Page 25

ottica; le superfici elettroilluminescenti, sono particolarmente interessanti per lo spessore di un solo millimetro dentro al quale c’è la luce. Molto spesso il pubblico che è ignaro di che tipologia di materiale si tratta, si avvicina a questa materia chiedendosi come funziona, come possa la luce stare in un millimetro di spessore; allora cerca un faro che proietti questa luce in forma triangolare, non lo trova, quindi guarda dietro la superficie per vedere se trova una lampada e non la trova. E resta spiazzato. In realtà un segreto c’è: è una microalimentazione che arriva da dietro un’intercapedine, e viene utilizzata solo in ambienti dove la sorgente resta fuori dallo spazio visivo.

.

Silvia Scaravaggi: Per fare esperienza delle tue installazioni, alla Galleria Grossetti Arte di Milano, è in corso fino al 29 maggio 2009 una tua personale. Che opere sono esposte? Carlo Bernardini: È un’esposizione abbastanza completa delle tipologie dei miei lavori, con opere diverse in dialogo con i materiali e con modalità differenti. C’è inoltre un’istallazione site specific, un’installazione ambientale che attraversa le due sale della galleria, divise da una parete: questa installazione le ingloba in un’unica forma. In questa installazione, le fibre passano sia fuori dalle due stanze, sia all’interno, perforando la parete e creando un’unica forma che elude la fisicità del luogo. Tre prismi in plexiglass e la fibra ottica creano una linea diagonale di sculture. Sono presenti insieme a due light box. Anche in questa mostra è evidente che mi interessa molto la sperimentazione con i materiali, acciaio e fibra ottica, plexiglass e fibra

Ecco, questo è un esempio di quegli elementi che devono essere dosati con parsimonia, nella giusta misura, evitando di farsi prendere la mano e perdere quella secchezza o sintesi espressiva che è l’elemento che fa la differenza. La mia idea creativa non è quindi minimalismo, ma un tentativo di creare opere da intendersi come organismi visivi, in cui avvengono sovrapposizioni percettive simultanee, statiche e dinamiche.

www.carlobernardini.it

23

Profile for Digicult Editions

DIGIMAG 44 - MAGGIO 2009  

Digimag è stato uno die più importanti magazine internazionali focalizzato sull'impatto delle media technologies su arte, design e cultura c...

DIGIMAG 44 - MAGGIO 2009  

Digimag è stato uno die più importanti magazine internazionali focalizzato sull'impatto delle media technologies su arte, design e cultura c...

Advertisement