Page 55

del complotto che vedono Israele quale mandante dell’assassinio” o voler “costruire una pagina assai ricca di “suggestioni”, tutte ben orientate in una certa direzione politica”. Per esempio: specificare che l’attivista è stato ucciso prima dello scadere delle 30 ore, termine entro il quale i rapitori, in cambio della sua vita, chiedevano il rilascio di alcuni prigionieri nelle mani di Hamas; correggere “rapitori, un gruppo terrorista salafita…chiamato “Tawhid wal-Jihad” in “I rapitori, ‘membri del gruppo terrorista salafita’ “Tawhid wal-Jihad”, i cui vertici, però, hanno negato ogni coinvolgimento nell’accaduto”; o chiarire meglio in “Dopo aver ricevuto varie minacce di morte, la sera del 14 aprile 2011 viene rapito”, che l’autore di quelle minacce non era il gruppo Tawhid wal-Jihad, come qualcuno avrebbe potuto, e potrebbe tuttora, fraintendere, ma il sito sionista “stoptheism.com”, che indicava Arrigoni come il nemico da eliminare numero uno di Israele. Come cambieranno ancora i contenuti non ci è dato saperlo.

Quel che sappiamo è che in questa descrizione manca attualmente qualsiasi riferimento all’identità dei rapitori, perchè ancora una volta cancellare è meglio che correggere. E che la biografia dell’attivista italiano ha subito nell’ultimo periodo modifiche rilevanti da parte degli amministratori, e modifiche minori da parte di tutti gli altri utenti (vedi Statistiche sulla Cronologia). Questo a dimostrazione del fatto che accogliere voci a colpi di patrolling, termine che, lo ricordiamo, fa riferimento a un tipo di azione militare, con procedure arbitrarie, protezioni preventive delle pagine, e continui e ossessionanti riferimenti a presunti complotti, orditi da chi e contro chi non è chiaro, non fa bene all’enciclopedia e scoraggia chiunque, sia i wikipediani di vecchia data che molti aspiranti contributori.

Vittorio Arrigoni (Wikipedia in inglese) 53

Profile for Digicult Editions

DIGIMAG 65 - GIUGNO 2011  

Digimag è stato uno die più importanti magazine internazionali focalizzato sull'impatto delle media technologies su arte, design e cultura c...

DIGIMAG 65 - GIUGNO 2011  

Digimag è stato uno die più importanti magazine internazionali focalizzato sull'impatto delle media technologies su arte, design e cultura c...

Advertisement