30; fest. 16.30-18.30-20.30-22.30 Il destino di un guerriero (Alatriste) Spett.: fer. 21; sab. 20-22.30; fest. 17.30-20-22.30 Chiusura estiva I Fantastici 4 e Silver Surfer Spett.: fer. 20.30-22.30; fest. 15-16.50-18.40-20.30-22.30 I Fantastici 4 e Silver Surfer Spett.: 20.30-22.40 Centochiodi Spett.: 20.30-22.40 Prossima apertura

Chiusura estiva Chiusura estiva I Robinson (Una famiglia spaziale) Spett.: fer. 20.30; sab. e fest. 18.30-20.30 Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo Spett.: fer. e fest. 22.30 (il film inizia 15’ dopo l’orario d’inizio spettacolo) Hostel 2 Spett.: fer. 20.30-22.30; sab. e fest. 18.30-20.30-22.30 (il film inizia 15’ dopo l’orario d’inizio spettacolo) I Fantastici 4 e Silver Surfer Spett.: fer. 20.30-22.30; sab. e fest. 18-20.30-22.30 (il film inizia 15’ dopo l’orario d’inizio spettacolo) I Fantastici 4 e Silver Surfer Spett.: fer. 21.15-23; sab. e fest. 18.45-21.15-23 (il film inizia 15’ dopo l’orario d’inizio spettacolo) Ti va di pagare? Spett.: fer. 20.30-22.30; sab. e fest. 18.30-20.30-22.30 (il film inizia 15’ dopo l’orario d’inizio spettacolo) Ocean’s Thirteen Spett.: fer. 20.15-22.30; sab. e fest. 18-20.15-22.30


XXIII

FERRARA WEEKEND

VENERDÌ 22 GIUGNO 2007 il Resto del Carlino

CODIGORO STASERA LA PRIMA DELLE SELEZIONI ESTIVE. DOMANI A BONDENO POROTTO ESTATE

‘La + bella di Ferrara’ parte dal Die Hard LA PRIMA uscita nel Basso Ferrarese del concorso ‘La + bella di Ferrara’, come ormai da tradizione, sarà questa sera, con inizio alle 22, nella suggestiva cornice del lungo fiume, al Die Hard di Codigoro, gestito dal vulcanico, Tiziano Dal Fiume. Lo scorso anno la vittoria fu di Katia Moroz, una giovane e bionda ucraina, residente a Ferrara, che convinse tutta la giuria, presieduta dall’assessore Sabina Zanardi, e succedette alla reginetta dell’anno prima, la giovanissima codigorese, di soli sedici anni, Anna Leone. Saranno dodici le ragazze che sfileranno sia in bikini che in abito da sera, per conquistare l’am-

bita fascia mentre ci sarà anche l’esibizione di una brava e bella giovane che darà vita a uno spettacolo col fuoco. Non mancheranno ospiti a sorpresa ed animazione che dovrebbe coinvolgere un sempre nutrito e caloroso pubblico. Si apre in pratica con questa importante manifestazione la lunga estate che l’attivo gestore del caratteristico locale che si affaccia sul Po di Volano a Codigoro, ha preparato con tanti appuntamenti di qualità e di buon gusto e gli immancabili apertivi che nel tardo pomeriggio distribuisce dal caratteristico chioschetto in legno. Domani il concorso di bellezza farà invece tappa in piazza a Bondeno.

Weekend tra musica e vernacolo

A MISS Chiara Bellettati, vincitrice dell’edizione 2006

S. MARIA CONSOLAZIONE

Le Affinità elettive del Nuovo Echo Il coro di Portomaggiore in chiesa

ARÀ il concerto ‘Affinità elettive, capolavori della polifonia sacra dei secoli XIX e XX’ ad aprire la stagione estiva degli appuntamenti della chiesa e del chiostro di Santa Maria della Consolazione, in via Mortara 98. Stasera, dalle 21,15, l’associazione culturale Bal’danza e il rione Santo Spirito ospiteranno nell’abside della chiesa rossettiana il coro ‘Il Nuovo Echo’ di Portomaggiore, diretto dal maestro Renzo Rossi. Prima di entrare nelle atmosfere del tardo ‘800, alcuni ragazzi e ragazze della contrada giallo verde, che ha sede proprio nel chiostro, daranno vita a un breve spettacolo di fuoco e di danze rinascimentali tratte dal repertorio di Domenico Da Piacenza, di Marchetto Cara e di Cesare Negri. I contradaioli accompa-

S

PROGRAMMA Il coro proporrà brani sacri

gneranno poi il pubblico fino in chiesa, dove il coro presenterà un programma con brani sacri, eseguiti ‘a cappella’, di Bruckner, Mendelsshon-Bartoldy, Jaeggi, Duruflè e Thompson. Dopo la positiva esperienza con il Coro dell’Università di Ferrara, altre voci quindi potranno esibirsi nella bella chiesa della Consolazione, quelle di ‘Il Nuovo Echo’, gruppo nato ufficialmente nel 1998 e che punta a una riscoperta e valorizzazione delle tradizioni musicali antiche. Recentemente il coro ha iniziato ad occuparsi anche del repertorio popolare italiano contemporaneo con brani in vernacolo di varie regioni italiane. Dopo il concerto di stasera il rione Santo Spirito dà appuntamento a tutti gli amanti della musica al Night & Blues 2007 che partirà a fine luglio. Tania Droghetti

ANDAR PER MOSTRE Vernice per Cristina Rocca e Mattia Battistini NELL’AMBITO del programma ‘Vetrophanie’, in corso nella sede di via Cittadella 45/47 dell’ associazione culturale St. Art.47, vernice oggi alle 18 della personale di Cristina Rocca. L’esposizione resterà aperta fino al 5 luglio. L’orario di apertura è dalle 16.30 alle 19.30 (escluso festivi e giovedì). Cristina Rocca è nata nel 1968 a Ferrara, dove risiede e lavora. Dal 1998 si dedica con

continuità alla ricerca pittorica attraverso il linguaggio del colore ad olio, esplorando le suggestioni visive date dai sogni e dalla memoria in chiave simbolico-narrativa. Ha esposto a Ferrara, Bologna, Forlì, Trento, Akron (Usa). Dal 2006 collabora con l’Associazione Culturale St.art.47, tenendo per i soci corsi di pittura ad olio e acrilico. ‘Opere recenti’ è invece il titolo della mostra

PPUNTAMENTO stasera alle 21 (al campo sportivo X Martiri in via Petrucci 85) per la terza serata di ‘Porotto estate 2007’, rassegna di musica e intrattenimenti proposta dalla Circoscrizione Zona Nord Ovest per il settimo anno consecutivo nell’ambito di ‘Ferrara estate’. La serata sarà incentrata su una esibizione di giovani artisti: Oleg Andreatti, giovanissimo studente della scuola media di Porotto (allievo di Ermanno Ciaghi e Claudio Miotto) suonerà il sax, il gruppo dei Reload Blues proporrà un repertorio di bluesrock, i Nowhere Inn (gruppo bolognese) si esibiranno in una selezione di brani di loro produzione che vanno da blues al funky fino al rock più forte e la band ‘rosa’ delle Calico (Rosella Briscagli voce e tastiera, Francesca Bellinello batteria, Marika Malavasi basso e cori, Chiara Antonioni chitarra e cori) rivisiterà in chiave femminile pezzi rock evergreen. Ancora un appuntamento di ‘Porotto estate’ domenica alle 21.15 al campo sportivo di via Petrucci 79. A cura della Compagnia ‘Straparot’ andrà in scena ‘E po’ i dis l’Africa’, lavoro in vernacolo di Giorgio Alberto Finchi, medico musicofilo e autore di numerosi testi, in italiano e in dialetto. Capo coro Gianfranco Morelli, suggeritrice Luciana Marchetti Marvelli, luci ed effetti speciali di Gianbattista Forini, truccatrice Anna Maria Finchi. Entrambi gli spettacolo saranno a ingresso libero.

di Mattia Battistini che sarà inaugurata domani alle 17.30 alla galleria del Carbone dove resterà fino al 4 luglio. Curata da Laura Gavioli, la rassegna potrà essere visitata dal lunedì al sabato dalle 18 alle 21. Come suggerisce il titolo, la personale presenta opere pittoriche dell’ultimo periodo creativo dell’artista.

LA COMPAGNIA DEL RIPA

‘Viva Mina’ e ‘Napule è...’ nel menu del fine settimana

STASERA e domani due nuovi appuntamenti all’osteria La Compagnia del Ripa, nell’antico Palazzo Beccari-Freguglia di via Ripagrande. Si comincia stasera con ‘Viva Mina’: sarà servita la cena con un sottofondo tutto dedicato alla grande Mina. Alla fine della cena tutti insieme con Jacuvella che intratterrà il pubblico con le canzoni di Mina e lo coinvolgerà con la sua voce e la sua chitarra.

Domani, invece, l’appuntamento è con ‘Napule è …’: dalla antica canzone napoletana del ’600 fino a Pino Daniele. Naturalmente la cena prevede un menu tutto napoletano, dalla pasta fagioli e cozze al dolce caprese. Al resto penseranno la chitarra e la voce di Jacuvella. Ciascuna serata, comprensiva di cena e spettacolo, ha un costo di 20 euro. Per informazioni e prenotazioni 0532 765310 - 335 5855016 - 338 2304263.

La più bella musica della tua vita


LA NUOVA

Venerdì

CRONACA DI FERRARA

15 giugno 2007

Arrestato dalla polizia in via Ferraresi, sulla macchina aveva fatto salire una prostituta

15

Si è spenta la cara esistenza di

Lo minaccia e gli ruba l’auto Chiede passaggio a conoscente, poi lo scarica

Prima ha chiesto un passaggio in auto al conoscente, poi lo ha minacciato. Alla fine ha “scaricato” il proprietario della vettura per far salire al suo posto una prostituta. Le volanti dell’Ufficio prevenzione generale della questura hanno intercettato l’uomo in via Ferraresi e per Massimiliano Bevilacqua, 35 anni, di Occhiobello (Ro) sono scattate le manette con l’accusa di rapina aggravata. Bevilacqua, l’altra sera, aveva incontrato un conoscente albanese in un bar della zona di Occhiobello. All’uomo aveva chiesto un passaggio in macchina spiegandogli che doveva partire; il conoscente aveva accettato, ma il viaggio si à rivelato meno tranquillo del previsto. Bevilacqua aveva prenotato uno “strappo” alla stazione ferroviaria di Ferrara, ma prima di raggiungere lo scalo aveva spiegato al proprietario dell’auto che doveva ritirare una valigia presso la pro-

pria abitazione di Occhiobello perchà doveva andare in viaggio. Il cambio di programma à avvenuto piª tardi quando i due sono giunti nei pressi dell’imbocco del casello autostradale di Occhiobello. Il passeggero infatti ha estratto all’improvviso una pistola (risultata poi finta ma sprovvista del tappo rosso obbligatorio per legge) e gli ha intimato di entrare in autostrada. I

due sono usciti a Ferrara ma il veicolo non si à fermato in stazione: l’auto ha proseguito la marcia raggiungendo la zona di via Ferraresi, via Wagner e dintorni, solitamente frequentate dalle prostitute, dove il proprietario del veicolo ha dovuto rinunciare al mezzo. Bevilacqua, infatti, dopo aver notato una ragazza di colore non ha riservato particolari cortesie al conoscente albanese: lo ha fatto scendere dall’auto invitando a salirvi la donna. Poi si à allontanato in compagnia della ragazza. Il cittadino straniero non l’ha data per persa e ha contattato il “113” spiegando l’accaduto e fornendo alle volanti la descrizione e i dati dell’autovettura che gli era stata

Una volante della polizia nei pressi della questura

portata via con la forza. Il trentacinquenne di Occhiobello non ha avuto il tempo di fare molta strada: à stato infatti rintracciato pochi minuti dopo a bordo del veicolo dove nel frattempo era rimasto da solo. All’interno del portabagagli dell’auto i poliziotti hanno eseguito una prima perquisizione rinvenendo una valigia al cui interno à stata ritrovata una pistola

“scacciacani” privata però del tappo rosso, sequestrata dagli agenti. Successivamente assieme al personale dell’Ufficio volanti della questura di Rovigo, la polizia ha proceduto ad una nuova perquisizione presso l’abitazione del rapinatore, ma all’interno dell’alloggio non à stato trovato nulla di penalmente rilevante. L’uomo à in attesa dell’udienza di convalida.

SALUTE

A piedi contro le malattie Domenica una camminata promossa dal Comune di Corrado Magnoni «Mettiamoci in marcia». Non à solo un consiglio, ma à quello che l’amministrazione comunale propone ai suoi cittadini, partecipazione libera e aperta a tutti, su indicazione dello stesso Ministero della Salute. Nelle giornate del 15, 16 e 17 giugno, infatti, in 9 differenti cittè italiane, fra cui Roma, Torino e Milano, prenderanno il via iniziative simili indirizzate a promuovere il corretto stile di vita. Domenica, come annunciato, sarè la volta di Ferrara che, tramite diversi assessorati, ha organizzato una camminata di circa 4 chilometri lungo le Mura cittadine con ritrovo presso la Porta degli Angeli alle ore 9.30 per partire intorno alle 10. L’evento intende far seguito alle iniziative, 205 in tutto, svolte lo scor-

so anno, quello all’insegna della Salute. Il perchà lo ha spiegato Giovanna Cuccuru, assessore alla sanitè, durante la conferenza stampa di ieri mattina: «Vogliamo promuovere fra i cittadini l’importanza di una prevenzione primaria permessa dall’attivitè motoria. Quasi il 50% delle passate manifestazioni era incentrata sull’esercizio fisico». Lo stesso sindaco Sateriale ha terminato il 2006 annoverando, nel suo personale palmares, almeno 16 passeggiate al fianco dei suoi elettori per dare il buon esempio. L’invito a partecipare, inoltre, à reso ancora piª esplicito dall’assessore allo sport, Davide Stabellini: «Ci crediamo tanto in questo genere di progetti, venite ferraresi, camminare fa bene e in piª permette di prevenire le patologie sensibili

all’attivitè fisica». E qui si inserisce l’altro discorso della giornata: l’anteprima del prossimo progetto che coinvolgerè Asl e Arcispedale S. Anna. A quanto pare se la regione Emilia Romagna à in prima fila nella prevenzione e nella cura di diverse malattie tramite l’ausilio di una mirata pratica dello sport, specialmente fra i meno giovani, Ferrara à il suo centro di riferimento, come ha spiegato Pier Luigi Macini, direttore servizi sanitè pubblica Emilia Romagna: «L’attivitè fisica à un farmaco - ha ribadito piª volte - oltre a prevenire, combatte le malattie cardiovascolari o croniche come il diabete e l’ipertensione. Numerosi studi scientifici, inoltre, dimostrano come possa prevenire il cancro al colon e quello alla mammella. Ferrara à all’a-

GIOVANNA LUNGHI (CARLA) in LODI di anni 80 Con dolore ne danno il triste annuncio il marito, i figli, le nuore, i nipoti ed i parenti tutti. Il funerale avrà luogo oggi VENERDÌ alle ore 9 partendo dall’Ospedale di Argenta per la Chiesa Collegiata di Portomaggiore, ove alle ore 9,30 sarà celebrata la S. Messa, indi si proseguirà per il cimitero di S. Luca di Ferrara. Si ringraziano in anticipo quanti interverranno alla mesta cerimonia. Portomaggiore, 15 giugno 2007 On. Fun. Zanardi - Portomaggiore Voghiera - tel. 0532/811038-320425

Anniversario 15-06-2002

15-06-2007

Una delle “camminate” sulle Mura col sindaco vanguardia in tutto questo e presto verrè dato il via all’attivazione di un centro apposito per guidare il cittadino nella scelta e nei percorsi giusti per praticare lo sport in maniera corretta». Gli fa eco Fosco Foglietta, direttore generale dell’azienda Usl ferarrese. «Staremo attenti - dice - soprattutto a due cose: coinvol-

gere gli anziani perchà mantengano l’autosufficienza e perchà l’attivitè venga personalizzata». Testimonial d’eccezione e presenti domenica, infine, saranno i maratoneti Laura Fogli e Massimo Magnani, protagonista a Montreal ’76 e Mosca ’80 che ha detto: «Spero che vengano coinvolti i giovani e non solo gli adulti».

GIORNATA DEL DONATORE

E’ un piccolo gesto che regala la vita

È mancato all’ affetto dei suoi cari

ENRICO FABBRI

Ieri tantissimi soci dell’Avis hanno incontrato cittadini e istituzioni Ieri, giornata mondiale del donatore, le Avis comunale e provinciale hanno incontrato la cittè. E lo hanno fatto attraverso chi maggiormente li rappresenta, quei volontari senza il contributo dei quali l’associazione non potrebbe svolgere l’importante ruolo che riveste nella societè intera. Accompagnati dai figuranti del rione di Santo Spirito, dalla Fanfara dei Bersaglieri di Bergamo, dai Labari del Comune, della Provincia e delle Avis di tante altre delegazioni consorelle che hanno voluto condividere questa significativa festa, partendo dalla sede di corso Giovecca sono giunti in Cattedrale per la celebrazione della Messa, officiata proprio da un donatore eccellente come Padre Giovanni Di Maria. «Da 30 anni - ha ricordato all’omelia - io compio questo

Il corteo dei donatori dell’Avis ieri in cittè gesto che richiede solo un po’ di generositè verso gli altri. Conosco quindi ed apprezzo l’operato dell’Avis, quello dei volontari e dei dirigenti e vi sprono a proseguire su questa strada per raggiungere sempre maggiori traguardi

ed obiettivi». Sottolineato dai canti della corale di Porotto si à chiuso così il momento spirituale e si à aperto quello pubblico. Mentre gli sbandieratori e i musici facevano ala al corteo aperto dalle autoritè tra cui

vi era il presidente della Provincia Pier Giorgio Dall’Acqua, il vice sindaco Rita Tagliati ed altri sindaci dei comuni della Provincia, i bersaglieri si disponevano sul sagrato per eseguire l’inno nazionale, il silenzio fuori ordinanza e il loro inno che li rappresenta, mentre i dirigenti dell’Avis rendevano omaggio ai caduti. Ma sicuramente il coronamento piª importante per l’attivitè che l’associazione svolge quotidianamente da quando, giusto 80 anni fa (1927), fu costituita dal suo fondatore dottor Vittorio Formentano, à stato presenziare al Consiglio provinciale straordinario che si convoca solo in occasioni particolari e che ieri in Castello era tutto dedicato all’Avis. Un modo per ricordare quanto à importante aiutare gli altri. Margherita Goberti

I tuoi cari ti ricordano con immutato affetto. Alberone, 15 giugno 2007 On. fun. FELISATTI - Copparo

Anniversario 16-06-2002

16-06-2007

CISBERTO BARINI (LUCIANO) di anni 72 Lo annunciano addolorati la moglie, le figlie, i generi, la nipote ed i parenti tutti.

«Ecomostri», Medicina Democratica suona ancora la carica Domani l’assemblea pubblica, nuova raccolta firme contro turbogas e inceneritore In vista del suo terzo anno di attivitè, Medicina democratica dissotterra nuovamente l’ascia di guerra e i suoi bersagli tornano a essere, ovviamente, turbogas e inceneritore. I due ecomostri, come li definisce il responsabile regionale Luigi Gasparini, tornano nel mirino dell’associazione che annuncia nuovi banchetti di raccolta firme per tornare alla carica dello strumento referendario per fermarne la realizzazione. Intanto domani sarè l’occa-

sione ideale per affilare le armi, quando Medicina democratica si riunirè in un incontro aperto al pubblico e alle altre sigle ambientaliste, per la sua terza assemblea annuale. Sul tema “Uniti per la Salute e contro l’Inquinamento atmosferico della Pianura Padana” i suoi membri si confronteranno dalle 9 alle 13, nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. L’introduzione à affidata allo stesso Gasparini, che illustrerè le diverse iniziative svolte all’interno di

Md e del Movimento ambientalista ferrarese. Seguiranno gli argomenti di Fabio Benazzi, ingegnere del Comitato tecnico-scientifico del Comune di Mantova e portavoce del Codiamsa (Comitato difesa ambiente e salute). Dopo di lui sarè il turno di Valerio Gennaro dell’Istituto nazionale per la Ricerca sul cancro di Genova, con una riflessione sui nodi critici degli studi epidemiologici. I partecipanti saranno raggiunti in collegamento video da Laura Puppa-

to, sindaco di Montebelluna, che à riuscita a bloccare la costruzione di un inceneritore giè autorizzato dalla Via ministeriale e che ha portato il suo Comune a raggiungere il 78% di raccolta differenziata. Maurizio Loschi, di Md di Savona, sempre in collegamento video, parlerè del rapporto tra lavoro, salute, sicurezza, ambiente e occupazione. L’assemblea chiuderè con le conclusioni di Valentino Tavolazzi, vice responsabile della sezione. (m.z.)

I funerali avranno luogo oggi, venerdì 15 giugno, alle ore 14,45 partendo dall’ Arcispedale S. Anna per la Chiesa parrocchiale di Quacchio, ove sarà celebrata la S. Messa. La presente serve da partecipazione e ringraziamento. Un ringraziamento particolare al prof. Liboni e a tutto il personale medico ed infermieristico per le premurose cure prestate. Ferrara, 15 giugno 2007 AMSEF srl- Ferrara via Fossato di Mortara 80 - tel. 0532/209930

ANNA ZUCCHINI SABINI Sono trascorsi cinque anni, ma il tuo ricordo è sempre vivo in noi. Il marito, la figlia, la sorella, la cognata e la nipote la ricordano con immutato affetto. Sabato 16 c. m. alle ore 8 sarà celebrata una Santa Messa in suffragio nella Chiesa dell’Addolorata in Corso Piave. Ferrara, 15 giugno 2007


LA NUOVA

Mercoledì

CRONACA DI FERRARA

13 giugno 2007

La dotazione infrastrutturale è ricca ma gli insegnanti cambiano spesso e i conti non tornano

In aula fra luci e alcune ombre

11

Ha lasciato questa vita terrena

Ferrara 45ª in Italia nella classifica di «Tuttoscuola» Studenti entrano a scuola

C’E’ UN CANDIDATO

Altro rinvio per la Strada dei vini La “Strada dei vini e dei sapori” non riesce ad uscire dall’impasse creato dalle dimissioni del vecchio presidente Paolo Regina. L’assemblea elettiva di lunedì sera, infatti, è terminata con un rinvio al 9 luglio, «su richiesta delle associazioni visto che dopo qualche mese di attività si è voluto verificare bene tutto - spiega Cesare Borsetti, presidente dell’Ascom - Credo che la visione comune sul futuro della Strada ci sia, esiste un candidato alla presidenza. Serve un altro po’ di tempo». Il candidato è Anna Sartirani, aderente Ascom che perÈ ha lasciato libera la poltrona presidenziale dopo l’addio del suo ex direttore. Numerose le candidature per le 11 poltrone del Consiglio di amministrazione, al momento retto dal protempore Sante Baldini, il vicepresidente. Non ci sono ancora i dati ufficiali del bilancio 2006 ma è chiaro che la lunga inattività puÈ aver pesato. Della “Strada” fanno parte le tre associazioni agricole, commercianti, Confartigianato, i consorzi dei produttori di prodotti agricoli, gli enti locali. L’obiettivo è valorizzare le nostre eccellenze in campo alimentare.

Le scuole ferraresi sono tre le più ricche, dal punto di vista del patrimonio, di tutta Italia ma i nostri studenti sono in coda per quanto riguarda la capacità di apprendimento. E’ un quadro con più di un elemento di preoccupazione per la pubblica istruzione della nostra provincia, quello che esce dall’indagine del mensile TuttoL’indagine è molto articolata, ricalca un po’ quella sulla qualità della vita del Sole 24 Ore che mescola decine di indicatori non omogenei tra di loro, quindi presenta aspetti statisticamente opinabili. La posizione mediana di Ferrara, in una classifica che vede al vertice Forlì-Cesena e Parma, Piacenza al terzo posto e Bologna al 31esimo (ultimo territorio emiliano prima del nostro), deriva dal mix di cinque grandi indicatori. Per quanto riguarda Strutture e risorse siamo classificati ad un buon 15esimo posto: tutto o quasi merito del patrimonio delle istituzioni scolastiche, un 4º posto che seppur datato (al 2003) è sicuramente rassicurante, soprattutto in questi chiari di luna molto difficili per i flussi finanziari. In particolare la «dotazione di libri e attrezzature dei licei» è di 352.966 euro in media, secondo posto in Italia. Buono anche il livello di spesa per l’istruzione da parte degli enti locali, dove siamo piazzati al 9º posto. Bene le tecnologie didattiche, male la messa a norma degli edifici. Le cose cambiano per stu-

scuola, il primo del suo genere in Italia. Nel complesso la nostra provincia occupa una posizione mediana, la 45esima su 100 prese in considerazione, ma è staccata da tutte le altre emiliane che occupano le prime caselle. Gli elementi di debolezza sembrano insomma pesare di più dei punti di forza.

Nell’indagine sullo stato delle scuole Ferrara è a met classifica denti e insegnanti già sul versante di Organizzazione e servizi, dove siamo esattamente collocati nella media nazionale, al 64esimo posto. Pesa la collocazione nell’ultimo quarto della classifica dell’indicatore “affollamento delle classi”, in particolare per quanto riguarda il numero degli alunni in classe nelle secondarie di primo grado (21 in media) mentre la bocciatura è decisa in merito ai tempi troppo lunghi di pubblicazio-

ne delle graduatorie degli insegnanti. Fino a 60 giorni nelle scuole d’infanzia, fino a 72 nelle secondarie. Mediocre anche la performance relativa al tempo pieno. Si slitta al 68esimo posto per quanto riguarda le Condizioni del personale e qui c’è la spiegazione pronta. Viene valutato molto negativamente il tasso di turn over dei docenti dovuto ai pensionamenti, e Ferrara sconta qui l’invecchiamento generale non

solo della classe insegnante. Siamo addirittura al 98esimo posto per cessazioni del rapporto nel 2006, con punte del 17% di turn over nella scuola d’infanzia. Decisamente meglio, attorno al 20esimo posto, ci collochiamo per orario settimanale, sostegno e pure presenza maschile tra gli insegnanti (indicatore, quest’ultimo, di equilibrio didattico). L’indicatore dei Livelli d’istruzione ci fa galleggiare al centro della classifica, con un risultato discreto di scolarizzazione (33esimo posto, con l’11,1% di laureati a meno di 35 anni superiore alla media nazionale). Il vero dato deludente arriva dai Risultati scolastici: i nostri studenti sono addirittura 74esimi, al di sotto della media nazionale. La situazione più critica è proprio quella, delicatissima, delle scuole secondarie, visto che secondo i test dell’Istituto nazionale di valutazione del sistema d’istruzione il livello dei giovani ferraresi che si apprestano ad iscriversi all’università è il 90esimo in Italia. Lo scarto macroscopico rispetto alla media nazionale è collocato nell’Italiano delle terze classi superiori (6,78 contro 12,85) e delle prime classi (50,43 contro 56,40). Il metodo Invalsi è molto discusso in quanto dipende molto dal rigore di applicazione, ma resta l’unico disponibile. Alta la percentuale dei promossi: siamo 14esimi. (s.c.)

CARLO SOAVI di anni 51 La moglie CLAUDIA, le adorate figlie ALESSANDRA, FRANCESCA, ALICE e la sorella PAOLA attendono amici e parenti, per un ultimo saluto a CARLO, giovedì 14 giugno 2007, alle ore 16.30, nella Chiesa del Perpetuo Soccorso. Al termine del Rito Funebre la cara salma sarà deposta presso l’Ara Crematoria. Per volere del defunto, non fiori ma offerte all’ Hospice - ADO di Ferrara o alla Chiesa del Perpetuo Soccorso alla Missione di SUOR IRENEA. Via M. Favero, 14 Ferrara, 13 giugno 2007

Il ritorno a casa dopo la grande paura La bimba che ha rischiato di soffocare ì in cittù con la famiglia

Un intervento del 118

Rientrato lo sciopero dei panificatori In zona Cesarini, e di notte, è rientrato lo sciopero dei panificatori italiani in lotta per il rinnovo del contratto scaduto da 15 mesi. Il governo ha chiesto di riaprire la trattativa e i sindacati Flai-Cgil, Fai Cisl e Uila-Uil hanno deciso di far rientrare l’agitazione della categoria che prevedeva il blocco del pane per 24 ore per i dipendenti delle aziende di panificazione. Un settore quello del pane industriale artigianale che interessa circa un migliaio i lavoratori di forni e imprese chiamati alla mobilitazione. Ampia soddisfazione per questo nuovo spiraglio è stato espresso dai sindacati, che reclamano una chiusura da parte delle aziende: è dal novembre 2005 che i lavoratori del settore non godono di aumenti salariali e a fronte di una ri-

chiesta di aumento del 6%, le associazioni di categoria rispondono con un’offerta inferiore al 3%. I dipendenti interessati all’astensione erano quelli delle aziende e dei forni aderenti a Fiesa-Confesercenti, Assipan-Confcommercio e Federpanificatori e non quelli delle imprese iscritte a Cna e Confartigianato. Oltre all’aumento salariale, i sindacati puntano ad un fondo contrattuale chiuso per la previdenza complementare della categoria e a mantenere l’orario sotto delle 40 ore settimanali. «Ci sono diverse questioni in ballo - aveva puntualizzato Davide Bergonzini, Fai Cisl ma quella salariale è sicuramente la più importante, visto che i dipendenti del settore guadagnano meno di 1.100 euro lordi al mese».

STASERA IN CITTA’

LUTTO NEI VIGILI URBANI

Una fiaccolata per Federico

Oggi le esequie di Paola Finotti

Ancora una volta «verità e giustizia per Aldro!»: torna in piazza l’Associazione verità per Aldo, per Federico Aldrovandi, il giovane morto durante un intervento della polzia e lo fa proponendo una fiaccolata per questa sera: il ritrovo è previsto per le 20.30 in via Ippodromo, quindi l’arrivo in piazza Trento e Trieste. Una fiaccolata in anticipo sul momento culminante del processo che si celebrerà il 20 giugno con l’udienza preliminare dei 4 poliziottti accusati di eccesso colposo.

Si svolgerano oggi le esequie di Paola Finotti, il funzionario della segreteria del Comando di polizia municipale scomparsa dopo una grave malattia. Le esequie si terranno alle 16.15 alla camera mortuaria e alle 16.30 alla Certosa e saranno presenti il Comandante della polizia municipale cittadina e una delegazione di colleghi comunali. Per la sua scomparsa viene espresso il più profondo cordoglio dai colleghi e dall’ufficio stampa del Comune cui si associa anche ‘la Nuova’.

Ieri la bimba che ha rischiato il soffocamento per aver ingerito un sasso e la sua famiglia hanno fatto ritorno a casa. La vacanza in Sicilia, benchè tormentata da quei minuti terribili, si è conclusa bene. La bimba di appena sei mesi non ha avuto bisogno di particolari cure una volta liberata dal sesso che le ostruiva parzialmente la trachea e ieri ha

BREVI SEDUTE IN DIRETTA

Consiglio provinciale in video sul web In un’ottica volta ad incentivare la partecipazione alla vita politica da parte dei cittadini avvalendosi delle nuove tecnologie, la Provincia di Ferrara attiva un nuovo servizio. Sono infatti su internet le riprese video delle sedute di Consiglio visibili da tutti i cittadini. E a partire dalla seduta di oggi i lavori saranno visibili anche in diretta web collegandosi al sito internet della Provincia di Ferrara.

RIFONDAZIONE

Circolo Luxemburg in assemblea E’ fissata per stasera alle 21, nella sede di corso Rampari S. Paolo, un’assemblea degli iscritti del circolo del Prc «Rosa Luxemburg». Tema dell’incontro la situazione politica nazionale. Interviene Bruno Steri (del coordinamento operativo nazionale).

ALLA SALA ESTENSE

Allievi del Carducci protagonisti Stasera alle 21, nella sala Estense, sono protagonisti gli allievi del corso G del liceo sociale Carducci (opzione musica-spettacolo). Gli studenti, coordinati dai docenti Boari, Braga, Grillanda e Morelli, mettono in scena, attraverso la danza, la musica, la recitazione e il canto, i percorsi seguiti durante l’anno scolastico e ispirati al viaggio come conoscenza e libertà.

potuto prendere tranquillamente il volo che l’ha riportata a Ferrara. «E’ tutto a posto, grazie - ha detto ieri un parente che li attendeva in città - è tutto risolto nel migliore dei modi». La bambina aveva ingoiato un sasso mentre era sulla spiaggia di San Gregorio a Capo d’Orlando (Messina). Ad accorgersene è stato il papà insospettito

da uno strano colpo di tosse della figlia. Poi ha individuato la causa nel sasso che ostruiva la gola ed è riuscito a spostarlo quanto bastava per dare un minimo di respiro alla bimba. Poi è arrivata l’ambulanza che ha trasportato la bimba all’ospedale di Sant’Agata di Militello, dove un medico è riuscito a estrarre il sasso con una pinza.

La città festeggia i donatori di sangue

AMSEF srl- Ferrara via Fossato di Mortara 80 - tel. 0532/209930

I colleghi del Consorzio Taxisti Ferraresi partecipano con affetto al dolore della famiglia per la scomparsa di

CARLO SOAVI Ferrara, 13 giugno 2007 AMSEF srl- Ferrara via Fossato di Mortara 80 - tel. 0532/209930

SARA, GIANCARLO ed i parenti tutti annunciano con tristezza la scomparsa del loro caro

Dal 2004 la Giornata del Donatore di Sangue proclamata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità si festeggia in tutto il mondo il 14 giugno. E così anche la città Ferrara si prepara a sottolineare l’importante data con una serie di iniziative che coinvolgeranno in diversi incontri dirigenti, donatori di sangue e soprattutto le istituzioni. Il primo appuntamento è fissato per oggi 13 giugno a Roma, con l’udienza del Papa dedicata agli oltre quattromila donatori che arriveranno da tutta Italia e anche da Ferrara partirà un pullman con 52 persone. Dopo l’accordo sottoscritto fra Avis e Cus il professor Florio Ghinelli ha già iniziato un ciclo di conferenze sulla donazione (già svolta lunedì 11), sull’alimentazione dello sportivo (oggi alle ore 18) e sulle sostanze dannose nella pratica sportiva venerdì 15 sempre alle ore 18 al Cus. E veniamo alla Giornata Mondiale del Donatore che è in programma a Ferrara: ritrovo presso la sede Avis provinciale di corso Giovecca alle ore 15.30 da dove si formerà il corteo delle sezioni comunali e dei labari accompagnato dai figuranti, sbandieratori e musici del rione di Santo Spirito e dalla fanfara dei bersaglieri di Bergamo. Alle 16, poi in cattedrale padre Giovanni Di Maria celebrerà la Santa Messa sottolineata dalla corale polifonica di Porotto, quindi alle 17.30 sarà convocato presso la sala consiliare dell’amministrazione provinciale un consiglio straordinario a cui interverranno oltre al

presidente Piergiorgio Dall’Acqua, al vice sindaco Rita Tagliati, ai presidenti dell’Avis comunale, provinciale, regionale e nazionale, illustri relatori tra cui Licia Petropulacos responsabile dei presidi ospedalieri per l’Emilia Romagna e Philip Chircop vice presidente federazione internazionale delle organizzazioni dei donatori di sangue. Alle 19.30 nel cortile del castello, la fanfara terrà un breve concerto quindi gli ospiti si sposteranno per la cena sociale presso la Giostra del Borgo allestista dalla contrada di San Luca in via Bologna e qui alle 21.15 grande concerto della Fanfara dei bersaglieri ad entrata libera. I festeggiamenti termineranno domenica 17 giugno con la staffetta Modena-Ferrara a cui parteciperà anche il Cral Poste. La manifestazione si concluderà alle 11.30 in piazza Savonarola. Anche altre sedi Avis si sono attivate per sottolineare la Giornata del Donatore: in provincia, a Casumaro nell’ambito della Festa della Birra, la serata di martedì 19 è stata finalizzata ad una raccolta fondi per l’Avis, così a Massa Fiscaglia e sabato prossimo 16 giugno a Ravalle. (m.g.)

WERTHER MUSACCHI (Tato) di anni 86 I funerali si svolgeranno domani, giovedì 14 giugno alle ore 10,30, partendo dall’Arcispedale S. Anna per l’Ara Crematoria della Certosa di Ferrara. Un sentito ringraziamento a tutto il personale del Terzo Piano della Residenza Paradiso. La presente serve da partecipazione e ringraziamento. Via Arginone, 293 Ferrara, 13 giugno 2007 AMSEF srl- Ferrara via Fossato di Mortara 80 tel. 0532/209930


LA NUOVA

Martedì

CRONACA DI FERRARA

5 giugno 2007

11

DOPO LA GRANDE PAURA, IL RILANCIO Pampero in anticipo

Veterinari d’accordo

I replay rivisti anche ieri sembrano lasciare pochi dubbi: è stata una partenza anticipata di Martin Ballesteros detto il Pampero a provocare la caduta di Fujan di Ozieri e l’unico, vero brivido della corsa di domenica. Doppio errore per il fantino argentino perchè Fujan veniva dato tra i pià adatti al fondo pesante, capace di uscire alla distanza.

«La mia firma sull’autorizzazione veterinaria vale come quella del Servizio, che fa parte del mio dipartimento: i veterinari hanno condiviso questa decisione, non ci sono “gialli” di sorta». Così Orazio Buriani, dirigente del Dipartimento di sanitº pubblica dell’Asl, chiude la polemica sull’autorizzazione veterinaria aperte dagli animalisti.

Bandiere sugli scudi

Prezzi da rivedere

Sarº piazza Savonarola ad affiancare piazza Municipale come teatro dei campionati italiani degli sbandieratori, dal 7 al 9 settembre. E’ previsto un afflusso record di addetti ai lavori, addirittura 3mila persone, che faranno la gioia degli albergatori. Sembra anzi che per quel periodo giº si faccia fatica a trovare delle camere libere.

Non si sa bene dove gli animalisti abbiano tratto il dato di -30% di presenze domenica, visto l’ingresso libero al prato che alla fine era comunque affollato. Ampi vuoti, invece, in tribuna e l’assessore Modonesi non si tira indietro: «La colpa è del rinvio ma certo 25 euro per una poltroncina sono parecchi. Vedremo cosa si potrº fare l’anno prossimo».

Il presidente dell’Ente e l’assessore, pure oggetto di scritte ingiuriose, tirano le somme

«Abbiamo salvato il Palio, stop alle critiche» Merighi: la pista funziona, resterª così. Modonesi vuole dialogo e pacchetti turistici I veleni di un anno si sono dissolti in quei tre giri di pista senza incidenti e il sospiro di sollievo al rialzarsi di un incolume Fujan, dopo la rovinosa caduta ai canapi, ha fatto da preludio ad una notte tranquilla. Il giorno dopo di Vainer Merighi e Aldo Modonesi, i due uomini sotto pressione del Palio 2007, È stato così tutto all’attacco. «Abbiamo salvato il Palio, la lezione È servita». Solo ieri si è saputo che anche l’assessore delegato, oltre al presidente dell’Ente Palio, era finito nel mirino degli animalisti imbrattatori: «Sì, quella notte sono venuti anche a casa mia, riempendo l’androne di scritte non proprio elogiative. Ho preferito - è Modonesi a spiegarlo - non alimentare la tensione, certo sono cose che fanno pensare». E la tensione che si leggeva sul volto di Merighi nelle ore decisive di domenica si spiegano anche con le telefonate notturne mute che hanno fatto seguito alla lettera di minacce. «Ma domenica è successa una cosa importante, abbiamo tracciato una linea di demarcazione nella storia del Palio - commenta lui gettandosi alle spalle tutto Non nascondiamocelo, se fosse capitato qualcosa... Invece l’organizzazione ha mostrato di aver fatto un salto di qualitº, grazie anche alle contrade che ancora domenica mattina hanno messo a disposizione 16 volontari per togliere i teloni. Insomma, non accetteremo pià che le associazioni animaliste mettano in discussione ogni nostra mossa: il pericolo del cavallo scosso durante la gara non esisteva, la pista è abbastanza grande e cancelli aperti non possono essercene. Il fondo? Era perfetto, me lo hanno confermato i fantini al termine della gara. Sarº questo anche

In internet lo scontro tra animalisti e ultras

l’anno prossimo». Merighi respinge anche l’idea di una gara “addomesticata” per evitare incidenti, «la veritº è che ha vinto il cavallo nettamente piº adatto a questa pista, un vero fondista e non un velocista». Sul concetto della «bella fe-

Gara «morbida»? No, ha dominato il cavallo più adatto al fondo pesante E i fantini hanno promosso la novitª sta» insiste anche Modonesi, il quale s’incarica anche del ruolo di stimolatore. «Le critiche delle associazioni animaliste sono state anche utili, e le stesse contrade hanno capito che per far crescere la manifestazione bisogna aiutare a crescere anche l’Ente Palio - è il suo ragionamento - Proprio per questo sedersi adesso sarebbe un errore». L’assessore indica un paio di obiettivi in vista dell’anno degli Estensi e della prossima edizione. «Bisogna entrare sempre di pià nel cuore dei ferraresi, i giochi nazionali delle bandiere a settembre aiuteranno. Come pure - tende la mano Modonesi - intendiamo riprendere il dialogo con gli animalisti locali con i quali il Comune ha aperte diverse collaborazioni in convenzione. La polemica ci puù stare, non ho capito solo la freddezza con la quale è stata accolta la decisione di lavorare con lo studio Checcoli,

esperto indicato da loro. Credo sia una strada da continuare a battere». L’altro aspetto sottolineato da Modonesi è «l’opportunitº di lavorare, assieme ai colleghi Stabellini (Turismo) e Cuccuru (Sanitº), sul Palio come polo di attrazione turistica della cittº. Non solo la corsa, ma anche la vita di contrada interessa molto all’estero, sono

opportunitº da sfruttare». Alimentare in permanenza una “macchina” del genere costa molto, il budget non è stato ancora completato ma Merighi non si mostra preoccupato: «Quest’anno c’è stato il problema del rinvio, ma la copertura della pista inciderº poco perchè il materiale sarº utilizzato in lavori stradali». Stefano Ciervo

I cavalli sono partiti da pochi secondi: il Palio è gi salvo

Gli “emissari” degli animalisti non ferraresi si erano effettivamente infiltrati in piazza Ariostea, ieri pomeriggio, ma non hanno portato a termine il blitz. Con in mano una telecamera aveva infatti cercato di saggiare la pista e chiedere al presidente dell’Ente Palio impegni sulla sicurezza, ma Merighi e il suo staff non hanno collaborato. L’episodio la dice lunga sul clima che si è creato quest’anno attorno al Palio. Per conferma basta un’occhiata al sito centopercentoaminalisti, i protagonisti della protesta dei giardini Cavour. E’ bastata una mail di Luca, tifoso spallino, del tipo «venite a fare i fenomeni con gli striscioni pro Paganese sotto la nostra curva» per scatenare un fuoco di fila di risposte ironiche e sfottenti. Così è venuto fuori che giº in settimana, dopo il primo striscione pro-Cisco del presidio animalista di domenica scorsa, c’erano stati contatti non proprio amichevoli via telefonino tra alcuni ultras spallini e gli animalisti. In sostanza, il clima sull’asse Ferrara-Padova (ma anche Genova, da dove veniva un gruppo di animalisti) si è davvero surriscaldato: vedremo se basterº lo stop estivo di Palio e anche Spal per raffreddarlo un pochino. Nel pomeriggio è arrivata anche la presa di posizione “ufficiale” degli animalisti estremisti, che si sono contati in «una cinquantina di attivisti, non trentina ma nemmeno una sessantina come la volta precedente», attaccano ancora le associazioni ferraresi e rivendicano come medaglia da appendere al petto lo schieramento di «decine di agenti di polizia, carabineri e agenti della Digos». In conclusione gli animalisti 100% lanciano la sfida anche a Siena: «Sembra che nessun animalista abbia mai avuto il coraggio di protestare in quella cittº, saremo i primi. Alla faccia di chi c’aveva accusato di protestare solo contro i palii di serie B...».

Santo Spirito in festa tutta la notte: domenica è finito l’incubo e per noi sono arrivati i frutti di un gran lavoro

LE CONTRADE

S. Benedetto, proteste senza strepiti «La partenza era da rifare ma il cavallo sta bene e correrª ancora»

di Mauro Alvoni «Abbiamo ritrovato un Palio. Abbiamo ritrovato una cittº». È in queste parole di Andrea Rimondi, presidente della contrada di San Paolo, che si sintetizza perfettamente lo spirito che attraversa l’ambiente paliesco ferrarese dopo l’edizione di domenica scorsa. Un’edizione messa in archivio dopo i tanti timori della vigilia, ma anche un’edizione che doveva tradurre in fatti la voglia di riscatto del Palio dopo gli incidenti e gli errori del 2006. Una spirito ed una soddisfazione che ha attraversato un po’ tutte le contrade, anche quelle che non hanno potuto gioire per una vittoria conquistata in piazza Ariostea. E questo nonostante ci sia comunque chi recrimina per una partenza, quella della corsa dei cavalli, giudicata troppo affrettata e pro-

S. Luca «tricampeon»: stata una vittoria di tutti e della cittª

Lo Zedde, il fantino vincitore

Il ringraziamento al presidente: stato l’uomo giusto

Il pasticcio del canapo

babilmente “non buona”. Ma anche le critiche e le polemiche hanno un sapore ed un tono diverso. «È stato un Palio travagliato - ha aggiunto Rimondi - perù alla fine abbiamo dimostrato a tutti cosa sappiamo fare nonostante vari problemi da affrontare, rinvio compreso. Ed un plauso particolare va proprio al presidente dell’En-

te Palio, Vainer Merighi: in un momento così difficile si è rivelato l’uomo che ci voleva». Così San Paolo, che nella corsa dei cavalli ci ha sperato, dopo essersi visto annullata la prova dello scorso anno. «Anche questa volta abbiamo fatto il possibile e dimostrato che la nostra contrada c’è. Bandini (il fantino, ndr) è stato un grande, ma Santo Spiri-

to aveva un cavallo che era un treno, impossibile da raggiungere». Ad avere qualcosa da recriminare è San Benedetto, fuori dai giochi a causa della caduta del cavallo “inciampato” sul canapo al momento della partenza: «La partenza non era valida - spiega il presidente dei biancazzurri, Lorenzo Linoso - dato che tre fantini erano fuori po-

sizione e due addirittura girati. Il mossiere Corbelli aveva detto alla riunione con i fantini che non avrebbe dato il via se i cavalli non fossero stati tutti al loro posto e allineati. Peccato perchè il nostro poteva puntare alla vittoria». «Il nostro fantino - aggiunge Linoso - è rimasto fermo a bordo pista nei pressi della curva proprio perchè lì la pista è pià larga ed era meno rischioso rispetto al tratto della tribuna, dove il cavallo poteva innervosirsi per la presenza degli spettatori. Comunque “Fujan de Ozieri” sta bene e mercoledì dovrebbe correre a Monticiano. Questo sta a sottolineare che incidenti come quelli del 2006 sono fatti eccezionali». Grande festa, invece, in casa gialloverde: tutti i contradaioli di Santo Spirito si sono ritrovati la sera stessa con il fantino Virginio Zedde a brindare in pizzeria alla

vittoria. «Quella di domenica è stata la fine di un incubo per il Palio - commenta il massaro del Rione, Gabriele Mantovani - mentre per noi vincere la corsa è stata la conferma di un lavoro che ha dato frutti». Anche San Luca ha festeggiato un risultato storico, avendo conquistato tre delle quattro corse in programma: «Abbiamo portato in trionfo i nostri “alfieri” - riferisce il presidente Andrea Dianati alla Giostra del Borgo, l’iniziativa della contrada in corso in via Bologna e così abbiamo dimostrato che non siamo la contrada che vince solo con le bandiere. E’ stata comunque una vittoria per l’intero Palio, per la cittº e per le istituzioni». «In piazza c’era tantissima gente - dice Aldo Rizzoni, vice presidente di S. Maria in Vado - diversamente da quanto affermano gli animalisti».


LA NUOVA

Lunedì

CRONACA DI FERRARA

4 giugno 2007

11

IL PALIO 2007

CARDINALI (AVEDEV)

«Una gara poco competitiva» Polemica sull’autorizzazione Le associazioni animaliste “ufficiali” hanno voluto essere presenti come osservatori di fronte ai canapi e l’impressione ricavata non è stata la stessa degli organizzatori. «La corsa? Ci è parsa, come dire, meno competitiva del solito - ha dichiarato alla fine Paola Cardinali (Avedev) - Nonostante questo non tutto è andato liscio perchè un cavallo è caduto ed è rimasto in mezzo alla pista fino alla fine della corsa. Un pericolo per tutti, ma d’altra parte non c’erano vie di fuga e anche questo fa pensare sull’organizzazione». La polemica degli animalisti locali parte però da lontano, dalla riunione

della Commissione consultiva comunale di venerdì pomeriggio, «in quella occasione abbiamo chiesto a più riprese di vedere il parere del Servizio veterinario di via Borgoleoni sulla gara, ne serviva uno nuovo a causa del rinvio di una settimana. Niente - sostiene sempre Cardinali - l’assessore Cuccuru ci ha fatto vedere al suo posto un documento firmato dal responsabile del servizio igiene dell’Asl, Buriani. Ma non è la stessa cosa, noi abbiamo insistito ma l’assessore non ha risposto». «Non mi risulta ci siano problemi in questo senso» ha ribattuto l’assessore al Palio, Aldo Modonesi.

Brividi alla partenza per la caduta di S. Benedetto e le proteste del suo fantino, poi rientrate

Vince Santo Spirito, esultano tutte le contrade Una gioia liberatoria alla fine della gara dei cavalli, promossa dopo la «mattanza» di Mauro Alvoni È lo spirito paliesco ad imporsi in piazza Ariostea. Ed ì Santo Spirito a vincere la corsa più delicata, temuta e desiderata del 2007, quella dei cavalli. Alla fine l’esultanza dei contradaioli gialloverdi ì scoppiata proprio come l’impresa del rione, la granata svampante. Ed ì stata un’esultanza liberatoria per l’intera manifestazione.

CAUSA RINVIO

Grande folla Non in tribuna Il rinvio di una settimana, più che le polemiche animaliste, ha inferto qualche danno all’organizzazione. Costi in più e incassi persi per strada, come testimoniavano i vuoti nelle tribune mentre l’anello era gremito. Non hanno del resto confermato la presenza di tre pullman di turisti (uno dalla Germania) prenotati per domenica scorsa. Il biglietto di tribuna, peraltro, costa 25 euro. Regolarmente presenti, invece, gli emissari dei palii toscani di Fucecchio («dal 2000 corriamo con i mezzosangue e con due batterie, nessun incidente») e Siena, venuti a sincerarsi dello stato di salute dei preziosi cavalli.

Anche perchè i brividi in questa tormentata edizione del Palio di San Giorgio non sono mancati, dato che ieri un cavallo è caduto subito alla partenza. La mente è tornata immediatamente agli incidenti dello scorso anno, ma fortunatamente Martin Ballesteros di San Benedetto e il suo “Fujan de Ozieri”, inciampati nel canapo appena rilasciato dal mossiere Enrico Corbelli, non hanno riportato conseguenze. Brividi anche quando lo stesso Ballesteros, rimessosi in piedi, si è messo a “passeggiare” e protestare nel bel mezzo della pista tenendo per le briglie il cavallo, proprio mentre gli altri fantini stavano sopraggiungendo in velocità per completare il primo giro. Un atteggiamento rischioso, nonostante la mossa (data dopo solo una falsa partenza) potesse apparire dubbia. I contradaioli biancazzurri lo hanno giustamente redarguito e avvertito di tenersi ai bordi della pista, e così è stato nei giri successivi. Il fantino di San Paolo,

PUTTI

L’arrivo vittorioso dello Zedde (Fotoservizio: Rossetti-Vecchiatini) Claudio Bandini detto “Batticuore” aveva in realtà sfruttato al meglio la rincorsa, entrando quasi di sorpresa tra i canapi e riuscendo così a prendere la testa della corsa. Ma le sue speranze sono durate meno di metà gara, perchè alle sue spalle già al secondo giro stava salendo Virginio Zedde detto “Lo Zedde” per Santo Spirito, e poco distante anche Andrea Mari detto “Brio” per Santa Maria in Vado, il favorito della vigilia.

PUTTE

Andrea Pasquali trionfa dopo la fuga al primo giro

no alla morte... noi vinceremo!” gridavano i contradaioli all’apice dell’euforia e poi ancora scandendo il suo nome “An-drea An-drea...!” lo hanno portato esultante lungo l’anello di Piazza Ariostea fra i meritati applausi del pubblico presente. Il Palio di San Romano è stato consegnato dal presidente della Cassa di Risparmio Alfredo Santini mentre la coppa dal presidente della fondazione Carife Sergio Lenzi. La gioia dei contradaioli di San Luca non doveva essere l’unica perchè un altro successo li attendeva.

“Il Pesse”, mentre per Santo Spirito si tratta del settimo Palio di San Giorgio conquistato nella sua storia. «Con questo tipo di pista ha dichiarato Virginio Zedde attorniato dai contradaioli in festa - ci voleva un cavallo da distanza come “Dostoevshij”, ma anche un po’ di fortuna. All’inizio pensavo si trattasse di falsa partenza e sono stato colto di sorpresa, poi il cavallo si è assestato e ha cominciato la sua progressione. A lu-

Louis Biagi su Flito regala un magnifico tris a San Luca

Giulia Di Bella la putta di San Luca portata in trionfo dopo il meritato successo nella sua gara

Anche il palio verde dedicato a San Paolo per la corsa delle putte è andato a San Luca che ha realizzato un nuovo successo che ha mandato in visibilio i contradaioli del borgo. Nella gara hanno partecipato solo sette atlete in quanto Giulia Giori del rione di San Benedetto non si è presentata perchè indisposta. La corsa però non ha avuto incertezze; fin dall’inizio infatti dopo una partenza in gruppo con San Giacomo in testa seguita da San Luca e San

glio correrò a Siena e questa vittoria ci voleva proprio». Poi lo “Zeddone” è scomparso per il giro d’onore, portato in trionfo da tutti i gialloverdi. Raccogliendo gli applausi di una piazza Ariostea che finalmente, dopo tensioni, polemiche e rinvii, ha potuto tirare un sospiro di sollievo. Oltre a Santo Spirito, a festeggiare questa volta è l’intero Palio di Ferrara, che è riuscito a superare l’esame più duro della sua storia.

ASINE

Giulia Di Bella in scioltezza conquista il bis per i rossoverdi

Andrea Pasquali mentre vince la corsa dei putti per i colori rossoverdi della contrada di San Luca

Pronostico azzeccato per la corsa dei putti che dava come favorito Andrea Pasquali del Borgo di San Luca, vincitore anche della scorsa edizione. La gara si è presentata subito senza incertezze; alla partenza San Giovanni era in testa ma per poco, perchè subito San Luca lo ha tallonato seguito da San Benedetto. Già al primo giro perciò il borgo dai colori rossoverdi passava in testa mantenendo la posizione fino al termine della gara e distanziando anche notevolmente tutti gli altri putti. “Per il rosso e il verde... fi-

Mari ha visibilmente rallentato al terzo passaggio sul traguardo, mentre lo “Zeddone” (come lo chiamano a Siena per distinguerlo dal fratello minore, Giuseppe Zedde) è riuscito a superare San Paolo con una graduale e implacabile progressione. Una volta ottenuta la testa della gara nessuno ha potuto raggiungerlo. Per gli amanti delle statistiche, al seconod posto si è piazzato San Paolo e al terzo San Luca con Giuseppe Pes detto

Il fantino Zedde (S. Spirito) premiato dopo la corsa dal prefetto Ferri

Giorgio, Giulia Di Bella ha distanziato moltissimo tutte le altre concorrenti così da vincere senza problemi fra un entusiasmo incontenibile della sua contrada. Questa volta il nome osannato era Giulia e la gioia dei contradaioli straripava da tutti i pori. Il palio viene consegnato da Carlo Alberto Roncarati presidente della Camera di Commercio mentre la coppa da Alfredo Bertelli sottosegretario alla Presidenza della Regione. Giulia Di Bella ha solo 14 anni.

L’arrivo vittorioso di Louis Biagi in sella alla somara Flito per il tris prestigioso di San Luca

En plein per San Luca che si è aggiudicato anche la gara delle asine. Flito montato da Louis Biagi ha compiuto i tre giri previsti, senza difficoltà, anche se solo alla partenza era secondo dopo San Giovanni. Ma è bastato qualche metro per riuscire a guadagnare la prima posizione e soprattutto a mantenerla fino al termine compiendo una corsa lineare e scorrevole senza alcuna impennata tipica di questo simpatico animale che come al solito ha creato qualche problema alla partenza. Esultanza “senza ritegno” per il

Borgo di San Luca che ha intonato canti di gioia pronosticando un avvenire fulgido per la contrada e poi naturalmente il giro d’onore dell’asina e dello staffiere lungo l’anello ariostesco. Il palio di San Maurelio è stato consegnato dal presidente della provincia Pier Giorgio Dall’Acqua mentre la coppa da parte del questore di Ferrara Luigi Savina. Prima della manifestazione durante il corteo San Giovanni aveva sfilato con la mitica Ena attorniata dai suoi 10 palii consecutivi vinti. (m.g.)


ANNO 122/52 • N˚ 152 • LUNEDÌ 4 GIUGNO 2007 • € 1

Redazione: galleria Matteotti 11, Ferrara - Tel. 0532 590111 - Fax 0532 590117. E-mail: cronaca.ferrara@ilcarlino.net

쩨 LA CORSA

Virginio Zedde sul quotato Dostoevshij si è imposto per il Rione gialloverde nella sfida di piazza Ariostea

쩨 IL TRIS

Storica sequenza di vittorie per S. Luca, dominatore nei putti, nelle putte e fra le asine: sfiorato il poker

쩨 LA MANIFESTAZIONE

La pista molto più lenta ha garantito sicurezza: senza conseguenze anche lo scivolone di S. Benedetto

Virginio Zedde su Dostoevshij di S. Spirito (al centro) si invola

PALIO

S. Spirito esplode di gioia

Alla Granata Svampante i cavalli. Tris di San Luca

di STEFANO LOLLI

prima della rincorsa (assegnata dalla sorte a Claudio Bandini detto ‘Batticuore’ di SPLODE il mortaretto che segna San Paolo). Una posizione potenzialmenla fine della corsa. Esplode d’entu- te fatale per la vittoria, ed invece il fantisiasmo, anzi ‘svampa’ come nelle no senese è stato bravo a infilarsi proprio battaglie degli Estensi, la Granata dietro Bandini: intanto, alla corda, Rudi Santo Spirito. E’ dei gialloverdi la gio- ben Ballestreros di San Benedetto infilaia più grande del Palio più atteso e più va il muso del suo Fujan nel canapo. Ruzteso, più impegnativo ed alla fine, più si- zolone del cavallo e del fantino, entrambi curo della storia. Il successo di Virginio illesi: la pista, pesante ed Zedde sul possente Dostoeelastica, ha accolto il loro vshij è la vittoria del Rione LA FESTA scivolone come un matema idealmente di tutta la Merighi: «Premiato rassino da spiaggia. Promanifestazione e della citteggendoli, quasi coccotà: «Abbiamo fatto, tutti, il il grande impegno» landoli. Intanto in testa Unico neo, il calo nostro mestiere» commenlo Zedde si metteva in ta il fantino senese, 31 andi pubblico scia di Bandini e poi, doni il prossimo 1˚ ottobre, po un giro e mezzo, lasciaprima di essere travolto e va che Dostoevshij compisse la sua misissato sulla staccionata per ricevere dal sione speciale. «Lo sapevo di avere un casindaco Gaetano Sateriale (contradaiolo vallo superiore — sorride il fantino —, di Santo Spirito ma alieno da ogni parti- che sulle distanze lunghe non ha pari». gianeria) il simbolo più bello e più ambi- Ed in effetti mentre la miccia dell’euforia to. Il ‘mestiere’ è quello del fantino. Ma gialloverde si consumava, metro dopo anche quello del cavallo, quotatissimo, metro, in attesa del botto finale, gli altri che ha vinto mezzo Palio da solo. Lo Zed- rivali sembravano annaspare. Un’altra de partiva in una brutta posizione, subito corsa, alle spalle di Santo Spirito. Con

E

‘Batticuore’ a regalare ancora un sogno a San Paolo, tutti gli altri ad annaspare; terzo è giunto Antonio Villella di San Giorgio su Cornelium, quarto Il Pes di San Luca, soltanto ultimo Andrea Mari di Santa Maria in Vado, in groppa a quel Brento che avrebbe dovuto far faville. Ma quella di ieri è stata anche la giornata storica di San Luca, che ha incasellato ben tre vittorie (putti, putte e asine) sfiorando il ‘poker’ che non è mai riuscito a nessuna Contrada. Ora i rossoverdi sono i terzi — dopo Santa Maria in Vado negli anni ’70 e San Giovanni tra gli anni ’80 e ’90 — a centrare quella che comunque è un’impresa straordinaria, prova di una determinazione che resterà onda d’urto chissà per quanti altri anni ancora. Ed infine è la festa della gente (anche se le presenze sono state inferiori agli anni scorsi), di chi c’era e di chi si è impegnato tanto. «Abbiamo fatto sforzi imponenti — sorride il presidente dell’Ente Palio Vainer Merighi —, ad essere premiata, più ancora di noi, è Ferrara». Servizi a pag. II, III e in Regionale

Polizia Scoperti e denunciati due ladri di biciclette SEMPRE più serrata da parte dalla polizia la lotta contro i ladri di biciclette che usano delle grosse pinze per tranciare i lucchetti usati come antifurto dai proprietari. Il pronto intervento di una Volante venerdì scorso, è servito a individuare, bloccare e denunciare due giovani stranieri scoperti mentre stavano cercando di forzare il lucchetto di una bici.

Nei guai sono finiti P.P.M., rumeno , di 24 anni ed il connazionale P.G., di 18 anni. I due dovranno rispondere del reato di tentato furto aggravato in concorso. Il fatto è accaduto verso le 19. Il personale della Volante transitando in piazza Verdi ha notato due sconosciuti mentre cercavano di rubare la bicicletta che il proprietario aveva chiuso con un lucchetto.

Alla vista dei poliziotti, i due hanno tentato di scappare, ma sono stati rincorsi e presi. Dopo l’identificazione, un ulteriore controllo ha permesso di accertare che i due avavanoi già rubato una bicicletta mentre poco distante sono stati trovati una grossa pinza utilizzata per tranciare i lucchetti ed una biciclietta che presentava chiari segni di forzatura.

Pubblicità: SPE - Tel. 0532 241733 / Fax 0532 241990

FINANZA

Non fanno gli scontrini: rischio chiusura RA RISCHIANO la chiusura per non aver emesso gli scontrini fiscali. Si tratta di quattro stabili — tra negozi e bar di cui due in città, uno a Cento e uno a Comacchio — controllati per la terza volta in pochi giorni dagli uomini della Guardia di finanza. E, immancabilmente per la terza volta, sono stati ‘pizzicati’ con le mani nel sacco, ovvero per non aver emesso lo scontrino. Questo è solamente una parte dei risultati ottenuti dalle fiamme gialle impegnate in un lungo weekend di controlli: 30 gli uomini messi in campo, la maggior parte della Compagnia di Ferrara, i restanti delle tenenze di Cento e Comacchio. In totale sono stati oltre 50 le verifiche in bar ed esercizi pubblici sull’intera provincia e, come anticipato, per quattro di loro è stata proposta la chiusura per raggiunto limite di violazioni. Nei guai sono finiti altri due bar — anche per questi è stata proposta la chiusura temporanea — per via di alcune violazioni in materia di pubblica sicurezza. Segnalati i due proprietari e sequestrati quattro videopoker ‘illegali’. Finanzieri al lavoro anche in concomitanza con la partita Spal-Paganese: i militari sono stati costretti ad intervenire sugli spalti per sedare un piccolo litigio al gol di Bisso tra due tifosi campani ed un biancazzurro. Tutto risolto in brevissimo tempo. Fuori dal «Mazza» le fiamme gialle hanno sequestrato anche un grammo di cocaina, trovato a terra abbandonato da qualcuno. Infine i controlli in strada. Venti le infrazioni rilevate, tra l’uso del telefonino senza auricolare, la mancanza della cintura di sicurezza e la guida in stato di ebbrezza alcolica. Verifiche che sono state eseguite in particolare all’esterno di bar e locali frequentati da giovani.

O


FERRARA PRIMO PIANO

LUNEDÌ 4 GIUGNO 2007 il Resto del Carlino

27

LE PAGELLE

Gli animalisti tra cori... anti Spal e ultimi cavilli della burocrazia E’ STATO indubbiamente, questo, anche il Palio degli animalisti. Sia per il pressing delle associazioni cittadine che per le manifestazioni degli attivisti giunti, anche ieri, da Padova. Questi ultimi (una cinquantina in viale Cavour con qualche ‘osservatore’ in piazza Ariostea presto scoperto e marcato a vista dalla Digos) esultano per aver contribuito, con le proprie iniziative, «ad aver fatto perdere il 30% di spettatori alla manifestazione». Ma lo slogan più pittoresco ieri al raduno, più che gli amanti del Palio avrà fatto irritare il presidente della Spal Gianfranco Tomasi: «Grazie Paganese...». Per gli animalisti ferraresi, i portavoce fanno notare l’assenza di una via di fuga dalla pista che avrebbe potuto comportare problemi a seguito della caduta del cavallo di S. Benedetto. Poi un ultimo ‘cavillo’ burocratico: dall’ultima autorizzazione allo svolgimento della manifestazione era sparita la firma della responsabile del Servizio Veterinario dell’Azienda Usl. Solo un caso?

쩨 IL CORTEO Sfilata ridotta per Borghi e Rioni: la pista era stata scoperta solo alle 13 e si temeva la pioggia

쩨 IL PUBBLICO Affluenza inferiore al passato sugli spalti e soprattutto in tribuna: solo colpa del rinvio?

쩨 IL SINDACO Sateriale soddisfatto: «Premiati i grandi sforzi, la pista è parsa idonea alla piazza, ok i cavalli»

L’arrivo del dominatore della corsa dei cavalli, il trentunenne fantino senese Virginio Zedde in groppa al quotato Dostoevshij. Un cavallo considerato alla vigilia il più adatto per la pista ora più pesante di piazza Ariostea

Fantini e animalisti, il duello appassionato nella sabbia ‘limosa’ 10. IL PALIO sfrenato e globalizzazione, di Sarebbe bastato che un cavallo fronte a mode e prodotti esotisi graffiasse uno zoccolo, e non ci, è roba nostra. Arriva dal palesi sarebbe mai più corso. Tante oalveo del Po. Ce l’abbiamo sotpressioni, tante polemiche ed to i piedi da secoli, e continuiaindubbiamente nel passato an- mo a... scapuzzare. Incredibile. che tanti errori. Ma la manife4. GLI ANIMALISTI stazione ha dimostrato di esse- Hanno meriti innegabili, ed il re un grande spettacolo, ed una loro impegno — in città e da festa per gli occhi ed i cuori del- fuori città — ha costretto gli orla città. Merito anche della tena- ganizzatori a fare tutto per il mecia degli organizzatori. glio. Il 4 non vuol essere dun9. BORGO SAN LUCA que mancanza di rispetto, ma Lo stesso voto di Pippo Inzaghi una sorridente ovvietà: quella nella finale di Champions Lea- dei ‘4 Gatti’. Ieri ce n’erano congue: i tre ‘gol’ dei rossoverdi val- fusi tra la folla di piazza Ariogono un’impresa storica. Ma stea, e qualcuno isolato e blindanon era solo il Borgo capace di to in viale Cavour. Dove lo slosbandierare? gan più bellicoso (in questo ca8. CLAUDIO BANDINI so da 4 scolastico) è stato il «GraNon deve stupire che il fantino zie Paganese» che irride la Spal. secondo al traguardo meriti un 3. IL METEO voto più alto del vincitore. Ma In fondo il pericolo più grosso, ‘Batticuore’ ieri ha fatto un’im- il Palio l’ha corso con il maltempresa grande copo. La pioggia ha me quella dello arruffato il calenscorso anni: è pardario, costretto a tito di rincorsa, è sconvolgere il proscattato in testa e gramma e persino sino a quando Dila mortificare ieri il lu non ha mollato, bellissimo corteo ha dimostrato di storico. Ha persiessere un campiono mandato in tilt ne vero. Meritava qualche assetto il Palio 2006, meriistituzionale. Un tava in fondo anconsiglio per l’anche quello di ieri. no prossimo. PriLode a San Paolo. ma che a sindaci, 7. LO ZEDDE prefetti, assessori e Che giornata, in presidenti, consulcasa Zedde: Virgitiamo un Colonnio vince e convinnello. Giuliacci. ce a Ferrara, Giu2. S. GIACOMO LE DELUSIONI E’ il secondo anno seppe detto ‘GinS. Giacomo, gillo’ domina a Leche la carismatica gnano. Una domec o n t r a d a il «Pampero» nica di festa per i di Sambe e il Brio dell’Aquila Bianca due fratelli. Ma a non cava il classiSanto Spirito c’è ‘spento’ di S. Maria co ragno dal buco. la certezza di esserSi dirà, la stessa si affidati a quello sorte è toccata ieri giusto, e non solo perchè il più a tanti altri: ma il fantino giallogiovane in piazza Ariostea è blu è arrivato in pista con l’aria di chi aveva soldi e grinta per squalificato. governare i giochi. E’ finito in 6. WALTER BRINA Nel 2006 è stato quasi crocefis- Blanco di nome e di fatto. so, per la sola colpa di essere sta- 1. RUBEN BALLESTREROS to lui al microfono nel momen- San Benedetto aveva un cavallo to in cui il mondo del Palio si (Fujan) sulla carta pari a Dostorovesciava e da festa diventava evshij. Ma il fantino argentino, apocalisse. Ogni volta che pio- che partire alla corda, è riuscito vevano critiche agli organizza- soltanto a centrarla: risultato, tori (anche da queste colonne), dopo un metro di gara un capisussultava all’idea di essere il ca- tombolo più da ‘pippero’ che da pro espiatorio. Ma le persone se- ‘pampero’. I contradaioli se la sono presa con il mossiere, ed rie sanno reagire. E’ il Ringhio hanno ragione: la cravatta di Gattuso del Palio e nel suo im- Enrico Corbelli ieri era da sepegno si incarna quello di un’or- questro. ganizzazione ineccepibile. 0. SANTA MARIA IN VADO 5. LA SABBIA ‘LIMOSA’ Zero, come le parole che si vorE’ l’ingrediente non più segreto rebbero dire della gara di Andi una pista capace di tenere drea Mari. Zero come gli istanti più del Vinavil e di essere mor- in cui ha interpretato il ruolo di bida come un materasso Perma- favorito. Per il rione gialloviola flex. Insomma, senza un po’ di continua il... coma che dura dal ‘sabbia limosa’ nessun ferrarese ’94. Più che «Brio», a questo che si rispetti potrà più stare. E punto, serve l’elettroshock. in un’epoca di consumismo s. l.


Rassegna Stampa - giugno 2007