Issuu on Google+

RIONE SANTO SPIRITO Rassegna Stampa

Luglio 2007


FERRARA. Gli Xiu Xiu sono stasera, ore 21.30 in concerto per Ferrara sotto le Stelle, nel cortile del Castello Estense (ingresso gratuito). Unica data italiana per una band spiazzante che vanta un percorso artistico di assoluta intransigenza. Forte di una vocalité febbrile e lacerata, di tastiere e chitarre nervose e stranianti, di ritmiche dissonanti, ma anche di passaggi di sofferta introspezione acustica, la creatura del tormentato leader Jamie Stewart ha utilizzato schegge di new wave, elettronica, noise e folk per ottenere una sintesi originale e per costruire un universo estetico notturno e claustrofobico. La chiusura di quella che ad oggi è probabilmente l’edizione di maggior successo di Ferrara Sotto le Stelle viene affidata a uno dei gruppi più amati dalla critica internazionale, un fenomeno di culto underground la cui fanbase italiana è in continua espansione. Nella sua ancor breve vita la band ha gié cambiato mille volte organico, una girandola di nomi poco noti che hanno sempre ruotato attorno alla figura dell’inquieto e carismatico leader Jamie Stewart. Nome e fisionomia da attore, circa trentenne, sessualité incerta, prolificité indiscutibile che ha fruttato la bellezza di cinque album di studio in cinque anni. Il nome Xiu Xiu è mutuato dalla protagonista di una pellicola del 1998, diretta da Joan Chen e censurata

New Wave e folk gli Xiu Xiu oggi in Castello dal regime cinese, descritta da Stewart come «il film più triste che io abbia mai visto»: una storia di ordinaria disumanité che ben introduce all’universo del gruppo americano, popolato da incubi inconfessabili e paranoie metropolitane. Nati nell’area di San Diego, California, come un amalgama di vari artisti indipendenti, gli Xiu Xiu iniziano ad esibirsi dal vivo nel 2000. Due anni più tardi arriva l’esordio Knife Play, un disco dall’impatto emozionale violento e affilato, drammatico e teatrale fino alla bizzarria. La voce di James Stewart attraversa febbrile le canzoni, l’impasto sonoro è complesso e instabile, eccentrico e creativo: fughe post-punk, reminiscenze 4AD e derive noise. A fine 2002 il padre di James, il musicista e produttore Michael Stewart, muore

suicida. Da questo terribile lutto il leader degli Xiu Xiu emerge con l’urgenza espressiva di A Promise, un secondo lavoro che è subito una consacrazione definitiva, il mantenimento di quelle aspettative sbocciate attorno al precedente Lp e rinfocolate dal successivo Ep Chapel Of The Chimes. Un ascolto necessario, catartico, una confessione d’artista ai limiti del sostenibile. Nel Marzo del 2003, dopo

Unica data italiana per la band Usa che conclude Ferrara sotto le Stelle con un concerto gratuito (ore 21.30) un concerto di presentazione del nuovo album, tutti gli strumenti del gruppo vengono rubati. Nelle successive date del tour sale quindi sul palco il solo Jamie Stewart, in una veste decisamente più acustica di quella che era sta-

ta programmata. Probabilmente è da questa serie di esibizioni che nasce il bellissimo Fag Patrol, pubblicato nel 2004 in appena mille esemplari. Jamie fischietta, sospira, accompagnato da una chitarra tentennante o da un organo instabile. Il risultato è un’opera che sprofonda sottopelle e agita emozioni a distanza di tempo. Nel 2004 esce anche Fabulous Muscles, terzo album di studio, rivolto a un pubblico che ormai si è fatto consistente. Entra in scena Caralee McElroy, cugina di Stewart e d’ora in poi membro stabile della band, e la formula sonora si raffina, diviene meno cerebrale, e questa volta mette d’accordo davvero tutti, grazie a una misura che permette a deliri apparentemente incontrollati di centrare sempre il bersaglio. Fabulous Muscles trascina gli

Stasera appuntamento con il Pancaldi Quartet per la rassegna di S. Maria della Consolazione Da sinistra: Adriano Brunelli, Adriano Pancaldi, Stefano Peretto e Valerio Pappi A destra il chiostro

na aperta”. I contradaioli gialloverdi hanno ricostruito l’ormai famosissima scenografia delle centinaia di fiamme in mezzo al verde del chiostro a significare il cielo stellato. Un leggero venticello ha mitigato la calura della serata. Numerosi gli spettatori di cui moltissimi cultori della rassegna organizzata dal Rione Santo Spirito. Ormai per molti ferraresi, la rassegna musicale al suo 5˚ anno di vita, è diventato un appuntamento a cui non rinunciare. E stasera, ore 21.30, tocca al Pancaldi Quartet con “Coltrane blues”. La band è com-

posta da quattro note firme delle musica: Adriano Pancaldi al sax, Adriano Brunelli al contrabbasso, Stefano Peretto alla betteria e Valerio Pappi alla chitarra. Pancaldi è diplomato in saxofono al Conservatorio Maderna di Cesena; ha partecipato a diversi festival jazz ed ha frequentato diversi seminari e corsi di musica jazz. Si è anche diplomato al corso di jazz al Conservatorio di Parma. Fa parte dell’Orchestra Spaziale diretta da Giorgio Casadei con cui promuove uno spettacolo su musiche di Frank Zappa. Collabora sta-

Maroones rock ironico al Mosquito

Buskergarden con i ritmi dei Swing Job

BONDENO. Sul palco del Mosquito stasera (ore 22) suonano i Maroones, una band che ha fatto dell’ironia e della sana demenzialité il proprio asso nella manica. Il gruppo di tre elementi composto da Ricchio alla voce e chitarra, Candy Candy al basso e Capitan W alla batteria, propone uno show che prende più o meno tutti generi musicali dai ’60 ad oggi, completamente riarrangiati e stravolti. Passando con nonchalance dal punk rock al liscio i Maroones coinvolgono e sconvolgono il pubblico con uno spettacolo divertentissimo e mutevole, sottolineato da diversi guizzi improvvisativi che rendono unico ogni concerto. Per dare ancora più rilievo alla vena Trash, i Maroones adottano un look volutamente glam rock, alla Cugini di Campagna, per intenderci. Il concerto è curato da Musica Ribelle di Ferrara.

FERRARA. Un mercoledì in Blues questa sera, nell’ottagono del Buskergarden nel sottomura. Il secondo appuntamento di “Buskergarden’s Blues Night ’07”, la rassegna curata da Riccardo Pareschi di Porotto Blues Project, propone un concerto della Swing Job Blues Band formata da Paolo Giacomini, armonica; Giuseppe Jovino, chitarra e voce; Francesco Gigante, basso e Roberto Blanzieri. Il gruppo è nato ufficialmente in occasione del memorial “Play Mr. D’Adamo”, il concerto per ricordare l’armonicista Antonio D’Adamo, anche se i musicisti uniti dalla passione per il blues suonano insieme da tempo. Il repertorio della Swing Job Blues Band si basa sul blues elettrico inglese degli anni Ottanta e propone una miscela nella quale il blues e il rock si fondo con risultati molto piacevoli. Per gli amanti del ballo alla Milonga Ultima Curda una serata danzante ad ingresso libero con il dj Robertino.

Xiu Xiu verso una popolarité globale, la critica applaude e il singolo I Luv The Valley Oh beneficia moltissimo del passaparola di internet. Il 2005 porta il disco dal vivo Life and Live e il nuovo Lp intitolato La Foràt. Quasi a rispondere con la consueta intransigenza alla popolarité del precedente, questo quarto lavoro si presenta decisamente più ostico. Un disco timido e feroce, in cui la voce di Stewart sparisce spesso non per l’am-

Una decisa vocalitè febbrile e lacerata con tastiere e chitarre nervose e la forte personalitè del leader Stewart

Coltrane Blues nel chiostro

FERRARA. Sotto la guida di Roberto Manuzzi, gli allievi del corso di Jazz del conservatorio Frescobaldi hanno costruito lunedì sera nel Chiostro di S. Maria della Consolazione per Night & Blues, un riuscitissimo concerto. Grande soddisfazione da parte di Giorgio Fabbri, direttore del Conservatorio, che all’inizio del concerto ha ribadito che gli allievi del Conservatorio continueranno a proporsi in più spazi pubblici della nostra citté per portare la musica all’aperto, e quindi ha sposato pienamente il sottotitolo del N&B 2007 “Musica a sce-

massarsi cacofonico di suoni e rumori ma per la sua totale assenza, viste le parti strumentali dilatate e gli arrangiamenti multiformi. Annunciato invece come il disco della svolta pop, nel 2006 esce The Air Force. Tutt’altro che

un lavoro semplice e immediato, l’opera centra perfettamente l’obiettivo prefissato, e così la consueta miscela di elettronica analogica, noise e songwriting tagliente si apre a morbidezze inedite. A fine 2006 arriva l’Ep di cover Tu Mi Piaci (il cui titolo fra l’altro testimonia la passione dichiarata di Jamie per il nostro Paese) ed è invece recentissimo Remixed & Covered, nel quale vengono raccolti tutti gli artisti (da Devendra Banhart a Her Space Holiday) che hanno scelto di omaggiare gli Xiu Xiu. Per il tour che stasera tocca Ferrara si è aggiunto a Jamie Stewart e Caralee McElroy anche il batterista Ches Smith: sul palco figureré quindi un arsenale di strumenti assolutamente d’eccezione, che comprende mandolini, synth, gong, strane percussioni, campane di varia foggia e tipo, harmonium, campionatori e tant’altro ancora. Dal vivo, tutto il noise che sfuma le canzoni alle orecchie dell’ascoltatore, evapora con eleganza, e lascia protagonisti i celebri arrangiamenti degli Xiu Xiu: musichette elettroniche scippate al synth-pop, piccoli piatti suonati con bacchette sottili, strani pesi ticchettanti legati a fili del telefono e infine gli harmonium ad elevare il tutto in un’atmosfera sognante, che ci precipita addosso con la sua debordante intensité. Dire che il risultato è qualcosa di completamente originale, è un eufemismo.

bilmente con la Village Big Band che ha accompagnato cantanti come Amii Stewart, Fausto Leali e Andrea Mingardi. Adriano Brunelli, ferrarese, ha collaborato con numerosi artisti italiani; conosciuto Gary Willis approfondisce la tecnica della mano destra. Per lui è stato realizzato il modello di chitarra “Gary Adriano Brunelli Signature”. Peretto si è diplomato al Conservatorio Frescobaldi ed ha collaborato con diversi artisti e gruppi e con orchestre sinfoniche. Valerio Pappi, ferrarese anche lui, ha collaborato e suonato con diversi artisti.


Canta Napoli, mostra e musica dentro il Castello FERRARA. Si intitola “I viaggi della canzone napoletana” la mostra in programma dal 28 luglio al 2 settembre presso le sale dell’Imbarcadero del Castello Estense. Mostra di particolare interesse perché si tratta di un’antologia di tutte le esposizioni allestite in quest’ultimo anno dall’Archivio Sonoro della Canzone Napoletana, riunite qui per la prima volta, ad offrire un completo (anche se sintetico) panorama dell’intera storia e di alcune leggende della canzone napoletana. I DOCUMENTI. Nato da un’iniziativa di RadioRai, con la collaborazione della Regione Campania, la Provincia ed il Comune di Napoli, l’Archivio Sonoro della Canzone Napoletana si propone di raccogliere, documentare, digitalizzare e mettere a disposizione del pubblico ogni riproduzione musicale del repertorio canoro partenopeo. “I viaggi della canzone napoletana” è un

percorso intrigante, tra storia e leggenda, un passato e un presente che non passa, parole e musica, poesia e melodia. Dalla stagione sorrentina dei fratelli De Curtis al mito di Caruso, dal ritorno tanto atteso della Piedigrotta agli italiani d’America, alla melodia “broccolina”, a Farfariello e Gilda Mignonette. Dallo sbarco degli americani con la loro influenza sul repertorio partenopeo (da Anema e core a Malafemmena, da Accarezzame a Luna Rossa, da Renato Carosone fino a Pino Daniele), agli antichi apparecchi radiofonici che fecero sognare generazioni intere, innamorate di voci spesso senza volto. Paquito Del Bosco, direttore artistico dell’Archivio Sonoro, ha immaginato un viaggio nella melodia napoletana esaltato dalla cornice monumentale del Castello Estense e sottolineato dall’eccezionale presenza di una postazione con tutti i 35.000 tito-

Da oggi la chiusura per ricollocare le opere

San Cristoforo si prepara per la grande riapertura li finora disponibili all’Archivio sonoro della Canzone Napoletana, fino ad oggi ascoltabili solo nella Sede del capoluogo campano o alla Discoteca di Stato di Roma. DAL 28 LUGLIO. Documenti d’epoca, e non, ci parleranno cosù di un’arte chiamata canzone napoletana, anzi ci suggeriranno come istradarci, anche a Ferrara, sulle vie dei canti della sirena Partenope. La mostra è realizzata in collaborazione con la Provincia di Ferrara, Palco Reale e l’Istituzione Castello e sarì visitabile tutti i giorni eccetto il lunedù dalle 9.30 alle 17.30, mentre dal 20 al 26 agosto aprirì Dalle 16 alle 23. «Dal 28 luglio al 2 settembre turisti e visitatori avranno un motivo in pi per vedere Ferrara e il Castello - commenta il presidente della Provincia Pier Giorgio Dall’Acqua - con l’occasione davvero esclusiva di compiere un bellissimo viaggio nella storia

della canzone napoletana, che appartiene al nostro patrimonio culturale nazionale». IL TURISMO. «La Provincia contribuisce con questa preziosa iniziativa - aggiunge il presidente dell’Istituzione Castello Andrea Veronese ad aumentare la capacitì attrattiva sul piano turistico della cittì, durante un periodo che con la presenza di manifestazioni come il Busker Festival, dal 20 al 26 agosto, vede premiato il nostro territorio con un’eccezionale affluenza di pubblico». Il costo del biglietto d’ingresso alla mostra è di 2 euro, con la riduzione ad 1 euro per i minori da 6 ai 18 anni, per gli over 65, i gruppi di almeno 15 persone, enti e associazioni convenzionate e coloro che acquistano anche il biglietto per visitare il museo del Castello. Info sulla mostra (0532-299233), mentre per ogni altra info ufficio Informazioni Turistiche (0532-299303).

FERRARA. Ci saranno anche le due celebri pale del Bastianino, allontanate da Ferrara nel corso delle campagne napoleoniche, tra le oltre ottanta opere pittoriche restaurate che nelle prossime settimane faranno ritorno al tempio di San Cristoforo. Prenderì infatti il via oggi, con la conseguente chiusura temporanea dell’edificio al pubblico, l’ultima fase di ricollocazione dei dipinti e degli arredi storici, che consentirì alla chiesa-museo della Certosa di assumere la sua nuova definitiva veste, in preparazione della riapertura del 21 settembre prossimo. In quell’occasione, a celebrare l’evento, inserito nel programma di Ferrara, città del Rinascimento, sarì un concerto del Coro della Cappella Sistina seguito da una serie di appuntamenti che termineranno con la diretta televisiva nazionale della santa messa di domenica 23 settembre. Molti i nomi degli artisti, dal Bastarolo al Naselli, dall’Avanzi al Massari, dal Cesi al Bononi, legati alle opere pittoriche che nei mesi

La Chiesa di San Cristoforo scorsi sono state sottoposte a un delicato lavoro di restauro e che dall’inizio dell’autunno potranno essere ammirate all’interno del tempio. Mentre le due grandi ancone dei transetti, realizzate dalla bottega di Ercole Aviati, potranno tornare a ospitare le pale del Bastianino raffiguranti l’Ascensione di Cristo e il Giudizio Universale, concesse dalla Soprintendenza di Brera sotto la cui tutela sono pervenute a seguito delle soppressioni napoleoniche.

La sfida delle Acque Sicure La band ferrarese è stasera al Buskergarden Presenta progressive rock degli anni Settanta

Ha partecipato al concorso Miss Cicciona

Cristina, 113 kg di simpatia FERRARA. Quest’anno la ferrarese Cristina Sangiorgi (nella foto con Carlo Conti) non ce l’ha fatta a portare via una fascia al concorso Miss Cicciona di Forcoli (Pi), ma ha comunque fatto il pieno d’applausi. «Sono soddisfatta del mio pubblico - ci ha detto - Ho interpretato Betty Boop, uno dei miei personaggi, un fumetto degli anni Trenta». Cristina - che da sempre cura personalmente trucco, abiti e accessori - ha cantato “Fantababy” mentre alle sue spalle veniva proiettato un filmato del suo personaggio. Con lei in passerella l’inseparabile cagnolino Lilly. «Sto lavorando molto dice - faccio sfilate, spettacoli e ho anche un mio sito (www.luluangel.it). A Miss Cicciona era la sesta volta che partecipavo ed ho vinto nove titoli. Vorrei ringraziare gli amici che mi seguono e in particolare Rita». Cristina pesa 113 chilogrammi e sprizza simpatia: «Il 113 non è il numero della Polizia? Potrei fare il prossimio spot per loro».

FERRARA. I protagonisti della serata di oggi (inizio ore 21.30) al Buskergarden di Ferrara, saranno i componenti del gruppo “Limite Acque Sicure”. La band nasce nel 2005 a Ferrara con lo scopo di riproporre al pubblico la migliore musica rock “ progressive” degli anni ’70, in particolare modo, la scelta musicale è orientata verso gruppi Italiani. La band di Ferrara composta da Andrea Chendi (voce), Giacomo Cocilovo (chitarra elettrica), Francesco Gigante (basso elettrico), Antonello Giovannelli (pianoforte) Stefano Vignoli (Batteri), al Buskergarden del sottomura tornerì a far vibrare quelle note che i molti appassionati conoscono bene, e nelle quali si riconoscono. Perchà il vostro gruppo si chiama Limite Acque sicure? «Perché è un nome molto “Progressive” dagli anni ’70. Il nostro nome può essere interpretato come un invito a non andare oltre, o magari osare oltre quel limite imposto dalla vita, dipende sempre da chi lo interpreta - ci spiega Andrea Chendi -. Per noi la musica rappresenta

una bella sfida, una serie di limiti da superare». Qual è il vostro approccio “tecnico” con i brani che suonate? «In genere scegliamo i brani pi significativi e impegnativi, e cerchiamo di riprodurre le stesse atmosfere e sonoritì anche utilizzando strumenti d’epoca, anche se tutto ciò comporta particolari sacrifici, alla fine la soddisfazione ripaga gli sforzi». Che senso ha oggi una cover band rock progressive? «Oggi si tende a giudicare con molta superficialitì le cover band, in quanto non portatrici di “nuove idee”, ma

Il gruppo ferrarese “Limite Acque Sicure” è stasera sul palco del sottomura

non è cosù, perché riproporre brani comporta impegno e tante difficoltì, per questo invito i giovani a venirci a sentire». Avete in programma di comporre pezzi propri? «Si ci stiamo lavorando; io

e i ragazzi del mio gruppo stiamo realizzando un importante progetto». Chi vuole ascoltare “Limite Acque Sicure” questa sera al Buskergarden è l’occasione giusta. Maria Teresa Cafiero

S. MARIA DELLA CONSOLAZIONE

Night & Blues inizia con il jazz del Conservatorio FERRARA. Da questa sera il chiostro di Santa Maria della Consolazione di via Mortara risuonerì di musica. Inizia difatti “Night & Blues”, musica a scena aperta promossa dal Rione di Santo Spirito con il patrocinio di Comune di Ferrara e Circoscrizione Centro Cittadino. Alle ore 21.30 si potrì ascoltare il Quintetto Jazz del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, e cioè: Stefania Chiari, voce, Luca Di

Luzio alla chitarra, Andrea Pavinato al contrabbasso, Italo Vingiano alla batteria e con la partecipazione di Roberto Manuzzi con il suo sax tenore. L’ingresso è ad offerta libera. La rassegna, curata da Paolo Bertelli, Lauro luppi e Gabriele Mantovani, prevede in tutto sei concerti nello splendido complesso di via Mortara, 98. Per avere informazioni è possibile chiamare lo 0532-754413.


28

FERRARA CRONACA

il Resto del Carlino LUNEDÌ 23 LUGLIO 2007

ESTATE TORRIDA

Un vento caldo arroventa la città C ITTÀ QUASI VUOTA, (colpevole anche il rovente vento di Libeccio), parcheggi liberi anche in centro, piscine superaffollate, caldo e temperature vicine ai 40 gradi. E’ il quadro della giornata di ieri in città: le lunghe code e la raffica di incidenti su tutta la rete stradale attorno al mare testimoniano come la gran parte dei ferraresi abbia deciso di passare la giornata ai lidi, approfittando sia del clima migliore, sia della bella cornice di eventi del week-end. Discorso ben diverso in città: la temperatura, stando ai termometri di Arpa, venerdì è scesa di un grado rispetto al giorno precedente ma la situazione ieri non era diversa dagli ultimi giorni. I ferraresi rimasti si sono concentrati al parco Massari, Parco Urbano e alla piscine di via Gramicia e Be-

ethoven, dove l’affluenza è stata altissima fin dalle prime ore della mattina, mentre hanno quasi completamente disertato il centro, arroventato dal caldo e svuotato dei suoi abitanti praticamente fino a sera. Il gran caldo non ha avuto conseguenze gravi per la popolazione: ieri infatti, contrariamente ai giorni immediatamente precedenti, sono stati limitati gli interventi per malori del 118. La morsa del caldo, secondo le previsioni, dovrebbe durare ancora per qualche giorno, prima di cedere finalmente ad una rinfrescata, ma di appena qualche grado. Nessun problema però, garantiscono da Enel ed Hera, per gli approvvigionamenti di acqua ed energia: nonostante la domanda altissima, per entrambi, al momento la situazione sarebbe completamente sotto controllo.

CONCERTI E’ mancato all’affetto dei suoi cari

Adriano Bergamini di anni 86 Ne danno il triste annuncio la moglie, la figlia, il genero, la sorella, il fratello, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo martedì 24 luglio partendo dalla camera mortuaria dell’ospedale S. Anna alle ore 10 per la Chiesa parrocchiale di Saletta dove, alle ore 10.30 verrà celebrata la Santa Messa; al termine la cara salma sarà accompagnata al cimitero locale. Non fiori ma opere di bene. La presente serve da partecipazione e da ringraziamento. Saletta, 23 luglio 2007. — O.F. Zuffoli R., tel. 0532/825322 Poggio Renatico

23-7-2006

23-7-2007

Al via la rassegna «Night & Blues» L VIA QUESTA SERA la quinta edizione della rassegna musicale “Night & Blues”. I concerti si svolgeranno dalle 21,30 nel Chiostro di Santa Maria della Consolazione, in via Mortara 98. La manifestazione, organizzata dal Rione Santo Spirito in collaborazione con la Circoscrizione Centro e con l’Assessorato alle Politiche e Istituzioni Culturali del Comune di Ferrara, quest’anno può contare su due nuovi partner: il Conservatorio Frescobaldi e il Jazz Club. Proprio dalla collaborazione tra l’istituto di musica di via Previati nasce il concerto di questa sera: gli allievi del corso di jazz inaugureranno l’edizione 2007 della manifestazione. Si esibiranno: Stefania Chiari, voce, Luca Di Luzio, chitarra, Andrea Pavinato, contrabbasso, Italo Vingiano, batteria, ad accompagnarli il sax tenore di Roberto Manuzzi,

A

ormai un habitué del “Night & Blues” visto che ha già preso parte alle edizioni precedenti: diplomato in sassofono al conservatorio di Bologna, ha composto musiche per balletti, spettacoli teatrali, film e documentari, ha suonato con l’orchestra sinfonica del Teatro Comunale di Bologna, con l’orchestra del teatro “La Fenice” di Venezia, con numerosi musicisti jazz come Giorgio Baiocco, Enghel Gualdi, Andrea Centazzo, Hiram Bullock, Xavier Girotto, Gianluigi Trovesi, Piero Odorici, Carlo Actis Dato, Albert Mangelsdorff, Teo Ciavarella, Jimmy Villotti, e con cantautori come Francesco Guccini (del cui gruppo fa parte dal 1986) e Andrea Mingardi. L’ingresso al concerto sarà ad offerta libera. Prossimo appuntamento mercoledì 25 luglio con il Pancaldi Quartet. Tania Droghetti

APP UNTAM E NTI

Il Ludobus Giramondo al parco Schiaccianoci Oggi e domani la carovana giocosa del Ludobus Giramondo farà tappa al Parchino Schiaccianoci in via Massari. Bambini e genitori potranno partecipare liberamente alle attività organizzate dagli operatori dei Centri per le Famiglie lunedì con il laboratorio "fuoco e fiamme" e martedì con giochi e storie "incandescenti".

E S TA TE A TA VO L A

Prosegue il concorso I prossimi appuntamenti Vinicio Fugagnoli Nei nostri cuori, sempre. Alberta, Maria Rosa, Francesco, Giacomo Stefano e Cici Ferrara, 23 luglio 2007. 23-7-2005

23-7-2007

In alto un momento della sagra di Final di Rero. Sotto il gruppo organizzatore della sagra di Benvignante.

Franco Vancini Il tuo ricordo è sempre vivo in noi, ogni giorno. Con amore la moglie, il nipotino Marco, i figli e la nuora S. Messa sarà celebrata oggi, alle ore 18, presso la Chiesa di Porotto. Porotto, 23 luglio 2007.

PROSEGUONO GLI APPUNTAMENTI con le sagre nella nostra provincia. Nei prossimi giorni la Sagra del Pesce di Mare e dello Storione di Burana (28-29 luglio 4-5-11-12 agosto), la Sagra dal Caplaz di Scortichino (oggi e domani), la Fiera delle pere di Renazzo (fino a oggi), la Sagra della Salama da sugo di Buonacompra (fino al 29 luglio), la Sagra della Macedonia di Final di Rero (fino a oggi), la Fiera delle Galanine di Madonna Boschi (27-28-29 luglio).


Nel chiostro di S. Maria della Consolazione

Musica a scena aperta con «Night & Blues»

Il concerto di ieri sera della Consoli in piazza Castello

La Carmen che t’aspetti grintosa, brava e unica FERRARA. In Piazza Castello come in Teatro. Anche nel tour estivo Carmen Consoli ha riproposto le suggestioni teatrali che hanno caratterizzato le date primaverili della “cantantessa” nei teatri italiani. Ma la carica di energia è maggiore, più calibrata per un concerto di massa. E lo si è visto - e sentito - ieri sera durante l’esibizione della “rockeuse” catanese, penultimo appuntamento di Ferrara sotto le Stelle, acclamata dal pubblico delle grandi occasioni. Di grande occasione si è trattato, non solo per il fine benefico della serata (l’incasso era devoluto ad Emercency), ma per l’opportunità data agli appassionati ferraresi di poter ascoltare la musicista nel pieno della sua matu-

Carmen Consoli ieri sera in piazza Castello e i suoi fans

Stasera a San Benedetto opera, operetta, valzer con canzoni degli anni ’30 FERRARA. Stasera appuntamento con il più classico dei repertori da caffè concerto alle 21.15 nei chiostri di San Benedetto di Porta Po 81: la direzione artistica di Marco Buganza propone la flautista Laura Zavatti, il clarinettista Claudio Miotto, il violoncellista Sandro Pasqual e Dario Favretti al pianoforte in una serata all’insegna dell’immediatezza di ascolto, dove si avvicenderanno parafrasi su opere liriche, pot-pourri di operette e canzoni tra le due guerre. Bellini e Verdi sono gli autori scelti a rappresentare l’Opera, il primo dei generi in programma con variazioni su Norma di Bellini per flauto, clarinetto e orchestra e il Trio sulla Sonnambula, seguite dalla Fantasia sul Rigoletto del clarinettista compositore Luigi Bassi. Seconda parte in quartetto all’insegna dell’Operetta viennese, tutta canzoni e danza: prevede un pot-pourri per flauto, clarinetto, violoncello e pianoforte di arie di Lehar, Lombardo e Benatzky e tre danze di Johann Strauss. Gran finale con tanghi e canzoni fra le due guerre, in pari misura figlie dei ritmi americani dell’epoca e della melodia operistica italiana. Ingresso posto unico 5 euro.

rità artistica. «Testi impegnati, musica profonda, nobile fine sociale: è questa la Carmen che conosciamo e non me la sarei mai persa dal vivo», è il commento di uno fra le migliaia di fans che hanno risposto ieri sera alla chiamata della loro beniamina. E lo show ha tradotto in musica intensa le aspettative, conducendo lo spettatore in un mondo di sonorità mediterranee, rock e tradizionali. Una miscela esplosiva e intimista allo stesso tempo, che ha fornito un tocco di unicità, e autenticità, all’evento musicale ferrarese. Due ore di emozione intense in un’atmosfera famigliare come solo Carmen Consoli sa creare. (m.a.)

FERRARA. “Musica a scena aperta con Night & Blues” da lunedì 23 luglio nel suggestivo chiostro di S. Maria della Consolazione. Ai partners della manifestazione Circoscrizione Centro e Rione S. Spirito che l’hanno organizzata per quattro anni, si è aggiunta ora la collaborazione del conservatorio G. Frescobaldi e del Jazz Club Ferrara a cui sono state affidate le serate di apertura (lunedì 23 luglio) e quella di chiusura (venerdì 3 agosto); a Paolo Bertelli invece, la gestione di mercoledì 25 e lunedì 30 luglio e a Lauro Luppi la serata del 27 luglio e quella del 1º agosto. «La novità di quest’anno - illustra Gabriele Mantovani, vice presidente del Rione S. Spirito Gli organizzatori di Night & Blues - e quindi questa nuova sinergia che abbiamo creato con le due prestigiose realtà musicali ferraresi, entrambe attive anche nel nostro territorio. Questa ci ha consentito di avere ospiti italiani e soprattutto stranieri di grande richiamo in particolare per quel pubblico che viaggia su internet e che può così conoscere il nostro programma». Infatti una delle attrazioni di Night & Blues è sicuramente Michael Blake che con il suo sax ed il trio Featuring Omer Avital et Daniel Freedman chiuderà il 3 agosto l’intera rassegna. «Non c’è una manifestazione se non c’è una sede per ospitarla - ha aggiunto Vainer Merighi nella doppia veste di presidente Ardsu e dell’Ente Palio - e noi siamo ben lieti di mettere a disposizione il chiostro di S. Maria della Consolazione perché riteniamo che questa collaborazione fra diverse realtà ferraresi, non possa che arricchire le proposte culturali della città. Come Ente Palio infine, ricordo che non vi sono solo le corse dei cavalli, ma contrade che svolgono un ruolo importante e non sempre riconosciuto». Anche il presidente della circoscrizione Centro Leonardo Fiorentini, ha sottolineato la sinergia creatasi che ha consentito, nonostante la diminuzione dei contributi, di riproporre alla cittadinanza sei serate di buona musica ad ingresso gratuito con un ottimo servizio bar, gadgets sempre a cura della contrada di S. Spirito. Margherita Goberti

Lara è Miss Castello oggi si elegge Miss Ferrara

Protagoniste della passerella di ieri a «Il Castello»

FERRARA. Dalle prime 14 aspiranti al titolo di Miss Italia, ieri al Centro commerciale Il Castello è stata eletta una candidata: Lara Forti, 22 anni, di S. Maria Maddalena è infatti Miss Castello. Prossima studentessa universitaria in Biologia è la seconda volta che partecipa; l’anno scorso ottenne solo una fascia ed ora sta puntando a Salsomag-

giore. Consegnate altre 5 fasce: Miss Rocchetta Katia Scavelli, 17 anni di Molinella, studentessa del Liceo Scientifico; Miss Peugeot Stefania Carlotti, 19 anni di Ferrara, commessa in un negozio del centro commerciale; Miss Wella Arianna Fortini, 20 anni di Ferrara, studentessa in Scienze delle comunicazioni; Miss Carpisa Dalila Vento, 23

anni di Bologna, impiegata settore farmaceutico; Miss Cotonella Veronica Ceroni, 22 anni di Bologna, impiegata in uno studio notarile. Oggi alle 16 la galleria del Centro Commerciale si animerà nuovamente con tante giovani bellezze e sulla passerella sfileranno le finaliste del concorso Miss Ferrara a cui parteciperanno anche le protagoniste di ieri purchè ferraresi. Per eleggere invece la seconda classificata nessuna distinzione di provenienza; questo titolo insieme a Miss Ferrara e a Miss Castello darà la possibilità alle prescelte di accedere il 10 agosto a una finale per Miss Italia. (m.g.)


XXXII

CULTURA E SPETTACOLI

‘Opera Salon Quartett’ di scena a San Benedetto

Il trio di musicisti composto da Favretti, Pasqual e Miotto

STASERA ALLE 21.15 appuntamento con il più classico dei repertori da caffè concerto nei chiostri di San Benedetto di Porta Po 81: la direzione artistica di Marco Buganza propone la flautista Laura Zavatti, il clarinettista Claudio Miotto, il violoncellista Sandro Pasqual e Dario Favretti al pianoforte in una serata

Cornice notturna per la rassegna di blues

Estate Spazio Musica presenta arie dell’opera

D

all’insegna dell’immediatezza di ascolto, dove si avvicenderanno parafrasi su opere liriche, pot-pourri di operette e canzoni tra le due guerre.Bellini e Verdi sono gli autori scelti a rappresentare l’Opera, il primo dei generi in programma. L’ingresso con posto unico costa 5 euro. Informazioni al numero 348/1311537.

MUSICA

LIRICA

OMANI TORNA la musica lirica alle 21.15 nei chiostri di San Benedetto di Porta Po 81 dove il Circolo Frescobaldi, Provincia in Musica e il Rione San Benedetto propongono per Estate Spazio Musica 2007 due conosciuti e apprezzati musicisti cittadini, il soprano Paola Amoroso e il pianista Antonio Rolfini. Il programma riserva ampio spazio alla vocalità di Paola Amoroso con cinque impegnative arie da soprano drammatico: la disperata invocazione a Dio ‘Vissi d’arte’ dal secondo atto di Tosca, ‘Suicidio’ da La Gioconda di Ponchielli – una delle composizioni che per assetto formale meglio valorizzano il libretto di Arrigo Boito, ‘Ritorna vincitor’ con cui Aida dichiara il proprio amore a Radames nella famosa opera verdiana; l’aria di Maddalena ‘La mamma morta’ da Andrea Cheniér di Umberto Giordano (il grande pubblico la ricorda nella colonna sonora di ‘Philadelphia’ con Tom Hanks e Denzel Washington) per finire con ‘Io son l’umile ancella’, la più bella aria sopranile di Francesco Cilea, tratta dal primo atto dell’Adriana Lecouvreur. Nella restante parte della serata il duo Amoroso-Rolfini si dedica alla romanza italiana. Non mancherà infine un doveroso omaggio all’Operetta viennese . Antonio Rolfini completerà la serata eseguendo da solo al pianoforte una Fantasia napoletana di autori vari, il proprio brano caratteristico ‘impressioni autunnali’ e una brillante trascrizione del celebre ‘Volo del calabrone’ di Rimskij Korsakov L’Ingresso con posto unico costa 5 euro.Informazioni allo 348/1311537.

il Resto del Carlino SABATO 21 LUGLIO 2007

Il Conservatorio e il Jazz club partner della quinta edizione di TANIA DROGHETTI

RAGUARDO IMPORTANTE per la rassegna musicale ‘Night & Blues’: sono infatti passati 5 anni dalla prima edizione di questa manifestazione ospitata nel Chiostro di Santa Maria della Consolazione, in via Mortara 98. Organizzata dal Rione Santo Spirito in collaborazione con la Circoscrizione Centro e l’Assessorato alle Politiche e Istituzioni culturali del Comune di Ferrara, quest’anno la rassegna può contare su due nuove collaborazioni: con il Conservatorio Frescobaldi e con il Jazz Club: «Nella prima serata, lunedì 23 luglio, avremo ospiti gli studenti del corso di jazz del Conservatorio, accompagnati dal sax tenore di Roberto Manuzzi ha spiegato Gabriele Mantovani, massaro priore del Rione Santo Spirito - mentre l’ultima serata, il 3 agosto, vedrà protagonista Michael Blake Trio featuring Omer Avital & Daniel Freedman, portati nel Chiostro dal Jazz Club». «Con questa iniziativa abbiamo risposto a una richiesta della Circoscrizione di essere sempre più presenti sul territorio» hanno spiegato Andrea Firrincieli e Francesco Bettini del Jazz Club. Gli altri concerti sono stati curati da Ga-

TEATRO

T

Spettacolo di figure in via delle Erbe

briele Mantovani, Lauro Luppi e Paolo Bertelli e vedranno la partecipazione: il 25 luglio del Pancaldi Quartet, il 27 luglio del Giampiero Burza Trio, il 30 luglio di J.Monque’D 5et, il 1˚ agosto dei London Cafè. L’entrata ai concerti, che inizieranno tutti alle 21,30, sarà ad offerta libera. Il presidente dell’Ente Palio e dell’Ardsu Vainer Merighi ha voluto sottolineare come il Night & Blues sia l’ennesima dimostrazione che il Palio non è solo corsa dei cavalli. E il Chiostro di via Mortara si animerà anche oggi: un gruppo di bimbi provenienti da Chernobyl sarà ospite del

Rione Santo Spirito per tutta la giornata. L’idea è venuta a Stefano Andreghetti, ex tamburino del Palio di Ferrara trasferitosi a San Donà di Piave e oggi coordinatore dell’Associazione Help for Children che da anni si occupa di ospitare i bimbi bielorussi. Grazie all’interessamento del presidente della Provincia Pier Giorgio Dall’Acqua e dell’assessore comunale alle Attività Produttive e al Palio Aldo Modonesi, la comitiva visiterà gratis, con guide della Corte Ducale, il Castello Estense e chiuderà la sua giornata nel Chiostro della Consolazione dove i contradaioli di Santo Spirito faranno un piccolo spettacolo.

STASERA alle 21.15 i lupi di Alberto De Bastiani, burattinaio di Conegliano Veneto, saranno i protagonisti del penultimo appuntamento della rassegna di teatro di figura ‘Favole sotto gli alberi’, dedicato ai bambini e alle loro famiglie. Lo spettacolo si svolgerà come sempre nello spazio verde di Terra Viva in via delle Erbe 29. La rassegna teatrale è organizzata dall’associazione ‘Il baule volante’, dal Comune di Ferrara, dalla Circoscrizione Centro cittadino e dall’associazione ‘Terra viva’, con il contributo della Cassa di Rispermio di Ferrara. Lo spettacolo, esilarante, si avvale di tecniche caratteristiche del teatro di figura tradizionale, come l’animazione a vista di pupazzi grandi e colorati e l’uso dei classici burattini a guanto, supportati dalla tradizionale baracca. Ingresso a 5 euro.


XXIV

LETTERE E OPINIONI

il Resto del Carlino MARTEDÌ 10 LUGLIO 2007

LA PAROLA AI CITTADINI

Hera, una bolletta incomprensibile Il nuovo servizio in conto corrente crea qualche problema agli utenti

Caro Carlino, Sabato 7 luglio ricevo da hera una bolletta per il servizio gas con scadenza 17 luglio a mio avviso incomprensibile. L’importo da pagare (199.46 euro) tiene conto di un accredito non riscosso di euro 3.00. Ma nella bolletta (scadenza 17 marzo 2007) il mio accredito non riscosso è di 165.00 euro. A pag. 2/10 voce «situazione pagamenti (documenti non pagati da oltre 30 giorni) trovo un documento, scaduto il 10 maggio 2007 di euro 72. Ma io non ho mai ricevuto una bolletta del genere! (Ed è l’importo Tia da me pagata il 17 aprile 2007). Controllo l’allegato bollettino di pagamento e trovo notevoli differenze rispetto ai precedenti. Non mi pare che Hera abbia avvisato gli utenti sul nuovo numero di conto corrente e di una nuova intestazione di Hera Spa. Lunedì 9 luglio telefono al numero verde di Hera ottenendo risposta da una operatrice dopo lunga attesa (ed un paio di tentativi falliti). Risponde che stanno cambiando tutto e ci possono essere inconvenienti ma: 1) Non sa dirmi il nuovo numero di conto corrente, che io voglio controllare, nonostante il lungo tempo che trascorre a cercarlo! 2) Non mi passa alcun funzionario perchè a questi si può accedere solo su richiesta scritta da inviare via fax! Nonostante la telefonata di 23 minuti ho le stesse perplessità di prima. Giuseppe Bertocchi

) PALIO

E’ una scuola per i giovani Caro Carlino, Scrivo perché desidero condividere alcune riflessioni sulla mia esperienza di genitore in contrada. Due anni fa mio figlio è entrato, per scelta, nella contrada di Santo Spirito ed ha iniziato a suonare il timpano. All’età di nove anni gli impegni dei minori sono una responsabilità familiare ed io e mio marito lo abbiamo accompagnato e sostenuto. Non essendo contradaiola, i miei occhi si sono aperti su un mondo nuovo: i responsabili della contrada hanno una capacità organizzativa e aggregante non ‘palpabile’ dall’esterno. Mio figlio si è inserito velocemente in un clima di completa accettazione. I ragazzi ‘grandi’ (vent’anni o poco più) hanno una sensibilità ed un’attenzione che mi hanno lasciata senza parole. Nel rispetto totale delle individualità, i responsabili dei gruppi hanno fatto emergere competenze e caratteristiche personali. Nel gruppo, eterogeneo per età e mansioni, i piccoli emulano i ventenni di riferimento cha hanno ricevuto dalle loro famiglie, attente e sensibili ai valori sociali e culturali., il dono di ‘saper fare gruppo’. E i ventenni seguono pazientemente i piccoli integrandoli in ogni momento:lo spazio di contrada, fisico e relazionale, è collettivo e condiviso. Si-

curamente questi ragazzi sono animati da una grande passione e da un grande rispetto verso gli altri: nella fatica di costruire un esercizio c’è sempre il sostegno della comunità e il riconoscimento dell’impegno. Dopo una grande ‘fatica’ è consuetudi-

ne aggregarsi goliardicamente in sede o in pizzeria tutti insieme: I bambini si lasciano andare ma sanno rispettare i limiti imposti dall’educazione. Mio figlio, come gli altri bambini, si sente parte di un gruppo dinamico, sinergico, aperto. Cresce in lui il senso di responsabilità e la consape-

LA PROPOSTA

«Grattacielo da abbattere, solo se lo dice la sinistra» Caro Carlino, Qualche piccolo problema deve pur esserci al Grattacielo se il sig. Kiwan Kiwan ne prospetta addirittura l'abbattimento. Il sig. Kiwan Kiwan, consigliere di Rifondazione Comunista, non giunge a tanto per considerazioni estetiche ma di legalità, convivenza, ordine pubblico. Ricordo che, con soluzioni meno drastiche, l'argomento è stato più volte affrontato dal consigliere leghista Giovanni Cavicchi. Ricordo che il consigliere della Lega Nord, su queste stesse pagine, si è visto rispondere di tutto. Ad esempio: che il problema non c'era, che all'occorrenza era colpa di chi ne parlava, che l'ineluttabile realizzazione della società multi-etnica valeva bene un po’ di illegalità. Stefano Franchini

volezza dei propri limiti e delle proprie capacità: il tutto in un clima gioioso e privo di giudizio.Le attività svolte culminano in alcuni momenti altamente competitivi e la competizione è sana, vissuta con equilibrio e con il sostegno psicologico fortissimo dei preparatori che, per i bambini, sono amici più grandi a cui rivolgersi in ogni momento. Questi giovani credono in ognuno dei nostri bambini così come ci crediamo noi e la forza individuale dei piccoli viene proprio dal sentirsi parte di un gruppo così ricco. Alla fine della competizione, quando il risultato conferma le aspettative, esplode la gioia: è un tripudio di sorrisi, parole, abbracci, lacrime. I ragazzi ‘grandi’ raccolgono il frutto della loro fatica e piangono di gioia con noi genitori: il loro sentimento di riconoscenza verso I piccoli atleti è intenso quanto il nostro. Tutti noi genitori ogni volta ci stu-

Caro Carlino La lettera pubblicata a pag. XXII di venerdì 6 luglio è relativa a via Oroboni e non via Orlandini. I residenti

do chi ha carozzine con bambini è costretto ad andare sulla strada. LA VELOCITÀ dei mezzi di alcuni stupidi che transitano è senza dubbio elevatissima e capita di frequente. Tenendo presente che vi sono due incroci sarebbe opportuno con modica spesa posizionare dissuasori sulla strada come già fatto in altre posizioni, anche in considerazione che transitano bimbi in bicicletta e mamme con carrozzine che vanno alla spiaggia. Un’ulteriore soluzione sarebbe proibire la sosta su un lato nel periodo estivo (Sempre applicando dissuasori). Sicuramente questi problemi sono noti a chi di competenza , ma chissà che quest'anno non sia la volta buona che qualche cosa si faccia. Augusto Farnè

) LIDO ESTENSI

) SANT’AGOSTINO

piamo nel condividere le nostre emozioni con questa gioventù! Voglio quindi ringraziare il Patrono del Rione Santo Spirito, il Massaro Priore, il Presidente Onorario, il Segretario, l’Economo e tutti I Responsabili per il pregevole lavoro che svolgono con passione e competenza. Grazie Lorella Ferrari --

) DISAGI

Era via Oroboni e non via Orlandini

Ancora pericolo in via Oriani Caro Carlino, Da alcuni anni, ad ogni inizio di stagione voglio portare l'attenzione su via Oriani a Lido Estensi sino ad ora senza alcun risultato, su una situazione di pericolo che si ripete puntualmente ogni anno. Premesso che via Oriani è a doppio senso di marcia (unica nel rione) i problemi sono i seguenti, risolvibili con un po' di buona volontà da parte del Comune di Comacchio. Le macchine vengono regolarmente parcheggiate sui marciapiedi. In tal mo-

Non eliminateci quel parcheggio Caro Carlino Vorremmo solle vare un problema che crea molti disagi e difficoltà agli abitanti di sant’Agostino. I lavori nella piazza che si protraggono da tempo creano enormi difficoltà a chi vuole trovare un parcheggio. Il motivo di maggiore preoccupazione è che si ventila che nella piazza del paese in futuro non si potrà più parcheggiare per motivi ‘estetici’. Speriamo che l’amministrazione comunale rifletta bene su certe scelte pensando che al primo posto una buona amministrazione deve metere le esigenze e le necessità della popolazione e dovrebbe cercare di risolverle nel modo più appropriato, soprattutto se si tratta di richieste legittime come in questo caso., N. Balboni E. Caselli


8

Lunedì

LA NUOVA

CRONACA DI FERRARA

9 luglio 2007

Nei pomeriggi di sabato e ieri molti ferraresi si sono presentati per «ritirare» il buono

Tutti in fila all’hotel per le vacanze quasi gratis Agenzia turistica offre soggiorno, scattano controlli della Finanza: «nessun rilievo» In una normale domenica di luglio, quella di ieri, con 35 gradi all’ombra e una umidità che lascia senza fiato, c’è anche chi, invece di cercare refrigerio al mare o ai monti, sceglie di passare un pomeriggio in un albergo cittadino a riempire moduli, chiacchierare sulle vacanze per «incassare» un soggiorno (quasi) gratuito di una settimana per 4 persone in una località di villeggiatura. Tutto è cominciato oltre una settimana fa, quando mezza Ferrara è stata contattata telefonicamente, per essere informata dell’assegnazione del pacchetto turistico gratuito offerto da una agenzia di Padova, la Watermellon, impegnata - come hanno dichiarato i responsabili ieri pomeriggio - nella promozione del proprio catalogo «Mare Montagna Italia», offerto con questa nuova strategia di marketing di pubblicitù. Cosa c’è strano? Il dubbio fondamentale è che nessuno ti regala nulla se non in cambio di qualcosa. Stefano Scatigna, responsabile presente ieri nell’albergo cittadino, alle domande del cronista ha replicato subito con puntualitù e senza giri di parole: «Tante aziende usano questi strumenti di pubblicitù, è un modo per farci conoscere, e il

BREVI UBRIACO

Ebbrezza molesta, uomo denunciato Ubriaco, si è fatto notare per il disturbo che stava arrecando in un locale pubblico della cittù, e all’arrivo del poliziotto di quartiere ha rifiutato di declinare le sue generalitù. Ma successivi accertamenti hanno permesso di risalire alla sua identitù. Cosº G.M., ferrarese di 39 anni, è stato denunciato sia per lo stato di ebbrezza molesto sia per il rifiuto a fornire le generalitù.

LUTTO NEL PALIO

Addio a Marialuisa moglie di Darminio Lutto nel Palio. Dopo una lunga malattia si è spenta a 56 anni Marialuisa Darminio, moglie del responsabile del comitato organizzatore dell’Ente Palio, Michele Darminio. La signora Marialuisa era conosciuta anche nel mondo sportivo per essere la figlia del campione di ciclismo, Zanotti. I funerali si svolgeranno oggi alle 16.30 nella chiesa di Malborghetto di Boara.

UNITI NELL’ULIVO

Pulvirenti e Merli sono vice presidenti I consiglieri Silvia Pulvirenti e Simone Merli sono stati nominati vice presidenti del nuovo gruppo consiliare “Uniti nell’Ulivo” del Comune di Ferrara.

BARCO

Donne ferraresi: dibattito all’Unità Questa sera alle 21 alla festa dell’Unitù del barco dibattito dal titolo “Donne tra le carte degli archivi ferraresi”.

AZIENDA USL

Venerdì sciopero indetto da Rdb Cub Riguardo all’erogazione dei servizi agli utenti, l’Asl informa che venerdº 13 luglio è stato proclamato uno sciopero generale per l’intera giornata dal sindacato Rdb/Cub.

modo migliore è quello di offrire qualcosa per invogliare potenziali clienti ad usufruire dei nostri servizi del catalogo». Qualcosa di strano, comunque, c’era e c’è stato. Visto che gli incontri fissati sabato e ieri qui in cittù erano giù stati anticipati da telefonate, dubbiose, al 117 della Guardia di finanza da parte di molti cittadini che chiedevano lumi e consigli sul cosa fare, se accettare o meno il pacchetto promozione offerto telefonicamente da un call-center che lavorava per l’agenzia di turismo. E guarda caso proprio nella giornata di sabato, la stessa Guardia di finanza - come hanno confermato i responsabili dell’agenzia turistica - ha svolto controlli, acquisito materiale, identificato persone e i potenziali clienti presenti, al fine di attivare una indagi-

Malaguti (An)

«Case popolari, nuove regole anti abusivi» «Per le richieste di residenza da parte dei cittadini si verifica solo l’effettiva occupazione dell’abitazione e non l’effettivo diritto ad abitare la casa. Bisognerebbe invece controllare anche a che titoli viene occupata l’abitazione». La richiesta viene da Mauro Malaguti (Alleanza Nazionale), che ha presentato un’interpellanza sull’argomento in consiglio comunale. Il maggiore scrupolo servirebbe per evitare situazioni spiacevoli come quella di una donna ferrarese che si è vista occupare abusivamente la casa da un manovale marocchino al quale aveva affidato lavori di ristrutturazione; in altre cittù anziani ricoverati in strutture sanitarie si sono visti allo stesso modo occupare da altri il loro alloggio popolare. «Sarebbe pertanto opportuno controllare da parte della Polizia municipale di chi occupa l’abitazione il titolo per cui la si occupa (proprietù dell’immobile, contratto di affitto, contratto di comodato ecc...) magari anche richiedendo una dichiarazione in autocertificazione. Cosº in caso di falsa dichiarazione sarù piò semplice liberare l’immobile occupato abusivamente».

Confagricoltura: un concorso fotografico La Confagricoltura di Ferrara, nell’ambito della “XXIII Settimana Estense 2007” organizza un concorso fotografico che ha per tema conduttore “Le stagioni nella campagna ferrarese”. L’iscrizione al concorso è completamente gratuita e si puì partecipare con un numero massimo di cinque opere a colori e cinque in bianco e nero. Per quanto riguarda i premi, la Confagricoltura mette in palio dei soldi (260 euro al primo, 155 euro al secondo e 105 euro al terzo classificato) e soprattutto la possibilitù di vedere pubblicamente esposte le proprie opere a fine settembre. Infine, per chiarimenti sul regolamento e per qualsiasi altra informazione inerente il concorso è a disposizione il numero di telefono dell’ufficio organizzazione interna di Confagricoltura, 0532/979220.

L’agenzia offre un catalogo «Mare e Montagna in Italia» ne esplorativa e conoscitiva che - sia chiaro - non presuppone nulla. «Semplici controlli» spiegavano ieri dalla Finanza. «Se ci fosse stato qualcosa di strano - ribadiscono i promotori dell’iniziativa - noi non saremmo qui a lavorare. I controlli ci sono stati e noi ci siamo resi disponibili ad essi. E non è stato rilevato alcunchà, ieri (sabato, ndr) i ragazzi della finanza non hanno trovato nulla» sottolineava ancora Scatigna. Ma l’agen-

zia, o meglio il call center, per «attirare» i potenziali clienti parlava di soggiorno senza specificare che si trattava solo di pernottamento: pubblicitù ingannevole? «Nessuna pubblicitù ingannevole hanno risposto all’unisono Scatigna e un altro responsabile Stefano Poggi - per soggiorno noi intendiamo pernottamento e il vitto è carico dei clienti». Ma vi è un obbligo di usufruire del vitto solo nelle vostre strutture? «Niente af-

fatto - precisa ancora Scatigna - ognuno puì anche farsi da mangiare da solo, e noi offriamo il coupon del soggiorno a chi viene, e nessuno è tenuto a firmare o pagare nulla».E allora ricapitolando, ecco l’iter: l’agenzia contatta il call center, che chiama il cittadino, cui viene offerto un soggiorno di 7 giorni per 4 persone in strutture in Italia. Poi si reca all’appuntamento stabilito con un codice di prenotazione: qui dù i propri dati, non gli viene imposto nulla ma gli regalano il coupon del soggiorno, da poter scegliere nel catalogo dell’agenzia presso strutture recettive. Poi eventualmente «dopo averci testato se si troverù bene il cliente potrù anche tornare da noi per altre vacanze. Noi ribadiamo, vogliamo solo farci conoscere». Nulla da eccepire. E allora perchà durante il colloquio, un altro addetto dell’agenzia ha ripreso cronista e interlocutore perchà non parlassero dei dettagli dell’offerta mentre stavano arrivando i primi potenziali clienti? Daniele Predieri

L’OFFERTA

Hanno risposto In quaranta Tra sabato e ieri una quarantina di ferraresi si è recata all’hotel indicato come sede delle riunioni informative per ricevere il pacchetto turistico gratuito. Erano molti di piò quelli contattati, ovviamente, e alcuni di questi perì avevano giù preso informazioni dal 117 della Guardia di Finanza, che poi si è attivata. Lo stesso pacchetto era stato proposto perì anche a chi scrive, o meglio allasua famiglia che compare nell’elenco telefonico. «Potrete avere un soggiorno per 4 persone tutto gratuito», aveva detto al telefono una voce femminile. La risposta, quella di chi non vuole abboccare, era stata pronta e spiazzante per l’addetta: «Vi ringraziamo ma non ci interessa».


LA NUOVA

Lunedì

CRONACA DI FERRARA

2 luglio 2007

13

Una donna ha segnalato un’aggresione subita nella zona vicino alla stazione ferroviaria

Preoccupati i turisti ferraresi dopo gli attentati

Nuove maxi risse ieri in città, disordini in via Nievo

«Per Scozia e Regno Unito controlli esasperati» Check in con ore di anticipo

Colpito alla testa da una catena

Il clima surriscalda gli animi e si intensificano gli episodi di violenza gratuita e risse in città. La più grave si è registrata ieri pomeriggio poco dopo le 14 nei pressi dei giardinetti di via Ippolito Nievo. Non si conoscono ancora bene i motivi che hanno spinto alcuni extracomunitari a colpire con una catena un giovane cittadino italiano che è stato poi trasportato con un’ambulanza del 118 al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna dove è stato medicato per una ferita lacero contusa alla testa. Sul posto sono interventuti gli agenti di polizia che hanno chiesto come rinforzo anche ausiliuo ai carabinieri. All’arrivo delle forze dell’or-

dine alcuni si sono dileguati e pare anche l’autore materiale che ha colpito il ferito. Dopo alcuni minuti e finalmente tornata la calma, ma occorre segnalare come certi episodi di risse e lite con ferimenti si stiano intensificando in varie parti della città, mettendo a rischio a la sicurezza dei cittadini. Ieri poco prima delle 13, in una zona vicina alla stazione ferroviaria, una donna ha denunciato un’aggressione subita da un cittadino extracomunitario. Sul posto sono immediamente giunte le forze dell’ordine. La zona della stazione e del confinante grattacielo e senza dubbio una delle più calde della città.

Polizia e 118 arrivati ieri sul luogo della rissa in via Nievo

CAMPIONATI ITALIANI DELLE BANDIERE UNDER 15

Dodici scudetti per il Palio estense

Solo oggi, con la riapertura delle agenzie di viaggio, si capirà la portata dell’impatto sui vacanzieri ferraresi della nuova ondata di attentati terroristici in Gran Bretagna. Qualcuno si è già fatto vivo, per ora nessuna disdetta ma la preoccupazione è crescente: «La Scozia, come l’Irlanda e i paesi del Nord Europa, è probabilmente la meta più in voga quest’anno alla ricerca di temperature miti in mezzo alla natura, contando proprio sulla relativa tranquillità anche in termini di sicurezza di quei posti - spiega Rino Siconolfi, della Tubi viaggi - L’attentato di Glasgow, in particolare, ha colpito, anche se dai nostri clienti in Scozia non so-

no arrivate richiesta di rientro anticipato». Chi confermerà il proprio viaggio nel Regno Unito, in ogni caso, deve rassegnarsi a trafile estenuanti all’imbarco: «Le misure di sicurezza a Londra, Dublino o Glasgow erano già tra le più rigide del mondo, ora la blindatura diventerà totale. Bisogna mette in conto - è l’avvertimento di Siconolfi un bel po’ di tempo, oltre che di pazienza, per superare i controlli d’imbarco». Il consiglio è quindi di raggiungere l’aeroporto con diverse ore di anticipo rispetto all’orario di partenza del volo. La Scozia è diventata una sede privilegiata per i soggiorni d’istruzione.

La moglie, i figli, le nuore, i nipoti ed i

È mancato all’affetto dei suoi cari

parenti tutti annunciano addolorati la scomparsa del caro

Oltre ai titoli nazionali anche 5 secondi posti e una medaglia di bronzo Dodici tricolori conquistati dagli atleti ferraresi nei campionati nazionali gare delle bandiere degli under 15 che si sono discutati sabato e ieri a Lugo. Un buon successo per il palio ferrarese che ha confermato una tradizione anche nelle giovani leve. L’Ente Palio era rappresentato dal segretario generale Enrico Buzzoni, molto soddisfatto di come sono andate le cose, alla luce anche del prossimo impegno che vedrà Ferrara ospitare i campionati nazionali a settembre. Anche l’assessore comunale al palio, Aldo Modonesi si è recato nel week end a Lugo per incontrare i ragazzi ferarersi. Ecco le vittorie nazionali conquistate dai ferraresi: singolo di prima fascia (San Be-

nedetto); coppia di prima fascia (Santo Spirito); musici piccola squadra prima fascia (Ente Palio); grande squadra di prima fascia (Ente Palio); musici grande squadra prima fascia (Ente Palio); singolo di seconda fascia (San Giacono); musici della squadra seconda fascia (Ente Palio), singolo di terza fascia (San Giacono), coppia di terza fascia (San Giacomo), piccola squadra terza fascia (San Giacomo), grande squadra terza fascia (San Giacomo), musica grande squadra terza fascia (San Giacomo). Buoni anche i secondi posti realizzati dagli atleti ferarresi che hanno totalizzato complessivamente cinque medaglie d’argento: coppia di prima fascia (San Benedetto);

OGGI A SIENA

Tanti fantini «ferraresi» Oggi pomeriggio si corre a Siena il primo dei due palii del 2007. Sette dei nove fantini che scenderanno in pista per la prestigiosa corsa senese sono nomi e volti noti al pubblico degli appassionati ferraresi per avere già corso e in alcuni casi vinto il palio in piazza Ariostea. Ci sarà Luigi Bruschelli detto Trecciolino, Giuseppe Zedde, Antonio Villella, Giovanni Atzeni, Andrea Mari, Mario Canu e Virginio Zedde che quest’anno ha vinto il palio a Ferrara per i colori gialloverdi di Santo Spirito. piccola squadra prima fascia (Ente Palio), musica piccola squadra seconda fascia (Ente Palio), grande squadra seconda fascia (Ente Palio), musici piccola squadra terza fascia (San Giacomo). Si annovera

anche un terzo posto a livbello nazionale nella coppia di seconda fascia (San Giorgio), Nel complesso quindi ci sono stati 18 podi per le compagini ferarresi impegnate ai campionati di Lugo.

Azzurro, Fi ha schierato 100 volontari La festa quest’anno è decollata, anche se ha chiuso senza la Brambilla «Ormai questa festa non possiamo più scegliere di farla o no, ci “tocca” di farla». La frase è di Massimo Masotti, capogruppo in Comune, e serve a commentare il successo di Azzurro: «La festa di Fi quest’anno ha preso piede e il prossimo anno non sarà solo una festa regionale di nome, lo sarà di fatto». Il partito a livello regionale ci crede, la formula ferrarese funziona e allora tanto vale investirci sopra. Poco male a questo punto se Michela Brambilla, l’astro nascente di Fi, ha dato forfait e ieri sera non si è presentata per chiudere Azzurro e ringraziare gli iscritti e i simpatizzanti che hanno lavorato negli stand. La soddisfazione non viene solo dai dibattiti, ma dal ritrovarsi, dallo stare insieme come dice Paolo Orsatti, responsabile organizzativo del partito, factotum della festa onnipresente in cucina. Orsatti, come Masotti e Massimo Mazzanti (capogruppo in Provincia), indossa il grembiule da lavoro: «Siamo molto soddisfatti, tutte le sere abbiamo avuto tanta gente al ristorante, le iniziative politiche sono andate forte, lo spazio bambini ha visto fino a 100 presenze». I volontari di Azzurro sono stati un centinaio compresi quanti hanno dato una mano per l’allestimento. Per Fi non è un numero trascurabile. «Quando è così si crea anche entusiasmo e funziona il passaparola: stasera abbiamo un giovane di Milano e un gruppo di Imola ad aiutarci. Certo però che dieci ore per dieci giorni è stata una fatica terribile». Ne sanno qualcosa anche Ugo Taddeo, consigliere provinciale, il figlio Oliviero, il consigliere comunale Federico Saini, il dottor Nicola Abbasciano che insieme ad altri volti più o meno noti si sono affannati tra grigliate e fritture.

Alle 19 il coordinatore provinciale Pierfrancesco Perazzolo era ancora in giacca e cravatta, di solito veste gli abiti del cameriere, ma ieri sera c’era il dibattito con la Brambilla, poi rimpiazzata dal senatore Giuseppe Vegas. «Pisanu, Bondi, Brunetta, Bettamio, stasera Vegas, a proposito ha visto quanta gente, tutti quelli che sono venuti sono rimasti colpiti da questa festa - dice Perazzolo -, abbiamo preso le cose migliori delle feste dell’Unità e abbiamo aggiunto dell’altro, come gli animatori per i bambini e il crocifisso nella sala dibattiti: peculiarità che sono anche dei valori. E poi abbiamo dimostrato che la passione non sta solo a sinistra». (m.p.)

ALBERTO RIZZATI di anni 69

ARMANDO PINCA di anni 93

Lo annunciano la moglie, la figlia, la sorella ed i parenti tutti.

I funerali si svolgeranno domani, martedì 3 luglio, alle ore 8,30 partendo dall’ Arcispedale S. Anna per l’Ara crematoria della Certosa.

I funerali si svolgeranno oggi lunedì 2 luglio alle ore 16,30 partendo dalla Clinica Quisisana per il Tempio di S. Cristoforo alla Certosa, dove sarà celebrata la S. Messa.

La presente serve da partecipazione e

La presente serve da partecipazione e

ringraziamento.

ringraziamento.

Ferrara, 2 luglio 2007

Ferrara, 2 luglio 2007

AMSEF srl- Ferrara via Fossato di Mortara 80 - tel. 0532/209930

AMSEF srl- Ferrara via Fossato di Mortara 80 - tel. 0532/209930

Anniversario 3-7-2006

6-11-2006

Area Rivana, lo staff della cucina ieri ad Azzurro, la festa di Fi

Sdi contro Verdi «Sul Psc siamo stati travisati»

Il capogruppo dell’’Ulivo replica al dirigente socialista

Sul Psc socialisti contro la verde Barbara Diolaiti, che aveva aveva accusato Sdi, Pdci e Prc di voler più cemento, evocando il fantasma del «partito del mattone». Queste dichiarazioni, risponde una nota congiunta della segreteria e del gruppo provinciale, «rappresentano uno sfacciato tentativo di travisare gli obiettivi più che trasparenti e legittimi». Il documento dei tre gruppi «contiene un chiaro invito a salvaguardare i valori culturali, ambientali e naturali del nostro territorio, a cominciare dalle aree rimaste libere dentro e fuori le mura cittadine». Diolaiti, dovrebbe spiegare «perchè privi tanto entusiasmo per la cementificazione della golena del Po di Volano o per il tanto discusso progetto di edificazione di via degli Angeli».

Il capogruppo di Uniti nell’Ulivo Gianluca Vitarelli è rimasto sgradevolmente colpito dalle parole usate dal socialista Romeo Savini nei confronti del nuovo gruppo e del nascente Pd. Per Savini il rischio reale è che il gruppo di 18 consiglieri dell’Ulivo, data la sua consistenza, riduca o consideri alla stregua di “idioti” più o meno utili i restanti consiglieri della maggioranza. «Uno degli obiettivi dichiarati con la nascita del nuovo gruppo - afferma Vitarelli - è proprio quello di ripristinare corretti rapporti nelle istituzioni a garanzia dei cittadini, meraviglia quindi che sia proprio il presidente del Consiglio comunale a lasciarsi andare a simili espressioni. Savini poi fa parte della maggioranza, a meno che abbia deciso altrimenti». Vitarelli ram-

Vitarelli: da Savini parole inattese e poco rispettose menta poi che in contemporenea alla nascita di Uniti nell’Ulivo «i socialisti hanno ufficializzato che la Rosa nel Pugno non esiste più» e hanno ripristinato il gruppo Sdi. «Questo è un fatto positivo per tutti. Nel percorso del Pd ci auguriamo di ritrovare i socialisti ancora di fronte come compgani d’avventura. Per adesso hanno fatto scelte diverse ma sempre rispettabili, come credo sia rispettabile la scelta di chi vuole costruire il Pd. Ecco perchè ritengo quantomeno inopportuno usare certi toni e certe espressioni nei confonti di un’esperienza come quella del Pd che sta caratterizzando la politica italiana. Auspico che l’episodio si chiuda qui e che Savini usi un linguaggio più consono anche al ruolo istituzionale che ricopre».

MARIA FRANZONI ved. BONACCIO

Don

EDOARDO BONACCIO

La loro cara memoria rivivrà eternamente nell’animo di quanti li conobbero e vollero loro bene. Nel primo anniversario della morte della mamma e a otto mesi del fratello sacerdote, verrà celebrata una santa messa nella parrocchia di Aguscello alle ore 10 di martedì 3 luglio 2007. Ferrara, 2 luglio 2007 On. fun. PAZZI - Ferrara


28

FERRARA CRONACA

il Resto del Carlino LUNEDÌ 2 LUGLIO 2007

CASTELLO ESTATE 2007

= E’ mancata all’affetto dei suoi cari

Le «poesie» di Cammariere Stasera concerto gratuito in piazza del raffinato pianista

Grave lutto per Ghisellini

Mercedes Mazzanti (Carla) ved. Gatti

di anni 90 Ne danno il triste annuncio la figlia, il genero, la nipote e i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, martedì 3 luglio partendo alle ore 15 dall’Arcispedale S. Anna per la Chiesa parrocchiale del Corpus Domini dove sarà celebrata la S. Messa; poi si formerà il corteo per il cimitero di S. Luca. Un particolare ringraziamento a tutto il personale della RESIDENZA CATERINA per l’assistenza prestata. La presente serve da partecipazione e ringraziamento. Ferrara, 2 luglio 2007. Via Alberghini, 16.

Un gravissimo lutto ha colpito ieri improvvisamente il nostro collega Andrea Ghisellini, che ha perso la sua cara mamma Evelia Roselli Ghisellini: ad Andrea ed al papà Alberto Ghisellini, stimato collega giornalista della nostra città, le condoglianze più sincere della nostra redazione del Carlino Ferrara.

E’ mancato all’affetto dei suoi cari

— O.F. Pazzi srl, tel. 0532/206209, Ferrara

Le famiglie VENTURI e ARDIZZONI si uniscono al dolore di MAURA e RICCARDO per la perdita della nonna

Carla Ferrara, 2 luglio 2007. — O.F. Pazzi srl, tel. 0532/206209, Ferrara

ALDO PAOLAZZI coi figli, le nuore e i nipoti si uniscono al grande dolore che ha colpito la famiglia SAVONUZZI per la scomparsa del caro

Ennio Ferrara, 2 luglio 2007. — AMSEF S.r.l., tel. 0532/209930, Ferrara

I cognati MARIO e CARLA con OPHELIA, GILBERTO e i nipoti tutti partecipano al dolore di RENATA, ELEONORA, ISABELLA e delle loro famiglie per la perdita del caro

di anni 71 Lo annunciano addolorati la moglie, il figlio, la nuora, il genero, i nipoti, i fratelli ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, martedì 3 luglio alle ore 9 partendo dall’Arcispedale S. Anna per il Tempio di S. Cristoforo della Certosa ove sarà celebrata la S. Messa. Non fiori ma offerte all’ADO. La presente serve da partecipazione e ringraziamento. Ferrara, 2 luglio 2007. —

AMSEF S.r.l., tel. 0532/209930, Ferrara

E’

ANNIVERSARIO

Ennio Ferrara, 2 luglio 2007. — AMSEF S.r.l., tel. 0532/209930, Ferrara

2-7-1997

Elvidio Beccati

DAVVERO UNICO nel suo genere l’appuntamento di questa sera nell’ambito dell’iniziativa «Castello Estate 2007». Ad esibirsi dalle 21.15 sarà Sergio Cammariere (nella foto) che porterà a Ferrara il suo «Il pane, il vino e la visione». Il concerto, che in origine era programmato nel cortile del Castello Estense come tutti gli altri eventi della rassegna, si terrà invece in piazza Castello vista la prevedibile grande affluenza di pubblico alla serata. Lo spostamento è stato reso possibile grazie alla collaborazione di Arci che ha messo a disposizione il palco e le strutture tecniche. Lo spettacolo è ad ingresso gratuito. Sergio Cammariere artista a tutto tondo è nato a Crotone ed è un personaggio singolare nel panorama musicale italiano. Pianista ormai riconosciuto per il suo talento e interprete coinvolgente trae la sua ispirazione sia dalla grande scuola della musica d’autore italiana che dalle sonorità sudafricane, dalla musica classica e dai grandi mae-

La loro cara memoria rivivrà eternamente nell’animo di quanti li conobbero e vollero loro bene. 3 luglio 2006 6 novembre 2006

2-7-2007

William Barbieri La moglie, i figli ed i nipoti ti ricordano con immutato affetto. Ferrara, 2 luglio 2007.

Maria Franzoni ved. Bonaccio

don Edoardo Bonaccio

Nel primo anniversario della morte della mamma e a otto mesi del fratello sacerdote verrà celebrata una S. Messa nella Parrocchia di Aguscello alle ore 10 di martedì 3 luglio 2007. Ferrara, 2 luglio 2007.

AMSEF S.r.l., tel. 0532/209930, Ferrara

O.F. Pazzi srl, tel. 0532/206209, Ferrara

stri del jazz. Nel 1997 Cammariere partecipa al Premio Tenco, catturando l’attenzione di critica e pubblico e la Giuria della manifestazione gli attribuisce all’unanimità il Premio Imaie come migliore esecutore e interprete della rassegna, consacrandolo ad autentica rivelazione dell’anno. «Il pane, il vino e la visione» è il completamento del viaggio intrapreso da Cammariere cominciato «dalla pace di un mare lontano, profondo come la memoria di una vita che è stata prima, proseguito lungo un sentiero che ha attraversato foreste di dolore e

ampie radure di pace e giunto al pane, al vino, alle cose semplici ed essenziali lasciando la visione di un viaggio – e il desiderio di ripartire – come un’ingenuità perduta finalmente riconquistata nella sua essenza pura, nel colore che ne definisce il candore». Cammariere “utilizza” ogni esperienza a sua disposizione compiendo un viaggio attorno alla musica, partendo dal jazz, passando per la musica italiana e francese, abbracciando ritmi e colori brasiliani e latini in generale, con un gusto raffinato, partecipe e funzionale.

Sbandieratori, 11 tricolori TRIONFO ASSOLUTO dei giovani sbandieratori ferraresi ai campionati nazionali under di Lugo. Undici tricolori con cinque successi per i giovani sbandieratori e musici di San Giacomo, uno a testa per San Benedetto e Santo Spirito e quattro per le squadre miste dell’ente palio. La giornata è stata arricchita da cinque secondi posti e un terzo posto.


Rassegna Stampa - luglio 2007